HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Sabato 21 aprile 2018
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Viaggi Sport Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

Banner Pubblicitario Alto 630x110
Food/Beverage (265)

Il gruppo Armando Testa si aggiudica
la gara di Acqua & Terme Fiuggi


ha curato rebranding, analisi e riposizionamento strategico, realizzazione della campagna di prodotto e ideazione dei contenuti web e social per i diversi asset del gruppo, ovvero l'Acqua Fiuggi, le Fonti Termali, il campo da Golf e il tour operator

12 aprile 2018 - Acqua Fiuggi, marca storica italiana, ha scelto Armando Testa dopo una gara tra diverse agenzie per il riposizionamento, il rebranding e la valorizzazione dei suoi diversi asset: Acqua Fiuggi, le storiche Fonti Termali (una delle stazioni più importanti e antiche d'Europa), il campo da Golf e il tour operator. Fiuggi, citata come ‘l'acqua di Michelangelo’, è un'acqua oligominerale famosa per le sue proprietà benefiche, ma che oggi si presenta come un sistema di asset legati al benessere e alla salute, sotto l'insegna Società Acqua & Terme Fiuggi.

Il Gruppo Armando Testa ha risposto alle esigenze dell'azienda con le diverse forze interne al gruppo. In particolare, tutta l'opera di rebranding del sistema, l'analisi e il posizionamento strategico, la realizzazione della campagna di prodotto fino all'ideazione dei contenuti web e social sono state pensati e sviluppati da inTesta.

“Siamo stati orgogl
iosi di notare quante aziende della comunicazione abbiano partecipato alla selezione a sottolineare come il nostro brand sia dotato ancora di grande fascino – ha dichiarato Carlo Marai, amministratore unico di Acqua e Terme Fiuggi - . La scelta del Gruppo Armando Testa rappresenta il miglior connubio tra aziende dell'alto profilo e l'inizio del processo di ammodernamento e qualificazione comunicativa che intendiamo sviluppare per l'intero patrimonio aziendale”-


Saatchi & Saatchi vince la gara di Nonno Nanni


della creatività per la nuova campagna arriva al termine di una consultazione partita in dicembre che ha coinvolto cinque agenzie. La piattaforma di comunicazione coniugherà passato e presente del brand di formaggi freschi di Latterie Montello in modo poetico ed emozionale

11 aprile 2018 - Nonno Nanni, brand di formaggi freschi del caseificio Latterie Montello in provincia di Treviso, chiude la gara avviata a dicembre per lo sviluppo della nuova comunicazione, affidando l'incarico a Saatchi & Saatchi. La consultazione che ha coinvolto anche No Advertising (agenzia uscente), Armando Testa, Fcb Milan e Leo Burnett, ha puntato sullo sviluppo di un concept creativo capace di comunicare i valori distintivi del brand e di rafforzare i plus di gusto, qualità e genuinità dei prodotti.

“Siamo stati positivamente colpiti dalla capacità di Saatchi & Saatchi di cogliere l'essenza più autentica e intima della marca e di trasferirla a una piattaforma di comunicazione che sa coniugare passato e presente in modo poetico ed emozionale” ha dichiarato Luca Galuppo, direttore marketing di Latteria Montello. “La vittoria di una gara è sempre importante – ha commentato Simone Masè, ceo di Saatchi & Saatchi - ma quando il prodotto, come in questo caso, fa parte della nostra quotidianità ne siamo ancora più orgogliosi, perché questo ci permette di entrare nelle case di tutti gli italiani con la nostra creatività”.

La creatività, in fase di sviluppo, riguarderà una campagna televisiva che andrà on air sulle principali emittenti nazionali. A supporto anche attività su web e social. La pianificazione sui media classici è a cura di Flag Media, quella sui media digitali di Blue449.


Pernod Ricard rilancia Ramazzotti nel mondo
e affida la comunicazione a Grey


ha vinto la gara per un progetto di comunicazione integrato per il master brand Amaro e per altri prodotti della gamma, tra cui Sambuca e Aperitivo Rosato. Vedrà la luce nei prossimi mesi con media a cura di UM

10 aprile 2018 - Grey ha vinto la gara indetta da Pernod Ricard Italia per la scelta dell'agenzia creativa a cui affidare il nuovo corso di comunicazione di Ramazzotti, per il master brand Amaro e per altri prodotti della gamma, tra cui Sambuca e Aperitivo Rosato. L'agenzia, guidata da Marta Di Girolamo ceo, Christopher Jones cco, Gaetano De Marco cso, ha individuato una long idea per un progetto di comunicazione integrato che vedrà la luce nei prossimi mesi. Il media sarà a cura di UM.

“Ramazzotti oggi è presente in 35 paesi ma le sue radici affondan
Marta Di Girolamo
o in oltre 200 anni di storia italiana – ha detto Marta Di Girolamo, ceo di Grey -. La nostra agenzia contribuirà a un nuovo capitolo della comunicazione di un brand culturalmente rilevante nel nostro Paese, per traghettarlo dalla storica ‘Milano da bere’ a una nuova dimensione più internazionale e contemporanea”.

Amaro Ramazzotti tornerà così in comunicazione dopo cinque anni di assenza. “Abbiamo scelto l'agenzia Grey perché ha saputo interpretare al meglio il nuovo posizionamento strategico del brand e tradurlo in una strategia di comunicazione in linea con l'insight del target consumer” ha detto Alessandro Lupo, global head of strategy & business development di Ramazzotti.


Tribe firma i video corporate globali di Parmigiano Reggiano


in otto episodi e tradotto in sette lingue, il progetto sarà diffuso attraverso il sito istituzionale del Consorzio del Parmigiano Reggiano in Europa, Usa e Oriente. Supporterà la comunicazione del Consorzio per i prossimi anni

6 aprile 2018 - Tribe ha realizzato una serie di video istituzionali che raccontano tutto il mondo del Parmigiano Reggiano, attraverso un percorso visivo e di storytelling. Si tratta di un progetto corporate globale sviluppato in otto episodi, da impiegare a scopo promozionale, educativo, informativo, fieristico, divulgativo sul sito istituzionale del Consorzio e in tutto il mondo.

L'internazionalizzazione prevede la traduzione in 7 lingue e una diffusione che, partendo dall'Europa, passa attraverso gli Stati Uniti e l'Oriente fino in Cina e Giappone. Le riprese sono già in proiezione a Fico Eataly World.

Il leitmotiv del progetto è stato di costruire rilevanza, attraverso un linguaggio moderno e capace di valorizzare le ricchezze della zona d'origine, la produzione del latte di alta qualità, l'artigianalità del procedimento produttivo, la storia unica del prodotto. L'opera è realizzata da Tribe con produzione di Blinking City, regia di Gianluca Giannone e infografica a cura di Monkey Talkie e Andrea Lai. Supporterà la comunicazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano per i prossimi anni. (Qui sotto il capitolo 1).





Coca-Cola Co. lancia in Italia le toniche
Royal Bliss con claim “Osa. È meraviglioso”


nel canale Ho.re.ca. la linea premium di toniche e mixer che promette nuove esperienze di degustazione. Il lancio ha il supporto di una campagna integrata cui hanno lavorato All Communication per gli eventi, Cohn&Wolfe per le pr, McCann Worldgroup Italia per l'adattamento del video manifesto della spagnola El Ruso de Rocky, MediaCom per il media, Mediacom Mba per la partnership con Condé Nast, Show Reel per l'influencer & talent engagement, The Big Now per digital e social. Coinvolti quattro creative master e sei bartender

26 marzo 2018 - Arriva in Italia Royal Bliss, gamma premium di toniche e mixer di The Coca-Cola Company distribuite nel canale Ho.Re.Ca. con oltre 40 nuances aromatiche e caratteristiche organolettiche innovative. Sei le varianti: Creative Tonic Water, Creative Zero Sugar Tonic Water, Exotic Yuzu Taste Sensation Tonic Water, Irriverent Ginger Ale, Ironic Lemon Taste e Seductive Ginger Beer.

“La gamma è stata sviluppata in collaborazione con esperti bartender - ha dichiarato Annalisa Fabbri, direttore marketing di Coca-Cola Italia -. Insieme a loro, Coca-Cola ha ideato una gamma di prodotti innovativi per uscire dalla comfort zone delle toniche classiche e consentire ai consumatori di sperimentare nuove esperienze di degustazione”.

Royal Bliss è pensato per i consumatori aperti alla sperimentazione e desiderosi di scoprire nuove sensazioni. La campagna di comunicazione integrata è, infatti, all'insegna del concept “Osa. È meraviglioso”, che farà da fil rouge a tutte le attivazioni. Sono stati selezionati quattro creative master - la DJ Ema Stokholma, il fotografo Cosimo Buccolieri, il tatuatore Pietro Sedda e l'attore Francesco Montanari - che saranno protagonisti di 4 video: in ogni episodio, un creative master intreccerà un dialogo con uno dei bartender raccontando cosa significhi per lui osare nella vita privata e professionale. La conversazione sarà lo stimolo per far creare al bartender un signature cocktail originale, a base di Royal Bliss, dedicato a lui e alla sua storia.

La gamma Royal Bliss sarà affiancat
a in tutte le attività di comunicazione da una crew di sei bartender che ha creato una drink list di signature cocktail, in cui hanno osato accostamenti e sapori innovativi. La presentazione è avvenuta in due serate a Roma e a Milano in collaborazione con Vogue Italia e in partnership con Bacardi Martini. Da maggio a novembre, Royal Bliss sarà, inoltre, protagonista di un tour di eventi gratuiti a Milano, Roma, Firenze, Bologna, nel Salento e nel località del Veneto con serate in locali animate da uno dei bartender.

Da fine marzo viene pianificato sui social il video manifesto di Royal Bliss, sviluppato dall'agenzia spagnola El Ruso de Rocky e adattato per l'Italia da McCann Worldgroup Italia, che invita a uscire dalla propria comfort zone per scoprire sensazioni straordinarie. Dal video manifesto sono tratti tre soggetti da 20”, ognuno focalizzato su una diversa sensazione, che saranno pianificati a livello digital. Infine, è stata stretta una partnership con Condé Nast che si articola in diverse attività di comunicazione, advertising ed eventi in corso d'anno a supporto del posizionamento del brand.

Il piano di comunicazione per il lancio di Royal Bliss in Italia è gestito dal pool di agenzie che collabora con Coca-Cola Italia: All Communication per gli eventi, Cohn&Wolfe per le pr, McCann Worldgroup Italia per l'advertising, MediaCom per il media, Mediacom Mba per la partnership con Condé Nast; Show Reel per l'nfluencer & talent engagement, The Big Now per digital e social.





PepsiCo Italia rinnova e innova. Arrivano nuovi gusti per le Lay’s,
la minerale arricchita G Active, il Green Ice Tea Matcha


di nuove referenze e operazioni di restyling avranno il supporto di forti investimenti in comunicazione, con creatività internazionale, adattata per il nostro Paese, a firma di Bbdo, Ddb e Tbwa, mentre il media è in carico a Omd. Per il digital in Italia lavora Tribe Communication

22 marzo 2018 - Il 2018 per PepsiCo Italia è un anno di innovazione e rinnovamento, con lancio di nuove re
ferenze e operazioni di restyling, che riguarderanno gran parte dei brand. Presente in Italia dal 1960, partendo dai sof
t drink, PepsiCo ha ampliato il portfolio dei brand alle aree snack e nutrition, diventando una multicategory company do
ve la componente beverage pesa ora meno del 50%. “Diamo il via a un piano di rinnovamento del nostro portfolio prodotti - ha introdotto Marcello Pincelli, a.d. e direttore generale di PepsiCo Italia -. La nostra filosofia globale ‘Performance with Purpose’ si traduce nell'impegno di offrire un'ampia scelta in linea con le nuove abitudini di consumo, minimizzando nel contempo l'impatto ambientale con soluzioni innovative". Lanci e rinnovi avranno il supporto di attività di comunicazione, con partner agenzie del gruppo Omnicom. La creatività internazionale adattata per il nostro Paese porta la firma di Bbdo, Ddb e Tbwa, mentre il media è in carico a Omd. Per il digital in Italia lavora Tribe Communication.

Nell'area snack, dopo il lancio di Lay’s Mediterranee Classiche due anni fa, le patatine saranno in tre nuovi gusti: 3 Pepi, Pomodoro&Basilico e Origano&Peperoncino. Da giugno, poi, arriverà in Italia la nuova linea Lay’s Gourmet, a target premium, con le due referenze Classiche e Formaggio Cheddar. La campagna sarà doppia. La prima, a firma di Tiempo Bbdo, sarà in tv e radio a fine aprile e promuoverà i nuovi gusti delle Mediterranee. La seconda, tra giugno e luglio, sosterrà l'intera gamma con creatività di una delle agenzie del roster (ancora da scegliere). Non mancheranno attività su digital e social.

Sul fronte beverage, dai produttori dello sport drink Gatorade, nasce G Active, drink salutista con poche calorie, a base di acqua arricchita con sali minerali, vitamine e carboidrati, pensato soprattutto per un target femminile 25+. Il lancio, che vede l'Italia come quarto Paese in cui viene introdotto, vedrà il nuovo brand in tv e sul digital con creatività di Tbwa/Chiat/Day e col pay off internazionale: ‘Water made active’. Verranno anche sviluppati contenuti ad hoc per i social.

Lipton Ice Tea viene riproposto ai consumatore con una nuova brand identity, ovvero come l'esperto del tè verde nella categoria del tè freddo. Alla referenza a basso contenuto calorico, si aggiunge Green Ice Tea Matcha, a base di tè verde giapponese con proprietà antiossidanti. La campagna di lancio sarà di Gutenberg Network (gruppo Ddb).

Novità anche per Tropicana, 100% succo di frutta spremuto. Il packaging si presenta rinnovato, a partire dall'etichetta che si allinea all'immagine mondiale della cannuccia che pesca direttamente dal cuore della frutta. La linea Essentials ha un pack in Pet trasparente e propone formule nuove che combinano frutta, verdura e vitamine: due le nuove referenze che si aggiungono alle tre già presenti sul mercato italiano. Per Quaker, brand a base di avena, nel 2018 c'è il doppio lancio di Quaker avena gluten free e Quaker Muesli mirtilli e bacche di goji.

Un'altra novità è che sia Pepsi sia Lipton Ice Tea prevedono un pack in bottiglia di vetro per il mercato Ho.Re.Ca, in particolare pensato per la ristorazione. La comunicazione per Pepsi, quest’anno, sarà a sostegno della gamma Pepsi Max senza zucchero, in Italia da fine 2015. Uscirà in aprile un nuovo spot di prodotto a firma di Bbdo, mentre la campagna legata alla sponsorship della Champions League ‘Love it. Live it. Football' coi i grandi calciatori in Italia sarà solo sul digital (vedi News del 7 marzo). (V.S.)


‘Talent never tasted better’, Pasqua Vigneti e Cantine promuove
il far bene in modo innovativo nella campagna di Bravo


storica azienda di vini veronese, che oggi esporta il 90% della produzione, prosegue nella strategia di riposizionamento verso l'alto, di crescita del fatturato a parità di bottiglie prodotte e di attenzione ai Millennials. A loro e al mercato internazionale guarda la nuova campagna, in controtendenza alle classiche di settore, che presenta su stampa e digital tre giovani talenti che dal Veneto sono andati nel mondo a realizzare i loro sogni. Budget 600mila euro da qui a fine anno, su un investimento globale di marketing di 2,5 milioni

15 marzo 2018 - Pasqua Vigneti e Cantine, produttrice veronese di vini dal 1925 e oggi guidata dalla terza generazione della famiglia Pasqua, prosegue nel riposizionamento verso l'alto (‘premiumization'), nel progetto di crescere in fatturato mantenendo la quota di bottiglie prodotte annualmente e nel rivolgersi anche al target giovane. Centro nevralgico del business è l'export – l'89,2% della produzione è venduto oltre confine, in oltre 50 mercati – a cui l'a.d. Riccardo Pasqua ha dato impulso fondando Pasqua Usa nel 2009 e puntando oggi al mercato cinese, piccolo per consumo di vini ma grande quanto a potenzialità. A febbraio, Pasqua ha acquisito il 51% dell'importatore cinese, creando Pasqua Asia Ltd, e ora si prepara a replicare il modello di business Usa, Paese dove ha una controllata e il fatturato è decuplicato in otto anni, mentre la crescita nel 2017 è stata del 5%, pur subendo gli effetti negativi della diminuzione di valore del dollaro.

Nel complesso, nel 2017 la crescita di Pasqua Vigneti e Cantine è stata del 4% sul 2016 per un fatturato totale di 50,1 milioni di euro con 15 milioni di bottiglie prodotte. La performance maggiore si deve ai rossi con incrementi di vendite a doppia cifra.

In un questo quadro dinamico si innesta il lancio della campagna pubblicitaria, destinata a quotidiani e sito e social del brand, a tema ‘Talent never tasted better’, ideata da Bravo Communications di Verona, decisamente contro tendenza rispetto alle classiche campagne di settore. Ni
ente vigneti o allegri consumi conviviali. Il tema è ‘fare le cose bene e in modo innovativo’. Così hanno saputo fare tre giovani talenti che da Verona e dal Veneto sono andati nel mondo a realizzare i loro sogni. A ciascuno è dedicato un soggetto che li vede al centro di un ‘quadro’ contornati da oggetti che ne simboleggiano vocazione, attività e successi. Sono Diego Rossi, veronese che ha aperto il suo ristorante ‘Trattoria Trippa’ a Milano, Giorgia Fincato artista e designer per metà veronese e per metà vicentina (che sta preparando un progetto che verrà svelato a Vinitaly) e Lidia Caricasole, tra le 12 danzatrici ammesse alla prestigiosa Juilliard School di New York, obiettivo a cui è arrivata grazie al crowfunding e all'aiuto proprio di Pasqua.

La campagna per sua natura guarda al target Millennials e ha taglio internazionale, anche se per ora è pianificata solo in Italia. Il media è curato internamente. Le foto sono di Hyperactive Studio di Milano. L'investimento per uscite fino a fine anno è di circa 600mila euro, su un budget di marketing annuale pari al 5% del fatturato, quindi di 2 milioni e mezzo, che riguarda anche eventi e partecipazione a fiere di settore, come all'imminente ProWein a Düsseldorf. (V.S.)


Coca-Cola promuove in Italia Fuzetea con esperienze multisensoriali,
sampling, spot tv, influencer marketing e attività sul digital


partito il progetto di comunicazione integrata per l'arrivo in Italia del the freddo con succo di frutta e nota di erbe, che impegna McCann Worldgroup per la creatività, Mediacom e Access per il media, All Communication per l'experiential sampling, The Big Now per digital e social, Showreel per l'influencer engagement. Martina Pinto, Alice De Togni, Matteo Acitelli e Giulio Tolli sono gli ambassador del brand

8 marzo 2018 - Parte il progetto di comunicazione integrata a supporto dl lancio in Italia di Fuzetea, il the freddo a base di estratto di tè e succo di frutta con una nota di erbe di Coca Cola Company (vedi news del 22 febbraio). Lanciato nel 2012 con distribuzione limitata a 12 Paesi, l'anno scorso è arrivato a 52 e da gennaio è approdato in Italia insieme a ulteriori 35 mercati. Un prodotto che ha come core target i Millennials, e che riempie il ‘vuoto’ lasciato dalla chiusura della joint venture tra il gruppo di Atalanta e Nestlè per la distribuzione di bevande non gasate. Il the f
reddo Nestea da fine 2017 è in gestione in Italia alla sola Nestlé.

L'avvio della campagna di lancio di Fuzetea è con il LabyrinTEA, un'installazione presso l'Arco della Pace di Milano, aperta al pubblico da ieri al 13 marzo in cui fare un'esperienza multisensoriale grazie al computer olografico Microsoft HoloLens. Il 18 marzo, poi, partirà la campagna televisiva con uno spot da 30” in cui le fusioni di tè, frutta, erbe o fiori del brand ‘risvegliano’ i sensi e invitano i consumatori a prendersi un momento per ritrovare se stessi.

La pianificazione prevede anche una videostrategy online e un supporto digital (programmatic e social media). Poi, in estate, ci saranno alcuni flight di out of home dinamico. È anche stato
organizzato un piano di sampling esperienziale nelle maggiori città italiane, con una versione semplificata del LabyrinTEA experience a Milano per il Fuorisalone (aprile), a Torino per il Salone Internazionale del Libro (maggio) e nei principali outlet di McArthurGlen per i saldi estivi (luglio).

Martina Pinto, Alice De Togni, Matteo Acitelli e Giulio Tolli sono gli ambassador del brand, che creeranno contenuti su Instagram per raccontare il nuovo prodotto.

Il piano di lancio vede McCann Worldgroup Italia essersi fatta carico dell'adattamenta della campagna internazionale e della creatività di LabyriTEA mentre il media è gestito da MediaCom in collaborazione con Access, unit di live communication di GroupM. All Communication cura l'experiential sampling e The Big Now è l'agenzia digital e social. Showreel si è occupata dell'attività di influencer engagement.


‘Love it. Live it. Football'. Pepsi Max annuncia
la campagna globale per la sponsorship della Champions


campagna porta tra la gente i cinque campioni del calcio mondiale della squadra Pepsi Max: Leo Messi, Marcelo, Toni Kroos, Carli Lloyd e Dele Alli. Prevede spot, affissioni, contenuti virali da condividere, momenti ed esperienze. Hashtag #loveitliveit

7 marzo 2018 - Pepsi Max annuncia la campagna mondiale 2018 ‘Love it. Live it. Football' che porta il calcio e i suoi campioni tra la gente, con contenuti virali da condividere, momenti ed esperienze sorprendenti. "Da anni Pepsi Max porta tra la gente gli eroi più celebri e le promesse di questo sport - ha detto Natalia Filippociants, senior marketing director di Global Pepsi Trademark, Global Beveage Group, PepsiCo -. Quest’anno, tutte le nostre attività ci permetteranno di amare e vivere intensamente il calcio come mai prima d’ora”.

La campagna ‘Love it. Live it. Football' presenta la squadra internazionale di Pepsi composta da Leo Messi, cinque volte miglior calciatore dell'anno e quattro volte vincitore della Champions; Marcelo, difensore brasiliano, vincitore della Champions per tre anni consecutivi; Toni Kroos, centrocampista tedesco, tre volte vincitore della Champions; Carli Lloyd, pluripremiata playmaker statunitense, due volte vincitrice del Women's Best Player of the Year; Dele Alli, nascente stella inglese. La grafica artistica unisce tutti gli elementi, dal packaging con i calciatori in edizione limitata alle affissioni, dai contenuti digitali d’effetto allo spot televisivo che verrà trasmesso in più di 60 paesi nel mondo.

Lo spot, che sottolinea la partnership ufficiale del marchio con la Uefa Champions League, porta tra i fan i cinque campioni che danno prova di abilità e agilità correndo attraverso la folla e schivando palle di vernice provenienti da ogni direzione: muri, finestre e persone si imbrattano dalla testa ai piedi. Pepsi Max invita tutti a partecipare, al ritmo di ‘Light it Up’ (feat. Nyla & Fuse ODG), Remix, di Major Lazer.

Il fotografo Danny Clinch ha scattato foto in bianco e nero dei cinque giocatori della squadra, catturandone lo spirito, il carattere e l'energia. Le foto fungono da tela per interpretazioni grafiche artistiche realizzate da artisti visivi provenienti dai paesi d’origine degli atleti: Diego Jimenez alias DIYE (Argentina), Bicicleta Sem Freio (Brasile), Dennis Schuster alias DXTR (Germania), Kim Sielbeck (Stati Uniti) e Iain Macarthur (Regno Unito).

Nel corso dell'anno, Pepsi Max pubblicherà ulteriori contenuti ed esperienze, come conversazioni personali con i giocatori, contenuti da COPA90, accesso e intrattenimento alla Finale di Uefa Champions League. Ci si unisce alla conversazione online con l'hashtag #loveitliveit.





Unilever sperimenta nuovi linguaggi e sceglie Userfarm
per il lancio della nuova gamma di Tisane e Tè verdi Lipton


piattaforma di video crowdsourcing ha coinvolto, attraverso un contest a invito, quattro filmmakers PRO, che hanno interpretato le occasioni di consumo dei cinque nuovi gusti. Hanno creato un video modulare da cui ottenere 1 taglio da 20” e 2 tagli da 10” per la tv, oltre a 5 video pillole da 6” per il digital. Il video selezionato è stato realizzato da DakyDesign

1 marzo 2018 - Unilever sperimenta nuove modalità di creazione di contenuti di comunicazione per raggiungere i consumatori. Per il lancio della nuova linea di Tisane e Tè Verdi di Lipton, si è rivolta alla community di filmmaker di Userfarm, la piattaforma di video crowdsourcing del gruppo Filmmaster. Userfarm ha coinvolto la crowd chiamando un gruppo di filmmakers PRO a creare i contenuti, attraverso un contest a invito.

Il brief richiedeva un ‘tono di voce contemporaneo’ per rivolgersi a un target di donne sempre in movimento e attente alla salute e al benessere. Dovevano, inoltre, essere presenti i 5 nuovi gusti della gamma (Time to Relax, Time to Digest, Time to Purify, Immunity Time, Energy Time), legati a 5 momenti di consumo diversi. Quattro filmmaker hanno affrontato il brief in libertà, seguiti dal team di Userfarm. “Questa modalità di call mirata – ha detto Anna Cappellini, coo and head of strategy di Userfarm - consente al cliente di sperimentare la diversità dei contenuti della crowd con la garanzia che l'output finale includa anche gli elementi più complessi del brief”.

Sono state interpretate le occasioni di consumo dei 5 gusti creando un video modulare da cui ottenere un taglio da 20” e 2 tagli da 10” per la tv, oltre a 5 video pillole da 6” per il digital. Il team di Userfarm ha lavorato fianco a fianco con i filmmaker per trasformare i video in una content strategy on e offline.

“In Unilever stiamo sperimentando nuove forme di collaborazione per rispondere più velocemente alle nuove dinamiche della comunicazione – ha dichiarato Massimiliano Caporuscio, direttore marketing food&beverages di Unilever Italia -. Così, lavorando con giovani, startup e piattaforme connesse, ci siamo resi conto di quante opportunità esistano per i brand di parlare nuovi linguaggi e raccontare il prodotto in maniera diversa”.

Il video selezionato per Lipton è stato realizzato da DakyDesign ed è in onda in tv sui canali Mediaset, Rai, Discovery e Cielo.





Orzoro cambia look e si riposiziona
bevanda naturale per un target femminile


solo bevanda per la colazione infantile. L'orzo solubile del gruppo Nestlé vuole proporsi per ogni momento della giornata anche a un pubblico adulto, a cui suggerisce di personalizzare il gusto con l'aggiunta di spezie. Il nuovo packaging è curato da CBA. Il rilancio ha il supporto di una campagna su web e social. Pr e digital pr sono a cura di Omnicom Pr Group

23 febbraio 2018 - Orzoro, l'orzo solubile del gruppo Nestlè, si riposiziona per ampliare il target: da bevanda classica della colazione di bambini e ragazzini vuole proporsi a un target femminile dai 35 ai 55 anni per un consumo in diversi momenti della giornata. Tante donne da tempo hanno adottato la tazza d’orzo al posto di quella di caffè, considerandola un consumo più salutare. Orzoro intende cavalcare questo trend uscendo dai confini dell'immagine di prodotto gradito soprattutto a un pubblico infantile. Hashtag: #oradiorzoro,

Restano invariate le referenze: Orzo Solubile, Orzo e Caffè Solubile, Orzo e Cacao Solubile. Ma il brand ha rinnovato il look ispirandosi alla naturalità, con un nuovo pack che mostra una tazza calda sul fronte di ogni barattolo della gamma Orzoro Solubile, mentre sul retro appare la la sezione ‘Abbinalo con gusto’ con consigli per personalizzare il sapore, ad esempio con spezie come zenzero, cannella, finocchio, liquirizia, anice e menta. Il nuovo packaging è curata da CBA.

Riposizionamento e il rinnovo del packaging hanno il supporto di una campagna sul digitale. In particolare viene riaperta la pagina Facebook e ci sarà una campagna sui social. Le pr e le digital pr sono in carico a Omnicom Pr Group.


Havas crea ViviSmart per aBCD, accordo tra Barilla, Coop
e Danone per promuovere il modello alimentare mediterraneo


è un piano integrato di edutainment ideato da Havas Village, rivolto alle famiglie attraverso il punto vendita, la scuola, una piattaforma digitale e i medici generici. Havas Life ha creato la campagna promozionale, Havas Media ha realizzato la piattaforma digitale, Havas PR cura media relations ed eventi

21 novembre 2017 - È un'inedita alleanza quella siglata tra Barilla, Coop e Danone (aBCD), e presentata a fine settembre al Ministero della Salute, che punta a riavvicinare le famiglie italiane alle buone abitudini del modello alimentare mediterraneo. aBCD ha affidato ideazione e realizzazione del progetto ad Havas Village, modello organizzativo del gruppo che integra divisioni, team e competenze per una fluida collaborazione interdisciplinare.

È stato costruito ViviSmart, piano integrato di edutainment che si rivolge principalmente alle famiglie, attraverso il punto vendita, la scuola, una piattaforma digitale e anche attraverso i medici di medicina generale. Oggi ViviSmart è presente come progetto pilota in 4 città: Milano, Parma, Genova e Bari.

La campagna per promuoverlo è stata realizzata da Havas Life che ha sviluppato un piano di comunicazione centrata sulla piramide alimentare, il concetto di categoria e di porzione de
gli alimenti. Per coinvolgere il target, lo strumento principale è il selfie: attraverso un concorso a premi, le persone sono invitate a testimoniare e a condividere il proprio stile di vita sano con una foto, gesto con cui diventano essi stessi ambasciatori di messaggi positivi.

A supporto della campagna, è stata sviluppata la piattaforma digitale progettovivismart.it, realizzata da Havas Media che prevede anche app mobile e totem installati in punti vendita. La piattaforma unisce così la parte educational a quella dell'entertainment del concorso a premi e delle animazioni presso il punto vendita, dando inoltre visibilità alle attività nelle scuole, sviluppate in collaborazione con Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone. Coinvolta nche Havas PR per le media relations e l'organizzazione di eventi.


illy, Andrea Bocelli e l'impulso verso la perfezione.
Il brand torna in comunicazione con DlvBbdo


valore dell'impegno per offrire al mondo il meglio di sé e la felicità di farlo sono al centro della nuova campagna internazionale LIVE HAPPilly in tv, stampa e affissioni. Sul digitale si aggiungono le storie di altri talenti italiani e internazionali che condividono questa filosofia di vita. L'obiettivo è di evidenziare la qualità impeccabile di illy, da oltre 80 anni

10 novembre 2017 - illy torna in comunicazione con l'agenzia DlvBbdo, incaricata un anno e mezzo fa, con una campagna internazionale che ha avuto una lunga gestazione e che riafferma la fedeltà a un principio che guida il brand da oltre 80 anni: la ricerca della perfezione. Come ambassador è stato scelto il tenore di fama mondiale Andrea Bocelli che condivide col brand il valore dell'impegno, con passione e dedizione, per offrire al mondo il meglio di sé.

A titolo LIVE HAPPilly, la campagna debutta il 12 novembre in tv con un film in tagli da 60” e 30” che mostra il ‘dietro le quinte’ di un modello di vita: in casa, con la moglie, col figlio al pianoforte, con l'amico flautista (il maestro Andrea Griminelli), in sala prove, al ristorante, per le strade di New York fino alle soglie del Metropolitan Opera House e all'arrivo sul palcoscenico, dove il condividere col mondo la sua musica è per Bocelli un momento di felicità.

Così per illy la felicità è perfezionare un unico blend di 9 or
igini di Arabica, per offrire al mondo il miglior caffè. “La campagna – spiega il direttore marketing di Illy Guido Sciascia - ha l'obiettivo di mettere al centro la qualità impeccabile di illy, un impegno che guida tutta la filiera produttiva, dalle coltivazioni al blend e alla tostatura, fino alle tazzine artistiche”. La campagna è anche su stampa e affissione, sempre con Bocelli protagonista, con scatti del fotografo Vincent Peters: foto in bianco e nero dove solo illy appare nel suo colore iconico rosso. Il media è a cura di MediaClub.

Importante, poi. la declinazione sui canali digitali di illy, dove alla storia di Bocelli si aggiungono quelle di altri talenti italiani e internazionali dell'arte, della musica, del design, della cuc
ina e della sostenibilità, che condividono la passione per il perfezionamento e la felicità di offrire il loro talento al mondo. I primi ambassador su illy.com, con foto e video dei loro ‘dietro le quinte’, sono il designer Ron Arad, il fotografo Maurizio Galimberti, il maestro pasticcere Sal De Riso, la chef stellata Caterina Ceraudo, il flautista Andrea Griminelli e il vincitore dell'Ernesto Illy International Coffee AwardJosé Dìaz Enamorado. Anche il pubblico sarà chiamato a partecipare con proprie storie di impegno verso la qualità, con cui arricchire il racconto.


Bauli promuove la morbidezza nel vivere
con la web serie dei giovani filmmaker di OffiCine


casa dolciaria prosegue nello sperimentare linguaggi nuovi per rivolgersi al target giovane. I quattro corti ‘Lezioni di morbidezza’ sono realizzati dagli allievi del corso di Alta Formazione per filmmaker, guidati del regista Luca Lucini e dalla sceneggiatrice Doriana Leondeff. Dopo un'anteprima tv su Paramount Channel, saranno sul sito e sui canali social del brand. In cerca di viralizzazione

20
Episodio 2 -L'appartamento
ottobre 2017
- Un anno fa Bauli aveva inaugurato la sperimentazione di linguaggi nuovi per comunicare al target giovane, patrocinando il Laboratorio di Alta Formazione per filmmaker di OffiCine di Milano, progetto varato nel 2010 da Anteo SpazioCinema e Istituto Europeo di Design. Ne erano nati i tre corti per il web ‘I Natali di Bauli – Quale magia per il tuo Natale'. Quest’anno l'azienda dolciaria veronese raddoppia, ma uscendo dal periodo di ricorrenza. E con i giovani filmmaker del secondo Laboratorio di Officine ha realizzato la web serie ‘Lezioni di morbidezza’, dove la morbidezza va intesa come quella dolcezza o tenerezza che intride certi momenti della quotidianità rendendo la vita migliore.

Non c'è product placement e
non è un'operazione di branded content, c'è solo il suggerimento dall'apparire Bauli come promotore che anche i prodotti della marca rendono morbida la quotidianità. Un'operazione istituzionale, anche se più o meno casualmente concomitante con l'arrivo nelle Gdo della nuova referenza dei Muffin XL.

I quattro episodi, che hanno durata variabile tra i 3 e i 5 minuti, sono stati realizzati dagli studenti sotto la guida del regista Luca Lucini (Tre metri sopra il cielo, Nemiche per la pelle) e della sceneggiatrice Doriana Leondeff (Pane e Tulipani, Nemiche per la pelle) con coordinamento del documentarista Mattia Colombo. Si intitolano ‘Tuorli e fulmini’, ‘L'appartamento’, ‘L'anniversario’ e ‘L'ora di italiano’.

Ogni episodio esce in anteprima in tv l
Episodio 4 - L'ora di italiano
a domenica sera, a partire dal 22 ottobre, su Paramount Channel, il canale di Viacom International Media Networks Italia dedicato agli amanti delle storie (al 27 del dtt), alla fine del film in prime time. Poi, dal giorno successivo va online sul sito e sui canali social di Bauli. Così per quattro settimane, con l'intento di dare il via alla viralizzazione. L'operazione è sviluppata in collaborazione con Phd Italia, centro media di Bauli.

L'operazione morbidezza si concluderà alla soglie del periodo prenatalizio, da sempre momento clou per la comunicazione della casa dolciaria. I prodotti di ricorrenza, come Pandoro, Panettone e varianti con farcitura (con novità in arrivo), saranno in campagna con una nuova creatività di Saatchi & Saatchi, agenzia di riferimento di Bauli (artefice quindi anche del ‘caso’ Buondì’). Saranno in comunicazione anche Motta e Doria, per cui è in arrivo entro fine anno una novità. Per l'anno prossimo, c'è il progetto di riportare in comunicazione dopo tanti anni anche Alemagna e Bistefani. E non mancherà una campagna per i Muffin XL non appena sarà completata l'implementazione nella grande distribuzione. Il budget è in linea con quello dello scorso anno, circa 30 milioni, e dovrebbe essere confermato anche per il 2018.


Progetto social delle testate Mondadori su Facebook
e Instagram per la Giornata mondiale dell'alimentazione


condivisi video dedicati al cibo, inteso come momento di convivialità, alla cucina e alla salute. L'iniziativa coinvolge, attraverso le pagine Facebook e i profili Instagram, Donna Moderna, Focus, GialloZafferano, Sale&Pepe e Starbene

16 ottobre 2017 - Testate e siti del Gruppo Mondadori e Facebook e Instagram hanno attivato iun progetto social dedicato alla Giornata mondiale dell'alimentazione, che ricorre oggi 16 ottobre, data di fondazione della FAO. Vengono condivisi video realizzati ad hoc dedicati al cibo, inteso come momento di convivialità, alla cucina e alla salute. Il sito di cucina GialloZafferano, il brand dedicato alla cucina di alta gamma Sale&Pepe, il femminile Donna Moderna, il mensile di divulgazione scientifica Focus raccontano su Facebook e Instagram diversi aspetti dell'alimentazione, rileggendoli e reinterpretandoli secondo due direttrici principali: cibo e cucina come fondamenta di una comunità, con un focus particolare sul ruolo fondamentale svolto dal primo nell'avvicinamento di culture diverse; sana alimentazione e nutrizione con prodotti a ridotto impatto ambientale.

Cuore del progetto è un video emozionale - condiviso anche dalle fanpage di Cookaround, Nostrofiglio, Pianeta Donna, Pianeta Mamma, Sorrisi, Studenti, Zingarate – che celebra il cibo come fonte di aggregazione e condivisione, disegnando una mappa del mondo che parte da tradizioni molto diverse simboleggiate dai diversi cibi tipici e si completa solo con il contributo, anche minimo, di ciascuno di noi. Per Instagram è stato realizzato uno short video collage con illustrazioni del food artist e instagramer Diego Cusani che ha come protagoniste donne di diversi paesi. Sono inoltre pubblicate delle Instagram Stories per lanciare i video prodotti.

GialloZafferano e Sale&Pepe propongono videoricette a tema, dal cibo etnico alla cucina tradizionale italiana. Starbene si concentra sull'aspetto delle sane abitudini alimentari. I video di Donna Moderna parlano di cibi esotici, ‘super food’ e convivialità, mentre Focus approfondisce il tema della scienza in cucina. I diversi video e contenuti sono da sabato sulle pagine Facebook e Instagram dei brand del Gruppo Mondadori con l'hashtag ufficiale della Giornata #WFD2017.


Nescafè riformula Gold e lo rilancia con la campagna
paneuropea ‘Those few people’ di Publicis Worldwide


film emozionale da 90”, ideato da Publicis London e Publicis Conseil, è centrato sull'importanza di passare del tempo con coloro che contano davvero per noi. Si chiude col claim ‘Nescafè Gold. For the Moments That Matter’. La pianificazione è a cura di Zenith

10 ottobre 2017 - Nescafé rilancia la referenza Gold con una formula aggiornata di speciali blend con chicchi di Highland Arabica macinato dieci volte più fine, in una confezione di design più moderno. E lo comunica con la campagna destinata a tutta la regione europea a titolo ‘Those few people’, creata da Publicis London e Publicis Conseil, centrata sull'importanza di passare momenti con coloro a cui si tiene di più.

La campagna prevede un film emozionale che mette in relazione la cura nei rapporti interpersonali con quella nel preparare una tazza di Nescafè Gold. Le relazioni significative sono rare e arricchiscono la vita: ognuno di noi incontrerà circa 80.000 persone durate la vita, ma solo poche relazioni saranno davvero speciali e quelle poche meritano di essere curate e coccolate. Il film mostra un uomo su un pa
lcoscenico davanti a migliaia di persone che ha incontrato durante la sua vita: compagni di università, compagni di nottate, colleghi... Ma chi sono quei pochi che lo conoscono veramente?

Girato nel teatro romano di Plovdiv in Bulgaria, il film si chiude col nuovo claim ‘Nescafè Gold. For the Moments That Matter’ . La produzione è di Quad Productions con regia di Henry Mason.

Bruno Bertelli, global chief creative officer di Publicis Worldwide, ha commentato: "Nescafé ha sempre sostenuto l'importanza di condividere i momenti speciali con le persone per noi importanti. Questo è il concetto che abbiamo espresso in "Those few Peole", un ricordo di tutti quei momenti preziosi che hanno veramente influenzato le nostre vite".

Lo spot va on air a partire dal Regno Unito in taglio da 90 secondi in tv, cinema e online. Il media è a cura di Zenith.




La storia di Amaro Montenegro nel corto ‘La scoperta del sapore vero’,
al cinema e sul web, su idea creativa di Testa Digital Hub


film di 5’ destinato a cinema e web, anche con tagli da 2’ e 60”, ripercorre le avventure intorno al mondo dell'inventore dell'amaro, che fu viaggiatore, erborista e alchimista. Si inserisce in un percorso più ampio di rinnovamento del brand, con restyling della bottiglia, ed è al centro della nuova piattaforma digitale. Un'operazione diversa dalla solita campagna pubblicitaria

9 ottobre 2017 - “Per un creativo è una fortuna poter lavorare per un brand che ha una grande storia da raccontare come l'ha Amaro Montenegro, una storia avventurosa che affonda le radici nell'800”: Jacopo Morini, direttore creativo di Testa Digital Hub, l'agenzia del gruppo Armando Testa specializzata in digitale, innovazione ed experience marketing, racconta così la genesi di un'idea creativa che ha condotto a un'operazione diversa dalla solita campagna pubblicitaria. È stato creato un corto emozionante di 5 minuti, destinato a cinema e web, che ripercorre la storia dell'inventore dell'amaro, Stanislao Cobianchi, che a quindici anni ebbe il coraggio di lasciare la carriera ecclesiastica per andare incontro all'avventura in un lungo viaggio intorno al mondo, incontrando genti, luoghi e sapori inusuali e diventando erborista e alchimista.

Un po’ per volta scelse le erbe aromatiche con cui creare la formula dell'amaro, tuttora conservata in cassaforte e nota a pochissimi, ovvero ai membri della famiglia Montenegro e al master herbalist. E quando la formula fu perfetta, dedicò l'amaro alla principessa Elena di Montenegro, indimenticata dopo un fugace incontro a distanza quando entrambi erano giovanissimi.

Le erbe usate sono 40 provenienti da 4 continenti. Dal 1885 vengono selezionate e lavorate in un complesso processo produttivo che culmina con la miscelazione di 6 note aromatiche a cui si aggiunge un'ultima nota, la più importante, chiamata Premio. La sua intensità è tale che ne basta una sola goccia in ogni bottiglia per completare la ricetta. La traduzione creativa di questa caratteristica è rappresentata simbolicamente nel film dalla lacrima di Elena del Montenegro, futura regina d’Italia.

La product story ‘La scoperta del sapore vero’ è diretta dal duo italiano di registi Cric (Clemente De Muro e Davide Mardegan) e ha per protagonista l'attore Alessandro Cremona. La produzione è di Diaviva e le musiche di Filippo Beretta. Il video, che ha anche tagli da 2’ e 60”, è al centro della nuova piattaforma digitale Montenegro.it. “Questo film si inserisce in un percorso più ampio di rinnovamento intrapreso dal brand - ha detto Marco Ferrari, amministratore delegato del Gruppo Montenegro – a partire dal recente restyling della bottiglia che ha assunto linee più decise, pur rispettando l'icona di oltre 130 anni fa ”. Il nuovo pack è stato creato da Robilant e Associati. Nel formato da 5 minuti il video anticipa per due settimane nelle sale la proiezione di Blade Runner 2049.

Gruppo Montenegro è una realtà imprenditoriale italiana cui fanno capo, oltre all'Amaro, altri marchi di alimentari e alcolici icone del made in Italy, come Vecchia Romagna, Infusi Bonomelli, Thè Infrè, Olio Cuore, Spezie Cannamela, Polenta Valsugana, Pizza Catarì.




Torna Bottiglie Aperte e progetta di fare sistema
con altri eventi dedicati al vino per dar vita alla Milano Wine Week


sesta edizione della manifestazione b-to-b dedicata al vino made in Italy si terrà a Milano al Palazzo delle Stelline l'8 e il 9 ottobre con degustazioni, convegni e incontri. Verranno assegnati anche premi, tra cui il Wine Style Award per l'impegno in comunicazione e marketing dei produttori. Dal 9 al 15 si terrà invece la Vendemmia di via Montenapoleone nel Quadrilatero della moda, che poi si sposterà a Roma e a Shangai

25 settembre 2017 - Torna l'8 e il 9 ottobre a Milano ‘Bottiglie Aperte’ presso il Palazzo delle Stelline, manifestazione alla sesta edizione, dedicata al vino made in Italy, con una proposta a base di degustazioni (Masterclass con degustazioni verticali e orizzontali), convegni e appuntamenti per wine lover, esperti del settore, produttori e distributori. Il format ha l'obiettivo principale di mettere in contatto cantine e produttori - oltre 100 le aziende presenti - con operatori dell'Ho.re.ca e del retail. È ideato e diretto da Federico Gordini, comunicatore del food e ideatore di eventi enogastronomici milanesi come Milano Food Week, che lancia la proposta di dar vita a una Milano Wine Week, facendo sistema con altri format milanesi come la Vendemmia di via Montenapoleone, che parte praticamente in concomitanza (9-15 ottobre) nel Quadrilatero della Moda. L'idea sarebbe di creare un grande evento di sistema in cui Bottiglie Aperte sarebbe la manifestazione b-t-b.

Il 6° Bottiglie Aperte prevede i
ncontri e workshop, tra cui il convegno di apertura sull'impatto negativo del cambiamento climatico sulla viticoltura e il vino. Altri saranno centrati sugli approcci generazionali degli imprenditori del settore e sulle relazioni tra vino e finanza (‘Wine&Finance’), in cui si valuteranno i motivi per cui i fondi di investimento trascurano in Italia il settore vinicolo a differenza di altri Paesi. Due gli workshop: ‘La seconda vita degli imprenditori’ e ‘Imprese 2.0’.

Ci saranno, come nelle precedenti edizioni, gli Awards, tra cui il premio Wine Style Award per gli sforzi di comunicazione e marketing dei produttori (in giuria anche docenti di master legati alla comunicazione del food&beverage), che prevede quatto declinazioni: per la Miglior Presenza Fieristica, per la Miglior Comunicazione Social, per il Miglior Sito Web e, infine, per il Miglior Packaging.

L'organizzazione di Bottiglie Aperte è da quest’anno in collaborazione con ABS Wine & Spirits (gruppo Aliante Business Solution). C’è anche il risvolto charity: i ricavato delle Masterclass sarà destinato alla ricostruzione di una casa famiglia per i minori disabili che frequentano l'Istituto Alberghiero di Amatrice. Altre info su: www.bottiglieaperte.it.

A seguire si tiene la Vendemmia di via Montenapoleone. L'evento, ideato e promosso da MonteNapoleone District e realizzato in collaborazione con il Comitato Gra
ndi Cru d’Italia, tornerà a legare per l'ottava edizione lo shopping nelle boutique con le degustazioni e gli eventi. Ristoranti del centro offriranno a prezzi speciali il menu de La Vendemmia mentre gli hotel di lusso organizzeranno attività e offriranno pacchetti Five Star Luxury Hotels. Anche qui ci sarà il risvolto charity, con l'asta benefica ‘Italian Master’ di Christie’s che si terrà giovedì 12 ottobre a Palazzo Bovara, a favore della Onlus Dynamo Camp (camp di terapia ricreativa in Italia per bambini e ragazzi affetti da patologie neurologiche).

Il binomio vino e boutique di moda terrà banco fino al 15 ottobre, poi, per la prima voltal'evento si sposterà dal 16 al 22 ottobre a Roma, promosso e organizzato insieme alle Associazioni di Piazza di Spagna e Via Condotti e Confcommercio. Prevederà anche una serie di visite guidate ai palazzi storici usualmente chiusi al pubblico associati a Dimore Storiche. Il format sarà successivamente replicato per la prima volta anche a Shanghai. Altre info su www.montenapoleone.luxury/it/la-vendemmia.html.


Nasce in Wpp il Team Campari


colosso degli spirits incarica il gruppo Wpp quale partner globale per i servizi di comunicazione e di marketing. Sceglierà caso per caso l'agenzia dell'holding più adatta a sviluppare determinati progetti per determinati brand. La nuova unit dedicata avrà sede presso l'headquarter del cliente nell'hinterland milanese

4 settembre 2017 - Il Gruppo Campari ha incaricato come partner globale di comunicazione il gruppo Wpp al cui interno potrà caso per caso scegliere l'agenzia più adatta a sviluppare determinati progetti per i diversi brand. L'accordo riguarda attività globali e locali di advertising, pr, media, digital, data management, ricerche, live communication, branding.

“L'accordo con Wpp ci consentirà di scegliere tra un'ampia gamma di opzioni ‘best in class’ per rafforzare la crescita dei nostri marchi a livello globale - ha affermato Bob Kunze-Concewitz, ceo di Gruppo Campari -. La strategia di Wpp di offrire al cliente l'accesso orizzontale a ogni disciplina del mark
Bob Kunze-Concewitz
eting e della comunicazione ci garantisce sinergie strategiche molto importanti”.

Verrà creata una nuova unit in Wpp, il Team Campari, che avrà sede presso l'headquarter del gruppo a Sesto San Giovanni nell'hinterland di Milano. Campari è tra i maggiori player globali degli spirits e ha in portafoglio oltre 50 marchi premium e super premium, tra cui Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY, Wild Turkey, Grand Marnier.


Häagen-Dazs per la prima volta in tv in Italia
e special guest a Roma de L'Isola del Cinema


promozione estiva del gelato newyorkese ‘con meno aria dentro’ è partita con l'apertura di un temporary store a Milano in piazza Cadorna, e ora raddoppia a Roma sull'Isola Tiberina, in occasione della XXIII Edizione de L'Isola del Cinema. Alla kermesse sono previsti omaggi e hostess e, durante i film in programmazione, sarà proiettato il nuovo spot, che ha segnato il debutto in tv del brand

16 giugno 2017 - Spot in tv, temporary store a Milano e anche a Roma in collegamento col grande cinema sono gli ingredienti della promozione estiva di Häagen-Dazs, premium brand di gelati newyorkese ‘con meno aria dentro’. Impegnato a rafforzare la presenza sul mercato italiano, il marchio della General Mills, distribuito in Italia da Eurofood, è infatti protagonista di importanti investimenti per comunicare direttamente al consumatore.
 
Lo spot, partito a fine maggio su Sky Tv e prodotto da Drive Thru, segna il debutto del brand in televisione in Italia. Vi è approdato col supporto di icone di stile come Tom Munro e Spencer Higgins, che hanno firmato la fotografia, mentre la colonna sonora è la canzone Come Get It Bae di Pharrell Williams, che vede la partecipazione anche di Miley Cyrus. Con taglio fresco e giovane, lo spot mostra come nessuno riesca a resistere al gelato #buonodentro (tagline di marca), mangiato direttamente da
lla pinta mentre si guarda un film, dopo lo shopping o in un momento di relax.
 
Il temporary store milanese è alla seconda estate in piazzale Cadorna, dove resterà aperto fino al 2 luglio (vedi news del 3 maggio) con proposte di gusti in anteprima ed esclusive assolute. Tra queste, la summer proposal Häagen-Dazs 2017: Hazelnut Crunch, gelato alla nocciola con nocciole caramellate in pezzi, per un'esperienza di gusto multisensoriale.
 
A Roma, infine, Häagen-Dazs è special guest della XXIII Edizione de L'Isola del Cinema, in partenza il 17 giugno: 80 giorni di cinema italiano e internazionale, arricchito da incontri, dibattiti, eventi, serate a tema, interviste e anteprime. Il gelato è presente durante le 12 settimane di programmazione con un temporary store sull'Isola Tiberina. Omaggi e hostess allieteranno gli special events della kermesse e, durante i film in programmazione, saranno proiettati i nuovi spot. 


Twinings punta sugli infusi e debutta sul digitale.
Parte dall'Italia la nuova gamma 100% naturale


lancio della nuova gamma, Twinings Italia ha in obiettivo di ampliare al target giovane e di raggiungere una quota del 20% nel segmento degli infusi di frutta ed erbe. Sarà a regime sullo scaffale a settembre e sarà anche esportata con la parola italiana ‘infuso’ come co-brand. Per la scelta dell'agenzia digitale è in corso una gara a tre, mentre a inizio 2018 andrà on air uno spot a firma di Saatchi & Saatchi. L'investimento in comunicazione e marketing per il 2017 è di 3 milioni di euro

15 giugno 2017 - Dopo il rilancio nel 2014 dei Tè Classici, nel 2015 dei Tè Neri Aromatizzati e nel 2016 dei Tè Verdi, Twinings punta per l'autunno 2017 sugli infusi, un settore che in Italia ha un valore di 130 milioni di euro. “Il consumo di infusi è una nuova tendenza – ha detto Fabio Pesce, general manager di Twinings Italia -. Ma c'è ancora molta confusione su questo mondo e i consumatori vanno accompagnati a distinguere le diverse componenti”.

Sono tre i segmenti che compongono questo mercato: infusi di frutta ed erbe, ca
Fabio Pesce
momilla e tisane. Il primo ha registrato una crescita del 16,9% nel 2016 che sta a indicare “la ricerca da parte dei consumatori italiani di prodotti che siano in grado di coniugare benessere e gusto”. Una crescita significativa ma in un mercato, quello italiano, ancora molto ristretto rispetto a mercati più dinamici.

Twinings, protagonista indiscusso nel segmento degli infusi nei mercati di grande consumo, come Uk e Australia, lancia delle novità di prodotto ideate in Italia e che dall'Italia saranno esportate in Paesi come Norvegia, Svezia, Danimarca, Arabia Saudita, Emirates (e in generale nell'area MENA) oltre che in Spagna e Messico, col co-brand ‘Infuso’ a sottotitolo del brand Twinings. Naturalmente privi di caffeina e al 100% naturali, gli infusi nascono dalla miscelazione di frutta, erbe e spezie, creati da Master Blender della storica casa londinese. Tra le proposte, ci sono mix collaudati come Zenzero e Limone, altri creati appositamente per il gusto italiano come Frutti rossi (fragola, rosa canina, lampone e ibisco), inediti come Ciliegia e Cannella, miscele digestive come Finocchio, Menta e Liquerizia.

Il lancio della nuova gamma di infusi sarà supportato da un piano di marketing importante, che prevede attività above the line e below the line, tra cui attività instore. Il budget di comunicazi
one è confermato per quest'anno in 3 milioni di euro. Per la prima volta Twinings approda sul digitale, per raggiungere il target giovane, per cui gli infusi dovrebbero essere di maggiore appeal rispetto ai classici thé. E proprio per raggiungere il giovani ha coinvolto la food & travel blogger Alice Agnelli aka A gipsy in the kitchen. Per la scelta, invece, dell'agenzia digitale è in corso una consultazione a 3 che si concluderà entro l'estate. 

La comunicazione sul digitale anticiperà la presenza in tv rinviata all'inizio del 2018 con uno spot ideato dall'agenzia di riferimento Saatchi & Saatchi, mentre il media è a cura di Mec. La gamma, di cui è appena iniziata la distribuzione, sarà a regime sullo scaffale da settembre.

Il lancio è supportato anche da un rinnovamento grafico dei packaging, curato dall'agenzia Smith Lumen di Milano, che ha studiato, per migliorare l'efficacia a scaffale, un pack che prevede sia la disposizione orizzontale che quella verticale. Per Natale sarà realizzata una scatola in cartotecnica dedicata agli infusi. 

Twinings conta su un fatturato retail in Italia di 55 milioni di euro, di cui l'85% sviluppato coi thé per cui è un lovebrand. Col nuovo progetto punta a raggiungere una quota di mercato del 20% nel segmento degli infusi di frutta ed erbe entro un triennio. 


Con la campagna cross media Taste the World,
Beck’s lancia la London Pale Ale e la Berlin Golden Bock


spot in tv e sul web firmato da Havas Milan, la piattaforma digitale Beck's City Explorers, un concorso, attività di tasting, eventi. Sono gli strumenti del progetto di comunicazione che durerà tutta l'estate, parlando al target giovane, a cui si rivolgono le due nuove birre ispirate alle due iconiche capitali, centri di tendenze e di idee

13 giugno 2017 - Ha preso il via la campagna di lancio delle due birre dedicate a Londra e a Berlino, con cui Beck's (gruppo AB InBev) si rivolge al target giovane, ispirandosi a due città famose per la tradizione in fatto di birra, ma anche per essere centri di vita notturna, di tendenze e aspirazioni giovanili (vedi news del 1° marzo). La London Pale Ale e la Berlin Golden Bock sono andate ad affiancare l'Original Pils, da 140 anni prodotta nell'unico stabilimento di Brema.

La campagna crossmediale Taste the World vede protagoniste le due città. Nello spot, ideato da Havas Milan, prodotto da Movie Magic e diretto dal regista messicano Rodrigo Valdés, quattro amici vivono un insolito viaggio con cui assaporare le due capitali: grazie alle nuove Beck's London e Berlin passano da un bar di Milano a un pub di Londra fino ad arrivare in un dj set a Berlino, da cui godersi lo skyline della capitale tedesca. Lo spot sarà on air fino al 6 agosto, in tv e sul digital. Il media è a cura di Vizeum. 

Accanto alla pianificazione media è previsto anche il progetto digital della piattaforma Beck's City Explorers (it.becks.com/cityexplorers), in cui gli utenti possono scoprire la guida non convenzionale delle due città, a cui anche contribuire caricando contenuti, immagini, suggerendo i luoghi più inattesi, sempre in filosofia Taste the World. Il racconto sulla piattaforma ha come ambassador Guglielmo Scilla, attore, youtuber e conduttore radiofonico, che produrrà video, pillole e foto. Arricchiranno nelle prossime settimane i canali social di Beck's, curati da We Are Social, che ha anche sviluppato il concept City Explorers. L'hashtag ufficiale della campagna è #BecksTasteTheWorld. Inoltre su it.becks.com/cityexplorers c'è una sezione dedicata a un concorso a premi.

Infine gli eventi. Beck's sarà sponsor ufficiale il 24 giugno all'Astro, festival estivo nella cornice milanese del Circolo Magnolia dove verrà allestito un Beer Garden dove provare Beck's London e la Beck's Berlin. Beck's sarà anche la birra ufficiale del Carroponte 2017, dove sarà presente con la Berlin Golden Bock. A Milano è Roma ci saranno attività di tasting in più di trenta negozi. 





Jägermeister punta al target giovane
con la piattaforma ‘Ask for a darker night’


liquore tedesco riafferma il posizionamento di ‘amaro della notte’ identificandosi con l'oscurità che favorisce il divertimento puro e genuino. La nuova campagna, ideata da Publicis Italia e basata sul contrasto tra buio e luce, è l'evoluzione della piattaforma ‘be the neight meister’ e, in futuro, oltre a tv, digital, eventi consumer e pr, sarà anche in outdoor e nei punti vendita

22 maggio 2017 - È stata presentata con un evento a Milano la nuova campagna di comunicazione ‘Ask for a darker night’ per Jägermeister (vedi News del 5 maggio). Firmata da Publicis Italia, ha come concept l'invito a a vivere una notte diversa, una notte più scura, rappresentata dal colore e dallo spirito stesso del liquore tedesco. 

Sviluppata sulla base della nuova brand essence globale ‘irreverent perfectionism’, la campagna rappresenta un'evoluzione della piattaforma ‘Be the neight meister’, con l'obiettivo di continuare a costruire l'immagine iconica della marca e il suo posizionamento di ‘amaro della notte’. 

Il nuovo spot, che sarà on air dal 28 maggio prodotto da Brw Filmland con regia di Gary Freedman, si basa sul
contrasto tra buio e luce, dove l'amaro tedesco rappresenta l'oscurità che favorisce il divertimento puro e genuino, mentre la luce interrompe l'alone di leggenda che avvolge la notte. Racconta il primo party celebrato nella storia dell'universo, in una foresta senza tempo, dove le persone danzano insieme vicino a un monolite di ghiaccio, che si muove al suono di musica elettronica e vive nel buio. A un tratto il sole sorge, si interrompe la musica e ogni cosa rimane immobile. Ma il Night Meister #DarkerNight estrae una bottiglia di Jägermeister dal monolite ghiacciato e prepara il ‘dark shot’ da alzare al cielo per oscurare la luce del sole e far tornare la notte.

“In questa storia - racconta Bruno Bertelli, ceo di Publicis Italia e global chief creative officer di Publicis WW, - abbiamo voluto ricreare un contesto primordiale, trasportando lo spettatore in un mondo fuori dallo spazio e dal tempo, come le più recenti serie tv, tanto seguite dal target giovane in questo momento”. Anche il planning è stato disegnato per massimizzare la reach sul target di riferimento, focalizzandosi su piattaforme tv e digital ad alto engagement per il pubblico giovane.

Il film tv sarà on air fino al 10 giugno su Canale5 e Italia1 e dall'11 giugno al 17 giugno su canali tematici. Sul digital ci sarà una campagna di video collaterali che intratterranno il pubblico della rete, raccontando altri capitoli della storia. La programmazione prevede network generalisti e YouTube, promozione negli highlights calcio di Sky e attivazione sulle piattaforme Facebook e Instagram che guideranno gli utenti a vivere l'intera esperienza sulla web hub dedicata: www.bethenightmeister.com. Nei prossimi anni, la piattaforma coinvolgerà, oltre a tv, digital, eventi consumer e pr, anche outdoor e punto vendita. 





Con @Work, Red Bull e Initiative mettono le ali a chi lavora


creatività di Kastner & Partners e planning di Initiative, la campagna suggerisce il consumo dell'energy drink nelle occasioni, come quelle lavorative, in cui il bisogno di energia si fa sentire di più. Il messaggio dello scorso anno è ripreso ampliando il target e creando comunicazioni personalizzate. Coinvolti social media, digital display, affissioni, radio in partnership con Radio Deejay e attività di programmatic

17 maggio 2017 - Anche quest'anno l'energy drink Red Bull si rivolge al mondo del lavoro con una comunicazione mirata che consolida il messaggio già lanciato nel 2016, ampliando il target e creando comunicazioni personalizzate. La campagna @Work, con creatività di Kastner & Partners, suggerisce il consumo di Red Bull in tutte quelle occasioni dell'everyday life in cui il bisogno di energia si fa sentire di più e prevede 16 soggetti differenti che parlano a 16 professionalità diverse, tutte profilate e geolocalizzate.
 
On air fino a fine maggio, la campagna si declina su social network, digital display, affissione e radio, con strategia e planning messi a punto da Initiative (Ipg Mediabrands), mentre Cadreon, l'ad tech company di Ipg Mediabrands, in collaborazione con Google, ha realizzato una cross analysis dei dati per generare dei cluster di profilazione per l'attività di programmatic media buying. 
 
Per una c
onsumer activation più coinvolgente rispetto all'anno precedente,  la campagna prevede la partnership con Radio Deejay con un percorso editoriale inserito nel palinsesto. Pina e Diego sono i testimonial dell'iniziativa e ideatori dell'appuntamento flop@work per promuovere l'utilizzo dell'energy drink. I due talent incontreranno gli ascoltatori più creativi, che avranno inviato le loro storie nel posto di lavoro, per consegnare una riserva di energia. L'appuntamento si integra all'interno del programma Pinocchio in cui, per un mese, Red Bull fa proprio il concept e i contenuti della rubrica editoriale Martedì Flop. L'iniziativa prevede anche due activation sul territorio, una dedicata al canale on premise e l'altra alla Gdo. 


Schweppes apre un flagship store a Roma in partnership
con The Gin Corner ed è in comunicazione in radio, tv e web


bibita prodotta e distribuita in Italia da Acqua Minerale San Benedetto su licenza di Schweppes Int. Limited dà il via alla campagna che per la prima volta è anche in radio, all’ora dell’aperitivo, per rivolgersi al target giovane. Presso The Gin Corner è partito il ciclo di serate ‘You are the Tonic to my Gin’ che propongono un viaggio virtuale attraverso colori, sapori e odori, abbinando i giusti gin a Schweppes classica e alle Premium Mixer

15 maggio 2017 - Eventi e campagna in vista dell’estate per Schweppes, la bibita prodotta e distribuita in Italia da Acqua Minerale San Benedetto su licenza di Schweppes Int. Limited. A Roma ha stretto un accordo con The Gin Corner, il gin bar con ‘mission’ il Gin Tonic perfetto, che si trova presso l’Hotel Adriano in via Pallacorda 2. Dall’accordo nasce il primo flagship store Schweppes  che offre ai clienti delle 'Schweppes experience’: i due partner organizzano dall’11 maggio un ciclo di serate dal titolo ‘You are the Tonic to my Gin’  per un viaggio virtuale attraverso colori, sapori e odori. Si parte dalla Spagna dov
e il fenomeno Gin Tonic ha preso il via negli ultimi anni, passando per la Nuova Zelanda, da cui provengono i fiori di ibisco che caratterizzano la nuova tonica Premium Mixer Hibiscus di Schweppes, per concludersi riatterrando a Roma per la serata finale. 
 
Ogni appuntamento è dedicato a una delle toniche, oltre che alla Ginger Beer del marchio beverage, in abbinamento ai gin. Si parte dall’originale per poi passare alle Schweppes Premium Mixer, disponibili nei gusti Tonica classica, Tonica Pepe Rosa, Tonica Ginger & Cardamomo, Tonica Fiori d’Arancio & Lavanda e Tonica Hibiscus.
 
Da ieri, poi,  fino a fine agosto va on air la campagna in radio, tv e web. Il radiospot è per Schweppes la novità 2017: va on air su radio nazionali  nell’orario dell’aperitivo, per rivolgersi a un target giovane, in
linea con il posizionamento del brand. In tv tornano i due spot incentrati sulla Tonica e sul gusto Limone con gli acrobati, che danno risalto nel packshot finale alla linea Schweppes Zero. Sul web, infine, va un nuovo filmato dedicato alla linea Premium Mixer. 
 


Aperol Spritz celebra la gioia dello stare insieme
negli spot di Jwt diretti da Gabriele Muccino


campagna #HappyTogether racconta e interpreta l’aperitivo come momento da vivere in compagnia. Nei due spot due ragazze fanno in modo di unire due aperitivi che si stanno svolgendo in due luoghi diversi, dando vita a un unico grande momento di divertimento e condivisione tra amici

15 maggio 2017 - Aperol Spritz presenta la campagna di comunicazione integrata #HappyTogether, ideata da J. Walter Thompson Italia e declinata su tutti i touchpoint, dal digital alla tv fino agli eventi consumer. Racconta e interpreta l'aperitivo come momento da vivere in compagnia, un vero e proprio ‘rituale del divertimento’.
 
Da domenica 14 maggio per quattro settimane sono on air su canali generalisti, tematici e satellitari i due nuovi film diretti da Gabriele Muccino: due diverse storie che ritraggono Aperol Spritz come un mondo in cui la regola è mantenere uno stato d'animo leggero, informale e aperto, all'insegna della condivisione e dello stare bene insieme. La colonna sonora è un nuovo arrangiamento della canzone Happy Together dei Turtles

In entrambi i soggetti, due ragazze fanno in modo di unire due aperitivi che si stanno svolgendo in due luoghi diversi, dando vita a un unico grande momento di divertimento e condivisione tra amici. Aperol Spritz si afferma come catalizzatore di energia positiva, che coinvolge le persone in un rito collettivo dove si celebra la gioia di vivere. La produzione è di Brw Filmland. 









Il Consorzio porta il Prosciutto di San Daniele in tour
per l'Italia e apre il primo concept store a Bologna


tradizionale manifestazione di giugno ‘Aria di San Daniele. La Festa’ diventa anche itinerante, con un truck che farà cinque tappe da Nord a Sud tra maggio e ottobre. Brand partner sono Berkel, Paulaner, Goccia di Carnia, Montasio Dop. Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele Dop investe mezzo milione di euro nel tour, che prevede a supporto campagne locali in stampa e affissioni, ideate da Robilant. Il concept store sarà all'interno di F.I.CO Eataly World

5 maggio 2017 - Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele, che unisce 31 produttori di 2.800.000 prosciutti l'anno, per la prima volta dà il via a un'attività di marketing territoriale, collegata alla storica manifestazione ‘Aria di San Daniele. La Festa’, che si terrà nella 33ª edizione, dal 23 al 25 giugno, a San Daniele del Friuli (Udine). Una due giorni di sapori, eventi, cultura, musica, spettacoli, sport e attività ludiche per famiglie e bambini, realizzata in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune. Un'area sarà dedicata specificatamente ai produttori. Inoltre, produttori, esercenti e ristoratori si uniranno con le amministrazioni per sostenere la promozione turistica del territorio. 
 
La grande novità è che ‘Aria di San Daniele. La Festa’ ha una versione
itinerante, realizzata da 2Night. Un truck da maggio a ottobre attraversa la penisola in 5 tappe regionali dove porta l'atmosfera della cittadina friulana e fa conoscere l'eccellenza del prodotto con un aperitivo di qualità. Vi ha un ruolo anche Berkel, brand di affettatrici, coltelli e accessori per il taglio: il San Daniele viene affettato al momento, con taglio a mano o sottilissimo con taglio a macchina. Altri partner del tour sono l'Ersa (Agenzia Regionale per lo sviluppo rurale); Paulaner, la birra di Monaco di Baviera; Goccia di Carnia, l'acqua minerale naturale del Friuli Venezia Giulia; il Formaggio Montasio Dop.
 
Il truck di ‘Aria di San Daniele. La Festa’ è giàa Milano davanti a Eataly, sarà a Verona a giugno, poi a San Daniele del Friuli nell'ultimo weekend di giugno per la Festa tradizionale, a Firenze a luglio, a Roma in settembre e infine a Bari a ottobre. Il tour coinvolgerà locali delle città con un cale
ndario di oltre 50 appuntamenti. Alla fine dei cinque mesi verrà aperto a Bologna il primo concept store del Consorzio all'interno di F.I.CO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly Word che, annunciato da Oscar Farinetti durante l'Expo quale maggior centro al mondo per la celebrazione della bellezza dell'agro-alimentare italiano, aprirà i battenti appunto a ottobre. 
 
Forte di un trend di vendita in crescita in valore del 3.5% a fronte di un mercato di riferimento (salumi) a +1% se non in stallo, il Consorzio investe per il tour 500mila euro, di cui centomila serviranno per pianificare localmente, tappa per tappa, stampa e affissioni a supporto. La creatività è di Robilant Associati, che ha anche curato il concept del tour. Ufficio stampa e pr sono in carico a Connexia mentre Mozart gestisce la presenza sui social. Il media è curato internamente. 




Coca-Cola presenta i COKEtails e dà il via al progetto Socializing


accende le serate degli italiani, reinterpretando l’aperitivo con nove proposte originali, studiate da tre bartender che hanno creato 4 mix analcolici e 5 alcolici. La campagna Socializing sarà sui canali social di Coca-Cola col sostegno di spot tv. Previsti eventi sul territorio

20 aprile 2017 - Coca-Cola dà il via alla campagna Socializing in cui ‘accende’ le serate degli italiani reinterpretando l’aperitivo con proposte sorprendenti e originali, i COKEtails. Le nove proposte sono state studiate  dai tre bartender italiani e presentate in anteprima in un secret party che preannuncia una serie di altri appuntamenti sul territorio. Paolo Sanna, Mattia Cilia e Luis Hidalgo hanno creato 4 mix analcolici e 5 alcolici, con Coca-Cola ingrediente principale, traendo ispirazione da elementi differenti tra loro, come la musica, gli aromi e i colori. 
 
Per amplificare la
campagna Socializing, fino ad agosto, accanto allo spot con protagonista Coca-Cola Zero Zuccheri Zero Calorie, va in onda un altro spot incentrato sui COKEtails con concept: “quando accendi la serata con Coca-Cola, qualcosa di inaspettato può accadere!”. Entrambi gli spot sono stati prodotti da David the Agency e riadattati per il mercato italiano da McCann Italia, con una pianificazione a cura di Mediacom. 
 
La campagna Socializing sarà sui canali social di Coca-Cola Italia con l’hashtag #accendilaserata, mentre sul sito http://www.coca-cola.it, da maggio, sarà accessibile una sezione dal nome 'Accendi la serata’ dove saranno consultabili le ricette dei COKEtails. 


Leggerezza tangibile di Vitasnella greek,
che fluttua nell'aria sullo scaffale del punto vendita


con Young&Rubicam e Kinetic lancia l'activation di shopper marketing ‘Grab The Lightness di Vitasnella’. Grazie a un espositore dotato di magneti respingenti, i vasetti svettano letteralmente sui competitor, dando dimostrazione di leggerezza al consumatore. Un uso creativo del punto vendita come media

20 aprile 2017 - Dalla collaborazione tra Danone, Young&Rubicam e Kinetic nasce Grab The Lightness di Vitasnella, un'attivazione di shopper marketing per coinvolgere il consumatore nel punto vendita con un approccio non convenzionale. Il progetto pilota parte da Milano, nella corsia dedicata in un supermercato agli yogurt. Qui alcuni vasetti di Vitasnella greek svettano letteralmente sugli altri, grazie a uno speciale espositore dotato di magneti respingenti che li fa fluttuare nell'aria: lo yogurt ‘leggero’ della Danone riafferma la sua leadership nel segmento dei leggeri, in particolare dei colati. 
 
La leggerezza, main value del brand di casa Danone, è resa tangibile attraverso l'uso creativo del punto vendita come media. Vicky Gitto, chairman e cco di Y&R/VML Italia, ha dichiarato: “La leggerezza del prodotto viene veicolata in modo outstanding al di là dai consueti confini dei media tradizionali, riuscendo a stabilire una relazione immediata tra il brand, il messaggio e i consumatori”. 
 
Il progetto rientra nel percorso intrapreso da Danone di sfruttare sempre di più le leve dello shopper marketing come strumento di comunicazione nell'ultimo metro del processo di acquisto. 
Video is not visible, most likely your browser does not support HTML5 video
 


Hellmann's cambia packaging e claim. E parte per il Food Truck Tour


web e social per la nuova comunicazione della centenaria maionese di New York, approdata un anno fa in Italia. Sarà promossa quale salsa ideale per finger e street food gourmet in un tour itinerante su Food Truck e Ape Car, ideato da Unilever Food Solutions. Joe Bastianich proporrà ricette sui social in limited edition

14 aprile 2017 - A un anno dal lancio in Italia della maionese Hellmann's, icona di New York e la “preferita al mondo da tre generazioni” (vedi news del 10 giugno), Massimiliano Caporuscio, direttore marketing Food & Beverage di Unilever Italia, sottolinea l'interesse riscontrato nel nostro mercato e fa il punto sulle nuove iniziative di marketing, durante una serata evento a Milano. La Hellmann's ha cambiato packaging e adottato un linguaggio più moderno e il claim ‘Hellmann's dalla parte del cibo”, che la propone come salsa ideale per il cibo di qualità e genuino, italiano e non. 
 
Viene confermato come testimonial Joe Bastianich, personaggio rappresentativo del
Joe Bastianich
mondo del food italo-newyorkese, che già lo scorso anno è stato protagonista del lancio con le sue ricette di hamburger presentate sul web. Ora ne propone altre di finger food in limited edition, tra cui il Duck Club Sandwich (petto d'anatra, bacon, avocado, pomodoro, lattuga e scalogno). E, proprio per promuovere Hellmann's quale 'partner' del finger e dello street food gourmet, viene dato il via al Food Truck Hellmann's Tour, ideato da Unilever Food Solutions. Un'Ape Car e un Food Truck brandizzati Hellmann's gireranno per 100 giorni per 50 ristoranti tra aprile e settembre e saranno presenti in occasione di eventi tra food e lifestyle. Il tour ha debuttato a Milano durante la Design Week e continuerà tra Lombardia ed Emilia Romagna.
 
Caporuscio dichiara
: “L'avventura iniziata con successo lo scorso anno in Italia viene ottimizzata in collaborazione con UFS, la nostra divisione dedicata ai prodotti per gli chef professionisti, grazie al format del food truck. Con i truck itineranti offriremo una vera e propria experience di gusto inconfondibile, capace di unire lo street food di qualità con il sapore newyorkese di Hellmann's”.
 
L'iniziativa itinerante sarà affiancata da attività di comunicazione sul web curate già dallo scorso anno da Xister, mentre le pr sono in carico ad Havas PR. Viene infatti confermato il binomio eventi e digital, con grande uso dei social. Per seguire le iniziative del brand si possono consultare i profili social Hellmann's e l'hashtag #dallapartedelcibo. 


FRoSTA Italia sceglie Maxus per il media
e conferma Question Mark per la creatività


produttore europeo di alimenti surgelati è in comunicazione in Italia per promuovere la gamma di prodotti ‘100% naturale’. Con claim ‘La Natura ha scelto FroSTA’, le attività prevedono l'attivazione di diversi touchpoint e discipline sia tradizionali che innovative per rafforzare il posizionamento del brand nell'area della naturalità

13 aprile 2017 - FroSTA, produttore europeo di alimenti surgelati (pesce, verdure, snack e alimenti per vegani), è in comunicazione in Italia per promuovere la gamma di prodotti ‘100% naturale’ e divulgare i valori aziendali, tra cui la trasparenza, dimostrata anche nella scelta di indicare sulle confezioni i paesi d'origine di tutti gli ingredienti.
 
L'agenzia per la creatività è Question Mark Communication di Napoli, confermata anche per il 2017, mentre il media è affidato da quest'anno a Maxus. Con claim ‘La Natura ha scelto FroSTA’, le attività di comunicazione, che prevedono l'attivazione di diversi touchpoint
e discipline sia tradizionali che innovative, hanno preso il via in marzo, con una forte presenza in out of home, dall'arredo urbano ai formati impattanti per rafforzare il posizionamento del brand nell'area della naturalità
 
L'agenzia sta ora lavorando con il team FRoSTA su nuove attività per innovare l'approccio alla comunicazione nel mondo dei surgelati. 


Crodino cambia format di comunicazione
e racconta con Jwt le storie e i tipi da bar


soggetti mettono in scena cinque personaggi tipo di un classico bar, indicati dagli stessi italiani attraverso una ricerca commissionata a Doxa. I primi due hanno per protagonisti ‘Medaglia’, l'allenatore da divano, e ‘Millemiglia’, l'instancabile viaggiatore e narratore di viaggi. Contemporaneamente torna on air lo spot con Owen Wilson ‘Il rientro’ dedicato alle festività 

31 marzo 2017 - Crodino torna in tv per due settimane con un nuovo format di comunicazione che mette in scena i tipici personaggi da bar, individuati attraverso una ricerca commissionata a Doxa. L'indagine ha innanzitutto rilevato che gli amanti dell'aperitivo fuori casa sono l'88% degli italiani, che di questi il 46% lo beve almeno una volta alla settimana e che il 76% si dà appuntamento al bar con gli amici. Al bar trovano la bella barista o il simpatico barista (li cita il 45%), il viaggiatore instancabile detto ‘Millemiglia’ che ha sempre nuove avventure da raccontare e foto da far vedere (lo incontra il 29% degli intervistati). Poi c'è l'allenatore da divano detto ‘Medaglia’ (29%) che sa tutto di sport ma non ne pratica alcuno. Al quarto posto si trova il bello del bar, il ‘Sette bellezze’ (16%), che racconta di infinite conquiste (tutte vere?). Al quinto posto c'è il supersportivo che si allena sempre, detto ‘Maratona’ (14%). 
 
I 5 personaggi sono i 5 protagonisti della nuova campagna giocata come sempre per Crodino sull'ironia: l'aperitivo analcolico per antonomasia racconta attraverso loro l'ambiente accogliente e informale del tipico bar italiano.

Da domenica 2 aprile so
no on air i soggetti da 30” dedicati a Medaglia e Millemiglia insieme allo spot ‘Il Rientro’ dedicato alle festività, con protagonista il biondo ‘che non impegna’ Owen Wilson. La rotazione dei tre flight prevede 3.170 passaggi sui principali canali generalisti, tematici e satellitari. Il flight Medaglia, nei formati 10” e 15”, prevede una presenza durante alcuni appuntamenti televisivi dedicati al calcio. La creatività è di J. Walter Thompson, la produzione di Brw e la regia di Sebastien Grosset. 


Gourmet Italia punta sui Millennials
con la linea di piatti pronti surgelati M'Ama


delle mono porzioni surgelate, parte dal 2013 del Gruppo Dr. Schär, lancia una nuova linea divisa in Classici Italiani, piatti tradizionali rivisitati in chiave salutistica ma col gusto di sempre, e in Nuovi Sapori a base di ricette etniche. Sarà in comunicazione sul web e su stampa trade con Verter di Verona. Andrà in tv, invece, a maggio, mese delle intolleranze alimentari, il brand di alimenti senza glutine Schär con la nuova agenzia Dude, incaricata dopo gara a inizio anno

30 marzo 2017 - L’azienda storica Gourmet Italia, produttrice di piatti mono porzione surgelati, parte dal 2013 del Gruppo Dr. Schär, lancia due nuove linee di prodotto, sotto il nuovo brand M’Ama, pensato per ampliare il target anche ai Millennials, una generazione in continuo movimento, che non ha né orari né un ritmo alimentare regolare e cerca soluzioni pratiche e veloci, ma è attento alla qualità e una corretta nutrizione. L'offerta di trenta referenze è duplice: con i Classici Italiani propone ricette italiane in taglio più salutistico (meno calorie e meno grassi) mantenendo il gusto di sempre, con Nuovi Sapori propone piatti etnici. La linea prevede anche piatti vegetariani, senza glutine e senza lattosio, per venire incontro a tutti i tipi di esigenze. I piatti a marchio M’Ama vogliono esaltare “il buon senso della cucina della mamma” con un tocco di moderna innovazione. 
 
Il
marchio M’Ama, distribuito nella Gdo e nell’Horeca (bar, tavole calde, alberghi, Autogrill), è destinato a sostituire in Italia la linea storica Pronto in Tavola che resterà in commercio solo all’estero, mentre convivrà con l’altra storica Via col gusto.  Gourmet Italia produce anche per le private label. Dal 2000 aveva un accordo col gruppo Dr. Schär per la produzione di surgelati senza glutine e nel 2013 è stata totalmente acquisita. Nel 2014 ha portato in tutto il mondo la prima pizza senza glutine e quest’anno aprirà una linea produttiva dedicata al pane senza glutine nello stabilimento di Borgo Valsugana (TN), ampliato fino a una superficie coperta di circa 14.000 mq, divenendo così il primo polo produttivo del Gruppo. Gourmet Italia ha fatturato nel 2016 oltre 24 milioni di euro. 
 
Il lancio di M’Ama sarà comunicato su web, social e con annunci stampa in aprile su riviste specializzate, con creatività di Verter di Verona e media seguito da Theoria, l’agenzia che cura ufficio stampa e relazioni con i media per Gourmet Italia. Sarà invece in televisione, oltre che su stampa e web, il brand di alimenti senza glutine Schär (altro marchio di punta di Dr. Schär) con la nuova agenzia Dude di Milano, che ha vinto la gara e sostituito da inizio anno GreyUnited. La campagna uscirà a maggio, mese dedicato alle intolleranze alimentari, veicolando il concetto che gli alimenti senza glutine, imprescindibili per chi soffre di intolleranza, può essere anche una buona scelta nutrizionale per tutti. Il budget di comunicazione della capogruppo stanziato per il 2017 è in crescita del 20% rispetto al 2016. Lo gestisce Maxus. 


Peroni lancia la Cruda, birra
non pastorizzata #BuonaComeAppenaFatta


con processo di microfiltrazione dei lieviti a basse temperature, è fresca, cremosa, di retrogusto amarognolo. La vendita è riservata al canale Ho.re.ca. Il lancio prevede una comunicazione essenzialmente sul digitale e con eventi

29 marzo 2017 - vista della stagione di maggior consumo, l'azienda birraria italiana Peroni, nata nel 1846 e dal 2016 parte del gruppo giapponese Asahi Breweries, lancia Peroni Cruda, birra non pastorizzata “buona come appena fatta”: il processo di microfiltrazione dei lieviti a basse temperature preserva il gusto fresco della birra come appena fatta in birrificio. Una lager più fresca, più cremosa, più amarognola, prodotta con malto 100% italiano, che il gruppo riserva per ora alla vendita nel canale Ho.re.ca (ristoranti, pub, pizzerie, bar) promettendo ai consumatori un'esperienza di gusto particolare, convinta di incontrare l'interesse anche dei gio
vani. Tagline: #PeroniCruda #BuonaComeAppenaFatta.

Peroni Cruda è proposta come abbinamento ideale di pasta fresca, focacce, formaggi freschi, tartare e verdure fresche di stagione. È disponibile in bottiglia da 33cl e in fusto da 30 litri. Di colore giallo paglierino, ha grado alcolico di 4,7% vol.

Il lancio prevede una comunicazione essenzialmente sul digitale e con eventi. Tra questi, al FuoriSalone sarà presentato un nuovo progetto di Chef Rubio, testimonial da anni del brand Peroni. Il digitale è curato da Xister.


Birra Moretti inaugura il nuovo format
di comunicazione nel Paese coi Baffi


luogo sospeso tra sogno e realtà è al centro del racconto che, di spot in spot da qui a dicembre, metterà in scena i valori di qualità, italianità e ironia che contraddistinguono il brand del gruppo Heineken. Firma Armando Testa, agenzia storica di Birra Moretti, mentre Orso Maria Guerrini cede il testimone a Pier Maria Cecchini

28 marzo 2017 - Il ‘Paese coi Baffi’, un luogo sospeso tra sogno e realtà, è, con natura, piazze e vicoli, al centro del nuovo format di comunicazione di Birra Moretti, ideato come sempre da Armando Testa, in cui vengono esaltati i valori di qualità, italianità e ironia che contraddistinguono il brand del gruppo Heineken. Va da sé che nel Paese coi baffi il negozio del barbiere sia uno dei centri nevralgici, poi ci sono il barista, la bella del Paese, il birraio. Ogni soggetto della campagna, nel corso dell'anno, li farà protagonisti e svelerà un aspetto diverso e originale della creazione delle birre del brand: il tempo di riposo perché nascano aromi e gusti, la scelta degli ingredienti, l'attenzione a una produzione sostenibile, il metodo corretto per spillare.

Baffo Moretti è il protagonista della narrazione e puntata dopo puntata racconta storie e personaggi del Paese coi Baffi. Ogni spot si chiude con un brindisi intorno a una grande tavola imbandita a cui siedono gli abitanti di questo luogo speciale. Il primo soggetto è dedicato alla prima nata della famiglia, la Birra Moretti Ricetta Originale, e al suo lungo riposo.

Col cambio di strategia di comunicazione è cambiato anche il testimone. Pier Maria Cecchini, classe 1957, attore e regista italiano, prende il testimone dal protagonista storico Orso Maria Guerrini. Gli spot sono stati prodotti da The Family e diretti da Vesa Mannine, con riprese effettuate in antichi borghi feudali nei dintorni di Rimini. Mediavest ha curato la pianificazione. 




Danone e Nestlé Waters alleate per creare bottiglie in Pet 100% bio

I due gruppi hanno creato insieme all'azienda biotech californiana Origin Materials la start-up NaturALL Bottle Alliance, per sviluppare e commercializzare una bottiglia in plastica realizzata con risorse sostenibili e rinnovabili. Nel 2018 arriverà la bottiglia in Pet 65% bio, nel 2020 quella 95% bio fino a raggiungere il 100%. L'innovazione sarà resa disponibile a tutta l'industria del food e del beverage

6 marzo 2017 - Danone, Nestlé Waters e Origin Materials, azienda biotech con sede in California, hanno costituito NaturALL Bottle Alliance per sviluppare e commercializzare una bottiglia in plastica pet di origine bio, realizzata al 100% con risorse sostenibili e rinnovabili, ovvero materie prime a biomassa, come il cartone usato e la segatura. Si tratta di una vera e propria innovazione scientifica per il settore, che sarà resa disponibile a tutta l'industria del food e del beverage.
 
Gran parte degli sforzi di Nestlé Waters e Danone nell'ambito della sostenibilità sono dedicato allo sviluppo di soluzioni di packaging innovative, riciclabili e prodotte con risorse rinnovabili, oltre che alla promozione del riciclaggio. Ora le due aziende uniscono le forze per accelerare lo sviluppo della tecnologia di Origin Materials, fornendole oltre al sostegno economico il know-how e il team necessari. 
 
Il Pet di nuova generazione sarà altrettanto leggero, trasparente, riciclabile di quello oggi in uso e proteggerà il prodotto come il Pet tradizionale, inoltre sarà a base solo di materie prime rinnovabili che non sottraggono risorse o terreni alla produzione alimentare. Il settore Ricerca e Sviluppo si concentrerà prima su cartone, segatura e trucioli di legno, poi farà approfondimenti su altre biomasse quali le glumelle di riso, la paglia e i residui dell'agricoltura. 
 
Origin Materials ha già prodotto campioni di Pet 80% bio negli stabilimenti pilota di Sacramento. La creazione di un impianto pionieristico inizierà quest'anno, mentre la produzione dei primi prototipi di Pet 60% bio verrà avviata nel 2018. L'obiettivo iniziale, in termini di volume, è di immettere sul mercato 5.000 metri cubi di Pet bio, mentre saranno prodotte su scala commerciale bottiglie in plastica Pet bio al 95% dal 2020. I partner continueranno poi a fare ricerca per portare il materiale al 100% bio. 


Just Eat presenta il nuovo brand in Italia
con tagline 'Ogni desiderio è servito'

Il servizio per ordinare pranzo e cena a domicilio vuole creare la più grande food community globale tra clienti, ristoranti partner e dipendenti, all’insegna della food variety. Bcube firma la campagna su digital e social, in tv e in affissioni a Roma, Milano e Torino

1 marzo 2017 - Rebranding dopo l'Uk anche in Italia per Just Eat (servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio online), che punta a diventare la più grande food community globale, all'insegna della food variety, unendo clienti, ristoranti partner e dipendenti. Nella nuova brand identity resta forte il rosso unito a più colori a simboleggiare flessibilità, ricchezza di scelte disponibili sulla piattaforma e di occasioni per scoprirle.

La nuova tagline italiana è 'Ogni desiderio è servito'. Sarà live dal 6 marzo su tutti i canali social e digital, mentre dal 12 marzo sarà on air il nuovo spot tv e il 20 marzo appariranno le affissioni a Roma, Milano e Torino. 

Il film è pensato per valorizzare le 70 cucine disponibili. Nei tre soggetti pizza, hamburger e sushi, presenta tre differenti situazioni di social eating e altrettante tipologie di consumatori: quattro amici a guardare la partita in tv e in attesa della pizza, due giovani famiglie durante il brunch della domenica a base di hamburger e patatine, una cena tra amiche a base di sushi. Grazie all’app di Just Eat e agli oltre 5.500 ristoranti partner in Italia, ogni gruppo ordina il cibo più adatto, ironizzando sulle mille differenze degli italiani in fatto di gusti. Just Eat soddisfa tutti: “qualunque siano i tuoi gust
i, basta parlarne!”.

La campagna in affissione prevede poster su strada, pensiline dei tram, metropolitane, tram e autobus. Il nuovo carattere di Just Eat coinvolgerà inoltre tutti i ristoranti partner per  farli sentire protagonisti di una vera community, a partire dai nuovi welcome pack previsti per l’ingresso nel network e al potenziamento della visibilità dei fattorini su strada in collaborazione con i partner logistici. 

La creatività della campagna è di Bcube, mentre il media è a cura di Carat.  La produzione degli spot è di Bedeschi Film con regia di Wayne Holloway. 


Just Eat ‘apre’ il Ristorante Solidale, progetto
di food delivery contro lo spreco alimentare

Col patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con Caritas Ambrosiana e il partner logistico Pony Zero, il brand di servizi per l'ordinazione di pasti a domicilio dà il via all'iniziativa per contribure alla riduzione del fenomeno dello spreco e sensibilizzare cittadini e ristoranti sul tema. Da Milano il progetto sarà esteso ad altre città

23 febbraio 2017 - Just Eat (servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio) ha dato il via al Ristorante Solidale, progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana e il partner logistico Pony Zero. L'iniziativa, partita ieri a Milano con la prima consegna, sarà estesa ad altre città nel corso del 2017, per contribuire alla riduzione del fenomeno dello spreco alimentare e sensibilizzare cittadini e ristoranti sull'argomento. Il tema è al centro della legge 166/2016, in vigore dal 14 settembre 2016, con lo scopo di favorire, a fini di solidarietà sociale, il recupero e la donazione di beni alimentari. 
 
Ristorante Solidale permette di valorizzare cibo ed eccedenze provenienti dai ristoranti per trasportarli a domicilio in alcune comunità identificate insieme a Caritas Ambrosiana. Una flotta di veicoli a zero emissioni di Pony Zero ha iniziato l'attività di ritiro, presso i primi 10 ristoranti aderenti, di cibi e piatti da destinare a ciascun ospite di 3 comunità di accoglienza a Milano: Pani e Peschi (casa per gli adolescenti con disturbi psichici), Casa alloggio Centro Teresa Gabrieli (accoglienza di malati di Aids) e La Locomotiva (comunità a dimensione familiare per minori). 
 
Sono stati 38 i pasti caldi preparati ieri da ristoranti partner di Just Eat con eccedenze alimentari e con integrazioni per l'occasione. Per la prima tappa del progetto, Just East ha offerto anche in consegna speciale 100 pizze per la cena del Refettorio Ambrosiano.
 
Da un'indagine condotta da Just Eat (su 500 ristoranti della rete del brand in Italia) emerge che per l'83% la problematica dello spreco è un tema importante, su cui il 77% ritiene di poter contribuire attivamente. Purtroppo il 24% butta via del cibo ogni giorno, il 26% più di una volta alla settimana e il 50% una volta alla settimana. La soluzione della family bag è stata adottata solo dal 10% dei ristoranti, nonostante il 53% dei clienti la richieda, l'ottimizzazione della spesa è praticata dal 68% e la promozione di donazioni di pasti ai bisognosi dal 20%. In questo scenario. l'iniziativa Ristorante Solidale è stata positivamente accolta dai ristoranti, il 55% avrebbe piacere ad aderire anche per beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla nuova legge. Info su www.ristorantesolidale.it.


Nespresso e Userfarm lanciano il vertical video contest
‘Nespresso Talents 2017’ a tema You have the power to…

Filmmalkers di tutto il mondo sono invitati a realizzare un video in formato verticale 9:16, adatto alla fruizione su device mobile, che mostri come qualcuno o qualcosa abbia il potere di cambiare le situazioni e fare la differenza. I due finalisti saranno annunciati durante il Cannes Film Festival

14 febbraio 2017 - È partita la seconda edizione del vertical video contest ‘Nespresso Talents’ rivolto ai filmmakers di tutto il mondo. In partnership per il secondo anno con la piattaforma di video crowd sourcing Userfarm.com, Nespresso Talents 2017 invita a realizzare un video in formato verticale (9:16), utilizzando un linguaggio per il mobile invece del formato tradizionale per la tv e il cinema. Del resto, il 58% dei video viene visto su device mobili e sempre più contenuti sono creati per questa modalità di visione. 
 
Il Nespresso Talents 2016, con 384 video da oltre 40 Paesi, è stata la dimostrazione di una vera e propria esplosione di creatività e ha posizionato la piattaforma Userfarm tra i top player della crowd sourcing industry. L'edizione 2017 ha per tema ‘You have the power to…’: i partecipanti sono invitati a raccontare come qualcuno o qualcosa abbia il potere di cambiare le situazioni e di fare la differenza, non importa quanto questa sfida sia grande o piccola.
 
Si può partecipare fino al 7 aprile su Nespresso.com/talents. Una giuria di esperti selezionerà i 2 video finalisti da una shortlist di 15 film visionabili sul sito dal 24 aprile al 2 maggio e che il pubblico potrà votare. I filmmakers selezionati riceveranno fondi per la carriera e per un viaggio al Cannes Film Festival 2017, di cui Nespresso è official partner da dieci anni, e dove saranno annunciati i video finalisti (19-20 maggio). I due filmmakers selezionati parteciperanno a una mentoring session a Cannes con i talents representatives della Semaine de la Critique e della Berlinale. 


Nonno Nanni si racconta nella campagna dei 70 anni

L'azienda di formaggi freschi festeggia l'anniversario con una campagna stampa pianificata con un groupage di otto pagine, col lancio del logo celebrativo, con attività di pr e mettendo online un nuovo sito

10 febbraio 2017 - Nonno Nanni, azienda di formaggi freschi, festeggia i 70 anni con differenti attività di comunicazione. Tra le prime iniziative, c'è la campagna stampa on air fino a marzo, in cui si racconta la storia di famiglia dietro al brand, con un approccio ‘intimo’ e vero. È la storia di Nonno Nanni, narrata attraverso scatti fotografici d'archivio, che ritraggono il fondatore Giovanni (Nanni) Lazzarin, la moglie Rina, l'inizio dell'attività di casaro nel 1947 e lo sviluppo negli anni. 
 
La pianificazione prevede un groupage di 8 pagine consecutive, integrato da doppie pagine e pagine intere, e la body copy illustra le immagini enfatizzando le emozioni, conducendo verso l'ultima pagina con l'immagine del prodotto simbolo dell'azienda: lo Stracchino Nonno Nanni. 
 
Sono previste anche attività di rp. È stato, inoltre, creato un logo celebrativo del 70° anniversario, che sarà presente nei materiali di comunicazione aziendali e sulle confezioni dei prodotti. L'azienda ha anche rinnovato la presenza online, col nuovo sito nonnonanni.it, più fresco e funzionale. 



Rilancio in tv con doppio spot per Fernet Branca e ritorno
in radio con la formula dei '3 sorsi'. Guardando al target giovane

Fratelli Branca Distillerie investe circa 4 milioni di euro per il bitter storico, unico e inimitabile, con uno spot di prodotto che debutta a Sanremo e poi va in pianificazione dal 19 febbraio alternato a un long video e accompagnato da radiospot e presenza sul digital. Il progetto di comunicazione è in partnership con Publitalia, Radio Mediaset e Mediamond

8 febbraio 2017 - Torna in comunicazione Fernet Branca, l'amaro a base di 27 erbe, inventato dal capostipite della famiglia Branca, Bernardino, nel lontano 1845, e che ha mantenuto da allora intatta la formula che ne fa un bitter dal gusto singolare e deciso, che ha conquistato anche i mercati internazionali, in primis quello argentino dove va alla grande abbinato in un long cocktail con la Coca Cola. Un gusto “inimitabile”,  così recita il claim delle nuova campagna, che riprende poi lo storico pay off “Sopra Tutto”. La nuova comunicazione debutta oggi, durante il Festival di Sanremo, con uno spot  che  dà risalto in modo scenografico alla composizione del bitter. 

Fratelli Branca Distillerie aveva affidato lo scatto per una campagna stampa al fotografo inglese Martin Wonnacott, specializzato in racconti fotografici sul mondo dei drink.  Realizzato con una fotocamera Phantom 4K High Speed montata su un braccio robotico telecomandato, lo scatto mostra una vera e propria esplosione di spezie ed erbe. Ne è nata l'idea di farne anche un film, che è stato prodotto dalla statunitense H&L Partners. La colonna sonora è stata curata da Publitalia e dall’agenzia Sing Sing ed è una riedizione del jingle storico di Franco Godi, riprodotto in una versione più lounge e contemporanea. 

Dopo il debutto su Rai 1 durante Sanremo, lo spot in tagli da 15” e 30” andrà in pianificazione dal 19 febbraio per quattro settimane su reti Mediaset, in alternata con un long video da 60” ideato da Francesco Emiliani, prodotto da Black Mamba Productions  e diretto da Dario Piana. 

La campagna prevede anche il ritorno di Fernet-Branca in radio, dove verrà promossa la consumazione ottimale in tre sorsi. Un triplo radiospot occuperà la prima, la centrale e l'ultima posizione del break per promuovere la modalità ideale dell'assaggio in tre fasi. L'on air sarà su Radio105, Montecarlo e Virgin con produzione a cura di Radio Mediaset. Il progetto di comunicazione, infatti, è nato dalla partnership tra Publitalia, Radio Mediaset e Mediamond, mentre la parte di strategia e pianificazione è a cura di Carat Italia. L’organizzazione e il coordinamento dell’attività produttiva dei long video e del nuovo jingle musicale è della unit Innovation - Creativity Media Factory di Mediaset. 

Long video e radiospot hanno l'obiettivo di allargare il target ai giovani. Non manca il capitolo digital, a cui è riservato il 20% del budget, che per la nuova comunicazione di Fernet si aggira sui 4 milioni di euro. Fernet Branca sarà presente con uno storytelling su come venga bevuto e quanto sia apprezzato in tutto il mondo, veicolato su canali Mediamond, su Facebook e Instagram e avrà anche nuovo sito dedicato online dal 19 febbraio. Le agenzie per il digital sono Endivia e ProCommerce.
 
Lo spot sarà on air anche negli Usa, mentre in altri Paesi uscirà soltanto la campagna stampa. Le vendite di Fernet Branca oggi sono all'80% all'estero e al 20% nel mercato interno. Nel complesso, Fratelli Branca Distillerie fattura 360 milioni di euro (dato 2015). Gli altri prodotti del gruppo che saranno in comunicazione nel 2017 sono Caffè Borghetti, Grappa Candolini, Carpano Classico e Brancamenta, per cui è in corso la gara per trovare la nuova agenzia. 


Y&R Italia firma per Lavazza la nuova campagna globale ‘Born Social’

Il racconto celebra la natura social del brand e l'importanza dell'eccellente qualità del caffè italiano nella vita di tutti i giorni, in tutto il mondo. La campagna sarà on air in 20 Paesi a partire dalla Germania

7 febbraio 2017 - Al via ‘Born Social’, campagna globale ideata da Y&R Italia per Lavazza, che rappresenta il seguito della campagna del 2015 che ha raccontava la storia di Luigi Lavazza e la sua ricerca della prima miscela di caffè. Lo storytelling del 2017 ha un approccio maggiormente focalizzato sul consumatore e celebra la natura social del brand e l'importanza dell'eccellente qualità del caffè italiano nella vita di tutti i giorni, in tutto il mondo.
 
Il concept creativo è legato a un'affermazione del fondatore, che disse: “…non è solo qualcosa che bevi, non è solo un caffè, è un modo per stare insieme”. Il film testimonia l'universalità del caffè italiano come connettore tra le persone. Il tono è ironico, supportato dalla parodia della canzone ‘My Girl’ che qui diventa ‘Ode to Coffee’ e che racconta lo sviluppo delle diverse situazioni. 
 
La nuova campagna globale debutta in Germania per poi andare on
air in altri 19 paesi nel corso dell'anno, con uno spot in taglio da 30” per la tv e da 80" per i media digitali. Prodotto da Mercurio Cinematografica, è diretto dagli argentini Augusto Giménez Zapiola e Martìn Romanella. La campagna prevede anche annunci stampa con scatti della fotografa di New York Jennifer Livingston.
 
Fondata nel 1895 e di proprietà della famiglia Lavazza da 4 generazioni, Lavazza è oggi presente con filiali dirette e distributori in più di 90 paesi e opera in tutto il mondo nei segmenti casa e fuori casa. 


Ogni consumatore è unico e Nutella
crea per ciascuno un differente vasetto

Ferrero mette in vendita milioni di vasetti tutti diversi, ognuno con un codice identificativo unico e una grafica irripetibile, per celebrare l'unicità di ogni consumatore. A sostegno dell'iniziativa, Zenith pianifica una campagna integrata multimediale firmata da Ogilvy che coinvolge tv, Facebook e radio. Leitmotiv, la canzone 'Come te non c'è nessuno’

31 gennaio 2017 - Prima li aveva chiamati per nome, poi ha portato loro messaggi e dopo ha anche parlato il loro dialetto. L'evoluzione dell'operazione di vicinanza di Nutella ai suoi consumatori attraverso il packaging arriva ora a creare milioni di vasetti tutti diversi, ognuno con un codice identificativo unico e una grafica irripetibile, realizzati con una tecnologia che si basa sullo sviluppo grafico di un pattern da cui, grazie allo zoom e a tecniche di rotazione randomiche, si ottengono milioni di combinazioni diverse. Ogni vasetto è unico perché ogni cons
umatore è unico.  
 
L'iniziativa della nuova limited edition di vasetti si collega a una campagna integrata multimediale firmata da Ogilvy, a partire dal formato da 20” in tv, prodotto da Collateral, che ritrae tanti personaggi comuni ma speciali che, con le loro differenze, rendono il mondo più ricco e colorato. Lo sottolinea la colonna sonora col brano 'Come te non c'è nessuno’ cantato ai tempi da Rita Pavone e qui reinterpretato da Lidia Schillaci. 
 
Il brano diventa il leitmotiv della campagna. In radio viene dedicato direttamente agli ascoltatori dalla voce di Lidia. Sui social diventa una dedica unica che gli utenti possono rivolgere a a qualcuno per loro speciale, creando su Facebook un video di 18” personalizzato con le foto che raccontano il loro legame. La pianificazione è a cura di ZenithOptimedia. 





Anteprima a Roma del corto ‘Killer in Red’
di Sorrentino che apre il progetto Campari Red Diaries

Il noir con protagonista Clive Owen dà il via a una campagna, in video diretti da Ivan Olita, dedicata al talento dei bartender e alle loro 12 storie di cocktail. Il concept di Campari Red Diaries “ogni cocktail racconta una storia” e di Killer in Red si deve a J. Walter Thompson Milano, la produzione è di Filmmaster Productions

25 gennaio 2017 - Come preannunciato in autunno con la presentazione del teaser, Campari ha presentato a Roma Cinecittà la ri(e)voluzione del suo Calendario nel progetto Campari Red Diaries: cortometraggi che raccontano un viaggio immaginario di un anno attraverso storie di cocktail. All'insegna del concept che “ogni cocktail racconta una storia”, Campari Red Diaries celebra i cocktail come forma d'arte e veicolo espressivo, raccontando le esperienze che ispirano i bartender a ideare e condividere le loro creazioni (vedi news del 13 e videonotizia del 20 ottobre).

Apre il calendario il noir ‘Killer in Red’, cortometraggi
o diretto e sceneggiato da Paolo Sorrentino. Interpretato da Clive Owen e ambientato in un locale esclusivo, presenta i tipici tratti stilistici del regista Premio Oscar. Owen si cala nei panni di Floyd, un celebre bartender dei primi anni Ottanta, mentre immagina la storia che sta dietro alla creazione del cocktail Killer in Red. Il film si sviluppa su due piani temporali, ritraendo tutta l'energia che caratterizzava lo spirito di allora, con un cast di oltre 170 attori e costumi originali del periodo. Floyd, capace di leggere nella mente dei clienti, sa servire il cocktail perfetto per ciascuno e conosce così la ‘Signora in rosso’ (l'attrice franco-svizzera Caroline Tillette), una donna che si rivela assai complicata. Come spesso accade nei film di Sorrentino, il final
e è aperto ed è lo spettatore a dover trarre le conclusioni.

Killer in Red dà il via a una campagna dedicata al talento dei bartender con le loro 12 storie di cocktail, in video diretti dal regista emergente italiano Ivan Olita. Le 12 storie di cocktail appaiono nel Calendario Campari Red Diaries, con foto dell'argentino Ale Burset, di cui sono state stampate solo 9.999 copie. “La campagna di quest'anno – ha detto Bob Kunze-Concewitz, ceo del Gruppo Campari - adotta un nuovo mezzo di comunicazione senza spezzare i legami col  Calendario. È proprio questo l'approccio di Campari: innovare, senza mai dimenticare la tradizione”.

Il concept di Campari Red Diaries, compresa la storia originale Killer in Red, si deve a J. Walter Thompson Milano, la produzione è di Filmmaster Productions. 





Con Cayenne Birra Forst parte
dall'Alto Adige per piacere ovunque

I bicchierini in animazione 3D della precedente campagna sono protagonisti di sette nuove storie in tv per la birra prodotta in Alto Adige, e unica italiana rimasta indipendente. Il brand va alla ricerca di una maggiore brand awareness sul territorio nazionale

24 gennaio 2017 - Sono tornati in tv i bicchierini in animazione 3D, protagonisti di sette nuovi spot da 15” per Birra Forst, la birra prodotta vicino a Merano in Alto Adige. Sono su canali generalisti, in concomitanza con l'uscita su Rai 1 della fiction ‘A un Passo Dal Cielo 4’, su canali del dtt, su Rai Sport 1 e 2 per la Coppa del Mondo di Sci. Ideata da Cayenne, la campagna ha per titolo ‘Storie di Forst’. Nella precedente edizione il pay off era ‘Forst, buona perché ha sempre vissuto qui’, ora i bicchierini vanno oltre, ‘dall'Alto Adige per piacere ovunque’, che è il concept della nuova comunicazione.
 
Birra Forst, l'unico produttore italiano di birra rimasto indipendente, punta con questo messaggio ad aumentare la brand awareness sul territorio nazionale.
 
Le ‘Storie di
Forst’ hanno un'atmosfera fiabesca. I sette soggetti, uno per ciascuna delle sette birre (1857, Premium, V.I.P., Pils, Kronen, Felsenkeller Bier, Heller Bock, Sixtus), hanno come sfondo i paesaggi più belli della zona d'origine, e ogni episodio è ispirato in modo divertente a uno dei pregi della birra che ne è protagonista, col bicchierino che interagisce con l'ambiente che lo circonda. Sul set degli spot, girato la scorsa estate, fanno comparsa personalità locali della politica, del turismo di associazioni sportive.
 
La produzione è di Brw e la regia di Moritz Friedel, regista austriaco di spot pubblicitari che lavora in Usa. Il media è curato dalla stessa Cayenne.





Sagra va al rilancio e diventa ‘il nostro olio’

Lo storico marchio di oli Extra Vergine e di oliva della Salov adotta il nuovo concept di comunicazione ideato da Auge Headquarter e si presenta dopo un restyling grafico del logo e dell'etichetta

6 dicembre 2016 - Sagra, marchio storico della Salov di Lucca, va al rilancio con un nuovo concept di comunicazione, ideato dall'agenzia Auge Headquarter di Milano, e il restyling grafico della gamma degli oli Extra Vergine e di oliva, oltre ad adottare un logo più moderno. 
 
Il claim ‘Sagra, il nostro olio’ riassume lo spirito di appartenenza e sottolinea che l'olio di oliva del brand è punto di riferimento qualitativo per i consumatori. Il nuovo spot mostra questo rapporto con una successione di scene italiane, dal pranzo in famiglia alla cena con gli amici, dalla pennichella dopo il pic nic alla domenica sul divano a guardare il calcio, giocando col nome del prodotto: La famiglia è Sagra, La pennichella è Sagra, L'amicizia è Sagra…. L'Olio è S
agra. 
 
L'immagine grafica viene rinnovata adottando un'etichetta molto chiara, bianca, con carta simile a quella di pregiate etichette di vino. Al centro c'è l'immagine di un'oliva in rilievo, mentre la banda trasversale sullo sfondo si colora diversamente a seconda delle diverse referenze. 





Il Corsorzio per la tutela dell'Asti va al rilancio
con un percorso multisensoriale e una campagna di A. Testa

L'evento ‘Tutti i Sensi dell'Asti’, che si è tenuto a Milano, ha riprodotto l'evoluzione in tre stadi, dall'acino al vino, dello spumante dolce Asti docg, suggerendo anche l'abbinamento con piatti salati. In dicembre partirà una campagna in tv e affissioni locali. L'Asti docg è il vino più esportato all'estero, che assorbe l'80% dei consumi

28 novembre 2016 - Il Consorzio per la Tutela dell'Asti docg è arrivato a Milano, in vista delle feste natalizie, con l'evento ‘Tutti i Sensi dell'Asti’, che ha previsto un percorso multisensoriale che ha riprodotto l'evoluzione in tre stadi che conduce dal grappolo di uva Moscato bianco al vino a denominazione di origine controllata e garantita (docg) più esportato all'estero, lo spumante dolce Asti docg. Il medico nutrizionista e food-teller Federico Francesco Ferrero, dell'astigiano, una delle tre provincie in cui si estende il vitigno a Moscato bianco (le altre due sono Cuneo e Alessandria), ha invitato a provare l'Asti docg non solo con i dolci, come è tradizione, ma anche con piatti salati, in particolare quelli di pesce, formaggi, salumi e risotti. 
 
Il Consorzio porterà poi Asti Docg in comunicazione, dal 14 al 31 dicembre, con una campagna firmata da A. Testa che prevede spot da 10 e 15 secondi e affissioni nei comuni di produzione del moscato: Langhe e Monferrato. 
 
Questo per il mercato interno. Ma il Consorzio oggi intende soprattutto recuperare quote di mercato all'estero, che pesa per l'80% nel consumo di Asti e Asti Moscato. Negli ultimi anni Paesi come la Germania e la Russia, i maggiori importatori del tipico vino, hanno ridotto i consumi, pur restandone i maggiori consumat
ori: la Germania ha consumato 1.679.444 bottiglie di Asti e Moscato d'Asti nel primo trimestre 2016 e la Russia 970.671, seguite da Stati Uniti con 930.875, Austria 692.034 e Italia con 605.263. 
 
Nel complesso nel 2015 sono state 85 milioni le bottiglie prodotte dagli aderenti al Consorzio, di cui 55 di Asti e 30 di Asti Moscato. Il Consorzio rappresenta 174 realtà di cui 79 aziende vitivinicole, 52 case spumantiere, 15 aziende vinificatrici, 16 cantine cooperative e 12 aziende viticole. 
 
 




Cioccolato, olio d'oliva, frutta e spezie. Icam punta
sui gusti inediti per le praline della linea premium Vanini

La storica azienda cioccolatiera di Lecco, che nel 2016 ha compiuto 70 anni, esplora ulteriori frontiere del gusto con le Praline Gourmet con olio extra vergine d'oliva e abbinamenti di gusto insoliti. Fedele alla distribuzione nella Gdo, li propone a prezzi accessibili in tre package realizzati da Mad, di cui due da regalo. E per Natale apre un temporary store a Milano. Il gruppo fattura 140 milioni di euro, per oltre la metà con l'export in 70 Paesi

18 novembre 2016 - Compie 70 anni Icam, l'azienda di Lecco produttrice di semilavorati di cacao per pasticceria, cioccolati e cioccolatini, e, in vista del Natale, amplia la linea premium a brand Vanini (nome di uno dei due rami della famiglia fondatrice), lanciata nel 2013 per rivolgersi direttamente al consumatore finale, dandosi la mission di “fare prodotti straordinari”, ovvero inediti per il settore (vedi news del 15 ottobre 2014). 
 
A base di cacao di alta qualità del Perù amazzonico, il Bagua, dopo le tavolette e i gianduiotti con varianti anche al sale e al rosmarino, Vanini esplora ulteriori frontiere del gusto con i cioccolatini realizzati con olio extra vergine d'oliva, in onore di un'intuizione ricettaria che ha trovato, dopo lunga ricerca, il prodotto adatto nella produzione dello storico oleificio calabrese ‘La Molazza’. Scelta quella dell'olio d'oliva – ci tengono a dire dall'azienda – avvenuta prima che scoppiasse la querelle sull'olio di palma. 
 
Sono nate così le Praline Gourmet, in quattro gusti, in cui il guscio di cioccolato fondente nella forma di cubetto racchiude mousse all'amarena e pepe nero, al mandarino e zenzero, al mirtillo e al pompelmo rosa. Il packaging è a cura dell'agenzia Mad di Cantù, la stessa che ha realizzato la brand identity di Vanini. 
 
La linea di Praline Gourmet si propone in 3 diversi formati: astuccio 8 pezzi (due per gusto) per un consumo informale, venduto al prezzo consigliato di 3.49 euro; il cubotto regalo da 16 pezzi al
costo di 4,99 euro; la scatola regalo da 20 pezzi a 7,49 euro. Prezzi da mass market, dato che la scelta distributiva di Icam è di commercializzare un prodotto di qualità a un prezzo accessibile nella Gdo. 
 
Ma per Natale a Milano è stato aperto un temporary store in corso Garibaldi 117, curato da Centoeventi, dove sono in vendita i diversi prodotti della casa e le confezioni natalizie, e dove ogni settimana fino al 31 dicembre, nell'area dedicata a Icam Linea Professionale, sette mastri pasticceri, uno a settimana, propongono una personale selezione di praline fresche.
 
Il temporary store rientra nel complesso delle attività di comunicazione di Icam, che l'anno scorso è stata presente all'Expo e quest'anno, per il 70° compleanno, ha lanciato un concorso legato alla presenza a Eurochocolate. Per le nuove praline Gourmet, inoltre, è on air su canali Sky lo spot realizzato in computer graphic e animazione digitale da Virtual Solution, con claim ‘Vanini, la nuova dimensione del gusto’ (vedi Videonotizia del 14 novembre). Altre attività di comunicazione riguardano i social e azioni come la partnership con Marie Claire durante la settimana della moda. 
 
Icam ha fatturato 140 milioni di euro nel 2015 (+7% sull'anno precedente), di cui oltre la metà sviluppato all'estero, dato che il gruppo esporta in 70 Paesi. Quanto al brand premium Vanini, il fatturato per ora è di circa tre milioni, ma in espansione. 





Sodastream combatte la vergogna dell'uso di bottiglie di plastica
con The Mountain e Septa Unella di Games of Thrones

Il player della produzione di acqua frizzante ha lanciato online a livello globale il video disruptive ironico 'Shame or Glory' che promuove l'uso dell'acqua di rubinetto e della gasatura a casa. Vi partecipa anche il ceo Daniel Birnbaum. Dopo una fase teaser, in Italia è su Youtube e Facebook col supporto di investimenti digital per incoraggiare la viralità

16 novembre 2016 - Si intitola Shame or Glory, e si basa scena dell'espiazione ‘Walk of Shame’ dalla quinta stagione di Game of Thrones, il video disruptive messo online da SodaStream International. Vede la partecipazione di due personaggi iconici della serie della HBO: Thor Bjornsson, che interpreta Ser Gregor Clegane, AKA ‘The Mountain’, e Hannah Waddingham, che interpreta Septa Unella, aguzzino della regina Cersei della scorsa stagione. Il duo è affiancato dal comico britannico Ross Hatt e dal ceo di SodaStream Daniel Birnbaum, in veste di attore. 

Il video promuove l'uso di acqua fresca del rubinetto per produrre acqua frizzante a casa anziché il ricorso ‘vergognoso’ a bottiglie monouso di plastica inquinanti, che contaminano il pianeta: più di un miliardo sono utilizzate ogni giorno in tutto il mondo e la plastica finisce nelle discariche, nei parchi e negli oceani. “Shame or Glory usa l'umorismo e la sorpresa per sfidare l'uso diffuso di bottiglie monouso di plastica, che stanno inquinando la Terra, un crimine per lo più incontrastato – ha detto Daniel Birnbaum -. Questo problem
a tocca molto la mia sensibilità personale ed è per questo che ho scelto di partecipare a questo video. Ma la buona notizia è che abbiamo fresca acqua potabile in molte parti del mondo ed è facile ed economico godere di acqua buona, oltre che produrre acqua frizzante a casa, senza dover inquinare il pianeta”.

La campagna è stata lanciata ieri a livello globale attraverso le pagine Facebook e YouTube dedicate e il minisito dedicato. In Italia è supportata da investimenti digitali su Facebook per incoraggiare la viralità del video ed è stata preceduta da una fase teaser attraverso l’engagement di digital influencer, che continueranno a collaborare con SodaStream Italia per la viralizzazione. Inoltre, Thor Bjornsson sarà protagonista di un tour in alcune città europee che partirà da Parigi e passerà per Monaco e Vienna per concludersi a Tel Aviv.





Un'esplosione di colori per il lancio
di Perugina Tablò. Firma A. Testa

Innovativa nella forma e packaging, la nuova tavoletta di cioccolato segna il ritorno di Perugina in tv e al cinema con uno spot che è un omaggio ai colori della terra umbra. Racconta di un viaggio fantastico nel cuore dell'Italia, con produzione di Filmmaster e la regia di Gal Muggia

24 ottobre 2016 - Nestlé Perugina lancia una novità assoluta, Perugina Tablò, tavoletta di cioccolato che è espressione autentica della terra di origine, innovativa quanto a forma e a packaging. Per la campagna di lancio, Perugina torna dopo oltre 10 anni in comunicazione con uno spot on air in tv e al cinema, ideato da Armando Testa, agenzia di riferimento del gruppo Nestlé per i marchi della divisione dolciari. 
 
La campagna è di forte impatto visivo. Lo spot racconta di un viaggio fantastico nel cuore dell'Italia, attraverso Perugina che è “il cuore del cioccolato italiano”. L'ispirazione viene dai colori tipici della spettacolare fioritura della Piana di Castelluccio di Norcia, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, dove lo sbocciare di migliaia di fiori crea un tripudio di sfumature variopinte. 
 
Arte pittorica e un'innovativa tecnica registica si uniscono, dando vita a un effetto sorprendente per un progetto di comunicazione che sancisce un nuovo linguaggio per il brand. La produzione è di Filmmaster e la regia di Gal Muggia, reduce dall'aver diretto il video di Up&Up dei Coldplay. La musica è di Jhon Montoya.





L'Ente Nazionale Risi indice a Milano gli stati generali del riso europeo

L'Ente promuove l'iniziativa di creare un fronte comune a tutela della produzione, chiedendo alla Ue il ripristino dei dazi doganali per le importazioni dal Sud Est Asiatico. Con mission di fornire assistenza tecnica e analisi per il miglioramento della produzione, di controllare la commercializzazione ma anche di fare informazione e promozione del riso italiano, l'Ente dà visibilità al Centro Ricerche in Lomellina e offre a chi fosse interessato una mostra itinerante di foto sull'ecosistema del riso

17 ottobre 2016 - È un mercato importante quello del riso per il nostro Paese. Con 234.000 ettari coltivati (il 52% del totale nella Ue) e 140 varietà (di cui una quindicina reperibili nei supermercati), l'Italia è il primo produttore di riso in Europa, conta 4.265 aziende agricole impegnate nella risicultura, circa 100 industrie risiere e un giro d'affari di un miliardo di euro l'anno per il riso lavorato.
 
Il riso tradizionale per l'Italia è la varietà Japonica da climi temperati, con chicchi più o meno tondeggianti adatti a risotti, minestre, dolci e parboiled, con le varietà top il Carnaroli, l'Arborio, il Baldo, il Vialone Nano. Ma dagli anni novanta, sfruttando gli incentivi Ue, è partita la la coltivazione anche dell'Indica, varietà tipica dei climi tropicali, riso stretto e lungo da insalate e da contorni. Solo che nel 2009 la Ue ha liberalizzato le importazioni di riso lavorato, in particolare dalla Cambogia e dal Myanmar, grandi produttori di Indica, concedendo il dazio zero in nome di aiuti ai Paesi emergenti, nell'ambito dell'iniziativa EBA (everything but arms). Ne arrivano da lì 390.000 tonnellate l'anno. Peccato che per i Paesi produttori Ue il dazio gravi per 170 euro a tonnellata, e il mercato interno abbia subito grave danno sul fronte dell'export, con aumento degli stock. Dai 75.000 ettari coltivati a Indica in Italia si è passati oggi a 33.000. 
 
Si inserisce in questo scenario l'iniziativa dell'Ente Nazionale Risi di organizzare a gennaio a Milano (data provvisoria il 15 e sede provvisoria le ex Stelline) gli ‘stati generali del riso’ ovvero una riunione di tutti i Paesi europei produttori (Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Francia, Romania, Bulgaria e Ungheria) per creare un fronte comune nel confronto con l'Unione europea. La posizione italiana è di richiedere l'immediato ripristino dei dazi alle importazioni di riso da Cambogia e Myanmar. Le blande raccomandazioni della Ue alla Cambogia nel 2015 a stabilizzare i volumi dell'export di riso verso l'Europa, seguite lo scorso luglio all'invio laggiù di una delegazione, non hanno prodotto risultati concreti. “È necessario unir
e le forze per arrivare a Bruxelles con una posizione comune che convinca le istituzioni comunitarie ad agire con rapidità” ha dichiarato Paolo Carrà, presidente dell'Ente Nazionale Risi.
 
L'Ente Nazionale Risi, nato nel 1931, è ente pubblico sotto il controllo del Ministero delle politiche agricole ma finanziato dagli stessi produttori (34 centesimi per ogni tonnellata di risone portato alla riseria), con mission di fornire assistenza tecnica e analisi per il miglioramento della produzione, di controllare la commercializzazione ma anche fare informazione e promozione del riso made in Italy. Ha sedi in tutti i maggiori centri risicoli, ma è i
n Lomellina (Pavia) che ha aperto un avanzato Centro Ricerche, quella Lomellina dove nel 1400 ci fu lo sviluppo della cultura estensiva del riso ad opera di Leonardo da Vinci, facendo dell'area un po' per volta un mosaico di acqua e terra o come si dice là “un mare a quadretti” per come appaiono i campi in periodo di semina e germinazione. 
 
Il Centro Ricerche a Castello d'Agogna, vicino a Mortara, fa attività di ricerca in tre settori principali: m
iglioramento genetico e biotecnologie; agronomia e difesa della coltura nell'interesse di una risicoltura sostenibile; chimica e merceologia (unico laboratorio nell'Unione europea accreditato per le analisi merceologiche sul riso). È anche presente ‘la banca del germoplasma’ che conserva circa 1.500 semi di tutte le qualità di risi italiani e del mondo, unica nel suo genere.
 
Frenato dalla spending review a cui sono obbligati gli enti pubblici, l'Ente Nazionale Risi fa fatica a investire in comunicazione a largo raggio. L'anno scorso ha guidato cinquantun aziende risiere all'Expo nel Padiglione di Federalimentare ‘Cibus è Italia’ per illustrare la storia, la ricerca, le ricette e il futuro del riso italiano, con l'obiettivo di spingere l'export fuori dalla Ue, organizzando anche sei serate evento (vedi news del 22 aprile 2015). Ha anche messo a punto nel 2012 una m
ostra di foto sull'ecosistema del riso che, itinerante, può essere richiesta da scuole e organizzazioni varie. E ora si dà visibilità con azioni di rp come la giornata aperta alla stampa nel Centro Ricerche, per invitare a condividere la passione per il riso e dare risonanza mediatica all'iniziativa degli stati generali. Da lì partirà l'invito alla Ue a tutelare la produzione interna, tra cui quella italiana. 


Riso Gallo compie 160 anni di ‘chicchiricchi’

È un'altra bella storia famigliare italiana, frutto dell'intraprendenza del commerciante Giobatta Preve e che ora festeggia, in mano alla sesta generazione, una quota di mercato del 22%, un fatturato di 108 milioni nel 2015, l'export in 77 Paesi. Tra le iniziative per la ricorrenza, la pubblicazione del libro ‘160 anni di chicchiricchi’, l'annullo del francobollo celebrativo, la decima edizione della Guida Gallo, la premiazione del concorso ‘Risotto dell'Anno’. In agosto era andato on air lo spot Heritage di A. Testa

4 ottobre 2016 - Riso Gallo celebra i 160 anni e il turnover alla guida, ora affidata alla sesta generazione, con una serie di iniziative ed eventi, tra cui una cena di gala alla Scala, la pubblicazione di un libro sulla storia aziendale, la decima edizione rinnovata della Guida Gallo, l'annullo del francobollo celebrativo emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, stampato dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e inserito nella serie ‘Le eccellenze del sistema produttivo ed economico’. E infine con la premiazione del primo classificato al concorso ‘Risotto dell'Anno’, iniziativa dedicata ai talenti emergenti della ristorazione dai 18 ai 26 anni. Ha vinto il 22enne di origine peruviana Sergio Daniel Porras Salazar dell'Istituto Albeghiero Giolitti di Torino, con una singolare ricetta a base di burrata, trota, uova di trota e scorza di limone candita che ha avuto l'onore di preparare per la cena di gala alla Scala. 
 
La stor
ia di Riso Gallo inizia a Genova nel 1856, quando Giobatta Preve, commerciante in Sudamerica da anni, apre lo stabilimento di Sampierdarena che lavora risone importato e lo esporta in Argentina. Là l'analfabetismo era molto diffuso, per cui si decide di identificare le differenti qualità di riso nei sacchi con disegni di animali: giraffa, aquila, elefante, leone e gallo che individuava la migliore qualità. Passando dalla vendita sfusa a quella in scatola, venne scelto il gallo come simbolo e marchio dell'azienda. L'azienda attualmente è ubicata a Robbio Lomellina, nel cuore del Pavese. Riso Gallo è leader di mercato col 22% di quota, ha fatturato 108 milioni di euro nel 2015, lavora più di un milione di quintali di riso e lo esporta in 77 Paesi. Il 30-40% della produzione viene venduta all'estero. 
 
Questa in estrema sintesi la storia alla base del libro scritto dal giornalista Gianni De Felice ed edito da Gribaudo a titolo ‘160 anni di chicchiricchi’ che è insieme storia di un'azienda e storia di una famiglia. La prefazione è di Giovanni Rana. Giunge invece alla decima edizione la Guida Gallo, un racconto-itinerario bilingue lungo la strada del riso, con 117 ricette inedite, edita per la prima volta dal Gruppo Feltrinelli e curata per l'occasione dal critico enogastronomico Allan Bay. Nuovo il titolo: ‘I Risotti dei migliori Ristoranti del Mondo’. La copertina è dedica
ta al primo classificato del concorso Premio Gallo Risotto dell'Anno
 
Le celebrazioni del 3 ottobre alla Scala di Milano sono state anticipate dalla campagna pubblicitaria ‘Heritage’ per i 160 anni, andata on air in agosto. Oltre a comunicare la storia dell'azienda, ha lanciato la linea Benessere e in particolare il ‘3 cereali’ (riso, farro e orzo) e l'‘Expresso 3 cereali’ che si cuoce in soli due minuti. In tagli da 30 e 15 secondi, lo spot è ideato dall'agenzia di riferimento di Riso Gallo, l'Armando Testa. Gli altri partner di comunicazione sono Asset di Torino per il media e anche per alcune attività sul digitale, mentre il sito per l'e-commerce è a cura di Hub09. Le rp sono affidate ad Havas Pr. 


Il biscottificio Di Leo Pietro sposa la causa salutista e ambientalista.
Con forPlanet Onlus sosterrà le foreste e l'orango di Sumatra

Lo storico biscottificio di Altamura dà visibilità all'aver tolto da due anni l'olio di palma dai suoi prodotti, aderendo al progetto ‘All'orango io ci tengo’. L'1% del ricavato dalla vendita dei biscotti Fattincasa sarà devoluto all'iniziativa, lanciata in collaborazione con forPlanet di Tessa Gelisio e la Sumatran Orangutan Society. Tornerà, inoltre, in tv lo spot tratto dal corto ‘Storia di Leo’ ideato dall'agenzia CaruccieChiurazzi

29 settembre 2016 - Due anni fa lo storico biscottificio Di Leo Pietro aveva eliminato l'olio di palma da tutti i suoi prodotti, ma già dal 1990 realizzava il prodotto di punta, i biscotti Fattincasa, con solo olio di mais. Ora lega il brand a un progetto di sostenibilità ambientale in Indonesia, contro la deforestazione che fa posto a nuove coltivazioni di palma, nuocendo anche alla vita delle specie animali autoctone. Il nome del progetto è tutto un programma: &lsqu
o;All'orango io ci tengo’. 
 
Di Leo Pietro spa, nata nel 1860 ad Altamura e con stabilimento produttivo a Matera, lo lancia insieme all'associazione per la conservazione ambientale forPlanet Onlus, fondata e presieduta dalla scrittrice e conduttrice televisiva Tessa Gelisio, in collaborazione con la Sumatran Orangutan Society (SOS). Per un anno, dal 1° ottobre 2016 al 1° ottobre 2017, la Di Leo destinerà l'1% del ricavato dalla vendita della linea Fattincasa alla salvaguardia degli orango di Sumatra. 
 
Verranno reintrodotti in natura 15 orangutan, verrà recuperato un ettaro del loro habitat con la piantumazione di 1.000 alberi e verrà offerto un supporto alle attività delle associazioni impegnate nella conservazione a lungo termine delle foreste pluviali primarie dell'isola, dove le coltivazioni di palma da olio si stanno espandendo anche all'interno delle foreste (ridotte alla metà in 25 anni) e
delle aree protette. Negli ultimi 100 anni la presenza di orangutan è diminuita dell'86% e la specie è a rischio di estinzione. 
 
L'iniziativa solidale viene comunicata sul web. Con l'acquisto dei biscotti Fattincasa sul sito www.dileo.it si contribuirà alla causa degli orangutan e si riceveranno t-shirt e cappellino del progetto in omaggio. Tra le altre attività di comunicazione del brand, è previsto un nuovo flight in tv dello spot ideato tre anni fa dall'agenzia CaruccieChiurazzi di Bari, tratto in tagli da 60 e 30 secondi dal cineracconto ‘Storia di Leo’, prodotto da Fanfara Film con regia di di Pippo Mezzapesa, che mette in scena la storia aziendale attraverso un racconto collettivo. 
 
La Di Leo è il secondo player dei biscotti in Puglia e Basilicata, alle spalle del Gruppo Barilla (fonte Nielsen). Nell'ultimo quinquennio il fatturato è passato dai 10,5 milioni del 2010 ai 14,9 del 2015. Il mercato ha premiato la scelta di investire sul segmento salutistico: «Siamo impegnati – ha detto Pietro Di Leo, amministratore unico della Di Leo Pietro spa – a rinnovare i nostri prodotti e a renderli sempre più aderenti alle richieste del mercato, ormai attentissimo agli aspetti salutistici e nutrizionali degli alimenti». Mentre nel 1° semestre di quest'anno il mercato di riferimento ha visto le vendite a volume calare in Area 4 Nielsen del 2,8% e in particolare in Puglia del 5,3% e in Basilicata del 7,3%, la Di Leo è cresciuta rispettivamente dell'1,5%, del 3,1% e del 3,5%.





Twinings punta sui Tè Verdi, riedita la campagna tv
emozionale dedicata a Tealand e rinnova le grafiche

Torna on air riadattato, con forte pressione per 7 settimane, lo spot di Saatchi & Saatchi Italia diventato globale. Tra le altre novità del brand, sempre impegnato nell'ampliare la gamma con novità di prodotto, ci sono il lancio della Camomille Collection, il rinnovamento delle grafiche dei Deteinati e delle Collection e le confezioni natalizie illustrate dalla vietnamita Turine Tran. Obiettivo, smuovere un mercato italiano di deboli bevitori di tè, dove potrebbero esserci ampi margini di crescita

27 settembre 2016 - Ampiezza della gamma, novità di prodotto e una comunicazione essenzialmente televisiva di taglio emozionale. È la strategia su cui punta nel nostro Paese Twinings, la multinazionale del tè e degli infusi nata nel 1706 in Gran Bretagna e presente nel nostro mercato dal 1951, in cui oggi è leader con quasi il 39% di quota a valore nei tè, seguita da Lipton (Unilever) col 20,5% e da Star (Gallina Blanca) col 13,2%.  
 
Dopo il rilancio dei Tè Classici del 2014 e quella dei Tè Neri Aromatizzati nel 2015, Twinings dedica questo autunno al mondo dei Tè Verdi, secondo segmento in Italia dopo i Classici, in crescita del 9%. Il packaging viene rinnovato e viene lanciata la nuova referenza Ginger Green Tea, che combina il sapore frizzante e speziato dello zenzero con tè
Fabio Pesce
verde e lemongrass. 
 
Per il rilancio dei Tè Verdi torna on air per sette settimane tra ottobre a febbraio, con 5000 passaggi e una pressione di 2000 Grp's, lo spot ispirato al mondo di ‘Alice nel paese delle meraviglie’ ovvero in Tealand (vedi Videonotizia del 4 novembre 2014), con una declinazione sul segmento dei Tè Verdi, grazie all'aggiunta di nuove scene e di interventi in postproduzione. Spot emozionale fortunato, nato per il mercato italiano e quello giapponese con creatività a cur
a di Saatchi & Saatchi Italia, poi adottato anche da molti altri Paesi. La produzione è d
i Filmmaster, il media a cura di MEC. “In questo spot il consumatore riconosce i nostri valori, la nostra etica, la nostra autenticità e la nostra passione, che sono elementi importanti nell'acquisto delle miscele Twinings” spiega Fabio Pesce, general manager di Twinings Italia. La comunicazione, come si è detto, è essenzialmente televisiva, per ora è solo allo studio l'ipotesi di entrare nel digital. 
 
Tra le altre novità del brand, ci sono il lancio della nuova referenza Camomille Collection, combinazione di miscele a base di camomilla e frutta, erbe o spezie, e il rinnovamento delle grafiche dei Deteinati (che diventano DeTea) e delle Collection ad opera dell'agenzia londinese BrandOpus. Per Natale, poi, arriveranno le nuove confezioni regalo, con una veste grafica ispirata ai grandi pittori vittoriani dell'illustratrice vietnamita Turine Tran. Le scatole, tra cui una in legno a 4 scomparti, propongono una scelta anche con tè verdi e tè neri aromatizzati.
 
La R. Twining & Co appartiene all'Associated British Foods plc, una delle prime 50 aziende quotate alla Borsa di Londra con fatturato globale di 14 miliardi di sterline, di cui oltre 900 milioni sviluppati col brand Twinings. Circa 54 milioni sono fatturati in Italia, dove sono proposte 50 miscele di tè su 250 offerte nel mondo. Un mercato, quello italiano, che presenta ancora molti margini di crescita: non siamo grandi bevitori di tè, in media se ne beve una tazza alla settimana, gli heavy users arrivano a 4, ma il consumo pro capite è la metà, tanto per fare un esempio, di quello francese. Un mercato dove l'acquisto del tè è un'abitudine, nemmeno condizionato dal prezzo, appannaggio degli over 35 (per il 40% uomini): uno scenario che Twinings vuole ‘smuovere’ col continuo l'arricchimento dell'offerta e il ricorso alla leva emozionale in comunicazione.


Calendario Lavazza 2017. ‘We are what we live’ conclude la trilogia ‘The Earth Defenders’. Concept di A. Testa e foto di Denis Rouvre

Il tema dell'edizione 2017 del Calendario consacra il legame dell'uomo con la natura ed è dedicato a difensori della terra che abitano nel Sud Est Asiatico. Dodici coppie di foto mostrano da una parte un viso e dall'altra un luogo rappresentativo dell'ambiente in cui la persona abita e lavora. Il Calendario è anche protagonista a Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino. Intanto, Lavazza e A. Testa si preparano a mandare on air un secondo soggetto a fine ottobre e un terzo sotto Natale dell'evoluzione del format Paradiso con Maurizio Crozza. Budget stabile, ma in crescita la parte rivolta al web e all'estero

22 settembre 2016 - È dedicato ai ‘difensori della terra’ abitanti del Sud Est Asiatico il terzo calendario Lavazza che chiude la trilogia degli Hearth Defenders, iniziata nel 2015 con gli scatti di Steve McCurry in Africa e proseguita nel 2016 con quelli di Joey L. nel Centro e nel Sud America. Il tema dell'edizione 2017 è 'We are what we live' ovvero ‘Siamo ciò che abitiamo’ a consacrare il legame dell'uomo con la natura, un legame che in quei paesi è molto stretto, simbiotico, fatto di sacrificio e consapevolezza dell'impegno personale verso la terra e le comunità locali.
 
Il progetto, realizzato in collaborazione con Slow Food, ha come i precedenti la firma di Armando Testa, con la direzione creativa di Michele Mariani, mentre gli scatti sono del francese Denis Rouvre, ‘fotografo della geografia dei volti’, vincitore di tre World Press
Photo, nel 2010, 2012 e 2013. Il Calendario è composto da 12 coppie di fotografie affiancate, metà uomo e metà ambiente, da una parte un viso ritratto nella sua essenza e naturalezza, all'altra un luogo rappresentativo dell'ambiente in cui la persona abita e lavora: ogni ritratto è anche un paesaggio e ogni paesaggio finisce per essere un ritratto.
 
Il Calendario è anche protagonista a Terra Madre Salone del Gusto 2016 di Torino (22-26 settembre), l'undicesima edizione della manifestazione enogastronomica internazionale in cui ricorrono i 20 anni di collaborazione tra Lavazza e Slow Food. È in vendita in edizione limitata a sostegno di Terra Madre. Inoltre è possibile visitare gratuitamente la mostra fotografica dedicata ai tre anni del progetto The Earth Defenders allo Spazio Lavazza (ex Borsa Valori in Via San Francesco da Paola 28).
 
Alcune immagini del Calendario 2017 sono utilizzate per la campagna su affissioni che promuove Terra Madre Salone negli aeroporti di Torino Caselle e Milano Malpensa e in città a Torino. Non è previsto, invece, come per le precedenti edizioni di Hearth Defenders, l'uso delle immagini del Calendario per una campagna pubblicitaria di brand. 
 
Lavazza ha da poco debuttato in tv con l'
Carlo Colpo
evoluzione del format Paradiso che vede come nuovo protagonista Maurizio Crozza (vedi news del 13 settembre). Carlo Colpo, head of adv & media di Lavazza, annuncia un secondo soggetto con Crozza tra ottobre e novembre e un terzo natalizio, sempre a sostegno del lancio di A Modo Mio Jolie. Lavazza sarà anche in tv in ottobre con la campagna internazionale di Y&R per Prontissimo caffè solubile, già on air in agosto. Il budget per il 2016 è in linea con quello del 2015, ma cresce la parte destinata a web e social, arrivata a pesare per il 15%. Il 60% dell'investimento è destinato alla comunicazione all'estero, a dimostrazione della spinta verso l'internazionale del business. 




Grana Padano si racconta in libreria e parla
al cuore del consumatore in tv con McCann

Edito da Mondadori, il libro ‘Grana Padano: Una storia di qualità’ ripercorre gli oltre otto secoli di storia del formaggio Dop più venduto oggi al mondo e di cui l'export assorbe quasi il 40% della produzione. Il Consorzio investe quest'anno 27 milioni in comunicazione, di cui 16,5 in Italia. La metà è riservata alla tv dove esce con un flight di due settimane fino a fine anno il nuovo spot emozionale ideato da McCann Worldgroup che è un vero e proprio inno alle origini. Lo spot sarà anche in Germania, Svizzera, Francia, Uk e Usa 

16 settembre 2016 - Grana Padano torna in comunicazione su doppio binario. Il 13 settembre è uscito, edito da Mondadori, il libro ‘Grana Padano: Una storia di qualità’ che ripercorre gli oltre otto secoli di storia del formaggio Dop più venduto oggi al mondo. E il 18 settembre debutta in tv la nuova campagna, con un spot emozionale firmato da McCann Worldgroup, agenzia di riferimento del Consorzio Grana Padano da marzo 2014.
 
Il libro, in italiano e in inglese, parte dal lontano 1134, quando alcuni frati dell'Abbazia di Chiaravalle ebbero l'intuizione di trasformare in formaggio di pasta dura il latte che non riuscivano a conservare. Prosegue raccontando della regolarizzazione della produzione nel Novecento e della nascita del Consorzio Tutela Grana Padano nel 1954, con l'obiettivo di riunire le cooperative e le industrie casearie dedite alla produzione secondo un disciplinare ben preciso. Dà anche largo spazio alla comunicazione, dalle sponsorizzazioni sportive (ciclismo, basket, calcio coi cartelloni a bordo campo nelle partite di serie A) ai progetti di informazione nelle scuole, dall'attività di educazione nutrizionale Grana Padano divenuta dal 2005 un progetto istituzionale alle campagne pubblicitarie nazionali e internazionali ideate e prodotte fino a Expo 2015. 
 
Come spiega il dir
Stefano Berni
ettore generale Stefano Berni, nel 2016 il Consorzio investe in comunicazione in Italia un budget complessivo di 16 milioni e mezzo, un po' meno del 2015 quando ha puntato molto sull'Expo: è stato product sponsor del Padiglione della Società Civile, presente nei punti di ristoro e ha tenuto aperto per sei mesi un vero e proprio caseificio presso la Cascina Triulza. Altri 10 milioni e mezzo vengono investito all'estero, dato che l'export copre ormai quasi il 40% della produzione. Si parla nel complesso di 5 milioni di forme prodotte l'anno, ciascuna di 38 kg per cui servono 500 litri di latte. 
 
Tornando al budget in Italia, circa la metà, 8 milioni, è riservato alla tv (1.7 va alla radio, 1 alla stampa, 800mila euro al web e i restanti 5 mil
ioni a eventi, partecipazione a fiere, sponsorizzazioni). La nuova campagna televisiva sarà on air fino a fine anno con flight di due settimane al mese, con lo spot in vari tagli e modulando un format che è un inno alle origini e punta dritto al cuore del consumatore: un nonno ricorda al nipote di non dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo, perché sono le origini e le tradizioni che fanno la differenza. Tornano la terra della Pianura Padana, il profumo dell'erba e il sapore di Grana Padano che nasce solo in quel territorio unico. Il finale svela che nonno e nipote sono in un ristorante di New York, dove la famiglia si è trasferita tanti anni prima. La produzione è di Movie Magic International e la regia di Dorian&Daniel.
 
La pianificazione, curata da MEC, prevede reti Rai, Mediaset, Sky e La7 e coinvolgerà anche Germania, Svizzera, Francia, Uk e Usa. Del resto il concept 'non dimenticare mai da dove vieni' spezza anche una lancia contro la piaga della contraffazione che crea non pochi problemi ai prodotti di eccellenza italiani all'estero. 





Coca Cola Italia promuove il progetto sociale C10
a favore di 10 città italiane attraverso il civic crowdfunding

L'operazione culturale e sociale vuole stimolare il cambiamento realizzando 10 progetti di inclusione sociale in aree disagiate di Torino, Milano, Verona, Bologna, Genova, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo. Associazioni, gruppi di cittadini, organizzazioni no profit ed enti privati possono partecipare proponendo loro progetti di pubblico interesse da finanziare

15 settembre 2016 - Si intitola ‘C10 – Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane’, l'operazione culturale e sociale promossa da Coca-Cola Italia per supportare il cambiamento in 10 capoluoghi italiani attraverso progetti di inclusione sociale. Le città sono Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Verona. L'iniziativa poggia sul crowdfunding come mezzo per finanziare opere di pubblico interesse mediante l'attivazione delle comunità stesse, che saranno così fruitori del cambiamento e co-autori del risultato fina
le.

"Un progetto pilota – ha detto Vittorio Cino, direttore comunicazione di Coca-Cola Italia – che vuole supportare le comunità locali nel migliorare la qualità della vita, in particolare nelle aree più svantaggiate, investendo in attività ricreative e offrendo servizi concreti. Il crowdfunding si pone come strumento di finanziamento ‘dal basso’ che partirà dalle comunità locali a favore della comunità stesse e quale mezzo alternativo per dare risposte concrete ai reali bisogni delle comunità e per investire in una società migliore".

Associazioni, gruppi di cittadini, organizzazioni no profit ed enti privati possono partecipare proponendo loro progetti da finanziare collegandosi alla piattaforma coca-cola.derev.com. Entro il 15 ottobre, Coca-Cola Italia, col supporto dei partner tecnici DeRev e Fondazione EYU, selezionerà 10 progetti, uno per ogni città coinvolta, che verranno comunicati il 15 novembre dando il via alla raccolta fondi. Ci saranno 3 mesi di tempo per raggiungere l'obiettivo finanziario e l'annuncio dei traguardi raggiunti verrà dato il 15 febbraio. 

L'obiettivo finale sarà di realizzare e inaugurare tutte le opere di inclusione sociale entro il 2017. Info su http://www.coca-colaitalia.it/c10.


Mourinho protagonista dello spot ‘Prep Talk’
per Heineken, da 11 anni sponsor della Champions

Diretto da Guy Ritchie, il nuovo spot è parte della piattaforma di Heineken ‘Champion the Match’ e sarà pianificato in 90 Paesi nella stagione di Uefa Champions League 2016/17. La creatività è di Publicis Italia

14 settembre 2016 - Heineken dedica alla Uefa Champions League, di cui è sponsor ufficiale, la campagna ‘Prep Talk’ con protagonista l'allenatore due volte vincitore della competizione José Mourinho. Girato dal pluripremiato regista Guy Ritchie, il nuovo spot fa parte della piattaforma di Heineken ‘Champion the Match’ e sarà pianificato in 90 Paesi nel corso della stagione di Uefa Champions League 2016/17. In Italia la campagna è già sulle piattaforme social di Heineken.  
 
Nel film José Mourinho fa un appello motivante e appassionato ai tifosi, incitandoli a prepararsi ad affrontare la serata di Champions in qualunque parte del mondo si trovino. In pieno stile Heineken non manca il finale a sorpresa. 
 
“Prepararsi a una serata di Champions insieme agli amici – ha dichiarato Gianluca Di Tondo, senior director global Heineken – è un'esperienza entusiasmante. Ma con la giusta ispirazione può diventare un evento davvero memorabile. E chi meglio di José Mourinho può dare il giusto stimolo per partecipare al match da veri campioni?”. Mourinho a sua volta ha detto: “Heineken è stata con me, a bordo campo, durante tutta la mia carriera nella Uefa Champions League. Mi piace il brand e tutto ciò che rappresenta, soprattutto apprezzo il suo impegno nella promozione del consumo responsabile”.
 
Lo spot, ideato da Publicis Italia e prodotto da Independent/Reset, segna l'undicesimo anno di collaborazione tra Heineken e la Champions.





Il Paradiso Lavazza rinnovato dall'architetto Maurizio Crozza

La saga pubblicitaria ventennale assume un taglio più cinematografico e contemporaneo di cui è artefice il nuovo protagonista, che fa più personaggi tra cui San Pietro. Crozza esordisce presentando alla 'Fuffas' la nuova macchina di design A Modo Mio Jolie. Ideazione e realizzazione si devono come sempre ad Armando Testa, produce Filmmaster con regia di Paolo Monico. In tv e online da domani, anticipata da pillole teaser

13 settembre 2016 - Nuovo corso per Lavazza Paradiso, la ventennale saga pubblicitaria che avrà dal 14 settembre un nuovo protagonista, Maurizio Crozza, che interpreterà più personaggi in scena e sarà artefice del rinnovamento del format. Il personaggio principale sarà quello di un eccentrico architetto che ricorda parecchio il 'Fuffas' del Paese delle Meraviglie, impegnato alla sua maniera a presentare la nuova macchina di design A Modo Mio Jolie. Crozza, come ci ha abituato, si moltiplica e fa anche San Pietro e gli angioletti.
 
La nu
ova campagna è su tutte le reti televisive e sul web. La creatività e la realizzazione si devono come sempre ad Armando Testa mentre la regia è di Paolo Monico e la direzione della fotografia di Mark Patten. La produzione è di Filmmaster. La campagna è preannunciata da video teaser di pochi secondi già in tv e online.
 
"Per il rinnovamento del Paradiso Lavazza  - ha detto Carlo Colpo, head of advertising & media di Lavazza - abbiamo scelto, insieme all'agenzia, un grande professionista in perfetta sintonia con i valori dell'azi
enda e della sua comunicazione. Con il suo inconfondibile timbro ironico, graffiante e sorprendente, riesce a essere unico e diverso in ogni situazione, un po' come il caffè Lavazza che, in tutte le sue declinazioni e modalità di preparazione, offre sempre un piacere autentico. Questo è il primo di una serie di spot che andranno in onda nei prossimi mesi e che toccheranno tutti i plus del sistema A Modo Mio e della nuova macchina Jolie, come la silenziosità, la compattezza e il design".
 
La nuova immagine della campagna ha taglio cinematografico e più contemporaneo e  rappresenta una svolta importante nella saga del Paradiso. Si inserisce in una strategia rinnovata di comunicazione a livello globale per il brand. 








Heineken annuncia la partnership con la F1 con 2 campagne integrate. Testimonial, Jackie Stewart e David Coulthard

Stewart è protagonista di ‘When You Drive, Never Drink' nuovo capitolo dell'impegno dell'azienda birraria verso un consumo responsabile. In 'More than a Race’, campagna di brand, David Coulthard mostra come la F1 non sia solo una gara di due ore, ma uno spettacolo ricco di glamour e passione che coinvolge per 72 ore le maggiori città del mondo. Le due campagne sono in evoluzione, firma Publicis Italia

5 settembre 2016 - Heineken annuncia la partnership globale con la Formula 1 con una doppia campagna integrata a firma di Publicis Italia. Lo spot ‘When You Drive, Never Drink’, in tv nel nostro Paese durante il Gran Premio Heineken d'Italia (2-4 settembre) e sul digital, è un nuovo capitolo dell'impegno dell'azienda birraria verso un consumo responsabile. Ha per protagon
ista Jackie Stewart, un pioniere della sicurezza in pista e una leggenda della F1. Lo spot segue i suoi successi in pista e fuori, guidati da una scelta ben precisa: rifiutare di bere prima di guidare, in qualsiasi situazione. La produzione è di Anorak Berlin/Independent London. 
 
La campagna ‘More than a Race’ ha, invece, per protagonista David Coulthard, ex pilota e commentatore tv. Il concept è che la F1 non è solo una gara di due ore ma uno spettacolo ricco di glamour e passione, lungo 72 ore, in cui le grandi città del mondo viv
ono una trasformazione, con l'arrivo di moltissime persone e con i party che accendono la notte. Heineken vuole aprire questa esperienza a tutto il mondo. In Italia ‘More than a Race’ esce con un soggetto in outdoor a Milano e Monza. 
 
Gianluca Di Tondo, senior director global Heineken brand, ha dichiarato: “Le nostre nuove campagne toccano due specifiche aree: un nuovo e innovativo punto di vista sulla nostra piattaforma dedicata al consumo responsabile e una campagna di brand che punta a creare nuove opportunità commerciali. Entrambe saranno ampliate e sostenute con attivazioni digital, eventi ed esperienze live per i fan, iniziative pr, pack dedicati e attivazioni sui pv”.
 
Dalla stagione 2017 Heineken sarà event title partner di tre Gran Premi di Formula 1 e avrà presenza significativa in altri 6 eventi. Sarà ‘global beer partner’ esclusivo e avrà i diritti di servizio del prodotto, attivazione e accesso alla maggior parte degli eventi nell'ambito del Campionato Mondiale di Formula 1.





Star lancia le specialità Tigullio al gusto mediterraneo

Sarà on air da fine luglio un nuovo flight della campagna con testimonial Gerry Scotti dedicata al GranPesto con un codino per promuovere le referenze Radicchio e Speck e Peperoni e Noci. I nuovi sughi, con la stessa consistenza e cremosità del pesto, vengono incontro al desiderio dei consumatori di sperimentare senza abbandonare i gusti tradizionali. L'agenzia di riferimento di Star è Vinizius/Y&R mentre per il digital lavora Proximity Bbdo. In autunno tornerà on air il Granragù

5 luglio 2016 - Mentre nello stabilimento Star di Agrate sono in corso i quindici giorni annuali di produzione del pesto, che viene fatto rigorosamente con basilico fresco al 100% italiano colto nel momento migliore della crescita, ne 'La mia cucina' presso gli uffici di Milano si è tenuto un evento in cui il testimonial Gerry Scotti ha dato una dimostrazione culinaria a base di sughi Tigullio. Il conduttore televisivo si è esibito ai fornelli insieme allo chef Fabrizio Milione per proporre piatti di pasta ma anche finger food con protagonista i prodotti del brand, che ha
recentemente affiancato ai tre pesti alla Genovese - Classico, Senz’aglio e Delicato e Cremoso – le due nuove specialità Radicchio e Speck e Peperoni e Noci, con la stessa consistenza e cremosità del pesto.
 
Scotti si è immedesimato nella parte dello chef così come fa nella campagne pubblicitarie per il GranPesto, di cui l'ultima è partita a fine aprile in tv, con creatività di Vinizius/Y&R, produzione di Movie Magic e regia di Gigi Cassano. Lo stesso spot sarà ripreso a fine luglio con un codino che annuncia i due nuovi gusti della linea, quella allo speck affumicato con legno di faggio e quella ai peperoni grigliati, che vengono incontro al desiderio dei consumatori di sperimentare senza abbandonare il gusti tradizionali. Sono presenti nella grande distribuzione da febbraio.
 
Star, marchio storico italiano oggi di proprietà del gruppo spagnolo GBFood, è tornato a investire in comunicazione dal 2015 su Tigullio, marchio acquisito 10 anni fa. Oltre alla tv, a Tigullio sono d
edicati contenuti sul digital, dal teaser dello spot alle ricette. La parte digital è a cura di Proximity Bbdo. Star detiene circa il 25%  del mercato dei sughi in Italia, più o meno alla pari con Barilla.  I prodotti chiave sono i dadi, il brodo pronto liquido e il Granragù che tornerà in comunicazione tra settembre e ottobre, sempre con Vinizius / Y&R che è l'agenzia di riferimento di Star. Vinizius e Proximity firmano anche la campagna on air per i nudolini orientali Saikebon, referenza lanciata nel 2013. 


Per i 60 anni Acqua Minerale San Benedetto si racconta
nella mostra 'Un futuro che nasce da una grande storia'

Approda a Milano al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci l'esposizione di immagini, oggetti simbolo e contributi video che documentano una storia fatta di tradizione, innovazione, cultura aziendale, espansione in ottica ecosostenibile e intuizioni di marketing e comunicazione, che ha portato il gruppo italiano a fatturare 730 milioni di euro, di cui circa 120 sviluppati all'estero. La celebra anche il libro 'Un lungo sorso di freschezza' edito da Mondadori Electa alternando documenti d’epoca a immagini di attualità

13 giugno 2016 - Dopo l'esposizione all'Università Cà Foscari di Venezia, approda a Milano presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (fino al 19 giugno) la mostra 'Un futuro che nasce da una grande storia', che celebra i 60 anni di  Acqua Minerale San Benedetto. 
 
Immagini, oggetti simbolo dell’azienda e contributi video documentano, divisi per aree tematiche, una storia fatta di tradizione, innovazione, cultura aziendale ed espansione in ottica ecosostenibile. Al centro, il tema dell'innovazione con realizzazione di progetti all’avanguardia, grazie alla visione della famiglia Zoppas fondatrice e alla guida. Esempio chiave, l'aver compreso, prima di grandi gruppi come Coca Cola o Danone, il valore del brevetto della Continental per il fondo petaloide delle bottiglie in Pet, capace di far stare in piedi la bottiglia senza il 'tondello' e pratico per lo stoccaggio, ed esserselo accaparrato a tut
ti i costi in esclusiva, modificando i macchinari giapponesi per la produzione, per vederselo poi richiedere da tutti.
 
Una parte della mostra è dedicata alla comunicazione, a partire dai manifesti d'epoca fino al recentissimo spot  'San Benedetto, I love you' per l’Acqua Minerale e il Thè, ideato da The Beef, con protagonista Cindy Crawford, regia di Gabriele Muccino e fotografia di Marco Glaviano (vedi news del 2 maggio).
 
L'
Enrico Zoppas
evento inaugurale della mostra a Milano ha visto E
nrico Zoppas, presidente e amministratore delegato di San Benedetto, raccontare, intervistato da Nicola Porro, storia e mondo valoriale del gruppo. E' stato anche riproposto il libro 'Un lungo sorso di freschezza' edito da Mondadori Electa con testi di Luca Masia, che descrive la storia del gruppo alternando documenti d’epoca a immagini di attualità. 
 
Oggi il gruppo San Benedetto ha un fatturato consolidato di gruppo di 730 milioni di euro, di cui circa 120 sviluppati all'estero, in particolare in Spagna, Ungheria, Polonia, Messico, Santo Domingo. Controlla i brand di acque minerali San Benedetto, Acqua di Nepi, Guizza e Cutolo Rionero Fonte Atella, quelle addizionate Aquavitamin e San Benedetto Ice Formula Zero, le bibite gassate San Benedetto e Schweppes, i thé San Benedetto e Guizza, le camomille Baby Drin, lo sport drink Energade, le bibite piatte a base di succo Oasis e San Benedetto Succoso e gli aperitivi Ben’s e Schweppes. (V.S.)


Diageo, Pernod Ricard Italia e Ruffino con Auchan e Simply danno
il via a ‘Conoscere l'alcol’, campagna per un consumo responsabile

L'iniziativa, promossa dalle aziende produttrici di spirits, vino e birra insieme alle catene distributive, coinvolgerà 200 punti vendita con allestimenti e materiali informativi per arrivare a sensibilizzare tre milioni di persone di tutte le età. In 12 Auchan e IperSimply ci saranno 23 giornate in cui verrà proposto ai consumatori un quiz multimediale, attraverso video touch screen e tablet

13 giugno 2016 - Ha preso il via la quarta edizione di ‘Conoscere l'alcol’, campagna sociale di sensibilizzazione al consumo moderato e responsabile delle bevande alcoliche, promossa da aziende di produzione e commercializzione di spirits, vino e birra quali Diageo, Pernod Ricard Italia e Ruffino, col supporto di Unione Italiana Vini (associazione che aderisce al programma di ‘Wine in Moderation’) e in collaborazione con le catene Auchan, Simply e Gallerie Commerciali Italia. 
 
Tra giugno e luglio ‘Conoscere l'alcol’ coinvolgerà 200 punti vendita su tutto il territorio nazionale. Nelle corsie dedicate al comparto alcolici, verranno messi a disposizione dei consumatori allestimenti e materiali informativi indicanti la gradazione delle bevande alcoliche più comuni e le situazioni in cui è necessaria l'astensione totale dall'alcol: minore età, la guida, la gravidanza, l'allattamento. 
 
In 12 Auchan e IperSimply ci saranno 23 giornate di sensibilizzazione. Verrà proposto ai consumatori un quiz multimediale, attraverso video touch screen e tablet, per invitarli ad adottare stili di consumo moderato e responsabile e evitare comportamenti pericolosi, come mettersi al volante dopo aver bevuto o il binge drinking, ovvero l'assunzione smodata di alcol per ubriacarsi in fretta, trend che si sta diffondendo tra gli adolescenti nelle feste o nei fine settimana. L'obietti
vo delle catene distributrici e dei brand promotori è di arrivare a sensibilizzare circa tre milioni di persone di tutte le età.
 
La campagna è in linea con gli obiettivi del programma ‘Guadagnare salute’, promosso dal Ministero della Salute dal 2007 per incoraggiare stili di vita salutari, dove si evitino oltre all'abuso di alcol anche la scorretta alimentazione, l'inattività fisica e il tabagismo. (V.S.)


Mood newyorkese per il lancio in Italia della Hellmann's,
posizionamento premium e core target le famiglie giovani

Per il maggior lancio in Italia nel 2016, Unilever chiama a testimonial Joe Bastianich che proporrà ricette sui social e sarà protagonista di eventi quale intenditore di veri burger americani. L'attività sul digital è curata da xister di Roma, l'‘Hellmann's Burger Party’ di Milano è ideato da Action Brand e le pr sono in carico ad Havas Pr. Unilever intende rafforzare gli investimenti sul brand Knorr per Cuore di Brodo e i cibi etnici asiatici

10 giugno 2016 - Unilever riporta il brand di maionese Hellmann's in Italia con un posizionamento di prezzo premium e di prodotto dal gusto particolarmente deciso e dalla caratterizzazione newyorchese, rivolgendosi a un core target di millennial e famiglie giovani, in grado di apprezzarne il gusto sapido e la forte cremosità. Questi sono legati all'uso di olio di colza, secondo la ricetta originale del 1913 inventata da Richard Hellmann nel suo delicatessen di New York. In distribuzione già da qualche mese, a prezzo superiore del 30-50% rispetto alla media della categoria di prodotto, per la Hellmann's è stato studiato un piano di comunicazione imperniato su digitale ed eventi, adeguato al main target, che fa tesoro della storia del brand e mette al centro come protagonista un testimonial rappresentativo del mondo del food italo-newyorkese: Joe Bastianich. 

Quale ‘intenditore di veri burger americani’, Bastianich proporrà sui social 12 ricette esclusive impreziosite dall'uso della salsa, come il ‘Real Burger Gourmet’. Il 16 giugno nell'‘Hellmann's Burger Party’ a Milano aperto a tutti i food lovers (presso la Fonderia Napoleonica, dalle 19), Bastianich sarà il giudice di una sfida a base di burger in cui si cimenteranno otto concorrenti selezionati col contest online ‘Hellmann's Burger for Real’, ideato in collaborazione con Agrodolce.it. Sono previsti altri eventi in loc
ali di tendenza (Master Burger NY Edition) e Bastianich sarà anche protagonista online di tutorial e di uno storytelling sul prodotto che giocherà sulla tradizione, sul legame col Paese di origine, sul successo globale e sull'arrivo a Milano nel 2016.

L'attività sul digital è curata da xister di Roma, mentre l'evento a Milano è a cura di Action Brand e le pr sono in carico ad Havas Pr. “Abbiamo realizzato a più mani un progetto di comunicazione che racconta la marca e il legame con gli States – ha raccontato Massimiliano Caporuscio, direttore marketing Food&Beverages di Unilever Italia –. Hellmann's, già apprezzata in Uk, Olanda e Spagna, è il lancio principale di Unilever in Italia nel 2016”.

Il prodotto su cui l'unit Food&Beverages investirà di più in comunicazione nell'anno è, però, Cuore di Brodo Knorr, che è andato in tv in gennaio e febbraio e che ci tornerà a fine anno, anche a sostegno della nuova referenza ai funghi. Investimenti sono previsti anche per il lancio delle capsule di tea Lipton compatibili con macchine per Nespresso, in commercio da circa un mese, e per i cibi etnici asiatici a marchio Knorr, segmento sui cui il gruppo sta puntando sempre più in tutto il mondo. (V.S.)


PepsiCo Italia presenta la nuova bottiglia di Pepsi
e porta in tv e sul digital lo spot Keep Sweating di Gatorade

L'Italia è il terzo Paese europeo in cui viene introdotta la nuova bottiglia, ma il primo in cui viene adottata per tutti i formati e tutte le referenze. Dopo un primo semestre concentrato sulle attività di comunicazione a sostegno della sponsorizzazione della Uefa Champions League, per Pepsi si apre un'estate di visibilità in eventi musicali. PepsiCo Italia porta invece in tv e sul digital lo spot internazionale per Gatorade, con protagonisti Serena Williams e Usain Bolt. Il budget di comunicazione 2016 del gruppo è in lieve crescita 

9 giugno 2016 - PepsiCo Italia annuncia l'arrivo della nuova bottiglia di Pepsi in Italia, terzo Paese europeo in cui viene introdotta dopo Norvegia e Svezia (dove ha contribuito al rilancio delle vendite) e primo europeo in cui viene adottata per tutti e sei i formati e per tutte le referenze: Regular, Max Zero, Twist (al limone), Boom (senza caffeina), Light. È la quarta evoluzione del packaging negli ultimi vent'anni e rientra concettualmente nella campagna di marketing mondiale ‘Live For Now’, in quanto il package è punto di contatto immediato tra brand e consumatore L'elemento di design caratterizzante della curva rientra nel linguaggio visivo del brand e conferisce una forma fresca e innovativa, che favorisce la presa e l'esperienza tattile. 
 
“Si tratta di un rilancio strategico – ha detto Marcello Pincelli, d.g. e a.d. di PepsiCo Italia - in linea con le caratteristiche di un brand costantemente volto all'innovaz
ione, e che da sempre ha un occhio di riguardo sia per il design che per la funzionalità”.
 
Il lancio della nuova bottiglia, con design studiato a New York, è la terza attività di visibilità verso il consumatore svolta dal gruppo nel primo semestre in Italia. In aprile Pepsi è stata presente per la seconda volta alla Milano Design Week con il progetto #MixItUp, spazio interattivo dedicato a creazioni di design realizzate da talenti. Durante tutto il semestre c'è stato il sostegno, anche con comunicazione televisiva, sul digital e in affissioni, alla sponsorizzazione della Uefa Champions League (primo anno di un accordo globale triennale), culminata con le attività sul territorio per la finale a Milano. La comunicazione a sostegno verrà ripresa con la nuova stagione della Champions nell'ultimo trimestre dell'anno. In estate, durante i grandi eventi sportivi degli Europei e delle Olimpiadi che sono ‘territorio rosso’ (Coca-Cola), Pepsi si concentrerà sugli eventi musicali, ad esempio con le iniziative di visibilità e activation collegate a ‘Rock in Roma’ e a ‘Market Sound’ a Milano. Il 30% del budget di comunicazione di Pepsi è investito in digital.
 
Arriverà a breve invece in tv e sul digital il nuovo spot per Gatorade, la bevanda per chi pratica sport. Intitolato Keep Sweating, ha come protagonisti Serena Williams e Usain Bolt, è realizzato a livello internazionale da Chiat Tbwa e adattato per l'Italia da DlvBbdo per la tv e da VML per il digital. Il media è in carico a Omd. Nel complesso, il budget di comunicazione di PepsiCo Italia è in lieve aumento rispetto a quello del 2015. Una parte sarà destinata anche ad attività sul digital e sui social con un contest per Lipton Ace Tea (la bevanda prodotta in joint con Unilever).  
 
Pepsi Cola detiene in Italia il 17% del mercato delle cole a volume (quota 2015, in crescita rispetto al 2016) e il 30.9% nel canale Ho.Re.Ca. Nel mondo, il gruppo PepsiCo ha generato più di 63 miliardi di dollari di fatturato netto nel 2015, grazie a un nutrito gruppo di brand di Food&Beverage di cui 22 generano oltre un miliardo di dollari ciascuno di vendite al dettaglio l'anno. (V.S.)




Per gli Europei l'official partner Coca-Cola
promuove il gusto di ‘tifare insieme’

Il brand, promotore da sempre del valore dell'aggregazione, sostiene il concetto del tifo per la propria Nazionale come gesto istintivo, energia positiva e voglia di stare assieme. Il progetto di comunicazione prevede uno spot tv riadattato per l'Italia da McCann WorldGroup Italia, una campagna programmatic, la consumer promotion ‘Vinci e tifa Uefa 2016’, una campagna social di The Big Now

24 maggio 2016 - È partita la campagna di marketing e comunicazione a sostegno della sponsorizzazione degli Europei da parte di Coca-Cola, quale official partner di Uefa Euro 2016, che ottolinea  il ruolo del brand come promotore di valori quali l'inclusione e il potere di aggregazione. Da domenica è on air il nuovo spot che racconta come il tifo per la propria Nazionale sia un gesto istintivo, energia positiva e voglia di stare assieme: un momento da condividere con Coca-Cola assaporando il gusto unico di 'tifare insieme'. Lo spot, riadattato per il mercato italiano da McCann WorldGroup Italia, è in formati da 30" e 10" ed è pianificato a cura di MediaCom. 

Dal 10 giugno ci sarà anche una campagna programmatic, con formati display adv desktop e mobile. Diversi soggetti creativi parleranno di due segmenti di audience, gli ‘appassionati’ di calcio e i ‘tifosi occasionali’, sulla base di una timing volta al presidio dei singoli match (pre- durante e post partita).

Inoltre sarà attiva fino al 30 giugno la consumer promotion ‘Vinci e tifa Uefa 2016’ pensata per tutti i tifosi, che mette in palio, con modalità instant win, dieci pacchetti per due persone per assistere al match Italia-Belgio a Lione (13 giugno) o 3.000 sciarpe personalizzabili con nome o nickname. Il concorso sarà supportato da una pianificazione sui media online, con un codino dedicato all'interno dello spot che viaggerà su internet sino a fine giugno. A sostegno del progetto, anche una campagna social, sui canali Coca-Cola Facebook, Twitter e Instagram, con contenuti originali definiti dal team social di Coca-Cola Italia in collaborazione con l'agenzia The Big Now, volti a divertire gli utenti ea  stimolare i valori di partecipazione e aggregazione. Tra le attivazioni previste in giugno ci saranno il formato Twitter “retweet for a reminder” e il formato “matches in my calendar”. Hashtag: #tifiamoinsieme. 

La campagna avrà come testimonial Leonardo Bonucci, difensore della Nazionale di Calcio Italiana, che sarà protagonista di due rubriche che esplorano il concetto ‘che tifoso sei?’ e di una serie di live tweeting di Coca-Cola durante tutti gli Europei. 




Con ‘Un Giorno da #Eroiveri’, Testa Digital Hub declina
sul target giovani la campagna di Amaro Montenegro

Un'attività di engagement rivolta al target più giovane offre a quattro gruppi di amici di partecipare alle azioni di quattro associazioni di volontariato nel salvataggio e nella salvaguardia di animali, persone e ambiente. La campagna digitale invita tramite video web, banner display, radio e social alla partecipazione attraverso una piattaforma dedicata 

17 maggio 2016 - Testa Digital Hub (gruppo Armando Testa) firma la campagna digital multipiattaforma ‘Un Giorno da #Eroiveri’ per Amaro Montenegro, un'attività di engagement digitale rivolta al target più giovane, in continuità con la campagna televisiva e in linea col posizionamento del brand sui valori di lealtà, amicizia e solidarietà.
 
Un video web dal ‘sapore vero’ (realizzato anche tramite delle action cam) racconta le 4 experience da #Eroiveri - Acqua, Aria, Terra e Fuoco che gli utenti potranno vivere presso quattro associazioni di volontariato italiane, vocate a salvataggio e salvaguardia degli animali, delle persone e dell'ambiente: Filicudi Wildlife Conservation in Sicilia (Acqua), Reparto Volo Emergenze in Veneto (Aria), Unità Tecnica di Soccorso in Lombardia (Terra) e il Corpo volontari
Antincendi Boschivi del Piemonte (Fuoco). Le associazioni ospiteranno, come ambasciatori dei valori del brand, 4 gruppi di amici che potranno insieme a loro fare qualcosa per gli altri. 
 
La campagna tramite il web video (prodotto da Diaviva e diretto da Daniele Brunelletti), banner display, radio e social porta traffico alla piattaforma www.ungiornodaeroiveri.it dove gli utenti potranno scegliere la missione e decideranno se unirsi agli #EroiVeri che quotidianamente fanno del bene nei nostri mari, nei boschi, tra i cieli e sulle montagne.;




Il Prosciutto di Parma torna in comunicazione
con McCann e la campagna integrata ‘Sei di Parma se…’

La nuova comunicazione per il Consorzio del Prosciutto di Parma celebra le qualità e l'unicità del prodotto, la città da cui prende il nome, il territorio, la sua gente e i suoi valori. La pianificazione, curata da UM, prevede annunci teaser sui quotidiani, spot in tv e al cinema, digital, social e radio

11 maggio 2016 - ‘Sei di Parma se…’ è il concept con cui il Consorzio del Prosciutto di Parma torna in comunicazione, ispirato alla forte connessione tra il prodotto e il suo luogo di origine. La campagna integrata, ideata da McCann, che ha vinto la gara relativa (vedi news del 15 marzo), celebra le qualità del Prosciutto, la città da cui prende il nome, il territorio, la sua gente e i suoi valori. La strategia di comunicazione ha l'obiettivo di riaffermare il ruolo della marca e le caratteristiche di unicità del Prosciutto di Parma, che è anche ambasciatore in Italia e all'estero della qualità, della tradizione, del saper fare italiano, di uno stile di vita che predilige il buono e il bello.
 
Raccontare il valore di essere 'di Parma' significa anche rendere omaggio alle eccellenze qualitative che distinguono il Prosciutto di Parma da altri pr
osciutti, e insieme ristabilire un legame di fiducia col consumatore e la distribuzione.
 
La campagna ‘Sei di Parma se…’ è stata girata a Parma in tre giorni di shooting. Lo spot, prodotto da Haibun e diretto da Matteo Bonifazio, ha per protagonisti attori e comparse locali per riprodurre e descrivere situazioni e momenti caratteristici della città. La musica è di Pietro Cantarelli, ex produttore di Ivano Fossati e parmigiano doc.
 
La pianificazione di UM prevede fno al 16 maggio annunci teaser su quotidiani e, a partire dal 15 maggio, l'on air dello spot in tv nei formati da 45”, 30” e 15”. Sono previsti anche un radiospot da 30”, pianificazione online su siti di cucina e 14 giorni di programmazione in alcuni circuiti cinematografici. Il supporto sui social network (Facebook, Instagram, Twitter e YouTube) è a cura della divisione digital Mrm/McCann. 


Con Red Bull @Work il drink energetico mette le ali al lavoro

La nuova campagna, ideata da Kastner & Partner e pianificata da Initiative, promuove il consumo di Red Bull nelle occasioni lavorative in cui serve efficienza fisica e mentale. Prevede un concorso che mette in palio un mini frigo brandizzato. Coinvolti i social, digital display, out of home e radio 

6 maggio 2016 - Si intitola  'Red Bull @Work' la nuova campagna che promuove il consumo della bevanda energetica anche nelle occasioni lavorative in cui è necessario mantenere alte l’energia fisica e mentale. Pianificata da Initiative (Ipg Mediabrands), la campagna anti-abbiocco invita a partecipare al concorso 'Red Bull @Work' con cui è possibile vincere un mini frigo brandizzato da portare in ufficio. Cuore dell’iniziativa è la parte del sito Red Bull 'Mywings' che nella sezione 'Ali al lavoro' (www.redbull.it/aliallavoro) mette in scena con ironia una serie di situazioni lavorative in cui ognuno può riconoscersi e in cui Red Bull aiuta a 'mettere le ali'

La campagna si declina fino a fine maggio su social network (Facebook e Twitter con l'hastag #alialavoro), digital display, affissione e radio. Un ruolo fondamentale nella pianificazione digital è quello di Cadreon, l’ad tech company di Ipg Mediabrands, specializzata in programmatic media buying. Sono previsteanche una campagna out of home nei principali punti vendita della Gdo per portare in tutta Italia il concorso e un’attività di domination dei principali circuiti di ticket restaurant. La creatività è a opera di Kastner & Partners. 


Estate e amore all'epoca dei social nello spot di Cornetto Algida.
Il nuovo singolo di Fedez e J-Ax fa da colonna sonora

Lola Madrid firma la campagna estiva formata da un corto da 3' per i social e da tagli da 15" e 30” per la tv, a base di selfie e street art sulle note di ‘Vorrei ma non posto’. Si lega alla produzione dei due rapper anche l'orologio unisex Ops!Posh di Ops!Object che appare al polso di modelle e musicisti nel videoclip del nuovo singolo

5 maggio 2016 - Fa da colonna sonora al nuovo spot di Cornetto Algida (Unilever) ‘Vorrei ma non posto’, il singolo dei rapper Fedez e J-Ax, prodotto da Newtopia, che anticipa il nuovo album dei due previsto per il 2017. Come è tradizione nella comunicazione di Cornetto, i protagonisti dello spot sono l'estate e i sentimenti, ma raccontati questa volta nell'ambito dei social, tra selfie e street art. 
 
Per ‘rompere il ghiaccio’, una ragazza intraprendente sfila il cellulare a un affascinante writer. Servirà a scattare il selfie che darà il via alla loro storia d'amore e il legame verrà celebrato con Cornetto Algida. Il film da 3 minuti è destinato a Facebook e a YouTube, mentre tagli da 30 e 15 secondi andranno in televisione. Ci sarà anche la versione radio. La creatività è di Lola Madrid mentre la produzione si deve a Republicana de Cine. La pianificazione è di Mindshare. 
 
È prevista anche una promozione. Cornetto collaborerà con Skyscanner fino al 30 settembre, dando la possibilità a chi acquisterà nei bar un Cornetto Algida Classico da 125 ml di vincere uno di 154 viaggi di 3 giorni per due persone verso una destin
azione europea a scelta fra Amsterdam, Barcellona, Berlino, Budapest, Lisbona, Parigi, Praga e Londra. 
 
Un altro brand che si è legato al nuovo prodotto musicale di Fedez e J-Ax è Ops!Object col nuovo orologio unisex Ops!Posh. Nel videoclip del singolo in uscita il 6 maggio, l'orologio sarà al polso di musicisti e modelle che danzeranno per celebrare l'Holi, la festa dei colori. L'orologio apparirà in sintonia coi giochi cromatici del videoclip e con le immagini evocative della bellezza e della luminosità dell'estate in arrivo. 


Benicio del Toro racconta Heineken
nella campagna ‘There's more behind the star’

Prevede in Italia uno spot in tv, due sul web, una digital activation e attività on e off trade la campagna globale ideata nelle sedi di Milano e New York di Publicis Worldwide. L'attore hollywoodiano racconta insieme al mastro birrario Willem van Waesberghe l'essenza del brand

4 maggio 2016 - Arriva anche in Italia ‘There's more behind the star’, la campagna ideata nelle sedi di Milano e New York di Publicis Worldwide, che racconta l'essenza di Heineken attraverso la testimonianza di Benicio Del Toro. Tre spot, prodotti da Reset Content con regia di Martin Werner, fanno scoprire ai consumatori gli ingredienti e la storia del brand con la stella rossa che, nei 142 anni dalla sua nascita, è diventata la birra premium più venduta al mondo grazie all'abilità e all'expertise dei mastri birrai e ai suoi quattro ingredienti: il malto, il luppolo, l'acqua e il lievito A, selezionato nel 1886. 
 
La nuova campagna globale parte dall'interesse generale per le storie che si nascondono dietro a personaggi famosi o a celebri brand. Qui il parallelismo è tra Heineken e la star hollywoodiana che racconta aneddoti legandoli a fatti che spiegano la popolarità della birra. A fargli da controcanto in due spot c'è il mastro birrario Willem van Waesberghe, ideatore della nuova H41 (vedi news del 21 marzo), che commenta: “La nuova campagna coinvolge i consumatori nel racconto del nostro heritage e della qualità degli ingredienti, che assicurano che il gusto di Heineken resti lo stesso in tutto il mondo come dal primo giorno”. 
 
Lanciata in più di 40 mercati, la campagna si articola in Italia su diverse piattaforme con 3 flight che la vedranno on air e online fino all'estate. È prevista una pianificazione su tv generaliste e satellitari, una digital activation e attività on e off trade. Nei prossimi mesi verrà introdotto anche un packaging legato alle storie. Lo spot 'The look', in tagli da 30’’ e 15”, va in televisione, i due soggetti ‘192 countries’ e ‘4 ingredients’ saranno diffusi online.




Cindy Crawford diretta da Gabriele Muccino
per i 60 anni di Acqua Minerale San Benedetto

La modella statunitense è protagonista della campagna ‘San Benedetto, I love you’ su stampa e tv con creatività di The Beef, on air da fine maggio. Per gli annunci ha lavorato il fotografo Marco Glaviano. 

2 maggio 2016 - Per il sessantesimo anniversario, Acqua Minerale San Benedetto varerà da fine maggio la campagna su stampa e tv ‘San Benedetto, I love you’ con testimonial la modella americana Cindy Crawford. Diretto da Gabriele Muccino e ambientato a Roma, lo spot mette in scena il benessere, l'agilità, la bellezza, la voglia di vivere, un mix di emozioni legati ai concetti di purezza e tradizione italiana, da sempre valori del brand. L'Acqua Minerale e il Thè San Benedetto vengono presentati come i segreti della bellezza senza tempo della protagonista, che ha da poco compiuto cinquant'anni. 

La creatività si deve a The Beef, con direzione creativa di Giandomenico Puglisi, mentre la produzione dello spot è stata curata da MugFilm, con direttore della fotografia Alessandro Bolzoni. Per la campagna stampa ha lavorato Marco Glaviano, fotografo che ha lavorato per le principali riviste e case di moda tra l'Europa e Usa.
 
Gruppo Acqua Minerale San Benedetto spa si affida a un cast di fama internazionale - Crawford, Muccino e Glaviano - per darsi un posizionamento premium. Festeggerà il traguardo dei 60 anni del brand anche con diverse attività sul territorio nazionale. 


Per i 60 anni Caprice de Dieux adotta un pack celebrativo
e lancia i Mini Caprice & Go per ampliare al target giovane

La produttrice Savencia, già Bongrain, festeggia l'anniversario con una confezione celebrativa e il lancio di pack d'autore da collection in limited edition e di una novità di prodotto. Ci saranno sponsorizzazioni di eventi legati alla Francia e attività sul pv e sul digital con presenza nel blog Gipsy In the Kitchen. Il gruppo, cui fa capo anche il brand Camoscio D'Oro, da inizio anno ha incaricato come nuovo centro media MediaCom, che in Italia ha sostituito InMediaTo 

21 aprile 2016 - Il formaggio francese Caprice de Dieux compie 60 anni, durante i quali ha saputo conquistarsi lo status di lovemark, ovvero di brand capace di creare un legame affettivo col consumatore. In Francia se ne consumano 10.000 tonnellate l'anno su 15.000 consumate in tutto il mondo, in Italia, dove è arrivato nel 1968, solo 300, ma sono in tanti a riconoscere la forma ovale della confezione colorata in bluette e ad apprezzarne il contenuto: oggi più del 70% degli italiani conosce il marchio Caprice e ne riconosce il gusto particolare. Secondo Eurisko, viene cons
iderato il formaggio francese per antonomasia.
 
Il gruppo che lo produce, Savencia Fromage & Dairy, già Bongrain, festeggia l'anniversario con una confezione celebrativa, con la scritta ‘Dépuis 60 ans – à deux, c'est mieux’, e il lancio di una novità di prodotto che viene incontro alle nuove abitudini di fare pasti destrutturati e alla riduzione del numero di componenti delle famiglie. Nasce Mini Caprice & Go, una busta che contiene due Caprice da 50 gr. (la confezione classica è da 200 gr.), un formato snack che punta ad ampliare il target dei consumatori anche alle fasce più giovani. In Italia è disponibile da aprile.
 
Savencia Itali
a con sede nel lodigiano sta inoltre preparandosi ad attivare tre momenti promozionali. Alla ripresa dopo l'estate si celebrerà la fantasia con il lancio anche in Italia di una serie di confezioni da collection in edizione limitata, create da sei coppie di artisti. Ci saranno nell'anno delle attività di sponsorizzazione collegate al mondo francese, come la presenza a celebrazioni del 14 luglio e a eventi promozionali dell'Ufficio del turismo francese. Sul digitale, inoltre, Caprice des Dieux sarà protagonista di ricette e suggerimenti sul live-blog di Alice Agnelli, alias Gipsy In the Kitchen (www.agipsyinthekitchen.com/). 
 
Non è prevista per la ricorrenza una campagna tabellare. Ritornerà invece in televisione con lo spot di Republic Camoscio d'Oro, la referenza su cui Savencia Italia investe la maggior parte del budget annuale (oltre un milione) e con cui sviluppa il 60% del business. La comunicazione prevede anche presenza sui social, sito e altre attività below. Il media è a cura di MediaCom (GroupM-Wpp) a cui è stato assegnato a livello internazionale da inizio anno, per decisione della casa madre francese. Precedentemente era affidato ad agenzie media locali e in Italia era in carico a InMediaTo. 


Mareblu va al rilancio con nuovo look, un sito
sulla sostenibilità e il ritorno in comunicazione

Lo spot dedicato al tonno d'oliva utilizza il simbolo dei  'puntatori' per dare immediatezza al concept della pesca e della lavorazione che avvengono nel medesimo luogo. Firma Havas Ww Milan mentre Tribe Communication e Shaman curano il sito rinnovato e il nuovo 'La Vita In Blu'.  Di Hi! la nuova grafica

21 aprile 2016 - Con il 2016 il brand di conserve ittiche Mareblu (gruppo Thai Union) ha dato il via a un percorso di rilancio che prevede il restyling della brand identity, la rivisitazione del sito istituzionale, il lancio di uno nuovo sito dedicato al tema della sostenibilità e il ritorno in comunicazione. La campagna è in televisione, sul web e sui social, ideata da Havas WorldWide Milan e pianificata da Mediainvest, mentre i nuovi siti mareblu.it e mareblu.it/lavitainblu sono a cura di Tribe Communication e Shaman.
 
Prodotto da Think Cattleya e diretto da Sergio Bosatra, lo spot è dedicato al prodotto più venduto, il tonno all’olio di oliva. Utilizza il simbolo dei ‘puntatori’ per dare immediatezza al concetto che il
tonno Mareblu viene lavorato sul luogo di pesca. I due puntatori si sovrappongono per mostrare che pesca e lavorazione avvengono nello stesso punto di un mare limpido, seguendo il  processo tradizionale della cottura a vapore e della conservazione in solo in olio d'oliva. 
 
Il rilancio del brand comprende anche il restyling del pack. Curata da Hi!, la grafica prevede un ampio spazio dedicato al mare, assoluto protagonista, e un logo più grande e centrale. In evidenza sul front pack il nuovo posizionamento del brand: il tonno lavorato sul luogo di pesca.
 Il sito www.mareblu.it, rivisitato nella grafica e nei contenuti, si articola in 6 macro aree: Piacere di conoscerci; Qualità; Prodotti; Ricette; il blog Il buono che ti fa bene con un focus sul benessere; Sostenibilità (mareblu.it/lavitainblu); La vita in blu. Il sito racconta nel dettaglio i quattro impegni di Mareblu: per il mare, per l'ambiente, per il sociale, per il consumatore. 




Fanta Aranciata cambia look e strategia di marketing,
adotta la bottiglia slider con twist e diffonde divertimento

Il nuovo packaging è asimmetrico e nella parte inferiore presenta una torsione così da invitare teenager e mamme responsabili d'acquisto a 'spremere' il gusto del divertimento dato dal prodotto. Cambia l'identità grafica su tutti i formati e arriva la variante Limone e Fiori di Sambuco. E' al via un piano integrato di marketing che prevede una serie di promozioni in-store, un’attivazione social sui canali di Fanta e due spot televisivi firmati da Ogilvy Amsterdam e adattati da McCann Italia

8 aprile 2016 - Fanta Aranciata annuncia la nuova strategia di marketing e comunicazione a partire dal look che assume un carattere più accattivante. Il nuovo packaging  è asimmetrico e fortemente distintivo ('slider') e nella parte inferiore presenta un 'twist' (torsione) evocativo della spremuta. L’invito a teenager e mamme è di 'spremere' il gusto unico del divertimento dato da Fanta. 
 
La nuova bottiglia slider è disponibile
nei formati da 1,5 litri, da 1 litro  e da mezzo litro in tutte le varianti di Fanta, compresa la novità arrivata nei punti vendita in aprile del gusto Limone e Fiori di Sambuco, che sarà disponibile in Sicilia fino a fine settembre e nel resto d’Italia fino a marzo 2017, in bottiglia Pet da 1,5 litri e da 500 ml. 
 
Con la nuova bottiglia, Fanta  cambia anche identità grafica su tutti i formati con un nuovo logo dai tratti grafici più decisi e moderni per rivolgere al pubblico giovane un messaggio di divertimento. “Per rinsaldare il legame tra il brand e il suo target – ha detto Annalisa Fabbri, direttore marketing di Coca-Cola Italia - è importante innovare e rinnovarsi, rimanendo se stessi ma adottando un approccio più attuale e spontaneo. Con la nuova bottiglia slider e la nuova identità grafica vogliamo parlare a persone dinamiche che amano sperimentare e divertirsi, garantendo loro la qualità e il gusto di sempre”. 
 
La nuova strategia di Fanta
 verrà sostenuta nel corso dell'anno da un piano integrato di marketing che prevede una serie di promozioni in-store, un’attivazione social sui canali di Fanta e due spot televisivi. Il primo da 30”, on air dal 10 aprile, è dedicato ai teen e mostra come il gusto di Fanta e la nuova divertente bottiglia arricchiscano di divertimento la loro vita, dando un 'twist' alla giornata. Il secondo spot da 20”, on air dal 17 aprile, sarà rivolto alle responsabili d’acquisto, le mamme, invitate a spremere il gusto unico di Fanta Aranciata per contribuire al divertimento dei figli. La creatività è di Ogilvy Amsterdam con adattamento per l'Italia di McCann Italia. Il media è curato da MediaCom Italia. 


Il raviolificio Lo Scoiattolo entra nell'healty green
con le linee 'I Belli e Buoni di Marco Bianchi'

Verranno distribuiti nella Gdo la linea Armonia e la linea Kids di pasta fresca ricche di fibre, senza lattosio né uova, certificate vegan, lanciate in partnership col blogger, scrittore, volto televisivo e profeta di una corretta alimentazione. Per il raviolificio varesino, che finora ha sviluppato la maggior parte dei 30 milioni di fatturato all'estero, è l'occasione per ottenere maggior brand awareness sul mercato interno. La promozione dei nuovi prodotti parte dal web e dai social per poi approdare sul pv

6 aprile 2016 - Il raviolificio varesino Lo Scoiattolo sposa le istanze salutistiche e la propensione al vegetarianismo in crescita tra i consumatori lanciando nella Gdo una linea di prodotti in partnership con Mario Bianchi, blogger, scrittore e profeta della buona alimentazione e di una vita attiva quale antidoto a malanni anche gravi, sia come divulgatore scientifico per Fondazione Veronesi sia come volto televisivo di diverse trasmissioni di cucina. Nasce così dall'incontro e dall'amicizia di Bianchi col direttore marketing Massimiliano Di Caro, terza generazione alla guida del raviolificio nato nel 1983, la doppia linea al 100% vegetale e senza coloranti artificiali 'I Belli e Buoni di Marco Bianchi'. 
 
La linea Armonia, da aprile nella Gdo, riguarda tre referenze di pasta fresca ricche di fibre, senza lattosio né uova, certificate vegan: i Girasoli al pesto rosso con pomodori secchi e basilico (ideati da Bianchi) e i Girasoli ai Legumi e i Girasoli alle Verdure Grigliate in ricette rivisitate. A corollario è proposta anche La MaioMà, una maionese completamente vegetale. Arriverà successivamente nella Gdo, presumibilmente a fine maggio (l'azienda la sta presentando ai buyer), la Linea Kids con formati, packaging e gusti studiati per essere di gradimento ai più piccoli a cui apporta i nutrienti utili: Raggi di sole alla Pizza e Raggi di sole zucca e carote. 
 
L'azienda, che avrà fatturato nell'anno fiscale che si chiude a maggio 30 milioni (sui 28 dell'esercizio precedente)
Luciano Massa, Marco Bianchi, Massimiliano Di Caro
, punta su questa novità e sull'essere il mercato dei prodotti healty green in crescita (+4% nel 2015) per ottenere maggior visibilità e brand awareness in Italia. Lo Scoiattolo finora ha sviluppato la maggior parte (il 70%) del business all'estero (in Olanda, tanto per fare un esempio, paste e ravioli sono distribuiti nella catena numero uno nel Paese, la Albert Heijn). 
 
Per promuovere le due linee, verrà esaltata sul web la partnership con Mario Bianchi attraverso Show Reel di Luciano Massa, l'agenzia che ne cura l'immagine, le rp e le azioni di marketing. Verranno fatte promozioni congiunte dei prodotti e del nuovo libro di Bianchi e ci saranno attività di gamification sui canali social (hashtag #belliebuonicercasi) rivolte alle community di riferimento di Bianchi e alla blogosfera che ne condivide la filosofia alimentare. Poi ci saranno attività di engagement e activation nella Gdo in co-marketing col punto vendita. Per il primo anno il budget di comunicazione per il lancio è stimabile intorno ai 300.000 euro. 


Giardini verticali a Milano Cadorna con Ricola ed ExoMedia/Vidion

Cinque colonne di 112 x 318 cm, allestite su entrambi i lati per un totale di dieci postazioni green, sono posizionate lungo i binari più frequentati per promuovere presso il pubblico le 13 erbe alla base di tutte le ricette delle caramelle svizzere. Il progetto prevede anche 12 giornate di sampling e una comunicazione video in altre 116 stazioni

5 aprile 2016 - La stazione Ferroviaria di Milano Cadorna si è abbellita con particolari aiuole verticali che resteranno presenti fino al 30 giugno per promuovere presso il pubblico le 13 erbe che sono alla base di tutte le ricette delle caramelle Ricola. Il progetto, realizzato in collaborazione con ExoMedia/Vidion, prevede cinque colonne/giardino di 112 x 318 cm, allestite su entrambi i lati per un totale di dieci postazioni green, posizionate lungo i binari più frequentati della stazione. Le colonne green accolgono le 13 erbe Ricola in apposite tasche contenitrici, sono indipendenti e sfruttano una particolare vasca di raccolta dell'acqua con un sistema d'irrigazione
a ricircolo che consente di bagnare la parete verde con un timer preimpostato. 
 
Oltre a offrire del verde in un luogo di grande passaggio dove il verde latita, l'ambient vuole comunicare i concetti di qualità, ecologia e responsabilità sociale che sono distintivi dell'azienda svizzera, che coltiva secondo i principi dell'agricoltura naturale, senza pesticidi ed erbicidi. Nei tre mesi le piante alla Stazione Cadorna produrranno circa 3.402 kg di ossigeno, dando ogni giorno ossigeno per il fabbisogno giornaliero di 45 persone. 
 
Nel corso
dell'installazione sono previste dodici giornate di sampling, nei momenti di maggiore affluenza, di mattina e pomeriggio, con presenza di hostess e della mascotte Mr Ricola. Il progetto prevede anche una comunicazione video che dal 15 aprile coinvolgerà altre 116 stazioni e un grande ledwall sulla facciata della stazione di Milano. 


Heineken innova con le lager explorations. Lancio globale
dall'Italia della H41° limited edition, d'appeal per sperimentatori

Prodotta utilizzando un raro lievito della Patagonia argentina, la H41° ha gusto pieno, con note speziate e sentori fruttati. Il marketing di Heineken la considera perfetta per i consumatori italiani, che amano sperimentazioni e birre premium. Già in distribuzione, avrà il supporto in estate di una campagna di Publicis Milan. Intanto, in aprile, arriva in Italia la campagna globale Heineken ‘There's more behind the star’ con testimonial Benicio Del Toro

21 marzo 2016 - Heineken, brand che ha fatto dell'innovazione il suo credo tanto da aver firmato nel 2015 in Italia il 52.4% delle novità del settore birra e il 25.9% dell'intero settore beverage, per non parlare dell'innovazione nelle modalità di consumo con The Sub e le Heineken Mini, lancia in anteprima mondiale in Italia la prima di una serie di ‘lager explorations’, la H41° in edizione limitata, prodotta utilizzando un raro lievito scoperto nella Patagonia argentina. H sta per Heineken mentre 41° fa riferimento al 41° parallelo Sud, su cui si trova il luogo fonte del prezioso Saccharomyces Eubayanus.
 
Il lievito ‘selvaggio’, trattato dai mastri birrai del brand che vi hanno lavorato per 3 anni guidati da Willem van Waesberghe, dà alla nuova lager un gusto pieno, con note speziate e sentori fruttati, idea
Willem van Waesberghe
le per essere consumata con sapori decisi come formaggi duri, piatti salati a base di verdure o primi di gran sapore, ma ottima anche per gli aperitivi, comunque d'appeal per gli sperimentatori. E il marketing di Heineken ha motivo di credere che gli italiani lo siano. “L'introduzione di questa nuova birra rappresenta uno stimolo interessante per la nostra capacità di innovare e comunicare il prodotto – ha detto Floris Cobelens, direttore marketing di Heineken Italia –. Siamo convinti che il pubblico italiano saprà apprezzare questa lager speciale, ideale per i consumatori di birre premium che amano sperimentare” .
 
Il
target di H41° è trasversale, con core tra i 25-45enni, che cercano un prodotto qualità. Il prezzo consigliato nella grande distribuzione è di 3.90 euro per tre lattine da 33 cl (contro 2.80 di 3 Heineken classiche). La H41° è già in distribuzione, mentre la campagna pubblicitaria a supporto, che sarà realizzata da Publicis Milan a stretto contatto col team di Heineken ad Amsterdam, uscirà poco prima dell'estate, periodo clou del consumo di birra (il 50% delle vendite è tra maggio e settembre). Racconterà la storia del lievito selvaggio e dei luoghi da cui proviene e utilizzerà molto il digital. 
 
Prima, in aprile, arriverà in Italia la campagna globale di brand ‘There's more behind the star’, ideata da Publicis Milan insieme a Publicis New York, con testimonial Benicio Del Toro. All'attore capita, e ci ironizza su, di essere scambiato con altri personaggi famosi: in uno dei tre soggetti con Antonio Banderas e in un altro proprio col global craft e brew master Willem van Waesberghe. E pensare che il suo nome, come quello di Heineken, è considerato da tutti una garanzia. 




Amaro Averna diventa metafora nei consigli di Andy Garcia

Richiami ai valori e alla tradizione nella nuova campagna televisiva dello storico brand, ideata da da J. Walter Thompson Italia. I quattro soggetti hanno per protagonista l'attore hollywoodiano e sono diretti dal regista Emanuele Crialese 

15 marzo 2016 - È un richiamo ai valori e alla tradizione dell'amaro Averna l'ambientazione in Sicilia della nuova campagna dello storico brand, con protagonista Don Salvatore, uomo di fascino e saggezza, capace di lasciare un segno nelle persone che incontra. Lo interpreta l'attore hollywoodiano Andy Garcia, nato proprio in Sicilia, diretto dal regista Emanuele Crialese con la casa di produzione Movie Magic. 

La campagna, firmata da J. Walter Thompson Italia, è costituita da quattro film nei quali Averna e le sue caratteristiche sono la metafora che Don Sa
lvatore utilizza per dare garbati e convincenti consigli ai suoi ospiti. Esperto conoscitore della vita, Don Salvatore racconta con un tocco di ironia il significato più autentico del ‘gusto pieno della vita’ che è da sempre il claim del brand.  

Nel primo soggetto ‘Segreti’, dopo un litigio tra due fidanzati, Don Salvatore, di fronte a due bicchieri di Averna, spiega a lui che talvolta piccoli segreti aiutano a tenere vivo e intrigante un rapporto, così come rendono unica e inimitabile la ricetta dell'amaro siciliano. In ‘Rituale’, ambientato in riva al mare, Don Salvatore suggerisce a un amico di dare al figlio il tempo di maturare e di non giudicarlo dalla scelte che fa: il segreto dei rituali è un po' di attesa, oltre agli ingredienti genuini e all'apparenza insoliti.

‘Segreti’ è in onda su canali generalisti, tematici, satellitari e locali affiancato da contenuti speciali su web oltre che su Facebook e YouTube. ‘Rituale’ sarà on air dal 20 marzo.




Lavazza lancia la capsula compostabile, un piacere per il pianeta

La commercializzazione sullo store online di Lavazza della capsula, compatibile con le macchine A Modo Mio, è annunciata da una campagna di A. Testa su video, web e quotidiani. Nel video in animazione il piacere di un espresso si trasforma nel piacere di fare del bene all'ambiente

15 marzo 2016 - Lavazza annuncia il lancio della capsula compostabile per caffè espresso in Mater-Bi, realizzata in collaborazione con Novamont. La capsula è compatibile con tutta la gamma di macchine A Modo Mio e acquistabile in esclusiva sullo store online del sito Lavazza in due miscele, entrambe 100% Arabica: Ricco e Aromatico.
 
La novità viene annunciata con una campagna firmata da Armando Testa, declinata in video, web e su stampa quotidiana. Il video, in animazione, racconta come la capsula compostabile possa trasformare il piacere di un caffè Lavazza nel piacere di far del bene all’ambiente. Il passaggio è raccontato come un magico viaggio di una goccia di caffè che si trasforma in paesaggio, con un finale che diventa key frame per la campagna stampa e le declinazioni web.
 
Il video è stato realizzato dalla casa di produzione Dadomani con la musica originale di Bobo Marcucci. La postproduzione è di Animo e le illustrazioni sono di Michelangelo Rossino.




Digital Magics lancia Quomi, startup
che innova il food delivery in e-commerce

Attraverso il sito www.quomi.it, il servizio prevede la consegna gratuita a casa o in ufficio di ingredienti italiani di qualità, freschi e già dosati, per cucinare sulla base di ricette proposte da chef e scelte dagli utenti. Il business incubator è entrato nella startup con il 12.5%

4 marzo 2016 - Il business incubator Digital Magics lancia Quomi, startup innovativa che ha sviluppato un servizio di food delivery che prevede la consegna gratuita a casa o in ufficio di ingredienti italiani di qualità, freschi e già dosati per cucinare. Digital Magics, che è entrato nella startup con una quota del 12,5%, la sta supportando per accelerarne il processo di crescita. 
 
Ogni settimana su www.quomi.it è online un menù con 9 ricette selezionate da chef professionisti, tenendo conto della stagionalità dei prodotti e delle specialità regionali della cucina italiana. Una volta che l'utente avrà scelto le ricette preferite, Quomi farà la spesa e la settimana successiva recapiterà in scatole con gli ingredienti già dosati e le i
struzioni per cucinare. Il lunedì mattina Quomi acquista prodotti freschi dai produttori italiani, senza intermediari, nelle dosi giuste per le ricette a un prezzo sostenibile e spedisce in 24 ore con freschezza garantita dal contenitore isotermico e dal gel refrigerante. La scatola si può riciclare nella carta, il polistirolo nella plastica e il gel refrigerante si può riutilizzare come ghiaccio o come borsa d'acqua calda, semplicemente scaldandolo in acqua bollente. 
 
Quomi supporta la Fondazione Slow Food, associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, e sceglie prodotti Presidi Slow Food in aggiunta a molti cibi Bio. 

L'idea si deve ai trentenni fondatori Andrea Bruno ceo e Daniele Bruttini presidente che si sono conosciuti lavorando per Zalando e che, quando vivevano a Berlino, si facevano recapitare a casa cibo italiano di qualità. 
 
Il food innovation è uno dei nuovi grandi trend a livello globale. Nell'ambito del food delivery si stima che il mercato globale del takeaway e della consegna a domicilio raggiungerà i 90 miliardi di dollari nel 2019. In Italia nel 2014 il food&beverage online ha sviluppato ricavi per oltre 200 milioni di euro e le dimensioni sono previste in ulteriore crescita fino a 329 milioni di euro nel 2017, a un ritmo annuo del +20% (fonte: Euromonitor 2014). 


Nasce in Lavazza la Direzione Global Public Relations & Events

La nuova direzione, che dovrà supportare il posizionamento globale del brand, è affidata ad Alessandra Bianco. Nella riorganizzazione, nascono all'interno della direzione marketing la funzione Advertising & Media affidata a Carlo Colpo e la funzione Digital affidata ad Andrea Beloni

28 genn
Alessandra Bianco
aio 2016
- Luigi Lavazza spa ha riorganizzato le strutture di comunicazione e marketing “per far fronte – come recita una nota – alle sfide dell'internazionalizzazione e della crescita globale”. Alessandra Bianco, con una lunga carriera in Lavazza, ha assunto la responsabilità della neo-costituita Direzione Global Public Relations & Events. La nuova direzione, che riporta direttamente all'amministratore delegato Antonio Baravalle, dovrà supportare il posizionamento globale del brand, dando impulso alla pr
Carlo Colpo
omozione della marca e dei suoi valori.
 
Alla direzione marketing, guidata dal chief marketing officer Sergio Cravero, vengono assegnate due nuove funzioni: la Advertising & Media, sotto la guida di Carlo Colpo, e la funzione Digital, affidata ad Andrea Beloni,
Andrea Beloni
che avranno responsabilità dello sviluppo delle strategie globali di advertising, media e digital. 
 
Colpo, 35 anni, laureato in Public Relations e Advertising alla Iulm di Milano, proviene dal Gruppo FCA, ha avuto diverse responsnbilità in brand communication e advertising fino alla carica di brand marketing communication dei marchi Fiat e Abarth per l'area Emea. Beloni, classe 1975, laureato in Design Industriale al Politecnico di Milano, ha esperienza pluriennale in comunicazione digitale maturata in Cirlab (Gruppo De Benedetti), Reply e Vodafone dove, negli ultimi due anni, aveva coperto la carica di head of digital, media, events & sponsorhsip. Il suo ultimo incarico è stato quello di responsabile dell'area digital in Royal Philips per Italia, Israele e Grecia. 


Parte anche in Italia la campagna di Coca-Cola ‘Taste the Feeling’

Per implementare la nuova strategia di marketing globale ‘one brand’ e pianificare lungo il corso dell'anno la nuova comunicazione, Coca- Cola Italia conferma per quest'anno il budget media del 2015, che è stato del 30% superiore a quello del 2014. Debutta lo spot 'Anthem' mentre a febbraio partono affissioni e domination in due stazioni ferroviarie e la campagna approda su web e social. Nel 2015 i ricavi di The Coca-Cola Company sono cresciuti in Italia del 2% e del 4% le vendite unitarie di MyCoke

21 gennaio 2016 - Va on air da oggi nel nostro Paese lo spot ‘Anthem’ di Coca-Cola, ideato da Mercado-McCann di Buenos Aires e adattato da McCann Italia, primo della serie della campagna mondiale ‘Taste the feeling’ collegata alla nuova strategia di marketing globale ‘one brand’ che, per la prima volta nella storia di Coca-Cola, raggruppa tutte le differenti varianti di prodotto sotto un unico posizionamento del brand Coca-Cola (vedi news di ieri)
 
“Ancora una v
Annalisa Fabbri
olta Coca-Cola innova - ha detto Annalisa Fabbri, dallo scorso novembre direttore marketing di Italia e Albania- e apre un nuovo capitolo basato su tre elementi principali: il passaggio alla ‘one brand’ strategy con uno stesso storytelling per tutte le varianti di prodotto; la campagna globale multimediale di prodotto e di brand; la presenza su tutti i mezzi e su tutta la comunicazione di elementi che sottolineano l'unicità, come la firma ‘Taste the feeling’, il bollo rosso con la scritta in carattere Spenceriano, l'iconica bottiglia di vetro”.
 
Lo spot viene trasmesso in formati da 60”, 30” e 15” su tutte le principali emittenti televisive, con pianificazione a cura di MediaCom Italia. A febbraio partirà anche l'out of home utilizzando alcune delle cento immagini scattate dai fotografi di moda Guy Aroch e Nach
o Ricci. Appariranno su maxi affissioni nei punti strategici maggiormente presidiati dal focus target a Milano, Roma, Torino, Firenze, Napoli, Catania e Palermo. Milano sarà inoltre presidiata da affissioni in 320 pensiline e con domination in due stazioni ferroviarie.
 
La campagna evolverà durante l'anno portando on air anche altri spot (attualmente in test sul nostro mercato) tra i dieci realizzati per la campagna globale. Nel nostro Paese Coca-Cola Company ha vis
Evguenia Stoitchkova
suto un 2015 rilevante, come ha sottolineato Evguenia Stoitchkova, direttore Generale di Coca-Cola Italia, con una crescita del 2% dei ricavi rispetto al 2014, mentre sono cresciute del 4%  le vendite unitarie di MyCoke. Sempre nel 2015 gli investimenti in comunicazione sono stati superiori del 30% rispetto al 2014, budget che viene confermato per il 2016 per l'implementazione della strategia 'one brand'.
 
Il 2015 è stato anno rilevante anche per la presenza all'Expo, per cui Coca-Cola ha investito 13 milioni di euro: “Il padiglione – ha ricordato Stoitchkova - è stato visitato da 400mila visitatori, per l’85%  italiani, che hanno assistito a  52 eventi organizzati dentro e fuori". Sono stata distribuite e riciclate 200.000 bottiglie in vetro e 40.000 lattine personalizzate. 


Nuovo approccio di marketing ‘One Brand’ per Coca-Cola

Per la prima volta la strategia è di raggruppare tutti i differenti marchi sotto un unico posizionamento e mostrare Cola-Cola, Coca-Cola light, Coca-Cola Zero e Coca-Cola Life insieme nella mega campagna globale 'Taste the feeeling' che fa riferimento a momenti riconducibili alla vita di tutti i giorni. Mercado-McCann, Sra.Rushmore, Santo, Ogilvy & Mather New York firmano 10 spot, mentre gli scatti dei fotografi di moda Guy Aroch e Nacho Ricci hanno creato le 100 immagini per gli annunci su stampa, affissioni, nei pv e sui media digitali. Sul web un'esperienza digitale interattiva, condivisibile e personalizzabile

20 gennaio 2016 - Si intitola ‘One Brand’ la nuova strategia di marketing globale di Coca Cola che per la prima volta raggruppa tutti i differenti marchi (Cola-Cola, Coca-Cola light, Coca-Cola Zero e Coca-Cola Life) sotto un unico e iconico posizionamento del brand, con la campagna creativa globale ‘Taste the Feeling’, che utilizza uno storytelling universale e fa riferimento a momenti riconducibili alla vita di tutti i giorni per entrare in sintonia con i consumatori di tutto il mondo.

“Il nuovo approccio ‘One Brand’ - ha detto Marcos de Quinto, direttore marketing di The Coca-Cola Company - permetterà di condividere il valore del brand Coca-Cola con tutti i prodotti del marchio, mostrando in modo più evidente il nostro impegno a offrire ai nostri consumatori una maggiore scelta. Con la Strategia ‘One Brand’ ci discosteremo dall'avere differenti campagne per brand e procederemo in direzione di un'unica campagna e di un unico brand iconico, che celebra sia il prodotto che il marchio”. 

La campagna ‘Taste the Feeling’ interesserà tutti i mercati a livello globale, prevedendo 10 spot per la tv, oltre 100 immagini, un nuovo sistema di identità visiva, una nuova colonna sonora e una nuova firma audio, oltre a un'esperienza digitale interattiva, condivisibile e personalizzabile. La campagna mantiene le caratteristiche fondamentali del marchio Coca-Cola con la scritta in carattere Spenceriano, il bollo rosso e l'iconica bottiglia di vetro, ma le arricchisce con un taglio più moderno celebrando momenti autentici e reali con al centro il prodotto. 

Dieci agenzie diverse sono state chiamate da Coca-Cola per il progetto e alla fine i 10 spot sono stati ideati da 4 agenzie: Mercado-McCann, Sra.Rushmore, Santo, Ogilvy & Mather New York. Offrono allo spettatore una serie di flash rapidi e ravvicinati di vicende, sentimenti ed esperienze della vita di tutti i giorni che le persone condividono ogni qual volta bevano una Coca-Cola. Al termine di ciascuno spot, i differenti prodotti si riuniscono sotto il celebre bollo rosso. 

Sei dei 10 spot originali in lingua inglese sono pubblicati sui canali YouTube di Coca-Cola. Lo spot di apertura ‘Anthem’ di Mercado-McCann, che verrà trasmesso in tutti i mercati, mostra una serie di momenti quotidiani con filo conduttore Coca-Cola, bevuta mentre si pattina sul ghiaccio con gli amici, al primo appuntamento, al primo bacio, col primo amore. La colonna sonora è una canzone originale composta appositamente intitolata 'Taste the Feeling' scritta e prodotta dai Music Dealers e cantata da Conrad Sewell (il disc jockey e produttore discografico svedese Avicii ne produrrà differenti versioni per le campagne per gli Europei 2016 e per i Giochi Olimpici di Rio). Lo spot comprende la nuova firma audio che sarà utilizzata per tutta la campagna: il tappo stappato, l'effervescenza della bevanda e, alla fine, il gorgoglio prodotto da chi beve la bibita.  

Lo spot ‘Break Up’ di Santo segue le tappe della storia d'amore di una giovane coppia. 'Brotherly Love' di Santo racconta la storia universale di amore-odio in famiglia. ‘Under Pressure’' di Ogilvy & Mather  racconta le pressioni alle quali siamo sottoposti tutti ogni giorno. ‘Supermarket’ di Sra. Rushmore racconta la storia di una giovane cassiera di un supermercato ammaliata da un cliente. 

Cento immagini, per la pubblicità su stampa, affissioni, nei punti vendita e sui media digitali, sono state scattate dai fotografi di moda Guy Aroch e Nacho Ricci: ritraggono persone di ogni angolo del pianeta mentre si godono una Coca-Cola in molteplici occasioni. L'esperienza digitale interattiva condivisibile e personalizzabile è costituita da immagini digitali in formato GIF che riproducono le sensazioni che associamo al bere Coca-Cola con in sottofondo la colonna sonora di ‘Taste the Feeling’. L'esperienza consente agli utenti di estrapolare la scena GIF desiderata direttamente da un microsito dedicato, di personalizzarla con le proprie emozioni in tempo reale e di condividerla sulle piattaforme social attraverso l'hashtag #TasteTheFeeling. Altre info su www.coca-colacompany.com/tastethefeeling/ e su www.coca-colaitalia.it/storie/tastethefeeling




Initiative progetta ‘Red Bull Can you make it?’, viaggio-sfida
con le sole lattine di Red Bull come merce di scambio

L'iniziativa è rivolta ai fan del brand e agli studenti amanti dell'on the road che possono iscriversi al singolare viaggio di una settimana in partenza il 12 aprile sul sito web dedicato. Divisi in squadre, dovranno essere capaci di barattare le lattine per ottenere cibo, trasporti, luoghi per dormire e quant'altro, oltre a superare prove nei check-points. A supporto dell'iniziativa anche una campagna social multi-device su Facebook e Instagram

19 gennaio 2016 - Red Bull lancia ai suoi fan e a tutti gli studenti universitari amanti dei viaggi on the road una sfida: partecipare divisi in team al viaggio-evento ‘Red Bull Can you make it?’, partendo da cinque starting point europei verso una meta finale, usando come unica moneta di scambio delle lattine della bevanda. Niente denaro né carte di credito e niente tele
fono cellulare, ma solo l'aiuto di Red Bull.
 
I viaggiatori dovranno essere capaci di barattare le lattine per ottenere in cambio cibo, trasporti, luogo per dormire e qualsiasi altra c
osa utile per sopravvivere durante il viaggio. Dovranno recarsi in check-points prestabiliti per sottoporsi a sfide di ogni genere, guadagnando punti in classifica e vincendo le altre lattine indispensabili per proseguire. Nei check-points, le squadre potranno anche cimentarsi con la Lista Delle Avventure, ovvero con una serie di prove per guadagnare altri punti.
 
Il viaggio inizierà il 12 aprile e durerà una settimana. Le squadre si incontreranno nella destinazione finale per condividere le esperienze vissute e ci sarà la premiazione della squadra vincitrice. 

Il progetto è stato ideato per Red Bull dalla centrale media di riferimento Initiative (gruppo Ipg Mediabrands) che ha anche studiato una campagna social multi-device su Facebook e Instagram, online fino a fine gennaio, per stimolare l'awareness dell'evento e spingere i giovani amanti dei viaggi e dell'avventura a iscriversi numerosi. Info su https://www.redbullcanyoumakeit.com/it-it/


La prima colazione ai tempi delle tecnologie indossabili,
Dominic Wilcox ne inventa sei per Kellogg

L'inventore inglese è stato incaricato da Kellogg di rilanciare la prima colazione a base di cereali e latte con tool avveniristici e divertenti, capaci di rendere più piacevole il rito quotidiano per i piccoli. Arrivano così la tazza di cereali volante, il braccio idraulico che preleva i cereali, il cuscino parlante e il cucchiaio smart

27 novembre 2015 - Tazze di cereali volanti, cucchiai interattivi, cuscini parlanti, misuratori di croccantezza: sono alcuni degli elementi della ‘colazione del futuro’ creati per Kellogg dall'inventore inglese Dominic Wilcox per ispirare le famiglie a tornare a gustare latte e cereali e farlo in maniera piacevole e innovativa. Anche se la cosa più importante per i bambini sarà sempre fare colazione insieme ai genitori, un po' di fantasia può rendere ancora più appetibile la consuetudine quotidiana. 
 
Nell'era delle tecnologie indossabili, nascono invenzioni come il ‘Crane head cereal serving device’ ovvero il dispositivo gru per servirsi dei cereali o il ‘Robowl’', tazza di cereali volante dotata di braccio robotico che permette di raggiungere comodamente lo zaino di scuola mentre si fa colazione. 
Come spiega José Barco, direttore marketing cereali di Kellogg Sud Europa, &ldqu
o;la tecnologia, diventata un supporto alle attività quotidiane e all'intrattenimento delle famiglie, potrà anche entrare a far parte, in modo divertente, dell'immaginario familiare associato alla prima colazione”.

Ed ecco le sei tecnologie indossabili inventate da Wilcox:
 
Robowl – la prima tazza di cereali volante, comandabile in remoto dall'orologio. La tazza si solleva grazie a un drone e, con un braccio robotico, permette di raggiungere tutto quello che i bambini rischiano spesso di dimenticare a casa al mattino. 

Crane Head Cereal Serving Device – un braccio idraulico preleva i cereali dalla scatola con tanto di dispenser di latte. La parte migliore? La gru è fissata su un elmetto facilmente indossabile.  

Hungry Tummy Rumbling Amplification Device – un dispositivo indossabile con un microfono collegato alla pancia che rileva e una trombetta che amplifica i suoni dello stomaco affamato; Perfetto per scovare quelli che saltano la colazione.
 
‘Breakfast Is Served’ Pillow – siete stanchi di urlare per chiamare i bambini quando è pronta la colazione? La soluzione è questo cuscino parlante. Premendo un pulsante sul tavolo della colazione si possono innescare messaggi sonori come 'Sveglia, sveglia!' grazie allo speaker installato nel cuscino. 
 
‘Get enough’ Spoon – il cucchiaio smart segnala quando si raggiunge la giusta quantità di latte e cereali per iniziare alla grande la giornata.
 
Soggy-O-Meter – preoccupati per la conservazione della croccantezza dei cereali nel latte? La nuova tazza ne segnala il giusto livello grazie a un particolare strumento che si illumina e si può inzuppare.
 
Altre info su www.kelloggs.it.




Più tempo per le mamme col social reality
‘Promessa Mantenuta’ promosso da Kinder Cereali

Per 21 giorni 21 famiglie daranno prova di come sia possibile dare un aiuto concreto alle mamme indaffarate attraverso piccoli contributi personali da parte dei papà e dei figli. Il social reality si segue sul sito del brand e sui social con l'hashtag #PromessaMantenuta. Creatività di H-Art, pr di Cohn&Wolfe, media di Zenith Optimedia

17 novembre 2015 - È partito ieri ‘Promessa Mantenuta’, progetto di Kinder Cereali per sensibilizzare le famiglie a dare un aiuto concreto alle mamme, alleggerendo la loro giornata con piccoli contributi personali da parte dei papà e dei figli. 
 
Dopo la campagna 2014 a titolo ‘Posso aiutarti, mamma?’, quest'anno si passa a una fase di aiuto concreto, vero e proprio esperimento sociale in forma di social reality che per 21 giorni coinvolgerà 21 famiglie d'Italia. Le loro esperienza saranno online su kindercereali.kinder.it e sui social network con l'hashtag #PromessaMantenuta.
 
Apparecchiare la tavola all'ora di cena, lavare i piatti, prendersi cura dell'animale domestico: sono solo alcuni esempi di promesse da reiterare per 21 giorni che, secondo gli psicologi, è il tempo necessario per creare un'abitudine. Ogni famiglia ha un kit che con un ‘pulsante’ da premere ogni volta che la promessa viene mantenuta. In automatico, il pulsante aggiorna un counter che tradurrà ciascun click in 10 minuti di tempo libero per la mamma, che potrà decidere di dedicarlo a se stessa o a tutta la famiglia. 
 
L'iniziativa è stata creata da H-ART in collaborazione con l'agenzia di brand pr Cohn&Wolfe. Il media è a cura di Zenith Optimedia. Qui sotto il video che introduce il social reality.




Pernigotti va al rilancio con Lorenzo Marini Group

La storica marca di cioccolato continua il percorso di rinnovamento iniziato un anno e mezzo fa e va in comunicazione con spot, affissioni, presenza sui social media e azioni di promo pubblicità. Claim tormentone, ‘Per te, per me, Pernigotti’

16 novembre 2015 - Lorenzo Marini Group firma il rilancio in comunicazione della storica marca di cioccolato Pernigotti 1860, dando il via alla campagna prenatalizia con claim ‘Per te, per me, Pernigotti’ che prevede uno spot in tv e al cinema affiancato da un'attività di comunicazione integrata declinata online sui social media e da azioni di promo pubblicità in tutta Italia. La campagna promuove la gamma di prodotti dell'azienda: praline, tavolette, snack e la nuova crema spalmabile nelle due varianti Gianduia classico e Gianduia nero caratterizzate dai colori Oro e Nero.
 
Pernigotti continua così il percorso di rinnovamento iniziato un anno e mezzo fa puntando sulla qualità di prodotti e ricette, sul nuovo packaging, la nuova immagine fino ad arrivare a una nuova percezione del marchio. Il concept di comunicazione individuato dall'agenzia è semplice, immediato, coinvolgente e di facile memorabilità: un tormentone in grado di essere declinato sui target e sulle varie occasioni di consumo. Lo spot mostra a rotazione sullo schermo, diviso in 3 sezioni verticali come fosse una slot machine, personaggi, prodotti e le scritte ‘Per te, per me, Pernigotti’.
 
La pianificazione, a cura di Omd, prevede un primo flight su reti Mediaset, Sky e Discovery per due settimane e sugli schermi del circuito The Space a Milano dal 19 novembre al 9 dicembre, integrato da affissioni e promozione presso alcuni punti vendita con dei corner ‘Choco Design’ in cui alcune food stylist offrono il prodotto ai consumatori. Per il prossimo anno sono previsti altri flight che utilizzeranno esterna, stampa e web a cura di Sottomarini, la web factory di Lorenzo Marini Group. 




In cerca di brand awareness e di un target più giovane, Warsteiner Bier debutta in comunicazione in Italia con spot virale, stampa ed eventi

Terzo per vendite dopo Germania e Olanda, il nostro Paese presenta molti margini di crescita per lo storico brand di birra premium tedesca, distribuito per tre quarti nel canale Ho.Re.Ca., che ha oggi in Italia una quota sul mercato delle birre del 2% e del 4-5% nel segmento premium. La campagna, sviluppata per l'80% sul digitale, parla al cuore delle persone invitando a far sempre le cose al meglio. Per destagionalizzare il consumo, Warsteiner Italia lancia in limited edition la Warsteiner Winter riservata ai locali

12 novembre 2015 - Warsteiner Bier, storico brand di birra premium tedesca, nato nel 1753 e oggi gestito dalla nona generazione di famiglia, vara la sua prima campagna pubblicitaria in Italia, con l'obiettivo di aumentare la brand awareness e ampliare alla fascia di età 23-35 il core target finora centrato sulla fascia over 35. E volendo rivolgersi ai giovani, sceglie il digitale dove veicolare lo spot, ideato da Amsterdam International, imperniato su uno dei valori chiave aziendali, quello di fare da sempre le cose al meglio. Il concept creativo è di rivolgersi al cuore dei consumatori col messaggio “qualunque cosa tu faccia, falla al meglio”. 
 
La comunicazione mette al centro le persone, con le loro storie e passioni, che birra Warsteiner accompagna motivandole a fare ciò che è più giusto per loro. Protagoniste dello spot sono persone autentiche come lo street artist Andreas von Chrzanowski, che, dopo aver visto il suo studio con le sue opere prendere fuoco, ha avuto la forza di ricominciare da zero e ora espone in tutto il mondo. O come il paracadutista Rob Heron, atleta di sport estremi, che dà un'interpretazione particolare del volo umano: per lui una sfida e uno stile di vita.
 
Col supporto dell'agenzia digital Viralbeat, la campagna va sui canali social Facebook e YouTube, puntando alla viralizzazione, con claim ‘do it right!’ e si può seguire online con l'hashtag #doitright. Un 20% del budget è destinato alla declinazione su stampa trade e consumer, tra cui testate femminili, visto che le donne sono un target che si sta sempre più avvicinando al consumo di birra. Per ora sono previsti due flight di due mesi l'uno intervallati da un mese. Poi potrebbe esserci una ripresa più avanti nel 2016.

Warsteiner sviluppa in Italia, secondo Paese per volumi di export dopo l'Olanda, un fatturato di 30 milioni di euro, in crescita del 2% rispetto al 2014, mentre nel mondo fattura 550 milioni. Nel nostro Paese il brand è distribuito per il 75% nel canale Ho.Re.Ca. e per il restante 25% nella Gdo, dove ha fatto ingresso da una quindicina di anni. Warsteiner Bier in Italia ha una quota di mercato del 4-5% nel segmento premium (2% la quota nel mercato delle birre in generale), mentre in Germania è tra le tr
e birre premium più vendute e vanta una brand awareness altissima. “Ci sono grandi potenzialità di sviluppo in Italia – dice Luca Giardiello, a.d. e country manager di Warsteiner Italia, filiale di Warsteiner Brauerei Haus Cramer KG, con sede nei pressi di Verona - . Dobbiamo farci conoscere”. Vanno in questa direzione anche gli eventi, come il ‘Warsteiner in Tour’, in partenza, che toccherà punti vendita e gallerie dei centri commerciali per coinvolgere i consumatori in un'esperienza multisensoriale. Le prime quattro tappe sono in due centri commerciali di Milano, uno di Casalecchio di Reno (BO) e uno di Mestre, si continuerà poi nel 2016.
 
Per destagionalizzare il consumo, infine, per la prima volta in vista del Natale Warsteiner Italia lancia in limited edition la Warsteiner Winter, in esclusiva per il canale Ho.Re.Ca.: colore ambrato, gusto pieno, corpo maltato (5,6 % vol.). Sarà servita nell'iconico bicchiere Tulpe in stile flute, inventato negli anni 80 in omaggio all'essere la Warsteiner ‘lo champagne delle birre’, che per l'occasione sarà rivestito di decori natalizi. 




Le Bibite San Pellegrino diventano premium e rinnovano ricetta,
packaging e comunicazione. Tema, ‘Meraviglia Italiana’

Sanpellegrino dà il via alla trasformazione del segmento Bibite per rivolgersi a un target più adulto. Sparisce il formato famiglia per la più raffinata bottiglia a clavetta, che conterrà più succo e meno zucchero. Il progetto di comunicazione, ideato da Lowe Pirella, sarà un inno ai profumi e ai sapori del Mediterraneo. Prevede uno spot in tv e al cinema e il coinvolgimento sul web del fotografo Giovanni Gastel, dello scrittore Gianrico Carofiglio e della stilista Margherita Maccapani Missoni

6 novembre 2015 - Conclusa l'esperienza del semestre di presenza all'Expo, in cui 15 milioni di persone hanno visualizzato i suoi prodotti grazie a una presenza capillare nei Padiglioni di 100 Paesi e a una distribuzione in 160 ristoranti e bar, e dove l'Acqua minerale è stata al centro dell'attenzione, Sanpellegrino (gruppo Nestlé) annuncia una grande operazione di riposizionamento in Italia per un altro segmento storico, quello delle Bibite, per ottenere lo stesso successo che lo ‘sparkling fruit beverage‘ del brand conosce nel mondo.
 
Non un rilancio, come spiega il management, ma una vera e propria trasformazione: le Bibite Sanpellegrino diventano un prodotto premium di qualità che si rivolge a un target più adulto. L'aranciata, non più ‘esagerata’ come ai tempi della pubblicità che parlava ai giovanissimi, adotta un nuovo packaging, più raffinato, una nuova brand identity e cambia formula, portando la percentuale di succo d'arancia dal 15,6% al 20% e riducendo del 10% lo zucchero, per venire incontro alle istanze salutistiche dei consumatori. Nasce in parallelo un nuovo concept di comunicazione, ideato dall'agenzia di riferimento Lowe Pirella, a tema ‘Meraviglia Italiana’. 
 
Nel packaging, le Bibite si avvicinano all'universo valoriale dell'acqua S.Pellegrino abbandonando il formato-famiglia per assumere quello longilineo ed elegante della minerale. Simbolo del cambiamento è la bottiglia in Pet da 125cl nel formato clavetta. In linea con la nuova brand identity, c'è anche il rinnovo del sito bibitesanpellegrino.it, online dal 9 novembre, dove, come sulle pagine social del brand, apparirà il nuovo spot che celebra l'origine mediterranea delle Bibite. 
 
“Dal 1932 selezioniamo i migliori ingredienti italiani, catturiamo tutti i profumi e sapori del Mediterraneo e li trasformiamo in un gusto inimitabile”: è il tema dello spot, girato a Ortigia (Siracusa) lo scorso luglio, con pr
otagonista una ragazza che trova in un baule in soffitta una bottiglietta di vetro, di forma inconfondibile, con la stella rossa di Sanpellegrino serigrafata. Sull'onda de ‘L'amore verrà'
di Nina Zilli la ragazza va in bicicletta tra i vicoli della città vecchia, il lungomare e gli agrumeti, portando con sé la bottiglia che cattura tutti i ‘migliori ingredienti i
taliani’. Prodotto da The Box Films con la regia di Fabrizio Mari, lo spot sarà su emittenti nazionali e satellitari in tagli da 30”, 15” e 7”, mentre il taglio da 45” sarà soprattutto al cinema, dopo un'anteprima  durante XFactor su SkyUno. 
 
Il progetto Meraviglia Italiana prevede anche un importante risvolto sul digitale, che coinvolgerà nell'arco di un anno tre eccellenze italiane quali il fotografo Giovanni Gastel, lo scrittore Gianrico Carofiglio e la stilista Margherita Maccapani Missoni, invitati a raccontare e a interpretare con la propria creatività i colori, i profumi e i sapori del Mediterraneo, da sempre loro fonti di ispirazione. Le storie dei tre artisti, con l'hashtag #meravigliaitaliana, saranno raccolte in alcuni cortometraggi che saranno pubblicati online. I tre dedicheranno al progetto anche opere inedite e saranno giudici di un contest che nel 2016 inviterà aspiranti scrittori, fotografi e stilisti amatoriali a postare contributi sul tema. 
 
Alla presentazione del progetto a Milano, in un evento al 39° piano del Palazzo Regione Lombardia, i tre artisti hanno creato, all'interno di un agrumeto sospeso a 150 metri d'altezza, delle installazioni artistiche che, nelle specificità di ciascuno, erano un inno alla ‘Mediterraneità’: negli scatti del fotografo, nelle parole dello scrittore, nelle creazioni della stilista. Le installazioni rivivranno sul sito. 




‘F for Franciacorta’, un film sul vino e la sua terra

Il Consorzio Franciacorta ha investito su un prodotto video di 20' di taglio cinematografico, girato in 4k, corale, emozionale, che racconta la produzione, il territorio, la gente che ci lavora, la passione e l'unione di intenti che sta dietro a un prodotto italiano di eccellenza. In predicato per partecipare alla Berlinale 2016 nella categoria enogastronomia, il film sarà online e in tv da metà febbraio

3 novembre 2015 - Massimo Zanichelli, esperto di vino e di cinema, ha scritto e diretto per il Consorzio Franciacorta l'inedito progetto cinematografico dedicato al vino Franciacorta, alla terra che lo produce, alla gente che ci lavora,  mettendo in luce la passione e  l'unione di intenti che sta dietro a una produzione italiana di eccellenza, iniziata poco più di 50 anni fa. Non caso la tagline del brand Franciacorta è 'unione di passioni'. 

Non si tratta  di un documentario didattico, ma di un film corale, emozionale, intitolato 'F for Franciacorta'. Di soli 20  minuti, ha richiesto un impegno produttivo di un anno e mezzo, attraversando per le riprese tutte le stagioni e le varie fasi di produzione, mostrando i gesti antichi di cura di filari e cantine: lo spettatore è accompagnato a scoprire l’essenza del Franciacorta e la sua produzione in un alternarsi di immagini del lavorio della natura e dell’impegno umano. Molto spazio è dedicato al paesaggio e alle testimonianze dei produttori, volutamente senza i nomi in sovraimpressione, ciascuno che parla dalla tenuta di un altro, per dare il senso corale dell'impegno, senza personalizzazioni. 

“La tradizione vitivinicola della Franciacorta vi appare come patrimonio culturale da salvaguardare e proteggere. Abbiamo deciso di investire risorse e tempo in questo film perché lo consideriamo un importante strumento per valorizzare il territorio” ha detto Maurizio Zanella, presidente del Consorzio. Il film sarà anche uno strumento promozionale all'estero, sono previste versioni in inglese, tedesco e giapponese.

Sono stati utilizzati sistemi di ripresa e tecnologie di post produzione di ultima generazione: droni con otto motori per le riprese aeree, camera 4k raw per riprese video con lenti cinema e steady-cam stabilizzate elettronicamente di ultima concezione. Il progetto prevede la realizzazione di diversi prodotti video elaborati dal girato, tra cui tagli da 4/5 minuti anche ad uso dei diversi produttori. Online è già visibile un teaser, mentre il film completo, in predicato per partecipare alla Berlinale 2016 nella categoria enogastronomia, sarà online e in tv da metà febbraio.




Campagna di solidarietà virale per pasta Rummo
che afferma “L’acqua non ci ha mai rammollito”

Danneggiata dall'alluvione nel beneventano, l'azienda riceve solidarietà sui social con la campagna spontanea  #SaveRummo. E rilancia con un annuncio che richiama la promessa di marca della resistenza alla cottura

20 ottobre 2015 - Ha dato il via a una campagna spontanea sui social la disavventura di pasta Rummo il cui stabilimento nel beneventano è stato coinvolto, nella notte tra il 14 e il 15 ottobre, nell'alluvione che ha danneggiato alcune linee di produzione. Un'ondata di quasi quattro metri ha investito il sito produttivo, ma ora la famiglia Rummo e i dipendenti stanno lavorando alacremente per riportare lo stabilimento alla normalità. Le linee produttive più importanti saranno in grado di ripartire a breve, mentre il magazzino aziendale può far fronte con lo st
ock alle richieste di breve periodo dei clienti. Nel giro di quattro/sei settimane dovrebbe ripartire il 70% della produzione.
 
La campagna di solidarietà virale #SaveRummo ha molto colpito la famiglia Rummo, che ha dichiarato di non esserne promotrice. E' arrivata in un solo
giorno a oltre 90.000 like e continua a crescere coinvolgendo appassionati, giornalisti, chef. Alle immagini fiorite sul web del tipo “io sto con Rummo” fa da controcanto l'annuncio di fermezza da parte dell'azienda che ricorda a consumatori e sostenitori che “L'acqua non ci ha mai rammollito”. Evidente il riferimento alla promessa di marca della particolare tenuta di cottura, grazie al metodo brevettato della Lenta Lavorazione.

Rummo è azienda storica che dal 1846 produce 140 formati di pasta. Fattura oltre 100 milioni di euro ed esporta in 45 nazioni. La quota delle esportazioni è del 35% e i principali mercati stranieri raggiunti sono gli Usa, il Giappone, la Gran Bretagna e la Germania. 


Sapore vero da 130 anni, Amaro Montenegro
li celebra con Gruppo Testa e gli eroi di ogni giorno

Al via la campagna di comunicazione integrata realizzata da A.Testa e Testa Digital Hub con protagonisti uomini e donne comuni coinvolti nel volontariato per dieci associazioni no profit italiane. Un video trailer in tv invia al sito dedicato dove si potrà supportare l’associazione preferita attraverso lo share funding 

13 ottobre 2015 - Lo storico brand Amaro Montenegro celebra 130 anni sul mercato lanciando una nuova campagna di comunicazione integrata realizzata da Armando Testa con Testa Digital Hub. Mantenendo la linea tradizionale di rendere protagonisti delle sue campagne eroi senza tempo, il brand celebra l'anniversario raccontando, attraverso l’hashtag #EROIVERI, gli eroi di ogni giorno: uomini e donne comuni coinvolti nel volontariato, persone che proteggono e preservano la natura, gli animali e l’ambiente nel territorio italiano e che hanno accolto positivamente l’opportunità di partecipare all’iniziativa e testimoniano  le loro storie attraverso l’uso di trenta action cameras.
 
Nasce così  #130SECONDI DI SAPORE VERO,
progetto dedicato alle storie di dieci associazioni no profit italiane: Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica Monte Adone, Corpo Volontari Antincendi Boschivi del Piemonte, ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali, FAI – Fondo Ambiente Italiano, Federazione Nazionale Giubbe Verdi, Filicudi Wildlife Conservation, Gruppi Archeologici d’Italia, Reparto Volo Emergenze, Unità Soccorso Tecnico e Vega Soccorso. 
 
In tv  un video trailer in tagli da 30 e da 15 secondi invita gli spettatori ad andare sul sito montenegro130.it da cui si potrà supportare l’associazione preferita attraverso lo share funding, ovvero condividendo il web video da 130” che racchiude tutte le imprese dei volontari coinvolti. La produzione è di Made con regia di Giancarlo Spinelli. Amaro Montenegro donerà 130.000 euro suddividendoli tra le dieci associazioni sulla base di un regolamento prestabilito, pensato per premiare le associazioni più apprezzate dalla rete ma, nello stesso tempo, garantire un adeguato supporto anche agli altri enti coinvolti. La campagna ha come nuovo claim “Amaro Montenegro. Da 130 anni, sapore vero”.








I nuovi Earth Defenders a Milano per l'Expo,
Lavazza con A.Testa li celebra nel Calendario 2016

Una campagna su affissioni nelle stazioni di Cadorna, Rho, al palazzo di Eataly e sui ledwall all'interno di Expo sostiene il grande evento di Slow Food ‘Terra Madre Giovani – We Feed the Planet’. Le immagini fanno parte del Calendario Lavazza 2016 ‘From Father to Son’, realizzato in collaborazione con Slow Food con scatti di Joey L. e direzione artistica di A. Testa, che celebra il passaggio generazionale con i giovani agricoltori del Sud America che difendono le produzioni locali

5 ottobre 2015 - È in corso fino a domani il grande evento di Slow Food ‘Terra Madre Giovani – We Feed the Planet’ che riunisce a Milano 2.500 giovani contadini di 120 paesi del mondo. Per celebrare questa nuova generazione di Earth Defenders, Lavazza e Armando Testa hanno pianificato un'affissione multisoggetto che ripropone tre fotografie del Calendario Lavazza 2016 ‘From Father to Son’, con scatti del talentuoso fotografo canadese 26-enne Joey L. accompagnati da messaggi che testimoniano l'importanza della trasmissione del sapere tra le diverse ge
nerazioni. Le affissioni vestono le stazioni di Cadorna, Rho, il palazzo di Eataly e i ledwall all'interno di Expo (dove sono esposti tutti e 13 gli scatti del Calendario), evento a cui Lavazza partecipa come caffè ufficiale di Padiglione Italia.
 
Il Calendario Lavazza 2016 ‘From Father to Son’ è stato realizzato in collaborazione con Slow Food con foto di Joey L e la direzione artistica di Armando Testa per celebrare il passaggio generazionale con i giovani ‘Earth Defenders’, persone reali, agricoltori del Sud America che difendono le produzioni locali, dal fagiolo della Guajira al peperoncino, dal caffè alle ostriche di Cananeia. Il reportage fotografico scava nei riti e nei costumi di questi nuovi eroi della terra, promotori d
el cambiamento che molto devono agli insegnamenti dei padri ma che a loro volta sono un esempio per coraggio e tenacia alle precedenti generazioni, in un incontro tra passato e futuro che ha come obiettivo lo sviluppo sostenibile. In ossequio a un detto secondo cui la terra non si eredita dai padri ma si prende in prestito dai figli. 
 
Il Calendario 2015 era dedicato agli ‘Earth Defenders’ dell'Africa con scatti di Steve McCurry (vedi news del 23 ottobre 2014). Il nuovo progetto ‘From Father to Son’ ne è l'evoluzione e non a caso prende il via nell'anno delle celebrazioni dei 120 anni del brand, in cui è stata lanciata la grande campagna internazionale ‘Lavazza, T
Dicembre
l'albero della vita
here's More To Taste’, ideata da Young & Rubicam Italia, che racconta l'intuizione e l'intraprendenza del fondatore Luigi Lavazza (vedi news dell'8 maggio). La quarta generazione Lavazza, oggi alla guida dell'azienda, gli rende omaggio anche col tema ‘From Father to Son’ e dichiara, per bocca del vicepresidente Giuseppe Lavazza, di voler perseguire una filosofia in cui non contano solo i soldi ma la passione, l'amore, l'orgoglio di quello che si fa: “Vogliamo avere una reputazione e costruire qualcosa che ci rappresenti e rappresenti i risultati del lavoro di una vita e che andrà consegnato ai nostri discendenti”. 
 
Protagonisti degli scatti del Calendario, oltre a produttori di caffè nelle comunità in cui opera la Fondazione Lavazza, anche giovani produttori dei presìdi Slow Food. Lavazza e Slow Food invitano i cittadini a schierarsi dalla parte degli Earth Defenders, acquistando il Calendario Lavazza 2016 in edizione limitata o contribuendo sul sito calendar2016.lavazza.com al progetto Terra Madre Giovani - We Feed the Planet e allo sviluppo della Rete Giovani di Slow Food.
 
La campagna legata al Calendario e al grande evento di Slow Food prevede anche una declinazione digital con video e interviste sui social, con una pianificazione particolare su Instagram e il progetto un gruppo di sei ‘instagramer’ che seguono gli eventi di ‘Terra Madre Giovani’. Il budget messo in campo dall'azienda per la campagna è di due milioni di euro.


Probios arricchisce la colazione dei celiaci con la novità
per l'Italia di prodotti a base di avena senza glutine

Il gruppo toscano specializzato in alimenti biologici vegetariani, vegani e per intolleranze alimentari inserisce la nuova gamma nella linea Altri Cereali, reperibile anche nella grande distribuzione, e la lancia con una campagna su stampa  e web con creatività interna e planning di Personal Media. Intanto si prepara a presentare al Roma Web Fest 3 corti dedicati, con taglio istituzionale ma leggero, al mondo del food bio, vegan e free from. In marketing e comunicazione investe l'1% del fatturato, che a livello di gruppo sarà quest'anno di 40 milioni

10 settembre 2015 - Probios di Firenze, presente da oltre 35 anni nel settore degli alimenti biologici vegetariani, vegani e per intolleranze alimentari, lancia un'innovativa gamma di prodotti per la colazione a base di avena, senza glutine, adatta per i celiaci. Si tratta di un novità assoluta per il mercato italiano, che amplia la varietà per coloro che soffrono di celiachia e che trovavano fino a un paio d'anni fa solo prodotti a base di mais e di riso. Probios ha ampliato l'offerta con prodotti a base di grano saraceno, amaranto, miglio e quinoa. E ora di avena, proveniente da coltivazioni in Scandinavia, dove sono meno diffuse quelle di grano (il frumento è un infestante delle piantagioni d'avena) e c'è la certezza di avere una produzione priva di contaminazioni. La nuova gamma entra nella linea ‘Altri Cereali’ dedicata al mondo del 'Gl
uten Free’: biologica, garantita senza glutine e mutuabile dal Servizio Sanitario Nazionale. Dedicata alle esigenze di chi segue una dieta celiaca, si rivolge anche a chi vuole provare cereali diversi dal frumento. 
 
Per il lancio della linea, che comincia ora a essere commercializzata in farmacie, negozi specializzati e anche nella grande distribuzione, è prevista una campagna su stampa e web ideata con creatività interna e con media in gestione a Personal Media. 
 
Probios commercializza oltre 200 prodotti senza glutine e per intolleranze alimentari con milioni di referenze vendute ogni anno ed esporta in 48 paesi in Europa e nel
mondo. Il settore dell'alimentazione biologica ha risentito meno di altri della crisi economica, tanto che il fatturato atteso nel 2015 a livello di gruppo (Probios, Probios Deutschland, Il Nutrimento, Biostock) è di 40 milioni di euro, il 29% in più rispetto ai 31 milioni del 2014. In comunicazione e marketing il gruppo investe circa l'1% del fatturato. 
 
Tra le attività di marketing, ci sarà a breve la presenza di Probios al Roma Web Fest, festival internazionale delle web series che si terrà al Maxxi dal 25 al 27 settembre. Proporrà nella sezione dedicata ai lavori brandizzati tre cortometraggi firmati da Massimo Borgia e prodotti da Circorosso con ItalPlanet.it, dedicati con taglio istituzionale ma leggero al mondo del food Bio, Vegan e Free From. I corti 'This is the Bio Dance', 'Cronaca di un matrimonio annunciato'  e 'Intolerant', raccolti nella web serie “#LifeisFood, offrono al pubblico un punto di vista differente sui cibo. Propongono rispettivamente una danza 'green' di ballerini selezionati per la loro sensibilità verso il mondo del biologico e naturale; il viaggio di un venticinquenne che va da annunciare ai suoi cari di stare per sposarsi e che sceglie come compagna di vita una ragazza che non mangia prodotti di origine animale; le disavventure al ristorante di chi è intollerante a certi cibi e non sempre trova la giusta comprensione. I tre episodi della web serie sono già presenti sul canale youtube dell’azienda all’interno della playlist “#LifeIsFood. 





Barilla coinvolge i dipendenti nel mondo
in un contest sul vissuto della pasta

Industree Communication Hub ha ideato e realizzato il concorso globale ‘Pasta is…’ che invita tutti i dipendenti a raccontare il loro modo di vivere il prodotto di punta del brand attraverso pensieri, parole e immagini. Previsti quattro vincitori, uno per area geografica. Obiettivo, promuovere all'interno del gruppo una maggiore cultura del benessere

8 settembre 2015 - Barilla dedica un anno alla pasta, il prodotto che l'ha resa celebre in tutto il mondo, e lo fa coinvolgendo i dipendenti con attività e iniziative che valorizzino il prodotto, le sue proprietà nutrizionali e le buone abitudini alimentari associate. L'obiettivo è di promuovere anche all'interno dell'azienda una maggiore cultura del benessere. 
 
Nasce così il contest ‘Pasta is…’ ideato da Industree Communication Hub che coinvolge l'intera popolazione aziendale di Barilla. A tutti dipendenti nel mondo è stato chiesto di raccontare il loro modo di vivere la pasta, inviando un pensiero insieme a una ricetta e a un'immagine che rappresentino al meglio i 5 valori fondamentali che l'azienda associa all'ingrediente. Le proposte più votate dai colleghi saranno esaminata da un giuria di professionisti del settore, tra cui gli esperti di Academia Barilla, che decreterà quattro vincitori, uno per area geografica. Tutte le ricette saranno raccolte in un ricettario digitale.
 
Oltre a naming e meccaniche del contest, Industree Communication Hub ha realizzato gli strumenti di supporto del concorso, ha curato la comunicazione digitale e progettato il sito dedicato all'iniziativa in collaborazione con O-One, divisione digital del gruppo.


Cirio mette in mostra all'Expo 160 anni di storia
e lancia il concorso della Galleria del sapore

In mostra alla Cascina Triulza su 11 monitor perimetrali la storia del fondatore e del brand, tra aneddotica e messaggi di comunicazione, dai cartelloni di Depero e Cappiello al recente spot di Ozpetek. Conserve Italia, che ha acquisito Cirio nel 2004, vara anche un concorso collegato alla seconda edizione del format Galleria del sapore in cui la passione per la cucina incontra l'arte contemporanea

7 settembre 2015 - Sarà allestita all'Expo di Milano negli spazi della Cascina Triulza dal 17 al 30 settembre la mostra ‘Cirio - Una storia di cuore’ che celebra i 160 anni di storia del marchio alimentare rilevato nel 2004 da Conserve Italia. La mostra parte dalla storia del fondatore, l'intraprendente Francesco Cirio, nato a Nizza Monferrato nel 1836 da un commerciante di granaglie, che a soli 20 anni, nel 1856, creò a Torino il primo stabilimento Cirio, primo passo per l'avvio di un'impresa fiorente in grado di produrre ed esportare in tutto il mondo. Oggi Cirio è presente in oltre 60 paesi, dal Regno Unito al Giappone.

Su 11 monitor perimetrali, la mostra ripercorre poi la storia del brand Cirio fino ai giorni nostri, tra aneddotica e messaggi di comunicazione. Sono riprodotte opere pubblicitarie firmate da artisti quali Mauzan, Cappiello, La Monaca, Depero, SePo e Rubino, poi si arriva alle campagne promosse da Conserve Italia fino all'ultimo spot d'autore realizzato lo scorso maggio dal registra Ferzan Ozpetek. I materiali e le riproduzioni esposti provengono dall'archivio presente presso la sede di Conserve Italia e gli spazi del Museo Francesco Cirio di Castelnuovo Belbo (Asti). L'ideazione del progetto è a cura dell'agenzia di comunicazione Moville di Bologna. 
 
Cirio rilancia la vocazi
one a comunicare attraverso l'arte anche varando dal 10 settembre il concorso La Galleria del Sapore, dedicato ad appassionati di cucina e arte, che mette in palio un weekend a Torino il 28 e il 29 novembre. Prevede una notte in hotel 4 stelle con cena e colazione, un tour di Torino con le Guide Bogianen e lo scrittore Fabrizio Vespa, un workshop con l'artista Massimo Sirelli dove realizzare insieme un robottino da portare a casa, un pranzo con showcooking insieme a Giovanni Naviglia all'interno di FoodLab.

Oltre a commissionare dal primo Novecento manifesti pubblicitari a grandi illustratori come Depero e Cappiello e continuare oggi con giovani artisti, nel 2014 Cirio ha dato vita al format ‘Galleria del Sapore’ in cui la passione per la cucina incontra l'arte contemporanea, in partnership col Gambero Rosso. L'evento ha l'obiettivo di creare ‘una grande opera d'arte culinaria’ coinvolgendo un artista e giovani food blogger in sfide a colpi di creatività.

Nell'ed
Massimo Sirelli
izione 2015 l'artista scelto da Cirio è stato il giovane torinese Massimo Sirelli che ha creato con latte Cirio e vari utensili di cucina i robottini Rosetta, Ettore e Peppino. Sirelli guiderà i vincitori in un workshop di 2 ore dove mostrerà come costruire un robot. 
 
Si partecipa al concorso scegliendo al massimo tre ingredienti tra cui un pomodoro oltre a un oggetto che rievochi un ricordo e un'emozione (da spiegare in 300 caratteri al massimo), si scatta una foto e la si carica entro il 25 ottobre su www.cirio.it/concorso-galleria-del-sapore, dove si trovano anche tutte le informazioni e il regolamento. 


Amaro Montenegro celebra i 130 anni
tra eventi e il lancio del cocktail 130

Il numero 130 guida una serie di iniziative nei locali di Bologna, dove si berrà il nuovo cocktail e che parteciperanno a un contest su Facebook per scegliere il miglior barman. All Communication organizza gli eventi, ad Armando Testa si deve l'immagine coordinata del 130 oltre alla campagna adv online, mentre Ambito5 gestisce la pagina Facebook

23 giugno 2015 - Amaro Montenegro compie 130 anni nel 2015 e festeggia con una serie di iniziative da qui a fine anno nella città natale, Bologna. Al centro c'è la creazione del 130, cocktail celebrativo a base di Amaro, lime, zucchero e acqua tonica, da bere nel bicchiere dedicato che richiama il fondo della tradizionale bottiglia. Il cocktail 130 sarà disponibile nei locali di Bologna dove ogni sera verrà celebrato il compleanno con un countdown, una torta e allestimenti e iniziative varie, come coinvolgere i presenti per stilare insieme i 130 motivi per scegliere Amaro Montenegro.
 
L'organizzazione degli eventi è a cura di All Communication, mentre l'immagine coordinata del 130 è stata creata da Armando Testa, che ha anche ideato banner, skin e dem per la campagna adv online, con pianificazione a cura di Starcom, e la grafica dei materiali promozionali. A. Testa ha proposto un'immagine più giovane per Amaro Montenegro giocata sui toni del giallo, colore storicamente legato al marchio.
 
Alcuni dei locali saranno anche coinvolti in un contest sulla pagina Facebook, affidata ad Ambito5, della durata di 130 giorni, per decretare il barman preferito dai bolognesi che vincerà 130 ore di vacanza. E, sempre su Facebook, verranno via via pubblicati i 130 motivi per provare il cocktail. 


Activation di Bacardi sui Millennials con Bacardi Summer Wave,
format di eventi brandizzati tra musica e rum. Quest'anno all'Elba

Cavalcando il trend music and travel in crescendo nella fascia di età 18-29, Bacardi Italia diventa produttore di eventi musicali all'insegna dello spirito untameable che caratterizza la comunicazione globale. Col supporto tecnico di Louder Italy e con media partner Radio 105, organizza dal 1° agosto per 2 settimane all'Isola d'Elba una grande festa continua a base di musica, divertimento, sessioni di ‘mixology’ con bartender italiani. A sostegno spot sul web, radiospot, intervento degli Youtubers PanPers, campagna di proximity marketing e un contest

15 giugno 2015 - Non un'‘Isola 2’ ma un ‘Bacardi Summer Wave’ ovvero l'avvio di un format di eventi brandizzati con forte activation all'insegna del binomio musica e rum, che potrà essere replicato nelle prossime estati in tanti luoghi del divertimento estivo in Italia, per rivolgersi al target del Millennials 18-29, detta anche generazione Ryanair per l'inclinazione a viaggiare anche per seguire eventi musicali (music and travel). Dopo aver brandizzato l'anno scorso per tre settimane a cavallo di luglio e agosto le isole di San Domino di giorno e di San Nicola di notte nelle Tremiti (vedi news del 16 maggio 2014), evento che ha registrato 35.000 presenze e 40.000 cocktail serviti, Bacardi (gruppo Martini&Rossi) diventa produttore di eventi musicali all'insegna dello spirito untameable (indomabile) che caratterizza la comunicazione globale del brand.
 
Quest'anno la festa approda all'Isola d'Elba capace di una ricettività di 50.000 persone al giorno e che conta un totale di 800.000 presenze in agosto. Dal 1° di agosto per 2 settimane ci sarà una grande festa continua, accessibile a tutti, a base di musica, divertimento, sessioni di ‘mixology’ a cura di bartender italiani, senza dimenticare l'impegno verso il bere responsabile, che prevede anche educational per 100 bartender sull'isola il mese prima. “Un progetto complesso – ha spiegato il brand manager per il Sud Europa Fabio Pane -. L'offerta per la fascia 18-29 è molta e noi vogliamo differenziarci con contenuti studiati su misura per il target, creando un evento nuovo, che dia anche impulso all'economia, dando vita a una specie di Ibiza in Italia. I colleghi del Sud Europa (Francia e Spagna) stanno ideando contest ad hoc per inviare i loro consumator
i all'evento”.
 
Bacardi porterà all'Elba artisti italiani e internazionali come Bob Sinclar (11 agosto a Marina di Campo Beach); Raige ed Ensi (8 agosto a Portoferraio);i Dj di Radio 105, media partner della manifestazione, tra cui Dj Palmieri e Dj Spyne dello Zoo di 105 che animeranno il party di chiusura del 15 agosto. Oltre alle due serate-evento dell'8 e dell'11 agosto, ai grandi party opening e closing e ai dj set live con l'animazione di Radio 105, tutti i giorni ci saranno due appuntamenti fissi: dalle 16 presso la Bacardi Beach sulla spiaggia di Cavoli dove saranno allestiti due chiringuito e da mezzanotte e mezza con un after show alla storica discoteca Club64 che diventa per quindici giorni Bacardi Club 64.
 
Un concorso instant win sulla pagina Facebook di Bacardi e sul sito web e mobile www.bacardi.com mette in palio 3 vacanze all'Elba durante l'evento, di 4 notti per 3 persone, ognuna accompagnata da due amici. Il contest è promosso nella campagna istituzionale, pianificata online da oggi come video pre-roll sui portali generalisti e sui siti a target Millennials, con un codino di 15” che si aggiunge ai 30” dello spot internazionale, ideato da Betc e dedicato alle nuove etichette. I PanPers, duo comico Youtubers, realizzeranno due video teaser coinvolgendo la loro fan base di 430mila utenti, invitandola a partecipare al concorso. E poi accompagneranno i vincitori sull'isola l'8 agosto, da dove proseguiranno con la pubblicazione di video dell'evento. 
 
Il media plan prevede anche un radiospot da 30” su Radio 105 che parte il 15 luglio: iprimi 15” riprenderanno l'audio del codino dello spot web, durante gli altri 15” i dj di Radio 105 inviteranno gli ascoltatori a partecipare al ‘Bacardi Summer Wave’. Ci sarà anche un'attività di proximity marketing con 10.000 locandine distribuite col programma e con affissioni all'Elba, sulla costa toscana e nel resto del centro Italia. 
 
Il concept dell'evento è stato ideato internamente in Bacardi Italia, mentre l'organizzazione è a cura di Louder Italy di Torino. A parte l'evento estivo, Bacardi proseguirà col concept creativo globale lanciato l'anno scorso dello ‘spirito indomabile’ che permeerà la comunicazione da 3 a 5 anni anche con i nuovi partner globali scelti dal gruppo: Bbdo per la creatività e Omd per il media. Subentreranno a Betc e a ZenithOptimedia alla scadenza man mano dei contratti locali. Saranno al fianco di Bacardi Italia da fine agosto. 





Gatorade sostiene gli amanti dello sport
con la piattaforma Sponsored by Gatorade

Per cinque mesi la piattaforma digitale dello sport drink premierà chi mostrerà la determinazione che alimenta la passione per lo sport. Vari i livelli di premio, al raggiungimento di determinate soglie di punti e in base a classifiche mensili. Tre vincitori finali diventeranno i nuovi volti della campagna stampa Gatorade 2015. Creatività di DlvBbdo

4 giugno 2015 - Si chiama ‘Sponsored by Gatorade’ la piattaforma digitale attraverso cui lo sport drink, da sempre al fianco dei campioni, ‘sponsorizzerà’ tutti coloro che dimostreranno di avere la passione per lo sport e l'attività fisica (www.sponsoredbygatorade.it). Attiva da ieri per cinque mesi, la piattaforma premierà chi mostrerà di avere la ‘scintilla’, ovvero la determinazione interiore che alimenta la passione per lo sport. 
 
Registrandosi sulla piattaforma, si potrà attivare un profilo personalizzato e far crescere il livello della propria scintilla, accumulando punti per ricevere premi legati al mondo dello sport. I punti si guadagnano attraverso tre modalità di interazione: Play, utilizzando comuni app di allenamento tra cui Nike+ e Fubles e/o condividendo sui social network le performance; Support, supportando la squadra del cuore o altri eventi sportiv con l'hashtag #sponsoredbygatorade; Share, interagendo sui social in materia di sport attraverso l'hashtag #sponsoredbygatorade, e invitando gli amici a iscriversi alla piattaforma. 
 
Vari i livelli di premio, al raggiungimento di determinate soglie di punti e in base alle classifiche mensili. Ogni mese i primi 200 che superera
nno 800 punti riceveranno un voucher sconto per l'acquisto di prodotti Gatorade, dal 2° al 5° classificato vinceranno una coppia di biglietti per assistere a partite di calcio dei team Gatorade più amati come Juventus, Milan, Roma e Lazio. In finale tra i 50 utenti (formati dai 10 con il punteggio più alto di ogni mese) una giuria di esperti selezionerà tre vincitori che diventeranno i nuovi volti della campagna stampa Gatorade 2015. Premi anche a sorteggio per i restanti 47. Infine Gatorade offrirà ai cinque primi nella classifica di ogni mese  la possibilità di vivere un'esperienza esclusiva per entrare nel mondo di Juventus e Roma. Il progetto è a cura di DlvBbdo. 


Häagen-Dazs si rilancia sul mercato italiano partendo dai 5 iconic flavor

Il premium brand newyorkese di gelati punta a rafforzarsi in Italia, mercato considerato tra i più importanti in Europa, intensifica la presenza nei punti vendita della grande distribuzione e sigla un accordo di partnership con Ice-Green/Eurofood. Per ora la comunicazione privilegia le attività sul p.v.

28 maggio 2015 - Häagen-Dazs, premium brand newyorkese di gelati del gruppo General Mills, rilancia l'offerta in Italia puntando sugli iconic flavor, i 5 gusti classici. Tra i primi inventati dal fondatore Reuben Mattus a New York, hanno fatto la storia del brand: Vanilla, Belgian Chocolate, Macadamia Nut Brittle, Pralines&Cream e Strawberry&Cream.
 
Il mercato italiano è uno dei più importanti d'Europa per Häagen-Dazs: “Gli italiani hanno la cultura del prodotto – spiega la brand manager Caroline Serry - e riescono a comprendere la qualità di ciò che offriamo. Il nostro obiettivo ora è di intensificare la nostra presenza nei punti vendita”. Per estendere la penetrazione nel mercato retail, Häagen-Dazs ha appena siglato un accordo di partnership con Ice-Green/Eurofood. Inoltre i gelati sono disponibili in catene retail come Auchan, Carrefour, Esselunga, Il Gigante.
 
“Il segreto della bontà racchiusa nei prodotti Häagen-Dazs - prosegue Serry - nasce dalla passione e dedizione per la qualità: Häagen-Dazs è riconosciuto come un marchio premium grazie ai principi di naturalità e innovazione a cui restiamo fedeli. Vogliamo che i consumatori provino un'esperienza sensoriale di straordinario piacere”. Da oltre 50 anni Häagen-Dazs produce gelati senza coloranti né aromi artificiali, solo a base di panna fresca, latte, zucchero e tuorli d'uovo. Panna, latte e zucchero provengono da circa 350 aziende agricole vicine al sito produttivo francese, gli altri ingredienti sono reperiti nel mondo, caratteristici come la vaniglia dal Madagascar o le noci macadamia dalle Hawaii. 
 
Per ora la comunicazione a supporto del rilancio di Häagen-Dazs prevede principalmente attività sul punto vendita ed eventi. 


Con Levissima e Amsa, cargo bike ecologiche girano
per Milano attrezzate per la raccolta differenziata

Le bike hanno un cestone giallo per plastica e lattine, un cestone verde per il vetro e sono decorate dagli studenti dello Ied. Il gruppo San Pellegrino, presente ufficialmente all'Expo, sensibilizza anche in città alla sostenibilità e alla raccolta corretta delle bottiglie in Pet vuote, promuovendo un servizio concreto ai cittadini e ai visitatori dell'esposizione nei weekend estivi. Ne seguirà una donazione alla città di un'area verde con oggetti di pubblica utilità, rigorosamente in Pet riciclato

27 maggio 2015 - Il gruppo del beverage Sanpellegrino (gruppo Nestlé), presente all'Expo con acqua S. Pellegrino quale acqua ufficiale e gestore della Piazzetta tematica Acqua di Padiglione Italia, porta anche per le vie di Milano i temi della sostenibilità e della raccolta differenziata dei materiali, promuovendo un servizio concreto ai cittadini e ai visitatori dell'Expo per incentivare la raccolta corretta delle bottiglie in Pet vuote. L'iniziativa consiste nel mandare in giro in zone affollate, nei weekend da fine giugno a fine settembre, tre cargo bike ecologiche, realizzate artigianalmente dall’azienda italiana produttrice di biciclette Taurus, targate acqua minerale Levissima e attrezzate con due cestoni per la raccolta differenziata: giallo per plastica e lattine, verde per il vetro. 
 
Gireranno dalle 11 alle 19 tra Piazza Castello, Corso Garibaldi e Corso Como, rendendo possibile la raccolta differenziata dei rifiuti anche fuori casa e regalando nuova vita ai materiali. Si tratta di una novità per la città, visto che la raccolta differenziata non domestica finora si è fatta solo in luoghi circoscritti come, ad esempio, aeroporti, parchi e fiere (tipo la stessa l'Expo), ma non diffusamente nelle strade.
 
L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di Milano, città nelle cui case la differenziata è quasi al 55%, il che ne fa tra le più virtuose d’Europa insieme a Vienna. Sul piano pratico c'è la partnership con l'Amsa i cui operatori saranno alla guida delle bike e sensibilizzeranno i passanti. È coinvolto anche lo Ied, l'Istituto Europeo di Design, dove gli studenti dei corsi in Product Design, Illustrazione e Animazione e Graphic Design hanno lavorato al concetto di raccolta differenziata e riciclo dei materiali e si sono messi in competizione nel personalizzare le cargo bike con grafiche e messaggi educativi. La proposta creativa scelta dalla giuria, composta da docenti Ied, rappresentanti del Gruppo Sanpellegrino e di Amsa, è stata ideata da Zala Vrbek, che ha ricevuto una borsa di studio in premio.
 
Il progetto avrà un seguito. Al termine dell'attività di raccolta delle cargo bike, il gruppo San Pellegrino farà una donazione al Comune di Milano per l'allestimento di un'area verde della città con oggetti di utilità pubblica, rigorosamente in Pet riciclato, dimostrando quanto possa essere una risorsa per la comunità. Sempre sul fronte fuori Expo, il gruppo San Pellegrino è uno dei promotori, attraverso Fondazione Altagamma, della video-installazione artistica ‘Panorama’ in piazza Gae Aulenti, da un'idea di Davide Rampello, che fino alla fine dell'Expo offrirà la visione dell'unicità e dei gioielli del Bel Paese in 15 minuti. La struttura di ‘Panorama’ si presta per essere portata successivamente in altri luoghi e magari in altri Paesi. 
 
San Pellegrino ha chiuso il 2014 con fatturato di 811 milioni di euro, in crescita del 6%, frutto di un aumento del 2% nel mercato interno e del 14% all'estero (i prodotti del Gruppo, in particolare l'acqua minerale S. Pellegrino, sono esportati in 145 Paesi) per un totale di 3 miliardi di bottiglie vendute. Il Gruppo ha un portafoglio di prodotti ben diversificato: cinque marchi di acque minerali (Pellegrino, Acqua Panna, Levissima, Nestlé Vera, Recoaro) e un ampio assortimento di bibite e aperitivi.


Lavazza celebra l'inizio di una storia di 120 anni con la sua
più ampia campagna internazionale di sempre. Firma Y&R Italia

La campagna ‘Lavazza, There's More To Taste’, destinata a cinema, tv, web, stampa e affissioni in numerosi Paesi, racconta l'intuizione e l'intraprendenza di Luigi Lavazza che andò per il mondo e inventò la miscela perfetta del caffè. Lo spot è diretto dal regista francese Jean-Pierre Jeunet e ha come narratore Sergio Castellitto

8
L'attore che interpreta
Luigi Lavazza
con Francesca Lavazza
maggio 2015
- La campagna internazionale di Lavazza racconta una bella storia italiana, fatta di coraggio, intuizione e intraprendenza, quella di Luigi Lavazza che 120 anni fa si diede come bussola il consiglio paterno (“Nella vita c'è sempre qualcosa in più da scoprire”) e, emigrante nelle Americhe, inventò la miscela perfetta del caffè. Il segreto, arrivato alla quarta generazione, è raccontato nella campagna ‘Lavazza, There's More To Taste’ ideata da Young & Rubicam Italia e destinata a essere pianificata in cinema, tv,
Francesca Lavazza,
Jean-Pierre Jeunet
e Sergio Castellitto
web, stampa e affissioni in numerosi Paesi del mondo, partendo inizialmente in Germania, Francia, Usa, Canada e Uk per arrivare fino in Australia. Sono previste affissioni negli aeroporti di Londra, Parigi, Amsterdam, Francoforte e Bruxelles.
 
Per la celebrazione dei 120 anni, Lavazza ha deciso di lanciare la più ampia campagna di comunicazione internazionale della sua storia: “Si vuole così supportare la strategia di internazionalizzazione del gruppo - ha detto Francesca Lavazza, direttore corporate image dell'azienda - e raccontare la storia di tradizione e innovazione, ricerca e passione racchiusa in ognuna delle oltre 17 miliardi di tazzine di caffè Lavazza che vengono gustate in un anno in tutto il mondo”.
 
Lo spot, nei formati da 30 e da 60 secondi, è firmato con taglio cinematografico dal pluripremiato regista francese Jean-Pierre Jeunet (lo stesso de ‘Il Favoloso mondo di Amélie’) mentre il narratore è Sergio Castellitto. Filmato e altri contenuti speciali sono visibili sul sito moretotaste.lavazza.com. Per gli annunci stampa e affissioni ha lavorato il fotografo argentino Ale Burset.
 
Il gruppo Armando Testa resta l'agenzia di riferimento per l'Italia, dove viene confermata la serie ‘Paradiso’, e per la gestione della marca. 
 




L'Emmentaler si riposiziona premium
e lifestyle con Michelle Hunziker testimonial

ll Consorzio Formaggi Svizzeri dà il via a un piano di comunicazione con budget da due milioni che prevede tv, digital, punto vendita e stampa. La showgirl internazionale, nata proprio dalle parti della valle dell'Emme, sarà il volto della campagna in tutti i Paesi in cui la marca è presente. Con 12.800 tonnellate annue l'Italia è il primo importatore

30 aprile 2015 - L'Emmentaler DOP, il formaggio coi buchi originale svizzero, cambia posizionamento ed entra nell'area premium, rivolgendosi a un consumatore in cerca di quella qualità per cui è disposto a spendere anche qualcosa in più. La nuova comunicazione intrapresa dal Consorzio Formaggi Svizzeri abbandona così la classica iconografia delle vallate alpine e del buon latte per adottare un mood lifestyle. Il volto scelto per questo cambio di tono è la showgirl Michelle Hunziker, star internazionale, bella e solare, con tutta la sua carica di simpatia, testimonial ideale anche perché svizzera doc, anzi proprio dei dintorni di Berna dove c'è la valle dell'Emme che dà il nome al formaggio. “Un personaggio pubblico e trasversale – spiega Giovanna Frova, ceo di Switzerland Cheese Marketing Italia – che ci è parsa perfetta come portavoce della marca, ideale per dare all'Emmentaler una connotazione moderna e lifestyle, accanto a quella consolidata di prodotto di valore”.
 
Sulla campagna, SCMI investe due milioni di euro, al 60% in tv (Mediaset, Rai , Sky e La 7), sul digital al 30% e poi su stampa e punto vendita. Claim: “Il mio Emmentaler deve venire dalla Svizzera, proprio come me!”. C'è pure il sito dedicato http://www.michelledicecheese.it. La creatività si deve a Leo Burnett Svizzera per lo spot, girato a novembre a Milano dalla regista Mona El Mansouri e prodotto da Rosas&Co Film. Nico Bustos firma invece la campagna stampa. “Il planning – racconta Frova – è curato internamente col supporto per il buying di MediaMix”. Rp e attività digital sono seguite da Attila&Co. In particolare Attila Digital si è occupata di apertura e attivazione delle social properties del brand in Italia (Facebook, Instagram, Twitter) e della programmazione del calendario di attività digitali. 
 
L'accordo pluriennale con la testimonial la vede protagonista della campagna nei vari paesi in cui la marca è presente, in particolare in Italia che rappresenta il principale importatore di Emmentaler Dop. Se ne importano annualmente 8.200 tonnellate contro le 3.000 della Germania, secondo Paese importatore. E si pensi che per produrre un chilo di formaggio occorrono circa dodici litri di latte. Lo producono 140 caseifici di paese con latte fresco e non trattato di mucche alimentate esclusivamente con erba e fieno, senza aggiunta di altri ingredienti o l'utilizzo di sostanze geneticamente modificate. L'Emmentaler è di gran lunga il formaggio svizzero preferito dagli italiani, con vendite in valore di 200 milioni l'anno, seguito alla distanza dal Gruyère con 300 tonnellate annue importate.
 
Il debutto ufficiale della campagna è coinciso con un evento celebrativo da Eataly a Milano, nell'imminenza dell'apertura dell'Expo, alla presenza dello chef stellato Claudio Sadler, che ha reinterpretato ricette svizzere a base di Emmentaler secondo il suo estro e la sua creatività, col supporto (verbale) dalla testimonial. 





Birrifico Angelo Poretti, birra ufficiale del Padiglione Italia all'Expo,
presenta la Piazzetta della Birra e la referenza ‘champagne’ a 10 luppoli

La partecipazione all'Expo è stata l'input per la rivitalizzazione del marchio locale del gruppo Calsberg. In uno spazio di grande passaggio, all'incrocio tra il Cardo e il Decumano, il brand offrirà ai visitatori una luppolo experience, con concept creativo a cura di Ogilvy & Mather. Un nuovo locale a Milano e visite allo storico stabilimento di Induno Olona per il FuoriExpo

24 aprile 2015 - Birra ufficiale del Padiglione Italia all'Expo 2015, Birrificio Angelo Poretti (gruppo Calsberg) si giocherà la sua presenza alla manifestazione puntando su quattro valori: tradizione, eccellenza, innovazione e sostenibilità. La decisione nel 2008 di essere all'Expo e la vittoria del bando relativo alla merceologia sono state gli input per la rivitalizzazione di un marchio locale (nato in Valganna) ormai un po' sotto tono. Il leit motive è stato il tema del luppolo: “Ci siamo legati al tema caratterizzante dei luppoli riallanciandoci alla storia del fondatore – ha detto Alberto Frausin, ad di Carlsberg Italia – e il claim della nostra presenza all'Expo sarà proprio Dal 1877, Maestri del Luppolo”. 
 
La location sarà la Piazzetta della Bi
Alberto Frausin
a.d. di Carlsberg Italia
rra, in uno spazio di grande passaggio: all'incrocio tra il Cardo e il Decumano. All'esterno i visitatori verranno invitato a una luppolo experience in un giardino di luppoli veri. Ci saranno quattro luppoli giganti – installazioni in cui entrare di persona – per una brand experience emozionale che coinvolgerà vista, udito e olfatto. Dei totem interattivi permetteranno di navigare attraverso birre, ricette, storia del Birrificio Angelo Poretti, di fare il test ‘Che birra sei’ per scegliere quale birra gustare nel bar interno e fare acquisti al nuovo e-shop. Il gruppo Calsberg mette infatti online, da fine aprile, il nuovo negozio virtuale www.vogliadibirra.it dove è possibile acquistare i principali brand aziendali (Carlsberg, Birrificio Angelo Poretti, Tuborg, Grimbergen, Kronenbourg1664) oltre a prodotti e materiali promozionali. 
 
Tornando all'Expo, al centro dello spazio esterno ci sarà anche un facsimile del DraughtMaster TM Modular 20, il sistema di Carlsberg Italia che garantisce freschezza e qualità nel rispetto dell'ambiente, dato che al posto dei fusti in acciaio li usa in Pet totalmente riciclabile e non c'è utilizzo di Co2 aggiunto. Spillerà una ‘birra luminosa’ fatta di parole in più lingue sul mondo del Birrificio Angelo Poretti.
 
All'i
nterno, arredato con richiami allo stile Liberty dello storico stabilimento di Induno Olona (Varese), insieme alle diverse referenze (3 Luppoli, Originale 4 Luppoli, Bock Chiara 5 Luppoli doppio malto, Bock Rossa 6 Luppoli doppio malto, le 7 Luppoli stagionali ), si degusterà una versione creata ad hoc per l'Expo: la 10 Luppoli, birra champagne fatta con 10 luppoli provenienti da tutto il mondo. Interpretando alla lettera il tema del ‘vivaio’ di Padiglione Italia, sei scuole esporranno una al mese un oggetto d'arte tipico del loro mestiere. Tra queste Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana che collabora da tempo col brand, che ha selezionato produttori di Dop, Igp e Presidi Slow Food che alternativamente presenteranno al pubblico eccellenze gastronomiche, come Itasushi con le sue ricette in stile sushi ma a base di ingredienti rigorosamente italiani. Il concept creativo della presenza di Birrifico Angelo Poretti all'Expo si deve a Ogilvy & Mather, nuov
a agenzia del brand scelta lo scorso ottobre anche con l'incarico di occuparsi di tutta l'attività di comunicazione collegata all'Expo.
 
Infine, per quanto riguarda il Fuori Expo, due segnalazioni. È aperta dal 22 aprile la ‘casa’ di Birrificio Angelo Poretti, a Milano in viale Ortles 31/A: '7 Luppoli – Birra e Cucina'è un locale di tendenza che offre proposte di cucina veloce e tutte le birre del marchio. A Induno Olona per i sei mesi dell'Expo lo storico stabilimento aprirà le porte per visite guidate. 


Per l'Expo Campari celebra a Milano l'aperitivo
e lancia tre Art Label che reinterpretano Depero

Campari fa della città la capitale dell'aperitivo con un palinsesto di eventi, con oltre 100 luoghi di consumo coinvolti a partire dal Camparino in Galleria, con una partnership con Eataly e con una campagna di affissioni. Disponibili da maggio le bottiglie in limited edition con le etichette effetto neon, ispirate al bozzetto futurista del padiglione Campari all'esposizione del 1933

23 aprile 2015 - Per Expo 2015, Campari celebra, insieme a Milano, l’aperitivo come momento da scoprire e condividere, proponendo una Campari experience a base di stile italiano, arte della miscelazione e piacere dello stare insieme. Saranno coinvolti lo storico Camparino in Galleria, altri locali, ristoranti e hotel oltre che il Padiglione Eataly all'interno del sito espositivo.
 
Il Camparino si trasformerà per quattro serate in un ambiente anni ’30 che riprenderà il concetto di speakeasy, nuova tendenza della mixology internazionale. Ospiterà, poi, con cadenza mensile, 5 top bartender italiani affermati all’estero, che si esibiranno in nuove interpretazioni a base di Campari. Dieci talenti emergenti del bartending italiano, infine, si potranno esibire al bancone in altrettante serate a tema durante le quali, come tributo al 100° anniversario del locale, sarà interpretata la tendenza di una diversa decade attraverso un particolare cocktail. 
 
Anche un centinaio di luoghi di consumo tra locali, ristoranti e hotel proporranno, col supporto di Campari, l’aperitivo in  stile italiano. Per trovarli, basta scaricare la app 'Campari Experience', disponibile da maggio, consultare una
delle 500mila mappe Campari posizionate in città o cercare dove è esposta la magnum da 3 litri disegnata da Ugo Nespolo per l’occasione. Sono previsti anche eventi sul territorio: le strade e le piazze si accenderanno di rosso con eventi en plein air aperti al pubblico tra luglio e ottobre.
 
In omaggio all'Expo, infine, Campari propone dal 1° maggio una nuova limited edition di Art Label: tre etichette che reinterpretano un bozzetto del padiglione Campari del futurista Fortunato Depero del 1933 per un’esposizione internazionale a Milano di quell'anno. E siccome il 2015 è anche l’Anno Internazionale della Luce, Campari ha deciso di 'illuminare' il bozzetto che in origine nasceva in bianco e nero, rivolgendosi a Francesca Valan, esperta e consulente del colore che collabora con X-Rite Pantone. Le tre nuove Art Label sono state realizzate seguendo schemi cromatici complementari, l'arancione col ciano, il magenta col verde acido, il viola col giallo, accostamenti che creano un effetto neon simile a quello di un’insegna luminosa. Il tutto con lo sfondo dell’iconico colore rosso del prodotto. 


Il riso italiano si mette in mostra all'Expo,
Patrizio Roversi testimonial in sei serate evento

Quella del riso sarà una delle 13 filiere dell'agroalimentare italiano presenti al Padiglione di Federalimentare 'Cibus è Italia'. L'Ente Nazionale Risi e 51 aziende risiere promuoveranno il riso quale eccellenza italiana e andranno alla ricerca di nuovi mercati. Patrizio Roversi avrà il compito di comunicare  il riso italiano nel mondo in sei eventi tra l'educational, l'entertainment e gli show cooking

22 aprile 2015 - Cinquantun aziende risiere, attivate dall'Ente Nazionale Risi, saranno presenti ad Expo all’interno del Padiglione di Federalimentare 'Cibus è Italia' per illustrare la storia, il saper fare, la ricerca, le ricette, il futuro del riso italiano. E per riaffermare il riso come eccellenza del patrimonio agroalimentare del Paese, da difendere dalle importazioni a dazio zero da Paesi meno avanzati e da una competizione internazionale molto aggressiva. L'obiettivo principale è di fare dell'occasione espositiva un volano verso l'aumento dell'export che oggi
vede il 52% della produzione (nel 2014 un milione e 400mila tonnellate di riso greggio da cui si ottiene un milione di tonnellate di lavorato, per un fatturato rispettivo di 500 milioni e di 1,5 miliardi di euro) essere distribuito in Europa e solo l'11% fuori da questa. 
 
Stretto tra la competizione internazionale e la stagnazione dei consumi interni, il settore ha necessità di internazionalizzarsi e scoprire nuovi mercati: “E’ necessaria la promozione del riso italiano – sostiene Andrea Olivero, vice Ministro delle Politiche Agricole -. Serve valorizzare la specificità delle nostre produzioni e la ricchezza delle nostre varietà, facendo in modo che si crei un mercato privilegiato per il riso italiano, che ne riconosca la qualit
à straordinaria”.
 
'Cibus è Italia' è collocato accanto all’entrata Est di Expo, di fronte al Padiglione delle Biodiversità e non lontano da Padiglione Italia. Vi partecipano 500 aziende alimentari che illustreranno le 13 aree dell’alimentare italiano, di cui una appunto di 800 mq dedicata al riso con filmati e tavole, con due piani destinati all'esposizione e un terzo, la lounge della terrazza, dedicato al b-to-b: workshop, convegni, degustazioni, incontri con i buyer italiani e esteri. E' presente ad uso delle aziende anche un sito per un e-commerce diretto.
 
Oltre alle 51 aziende risiere, in 'Cibus è Ital
Patrizio Roversi
ia' ci saranno le Camere di Commercio di Alessandria, Biella, Novara, Oristano, Pavia, Vercelli, Verona e le Province di Alessandria, Mantova, Pavia e Vercelli. Con il loro contributo saranno organizzati 6 eventi sulla terrazza lounge, coordinati e presentati da Patrizio Roversi, testimonial dell'Ente Nazionale Risi, che avrà il compito di comunicare il riso italiano nel mondo. Giornalisti e opinion leader sono invitati a fare cassa di risonanza. Una serata sarà dedicata ad Alessandria e Novara, una a Pavia, una a Vercelli e Biella, una a Mantova, Oristano e Verona. Le altre due serate saranno una organizzata dall’Ente Nazionale Risi e la conclusiva dall'Ente e tutti i territori. Le serate avranno un taglio tra l'educational e l'entertainment, visto che non mancheranno show cooking a tema. Allo studio anche altre attività di comunicazione. 


Il mondo e il mood sono Pink o Black,
Magnum presenta le limited edition 2015

Algida lancia due nuove varianti del gelato che quest'anno posiziona nell'area lifestyle, legandole a due modi antitetici di essere e di vivere. Il lancio prevede i social con ambassador Melissa Satta, la tv, le affissioni, Pv, eventi nelle città dove si trovano i Magnum Pleasure Store, un party internazionale al Festival del cinema di Cannes e un contest per Pleasure Seekers. In Italia Algida investe un budget tra i 5 e i 6 milioni e porta in comunicazione anche Cornetto e Carte d'Or

13 aprile 2015 - Il mondo è grigio, il mondo è blu, diceva una vecchia canzone. Per Algida (gruppo Unilever) quest'anno il mondo si divide tra due colori molto più decisi che rappresentano due modi antitetici di sentirsi e di vivere: Black e Pink. Rosa è l'estate, la leggerezza, la libertà, il dinamismo. Nero è la quintessenza dell'eleganza, dello stile elitario, dell'energia e della forza. Chi si sente Pink mette bracciali, skinny jeans, un filo di lucidalabbra e sceglie un Magnum Pink. Ma quando si sente Black passa al filo di perle, al tacco 12, al profumo di lusso e gusta Magnum Black. 
 
I due nuovi Magnum sono le novità assolute 2015 di Algida, che anche quest'anno lancia due nuove limited edition, che posiziona nel campo del lifestyle. Magnum Pink è gelato al gusto di lampone, variegato con salsa di lampone e ricoperto da cioccolato e glassa rosa. Magnum Black è gelato alla vaniglia variegato al caffè espresso ricoperto da cioccolato fondente.
 
Ambassador del brand in Italia per il progetto editoriale Pink & Black sui social è Melissa Satta, che coinvolgerà follower e consumatori dando vita a una comunità intorno alla piattaforma pinkandblack.mymagnum.com/it-it/, che sarà l'aggregatore di contenuti su esperienze e stati d'animo legati ai due colori (hashtag #magnumpink, #easypink, #magnumblack e #chicblack).
 
Il lancio internazionale in tv prevede uno spot di Lola Madrid in tagli da 30” e 15”, adattato nel nostro Paese, dove sarà on air da fine aprile, da Havas. Sempre Havas, o meglio DataInsight, il team di consulenza strategica di Havas Media Group, ha condotto una ricerca sul tema Pink & Black su un campione di 500 25-49enni focalizzandosi sulle città in cui sono presenti ‘i templi del piacere&
rsquo; Magnum Pleasure Store: Milano (la più Black), Roma, Napoli (la più Pink), Venezia e Firenze (tra un paio di settimane l'apertura in piazza Del Duomo). Sono città che si mobiliteranno per il lancio dei nuovi Magnum.
 
È previsto anche un contest che mette in palio, da fine aprile a giugno, tra i Pleasure Seekers un viaggio a settimana nelle principali capitali europee, quale premio-icona del mondo lifestyle, in partnership con il sito globale di ricerca viaggi Skyscanner. Al Festival del cinema di Cannes il 14 maggio ci sarà poi un party di Magnum, dove i Pleasure Seekers e il mondo social verranno invitati a votare su quale sarà il colore che dovrà illuminare la città di riferimento del proprio Paese. Per l'Italia è stata scelta Roma, e Piazza di Spagna, via Condotti e via Tomacelli dove c'è il Magnum Pleasure Store il 21 maggio si coloreranno di Pink o di Black. 
 
Completeranno la comunicazione di lancio dei due nuovi Magnum anche un'affissione a luglio con creatività di Lola Madrid ed eventi e materiale Pop nella Gdo. A giugno ci sarà uno spot per i Magnum Mini, venduti nella Gdo, e a fine anno dovrebbero arrivare in versione mini anche i Black e i Pink. Intanto, è già partito ieri lo spot per il Cornetto con la ripresa della creatività “molto estiva” dello scorso anno ma con una nuova canzone di Cesare Cremonini, con rinvio a un video su Youtube di 3'30” dove ascoltarla per intero. Oltre a Cornetto e a Magnum, Algida manda on air anche Carte d'Or, la linea di gelati in vendita nella Gdo, con creatività di Ddb. Algida, che fattura circa 400 milioni di euro in Italia, incrementa il budget in comunicazione del 10% investendo da 5 a 6 milioni di euro, ripartiti per il 50% in comunicazione classica (con media a cura di Mindshare), per il 30% sul digitale (gestito da Xister) e per il 20% in eventi e punto vendita. 


Cibo per la mente. Rigoni di Asiago sostiene
il restauro a Brera dell'Atrio dei Gesuiti

L'intervento di recupero promosso da Fondaco di Venezia con la Soprintendenza di Milano e l'Associazione Amici di Brera ha trovato supporto nell'azienda produttrice di miele e confetture biologiche. L'intervento durerà da giugno a ottobre in parallelo allo svolgersi dell'Expo e sarà occasione per un ciclo di conferenze dove si parlerà di opere d'arte in relazione al cibo

13 aprile 2015 - Rigoni di Asiago, produttrice di miele e confetture biologiche, conferma la tradizione di famiglia a sostegno dell'arte italiana con la sponsorizzazione dell'importante intervento di recupero e restauro dell'Atrio dei Gesuiti nel Palazzo di Brera, in base a un progetto di Fondaco, società nata a Venezia nel 2005 per curare il restauro di beni e luoghi culturali (oltre a organizzare eventi aziendali) che festeggia con questo il cinquantesimo restauro della sua storia. Il progetto ha anche il supporto della Soprintendenza di Milano e dell'Associazione Amici di Brera.
 
L'antico Atrio dei Gesuiti, che un tempo costituiva la porta principale di accesso al Collegio e al Monastero dei Gesuiti, e ora è punto di passaggio per chi frequenta Accademia, Pinacoteca e Orto Botanico, ospita bassorilievi di grande valore artistico ma ormai in preda al degrado, oltre all'opera moderna ‘Muraglia Cangrande’ di Pietro Consagra del 1977. Il
restauro rappresenterà il momento conclusivo della complessiva opera conservativa riservata al Palazzo.
 
Durante il percorso di restauro che durerà da giugno a ottobre in parallelo all'Expo, e che avverrà sotto gli occhi del pubblico di passaggio nell'Atrio, Rigoni svilupperà anche altre iniziative con la Pinacoteca, la Biblioteca Braidense, l'Accademia e l'Orto Botanico. La prima di queste sarà ‘Dal Quadro al Piatto’ e verrà realizzata in collaborazione con la Pinacoteca e il Cnr di Roma: una serie di tavole rotonde in cui disquisire delle opere in relazione al cibo. “Nell'anno dell'Expo in cui si parla di cibo in tutte le declinazioni - ha dichiarato l'a.d. Andrea Rigoni – ci è sembrato ottima cosa parlare anche di cibo per la mente”. 
Per saperne di pi sul calendario degli eventi..>>



Si ‘bacia la felicità’ bevendo dalla bottiglia di vetro di Coca Cola

Bere una Coca ghiacciata direttamente dalla bottiglia è come ‘baciarla’, così sosteneva Andy Warhol. Da questa suggestione nasce la campagna sui social, in affissioni e in tv che fa parte delle iniziative di marketing, partite anche in Italia, per il centenario della bottiglia. A maggio al Padiglione del brand all'Expo ci sarà la mostra ‘L'arte in bottiglia. I primi 100 anni dell'iconica bottiglia Coca Cola’

10 aprile 2015 - È in corso anche in Italia la campagna globale di marketing per i cento anni della bottiglia di vetro di Coca Cola (vedi news del 25 marzo) che prevede social, affissioni, spot, un mostra all'Expo e il ritorna in esclusiva nel canale HO.RE.CA del formato della bottiglia in vetro da 33cl.
 
In marzo sono stati coinvolti i principali canali social di Coca Cola, dal 16 aprile ci saranno affissioni a Milano, Torino, Roma, Napoli e Catania. Il tema è ‘Bacia la Felicità’, ispirato a una citazione di Andy Warhol. Il concept è che tutti possono ‘baciare’ la bottiglia di Coca Cola semplicemente bevendo da questa, come hanno fatto in passato personaggi celebri come Marilyn Monroe, Elvis Presley e Ray Charles che sono diventati testimonial del brand e protagonisti della campagna. Coca-Cola invita a continuare a ‘baciare’ la felicità e a condividerla con chi più amiamo, grazie anche al tag #BaciaLaFelicità.
 
Da domenica 12 aprile sarà inoltre on air un nuovo spot che ripercorre la storia
centenaria della bottiglia e i tanti baci ricevuti da personaggi e persone comuni. Lo spot, prodotto da McCann Madrid e adattato per il mercato italiano da McCann Italia, sarà trasmesso per 7 settimane con media a cura di MediaCom. 
 
Dal 5 al 18 maggio il Padiglione Coca Cola in Expo Milano 2015 ospiterà la mostra ‘L'arte in bottiglia. I primi 100 anni dell'iconica bottiglia Coca Cola’ con opere uniche di artisti come Andy Warhol, Todd Ford e Howard Finster e altri contemporanei che l'hanno reinventata. Tra questi, gli italiani Luigi Bona e Giorgio Basso a cui The Coca Cola Company ha commissionato l'opera ‘Coke it's me’, alta 1,75cm e realizzata in acciaio 100% riciclabile e con lattine riciclate.





Gelato tra naturalità, materie prime italiane d'eccellenza
e infotainment al Rigoletto Gelato e Cioccolato all'Expo

La gelateria artigianale Rigoletto si è aggiudicata la gestione in esclusiva dell’area tematica col tema 'Il Gelato delle Regioni'. Oltre 30 gusti ideati per l’occasione verranno proposti a rotazione ai visitatori, con video e informazioni su storia dei prodotti e dei territori da cui provengono. Ogni giorno verranno offerti 350 kg di gelato artigianale pari a 3.000 coni

1 aprile 2015 - 'Il Gelato delle Regioni' è il tema del progetto con cui la gelateria artigianale Rigoletto di Milano si è aggiudicata la gestione in esclusiva dell’area tematica 'Gelato e Cioccolato' all’interno di Padiglione Italia a Expo Milano 2015. Per sei mesi Antonio Morgese, che ha rilevato nel '97 l'antica gelateria Rigoletto di via San Siro a Milano (e che oggi conta 4 punti vendita oltre al carretto Rigoletto on the road), e il suo staff proporranno ai visitatori oltre 30 gusti ideati per l’occasione, utilizzando come ingredienti base eccellenze agro-gastronomiche italiane, dalla nocciola di Bronte alla Mortarella Campana, dallo zafferano di San Gimignano allo zabaione con Marsala Florio fino al gorgonzola di Abbiategrasso per una versione di gelato non dolce con aggiunta di zenzero, magari da assaporare su bruschetta con un filo d'olio.

Le nuove creazioni, sviluppate da Antonio Morgese con Sergio Colalucci, mastro gelataio di fama internazionale, saranno svelate a rotazione (ogni mese eccellenze diverse insieme alle  classiche) e accompagnate da un’attività di infotainment, con video e informazioni che raccontano la storia dei prodotti e dei territori da cui provengono. Per sei mesi verranno prodotti per esser portati in Expo ogni giorno dai laboratori di Rigoletto 350 kg di gelato artigianale, senz
a conservanti non naturali, pari a 3.000 coni venduti a 3 euro l'uno. Che non sono nemmeno tanti se si pensa che Expo copre un periodo di bella stagione e che Rigoletto ha disposizione 62 mq, di cui circa 30 coperti, allestiti con una struttura ecosostenibile, all'ingresso del Cardo, davanti al live theatre da 10.000 posti dove si esibirà continuativamente Le Cirque du Soleil. E in nome della naturalità e sostenibilità coppette e cucchiaini saranno compostabili. 

Una selezione delle nuove ricette sarà in vendita anche presso le quattro gelaterie Rigoletto di Milano, in via San Siro, via San Marco, piazza Po e via Cola di Rienzo. Per Rigoletto srl la presenza all'Expo sarà anche occasione per proporsi come partner per la diffusione dell’imprenditorialità di settore all’estero. 


Bonduelle valorizza gli agricoltori italiani, testimonial
della nuova gamma delle 'Insalatine' a filiera corta

La nuova linea nel fresco di IV gamma ‘Le Insalatine degli Agricoltori’, in 4 referenze, li vede presenti sul packaging a testimoniare la genuinità e la provenienza delle insalate. Il lancio è sostenuto da un campagna di Red Cell che torna in tv e sul web per un secondo flight a metà aprile e prevede anche un concorso. Coinvolto anche l'eco-sistema web di Bonduelle, che annuncia per maggio un altro grande lancio nel fresco

30 marzo 2015 - Nuova linea nel fresco di IV gamma in Italia per Bonduelle con ‘Le Insalatine degli Agricoltori’, una gamma che valorizza l'agricoltura italiana, mettendo l'accento su quanto sia veloce la filiera nelle preparazioni – non più di 24 ore dalla raccolta alla messa in busta – e insieme facendo conoscere chi ha coltivato e la località di provenienza delle insalate. La Rucola, il Lattughino, il Songino, il Tris di Insalatine delle 4 referenze provengono da aziende agricole selezionate nelle immediate vicinanze degli stabilimenti di San Paolo d'Argon (Bergamo) e Battipaglia (Salerno). Gli agricoltori stessi, con nome e foto, appaiono sul packaging, quali testimonial della genuinità e della vicinanza al consumatore. Inoltre, sulle confezioni in parte plastica e in parte in una carta che evoca la naturalità, è presente il bollino a garanzia del passaggio dal campo alla busta entro 24 ore. Il packaging è a cura di Wave.
 
Il lancio della nuova linea, in commercio da un paio di mesi, ha già avuto il supporto di una campagna ideata da Red Cell in tv e sul web che, dopo un primo flight
, tornerà on air da metà aprile. Su Bonduelle Tv, la tv tutta dedicata alle verdure, sono comparse le interviste agli agricoltori condotte dalla giornalista 'del verde' Nara Marrucci, che cura per Bonduelle il blog InOrto, pure coinvolto nel nuovo lancio, così lo sono il sito www.bonduelle.it e le pagine sui social del brand.
 
Bonduelle sta inoltre per lanciare il concorso ‘Vinci un week end di relax nel verde’ che metterà in palio dal 15 aprile al 15 ottobre, ogni mese, tra gli acquirenti di una delle referenze un weekend per due nelle zone vicine alle località di produzione: Franciacorta al Nord, Paestum al Sud. I vincitori potranno visitare le aziende agricole.
 
Il gruppo Bonduelle, vocato alla produzione di verdure sia col fresco di IV gamma che con conserve e surgelati, fattura complessivamente nel mondo oltre 1.9 miliardi di euro di cui il 60% circa sviluppato in Europa, soprattutto in Italia, Francia e Germania. Produce in Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Russia, Spagna, Ungheria, Stati Uniti, Brasile. In Italia, dove nel fresco IV di gamma è leader di  mercato col 15.8%, ha fatturato 216 milioni di euro nell'esercizio 2013/2014. Investe quest'anno in comunicazione circa il 7/8% del fatturato e prevede nel secondo trimestre un extra budget per il lancio in grande stile di un nuova linea di fresco a maggio. I partner di comunicazione sono, oltre a Red Cell per la creatività e a Wave per l'impianto grafico, ZenithOptimedia per il media e Aida & Partne per rp e media relations. 





Coca Cola celebra i 100 anni dell'iconica bottiglia
e lancia una gara per una nuova idea creativa globale

Un'imponente campagna di marketing in 130 mercati, Italia inclusa, festeggerà il centenario della bottiglia di vetro, con mostre itineranti, interpretazioni da parte di artisti e designer, un libro celebrativo, 14 spot per la tv e per il digital. Intanto, è partita la gara globale per un nuovo concept creativo che dovrà sostituire ‘Open Happiness’ varato nel 2009

25 marzo 2015 - The Coca Cola Company vara una delle campagne di marketing più imponenti nella sua storia per celebrare il centenario della celeberrima bottiglia di vetro. ‘The Coke Bottle 100 campaign’ ha preso il via il 26 febbraio dall'headquarter di Atlanta e prevede un piano di attività e iniziative articolate che coinvolgerà durante l'anno oltre 130 mercati, con attività declinate in modo differente nei vari Paesi. E anche in Italia le celebrazioni del centenario sono in partenza.

Si annunciano la mostra presso l'High Museum di Atlanta The Coca Cola Bottle: An American Icon at 100’ (28 febbraio - 4 ottobre); la mostra d'arte itinerante ‘The Coca Cola Bottle: Inspiring Pop Culture for 100 Years’ che farà tappa in più di 20 Paesi; la campagna integrata ‘Kissed By’ con protagonisti icone del mondo della musica e del cinema ritratti mentre bevono dalla bottiglia Coca-Cola; una campagna ‘Mash Up’ in cui la bottiglia in vetro è protagonista reinventata da artisti e designers contemporanei; il libro celebrativo ‘Kiss The Past Hello’ edito da Assouline; l'app ‘Story of the Coca Cola Bottle’ con cui si potrà compiere un viaggio interattivo negli archivi Coca-Cola ad Atlanta; 14 tra spot televisivi e film digitali, realizzatii da Ogilvy & Mather Paris, Wieden + Kennedy Portland, Sid Lee Canada e McCann Madrid.

Le stesse agenzie insieme a David, Dentsu, Fcb Sud Africa, Martin Mercado, Santo, Sra Rushmore, The Cyranos (tutte sigle che lavorano nel mondo per Coca Cola) sarebbero coinvolte, secondo quanto scrive la stampa internazionale, nella consultazione indetta dal colosso del beverage per una nuova idea creativa, che dovrà sostituire la saga pubblicitaria ‘Open Happiness’ di Wieden+ Kennedy che aveva preso il posto nel 2009 di ‘The Coke Side of Life’. Coca Cola è alla ricerca di una nuova creatività di respiro globale che crei engagement coi consumatori e promuova la crescita del business. 


Italiaonline lancia FoodInItaly, vetrina digitale delle eccellenze
e iniziativa ‘di sistema’ per il mondo agroalimentare italiano

L'internet company con la collaborazione editoriale e scientifica di Fondazione Qualivita mette online la piattaforma di tutta l'eccellenza enogastronomica italiana e offre ai piccoli e medi produttori l'opportunità di affacciarsi ai mercati internazionali, sfruttare l'opportunità dell'Expo, accedere a strumenti di e-commerce, di marketing digitale, a progetti di storytelling. In italiano e inglese, il portale sarà anche in cinese, russo e spagnolo

18 marzo 2015 - Nell'imminenza di un'esposizione universale con tema portante il cibo, Italiaonline vara un'iniziativa digitale ‘di sistema' per il mondo agroalimentare italiano. È online FoodInItaly (www.foodinitaly.com), piattaforma che vuol essere insieme vetrina nel Paese e nel mondo delle eccellenze italiane nei cibi e nei vini e punto di riferimento digitale per migliaia tra operatori e consorzi di tutela di prodotti certificati.
 
“Non è l'ennesimo portale di ricette tradizionali, ma qualcosa che non esisteva sul mercato – ha spiegato Gabriele Mirra, chief operating officer di Italiaonline -. Abbiamo sviluppato la piattaforma con la collaborazione editoriale e scientifica di Fondazione Qualivita che ci ha permesso di mappare i prodotti Dop, Igp, Stg e individuare realtà produttive locali di qualità. Vogliamo farne un marketplace, un ponte tra mercati e produttori, in particolare i piccoli e medi locali, che potranno così affacciarsi anche ai mercati internazionali, accedere a strumenti di e-commerce, adottare forme di marketing e promozione digitali e progetti di storytelling”. L'impegno è anche di far emergere la differenza tra un prodotto tipico certificato e uno standardizzato. Non ultimo, FoodInItaly vuol diventare punto di riferimento per la salvaguardia del prodotto italiano dalle contraffazioni.
 
La piattaforma raccoglie tutti i 271 prodotti agroalimentari italiani di qualità certific
ata (Dop, Igp, Stg), le 523 denominazioni dei vini italiani, suddivisi tra Dop e Igp (Docg, Doc e Igt) e oltre 4.500 prodotti agroalimentari tradizionali. Vi si trovano, tra gli altri, raccontati con storie, immagini e video, outsider come l'Aceto Balsamico di Modena Igp, il Parmigiano-Reggiano Dop, il Grana Padano Dop, il Prosciutto di San Daniele Dop, il Culatello di Zibello Dop. E accanto alle notissime, tutte accompagnate da immagini, schede e riferimenti, ci sono anche le eccellenze locali meno note, ma meritorie di andare in evidenza fuori dai confini. L'internazionalità è una delle chiavi di FoodInItaly: il sito è già disponibile in italiano e in inglese e lo sarà successivamente anche in cinese, russo e spagnolo. Presto arriverà l'app per Android e iOS.
 
FoodInItaly si offre come vetrina virtuale anche affinché oltre 10.000 produttori locali possano sfruttare l'opportunità di business dell'Expo e Italiaonline si propone come partner forte nel mondo digitale per supportarli nell'ampliare il raggio d'azione. 
 
Il lancio di FoodInItaly ha il supporto della sponsorizzazione di Ford Italia, che posiziona il Suv compatto EcoSport fino al 23 marzo sul sito, oltre che sulle altre web properties di Italiaonline (Libero.it, Virgilio.it, Motorlife.it) con formati ad hoc dedicati anche agli utenti mobile. 
 
Per saperne di più..>>



Un espresso in cambio di una poesia,
evento emozionale globale del caffè Julius Meinl

Il progetto ‘Pay with a poem’ estende a 23 Paesi l'iniziativa ideata e realizzata lo scorso anno da McCann in Romania e Croazia, dando visibilità anche presso il consumatore finale al brand che ha il core business nel canale Ho.re.ca.  In Italia, dove il caffè nato nel 1862 a Vienna è presente da 60 anni, saranno coinvolti 300 bar e caffetterie allestiti con materiale ad hoc, col supporto di una comunicazione sui social

4 marzo 2015 - Il 21 marzo, oltre che prima giornata di primavera, è anche la ‘giornata mondiale della poesia’ e lo storico brand di caffè di qualità Julius Meinl, nato a Vienna nel 1862, lancerà una grande operazione unconventional in 1.100 esercizi di grandi e medie città di 23 Paesi, da Dubai a Melbourne, da Chicago a Seoul, facendo omaggio alla cultura delle caffetterie viennesi, tradizionali luoghi di incontri letterari e musicali, e patrimonio dell'Unesco dal 2011. L'iniziativa ‘Pay with a poem’ prevede l'offerta di un espresso in cambio di una poesia da scrivere al momento: bar e caffetterie saranno attrezzati con carta e matite all'insegna di “meno tastiere, più penne”. Oltre a dare al brand, che ha il core business nel canale Ho.re.ca, visibilità presso il consumatore finale, ‘Pay with a poem’ vuole posizionare Julius Meinl come marca che invita alle emozioni, a connettersi con la sfera intima, a diffondere la cultura della bellezza, a godersi con calma un piacere come quello del caffè. 
 
Il progetto ‘Pay with a poem’ estende a livello globale l'iniziativa ideata e realizzata lo scorso anno da McCann Eastern E
urope in Romania e Croazia e dove è in uscita il libro con le migliori poesie raccolte. L'obiettivo quest'anno è di raggiungere quota 100.000 e di pubblicare un altro libro con le migliori nel mondo. L'evoluzione del progetto di comunicazione legato alla poesia sarà l'anno prossimo di usarla come antidoto ai vizi locali (la tristezza russa, il materialismo americano, etc.).
 
In Italia è stata attivata, a opera di The Others che cura per Julius Meinl il digitale, una pagina Facebook dedicata, con la mappa interattiva dei luoghi dove si terrà l'evento, e con la presenza di due testimonial in linea col concept della poesia e della musica: il poeta Guido Catalano e Nicola Fasani (Faso), bassista di Elio e Le Storie Tese. Saranno circa 300 i bar e le caffetterie aderenti, allestiti con materiale ad hoc, e non soltanto nelle classiche grandi città ma anche, tanto per citarne alcune, a Trapani, Rieti, Bolzano, Genova, La Spezia.
 
Julius Meinl è azienda familiare, oggi gestita dai membri della 5a generazione. È presente in 70 Paesi con un fatturato di 135 milioni di euro. In Italia, dove è presente da 60 anni, sviluppa col canale Ho.re.ca./ristorazione un fatturato di 17 milioni che sale a 55 se si tiene conto delle attività di produzione (se l'headquarter è a Vienna, il cuore produttivo è nel nostro Paese). Gli esercizi clienti nel nostro Paese sono circa 4.000 e il brand è settimo nel canale Ho.re.ca. ma conta di salire entro cinque anni al 4° se non al 3° posto. 
 



Almo Nature adotta a testimonial il lupo
e presenta il corto The Promise diretto da Salvatores

Da un'idea del fondatore dell'azienda di petfood nasce il corto, diretto da Gabriele Salvatores e prodotto da Zodiak Active, che racconta in tono favolistico come dall'antico progenitore sia nato l'amico dell'uomo. Il progetto prevede anche uno spot da 30” in anteprima nelle sale del circuito cinema Rai Pubblicità e Uci Cinemas dal 5 marzo

2 marzo 2015 - Almo Nature, azienda di petfood di qualità a base di prodotti naturali, prosegue nel progetto ‘Almore’ tra arte, solidarietà e responsabilità etica e civile, portando dal 5 marzo nelle sale del nuovo circuito cinema Rai Pubblicità e Uci Cinemas uno spot dove il lupo è ‘testimonial’ della marca e del pet food cane, e che è l'anteprima di un cortometraggio centrato sul progenitore del cane e di come sia nato l'antico legame con l'uomo. A titolo ‘The Promise,’ racconta una storia tra passato e futuro con un meccanismo favolistico: 22.000 anni fa gli umani in difficoltà promisero ai lupi rispetto perenne in cambio del consenso del branco perché alcuni di loro diventassero cani. 
 
The Promise vuol essere un inno al rispetto di tutte le specie viventi, ed &egra
ve; uno dei tre filmati promossi da Almo Nature per sensibilizzare sull'importanza e la necessità di una biodiversità naturale che contempli i predatori autoctoni del territorio italiano. Il corto nasce da un'idea di Pier Giovanni Capellino, che ha fondato Almo Nature nel 2000, ed è prodotto da Zodiak Active e diretto dal regista premio Nobel Gabriele Salvatores su sceneggiatura di Raffaello Fusaro. 
 
Il progetto prevede uno spot pubblicitario da 30”  al cinema dal 5 marzo, un teaser emozionale in distribuzione da aprile, il cortometraggio in anteprima a maggio e un making of già disponibile su www.almonature.eu (qui sotto).
 
Tra i progetti già realizzati da Almo Nature per il lupo ci sono: una donazione al Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone per la realizzazione di Just Freedom, una struttura  dedicata al recupero, alla cura, alla riabilitazione e al reinserimento in natura di lupi; la fornitura fino a giugno di crocchette per i cani pastore nella zone popolate dai lupi in Emilia Romagna e in Toscana; l'impegno concreto per un modello di sviluppo economico ‘biodiverso’ nella terre alte. 




Dopo trent'anni Assobirra torna
in comunicazione rivolgendosi alle Millennials

In Italia si beve meno birra di qualche anno fa ma c'è un nuovo atteggiamento favorevole da parte delle donne. E proprio alle 18-35enni si rivolge Assobirra investendo quasi 1.5 milioni per tutto il 2015. La campagna ‘Birra, io t’adoro’ nasce a livello internazionale, voluta da The Brewers of Europe, con creatività di Mensch di Copenhagen e viene adattata per l'Italia da Inc, che cura anche rp, blog e social

25 febbraio 2015 - L'atteggiamento delle donne verso il consumo di birra è molto cambiato negli anni. Ai tempi in cui Renzo Arbore la pubblicizzava per conto di Assobirra col mitico claim “Birra, e sai cosa bevi! Meditate gente, meditate”, solo una donna su quattro ne faceva consumo. Oggi, a oltre trent'anni di distanza, è l’Italia il Paese col più alto numero di consumatrici in Europa (6 su 10) seppur col minor consumo pro capite (14 litri l'anno contro i 44 maschili) e un approccio nel segno della moderazione e del consumo a pasto. 
 
Proprio alle giovani donne Assobirra si rivolge per il ritorno in comunicazione con la campagna 'Birra, io t’adoro', forte anche dei risultati della ricerca di Doxa 'Una generazione che non si era mai vista. Donne che amano la birra' che ha indicato in 6,8 milioni di giovani donne tra i 18 e i 35 anni (campione di 500 casi) un nuovo atteggiamento favorevole: “non abbiamo più paura di dire che apprezziamo la birra” (46%), “il nostro gusto sta cambiando” (39%). Con moderazione: il 20% la beve una volta a settimana, il 32%  meno ancora, e viene abbinata col cibo (il 70% dei consumi sono a pasto, il 13% la, beve come aperitivo, spesso rinforzato da cibo, e solo il 17% nel dopo cena con gli amici). Anche le quantità sono decisamente ridotte: il 43% sceglie la classica 0,20 (o anche meno), il 38% indica la 0,33 cc e solo il 19% la media da 0,40 cc. 
 
Peccato che a fronte di tanto favore femminile, ci siano nel complesso dati di mercato meno favorevoli. Il consumo di birra in Italia è passato da 31.5 litri pro capite (uomini e donne) del periodo 2003-2007 ai 29 attuali, con le private label che hanno portato via ai produttori di marca un 7-8% di quota di mercato. Il progetto di comunicazione punta quindi a incentivare i consumi e ha individuato un target interessante nelle Millennials. 
 
Il progetto in realtà nasce a livello internazionale ad opera di The Brewers of Europe (l'associazione dei produttori di 15 Paesi europei) e viene implementato e ampliato localmente. L'agenzia è la Mensch di Copenhagen, scelta dopo una gara internazionale, l'adattamento per l'Italia è di Inc, l'agenzia di rp di Assobirra, mentre il media è curato da Mediavest, anch'essa scelta dopo gara. 
 
La campagna in Italia va on air su stampa, outdoor, online e sui social per tutto il 2015, integrando l’advertising internazionale con attività di rp, per un budget di oltre un milione di euro, che arriva quasi a 1.5 aggiungendo le attività di rp e il blog. 'Birra io t’adoro' vive infatti anche su un blog (birraiotadoro.it) e su 5 profili social (Facebook, Twitter, YouTube, Pinterest e Instagram) per contribuire a creare cultura di prodotto, dare news e consigli food e wellness, promuovere un consumo responsabile e anche sfatare  luoghi comuni duri a morire, tipo che la birra faccia  gonfiare, come ancora crede 1 consumatrice su 10, mentre una 0.33 cc a gradazione 4.5° apporta solo 68 calorie contro il doppio di un bicchiere di vino. 
 
E poi, come spiega il dietologo, la schiuma imprigiona l'anidride carbonica ed evita l'ossidazione, la birra apporta potassio, vitamine del gruppo B, i polifenoli del luppolo e il silicio, ottimo per le ossa, le unghie, i capelli e per l'idratazione. Ergo, un consumo moderato di birra è compatibile con uno stile di vita sano, moderno, equilibrato, attivo. ‘Birra, io t'adoro’ sarà anche una community su Facebook e un account Twitter.





Puro cotto per puro piacere, Lenti lo specialista
del prosciutto come una volta celebra gli ottant'anni

In mano alla terza e alla quarta generazione, l'azienda oggi produce 12.000 prosciutti a settimana e fattura oltre 40 milioni di euro con quattro tipologie di gamma. La comunicazione prevede rp, web, social, eventi e a marzo la ripresa dell'affissione a Torino con claim “Torino da mangiare” dell'agenzia Loro. La tv è rinviata al 2016

5 febbraio 2015 - Compie 80 anni Lenti, specialista nella cottura delle carni, un'altra di quelle belle storie italiane di impresa di famiglia nata dal coraggio, dalla tenacia e dal fiuto imprenditoriale di un capostipite e di tre generazioni capaci di mantenere salda la rotta e di far evolvere il progetto. Da quattro generazioni la famiglia Lenti produce prosciutti cotti premium fatti con la stessa ricetta originale e le stesse spezie scelte dal bisnonno: buoni come una volta, senza glutine, né Ogm, né lattosio, né fosfati. “Dal 1935 puro cotto per puro piacere” è il payoff ideato da Goodmind, società specializzata in strategia e comunicazione di marca (gruppo Pininfarina), che ha rinnovato la brand identity delle linee dando omogeneità all’impianto di comunicazione, al packaging design, ai visual per i punti vendita, al sito, con font semplice, colori tenui e texture opache inusuali per il settore. 
 
Oggi Lenti produce 12.000 prosciutti a settimana ed è al 10° posto tra i prosciutti cotti venduti in Italia. Il fatturato 2014 supera i 40 milioni di euro, di cui il 70% sviluppato coi prosciutti. La gamma attuale prevede quattro tipologie: i Cotti che sono il prodotto core del marchio con le referenze 'Lenti&Lode', i 'Cotti del Cuore’, i ‘Cotti di Gastronomia’ e i ‘Cotti Classici’; le Specialità gastronomiche di arrosti di suino, manzo, tacchino e pollo, tra cui il Rustichello, il Praga e l’Arrosto di Culatello; la linea Equilibrio e Bontà di prodotti poveri di grassi; i Pronti da gustare con preaffettati in vaschetta. 
 
La comunicazione prevede soprattutto rp, attività sul web col nuovo sito
(www.lenti.it) e la presenza sui social curati da Evolution People di Milano, poi eventi e degustazioni. Un'eventuale uscita in tv è rimandata al 2016, ma intanto per l'80° anniversario Lenti riporterà in affissione a marzo la campagna ideata dall'agenzia Loro di Milano, già uscita in concomitanza col Salone del Gusto in ottobre, che è un omaggio alla città dove l'azienda ha prosperato: Torino. Torino non è solo la città dell'auto e del cioccolato, ma anche del cotto, come sottolinea il claim “Torino da mangiare”. Claim esplicitamente ispirato alla “Milano da bere” che fu la campagna simbolo dei ricchi e spensierati anni ottanta. 


Algida official ice cream di Expo 2015

Unilever partecipa all'esposizione universale con il suo brand italiano per antonomasia che proprio nel 2015 festeggia il 70° anniversario. Allestirà due piazzette, luoghi simbolo della socialità italiana, dove ci saranno corner dedicati ai prodotti e la possibilità di crearsi un Magnum a piacere. E previsto anche il servizio itinerante Ice Bike Algida

5 febbraio 2015 - Algida sarà official ice cream di Expo 2015, manifestazione con cui Unilever condivide il valore della sostenibilità. Dal 2010 infatti la multinazionale del largo consumo ha rivisto la strategia di crescita adottando l'Unilever Sustainable Living Plan in base a cui intende raddoppiare in dieci anni il fatturato mondiale dimezzando insieme l’impatto ambientale. 
 
Unilever partecipa all'evento Expo con il suo brand italiano per antonomasia, Algida, che proprio nel 2015 festeggia il 70° anniversario. ll tema dell’alimentazione e della nutrizione, protagonista di Expo 2015, è una parte fondamentale del piano di sostenibilità di Unilever, volto al miglioramento della salute e del benessere dei consumatori. La presenza a Expo di Algida non sarà solo fisica, ma prevede il coinvolgimento dei visitatori in un'experience dove verranno illustrati la  produzione, l’impegno ecosostenibile del marchio e l’aspetto alimentare e nutrizionale legati ai prodotti. 
 
Algi
da allestirà un luogo simbolo della socialità italiana, legato alle stagioni più calde: la piazzetta, anzi due. In una ci saranno corner dedicati ai prodotti che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese. La seconda sarà consacrata al Magnum. Come nei Magnum Pleasure Store di Milano, Roma e Napoli, Algida proporrà ai consumatori un tempio del piacere caratterizzato da My Magnum, ovvero dalla possibilità di crearsi un Magnum personalizzato. Ci sarà anche l'Ice Bike Algida, servizio itinerante all’interno della manifestazione per dare in qualsiasi punto un “momento di piacere”. 


Consorzio Grana Padano apre un caseificio all'Expo

Product sponsor del Padiglione della Società Civile presso Cascina Triulza oltre che presente nella ristorazione di tutta l'Esposizione, il Consorzio darà testimonianza del mondo cooperativo e mostrerà la lavorazione di uno dei prodotti gastronomici più antichi e famosi d'Italia. Si legherà all'Expo anche la campagna ideata da McCann Worldgroup in uscita tra febbraio e marzo

2 febbraio 2015 - Sarà un vero e proprio caseificio quello organizzato dal Consorzio Grana Padano che funzionerà per sei mesi, grazie agli studenti della Scuola Casearia di Pandino, presso la Cascina Triulza, antica cascina lombarda e unica costruzione preesistente all'interno dell'area dell'Expo. Ristrutturata da Fondazione Triulza, network di 63 realtà del terzo settore, ospiterà il Padiglione della Società Civile, dedicato alle organizzazioni nazionali e internazionali della società civile, con un ricco programma di eventi. Cascina Triulza ospiterà, tra l'altro, un vero e proprio mercato dedicato ai prodotti sostenibili del territorio italiano e di tutto il mondo.
 
Il Consorzio, product sponsor del Padiglione oltre che presente nella ristorazione di tutta l'Esposizione universale, vi mostrerà la lavorazione di uno dei prodotti gastronomici più antichi e famosi della pianura padana sopra il Po, dando una testimonianza significativa di un mondo cooperativo coinvolto in una produzione equa e sostenibile, in linea col messaggio dell'Esposizione: 132 caseifici e 156 stagionatori a cui si deve il 25% della produzione lattiero casearia nazionale e dietro a cui c'è il lavoro di 6.000 allevatori e 50.000 addetti, che hanno prodotto nel 2014 più di 4.8 milioni di forme.“Il grana padano – afferma il presidente del Consorzio per la tutela, Nicola Cesare Baldrighi -  è il formaggio Dop (lo è dal '96, ndr.) più consumato al mondo”.
 
Si legherà all'Expo anche la nuova campagna di comunicazione del Consorzio Grana Padano, che si sta finalizzando in questo periodo e che sarà realizzata da McCann Worldgroup, dal 2013 agenzia di riferimento del Consorzio. Uscirà su stampa a fine febbraio e in radio e tv a fine marzo e avrà declinazione anche sul web. Il media, per un budget di circa 10 milioni di euro, è curato da Mec. 



Nescafè Cappuccino riduce le distanze tra coppie lontane

Sulla piattaforma The Distant Hello ideata da Publicis Italia, nell'ambito del progetto internazionale RedVolution di concentrarsi sulle relazioni reali, le coppie a distanza sono invitate a condividere momenti della vita e a raccontarsi. La più votata sarà protagonista di un incontro a metà strada che diventerà una video-case. On air il nuovo spot di prodotto

27 gennaio 2015 - È online il mini sito ‘TheDistantHello.it’ di Nescafè Cappuccino, piattaforma ideata da Publicis Italia per permettere alle coppie a distanza di condividere i momenti della vita. L'idea, che rientra nel progetto internazionale RedVolution di concentrarsi sulle relazioni reali, nasce dalla considerazione che dagli Usa all'Uk all'Italia sono milioni le persone che si trovano a vivere una relazione da lontani, per scelta o per forza: un vero e proprio fenomeno sociale.
 
Per sei settimane, le coppie distanti sparse per il mondo potranno registrarsi, raccontare con un video la loro relazione a distanza e promuoverla con nuovi contenuti. Attraverso la connessione con i social network, usando #TheDistantHello, potranno coinvolgere gli amici e chi è sensibile al tema per farsi votare e ridurre la distanza virtuale che li separa. La coppia che si avvicinerà di più, grazie ai like degli utenti, sarà la protagonista di un incontro indimenticabile, in una località a metà strada l'uno dall'altra, che sarà ripreso per diventare la ‘video-case’ della riunione emozionale della coppia.
 
“Abbiamo voluto ‘adottare’ le coppie a distanza – afferma Carlo Oldani, marketing manager Nescafé – offrendo un'esperienza emozionale vissuta attraverso il prodotto. Il progetto si sposa con la nuova global big idea il cui pay off è ‘It all Starts With a Nescafè’. Il rilancio mondiale coinvolge il restyling del logo, delle grafiche e della stessa Red Mug, icona del marchio, con un posizionamento che evidenzia come Nescafè sia l'alleato per attivare possibilità inaspettate, approfondire le relazioni, trovare sempre nuove idee da condividere e connettersi con gli altri”. 
 
In contemporanea al lancio di ‘The Distant Hello’, è on air per 5 settimane il nuovo spot di Nescafè Cappuccino in cui il prodotto è l'icona di un incontro nell'intimità di un'unica casa e in cui si promuove l'iniziativa. 




Coca Cola celebra la convivialità in vista di Expo Milano 2015

Il nuovo spot di McCann promuove in toni emozionali il valore della condivisione a tavola in famiglia, dove Coca Cola rivendica un ruolo nel creare un momento di felicità. La pianificazione, curata da MediaCom, prevede tv e social media in modo continuativo nell'arco dell'anno

20 gennaio 2015 - Guarda al tema dell'Expo (“Nutrire il pianeta, energia per la vita”) la nuova comunicazione in Italia di Coca Cola, centrata in toni emozionali sul valore della condivisione a tavola in famiglia. All'esposizione universale di Milano Coca Cola avrà un suo padiglione (vedi Fotonotizia del 18 dicembre) dove racconterà il suo mondo e il suo impegno per la sostenibilità, attraverso un percorso dove i visitatori potranno condividere esperienze, entrare in contatto con culture e tradizioni diverse ma soprattutto stare insieme, uno dei valori da sempre sostenuti dal brand del beverage.

Con creatività di McCann, il nuovo spot precorre quindi i giorni di Expo Milano 2015. Parte dalla classica considerazione che i figli crescono e prendono la propria strada. Ma una mamma sa come far tornare a casa i suoi ragazzi: cucinare il loro piatto preferito, mettere in fresco una bottiglia di Coca-Cola e inviare una foto con l'invito “Mangi con noi?” Mangiare insieme è piccolo grande momento di felicità: “È un vero e proprio rito che accomuna le famiglie e le persone che si vogliono bene. Stare a tavola significa condividere, apprezzare, confrontarsi, a volte anche scontrarsi, ma sempre con affetto e sincerità - afferma Fabrizio Nucifora, direttore marketing di Coca-Cola Italia -. E Coca-Cola da sempre è protagonista di questo momento di felicità sulle tavole delle famiglie di tutto il mondo”.

La pianificazione, curata da MediaCom, prevede le principali emittenti televisive in modo continuativo nell'arco del 2015, con rotazione di soggetti e secondaggi per presidiare le due fasce orarie legate al consumo di Coca Cola durante i pasti. Il formato da 60” è anche sui social network: Facebook (con Page Post AD Video e AD Link), Twitter (con Video e Website Card) e YouTube (con True-View). 




illycaffè produce ‘A Small Section of the World’,
storia di tenacia femminile nella produzione di caffè

Lesley Chilcott ha diretto, con colonna sonora di Alanis Morissette, il documentario sulle donne di Asomobi in Costarica, che hanno unito le forze e dato vita a un modello di coltivazione sostenibile e di qualità, col supporto di Fondazione Ernesto Illy

15 dicembre 2014 - Racconta una storia multi-generazionale di passione e tenacia al femminile ‘A Small Section of the World’, documentario prodotto da illycaffè. disponibile dal 16 dicembre in tutto il mondo su iTunes, che mostra come il dedicarsi a produrre caffè abbia trasformato la vita di molte donne e permesso loro di far emergere il proprio potenziale.

Circa 125 milioni di persone al mondo dipendono dalle esportazioni di caffè e molti sono i coltivatori che vivono e lavorano ricevendo solo una piccola percentuale del prezzo effettivo di vendita. Una buona parte è composta da donne che devono affrontare quotidianamente tante sfide, proprio come le protagoniste raccontate nel documentario. Sono le donne di Asomobi (Asociacion de Mujeres Organizadas de Biolley), associazione delle produttrici di caffè che vivono sul
la Cordigliera di Talamanca in Costa Rica. Il documentario ne racconta 17 anni di storia, da quando gli uomini del villaggio dovettero lasciare le famiglie in cerca di lavoro in città e loro, rimaste sole, unirono le forze costruendo il loro primo macinacaffè e dando il via a un modello di coltivazione sostenibile e di qualità. Le loro figlie oggi possono seguire studi in college universitari e riportare al villaggio nuovi strumenti per la coltivazione e lo sviluppo del business. La rivoluzione delle donne Asomobi è stata supportata da illycaffè, tramite la Fondazione Ernesto Illy.
 
La regia del documentario è di Lesley Chilcott, produttrice di Waiting for Superman (2010) e vincitrice dell'Oscar per la co-produzione di An Inconvenient Truth (2006). La colonna sonora è The Morning di Alanis Morissette che l'ha scritta insieme a Carlos 'Tapado' Vargas, compositore del Costarica. I proventi ottenuti dal download da iTunes di The Morning saranno devoluti dalla Fondazione Ernesto Illy a sostegno dell'istruzione delle donne, che potranno così conseguire il 'Master in Coffee and Economic Sciences'. A Small Section of the World ha ottenuto il patrocinio di WE-Women for Expo, progetto legato all'Expo. 







Mario Testino per Vodka Cîroc con la campagna On Arrival

Nel ruolo di direttore creativo oltre che di fotografo, andrà  nel mondo a documentare il successo di nuovi talenti emergenti  nel loro settore, ispirandosi allo stile della fotografia di Slim Aarons

2 dicembre 2014 - Per Cîroc, vodka premium lanciata negli Usa nel gennaio 2003, il gruppo Diageo si è affidato al fotografo Mario Testino che sarà anche direttore creativo della nuova campagna 'On Arrival'. Sarà impegnato nella ricerca in tutto il mondo di talenti che sono riusciti a emergere nel loro settore: essere immortalati da lui sarà la consacrazione del loro successo. Gli scatti di Testino si ispireranno allo stile intimo della fotografia di Slim Aarons che ha realizzato le foto più famose de la 'dolce vita', ovvero di ricchi e di celebrità degli anni '50, '60 e '70.  
Testino ha commentato: "Gran parte del mio lavoro consiste nella capacità di catturare un momento che prima non esisteva e non esisterà più. Questa campagna ci farà girare il mondo e conoscere persone eccezionali per immort
alare questi istanti unici".
 
La location dei primi scatti è il London Edition Hotel con l'attore britannico Sam Claflin. Dopo, la campagna si sposterà in Sud America, a Rio de Janeiro, e l'immagine si concentrerà sullo spirito del popolo brasiliano e sulla sua volontà di celebrare la vita. Nel corso della campagna che durerà 18 mesi sono in programma altri tre servizi fotografici: a Ibiza, a Città del Capo e sulle Alpi.


In video i cento anni delle Cantine Ferrari

Filmmaster Productions con la regia di Maurizio Longhi su creatività di Robilant Associati ha prodotto un corto, online sul sito aziendale e sui social, che mette in scena la storia imprenditoriale della famiglia Lunelli, il legame col  territorio trentino e l'arte di vivere italiana

27 novembre 2014 - Racconta i cento anni della storia delle Cantine Ferrari il corto filmato da Filmmaster Productions con la regia di Maurizio Longhi su creatività di Robilant Associati: una storia che nasce dal sogno, dal talento imprenditoriale e dalla passione della famiglia Lunelli. Le riprese sono state fatte a fine estate tra Villa Margon, sede di rappresentanza del Gruppo, i vigneti trentini in piena vendemmia, le Dolomiti e il centro di Trento, con comparse scelte tra i lavoratori dell'azienda. La musica, composta ad hoc da Fabrizio Campanelli, è suonata da 95 elementi della Simphony Orchestra di Budapest, mentre la voce narrante è di Giuppi Izzo.

Del corto sono state prodotte versioni in inglese, cinese, giapponese e tedesco e realizzati due formati: uno da otto minuti e uno da un minuto e mezzo. Nello script Robilant Associati ha fuso i temi delle radici solide, del forte legame con il territorio trentino, della presenza della famiglia Lunelli, del gusto per la relazione, della festa col gesto del brindisi, del ricambio generazionale: il tutto permeato dallo stile italiano.

Il video sarà per tutto dicembre sulla home page del sito di Cantine Ferrari (http://www.ferraritrento.it/) e su tutti i canali social. 




La felicità natalizia nelle piccole cose.
On air lo spot di Coca Cola per Fiocco Magico

La campagna ‘fai felice qualcuno e sarai felice anche tu’ con creatività di McCann invita a condividere i momenti di felicità e promuove la bottiglia da 500 ml in versione regalo in edizione limitata. Previste anche iniziative sul punto vendita

19 novembre 2014 - Ruota attorno al concept ‘fai felice qualcuno e sarai felice anche tu’ lo spot natalizio di Coca Cola, on air per sei settimane, che mette in evidenza la nuova bottiglia da 500ml in limited edition ‘Fiocco Magico’ (vedi news del 6 novembre): sollevando un'estremità dell'etichetta si scopre un nastro argento che, tirato, la trasforma in una versione regalo per un amico o per la persona del cuore.
 
Il messaggio natalizio di Coca Cola rispecchia la tradizione di raccontare momenti semplici e il lato ottimista della vita di tutti i giorni, e invita alla condivisione di un momento di felicità con i propri cari.
 
Lo spot da 30” ha per protagonista Babbo Natale che invita a far felice qualcuno condividendo la speciale bottiglia. La pianificazione, a cura di Mediacom, prevede lo spot sui canali televisivi e un video digitale da 60” online sino a Natale su social network e YouTube. La creatività è di McCann. L'hashtag è #FaiFeliceQualcuno.
 
Il progetto Fiocco Magico sarà inoltre amplificato da una campagna integrata di marketing e comunicazione con attività di brand Pr per coinvolgere gli influencer. Tra fine novembre e dicembre ci sarà comunicazione sul punto vendita con iniziative studiate ad hoc per insegne partner. 




I dipendenti del Pastificio Rana si identificano
con Giovanni nel nuovo format di comunicazione di Leo Burnett

Quattro docu-spot, ideati dall'agenzia vincitrice della gara per le campagne del prossimo biennio, mettono in scena i dipendenti con amici e parenti a testimoniare l'orgoglio di lavorare per una produzione fatta con tanta competenza e passione. Ognuno di loro si sente Giovanni Rana

17 novembre 2014 - Il Pastificio Rana torna in comunicazione con un nuovo format ideato da Leo Burnett, che si è aggiudicata in primavera dopo una gara la comunicazione dei prodotti Giovanni Rana per il prossimo biennio. In passato, fino al 2010, Leo Burnett aveva già lavorato per Rana con il format ‘Indovina chi viene a cena’.
 
Ora il leitmotiv è ‘Io sono Giovanni Rana’. Sono i veri dipendenti del Pastificio a raccontare la passione, la competenza e la ricerca dell'eccellenza dietro a ogni singolo tortellino, interpretando se stessi, a casa e al lavoro, circondati da veri colleghi, parenti e amici, orgogliosi di quanto fanno, tanto da dichiarare ‘Io sono Giovanni Rana’. Ed è Giovanni Rana in persona a confermare: “C'è un po’ di Giovanni Rana in ognuno dei miei dipendenti”.
 
Bedeschi Film con la regia di Gigi Piola e Claudio Gallinella ha prodotto quattro ‘docu- spot’. I primi soggetti on air riguardano gli Sfogliavelo Cacio e Pepe, gli Sfogliavelo Stracchino e Rucola, le lasagne Sfogliavelo. Poi uscirà quello per Duetto Funghi e Taleggio D.o.P. che propone un piatto con ravioli di due colori diversi in due gusti diversi.
 
Gli spot lanciano anche un invito a visitare di persona il Pastificio Rana. Gli utenti potranno conoscere meglio i tanti Giovanni Rana anche sulla piattaforma digitale benvenutidagiovannirana.it. Contiene la prima visita effettuata al Pastificio da 10 consumatori che si sono candidati presso il Ristorante Giovanni Rana di San Giovanni Lupatoto. Attraverso un meccanismo a estrazione, ciclicamente 12 nuovi vincitori possono vivere un weekend a Verona in visita al Pastificio, andare a pranzo con il Signor Giovanni, imparare a fare i tortellini alla sua maniera.




Lancio on e offline in Italia di Jack Daniel's Tennessee Honey

Zodiak Active ha costruito la campagna di lancio in Italia, rivolta al target giovane, del nuovo prodotto che unisce il gusto del whiskey Jack Daniel's a quello morbido e naturale del miele, tra video teaser, attività di guerrilla, eventi e una mega affissione a Milano

13 novembre 2014 - Arriva in Italia, distribuito dal Gruppo Campari, Jack Daniel's Tennessee Honey, nuovo prodotto della Brown-Forman Corporation (Kentucky) che unisce il gusto del whiskey Jack Daniel's a quello morbido e naturale del miele. L'unione dei due elementi dà vita a qualcosa di inedito e sorprendente ed è sulla base di questo concept che Zodiak Active ha costruito la campagna di lancio in Italia.
 
Rivolta a un target giovane, ha per protagonisti due personaggi iconici della comunicazione di Jack Honey nel mondo: King Bee, il re delle api, e Beekeeper, l'apicoltore dall'animo rock che seleziona il miele migliore per il prodotto. In tre video teaser prodotti per il digital, Beekeper porta fisicamente Jack Honey in Italia e tra la gente, viaggiando in sella a un black sidecar lungo le strade di Catania, Roma e Milano. 
 
La messa online del terzo video è coincisa con l'evento di lancio al Lambretto Art Project di Milano, anticipato da attività di guerrilla marketing presso le Università Bocconi e Statale di Milano e dalla messa online della piattaforma digitale www.jackhoney.it che racconta la storia di Jack Honey e il suo arrivo in Italia. Le creatività realizzate da Zodiak Active sono anche protagoniste della campagne adv online e di una mega affissione nel centro di Milano. 


All'Expo focus sulla Dieta Mediterranea, salutare, sostenibile e popolare

Iniziative culturali e scientifiche e percorsi divulgativi ed educativi metteranno al centro il tema della Dieta Mediterranea, quale patrimonio culturale dell'umanità, da salvaguardare, rivitalizzare e trasmettere alle future generazioni. Il progetto Med Diet Expo 2015 nasce da un accordo tra i cinque big della ricerca alimentare

5 novembre 2014 - Sarà presentato il 14 maggio al Padiglione Italia (all’interno della programmazione del Cnr) il progetto Med Diet Expo 2015 che si svilupperà nel corso dei sei mesi dell'esposizione con iniziative culturali e scientifiche e percorsi divulgativi ed educativi rivolti a istituzioni, aziende, associazioni e al grande pubblico. Al centro, il tema della Dieta Mediterranea quale patrimonio culturale dell'umanità, da salvaguardare, rivitalizzare e trasmettere alle future generazioni. Istituzioni scientifiche come Cnr DiSBa, Ciheam Bari, Cra, Enea, Forum on Mediterraneam Food Cultures hanno siglato un accordo per indagare, tracciare e divulgare l’identità della Dieta Mediterranea durante l'evento.
 
Con titolo ‘Esiste ancora la Dieta Mediterranea?', il progetto è imperniato su quattro grandi tematiche: nutrizione e sicurezza alimentare, sostenibilità, innovazione, evoluzione. Prevede tutta una serie di iniziative che si svolgeranno sia nel Padiglione Italia che sul territorio nazionale. con uno sguardo rivolto al mondo.
 
Come la Dieta Mediterranea risponde alla necessità di assicurare un’alimentazione sana e sostenibile, tenendo conto delle limitate risorse naturali a disposizione per nutrire tutti nel  pianeta? Come risponde alle innovazioni nella produzione, trasformazione, distribuzione e consumo del cibo? Come reagisce alla continua evoluzione dei comportamenti alimentari, alle progressive contaminazioni culturali tra i popoli in un mondo sempre più piccolo? Il progetto affronterà queste diverse problematiche legate a salvaguardia, promozione e sviluppo del grande patrimonio alimentare italiano, a cui sarà riservato un ruolo centrale. 
 
Il progetto è realizzato in collaborazione con SapiExpo, Ciiscam e Fondazione Dieta Mediterranea. Sprim Italia in qualità di technical advisor e media partner dell’iniziativa ne coordinerà l’implementazione. 


Da mono prodotto a sistema a marchio.
Arrivano le Mini, la Montanara e i Gnocchi Selenella

Il Consorzio Patata Italiana di Qualità comunica le novità con un'importante campagna di marketing online e offline. E per la prima volta porta la patata al selenio al 100% italiana tra i protagonisti di un film, con un'operazione di product placement in ‘Confusi e felici’

4 novembre 2014 - Da mono prodotto a sistema a marchio: è l'evoluzione del brand Selenella, la patata al 100% italiana arricchita di selenio e garantita dal Consorzio Patata Italiana di Qualità che unisce 2 organizzazioni di produttori, 3 cooperative e 8 commercianti privati, cui fanno capo circa 300 produttori delle campagne bolognesi per circa 60.000 tonnellate di produzione (pari al 16% di quota di mercato a valore). Alle patate Classiche e alle Novelle, ora si aggiungono la Montanara a buccia rossa con sapore intenso, ideale per gnocchi e purè, e le Mini (diametro inferiore ai 4 cm.) piccole e saporite, perfette con gli arrosti. Completano il sistema i prodotti creati in collaborazione, come le Chips realizzate con Pata e lanciate un anno fa (vedi news del 14 ottobre 2013) e gli Gnocchi nati dall'incontro di Selenella e Patamore (pasta fresca) a giorni sul mercato.
 
Sul piano de
lla comunicazione, il Consorzio mette in campo un'importante campagna di marketing che vede Selenella protagonista sia online che offline. Ritornerà tra dicembre e gennaio lo spot con claim ‘Un tesoro di patata’ (che è anche tagline di marca) con un codino per il lancio delle novità di prodotto. Dal 2 dicembre al 31 marzo, acquistando una o più confezioni di Patate Selenella, si potrà poi partecipare al Concorso instant win ‘Vinci un tesoro’ con premi giornalieri e mensili e un'estrazione finale con in palio 5000 euro in buoni spesa.
 
Da settembre il sito è online rinnovato e Selenella si è dotata di nuovi canali di comunicazione come Facebook e Youtube dove appaiono video ricette. C' anche una Newsletter con la possibilità di scaricare Selenella Chef, webzine periodica con idee e suggerimenti in cucina.
 
Infine, il Consorzio Patata Italiana di Qualità partecipa per la
prima volta come investitore nel cinema italiano col supporto di Camelot. Selenella è infatti protagonista di un'operazione di product placement nel divertente film ‘Confusi e Felici’, con Claudio Bisio, diretto da Massimiliano Bruno, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film con Rai Cinema, e distribuito nelle sale dal 30 ottobre. Nella storia di Marcello, psicanalista cialtrone e cinico che entra in crisi per un problema alla vista e ne emerge grazie all'aiuto dei suoi pittoreschi pazienti, Selenella appare in tre scene. In una in particolare, il piatto tipico trentino il Tonco del Pontesel in cui le patate sono accompagnamento principale farà riscoprire a Marcello il valore della famiglia e il piacere della condivisione. 


Lo chef Cannavacciuolo testimonial del Gorgonzola in tv, stampa e all'Expo

Il Consorzio per la tutela investe 1 milione e mezzo di euro in comunicazione per sottolineare le qualità nutrizionali del 3° formaggio italiano per volumi di venduto. L'obiettivo è anche di accrescere la quota all'estero, ora al 31%, attraverso l'immagine dello chef pluristellato, protagonista oltre che di spot e annunci anche di eventi all'Expo

23 ottobre 2014 - Un talent chef anche per il Gorgonzola. Il Consorzio per la tutela del 3° formaggio italiano di latte vaccino per volumi di venduto (dopo grana e parmigiano), tipico dell'area lombardo-piemontese, investe in comunicazione 1 milione e mezzo di euro in vista dell'Expo, dove parteciperà nell'area AFIDOP (Associazione Formaggi Italiani Dop e Igp). E sceglie come testimonial Antonino Cannavacciuolo, big chef che rimette in riga le cucine da incubo su FoxLife e che delizia i clienti al suo relais Villa Crespi sul lago d'Orta con piatti non soltanto eccellenti e raffinati, ma anche decorati con arte particolare.
 
Campano doc, Cannavacciuolo si dichiara cultore del Gorgonzola, per cui ha creato ricette e combinazioni che sono al centro di una serie di spot da 15”, al via oggi su La7 e Sky, accomunati dal claim "Più lo conosci, pi&u
grave; ti piace". Lo stesso claim connota gli annunci su quotidiani, in partenza ai primi di novembre, e in esterna (dinamica e aeroporti), ciascuno dedicato a svelare una delle qualità del prodotto. La campagna è ideata e pianificata dall'agenzia Thomas di Novara.
 
Dalle ricette si scopre che il Gorgonzola è un formaggio più versatile di quanto non si creda. Così come non tutti conoscono le tante qualità, in primis - spiega il nutrizionista – di non poter essere prodotto se non con ingredienti di prima scelta: non si formerebbero i fermenti lattici e le caratteristiche muffe legate al penicillium che lo rende digeribile. Ricchissimo in vitamine e calcio, il Gorgonzola è sì un formaggio grasso ma con meno calorie e soprattutto meno colesterolo di grana, parmigiano e provolone e, a parità di peso, – stupisce il nutrizionista – con meno colesterolo di una fettina di vitello o di una coscia di pollo. 
 
Per la prima volta il Consorzio per la tutela del Gorgonzola, accanto alla golosità del prodotto, ne sottolinea così le qualità nutrizionali e punta, coinvolgendo Cannavacciuolo anche nelle attività e negli eventi in programma all'Expo, ad aumentare la quota di esportazione, già al 31% dei volumi venduti. Nel 2013 circa 3000 aziende agricole e 38 aziende associate hanno prodotto 4.175.000 forme, per il 97% nella varietà dolce e cremosa che si è imposta nel dopoguerra sulla tradizionale piccante, tuttora molto gradita ai gourmet. Il giro d'affari al consumo oggi è di 550 milioni di euro, per due terzi sviluppato in Italia nel Nord-Ovest. All'estero il Gorgonzola piace soprattutto in Unione Europea (il 50% va in Germania e in Francia), ma anche negli Usa, in Canada e in Giappone. 






Il Calendario Lavazza 2015 dedicato agli ‘Earth Defenders’ dell'Africa, con raccolta fondi e invito a partecipare

Con direzione creativa di A. Testa e scatti di Steve McCurry, il Calendario raccoglie dodici ritratti di persone che ogni giorno difendono la propria terra e i propri progetti. Per la prima volta è in vendita in edizione limitata, al Salone del Gusto e Terra Madre di Torino. Dal sito dedicato parte una call to action a sostenere il progetto di Slow Food ‘10.000 orti in Africa’

23 ottobre 2014 - È dedicato agli ‘Earth Defenders’ dell'Africa il Calendario Lavazza 2015, presentato al Salone del Gusto e Terra Madre di Torino (23-27 ottobre). Per una volta, invece di personaggi famosi o di modelli, ci sono a rappresentare i mesi i volti veri delle persone che ogni giorno difendono con coraggio la propria terra e i propri progetti. Con direzione creativa di Armando Testa, l'opera è firmata da un protagonista della fotografia contemporanea, Steve McCurry, alla sua prima volta col Calendario ma vicino a Lavazza da lungo tempo come reporter u
fficiale del progetto ¡Tierra! di sostenibilità.
 
Tra i volti c'è quello di Nadia, paladina dell'olio di argan in Marocco: di John, guardiano delle zucche di Lare in Kenya:  di Anna che si batte per la qualità del cuscus di miglio salato sull'Isola di Fadiouth in Senegal; di Asnakech, sentinella a guardia delle piantagioni di caffè in Etiopia. Il viaggio di McCurry nel continente africano si conclude simbolicamente in Tanzania, nella scuola di Padre Peter Kilasara, dove vengono formati gli Earth Defenders di domani.
 
I 12 scatti sono esposti al Salone del Gusto nell'area che ospita il mercato di Terra Madre
. Le immagini sono anche protagoniste dello Spazio Lavazza dove si degusta ¡Tierra!, il caffè proveniente da coltivazioni 100% sostenibili, e Kafa, mono-origine 100% arabica originario dell'Etiopia. E per la prima volta il Calendario è in vendita in tiratura limitata per il pubblico del Salone. Il ricavato andrà a sostegno del progetto ‘10.000 orti in Africa’di Slow Food, che si propone di realizzare entro il 2016 diecimila orti nelle scuole e nei villaggi africani.
 
Lavazza coinvolge anche il pubblico nell'attività di raccolta fondi e attraverso il sito Calendar2015.lavazza.com invita a diventare difensori della terra e a sostenere il progetto di Slow Food con donazioni a favore degli orti africani e diventando portavoce dell'iniziativa di fund raising con l'hashtag #earthdefenders sui social network. 


Le Wacko's SanCarlo, chips per teen, anche al gusto di salame

Il lancio del nuovo gusto, sostenuto da una campagna sul digitale, arriva insieme al restyling dei pack della gamma, con una grafica dedicata all’iniziativa multimediale della realtà aumentata e ai nuovi gadget interattivi. Una card all'interno delle confezioni servirà, con  l’app Wack’Attack, ad attivare dieci mini-giochi 

22 ottobre 2014 - San Carlo aggiunge una nuova referenza alla linea di patatine Wacko's, creata nel 2001 per rievocare Mr Crocc (personaggio dei pack anni ‘60) e pensata per i ragazzi dai 9 ai 13 anni. Accanto alle chips al Ketchup, alle leggermente salate, a quelle all'erba cipollina e a quelle alla Paprika arrivano le chips al salame, gusto gradito ai ragazzini.

Il gusto salame è lanciato insieme al restyling di tutti i pack della gamma Wacko’s chips e snack. Sempre in colori diversi a seconda del gusto, i nuovi pack hanno una grafica completamente dedicata all’iniziativa multimediale della realtà aumentata, presentata al Cibus di Parma, e ai nuovi gadget interattivi. All’interno di ogni sacchetto di chips e snacks c'è una card tecnologica utilizzabile con tutti gli smartphone e i tablet in commercio. Servirà, attraverso l’app Wack’Attack (free per Android e per iOS), ad attivare dieci  mini-giochi con protagonista Wacko’s, ognuno con sei livelli di difficoltà, per sfide tra utenti in tempo reale.

Il lancio del nuovo gusto sarà supportato dal 3 novembre da una campagna online con banner sui principali siti dedicati al target e anche attraverso la pagina ufficiale Facebook di Wacko’s e il sito www.wackos.it. La campagna è ideata e pianificata da H-ART. 


Icam nell'alto di gamma con la linea Vanini di cioccolato premium

L'azienda di Lecco, storica nel lavorare il cacao per il b-t-b, si presenta direttamente ai consumatori con una gamma a base di cioccolato premium Bagua, proveniente dal Perù Amazzonico. Packaging, logo e campagna stampa sono curati da Mad, mentre Creeo Studio sviluppa la presenza sul web e sui social

15 ottobre 2014 - Icam, azienda storica di Lecco che da quasi settant'anni produce semilavorati di cacao per la pasticceria, cioccolati e cioccolatini per le private label della grande distribuzione e anche prodotti a base di cacao e cioccolato per il retail, entra nella produzione alto di gamma col lancio di una linea premium a brand Vanini. È il nome di uno dei due rami della famiglia fondatrice (oggi lavora in azienda la terza generazione), scelto per la valenza di italianità, perché adatto ad aver presa sui mercati internazionali con il richiamo a una produzione made in Italy.
 
Con la linea Vanini, che viene distribuita da ottobre nella Gdo con l'obiettivo di una copertura del 30% delle catene entro febbraio, Icam, brand noto a livello professionale per know how e competenza, punta a farsi conoscere anche dal consumatore finale. Quanto al mercato internazionale, il debutto sarà proprio in febbraio all'Ism, salone internazionale dei prodotti dolciari di Colonia.
 
La linea Vanini è a base di un cacao di alta qualità, il Bagua, dal nome di un distretto del Perù del Nord Ovest in zona amazzonica, coltivato già dal 3000 a.c. dalla popolazione Mayo-Chincipe che lo utilizzava per la preparazione di bevande. Vanini si approvvigiona del cacao Bagua da Aprocram, cooperativa che riunisce cir
ca 460 coltivatori, e dall'incontro è nato un modello di business etico e sostenibile, sintetizzato nella certificazione Sustainable Trade, fondata sul concetto delle 3P (People, Planet, Palate) presente su tutti i prodotti della linea. 
 
La prima gamma Vanini comprende tavolette al latte (classica, con sale di Sicilia, con scorza di arancia mediterranea), al fondente (62% con rosmarino, 74% con grué di cacao, 86%) e gianduiotti (classici, fondenti e con pasta di mandorle). La variante fondente al rosmarino e il gianduiotto con pasta di mandorle sono un'assoluta novità di mercato.
 
Identity, packaging, logo e campagna stampa su femmin
ili e testate lifestyle sono curati da Mad di Cantù. La campagna di comunicazione si completa con instore promotion e degustazioni, col sito www.vaninicioccolato.it e col  progetto di essere presenti sui social (Youtube, Facebook, Twitter e Instagram). La presenza in rete è sviluppata dalla web agency Creeo Studio di Lecco mentre la gestione dei social sarà a cura dell'agenzia di rp di riferimento Msl. 


Per i 120 anni Amaro Lucano anche in versione
premium e in tv con la rivisitazione dello spot anni 90

“Cosa vuoi di più dalla vita? Un Lucano” tornerà nella versione di Hi! Comunicazione. Tra le altre iniziative per l'anniversario, c'è il lancio della doppia linea per la ristorazione 'Selezione 7 Stelle', coi distillati della casa in maggior gradazione e tre nuove referenze. Testimonial, lo chef Bruno Barbieri. Budget di 3 milioni per la comunicazione dei prossimi mesi

6 ottobre 2014 - L'amaro Lucano compie 120 anni e la famiglia Vena - terza e quarta generazione attiva insieme oggi in azienda - festeggia lanciando due nuove linee di prodotto, legandole a un testimonial titolato quale lo chef Bruno Barbieri e preparandosi a riportare in tv rivisitato il mitico spot anni 90 che ha contrassegnato una comunicazione davvero distintiva per il brand: “Cosa vuoi di più dalla vita?” Un Lucano”. Lo firmò ai tempi la Canard, oggi la comunicazione del brand è curata da Hi! Comunicazione.

Negli anni, al celebre amaro a base di 30 erbe, invenzione in quel di Pisticci del cavalier Pasquale Vena, pasticcere col pallino dei distillati, si sono aggiunti il liquore al Caffè Lucano, il Limoncello Lucano, la Sambuca Lucano e altri distillati. Quest'anno è nata la divisione Super Ho.Re.Ca, in accordo con Distillerie Diwisa, per la distribuzione di alcolici d'alta qualità a livello internazionale (l'export conta per il 35% sulla quota di venduto complessivo aziendale). Sempre nel 2014 i prodotti Lucano vengono per la prima volta distribuiti in Cina, Paese che sta scoprendo i prodotti italiani al 100%, portando così a 48 i Paesi in cui il brand Lucano è presente, con un focus particolare negli Usa dove c'è una forte comunità italiana legata ai prodotti tradizionali. Inoltre, i prodotti Lucano, gadget brandizzati inclusi, sono acquistabili online su store.lucano1894.com.
 
Ora, dopo 120 anni, l'Amaro Lucano si arricchisce di una variante premium a maggior gradazione (35° invece di
Bruno Barbieri
28°) che fa parte della nuova 'Selezione 7 Stelle' in due linee destinate espressamente alla ristorazione: la 'linea anniversario', che oltre all'Amaro Anniversario, comprende  le varianti premium di Sambuca e Limoncello e il Cordial Cafè e la 'linea fratelli Vena' che caratterizza il Nocino, il Mirto e la Liquirizia. Il packaging e la brand identity della Selezione è stata frutto della collaborazione tra Lucano e gli studenti dello Ied col laboratorio 'Lucano Celebrating Lab'. 
 
Alla Selezione 7 stelle lega l'immagine lo chef pluristellato Bruno Barbieri, che sta varando anche il progetto inedito di un menu salato a base di Amaro, che trova particolarmente adatto da abbinare a carni rosse e selvaggina. Barbieri apparirà come testimonial e consiglierà la selezione in una maxi affissione di 120 mq che campeggerà a Porta Garibaldi a Milano da novembre a gennaio.
 
In comunicazione Lucano, che fattura circa 25 milioni di euro, investirà nei prossimi mesi 3 milioni, il 20% in più dell'anno scorso, concentrando l'investimento per il 70% sulla tv, in particolare su La7, poi su Sky Calcio e Sky Sport e su Mediaset Premium. Lo spot per Amaro Lucano in via di realizzazione sarà on air a fine ottobre con un mix di vecchio e nuovo all'insegna dell'indimenticabile claim. Nel media mix, a cura di Initiative, sono previste stampa e affissioni per il 12% e il web per il restante 18%, inclusi i social, come la pagina dedicata su Facebook e quella su Youtube dove compariranno delle video ricette. 
 



Coca Cola Light veste Moschino

Nasce la limited edition 'Coca-Cola light loves Moschino'. Fino a dicembre lattine e bottiglie adotteranno un look glamour con le creatività Cow Print, Eye Chart o Hearts. In parallelo un concorso di promozione al consumo, un Instagram Photo Challenge e una campagna integrata di marketing e comunicazione

23 settembre 2014 - Nasce dalla collaborazione tra Coca-Cola light e la maison Moschino la realizzazione della collezione limited edition 'Coca-Cola light loves Moschino'. Fino a dicembre, lattine e bottiglie di Coca-Cola light avranno un look glamour e ironico con i tre soggetti originali Co
w Print, Eye Chart ed Hearts che ripropongono lo stile sorprendente della maison.

La nuova collezione, svelata alla Fashion Week milanese, fa seguita a numerose altre edizioni speciali create da stilisti per Coca-Cola light nell’ambito dell’iniziativa Tribute to Fashion nelle Fashion Week milanesi. Il progetto Coca-Cola light loves Moschino è sostenuto da una campagna integrata di marketing e comunicazione pianificata su testate cartacee e online del Gruppo Mondadori. La creatività è di McCann con media di Starcom. Le rp cono in carico a Cohn&Wolfe.

E’ stato inoltre lanciato uno concorso che mette in palio tra i consumatori fino al 31 dicembre una t-shirt firmata Moschino al giorno. Si partecipa utilizzando il codice sotto al tappo delle bottiglie da 500 ml e 1,75 l in tutta Italia (1,5 l per la Sicilia) ed entrando nel Cola-Cola light Club registrandosi su www.coca-colalight.it. Il premio finale sarà un viaggio a New York per 2 persone durante la Fashion Week. Ci sarà anche l'estrazione di  10 cofanetti Smartbox 'Rilassanti Evasioni'. La  fashion blogger Irene Colzi  farà da portavoce dell’iniziativa sul  blog www.ireneccloset.com e sui profili social e sarà ambassador di un Instagram Photo Challenge. 


Non nicchia ma la vera modalità agricola di produrre cibo.
Alce Nero spiega la coltivazione biologica partendo dal pomodoro

‘Agricoltore vero, pomodoro verissimo’ è il titolo dell'evento che si è tenuto nei campi in provincia di Ravenna per far vedere da vicino le coltivazioni naturali, che producono un pomodoro più buono e più ricco di fitonutrienti, polifenoli e vitamina C. Prossimo evento in ottobre, con Amnesty International e la rivista Internazionale, per affermare ‘i diritti della terra’

21 luglio 2014 - Un evento nei campi coltivati de La Cesenate, azienda agricola socia di Alce Nero, a Conventello in provincia di Ravenna, in un'area a 20 km dal mare (il che rende il terreno più fertile e più saporito il coltiva
to), per far vedere da vicino cosa sia davvero l'agricoltura biologica, quanti siano i soggetti che ci lavorano e affermare fortemente che si tratta di una realtà, non di un'attività di nicchia rivolta a pochi puristi che si possono permettere questo genere di prodotti solitamente più costosi dei classici da mass market. È l'obiettivo che si è dato Alce Nero, che riunisce oltre mille agricoltori e apicoltori impegnati da oltre trent'anni nella produzione di cibi biologici, con l'evento ‘Agricoltore vero, pomodoro verissimo’, organizzato insieme all'agenzia di comunicazione di riferimento Pragmatika di San Lazzaro di Savena (Bologna): visita dei campi, spiegazione dei modelli di coltivazione naturali, workshop con chi guida il consorzio e con esperti nutrizionisti, una food experience con lo chef Simone Salvini specialista di cucina vegetariana.
 
I concetti da far emergere hanno un denominatore comune: è il biologico la vera modalità agricola di produrre cibo. Se il 25% della popolazione soffre di allergie, se la celiachia aggredisce a ogni età, se og
ni anno consumiamo senza rendercene conto 3 kg di non food tra pesticidi, antibiotici e addensanti, è tempo che si cambi concezione nel nutrirsi. È un'agricoltura possibile, anzi necessaria, e il pomodoro è produzione emblematica di questo modello rispettoso dell'ambiente e dell'uomo. Il metodo di coltivazione biologico lo rende più ricco di fitonutrienti come il licopene che è un antiossidante anti-tumorale, di polifenoli e di vitamina C, come ha spiegato Renata Alleva, un dottorato di ricerca in Biochimica, specialista in Scienza dell'Alimentazione e ricercatore presso IRCCS Rizzoli di Bologna. Ed è un pomodoro più zuccherino e più buono.
 
A La Cesenate oltre 200 ettari di terreno sono dedicati alla coltivazione biologica di questi pomodori per un raccolto di circa 100mila quintali l'anno, senza sostanze chimiche, con trattamenti solo a base di rame per combattere la peronospora, oli minerali e Bacillus contro la Nottua e piretro contro gli afidi. E contro le erbe infestanti si adotta il metodo meccanico delle rincalzature e sarchiature del terreno e la strategia della ‘falsa semina’.
 
“Alla domanda perché scegliere b
io – ha detto Lucio Cavazzoni, presidente del Gruppo Alce Nero - rispondo semplicemente: perché ci si vuole bene. La chimica è rassicurante in agricoltura e nell'allevamento ma tantissimi antibiotici entrano nella catena alimentare. Il biologico non cura, previene. E il fruitore deve entrare in relazione con chi fa il prodotto, ecco perché spieghiamo l'intero percorso nelle etichette narranti realizzate in collaborazione con Slow Food”. Concorda Renata Alleva: “Prima di guardare le calorie guardate cosa c'è all'interno della confezione che andate ad acquistare e che mangerete”.
 
Adesso Alce Nero si sta preparando a partecipare a una grande iniziativa in ottobre indetta da Amnesty International in collaborazione con la rivista Internazionale. “Loro parleranno di diritti dell'uomo – ha anticipato Cavazzoni – noi sosterremo in parallelo i diritti della terra. Puntiamo a un evento che dia luogo a idee concrete”. 


Mollo tutto e vado in Giamaica, una fuga e un'occasione
professionale offerta da Appleton Estate Jamaica Rum

Gruppo Campari lancia in Italia il rum giamaicano con un'attività unconventional ad alto potenziale virale, ideata da Havas Ww Milan e sviluppata sul digitale da VanGoGh. Il vincitore del contest vivrà per 6 mesi al Chiringuito di Appleton Rum, raccontando l'esperienza e l'isola sulla piattaforma digitale del brand. Intanto in 4 località marine italiane suonerà il gruppo giamaicano ‘The Appletons’

15 luglio 2014 - “Dedicato a tutti quelli che stanno scappando”, così si chiudeva nel 1991 ‘Mediterraneo’ di Salvatores, Oscar al miglior film straniero. Per non parlare delle suggestioni di una nuova vita tropicale in 'Puerto Escondido'. A tutti quelli che sognano ogni tanto di mollare tutto e cambiare vita è dedicato oggi l'originale debutto in comunicazione di Appleton Estate Jamaica Rum, brand entrato nel portfolio di Gruppo Campari a fine 2012 e che il gruppo lancia ora in Italia con un'attività unconventional ad alto potenziale virale, affidando l'idea e la strategia ad Havas Worldwide Milan e lo sviluppo digitale a VanGoGh.
 
Nasce il Chiringuito di Appleton Rum con l’hashtag #mollotutto: da febbraio 2015 il vincitore potrà realizzare un sogno di fuga e di cambiamento e andare a vivere per sei mesi in
Giamaica. Promossa su www.appletonrum.it, supportata dai canali social e da un video virale on air da settembre, l’iniziativa rappresenterà anche un'occasione professionale particolare: vivere laggiù, tenendo come base il Chiringuito, per raccontare agli utenti della rete l'esperienza e l'isola, attraverso la piattaforma digitale del brand.
 
La candidatura è possibile fino al 20 settembre, caricando un video di presentazione. Dal 20 settembre al 18 ottobre ci saranno le interviews ai 30 migliori candidati tra cui individuare i 10 finalisti. Ognuno sar
à chiamato a superare delle prove usando fotografia, video o scrittura, puntando all'obiettivo di convincere gli utenti, che potranno votare dal 18 ottobre al 18 novembre (concorrendo a settimane di vacanze in Giamaica), a sceglierlo come spokeperson di Appleton per il 2015. Il vincitore sarà annunciato il 28 novembre e da febbraio sarà in Giamaica al Chiringuito Appleton. Coinvolti nel progetto Facebook, Youtube, Google+, Twitter, Linkedin ed Instagram e il blog A Gipsy In The Kitchen, che farà da cantastorie 2.0 della campagna.
 
Digital ma anche territorio. In parallelo al concorso, ci saranno gli eventi estivi targati Appleton Estate Jamaica Rum col tour che porterà il gruppo giamaicano'The Appletons' a esibirsi tra soul e jazz in quatt
ro località marittime italiane, creando un'atmosfera caraibica. Al pubblico verranno offerte degustazioni dei distillati tra cui l’Appleton Estate V/X ideale per la miscelazione, l'Appleton Estate 12 anni e l'Appleton Estate 21 anni da degustare lisci.
 
Gli eventi saranno il 18 luglio al  Cala Felice Beach Club a Puntone di Scarlino (Gr), domenica 27 luglio al Miami Cafè Beach di S. Margherita Ligure (Ge), venerdì 1° agosto al Singita - The Miracle Beach/Spiaggia 26 di Marina di Ravenna e il 6 agosto a Cantera, Sistiana/Duino-Aurisina (Ts). 


Arriva in Italia la campagna ‘Cities of the World’ Heineken

Partita in Usa in maggio e destinata a cento Paesi, la campagna integrata che invita alla scoperta dei segreti della propria città prevede lo spot di W+K, attività digital, 6 bottiglie limited edition dedicate a sei metropoli mondiali e la promozione 'Open Your City'

1 luglio 2014 - Arriva anche in Italia la nuova campagna globale ‘Cities of the World’, partita in Usa in maggio e destinata a cento Paesi, che invita i consumatori a rompere la routine quotidiana per dedicarsi alla scoperta dei segreti che la propria città nasconde. Oltre alla spot tv (vedi Videonotizia del 13 maggio), la campagna prevede un’attività digital,  la promozione 'Open your city' e un’edizione limitata di sei bottiglie nei formati da 33 e 25 cl, dedicate a sei grandi metropoli mondiali: New York, Shanghai, Roma, Amsterdam, Londra e Rio de Janeiro.

Lo spot 'The City' è il settimo episodio di 'The Legends', il progetto globale di Heineken che invita a superare i propri limiti. Ideato da Wieden + Kennedy Amsterdam e girato a Hong Kong, The City

trasmette il messaggio che non bisogna mai smettere di essere curiosi perché in ogni città c'è sempre qualcosa di interessante e unico da scoprire. Nei due formati da 60 e 30 secondi, è pianificato su tv generaliste, satellitari e digitali e sui canali social di Heineken. Insieme viene lanciato  l’account Twitter @WHERENEXT, pensato per trovare e condividere i luoghi più interessanti e cool della città in cui ci si trova: geolocalizzandosi si ricevono suggerimenti su locali, bar, ristoranti di zona.
 
Il 16 luglio prende il via la promozione 'Open your city' che mette in palio con modalità instant win ogni giorno un iPad Mini 3G e ogni mese una fotocamera GoPro Hero3, Kindle Paperwhite e la design machine The Sub con cui farsi un'Heineken alla spina a casa. Premio finale, con estrazione il 28 settembre, un week-end a New York, Shanghai o Rio de Janeiro. La promozione è supportata da uno spot dedicato da 15” on air in tv dal 20 luglio.


Focus su musica e teen, Coca Cola lancia #dilloconunacanzone

Vive sui social e negli eventi la nuova campagna di personalizzazione, in collaborazione con Universal Music, che invita a liberare le emozioni dedicando una delle canzoni che appaiono sui pack e a condividere gli stati d'animo con gli emotisong. A supporto una campagna di comunicazione integrata 

26 giugno 2014 - Dopo l'iniziativa 'Condividi una Coca-Cola' che nel 2013 ha sostituito i nomi dei consumatori al logo su lattine e bottiglie (vedi Videonotizia del 5 giugno 2013), parte la campagna di personalizzazione #dilloconunacanzone, che mette i più bei titoli e le più belle frasi di canzoni italiane e straniere sulle etichette di bottiglie e lattine di Coca Cola e Coca Cola Zero, in vendita da fine giugno: da 'Amami' di Emma a 'Però mi piaci' di Alex Britti, da 'Che confusione' di Moreno a 'I will survive di Gloria Gaynor' o a  'How wonderful life is' di Ellie Goulding. Tutte canzoni selezionate per comunicare differenti stati d’animo ed emozioni affini all’universo Coca-Cola e a quello giovane. 

Il progetto, sviluppato in partnership con Universal Music, viaggerà sui social network con l’hashtag #dilloconunacanzone. I protagonisti saranno i teenager che Coca Cola incoraggia  a liberare le emozioni 'dedicandosi' o 'dedicando' una canzone ad amici e persone care e a trovare il titolo e le parole più adatte a ciascuno.

Coca-Cola ha anche inventato gli emotisong (specie di emoticon musicali)  per condividere la musica e le emozioni che trasmette: un breve estratto audio-video accessibile tramite un QR Code su ogni bottiglia può essere inviato via smartphone alla persona a cui è dedicato o postato sui social network. I brani saranno raccolti sul portale www.dilloconuncanzone.it, organizzati per aree tematiche.

A supporto del progetto, va on air una campagna integrata con componenti digitali, rp, above/below, shopper ed esperienziali. Dopo una fase teasing, ieri è partita la pianificazione su Radio 105, Rds, Radio Kiss Kiss, Radio Italia, Virgin Radio, Rtl 102.5. In parallelo ci sono attività di  comunicazione in oltre 16mila punti della grande distribuzione e in 23mila bar e sulla pagina Facebook ufficiale di Coca-Cola.  Non mancano eventi come il Coca-Cola Summer Festival, 4 serate di musica in onda su Canale 5 e su Rtl 102.5  e un tour estivo sulle spiagge italiane (il calendario sarà www.dilloconunacanzone.it). 
 
 
Per saperne di più..>>



Lavazza torna a Wimbledon per servire
nella patria del tea l'autentico espresso italiano

Lavazza è per il quarto anno consecutivo caffè ufficiale dello storico torneo di tennis. Seicento baristi, preparati dal Training Center Lavazza, serviranno espresso italiano, minicappuccino, caffè filtro e il Frozen Espresso Granita, ricetta limited edition 2014

24 giugno 2014 - Per il quarto anno consecutivo Lavazza, con claim 'The new tradition', è caffè ufficiale del torneo di tennis di Wimbledon e porta l’autentico espresso italiano nel contesto internazionale dello storico evento sportivo, dove le  partite sono ancora giocate sulla superficie originale, l'erba, e i giocatori hanno l'obbligo di vestirsi di bianco. 
 
Dal 2011 l'espresso italiano, il minicappuccino e caffè filtro sono distribuiti in tutti i 60 punti di servizio dell'Aeltc (All England Lawn Tennis and Croquet Club), tra cui 13 tra bar e ristoranti, le aree di accoglienza istituzionali, la sala stampa e le aree riservate ai giocatori e ai funzionari di gara. Vi lavorano 600 baristi, preparati dal Training Center Lavazza, e vengono serviti oltre un milione di caffè. Il caffè viene servito anche alle migliai
a di appassionati in coda per aggiudicarsi gli ultimi biglietti disponibili per i match in programma. La coppia Judy Murray  e Tony Nadal animano le attività organizzate da Lavazza presso la 'queue' e aiutano a servire alle persone in coda le bevande Lavazza. 
 
La ricetta limited edition, studiata appositamente per l’edizione 2014, è il Frozen Espresso Granita, espresso arricchito da una granita naturale a base di latte leggermente zuccherato. 


Inizia con 'Feeding the Mind' alla Triennale di Milano
il percorso culturale di illy verso il Cluster Caffè all'Expo

In mostra nello spazio illyartlab 28 scatti in B/N di Sebastião Salgado sulle coltivazioni e al DesignCafé la illy Art Collection, collezione di tazzine illy sustainArt per Expo 2015. Accanto, il racconto per oggetti di ottant’anni dell’azienda fino all'innovazione più recente, la ricarica Refilly. Intanto Andrea Illy annuncia per ottobre 2015 la prima Giornata Mondiale del Caffè 

12 giugno 2014 - Procede il percorso di illy verso l'Expo 2015 di cui è partner ufficiale (official coffee partner) col compito di gestire e organizzare il Cluster Caffè, padiglione ideato col patrocinio dell'International Coffee Organisation, destinato a diventare la più importante celebrazione del caffè mai fatta nella storia (vedi news del 6 marzo 2013). Tema ispiratore sarà il passato, il presente e il futuro della bevanda, raccontato dalla pianta alla tazzina e nelle sue virtù di dare piacere e salute nel rispetto della sostenibilità. Un secondo tema sarà la cultura del caffè e un terzo quello dell'esotismo, ovvero la presentazione dei
Paesi produttori 'magnifici paradisi del caffè'. “Sarà – annuncia Andrea Illy, ceo e presidente di IllyCaffé – una presentazione enciclopedica. E a ottobre 2015 inaugureremo la prima Giornata mondiale del caffè”. Non mancherà, nelle intenzioni, anche un risvolto charity con una raccolta fondi a favore di un'Ong che si batte contro la povertà nei Paesi produttori. Un concept e una realizzazione per cui Illy metterà a frutto quelli per Galleria
Illy nelle grandi città del mondo, di cui il decennale sarà proprio nel 2015.  
 
Intanto ieri illy ha inaugurato alla Triennale di Milano 'Feeding the Mind', un percorso narrativo che esplora i valori e i territori della marca attraverso l’arte contemporanea, che da sempre è il linguaggio d’elezione del brand. Nello spazio illyartlab, dove illy organizzerà eventi culturali e artistici da qui all'Expo nell'ambito di una partnership con la Triennale iniziata col Salone del Mobile, appaiono, in una suggestiva installazione, 28 immagini in bianco e nero dal reportage realizzato dal fotografo umanista Sebastião Salgado in Costa Rica e Salvador. Raccontano storia, tradizioni e paesaggi delle coltivazioni da cui illy prende la materia prima. La mostra resterà visitabile free fino al 6 luglio.
 
Sempre in T
riennale, al DesignCafé, viene  presentata la nuova illy Art Collection, la collezione di tazzine illy sustainArt per Expo 2015, progetto a sostegno degli artisti di Paesi emergenti. Quattro giovani provenienti dal Costa Rica, dal Guatemala, dall’Etiopia e dall’Honduras sono stati selezionati per realizzare la collezione in edizione limitata ispirata al tema di Expo 2015 'Nutrire il pianeta, Energia per la vita'. A contorno, il racconto per oggetti di ottant’anni di tecnologia e design dell’azienda triestina fino all'innovazione più recente, Refilly, ricarica pressurizzata per il barattolo-icona da 250 grammi di blend illy, che conserva fragranza e aromi ed è totalmente riciclabile. L'azienda ne sta valutando il lancio in comunicazione – Refilly è sul mercato già da qualche mese – che, nel caso, sarà affidato all'agenzia di riferimento Saatchi & Saatchi. 


Pernod Ricard vuol fare del whiskey irlandese Jameson
un'icona e raddoppiare le vendite entro il 2020

Il numero due al mondo tra i produttori di alcolici investe 220 milioni di euro per migliorare la capacità produttiva del brand premium, con cui arrivare a un miliardo di euro di fatturato. La strategia di crescita per inserirlo tra i 10 spirits  più venduti al mondo poggia su una nuova comunicazione, eventi, barman-testimoni e sul coinvolgimento del consumatore tipo identificato nel 'Dude' 

9 giugno 2014 - Il gruppo Pernod Ricard, numero due al mondo tra i produttori di spirits (dietro Diageo) con marchi principali Martell, Chivas e  Absolut, vuol rendere brand icona il whiskey irlandese premium Jameson, nato nel 1780 e acquisito nel 1988, con l'intenzione di raddoppiarne le vendite da 5 milioni di casse a 10 entro il 2020, fino a 1 miliardo di euro di fatturato. Durante  la convention annuale, che si è tenuta dal 4 al 6 giugno in Irlanda, Pernod Ricard ha annunciato di aver dato il via a investimenti per 220 milioni di euro per migliorare la capacità produttiva e lo stoccaggio di Jameson, che attualmente è al 17° posto tra gli spirits più venduti al mondo, classifica guidata da Smirnoff, Johnnie Walker e Bacardi. 
 
Pernod Ricard vuole fare entrare Jameson nella top ten dei più venduti, calvalcando il trend di crescita del segmento dei whiskey irlandesi, che è stato del 7.5% annuo tra il 2002 e il 2012 (contro una media di crescita del mercato degli alcolici del 2.9%). Tuttavia, la quota di mercato del whiskey irlandese per ora è solo il 6% sul venduto globale di whisky, e Jameson pesa per il 68%.  Il gruppo punta soprattutto a espandere le vendite nei promettenti mercati degli Usa, della Russia, del Sud Africa, del Giappone e del Brasile, dove il brand è già in crescita. 
 
Per portare Jameson sopra Ballantine's ma senza superare Chivas (altri due brand premium della casa), Pernod Ricard punterà su una nuova comunicazione (incaricata a livello globale è attualmente Tbwa New York), incrementerà gli eventi, soprattutto legati al cinema, dove far vivere una brand experience e continuerà  a puntare sui barman come testimonial della storia e della cultura del marchio. Il consumatore tipo di Jameson è stato individuato nel 'Dude' (Discerning, urban, discoverer, experiencer), giovane dai 25 ai 35 anni. Per il suo gusto rotondo (viene distillato tre volte per dare una maggior punta di dolcezza rispetto agli altri whiskey) viene considerato adatto anche al gusto femminile. 
 


Utenti nel 'team Pepsi' con le star
del calcio sul wall interattivo a Milano

Alle colonne di San Lorenzo l'installazione da 80 mq mostra i volti di Messi, Van Piersie, Ramos e Aguero e per un istante quelli dei consumatori che hanno postato la loro foto sulla piattaforma Pepsibeat.it. Il progetto di Dlv Bbdo fa parte della campagna calcio 2014 del brand
 

5 giugno 2014 - Pepsi celebra il mondo del calcio con una campagna integrata in cui coinvolge i consumatori che ne diventano i veri protagonisti. A Milano, presso le Colonne di San Lorenzo, un wall interattivo di 80 mq mostra i volti delle star del football scelte come ambassador della campagna calcio e, al loro fianco, appariranno i volti di tutti gli utenti che accoglieranno l’invito a 'entrare 'nel team Pepsi.
 
Pepsi ha lanciato già a gennaio la campagna calcio 2014 in 100 paesi del mondo, con una  serie di cortometraggi e uno spot televisivo interattivo di cui sono protagonisti Robin van Persie, David Luiz, Sergio Ramos, Sergio Agüero, Jack Wilshere e Leo Messi. Quattro di loro - Messi, Van Piersie, Ramos e Aguero - sono coinvolti in un’ulteriore attività sul territorio italiano, con le lattine in limited edition a loro dedicate, e da ieri appaiono in formato maxi in alle Colonne di San Lorenzo a Milano. Già dal 23 maggio, nella sezione dedicata al  football sulla piattaforma Pepsibeat.it, gli utenti possono di car
icare una loro foto che uno speciale tool rende coerente con le immagini dei quattro calciatori ritratti nell’affissione. Tutte le foto caricate vengono inserite in una 'special gallery' all’interno dei canali social di Pepsi, permettendo ai partecipanti di condividere, sui propri profili, le immagini che li vedono protagonisti. 
 
Da ieri,poi, chiunque caricherà la sua foto sulla piattaforma digitale verrà anche proiettato per qualche istante con tanto di nome sulla maxi affissione al fianco di Messi, Van Piersie, Ramos e Aguero. Il progetto è ideato e realizzato da DlvBbdo Milano. 


La ‘scintilla dentro’ fa scalare la Diamond Tower
nella brand partnership tra DMax e Gatorade

Cento runner reclutati online su un minisito dedicato si sono sfidati a Milano nel vertical run. Il progetto è stato ideato da Discovery Media per il rebranding di Gatorade e prevede anche una promozione sinergica sui canali social dei due partner

27 maggio 2014 - La ‘scintilla dentro’ è il titolo di un vertical run che ha coinvolto la community di DMax, in base a un progetto di brand partnership ideato da Discovery Media per la campagna di rebranding di Gatorade. Sabato scorso 100 runner reclutati online attraverso il minisito www.lascintilladentro.dmax.it si sono sfidati a scalare i 702 gradini dei 24 piani della Diamond Tower di Milano.
 
Gli aspiranti hanno inoltrato la candidatura compilando un form e rispondendo ad alcune domande a tema sportivo, ma soprattutto raccontando “il momento sportivo in cui hai sentito accendersi dentro di te la scintilla che ti ha portato a superare i tuoi limiti”. Un'app ha convertito poi la risposta alla domanda "Cosa vorresti urlare al mondo una volta arrivato in cima alla Dia
mond Tower?" in una card che ha permesso ai candidati di creare un avatar legato allo sport, personalizzabile e condivisibile sui social. La redazione di DMax ha selezionato le 100 card e i 100 partecipanti più motivati. Uno spot da 15” su DMax e i suoi canali web, prodotto da D-Agency di Discovery Media, ha attivato una call to action per candidarsi alla gara.
 
La ripresa del vertical run e il relativo reportage saranno sul sito e su Dmax in pillole da 120” in contesti editoriali in target, per trasmettere la forte passione e la carica emotiva che hanno animato la corsa. L'iniziativa prevede anche una promozione sinergica sui canali social di Dmax e Gatorade. 


I succhi di frutta Zuegg diventano Light

La nuova gamma in 5 referenze ha il 30% in meno di calorie grazie all'uso della stevia come dolcificante naturale. Si rinnova anche il pack. Per il lancio, attività di rp, coinvolgimento di blogger di settore, presenza sui social e ad eventi sportivi di cui il brand è sponsor

21 maggio 2014 - Novità di prodotto per la linea di succhi di frutta Skipper Zuegg che, venendo incontro a un'esigenza espressa dal mercato, diventa anche Light, grazie al minimo uso di zucchero a favore di quello di stevia, la pianta erbaceo-arbustiva coltivata  in Paraguay e Brasile ad alto potere dolcificante a zero calorie. I nuovi succhi sono così  a basso contenuto calorico, il 30% in meno degli altri della marca. Le foglie di stevia offrono inoltre il plus della naturalità e del gusto. 
 
La gamma  low calories Skipper Light parte con 5 referenze formate da un mix: Ace Passion, Ananas & Lime, Arancia rossa e Mandarino, Pompelmo e Litchi, Pesca e Fiori di sambuco. Oltre che nella ricetta, la linea si rinnova anche nel pack con una bottiglia in PET, più snella e pulita, di più facile impugnatura. 
 
Distribuiti nella Gdo da questo mese, i succhi di frutta Skipper Zuegg Light sono lanciati con attività di rp, coinvolgimento di blogger di settore e presenza sui social. Sono anche protagonisti insieme ad altri prodotti di casa Zuegg (le confetture,  le merendine a base di frutta, tutti all'insegna del claim aziendale 'Passione per la frutta, amore per la vita') a diversi eventi sportivi, di cui il brand è sponsor. Tra questi, la gara ciclistica Italici Zuegg coi due sotto-circuiti Latino ed Etrusco e la Verona Running Marathon del prossimo 5 ottobre. 
 



Bacardi 'Untameable' arriva in Italia
e porta alle Tremiti il mood cubano

Parte il 20 maggio la campagna globale di Betc Londra che racconta in tv, stampa e web lo spirito indomabile della famiglia Bacardi, creatrice del rum. Bacardi 'brandizzerà' per tre settimane d'estate le isole di San Domino e San Nicola con un ricco calendario di eventi di appeal per il target giovane di riferimento. Hero cocktail, il Cuba Libre. Obiettivo, accrescere la quota nei rum scuri

16 maggio 2014 - Parte anche in Italia il 20 maggio, giorno in cui Cuba diventò indipendente dalla Spagna nel 1902, la campagna mondiale di riposizionamento del brand Bacardi con tagline ‘Untameable since 1862’. 'Indomabile' come la tenacia  della famiglia Bacardi, capace di superare terremoti, proibizionismo, rivoluzioni, esilio, confische e nazionalizzazioni per continuare con passione nel progetto tracciato 152 anni e 7 generazioni fa da Facundo Bacardí Massó, inventore a Cuba di un processo di distillazione per  ottenere un rum più raffinato, morbido e ricercato (vedi news del 19 novembre). Come simbolo fu scelto il pipistrello che a Cuba simboleggiava il sapere e in Spagna, Paese di origine della famiglia, salute e fortuna, pipistrello che ora sovrasta il nuovo logo
testuale che si rifà allo stile Art Déco cubano dei primi uffici.
 
Ideata da Betc Londra (gruppo Havas), la campagna arriva in Italia in tv con lo spot 'Processione' diretto da Dante Ariola e prodotto da Mjz, che in versioni da 60” e 30” mostra l'attore Jordi Mollà attraversare ostacoli e folle che simboleggiano il susseguirsi degli eventi storici. La campagna, fortemente improntata al format dello storytelling, vive anche sul web con attività digital e social, in esterna e con annunci stampa che raccontano i singoli episodi con headline tipo “Nato a Cuba, gustato in esilio”, “Ci dispiace destino, questa volta hai sbagliato famiglia” o “Alcuni uomini sono cacciati dai bar, altri sono cacciati dai Paesi”. Ma verranno raccontate sul web anche storie attuali, testimonianze di caratteri indomabili nel seguire le passioni. Il media è a cura di ZenithOptimedia a livello globale. Il sito è 'localizzato' in Italia da E3.
 
Tutto italiano è poi l'evento, ideato da Frukt Milan (gruppo Fcb) e rivolto in particolare al core target 18-29, che ricostruirà in due isole delle Tremiti il mood cubano. Allo studio ci sono perfino partnership per la messa a punto di pacchetti vacanze per portare i giovani sulle due isole. Per loro a San Domino di giorno e a San Nicola di notte, dal 26 luglio al 15 agosto, ci sarà un ricco calendario di musica, dj set, divertimento, sport, ma anche eventi culturali legati alla letteratura, e una full immersion con sessioni di 'Mixology' per imparare l’arte del cocktail perfetto. 
 
Hero cocktai
l estivo sarà il Cuba Libre che chiede l'impiego di Bacardi Gold (scuro). Non mancheranno i Mojito, i Daiquirí, le Piña Colada e i Presidente, che richiedono Bacardi Superior bianco, ma l'obiettivo, come ha spiegato Giorgio Molinari, country manager di Martini & Rossi, è crescere nel rum scuro, un segmento molto frazionato, oltre a mantenere la quota di leadership nei bianchi. Il brand Bacardi infatti è leader assoluto nei bianchi col 45%, mentre ha il 20% nel complesso. In Italia Martini&Rossi ha fatturato nell'ultimo esercizio 300 milioni di euro, di cui 100 col brand Bacardi, che, come tutti gli spirits, in virtù della nuova tendenza a bere in modo responsabile e meglio, è in calo in volume (-5%) ma in crescita a valore (+2%). 
 
 




Kellogg amplia l'offerta da prima colazione
coi biscotti salutistici Nutri-Grain

Contro lo 'stress da prima mattina', la nuova linea in tre referenze è proposta come soluzione pratica e sana a un core target dai 25 ai 44 anni. Il lancio ha il supporto di una campagna in due flight in tv, digital e radio, con un budget lordo di 7-8 milioni di euro

14 maggio 2014 - Completata la distribuzione nei punti vendita iniziata la scorsa estate, Kellogg presenta ufficialmente Nutri-Grain, nuova linea di biscotti a base di cereali integrali, ricchi di vitamine e minerali, con cui amplia la gamma di offerta di prodotti per la colazione. Il debutto nel mondo dei biscotti, partito in Uk e in un secondo tempo in Italia, Spagna e Francia, avviene con tre referenze salutistiche: BiscoCereali croccanti, Biscotti e BiscoCereali da tostare.
 
I Nutri-Grain vengono presentati come la risposta positiva ai piccoli imprevisti che spesso fanno del mattino una corsa a ostacoli, col supporto dei risultati di un’indagine  internazionale in cui gli italiani ammettono di considerare la mattina la parte più stressante della giornata. Peraltro due intervistati italiani su tre si dichiarano mattinieri e uno su quattro pensa che se le cose iniziano storte al mattino allora la giornata andrà male. I Kellogg’s Nutri-Grain vengono allora proposti al core target, giovani adulti dai 25 ai 44 anni (i “realisti del mattino”), come una soluzione pratica oltre che salutistica: “Tutto il buono dei cereali Kellogg a portata di mano”. 
 
Per il lancio il gruppo ha stanziato un budget di 7-8 milioni di euro sui 40 (valori al lordo) che vengono investiti nel complesso nel 2014 in Italia: un budget in linea con quello dell'anno scorso, visto che, come sottolinea la marketing manager di Nutri-Grain Stefania Fantauzzo, “storicamente Kellogg ha sempre mantenuto i livelli di investimento anche nei momenti di economia recessiva, per mantenere viva nel consumatore l'affezione alla marca”. 
 
Il primo flight è partito a metà marzo in tv, sull'online (al digitale il gruppo riserva il 15% del budget) con display, mobile e video preroll e con un'iniziativa speciale in radio su Rete 105. La creatività dello spot è internazionale, di Leo Burnett che cura a livello globale tutti i prodotti da breakfast della multinazionale, mentre Grey è incaricata sugli snack. Il media è a cura di Carat e il digital di Isobar. Un secondo flight è previsto a settembre. >






‘Piacere Lay's’, le patatine di Pepsico si presentano in Italia

Le più vendute al mondo, distribuite nel nostro Paese da febbraio in cinque referenze, debuttano ora in comunicazione con un piano che coinvolge digital, pv, pr e la tv con lo spot internazionale con testimonial Lionel Messi che viene affiancato nell'adattamento italiano di Dlv Bbdo da Fabio Cannavaro 

8 maggio 2014 - Le patatine “più vendute al mondo”, come asseriscono in Pepsico Food che le produce e commercializza in sessanta Paesi in molteplici referenze, sono arrivate anche in Italia, distribuite da febbraio da Ferrero nella Gd e nella Gdo (vedi news del 19 febbraio). Un ingresso finora un po' in sordina, ma con la copertura distributiva ampliata è arrivato il momento del lancio in grande stile, con una campagna pubblicitaria in tv, sul digital e sul punto vendita con un claim semplice e immediato: “Piacere, Lay's”. Piacere perché così si dice quando ci si presenta e piacere perché è quello che prova chi le gusta. 
 
Del brand storico, nato a Nashville nel 1932, sul mercato italiano per ora sono arrivate solo cinque varietà: le Lay's Classiche, quelle con Ricetta Campagno
la e tre della linea XTRA (forma extra ondulata ed extra croccantezza) al gusto Classico, al gusto Barbecue,  al gusto Sour Cream&Onion, tutte in confezioni dai colori decisi e luminosi e in vari formati, tra cui la monoporzione da 27 gr. per le XTRA gusto Classico.
 
L'80% del budget per il lancio in comunicazione è destinato alla tv, dove va in onda dal 18 maggio a tutto luglio lo spot con creatività internazionale di Bbdo con protagonista Lionel Messi nelle strade di Rio, a cui tutti chiedono di fare una foto insieme e intanto gli sfilano le patatine dal sacchetto. Nella versione italiana, adattata da Dlv Bbdo, Messi tenta di rifarsi con Cannavaro, che si rivela un cultore delle Lay's e si felicita di poterle trovare ora in Italia: “Finalmente non dovrò più viaggiare per averle”. Il format prevede che ogni Paese abbia un suo secondo testimonial locale, in Spagna ad esempio è il portiere del Real Madrid e della Nazionale Iker Casillas a fare la parte di Cannavaro. E' la prima campagna di comunicazione globale della storia del brand, attiva già da marzo i
n altri Paesi, e calciatori e ambientazione brasiliana strizzano un occhio al mood del momento.
 
Il  piano di comunicazione prevede anche presenza sul web e sui social network, curata da Tribe Communication, sempre con le due star del calcio coprotagoniste, poi attività di sampling in luoghi di aggregazione e durante eventi, oltre a una grande visibilità, anzi una “teatralizzazione”, in 6.500 supermercati e ipermercati. Il media è gestito da Omd, le rp sono a cura di Connexia. Il sito dedicato è www.lays.it e la pagina Facebook ufficiale https://www.facebook.com/LaysItalia


Pirlo con Kellogg a sostegno della mission del dottor Sorriso

Il campione è testimonial della campagna 2014 con cui Kellogg si propone di offrire, come già nel 2013, 1.000 giornate di clownterapia ai piccoli pazienti dei reparti di pediatria degli ospedali italiani

6 maggio 2014 - Kellogg continua anche nel 2014 a sostenere Dottor Sorriso, la Onlus che con la clownterapia porta il sorriso a migliaia di piccoli pazienti nei reparti di pediatria degli ospedali italiani. Testimonial  della campagna 2014 è il calciatore Andrea Pirlo che, indossando il famoso naso rosso,  mette nome e volto a disposizione della mission del dottor Sorriso e dei suoi clowndottori. 
 
Pirlo contribuisce attivamente alla campagna e compare sulle confezioni di numerosi prodotti Kellogg, il cui acquisto permette di contribuire a donare un sorriso. 
 
Le 1.000 giornate di clownterapia donate nel 2013 da Kellogg’s, sotto l'insegna “C’è più gioia a donare un sorriso”, hanno permesso alle squadre di clowndottori di poter operare in 4 nuove strutture ospedaliere: l’Ospedale Nuovo di Vimercate, l’Ospedale Buzzi di Milano, il Policlinico di Modena e l’Ospedale Federico II di Napoli. L'obiettivo di Kellogg per il 2014 è di donare ulteriori 1.000 giornate di clownterapia.
 


Milan-Inter, Coca Cola traduce la rivalità in fairplay

Alla vigilia del derby Milan-Inter, Coca Cola Italia ha mostrato sul suo canale YouTube il video-resoconto dell’esperimento per unire le due tifoserie in occasione del derby di andata del 22 dicembre

5 maggio 2014 - In vista del derby di ieri sera tra Milan-Inter, vinto dal Milan di misura (1-0), Coca Cola Italia ha messo sul suo canale YouTube (http://youtu.be/bj4V4DcXnOU) un video-resoconto dell’esperimento per unire le due tifoserie lo scorso 22 dicembre, in occasione del primo dei due derby della stagione. Il tema era dimostrare come la passione per il calcio possa avvicinare due universi a prima vista inconciliabili.

Due distributori di Coca Cola erano posizionati uno all’ingresso della curva sud e uno a quello della curva nord, entrambi con un grande bottone 'Share' che una volta premuto regalava una Coca-Cola alla curva opposta. In meno di un’ora entrambi i distributori sono stati completamente vuotati. Anche se il derby è il momento di massima rivalità tra milanisti e interisti, c'è una grande passione condivisa che unisce le due tifoserie, una passione che va oltre la rivalità calcistica e ha decretato come vincitore il fair play. 

L'iniziativa si inserisce nella campagna Share the Good con cui Coca Cola dà spazio alle buone azioni che la gente compie ogni giorno, e si ispira a un video prodotto in passato per sottolineare la rivalità storica tra India e Pakistan (/www.coca-colacompany.com/stories/happiness-without-borders). Il progetto è di McCann Worldgroup, mentre il video è prodotto da Filmmaster Productions. Coca Cola invita  a condividere il video sui social con un amico milanista o interista usando l’hashtag #sharethederby. 





Codacons e Ter.Mil.Cons. varano l'Osservatorio
su diete, prodotti dimagranti e relativa pubblicità

Opererà per 12 mesi e renderà pubblici i risultati a fine marzo 2015, con l'obiettivo di tutelare i consumatori dalla bufale e dalle proposte dannose per la salute maggiormente pubblicizzate. Tra gli impegni, quello di identificare e analizzare l'ingannevolezza e l'aggressività dei messaggi pubblicitari

30 aprile 2014 - Arriva l'Osservatorio del Codacons per tutelare i consumatori da diete  miracolose e prodotti dimagranti fantasiosi e relative pubblicità esagerate e ingannevoli, che si moltiplicano con l’avvicinarsi della bella stagione. "Spesso si tratta di vere e proprie 'bufale' – motiva l'organismo – ma vi sono casi in cui diete e abusi di prodotti per il dimagrimento possono produrre danni anche gravi alla salute". 
 
Il Codacons, in collaborazione con Ter.Mil.Cons. (Consumatori del Terzo Millennio), ha quindi istituito un Osservatorio sulle diete alimentari che dovrà individuare le diete e i prodotti dietetici maggiormente pubblicizzati; analizzare le tecniche di comunicazione utilizzate per la promozione delle diete e dei prodotti; identificare e analizzare l'ingannevolezza e l'aggressività dei messaggi pubbl
icitari; analizzare la compliance delle tecniche di comunicazione impiegate con il Codice del Consumo, le delibere Agcom e la legislazione europea, ed in particolare con le direttive del Ministero della Salute in materia di etichettatura dei prodotti alimentari e del Regolamento claim; realizzare un documento che possa essere un vademecum della pubblicità sulle diete e/o prodotti dietetici.

L’ Osservatorio opererà per 12 mesi e renderà noti i risultati delle indagini a fine marzo 2015. Il Codacons invita ad aderire al progetto le aziende specializzate del settore. La prima a farlo è stata la Gianluca Mech spa, azienda erboristica e alimentare vicentina. 
 
 


Ceres provoca i fan con la falsa SoftAle

Un pesce d'aprile sulla fan page di Facebook, ideato dall'agenzia di riferimento Bcube, ha messo alla prova la community di appassionati, riproponendo in modo forte i valori del marchio e sottolineando l'unicità della birra super premium. E ha fatto grandi numeri

18 aprile 2014 - Un birra super premium, dal sapore deciso, di forte personalità e gradazione 7.5%, un prodotto di nicchia ma tra le prime quattro nel consumo fuori casa. È il posizionamento della danese Ceres in Italia, unico Paese non nordico in cui viene distribuita. Un birra per appassionati che il brand e l'agenzia Bcube hanno voluto mettere alla prova attraverso la fan page di Facebook dove la community conta 600.000 adepti.
 
Dal 19 marzo dei post rosa hanno annunciato l'imminente arrivo (per il 1° aprile!) di una variante modaiola al lampone e zenzero in bottiglia rosa, suffragato da un minisito e da uno spot con modelli e modelle che sorseggiavano un liquido rosa a bordo piscina. Ceres da sempre Strong Ale stava per diventare anche Soft Ale. Un provocazione a cui la community ha risposto con insulti e lamentele in una crisi pilotata che si
è estesa a tutta la rete, coinvolgendo anche giornalisti e blogger. Chi ha sospettato della bufala, chi ha ribadito “La Ceres non si tocca”. Marcia indietro 1° aprile, con Ceres Strong Ale che prende all'amo un pesce all'insegna di “Di Ceres ce n'è una sola”. Un campagna unconventional che in 10 giorni ha registrato 250.000 interazioni e 5.000 commenti su Facebook, 20.000 menzioni su Twitter, 40.000 utenti unici per il sito Soft Ale e 13.000.000 di utenti totali raggiunti.
 
“Abbiamo voluto riproporre in modo forte i valori del marchio Ceres e sottolinearne l'unicità – ha spiegato il general manager di Ceres Roberto Roccatti –. Il fatto che piaccia a pochi è un valore che va tutelato”. L'unconventional e l'engagemente del target di riferimento – il core è quello giovane – è lo stile di comunicazione adottato da Ceres e Bcube, agenzia incaricata dal 2011. Non a caso di 8 milioni di euro di budget annuale, solo 3 vanno ai mezzi classici e 5 vengono investiti in eventi, progetti unconventional e activation nei locali ad opera di 15 addetti nei bar di dieci città: Ceres è birra da fine giornata, il cui consumo avviene per il 70% fuori casa. 
 
Attualmente il brand è anche in tv con gli spot ‘Frigo’ e ‘Concerto’ che verranno riproposti con un secondo flight in ottobre, mentre altri due soggetti sono già stati realizzati per il prossimo anno. Bcube con la nuova unit dedicata segue anche le attività sul digital e la presenza sul mobile prima curate da Bright.ly. Il media è gestito dall'anno scorso da Media Club. (V.S.)


Stile, gusto e passione per il caffè all'Expo in Piazzetta Lavazza

Lo Spazio tematico nel Padiglione Italia inviterà i visitatori a scoprire l'autentico caffè italiano e a vivere il rito sociale della pausa caffè. E sarà anche ‘vivaio’ per giovani baristi. Il concept creativo è firmato dall'architetto Fabio Novembre

17 aprile 2014 - Lavazza sarà il ‘caffè ufficiale’ di Padiglione Italia all'Expo con un progetto che parlerà di stile, gusto e passione, che inviterà i visitatori a scoprire l'autentico caffè italiano e a vivere il rito sociale della pausa caffè. Il concept creativo della caffetteria, firmato dall'architetto Fabio Novembre, metterà al centro la tazzina Lavazza, cuore del progetto da cui tutto si dipana. Un bancone a forma di spirale avvolgerà i visitatori e coinvolgerò vista, olfatto e gusto. Sarà una vetrina importante per il brand, presente oggi in oltre 90 Paesi attraverso consociate e distributori: Lavazza esporta il 46% della sua produzione ma punta ad accrescere la quota.
 
Nello spazio Lavazza saranno anche trasmessi contenuti e valori educativi legati alla filiera, alla qualità e alla sostenibilità. Il protagonista, al centro dello spazio, sarà Lavazza ¡Tierra! Intenso, il prodotto 100% da coltivazione sostenibile nato nel 2002 dal primo progetto di responsabilità sociale di impresa interamente realizzato da Lavazza. Inoltre, in linea col concept del ‘vivaio’ di Padiglione Italia (vedi news del 9 aprile), ci sarà formazione per giovani baristi degli Istituti Alberghieri, che saranno coinvolti nel gestione operativa della Piazzetta Tematica Caffè e
nell'accoglienza dei visitatori.
 
Per la presentazione ufficiale alla stampa del progetto, Lavazza si è affidata a The Next Event, business unit dedicata alla comunicazione per gli eventi di Next spa.


Al via Radiobici 2014, viaggio a pedali
sui percorsi del cibo, in sintonia con l'Expo

Alla terza edizione, la bicinchiesta del giornalista Maurizio Guagnetti utilizza un tandem a pedalata assistita trasformato in cucina mobile. Reportage sul sito dedicato, su repubblica.it e su Radio 105. Sponsor Sorgenia, Coop, Alcedo Italia e Airbnb

15 aprile 2014 - Riparte da Milano per la terza edizione Radiobici, bicinchiesta guidata dal giornalista Maurizio Guagnetti che attraverserà l'Italia in circa cento tappe fino a tutto luglio, insieme a Gianluca Pellizzoni, a bordo del tandem multimediale che quest'anno si è trasformato in una cucina a pedali.
Il tema di quest'anno infatti è il cibo, ovvero “Un viaggio a tappe per ricostruire i percorsi del cibo: dalla produzione locale alla ristorazione”, scelto in sintonia con Expo 2015. 
 
Guagnetti realizzerà un video in cui racconterà il suo viaggio sostenibile alle ricerca di ricette sfiziose, in cui incontrerà chef e personaggi della politica, dello spettacolo, imprenditori, agricoltori e cittadini. Con la bici-cucina preparerà i piatti del made in Italy in luoghi suggestivi. Prima tappa, Aosta. Come nelle precedenti edizioni, al centro della performance ci saranno i temi della sostenibilità, del bio e del chilometro zero. Due gli appuntamenti fissi sul sito radiobici.it: il lunedì si parlerà degli ospiti incontrati lungo la strada e il giovedì ci sarà l'intervista sulle due ruote. Radiobici sarà anche su repubblica.it e in onda lunedì, mercoledì venerdì in diretta su Radio 105 all'interno del programma 105 Friends.
 
I pernottamenti saranno nelle case di Air B&B (Airbnb) mentre l'apparato tecnologico si deve ad Alcedo Italia, azienda di Cesena che si occupa di motori per bici a pedalata assistita, che ha costruito il sistema in grado di muovere i 280 chili del tandem e alimentarne gli impianti di trasmissione. Altri sponsor sono Sorgenia e Coop, mentre il supporto tecnico è fornito da Fiab. L'immagine coordinata è di Creative Room che ha creato un nuovo logo in cui una bicicletta stilizzata sostituisce parte del lettering. Il colore portante è un allegro giallo, mentre pallini bianchi e neri rappresentano le piazze e le storie incontrate man mano. (V.S.)


 
 


Pepsi a tutto rap con il contest Beat on Stage e il tour di concerti

Il vincitore tra aspiranti rapper canterà una sua canzone con J-Ax  all’Hip Hop TV B-Day party. Pepsi porta anche in tour per 5 concerti artisti della scena rap italiana e promuove un concorso per gli utenti col supporto di una comunicazione a firma di Dlv Bbdo

8 aprile 2014 - Pepsi offre ai giovani artisti emergenti del rap italiano l''occasione della vita' col contest Pepsi Beat on Stage. Selezionati da una giuria di esperti, aspiranti rapper porranno esibirsi nelle principali città italiane al fianco di star della scena hip hop. Il vincitore scriverà e canterà una canzone con J-Ax  sul palcoscenico a settembre dell’Hip Hop TV B-Day party, il più importante evento italiano di musica hip hop.
 
Si partecipa fino al 30 aprile caricando un video sulla piattaforma Pepsi Beat (www.pepsibeat.it). Gli artisti selezionati parteciperanno a un live tour in 5 città italiane, in ciascuna delle quali si esibirà un rapper famoso. Pepsi rende infatti omaggio ai fan del genere, portando in tour artisti della scena rap italiana per 5 concerti e dj set offerti gratuitamente: Guè Pequeno al Vox di Modena il 3 maggio,  Jake La Furia al Demodè di Bari il 10 maggio, Rocco Hunt il 21 maggio all’Arenile di Napoli,  Emis Killa il 29 maggio al Circolo degli artisti di Roma e infine i Two Fingerz il 6 giugno ai Magazzini Generali di Milano. Durante il tour una giuria decreterà il vincitore del Pepsi Beat on Stage. 
 
Parallelamente al contest, dal 5 al 21 maggio, sarà online un’iniziativa dedicata agli utenti che potranno votare il loro video preferito tra quelli caricati sulla piattaforma Pepsi Beat. Tra di loro verrà estratto un vincitore che potrà incontrare J-Ax.  A supporto dell’iniziativa, Pepsi lancerà una campagna online realizzata da Dlv Bbdo, un’attivazione social e uno spot trasmesso su Hip Hop Tv.  
 


Magnum sposa la moda per festeggiare
25 anni da ambasciatore del piacere

Il contest #unlockthelook porterà al party globale del 21 maggio a Cannes otto concorrenti italiani vestiti con la Capsule Collection 'Whispered Dreams' degli stilisti di Rossorame. In arrivo sei nuove referenze, da Silver a Mini Baileys. Ritorna a Milano ma sarà anche a Napoli e a Roma l'experience retail Magnum Pleasure Store, primi di una lunga serie e non più temporary

4
Valeria Solarino e Luca Argentero fra gli stilisti Daniel Del Genio e Bruno Simeone di Rossorame, a sinistra Ildo Damiano
aprile 2014
- Per le celebrazioni del 25° anniversario da ‘ambasciatore del piacere a base di gelato con cioccolato’, Magnum Algida (gruppo Unilever) sposa la moda in tutto il mondo con un progetto su scala globale di collaborazioni con stilisti e fashion designer, chiamati a realizzare esclusivi outfit. Le creazioni saranno esibite nel Birthday Party di Magnum che si terrà il 21 maggio al Palais des Festival di Cannes durante il Festival del Cinema.
 
In Italia, che sta diventando per meriti riconosciuti nel campo capoguida del progetto globale fashion, saranno gli stilisti emergenti di Rossorame a realizzare la Capsule Collection 'Whispered Dreams': 4 outfit da sera da uomo e 4 da donna che andranno in premio ai vincitori del contest #unlockthelook, lanciato sulla pagina ufficiale di Facebook. Fino al 30 aprile, attraverso un sito ad hoc, il concorso invita gli utenti a caricare una foto
Valeria Solarino e Luca Argentero
(max 3 per partecipante) con look in stile Magnum ovvero sexy, chic, smart casual e romantic elegance. Le 20 foto più votate verranno selezionate dai due stilisti di Rossorame che decreteranno i vincitori. Questi voleranno a Cannes e parteciperanno al party indossando gli abiti da sera della Capsule Collection fatti su misura per loro. Ci saranno a rappresentare l'Italia gli attori Valeria Solarino e Luca Argentero, vestiti Rossorame, ment
re ospite d'onore internazionale sarà Kylie Minogue.
 
Come già annunciato (vedi news del 27 marzo), Magnum ‘brinderà con gli italiani’ con la limited edition Silver con crema marc de Champagne e copertura di cioccolato argentata. Non sarà l'unica novità della serie Magnum quest'anno. Oltre a Magnum Frac già in distribuzione, verrà lanciato nel canale ho.re.ca. il Magnum Pot Vanilla Choc e nella Gdo il Double Caramel, il Double Chocolate, il Sandwich e il Mini Baileys. Dopo l'esperienza del temporary store dedicato a Milano la scorsa estate (vedi news del 19 aprile 2013), saranno allestiti dei nuovi Magnum Pleasure Store, a Napoli in aprile poi a Roma e a Milano a maggio, primi di una serie dove si potrà gustare il Magnum personalizzato e acquistare nell'angolo moda shopper, t-shirt, braccialetto firmati Rossorame.  
 
A ma
ggio partirà la campagna pubblicitaria dell'anniversario in tv e affissioni, altri spot riguarderanno poi i lanci delle nuove referenze, in particolare ci sarà uno spot dedicato per Mini Baileys. La creatività sarà di Lola Madrid, adattata per l'Italia, e il media a cura di Mindshare. Le attività sul digital sono invece a cura di xister con media di Havas Media.  (V.S.)


Conapi invita a essere Bee Active! perché perdere le api sarebbe una calamità

Il Consorzio Nazionale Apicoltori lancia una campagna di sensibilizzazione sul ruolo delle api  per l'alimentazione e la salute, la tutela della bio-diversità, l'economia in generale invitando a piccoli comportamenti virtuosi. Previsti anche eventi alla Milano City Marathon e al Fuorisalone

31 marzo 2014 - Un mondo senza api significherebbe un mondo senza impollinazione: scarseggerebbero la frutta, la verdura, le piante officinali, il foraggio e moltissime colture non esisterebbero. Verrebbe minata la biodiversità ambientale. Uno scenario da prendere in considerazione visto che dai primi anni 2000 si sono verificati improvvisi spostamenti di intere colonie di api, prima negli Usa e poi in Europa dove, in alcune aree, se ne registra anche il 50% in meno. Motivo? Principalmente l'avvelenamento da utilizzo intensivo di sostanze chimiche in agricoltura. 

Per sensibilizzare al problema, Conapi, il Consorzio Nazionale Apicoltori, lancia la campagna 'BEE ACTIVE! Attivi per le api' con cui riafferma il ruolo centrale delle api per l'alimentazione e la salute, la tutela della bio-diversità, ma anche per l’economia in generale e invita i consumatori ad adottare piccoli comportamenti virtuosi per tutelare l’habitat delle api: scegliere alimenti biologici e biodinamici, coltivare fiori per accrescere le fonti di nettare, non usare pesticidi o insetticidi, acquistare prodotti a base di miele. 

Sono previsti anche dei BEE ACTIVE Days, di cui il primo il 6 aprile alla Milano City Marathon, con distribuzione di bustine di miele e informazioni sulla campagna. Il 9 poi Conapi parteciperà al Fuorisalone del Mobile di Milano, con un percorso didattico presso il Giardino del Terraggio, in via del Terraggio. Infine, da autunno nei punti vendita biologici ad insegna NaturaSì e Cuore Bio ci saranno  iniziative promozionali. 


Algida presenta Coppa Kimbo per i grandi e Big Milk per i kids

Kimbo entra nei gelati in partnership con Unilever con la nuova coppa al caffè di gusto italiano, anzi napoletano. Tra le novità di Algida, una referenza tutto latte per i piccoli che piacerà alle mamme per le poche calorie. Intanto Magnum compie 25 anni e li festeggia il 21 maggio al Festival del Cinema di Cannes e con una limited edition al gusto marc di champagne e cioccolato argentato. E annuncia Frac

27 marzo 2014 - Partnership tra Algida e Kimbo per il lancio di Coppa Kimbo, 70 gr. di gelato al caffè di gusto italiano: quasi un doppio espresso (una coppa ne contiene circa 22 gr.) al 100% di qualità arabica, secondo una miscela che Kimbo ha ideato appositamente. Un prodotto a target adulto in un package che riprende i colori di caffè Kimbo con la linea di un vulcano sul coperchio a ricordare Napoli, ovvero caffè, ovvero Kimbo. Del resto anche Algida ha un grande stabilimento a Napoli e il caffè da Kimbo arriva in poco tempo senza perdere fragranza. Coppa Kimbo arriverà nei bar serviti da Algida da aprile e sarà comunicata ai consumatori con uno spazio 'importante' sui classici cartelloni dell'offerta gelati, che sono oltre centomila nei punti vendita in Italia. 
 
La novità rientra in una serie di attività di co-branding e partnership avviate da tempo da Kimbo, come con Illy in UNO Capsule System, sistema a capsule per espresso a casa che permette l'uso dei due brand (vedi news del 21 novembre 2013) o come I Coffe Day in Autogrill (vedi news del 12 marzo 2013) o ancora come il sostegno al Teatro alla Scala di cui Kimbo è fornitore ufficiale e la sponsorizzazione della Coppa Davis. Ora l'ingresso con Algida nel mondo del gelato.
 
Quanto al marchio di Unilever, la partnership che amplia l'offerta si innesta in una serie di novità di prodotto che stanno apparendo in distribuzione man mano al migliorare la stagione. Dal ritorno di Win
ner Taco a furor di web (vedi news del 20 gennaio), che sul web continuerà a essere comunicato con activation di taglio divertente col supporto di Havas e xister (ma poi sarà anche in affissioni), al lancio di Big Milk, referenza su stecco, in coppetta e sandwich (dopo Pasqua anche in vaschette di tre tipi) ad alto contenuto di latte (65%), rivolta quindi ai piccoli ma strizzando l'occhio alle mamme per le poche calorie. Per Big Milk tra giugno e luglio ci sarà il supporto di una comunicazione più classica, su stampa e su affissioni in zona iper e super dove viene distribuito, con una creatività che sarà il riaggiustamento di materiale pubblicitario internazionale.
 
Il grosso del budget di comunicazione (il 20% in più dello scorso anno), come ha spiegato il direttore marketing di Algida Giorgio Nicolai, sarà tuttavia speso per Cornetto, Magnum e Carte d'Or. Per Cornetto partirà il 30 marzo uno spot a base dei classici temi 'sole, mare, amicizia, amori estivi' ideato da Lola Madrid, che avrà come colonna sonora un nuovo singolo di Cesare Cremonini. Sarà in comunicazione a maggio Magnum che compirà il 21 i 25 anni da "ambasciatore del piacere del gelato con cioccolato” e li festeggerà con un evento a Cannes durante il Festival del Cinema e con il lancio una referenza in limited edition al gusto marc di champagne in cioccolato argentato per un ideale brindisi con gli italiani. Ritornerà in comunicazione anche Carte d'Or, linea venduta nella Gdo, con il precedente spot di Ddb Amsterdam e con eventi nei punti vendita. Una chicca 2014 sarà infine l'arrivo in Italia di Magnum Frac, gelato alla vaniglia bianca in cioccolato fondente ovviamente scurissimo.  (V.S.)
 


Oleificio Zucchi lancia il nuovo marchio Zucchi e guarda all'estero

Con nuovo logo e nuove etichette, il marchio caratterizzerà referenze frutto della revisione degli assortimenti delle gamme di olii, in un progetto di espansione in Italia e all'estero

27 marzo 2014 - Arriva un nuovo marchio d'olio nella Gdo e nel canale Ho.re.ca. Lo lancia la storica azienda cremonese Oleificio Zucchi, che produce e fornisce oli di oliva e di semi a marchio proprio e per le private label. Ora col marchio Zucchi l'azienda intende espandersi ulteriormente nella distribuzione e non solo in Italia, ma anche all'estero.
 
Con nuovo logo e nuove etichette, il brand Zucchi caratterizzerà referenze frutto della revisione degli assortimenti delle gamme negli oli di oliva e negli oli di semi. Nel logo appare un albero stilizzato che ha al
la base la data di fondazione dell'azienda (1810) a riecheggiare anche  le 'radici del saper fare', mentre al centro campeggia con le c intrecciate il nome di famiglia, oggi guidata dalla settima generazione. Il lettering semplice è impreziosito da una battitura oro. Il packaging si lega al nuovo posizionamento del brand: “i profumi dell’ulivo”. Logo e brand design si devono a Break Adv mentre immagine coordinata e packaging sono a cura di Sv Adv di Cremona.
 
Sarà invece Now Available a curare sito dedicato, web marketing, presenza sui social, seo e la comunicazione, essenzialmente rivolta al trade, su stampa di settore. Il media è
seguito internamente. Il marchio Zucchi con le sue nuove gamme sarà presente nelle principali fiere nazionali e internazionali a partire dal Cibus di Parma dove verrà presentato ufficialmente il nuovo progetto, per poi essere al Summer Fancy Food Show di New York, al SIAL in Brasile e al SIAL di Parigi.
Oleificio Zucchi ha conseguito nel 2013 un fatturato consolidato di 168 milioni di euro di cui il 12% sviluppato all'estero, con una crescita del 12.5% dei volumi e del 3.5% a fatturato. (V.S.)


Birrificio Poretti amplia le stagionali con la 7 Luppoli La Fiorita

La nuova referenza primaverile in limited edition, aromatizzata ai fiori di sambuco, ideale per aperitivo e con dessert, rinnova la tradizione aziendale della 'birra di marzo'. Sarà lanciata con degustazioni e attività su web e social, mentre ci sarà un contest sul digital in estate per la 7 Luppoli Invernale. Intanto, Gruppo Carlsberg prepara una piattaforma articolata con tv, web ed eventi per il ritorno a breve in comunicazione di Tuborg

25 marzo 2014 - Dopo la versione invernale e quella estiva, Birrificio Angelo Poretti (gruppo Carlsberg) mette in commercio la birra 7 Luppoli Non Filtrata La Fiorita, specialità primaverile in edizione limitata. Una versione fresca, fruttata, aromatizzata ai fiori di sambuco,  con gradazione 5.3%, con cui si rinnova la tradizione aziendale della 'birra di marzo'  voluta a fine ottocento dal fondatore Angelo Poretti per festeggiare il ritorno della primavera in Valganna. Destinata soprattutto al canale Ho.re.ca, La Fiorita è ideale come aperitivo e come accompagnamento di dessert, ed è disponibile in bottiglia da 33 cl. (prezzo consigliato 1.89 euro) e in versione eco-friendly in fusti da 20 e 10 litri in pet riciclabile DraughtMaster. 
 
La presentazione alla stampa è avvenuta con un evento presso il Vivaio Riva di Milano, con un percorso di note, profumi e sapori di primavera in collaborazione con Alma, la Scuola Intern
azionale di Cucina Italiana. Seguiranno per il pubblico attività di degustazione, oltre alla presenza sul web e sui social, ma non ci sarà, come per le altre stagionali, una campagna vera e propria. Questa è riservata alla referenza 4 Luppoli il cui spot dello scorso anno, ideato da Marco Calaprice e Antonio Cirenza e prodotto da Cinestudio, con l'inventore Angelo Poretti in vesti ottocentesche nella Sala Cottura dello stabilimento di Induno Olona, è ritornato on air su Mediaset tra febbraio e marzo e godrà di un altro flight più avanti tra aprile e maggio. Per la 7 Luppoli Invernale è allo studio, invece, un contest sul digitale che si svolgerà in estate con un invito a partecipare alla 'revisione'  della ricetta.
 
Oltre che per Birrificio Poretti, il budget in comunicazione di Calsberg Italia di 5/6 milioni per il 2014 sarà utilizzato per il ritorno in comunicazione di Tuborg, assente dal 2011. Tuborg avrà una piattaforma di comunicazione articolata che prevede tv, web ed eventi, con una parte di creatività in arrivo dall'internazionale e una parte in esclusiva per il mercato italiano. Per l'occasione si passerà dalla creatività interna a quella di un'agenzia che sarà annunciata a breve (Tuborg non ha in Italia un'agenzia dai tempi di Publicis, anni 2008-2009).  Per il brand Carlsberg, infine, sono previste solo attività sul digitale ed eventi. Il media è stato confermato a livello internazionale a Omd lo scorso autunno. (V.S.)
 
 
Per saperne di più..>>



Barilla rilancia Voiello col grano aureo italiano
e i formati innovativi per legarsi meglio al sugo

Il piano di marketing per la nuova linea di alta qualità prevede un packaging raffinato, un co-branding per la presentazione con E. Marinella, rp, eventi in giro per l'Italia, affissioni, attività sul digital e sui social. I partner sono FutureBrand, Adverteam, D'Angiò Comunicazione, NL&M e Omd

12 marzo 2014 - Partnership tra due eccellenze partenopee quali E. Marinella con le sue iconiche cravatte e pasta Voiello per il rilancio del brand del gruppo Barilla in nuova formulazione. E. Marinella ha ospitato nello show room di Milano la presentazione alla stampa della nuova linea Voiello alto di gamma, a base di 'grano aureo', una varietà di grano duro ad alto valore proteico e di glutine, selezionato e coltivato in Italia solo per il brand, che ha richiesto 13-14 anni per essere sviluppato ed entrare nella filiera. Ora va in commercio con nuovi formati studiati per legarsi meglio al sugo, come la penna rigata dentro e fuori, lo spaghetto scanalato, le mafalde corte coi
bordi arricciati e gli ziti arrotolati di tradizione napoletana. Il packaging è raffinato: scatole di latta e di cartoncino in azzurro Savoia (o Borbone?). La brand identity e il packaging sono stati realizzati da FutureBrand. Costo consigliato al pubblico per un pacco: 1.30 euro. 
 
A Adverteam, invece, dopo una gara Barilla ha affidato le attività di rp, la creatività dei materiali di comunicazione e un piano di proximity marketing con eventi che da maggio accompagneranno il marchio in giro per la penisola, come la presenza al Salone del Libro di Tori
no in Casa CookBook, al Taste of Roma e al Taste of Milano in maggio e al Taste of Christmas Verona in novembre. La presentazione alla stampa sarà replicata il 25 marzo nel negozio storico E. Marinella di Napoli, di nuovo sotto l'evocativo titolo' Assaggi di stile: la nuova collezione Voiello'. Marinella ha anche disegnato per l'occasione un grembiule da cucina in edizione limitata. Le attività di rp e il co-branding sono stati realizzati in collaborazione con D’Angiò Comunicazione che cura ufficio stampa e rp  per E. Marinella. E' stato anche realizzato, in sintonia grafica,  il volume 'Voiello - la tradizione di ieri, l'eccellenza di sempre' che rievoca la storia del marchio fondato nel 1879.
 
A completamento del piano di marketing per il lancio è prevista una campagna su affissioni tra maggio e giugno con creatività di Nadler, Larimer & Martinelli e, in parallelo, attività sul digitale e sui social. Il media è a cura di Omd. 


Limited edition e promozione sul pv
per Heineken, sponsor della Champions

Uno spot dedicato in tv, parallelo a quello ufficiale sulla sponsorizzazione, pubblicizza la promozione 'Match your half ticket' che mette in palio premi instant win e la partecipazione alla finale di Lisbona. In vendita lattine e bottiglie con la sagoma del trofeo

11 marzo 2014 - Heineken, sponsor per la nona volta della Uefa Champions League, amplia la piattaforma integrata 'Road to the Final' con cui offrire a tifosi e appassionati di calcio esperienze esclusive ed originali.  Ed è presente nella grande distribuzione con una limited edition e con la promozione 'Match your half ticket' che fino al 4 maggio consente di vincere premi tra cui i biglietti per assistere, ospiti di Heineken, alla finalissima a Lisbona.
 
Acqui
stando bottiglie di Heineken o la Draught Keg da 5 litri e inserendo i codici sulle confezioni nella sezione dedicata sul sito, si concorre con meccanismi di instant win a premi giornalieri e settimanali, come un kit Adidas, un viaggio a Ibiza in concomitanza con la finale e la 'machine' per la birra spillata The Sub (vedi news del 21 ottobre 2013), oltre al premio finale. 
 
La promozione è supportata da uno spot dedicato da 15”, on air in parallelo a quello istituzionale da 30” incentrato sulla sponsorizzazione della Uefa Champions League 'Road To the Final'. Gli spot sono ideati da W+K e adattati da Publicis, mentre la pianificazione è a cura di MCA MediaVest. La promozione è inoltre accompagnata dalla vendita di bottiglie e lattine in limited edition in cui il design propone la sagoma del trofeo Uefa. 
 


Algida sponsorizza la mostra 'Roma ti Amo'
dedicata alla passione per la squadra

Il brand di Unilever, nato a Roma nel 1945, è presente all'esposizione romana con installazioni e con i suoi prodotti, tra cui il nuovo Winner Taco ritornato in produzione

25 febbraio 2014 - Resta aperta fino al 20 luglio nelle sale del Factory Pelanda a Roma (Ex Mattatoio di Testaccio) la mostra  'Roma Ti Amo' dedicata ai successi della squadra calcistica e a chi la sostiene con passione. Algida, che proprio a Roma è nata nel 1945 e oggi fa capo a Unilever, sponsorizza l'esposizione, in nome del fatto che “dove c'è una passione, lì batte il cuore di Algida”. 

All'inaugurazione del 18 febbraio sono stati distribuiti grauitamente i nuovi Winner Taco, tipologi di gelato che ritorna a richiesta quest'anno in produzione (vedi news del 20 gennaio) e che alla mostra è ospite d'onore.  Inoltre, tutti i prodotti Algida sono acquistabi
li all’ingresso della mostra, nello stand a forma di carretto dei gelati e con le hostess Algida all’interno delle sale. 
 
'Roma Ti Amo' non è una semplice mostra di cimeli sportivi ma un'esposizione con numerose installazioni, tra cui un enorme calcio balilla da 20 metri, con 'omini' alti 2 metri, interamente targato Algida. Il brand  torna così a supportare un grande team del pallone romano, dopo i successi degli anni ’70 ottenuti insieme ai campioni della palla ovale di Roma Rugby Olimpics 1930. 


Nespresso lancia in Usa VertuoLine per un caffè all'americana premium

Con la nuova macchina per cialde che fa sia l'espresso sia il caffè lungo in tazza grande,  il brand mira a diventare un player importante del mercato del caffè porzionato anche oltreoceano

24 febbraio 2014 - Forte di 25 anni di presenza in Europa col caffè premium porzionato in cialde, Nespresso (gruppo Nestlé) punta a crescere rapidamente nel Nord America con un nuovo sistema macchina-cialda che viene incontro ai gusti d'oltreoceano, quello per il caffè cosiddetto all'americana. 
 
VertuoLine è  la prima macchina Nespresso in grado erogare sia caffè espresso (1,35 once) sia caffè allungato in tazza grande (
8 once). Con VertuoLine il brand mira a diventare un player importante, raddoppiando le vendite a 600 milioni di dollari nel giro di un paio d'anni, nel mercato del caffè porzionato che vale 4,9 miliardi dollari in Usa e dove il leader di mercato è Green Mountain. 
 
La tecnologia innovativa  di VertuoLine si basa su un laser che legge il codice a barre delle capsule, regolando i parametri di estrazione per preparare ogni miscela nel modo ottimale. Ci saranno gusti aromatizzati, a ridotto contenuto di caffeina e possibilità di avere il caffè in tazza grande con crema. Anche VertuoLine, come tutte le linee a brand Nespresso, sarà venduta online e in un numero selezionato di punti vendita. 


Tigre, “quel buon sapore da 90 anni” sulle tavole degli italiani

La linea di formaggini e fettine a base di emmental fuso, oggi di proprietà di Emmi Italia, celebra i 90 anni sul nostro mercato con un progetto di comunicazione integrata. Prevede il packaging dell'anniversario nella versione del 1924, attività sul web e sui social, una collection di gadget vintage, attività sul pv, advertising, eventi

10 febbraio 2014 - L'avevano chiamato Löwe (Leone) ma era un marchio già utilizzato e così nel 1924 cambiarono felino e divenne Tigre.  Nome fortunatissimo. Quest'anno il formaggio fuso Tigre compie 90 anni di presenza sulle tavole degli italiani anche se la sua storia comincia molto prima. E' la storia con radici nell'800 della famiglia di produttori di formaggio Roethlisberger che, dopo la prima guerra mondiale, vennero a conoscenza di nuovi metodi di lavorazione e cominciarono a produrre formaggio fuso a base di emmental, puntando a venderlo anche in Italia, il che avvenne appunto dal 1924. Dal 2006 il brand è di proprietà di Emmi Italia, parte attraverso Emmi Holding Italia del gruppo Emmi Schweiz AG, quotato alla Borsa di Zurigo, con 3.000 dipendenti e presente in 46 Paesi. In Italia sono in vendita oggi, oltre ai classici formaggini Tigre, le fettine arrivate nel 1976 con i brand Tigre e Tigrette, la Fonduta e i formaggini Creamy per i più piccoli.
 
La storia di Tigre in Italia è anche una storia di comunicazione, con campagne che hanno fatto epoca,  come quella del 1986 col jingle 'Quel buon sapore di Emmental svizzero' poi rieditato nel 2002. Negli anni 90 i testimonial erano i personaggi animati dei Tigrallegri, nel 2013 sono andati online Diego e la Pina  interpreti delle serate Tigre. Per i 90 anni parte una nuova strategia di comunicazione integrata all'insegna della tagline “Quel buon sapore da 90 anni” con la continuità della promessa: sulla tavola di 4 generazioni di Italiani.  
 
Il progetto, come ha spiegato Enrico Baldazzi, marketin
g manager di Emmi Italia, comprende il packaging dell'anniversario che da marzo per un anno riprende l'antica versione del 1924, una short collection con comunicazione on pack che prevede in regalo calamite da frigo, tostapane rétro, le medaglie del 1930, attività digital e advertising classico che partirà in primavera su stampa, affissioni e in tv. Previsti anche eventi e guerrilla marketing, oltre ad attività sul punto vendita.
 
Partner di comunicazione sono Bcube per la creatività, Mec per il media, Creatività & Co. di Parma per il packaging, The Brand per gli eventi, le digital pr e le attività sui social. Il budget per il 2014 è di due milioni di euro. Il fatturato di Emmi Italia nel 2013 è stato di 120 milioni di euro.  (V.S.)


Ricola ha inventato la Chrüterchraft. Obiettivo, tormentone globale

Assodato dopo 15 anni che le caramelle Ricola le hanno inventate gli svizzeri, la nuova campagna globale di Jung von Matt/Alster Amburgo mette in gioco un termine che ne riassume le qualità, ma risulta uno scioglilingua per i non svizzeri

27 gennaio 2014 - Ricola lancia una campagna totalmente nuova, ideata da Jung von Matt/Alster di Amburgo come prosecuzione della celebre ‘Chi le ha inventate?’, lanciata nel 1998, dove si smentivano fandonie locali sulla paternità delle celebri caramelle svizzere. La nuova domanda è ‘Che cosa ha inventato Ricola?” Ha inventato la Chrüterchraft, termine svizzero che esprime i valori caratteristici del brand: miscela di erbe e origini svizzere, effetto balsamico e buon sapore. Ricola si dà per così dire la ‘mission’ di far prendere confidenza ai consumatori con la stramba parola e di farli divertire a pronunciarla, cosa non semplice visto che si tratta di un scioglilingua per chiunque non sia svizzero.

La campagna è partita da  tre mesi in Svizzera, Germania e Austria e negli Usa, poi è toccato all’Asia e ora ai Paesi europei. In Italia è in tv da ieri per essere on air fino al 23 febbraio con un soggetto da 30” su reti Rai, Mediaset, La7, sui principali canali del digitale terrestre e su Sky. Nello spot un coltivatore di erbe spiega il significato di Chrüterchraft, mentre si susseguono immagini evocative del magico effetto in varie situazioni, col tipico umorismo di Ricola. Claim: “Ricola, famosa per la sua Chrüterchraft”. 
 
Una comunicazione digitale aiuterà i consumatori a scoprire i dettagli di Chrüterchraft e anche il sito www.ricola.it dedica una sezione alla nuova parola.




Grande vino su misura con MyTailoredWine

La start up fondata da due sommelier permette a un target affluente di chiedere modifiche dell'esistente in termini di gusto, intensità, vigneto, affinamento, etichetta. La comunicazione è affidata a Lorenzo Marini Group

23 gennaio 2014 - La startup MyTailoredWine dai sommelier di Torino Paolo Torretta e Federico Genta Ternavasio, nata per creare grandi vini ‘su misura’, ha affidato la creatività a  Lorenzo Marini Group. MyTailoredWine ha selezionato cantine vitivinicole premium nelle aree del Barolo, del Chianti e della Maremma e coinvolto rinomati enologi italiani. Offre all'appassionato la possibilità di chiedere una modifica dell’esistente in termini di gusto, intensità e di scegliere il vigneto, l'uvaggio, l'affinamento, l'etichetta finale. Il target, va da sé, è alto spendente, dato che il minimo ordine per personalizzare un vino è una barrique, 300 bottiglie. 
 
La vendita inizierà quest'anno sul mercato italiano, nel 2015 saranno toccati quello inglese e quello tedesco. L'agenzia di comunicazione integrata Lorenzo Marini Group si occuperà sia del concept creativo che della piattaforma olistica. Le  due società del gruppo Harvest e Sottomarini Digital sono già al lavoro per le public relation online e offline e per le social activities. 


Algida riporta nei bar il Winner Taco, a furor di web

Una community da due anni e mezzo combatteva su Facebook la battaglia per riavere il gelato alla vaniglia dentro a un taco, fuori distribuzione da inizi anni 2000. Unilever Italia ha dato retta alla rete e lo riporterà nei bar italiani a fine marzo. L'annuncio dato sui social e con un mega impianto a Ponte Milvio a Roma 

20 gennaio 2014 - Sembra una favola bella dei tempi dei social. Nel maggio 2011 tali Alessandro e Daniele aprono una pagina-appello su Facebook dedicata a Winner Taco, mitico gelato Algida alla vaniglia con caramello, granella e cioccolato, racchiuso in un taco, arrivato in Italia nel ‘97 per poi sparire dalla distribuzione all'inizio del nuovo decennio. Unilever Italia aveva preferito spingere su novità e  gelati a stecco, in primis sulla nutrita e nutriente batteria dei Magnum.

Passano un po’ di anni e la pagina Facebook ‘Ridateci  il Winn
er Taco’ porta in luce schiere di appassionati nostalgici, una community che porta avanti una battaglia a colpi di messaggi, post, petizioni, sondaggi e lamentele. Anche con un po’ di aggressività, ne sanno qualcosa gli administrator della pagina di Algida su Facebook alle prese con le incursioni.

Ci vogliono due anni  perché il marketing di Unilever Italia - così almeno racconta la favola bella – ceda o meglio fiuti l’occasione:  Winner Taco tornerà da fine marzo nei bar, forte di tanta spontanea campagna di visibilità. "Noi di Algida - commenta Tommaso Vitali, group manager ice cream di Unilever Italia-  abbiamo imparato ad ascoltare e analizzare con attenzione i messaggi che le persone e in particolar modo i fan dei nostri prodotti trasmettono attraverso internet. Abbiamo compreso che si trattava di un reale movimento di fan che dimostravano un reale e concreto amore per Winner Taco. E questo ci ha fatto riflettere sulle strategie da adottare. Abbiamo deciso, dopo studi di fattibilità, di convertire in azione i segnali provenienti dalla rete, e rilanciare il prodotto sul mercato, per sodd
isfare le esigenze del pubblico”.

Il 16 gennaio la pagina Facebook Algida ha annunciato il ritorno con 2 post teaser. il primo ambiguo con un’impronta d’orso polare, il secondo che toglieva ogni dubbio.
 
Il 17 gennaio il grande annuncio: Winner Taco è tornato. Tra like, comment e shares il total reach è arrivato in 48 ore a quota 1.041.280 e l’hashtag #winnertaco è divenuto trend topic su Twitter. L'annuncio era già stato dato in outdoor. A Ponte Milvio a Roma è comparso un mega Winner Taco di 6 metri, totem messo a punto da Apload, con testimonial in posa Ariadna Romero, finalista di ‘Pechino Express’. Seguiranno più avanti la campagna su radio e affissioni e attività unconventional.


Red Bull mette le ali anche nelle discipline ‘urbane’ con Kastner&P. e Initiative

È on air la nuova campagna ‘Welcome to the World of Red Bull’ che si rivolge via web, tv e cinema ai giovani che conoscono l'energy drink ma ancora non lo consumano regolarmente, invitandoli a immedesimarsi nelle storie di atleti e artisti urbani

17 gennaio 2014 - È on air anche in Italia sul web, in tv e cinema la nuova campagna per Red Bull ‘Welcome to the World of Red Bull’, ideata da Kastner & Partners. La centrale Initiative (Ipg Mediabrands) l'ha pianificata rivolgendosi a giovani dai 18 ai 34 anni che conoscono l'energy drink ma ancora non lo consumano regolarmente, sfruttando formati ad alta visibilità che stimolino awareness, impatto e assicurino ampia reach.

Gli spot in tagli da 30” e 60” sono focalizzati sulle discipline urbane, in cui il consumatore può immedesimarsi. Presentano storie di atleti e artisti, coinvolti in basket, parkour, break dance, biketrial, che mostrano come Red Bull ‘metta le ali’, come recita il celebre claim, e permetta di realizzare i propri sogni. Lo spot si chiude con la citazione di Sebastian Vettel “se ami quello che fai niente ti potrà fermare”. Visitando la landing page della campagna (http://givesyouwings.redbull.com/it-it) è possibile leggere le storie dei protagonisti e conoscerne punto di vista, emozioni, obiettivi.

La strategia web prevede una fase iniziale (buzz) di tre settimane con contenuti teaser e una seconda fase incentrata su contenuti video in cui predominano formati pre-roll su siti come Youtube, Mtv, Yahoo, unitamente a Xbox e Spotify. E’ previsto anche un sostegno display, mentre per contribuire alla condivisione del video è previsto l'utilizzo di Facebook e Twitter (#TIMETTELEALI) e di app per Android e iOS. Red Bull sarà presente nel lancio del nuovo sito di Gazzetta.it e sponsorizzerà il nuovo singolo di Shakira su Vevo.




Guinness rende omaggio ai Sapeurs congolesi col culto dell’eleganza

Nell'ambito della campagna ‘Made of More’, lo spot di Abbott Mead Vickers Bbdo per birra Guinness mette in scena la trasformazione serale in dandy di braccianti e operai di Brazzaville

14 gennaio 2014 - Birra Guinness (Diageo) dedica il nuovo spot firmato dall'agenzia Abbott Mead Vickers Bbdo al fenomeno dei Sapeurs, i congolesi della capitale Brazzaville membri della Sape (Société des Ambianceurs et des Personnes Élégantes) che hanno verso la moda griffata un'attrazione quasi mistica. Tornano elegantissimi con abiti colorati e stravaganti dai Paesi dove sono andati a cercare fortuna, e poi magari vivono di lavoretti modesti, poveri in un paese povero, ma non rinunciano all’eleganza a costo di saltare i pasti, tra l’ammirazione della popolazione. 
 
Finita la giornata lavorativa i Sapeurs si trasformano. E lo spot, prodotto da Mjz e diretto da Nicholas Hulley, li onora mostrando questa trasformazione da b
raccianti e operai in very dandy, sottolineata dallo speaker che recita: "In life you cannot always choose what you do, but you can always choose who you are" (“Nella vita non sempre si può scegliere cosa fare, ma puoi sempre scegliere chi essere”). 
 
Lo spot fa parte della campagna di Guinness 'Made of More' che vuole celebrare le persone capaci di mantenere integrità e carattere anche alle prese con sfide difficili. Quello precedente, firmato da Bbdo New York, mostrava un gruppo di uomini giocare a basket in carrozzina alla pari con gli amici disabili. 
 
 




Heineken invita a ballare di più e bere di meno
nel film-reality col dj Armin van Buuren

Heineken rilancia il tema del bere responsabile nella nuova campagna globale di Publicis Worldwide che vuole rendere il bere senza eccessi un comportamento cool e aspirazionale. In stile reality, il film è girato in una discoteca di Miami e destinato a oltre venti mercati

8 gennaio 2014 - ‘Dance More, Drink Slow’ è il messaggio che Heineken trasmette al popolo della notte nella nuova campagna globale che invita al consumo responsabile e rende il bere senza eccessi un comportamento cool e aspirazionale. Testimonial dello spot è Armin van Buuren, famoso dj e protagonista della electronic dance music, e la colonna sonora è ‘Save my Night’, la sua ultima hit che invita a bere con moderazione nelle serate fuori casa con gli amici.
 
Heineken riprende il tema portato avanti dal 2004 ('Enjoy Heineken Responsibly') nelle sponsorizzazioni come la Uefa Champions League, la Rugby World Cup e in centinaia di eventi musicali e anche nello spot mondiale Sunrise del 2011 (la notte non ha limiti per chi conosce i propri limiti). L'obiettivo è ora di contribuire a fornire alla birra un ruolo positivo nella società, come ha sottolineato Alexis Nasard, global chief marketing officer e presidente Western Europe.
 
La campagna ‘Dance More, Drink Slow’, sviluppata da Publicis Worldwide, consiste nel film-reality ‘The Experiment’ girato a Miami nella stessa discoteca nel corso di due diverse serate. I ragazzi che vi compaiono non erano a conoscenza di essere filmati. Per calcolare e monitorare il consumo di alcol, il team di Heineken aveva collocato una telecamera all'interno dell'area bar. Il film mostra come Armin van Buuren, grazie alla sue scelte musicali, riesca a condizionare l'andamento delle serate: quando la musica crea la giusta atmosfera, il pubblico balla di più e beve di meno. La regia è Philip Andelman.
 
La campagna sarà implementata in più di 20 Paesi e sarà supportato da attività esperienziali rivolte ai giovani adulti durante le serate.
 



Ferrero Rocher offre ai milanesi suoni,
luci e videoproiezioni in 3D su Palazzo Reale

Fino al 6 gennaio un'installazione formata da 8 maxi sfere dorate si arricchisce dal tramonto di uno spettacolo in 3 atti, replicato durante la serata, a titolo ‘Assapora la bellezza’, fatto con opere dell'artista Marco Nereo Rotelli

23 dicembre 2013 - Fino al 6 gennaio Ferrero Rocher offre ai milanesi uno spettacolo di luci, suoni e videoproiezioni artistiche in 3D sulla facciata del Palazzo Reale in piazza Duomo, illuminata a festa con le opere di Marco Nereo Rotelli. Titolo dell'evento, patrocinato dal Comune di Milano, è ‘Assapora la bellezza’.

A iniziare dal tramonto l'installazione diurna, formata da 8 maxi sfere dorate, si arricchisce di uno spettacolo in 3 atti e della durata di 15 minuti replicati durante la serata. Il primo atto è una proiezione interattiva aperta ai contributi degli spettatori invitati a inviare auguri e un messaggio sulla bellezza delle feste tramite sms, QR code in loco accessibile da smartphone e piattaforma web anche da casa. Il secondo atto è la narrazione della Storia del Palazzo Reale, novecento anni raccontati attraverso immagini simboliche e realistiche, effetti sonori, introduzioni sintetiche e esplicative. Il terzo atto &egra
ve; un inno alla bellezza attraverso un'opera d’arte luminosa, in movimento e di grande impatto visivo, imperniata sulla poesia Bellezza che il poeta Mario Luzi donò a Marco Nereo Rotelli in occasione della Biennale d'Arte visiva di Venezia, per farne un'opera.

La manifestazione vuole essere un omaggio alla bellezza di Milano e di Palazzo Reale e alla magia del Natale. L'organizzazione è di Geometry Global. La musiche sono di Antonio D'Ambrosio Disk to Disk, la direzione creativa esecutiva è di Paolo Iabichino.





Per saperne di più..>>



BarCampari vende online

La piattaforma di e-commerce, nata in collaborazione con Campari Academy e Alkemy, propone 90 e più prodotti della casa, offre consigli per la preparazione e la degustazione di cocktail, indicazioni per l'organizzazione di party a casa, servizio barman virtuale e fisico, merchandising

5 dicembre 2013 - Gruppo Campari inaugura la piattaforma di e-commerce BarCampari (www.barcampari.it) dove per la prima volta propone un'offerta multibrand: oltre a vendere i prodotti della casa, il portale offre consigli per la preparazione e la degustazione di cocktail, indicazioni per l'organizzazione di party a casa, merchandising. I prodotti acquistabili sono oltre 90 con limited edition ed edizioni Magnum.

La piattaforma ha anche un risvolto ‘social’: si possono acquistare i prodotti e i materiali per preparare i cocktail e invitare gli amici tramite Facebook. Da inizio 2014 ci saranno servizi aggiuntivi come la consegna a domicilio di ghiaccio per i drink, la possibilità di scaricare playlist di musica, un personal shopper o un barman online per consigli ma anche barman professionisti disponibili a venire a casa. Si potrà anche acquistare l'oggettistica ispirata al brand Campari, dal mitico orologio Camparisoda alle magliette Campari, dai bicchieri brandizzati ai materiali per il bartendering, dalle borse ai complementi d'arredo.

Il progetto è varato insieme a Campari Academy, accademia del beverage. Per la realizzazione il Gruppo Campari ha collaborato con Alkemy che ha puntato sull'idea dei frigo bar più grande del mondo da riempire, che sostituisce il tradizionale carrello. Un progetto tutto italiano per cui c'è già l'ipotesi di un'estensione worldwide.


Galup va al rilancio con l'e-commerce e il panettone basso

Nuova produzione, nuova immagine di prodotto e nuovo sito per l'azienda dolciaria di Pinerolo. Noodle Comunicazione firma la campagna natalizia su ooh, stampa e web che si rifà all'atmosfera delle affiches

2 dicembre 2013 - Partito a febbraio, assume ora visibilità con la campagna natalizia il rilancio di Galup, l'azienda dolciaria di Pinerolo che ha dato il via a una nuova produzione e a una nuova immagine di prodotto. Celebra il ritorno del brand e del Panettone basso tradizionale con glassa di Nocciole Piemonte Igp.

Ideata e realizzata da Noodles Comunicazione, la campagna attinge allo spirito originale di Galup rifacendosi alla tradizione del manifesto illustrato ovvero delle affiches. Racconta il Natale come un momento di gioia, genuino e famigliare, e lo fa attraverso lo sguardo di un bambino. Headline: “Golosi di Natale”. Prevede una forte presenza in out of home in Piemonte e a Roma, su stampa quotidiana e periodica e sul web in portali dell&rsquo
;area lifestyle.

I prodotti Galup sono disponibili anche sulla nuova piattaforma di e-commerce presente sul sito www.galup.it che propone una nuova immagine coordinata e nuovi contenuti, tra cui una sezione news dedicata a eventi e fiere di settore con Galup tra i protagonisti.



Con tagline ‘ogni giorno dal buon latte’ Inalpi si ripresenta ai consumatori

L'azienda lattiero casearia piemontese che utilizza solo latte fresco di zona per burro, fettine e formaggini ha dato il via a un progetto di comunicazione, sotto la regia di Grey, che ha previsto cambio di logo e di packaging, rinnovo della strategia di marca, web, affissioni, in-store promotion

28 novembre 2013 - Cambio di immagine e rinnovo della strategia di marca per Inalpi, azienda lattiero casearia di Moretta in provincia di Cuneo, che a inizio anno ha affidato una revisione completa del posizionamento sul mercato e la comunicazione alla regia di Grey. Inalpi nasce nel 1966 da due famiglie attive nel settore caseario fin dall'800 e da allora ha perseguito rigorosamente la via della qualità e della materia prima d'eccellenza. Il plus è l'utilizzo per burro, fettine e formaggini, che sono le produzioni b2c su cui si è focalizzata, solo di latte fresco piemontese, all'80% fornito da produttori a non più di 50 km dalla sede e trasformato entro le 24 ore successive.

Il business si com
pleta con l'attività b2b di produzione di latte in polvere e burro per dolci e di prodotti per marche private della distribuzione, per un fatturato complessivo di 110 milioni attesi nel 2013 (contro 106 nel 2012), per il 20% sviluppato con l'export: in Corea, Hong Kong, Libano, Germania, Uk, Francia, Olanda, Belgio, Nord Africa. Il 2% ovvero circa 2.2 milioni viene ora investito nel nuovo progetto di comunicazione

Quale coordinatrice, l'agenzia Grey ha selezionato un team di partner specializzati: CB'A per lo sviluppo del nuovo logo e del packaging, Conh&Wolfe per le rp e Imille per il digitale, mentre è ancora da decidere e si sta valutando il ricorso a un centro media. Il nuovo logo ha i colori del rosso che dà continuità col precedente e spicca sullo scaffale, accompagnato dall'oro che evoca la qualità. La tag-line ‘ogni giorno dal buon latte’ pone anche l'accento sull'impegno di responsabilità e di vocazione alla qualità senza compromessi.

La creat
ività della campagna pubblicitaria, ideata da Grey e che sarà in affissione da dicembre a Milano, Torino, Roma (a cui seguirà anche la Puglia), sottolinea il plus dell'utilizzo del latte fresco in formaggini, burro, fettine con un mood e un lettering che si rifanno alle buone cose di una volta, con colori tenui che fanno tanto latteria, purezza e genuinità. Claim in linea: “Il buon burro che sa davvero di latte”, “Le buone fettine fatte di latte fresco”, “I buoni formaggini fatti di latte fresco”.

Il piano di comunicazione nel 2014 coinvolgerà media trade e consumer e prevede anche attività mirate di in-store promotion e collaborazioni con food blogger. Il nuovo sito consumer (www.inalpi.it) realizzato da Imille presenta il mondo Inalpi in modo fresco, in linea con la nuova immagine. Tra le sezioni, anche la possibilità di seguire la traccia e scoprire la stalla da cui è arrivato il latte del tal prodotto. Ripensata anche la pagina Facebook con informazioni sui valori dell'azienda, ricette e i consigli degli esperti.


Fratelli Carli alla ricerca tra i food blogger del miglior aiuto chef

Il contest online mette in palio prodotti della casa di Imperia e come super premio finale un workshop di un giorno nel ristorante D'O dello chef Davide Oldani

25 novembre 2013 - È in corso ‘Aiuto Chef Cercasi’, contest culinario online per titolari e autori di blog di cucina e gastronomia, organizzato da Fratelli Carli (vedi news del 18 novembre). La prima fase ‘Sfida contro tutti’ invita fino al 18 dicembre a realizzare una ricetta del tutto originale per ingredienti e preparazione e a caricarla sul sito www.aiutochefcercasi.it corredata da un'immagine inedita al massimo di 700 kb.

I blogger entrati ufficialmente nella competizione potranno invitare al voto i follower. Possono votare sul sito tutti gli appassionati di cucina, partecipando all'estrazione giornaliera di 10 Ricettari Fratelli Carli in meccanica instant win. Il 13 gennaio una Giuria di qualità selezionerà 20 tra le 30 ricette più votate e i 5 food blogger meglio classificati accederanno alla seconda fase del contest, mentre i restanti saranno premiati con una ‘Confezione Assaggio’ Fratelli Carli.

A questo punto il contest passa nel vivo, dall'online alla cucina. La ‘Sfida in Cucina’ dei cinque finalisti si terrà a Imperia il 1º febbraio, dove ha sede F.lli Carli, e il giudice sarà lo chef Davide Oldani. Oldani realizzerà davanti ai finalisti una sua ricetta, e i food blogger dovranno dimostrare la loro competenza rispondendo a un questionario di 10 domande su passaggi critici della preparazione.

Chi otterrà il punteggio più alto vincerà la partecipazione a un workshop individuale di un giorno nel ristorante D’O di Cornaredo (Milan) di Oldani oltre a una ‘Confezione Mediterranea’ F.lli Carli. Agli altri quattro finalisti andrà una ‘Confezione Riviera’.



Ovunque si sia Caffè e Moka Express Bialetti fanno sentire a casa

Uno spot di forte contenuto emozionale, ideato da Hi! Communication, segna il ritorno in tv del brand più rappresentativo di Bialetti Industrie in occasione degli ottant'anni dalla nascita

25 novembre 2013 - Bialetti Industrie coglie l'occasione degli ottanta anni dalla nascita del suo prodotto più famoso e rappresentativo, il brand Bialetti, per tornare in televisione con uno spot di forte contenuto emozionale, dedicato ai numerosissimi cultori del caffè che vivono la preparazione di questa bevanda come momento d'eccellenza ogni giorno.

Lo spot istituzionale in due versioni da 30” e 15” è ideato da Hi!Comunicazione, prodotto da The Family, diretto da Norman Bates e programmato su canali Mediaset. Al centro c'è la caffettiera Moka, l'originale, da cui ottenere un caffè in perfetto stile italiano. Recita il concept della campagna “Casa è dove Bialetti fa il caffè” veicolando l'idea che Bialetti viene vissuto dai consumatori come il caffè per eccellenza e per gli appassionati basta una caffettiera Bialetti per sentirsi a casa propria. Durante un viaggio, in un luogo e in un tempo volutamente sospesi, il viaggiatore si ritrova davanti a una tazzina di caffè preparato con la Moka e questo gesto lo riporta a casa.

Nello stesso tempo lo spot mette in luce l'internazionalità di un prodotto icona del design italiano come Moka Express che è diffusa in più di 80 paesi. L'Omino coi baffi, simbolo e ambasciatore di Bialetti, sta girando da qualche mese il pianeta. Si è fatto immortalare in luoghi simbolici come sotto la Tour Eiffel o in riva a una spiaggia esotica, grazie a un'attività teaser partita dalla fanpage Facebook Bialetti Industrie.






Partnership tra Kimbo e illy per un sistema aperto nel caffè in capsule

Insieme a Indesit che l'ha prodotta su disegno di Bonetto Design, i due brand della torrefazione italiana lanciano UNO Capsule System, macchina per espresso a casa che permette l'uso di entrambi i marchi. Lancio da 4 milioni di euro in tv, web e sul pv all'insegna di ‘Libertà di Espresso’

21 novembre 2013 - È nata una partnership tra due brand storici concorrenti della torrefazione italiana per creare il primo sistema aperto nel mercato del caffè porzionato. illy di Trieste e Kimbo di Napoli, insieme a Indesit che l'ha prodotta su disegno di Bonetto Design, lanciano sul mercato UNO Capsule System, un sistema a capsule per espresso a casa che permette l'uso di entrambi i marchi di caffè.

L'obiettivo per entrambi è di giocare un ruolo maggiore nel mercato dei porzionati, venendo incontro a un'esigenza, espressa dai consumatori tramite una ricerca di Eurisko, di avere maggiori possibilità di scelta rispetto a un sistema chiuso e nel contempo di utilizzare capsule di facile reperibilità, poiché in vendita nella grande distribuzione specializzata e nei supermercati. Non solo, come spiega il direttore marketing di Kimbo Sergio di Sabato, i due partner considerano di "aver dato il via a una start up della liberalizzazione” e in futuro, in onore al sistema aperto, "potrebbero valutare" la candidatura di altri brand di caffè a entrare nel sistema.

Quanto a Indesit, che cura produzione, assistenza e commercializzazione, con UNO Capsule System entra in un nuovo ambito dell'area degli elettrodomestici freestanding in cui opera. Disponibile nei colori rosa, arancione, nero e rosso cremisi, la macchina ha controllo elettronico della temperatura, struttura corpo e leva in alluminio, pressione pompa da 20 bar, è dotata di un serbatoio integrato da 1 litro e ha un cassetto che arriva fino a 12 capsule. È pronta per il primo caffè in 50 secondi. Viene venduta a 99 euro con 32 capsule in omaggio (16 illy e 16 Kimbo). In questo periodo di lancio, nella catena Mediaworld le capsule in omaggio sono 176 (144 in più), equamente divise, per un valore commerciale di circa 70 euro di risparmio sull'acquisto.

Le capsule Illy contengono il blend illy, combinazione di caffè 100% Arabica provenienti da Sud America, America Centrale, India, Africa, disponibile in tostatura media e forte. Il prezzo è di 6.59 euro per un blister da 16 capsule (0.41 l'una). Quattro le miscele Kimbo: espresso sublime 100% arabica, espresso Napoli, espresso dolce, espresso decaffeinato. Il prezzo è di 5.99 eruo a blister (0.37 a capsula).

La campagna di lancio in tv e web parte oggi, con l'avvio dello spot ‘Libertà di Espresso’, realizzato dall'agenzia 515 Creative Shop di Torino (agenzia che ha già lavorato con illy), che associa l'uso di UNO Capsule System a vari momenti della giornata rappresentati attraverso disegni animati in stop motion: una faticosa sveglia, un pranzo, un interminabile incontro di lavoro, una festa e un piacevole incontro vengono valorizzati dal claim "I momenti sono tanti ma il modo di gustarlo è sempre UNO’. Lo spot, prodotto da Indiana Production Company, avrà 1300 passaggi televisivi fino dicembre, con una forte presenza in prime time su reti Rai e Mediaset e su canali del digitale terrestre. Il budget per la tv è di 3 milioni di euro.

Altri 600.000 euro sono destinati al web dove è prevista la presenza su portali e canali di informazione e intrattenimento, a cura dell'agenzia Plan Net di Milano (gruppo Serviceplan che è agenzia di Kimbo). Il media è in carico a Media Club. Nei punti vendita, infine, ci saranno 1400 giornate di dimostrazioni con hostess con materiale informativo con key visual realizzati da FutureBrand. Il budget complessivo di lancio sfiorerà così i 4 milioni di euro, investito fifty fifty dai due partner.






Cornetto Algida lancia il contest Cupidity per giovani registi e videomaker

I tre vincitori, scelti da una giuria presieduta dal regista Roberto Faenza, potranno realizzare un corto con la casa di produzione Jean Vigo Italia che sarà veicolato sul web. Tema per sceneggiatura e storyboard è ‘amore, giovani, estate’

20 novembre 2013 - Arriva in Italia, dopo aver fatto il giro del mondo, il contest Cupidity. Presentato durante il Festival del Cinema di Roma, il progetto promosso da Cornetto Algida, brand del gruppo Unilever, offrirà a giovani registi e video maker italiani l'occasione di dare visibilità al proprio talento.

I tre vincitori del contest realizzeranno un cortometraggio con la casa di produzione internazionale Jean Vigo Italia, in collaborazione con il Coris (Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza, Università di Roma) e con Cinemonitor, il portale di cinema della Sapienza. I lavori saranno pubblicati sul sito www.cupidity.it, su You Tube e sulla pagina Facebook di Cornetto, e altre vetrine e occasioni di visibilità saranno attivate nel corso del prossimo anno.

Il progetto è rivolto giovani registi, filmaker e videomaker iscritti o neolaureati di corsi universitari, accademie e scuole di cinema. Si partecipa rispondendo al bando che verrà pubblicato il 25 novembre sul sito Cupidity.it, inviando una sceneggiatura sul tema ‘amore, giovani, estate’. Entro il 17 gennaio va formalizzata l'iscrizione inviando insieme la sceneggiatura del cortometraggio da realizzare, della durata massima di cinque minuti, e il relativo storyboard. Le tre sceneggiature vincitrici scelte dalla giuria dei redattori di Cinemonitor e Coris, presieduta dal regista Roberto Faenza, verranno prodotte entro aprile.


Bacardi celebra le origini e lo spirito indomabile dei creatori del brand di rum

Parte in Usa per arrivare man mano in tutto il mondo la campagna in tv, stampa e web ideata da Betc Londra che rivoluziona la comunicazione globale del marchio, focalizzandosi sulla tenacia incrollabile della famiglia Bacardi in 150 anni di storia

19 novembre 2013 - Bacardi Rum (gruppo Bacardi-Martini) lancia una nuova campagna globale con tagline ‘Untameable since 1862’ (‘Indomabile dal 1862’) che si rifà alla tenacia incrollabile della famiglia Bacardi, capace di superare fuoco, terremoti, divieti, rivoluzioni, esilio, perché animata da quella vera passione che non può essere addomesticata. Come si legge sul sito www.bacardi.com, il ceto medio di Cuba desiderava a fine 800 un prodotto più raffinato del rum grezzo dei pirati. Facundo Bacard Mass ideò un nuovo processo di distillazione che avrebbe rivoluzionato la produzione del rum in tutto il mondo, creando una variante morbida e ricercata. La moglie volle come marchio il pipistrello che a Cuba era simbolo del sapere e in Spagna, Paese di origine della famiglia, di salute e fortuna.

La nuova campagna globale celebra l'autenticità delle ori
gini del brand con una nuova visual identity e il carattere tipografico ispirato all'art déco cubana come negli antichi uffici all'Avana. Ideata da Betc Londra, vuole trasmettere attraverso tv, web e stampa la grinta e la determinazione con cui la famiglia Bacardi ha saputo vincere tante sfide, non ultimo l'esilio dopo la rivoluzione comunista. Nello spot ‘Procession’, l'attore Jordi Mollà passa attraverso ostacoli e folla che simbolizzano il susseguirsi di eventi storici, col commento della voce fuori campo dell’attore Jason Isaacs (Harry Potter) e con la colonna sonora della hit ‘Do I Wanna Know?’ degli Arctic Monkeys.

La campagna, che inaugura una nuova era nella comunicazione di Bacardi, debutta in Usa e Messico, poi sarà in India e in Australia in dicembre e dall'inizio del 2014 negli altri mercati.








Il Calendario Lavazza celebra il rapporto tra caffè e alta gastronomia

Inspiring Chef è il titolo dell'edizione 2014, in cui il ritrattista Martin Schoeller interpreta con foto oniriche e surreali il posizionamento di sette star del firmamento culinario. Non ci sarà la tradizionale campagna tratta dagli scatti, ma la ricchezza dei contenuti prodotti darà vita allo storytelling sul web

25 ottobre 2013 - Nel 2013 ha sperimentato la sola vita digitale, per il 2014 con la ventiduesima edizione il Calendario Lavazza ritorna alla vita reale, su carta preziosa e raffinata, e mette in scena il rapporto storico tra caffè Lavazza e l'alta gastronomia. Sette chef d'altissimo livello, legati al brand dall'adottare da sempre Lavazza nei loro ristoranti e da reinterpretazioni e sperimentazioni sulla materia, come il mitico Espesso da mangiare di Ferran Adrià, sono i protagonisti di foto oniriche e surreali, che ne colgono inclinazioni e filosofie. Le ha scattate il ritrattista Martin Schoeller, tedesco e cittadino di New York, gia assistente di Annie Leibovitz. Titolo dell'edizione 2014 è ‘Inspiring Chef’ ed è realizzata come sempre con la direzione creativa dell'agenzia Armando Testa.

I sette sono Ferran Adrià che ha l'onore della cover e che appare immerso nella grande bolla dell'ispirazione in cui fluttuano i suoi ingredienti chiave; Massimo Bottura (gennaio/febbraio) filosofo del gusto, ripreso nella Biblioteca Ambrosianadi Milano tra volumi e ampolle; Michel Bras (marzo/aprile) nel suo orto provenzale, tra natura e farfalle; Davide Oldani (maggio/giugno) che riafferma il suo legame col territorio apparendo tra mondine in una risaia lombarda; Antonino Cannavacciuolo (luglio/agosto) uomo di mare (è stato pescatore nella sua Campania ma ora è chef sul lago d'Orta a Villa Crespi) ritratto con una sirena tra triglie e orate; Carlo Cracco (settembre/ottobre) falconiere d'aia e infine Albert Adrià (novembre/dicembre), equilibrista del gusto insieme al fratello Ferran che sorseggia una tazzina di espresso.

Ancora una volta il Calendario Lavazza, che spesso ha anticipato tendenze artistiche, sperimenta nuove frontiere della creatività, così come l'azienda ama sperimentare formule nuove alla ricerca dell'eccellenza. Col lancio di Inspiring Chefs, Lavazza annuncia anche l'iniziativa Inspiring Young Chefs per un sostegno alla formazione di giovani talenti in collaborazione con Slow Food e l'UniSG (Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo): offrirà due borse di studio ai candidati più talentuosi per la partecipazione ai due nuovi ‘Corsi avanzati di Cucina Italiana’ al via in giugno.

A differenza delle altre edizioni, gli scatti per il Calendario 2014 non saranno usati per la tradizionale campagna internazionale. La ricchezza dei contenuti prodotti durante la lavorazione darà invece il via a progetti di branded content per il web, i social e la tv, come i video da 30” prodotti da ZodiakActive che verranno pianificati nei break delle trasmissioni televisive dove sono protagonisti Oldani, Cracco o Cannavacciuolo. È già online il sito dedicato (calendar2014.lavazza.com) che diventerà una piattaforma di storytelling sul progetto, un racconto che parte dagli scatti di Schoeller e prosegue con le storie dei protagonisti. Dietro le quinte è nato il cortometraggio The Movie da 7 minuti, che va oltre al classico backstage, ma è un racconto del percorso artistico, a cui si affiancano 10 monografie dedicate a ogni chef, a Martin Schoeller, alla creatività di Michele Mariani (executive creative director del Gruppo Armando Testa) e alla passione di Francesca Lavazza (company image director).

Il digitale pesa per il 30% sull'investimento in comunicazione di Lavazza che è circa il 4% del fatturato, che è stato di 1.300 milioni di euro nel 2012, per il 46% sviluppato all'estero. Al budget di comunicazione si aggiunge un altro 7% del fatturato investito in attività dimarketing.

Massimo Bottura ‘Food culture’
Michel Bras ‘Embras’
Davide Oldani ‘Zero mile risotto’
Antonino Cannavacciuolo ‘Fresh Fish’
Carlo Cracco ‘The perfect egg’
Albert Adrià with Ferran ‘Balancing of taste’



Heineken rivoluziona il consumo di birra a casa con The Sub

Parte da Parigi e Milano il lancio mondiale del nuovo sistema per il consumo domestico di birra spillata, prodotto da Krups con design di Marc Newson. È in prevendita esclusiva in Italia nel corner alla Rinascente a Milano. A novembre partirà la campagna mondiale di Publicis Italia con taglio ‘toy for man’

21 ottobre 2013 - Parte da Parigi e Milano, città scelte perché icone delle moda e del design, il lancio mondiale di The Sub Heineken, sistema per il consumo domestico di birra spillata, prodotto da Krups su design di Marc Newson. Nello store la Rinascente nel cuore di Milano, vetrine animate con videoinstallazioni invitano a scendere nel piano sotterraneo dove è stato realizzato un The Sub corner, particolare temporary shop (resterà aperto fino ai primi di aprile ) dove è possibile vedere in funzione la nuova design machine e iscriversi a una ‘priority list’ per ottenerla o farne oggetto di regalo per Natale. Il costo è di 249 euro e l'acquisto è per ora in esclusiva alla Rinascente, e solo da gennaio sarà in e-commerce sul sito dedicato www.THE-SUB.com.

The Sub è in sostanza un mini frigorif
ero ‘plug & play’, ricaricabile con un refill da 2 litri (The Torp) che sarà reperibile nella grande distribuzione, che contiene una birra tra i brand della casa: per ora Heineken e Affligemm, in futuro Birra Moretti, Baffo d’Oro, Desperados, etc. Una ricarica può durare aperta in The Sub fino a 30 giorni senza che la birra perda in gusto e qualità. All'opposto, in caso di continuo turnover, ad esempio d'estate o durante una festa, i Torp saranno pronti alla sostituzione se conservati nel frigorifero di casa. A corredo di The Sub c'è un kit di accessori - bicchieri, sottobicchieri, taglia schiuma - firmati da Marc Newson.

Oltre che col sito dedicato, il lancio è supportato dalle 4 video installazioni firmate da altrettanti artisti emergenti internazionali, visibili da venerdì scorso fino a questa sera nelle vetrine de la Rinascente. Si tratta di ‘A Very Large Increase in the Size, Amount, or Importance of Something Over a Very Short Period of Time’ di Max Hattler (Ulm, Germania), di ‘Solipstick’ di Andrew T. Huang (Los Angeles, Usa), di ‘Lux’ di Candas Sisman (Smirne, Turchia) e di ‘Float’ di Susi Sue (Colonia, Germania). Sono previste più avanti delle attività di guerrilla ‘city take over’: The Sub apparirà a sorpresa in case di vip, di influencer e in design store con l'obiettivo di accrescerne la desiderabilità.

Publicis Italia firma la campagna worldwide che parte in Italia e in Francia tra un paio di settimane e che sarà in Usa a gennaio. Debutterà con una maxi affissione nel centro di Milano ai primi di novembre. Prevede anche stampa su testate consumer e un commercial per il web, prodotto da Tempomedia di Amburgo con regia di Andreas Roth, che sarà sul sito istituzionale di Heineken, sul sito dedicato a The Sub, sulla pagina dedicata su Facebook e su quella di Twitter. Il concept della campagna è di identificare The Sub come ‘toy for man’, quasi un videogioco alla Star Wars, con grafica stile anni 80. E in effetti il target del nuovo prodotto è maschile, di fascia 30-40 anni, affluente.






Lancio europeo con 101, RG/A e Rsa Films per Baileys Chocolat Luxe

Annunci stampa, un video per il web alla ‘cog Honda’ e uno spot in cui una donna sembra fluttuare nel liquore promuovono la variante al cioccolato di Baileys Irish Cream. Il budget per il lancio in Europa è di 12 milioni di euro. Diageo continua a investire sul brand

10 ottobre 2013 - È al debutto la campagna europea di lancio per Baileys Chocolat Luxe, variante al cioccolato del primo liquore cremoso al mondo (vedi news di ieri). Mix tra Baileys Irish Cream e cioccolato belga, con aggiunta di vaniglia del Madagascar, il nuovo liquore è stato creato da Anthony Wilson, figlio del creatore dell'originale trent'anni fa.

La campagna con claim ‘Bayles porta cioccolato alla vita’ è ideata dall'agenzia 101 di Londra insieme a RG/A Londra, che è stata nom
inata agency of record sul brand lo scorso marzo dopo una gara. Prevede annunci stampa, un video online e uno spot per la tv, prodotto da Rsa Films e diretto da Johnny Hardstaff in uno stile che ricorda i titoli di testa di un film alla James Bond, in cui una donna sembra fluttuare nel Baileys. Il video online a titolo 'Liquid alchemy - the art of Baileys Chocolat Luxe' mette invece in scena un meccanismo per preparare un perfetto bicchiere di Baileys Chocolat Luxe che ricorda lo spot ‘cog’ di Honda. È stato diretto da Juriaan Booij sempre con Rsa Films.

Diageo continua quindi a investire sul brand Bailey, riposizionato un anno fa come ‘cream with spirit’ con un'imponente campagna globale integrata a firma di Bbh per farne un prodotto di stile (vedi news del 24 ottobre 2012). Il progetto di rilancio globale era poi proseguito a marzo col restyling della storica bottiglia, diventata più sinuosa e slanciata per conferirle un tono sofisticato e più femminile, pubblico a cui il brand è tornato a rivolgersi.









Ramazzotti offre Milano ai milanesi con McCann

La campagna di comunicazione partita in outdoor si amplia con una installazione multimediale a Palazzo Reale a tema ‘Sinfonia di una città che cambia’, man mano arricchita dai migliori scatti di un contest per studenti di fotografia

4 ottobre 2013 - Dalla Milano da bere alla Milano in offerta. Ramazzotti si riafferma simbolo dello spirito accogliente e intraprendente della città, ora proiettata verso l'Expo, nella nuova campagna di comunicazione ideatada McCann Worldgroup, a titolo ‘Posso offrirti una città?’

Dopo l'outdoor in settembre, il progetto si amplia. In occasione della mostra ‘Il Volto del ‘900. Da Matisse a Bacon’ (25 settembre - 9 febbraio) nella sala dei Ministri di Palazzo Reale sarà collocata la videoinstallazione ‘Milano. Sinfonia di una città che cambia’, un collage di immagini, video e suoni ispirato all'icona del Duomo.

Partendo dalle immagini della campagna, l'esposizione si arricchirà man mano con i migliori lavori del concorso ‘Obiettivo Milano. Scatti di una città che cambia’ rivolto agli studenti delle scuole di fotografia milanesi.


Anche in Italia la crociata green anti plastica di SodaStream

Parte adattata per il nostro Paese la comunicazione di Common Agency che mostra l'effetto distruttore su bottiglie e lattine dell'uso del gasatore domestico. La campagna integrata da 4 milioni rientra nella strategia di sensibilizzazione sull'inquinamento dovuto ai contenitori a perdere e al loro trasporto

1 luglio 2013 - Arriva in Italia lo spot per il gasatore SodaStream a titolo ‘The SodaStream Effect’, ideato da Common Agency di Alex Bogusky e Rob Schuham (vedi Videonotizia del 22 novembre), in cui il sistema domestico per creare bevande gasate e acqua frizzante si conferma campione di consumo sostenibile determinando l'esplosione delle bottiglie
di plastica nei magazzini in cui si trovano ogni volta che lo si mette in uso. Il gasatore Source infatti, disegnato da Yves Béhar e in più colori, trasforma l'acqua del rubinetto in bibite frizzanti in pochi minuti, evitando lo spreco del contenitore a perdere (vedi news del 18 ottobre).

In onda su emittenti Sky, Rai, Mediaset, Mediaset Premium, La7 e Discovery e su skin banner e video gallery su Repubblica, Msn, Yahoo, Youtube e Libero per tutto luglio, lo spot fa parte di una campagna di comunicazione integrata che prevede, oltre a tv e web (social network inclusi), anche la stampa con l'obiettivo di raggiungere oltre 1 miliardo di contatti. Il 4 luglio apparirà su quotidiani una pagina col soggetto ‘Human Evolution, Soda Revolution’ adattato per l'Italia.

Il produttore prosegue così nella sua strategia di business e comunicazione che passa attraverso la sensibilizzazione dell'opinione pubblica contro l'uso delle bottiglie a perdere e il loro trasporto, facendo la guerra alla plastica e di conseguenza ai produttori di soft drink. In gennaio in Usa durante il Superbowl è passato lo spot ‘The Game Changer’ che la Cbs ha dovuto poi ritirare perché eccessivamente indirizzato contro le ‘Big Soda’. Al Festival del Cinema di Cannes, all'American Pavillion, SodaStream, fornitore ufficiale di bevande, ha ribadito la necessità di liberare il mondo dalla plastica e diversi attori sono stati coinvolti e hanno autografato gasatori che sono stati battuti a un'asta benefica.

La campagna prevede in Italia un investimento totale di oltre 4 milioni di euro fino a dicembre, che comprende anche eventi trade e consumer e l'attività di rp.


In lancio Iron Brain, il primo brain drink per la concentrazione

Contiene un mix di estratti di piante amazzoniche, Ginkgo Biloba, L-Teanina, vitamine e non ha zuccheri né conservati. Comunicazione integrata a supporto di PBCom

26 giugno 2013 - Con Iron Brain arriva sul mercato una bevanda che crea in pratica una nuova categoria di prodotto, il ‘brain drink’, che favorisce la concentrazione ed è adatta in caso di sforzi mentali, oltre ad avere effetti antiossidanti. Payoff: “Switch on your mind”. Contiene ingredienti naturali, ovvero un mix di estratti di piante amazzoniche, Ginkgo Biloba, L-Teanina dalle foglie del té verde, vitamine e sostanza nootrope ed è senza zucchero né aspartame né conservanti.

Per il lancio, Iron Brain è off
icial sponsor del campionato mondiale di Superbike per le gare di Imola, Istanbul e Jerez. Oltre alla brandizzazione di aree e materiali di comunicazioni, Iron Brain invita i visitatori all’interno del village a rottamare il passato, inserendo le vecchie lattine in una vera e propria macchina ecologica, l'Ecobingo prodotto da Bimora, recuperando l'alluminio che è perfettamente riciclabile. In omaggio riceveranno una lattina di Iron Brain.

L'agenzia PbCom firma la comunicazione integrata e multicanale, che parte con l'evento di Imola il 30 giugno, comunicato anche con uno spot tv sulle reti Mediaset, per poi passare al web (www.ironbraindrink.com) e a Facebook.


Coca Cola invita a vedere migliore il mondo

Per ogni cosa spiacevole, ne avvengono di belle e molte di più. È il messaggio positivo veicolato dalla nuova campagna pubblicitaria di Coca Cola, che invita a guardare il mondo con occhi diversi. Creatività di Santo e adattamento di McCann

13 giugno 2013 - È un inno all'ottimismo e alla positività, un guardare al mondo con rinnovata fiducia la nuova campagna di Coca-Cola on air in tv, nei cinema italiani e online fino al 10 luglio. Lo spot, ideato da Santo e adattato per l'Italia da McCann, è un appello a credere in un mondo migliore, in linea con la mission di sempre di Coca-Cola di creare momenti di gioia, ottimismo e condivisione.

L'idea al centro della campagna è che ogni giorno accadono tante cose belle, molte di più di quelle negative e che è il momento di cambiare punto di vista e capire che il mondo è un posto migliore di quanto spesso si pensi. Per ogni cosa spiacevole ce ne sono tante altre che possono controbilanciarle: per ogni coro razzista, 80.000 italiani cantano sotto la doccia; per ogni persona corrotta, ce ne sono 8.000 che donano il sangue; si progetta una nuova arma, ma ci sono un milione di mamme che preparano una torta. E tra tanti momenti di gioia e semplicità c'è anche la felicità di condividere una Coca-Cola.

La produzione dello spot è di Blue Productora e la regia di Boaz Rosenberg. La musica è Whatever scritta da Noel Gallagher e Neil Innes. Il media è di Starcom Italia.




Generale Conserve destagionalizza il consumo di Manzotin

Acquisito il marchio in aprile, il gruppo lancia una campagna su stampa ideata dall'agenzia Semplicissimo in cui propone ricette e nuove modalità di consumo della carne in scatola del brand

11 giugno 2013 - Da domani Manzotin torna in pubblicità con una nuova campagna su stampa periodica che richiama l'interesse dei consumatori verso la marca e propone diverse occasioni di consumo. A titolo ‘L'hai mai vista così?’, la campagna sarà on air fino a tutto agosto con 6 soggetti che propongono nuove modalità di consumo.

Generale Conserve, che ha acquisito lo storico brand italiano lo scorso aprile, vuole destagionalizzare il prodotto con proposte culinarie adatte a ogni momento dell'anno. La campagna è giocata sul tema delle ricette: Manzotin è proposta in modo originale grazie all'estro in cucina di un gruppo di foodblogger. Ogni soggetto è una ricetta con indicazioni di ingredienti e preparazione, che invita anche a ritagliare la pagina e conservarla.

La campagna è realizzata dall'agenzia milanese Semplicissimo.


Cucciolone Algida anche per i grandi

Il biscotto gelato si riposiziona e amplia il target a tutta la famiglia per una pausa in allegria. Comunica la novità, insieme alla nuova referenza Tricolore, la campagna in tv e web di Lowe Pirella

7 giugno 2013 - Algida cambia posizionamento al biscotto gelato Cucciolone e da merenda per i piccoli lo propone come momento piacevole di pausa per tutta la famiglia. Comunica la novità la campagna che si sviluppa in tv e sul web a firma di Lowe Pirella. Lo spot mette in scena un'organizzazione triste e grigia di nome N.O.I.A, acronimo di Negare Ogni Istante di Allegria, i cui membri sono impegnati a eliminare dal mondo qualsiasi forma di divertimento e quindi anche il Cucciolone, imputato di portare allegria in famiglia. Ma il Cucciolone si dimostra un'arma infallibile per sconfiggere la N.O.I.A. La produzione è di (h)Films con la regia di David Lodge.

In parallelo, sul digital
, un video online mostra la N.O.I.A. in cerca di nuovi membri e intenzionata a eliminare le vignette dal Cucciolone per trasformarlo in un gelato serio e triste. Algida invita così gli utenti a creare nuove vignette personalizzate per il biscotto gelato, caricando una foto e una battuta sul sito dedicato. Il web-design è di Margherita Fortuna.

La campagna di comunicazione presenta anche la nuova referenza Tricolore in limited edition al gusto di pistacchio, vaniglia e fragola.



Nessuna incertezza con le nuove Dietorelle

La campagna integrata in tv e web di Young & Rubicam comunica le novità di gamma delle caramelle senza zucchero. Lo spot ha un tono di voce giocoso con claim “Non puoi dire Nì”

5 giugno 2013 - Tornano in comunicazione le caramelle senza zucchero Dietorelle, con una campagna integrata realizzata da Young & Rubicam Group che comunica l'arrivo di nuove referenze e del rinnovo della gamma. Le nuove Dietorelle, nelle texture morbide, gelées, dure e gommose, hanno un maggior contenuto di succhi di frutta, propongono nuovi gusti e danno particolare attenzione alla naturalità, grazie all'uso di soli aromi naturali e al dolcificante a base di foglie di Stevia.

Con la regia da Carlo Sigon e produzione di Ncn, i tre spot hanno un tono di voce leggero e giocoso. Protagonista è una donna di 25-30 anni, moderna e dinamica, alle prese con un'improvvisa e molto femminile incertezza che le fa dire ‘nì’ in molte situazioni, ma non di fronte a Dietorelle. Claim: “Non puoi dire Nì”.

Lo spot è in programmazione fino alla prima settimana di luglio sui canali in chiaro di Mediaset, su altri canali pay e free del dtt e su canali Sky. Il rinnovo della gamma è comunicato anche online con banner, skin e webads fino a ottobre su portali, siti web, canali tematici, notiziari e testate online in target. Sarà online da domani 6 giugno il nuovo sito dietorelle.it che con la fan page di Facebook farà conoscere il nuovo mondo di Dietorelle alle consumatrici.





Oltre al gelato industriale. Algida offre emozioni e gelati personalizzati

Happiness Station, Magnum Pleasure ed eventi come Taste of Algida a Milano inviano al consumatore il messaggio che un gelato industriale di qualità può costituire un'esperienza emozionale oltre che gradevole per il palato. In arrivo il ‘Cornetto a modo tuo’

3 giugno 2013 - Algida sperimenta modalità nuove nel retail proponendo al consumatore esperienze che vanno oltre al consumo di un buon gelato confezionato e inviando il messaggio che non solo l'artigianalità è sinomimo di qualità e che anche un gelato industriale di qualità può costituire un'esperienza emozionale oltre che gradevole per il palato.

La parola d'ordine è personalizzazione. Su questa linea sono nati un anno fa gli Happiness Station, negozi a Milano in via Lupetta e nei pressi della Stazione Termini a Roma e anche corner all'interno di locali, dove viene servito un gelato Algida soft da personalizzare con pezzi di frutta a piacere. Così sono nati i Magnum Pleasure, ‘eventi di comunicazione’ per presentare nuove referenze all'estero ma vero e proprio locale premium a termine (chiuderà a fine settembre) nel centro di Milano (vedi news del 19 aprile), dove si registrano picchi di mille Magnum venduti al giorno. Un nuovo modello di retail che Unilever sta testando e che dovrebbe avere come naturale evoluzio
ne la creazione di punti vendita tematici fissi anche in altre città come Roma, Venezia, Firenze. E sull'onda della personalizzazione si annuncia anche il lancio del ‘Cornetto a modo tuo’.

Un'altra experience offerta al pubblico è stata Taste of Algida, una lounge dedicata ai brand Algida con corner Happiness Station, all'interno di Taste of Milano, l'evento dedicato al foodies e ai gourmet al SuperStudioPiù, che si è tenuto dal 30 maggio al 2 giugno. Protagonisti i gusti Algida in preparazioni guidate dal matre ptissier Ernst Knam dietro a un bancone scenografico, dove sono state messe in scena ricette d’autore succulente e raffinate preparate su piastre refrigerate.


Grey e Ds-Gluten Free spiegano come riconoscere la sensibilità al glutine

Un campagna stampa informa sulla 2ª Settimana nazionale di informazione dedicata a celiachia e sensibilità al glutine e sul servizio ‘L'esperto risponde’, promossi dal brand di prodotti specialistici

29 maggio 2013 - in corso fino al 12 giugno la campagna stampa ideata da Grey, con media di Initiative, per promuovere la 2a Settimana nazionale di informazione dedicata a celiachia e sensibilità al glutine (10-16 giugno), promossa da Ds-Gluten Free, brand di prodotti surgelati e secchi senza glutine del Gruppo Dr.Schr in vendita nella grande distribuzione.

Nell'annuncio appare un piatto di pasta, in cui gli spaghetti sono trasformati in un punto di domanda, che necessita di una risposta competente. La fornisce l'iniziativa L'esperto risponde organizzata da Weber Shandwick col supporto scientifico del Dr. Schr Institute e con il patrocinio dell'Associazione Italiana di Dietetica e di Nutrizione Clinica. Prenotandosi fino al 4 giugno su www.megliosenzaglutine.it si potranno porre quesiti a 60 esperti gastroenterologi, dietologi e dietisti scoprendo anche le differenze fra celiachia e sensibilità al glutine.

Oltre agli annunci stampa sono coinvolti siti di medicina, salute e benessere (sezione Salute de Lastampa.it, ="_blank" href="http://paginemediche.it">Paginemediche.it, Staibene.it) ed è prevista anche una campagna di keyword advertising su Google per generare traffico verso il sito www.megliosenzaglutine.it, che spiega tutto sul glutine e su come riconoscere i diversi disturbi dovuti a sensibilità al glutine, celiachia, allergia al frumento.


Si gioca alle biglie su piste di gelato con l'app di Sammontana

Il gioco estivo per smarthphone è ispirato al classico passatempo da spiaggia. L'app ‘Le Mirabiglie’ è stata sviluppata dall'agenzia toscana Alternamente

28 maggio 2013 - Si chiama ‘Le Merabiglie’ l'app proposta da Sammontana, evoluzione degli advergame firmati in passato, che trasferisce sui dispositivi mobile di nuova generazione il gioco delle biglie da spiaggia.

Scaricabile gratis da App Store e Google Play e anche tramite il QR code presente sul cartello dei gelati Sammontana, l'app Le Merabiglie offre un'esperienza di gioco per così dire realistica: si devono raccogliere stelline e monete disposte su piste di gelato e raggiungere il traguardo con meno tiri possibile. Accumulando i punti si accede a
ulteriori sfide.

Il design è ispirato all'estate e al mondo del gelato, così come sono allegre e colorate le quattro Merabiglie protagoniste dell'app - Stellasprint, Il Duca, Ghiaccioflash e Dorygrip - che guidano il giocatore ricordando la forma e i gusti dei gelati del marchio.

L'app è stata sviluppata in Italia dall'agenzia toscana Alternamente, che ne ha curato il concept, il game design, l'art direction e lo sviluppo tecnico.



Con Orti per l’Arte Bonduelle sostiene il patrimonio artistico italiano

L'agroalimentare va in aiuto del patrimonio artistico italiano con l'iniziativa di Bonduelle Italia, con Fondaco di Venezia, di mettere in vendita una linea di insalate in busta il cui ricavato sarà in parte utilizzato per il restauro della Chiesa degli Artisti a Roma. Packaging e attività sul p.v. di Wave

27 maggio 2013 - Nasce il progetto ‘Orti per l'Arte’ di sostegno al patrimonio artistico italiano che vede in campo Bonduelle Italia al fianco di Fondaco, società nata a Venezia nel 2005 per curare il restauro di beni e luoghi culturali e organizzare eventi aziendali. Il progetto si ispira a Orti di Venezia, un'iniziativa dell'imprenditore dell'agroalimentare Paolo Tamai che un giorno decise di ‘rendere’ a Venezia qualcosa del successo commerciale ottenuto in città, mettendo in vendita una speciale scelta di insalate il cui ricavo sarebbe stato utilizzato per restaurare la statua del Gobbo di Rialt
o. L'anno successivo fu la volta di un altro intervento.

L'iniziativa ora assume valenza nazionale con l'intervento di Bonduelle. La sede italiana della multinazionale delle verdure fresche, conservate e surgelate di casa madre francese metterà in comm
ercio la nuova linea di insalate in busta ‘Orti per l’Arte’, composta da sette referenze da 150 gr. scelte tra i mix preferiti dai consumatori, il cui ricavato sarà in parte utilizzato per il restauro della Chiesa di Santa Maria in Montesanto, la ‘Chiesa degli artisti’, in piazza del Popolo a Roma. Il progetto di restauro verrà presentato all'interno della Chiesa il 26 giugno. Non è che l'inizio di un impegno per il patrimonio artistico che vedrà nei prossimi anni altri interventi in altre città.

Il packaging delle insalate ‘Orti per l’Arte’, ideato dall’agenzia Wave, è caratterizzato dal logo che vede il Ponte di Rialto unire simbolicamente il Colosseo con la Torre di Pisa. In basso la scritta ‘Bonduelle finanzia il restauro dei monumenti italiani’. Le insalate saranno in distribuzione da fine giugno accompagnate da attività di comunicazione sul punto vendita. E’ previsto anche un sito dedicato.



Da Mica a Milano panini solo con michetta. Quella tradizionale, anzi De.Co.

Un piccolo locale in Porta Ticinese serve panini fatti come una volta, con la michetta alla milanese. Uno è dedicato a Jannacci, quello dolce è con la Nutella. Ogni mese un giovane chef propone una ricetta durante uno show cooking. Entro fine anno ne verranno aperti altri tre

24 maggio 2013 - È tornata la vecchia cara michetta, quella doc, ideale da mangiare con l'affettato, croccante e gustosa. Nel 2007 le era stato assegnato il marchio protettivo De.Co. (Denominazione Comunale) per preservarne la ricetta come valore della città, ma non era servito a farla riapparire diffusamente nelle panetterie in versione tradizionale. L'idea di aprire un locale dove i panini fossero tutti rigorosamente fatti con la michetta è venuta a due giovani imprenditori dell'enogastronomia, Federico Gordini e Matteo Ungaro, ideatori di eventi legati al vino e al food tra cui Milano Food Week e Bottiglie Aperte.

Il locale, piccolino, a una luce, con un bel mood grafico ideato dal giovane art Emanuele Rainoldi, è al 50 di Porta Ticinese, uno dei luoghi della movida milanese. Si chiama Mica - Michetteria Milanese. Aperto dalle 11 di mattina alle 2.30 di notte, prepara michette ripiene di coppa, salame, pancetta o culatello (la DeLuxe), ideali da prendere e mangiare per strada. Una variante con mortadella e gorgonzola è dedicata a Enzo Jannacci, a giugno arriverà anche la versione vegetariana. Non manca quella dolce (una sola) con la Nutella. Ogni mese è previsto un evento in cui un giovane chef propone una sua ricetta di impronta meneghina.

Il prezzo parte da 4.50 euro in su fino a 7 per la DeLuxe, bibita inclusa. È prevista anche la consegna a domicilio nella fascia oraria di pranzo e cena col servizio Mica Delivery. Mica-Michetteria Milanese ha un sito dedicato (www.michetteria.it) e la pagina Facebook (www.facebook.com/michetteria). L'intenzione di Gordini e Ungaro è di arrivare ad avere quattro punti vendita in città entro la fine dell'anno.


Con Tribe a scuola di Parmigiano Reggiano

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano promuove la diffusione della corretta metodologia di degustazione con due spot in tv e un'app per il primo corso di formazione sensoriale sul web

22 maggio 2013 - Con l'agenzia Tribe Communication il Consorzio del Parmigiano Reggiano si fa promotore della diffusione della corretta metodologia di degustazione per apprezzare al meglio le caratteristiche strutturali delle differenti stagionature. La formula ‘Scaglia, spezza e gusta’ viene proposta in due spot da 15” e 7” con protagoniste due coppie di gemelli di cui uno ben informato sull’argomento e l'altro molto meno. Con tono ironico, gli spot giocano sull'equivoco per ‘educare’ i telespettatori. Claim: “sono le differenze a renderlo unico”.

Tribe Digital ha poi realizzato un'attività on line per creare engagement con i consumatori attraverso l'app della Parmigiano Reggiano Academy, che propone il primo corso di formazione sensoriale attraverso il web in tre step. Per il primo, un video tutorial insegna a riconoscere la struttura tipica del Parmigiano Reggiano nelle diverse fasi di stagionatura e nelle sue caratteristiche sensoriali. Dopo essersi allenato degustando, l'utente potrà accedere a un quiz di cinque domande. Rispondendo correttamente otterrà la qualifica di ‘Palato Raffinato di primo livello’.




Prosciutto di Parma gioca in difesa della qualità della vita

Il Consorzio del Prosciutto di Parma si riaffida a Cayenne che ha ideatola nuova piatt aforma di comunicazione offline, online e sul territorio. Claim, “Prosciutto di Parma difende la qualità della vita. Almeno a tavola”. Budget 3 milioni. Altri 3 vengono investiti all'estero

20 maggio 2013 - C'è crisi economica, si va sempre di fretta, si parla meno col partner, anzi la famiglia si sfascia, si lavora troppo, il bel vivere del nostro Paese è messo a dura prova. Almeno preserviamo la qualità della vita a tavola: consumare prosciutto di Parma difende la qualità della vita. È il nuovo concept di comunicazione ideato da Cayenne per il Consorzio del Prosciutto di Parma che nel cinquantenario ritorna, dopo una gara, con l'agenzia di Peter Grosser e dà il via a un nuovo format per una campagna di comunicazione integrata.

La nuova piattaforma di comunicazione ‘Difendi la qualità’ offline, online e sul territorio si sviluppa in due ambiti, locale e nazionale, uniti dal minisito www.difendilaqualità.it. A livello locale sono previsti quattro grandi eventi, ideati da Cayenne e organizzati da Prodea, con degustazioni e animazione in luoghi centrali di 4 città, dove si è individuato un particolare ‘problema’. Ad esempio, il 1 giugno a Lucca - città ad alto tasso di divorzi si è invitati a presentarsi in coppia nella piazza principale con tavoli elegantemente apparecchiati. Invece il 21 settembre a Roma città dal traffico caotico - ci si dovrà presentare a Villa Borghese in bici o col biglietto di un mezzo pubblico. A Milano il 3 settembre si combatterà la fretta in stazione, a Bari città poco incline all'attività fisica - il 6 luglio ci si dovrà presentare in tenuta sportiva. Il tutto all'insegna del claim “Prosciutto di Parma difende la qualità della vita. Almeno a tavola”. Una campagna locale su radio e quotidiani e web informerà la cittadinanza dell'evento.

Per le altre città l'engagement avviene sul sito, dove in tono scherzoso un concorso a base di domande curiose mette in palio un prosciutto a settimana, creando una classifica campanilistica. Sul web sono coinvolti anche i social dove si raccolgono opinioni degli utenti sulla difesa della qualità.

Sempre a livello nazionale sono partiti i tre spot, ciascuno in tagli da 20”, 15”, 10” e 7”, diretti da Paolo Genovese e prodotti da Brw Filmland, che mostrano tre situazioni tipo di stress - la fretta contemporanea, il parlarsi meno, gli orari di lavoro sempre più lunghi risolversi con l’arrivo a sorpresa di chef/salumai a offrire il prodotto. Gli spot sono on air fino al 9 giugno contemporaneamente ad attività di sponsorizzazione e ad azioni di product placement in trasmissioni dedicate alla cucina su Gambero Rosso, Arturo e Alice. I soggetti avranno anche declinazione radio con produzione di Eccetera, on air dal 26 maggio all’8 giugno. In autunno ci sarà una ripresa della campagna. Il media è a cura di Cayenne Media.

Per la nuova attività di comunicazione il Consorzio conferma il budget annuale di 3 milioni. Altri 3 verranno investiti all'estero, con agenzie locali, a cui viene destinato il 28% della produzione dei 150 aderenti al Consorzio, che è nel complesso pari a 9.1 milioni di pezzi annuali per un valore alla produzione di 1.5 miliardi di euro. Il Prosciutto di Parma è il primo prodotto per volume di esportazione della salumeria italiana, più di cotto, mortadella e wurstel messi insieme,e le vendite crescono del 10% (contro una flessione del 3% nel mercato nazionale in linea con il calo dei consumi alimentari rilevato dall'Istat. I Paesi più ricettivi sono nell'ordine gli Usa, la Germania, la Francia e l'Olanda dove si apprezza soprattutto il prodotto in vaschetta. Il Consorzio arriva anche in Giappone e sta da 3 anni approcciando un mercato come l'Australia ostico ma che ha scavalcato Canada e Svizzera.




Nastro Azzurro si rilancia promuovendo il viaggio italiano

Proseguono le celebrazioni dei 50 anni con la nuova piattaforma creativa e il claim ‘il gusto del viaggio’. Parte il contest online rivolto ai giovani adulti e proseguono le attività legate alla vela e al mare, come la presenza alla mostra per l’80 del record di velocità del Rex

17 maggio 2013 - Per i 50 anni Nastro Azzurro, la birra di mais nostrano, rilancia il brand che torna alle origini, si riallaccia all'iconografia della barca a vela e della navigazione, si dota di un nuovo packaging, di una nuova piattaforma creativa, di un nuovo sito (www.nastroazzurro.it) e soprattutto di una nuova tagline - il gusto del viaggio - inteso come un percorso verso l'eccellenza (il riposizionamento è premium) e come vicinanza al viaggio della vita del suo target di riferimento, i giovani adulti.

Le campagna, partita un mese fa, sarà on air fino all'estate, centrata sul tema del viaggio it
aliano e della mediterraneità, in tv e su stampa periodica. A Roma è prevista in luglio una mega affissione basata su maxi formati. La creatività si deve a Kennedy&Castro, mentre il media è in gestione a Mec di Roma, vincitrice l'anno scorso della gara europea. È invece appena partito per chiudersi il 15 settembre il contest on line ‘Il gusto del viaggio’, che coinvolge sito, Facebook e Twitter con super premio finale del valore di 3.000 euro studiato sulle ‘esigenze’ del target: o una fornitura di mobili Ikea o un corso di formazione Master in Non Conventional Business presso la Ninja Academy e un viaggio a Londra per 2 persone. Si partecipa caricando da web o mobile foto che rappresentino un passaggio importante nella vita. Cura il contest l'agenzia Xister incaricata dal brand delle attività digital, mentre ancora Kennedy & Castro firma la campagna d'appoggio.

Numerose anche le iniziative sul territorio tutte legate al mare. Dopo aver partecipato a Napoli all’America's Cup World Series come sponsor nazionale, Nastro Azzurro è tra le protagoniste della mostra, allestita a Palazzo San Giorgio dall'Autorità Portuale di Genova fino al 30 settembre, per l'ottantesimo anniversario della conquista del trofeo del Nastro Azzurro da parte del transatlantico Rex (record di velocità media di attraversamento dell'Atlantico, che nel 1933 fu di 4 giorni, 13 ore e 58 minuti da Gibilterra al fanale di Ambrose): da qui l'adozione per il brand dell'icona del ‘Nastro Azzurro’. In agosto poi prenderà parte a Lerici alle celebrazioni dell'artefice del record storico, il comandante del Rex Francesco Tarabotto. Sarà alla Mostra sui Transatlantici ‘Il Nastro Azzurro del Rex’ (Castello di Lerici, 15 agosto- 15 attobre) e anche a ‘Lerici legge il Mare’ dove il premio ‘Solidarietà in Mare’ per il 2013 sarà intitolato ‘Nastro Azzurro’.


Pepsi Beat, piattaforma di comunicazione legata alla musica Hip Hop

Il posizionamento internazionale di Pepsi ‘Live for now’ diventa in Italia ‘Tutta l'emozione in un attimo’ e guida un intenso e articolato progetto di comunicazione rivolto al core target giovane, curato da Dlv Bbdo

16 maggio 2013 - Il nuovo posizionamento internazionale del 2013 che ha segnato il ritorno in tv nel mondo di Pepsi, ‘Live for Now’ con Beyoncé testimonial e musa ispiratrice, prende in Italia un taglio più emozionale e diventa ‘Tutta l'emozione di un attimo’, nel progetto curato da Dlv Bbdo. ‘Tutta l'emozione di un attimo’ si riconosce nel battito accelerato del cuore il beat - che diventa l'unità di misura dell'emozione su cui si basa la piattaforma di comunicazione online. La piattaforma Pepsi Beat è la casa dei consum
atori, offre loro esperienze di engagement, news, contenuti speciali, eventi dedicati e ‘chiede in cambio’ le loro emozioni per trasformarle in esperienze straordinarie.

Pepsi Beat è interamente dedicata alla musica, in particolare all'Hip Hop, vicina al target giovane, con diverse iniziative. Collegandosi a www.pepsibeat.it gli utenti possono partecipare a sfide settimanali, condividendo testi e contenuti o rispondendo a quiz musicali. In palio ci sono i beat (punti) che accumulati permetteranno di vincere ogni mese cuffie o alto
parlanti o anche di partecipare con vip pass agli Mtv Awards a Firenze il 15 giugno e all'Hip Hop b-Day Night del 24 settembre a Milano, di cui Pepsi è main sponsor. Premio finale a estrazione, un viaggio a Londra per due persone per un concerto all’O2 Arena.

Se Pepsi Beat è la piattaforma di arrivo e partenza del progetto di comunicazione in Italia, ci sono sviluppi sul territorio, in tv e radio con media partner Mtv e Rete 105, con cui vengono attivate svariate iniziative. Ad esempio Pepsi promuove il premio ‘Best New Artist 2013’ all'interno degli Mtv Awards, e solo su Mtv è on air dall'8 maggio e sarà trasmesso per tre mesi lo spot internazionale ‘Mirrors’ in cui Beyoncé ha svelato in anteprima al mondo il singolo ‘Grown Woman’, con creatività di 180 Los Angeles. È tutto italiano invece il radiospot prodotto con la collaborazione straordinaria deiBushwaka. Non mancano gli eventi sul territorio, come le Pepsi Nights, a partire da Napoli il 25 maggio.

È prevista anche una promozione al consumo rivolta a un target più allargato, ‘Vivi tutta l'emozione della musica con Pepsi’ che mette in palio cuffie e ticket per concerti, con premio finale un viaggio per due a New York con due ingressi a un concerto al Madison Square Garden.

Spot globale a parte, di cui ha curato l'adattamento, si deve a Dlv Bbdo con Proximity Bbdo tutto il progetto di comunicazione integrata off e online. Il media è a cura di Omd. La divisione di Omd Fuse cura gli eventi sul territorio a cui è riservato il 20% dell’intero budget di comunicazione, incrementato negli ultimi anni.




Lo yogurt Trentina protagonista a Milano in piazza Cadorna

Uno speciale cartellone di 30 mq, steso sulla zona pedonale, propone una rappresentazione del prodotto che per illusione ottica si trasforma in 3D. I passanti sono invitati a interagire. Creatività di The Brand

15 maggio 2013 - Trentina, produttrice di yogurt e formaggi freschi, acquisita nel 2006 dal gruppo svizzero Emmi, è protagonista a Milano fino al 19 maggio di un ‘ambient’ in piazzale Cadorna: uno speciale cartellone di 30 mq, steso direttamente sulla zona pedonale, propone rappresentazione del prodotto di punta - lo yogurt - che, a sorpresa, può diventare in 3D. Osservando l'immagine da una prospettiva particolare, si ha infatti l'illusione ottica che la confezione si sollevi dalla strada. Creatività e pianificazione del progetto sono a cura di The Brand

Durante la giornata, hostess distribuiscono ai passanti buoni sconto e prodotti omaggio, e invitano le persone a ‘posare’ sopra l'installazione e a farsi fotografare, creando sovrapposizioni con l'illusione tridimensionale. Le immagini più divertenti verranno pubblicate sulla pagina Facebook di Trentina (www.facebook.com/trentinalatte).


Bonduelle diventa brand emozionale

Novità di prodotto nella linea Agita & Gusta e novità in arrivo per la comunicazione, legata al riposizionamento di marca. Sarà rivista anche la strategia sul web, dove Bonduelle Italia colloquia col pubblico attraverso 4 siti. Ultimo arrivato il blog inOrto, con una community in rapida crescita

10 maggio 2013 - Gruppo Bonduelle, multinazionale delle verdure fresche, conservate e surgelate di casa madre francese e tuttora a 160 anni dalla nascita azienda familiare, presenta le novità di primavera, a cominciare dall'ampliamento di gamma dei surgelati e dal rilancio della linea ‘Agita & Gusta’, l'offerta per la pausa pranzo in confezione provvista di condimento, forchetta e tovagliolo. Alle Classiche contenenti un mix di sole verdure si sono aggiunte la varianti ai Cereali, le Insalatone che introducono le proteine di tonno e pollo e il Pinzimonio all'italiana. Nell'ampliamento di gamma è stato rinnovato il pack in ottica eco-friendly: la grafica ha un nuovo lettering e gli ingredienti sono ben rappresentati in primo piano, in più c'è meno plastica, il che porta a un taglio delle emissioni di Co2 del 40% rispetto al pack precedente.

L'adozione di soluzioni che limitino l'impatto ambientale si ritrova anche nella cottura al vapore delle linea di conserve Cuore di Raccolto: così c'è meno liquido nelle lattine, queste diventano più leggere ed è possibile trasportare il 25% in più di prodotto a parità di numero di viaggi. L'attenzione alla sostenibilità, del resto, è molto alta in Bonduelle e si dimostra nel
l
'adozione di t
ecnologie ad alta efficienza energetica, di innovazioni di processo e di buone pratiche d'agricoltura.

Nei confronti del pubblico c'è un rapporto continuo che passa soprattutto attraverso il web, su cui il marketing sta rivedendo le strategie, con l'intenzione di rendere ancora più efficace la presenza, anche sui social. I siti italiani sono quattro a formare quello che in azienda chiamano “un eco-sistema web”. C'è il sito istituzionale www.bonduelle.it con le tutte le informazioni sull'azienda e i suoi prodotti. C'è www.inpausa.it che ha taglio di intrattenimento, parla di fiere, appuntamenti e curiosità. C'è il sito educational, che parla di qualità delle verdure e di sana alimentazione, ed è quello della Fondazione Bonduelle (www.fondazionebonduelle.org), vocata alle attività sul territorio e ai progetti ludico-pedagogici, come la diffusione del programma 5 A Day (l'importanza del consumo di frutta e verdura 5 volte al giorno) o come Orto in Condotta, una sorta di gioco dell'oca educativo messo a disposizione dei ragazzini all'Ikea o nei garden center Viridea. Infine, c'è il sito più nuovo, www.inorto.org, il blog nato un paio d'anni fa sull'onda di un rinnovato interesse per l'orto domestico, anche in città. Lo tiene la giornalista e garden designer Nara Marrucci che, con un linguaggio semplice, amichevole, sdrammatizzante, ma sempre competente, ha saputo creare intorno a InOrto una community in rapida crescita.

Sul fronte della comunicazione, come racconta il direttore marketing Laura Bettazzoli, è in gestazione il riposizionamento di marca. Il brand Bonduelle non si identificherà più solo con salute e benessere ma avrà anche una valenza emozionale ed empatica. “Il nuovo concept sarà ‘lasciati ispirare da Bonduelle’ - spiega Bettazzoli -. In quest'ottica rivedremo anche il complesso della presenza sul web e avranno questa nuova impronta le prossime campagne televisive a partire da quella in uscita in estate”. Ci stanno lavorando in Red Cell, l'agenzia di riferimento del brand, mentre il media è in gestione a ZenithOptimedia.


Allenamenti personalizzati con ‘Fulmina i tuoi limiti’, piattaforma di Gatorade

Il soft drink riafferma la vicinanza con lo sport praticato proponendo programmi personalizzati online con trainer agli appassionati di corsa, ciclismo, calcio, tennis e fitness. Concorso per i più assidui e doppia campagna di supporto di Dlv Bbdo

6 maggio 2013 - Lo sport drink Gatorade lancia in esclusiva sul mercato italiano ‘Fulmina i tuoi limiti’, sistema di allenamento online gratuito per appassionati di corsa, ciclismo, calcio, tennis e fitness. Attraverso la piattaforma www.fulminaituoilimiti.it gli iscritti possono seguire un programma di allenamento personalizzato con cui migliorare la preparazione e raggiungere obiettivi nel loro sport preferito.

Compilando un format di registrazione, l'utente accede a una community di allenamento, in cui interagire con i trainer e altre persone che praticano lo stesso sport, per condividere pareri, esperienze e allargare il network di amicizie, attraverso un sistema di follower/following.

Ogni settimana il trainer propone una scheda di allenamento adeguata al livello di preparazione dell'utente e ai suoi obiettivi. Alla fine lo sportivo dovrà fornire un feedback al trainer, auto valutando le proprie performance e i risultati. La piattaforma prevederà anche l'app 'Fulmina i tuoi limiti' con cui accedere ai servizi della community anche fuori casa, anche durante l'allenamento.

Un concorso mette in palio tra gli sportivi più assidui un viaggio alla Img Academy, centro sportivo in Florida che ogni anno attira migliaia di atleti da tutto il mondo.

Per il lancio di ‘Fulmina i tuoi limiti’ Gatorade ha previsto una campagna su stampa da maggio a luglio e in tv fino al 1 giugno per informare delle potenzialità della piattaforma e rafforzare la vicinanza del brand con il mondo dello sport praticato. Ruota intorno al concetto di ‘limite’ da superare. Nello spot la sovrapposizione di tre azioni diverse eseguite dallo stesso atleta mostra come sia necessario rialzarsi dopo ogni caduta e rimettersi in gioco.

Per gli Internazionali Bnl d'Italia a Roma(11-19 maggio, Foro Italico) Gatorade lancia un'altra campagna stampa per ‘Fulmina i tuoi limiti’ con protagoniste Flavia Pennetta e Sara Errani, testimonial del brand. Le campagne sono ideate da Dlv Bbdo Milano.


Galbusera BuoniCosì, senza aggiungere altro

1861united inventa il personaggio del buffo coniglione rosa nello spot per i frollini senza zuccheri

2 maggio 2013 - Galbusera promuove la linea BuoniCosì, che risponde alle esigenze di un'alimentazione sana ed equilibrata senza rinunciare al gusto: biscotti e wafer senza zuccheri aggiunti, frollini e cracker senza lieviti e a ridotto contenuto di zucchero e sodio, un plumcake con frutta e fibra.

È on air uno spot in tagli da 30 e 15 secondi per i frollini senza zuccheri che ricorre a un tono di voce ironico ma di impatto come è nelle abitudini di Galbusera. Il protagonista è un ragazzo travestito da coniglione rosa che strimpella una serenata alla fidanzata impegnata in una riunione di lavoro e che è costretto a fuggire inseguito dalla security. Claim: “Si può essere buoni senza essere zuccherosi”.

La creatività si deve a 1861united che aggiunge così un nuovo personaggio alla lista degli animali umanizzati che già conta l'orso Bruno e il pinguino Pino di Vodafone. La produzione è di Movie Magic con regia di John Immesoete. La musica è di Ferdinando Arnò.





Warning: getimagesize(public/img/1.jpg): failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\ideeideasit\leggi_articolo.php on line 27

Warning: getimagesize(public/img/2.jpg): failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\ideeideasit\leggi_articolo.php on line 27

L'app My Beer Sommelier sposa pietanza e birra

ILoveBeer.it di Heineken Italia e My Sommelier Italia lanciano l'applicazione free che abbina oltre tremila ricette e più di cento birre nel mondo, in collaborazione con l'associazione dei sommelier

29 aprile 2013 - Nasce dalla partnership tra ILoveBeer.it, portale di cultura birraria promosso da Heineken Italia, e My Sommelier Italia, società che diffonde cultura enogastronomica via mobile, l'app free My Beer Sommelier con cui scoprire il miglior abbinamento tra oltre cento birre di tutto il mondo e oltre tremila piatti della tradizione gastronomica italiana, specialità da pub e cinquanta tipi di pizza.

My Beer Sommelier, disponibile per iPhone, Android e Windows Phone, è rivolta ai beer lover
e agli sperimentatori in cerca di novità. La si utilizza selezionando uno dei piatti suddivisi in categorie (antipasti, primi piatti, carni, etc) per scoprire quali birre si possono abbinare. Oppure si sceglie una delle birre proposte per identificare quali cibi e ricette si adattino con le sue caratteristiche organolettiche.

Gli abbinamenti sono stati sviluppati con Aspi, Associazione Italiana della Sommellerie Professionale. L'app fornisce anche per ogni birra schede di approfondimento con informazioni sulla sua storia, sul processo produttivo e analisi sensoriali. Ci sono anche consigli sul bicchiere più adatto per ognuna delle birre in catalogo, un glossario dettagliato, filmati e pillole di cultura birraria. Nella sezione Preferiti si possono salvare le birre e i birrifici che più interessano. Partner tecnologico del progetto è la società modomodo. (V.S.)


Mulino Bianco in tour nelle piazze italiane

Partita la quinta edizione, che durerà sei mesi, del tour itinerante con struttura rinnovata per fa conoscere il Mondo Buono, con attività e laboratori. Organizzano Barilla e Jwt Italia

24 aprile 2013 - È ripartito per durare sei mesi il Tour itinerante di Mulino Bianco nelle piazze delle principali città italiane, con una struttura rinnovata dove sperimentare ‘il Mondo Buono’ e con una proposta più ricca di attività per adulti e bambini. La Giornata nel Mondo Buono del Mulino Bianco ha 3 momenti: Buon Giorno! Si svegliano tutti, anche i sensi; Buon Pomeriggio! Si gioca, si impara, ci si diverte; Buona Sera! È l’ora dei racconti.

I valori della marca prendono vita nei touch screen progettati e ideati da Jwt Italia, nelle attività come il percorso sensoriale in cui riconoscere una bontà ad occhi chiusi, nei laboratori didattici interattivi, con attività di edutainment anche sull'importanza del nutrirsi correttamente con attenzione ai principi nutrizionali, alla qualità e all'impatto ambientale.

Giunto alla quinta edizione, dopo aver coinvolto oltre 800.000 visitatori in 128 città italiane, il Tour aggiunge a un palinsesto di attività consolidato negli anni ‘L'avventura nel riciclo’, un nuovo laboratorio per sensibilizzare al rispetto della natura e alla sua difesa.

Il Tour è organizzato da Barilla in collaborazione con Jwt Italia insieme ad agenzie e professionisti della progettazione e realizzazione di brand experience. Info sul calendario su www.mulinobianco.it/le-tappe-del-tour.




Pao decora Gatorade Sport the Street a target teen

Lo street artist firma le bottiglie da 500 ml dedicate a 3 sport di strada. Promuovono la limited edition un concorso con in palio un murales fatto a piacere dall'artista e un tour in 500 brandizzata con gadget e freestyle

24 aprile 2013 - Gatorade si è affidata al trentacinquenne street artist milanese Pao con il suo Paopao Studio per vestire la limited edition Sport the Street, rivolta ai più giovani. A ogni gusto è associata, con stile giovane e ironico, l'anima urban di uno sport da strada: lo street soccer, il basket giocato nel canestro sotto casa e lo skate. Le bottiglie nel formato da 500 ml sono in vendita nella Gdo, al dettaglio e nel canale Ho.Re.Ca. nelle varianti Cool Blue (lampone), Wild Mandarin (mandarino) e Crazy Pink (polmpelmo rosa).

Fino al 23 luglio un
concorso, gestito e promosso da Wave Design & Communication, mette in palio per chi acquista una bottiglia di Gatorade Sport the Street 10 borsoni personalizzati al giorno e, come premio finale, un murales personalizzato fatto da Pao nel luogo e con soggetto a scelta. In maggio, Gatorade sarà in tour a bordo di una Fiat 500 brandizzata per incontrare i teenager di Milano, Roma e Catania per presentare il mondo Sport the Street col supporto di performance di freestyle e gadget.

Per saperne di più..>>



Levissima lancia bottiglia in vetro col logo Valtellina per la ristorazione

Da 75 cl, di design semplice e raffinato, ha un rilievo nel vetro che ricorda la montagna e i ghiacciai. Il lancio coincide con il rilancio del marchio territoriale che caratterizza i prodotti agroalimentari tipici della regione, di cui Levissima diventa ambasciatrice

22 aprile 2013 - Levissima (gruppo Sanpellegrino-Nestlé) mette in produzione una bottiglia pensata esclusivamente per la ristorazione, in vetro, da 75 cl. che porta il logo della Valtellina sul fronte etichetta, a sottolineare l'essere una della eccellenze del territorio da cui proviene: acqua che nasce dai ghiacciai e dalle nevi, di gusto leggero, a basso contenuto di sali. Essenziale e raffinata nel design, trasparentissima a ricordare la purezza da sempre è valore della marca, la bottiglia ha un intaglio nel vetro che ricorda la montagna e i ghiacciai, in linea col progetto ‘Wild purity project’ che caratterizza la comunicazione attuale (vedi news del 16 gennaio). Il colore argento dell’etichetta è per la naturale e il blu per la versione frizzante.

Il
lancio della referenza per il canale Ho.Re.Ca col logo Valtellina coincide con il rilancio del marchio territoriale che caratterizza i prodotti agroalimentari tipici della regione. Levissima ha ottenuto dalla Camera di Commercio di Sondrio nel 2012 la certificazione di responsabilità sociale locale, un riconoscimento che si ottiene rispettando disciplinari di qualità. A partire dalla certificazione, Levissima si fregia ora del marchio Valtellina e a sua volta lo valorizzerà diffondendolo, visto che saranno decine di milioni le bottiglie che raggiungeranno il mercato nazionale. Diventerà così ambasciatrice del territorio e dei prodotti tipici che hanno ottenuto il marchio collettivo geografico, e che sono rappresentati dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina, come i formaggi Dop Casera e Bitto, i vini Docg Sforzato e Valtellina Superiore, la Bresaola Igp, la Mela Igp, il Latte fresco, il formaggio Scimudin, i Pizzoccheri, il Porcino della tradizione valtellinese e il prosciutto Fiocco di Valtellina.

Le nuove bottiglie di Levissima verranno distribuite in tutta Italia, con l'intenzione, da parte del marketing, di farne un oggetto aspirazionale presso i ristoratori e un'icona della marca. Verrà creato un circuito di ristoranti che l'adotteranno, che avranno visibilità sul sito di Levissima attraverso una guida on line, oltre che sulla pagina Facebook e su materiale promozionale dedicato.



Tre mini spot di prodotto dal virale ‘Potere e Salumi’ di Fiorucci. In lancio QB

In tv per un mese tre tagli da 15” dallo spot di McCann WorldGroup Italia in stile mockumentary sulla corruzione nel Nord Italia. Protagonisti la Mortadella Suprema da taglio e in formato pallina, e QB- Quanto Basta, nuova linea in busta anti crisi

19 aprile 2013 - Va in onda dal 21 aprile al 24 maggio in tv il primo flight della campagna Fiorucci ‘Potere e salumi’, con tre tagli da 15” del filmato da 90” in stile mockumentary, firmato da McCann WorldGroup Italia e prodotto da Mercurio, centrato sul tema della corruzione nel Nord Italia e in cui i salumi prendono il posto delle mazzette (vedi news del 28 febbraio). Dopo il debutto sui social alla vigilia delle elezioni, il film era andato in tv una sola volta nel formato completo, cogliendo l'occasione della serata post elezioni di lunedì 26 febbraio. Poi ha continuato a vivere su Youtube, sulla pagina Facebook di Fiorucci e sul sito www.potereesalumi.it arrivando a totalizzare ad oggi - si stima in Fiorucci - qua
si 18 milioni di visualizzazioni.

Ora i tre tagli da 15” mettono al centro tre referenze della casa: la nuova linea QB di affettati pronti da gustare, dove le confezioni passano tra le mani di pochi privilegiati e di contrabbandieri; la mortadella Suprema al taglio al centro di un’indagine su chi ne ha fatto un uso criminoso e la mortadella Suprema in formato a pallina, le cui confezioni vengono nascoste e trafugate. Il claim, declamato dal pubblico ministero ai media, è “Il sapore diFiorucciè un diritto di tutti” seguito dal pay off “A ognuno la sua fetta”.

QB-Quanto Basta, protagonista di uno degli spot, è la nuova linea 'anti-crisi' di affettati vari in busta, in confezione maxi (da famiglia) dai 160 ai 190 gr. e in confezione base (da single) dai 65 agli 85 gr., che offre qualità a prezzo contenuto ed evita gli sprechi grazie alla confezione richiudibile. Un’altra novità sono le versioni più grandi delle palline di Mortadella Suprema, Prosciutto Cotto e Tacchino al Forno che vengono vendute ora anche in taglio da 275 gr, oltre alla versione da 150 gr. Tra le altre molte novità proposte da Fiorucci, come la nuova gamma di arrosti di pollo e tacchino, merita un cenno a parte l’innovazione di Noce Prosciutto, un salame magro con solo l’11% di grassi poiché fatto con la parte più nobile del prosciutto. Sempre a base di carne da prosciutto, c’è il già collaudato e magro PanProsciutto di cui uscirà una versione a fetta ridotta.





Birrificio Angelo Poretti rinnova la ricetta della 7 Luppoli Estiva

È in commercio da aprile a settembre la nuova ‘Non filtrata ai 7 Luppoli L’Estiva’. Insieme alle altre 5 referenze della casa è promossa dal contest di ricette ‘Cuciniamo con i luppoli’, in collaborazione con Cookaround

18 aprile 2013 - Torna la birra estiva in edizione limitata, con una ricetta totalmente rinnovata, del Birrificio Angelo Poretti (gruppo Calsberg Italia). È la nuova ‘Non filtrata ai 7 Luppoli L’Estiva’, studiata contro la sete, con un gusto deciso, in distribuzione da aprile a settembre, È una birra di carattere, non filtrata, lievemente ambrata, dissetante grazie alla nota amara, di grado alcolico medio (5,6% in volume). Oltre che in bottiglia da 33 cl, la Non Filtrata ai 7 luppoli L’Estiva è distribuita anche alla spina, con la tecnologia di spillatura DraughtMasterTM Modular 20 messa a punto da Carlsberg Italia che garantisce freschezza e qualità nel rispetto dell'ambiente: invece che i fusti in acciaio usa fusti in Pet totalmente riciclabili e non c'è utilizzo di Co2 aggiunto.

Come le altre cinque referenze dello storico birrificio della Valganna (3 Luppoli, Originale 4 Luppoli, Bock Chiara 5 Luppoli doppio malto, Bock Rossa 6 Luppoli doppio malto e la 7 Luppoli in versione invernale), anche la nuova specialità estiva è adatta a essere accostata ai piatti della cucina italiana. Alma, Scuola Internazionale di Cucina Italiana, ha creato delle ricette originali che sono consultabili sul sito www.birrificioporetti.it.

Altre ricette per tutte e sei le referenze
potranno essere suggerite da scuole di cucina e da consumatori a cui è rivolto il contest che prenderà il via il 6 maggio a titolo ‘Cuciniamo con i luppoli’ promosso in collaborazione con Cookaround, portale di ricette, ingredienti e consigli utili del gruppo Banzai. Le ricette andranno caricate sul minisito creato per l'iniziativa e una giuria ne selezionerà cinque per ogni tipo di birra per un totale di trenta finaliste. Tra queste saranno i voti degli utenti a decretare tre vincitrici, mentre tutte e trenta entreranno nell'iBook ’Cuciniamo con i luppoli’ che sarà scaricabile dal sito di Cookaround.com e pubblicato sullo store di Apple. I tre autori delle ricette vincenti passeranno un week end da ‘foodies’ a Parma con una Masterclass presso la Scuola Internazionale di Cucina Italiana Alma.

Non è prevista per la 7 Luppoli estiva una campagna pubblicitaria. In comunicazione va invece la 3 Luppoli, la chiara e leggera del gruppo, con un primo flighton air da prima di Pasqua a metà aprile su retiMediaset, a cui ne seguirà un secondo a maggio. Lo spot è stato ideato internamente in collaborazione con la casa di produzioneCinestudio.


Errani testimonial di Gatorade

La campionessa bolognese entra nel team di tennisti sponsorizzato dal soft drink ed è protagonista con Flavia Pennetta della campagna stampa

16 aprile 2013 - Sara Errani entra nelle fila del team di tennisti sponsorizzato da Gatorade e sarà testimonial dello spot drink per i prossimi due anni. Tra le altre campionesse di tennis legate al brand ci sono Serena Williams a livello internazionale e Flavia Pennetta in Italia. La notizia si lega al rinnovo da parte di Gatorade della partnership con gli Internazionali BNL di Roma 2013.

Sara Errani diventa così protagonista accanto a Flavia Pennetta della campagna stampa che presenterà anche una piattaforma di allenamento per amanti di tennis, calcio, corsa, ciclismo e fitness.

La bolognese Sara Errani è attualmente al 1 posto nel ranking Wta del doppio, insieme alla compagna Roberta Vinci, e al 7 posto per il singolare, unica italiana della top10.


La Bottega di Olivia&Marino approda in televisione

In tre spot da 10” di Nadler Larimer & Martinelli il tema dell'Aperisfizio da gustare a casa coi prodotti da forno del marchio

15 aprile 2013 - La Bottega di Olivia&Marino vara la sua prima campagna televisiva con tre spot da 10” firmati da Nadler Larimer & Martinelli, con l'obiettivo di incrementare la brand awareness della marca ed esaltare le qualità dei prodotti da forno dedicati al momento dell'aperitivo. A centro il tema che “il vero happy hour è a casa tua” sottolineando il posizionamento del marchio: “c'è sempre un buon motivo per gustare un Aperisfizio”.

Ogni soggetto propone un momento che rappresenta con ironia e leggerezza uno spaccato di intimità tra mura domestiche in cui sfizio e gusto dell'aperitivo la fanno da padroni. Gli spot saranno on air in tv e web fino a metà settembre. La produzione è di Brw e la regia è di Marco Bellone e Giovanni Consonni. La musica è di Music Production.


Una ‘rossa Aperol’ alla prima in tv per 3,2,1… Aperol Spritz!

Parte in tv la nuova comunicazione firmata da Jwt con regia di Luca Lucini che descrive il cocktail come trasversale e perfetto in diversi luoghi e occasioni sociali

11 aprile 2013 - Parte domenica 14 aprileil nuovo spot per Aperol Spritz con protagonista una nuova ‘rossa Aperol’, Giada Lazzaro, giovane attrice veneta alla sua prima apparizione in tv. Diretto da Luca Lucini, lo spot 3,2,1… Aperol Spritz! mostra la preparazione del cocktail aperitivo, attraverso un ‘countdown’ che illustra quanto serve per prepararlo: ricetta, amici, ora del tramonto, ovvero il tipico momento del divertimento in compagnia.

La nuova comunicazione vuole descrivere il cocktail come trasversale e perfetto in molteplici occasioni sociali il gruppo di amici, la coppia e in diversi luoghi la casa, il mare, il bar, la baita in montagna.

La campagna &egra
ve; ideata daJwt, nuova agenzia di comunicazione di Aperol, con coordinamento di Sergio Rodriguez, chief creative officer & vice president. La colonna è Love Shake dei B-52’s. Lo spot prevede formati da 30” e da 15” che saranno in onda su Sky, sul digitale e sui principali canali generalisti. In contemporanea parte la campagna web su siti di contenuto televisivo e portali di informazione.

Per chi fosse interessato alla ricetta che scatena il divertimento, ecco la formula del 3, 2, 1:
3 parti di Prosecco Doc Cinzano, 2 parti di Aperol, 1 spruzzo di soda, ghiaccio e una fetta di arancia.



Sport, atleti e vini si incontrano a Vinitaly

La Camera di Commercio di Verona promuove i vini vincitori del concorso enologico Verona Wine Top 2012 con incontri allo stand L'Arena del Vino con sportivi top. Anche un concorso fotografico online

8 aprile 2013 - Sport e vino, binomio inconsueto che si realizza a Vinitaly, in corso a Verona fino al 10 aprile. Inconsueto ma non sorprendente: si sa che il vino di qualità bevuto a dosi ragionevoli ha effetti benefici sul fisico. La Camera di Commercio di Verona promuove nello stand L'Arena del Vino i vincitori del Concorso enologico Verona Wine Top 2012 con una serie di appuntamenti che vedranno alternarsi in diversi momenti della giornata atleti top di varie discipline. Tra questi, per citarne solo alcuni, oggi alle 12 il Verona Calcio Femminile, Paola Pezzo (mountain bike), Francesca Porcellato (atletica, sci nordico), Michela Brunelli (tennistavolo), Carlo Piccoli (nuoto) e poi alle 14 Kristian Ghedina. Domani ci saranno, tra gli altri, il BluVolley Verona Marmi Lanza e F. M. Cus Verona Rugby femminile e maschile. Mercoledì alle 12 toccherà al Football
Americano.

Nello stand sono previste degustazioni guidate da sommelier, gratuite per il pubblico, con 109 etichette. Verrà illustrato il Concorso fotografico, collegato a Verona Wine Top 2012, che invita a caricare foto di momenti in cui il vino è protagonista di occasioni di socializzazione e convivialità, per essere votate su photo.veronawinetop.it. previsto infatti, oltre al Premio Giuria Tecnica, anche un Premio Giuria Online. In palio una selezione di vini vincitori del Concorso enologico.
Il programma degli incontri con gli sportivi >>



Heineken premia l'immaginazione con la finale della Champions

Spot sul web di W+K Amsterdam promuove il concorso che mette in palio posti allo stadio Wembley o a un party vip dedicato a Ibiza

2 aprile 2013 - Heineken, sponsor della Coppa Uefa Champions League, lancia sul web lo spot ideato daWieden+Kennedy Amsterdam, che conclude la campagna integrata Road to the Final che celebra la sponsorizzazione giunta al settimo anno. Nel film un fan che ottiene un biglietto per assistere alla finale affronta ogni tipo di ostacolo, grazie a inventiva e intraprendenza, per raggiungere lo stadio di Wembley dall'altra parte del mondo, giungendo un attimo prima del calcio di inizio.

Il progetto Road to the Final ha coinvolto i fan attraverso i social, invitandoli a utilizzare l'immaginazione per partecipare a un gaming online con cui riuscire ad avere un posto per la finale. Il film promuove il concorso che mette in palio la possibilità di assistere alla finale al Wembley Stadium il 25 maggio, oppure di trascorrere il weekend della finale a Ibiza, ospiti di Heineken, e lì seguire la partita insieme a star e vip. Saranno 250 i fan che potranno partecipare al grande party che combinerà calcio e musica.




Coca Cola offre un bicchiere in pi agli italiani

All'insegna di Gratis un bicchiere di felicità in più, parte la campagna di comunicazione integrata di McCann Milano che annuncia la nuova strategia promozionale del marchio. Testimonial Federico, presidente diciassettenne

2 aprile 2013 - Preannunciata da due video virali teaser e da una pianificazione digital, è on air la più imponente campagna pubblicitaria prevista da Coca-Cola in Italia per il 2013. Giocata su toni ironici, promuove in aprile e maggio su radio e tv una nuova offerta commerciale, con supporto di attività promozionali outdoor e annunci stampa.

Nei teaser su Youtube (vedi news del 20 marzo), si annunciava che il diciassettenne Federico, studente di Cesena, neo-nominato presidente di TUTTA la Coca-Cola stava per lanciare una rivoluzione. Il piano è ora rivelato: regalare un bicchiere di felicità in più. La promozione consiste infatti nel regalare 250 ml di Coca-Cola in più nei formati più diffusi di bottiglie destinate al consumo familiare, per tutta la gamma, ovvero per Coca-Cola, Coca-Cola light, Coca-Cola Zero e Coca-Cola senza caffeina.

Il protagonista Federico, volto nuovo in tv, sorridente e positivo, si identifica con i valori di ottimismo, felicità e condivisione propri della marca. Firma la campagna di comunicazione integrata Mc Cann di Milano, con direzione creativa esecutiva di Alex Brunori . La produzione è di Blekbuk e la regia di Istok Tornjanski. Il media è a cura di Starcom Italia.


Cynar rende lieti i finali pesanti

La leggerezza del dopo pasto promessa dall'amaro si estende agli avvenimenti del presente e del passato nel progetto di comunicazione di Havas Worldwide che coinvolge territorio e web

28 marzo 2013 - Con un progetto integrato di comunicazione sul territorio e sul web, il classico amaro Cynar (gruppo Campari) veicola la promessa di aiutare a digerire concretamente i finali pesanti estendendo il concetto del dopo pasto ad avvenimenti del presente e del passato.

Nei bar e nei ristoranti appaiono messaggi sulle bustine di zucchero che riportano finali inediti nel cinema, nella storia, nella letteratura o nell'attualità. Sul web, invece, i followers di Cynar vengono invitati ad alleggerire i finali con creatività. Nel sito www.cynar.it la sezione controifinalipesanti propone agli utenti di interagire postando e condividendo finali divertenti per storie di ogni tipo che meritano di essere alleggerite. I 100 migliori finali saranno pubblicati sull'e-book The happy end.

All'operazione integrata ha lavorato Havas Worldwide Milano con direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro.



Alce Nero promuove il bio off e online

Campagna di comunicazione integrata a cura di Linkage Adv per di diffondere la cultura e i benefici di una alimentazione sana e naturale. Il consumatore invitato a incontrare i soci sul campo

25 marzo 2013 - Alce Nero, gruppo che riunisce oltre mille agricoltori biologici, apicoltori e produttori con sede nel bolognese, vara un piano di comunicazione integrata, con creatività e media cura di Linkage Adv, che coinvolge i canali off e online. Sono previsti uno spot televisivo, annunci stampa, portali web di cucina, benessere, green e lifestyle, partecipazione a eventi speciali come Cibo a Regola d'Arte del gruppo Rcs e Food Experience e operazioni di product placement a Cook&Books Academy, la scuola di cucina di Mondadori, e sui principali programmi televisivi enogastronomici (La prova del Cuoco su Rai Uno; Fuori di Gusto su La7 e Sua eccellenza Italia su Gambero Rosso).

Inoltre il consumatore potrà incontrare i soci agricoltori e apicoltori nei loro campi e nelle loro aziende di trasformazione per vedere e conoscere come nascono i prodotti Alce Nero.

Al centro della comunicazione con claim Alce Nero. Una parte di te' c'è l'immagine rassicurante di una parte del viso di una donna giovane, moderna, dinamica, appagata con cui identificarsi. Invita a condividere la scelta di produrre e nutrirsi con un cibo che viene da unagricoltura rispettosa della terra e delluomo. L'orecchino di piume richiama al mondo degli indiani pellerossa di Alce Nero, un Sioux Lakota medico e predicatore che si è sempre battuto per il rispetto della Terra.


Da Lactalis in joint con Nestlé il Baci Perugina yogurt

Dalla joint venture tra i due gruppi nasce lo yogurt con nocciole intere ricoperte di gianduia e cioccolato secondo la ricetta del Bacio. Per il lancio, azione di street marketing a Milano, col volo di migliaia di palloncini azzurri

18 marzo 2013 - Novità di prodotto da Lactalis insieme con Nestlé: il nuovo Baci Perugina yogurt, una varietà cremosa con nocciole intere ricoperte di gianduia e cioccolato che replicano la ricetta del Bacio. Lo yogurt è prodotto da Lactalis Nestlé Prodotti Freschi, una joint venture tra Gruppo Lactalis e Gruppo Nestlé nel settore dei prodotti refrigerati a base di latte.

Lo slogan tradizionale “Chi ama, Baci!” si applica anche al nuovo prodotto, che apre una serie di ulteriori referenze di Lactalis Nestlé Prodotti Freschi come Perugina yogurt con quadretti di cioccolato al latte e Perugina yogurt con quadretti di cioccolato fondente.

Per il lancio, &
egrave; stata realizzata una spettacolare iniziativa di street marketing in piazzale Cadorna a Milano, dove il cielo alle quattro del pomeriggio si è tinto di azzurro per il lancio di migliaia di palloncini su cui era stato scritto un pensiero d'amore, in linea con la tradizione dei messaggi sui cartigli dei Baci. Tra il pubblico presente, che dalle 10.30 del mattino è stato accolto nell’area riservata per scrivere il proprio pensiero, sono stati distribuiti più di 6.000 campioni del nuovo yogurt con i Baci Perugina.


Con The Red Italia Edition, Red Bull lancia l'energy drink da aperitivo

Prodotto in esclusiva per l'Italia, sa d'arancia e contiene chinino, è contenuto in una lattina rossa ed è distribuito nei canali Horeca e Super Horeca. Lancio durante lo Zero Design Festival a Milano

17 marzo 2013 - Red Bull (energy drink) lancia in esclusiva per l'Italia The Red Italian Edition, l'aperitivo energetico analcolico che dà la carica per la serata. Studiato per il gusto italiano, ha colore rosso brillante, e, come Red Bull, contiene taurina e caffeina, ma con un sapore nuovo, caratterizzato dal dall'aroma d'arancia e dalla presenza del chinino che conferisce quel tanto di amaro che rende la nuova bevanda adatta per l'aperitivo e come base per i cocktail.

La lattina di Red Bull The Red Italian Edition è rossa. Sarà disponibile solo in Italia da aprile nei canale Horeca e Super Horeca.

Per il lancio, Red Bull si è unito allo Zero Design Festival, primo organizzato da Edizioni Zero, in anticipo di un mese sul Salone del Mobile di Milano, da 15 al 17 marzo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. All'interno si è svolto il Red Bull Design Workshop, laboratorio live durante il quale quattro squadre di studenti del POLI.design hanno progettato dal vivo un prodotto pensato appositamente per The Red Italian Edition. Il progetto vincente sarà realizzato e esposto in occasione della Design Week dal 9 al 14 aprile.


Contest di Diageo per bartender per creare un luxury spirit

Diageo cerca un'idea di prodotto con Show Your Spirit. Una volta raffinato, entrerà tra i brand Reserve e, sostenuto da una campagna di marketing, frutterà all'autore il 5% netto dei ricavi delle vendite per i primi 5 anni

14 marzo 2013 - Diageo propone ai bartender europei (barman esperti in cocktail) l'iniziativa Show Your Spirit, creata da World Class, che dà l'opportunità di competere tra loro per co-creare un nuovo liquore o spirit che entrerà tra i brand Reserve, i luxury spirit di Diageo. Il vincitore riceverà il 5% netto dei ricavi delle vendite per i primi 5 anni dal lancio mentre un altro 5% dei ricavi netti verrà investito in un fondo per iniziative dedicate ai bartender.

I bartender dovranno avere l'idea, Diageo raffinerà il prodotto e lo lancerà con una campagna di marketing. Tra le proposte degli sfidanti, la giuria di esperti sceglierà le migliori tre per svilupparle, mentre gli stessi bartender e il pubblico voteranno tra venti concorrenti un altro finalista. I quattro vincitori accederanno al Centro d'innovazione tecnica mondiale della Diageo per sviluppare il loro prodotto in vista della finale. Il vincitore assoluto sarà annunciato il 24 maggio.

Info su http://showyourspiritcompetition.com, sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/WorldClassItalia, su Twitter @ShowYourSpirit.


Coffee Day in Autogrill per celebrare un anno di Storie del caffè di Kimbo

Caffè e cioccolatino in offerta a tutti negli oltre 600 Autogrill per il primo anno del brand di caffè della Kimbo. Parte il contest Caffè d'artista

12 marzo 2013 - Si celebra oggi 13 marzo il primo anno di Storie di Caffè, la gamma sviluppata da Autogrill in partnership con Kimbo, inserita in circa 600 bar Autogrill della rete italiana e in oltre 2.000 punti vendita di Austria, Svizzera, Germania, Belgio, Francia, Olanda, Grecia, Repubblica Ceca, Polonia e Spagna. Oltre 100 milioni di tazzine servite dal lancio di Storie di Caffè ad oggi.

Si replica oggi il Coffee day, giornata in cui ai clienti viene offerto gratuitamente un espresso accompagnato da un cioccolatino (vedi news del 13 febbraio), iniziativa che l'anno scorso ha visto 330.000 caffè offerti ai viaggiatori.

Domani partirà poi il contest grafico Caffè d'artista che invita a disegnare una storia di caffè che sarà pubblicata sul sito www.storiedicaffe.it. I disegni più votati diventeranno i protagonisti delle nuove bustine di zucchero Autogrill. I bozzetti possono essere consegnati nei punti vendita o inviati al sito. C'è anche un'app free per smartphone, che legge i fondi del caffè da condividere sul proprio profilo Facebook.

Il brand Storie di Caffè è stato creato dall'agenzia M&C Saatchi con l'obiettivo di
trasmettere l'insieme dei valori qualità ed emozione - legati al consumo durante il viaggio. Tre le tipologie: Quotidiano,espresso energizzante del mattino; Racconto, miscela premium in edizione limitata; Romanzo, caffè dessert.


Con Bacardi a un party a Maiorca con Rafael Nadal

Il concorso ‘Mix with Rafa’ mette in palio la possibilità di conoscere il campione di tennis e promuove il bere responsabile

4 marzo 2013 - Riparte la campagna Champions Drink Responsibly di Bacardi Limited col lancio di Mix with Rafa, un concorso che mette in palio la possibilità di conoscere il tennista spagnolo Rafael Nadal e nel contempo promuove un consumo moderato e responsabile delle bevande alcoliche, invitando il pubblico a rispondere a domande sul tema.

Per partecipare bisogna diventare fan della pagina Facebook dedicata (www.facebook.com/ChampionsDrinkResponsibly) cliccando mi piace. Poi fino al 18 aprile si potrà accedere all'app Champions Party e rispondere a tre semplici quiz sul bere responsabile. Dopo aver risposto correttamente si potranno inserire i propri dati per accedere all'estrazione finale.

Il vincitore , insieme a un accompagnatore, volerà a Maiorca dal 19 al 21 luglio per un weekend in cui parteciperà al party dei campioni The Champions Party, animato da deejay internazionali e in cui si serviranno cocktail e mocktail (cocktail analcolici) di Bacardi. Durante il party potrà incontrare e conoscere personalmente il campione.

Tutti coloro che si saranno registrati potranno fare il download della Champions Music Playlist o ascoltarla in streaming.


Sfide sui social tra i fan e i gusti delle Pringles

Per far conoscere i nuovi gusti, ogni venerdì un nuovo video interattivo su Facebook e Youtube a titolo 'Fan Versus Flavour' invita la community a indovinare chi vincerà il testa a testa. Campagna di Glue Isobar in area Emea

2 marzo 2013 - Parte in tutta l'area Emea la campagna di Pringlesper promuovere il gusto Sour Cream & Onion, il preferito dagli italiani, migliorato e intensificato. Creata daGlue Isobar, la campagna a titolo 'Fan Versus Flavour'è in linea con quella generale di Pringles'Bursting with flavour'(Il gusto si scatena) con messaggio 'unexpected fun' (divertimento inaspettato). L'obiettivo è di attivare uniniziativa digitale coinvolgente, rivolta al target giovane di riferimento, per fare conoscere i nuovi gusti di Pringles.

Un video interattivo su FacebookeYouTube ha per protagonista un fan di Pringles che affronta in una serie di divertenti testa a testa il potere di ogni gusto. Ogni venerdì, per 4 settimane, viene presentato in anteprima un video, che presenta un fan e la sfida che lo aspetta. La community dei fan di Pringles su Facebook scoprirà così i nuovi gusti, partecipando con l'indovinare chi vincerà: Fan or Flavour?

A supporto della presenza dei video sui social sono previsti un display online integrato, social media e una campagna di relazioni pubbliche.





Activia protagonista sui video wall nel centro di Milano

La nuova campagna out of home per lo yogurt di Danone, messa a punto da Mindshare e Kinetic, si aggiunge a tv e web, con continuità creativa

28 febbraio 2013 - Mindshare e Kinetic hanno messo a punto la nuova campagna out of home di Activia di Danone con l'obiettivo di dare non solo visibilità al brand ma anche differenziarlo nelle scelte di pianificazione per renderlo unico e distintivo.

A tv e web in sinergia, che sono cardini consolidati e inamovibili per il brand, è stata aggiunta l'affissione in Lombardia (dinamica, pensiline e medi formati) e in più una particolare presenza digital out of home nel centro di Milano. Dei video wall sono stati installati in piazza San Babila, corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo e via Marghera, massimizzando l'appeal e il dinamismo della comunicazione.

La campagna, ideata e pianificata da Mindshare e Kinetic con adattamento di H-art,
fa parte della nuova comunicazione di Activia la pancia che sorride”. I video wall hanno una continuità creativa con quella web con alternanza di soggetti in cui protagoniste sono donne comuni.

La ricerca Kinetic Smash, attivata da Danone, consentirà poi la misurazione dellimpatto
dellout of home sullincremento dellawareness e delle vendite.


Fiorucci crea engagement con la campagna Potere e Salumi

Il film in stile mockumentary di McCann debutta sui social alla vigilia delle elezioni e va in tv una volta sola subito dopo, denunciando la corruzione nel Nord coi salumi al posto delle mazzette. Scoppia la discussione in rete. Così si amplia la brand awareness in un mercato iper frammentato anche con un budget limitato

28 febbraio 2013 - Fiorucci coglie al volo l'occasione delle elezioni per dare il via al programma di comunicazione 2013 con un format decisamente insolito per un produttore di salumi, normalmente voglioso di decantare soprattutto qualità e bontà della produzione. In autunno il brand, acquisito un anno e mezzo prima dalla multinazionale di casa madre madrilena Campofrio Food Group, aveva presentato la nuova brand identity e il riposizionamento come Norcineria Italiana, primo passo per il rilancio e la riapertura del discorso con i consumatori (vedi news dell'11 ottobre).

Alla vigilia delle votazioni è stato messo in rete, sulle piattaforme social, tra cui Youtube e la pagina dedicata su Facebook, il film da 90 secondi in stile mockumentary (fa il verso a un documentario) in cui si parla di corruzione e tangenti in Lombardia, argomento di forte attualità, ma in cui, con lucida ironia, al posto delle mazzette l'oggetto di scambio sono partite di salami e prosciutti. Deflagra Prosciuttopoli, 30 chili di mortadella inducono a cambiare destinazione a unarea agricola, negli uffici si nascondono le prove passando salami nel trita-documenti, vengono emesse 520 ordinanze di custodia cautelare, si confiscano 852 tonnellate di salumi e il pubblico ministero dichiara ai media che il sapore di Fiorucci è un diritto di tutti.

Assai ben congegnato e di impatto, lo spot è passato poi in televisione, una volta sola in prime time su tutte le reti, la sera di martedì 26 febbraio. Ma intanto, insieme a Prosciuttopoli, era già deflagrata la discussione in rete, da una parte i fautori e dall'altra le anime belle scandalizzate per la mercificazione di una problematica tanto scottante.

L'agenzia McCann Worldgroup, che da un anno affianca Fiorucci nell'operazione di rilancio, ha colto la sfida dellazienda di far parlare del brand con una comunicazione di rottura, come ha sottolineato l'a.d. di Fiorucci Athos Maestri, facendo tesoro di un budget limitato per un prodotto di largo consumo, visto che Fiorucci investirà 4 milioni in tutto il 2013. Agenzia e azienda stanno già cogliendo i primi frutti, dato che la campagna Potere e Salumi sta dimostrando la sua capacità di creare engagement e di ampliare la brand awareness in un mercato iper frammentato: la pagina Facebook dedicata ha già 23mila fan, sono arrivate a 8,5 milioni le visualizzazioni, 1.000 sono già i commenti, per metà positivi e per metà negativi. Ne ha anche parlato Il Fatto Quotidiano (stigmatizzando).

Del film, ideato con direzione creativa esecutiva di Alex Brunori, prodotto da Mercurio Cinematografica e diretto dall'argentino Nico Perez Veiga, verranno estratti dei tagli da 15 e 10 che andranno in tv in aprile. In maggio ci saranno anche attività sul punto vendita e promozioni al consumo.

Dopo aver chiuso il 2012 con un fatturato di 220 milioni di euro, Fiorucci conferma l'obiettivo di raggiungere quota 300 milioni in un triennio. Forte nel Centro e nel Sud, il brand punta ad ampliare la distribuzione nel Nord, e recentemente è entrato nelle catene Bennet ed Esselunga. Quanto alle novità di prodotto, ad aprile lancerà la nuova linea anti-crisi di affettati QB. Quanto Basta (tutta la bontà senza sprechi) che promette qualità a prezzo contenuto.





In arrivo in Italia snack e biscotti Cuétara e il cacao ColaCao

Grazie a un accordo con il colosso spagnolo Nutrexpa, Icat Food distribuirà i due brand, entrando nel mercato degli snack salati e in quello della prima colazione

26 febbraio 2013 - Dopo aver acquisito da Doleo il marchio di olive nere Alisa, Icat Food, azienda genovese che distribuisce conserve ittiche e vegetali, entra in due nuovi segmenti di mercato, quello degli snack salati e quello della prima colazione.

Grazie a un accordo con la multinazionale di casa madre spagnola Nutrexpa, distribuirà in Italia il marchio Cuétara (linea di snack salati e linea per la prima colazione) e il brand di cacao solubile ColaCao, leader assoluto in Spagna, mercato in cui il consumo di polveri a base di cioccolato è il più
alto al mondo.

Col marchio Cuétara vengono venduti i Krit Crackers, i Krit Canapè ( originale, con sesamo e origano, con olive nere e a breve anche con bacon), i Krit Pub-M
ix e i Krit Krititas (salatini da party e da aperitivo) e i Krit al formaggio.

Per quanto riguarda la linea colazione, arriveranno in Italia i biscotti Tosta Rica per i più piccoli, ricchi di minerali e con 6 vitamine, senza colesterolo e oleosan, e il brand icona in Spagna ColaCao, modificatore del latte al cacao per la colazione del mattino

Ad oggi sono 15 i marchi nel portfolio di Icat Food, tra cui i più noti sono Consorcio, Moro e Angelo Parodi. Nel 2012 ha registrato un fatturato di 90 milioni di euro con una quota del 5% in Italia nelle conserve ittiche. Per i nuovi brand l’azienda genovese punta anche all’inserimento nel catering dove già opera con altri marchi e referenze.



Talento e Taleggio vanno di pari passo

Il Consorzio Tutela Taleggio punta a incrementare la frequenza d'acquisto e a dimostrare la versatilità del prodotto con tre spot per tre ricette, firmati da McCann Worldgroup

21 febbraio 2013 - Il Consorzio Tutela Taleggio approda in tv per mettere in luce il potenziale sottovalutato del prodotto, facendolo riscoprire versatile e capace di trasformare ogni ricetta. il tema della campagna ideata da McCann Worldgroup che andrà in onda su La7 dal 24 febbraio al 9 marzo con ripresa in autunno, con media a cura di Initiative.

Con l'obiettivo d'incrementare la frequenza d'acquisto, tre spot presentano ciascuno una ricetta, che dimostra il talento di chi la prepara grazie al Taleggio. Il claim Taleggio DOP. Talento in cucina gioca sull'assonanza tra il nome del formaggio e la parola talento, riferita sia ai protagonisti degli spot che al Taleggio stesso. Le ricette verranno pubblicate su Facebook (facebook.com/taleggiatori).

Gli spot sono prodotti da Kume con regia diLuca Perazzoli. Durano 20 secondi con adattamenti a 7.


Il Parmigiano Reggiano si degusta anche online

Originale corso di formazione sensoriale, ideato da Tribe Commmunication, sul sito del Consorzio Parmigiano Reggiano e sull'app su Facebook per scoprire le caratteristiche del prodotto

19 febbraio 2013 - online l'iniziativa ideata da Tribe Communication per Parmigiano Reggiano: Parmigiano Reggiano Academy - Il gusto di conoscere. Si tratta di un corso di formazione sensoriale attraverso il web con cui scoprire le caratteristiche distintive del famoso formaggio.

Dopo una fase teaser, è disponibile sul sito del Consorzio del Parmigiano Reggiano e sull'applicazione della pagina Facebook (https://apps.facebook.com/pracademyapp/) il primo step del corso dedicato al tatto e alla vista. Un video tutorial realizzato da Tribe insegna come riconoscere la struttura tipica nelle diverse fasi di stagionatura e le principali caratteristiche sensoriali.

A video concluso, dopo congruo allenamento gustando il prodotto, si possono mettere alla prova le conoscenze acquisite sostenendo un quiz di 5 domande. Chi risponde correttamente a tutte si qualifica Palato Raffinato di primo livello.


Caffè Kimbo celebra i cinquant'anni con Coffee Day e mostra

Il brand napoletano offrirà un caffè e cioccolatino in Autogrill il 13 marzo e il 14 inaugurerà a Castel Sant'Elmo la mostra ‘Bellebbuono. Napoli improvvisamente’

13 febbraio 2013 - Kimbo, il brand di caffè napoletano prodotto da Caffè do Brasil (insieme a Tazza d'Oro e a Kosè) e fornitore ufficiale dal 2011 del Teatro alla Scala di Milano, celebra i cinquant'anni con una serie di iniziative rivolte ai consumatori e al trade. Si parte il 13 marzo, giorno che negli Autogrill sarà Coffee Day, con cui celebrare oltre al 50 compleanno anche il 1 anniversario del brand Storie di Caffè, gamma sviluppata in partnership e servita in circa 600 Autogrill e in 2.000 punti vendita di dieci Paesi europei. Nel Coffee Day verrà offerto un espresso gratis e un cioccolatino, si stima ne usufruiranno circa 350.000 consumatori-viaggiatori.

Il giorno dopo verrà inaugurata a Napoli a Castel Sant'Elmo la mostra Bellebbuono. Napoli improvvisamente, aperta al pubblico gratuitamente fino al 1 apri
le: circa 40 opere tra dipinti, disegni, fotografie e porcellane, che raccontano la città e le sue suggestioni. Cafè do Brasil ha anche contributo al restauro dei cinque dipinti che decoravano la chiesa di Sant'Erasmo sulla Piazza d'Armi di Castel Sant'Elmo e per l'inaugurazione della mostra le opere saranno ricollocate nelle nicchie che le ospitavano e la chiesa sarà riaperta al pubblico.

Infine Kimbo darà il via a una serie di promozioni al consumo su tutti i punti vendita in cui è distribuito, attività in cui comparirà illogo celebrativoideato dall'agenziaAdversa. Allo studio anche una campagna per la ricorrenza.


Fame e febbre del sabato sera si curano al McDonald's

Revival anni 70, col flash mob sulle note della colonna sonora del mitico film e con la campagna di Tbwa/Italia, per pubblicizzare i due nuovi panini Saturday Night e Disco Fever

1 febbraio 2013 - Prima c'è stato un flash mob che ha coinvolto passanti e turisti il 25 gennaio al McDonald's della Stazione Termini di Roma, in collaborazione con Grandi Stazioni. Tutti a ballare sulle note dell'indimenticabile colonna sonora del film ‘La febbre del sabato sera’ e poi su altre musiche disco degli anni 70, anni che tornano nella campagna pubblicitaria firmata da Tbwa/Italia.

L'occasione è una nuova offerta della catena di fast food,
due panini inventati appositamente per ‘la fame del sabato sera’, adatti allo spuntino notturno prima di rientrare a casa, quando la maggioranza dei locali è chiusa. Si chiamano Saturday Night, tortino di patate e bacon, e Disco Fever, a base di pane al bacon e erbe aromatiche e formaggio fuso.

Lo spot mostra quattro amici gironzolare dopo essere usciti dalla discoteca ed accorgersi di avere un po' di fame. La risposta arriva da I Moderni che a bordo di una macchina rossa fiammante, dove si ascolta musica anni 70, cantano “vai, vai, vai da McDonald's“. I Moderni, che sono già stati testimonial della campagna per McItaly, hanno collaborato al progetto anche come cantanti, su musica di Ferdinando Arnò. La produzione è di The Family con regia di Luca Lucini.

La campagna prevede anche web e materiale sul punto vendita. Il media è a cura di Omd.





Acqua Sant'Anna adotta il tappo S.U.P.E.R.

Sarà la prima azienda del beverage a utilizzare l'innovativa tecnologia per la chiusura delle bottiglie. S.U.P.E.R. è acronimo per Sustainable, Unique, Productive, Easy, Reliable

31 gennaio 2013 - Acqua Sant'Anna sarà la prima azienda del beverage a utilizzare per le bottiglie la nuova tecnologia S.U.P.E.R, che combina i filetti del collo con tappi di peso estremamente ridotto, risolvendo molti problemi di funzionamento.

S.U.P.E.R. è acronimo per Sustainable, Unique, Productive, Easy, Reliable che sintetizzano i vantaggi della soluzione.
- Sustainable: la capsula è più leggera di quelle tradizionali presenti sul mercat
o,limita l'impatto energetico e la quantità di materia prima utilizzata.
- Unique: è una soluzione proprietaria, protetta da brevetti.
- Productive: riduce i tempi e quindi i costi di attrezzaggio della linea di produzione.
- Easy: l'angolo LB (leakage-breakage) positivo rende molto facile l'apertura della capsula.
- Reliable: il sistema di ‘tamper evidence’ induce l'immediata rottura della banda rendendo la bottiglia non violabile.

Sant'Anna ha adottato una tecnologia made in Italy, sviluppata da Sipa (Gruppo Zoppas Industries) e Sacni, due aziende storiche e innovative nel packaging per bevande. La nuova tecnologia di chiusura sarà applicata tanto alle bottiglie in pet che alla Bio Bottle Sant'Anna (biodegradabile senza petrolio).

Sant'Anna a fine ottobre ha registrato una quota di mercato del 12% a valore e del 10,8% a volume.


Barilla torna a parlare del valore della pasta

Tre spot di Young&Rubicam, che giocano a essere pezzi di cinema, raccontano di un piatto che è fonte di gioia, benessere e fantasia. Il leader di mercato continua il dialogo coi consumatori con storie che ispirano emozioni e fiducia

25 gennaio 2013 - Barilla torna in televisione con tre belle storie italiane, tre spot che giocano a essere pezzi di cinema e che rientrano nella tradizione delle grandi campagne che hanno fatto la storia televisiva del marchio: dagli indimenticabili ‘Rigatoni’ di Fellini dell'84 al ‘Sogno’ (2009) del bisnonno Pietro, il fondatore 135 anni fa, passando per il 60“ di ‘Treno-Dove c'è Barilla c'è casa’ dell'85 (campagna cult degli anni ottanta) e per il film epico dei 125 anni, girato da Wenders su testo di Baricco nel 2002.

Il nuovo format parla agli italiani della pasta prima che della marca, ricordando come sia un piatto capace di dare gioia alle persone, di vivacizzare il quotidiano ed essere fonte di benessere, visto che, alla faccia di tante prescrizioni dietetiche, un piatto di pasta al pomodoro apporta solo 360 calorie e il 4% di grassi. In Barilla si crede nella formula 3-3-30: 3 minuti per mangiarla, 3 ore di tranquillità perché la digestione è facile, 30 anni di benessere per chi la consuma con continuità.

In Barilla sono anche convinti che il compito di una grande marca, anzi del leader di mercato (Barilla ha il 34%), sia di sostenere il valore del prodotto di per sé. “Per noi il marketing - dice il group marketing director Giuseppe Morici - è narrazione vera, oltre che innovazione, è essere compagni di viaggio affidabili dei consumatori, con cui tenere aperto un dialogo con storie che emozionino e scaldino il cuore“.

Firmati da Young & Rubicam, i tre spot in tagli da 15“, 30“ e 45“ mettono in scena tre gruppi famigliari, la preparazione della pasta, l'arrivo in tavola: l'analogia col cinema parte con la presenza di titoli di testa che presentano con tono lieve storia e personaggi. Il primo soggetto, in onda da domenica 27, è ispirato all'Amore di una giovane coppia e ha come protagonista le penne rigate. A febbraio arriverà il 2 con il tema il Benessere con gli spaghetti e genitori e figli desiderosi di essere in forma, a maggio lo spot per le farfalle avrà per tema la Fantasia di un padre capace di inventarsi ogni giorno qualcosa. Claim: “Dove c'è pasta c'è Amore“ o “Benessere“ o “Fantasia“. Pay off: ‘Dove c'è pasta c'è Barilla’. Già sono allo studio altri soggetti. Il quarto sarà dedicato alla pasta all'uovo e metterà in scena una famiglia allargata.

La creatività è stata ideata e sviluppata dal team guidato da Vicky Gitto, global creative director con Marco Panareo direttore creativo art e Francesco Cellini copy. La produzione è di Brw Filmland e la regia di Ago Panini. La colonna sonora è originale, composta da Ferdinando Arnò. La pianificazione è a cura di Omd, con buying interno, e prevede principalmente tv, poi web e con ogni probabilità anche cinema col taglio da 45“. Alla campagna Barilla riserva i tre quarti del budget 2013, in crescita rispetto al 2012.

Intanto si annuncia che nel 2013 Barilla celebrerà i 100 anni dalla nascita di Pietro Barilla, nipote del fondatore e padre dei tre fratelli oggi alla guida dell'azienda. Primo atto, l'inaugurazione oggi a Parma di un ospedale per bambini e adolescenti di cui il gruppo ha finanziato la costruzione.





Il mondo puro di Levissima condiviso col Wild Purity Project

Un viaggio raccontato via blog in luoghi puri e incontaminati d'Italia è al centro della piattaforma integrata di comunicazione off e online ideata da Lowe Pf. National Geographic Channel ne ha tratto 7 documentari da 5' in onda dal 18 gennaio. Il prossimo viaggiatore scaturirà dal contest su wildpurityproject.it

16 gennaio 2013 - L'acqua minerale Levissima del gruppo Sanpellegrino si riposiziona in comunicazione, riaffermando la purezza come valore di marca ma portando il mondo magico e incontaminato, che da sempre la caratterizza, alla portata di tutti. Un'operazione iniziata nel 2012 e che continuerà quest’anno, che vuole creare engagement col pubblico, attraverso una piattaforma integrata di mezzi off e online, tra cui blog, social media e tv, costruita intorno al progetto ‘Wild Purity Project’ che invita a condividere esperienze ed emozioni. Partner media di Levissima nel progetto è National Geographic Channel (canale 403 di Sky), mentre ideazione, strategia di comunicazione e campagna integrata sono dell'agenzia che dal ’94 è partner del marchio, la Lowe Pf, sotto la direzione creativa di Laura Sordi.

Al centro di Wild Purity Pr
oject c'è il viaggio di 1.200 km fatto a fine autunno dalla blogger Chiara Cecilia Santamaria (http://machedavvero.blogspot.it/) e dal fotografo di National Geographic Nanni Fontana, attraverso luoghi puri e incontaminati d'Italia, dai monti della Valtellina - Levissima sgorga dalla Cima Piazzi - alla Maremma, dai boschi del Casentino ai boschi Sibillini, dal Parco Nazionale della Majella all’Etna. Col blog e le immagini di wildpurityproject.it il viaggio tra paesaggi ed emozioni è stato raccontato in diretta e lo si poteva anche seguire live su Twitter, la fan page di Facebook e Instagram. Il blog è stato visitato da 100.000 utenti unici con una permanenza media di 2 minuti.

National Geographic Channel ha tratto dal viaggio sette mini documentari da 5 minuti in Hd che saranno in onda dal 18 gennaio, ogni venerdì alle 20.55, realizzati da FoxFactory con la regia di Massimiliano Sbrolla di Zoo Factory. Non si tratta di un classico product placement sottolinea Emanuele Landi di Fox International Italy ma della creazione di un prodotto editoriale ad hoc per un cliente, capace di intrattenere in modo autonomo al di là del brand, frutto dell'alta integrazione tra i nostri reparti sales, marketing e produzione. Va detto che Levissima appare in modo assolutamente discreto e naturale nei filmati, senza ostentazione.

Il Wild Purity Project proseguirà ampliando all'Europa il viaggio alla ricerca di luoghi ed emozioni. Protagonista sarà il vincitore del Wild Purity Contest, a cui ci si può iscrivere fino al 3 marzo su wildpurityproject.it. Sempre sul sito è possibile partecipare al concorso instant win, scegliendo la foto più ‘wild’ tra le 55 postate da Nanni Fontana, con la possibilità di vincere una fotocamera Nikon D3100 o un cofanetto Dvd con documentari di National Geographic Channel.






Coca Cola affronta il problema dell'obesit

La multinazionale sensibilizza con una serie di spot i cittadini statunitensi contro gli eccessi alimentari, sottolineando l'impegno negli anni nel produrre bevande sempre meno caloriche

16 gennaio 2013 - Coca Cola affronta il problema dell'obesità con una serie di spot da due minuti che sensibilizzano contro gli eccessi a tavola. Inoltre si impegna accrescere le opzioni 'diet' nei distributori automatici di bevande. La crociata parte dagli Usa, dove da tempo è acceso il dibattito contro lo Junk food e le bibite gassate ma dove gli abitanti obesi gravi sono passati dal 4% al 7% della popolazione nell'ultimo decennio, per un totale di 15 milioni di persone.

Il tema è linea con le buone regole nutrizionistiche e anche con la guerra ai maxi formati dei drink avviata dal sindaco Michael Bloomberg di New York, dove entrerà in vigore il divieto di vendita di bibite gassate formato extralarge in ristoranti, cinema e aree pubbliche.

Il messaggio di Coca Cola è che l'aumento di peso è dovuto al consumo di calorie in eccesso, e non tanto al consumo di bibite gassate. Coca Cola ricorda nel primo spot 'Coming Together', realizzato daBrighthouseeCitizen2, che man mano nel tempo ha prodotto bevande a minor apporto calorico e conferma il suo impegno nel produrre, distribuire e promuovere bevande di questo tipo, in linea con la lotta all'obesità. Nel secondo spot, che andrà in onda anche in occasione del Super Bowl, inviterà a una vita più dinamica, mostrando con quali attività, tipo il ballo o gli esercizi in palestra, si possono bruciare le calorie di una lattina (140).






Con Intimità di sapori il food di qualità diventa articolo da regalo

Sar in 150 negozi di oggettistica e regalistica da gennaio una linea di t, tisane, infusi prodotta da Ferri 1905 su iniziativa di Egan. Poi arriveranno il t aperitivo e le spezie

15 dicembre 2012 - Debutterà con le tisane, gli infusi, i tè in gennaio - per scelta dopo il frastuono del periodo natalizio la linea ‘Intimità di sapori’ con sottotitolo ‘Grad Cru Ferri dal 1905’, nell'ambito di un progetto di inserimento del food di alta qualità all’interno degli articoli da regalo, collocandolo cosí in un canale commerciale inedito: i punti vendita di oggettistica.

L’idea si deve a Eg
an, azienda marchigiana specializzata in oggettistica in ceramica e porcellana, che ha scelto come partner ‘Ferri dal 1905’, azienda del mantovano specializzata in prodotti vegetali essicati di qualità. Egan distribuirà la nuova linea in 150 punti vendita selezionati tra i circa 1.200 in cui è presente.

Il lancio di ‘Intimità di sapori’ cavalca le nuove tendenze nel food verso brand esperienziali e capaci di raccontare una storia, all’insegna di piccoli piaceri da regalare o da regalarsi.
Logo e packaging sono stati studiati internamente in Egan, dove è anche in costruzione il sito dedicato. La comunicazione di lancio prevede essenzialmente attività in-store.

L’ampliamento della gamma prevede verso la stagione estiva il lancio di tè freddi e del tè aperitivo alcolico, e successivamente quello di una linea di spezie.
Per saperne di più..>>



Si brinda a spumante alla fine del mondo secondo i Maya

In vendita alla Cantina di Manuela di Milano, sul sito dedicato e su Prezzo Felice la bottiglia '21.12.2012-le bollicine che sono la fine del mondo'. Coinvolti la cdp Quadrio e Mistero su Italia 1. Marketing online a cura di Bbj

10 dicembre 2012 - Alla fine del mondo il 21 dicembre credono in pochi, perché invece non vederci un'occasione di business? L'enoteca milanese Cantina di Manuela ha varato la bottiglia di spumante brut per festeggiare la fine del mondo secondo i Maya, con l'etichetta '21.12.2012-le bollicine che sono la fine del mondo'. È prodotto in due versioni dall'azienda Sorelle Bronca: l'etichetta oro - un Prosecco Superiore Docg, e l'etichetta argento un Extra dry, selezione di Prosecco Superiore Docg. Sono in vendita nella cantina di via Procaccini 41 a Milano, su www.bollicine21122012.it/21-12-2012/ e a presto anche tra le offerte del sito di acquisti online Prezzo Felice.

Per l'evento apocalittico annunciato dal popolo mesoamericano, la Cantina di Manuela ha anche coinvolto la casa di produzione televisiva Quadrio, che produce il programma Mistero in onda su Italia1, specializzato nell'affrontare eventi all'apparenza inspiegabili.

La strategia di marketing online è stata cura dall'agenzia pubblicitaria Bbj di Alessandro Bonaccorsi.


Roadshow sulle nevi per Aperol e Jgermeister

I due brand del Gruppo Campari vanno in tour nelle località sciistiche.
Per Aperol il gruppo affida la comunicazione a Jwt Italia dopo una gara a tre

4 dicembre 2012 - Marketing territoriale d'alta quota per il Gruppo Campari che d il via ai roadshow sulle piste da sci per Aperol e Jgermeister.

Per Jgermeister riparte Jger Dome, tour che porta musica elettronica e fasci di luce nelle notti ad alta quota, in una struttura a due cupole connesse da un tunnel trasparente, mentre il logo Jgermeister viene proiettato sulle nevi con 25.000 watt di potenza. La partenza del tour è da La Thuile (Aosta) il 7 e l'8 dicembre, in occasione di Snow Week con special guest Darren Price degli Underworld. Seguiranno le tappe di Montecampione (Brescia) il 29 e 30 dicembre con la fiaccolata Jger, di Abetone il 25 e 26 gennaio e di Roccaraso il 15 e 16 febbraio in collaborazione con Cocoricò Network. (Info su www.jagermeister.it - sezione live www.camparigroup.it).

Aperol Spritz, dopo il tour estivo, va a colorare le montagne di arancione all'insegna di 'Aprés Ski? Aperol Spritz!'. Sulle piste ci saranno le Aperoline con cui farsi fotografare, le stesse che poi faranno animazione nei locali di riferimento nell'Aprés Ski con gadget invernali e sorprese. Il tour prevede otto tappe, partendo dall'Alegra di Livigno (Sondrio) l'8-9 dicembre fino al Voliera in quota di Lusia il 23-24 marzo (info e calendario su http://www.facebook.com/Aperol.Spritz.Italia e sul sito http://www.aperolspritz.it).

Un'altra importante novità per Aperol riguarda la nuova agenzia di comunicazione per il 2013 in Italia. Il Gruppo Campari ha incaricato Jwt Italia dopo una gara a tre. L'agenzia avrà il compito di creare una nuova strategia e una nuova piattaforma di comunicazione.


Il brand Jack Daniel's si racconta nel Jack on Tour

Terza edizione del “rockumentary on the road“ del brand di whiskey, da sempre legato alla tradizione americana del rock e del country. Um ne ha fatto un progetto di comunicazione unconventional, che coinvolge la piattaforma Deejay, i social e Zodiak per la produzione

29 novembre 2012 - in dirittura di arrivo, con la serata finale del 1º dicembre all'Alcatraz di Milano, il Jack on Tour 2012, terza edizione del “rockumentary on the road“ di Jack Daniel's, brand che ha nel suo dna la tradizione americana del rock e del country. L'agenzia media Um ha deciso strategicamente di cavalcarla per aumentare l'awareness, attivare una preference forte e di conseguenza incrementare le vendite. Da tre anni così il brand di whiskey ha abbandonato la strada di una pianificazione tabellare per adottare una comunicazione unconventional, che crea una relazione sul campo col target. “La forza oggi di una marca“ spiega il c.e.o. di Um, Gianfranco Piccolo “ di avere una storia da raccontare. Jack Daniel's ce l'ha e noi l'abbiamo utilizzata come progetto di comunicazione, facendo incontrare la marca col pubblico degli amanti del rock sul territorio, per poi farne partecipi tutti attraverso la piattaforma multimediale di Deejay“.

La novit dell'edizione 2012 la formazione di una band di esperti, la N.7 Jam, formata da Sergio Carnevale, Roberto Dellera e Federico Poggipollini, che sulle piazze di Roma, Torino, Catania e Firenze sono andati alla ricerca di nuovi talenti del rock e hanno individuato 4 band emergenti tra tutte le partecipanti al contest musicale lanciato sul sito www.jackontour.it. Saranno anche nella giuria che decreter nella finale di Milano la band vincitrice, che potr registrare un album col supporto di professionisti.

Le varie tappe del roadshow, che hanno visto anche la presenza di special guest, così come ne sar ricca la serata finale, saranno rilanciate sulla tv di Deejay, dal 20 dicembre alle 21 in sei puntate, precedute da riprese dell'edizione 2011 in una striscia alle 19. Tutta la piattaforma DeeJay stata coinvolta. Sulla radio una campagna tabellare ha annunciato le tappe, il recruitment delle band aspiranti avvenuto sul sito deejay.it, oltre che su Facebook e su siti musicali come rollingstone.it, rock.it e rockol.it. Pagine adv e servizi sul tour sono usciti su Repubblica Xl. A dicembre prevista anche una campagna di prodotto prenatali
zia. Tutto il progetto poi continuer a vivere sui social.

Concept, format e progetto di pianificazione si devono a Um, la produzione di Zodiak Active. Il budget investito stimabile attorno al milione di euro, che rappresenta l'intero investimento annuale di Jack Daniel's in comunicazione. “Il nostro obiettivo“ dice Piccolo “ di allargare anche ad altri clienti le opportunit di questo un modello di comunicazione. In un'epoca di frammentazione delle audience e della moltiplicazione dei canali, avere il fil rouge di un racconto una strategia estremamente valida”. Nella centrale Um l'unconventional arrivato a pesare per un quarto sulle attivit progettate e svolte.


Fileni amplia la linea di gastronomia e si rafforza sul web

Rivisitazione di piatti pronti tradizionali nelle nuove proposte a base di carni bianche in vista delle feste. La strategia di presenza sul web si amplia a Youtube con le video-ricette “Due cuori e una cucina”

22 novembre 2012 - Il gruppo marchigiano Fileni, terzo produttore italiano nel comparto avicunicolo e primo in Italia ed Europa per le carni avicole biologiche, amplia l'attività di comunicazione online, iniziata quest'anno col restyling del sito aziendale (www.fileni.it) e del blog e con l'apertura al dialogo coi consumatori su Twitter e Facebook. L'impegno nel web 2.0 si arricchisce con l'approdo su YouTube con le video-ricette “Due cuori e una cucina“, pillole di 2' o 2'30” di contenuto fresco e informale. Protagonisti sono i giovani chef Eleonora Ricci e Marco Elmi, legati professionalmente a Fileni e fidanzati nella vita, che interpretano se stessi ai fornelli, in tono allegro e simpatico, con molto ritmo, trasmettendo i valori del brand. Si tratta di 12 puntate create in partnership con blog e siti di food come www.atuttopollo.net, www.mezzokilo.it, www.ricettepercucinare.com, www.robadadonne.it. L'intera attività online è curata dalla web agency Nimai di Bologna.

Sul fronte delle novità di prodotto, in previsione del periodo natalizio si aggiungono alla linea di specialità gastronomiche “Sempre domenica“ tre nuove referenze, che reinventano piatti della tradizione: Cappone ripieno con
mele, castagne e verdure saltate; Lombatine di suino con salsa alle prugne e cipolle borretane; Cotechino di tacchino, suino e pollo con lenticchie, dove il cotechino è in versione light, col 50% di grassi in meno rispetto a quello tradizionale. Piatti adatti alle feste, così come il Cappone Ripieno e il Pollo Ripieno - questi da cuocere - venduti in vaschette d'alluminio utilizzabili direttamente in forno.

Il lancio è supportato da una promozione, dal 10 al 29 dicembre, in co-marketing con TotalErg, che offre con l'acquisto di una confezione di diverse linee un buono da 3 euro per l'acquisto di carburante. L'impegno in comunicazione si completa con un'intensa attività sul punto vendita. Il budget di comunicazione quest'anno sfiora il milione di euro, speso praticamente tutto sul digitale e in attività sul territorio, abbandonando per il momento l'offline, dove l'agenzia di riferimento è stata Jack Blutharsky di Bologna, con Flag per il media, e dove potrebbe esserci un ritorno nel 2013, dopo l'ampliamento della distribuzione. Fileni, forte nel Centro e nel Sud, punta infatti a rafforzarsi nel Nord Ovest e nel Nord Est. Azienda familiare fondata nel 1970, con sede centrale a Cingoli (Macerata), oggi conta 1.712 addetti, 4 stabilimenti, 250 centri di allevamento e una quota di mercato nel settore avicunicolo di quasi il 10%. Nel 2011 ha fatturato 300 milioni di euro e prevede di chiudere il 2012 con un fatturato in crescita del 5%.




Chicchi+Ricchi, nuova linea funzionale di Riso Gallo

Ampliata la gamma Benessere, partendo da un mix riso, avena e orzo anti-colesterolo. Brand identity di Carré Noir

8 novembre 2012 - Riso Gallo ha ampliato la gamma Benessere con una nuova linea di prodotti funzionali. La prima referenza è un mix di riso, avena e orzo, naturalmente ricco di betaglucani che aiutano a contenere i livelli di colesterolo.

La brand identity è stata curata da Carré Noir, a cominciare dal nome 'Chicchi+Ricchi' che è un'evoluzione del tradizionale payoff 'chicchiricchi' , capace di comunicare il concetto di prodotti arricchiti a livello nutrizionale. Il '+' rafforza il significato e diventa elemento chiave del packaging, comparendo ton
o su tono formato da 3 chicchi stilizzati e dal marchio Gallo.

stato rivisto anche il brand aziendale con lo scudo e l'elemento simbolico integrati. Sempre a cura di Carré Noir, la nuova veste grafica è stata adottata per tutta la Linea Benessere.
Per saperne di più..>>



Corti d'autore per Ferrarelle

Il regista Leone Pompucci firma una serie di spot-sketch, ispirati alla cinematografia degli anni 60, che riportano al centro della comunicazione le particolarità e funzionalità del brand di acqua minerale. Protagonista, Alessandro Gassmann

7 novembre 2012 - Una campagna di rottura rispetto alla comunicazione degli ultimi anni di Ferrarelle, con l'obiettivo di “tornare alle origini per sottolineare la particolarità della nostra acqua, la funzionalità digestiva e il gusto inconfondibile”, come dichiara il direttore commerciale di Ferrarelle spa Nunzio Savasta. In partenza domenica 11, per durare per tutto il 2013, la campagna prevede un massiccio uso della tv col supporto di spot radiofonici e il prossimo anno anche della stampa.

Si tratta di una serie di corti ideati e diretti dal regista Leone Pompucci che si è ispirato alla cinematografia degli anni sessanta. Protagonista è Alessandro Gassmann nel ruolo del cameriere Mario che duetta nella cucina del ristorante col piccolo Robertino, in sketch divertenti, dove l'acqua Ferrarelle è elemento centrale. Il claim “Bevi, digerisci e gusta“ riporta la comunicazione alla funzionalità di un'acqua minerale effervescente naturale, ricca di sali minerali, che favorisce la digestione e fa apprezzare i piaceri della tavola.

Gli spot-sketch sono in tagli da 30“, 15“, 10“ e 5”. E previsto anche un soggetto natalizio da 15“. La casa di produzione è Seagull, mentre il media è in carico a Vizeum. Gli episodi si possono seguire anche sulla pagina Facebook di Ferrarelle e sul canale YouTube.

Ferrarelle è dal 2005 un marchio di proprietà di Lgr Holding, ceduto da Italaquae Gruppo Danone, insieme a Santagata, Natìa e Boario. Lgr è inoltre distributore esclusivo in Italia di Evian e nel 2012 ha acquisito anche acque e bevande del marchio Vitasnella di cui era licenziataria dal 2005.

'


Fiorucci si riposiziona come Norcineria d'Italia

Da un anno e mezzo di proprietà di Campofrio Food Group, Fiorucci rinnova la brand identity, cambia i package e si prepara al rientro in comunicazione nel 2013. Alla regia dell'operazione McCann Roma

11 ottobre 2012 - A un anno e mezzo dall'acquisizione da parte di Campofrio Food Group, la storica produttrice di salumi Fiorucci riapre il discorso coi consumatori e va alla riconquista di una brand reputation un po' appannata (negli anni della proprietà da parte di un fondo americano) riaffermando le radici e l'italianità, e dandosi una nuova brand identity, primo passo di un ampio progetto di comunicazione che si realizzerà nel primo semestre del 2013.

Incaricata della comunicazione e della regia dell'operazione è l'agenzia Mc Cann Roma con le collegate Mrm per il digitale, FutureBrand per la brand identity, Momentum per gli eventi e l'in-store. Il media è in carico a ZenithOptimedia che centralizza il buying per le nove aziende, una per Paese, che fanno capo a Campofrio, gruppo di casa madre madrilena, oggi leader in Europa nella lavorazione delle carni con 35 stabilimenti in Europa e uno in America e un fatturato di u
n miliardo e 800 milioni di eu
ro sviluppato distribuendo in novanta Paesi.

Il riposizionamento di casa Fiorucci parte dalle origini, da Norcia dove è stata fondata nel 1850 per essere trasferita 100 anni dopo a Roma. E poi
ché Norcia dà il nome al mestiere della norcineria, ovvero della lavorazione della carne suina, Fiorucci si riposiziona come Norcineria d'Italia, riaffermando l'antica sapienza nella cultura della lavorazione delle carni e la genuinità. La scritta Norcineria sovrasta il nome Fiorucci (in nuova font) nel logo che riattualizza quello precedente.

La nuova immagine caratterizza già da giugno i prodotti nei punti vendita, dando omogeneità al package delle varie referenze, con l'aggiunta di un 'sigillo di qualità': la scritta ‘La Ricetta di Fiorucci’ . L'uniformità di immagine prosegue nel sito www.fioruccifood.it già online e nelle locandine nel retail. FutureBrand ha anche studiato un 'incarto di identità', ovvero una texture caratterizzante che farà da leit motiv nei materiali di comunicazione, nei package e anche, ove possibile, negli involucri nella vendita al taglio.

Quanto alle novità di prodotto, sono in lancio i formati mini da 150 gr. dei tradizionali pezzi forti della gamma, quali la Mortadella Suprema e il prosciutto cotto. in atto poi fino al 3 dicembre il concorso 'Suprema Happy Hour' che ha al centro la mortadella ma coinvolge anche gli altri prodotti mettendo in palio un pacchetto RegalOne Naturiamo al giorno, un minifrigo Smeg alla settimana e una Fiat 500 in estrazione finale.

La nuova strategia di rilancio punta all'incremento del fatturato a 300 milioni di euro, nel giro di tre anni, dai 220 con cui Fiorucci prevede di chiudere il 2012.


Patata Selenella, un tesoro al selenio

Red Cell firma il nuovo spot e rinnova package e sito per il Consorzio Patata Italiana di Qualità. La comunicazione gira intorno al concept “un tesoro di patata“

10 ottobre 2012 - Sarà on air da oggi per un mese il nuovo spot per Selenella, la patata arricchita di selenio garantita dal Consorzio Patata Italiana di Qualità che riunisce sedici soci per un totale di 320 produttori delle campagne bolognesi.

Il selenio è minerale dalla proprietà antiossidanti e protettivo del sistema immunitario di cui i terreni nazionali sono poveri, ecco il motivo per cui la patata del Consorzio viene arricchita con un procedimento di fertilizzazione fogliare brevettato. Il concept della campagna, ideata da Red Cell, è
centrato sul tesoro sottoterra costituito da questa qualità di patate. genuine, italiane, coltivate nel rispetto dell'ambiente, utili per la salute, versatili nell'utilizzo, prodotte con sostanze che rispettano l'ambiente. Da qui il claim “Un tesoro di patata” . Lo spot mostra la patata emergere dal terreno raccolta da un coltivatore del Consorzio come un piccolo dono prezioso, per essere sottoposta al controllo di qualità (Selenella si fregia del marchio QC ovvero di Qualità Controllata), prima di arrivare sulle tavole degli italiani. La produzione è di New Avana film con regia di Marcello Lucini. Il media è curato da Maxus.

La campagna televisiva, cui fanno da supporto attività sul web, ′ il punto di arrivo di un periodo di evoluzione che ha visto recentemente il Consorzio Patata Italiana di Qualità darsi questo nuovo nome (prima si chiamava Consorzio delle Buone Idee), rinnovare il package e varare un nuovo sito (www.selenella.it), sempre a cura di Red Cell. Il Consorzio produce circa 50.000 tonnellate di patate lèanno, pari al 15% di quota nelle patate confezionate, e fattura circa 30 milioni di euro, sviluppati praticamente tutti sul territorio nazionale, Nei progetti per il 2013 cè′ lèespansione in altri mercati europei.
Per saperne di più (1)..>>

Per saperne di più (2)..>>

Per saperne di più (3)..>>



Un sound logo Ricola personale per gli utenti di Facebook

Ricola e webguerillas GmbH lanciano la campagna Your Life is a Hit!, in cui il marchio sonoro viene personalizzato sulla base del profilo Facebook di ogni utente e accompagnato da un video

3 ottobre 2012 - Il produttore svizzero di zucchero alle erbe Ricola lancia la campagna social Your Life is a Hit! per dare ulteriore notorietà sui social media al tradizionale jingle che chiude il claim Chi le ha inventate? Ri-co-la!. Il marchio sonoro Ricola, messo in musica per la prima volta nel 1993, è uno dei più noti ed è un'icona della pubblicità.

Ora la campagna passa sui social e coinvolge gli utenti nella creazione del jingle: sulla base del profilo Facebook dell'utente viene realizzata una canzone personalizzata accompagnata da un video animato. Ad esempio, per un nato a Napoli negli anni Novanta il richiamo Ricola sarà in versione eurodance su note di un mandolino. Per uno zurighese del 1979 ci sarà una rivisitazione in chiave disco funk con il corno.

Il jingle Ricola personale si scopre sulla pagina fan di Ricola facebook.com/ricola, creato in base alle informazioni che l'utente ha inserito nel suo profilo Facebook. Il brano può essere riprodotto insieme al video, condiviso, scaricato e riascoltato. L'agenzia che ha curato il progetto globale, che ha l'obiettivo di dare una nuova vitalità al sound logo in modo divertente, è webguerillas GmbH di Monaco, che punta anche al potenziale virale dell'iniziativa.


La bottega di Olivia&Marino cavalca la voglia di aperitivo

Il brand di prodotti da forno del gruppo Pavesi-Barilla prosegue nella comunicazione non convenzionale lanciando il volumetto “Voglia di Aperisfizio“

2 ottobre 2012 - La bottega di Olivia & Marino, brand di prodotti da forno di nicchia del gruppo Pavesi-Barilla, prosegue nella strategia di comunicazione non convenzionale col lancio del volumetto “Voglia di Aperisfizio“ in collaborazione con la casa editrice enogastronomica Trenta Editore. Vi si trovano una piccola storia dell'aperitivo, un viaggio attraverso le tipicità gastronomiche del nostro Paese e quaranta idee sfiziose e originali per uno dei riti diventati parte del nostro costume.

Si tratta di suggerimenti per un aperitivo all'italiana, che utilizza i prodotti della casa (Sfoglie, Sfilati, Schiacciate, Spianatine, Torcelli) e specialità regionali, su proposta di quattro chef stellati, di quindici foodblogger e di appassionati di cucina, tra cui i membri della community che si ritrova intorno al sito www.oliviaemarino.it. Voglia di Aperisfizio entra a far parte della collana “Luoghi e Sapori“ di Trenta Editore, che ha reclutato esperti per le ricette.

L'iniziativa fa seguito al tour itinerante estivo, da Torino a Riccione, Pescara e Roma, che ha visto La bottega di Olivia& Marino portare in giro per l'Italia l'Aperisfizio! con uno stand-bottega di 80 mq allestito nelle piazze (vedi News del 20 giugno).


Uva biologica in bottiglia per il Marzemino di Cantina d'Isera

Debutto con un evento all'hotel The Hub di Milano del Marzemino da uve biologiche prodotto dalla cantina trentina, una delle prime in Europa a dare etichetta bio a uno dei suoi vini

21 settembre 2012 - Cantina d'Isera, in Trentino dalle parti di Rovereto, è una delle prime cantine europee a potersi fregiare dell'etichetta bio per uno dei suoi vini, in base al nuovo protocollo Ue sulla produzione di vino biologico. La novità è il Marzemino Doc da uve biologiche, di colore rubino e profumo intenso e delicato, con sentore di viola mammola. In coerenza, la bottiglia è in vetro riciclabile, con tappo in sughero naturale ed etichetta e altri materiali in carta riciclata. Il prezzo al pubblico è consigliato tra i 10 e i 12 euro.

Ci sono voluti tre anni di conversione per passare alla coltivazione di uve biologiche, per cui non possono essere impiegate sostanze di sintesi. La vinificazione è processo delicato e non è ammesso il cosiddetto &lsquotaglio’. Produttrice di Marzemino da un secolo, e oggi in 6 varietà, Cantina d'Isera mette in commercio di quello da uve biologiche soltanto 4-5.000 bottiglie. Dalla vendemmia 2012 sarà Marzemino biologico tout court.

Il nuovo vino è stato presentato a Milano durante un evento presso l'Hotel The Hub, in una delle cene a tema mensili che da inizio anno si svolgono al ristorante Mirror, coinvolgendo il mondo dei blogger, della comunicazione (su Twitter il riferimento è #mirroslurp), partner e clienti. Per lèoccasione il tema della portate sono state le farine trentine.


Cirio presenta Pomo Pat e Le Monoporzioni

Il patè per creare tartine e antipasti e i sughi monodose sono novità rivolte a un pubblico giovane e moderno

31 luglio 2012 - Sono in distribuzione due novità firmate Cirio. con ingredienti base i pomodori conservati. È dedicato ai giovani e alle nuove abitudini di consumo Cirio Pomo Patè, patè di solo pomodoro con cui creare tartine, antipasti o snack. È contenuto in un tubo top-down col sub-brand Pomo Patè scritto in corsivo e con una tartina preparata in primo piano sullo sfondo di un pomodoro.
<
br />Anche Le Monoporzioni si rivolgono a un pubblico moderno: i sughi classico, basilico, peperoncino sono disponibili in formato monodose, pronti in 2 minuti in padella per condire la pasta. Il packaging di entrambe le novità di Cirio è ideato da Carrè Noir che ha curato anche gli espositori a scaffale sul punto vendita.



De Matteis lancia pasta Grano Armando al 100% italiana

Red Cell e Luca Miniero per Filmmaster firmano un corto promozionale
che è omaggio alla terra di Irpinia e ai valori della produzione agricola nazionali

17 luglio 2012 - Il pastificio campano De Matteis Agroalimentare lancia il nuovo marchio Grano Armando che si inserisce nel segmento delle paste premium, rifacendosi ai valori guida della cultura contadina e della competenza e qualità della produzione agricola nazionale. La pasta Grano Armando (nome di De Matteis) è prodotta con un bouquet di grani duri selezionati italiani di alta qualità, forniti da decine di aziende agricole del centro e sud d'Italia al Molino della De Matteis, che controlla direttamente il processo di trasformazione grano-pasta. Si tratta così di una filiera integrata al 100% italiana.

Nome, logo e pack (a impatto zero) sono stati creati da Red Cell, che ha anche ideato come campagna di lancio un corto di 8 minuti, prodotto da Filmmaster Productions e diretto da Luca Miniero: un omaggio alla terra di Irpinia, presentato in anteprima fuori concorso al Giffoni Film Festival il 16 luglio. Si tratta di un vero e proprio film girato tra immense distese di grano duro, tra Bisaccia e Calitri e in alcuni angoli del centro storico di Bisaccia.

Al centro del racconto il sogno di Armando, bambino di otto anni innamorato del mare e poi del grano, tra sguardi e commenti degli abitanti dei luoghi, sullo sfondo di distese a perdita d'occhio di spighe di grano dorate.

Il cortometraggio è visibile all'indirizzo www.youtube.com/granoarmando e www.granoarmando.it


Gelati e canzoni da McDonald's

Tbwa/Italia fa cantare nove ragazzi che lavorano nella catena per lanciare i due nuovi gusti McFlurry - gianduia e Sundae - frutti di bosco, con coppette Seletti in promozione

16 luglio 2012 - McDonald's lancia nuovi gusti di gelato: nella linea McFlurry il gianduia wafer si aggiunge a pistacchio, nocciola e smarties, nella linea Sundae, oltre che in cioccolato, caramello e caffè, il fiordilatte può essere affogato nei frutti di bosco. Chi consuma un Menu con un McFlurry o un Sundae riceve dal 13 luglio all'8 agosto in omaggio una coppetta da gelato in porcellana con palettina, realizzata da Seletti per McDonald's in lilla, verde, rosa, azzurro, rosso mattone e giallo. Ogni settimana ci sono coppette in due colori, per poter fare la collezione.

Per il lancio di McFlurry - gianduia e
Sundae - frutti di bosco, l'agenzia Tbwa/Italia ha inventato una filastrocca in inglese in rima, The Ice Cream Song, giocata sull'assonanza tra Ice Cream e I Scream (urlo la voglia di gelato) e l'ha fatta cantare a nove ragazzi che lavorano nei ristoranti McDonald's in Italia. I nove sono diretti dal produttore Ferdinando Arnò e sono stati selezionati tra 170 che hanno partecipato al concorso internazionale Voices of McDonald's. La colonna sonora dello spot, che è prodotto da Fargo Film, è scaricabile da www.mcdonalds.it. Claim: “Libera la tua voglia di gelato!“


Aperitivo in piazza con Cinzano Cocktail Italiano

Frizzante, fruttato, poco alcolico, in bottiglietta monodose, è stato presentato con un evento di street marketing nello storico quartiere dell'Isola di Milano

12 luglio 2012 - Campari lancia Cinzano Cocktail Italiano, nuovo aperitivo pronto da bere, frizzante, fruttato e poco alcolico, frutto della miscelazione di infusi di erbe ed aromi. Di colore rosso brillante è venduto in confezioni di 3 bottigliette da 20cl pari a un bicchiere, ed è disponibile nella distribuzione organizzata e nei bar.

Cinzano Cocktail Italiano è stato presentato al pubblico con l'evento “aperitivo del buon vicinato“ oggi a Milano, nello storico quartiere dell'Isola. In piazza Minniti è stato montato un chiosco che ha servito a partire dalle 19 aperitivo e stuzzichini a tutti i presenti, in un'atmosfera giocosa e conviviale a cui hanno contribuito la messa a disposizione di un calcetto, di tavoli con tovaglie a quadri bianchi e rossi e la musica di una banda dal vivo. L'evento di street marketing è stato curato da Adverteam.


Birra alla spina prêt-à-porter con Birrificio Poretti

In due punti vendita pilota del Veneto si possono comprare tre varietà di birra sfusa alla spina del gruppo Calsberg da portar via, vivendo anche una beer experience

9 luglio 2012 - Birra alla spina a casa come al pub o al ristorante: è l'innovativo progetto “Spilla, tappa e gusta” di Birrificio Angelo Poretti, che impiega una Self Draught Machine, una tecnologia che spilla, imbottiglia e tappa la birra alla spina, che è un'evoluzione del sistema DraughtMaster Modular 20 di Carlsberg Italia.

È possibile farsi spillare da fusti in Pet e imbottigliare birra fresca, senza aggiunta di CO2, da portare via in una una propria bottiglia, come già si fa in alcuni punti vendita coi legumi secchi o i detersivi. Tre le varianti di birra disponibili. Oltre all'italiana 7 luppoli Non Filtrata Summer Cascade di Birrificio Angelo Poretti, sono in vendita anche due specialità internazionali del Gruppo Carlsberg Italia: la belga Grimbergen Blanche e la danese Carlsberg Elephant. È consigliato consumare la birra entro dieci giorni dall'imbottigliamento.

Per ora si può acquistare birra alla spina sfusa fino al 22 settembre in due punti vendita pilota nel Veneto: all'iper Emisfero nel centro commerciale Palladio di Vicenza e nel superstore Famila nel centro commerciale Laguna Shopping di Jesolo Lido. Nei due punti vendita è possibile anche vivere una beer experience, grazie alla presenza di un esperto che fornisce informazioni sulle caratteristiche della birra, sugli abbinamenti, sul nuovo servizio e sul concept “Drink Different”.
Per saperne di più..>>



Il ritorno de il Rosso Antico

Carrè Noir firma il rebranding dell″aperitivo icona degli anni sessanta. La bottiglia diventa trasparente per esaltare il rosso rubino, codice del brand

28 giugno 2012 - Restyling per il Rosso Antico, aperitivo-icona degli anni sessanta, vino aromatizzato dal sapore dolce-amaro con retrogusto di agrumi e vaniglia, prodotto della Buton di San Lazzaro di Savena. La nuova bottiglia reinterpreta quella tradizionale in chiave essenziale e trendy. Con la stessa forma sinuosa di quella di un tempo in vetro verde, è ora trasparente ed esalta il rosso rubino del contenuto, che diventa il ″codice″ del brand. Sono rossi anche il tappo ″pilfer″ (il tappo a vite di chiusura per le bevande alcoliche) e alcuni particolari grafici.

Il lettering si ispira al patrimonio tipografico italiano, l″outline rossa e oro è di forte visibilità. Nella parte inferiore della bottiglia è presente un ″bollo″ con la scritta ″Aperitivo dal 1962″ che circonda il simbolo araldico in oro, con la firma del fondatore Giovanni Buton. L″intervento di design e rebranding si deve all″agenzia di strategic design e consulting Carré Noir.

Per saperne di più..>>



Mountain Dew Energy da luglio anche in Italia

PepsiCo lancia la bevanda energetica al gusto di limone con caffeina nel canale ho.re.ca.

25 giugno 2012 - PepsiCo Beverages lancia anche in Italia da luglio, nel canale ho.re.ca.,Mountain Dew Energy, energy drink al gusto di limone con caffeina. Le bottiglie sono in alluminio, da 33 cl, con packaging di grande impatto, col tappo richiudibile. Terza bevanda in assoluto più bevuta negli Usa e molto popolare in Uk, Mountain Dew Energy è rivolta a pubblico maschile giovane ed entra in un segmento, quello delle bevande energetiche, che vale in Italia 258 milioni di euro ed è cresciuto del 7% nel 2011.

Il lancio di Mountain Dew Energy sarà supportato da una campagna in radio su Rtl 102.5 con promo e citazioni, sul sito della radio e con attività di product placement sul dtt e su Sky. Sono inoltre previste attività di social media con coinvolgimento dei consumatori sulla fan page MountainDewItalia su Facebook, materiale p.o.p., promo in-store e affissioni speciali nella metropolitana milanese.


Brand experience in Bottega di Olivia & Marino Pavesi

Roadshow estivo con un'area di 80 mq per degustazione di prodotti, l'Aperisfizio! e attività di intrattenimento

20 giugno 2012 - Olivia&Marino, brand di prodotti da forno della tradizione gastronomica italiana di Pavesi-Barilla, si promuove portando in giro per l'Italia l'Aperisfizio! da consumare in una zona di una vera e propria Bottega di 80 mq allestita con l'iconografia del brand.

Vini del Movimento Turismo del Vino e birra Peroncino accompagnano prodotti da forno abbinati a acciughe, formaggio, salami. Nella Bottega si possono anche acquistare i prodotti o il merchandising e partecipare a un programma di intrattenimento, tra cui minicorsi di cucina e di abbinamento eno-gastronomico, degustazioni di vini, incontri con blogger gastronomici, navigazione su Internet con due postazioni iPad, leggere libri e riviste in tema.

L'avvio è stato a Torino il 9 giugno in Piazza Vittorio Emanuele, poi il roadshow toccherà Riccione dal 28 giugno al 15 luglio, Pescara dal 19 al 29 luglio e Roma dal 2 agosto al 2 settembre. L'operazione è curata dall'agenzia di marketing event torinese Prodea.
Per saperne di più..>>



Algida si veste alla Winx Club

Per l'estate arriva la coppetta Surprise Cup, dedicata alle kids, con gadget ispirati al mondo delle eroine

20 giugno 2012 - Algida, gruppo Unilever, con l'estate mette in circolazione la maxi coppetta gelato Surprise Cup in co-marketing con la content company Rainbow, dedicata al mondo delle eroine Winx Club e quindi al segmento gelati per kids.

Al gusto di vaniglia e cacao e senza glutine, Surprise Cup racchiude all'interno oltre 70 gadget collezionabili, dai moving puzzle agli sticker colorati, ispirati alle Winx Club. È distribuita nei 50.000 punti vendita dove è possibile trovare i gelati Algida in Italia.
Per saperne di più..>>



F.lli Branca lancia Sernova, prima vodka tutta italiana

Le distillerie debuttano nel segmento vodka con un prodotto dal gusto morbido
in bottiglia bordolese coi colori dell'italianità

30 maggio 2012 - Da 167 anni sul mercato - era il 1845 quando nacque il Fernet - Fratelli Branca Distillerie entra in un nuovo segmento di spirits lanciando la Vodka Sernova, nome solo all'apparenza russian style, in realtà fusione delle parole latine SERbare NOVAndo, da sempre motto dell'azienda.

Sernova è la prima vodka tutta italiana e ha come valori base l'italianità, l'internazionalità e la qualità delle materie prime. Creata dal celebre sommelier Luca Gardini, è a base di grano tenero italiano e di acqua purissima, ed è prodotta attraverso 5 fasi di distillazione e 10 filtraggi successivi. La gradazione alcolica è di 40° e il gusto morbido e pulito.

La bottiglia, che riprende la linea mediterranea della bordolese, è bianca opalina con tappo rosso chiuso a mano in ceralacca e, sotto al simbolo a rosone del grano, porta il logo in verde, per sottolineare l'italianità. In basso la serigrafia dell'aquila simbolo di Branca. Sul retro compare il motto di Leonardo da Vinci ”La sapienza è figliola dell'esperienza“. Il packaging è firmato da Artefice Group.

Dal 1º giugno Vodka Sernova viene distribuita nel canale ho.re.ca in Italia e poi all'estero. L'obiettivo è di rivolgersi a un target giovane e di diventare anche un diffuso elemento base di cocktail e long drink. La comunicazione pubblicitaria è rinviata al 2013. (V.S.)
Per saperne di più..>>



Lipton Ice Tea veste giovane e parla ai giovani

Nuove lattine disegnate dalla vincitrice del contest per studenti della Naba.
Dopo pesca e limone anche il green lemon, in attesa dello sparkling

14 maggio 2012 - Lipton Ice Tea si riposiziona in chiave giovane affidando il compito di ridisegnare le lattine agli studenti della Naba, la Nuova accademia di belle arti di Milano. Il restyling grafico si inserisce nella nuova piattaforma di comunicazione Stay Cool, ideata a livello globale da Ddb International e veicolata sui media frequentati dai giovani, i canali digitali, con un concorso sulla fan page del brand su Facebook, e i punti vendita, dove sono attivate promozioni e concorsi a premi.

Si rinnova la strategia di comunicazione già adottata da Pepsi per il 2012: privilegiare il digitale e il marketing territoriale. Le nuove lattine di tea freddo nei tre gusti limone, pesca e nel nuovo green lemon hanno un formato sleek (alto e snello) da 33 cl e sono firmate da Laura Marin, vincitrice del contest Lipton Ice Tea Limited edition 2012. Saranno distribuite in 25 milioni di pezzi nei bar e nella grande distribuzione organizzata.

La prossima varietà in arrivo di Lipton Ice Tea sarà Lipton Sparkling, tea freddo frizzante.


Pepsi Italia punta sul digitale e su Marchisio

Il centrocampista della Juve è il volto di tutte la attività di comunicazione in
Italia in vista degli Europei, a base di online e marketing territoriale

9 maggio 2012 - La variante italiana dello spot globale 'Crowd surfing' ideato da Bbdo per Pepsi in vista degli Europei (vedi video), dove Coca Cola è sponsor ufficiale, è un virale con protagonista il calciatore juventino Claudio Marchisio, firmato da Dlv Bbdo. Il 'principino' è il volto di tutte le attività di comunicazione in Italia di Pepsi, ovvero della piattaforma 'Gusta il volto del calcio' che prevede, oltre al filmato trasmesso solo online, anche lattine limited edition dove Marchisio appare insieme a Leo Messi, materiale sul punto vendita e gadget e un concorso per i tifosi.

Il virale prevede due teaser, un video con un'intervista al giocatore e un altro con scene dal backstage, visibili attraverso la fan page di Pepsi su Facebook e la pagina di Pepsi sul canale Youtube. Il concorso, promosso sulle lattine, mette in palio week end di calcio per due.

In parallelo c'è anche la possibilità di provare l'emozione del calcio giocato, mettendosi alla prova nei centri commerciali col videogioco Pro Evolution Soccer di Konami e al suo campionato ufficiale Pes League Italia. La finale italiana sarà a luglio e i due migliori entreranno a far parte della squadra che rappresenterà l'Italia alla sfida mondiale. Ci saranno poi a luglio anche iniziative locali a tema cinema.

L'intera piattaforma di comunicazione in Italia privilegerà, quindi, l'online e il marketing territoriale per raggiungere il giovani attraverso i media da loro frequentati.


Al Festival di Cannes della Creatività Mars è utente dell'anno

Il premio per aver sviluppato negli anni un marketing innovativo per i suoi brand
e promosso e sostenuto la creatività ideata dalle sue agenzie

3 maggio 2012 - Mars verrà premiato quale 'utente pubblicitario dell'anno' al 59º Festival Internazionale della Creatività che si svolgerà a Cannes dal 17 al 23 giugno prossimi.

Il produttore di brand famosi in tutto il mondo tra cioccolatini, gomme, caramelle, pet food, bevande e altri prodotti alimentari (basti citare M&M o Whiskas) ha il merito di aver sviluppato negli anni un marketing innovativo per i suoi marchi e promosso e sostenuto il livello della creatività prodotta dalle sue agenzie di riferimento, i network Bbdo e Ddb.

Mars ha vinto il suo primo Leone a Cannes nel 1990. Da allora ne ha messi in carniere ben 78 - 11 Ori, 20 Argenti e 46 Bronzi - ed ha anche vinto un prestigioso Radio Grand Prix nel 2007 con il radiocomunicato Snickers 'Hoedown'. Le campagne vincitrici provenivano da diversi Paesi come Francia, Usa, Uk, Brasile, Sud Africa, Portogallo, Cile e altri ancora, a dimostrazione del livello qualitativo generale della creatività adottata da Mars.

Andrà a ricevere il premio il c.f.o. Bruce McColl durante la cerimonia finale di sabato 23 in cui verranno assegnati anche Film, Film Craft, Branded Entertainment & Content and Titanium & Integrated Lions. (M.O.)
Per saperne di più..>>



Happy Meal più sani e bio nei McDonald's

La catena riformula il menu per bambini in chiave salutista e accresce
i servizi per i genitori. Spot di Tbwa e sensibilizzazione delle mamme sul web con Stv Ddb

19 aprile 2012 - McDonald's riformula gli Happy Meal per i bambini, introducendo, accanto alle patatine, alla scelta tra toast, hamburger o McNuggets di pollo e alla frutta come il kiwi sullo stecco, altri prodotti capaci di conciliare i gusti infantili con le aspettative dei genitori sul piano nutrizionale, della qualità e della varietà.

Le nuove opzioni in menu sono i pomodorini ciliegia (non più le poco amate carotine), uno snack di Parmigiano Reggiano dop da 17 gr. (pezzatura ridotta rispetto a quella in vendita nella Gdo), un nettare di pesca bio di Natura Nuova Bio (alternativo a Coca Cola o minerale) e uno yogurt da bere bio al gusto banana fragola. Il costo per un Happy Meal è di 4 euro.

Per i genitori altre novità incentivanti alla frequentazione della catena: parcheggio dedicato, carrellini a tre vassoi, seggioloni con tovaglioloni e giochini, scaldabiberon, fasciatoi nei bagni.

Le novità, che saranno presenti nel giro di 12 mesi in tutti i punti della catena, si accompagnano alla ripresa degli Happy Meal Sport Camp, ideati per avvicinare la fascia dei 6-11enni agli sport e al valore di un'alimentazione corretta. I vincitori del concorso promozionale al consumo di un Happy Meal entro il 27 maggio parteciperanno a cinque giorni di Camp che si terranno in otto città, sotto la guida dell'olimpico canoista Antonio Rossi.

Il 18 maggio partirà in tv la campagna ideata da Tbwa/Italia, focalizzata sulla giocosità e la presenza di prodotti bio nei nuovi Happy Meal, con ripresa prima di Natale. Sul web, a cura di Stv Ddb (nuova agenzia per il digitale di McDonald's), ci sarà la campagna per sensibilizzare le mamme.
Per saperne di più..>>

Per saperne di più..>>



L'amaro si fa crema con Averna Cream

Averna si rivolge ai giovani rivoluzionando il mondo degli amari col cremamaro


16 aprile 2012 - Innovazione di prodotto nel mondo degli amari da parte di Averna che ha messo in commercio il 'cremamaro' Averna Cream, in cui la morbidezza e dolcezza della crema si fondono con il gusto energico dell'amaro.

Il nuovo prodotto guarda ai giovani e viene suggerito sia liscio sia on the rocks come aperitivo o dopo pasto, ma anche come bevanda ideale nel vivere la notte. Il packaging della bottiglia è in vetro satinato e l'etichetta a due dimensioni propone sotto il brand Averna nel tradizionale rosso su bianco il logo Cream in oro su nero.

La campagna di lancio di Saatchi & Saatchi su stampa e affissione ha per visual il bacio sensuale tra un ragazzo di colore e una ragazza bianca. Claim: '50% Intensità. 50% Sensualità. 100% Gusto'.


I gelati Ben&Jerry's escono dai bar

Cremoso, allegro, colorato e socialmente corretto, il marchio della Unilever
lancia nuovi gusti, entra nella grande distribuzione, punta sul web e offre centomila vaschette in omaggio durante lo Scoop Tour per l′Italia

21 febbraio 2012 - A meno di un anno dall′ingresso in Italia il brand americano di gelati Ben&Jerry′s, fondato nel Vermont e ora parte del gruppo Unilever, propone tre nuove referenze portandole a cinque e decide l′ingresso nella gdo, pur senza rinunciare alle selettività della distribuzione.

La caratteristica principale dei Ben&Jerry′s è l′essere privi di aria, a differenza dei prodotti industriali, il che li rende vicini a un dessert cremoso, raggiungendo alta qualità e garantendo nel contempo ingredienti prodotti eticamente, certificati da Fairtrade. Il posizionamento di prezzo è premium: per una vaschetta singola è consigliato a 2.50 euro. Fa da traino la scelta di un′iconografia colorata, allegra e divertente, volutamente naif, che solo all′apparenza sembra creata per un target infantile: in realtà i consumatori tipo sono i giovani dai 20 ai 35 anni, universitari o di buona posizione professionale.

Entrato in aprile 2011 in Italia, il marchio è stato finora distribuito nei bar, adesso tra aprile e maggio farà ingresso nei filari dell′Esselunga e degli iper Carrefour. A Chocolate Fudgie Brownie (cacao con pezzetti di brownie) e al biscotto Wich si aggiungono Chunky Monkey (banana con noci e cacao), Caramel Chew Chew (caramello e cacao) e Cookie Dough (vaniglia con pezzi di cookie).

La comunicazione è sul digitale e sul territorio. L′agenzia Apload organizza l′avventura itinerante Scoop Tour, roadshow per l′Italia in sei settimane tra maggio e giugno con un furgoncino bandizzato che si fermerà di fronte ad atenei, sedi di associazioni, onlus e nelle principali piazze delle città, per far assaggiare ben 100.000 gelati. Tra le attività sul web, curate dall′agenzia Ninja Marketing, si potrà seguire il roadshow sulla pagina ufficiale di Facebook oltre che su Twitter, suggerendo le soste.

Prima, il 1o aprile, partirà la seconda edizione del concorso sociale Good Ideas (www.benjerry.it) che premierà, con 25 donazioni di duemila euro ciascuna, le associazioni no profit che avranno presentato la loro attività con un video e saranno state più votate dagli utenti. Il budget complessivo di comunicazione per il 2012 è di un milione di euro, di cui il 20% investito nello Scoop Tour.
Per saperne di più..>>



Arriva Isio4, l'olio anticolesterolo che rinforza le ossa


distribuisce due varietà ricche di Omega 3 e Omega 6 per il controllo del colesterolo e di vitamina D per la salute delle ossa

7 novembre 2011 - Non solo yogurt che rinforzano le ossa o succhi di frutta che migliorano la circolazione. La serie degli alimenti cosiddetti ‘funzionali’ , ovvero con valenze terapeutiche e preventive, si arricchisce di due nuovi olii di Monini di Spoleto. Insieme alla francese Lesieur, Monini distribuisce Isio 4, in due varietà, ciascuna a base di quattro tipi di olio, ricchi di acidi Omega 3 e Omega 6 utili per il controllo del colesterolo e di vitamina D essenziale per la salute delle ossa. Il packaging utilizza la bottiglia ‘marasca’ che caratterizza normalmente l'olio di qualità, ma in Pet: rivestita in oro per la variante con olio extravergine di oliva accanto a olio di oliva, di colza, di girasole e di vinacciolo, e rivestita in argento per la variante solo di semi che al posto dell'olio di oliva usa l'oleisol. Entrambe le varietà vengono proposte per cucinare, condire, friggere e fare dolci.


Truvia naturalmente dolce, 300 volte più dello zucchero


dalla Commissione Ue il commercio dei dolcificanti naturali a base di estratto di stevia in contrapposizione a quelli chimici

26 ottobre 2011 - Si chiama Truvia il dolcificante naturale a zero calorie a base di estratto di stevia, pianta coltivata commercialmente in Sud America e Asia, destinato a modificare, secondo i produttori, le abitudini di consumo in Italia nel segmento dei dolcificanti. Dopo Usa, Francia e Gran Bretagna, sar&agreve in commercio anche in Italia, grazie a un accordo tra Eridania (gruppo Maccaferri) e Truvia (gruppo Cargill), dopo che la Commissione Europea ha autorizzato l'uso della Stevia dal 2 dicembre nei Paesi dell'Unione. Il gruppo si propone di raggiungere nel giro di un anno una quota dal 10 al 15% nel mercato dei dolcificanti e poi dal 15% al 20% nel secondo anno, erodendo quote ai dolcificanti chimici a base di aspartame e saccarina e a quelli a base di fruttosio.
Per saperne di più..>>

Per saperne di più..>>


 VIDEONOTIZIA   Toilet Paper e Filmmaster
realizzano la campagna visiva
del Music Machine by Galeries Lafayette
<
Per il lancio del Music Machine, festival musicale di Galeries Lafayette con direzione artistica di Pedro Winter, l'hub creativo Toilet Paper ha immaginato una brillante campagna visiva con accenti retro-pop. Il video è prodotto da Filmmaster Productions con la regia di Miguel Usandivaras. La musica è di Borussia. Music Machine, partito l'11 aprile, è un evento progettato per offrire a tutti gli amanti della musica elettronica e appassionati di moda un'esperienza immersiva con accenti ‘glitch’. (20 aprile 2018)
 I media alla Borsa di Milano << <
19.04.2018AperturaMax.Min.ChiusuraΔ %
Cairo Communication3.67503.75503.66503.72501.92
Caltagirone Editore1.30001.30001.30001.3000-0.38
Class Editori0.33400.34700.33300.34201.79
Gruppo L'Espresso0.44850.45200.44000.4440-1.00
Il Sole 24 Ore0.68000.68000.67200.67800.44
Mediacontech0.64400.64400.60800.6120-5.56
Mediaset3.30403.32203.27303.2730-0.61
Mondadori Editore1.69801.72001.66401.6680-2.23
Mondo TV5.02005.02004.52004.5900-8.11
Monrif0.23000.23000.23000.23000.00
Poligrafici Editoriale0.25900.26000.25700.2580-0.39
Ray Way4.59004.61004.52004.5200-0.66
RCS Mediagroup1.19001.19401.17601.1780-1.34
Italiaonline3.03503.04502.95503.0000-0.17
Powered by Six Financial Information su dati di Borsa Italiana


  FAST NEWS<< <
Due italiani su tre online a febbraio e tutti i giorni in 26,5 milioni. In febbraio la total digital audience ha raggiunto 34,2 milioni di italiani, pari al 62,4% della popolazione dai 2 anni in su
 
Giancarlo Leone riconfermato presidente dell'Apt. Giancarlo Leone è stato riconfermato presidente dell'Apt, l'associazione dei produttori televisivi, per il biennio 2018-2020
 
Torna a Milano a maggio il Wired Next Fest, tema 2018 'Contaminazione'. Delle innovazioni che ci attendono nel prossimo futuro, e di quanto le nostre esistenze siano contaminate da tecnologia e rete, si occuperà il Wired Next Fest 2018, che si svolgerà a Milano dal 25 al 27 maggio presso i Giardini Indro Montanelli
 
K. Guru Gowrappan presidente e chief operating officer di Oath. Oath, sussidiaria di Verizon Communications, annuncia la nomina di K Guru Gowrappan a presidente e chief operating officer
 
Il Sole 24 Ore presenta il semestrale Interior Superior, dedicato all'interior design di lusso. A tre anni dal lancio dell'edizione made in Italy di How To Spend It, arriva domani in edicola la versione italiana di Interior Superior, a cura de Il Sole 24 Ore
 
Andrea Ciarla torna in Filmmaster Productions come executive producer a Milano. Andrea Ciarla rientra dopo due anni in Filmmaster Productions come executive producer nella sede di Milano, lasciando Movie Magic International dove era entrato nel luglio 2016
 
L'albero di Natale di piazza Duomo a Milano diventa l'opera di arredo urbano ‘2nd Chance’ davanti alla sede di Sky. L'albero di Natale di piazza Duomo a Milano si appresta a diventare un'opera destinata a un'altra piazza, quella davanti alla sede di Sky a Rogoredo-Santa Giulia
 
Fabbri 1905 si promuove con contest e campagna su mezzi Mediamond. Operazione cross-mediale per Fabbri 1905, l'azienda dolciaria bolognese dell'’amarena’, rivolta a un target femminile dai 20 ai 40 anni attraverso un cooking contest sostenuto da una campagna su web, stampa e radio
 
Serena La Manna e Ruben Piemari Cereda new entry in Cernuto Pizzigoni & Partners. Entrano in Cernuto Pizzigoni & Partners Serena La Manna, che va a rafforzare il gruppo di lavoro su Fratelli Carli, Fondazione Barilla e Conforama, e Ruben Piemari Cereda per occuparsi di UX design e digital advertising
 
Al via la comunicazione globale di TCL con Neymar Jr. A Firenze l'esterna per i Tv C70. Neymar Jr, ambassador per due anni di TCL, produttore mondiale di televisori ed elettronica di consumo, ha dato il via ufficialmente da Sao Paulo alla campagna globale 2018 del brand
 
Icon di Mondadori esce in Australia, in licensing con Grace Publishing. Icon, il maschile d'alta gamma del Gruppo Mondadori, continua nel percorso di espansione internazionale e, dopo il mercato spagnolo, arriva in Australia
 
Giuseppe Caiazza in uscita da Ipg MediaBrands e McCann Worldgroup Italia. Finisce dopo un anno e mezzo l'impegno professionale di Giuseppe Caiazza alla guida di Ipg Mediabrands e di McCann Worldgroup Italia con la carica di ceo
 
Gerry Boyle ceo e Nicole Pruesse coo di Publicis Media Emea e Apac. Iain Jacob lascia il ruolo di chief executive officer di Publicis Media per la regione Emea per perseguire nuovi obiettivi professionali
 
Vanity Fair evolve con nuova veste grafica e nuova struttura. Vanity Fair, diretto da Daniela Hamaui, è da oggi in edicola in veste grafica nuova, ideata dal direttore creativo Sergio Ibáñez, e con una nuova struttura, che prevede, tra l'altro, una sezione che raccoglie le news di attualità e quelle più leggere
 
Cinzia Romeo export manager in Rizzoli Emanuelli. Rizzoli Emanuelli, storico marchio di conserve ittiche, ha nominato Cinzia Romeo nuova export manager, col compito di coordinare e sviluppare la presenza del brand nei mercati internazionali
 
Nascono i We Are Social Studios per la produzione di contenuti. We Are Social dà il via a una divisione dedicata alla produzione di contenuti, i We Are Social Studios
 
Shaeren McKenzie chief brand officer del gruppo McArthurGlen. Il gruppo McArthurGlen (gruppo europeo di designer outlet) ha nominato Shaeren McKenzie nel ruolo di nuova creazione di chief brand officer
 
The Big Now e Cwt Meetings & Events aderiscono all'Osservatorio Branded Entertainment. The Big Now e Cwt Meetings & Events entrano in OBE - Osservatorio Branded Entertainment, associazione per la diffusione sul mercato italiano del branded entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca
 
Editoriale Domus rilancia Dueruote. Si rinnova col numero di maggio, in edicola da oggi, Dueruote, il mensile di Editoriale Domus dedicato al mondo delle moto
 
Snaidero cucine affida la comunicazione ad Aipem. A seguito di una consultazione, Aipem di Udine si è aggiudicata la comunicazione per il 2018 di Snaidero cucine, per cui ha previsto un mix di attività digitali e non
 
Nasce IME Italy guidata da Ciro Calvanese, Frankfurter Allgemeine Zeitung le affida la concessione. L'editore della Frankfurter Allgemeine Zeitung ha affidato a International Media Experts Italy (IME) la vendita degli spazi pubblicitari delle sue testate off e online in Italia
 
Lorenzo Marini Group - Well Comm Torino per il lancio di Urixana. A seguito di una gara, Pierre Fabre ha affidato il lancio di Urixana, integratore nel settore uro-ginecologico, a Lorenzo Marini Group - Well Comm Torino
 
The Big Now vince la gara per le attività sul digital di Binck Italia. Binck Italia, sede italiana del gruppo olandese specializzato nei servizi di trading online, ha affidato le attività sul digital a The Big Now
 
easyJet al Fuorisalone con l'activation di Fcb Milan ‘Two hours to become a star'. Fcb Milan ha realizzato per easyJet l'activation ‘Two hours to become a star' in occasione del Fuorisalone a Milano
 
Gabriele Carè coordinatore marketing della divisione moto di Suzuki Italia. La filiale italiana di Suzuki ha annunciato che Gabriele Carè è il nuovo coordinatore marketing della divisione moto
 
Airbnb replica il progetto ‘Borghi Italiani’, tre artisti creeranno opere site specific in tre edifici pubblici da affittare con finalità sociali. Al via il secondo capitolo del progetto ‘Borghi Italiani’ di Airbnb (portale per affitti di alloggi e camere per brevi periodi) con la riqualificazione un edificio pubblico a Sambuca di Sicilia (Agrigento), Lavenone (Brescia) e Civitacampomarano (Campobasso)
 
Canale 5 e Tg5 rinnovano l'immagine e lo annunciano con spot e su stampa. Canale 5 rinnova il marchio della rete e il logo e lo studio del Tg5, visibili nuovi dall'edizione delle 6 del mattino di oggi
 



 FOTONOTIZIA  ‘Fashion in the Future’
vince la 7a edizione del contest ‘Posterheroes’
che unisce grafica e impegno sociale
<<<
Melania Branca col poster ‘Fashion in the Future’ è la vincitrice di ‘Posterheroes’, settima edizione del concorso internazionale che unisce grafica e impegno sociale, promosso da Favini (grafiche per il packaging di prodotti luxury e fashion) insieme a Ied - Istituto Europeo di Design e all'associazione Plug. ‘Fashion in the Future’ ironizza sulla moda del futuro, dove, in un mondo caratterizzato dall'inquinamento, le maschere antigas diventerebbero accessori fashion al pari di scarpe e borse. Dal 2010 Posterheroes coinvolge su temi sociali e ambientali i giovani che hanno inviato in concorso 5855 manifesti da 73 diverse nazioni. Quest’anno il tema era ‘Shaping the future’ da esprimere su poster 70x100 cm. Su quasi 3000 partecipanti sono stati selezionati 40 lavori che verranno pubblicati nel catalogo stampato su carta Remake di Favini, e che diventeranno parte di una mostra itinerante presso le sedi italiane dello Ied, iniziando da Firenze, dal 23 aprile al 19 maggio. (20 aprile 2018)


SULLO SCHERMO
<<<
COSA DIRÀ LA GENTE / Drammatico
Nelle sale dal 3 maggio, ‘Cosa dirà la gente’ (titolo originale ‘Hvad vil folk sige’) è un film autobiografico con elementi di fantasia della regista Iram Haq. Intensa protagonista è la diciassettenne Maria Mozhdah. Nel cast anche Adil Hussain, Ekavali Khanna, Rohit Saraf, Ali Arfan, Sheeba Chaddha. Il film ha ricevuto un'ottima accoglienza al Toronto International Film Festival 2017. Distribuisce Lucky Red. Dura 106’
La sedicenne Nisha recita in casa il ruolo della brava figlia pachistana, ma fuori con gli amici è una normale adolescente norvegese. Quando il padre la sorprende in intimità col suo ragazzo, le due realtà entrano in collisione e i genitori la rapiscono per portarla da alcuni parenti in Pakistan, dove sarà costretta ad adattarsi a una cultura che non sente propria. Una storia non nuovissima ma purtroppo sempre molto attuale. ‘Cosa dirà la gente’, in hindi ‘log kya kahenge’, è una frase molto diffusa tra pachistani e indiani e ne sa qualcosa la regista, classe 1976, che a 14 anni venne rapita dai genitori e portata in Pakistan: “L'ossessione per l'opinione della gente è l'elemento di cui voglio liberarmi. Ho aspettato di essere abbastanza matura per raccontare questa storia in modo equilibrato, evitando di mettere in scena un dramma con genitori crudeli e una figlia soltanto vittima”. Il film coinvolge e la ribellione di Nisha in extremis è un sollievo anche per lo spettatore.  Valutazione:   ****


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati