HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Venerdì 27 gennaio 2023
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Salute/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Entertainment/Sport/Turismo MarTech Riflettori Puntati Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Migliorano le stime di Zenith per l'adv globale, -7.5% a fine 2020.
Per l'Italia -13% e ripresa nel 2021 con +6.1%


Il mercato pubblicitario si sta riprendendo più rapidamente del previsto dalle conseguenze della pandemia e l'Advertising Expenditure Forecasts di Zenith rivede in meglio la chiusura d'anno prevista a luglio, grazie anche all'arrivo dei vaccini. La pandemia ha accelerato la digital transformation e la spesa digitale globale peserà per il 52% nel 2020 e per il 58% nel 2023. Le previsioni per l'Italia passano da -17,7% di luglio a una chiusura 2020 con un decremento inferiore al 13%. Nel 2023 ci sarà il ritorno dell'investimento ai livelli del 2019, con un digital share che supererà quello della tv


(9 dicembre 2020) - Il mercato pubblicitario globale si è ripreso più rapidamente del previsto dalle conseguenze della pandemia nel secondo semestre: la contrazione del 7,5%, prevista dall'Advertising Expenditure Forecasts di Zenith, è in netto miglioramento rispetto al -9,1% ipotizzato nel Report dello scorso luglio. Zenith prevede che nel 2021 la spesa pubblicitaria globale crescerà del 5,6%, fino a raggiungere 620 miliardi di dollari, spinta dalle Olimpiadi estive e dagli Europei di calcio. Resterà tuttavia inferiore ai 634 miliardi di dollari del 2019 mentre nel 2022 aumenterà del 5,2%, arrivando a 652 miliardi di dollari e superando così il 2019 di 18 miliardi. Sarà però di circa 70 miliardi inferiore a quanto sarebbe stata se fosse rimasta sul suo trend positivo pre-pandemico.

Le previsioni di Zenith partono dal presupposto che l'economia globale si avvii a un'importante ripresa, vista anche l'introduzione dei vaccini anti Covid-19 nel 2021. Resta comunque l'incertezza che questa ripresa porterà con sé, in modo differente tra i diversi settori.

Il trend in Italia
I dati complessivi dell'andamento del mercato pubblicitario italiano mostrano un miglioramento rispetto alle previsioni di giugno (-17,7%) portandosi verso una chiusura con un decremento inferiore al 13%. Una previsione volatile, legata alla situazione italiana e al susseguirsi di nuovi Dpcm e direttive che possono influenzare i consumi e quindi gli investimenti in advertising. Per i prossimi anni Zenith prevede una ripresa dovuta a un doppio anno ‘pari’: il 2021 infatti da un lato riporterà gli eventi sportivi previsti per il 2020 (in primo luogo i Giochi Olimpici), chiudendo l'anno a +6.1%, dall'altro il 2022 avrà i normali eventi sportivi di un anno pari che porteranno a una chiusura a +4.8%.

Nel 2023 assisteremo a un allineamento con un ritorno dell'investimento ai livelli del 2019 e con un digital share che supererà quello della tv. “Siamo ottimisti - dichiara Andrea Di Fonzo, ceo di Zenith -. Abbiamo visto una grande reattività del mercato, sostenuto da investimenti in e-commerce che è il campo da gioco nuovo e futuro. Abbiamo visto che i brand sono tornati alle vendite, hanno raggiunto risultati migliori delle attese e vogliamo proiettare al 2021 lo stesso mindset, molto focalizzato sui risultati e sostenuto da un approccio all'advertising pragmatico e ROI oriented”.

La digital transformation sta spostando rapidamente i budget verso la pubblicità digitale
Zenith prevede che la spesa digitale globale aumenterà dell'1,4% nel 2020 e che la sua quota salirà al 52% (contro il 48% del 2019). La pandemia ha costretto i brand a far accelerare la digital transformation perchè l'e-commerce si è dimostrato un valido strumento per mantenere i rapporti con i clienti, mitigare la diminuzione delle vendite negli store e attrarre nuovi clienti. Uno studio condotto da Euromonitor International prevede che quest'anno le vendite dell'e-commerce aumenteranno del 25%, mentre le vendite nei punti vendita diminuiranno del 5%. Nel contesto attuale, i brand hanno quindi aumentato la spesa per i media digitali, per promuovere e guidare il traffico verso le proprie piattaforme di e-commerce ed e-retailer e marketplace partner. Per raggiungere questi obiettivi, search e social, in crescita rispettivamente dell'8% e del 14%, si sono rivelati due media particolarmente performanti.

La crescita dell'e-commerce non dovrebbe diminuire una volta che il mondo inizierà a riprendersi dalla pandemia. I brand hanno infatti dimostrato il valore della digital transformation ed è molto probabile che proseguano con questa strategia dedicando ancora maggiori parti del budget alla pubblicità digitale, che si prevede rappresenterà il 58% della spesa pubblicitaria globale entro il 2023.

La pubblicità sulle smart tv sta affiancando l'ascesa delle piattaforme Svod
La fruizione televisiva dei consumatori è in evoluzione da anni ma nel 2020 si è assistito a un vero e proprio cambiamento. Costretti a passare molto più tempo a casa, gli utenti hanno scelto le piattaforme Svod già esistenti sul mercato, come Netflix che ha aggiunto 25 milioni di nuovi abbonati nella prima metà dell'anno, e nuove, come Disney+, che ha raggiunto l'obiettivo di crescita quinquennale in soli nove mesi.

Per gli inserzionisti, che sono esclusi dalle piattaforme Svod, la domanda di adv video su piattaforme Avod (gratuiti per l'utente ma con inserimenti pubblicitari) è stata ancora più forte, soprattutto per i video fruiti da smart Tv. Negli Stati Uniti, tra gennaio e aprile 2020, la reach dei servizi Svod sulle smart Tv è aumentata del 5%, ma la reach dei servizi Avod è cresciuta del 9% fino a raggiungere 58,5 milioni di famiglie, pari al 48% del totale.

L' Avod ha diversi vantaggi: combina l'esperienza di visione ‘premium’ della televisione con le capacità di targeting data-driven della pubblicità digitale. È in grado di sviluppare un elevato recall pubblicitario e garantisce un'ampia copertura tra il pubblico giovane (un obiettivo difficile per la Tv tradizionale). Nei prossimi anni, continuando il suo trend positivo, contribuirà ad alimentare una crescita media annua dell'8,4% della spesa video online tra il 2020 e il 2023.

"Ora che offre una reach più elevata nei mercati chiave, è il momento giusto per i brand di questi Paesi di investire nella connected tv - ha dichiarato Christian Lee, global managing director di Zenith -. I marchi dovrebbero utilizzare la connected Tv sia per attività di branding che di performance, sfruttando l'elevato recall pubblicitario e l'ampia capacità di targeting e di tracciamento del mezzo in modo da guidare contemporaneamente l'awareness e le sales convertions".

I retailer stanno spostando i budget trade verso la pubblicità
Per i retailer il picco dell'e-commerce di quest'anno ha alimentato una rapida crescita della domanda per i formati pubblicitari display o search ads che appaiono sulle piattaforme dei rivenditori stessi e indirizzano gli utenti verso i prodotti disponibili per l'acquisto. Si tratta di un canale consolidato in Cina, ma relativamente nuovo altrove che potremmo definire di ‘retailer media’. Questo tipo di advertising funziona come l'espositore nel punto vendita e viene sovvenzionato dai brand con i budget trade e non da quelli media, è quindi un canale che può crescere senza cannibalizzare le spese pubblicitarie già esistenti. Amazon è il principale fornitore di retailer media al di fuori della Cina, e i suoi ricavi sono cresciuti di oltre il 40% su base trimestrale nel 2020.

I retailer media hanno un enorme potenziale di crescita a livello globale. Zenith stima infatti che gli inserzionisti abbiano speso 35 miliardi di dollari per i retailer media nel 2019, e spenderanno 51 miliardi di dollari nel 2020, con un aumento del 46% rispetto all'anno precedente.

"Le retail platform stanno alimentando la loro crescita mettendo sotto pressione i margini dei brand. La loro attenzione ai prezzi al ribasso e al miglioramento della user experience va a vantaggio degli utenti mentre i brand ne sostengono i costi - afferma Ali Nehme, global chief commerce officer di Publicis Groupe -. In questo scenario, le aziende devono gestire le loro strategie, selezionando i migliori partner retailer capaci di fornire dati e misurazioni trasparenti e di guidare i consumatori a conquistare nuove quote di mercato all'interno della categoria”.

Europa centrale e orientale e Asia-Pacifico guidano la ripresa
Si prevede che la spesa pubblicitaria tornerà ai livelli del 2019 nel 2021 in Asia-Pacifico, nell'Europa centrale e in quella orientale. L'effettivo contenimento delle infezioni da Covid-19 in molti mercati di Asia-Pacifico ha infatti limitato i danni economici e preparato la regione a una rapida ripresa nel 2021. I Paesi dell'Europa centrale e orientale hanno sofferto di più ma, essendo i loro mercati pubblicitari meno sviluppati, pari allo 0,4% del Pil rispetto allo 0,7% di Asia-Pacifico, hanno un tasso di crescita più rapido. Zenith prevede in entrambe una contrazione della spesa del 6% nel 2020 e una crescita del 7% nel 2021.

Quest'anno il Nord America ha avuto dati migliori di qualsiasi altra regione e si prevede una contrazione di appena il 5,3% nel 2020. un dato legato anche a una spesa politica molto importante avvenuta per le elezioni presidenziali americane. L'assenza di eventi politici renderà il confronto più difficile per il 2021 quando si prevede una crescita solo del 3,3% mentre il 2022 vedrà aumentare la spesa pubblicitaria del 4,5%, tornando quindi ai livelli di spesa precedenti la pandemia.

Per l'Europa occidentale, l'America Latina e Mena (Medio Oriente e Nord Africa) si prevede per il 2020 una contrazione rispettivamente del 12,3%, 13,8% e 20%. Tra questi Zenith ipotizza una ripresa più rapida per l'America Latina che, con un sistema pubblicitario non ancora pienamente sviluppato e con il più rapido tasso di crescita a lungo termine, supererà la spesa del 2019 nel 2022. Il mercato in Medio Oriente e in Nord Africa è contratto da anni a causa dei conflitti, dell'instabilità politica e dalla volatilità dei prezzi del petrolio, tutti fattori che la pandemia ha solo aggravato. Per questi motivi i dati forniti da Zenith ipotizzano che la spesa sarà del 4,1% inferiore nel 2023 rispetto al 2019. In ultimo si prevede che l'Europa occidentale non tornerà ai livelli di spesa del 2019 fino al 2023.

"Il mercato pubblicitario globale si è ripreso dal Q2 per tutto il resto dell'anno - ha detto Jonathan Barnard, head of forecasting di Zenith -. La prospettiva di avere un vaccino efficace dà fiducia ai mercati e fa ipotizzare che la crescita della pubblicità continuerà nel 2021 e oltre, riportando il mercato ai livelli del 2019 nel 2022".


Sensualità anni 50 e fascino da movie in B/N
nella campagna SS 2023 di Coccinelle
<
Rende omaggio agli anni Cinquanta la campagna Coccinelle per la Primavera-Estate 2023 con la direzione creativa di Giampaolo Sgura e lo styling di Anna Dello Russo, al loro terzo progetto per il brand. Ambientata in un drive in notturno, propone atmosfere neorealiste da film cult come American Graffiti e vintage-chic come in Grease. La rivalità tra band lascia il posto alla tenerezza di coppie e al desiderio di una nuova, ritrovata socialità, dal party improvvisato sul cofano delle auto, tra pop corn e lucidalabbra alla fragola, all'abbraccio scambiato nel parcheggio. Co-protagoniste del movie in bianco e nero sono le tre borse Coccinelle Magie con chiusura a plettro ispirata al rock’n'roll di Elvis, Coccinelle Sole con patta arrotondata e Coccinelle Nico con plettro in metallo oversize. Hashtag: #ALLABOUTUS. (26 gennaio 2023)
  FAST NEWS<< <
Festina always on nei cinema per tutto l’anno. Comunicazione no stop al cinema fino a fine anno per il brand di orologi Festina: per tutto il 2023 sarà protagonista con lo spot ‘Festina Always Fits – Dance’ di tutti i film trasmessi nelle oltre 748 sale italiane del circuito Cinema di Rai Pubblicità
 
Henkel Italia aderisce all'Osservatorio Branded Entertainment. Anche la multinazionale del largo consumo Henkel aderisce ad OBE - Osservatorio Branded Entertainment, l'associazione che promuove la diffusione sul mercato italiano del branded entertainment per la comunicazione integrata di marca
 
Federica Scalona e Tommaso Casarini direttori creativi in Dlv Bbdo. Tommaso Casarini entra nel reparto creativo di Dlv Bbdo per lavorare in coppia con Federica Scalona, entrambi col ruolo di direttori creativi su diversi clienti chiave dell'agenzia
 
Nuncas sceglie Purple & Noise per pr e ufficio stampa. Nuncas, brand italiano nel settore dell'house care, ha affidato strategia di comunicazione, relazioni pubbliche e ufficio stampa per il 2023 a Purple & Noise, società di public relation fondata da Davide Ciliberti
 
Agenzia YES! e CairoRcs Media partner per il servizio CairoRCS Store in Lombardia. Partnership tra Agenzia YES! e CairoRcs Media per la sponsorizzazione di CairoRCS Store in Lombardia, servizio lanciato lo scorso settembre rivolto alle Pmi che vogliano acquistare in self-service l'audience digital delle testate del gruppo
 
Reworld Media Italia lancia Grazia Singapore e Grazia Malesia e porta le edizioni nel mondo a 23. Reworld Media Italia ha siglato col Gruppo Heart Media un accordo di licensing per il lancio di Grazia Singapore e Grazia Malesia, in due mercati in crescita e strategici per il fashion nel sud-est asiatico
 
LaPresse vara la divisione podcast. L'agenzia di stampa internazionale LaPresse ha creato la nuova divisione podcast che offrirà servizi a editori e aziende, in Italia e in tutti gli altri paesi in cui è presente
 
2Watch aderisce all'Osservatorio Branded Entertainment. La media-tech company 2Watch aderisce a OBE - Osservatorio Branded Entertainment, l'associazione che promuove il branded entertainment sul mercato italiano come leva strategica per la comunicazione integrata di marca
 
Partnership tra Radio Deejay e Lega Basket Serie A con advisor Infront. Radio Deejay sarà al fianco della Lega Basket Serie A durante tutto il campionato e durante la Frecciarossa Final Eight di Torino, proponendo informazione e intrattenimento
 
Agricooltur affida a Green Media Lab pr e digital. Agricooltur, startup operante nella coltivazione aeroponica, ha affidato la comunicazione, il social media management e la consulenza strategica a Green Media Lab SB, media relation & digital company specializzata in consulenza ESG (Environmental, Social and Governance)
 
Atena Manca marketing leader Italia di Haier Europe, Sabrina Zara sales director. Haier Europe ha annunciato la nomina di Atena Manca a marketing leader Italia, a diretto riporto del country manager Italia Emiliano Garofalo
 
Andrea Ciarla executive producer di Casta Diva. Andrea Ciarla entra come executive producer in Casta Diva, casa di produzione parte di Casta Diva Group, andando ad affiancare l'executive producer Carla Solaro di Monasterolo entrata nel 2021
 
Ricola, SEA e Missoni main partner della mostra ‘Andy Warhol - Serial Identity’ al MA*GA. Fino al 18 giugno il MA*GA (Museo d'arte di Gallarate) ospita una mostra antologica dedicata al maggior rappresentante della pop art: Andy Warhol (1928-1987)
 
Renault punta sul tennis, anche a fini sociali, e recluta tre campioni come ambassador. Diede de Groot, Luca Van Assche e Félix Auger-Aliassime diventano ambassador per i prossimi tre anni di Renault
 
Dlv Bbdo affida Pr e media relations a Purple & Noise. L'agenzia Dlv Bbdo guidata dal ceo Marianna Ghirlanda ha affidato a Purple & Noise le attività di relazioni pubbliche e le media relations per l'anno 2023
 
Demet Ikiler chief operating officer di Publicis Groupe Emea. Publicis Groupe ha nominato Demet Ikiler chief operating officer Emea, ruolo in cui rispondera direttamente a Loris Nold, ceo di Publicis Groupe Emea
 
Eridania affida ad Applied Interactive la comunicazione digital di Eridania Zero e di Truvia. Lo storico marchio della dolcificazione Eridania Italia ha affidato dopo una gara alla divisione Interactive di Applied la comunicazione digitale di Eridania Zero e di Truvia
 
Sei nuovi ingressi in UNA. Altre sei agenzie aderiscono a UNA – Aziende della Comunicazione Unite, ammesse nel primo consiglio direttivo del 2023, in cui sono state impostate le linee guida e i gruppi di lavoro dell'anno
 
Axelcomm incaricata di ufficio stampa e digital communication di Accredia. Accredia, l'ente unico nazionale di accreditamento designato dal Governo italiano, ha affidato la comunicazione integrata ad Axelcomm, società di consulenza strategica focalizzata su comunicazione corporate, finanziaria, tech e di crisi
 



McCann Italia e L'Oréal Paris Italia partner
da 50 anni. Lo raccontano su stampa e Ooh
<<<
McCann Italia e L'Oréal Paris Italia festeggiano lo storico traguardo di 50 anni di partnership, durante i quali hanno raccontato la bellezza femminile e sostenuto il valore di ogni donna. Il sodalizio si è rinnovato di anno in anno: con idee creative e campagne dedicate, l'agenzia ha supportato L'Oréal Paris nell'affermarsi come brand che ha creduto ancor prima degli altri nell'empowerment femminile. Ora intraprenderanno insieme nuove sfide significative per la vita delle donne. Il traguardo viene annunciato in una campagna stampa dedicata, presente su quotidiani e in affissione. Giorgos Kontakos, direttore generale della divisione prodotti grande pubblico de L'Oréal Italia, afferma: “L'Oréal Paris è più di un marchio di bellezza, siamo un marchio che dà potere alle donne di prendersi cura della propria vita, credere in se stesse, prendere il posto che meritano nella società e fare accadere il cambiamento”. Aggiunge Daniele Cobianchi, ceo McCann Worldgroup Italia: “I brand veramente rilevanti sono quelli che impattano nella società e si battono per condividere valori universali”. Come fa L'Oréal. (27 gennaio 2023)

 

SULLO SCHERMO
<<<
THE PLANE/Action movie
Arriva nelle sale il 25 gennaio ‘The Plane’, film d’azione  britannico diretto da Jean Francois Richet con protagonista Gerald Butler e co-protagonista Mike Colter. E’ distribuito in Italia da Lucky Red con Universal Pictures. Dura 107 minuti. 
Sul volo di Capodanno da Singapore a Tokyo ci sono solo 14 passeggeri e la compagnia aerea low cost impone che vada dritto alla meta, senza dispendiose varianti, nonostante si prospetti una tempesta. In più, all'ultimo momento, il comandante è costretto a prendere a bordo un ex marine omicida, scortato e ammanettato. Quello che accadrà si è già capito: terrificante turbolenza a bordo e atterraggio di emergenza. I soccorsi latitano: nella remota isola delle Filippine comandano sanguinari guerriglieri indipendentisti, dediti ai rapimenti, e polizia ed esercito se ne tengono lontani. Ma il comandante Brodie Torrance si rivela una specie di Rambo, votato a portare in salvo il manipolo di passeggeri, con l'aiuto del prigioniero cattivo in via di redenzione (ma non del tutto). Storia in parte scontata che si salva grazie a scene d’azione adrenaliniche. Il gruppo dei passeggeri fa solo da contorno e non ci sono le solite vicende di questo o quello a creare supplementi di emozione.  Valutazione:   **


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati