HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Martedì 25 settembre 2018
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Viaggi Sport Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

L'eCommerce in Italia vale 23,6 miliardi nel 2017.
Il valore degli acquisti dei prodotti
supera per la prima volta quello dei servizi


Secondo l'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, il fatturato legato ai prodotti raggiunge i 12,2 miliardi di euro, il 52% del totale, grazie principalmente alla crescita di Informatica ed Elettronica, Abbigliamento, Food & Grocery e Arredamento e home living. Il Turismo rimane comunque il primo settore per valore, con 9,2 miliardi di euro e una crescita del 7%. Il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale retail passa dal 4,9% del 2016 al 5,7% del 2017. Gli acquisti da smartphone superano nel 2017 i 5,8 miliardi


11 ottobre 2017 - Prosegue lo sviluppo dell'eCommerce nel nostro Paese: il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani raggiunge nel 2017 i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17% rispetto al 2016. Nel 2017, gli acquisti online di Prodotti (pari a 12,2 miliardi) crescono del 28% e superano per la prima volta quelli di Servizi (+7%, 11,4 miliardi). Il Turismo si conferma primo settore (9,2 miliardi, +7%) seguito da Informatica ed elettronica di Consumo (4 miliardi, +28%) e Abbigliamento (2,5 miliardi, +28%). Tra i settori emergenti i più importanti sono Arredamento e home living e Food&Grocery che insieme valgono quasi 1,8 miliardi di €. Gli acquisti via smartphone crescono del 65% e superano quest'anno i 5,8 miliardi di €.
 
Questo lo scenario del mercato del commercio elettronico presentato dall'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm. “Nel 2017 l'eCommerce mondiale è stato caratterizzato da diversi fatti particolarmente significativi - ha affermato Alessandro Perego, direttore scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano -.Tra questi ricordiamo le alleanze stipulate da alcuni grandi merchant eCommerce e operatori di differente natura (per sviluppare congiuntamente tecnologie o per espandersi commercialmente), l'affermazione di alcuni trend tecnologici (in primis assistenza vocale e chatbot) e la consacrazione delle principali ricorrenze eCommerce (Single Day, Black Friday e Cyber Monday). D'altro canto il 2017 è stato anche l'anno degli accesi dibattiti sugli effetti dell'online sul commercio tradizionale. Il successo di alcune iniziative eCommerce ha messo infatti a dura prova, in mercati più maturi dell'Italia, la sopravvivenza di alcune insegne della grande distribuzione tradizionale, tra cui quelle incapaci di progettare efficaci soluzioni ibride online – offline”.
 
L'e-commerce B2c continua la sua corsa, ampliando di anno in anno il suo perimetro d'azione: “Nel 2017 in Italia ha superato i 23,6 miliardi di euro, con un incremento rispetto al 2016 del 17% - ha dichiarato Roberto Liscia, presidente di Netcomm -. Per la prima volta nella storia dell'e-commerce italiano, i prodotti crescono ben più dei servizi, con un peso dell'e-commerce sul totale degli acquisti retail degli italiani che sale al 5,7%. Sono dati certamente incoraggianti anche se ancora non sufficienti a dichiarare maturo e dinamico il settore nel nostro Paese, dove i modelli di business stanno cambiando rapidamente e facilitando nuovi entranti. L'approccio spesso sperimentale e poco convinto all'e-commerce di molti operatori tradizionali italiani è la conseguenza del fatto che essi non abbiano dedicato né il giusto impegno né le loro migliori risorse a un progetto strategico che, invece, sta diventando il vero motore delle economie avanzate e attirando sempre più investimenti e capitale. Per parlare di un e-commerce davvero competitivo e maturo in Italia, occorre che i retailer tradizionali abbiano visione, coraggio e perseveranza, andando fino in fondo nei loro progetti digitali”.
 
L'evoluzione del mercato
 
Per la prima volta nella storia dell'eCommerce B2c in Italia, i prodotti, grazie a un ritmo di crescita quadruplo (rispettivamente +28% e +7%), raggiungono e superano i servizi (52% contro 48% a valore): “Il paniere degli acquisti online si sta quindi lentamente avvicinando a quello rilevato nei principali mercati più evoluti (dove i prodotti incidono per il 70% circa)” fa notare Riccardo Mangiaracina, responsabile scientifico dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano.
 
Nel 2017 gli acquisti di prodotti valgono 12,2 miliardi di euro. Il primo settore è l'Informatica ed elettronica di consumo con circa 4 miliardi di euro e un tasso di crescita del 28%. Gli acquisti nell'Abbigliamento (capi di vestiario, scarpe e accessori) crescono del 28% e raggiungono 2,5 miliardi di euro, non solo grazie al fashion ma anche al mass market. Tra i settori più performanti per il ritmo di crescita, troviamo il Food&Grocery (+43%),Arredamento e home living (+31%) con 900 milioni di euro ciascuno. Infine c'è l'Editoria con 840 milioni di euro (+22%). Gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 3,2 miliardi di euro nel 2017, in crescita del 27% rispetto al 2016. Qui si distingue il contributo dei Ricambi auto, con l'acquisto online pezzi di ricambio e pneumatici, del Beauty e dei Giocattoli. L'acquisto di prodotti genera circa 150 milioni di ordini all'anno con uno scontrino medio di 85 euo.
 
Nei servizi, che valgono complessivamente 11,4 miliardi di euro, il Turismo e trasporti si conferma il primo comparto dell'eCommerce italiano con 9,2 miliardi. La crescita (+7%) è riconducibile agli acquisti di biglietti per i trasporti ferroviari e aerei, alla prenotazione di appartamenti e case vacanze (attraverso gli operatori della sharing economy) e alla prenotazione di camere di hotel. Gli acquisti online nelle Assicurazioni raggiungono quota 1,3 miliardi di euro (+6%) e rimangono focalizzati sulle RC Auto. Tra gli ‘Altri Servizi’, che valgono circa 900 milioni di euro (+3%), rimangono importanti i contributi del Ticketing per eventi e delle Ricariche telefoniche. L'acquisto di servizi genera circa 50 milioni di ordini all'anno con uno scontrino medio di 235 euro,
 
“Il tasso di penetrazione totale degli acquisti online sul totale retail, passa dal 4,9% del 2016 al 5,7% del 2017 con i Prodotti al 4% e i Servizi al 9%, e i tassi più alti sono stati raggiunti da Informatica ed Elettronica di consumo (20%) e Turismo (30%) - afferma Valentina Pontiggia, direttore dell'Osservatorio eCommerce B2c -. Il ritardo dell'Italia rispetto ai principali mercati eCommerce permane ed è riconducibile alla ridotta penetrazione nei comparti di prodotto e specialmente nel Food&Grocery (0,5%). Nonostante il fermento imprenditoriale degli ultimi anni, il settore non è in grado di garantire una copertura territoriale diffusa e omogenea sul territorio italiano: solo il 15% della popolazione infatti può effettuare online la spesa ‘da supermercato’ con livello di servizio idoneo, mentre un altro 55% della popolazione ha un accesso solo potenziale all'eCommerce, tramite iniziative sperimentali, isolate e con limitata capacità”.
 
Gli acquisti da smartphone crescono in tutti i settori
 
Nel 2017 un terzo degli acquisti eCommerce, a valore, è concluso attraverso smartphone o tablet. L'incidenza di questi device è quintuplicata nel giro di 5 anni: nel 2013 la somma di tablet e smartphone valeva infatti solo il 6%. Ancora più significativa la crescita dello smartphone: il suo contributo è passato infatti dal 4% nel 2013 al 25% nel 2017. In valore assoluto, gli acquisti eCommerce da smartphone superano, nel 2017, i 5,8 miliardi di euro, con una crescita del +65% rispetto al 2016.
 
L'importanza di questo canale per il consumatore è visibile in tutti i principali comparti merceologici: il tasso di penetrazione dello smartphone sul totale eCommerce sfiora o supera il 30% nella maggior parte dei settori di prodotto (Editoria, Abbigliamento, Informatica ed elettronica, Food&Grocery) ed è pari al 15% nel Turismo e al 5% nelle Assicurazioni.
 
 
I Web shopper in Italia, tra abituali e sporadici
 
Nel 2017 i web shopper italiani – ossia i consumatori che hanno effettuato almeno un acquisto online nell'anno – sono 22 milioni e crescono del 10% rispetto al 2016. Tra questi, gli acquirenti abituali – ossia i consumatori che effettuano almeno un acquisto al mese – sono 16,2 milioni e generano il 93% della domanda totale eCommerce (a valore), spendendo online in un anno, mediamente, 1.357 euro ciascuno. Gli acquirenti sporadici sono invece 5,8 milioni, generano il restante 7% della domanda eCommerce e spendono mediamente 284 euro all'anno.
 
La crescita dell'export
 
Nel 2017 l'Export, inteso come il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri, vale 3,5 miliardi di euro e rappresenta il 16% delle vendite eCommerce totali.
 
I prodotti, grazie a una crescita del 19%, valgono 2,3 miliardi di euro e rappresentano il 67% delle vendite oltre-confine. La bilancia commerciale (Export – Import) nei prodotti è, a differenza dei servizi, positiva e vale 800 milioni di euro (+150 milioni di euro rispetto al 2016). L'Abbigliamento, grazie alla notorietà dei brand italiani e alle competenze digitali sviluppate da alcune Dot Com o boutique multi-brand nazionali, è responsabile del 65% dell'Export di prodotto. L'Export di servizi si ferma a circa 1,2 miliardi di euro, con un tasso di crescita sostanzialmente nullo, a causa di alcuni isolati fenomeni sfavorevoli legati ad attori del settore Turismo.
 
L'Export online è ben più significativo se, oltre alle vendite dirette da siti italiani verso consumatori stranieri, consideriamo le vendite abilitate dagli “intermediari digitali” con ragione sociale straniera (siti delle vendite private operanti all'estero, marketplace stranieri e retailer internazionali). Se ai 3,5 miliardi di euro di valore delle vendite da siti con operatività in Italia a clienti finali residenti all'estero sommiamo il transato intermediato dalle tre tipologie di canali appena citati, l'Export digitale triplica il suo valore e raggiunge i 10 miliardi di euro. 


 VIDEONOTIZIA   Buondì Motta dà il via
con Saatchi alla saga degli zombies
<
È tornato in tv il Buondì Motta, la ‘colazione golosa e leggera’, con una nuova saga che si prepara a bissare la visibilità di quella del meteorite. Realizzata da Saatchi & Saatchi e pianificata da PHD Italia, ironizza sugli stereotipi pubblicitari col consueto linguaggio iperbolico, strizzando l'occhio all'horror comedy. In scena, lo ‘zombie’ che c'è in ognuno di noi, qualsiasi sia l'età, al mattino prima di una colazione golosa e leggera che rimetta al mondo. Da qui le avventure a base di colpi di scena per procurarsela. La produzione è di Filmmaster Productions e la regia di Ben Callner. (25 settembre 2018)
 I media alla Borsa di Milano << <
25.09.2018AperturaMax.Min.ChiusuraΔ %
Cairo Communication3.11003.29503.10003.18003.58
Caltagirone Editore1.24001.30001.24001.29002.38
Class Editori0.25800.26600.25800.2610-1.14
Giglio Group3.45003.45003.28003.37000.00
Gedi Gruppo Editoriale0.36400.38000.36000.37704.43
Il Sole 24 Ore0.56100.57900.56100.5650-1.74
Italiaonline2.26502.30002.23002.25000.22
Mediacontech0.57000.57000.55600.56600.00
Mediaset2.62402.76802.61402.73804.34
Mondadori Editore1.51801.53601.49401.4940-1.32
Mondo TV3.88003.96503.86003.87000.52
Monrif0.16350.16900.16300.1630-3.26
Poligrafici Editoriale0.21300.21500.20800.2110-0.94
Ray Way4.57004.59004.53004.53500.00
RCS Mediagroup0.97201.02800.96701.02004.08
Nostra elaborazione su dati di Borsa Italiana


  FAST NEWS<< <
Apple acusisce Shazam e vi toglie la pubblicità. Ricevuto il via libera da parte dell'Antitrust Ue, Apple ha annunciato il completamento dell'acquisizione di Shazam, l'app usata da centinaia di milioni di persone nel mondo per riconoscere i brani musicali, tramite il microfono dello smartphone
 
Mindshare prepara la terza edizione di Huddle. Tema, ‘I Futuri Possibili’. Il 27 novembre Mindshare organizzerà presso la sede di di Milanofiori-Assago la terza edizione di Huddle, evento dedicato alla media industry
 
Sandoz si affida a FriendZe alla sua community per la campagna di Flormidabíl. FriendZ, la digital company la cui community si fa ambassador dei brand sui social, ha sviluppato la campagna per Flormidabìl, integratore alimentare per l'equilibrio della flora intestinale della Sandoz (divisione del gruppo farmaceutico Novartis)
 
La Repubblica presenta Dentro la Notizia, podcast di informazione e approfondimento sull'app Audible. Iniziata ad agosto col lancio di Rep Digest, si amplia la collaborazione fra Audible e la Repubblica con l'arrivo del nuovo podcast Dentro la Notizia
 
Y&R Italia comunica sui social la mostra per i 50 anni di Etro, concept #chooseyourroots. Si deve a Y&R Italia la comunicazione sui canali social a supporto della mostra per i 50 anni di Etro ‘Generation Paisley’, percorso museale che ripercorre la storia del brand di moda, dal 23 settembre al 14 ottobre al Mudec di Milano
 
Carlo Pasquazi direttore commerciale e Valerio Gaviglia direttore media di Sport Network. Si potenzia la squadra di vertice della concessionaria Sport Network (gruppo Amodei) con la nomina di Carlo Pasquazi a direttore commerciale e di Valerio Gaviglia a direttore media
 
Luxottica mette in gara il media globale per un budget da 100 milioni di euro. Mentre è in via di completando la fusione con Essilor, la multinazionale dell'ottica Luxottica ha messo in gara il media a livello globale
 
YAM112003 firma il restyling di sito e social di Baci Perugina, che punta a diventare marchio globale. Sito tutto nuovo per Baci Perugina, concepito come un viaggio nella storia e nei valori che contraddistinguono il brand dal 1922, con creatività e gestione a cura di YAM112003
 
Helen Nonini nel cda di Save The Duck. Save The Duck, marchio di piumini 100% animal free, annuncia l'ingresso nel cda di Helen Nonini, brand advisor e consulente strategica nel mondo della moda e del lusso
 
La cantautrice Annalisa testimonial per il lancio del reggiseno Barcelona di Tezenis. Tezenis lancia per l'Autunno/Inverno 2018-2019 il nuovo reggiseno Barcelona con una campagna che ha per testimonial la cantautrice Annalisa
 
Kairos Comunicazione incaricata di pr, ufficio stampa ed eventi di PerDormire, brand del Materassificio Montalese. Il Materassificio Montalese ha affidato per il 2019 a Kairos Comunicazione le pubbliche relazioni, l'organizzazione di eventi e l'ufficio stampa corporate e di prodotto per il brand PerDormire
 
Mindshare si aggiudica il media di Ferrero in Italia, a seguito della gara europea. Si sarebbe conclusa con uno split dell'incarico la gara media europea indetta a maggio da Ferrero che riguardava, oltre all'Italia, anche i mercati di Francia, Grecia, Portogallo, Spagna, Benelux, Bulgaria e Slovenia
 
Publicis Media nomina i tre Commerce lead regionali. Jonathan Lewis-Jones alla guida in Emea. Publicis Media ha nominato i regional lead per la Practice Commerce, ovvero Amy Lanzi per l'area Americas, Samrat Sengupta in quella Apac e Jonathan Lewis-Jones in area Emea
 
Opel mette in gara la creatività globale. In Italia on air la campagna per Opel Combo. Opel ha dato il via a una revisione dell'incarico creativo a livello globale, mettendo in gara Scholz & Friends, Heimat, Mrm, agenzie con cui già lavora, e chiamando anche Publicis e Havas
 
Eva Majidi brands & strategic marketing director di Zucchi e Descamps. Eva Majidi è stata nominata brands & strategic marketing director del gruppo Zucchi e del gruppo Descamps, attivi nel tessile casa
 
Soluzione Group per la strategia e la gestione dei social di Pfanner. Pfanner, produttore austriaco di bevande, succhi, nettari e spremute, ha incaricato Soluzione Group della strategia e della gestione dei social
 
Carlo Carrettoni digital commercial director di Editoriale Domus. Carlo Carrettoni entra nella divisione pubblicità di Editoriale Domus col ruolo di digital commercial director
 
Angelo Palumbo direttore generale di Blogmeter. Fa ingresso in Blogmeter (specialista di social media intelligence) Angelo Palumbo col ruolo di direttore generale, in cui risponderà direttamente al founder e ceo Sacha Monotti Graziadei
 
Patricio Teubal general manager di A+E Networks Italia. Patricio Teubal è stato nominato general manager di A+E Networks Italia, carica che assumerà da dicembre
 
A Base Milano il 5° ‘Paw. Chew. Go’, festival dell'illustrazione. Sabato 13 e domenica 14 ottobre si svolgerà a Milano presso Base ‘Paw
 
Aser investe nel digital network Hellodì. Aser, holding globale di investimento nei settori media e sport, investe in Hellodì per creare un hub digitale in Italia
 
Havas Sports & Entertainment rafforza la partnership con BKT. Si rafforza la partnership tra Havas Media e BKT, multinazionale indiana di pneumatici off-highway
 
Radiofreccia inaugura i nuovi studi di radiovisione. Ha aperto i battenti il nuovo studio della radiovisione di Radiofreccia, ambiente che consentirà ai disc jockey dell'emittente di ‘metterci la faccia’ e muoversi liberamente in un contesto dinamico
 



 FOTONOTIZIA  Assegnati i Getty Images
Reportage Grant per il fotogiornalismo.
L'italiano Giulio Di Sturco vince con Aerotropolis
<<<
L'italiano Giulio Di Sturco è tra i tre fotogiornalisti vincitori della prima edizione del Getty Images Reportage Grant: hanno ricevuto 15.000 dollari ciascuno da destinare a progetti documentaristici di lungo termine e avranno anche supporto editoriale da parte dell'azienda. Giulio Di Sturco ha vinto con Aerotropolis ‘The Way we Will Live Next’, un lavoro che esplora lo sviluppo delle ‘aerotropoli’, conglomerati urbani post-moderni che si sviluppano intorno ai grandi aeroporti (nell'immagine). Gli altri vincitori sono Rose Marie Cromwell per King of Fish, progetto che pone l'attenzione sugli effetti della globalizzazione nelle piccole comunità, e Leonard Pongo con The Uncanny, progetto che narra la vita quotidiana in Congo. Sono stati selezionati tra oltre 450 partecipanti da una giuria di esperti che ha anche assegnato due menzioni di onore. Il Getty Images Reportage Grant fa parte del più ampio programma di Getty Images che da oltre 14 anni supporta la comunità fotogiornalistica a livello globale. (25 settembre 2018)


SULLO SCHERMO
<<<
THE WIFE - VIVERE NELL'OMBRA /Drammatico
Sarà il 4 ottobre nelle sale italiane ‘The wife – Vivere nell'ombra’, film diretto da Björn Runge con Glenn Close, Jonathan Pryce, Christian Slater, Max Irons, Harry Lloyd, Annie Starke. Coprodotto da Usa, Svezia e Gran Bretagna, è distribuito in Italia da Videa – CDE. Dura 100’
Il sottotitolo aggiunto in italiano dice già molto sul tema della storia. Il romanziere americano Joe Castleman (Jonathan Pryce), narcisista e dal carattere difficile, va a Stoccolma a ricevere il Nobel per la letteratura, accompagnato dalla seconda moglie Joan (Glenn Close), all'apparenza felice di vivere di luce riflessa. Ma proprio durante l'evento, il gioco dei ruoli che si è retto per tanti anni si inceppa, mettendo in luce prevedibili contraddizioni. Tratto dal romanzo di Meg Wolitzer, il film ha in certi momenti il trend di una pièce teatrale. Il merito principale sta nella superba recitazione della Close, mentre la parte più intrigante è l'excursus dietro alle quinte del premio Nobel, che mette in scena i meccanismi dell'organizzazione, del cerimoniale, delle prove, in stile convention sui generis. Valutazione:   ***


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati