HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Giovedì 26 maggio 2022
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Salute/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Entertainment/Sport/Viaggi Digital Riflettori Puntati Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Comunicare domani tra idee e innovazione tecnologica.
Ecco come evolve un mercato in contrazione


Il parere degli addetti ai lavori durante il convegno di AssoCom. Tra miliardi di euro persi per strada, l’auspicato ritorno a una vera partnership tra azienda e agenzia. La soluzione potrebbe arrivare dai cosiddetti owned media


27 giugno 2013 - Rintracciare una soluzione che possa invertire il trend eufemisticamente negativo che attanaglia il mondo della comunicazione pubblicitaria. Questo in sintesi il succo del dibattito che ha caratterizzato la giornata milanese targata AssoCom e che ha visto il confronto serrato di alcuni importanti addetti ai lavori. Che la situazione sia critica non è certo un mistero
, ma alcune stime proposte da Roberto Binaghi, presidente del Centro Studi dell'associazione delle aziende di comunicazione, fotografano uno scenario in caduta libera: “Dal suo massimo, diciamo poco più di un decennio orsono, il mercato ha perso quasi 3.000 milioni di euro, ma ben 2.000 di questi sono stati smarriti negli ultimi due anni. È come se fossero improvvisamente sparite dal mercato pubblicitario 11 Telecom, oppure 13 Vodafone, oppure 20 Volkswagen oppure 29 Eni, o ancora 31 Nestlè”. Eppure qualcosa si muove: “Le aziende - sostiene Binaghi - stanno investendo in attività che sfuggono alla rilevazione perché sono totalmente al di fuori delle categorie e degli schemi con cui ancora vengono classificati i mezzi di informazione e misurate le loro performance”.

Si tratta degli owned media, ovvero ‘canali propri’, mezzi e strumenti di informazione proprietari, che l'impresa possiede e gestisce liberamente senza bisogno di investire su spazi a pagamento tradizionali (tabellari): sono i website aziendali, le uscite publiredazionali, le attività di contenuti sul web, ma anche flagship store ed eventi. Si stima che il valore dell'owned media sul digitale corrisponda a 1,5 milioni di euro. Con essi crescono gli earned media, ovvero ‘canali guadagnati’ grazie alla reputazione: i social network, l'online buzz, il word of mouth. Un altro canale che sfugge alla rilevazione ma appare in crescita è l'indotto digitale del direct marketing.

Quindi, nonostante le costanti riserve del mercato, comunicare è ancora fondamentale, ma occorrere
bbe aggiornarne le modalità, come sottolinea Enrico Gasperini, co-presidente di Assocom e ceo di Digital Magic: La comunicazione rimane un driver fondamentale per favorire innovazione e crescita, elementi di cui il nostro Paese ha molto bisogno e che sono al centro dell'agenda politica. La comunicazione pubblicitaria ha finanziato l'innovazione dei media su tutte le piattaforme, permettendo loro di trarre il meglio dalla rivoluzione tecnologica e consentendo ai cittadini di avere accesso a forme sempre più diversificate di mezzi. Si stima che già nel 2010 i consumatori europei abbiano beneficiato di servizi digitali (notiziari, informazioni meteo o alcune app) finanziati dalla pubblicità online per un ammontare di 69 miliardi di euro. E poi naturalmente il mondo digitale: è dalla comunicazione che ci si aspetta il potenziamento dei mercati digitali, con una forte accelerazione dell'e-commerce”.

Secondo Giuliano Noci, ordinario di marketing e prorettore del Polo territoriale cinese del Politecnico di Milano, il nuovo spazio mediale è assai sfaccettato: “Multi-screen, multi-tasking, multi-channel e mobility, le aziende diventano ‘editori’ e il mercato vede affacciarsi anche marchi con livell
i di awareness più bassa, ma con maggiori aperture verso il mondo social. Ecco perché oggi servono veri e propri consulenti della comunicazione che abbiano una visione strategica e operativa integrata, una strategia sinergica”.

Mario Abis, fondatore e presidente di Makno, docente di statistica e ricerche di mercato della Iulm di Milano, presentando una ricerca sul mondo delle agenzie e sulle aspettative del cliente, ha delineato uno scenario in cui il mercato si segmenta in base a tre distinti approcci alle strategie di comunicazione. Un 25% dell'utenza è ancorata a una visione tradizionale, con la marca al centro e il ricorso ad attività btl e atl, con attenzione all'efficacia, al gradimento della comunicazione. Un atteggiamento che durerà ancora a lungo. Un 35% ragiona in termini di pluricanalità, ma per canali verticali, con touch point differenti e nel gruppo di comunicazione ricerca la specializzazione. Infine un 40% è convergente: vuole un utilizzo sinergico dei canali, cerca l'integrazione. L'evoluzione sarà di una transizione dal gruppo centrale della pluricanalità verso l'area della convergenza.

Abis ha poi condotto un dibattito sulle attese della committenza nei confronti di un nuovo modello di agenzia, discutendone con Vittoria Cristofaro, global brand communication manager di Vodafone Group, Federico Merla, business director at Innocean Worldwide Italy, Emanuele Nenna, socio fondatore di Now Available Italia e Africa, Carlo Panella, direttore generale di WeBank, Layla Pavone, managing director di lsobar Communications (Gruppo Aegis), e Andrea Stillacci, fondatore e presidente di Herezie Parigi.

Vittoria Cristofaro spiega come in Vodafone ci si basi “sulla centralità del cliente, sulla ricerca del dialogo, sulle modalità innovative dello stesso. Non bastano solo i dati numerico-quantitativi, occorre andare più a fondo. I social media offrono la possibilità di conoscere meglio e più profondamente le esigenze del cliente”.

Carlo Panella ha portato la testimonianza di un'azienda giovane - la banca online è nata 3 anni e mezzo fa -, evoluta grazie anche a un rapporto sinergico con l'agenzia: “Mettiamo a disposizione tutti i numeri dell'azienda e spieghiamo con chiarezza e a fondo tutte le nostre strategie”.

Andrea Stillaci, ormai completamente calato nella realtà francese dove vengono stanziati circa 30 miliardi per la comunicazione, si domanda il perché in Italia la situazione sia così differente: “Dipende forse dal fatto che oggi, a questo convegno, siano presenti solo quattro creativi? Perché le varie analisi possono essere interessanti, ma se manca la base, ovvero la qualità della singola idea, che come tale è subito virale, immediatamente diffondibile, allora in mano non ci rimane nulla, al di là dei miglioramenti tecnologici. Quando piove, possiamo stare fermi, cercare riparo o cominciare a vendere ombrelli. Peccato che in Italia la pioggia sembri più acida. Oc
corre capire il perché, al di là delle tesi e delle impalcature teoretiche, ma suppongo che questo comporti inoltrarsi in un territorio minato e piuttosto scomodo.

Per Emanuele Nenna “l'idea è sì fondamentale, ma lo è pure la complicanza tecnologica che spunta di conseguenza e cambia necessariamente la prospettiva. Un fattore fondamentale è l'attenzione del consumatore e la nostra capacità nel saperlo colpire al momento giusto. Servono quindi competenze che sappiano far venire fuori le idee ma altresì siano capaci di veicolarle in maniera differente su mezzi diversi”.

Come dovrebbe muoversi allora l'agenzia del futuro? Si parla spesso di convergenza tra le parti, tra azienda, agenzia e media, una partnership divenuta progressivamente utopica nella realtà italiana. Layla Pavone non usa mezze misure: “Come possiamo parlare di partnership quando il rapporto tra azienda, agenzia e media si è depauperato?”. Secondo la Cristofaro “la partnership è vissuta come qualcosa di fondamentale all'estero, dove l'agenzia è considerata come parte del gioco, come un consulente sempre attendibile. Spesso accade che sia proprio l'agenzia a dire di no al cliente, cosa impensabile nel nostro Paese”. Per Federico Merla “una vera relazione è fatta di alti e bassi, di situazione grandi e meno grandi. Il partner deve saper stupire, esprimere competenza e capacità di adattamento”. Per Stillaci “l'agenzia deve creare divertimento, interesse, coinvolgimento. Le relazioni vanno costruite un passo alla volta, il rapporto deve nascere da zero, deve crearsi una seduzione reciproca. Nel mondo pubblicitario, come nella vita, esiste ovviamente un rapporto di forza, il cliente paga e l'agenzia lavora, ma partendo da un simile presupposto occorre andare oltre, instaurare comunque un rapporto di condivisione”.

Le conclusioni sono spettate a Peter Michael Grosser, co-presidente di Assocom e presidente e a.d. di Cayenne: “Non esiste una formula magica o un modello unico per l'agenzia del futuro - ha detto Grosser -. Le nuove realtà vivono di alleanze, flessibilità, valori basati sul rispetto e sulla capacità di lavorare in team. Da tempo con le altre associazioni a livello europeo è iniziato un dibattito su quelle che potrebbero essere le caratteristiche vincenti dell'agenzia di domani, che AssoCom condivide: responsabilità, che significa misurabilità e trasparenza; audacia nell’esplorare nuovi territori della comunicazione ma anche nell'impostare il rapporto con la committenza, creando vere partnership, identificando nuovi sistemi di remunerazione come ad esempio il profit sharing”. A questo Grosser ha aggiunto anche l'importanza per l'agenzia di fare squadra con le altre: “Il compito di un'associazione come la nostra si può svolgere solo con la partecipazione”.

Federico Fiumani

The Breathers, due alpinisti in cerca di aria pura
nel video per Air Hub Portable Faber di Connexia
<
È focalizzata sull'esigenza di respirare aria più pulita e salubre tra le mura domestiche la nuova campagna di Faber, parte di Franke Home Solutions (sistemi intelligenti e soluzioni per la cucina domestica), dedicata al sistema di purificazione Air Hub Portable. Ideata da Connexia, la campagna ‘The Breathers – Un viaggio alla ricerca della purezza’ è in continuità con la comunicazione del brand legata al messaggio ‘The Purest Air Experience’ e ha come testimonial due professionisti della montagna che, nel loro quotidiano, sanno bene cosa significhi respirare aria pura. Gli alpinisti Simone Moro e Tamara Lunger vanno sulle vette più alte, loro habitat naturale, alla ricerca di aria pura da portare con sé, guidati da un biglietto con precise coordinate. La purezza evocata si lega al respirare bene che significa vivere bene. Un benessere che i protagonisti della campagna ritrovano nelle loro case grazie ad Air Hub Portable. Claim: ‘The Purest Air Experience’. (26 maggio 2022)
  FAST NEWS<< <
Gli investimenti pubblicitari in radio crescono del 7,8% in aprile e del 4,2% nel 1° quadrimestre. In aprile gli investimenti pubblicitari sulla radio, rilevati da Replay per l'Osservatorio Fcp-Assoradio, hanno registrato una crescita del 7,8%, mentre il primo quadrimestre dell'anno si è attestato a +4,2%
 
Chiquita diventa una mega opera d'arte al CAR di Roma. Chiquita ha installato un'imponente scultura raffigurante una banana premium col Bollino Blu al CAR, il Mercato Ortofrutticolo di Roma, per ricordare quanto il frutto sia un'opera d'arte perfetta offerta dalla natura
 
Daniela Ducato presidente di WWF Italia. Daniela Ducato, imprenditrice nel settore dell'economia circolare e cavaliere della Repubblica Italiana, è il nuovo presidente di WWF Italia
 
Villari affida pr e ufficio stampa a Keywords Design. Keywords Design ha acquisito come cliente Villari, brand specializzato nella realizzazione di oggetti decorativi in porcellana, accessori e complementi d'arredo
 
Weber Shandwick per la strategia Pr in Italia dell'Ufficio Nazionale per il Turismo del Marocco. L'Ufficio Nazionale per il Turismo del Marocco (ONMT) ha scelto Weber Shandwick Italia quale partner di comunicazione verso il mercato consumer
 
Ad Agnese Pini la direzione di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione. Agnese Pini, già direttore de La Nazione, è stata nominata direttore responsabile di tutti i quotidiani editi da Editoriale Nazionale, quindi anche di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino e Il Giorno
 
Le ‘Rigenerazioni’ al centro dell'incontro annuale dell'Upa, il 6 luglio a Milano. Ritorna in presenza il 6 luglio a Milano l'incontro annuale dell'Upa, l'associazione degli utenti pubblicitari
 
Alessandro Volanti direttore marketing e commerciale di Radio Italia. Alessandro Volanti diventa direttore marketing e commerciale di Radio Italia dopo la fuoriuscita del vice presidente Marco Pontini che ha in progetto una nuova iniziativa nel settore media e entertainment
 
Gimme5 dà il via al podcast ‘Finanza in tasca’, educazione agli investimenti in dieci puntate. Gimme5 lancia ‘Finanza in tasca’, podcast che chiarisce le opportunità del risparmio e degli investimenti, dedicato a chi vuole imparare a gestire il denaro in modo smart
 
Sezione Calciomercato nel canale Sport di corriere.it. Il Corriere della Sera ha arricchito l'informazione sportiva online con la nuova sezione Calciomercato, all'interno del canale Sport di corriere.it
 
Vincenzo Piscopo vicepresidente di OBE - Osservatorio Branded Entertainment. Vincenzo Piscopo è stato nominato vicepresidente di OBE - Osservatorio Branded Entertainment, l'associazione che promuove il branded content & entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca
 
A 24 Ore System la concessione in esclusiva dei portali Hdblog e Hdmotori. HDnetwork, gruppo editoriale dell'hi-tech coi portali Hdblog e Hdmotori, ne ha affidato la raccolta pubblicitaria in esclusiva a 24 Ore System, concessionaria del Gruppo 24 Ore
 
La Tour Effeil diventa tifosa del PSG per il 10° titolo in Ligue 1, con la realtà aumentata di Snapchat. Per il Paris Saint-Germain, neo campione di Francia 2021-2022 (suo decimo titolo), lo studio Atomic Digital Design ha immaginato un'esperienza in realtà aumentata con cui i tifosi possono continuare a festeggiare attraverso una Face Lens
 
Next Fifteen Communications acquisirà M&C Saatchi. M&C Saatchi, l'agenzia fondata nel 1995 da Maurice e Charles Saatchi, ha accettato l'offerta di acquisizione da parte della digital marketing holding inglese Next Fifteen Communications, presente in 15 Paesi
 
Antonio Delfino nuovo presidente di Uspi - Unione Stampa Periodica Italiana. Rinnovo delle cariche in Uspi - Unione Stampa Periodica Italiana, guidata dal segretario generale Francesco Saverio Vetere
 
#Chiamatiaraccolta il 28 maggio per pulire l'Italia con Vanity Fair e MayDayEarth.org. Vanity Fair e MayDayEarth.org coinvolgono gli italiani in un progetto di sostenibilità, invitandoli a unirsi il 28 maggio dalle 11 a una grande opera di pulizia territoriale
 
Bmw Group mette in gara il media dell'offline in Europa per consolidarlo in un'unica agenzia. Bmw Group ha rimesso in gioco il media europeo per l'offline, curato da agenzie diverse secondo Paese, con l'obiettivo di lavorare con un'unica agenzia media in tutti mercati
 
Sei nuovi ingressi nel reparto creativo di Havas Milan. Havas Milan rafforza il dipartimento creativo con sei nuovi ingressi che vanno ad arricchire e diversificare il patrimonio di competenze del reparto
 
Francesco Alivia sport sponsorship & partnership director di Dentsu Italia. Dentsu accelera sullo sport e annuncia l'ingresso di Francesco Alivia quale sport sponsorship & partnership director
 
Iren presenta al Salone del Libro di Torino le guide turistiche dell'editrice fake Planets B. L'attrice Matilda De Angelis è testimonial di speciali guide turistiche sugli otto pianeti del sistema solare che ci accoglieranno una volta che la Terra non sarà più vivibile, a causa dell'inquinamento e del cambiamento climatico
 



‘Il fumo ti fotte’. Installazione provocatoria
in piazza Affari a Milano di Tbwa/Italia per LILT
<<<
'Il fumo ti fotte. Fottilo tu’ è il messaggio che lancia l'installazione realizzata da Tbwa/Italia per LILT Milano Monza Brianza, collocata in piazza Affari a Milano: un enorme pacchetto di sigarette incornicia con un gioco di prospettive la statua del ‘dito’ di Maurizio Cattelan. Riporta la scritta ‘il fumo ti fotte’ e anche messaggi di prevenzione del tipo di quelli sui pacchetti di tabacco e sigarette. L'installazione, ideata per la Giornata Mondiale Senza Tabacco, sarà visibile fino al 28 maggio. Il messaggio, chiaro e trasgressivo, è anche un invito a intraprendere un percorso antifumo LILT, iscrivendosi gratuitamente su legatumori.mi.it/fottitifumo. Il progetto è patrocinato dalla Regione Lombardia e dai Comuni di Milano e di Monza. (26 maggio 2022)

 

SULLO SCHERMO
<<<
GLI STATI UNITI CONTRO BILLIE HOLIDAY / Drammatico
È ispirato alla storia di un'icona del jazz e del soul negli anni delle discriminazioni razziali il film ‘Gli Stati Uniti contro Billie Holiday’, diretto da Lee Daniels e scritto dal Premio Pulitzer Suzan-Lori Parks. La cantante Andra Day si è aggiudicata il Golden Globe come migliore attrice protagonista di un film drammatico. Al suo fianco, l'attore Trevante Rhodes (Moonlight). Distribuisce in Italia Bim Film. Dura 130’
Negli anni 40 l'Fbi perseguitò in tutti i modi la cantante di colore Billie Holiday, che riscuoteva ovunque successo ma aveva la colpa di sostenere il movimento per i diritti civili e di avere in repertorio la ballata ‘Strange fruit’, in cui denunciava i linciaggi dei neri. La fragile Holiday assumeva eroina e fu facile farne un capro espiatorio nella battaglia contro la droga. Vittima del Governo, dei federali, dei suoi amori e in parte anche di se stessa, Billie Holiday morì a 44 anni di cirrosi. Il film pecca  di qualche lungaggine ma ha un àtout nella bravura come interprete e cantante della Day.  Valutazione:   ***


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati