HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Mercoledì 21 febbraio 2024
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Salute/Benessere Comunicazione Eventi Largo Consumo Hi-Tech FotoNotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Entertainment/Sport/Turismo MarTech Riflettori Puntati Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

1° Rapporto Auditel-Censis sulle famiglie italiane,
il ruolo aggregatore della tv insidiato dallo smartphone


La tv è nel 97% delle famiglie, la connessione al web in 8 su 10 ma solo 1 su 2 ha la banda larga. Lo smartphone è utilizzato dalla quasi totalità dei membri delle famiglie e il consumo individuale fa saltare la ritualità conviviale costruita intorno alla visione dei programmi tv. Le case sono stracolme di elettrodomestici, ci sono più i forni a microonde che lavastoviglie, mentre scompare la segreteria telefonica. In crescita il co-housing. La fotografia degli stili di vita delle famiglie italiane è realizzata dal Censis a partire dalla ricerca base di Auditel


26 settembre 2018 - Si fonda sulla ricerca di base Auditel il 1° Rapporto Auditel-Censis su convivenze, relazioni e stili di vita delle famiglie italiane, presentato ieri al Senato della Repubblica. La ricerca base intervista sette volte all'anno, casa per casa, oltre 41.000 italiani, ed è in grado così di scattare una fotografia originale della società: le dotazioni delle famiglie (dal tostapane alla fibra ottica), le interazioni e i ruoli decisionali, i consumi mediatici.

Il rapporto fornisce una quadro ampio e analitico. Ecco una sintesi in dieci punti:
- Le persone che vivono sole sono 5,7 milioni, mentre 1,3 milioni vivono con parenti o con altre persone con cui non hanno relazioni di coppia o genitoriali.

- Le donne con ruolo di capofamiglia sono ormai 6,3 milioni, pari al 25,7% del totale delle famiglie. Oltre alle donne che vivono sole (capofamiglia per definizione), altre 2,9 milioni vivono in coppie con o senza figli, di cui ben 1,7 milioni assolvono da sole al ruolo di genitore: una straordinaria esperienza di esercizio della responsabilità femminile nel quotidiano di cui troppo poco si parla.

- Le coabitazioni che includono anche persone senza legami di parentela sono 2,3 milioni. Le ragioni? Molteplici, ma sarebbe un errore sottovalutare quelle economiche, che spingono ad affittare o subaffittare stanze.

- Le case degli italiani sono stracolme di elettrodomestici tradizionali o di ultima generazione. Tra tutti, spicca il televisore: ve ne sono oltre 43 milioni (il 97,1% delle famiglie ne possiede almeno uno), contro 14 milioni di pc portatili (48,1%), 7,4 milioni di tablet (26,4%), 5,6 milioni di pc fissi (22,1%). Rafforza il primato della tv questo dato: il 19,3% delle famiglie dispone di almeno un televisore connesso al web (smart tv o apparecchio tradizionale connesso al web con dispositivo esterno). I telefoni cellulari sono presenti in oltre il 95% delle famiglie, i telefoni fissi solo nel 60% circa. Il forno a microonde, che ritroviamo nel 53% delle abitazioni, batte la lavastoviglie, utilizzata da quasi il 45%. Gli impianti di aria condizionata arrivano al 29,7%. Il sistema hi-fi con componenti separati al 16,5%. La linea fissa solo dati al 13,2%. La vasca idromassaggio al 4,9%. Residuali la videocamera digitale (6,5% delle famiglie) e la segreteria telefonica (2,1%).

- La connessione al web è ormai capillare e coinvolge anche gli anziani. Wireless e connessione mobile, in casa, al lavoro, negli esercizi e spazi pubblici, rendono il web imprescindibile nelle dotazioni individuali e nelle relazioni collettive. Il 49,6% delle famiglie dispone di una connessione a banda larga, con una forte oscillazione territoriale (che penalizza il Sud) e sociale (che penalizza le famiglie a basso livello socio-economico).

- I minori sono autentici precoci digitali. Nella fascia d'età 4-10 anni il 17,6% ha il cellulare, il 6,7% utilizza il pc fisso, il 24,2% il portatile, il 32,7% il tablet e il 49,2% è connesso al web. I nati dal 2000 in avanti sono il banco di prova tangibile degli effetti sociali, anche sulle relazioni familiari, dei nuovi strumenti tecnologici.

- I figli sono un formidabile moltiplicatore dei consumi. È vero che le famiglie con figli sono quelle che più soffrono per le difficoltà economiche e che il terzo figlio è in molti casi una delle determinanti della povertà. Tuttavia emerge con nettezza che la famiglia con figli ha una propensione al consumo maggiore. Le famiglie monogenitoriali sono le più in sofferenza sul piano economico, visto che stentano a stare dietro alla dinamica incrementale della dotazione di beni legata alla presenza di figli e adolescenti.

- È prevalente il potere decisionale maschile su settori vitali della vita familiare nelle coppie con o senza figli. Gli acquisti quotidiani e di elettrodomestici sono gli unici ambiti a prevalente potere decisionale femminile. Il resto è tutto in mano ai maschi, che nella gran parte dei casi sono i capofamiglia. Cresce tuttavia il peso dei figli nel caso di decisioni di spesa per i device informatici.

- C'è una netta propensione a convivere con persone del proprio gruppo sociale, per livello di scolarità e per professione svolta. Le donne, più degli uomini, tendono a fare coppia con partner che svolgono attività professionali dello stesso livello. E sono più propense ad accettare uomini con minore capitale culturale. Vince su tutto l'omogeneità socio-economica e professionale delle coppie, in sintonia con una società dalla mobilità bloccata quasi per ceti.

- Le famiglie italiane sono alle prese con la formidabile potenza erosiva delle fruizioni individualizzate degli smartphone, che azzerano di fatto i momenti di aggregazione collettiva. Una persona - uno smartphone è la metrica ormai imperante in tutte le tipologie familiari: una condizione di base, strutturale, che consente a ogni singolo membro di fruire in totale autonomia e piena comodità di contenuti modulati sui propri specifici interessi. Lo smartphone è utilizzato dalla quasi totalità dei membri delle famiglie, trasversalmente alla condizione socio-economica. Ma in solitudo, per se stessi e non in fruizione collettiva. Sono addirittura 28 milioni, poi, gli utilizzatori notturni che lo hanno eletto a inseparabile partner sin nel proprio letto. E ben 11,8 milioni indicano esplicitamente la fruizione sempre e ovunque dello smartphone sul web. Per comparazione, pensando al televisore non si può non sottolineare la sua capacità di aggregazione e di generazione di convivialità nelle famiglie. Le tirate di qualche anno fa contro la tv accusata di distruggere la relazionalità rivelano, perciò, una volta di più, tutta la loro vuotezza retorico-moralistica. Nella maggior parte delle famiglie la tv aveva e ha ancora una fruizione prevalentemente collettiva: riunisce dinanzi a sé, in contiguità fisica, i membri delle coabitazioni, con un'alternanza di silenzi (per ascoltare) e scambi di opinione tale da poter tranquillamente affermare che il televisore crea i presupposti tecnici e di contenuto della relazionalità familiare.

Spiega Andrea
Andrea Imperiali
Imperiali, presidente di Auditel
: “Grazie alla collaborazione e alla costante interazione con le principali istituzioni statistiche del Paese, Auditel ha potuto perfezionare e validare un approccio assolutamente originale e lontano dai luoghi comuni per fotografare le trasformazioni in atto nella società italiana. Ora, assieme al Censis, abbiamo deciso di sistematizzare e rendere pubbliche le risultanze della ricerca di base Auditel che rende possibile un racconto reale della nostra società, giacché è basato su un lavoro d'indagine non mediato e realizzato interamente sul territorio, porta a porta”.

Giuseppe De Rita, presidente del Censis, commenta: “La famiglia, collante della società, ha cambiato pelle con l'evoluzione sociale: siamo passati dalla famiglia Spa, che combinava redditi e patrimoni, alla famiglia di cura garante di welfare informale e reddito per i componenti non autosufficienti e i figli precari, fino all'attuale rischio di una famiglia disintermediata, alle prese con le sfide che minacciano la relazionalità interna”. E ancora: “Il consumo individuale legato agli smartphone connessi al web fa saltare quella quotidiana ritualità conviviale costruita intorno alla visione dei programmi televisivi. Il Rapporto Auditel-Censis ha messo sotto i nostri occhi la portata della sfida, visto anche l'intenso e precoce utilizzo dei device digitali da parte di adolescenti e bambini”.


Su Sky Sport ‘Il più grande spettacolo del mondo’
col magico Sinner e l'Egonu volante
<
‘Il più grande spettacolo del mondo’ è la nuova campagna di brand di Sky Sport, on air in tv e sul digital, che mostra alcuni dei più grandi atleti al mondo nelle insolite vesti di circensi pronti a far vivere l'adrenalina delle competizioni più importanti del pianeta. Presentatore del circo, metafora della Casa dello Sport di Sky, è Guido Meda. Il primo numero è il ‘magico Sinner’, protagonista dei prodigi del grande tennis. Poi ci sono il ‘mangiafuoco’ Federica Masolin, i ‘domatori dell'asfalto’ Charles Leclerc, Carlos Sainz, Lewis Hamilton e Max Verstappen, i ‘funamboli dei cordoli’ Francesco Bagnaia e Marco Bezzecchi, il ‘fachiro’ Giorgio Chiellini e il ‘fantastico’ Haaland fino all'Egonu volante, con le sue potentissime schiacciate di fuoco. Tutto è pronto per il grande show, a cui prenderà parte anche Alessandro Del Piero nell'inedito ruolo di clown. Lo spot è ideato da Sky Creative Agency e diretto da Andrea Linke.(20 febbraio 2024)
  FAST NEWS<< <
Fabrizio Grillo nomiato presidente di Federated Innovation @MIND. Fabrizio Grillo è il nuovo presidente di Federated Innovation @MIND, modello collaborativo pubblico-privato che dal 2021 fa da driver di innovazione di Milano Innovation District, promosso da Lendlease con il contributo di Cariplo Factory
 
Parole & Dintorni apre l'area dedicata alla Promozione Radio e Tv. Parole & Dintorni, agenzia di comunicazione specializzata in ufficio stampa nel mondo della musica, aprirà dal 1° marzo una nuova area dedicata alla Promozione Radio e Tv
 
La concessione pubblicitaria di Grazia e di Icon affidata a Piemme. Reworld Media Italia, filiale dell'editrice francese Reworld Media, ha affidato a Piemme la concessione in esclusiva per la vendita in Italia degli spazi pubblicitari di Grazia e Icon
 
Ticketmaster affida media relations e influencer marketing a Connexia. Ticketmaster (vendita di biglietti per eventi live) ha affidato, a seguito di una gara, a Connexia le media relations e la gestione dell'influencer marketing, oltre a ideazione e produzione di contenuti per le properties social e all'ottimizzazione SEO
 
MSL Italia incaricata dell’influencer marketing di Pupa Milano. MSL Italia ha vinto la gara indetta da Pupa Milano (settore beauty) per lo sviluppo e la gestione della attività di influencer marketing e le digital Pr
 
Distributori automatici di giornali alle stazioni di rifornimento IP. Fieg - Federazione Italiana Editori Giornali comunica l'avvio di un progetto per preservare e sviluppare la rete di vendita della stampa
 
Chef Bruno Barbieri testimonial di topper e cuscini nella campagna di Dreamin’101. Dreamin'101 (complementi d'arredo per il riposo e il sonno) lancia una nuova campagna pubblicitaria con protagonista lo chef stellato ed esperto di benessere Bruno Barbieri, testimonial del brand già da un biennio
 
La Milano Fashion Women FW 24/25 visibile a tutti su maxi schermo led curvo Urban Vision. Urban Vision, specializzata in maxi digital outdoor e riqualificazione urbana attraverso progetti di comunicazione, trasmette su maxi schermo anche le sfilate della Milano Fashion Women's Collection - Fall/Winter 2024/2025
 
Mediamond si conferma digital oriented e rinuncia alla gestione pubblicitaria di Grazia e Icon. Mediamond, concessionaria del Gruppo Mediaset e di Mondadori Media, ha deciso di focalizzarsi sulle attività digital smart solutions
 
OVS si rivolge agli under 25 vestendo i protagonisti di Mare Fuori con linee create ad hoc. OVS veste i protagonisti della serie ‘Mare Fuori’ quarta stagione, in onda su Rai e Rai Play, con i capi della linea B.Angel, dedicata alle adolescenti e alle giovanissime, e Utopja, brand no-gender di ispirazione ‘street’
 
Debutta a Milano a maggio BIG, festival biennale dedicato alla grafica e alle culture visive. Dal 23 al 26 maggio prenderà il via a Milano la prima edizione di BIG - Biennale Internazionale Grafica, festival diffuso dedicato al design della comunicazione e alle culture visive
 
Kettydo+ e Gamindo firmano per Lavazza l'advergame ‘Espresso Adventure’. Kettydo+, in collaborazione con Gamindo, ha ideato ‘Espresso Adventure’, un advergame sviluppato per caffè Lavazza, di cui l'agenzia cura da anni le attività di engagement e di loyalty innovation
 
Mirella Cerutti regional vice president Central and East Europe di SAS. Mirella Cerutti cresce in SAS, la branch italiana dell'azienda di analytics, assumendo la carica di regional vice president Central and East Europe
 
FpS lancia Sustrain, agenzia di servizi e consulenza verso la sostenibilità. L'agenzia digital FpS lancia Sustrain, agenzia specializzata nel rispondere a ogni necessità aziendale nel percorso di transizione sostenibile
 
Fabio Milone alla guida dell'area performance & process optimization di Sky Media. Dopo gli ingressi nei mesi scorsi di Marco Ravasi come sales director e di Luca Centurioni come marketing director, la managing director Giuseppina Violante consolida la squadra della concessionaria Sky Media con l'arrivo di Fabio Milone, a cui è affidata l'area performance & process optimization
 
Angela Stillo a capo della nuova unit Media Product & Innovation di Dentsu. Dentsu Italia ha lanciato la unit Media Product & Innovation, nominando Angela Stillo media innovation & product strategy director
 
Nasce Tourism Hub Media, agenzia di media buying nel settore turistico. Tourism Hub, agenzia di branding destination, Pr e marketing, annuncia la nascita di Tourism Hub Media, unit dedicata a progetti media integrati per la promozione turistica
 
Akomi, Extra Magnet, Headshot, Reply e Super Agency si associano a UNA. Il Consiglio direttivo di UNA – Aziende della comunicazione unite ha deliberato l'entrata in associazione di cinque agenzie
 



Installazione di denuncia sul cambiamento climatico
di CESVI e Factanza alla Milano Fashion Week
<<<
Un'auto gravemente danneggiata da giganteschi chicchi di grandine è l'installazione provocatoria promossa dall'organizzazione umanitaria CESVI (Cooperazione E Sviluppo) con la media company Factanza e l'agenzia Mirror, in concomitanza con la Milano Fashion Week. Vuol essere una risposta ai negazionisti del cambiamento climatico, che invece ‘è già qui’, basti ricordare il 2023 anno più caldo mai registrato, le violente piogge e grandinate che hanno colpito Milano l'estate scorsa e le devastanti alluvioni in Emilia-Romagna. L'intento di CESVI è di ribadire l'allarme per impatto globale indotto dal cambiamento climatico, trasformando un concetto astratto in un'esperienza visiva che stimoli riflessioni. L'auto campeggerà sul marciapiede di via Paolo Sarpi (tra i civici 19 e 21) fino domenica 25 febbraio. L'iniziativa è realizzata nell'ambito del progetto ‘Humanitarian Assistance for Vulnerable Flood-affected communities in Pakistan' finanziato dall'Unione Europea. (21 febbraio 2024)

 

SULLO SCHERMO
<<<
LEGGENDE METROPOLITANE / Drammatico
‘Leggende metropolitane’ è il film d'esordio di Stefano Meloncelli, regista di oltre 200 videoclip per artisti della scena rap e trap. È sul grande schermo il 29 gennaio a The Space Cinema di Cerro Maggiore (Milano), il 16 febbraio al Silvio Pellico di Saronno (Varese) e il 29 febbraio al Nuovo Cinema Prealpi di Saronno per poi essere disponibile dal 1° marzo su Amazon Prime. È prodotto da SnobLab con James Dean Movie e Portorico MNGMT. Gli attori sono non professionisti tranne Edoardo Costa. La colonna sonora, disponibile in digitale dal 2 febbraio, è a base di musiche e brani rap inediti. Il film dura 88’
È un film ‘politicamente scorretto’, una favola sul degrado, ambientata nel varesotto, in una periferia desolata dove personaggi che non hanno trovato una strada nella vita fanno comunella e si ritrovano a ciondolare al bar, tra chiacchiere, partite a carte, ricerca di qualche insperata fonte di guadagno, magari grazie alla dritta su un cavallo vincente. Sandro (interpretato da Mattia Travaini) è impiegato al Comune ma non lo vedono mai, Chico (Fabrizio Marchegiani) è un bidello mai presente con tare psichiche, Gigi (Diego Paul Galtieri) non ha mai avuto un vero lavoro. Poi ci sono Giusy (Chiara Pollicino) che passa da una storia di sesso all'altra e Tini (Papa K Mensah), in controtendenza colto ed elegante spacciatore extracomunitario. Edoardo Costa interpreta Mario, un finto milionario che deve assolutamente ritrovare un biglietto della lotteria vincente sparito. Cercherà di sfruttare il gruppetto ma finirà per farci parte. La trama è esile, serve solo a mettere in scena, in toni anche divertenti, uno spaccato di società popolata dagli ultimi. “Storie reali che possono succedere in ogni posto - sottolinea il regista –. Ho voluto portare in luce una realtà scomoda”. 


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati