HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Domenica 7 marzo 2021
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Salute/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Viaggi/Sport/Entertainment Digital Riflettori Puntati Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Ma cosa fa l'Adci?


Sabato 22 febbraio ci saranno le elezioni per il rinnovo delle cariche all'Art Directors Club Italiano. Il presidente uscente Massimo Guastini, che si ricandida con un nuovo programma mirato a rendere l'associazione ancora più aperta e autorevole, ha postato sul blog dell'Adci un pezzo in cui ha riassunto le attività seguite dal consiglio direttivo da lui guidato nell'ultimo triennio


19 febb
Massimo Guastini
raio 2014
- Qui trovate quello che abbiamo fatto dal 19 febbraio 2011 al febbraio 2014. Non ci sono immagini, ho preferito privilegiare la sostanza. Vi spaventa la fatica di leggerle tutte? Vi capisco. Realizzarle ha affaticato anche me e i Consiglieri che hanno avuto la pazienza e la costanza di supportarmi. Qualcuno non ha ancora smesso di dirmi vaffanculo.

Posso provare a sintetizzare dicendovi che tutte le iniziative hanno servito fedelmente gli scopi dell'Adci, dichiarati dallo Statuto in vigore quando fummo eletti:
 
 migliorare gli standard della creatività nel campo della comunicazione e delle discipline ad essa collegate.
 
Promuovere la consapevolezza dell'importanza di questi standard all'interno della comunità aziendale, istituzionale e del pubblico in genere, in Italia e all'estero.
 
Operare per la qualificazione, valorizzazione e sviluppo dell'attività professionale.
 
Quello che abbiamo fatto è stato possibile perché l'Assemblea elettiva del 19 febbraio 2011 ci elesse con l'87.5% di voti a favore.
 
A fronte di un programma (vi risparmio la versione integrale) e un piano di azione che affermavano cose come:
 
1.
 
Voglio ridare dignità, valore e rilevanza al nostro lavoro.
 
Voglio che l'etichetta “creativi” non sia più associata ad allegroni poco consistenti o a fighetti da happy hour, ma a quello che nei fatti dovremmo essere sempre: protagonisti della comunicazione, consapevoli del ruolo che abbiamo nel determinare quell'astrazione definita “immaginario collettivo”. Astrazione che ha poi effetti molto concreti nella determinazione dei comportamenti.
 
2.
 
Ogni notizia dovrà contribuire a costruire l'immagine di un Club in prima linea nel combattere le battaglie che non possono essere rimandate:
 
- precariato della categoria;
 
- condizioni di lavoro surreali;
 
- sfruttamento dei giovani
 
- comunicazione più sessista di Europa

Se a parte chiedervi “cosa fa l'Adci?” ci avete anche seguito in questi tre anni, dovreste convenire sul fatto che abbiamo mantenuto l'impegno preso.

Come spiegai all'Assemblea che ci elesse “Non dico che vinceremo questa battaglie nel mio triennio. Dico che ci fa passare da coglioni non combatterle”.

Non siamo un sindacato ma abbiamo fatto più di chiunque altro per diffondere e condividere “buone pratiche”, non solo dal punto di vista della creatività. Quattro dirette web con consulente e avvocato del lavoro.

Oltre 50 i colleghi che hanno fatto ricorso con successo ai professionisti da noi indicati.

Per non parlare del fatto che siamo stati l'unica voce costante, per tre anni, a prendere posizione contro la macelleria delle gare, pubbliche e private. Gli irridenti bandi per loghi di città storiche.

L'Adci è stata l'associazione professionale del settore che negli ultimi tre anni ha perseguito con maggiore costanza obiettivi nell'interesse comune, non dei soli Soci.
È stato ben altro che una macchina da premi. Guardatele queste slide.
E anche sui premi vorrei aggiungere qualcosa.
Non ha senso parlare di standard della creatività se non provi a definire, con evidenze a supporto, questi standard.
A questo serve il premio, a indicare quelle che secondo le nostre giurie sono le best practice.

I nostri verdetti sono stati confermati da Cannes.
Ma a differenza di Cannes (che ha obiettivi diversi) abbiamo combattuto realmente i “fake” e grazie alla partnership con Nielsen abbiamo anche identificato una pratica per scoraggiarli.

Quello che abbiamo fatto è stato possibile perché l'Assemblea del 29 settembre 2012 approvò all'unanimità il nostro operato e le decisioni che avevano portato all'esclusione di un'importante percentuale di lavori dalla shortlist stampa e affissione 2012.
Chiedemmo una pubblica conferma perché non ci consideravamo intoccabili. Continuo a credere che un'associazione sia forte solo se tutti i Soci sono uguali e nessuno è intoccabile.

E sempre all'unanimità l'Assemblea del dicembre 2012 approvò anche il cambio di Statuto che ha poi portato a togliere il requisito delle tre entry per accedere al Club.

Oggi chiunque sia realmente interessato a migliorare la comunicazione italiana, restituire dignità al nostro lavoro e si impegni a rispettare il nostro manifesto deontologico, è ben accetto.

Non fare parte dell'Adci resta ovviamente un diritto. (qui trovate però la mia visione del cosa è e a cosa serva l'Adci)
È allo stesso modo un mio diritto, dopo questo post, non rispondere più a chi mi pone la domanda “ma cosa fa l'Adci?”.
Che sia un ex Socio scazzato, che non ci segue da anni, attraverso un'intervista. Che sia il commento in un blog o in qualche bacheca Facebook, là dove si combatte a colpi di Status senza cambiare mai nulla.
Dopo questi tre anni, credo che sia diritto di chiunque guidi il Club, dal prossimo 22 febbraio, rispondere: “che cosa fai tu per l'interesse comune?” “che cosa fai tu per ridare dignità e rilevanza al nostro lavoro?” Sicuramente è quello che risponderò io: “e tu che cosa hai fatto? Che cosa fai?”

Ringrazio i Consiglieri, il Segretario del Club, i probiviri, nonché i Soci che in vario modo mi hanno supportato nella realizzazione di tutte queste attività.



Ci tengo a sottolineare che abbiamo lavorato dal primo all'ultimo giorno.
 
Non abbiamo “tirato i remi in barca” nell'ultimo semestre. E le slide lo documentano bene, anche senza immagini.
 
Mi spiace sinceramente non essere riuscito a mettere il Club su binari diversi dal “volontarismo spontaneista”.
 
E avendo dedicato al Club migliaia di ore del mio tempo, so che non stenterete a credermi.
 
Gianni Lombardi, sentiti libero di organizzare una sottoscrizione per mandarmi in Buen Retiro alle Bahamas.





Massimo Guastini





Per i link alle varie attività citate, rinviamo all'originale su blog.adci.it


Massimo Guastini

Betc Etoile Rouge e Sadie Sink per la versione
digital di This Is Rouge Deep Velvet Givenchy
<
Betc Etoile Rouge firma per Givenchy Beauté un altro capitolo della campagna ‘This is Couture, this is le Rouge’ per l'iconico rossetto Le Rouge Deep Velvet, dedicata alle nuove sfumature di colore. Ne è protagonista la nuova ambassador di Givenchy, l'attrice Sadie Sink, famosa per la serie tv cult Stranger Things e particolarmente apprezzata dalle giovani generazioni. Nel video, le tante sfaccettature della sua personalità sono messe in evidenza attraverso le diverse sfumature di Le Rouge Deep Velvet. La campagna è su digital e social ed è stata pensata espressamente per la Instagram generation. La casa di produzione è Insurraction. Gli scatti sono di Leonn Ward, fotografa e regista irlandese, che lavora per Vogue, Topshop, Adidas e Stella McCartney.(5 marzo 2021)
  FAST NEWS<< <
Mondadori lancia il mensile per kid ‘MeteoHeroes - Insieme per la Terra’, brand extension del cartoon su Cartoonito e Boomerang. Arriva in edicola MeteoHeroes – Insieme per la Terra, mensile del Gruppo Mondadori per bambini dai 4 ai 7 anni, ispirato alla serie tv d'animazione interamente dedicata all'ambiente e all'ecologia
 
Parte sul canale tv BFC/Forbes ‘AdBiz’, programma dell'Adci sulla creatività che muove il business. Va in onda da oggi 5 marzo il venerdì alle 21, sul canale BFC/Forbes (al 511 di Sky), AdBiz, programma dell'Art Directors Club Italiano dedicato alla creatività che muove il business
 
iOL Advertising acquisisce la concessione di Robadadonne.it e di GravidanzaOnline. La new media company Media Prime ha affidato a iOL Advertising, concessionaria di Italiaonline, la vendita in esclusiva degli spazi pubblicitari e i progetti branded content su Robadadonne.it e sul magazine verticale GravidanzaOnline, giornali nativi digitali
 
La radio soffre il contesto sanitario ed economico. Pubblicità in calo del 34,5% in gennaio. In gennaio gli investimenti pubblicitari radiofonici, rilevati nell'ambito dell'Osservatorio Fcp-Assoradio (coordinato dalla società Reply), hanno registrato una flessione del 34,5% rispetto a gennaio 2020
 
Guinness ingaggia i brand lover italiani col St. Patrick’s Movement. In vista del giorno di San Patrizio il 17 marzo, Guinness, storico brand irlandese di birra del Gruppo Diageo, lancia un'iniziativa dedicata ai Guinness’ lovers e ai loro pub del cuore
 
Probeat Agency per l'ufficio stampa dell'e-tailer Shein. L'agenzia milanese Probeat Agency è stata incaricata di curare le relazioni pubbliche di Shein, e-tailer specialista nella vendita di abbigliamento e accessori b2c
 
In gennaio gli investimenti pubblicitari su internet sono cresciuti dello 0,6%. Gli investimenti pubblicitari su internet di fonte Osservatorio Fcp-Assointernet hanno segnato a gennaio 2021 una crescita dello 0,6% rispetto a gennaio 2020
 
Maurizio Quintavalle direttore marketing di Mkers. Mkers, azienda italiana di eSport nata quattro anni fa, ha nominato Maurizio Quintavalle direttore marketing
 
Amazon lancia un contest europeo per i prodotti più innovativi ideati da startup. Amazon annuncia gli Amazon Launchpad Innovation Awards, un concorso rivolto a startup europee emergenti e innovative, che mette in palio il premio 'Startup dell'anno' di centomila euro
 
Nasce Red Havas Health, network di relazioni pubbliche per il settore salute. Il gruppo Havas annuncia la nascita di Red Havas Health, network mondiale di relazioni pubbliche incentrato sulla salute, che riunisce 160 professionisti del settore appartenenti a diverse realtà del gruppo
 
Stella Caprari account executive in Different. Il team account della communication company Different cresce con l'ingresso di Stella Caprari nel ruolo di account executive
 
Musica, news e altri servizi per la mobilità connessa sulle vetture Stellantis con Gedi. Partnership tra Stellantis e Gedi Gruppo Editoriale per offrire servizi digitali innovativi sulle auto dei vari brand della casa automobilistica, con contenuti musicali e giornalistici
 
Santo Ficili country manager di Stellantis in Italia. Santo Ficili è stato nominato country manager di Stellantis in Italia, a diretto riporto di Maxime Picat, region chief operating officer Enlarged Europe di Stellantis
 
Promozione turistica di Cervia su totem digitali a Milano. È partita a Milano la campagna su totem digitali per la promozione turistica estiva del territorio cervese composto da Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata
 
Roberto Albani chief digital officer di Condè Nast Italia. Marco Formento lascia il gruppo. Nuovo chief digital officer in Condè Nast Italia, carica a cui viene promosso Roberto Albani, nel gruppo dal 2017 dopo esperienze in De Agostini e dal 2019 director digital operations e data marketing
 
Davide Mancosu executive creative director di Gruppo Icat. Davide Mancosu entra nell'agenzia di comunicazione e marketing Gruppo Icat come executive creative director
 
Diretta no-stop il 6 marzo per i 55 anni di Radio Monte Carlo. Sabato 6 marzo Radio Monte Carlo festeggerà i 55 anni con 12 ore no-stop di diretta in compagnia dei conduttori di ieri e di oggi
 
The Adecco Group conferma Performedia per il media digitale. A seguito di una gara, The Adecco Group (servizi per la gestione delle risorse umane) ha scelto per il digitale Performedia, società del Gruppo DigiTouch specializzata in strategie media digitali e omnicanale basate sui dati e orientate alla performance sia online che drive-to
 
Giovanna Ferrero strategy director di Kiwi. Chiuso il 2020 con una crescita di fatturato superiore al 50%, Kiwi, agenzia creativa nativa digitale parte di Uniting Group, amplia la struttura aziendale a partire dall'ingresso in qualità di strategy director di Giovanna Ferrero
 
eprcomunicazione si aggiudica le media relations e la gestione dei social di Federvini. A seguito di una consultazione, Federvini ha scelto eprcomunicazione per le relazioni con i media e lo sviluppo della comunicazione sui canali social
 



LifeGate inaugura a Milano il Wall su cui raccontare
la sostenibilità con la street art. Al via con Opel
<<<
LifeGate inaugura, in via Canonica 25 a Milano, il LifeGate Wall, uno spazio di 200 mq dedicato alla sostenibilità ambientale e sociale, attraverso cui rivolgere alla cittadinanza messaggi sulla salvaguardia degli ecosistemi e sulla riduzione degli squilibri sociali. Il progetto prevede la creazione di murales che saranno ideati e realizzati dal collettivo Orticanoodles, pseudonimo dei due street artisti Walter (Wally) Contipelli e Alessandra (Alita) Montanari, che dal 2004 ha riempito oltre 15 mila mq di muri della città e fatto comparsa anche in città europee. La pittura utilizzata è naturale ed eco-sostenibile, capace di assorbire l'inquinamento atmosferico e purificare l'aria. La prima azienda ad aderire a LifeGate Wall è Opel con Simply Electric, murale che ha come soggetto un grande fiore a rappresentare la rinascita della natura. (5 marzo 2021)

 

SULLO SCHERMO
<<<
LIVING IN A MOVIE / Un corto di Muccino girato con Xiaomi Mi 11 5G
Xiaomi ha coinvolto il regista Gabriele Muccino nel realizzare il corto ‘Living in a movie’, interamente girato col nuovo smartphone Mi 11 5G dotato di funzionalità di videografia avanzata. Ne sono interpreti Eduardo Valdarnini ed Elisa Visari. La produzione è di Buddy Film mentre Augmented Creativity con Nicola Novellone ha curato la supervisione creativa del progetto, che mette in evidenza l'eccellenza qualitativa video del modello. La sceneggiatura è di Emiliano Corapi. Dura 8 minuti ed è disponibile sul canale YouTube di Xiaomi Italia.
Il corto mette in scena il rapporto tutt'altro che semplice tra finzione e realtà, soprattutto se di mezzo ci si mette l'innamoramento. Marco e Giulia provano lo stesso turbamento che li porta a sentirsi in bilico tra mondi paralleli, come se la loro vita si stesse svolgendo all'interno di un film. Sarà il regista stesso, entrando fisicamente in scena e diventando per un momento attore, a prenderli per mano e aiutarli a capire quale storia stiano realmente vivendo.  


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati