HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Domenica 18 febbraio 2018
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Entertainment/Turismo Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

Banner Pubblicitario Alto 630x110
Retail (110)

Traditional, Silver, Mainstream, Low Price, Golden.
Nielsen individua i nuovi stili d’acquisto degli italiani


il carrello della spesa, Nielsen ha diviso gli italiani in 5 cluster in base ai modelli d’acquisto dei generi alimentari. Si osserva una fortissima polarizzazione, con prevalenza sia dello stile con la maggiore disponibilità di spesa sia di quello in assoluto più attento al prezzo, fatto che rispecchia la polarizzazione economica di un Paese in cui si assottiglia il ceto medio. L'analisi delle migrazioni da uno stile all'altro offrono indicazioni utili ad aziende e retailer su opportunità e sfide del prossimo futuro

15 febbraio 2018 - Sono i cinque nuovi ‘stili’ di acquisto individuati da Nielsen per interpretare i trend dei generi alimentari di largo consumo: Traditional, Silver, Mainstream, Low Price e Golden. Sono stati definiti analizzando il carrello della spesa degli italiani, quindi i reali comportamenti d'acquisto (non dichiarazioni), ma risultano ben definiti anche dal punto di vista sociodemografico. È stato utilizzato il Panel Consumatori, costituito da 9.000 famiglie (rappresentative della popolazione italiana) e gli acquisti sono stati monitorati in termini di categorie, tipologie di prodotto e profilo nutrizionale.

I Traditional (4 milioni di famiglie) sono famiglie mature con reddito sotto media.

I Silver (5,9 milioni di famiglie) sono nuclei famigliari con reddito sopra media dislocate al Nord.

I Mainstream (6,3 milioni) sono famiglie con figli giovani e reddito sotto media.

I Low Price (4,3 milioni) sono famiglie leggermente più giovani della media con capacità di spesa sotto media.

I Golden (4,3 milioni) sono famiglie in età centrale senza figli.


A ogni stile d'acquisto corrisponde un determinato approccio alla spesa alimentare. Ad esempio, i Traditional concentrano gli acquisti sul freschissimo e sugli ingredienti base; i Mainstream compongono il carrello con prodotti più ‘indulgenti’ e ‘golosi’; i Golden sono lo stile centrale per tutte le nuove proposizioni a valore aggiunto tipo i prodotti per intolleranti, l'offerta di sushi e sashimi, le etichette Bio, i prodotti certificati sostenibili.

Ovviamente non si tratta di compartimenti stagni, si registrano migrazioni da un approccio alla spesa all'altro. In particolare, si osserva una fortissima polarizzazione dei comportamenti d'acquisto in cui vincono al contempo lo stile con la maggiore disponibilità di spesa e quello in assoluto più attento al prezzo. Se nel 2015 il 12% delle famiglie italiane era Golden, nel 2017 lo sono il 17,4%. Parallelamente anche i Low Price sono passati dal 14,9% al 17,4%. In termini assoluti, parliamo di una migrazione verso questi due stili di 2 milioni di famiglie e 6,6 miliardi di spesa. In quest’ottica, quello che accade nel largo consumo rispecchia la più generale polarizzazione economica che sta avvenendo nel nostro Paese e il conseguente assottigliarsi del ceto medio. Prova ne sia la diminuzione nell'ultimo anno delle famiglie Mainstream (ridotte di 490mila unità), di cui una parte si è dovuta adeguare a uno
Christian Centonze
stile Low Price (230mila) e un'altra si è evoluta verso lo stile Golden (260mila).

“Alla base della nuova chiave interpretativa adottata da Nielsen – ha detto Christian Centonze, head di Soluzioni per il Largo Consumo di Nielsen – c'è la consapevolezza dei numerosi cambiamenti della società italiana: avanzamento dell'età media, riduzione del tasso di natalità, rivoluzione digitale, frammentazione sociale, nuove figure professionali, polarizzazione economica e post-verità. Dinamiche che inevitabilmente hanno un profondo impatto sulle modalità con cui le famiglie fanno la spesa”.

A oggi, frammentazione e polarizzazione hanno favorito player specializzati e agili, sia in un'ottica di convenienza (si pensi alla crescita del discount) sia in un'ottica di valore aggiunto, come quello offerto da marche specializzate in benessere. In prospettiva è proprio l'analisi delle migrazioni fra uno stile e l'altro a dare indicazioni circa le opportunità e le sfide del prossimo futuro. Da una parte c'è una partita aperta tra i retailer per vincere il favore dei Traditional, che al momento fanno buona parte della propria spesa nei piccoli negozi tradizionali, ma che stanno scomparendo. Una partita che si gioca sul territorio del freschissimo ma anche sulla relazione tra cliente e punto vendita. In una società in cui la fascia matura è destinata ad avere sempre maggior peso, buona parte della crescita del largo consumo dipenderà dalla capacità di favorire la migrazione delle famiglie Silver verso uno stile Golden. Considerata la maggiore propensione dei Silver a fare spesa nei negozi vicini a casa e con metrature inferiori, la sfida è ottimizzare gli assortimenti in modo da portare prodotti specializzati / ad alto valore aggiunto anche nei punti di vendita più piccoli.

Lo stile Mainstream si sta polarizzando tra Golden e Low Price. In questo caso la sfida per una crescita sostenibile e duratura è la creazione di uno spazio di mediazione fra queste polarità, all'interno del quale sviluppare uno stile ‘Mainstream 2.0’ a maggior valore aggiunto, andando a rimuovere le barriere, di costo, ma anche di gusto, che impediscono di attivarsi sui trend emergenti.

Per saperne di più..>>



Corto d'autore per la campagna natalizia di Librerie Feltrinelli.
Paolo Genovese dirige ‘Oltre le pagine’, su idea di Havas Milan


cinematografico per il messaggio natalizio che omaggia libri, lettori e librerie, con un racconto intimo e delicato di 3’ e 30” destinato ai canali social del Gruppo Feltrinelli e al cinema, dopo l'anteprima su laeffe. A supporto, immagini su quotidiani e Go Tv. Foto di Hyperactive Studio

5 dicembre 2017 - ‘A Natale regala un libro’ è il messaggio lanciato dalle Librerie Feltrinelli utilizzando il linguaggio del cinema d’autore, scelto per la prima volta dal gruppo. Al centro del progetto, ideato da Havas Milan, c'è il cortometraggio ‘Oltre le pagine’, realizzato dal regista Paolo Genovese (‘Perfetti sconosciuti’, ‘The Place’) in omaggio ai libri, ai lettori, alle librerie: invita il pubblico a vivere il periodo natalizio come momento ideale per donare, tramite un semplice gesto, storie, personaggi ed emozioni senza tempo.

Il cortometraggio, della durata di circa 3’ e 30’’, è stato girato a Milano ed è interpretata dagli attori Sara Cardinaletti (Martina) e Francesco Meola, con produzione di Akita Film. È disponibile sui siti internet e i canali social del gruppo: laFeltrinelli, Giangiacomo Feltrinelli Editore e laeffe Tv (dove ieri alle 21.10 &egrav
e; andata on air l'anteprima). Inoltre, dal 7 dicembre è prevista la proiezione nei cinema, in oltre 1500 schermi su tutto il territorio nazionale.
Il corto racconta una storia intima e delicata, dove i libri giocano un ruolo fondamentale. Martina, cameriera in un bar sui Navigli, riceve in luoghi inattesi (la bici, un tavolo del bar, etc.) dei pacchetti regalo, che contengono un libro avvolto in carta rosso Feltrinelli, senza alcun messaggio. Alla Vigilia di Natale intuisce che, impilati gli uni sugli altri nella giusta combinazione, i titoli dei libri formano un messaggio: ‘Un uomo innamorato’ ‘Con una rosa in mano’ ‘Dietro la porta’ ‘La Vigilia di Natale’. Scende in strada e incontra finalmente il misterioso ammiratore

L'immagine della campagna prevede anche una pianificazione su stampa quotidiana e su affissioni digitali sulla GoTv in oltre 100 stazioni. La fotografia dei materiali di affissione e punto vendita è curata da Hyperactive Studio. L'attività di promozione coinvolge tutte le piattaforme digitali del Gruppo Feltrinelli. Hashtag: #OltreLePagine.




Lg e Unieuro lanciano in co-marketing
la lavatrice premium TWINWash


gamma di lavatrici innovative di Lg a doppio cestello per fare due bucati in contemporanea è al centro di una campagna di comunicazione omnicanale articolata su tutti i touchpoint, varata congiuntamente da azienda e catena retail. In tv è su Sky con un video prodotto da Sky Media che pubblicizza l'acquisto promozionale in bundle insieme a un tv Lg Led 4K da 55’’. La campagna conta su un budget di 2 milioni di euro

15 novembre 2017 - Azione di co-marketing tra Lg Electronics Italia e la catena di elettronica di consumo Unieuro per il lancio in comunicazione delle nuove lavatrici TWINWash, in vendita in Italia da due mesi, con cui è possibile fare due bucati in contemporanea grazie al doppio cestello. Si tratta di una innovazione di prodotto che il brand ha introdotto da un paio d’anni in Usa e che sta lanciando ora in contemporanea in Europa: in pratica è come fossero due lavatrici assemblate, una che può lavare dai 10 ai 12 kg secondo modello e l'altra da 2 kg, col plus di poter trattare in parallelo capi diversi come i bianchi e i colorati e per di più in un tempo molto breve (49’). Va da sé che si tratta di un modello premium, che chiede una certo spazio (misura 60x85x60) e che costa dai 2.999 euro per il modello da 10 + 2 kg ai 3.499 per quello da 12 + 2 kg fino a 3.799 per quello comprensivo anche di asciugatrice.

E qui si innesta il co-marketing promozionale che la stessa Unieuro ha proposto all'azienda, nell'ambito el progetto di favorire la vendita di prodotti premium in grado di semplificare la vita e portare benefici ai consumatori, grazie all'innovazione tecnologica. I due partner sostengono congiuntamente la campagna di comunicazione omnicanale che offre l'acquisto in bundle della lavatrice Lg TWINWash insieme a un tv Lg Led 4K da 55’’, al prezzo speciale di
Marco Titi
3.480 euro in tutti i negozi Unieuro.

“Abbiamo sviluppato insieme il progetto di lancio di TWINWash – ha detto Marco Titi, direttore marketing di Unieuro – articolandolo su tutti i touchpoint, dai punti vendita al web al Crm, fino a un'iniziativa speciale in tv realizzata con Sky, con un formato long video da 45” per comunicare correttamente questa vera rivoluzione nel lavaggio. Abbiamo individuato negli abbonati di Sky il target adatto a un prodotto premium come questo”.

La pianificazione in tv è in esclusiva sui canali Sky dal 12 a fine novembre e il video è prodotto da Sky Media con regia e direzione creativa di Nicola Buffoni. La campagna prevede anche digital (curato da Digitouch), radio instore e, sotto Natale, un rilancio della promozione su stampa. Il budget per l'intera campagna è quantificabile in 2 milioni di euro. Il media è a cura di Media Italia.


Gruppo VéGé porta a 4 milioni l'investimento 2017 in comunicazione


catena distributiva inaugura un nuovo format pubblicitario per le due campagne stampa dell'ultima parte dell'anno che affiancano l'iniziativa nazionale ‘Noi amiamo la scuola’. Pianificati settimanali, quotidiani, web e social

24 ottobre 2017 - Dopo la campagna affissioni tra luglio e ottobre, Gruppo VéGé dà ora il via per l'ultima parte dell'anno a una due campagne stampa basate su un nuovo format pubblicitario. Affiancheranno l'iniziativa nazionale ‘Noi amiamo la scuola’, in corso dal 4 ottobre in oltre 900 punti vendita delle imprese socie.

La prima, declinata su 3 sogg
etti, presenta il Gruppo VéGé come il grande esperto di food retail capace di conoscere da 55 anni i gusti e le esigenze degli italiani. La seconda campagna stampa ha come soggetto i prodotti della marca del distributore. Saranno on air insieme alla programmazione per ‘Noi amiamo la scuola’ su settimanali, canali web e social di Gruppo VéGé e, da metà novembre, su stampa quotidiana con due fligth.

Con questo doppio impegno l'investimento complessivo in comunicazione di Gruppo VéGé per il 2017 sale a circa 4 milioni di euro.


Caffè e aperitivo direttamente in banca, per clienti e non.
Autogrill apre un bar Puro Gusto in una filiale di Intesa Sanpaolo


presenza di un punto ristoro del gruppo Autogrill rientra nel restyling della filiale di Corso Vercelli a Milano, in cui gli spazi sono concepiti sempre più come luoghi di intrattenimento, condivisione e contaminazione. La proposta food soddisferà i consumi dell'intera giornata, in linea con gli orari di apertura al pubblico dell'istituto bancario

11 ottobre 2017 - Per la prima volta in Italia uno store Puro Gusto, marchio di Autogrill evoluzione del bar tradizionale verso il coffee shop all'americana, entra a far parte di una filiale bancaria, quella di Intesa Sanpaolo di corso Vercelli a Milano, a disposizione dei clienti della banca ma anche di avventori dall'esterno. L'iniziativa, che rientra nel restyling della filiale, prevede infatti il doppio accesso: uno fronte strada per chi vorrà accedere al solo locale di ristoro e uno ad accesso diretto per i clienti dall'interno della banca.

Puro Gusto è un moderno bar pensato per un break di qualità, che offre specialità gastronomiche italiane e dove la tostatura del caffè viene effettuata in loco ogni giorno. La proposta food soddisferà i consumi dell'intera giornata, in linea con gli orari di apertura al pubblico della filiale: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e al sabato dalle 9 alle 13.

La filiale di corso Vercelli ‘d'ultima generazione’ diventa così un ambiente socializzante, che offre al cliente la possibilità di condividere nuovi spazi secondo modalità di accoglienza insolite per un istituto bancario. Gli spazi sono concepiti sempre più come luoghi di intrattenimento, condivisione e contaminazione, secondo la filosofia dello sharing, il principio ispiratore dei nuovi progetti culturali e commerciali di Intesa Sanpaolo. Gambero Rosso è partner per il food design.


Rinascente apre a Roma il suo secondo flagship store,
dà il via al Roma District e dà l'annuncio con Jwt


flagship store aprirà il 12 ottobre in via del Tritone e si verrà ad aggiungere al quello di Milano portando a undici in Italia i punti vendita dell'insegna. Per l'occasione Rinascente celebra lo spirito della capitale con un piano di comunicazione integrata e vi ambienta anche la campagna Fall/Winter

27 settembre 2017 - Roma diventa il punto centrale della comunicazione della Rinascente nell'ultima parte dell'anno poiché nella capitale aprirà il 12 ottobre in via del Tritone il nuovo flagship store, che si verrà ad aggiungere al flagship store di Milano in piazza del Duomo, portando a undici in Italia i punti vendita dell'insegna di moda, accessori, bellezza, casa, design e food.

La Rinascente valorizza lo spirito della città che la accoglie e lo racconta nel nuovo film istituzionale, diretto da Elena Petitti di Roreto. Dopo aver mostrato lo spirito del District di Milano, la regista racconta in un nuovo 120” il viaggio di tre ragazzi attraverso l'Italia: dalla Milano notturna e metropolitana fino alle bellezze di Roma, con il quartiere Coppedè e il lungo Tevere, mostrando che Rinascente è davvero "in the heart of the city, wherever it goes".

L'annuncio dell'opening del
nuovo punto vendita è affidato agli scatti e ai video del fotografo internazionale Paul Berends. Il concept di campagna è ‘Rome is an attitude’ ovvero Rinascente celebra l'indole unica della città eterna e dei suoi abitanti, fatta di storia e bellezza, di carisma e personalità.

E anche la campagna Fall/Winter 2017 sceglie Roma per i suoi scatti, sempre firmati da Berends. Ambientate nelle strade che circondano il nuovo flagship store, le immagini ripartono dal simbolo che aveva caratterizzato la campagna Spring/Summer: la mappa della città, in questo caso proprio Roma, emblema del nuovo District che sta per nascere e che come già quello milanese proporrà eventi, attività e appuntamenti.

La campagna è firmata da Jwt mentre la produzione video è di Section80. Sia la campagna di lancio di Roma Tritone che la Fall/Winter sono sui canali digital di Rinascente, attraverso post social, micro pillole video e le pagine del sito rinascente.it.




Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 lanciano Ebx
per la compravendita in programmatic di campagne europee


tre gruppi televisivi creano una joint venture per i video digitali che risponde alla crescente richiesta di brand safety e di campagne paneuropee di qualità e su larga scala. La piattaforma congiunta sarà in grado di raggiungere oltre 250 milioni di persone, una massa critica capace di fronteggiare i colossi del web mondiale, e sarà aperta all'adesione di altri gruppi media. La sede sarà a Londra

12 giugno 2017 - Si rafforza l'alleanza tra i gruppi televisivi europei Mediaset, presente in Italia e in Spagna, ProSiebenSat.1, attivo in Germania, e TF1, operativo in Francia. Già membri della European Media Alliance, la rete delle principali tv europee lanciata nel 2014, nel gennaio scorso i tre gruppi avevano annunciato una collaborazione nell'area delle reti multicanali, e Tf1 e Mediaset erano entrate in Studio71, il multichannel network controllato dal gruppo tedesco (vedi news del 13 gennaio).

Per dare ulteriore sviluppo alla pubblicità televisiva che sta convergendo sempre più nel mondo digitale, ora Mediaset, ProSiebenSat.1 e TF1 annunciano la creazione della joint venture Ebx (European Broadcaster Exchange) che risponde alla crescente richiesta di brand safety e di campagne video p
aneuropee di qualità e su larga scala

L'attività di Ebx riguarderà principalmente campagne video programmatic che comportano la gestione automatizzata e su database di vendite e acquisti di pubblicità digitale. Ebx avrà sede a Londra dove si trovano le maggiori agenzie media specializzate in pianificazione di campagne paneuropee. Una volta attenuta l'approvazione delle Autorità garanti della concorrenza europee, verrà formato il sales team e sarà attivata la piattaforma congiunta.

L'accordo permetterà di raggiungere oltre 250 milioni di persone, una massa critica in grado di fronteggiare i colossi del web mondiale. In più, l'alleanza è aperta all'adesione futura di altri gruppi media. Ci saranno nuove opportunità per gli investitori nel mercato della pubblicità video programmati
ca che sta crescendo del 45% annuo nell'Europa occidentale.

“Questa joint venture è una risposta concreta all'attuale scenario video digitale – ha detto Stefano Sala, consigliere di Mediaset e ceo di Publitalia. Siamo in una posizione unica ed esclusiva per disegnare e guidare insieme la roadmap della pubblicità premium video”. 


Oriocenter arriva a 105mila mq, si posiziona ‘Big and Unique’,
rinnova il logo e si promuove in affissioni con Ipg/McCann


35mila mq in più, diventa il primo shopping mall in Italia e uno dei più grandi in Europa, con presenza di marchi premium come Emporio Armani e Hugo Boss e altri che sbarcano per la prima volta in Italia come wagamama e Under Armour. Ottanta nuovi negozi portano il totale a 280 tra cui 50 bar e ristoranti. Uci Cinema è presente con 14 sale tra cui l'Imax con lo schermo più largo d'Europa. Protagonisti della campagna di lancio sono un gorilla (Big) a rappresentare le dimensioni del centro e una farfalla (Unique) che trasmette l'unicità del progetto. Coinvolti affissioni, social, guerrilla marketing, mega installazioni

24 maggio 2017 - Terza fase di sviluppo per Oriocenter, una della mall più grandi d'Europa, costruita di fronte all'aeroporto di Orio al Serio nei pressi di Bergamo (terzo in Italia per traffico passeggeri). Domani alle 19 ci sarà l'inaugurazione dell'ampliamento a 105mila m2 (35mila in più) che arriveranno a contenere 280 negozi, tra cui 50 bar e ristoranti ripartiti in due Food Court da 1.500 posti, 14 sale cinema e un ipermercato, all'insegna del posizionamento ‘Big and Unique’. Nell'operazione ampliamento, firmato dallo studio De Otto Architetti, investe cento milioni di euro Finser del gruppo Percassi (fondatore del centro nel 1998 su modello degli shopping center americani) e 80 milioni la società di investimenti e asset tedesca Commerz Real AG (che ha già investito in passato 330 milioni).
 
Vengono aperte 80 nuove unità, portando il centro ad avere il 40% di negozi dedicati a moda, abbigliamento e intimo, il 20% alla ristorazione, il 15% alla cura della persona, l'8% a tempo libero e casa, il 5% a calzature, il 4% all'elettronica, il 4% allo sport e il 4% ai servizi. Ci sarà l'offerta di marchi premium come Emporio Armani, Coach, Hugo Boss, Baldinini, Michael Kors, Furla, Weekend di Max Mara, Twin Set, Elisabetta Franchi, Lacoste, Liviana Conti, & Other Stories, Sandro e T-Trussardi. Inoltre, sbarcheranno per la prima volta in Italia wagamama (cucina asiatica), Under Armour (abbigliamento e scarpe sportive) per cui sarà il primo punto vendita in Italia e Thule, azienda svedese che apre il primo negozio in Europa, dedicato alla valigeria.

Uci Cinemas sarà presente con 14 sale, tra cui la sala Imax con doppio proiettore laser e lo schermo più largo d'Europa da oltre 450mq (30x15) per un totale di 2.500 posti. Ogni giorno ci saranno spettacoli dalle 10.30 alle 22.50, oltre a quello notturno del sabato all'una di notte. Ci sono anche una Smart Clinic del Gruppo ospedaliero San Donato e l'NH Hotel (4 stelle), sviluppato su 4 piani per un tot
ale di 118 camere. 
 
Con l'ampliamento, Oriocenter si è dato un nuovo logo e un nuovo pay-off diventato ‘Oriocenter selected stores’. A supporto dell'apertura è in pianificazione una campagna di affissioni e sono state previste azioni di guerrilla marketing e attività social, organizzate in due fasi: una fase teaser centrata sul concetto ‘Think Bigger, Think Unique’ e la fase istituzionale di lancio ‘Big and Unique’. Protagonisti della campagna sono un gorilla (Big) a rappresentare le dimensioni del centro e una farfalla  (Unique) che trasmette l'unicità del progetto. Dal 25 maggio per tre mesi saranno presenti all'interno del centro quattro mega installazioni. A firmare le attività di comunicazione sono Giovanni Rossi Studio e Ipg Mediabrands con McCann Worldgroup.
 
Per l'naugurazione di domani la facciata principale di Oriocenter sarà rivestita di farfalle e ad accogliere gli invitati sarà un enorme gorilla. Ci saranno tre installazioni distribuite sui 105.000 mq p
er rappresentare un Magic Wonder, in cui si incontreranno ‘ Didy il bipede immaginario’, meduse giganti e ‘Yoda il Fiore sonoro’. Le installazioni oniriche e interattiv esaranno animate da performer impegnati in balletti aerei e a terra, circensi e dee marine che accoglieranno gli invitati, coinvolgendoli e trasferendoli in un mondo sconosciuto e alterato. 


Ovs presenta con McCann la nuova capsule collection ‘Arts of Italy’


fast fashion retailer rende omaggio all'arte italiana meno nota e devolve il ricavato per salvaguardare monumenti di valore. Il sostegno della nuova edizione del progetto va a Norcia. McCann firma la campagna multisoggetto con foto di Pierpaolo Ferrari

16 maggio 2017 - Ovs presenta la nuova capsule collection del progetto ‘Arts of Italy’, partito nel 2016, un connubio fra arte e moda con cui il fast fashion retailer rende omaggio all'arte italiana meno nota e nel contempo devolve il ricavato per salvaguardare monumenti di valore. Quest'anno Ovs ha scelto di sostenere Norcia, uno dei paesi simbolo del terremoto nel centro Italia. Curatore del progetto è Davide Rampello a cui si deve la ricerca dei capolavori a cui si ispirano i capi, per uomo e per donna, disponibili negli store dal 20 maggio e sul sito ovs.it dal 19. La campagna di lancio è firmata da McCann Milano che l'ha sviluppata col fotografo Pierpaolo Ferrari.

Il concetto creativo si fonda sul presupposto che l'arte sia una componente del vissuto di ciascuno di noi, che in fondo appartenga a tutti. E che la moda permetta di viverla e indossarla ogni giorno, trasformando il nostro corpo in una sorta di manifesto. 
 
Testimonial di questa nuova edizione sono il regista Giovanni Veronesi, l'attrice Valeria Solarino, la cantante Emma, lo chef Davide Oldani, l'attrice Ambra Angiolini e lo scrittore Luca Bianchini. 
 
La campagna si compone di una multisoggetto di annunci stampa e outdoor, video e videointerviste ai testimonial coinvolti nel progetto. Inoltre, grazie all'utilizzo di tecnologie digitali (QR code, sito dedicato, social media), ogni capo instaurerà un dialogo interattivo con chi lo sceglie, fornendo approfondimenti informativi sull'opera ispiratrice. 


Digital Magics e Bricoman lanciano alle start up
la call 'Object Recognition for a Smart Checkout'


del contest è di innovare il processo di riconoscimento dei prodotti quando non vengono correttamente riconosciuti dalle casse attraverso il classico codice a barre, riducendo i tempi di attesa per i clienti. La call to action è rivolta alle startup italiane che si occupano di riconoscimento oggetti, realtà virtuale e realtà aumentata 

2 maggio 2017 - Bricoman Italia (retail di prodotti tecnici professionali per la costruzione e la ristrutturazione della casa) e il business incubator Digital Magics lanciano Object Recognition for a Smart Checkout, una call rivolta alle startup italiane che si occupano di riconoscimento oggetti, realtà virtuale e realtà aumentata.
 
Si tratta di trovare delle soluzioni concrete per innovare il processo di riconoscimento dei prodotti quando non vengono correttamente riconosciuti dalle casse attraverso il classico codice a barre, o perché rovinato (non leggibile dallo scanner) o perché diverso da quello presente nel catalogo (e per questo non riconosciuto) o perché del tutto assente. La velocità di acquisto, di cui il checkout è fase fondamentale, è uno dei pilastri del business di Bricoman. Il contest sarà vinto da chi saprà proporre una soluzione concreta, riducendo così il tempo di attesa alle casse.
 
Le startup sono invitate a inviare i progetti entro il 24 maggio su http://objectrecognition.digitalmagics.com. Quelle che avranno inviato le proposte più promettenti saranni invitate a partecipare il 29 maggio alla giornata di pitch presso il campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana. I fondatori di ogni startup presenterà la proposta a Bricoman Italia e partner, che valuteranno la possibilità di offrire un percorso di incubazione e di crescita con Digital Magics. La migliore startup verrà premiata con 5.000 euro. 
 
Object  Recognition for a Smart Checkout rientra nel programma, attivo dal 2016, di Open Innovation di Digital Magics per innovare processi interni, prodotti e servizi di Bricoman e per sviluppare competenze e tecnologie, grazie alla collaborazione con startup innovative. 
 


Leggerezza tangibile di Vitasnella greek,
che fluttua nell'aria sullo scaffale del punto vendita


con Young&Rubicam e Kinetic lancia l'activation di shopper marketing ‘Grab The Lightness di Vitasnella’. Grazie a un espositore dotato di magneti respingenti, i vasetti svettano letteralmente sui competitor, dando dimostrazione di leggerezza al consumatore. Un uso creativo del punto vendita come media

20 aprile 2017 - Dalla collaborazione tra Danone, Young&Rubicam e Kinetic nasce Grab The Lightness di Vitasnella, un'attivazione di shopper marketing per coinvolgere il consumatore nel punto vendita con un approccio non convenzionale. Il progetto pilota parte da Milano, nella corsia dedicata in un supermercato agli yogurt. Qui alcuni vasetti di Vitasnella greek svettano letteralmente sugli altri, grazie a uno speciale espositore dotato di magneti respingenti che li fa fluttuare nell'aria: lo yogurt ‘leggero’ della Danone riafferma la sua leadership nel segmento dei leggeri, in particolare dei colati. 
 
La leggerezza, main value del brand di casa Danone, è resa tangibile attraverso l'uso creativo del punto vendita come media. Vicky Gitto, chairman e cco di Y&R/VML Italia, ha dichiarato: “La leggerezza del prodotto viene veicolata in modo outstanding al di là dai consueti confini dei media tradizionali, riuscendo a stabilire una relazione immediata tra il brand, il messaggio e i consumatori”. 
 
Il progetto rientra nel percorso intrapreso da Danone di sfruttare sempre di più le leve dello shopper marketing come strumento di comunicazione nell'ultimo metro del processo di acquisto. 
Video is not visible, most likely your browser does not support HTML5 video
 


Retail-tainment nei centri commerciali Klepierre col supporto
della campagna europea Let's Play di Sid Lee

Declinata su periodici, radio, outdoor, digitale e pv, la campagna propone un approccio ludico e ironico all'esperienza dello shopping nei centri del colosso francese dell'immobiliare commerciale, presente in 16 Paesi tra cui l'Italia dove conta 37 mall.  I consumatori sono invitati a co-creare le nuove regole dello shopping

23 marzo 2017 - Klepierre, colosso francese dell'immobiliare commerciale, lancia la campagna europea Let’s Play che propone  un approccio ludico e ironico all'esperienza dello shopping nei suoi centri commerciali. Il gruppo gestisce centri commerciali in 16 paesi europei, di cui 37 in Italia, e ne reinventa costantemente gli spazi, il mix merceologico e i servizi, con l'appoggio di attività di marketing e un ricco calendario di eventi. I centri non sono più soltanto spazi per lo shopping, ma luoghi di incontro e di divertimento, capaci di creare un solido legame tra i brand e i clienti.

In Let's Play lo shopping diventa un gioco e sono i frequentatori dei centri a stabilirne le ‘regole’: da un'analisi dei commenti e dei consigli pubblicati sui social network dai clienti in tutta Europa sono nati i visual che spaziano dal mood avventuroso e attraente a uno irriverente, distaccato, creativo, curioso. ambizioso. A ciascun stato d'anim
o è associato un colore, che rimane costante per tutta la campagna. I visual sono pensati per le occasioni più svariate, dai saldi al Natale, dalla Festa della mamma agli eventi nei centri. In Let's Play appare anche la nuova visual identity dei mall più importanti di Klepierre. 

La campagna sarà declinata su periodici, radio, outdoor (affissioni, metropolitane, pensiline) e nei punti vendita. La parte digitale include contenuti video e gif che saranno diffusi sui social media, e verranno attivate partnership con fashion blogger influenti. I consumatori saranno invitati a co-creare le nuove regole dello shopping attraverso le pagine Facebook di ogni centro commerciale.

Sviluppata dall'agenzia creativa internazionale Sid Lee, Let's Play è stata realizzata da un team di 60 persone, con 20 modelli, 75 immagini, 80 packshot, 15 gif, un video e un making of girati simultaneamente in 4 set. 


Un Mozzarella Bistrot in libreria a Milano, in Mondadori Megastore

Mondadori Retail e Fattorie Garofalo aprono il punto di incontro e convivialità al secondo piano della libreria di via Marghera, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 24, destinato a diventare anche luogo di eventi culturali dedicati al food made in Italy. Per l'azienda produttrice di Capua, la strategia di retail diretto sviluppa 7-8 milioni del fatturato annuale di 70. Per Mondadori Retail è una delle diversificazioni dell'offerta che ha preso piede nei 630 punti vendita della catena. Intanto l'attività core, la vendita di libri, segna a livello mercato in Italia un incoraggiante crescita del 4%

24 febbraio 2017 - Il Mondadori Megastore di via Marghera a Milano ha aperto al secondo piano un bistrot vocato a servire mozzarella di qualità e preparati a base della stessa, grazie a una partnership con Fattorie Garofalo. L'azienda storica di Capua, in provincia di Caserta, guida un gruppo di filiera per un totale di diecimila capi bufalini allevati, con un fatturato di 70 milioni di euro generato dalla vendita di mozzarella di bufala, carne e salumi di bufalo e di energia elettrica verde, ottenuta da biogas e fotovoltaico. Il gruppo vende in 42 Paesi, soprattutto in Germania, Usa, Uk e Belgio, e il 35% del fatturato viene dall’export. 
 
Un'ulteriore espansione è affidata al food retail diretto, su cui il gruppo Garofalo investe 6 milioni l’anno e che rende ad oggi 7-8 milioni sul fatturato di 70. L'azienda ha sposato la strategia del 'travel retail',
localizzando ristoranti e caffetterie in importanti luoghi di transito in Italia. E ora dà il via al Fattorie Garofalo Mozzarella Bistrot, punto di ristoro destinato anche a diventare luogo di eventi culturali, declinati in chiave food e dedicati soprattutto alle eccellenze e alle tipicità dell’agroalimentare italiano. Il bistrot, che ha anche due ampi dehors, è arredato con un design pulito, firmato da Antonio Zagaria e Costa Group, nei colori dell’acciaio del caseificio, del rovere, del foraggio e della terra, con molto bianco che riecheggia il colore del prodotto principe servito, la mozzarella appunto. 
 
Fattorie Garofalo Mozzarella Bistrot resta aperto dalle 10 alle 24 sette giorni su sette, facendo di Mondadori Megastore - come ha sottolineato Mario Resca, presidente di Mondadori Retail - un punto di riferimento anche nelle ore serali per la zona, abitata da un target affluente e molto frequentata per lo shopping. In più, è in progetto l'apertura entro l'estate a piano terra di un Coffee Corner che aprirà per le colazioni già alle 7,30 del mattino.
 
E' dal 20
Mario Resca
14 che i Mondadori Megastore hanno accelerato sulla diversificazione dell'offerta all'interno delle librerie, mettendo in vendita giocattoli, prodotti di cartolibreria, quotidiani e periodici e aprendo punti di ristoro. Questi ultimi oggi sono presenti in una decina dei 630 punti vendita della catena, 30 a gestione diretta da parte di Mondadori Retail e gli altri in franchising. Nel 2017 ne è prevista l'apertura un'altra ventina, con l'intento di arrivare man mano a un migliaio. E relativamente al core business della vendita dei libri, Resca sottolinea come, dopo l'annus horribilis 2013, il settore sia in ripresa e cresca del 3-4%, anche se ancora non si è tornati ai valori di vendita del 2007, prima della grande crisi. In ogni caso, si è sgonfiato lo spauracchio degli e-book, che sono fruiti da meno del 5% dei lettori di libri: la gente ama ancora maneggiare il cartaceo. 


Il gruppo MD punta a una crescita del 9.5% nel 2017
e sceglie Antonella Clerici come nuova testimonial

Il gruppo distributivo unifica sotto la sigla MD anche LD Market e investe 488 milioni nel prossimo triennio per aprire altri 90 punti vendita. Cresce anche il budget di comunicazione che vede la conduttrice di Rai prendere il testimone da Massimo Ranieri e diventare il nuovo volto della campagna in stampa, affissioni, radiospot, punti vendita e web

23 gennaio 2017 - Massimo Ranieri cede il testimone ad Antonella Clerici come volto del gruppo distributivo MD spa di Patrizio Podini, cui fanno capo i marchi MD e LD Market. Il gruppo sta vivendo la sua terza stagione, quella del consolidamento, dopo l'avvio e lo sviluppo al Sud nel 1994 e dopo l'acquisizione nel 2013 dell'insegna LD Market di Dalmine dal Gruppo Lombardini, che ha portato la catena a contare a livello nazionale. Le due insegne vengono ora unificate sotto il brand MD che, con 711 negozi (500 diretti e 211 affiliati) e un fatturato nel 2016 di 2,1 miliardi (+2% rispetto al 2015), rappresenta il 3° player nazionale nel discount, il 2° come numero di punti vendita nel discount e il 2° come catena a capitale italiano. L'unificazione sarà completata entro la fine anno.
 
L'obiettivo per il 2017 è di arrivare a 2.3 miliardi di fatturato, in crescita del 9.5% sul 2016. Nel 2017 verranno aperti 30 punti vendita con format e inseg
Patrizio Podini con Antonella Clerici
na MD, altrettanti nel 2018 e altrettanti nel 2019, in base a un piano triennale di sviluppo che prevede investimenti complessivi per 488 milioni. Anche il budget di comunicazione verrà ampliato.
 
L'insegna unificata MD viene comunicata nella campagna che andrà on air tutto l'anno con testimonial la Clerici, personaggio genuino ed empatico, che augurerà ‘Buona spesa’ agli italiani con un contratto biennnale. Su quotidian, magazine, affissioni, radiospot e sui punti vendita, la campagna ideata dall'agenzia Deltastudio.com di Ischia ha per claim “…così buono a così poco…” e si conclude con: “Se lo dice la Clerici, credici”. La pianificazione è gestita dalla Sicom Pubblicità, che affianca l'azienda da circa 15 anni. Le affissioni sono cura della Pubbliemme Group di Vibo Valentia. Iniziative di pr e media relations sono in carico a Lead Communication di Milano. 
 
Cataloghi con ricette saranno veicolati insieme a Donna Moderna, mentre nei punti vendita oltre 5 milioni di volantini riporteranno i temi della nuova campagna e ricette regionali realizzate e firmate dalla testimonial per MD. Altre ricette della testimonial saranno proposte sul blog che completa la parte digitale di comunicazione di MD che prevede anche social e sito. 


Leroy Merlin inaugura un format espositivo
di design con ambientazioni d'arredo

La catena apre a Corsico nei pressi di Milano uno showroom di nuova concezione, con suggestioni d'arredo in uno spazio multifunzionale, con consulenti a disposizione e area relax

1 dicem
bre 2016
- Leroy Merlin raffina il modello espositivo degli arredi e del materiale per la ristrutturazione di interni, inaugurando uno showroom di nuova concezione a pochi passi dallo storico punto vendita di Corsico (Milano). È pensato per orientare e stimolare la fantasia dei clienti con cinque diverse aree di ispirazione che fanno parte di un percorso espositivo: cucina, bagno, pavimenti e rivestimenti, serramenti e cabine armadio. Esperti sono disponibili a fornire suggerimenti e ispirazioni d'arredo. 
 
Sviluppato su una superficie di 2.000 mq, il nuovo showroom vuole valorizzare la migliore offerta di prodotti selezionati tra le tante proposte di Leroy Merlin. La disposizione degli spazi è stata creata immaginando un percorso circolare che mette al centro i prodotti e ottimizza il tempo di visita del cliente. 
 
Al centro si trova l'Agorà, uno spazio multifunzionale con un'area dedicata ai servizi e alla consulenza e una zona relax a disposizione dei clienti costruita con materiali e prodotti della catena. 


Autogrill invita a far viaggiare l'inedito nel cassetto

Il contest promozionale ‘Fai viaggiare la tua storia’, lanciato da Autogrill con Libromania, invita gli aspiranti autori di narrativa a candidare le proprie opere sul sito dedicato. La storia vincitrice sarà pubblicata in un libro messo in vendita in Autogrill e librerie, mentre altre dieci finaliste usciranno in ebook

28 novembre 2016 - Autogrill e Libromania lanciano ‘Fai viaggiare la tua storia‘, iniziativa che premia il talento e la passione per la scrittura, rivolta ad aspiranti autori di narrativa che hanno un romanzo inedito nel cassetto: per loro l'opportunità per farsi notare da un editore e arrivare a un vasto pubblico di lettori. Per partecipare ci si deve registrare su http://autogrill.libromania.net (dove c'è il regolamento completo) e candidare la propria opera tra il 5 dicembre e il 28 febbraio. 
 
La selezione sarà curata da Libromania, società di De Agostini Libri e Newton Compton Editori attiva nell'editoria digitale e nella promozione editoriale, insieme a una giuria di esperti di scrittori, editori e bookblogger, Selezioneranno le opere finaliste e decideranno quale premiare con la pubblicazione in edizione cartacea e individueranno dieci titoli da pubblicare in digitale. 
 
Finalisti e vincitore saranno comunicati in un evento dedicato, nell'ambito della nuova fiera dell'editoria ‘Tempo di Libri’, che si terrà a Milano dal 19 al 23 aprile. L';opera vincitrice sarà pubblicata entro luglio. Sarà prima disponibile nei punti vendita Autogrill e successivamente in librerie. Sempre entro luglio saranno pubblicate in ebook le dieci storia finaliste.



Amazon lancia anche in Italia il Dash Button,
il pulsante per rifornirsi di prodotti di largo consumo

Il dispositivo con connettività Wi-Fi permette ai clienti Prime una veloce ordinazione di un prodotto di uso quotidiano tra decine di marchi, da Barilla a Gillette. da Pampers a Pellini Caffé. Amazon annuncia anche la disponibilità in Europa di Amazon Dash Replenishment per dispositivi smart connessi. La lavatrice ordinerà in automatico il detersivo e la stampante l'inchiostro

9 novembre 2016 - Dopo Usa, Austria, Germania e Uk, Amazon annuncia il lancio anche in Italia del Dash Button, il dispositivo con connettività Wi-Fi che permette di ordinare, schiacciando semplicemente il pulsante, prodotti di uso quotidiano di decine di marchi di largo consumo, tipo Barilla, Gillette, Mulino Bianco o Pellini Caffè. Disponibili per i clienti Prime, i pulsanti permettono una veloce ordinazione quando il prodotto si sta per esaurire. Li si preme per effettuare gli ordini che arrivano con le spedizioni Prime, illimitate e senza costi aggiuntivi. 
 
Un Dash Button - ciascuno riguarda uno specifico marchio - è acquistabile su Amazon.it per 4,99 euro che vengono scontati sul primo ordine effettuato. I clienti Prime possono già ordinare i Dash Button su www.amazon.it
/dashbutton
mentre le spedizioni partiranno il 15 novembre. Dash Button si imposta collegando il tasto Dash al Wi-Fi e utilizzando l'applicazione Amazon sul proprio smartphone per selezionare il prodotto da ordinare nuovamente. Sullo smartphone arriva la notifica di conferma, con la data di consegna e il prezzo. C'è anche il tempo di rivedere, modificare o cancellare l'ordine in modo semplice. Dash Button è dotato di un adesivo riutilizzabile e un gancio estraibile per appenderlo, incollarlo o posizionarlo in qualunque luogo, tipo sull'anta della dispensa o del mobiletto del bagno.
 
Il servizio è disponibile per ora per Ace, Barilla, Biorepair, Brabantia, Caffè Vergnano 1882, Dash, Derwent, Durex, Fairy, Finish, GBC, Gillette, Huggies, Kleenex, L'Angelica, Lines, Lines Specialist, Mulino Bianco, Nerf, Nobo, Pampers, Pellini, Play-Doh, Rexel
, Scholl, Scottex, Scottonelle, Tampax. 
 
Amazon annuncia, inoltre, la disponibilità in Europa di Amazon Dash Replenishment, il servizio cloud che consente ai produttori di dispositivi dotati di connettività (elettrodomestici, stampanti, etc.) di abilitarli in modo che ordinino in automatico gli articoli da Amazon, utilizzando un semplice set di API. Ad esempio, la lavatrice può ordinare il detersivo o la stampante l'inchiostro quando la scorta sta per terminare. Stanno lavorando sull'integrazione con Dash Replenishment Grundig, Kyocera, Samsung, Whirlpool, Beko, Bosch e Siemens. Altri produttori stanno per unirsi. Altre info su www.developer.amazon.com/drs


Ikea Italia mette in gara Ddb, Jwt, Leo Burnett, SuperHumans
e McCann per una nuova comunicazione integrata multicanale

L'azienda cerca un partner capace di un approccio strategico creativo in grado di rafforzare le potenzialità del brand e stimolare la crescita del business. Nel processo di selezione è assistita da The Producer International. La decisione verrà presa entro dicembre 

12 ottobre 2016 - Ikea Italia apre una gara per scegliere la nuova agenzia di comunicazione capace di un approccio strategico creativo in grado di rafforzare le potenzialità del brand e stimolare la crescita del business. Oggetto della gara è l'ideazione della nuova comunicazione integrata multicanale.
 
Nel processo di selezione Ikea è assistita da The Producer International in qualità di advisor. La agenzie chiamate in gara sono Gruppo DDB Italia, J.Walter Thompson Italy, Leo Burnett Milano, McCann WorldGroup e SuperHumans. Non partecipa l'uscente Auge.
 
“La decisione di avviare una gara – dicono da Ikea Italia – risponde al bisogno continuo, e da considerarsi pratica consolidata, di confrontare le proprie esigenze con l'offerta del mercato, alla luce dei cambiamenti sia degli scenari di consumo sia delle attività dell'azienda”. La decisione verrà presa entro dicembre in modo da poter conferire il mandato con l'inizio del nuovo anno.


Merging con rebranding per Avanzi
e Optissimo, nasce GrandVision Italy

La nuova catena fa capo alla multinazionale olandese GrandVision e pesa per il 9% sul settore retail ottica in Italia. Rifacendosi alla tagline di gruppo ‘eye care, we care more’, si dà la mission di prendersi cura del benessere visivo delle persone. Il rebranding ha riguardato per ora 150 punti vendita con un format innovativo, fresco, diretto, improntato alla massima trasparenza. La comunicazione prosegue col serial ‘Consigli mai visti’ ideato da stvDDB, con protagonista Mara Maionchi. In uscita la campagna ‘Secondo occhiale a 1 euro’

21 settembre 2016 - Nasce dalla fusione di due catene storiche italiane dell'ottica GrandVision Italy, società italiana della multinazionale olandese GrandVision, proprietaria di Avanzi dal 1999 e di Optissimo da fine 2014. La nuova catena nasce da un merging con rebranding senza dimenticare l'identità storica - i punti vendita hanno il logo comune GrandVision con rispettivamente i sottotitoli by Avanzi e by Optissimo – e condividono la mission di prendersi cura del benessere visivo delle persone, in nome della tagline di gruppo ‘eye care, we care more’.&
Luca Sacilotto
nbsp;

Dalla fusione è nata una catena che pesa per il 9% sul settore retail ottica in Italia, con un fatturato di 232 milioni di euro (nel 2015) e 2.200 dipendenti. È presente con oltre 400 negozi, anche con le insegne Solaris e Corner Optique. A livello globale, GrandVision è presente in 44 Paesi con oltre 6.000 punti vendita, oltre 31.000 dipendenti e ha generato
un fatturato di 3.2 miliardi di euro nel 2015. 

“Nel 2016 i nostri negozi - ha detto Luca Sacilotto, managing director di GrandVision Italy – sono interessati da un'importante operazione di rebranding che ha finora riguardato 150 punti vendita e che terminerà nel corso del 2017. Il format è innovativo, fresco, diretto, improntato alla massima trasparenza dei prezzi. L'impegno è di porre sempre al centro il servizio al cliente e di investire costantemente sul personale che lo accoglie nei nostri negozi”. L'azienda ha stanziato 2 milioni di euro nella formazione dei suoi professionisti per il 2016 e l'investimento sarà replicato nel 2017 in previsione di 600 nuove assunzioni. Il rebranding dei punti vendita è un progetto pilota che sarà adottato a livello internazionale dal gruppo. 

Di fronte al pro
blema delle diffuse disabilità visive, il compito dell'ottico è sensibilizzare, informare educare. “Puntiamo – ha continuato Sacilotto – a creare una relazione continuativa col consumatore, accompagnandolo verso la consapevolezza dell'importanza di sottoporsi a controlli preventivi periodici. Il nostro posizionamento non è solo commerciale ma anche deontologico e professionale, mirante al benessere del cliente”.

La comunicazione prosegue col format ‘Consigli mai visti’ ideato da stvDDB con protagonista Mara Maionchi. La nuova campagna, la terza di quest'anno, in uscita il 25 settembre, ha per titolo ‘Secondo occhiale a 1 euro’ e comunica la promozione dell'offerta di un secondo paio di occhiali dello stesso valore di quello acquistato alla costo simbolico di 1 euro: più il cliente investirà sulla qualità del suo primo occhiale, maggiore sarà il vantaggio sul secondo.

Lo spot, prodotto da Indiana Production con regia di Marcello Cesena, andrà in onda per quattro settimane su Rai, Mediaset, La7, Sky e Discovery Channel. La comunicazione televisiva ha il supporto anche di stampa, radio e digital (curato da Tribal DDB). Il media è in carico a Media Italia. Il budget non viene esplicitato (il gruppo è quotato alla Borsa di Amsterdam), si sa però che sarà aumentato del 10% per il 2017. 




Y&R apre in Italia Labstore, agenzia di retail&shopper marketing

L'ufficio italiano conta 20 specialisti provenienti dalle agenzie del gruppo e sarà guidato dall'a.d. di Y&R Roma Marco Ruggeri, con direzione creativa di Marco Panareo a Milano e di Mariano Lombardi a Roma. La divisione dedicata al retail e shopper marketing è parte di un network con 20 uffici nel mondo e clienti internazionali come Movistar, Telefonica, Colgate, Heineken, Coca-Cola, Adidas

15 giug
Marco Panareo
no 2016
- Young & Rubicam Group annuncia il lancio italiano di Labstore, divisione dedicata al retail e shopper marketing, parte di un network che annovera più di 20 uffici nel mondo e conta clienti internazionali come Movistar, Telefonica, Colgate, Heineken, Coca-Cola e Adidas. 
 
Secondo ricerche internazionali analizzate da Labstore, l'82% delle decisioni di acquisto vengono prese all'interno del punto vendita. In media il 61% degli shoppers (ma il 73% della Generazione X e l'81% della generazione Y) usa lo smartphone nei retail e l'85% lo usa per attività correlate agli acquisti. Ecco perché le aziende decidono di destinare perce
Mariano Lombardi
ntuali sempre più consistenti del budget di marketing alle attività di shopper marketing. Young & Rubicam Group ha monitorato questa evoluzione del pv e del comportamento dei consumatori, grazie al rapporto consolidato con grandi marchi del food e dei beni di largo consumo. All'interno di Wpp, ha anche sviluppato partnership con Tns e con Kantar Retail per la costruzione di strategie di retail. Ha inoltre investito su divisioni focalizzate sulla tecnologia digitale, come Vml, oltre a maturare expertise sui Big Data. 
 
La nuova divisione sarà g
Marco Ruggeri
uidata dall'amministratore delegato di Y&R Roma Marco Ruggeri e la direzione creativa è stata affidata a Marco Panareo per l'ufficio di Milano e a Mariano Lombardi per quanto riguarda Roma. Tutti mantengono anche i loro attuali incarichi. L'ufficio italiano si avvale di 20 specialisti provenienti dalle agenzie del gruppo, appositamente formati sulle tematiche dello shopper marketing, e che metteranno a disposizione del nuovo incarico le expertise maturate nel campo dell'advertising. 


Diageo, Pernod Ricard Italia e Ruffino con Auchan e Simply danno
il via a ‘Conoscere l'alcol’, campagna per un consumo responsabile

L'iniziativa, promossa dalle aziende produttrici di spirits, vino e birra insieme alle catene distributive, coinvolgerà 200 punti vendita con allestimenti e materiali informativi per arrivare a sensibilizzare tre milioni di persone di tutte le età. In 12 Auchan e IperSimply ci saranno 23 giornate in cui verrà proposto ai consumatori un quiz multimediale, attraverso video touch screen e tablet

13 giugno 2016 - Ha preso il via la quarta edizione di ‘Conoscere l'alcol’, campagna sociale di sensibilizzazione al consumo moderato e responsabile delle bevande alcoliche, promossa da aziende di produzione e commercializzione di spirits, vino e birra quali Diageo, Pernod Ricard Italia e Ruffino, col supporto di Unione Italiana Vini (associazione che aderisce al programma di ‘Wine in Moderation’) e in collaborazione con le catene Auchan, Simply e Gallerie Commerciali Italia. 
 
Tra giugno e luglio ‘Conoscere l'alcol’ coinvolgerà 200 punti vendita su tutto il territorio nazionale. Nelle corsie dedicate al comparto alcolici, verranno messi a disposizione dei consumatori allestimenti e materiali informativi indicanti la gradazione delle bevande alcoliche più comuni e le situazioni in cui è necessaria l'astensione totale dall'alcol: minore età, la guida, la gravidanza, l'allattamento. 
 
In 12 Auchan e IperSimply ci saranno 23 giornate di sensibilizzazione. Verrà proposto ai consumatori un quiz multimediale, attraverso video touch screen e tablet, per invitarli ad adottare stili di consumo moderato e responsabile e evitare comportamenti pericolosi, come mettersi al volante dopo aver bevuto o il binge drinking, ovvero l'assunzione smodata di alcol per ubriacarsi in fretta, trend che si sta diffondendo tra gli adolescenti nelle feste o nei fine settimana. L'obietti
vo delle catene distributrici e dei brand promotori è di arrivare a sensibilizzare circa tre milioni di persone di tutte le età.
 
La campagna è in linea con gli obiettivi del programma ‘Guadagnare salute’, promosso dal Ministero della Salute dal 2007 per incoraggiare stili di vita salutari, dove si evitino oltre all'abuso di alcol anche la scorretta alimentazione, l'inattività fisica e il tabagismo. (V.S.)


MoneyFarm apre una temporary boutique
a Milano dove si spiega la finanza

Dalla consulenza online alla divulgazione finanziaria tangibile in un retail design. Nella MoneyFarm Investment Boutique, realizzata dallo studio creativo Bellissimo/Luca Ballarini, installazioni interattive artigianali permettono di capire con semplicità i concetti base della finanza. La società indipendente di consulenza finanziaria online comunica così da vicino col pubblico, a cui propone anche un calendario di appuntamenti fino all'8 luglio

23 maggio 2016 - La finanza diventa qualcosa di tangibile nella MoneyFarm Investment Boutique, in cui MoneyFarm, società indipendente di consulenza finanziaria online, si presenta e comunica col pubblico. Fino all'8 luglio nello spazio di via Fiori Chiari a Milano resta aperta, dalle 9.30 alle 20, una sorta di mostra della finanza in miniatura, dove si può scoprire il mondo degli investimenti e come MoneyFarm lo approccia: visualizzare la convenienza di un investimento rispetto a un altro, capire quali possono essere le regole per sceglierne uno sicuro e fruttuoso, compren
dere quanto può fruttare nel tempo, etc.
 
I concetti vengono spiegati attraverso nove installazioni in legno, realizzate artigianalmente, ognuna concentrata su un aspetto dell'offerta di MoneyFarm, con cui i visitatori possono interagire. Due piani inclinati con 30 biglie da entrambi i lati, ad esempio, e un sistema di ostacoli che ne trattiene un po’ a ogni passaggio, mostrano l'impatto dei costi sugli investimenti. Un sistema di carrucole rende espliciti i rendimenti attesi a seconda dell'orizzonte temporale e del profilo di rischio. Un confronto tra due dispense
di prodotti finanziari, rappresentati come barattoli e bottiglie, mostra l'indipendenza con cui MoneyFarm opera.
 
Il temporary shop è stato realizzato dallo studio creativo Bellissimo/Luca Ballarini di Torino che ha seguito tutto il processo per la creazione del retail design: progettazione, sviluppo, produzione delle installazioni e dell'arredo originale. 
 
È previsto, inoltre, un fitto calendario di eventi e incontri sui temi dell'innovazione, dell'economia e dell'impresa, con format innovativi e con il coinvolgimento di personalità da più campi. Vi saranno proposti, tra gli altri, i ‘Wednesday Talk’ con manager e professionisti dell'economia e gli ‘Independent Days’ con professionisti di vari settori. 


Burger King intende aprire 300 nuovi fast food in Italia
e The Big Now crea il video sui social #KingofUmarells

La campagna King of Umarells cavalca un modo di dire e di essere bolognese diventato fenomeno virale. Per tenere viva l'attenzione sulle prossime aperture di ristoranti del marchio, l'agenzia creativa ha selezionato 5 ‘umarells’, ovvero pensionati appassionati critici di cantieri, e li ha resi protagonisti di un video che sta spopolando sui social della catena

3 maggio 2016 - Per comunicare l'intenzione di Burger King di attivare oltre 300 cantieri nei prossimi 5 anni in Italia per l'apertura di nuovi punti di ristoro della catena, l'agenzia The Big Now ha deciso di puntare sugli Umarells, termine che nel dialetto bolognese descrive i pensionati urbani che trascorrono le loro giornate osservando e commentando i lavori in corso nei cantieri della città. Un fenomeno uscito dal giro locale grazie a foto virali, app e articoli dedicati in rete. 
 
In marzo a Milano è stata attivata una campagna di recrui
ting per coinvolgere pensionati over 65 attraverso di annunci su stampa locale e riviste di parole crociate, su locandine in balere, bocciofile, giardinetti, circoli di carte e bacheche delle chiese. Sono stati selezionati cinque pensionati appassionati di cantieri (Franco, Ugo, Salvatore, Clemente e Adriano) che per una giornata con divisa e caschi da lavoro hanno avuto la possibilità di supervisionare un cantiere già aperto per la costruzione di un nuovo ristorante Burger King. 
 
I cinque sono stati ripreso in un video ideato da The Big Now e prodotto da TapelessFilm, visibile sul (sito ufficiale) di Burger King Italia, sui canali social (YouTube) e (Facebook). È nata così la campagna ‘King of Umarells’ che su Facebook in poche ore ha generato oltre 2.500 condivisioni superando il milione di visualizzazioni. Claim: “Non c'è niente di più bello che vivere le proprie passioni”. 




Enel ed Eataly partner in nome del legame tra cibo ed energia

La partnership triennale si fonda su una condivisione di valori quali l'attenzione al territorio, alle persone e alla sostenibilità. Per tre anni Enel sarà presente negli store di Eataly di Milano, Roma e Torino per azioni di co-marketing mirate. I clienti dello store troveranno offerte e soluzioni per luce e gas studiate appositamente per loro, mentre gli affiliati ai programmi loyalty di Enel Energia avranno a disposizione promozioni e vantaggi in Eataly

25 aprile 2016 - È al via una partnership triennale tra Enel ed Eataly, due eccellenze del made in Italy, in nome dell'energia, che il primo partner produce per la vita di tutti i giorni e il secondo fornisce all'uomo attraverso un'alimentazione di qualità. “Insieme comunicheremo la cultura del mangiare meglio e del consumare meglio l'energia – spiega Nicola Lanzet
ta, head of market Italy di Enel –. Sono tre i valori che condividiamo: l'attenzione al territorio, l'importanza che diamo alle persone, a quelle che collaborano con noi e a quelle per cui lavoriamo, e l'attenzione all'ambiente e alla sostenibilità. Basti dire che deriva da fonti rinnovabili il 47% della produzione di energia di Enel nei 30 Paesi in cui opera, dall'Italia agli Usa, dall'India al Messico all'Asia”. 
 
Enel ed Eataly uniscono le forze all'interno degli store Eataly, iniziando da quelli di Milano e Roma e poi Torino, per raccontare il legame che unisce cibo ed energia. La partnership ha avuto un'anteprima durante la Design Week a Milano, quando fuori dallo store Eataly di piazza XXV Aprile sono comparse biciclette fornite da Enel e proposte in bike sharing. Il prosieguo potrà avere forme molteplici. Enel, che ovviamente è diventato il gestore di energia di Eataly, avrà dei corner negli spazi della catena fondata da Oscar Farinetti dove si potranno anche stilare contratti: oltre a conoscere le eccellenze del comparto agroalimentare ed energetico made in Italy, i clienti avranno a disposizione offerte e soluzioni per luce e gas studiate appositamente per loro. Chi è iscritto ai programmi di loyalty di Enel Energia avrà a disposizione promozioni e vantaggi in Eataly, tipo buoni acquisto, sconti et similia. Ci saranno azioni di co-marketing innovativo. La novità sarà comunicata attraverso stampa e web ed eventi legati alla mobilità verde. 
 
La presen
Da destra, Nicola Lanzetta e Andrea Guerra
za di Enel all'interno degli store Eataly di Milano e di Roma non si limiterà a uno stand ma sarà diffusa, con luoghi di relax dove sarà facile avvicinarsi al mondo della sostenibilità, della mobilità elettrica e dell'energia come motore dell'alimentazione. “Cibo ed energia hanno un nesso forte – sottolinea Andrea Guerra, presidente esecutivo di Eataly -. Ci accomuna la volontà di essere protagonisti che operano sul mercato in un modo nuovo, pulito, giusto. Guardiamo insieme a un futuro in cui, ad esempio, tutti i rifiuti della catena alimentare si tramuteranno in energia pulita”.
 
Enel, unica per l'energia, non è tuttavia l'unica azienda extra settore alimentare che viene ospitata in Eataly. Gli spazi dello store sono aperti ad attività di marketing di aziende, scelte in modo molto selettivo. Ogni mese, ad esempio, vengono esposti a rotazione manifesti e totem rappresentativi di brand. In questo periodo, nello store di piazza XXV Aprile tocca a Kartell, che è tra i fornitori di Eataly. In passato c'è stata anche Fiat. 


Crai racconta i suoi valori in cinque annunci

La nuova campagna istituzionale, firmata da Mosquito e pianificata da Media Village su stampa e punti vendita, mette in luce i valori di servizio, relazione, qualità, visione e radicamento sul territorio che hanno decretato il successo di un'insegna nata nei primi anni '70 e che oggi conta su più di 2.000 punti vendita in tutta Italia

5 aprile 2016 - L'agenzia Mosquito firma in cinque annunci la storia di Crai, con la nuova campagna istituzionale pianificata su stampa e affissione nei p.v., che ha l'obiettivo di ribadire il posizionamento della marca e di raccontare a consumatori, investitori e a tutti i soggetti interessati gli oltre quarant'anni di storia e di crescita e i progetti per il futuro.
 
Il gruppo distributivo italiano, nato nei primi anni '70 con un piccolo negozio, molto entusiasmo e tante
buone idee, oggi conta su più di 2.000 punti vendita in tutta Italia. I valori che ne hanno decretato il successo continuano a essere servizio, relazione, qualità, visione e radicamento sul territorio. E sono queste le parole chiave su cui sono stati costruiti i cinque annunci ideati dall'agenzia, che segue il brand dal 2014 quando ha dato il via al riposizionamento in comunicazione (vedi news del 17 ottobre 2014). Le illustrazioni si devono a Francesco Rita.
 
La campagna, pianificata da Media Village, è stata ideata per la stampa specializzata rivolta alla grande distribuzione e per  la stampa quotidiana nazionale (Il Sole 24 ore, CorrierEconomia, Affari & Finanza di Repubblica). Sarà inoltre in tutti i punti vendita e in tutte le sedi dei Poli Crai. 


Prink pianifica la Formula 1

Per il terzo anno consecutivo la catena di negozi specializzati in cartucce e toner per stampanti sarà presente su reti Rai e sulle property web Rai, gestite da Rai Pubblicità, in concomitanza con le gare del campionato

31 marzo 2016 - Prink (distribuzione di cartucce e toner per stampanti) è nei break in tv e sul web per le gare della 67a stagione del campionato di Formula 1, grazie a un accordo con Rai Pubblicità. Il campionato è partito domenica 20 marzo in Australia e si concluderà dopo 21 competizioni il 27 novembre. Per il terzo anno consecutivo,  Prink partecipa all'evento e lo fa con quattro diversi format: spot da 4’’ e spot da 15” in onda durante le prove libere, le qualifiche e le gare; spot da 10” on air la domenica e banner e video da 15” sul web. 
 
La campagna permetterà al brand di raggiungere oltre 4 milioni di spettatori. Il campionato di Formula 1 sarà visibile anche sul web in una sezione dedicata di Rai.it e Rai.tv su pc e tablet. Prink sarà presente anche sul digital con banner e con alcuni spot pre roll da 15’’ che anticiperanno la visione delle competizioni.
 
Gli spot da 15”, realizzati da dall'agenzia Nologo, prevedono una serie a puntate dal diverso contenuto (istituzionale, di prodotto e di servizio) con protagonista la 'specialista' di Prink in grado di offrire 12mila prodotti diversi adatti alle esigenze degli oltre 3 milioni di clienti che ogni anno acquistano negli oltre 1000 punti vendita della catena in tutta Europa. Pay-off: “Cartucce ad ogni costo”. 


Torna per i 150 anni di Salmoiraghi & Viganò lo slogan
“Ne podi pù de vedegh no per mett i oggiaj del Viganò”

La maggior catena di distribuzione ottica in Italia celebra per 150 giorni con una promozione speciale, un sito dedicato e una doppia campagna, nazionale e milanese, che si riallaccia su stampa, radio, web e affissioni allo slogan naif ma fortunato del 1940. Firma la creatività Saatchi & Saatchi

4 marzo 2016 - Compie 150 anni Salmoiraghi & Viganò, la maggior catena di distribuzione ottica in Italia, e lo celebra insieme ai clienti per 150 giorni, con un piano di comunicazione che coinvolge radio, stampa, affission, web e punti vendita. La creatività si deve a Saatchi & Saatchi. Punto di riferimento per tutte le iniziative e le promozioni dedicate è il sito 150anni.salmoiraghievigano.it.
 
La campagna nazionale è incentrata sulla promozione ‘Salmoiraghi & Viganò compie 150 anni. Per te una montatura in regalo’. Una seconda campagna è dedicata alla città di Milano e rievoca la storica locandina del 1940 con lo slogan “Ne podi pù de vedegh no per mett i oggiaj del Viganò” (“Non vedo l'ora di avere qualche difetto alla vista per mettere gli occhiali
del Viganò”): fu l'emblema di una grande storia commerciale di successo partita dal capoluogo lombardo. Lo slogan viene riproposto insieme al claim “da 150 anni Salmoiraghi & Viganò è nella memoria e negli occhi di tutti i milanesi”.
 
Nella campagna radio viene chiesto ai milanesi di oggi di leggere lo storico slogan con esiti non proprio riuscitissimi, vista la multiculturalità che oggi caratterizza la città, senza dimenticare che il dialetto si è perso anche tra i milanesi doc. Ma c'è chi lo fa impeccabilmente. Il divertente radiospot è concluso dallo speaker: “Non importa se non riesci a dirlo in milanese, è importante che tu riesca a leggerlo, per questo da 150 anni Salmoiraghi & Viganò si prende cura della tua vista. Salmoiraghi & Viganò, da 150 anni per i tuoi occhi”. 


Key Adv e Acqua Loyalty di Acqua Group
per il rilancio di BigMat in comunicazione

La catena di 180 punti vendita di materiali per costruire, ristrutturare e rinnovare la casa va in tv con sei spot e dà il via all'operazione loyalty ‘BigMat ti premia’

29 febbraio 2016 - BigMat, catena di vendita di materiali per costruire, ristrutturare e rinnovare la casa, ha affidato il rilancio in comunicazione a Key Adv e ad Acqua Loyalty, rispettivamente agenzia creativa e agenzia di fidelizzazione di Acqua Group.
 
La campagna televisiva, on air su Mediaset e Sky, è declinata in sei spot che trattano aspetti diversi della ristrutturazione abitativa, dal bagno alla stanza da letto, dall'isolamento al pavimento. Appena una giovane donna dice al marito che la casa avrebbe bisogno di una ristrutturazione la stanza si dissolve e appare un punto vendita BigMat da cui arriva un esperto pronto a offrire una soluzione. La produzione è di Areastream e la regia di Riccardo Denaro.
 
Key Adv ha ideato e realizzato anche la campagna stampa, i materiali per il punto vendita, il digital e ideato la nuova operazione loyalty realizzata da Acqua Loyalty: ‘BigMat ti premia’, catalogo a punti che si avvale di un sistema informatico con gestione in remoto, attraverso collegamento alla rete Ethernet o via Gsm e di terminali Pos. L’attività, partita il 15 febbraio, durerà per un anno. Si partecipa sottoscrivendo la Big Card nei 130 pv aderenti, utilizzandola per ogni acquisto. 


Gli italiani tornano a consumare,
+1% in generale, +7% per i beni durevoli

Il 22° Osservatorio annuale di Findomestic individua nei motivi della ripresa della spesa delle famiglie la crescita di fiducia e del potere di acquisto legato al basso livello di inflazione. Si consuma per soddisfare necessità e sostenere l'economia, ma evitando spese inutili. In aumento, anche con tassi a due cifre, i mercati di auto, moto, arredamento, elettrodomestici, home comfort e la telefonia, grazie anche al buon trend dei wearable device

3 dicembre 2015 - Agli italiani è tornata la voglia, o il coraggio, di spendere e l'anno in corso ci offre uno scenario dei consumi positivo, nel complesso in crescita dell'1% (contro +0.7% nel 2014) con il comparto dei beni durevoli caratterizzato da una dinamica più vivace: +7% (contro +1.8% l'anno scorso). Così lo fotografa la ventiduesima edizione dell'Osservatorio di Findomestic (banca specializzata nel credito alla famiglia del gruppo Bnp Paribas), che individua nei motivi della ripresa della spesa delle famiglie italiane il miglioramento del clima di fiducia dei consumatori e l'aumento del potere di acquisto legato al basso livello di inflazione. Va aggiunto, poi, che i consumi tengono anche dopo gli attentati di Parigi.
 
Resta il fatto che il consumare oggi ha valenze ben diverse rispetto al passato. L'onda lunga dell'edonismo stile anni 80, il consumare come status symbol, resta solo negli over 65: il 43% vede nel consumo un piacere contro il 21% dei 18-31enni. Oggi si consuma per soddisfare necessità (per il 49%) e per sostenere l'economia (44%), ma evitando spese inutili (34%). 
 
Analizzando i settori dei beni durevoli, si evidenzia, dopo sette anni di cali ininterrotti, il buon andamento di tutto il comparto della mobilità: la spesa per i veicoli è in decisa ripresa, alimentata dalla necessità di sostituire i vecchi in circolazione. A trainare il recupero è il comparto dell'auto dove ancora non è stimabile l'impatto dell'affare Volkswagen. Sarà più evidente ne 2016 e probabilmente indurrà a una sostituzione tra brand, con effetti maggiori sulle vendite dell'usato. Intanto, il 2015 chiuderà con una crescita del 14% delle immatricolazioni delle auto, in aumento sia da parte delle famiglie (+16%) che delle imprese (+9,7). Le auto usate chiuderanno il 2015 con una crescita di circa il 3% per le compravendite. In crescita anche la domanda di moto e dopo sette anni di cali ininterrotti anche quella di camper.
 
La spesa dei beni durevoli per la casa conosce quest'anno una reale ripresa, al traino del settore della telefonia (+10,3% in volumi, +16,2% in fatturato), sostenuta dalla diffusione degli smartphone e dai wearable device. Buona la performance degli elettrodomestici grandi e piccoli (+3.2%), mentre soffre il settore dell'elettronica di consumo (tra cui la tv) influenzato dai cambiamenti negli stili di vita dei consumatori, sempre più propensi alla fruizione dei contenuti digitali in mobilità, così come soffre il settore dell'IT famiglie per il ridimensionamento dei tablet, prodotto che aveva trainato la crescita negli anni passati. Il 2015 evidenzia dunque segnali di recupero della domanda e del fatturato generato per i grandi elettrodomestici, sia per la necessità di sostituzione (dovuta alla velocità di obsolescenza) sia per il protrarsi di bassa inflazione, di incentivi fiscali e politiche promozionali della distribuzione. Il trend a fine anno sarà +3,6% in quantità, con la migliore performance a livello di macro aggregati nel comparto del lavaggio. Il 2015 segna la ripresa anche per il mercato degli elettrodomestici piccoli (+2% in quantità). In sofferenza invece, come si è detto, l'elettronica di consumo (-9,5% in valore, -11% in volume ovvero risultati peggiori del 2014) dove tutti i comparti contribuiscono negativamente alla dinamica del settore ad eccezione dell'audio statico. Il mercato continua a soffrire l'erosione da parte dei settori Information Technology e Telefonia, in un contesto di profondo cambiamento nella modalità di fruizione dei contenuti audio visivi. 
 
Per la fotografia nel 2015 si attenua il calo del fatturato che segna tuttavia -3,7% in valore e ben più in volumi (-18,6%), anche perché le fotocamere digitali continuano a contribuire negativamente alla crescita. Tira il settore dell'home comfort, in decisa ripresa, che chiude il 2015 con una crescita a doppia cifra sia in volumi (61,5%) che in valore (54,9%). 
 
L'Osservatorio ha fatto precedere i dati sui consumi di beni durevoli da un'analisi su due trend che avranno impatto sui modelli di consumo futuri: l'invecchiamento della popolazione e l'aumento degli stranieri residenti in Italia (oggi l'8,2% della popolazione). Sia i flussi migratori che l'aumento dell'età media porteranno forti cambiamenti. I settori più impattati a causa dell'aumento degli stranieri saranno quelli del cibo e delle bevande, dell'abbigliamento e della casa. L'invecchiamento della popolazione impatterà anch'esso sul mercato dei generi alimentari, ma anche sui sistemi di pagamento e sul settore del tempo libero.
 

Per saperne di più ..>>

 






Dopo Monty The Penguin, la catena di store John Lewis
riprova a commuovere tutti a Natale con Man On The Moon

La catena di store inglese, di nuovo con l'agenzia adam&eveDdb, si prepara a bissare il successo dello spot natalizio dello scorso anno vincitore del Grand Prix Film Craft a Cannes. Protagonisti del nuovo virale sono un vecchietto che vive isolato sulla luna e una bambina che vuole fargli sapere a tutti costi che lei lo vede e lo pensa, perché a Natale conta fa sapere ai propri cari che non sono soli. In cinque giorni sono già quasi 10 milioni le visualizzazioni su YouTube. E già si sprecano le parodie

9 novembre 2015 - L'anno scorso il film natalizio della catena di store inglese John Lewis aveva incantato tutti col racconto del bambino e del suo amico Monty The Penguin. Il film aveva superato i 23 milioni di views su Youtube e vinto al Festival internazionale della creatività di Cannes 2015 il Grand Prix Film Craft (vedi news del 29 giugno).

Quest'anno, con la stessa agenzia adam&eveDdb, John Lewis ci riprova col film ‘Man On The Moon’, già visibile sui social (hasthag #manonthemoon) e sul sito della catena, che si riallaccia al tema della solitudine degli anziani durante le feste. Il film racconta la storia di un uomo molto vecchio che vive solitario sulla luna e di Lily, una bambina che lo scopre attraverso il telescopio di famiglia e vorrebbe fargli capire che qualcuno pensa a lui. Prova in vari modi a mandargli un messaggio finché un gruppo di palloncini riesce ad ‘allunare’ portandogli in regalo un cannocchiale, così lui potrà vederla mentre lo saluta e sentirsi meno solo. Una lacrima scenderà sul volto rugoso. 

Il messaggio è che a Natale conta fa sapere ai propri cari che si pensa a loro. Claim: "Show someone they're loved this Christmas". La colonna sonora è ‘Half a World Away’ degli Oasis reinterpretata dalla cantante norvegese Aurora. Su Youtube dal 5 novembre, il film è arrivato a quasi a 10 milioni di visualizzazioni e già impazzano le parodie. 




Amazon consegna in un'ora a Milano con Prime Now
e apre il suo primo negozio fisico negli Usa a Seattle

Prime Now è disponibile a Milano e hinterland e lo sarà in altre città italiane nel 2016. Quindicimila referenze come alimentari, surgelati, prodotti per l'infanzia, per la bellezza e per la cura della persona saranno consegnati in un'ora o in finestre di due ore, dalle 8 del mattino a mezzanotte, 7 giorni su 7. Finora puro retailer online, Amazon ha aperto intanto negli Usa il suo primo negozio fisico, Amazon Books

4 novembre 2015 - Amazon.it, filiale italiana del colosso statunitense dell'e-commerce, ha annunciato il lancio in Italia, partendo da Milano, di Prime Now, nuovo servizio dedicato ai clienti Prime, ovvero agli iscritti al servizio in abbonamento che offre per 19.99 euro annuali consegne gratuite illimitate in un giorno su oltre un milione di prodotti. Grazie alla nuova app mobile Prime Now, potranno avere la consegna dei prodotti acquistati nel giro di un'ora o in finestre di due ore, dalle 8 del mattino a mezzanotte, sette giorni su sette, su oltre 15.000 referenze, alcune disponibili solo tramite il nuovo servizio, come pane, yogurt, gelato e minestrone surgelato.
 
Con un ordine minimo di 19 euro, i clienti Prime di Milano e di altre città dell'hinterland milanese possono acquistare prodotti di uso quotidiano che saranno consegnati direttamente a casa, ti
po pasta, caffè, pannolini e prodotti per l'infanzia, per la bellezza e la cura della persona, vini e alcolici, ma anche videogiochi per console, giocattoli e attrezzatura sportiva. L'Italia è il secondo Paese in Europa dove Prime Now è stato lanciato ed è prevista un'estensione del servizio anche in altre città italiane il prossimo anno. Su www.amazon.it/primenow si trovano le informazioni relative al servizio.
 
Intanto in Usa, per la precisione a Seattle dove ha l'headquarter, Amazon, finora puro retailer online, ha aperto il suo primo negozio fisico: Amazon Books, per la vendita di libri e dispositivi di lettura. Il nuovo punto vendita è situato in un centro commerciale vicino all'università di Washington. La presenza dei libri sugli scaffali del nuovo negozio sarà basata sui commenti dei clienti, sulle vendite del sito e su altri device Il prezzo di vendita sarà uguale a quello online.



Media World inaugura a Curno il nuovo format smart
che integra esperienza d'acquisto fisica con quella online

La catena di elettronica di consumo fa un upgrade da venditore di prodotti a venditore di soluzioni e offre un'esperienza di shopping a 360° in ottica omnicanalità. Rinnova il corporate design e le piattaforme web e mobile, intensifica la digitalizzazione e punta sull'ampliamento del business con l'offerta di servizi e di prodotti top di gamma. Entro fine anno saranno 11 i p.v. rinnovati, altri 30 lo saranno nel 2016. Massicci gli investimenti in comunicazione. Cayenne prepara lo spot per il 25° anniversario

19 ottobre 2015 - Parte dal punto vendita di Curno (Bergamo), dove l'azienda ha aperto in Italia 25 anni fa, la nuova immagine di Media World, la catena di elettronica di consumo del gruppo Media-Saturn-Holding GmbH (in Italia opera come Mediamarket) che fa capo a Metro AG, presente in tutto il Paese con 110 megastore. Media World fa un upgrade e diventa smart per offrire un'esperienza di shopping a 360° in ottica omnicanalità, puntando a integrare sempre più l'esperienza di vendita fisica con quella online. Il punto vendita di Curno ha un nuovo corporate design, piattaforme web e mobile sono state rinnovate, l'infrastruttura digitale è stata potenziata. 
 
“Operiamo in un mercato retail dinamico – ha detto Joachim Rösges, ceo di Mediamarket – che in Italia, 4° Paese in Europa e per noi strategico, pesa 37,5 miliardi di euro ed è previsto in crescita del 4%. L'internet of things è diventato centrale per il business e il modello commerciale multichannel sta diventando sempre più ‘winning concept’. Dobbiamo trasformarci e passare da venditori di prodotti a venditori di soluzioni”. 
 
Media World intende fornire al cliente un'esperienza di acquisto che lo mette al centro e che faccia la differenza di fronte a una miriade di prodotti in vendita molto simili. Sono state ampliate le aree destinate ai servizi e c'è stata un'intensificazione della digitalizzazione. Nella web lounge sono a disposizione tablet davanti a cui sedersi per navig
Mario De Pilla, Joachim Rösges e Marco Mazzanti
are sul sito e-commerce, ci sono totem interattivi multimediali, come quello all'ingresso dove sono presentati collaboratori e orari, e quelli su cui si può accedere anche a servizi extra come l'acquisto di biglietti con TicketOne. Alle pareti ci sono 2 videowall e 13 canali di comunicazione che trasmettono video istituzionali e di prodotto. “La strategia di Media World Italia – ha detto ancora Rösges – è di porsi come partner e guida per il consumatore nel mondo digitale. Inoltre, da leader nell'elettronica di consumo vogliamo esserlo anche nei servizi”. 
 
C'è stato il passaggio dal cartellino prezzo cartaceo a quello elettronico dotato di QR Code per visionare i prodotti e paragonarli tra loro, sono state introdotte aree emozionali, i commessi si aggirano dotati di tablet. Quanto appunto al personale, fondamentale è stato l'avvio di corsi di formazione per un più competente e soddisfacente rapporto col cliente. Per arrivare alle casse è stato introdotto un percorso obbligato (lo ‘snake’) dove il cliente viene a contatto con tutto quel materiale di consumo che si acquista di impulso e che solitamente si trova spezzettato davanti a ogni cassa.
 
In un punto vendi
ta in cui al centro sono i prodotti e non i marchi, Media World, che già riesce a vendere a un prezzo medio più alto del mercato, vuole anche puntare sull'alto di gamma: per ogni tipologia di prodotto, c'è un'area che evidenza i top di gamma. Il sito, poi, diventa un'estensione del punto vendita fisico (virtual store), visto che non tutto può essere esposto, ed è previsto un allargamento dell'assortimento online: nel 2016 si vuole arrivare a 100.000 referenze acquistabili, quattro volte le attuali, e un po' per volta i prezzi di tutti i punti vendita verranno allineati con quelli del sito. Quest'ultimo è stato rilanciato a giugno mentre a gennaio verrà lanciata l'app per permettere acquisti anche via smartphone. Tra i servizi è previsto anche il pick&pay, l'acquisto online e il ritiro in negozio, con pagamento a scelta online o al ritiro. 
 
La catena, che in Italia nel 2014 ha fatturato 2 miliardi di euro (su 21 fatturati nel mondo), fa un grosso investimento su questa trasformazione che ha già coinvolto anche il negozio di Orio al Serio (che a brevissimo si ripresenterà col nuovo format) e che riguarderà 11 p.v. entro fine anno con almeno l'80% delle soluzioni implementate a Curno. Altri 30 verranno ristrutturati nel 2016. Massicci saranno anche gli investimenti in comunicazione con un budget stimabile superiore ai 50 milioni di euro. Il 25% sarà pianificato sul digitale con modello programmatic, ci saranno un grosso impegno nel Crm e partnership coi social network, in particolare con Facebook, Google+ e Instagram. Per sviluppare la massima awareness, poi, saranno pianificati tv, radio, stampa e affissioni nei pressi dei punti vendita. I partner in comunicazione sono Aegis Dentsu per media e programmatic e Cayenne per la creatività. Sarà firmato da Cayenne lo spot per il 25° anniversario che utilizzerà una struttura narrativa nuova. 


Ovs apre un mega flagship store a Milano e punta
a diventare brand globale del value fashion retail

Il nuovo store di corso Buenos Aires, progettato con concetti di sostenibilità e all'insegna dello spazio e della possibilità di fare digital shopping experience, dedica 2.860 mq all'abbigliamento di donna, uomo e bambino oltre che al beauty e all'intimo, offrendo qualità a prezzi abbordabili. Il lancio con creatività interna supportata da McCann è su quotidiani, esterna, web e in tv. Il riposizionamento è propulsore dell'espansione nei mercati esteri

11 settembre 2015 - Con l'apertura a Milano oggi in corso Buenos Aires 21 del suo maggior flagship store - 2.860 mq per l'abbigliamento di donna, uomo e bambino oltre per beauty e intimo –, Ovs dà un'accelerata al percorso iniziato un paio d'anni quando l'insegna specializzata in value fashion retail si è posta l'obiettivo di diventare un brand globale caratterizzato da un'offerta di qualità a prezzi abbordabili, capace di interessare un target più giovane di quello tradizionale di riferimento. E in effetti se 10 anni fa l'età media dell'acquirente Ovs era di 53 anni già oggi è di 38. Il riposizionamento e l'ampliamento delle categorie merceologiche in offerta punta anche a sostenere il brand nella sua espansione nei mercati esteri per competere con insegne come H&M o Zara che negli ultimi anni, complice la crisi, hanno fatto dell'Italia terra di conquista. 
 
Oggi Ovs conta 653 punti vendita in Italia (di cui 150 circa i Kids) e 137 all'estero dove è in piena espansione. E' stato aperto il primo Ovs Kids in Svizzera, prosegue l'espansione in Spagna, in ottobre aprirà un punto vendita nel Middle East a Dubai con un'offerta adeguata a un Paese in cui l'estate dura oltre nove mesi. In Italia la quota di mercato è del 5.55% laddove H&M ha il 2.8% e Zara il 2.33%. Nel ramo 'bambino' la quota di mercato è circa del 14%. Nel 2014 il fatturato da vendite è stato di 1.3 miliardi di euro, con crescita del 6.7% a fronte di un mercato in perdita del 7%.
 
“Il negozio che apriamo oggi al pubblico – ha detto l'a.d. Stefano Beraldo – è molto innovativo, un segno architettonico forte in una delle più importanti vie
Stefano Beraldo
CEO di OVS
commerciali di Milano”. In corso Buenos Aires transitano giornalmente 70.000 veicoli e dalle 20.000 ai 25.000  persone. Il progetto architettonico, realizzato in collaborazione con lo Studio Vincenzo De Cotiis Architects, unisce nuovi codici espressivi a elementi preesistenti del concept Ovs. Il building, dove prima stavano Upim e un supermercato, ha un nuova facciata ed è stato progettato applicando concetti di sostenibilità. L’interior design ruota intorno all’idea di leggerezza e di spazio, gli arredi sono realizzati in profili metallici e si organizzano intorno a un percorso lineare. Il mondo Ovs vi si  racconta non solo attraverso il prodotto, ma anche attraverso video-wall e schermi luminosi su cui scorrono immagini di comunicazione. In un paio di camerini c'è un grande schermo interattivo touch dove scoprire la disponibilità in altri pv della catena di un determinato capo, vederlo in un altro colore, etc. 
 
La digital shopping experience prevede anche assistenti alla vendita muniti di iPad, servizio click & collect (ordine online e ritiro capi gratuito in negozio), app dedicata con cui accedere
a ogni informazione sui prodotti, ricezione di notifiche personalizzate con logiche di proximity marketing grazie agli iBeacon, collection di virtual point con la OvsCard e pagamenti diretti da smartphone. La tecnologia è vista come possibilità di migliorare il rapporto col cliente e l'interattività prosegue nel sito dove è possibile fare acquisti in e-commerce: “Un visitatore su due che vede i prodotti sul sito viene poi nel negozio” affermano in Ovs. La customer experience omnichannel è sviluppata in collaborazione con Google For Work. Nello spazio bambini è presente anche una 'Magic Room' mentre la piattaforma 'Play Your Look' permette loro di sperimentare lo stile musicale facendo letteralmente suonare i capi. 
 
Il varo di Ovs Milano Buenos Aires, per la cui realizzazione Ovs spa ha investito 7 milioni di euro, è sostenuto da una campagna su stampa quotidiana e in esterna creata internamente in sinergia con l'agenzia di riferimento McCann, con testimonial la modella Bianca Balti e il gruppo pop statunitense dei Saint Motel. La  presenza sul web è curata da Nuoveau Productions mentre è ideato da McCann un video da cui è estratto un spot che inizierà da andare in onda in concomitanza con XFactor la prossima settimana. La produzione è di Collateral. La pianificazione della campagna si deve a Creative Media. 


Mezzo milione a fondo perduto dalla Regione Lombardia
per chi intende avviare un'attività in franchising in città lombarde

Il progetto pilota ‘fare impresa in franchising in Lombardia’, aperto a franchisor di ogni regione, punta a sostenere il franchising e a combattere la desertificazione dei negozi nei centri storici delle città. Ci si può candidare fino al 24 luglio. In ottobre la presentazione ufficiale al Salone internazionale del Franchising

17 luglio 2015 - Verrà presentato al Salone internazionale del Franchising (Fiera Milano Rho/Pero, dal 23 al 26 ottobre) il progetto pilota della Regione Lombardia ‘fare impresa in franchising in Lombardia’ che ha l'obiettivo di favorire le aperture di negozi in franchising nei centri delle città lombarde. Il progetto prevede un finanziamento di 500.000 euro a fondo perduto per chi intende avviare un'attività in franchising, finanziamento che può essere richiesto da franchisor provenienti da qualsiasi regione italiana. I vantaggi per i franchisor
che aderiscono sono molteplici: finanziamento a fondo perduto per i franchisee selezionati; visibilità della rete franchising; supporto dei comuni per le location commerciali. È previsto anche un percorso formativo a supporto dei candidati imprenditori.

Come ha spiegato Antonio Fossati, presidente di Rds & Company che organizza il Salone del Franchising di Milano con Fiera Milano, il progetto punta da un lato a sostenere il franchising, dall'altro a combattere la desertificazione dei negozi nei centri storici delle città. E ci si augura che altre regioni vogliano seguire l'esempio. 

Per partecipare occorre inviare una dichiarazione di interesse entro il 24 luglio a commercio@pec.regione.lombardia. Si possono chiedere maggiori informazioni a segreteria@salonefranchisingmilano.com.


Arriva BioU4, la vending machine che distribuisce solo snack biologici

Dall'abbinata tra distributore automatico e prodotti bio, nascono le bio machine che distribuiscono 24 ore su 24 snack e bevande, intercettando la richiesta dei consumatori di un'alimentazione sana e sicura. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Bioera-Ki Group, IVS Italia e Top Ten Group. La distribuzione, partita da Bologna, si amplierà all'Emilia Romagna e poi a tutta Italia

9 giugno 2015 - Integrare il business della distribuzione automatica con il mondo del cibo biologico alla luce della crescita di attenzione da parte degli italiani verso il cibo sano e sicuro. Nasce su questa base il progetto della società BioU4 (BioForYou) di una vending machine ad alta tecnologia, novità assoluta in Italia e forse nel mondo, che distribuisce snack dolci e salati, barrette, merendine e bevande al 100% biologici. Il progetto è realizzato dal player dell'alimentazione biologica Bioera attraverso la controllata Ki Group, IVS Italia, player della distribuzione automatica, e Top Ten Group, società attiva nel marketing del settore cinematografico, in partnership con AlmaverdeBio e Probios.
 
Dopo la prima fase test a Bologna, dove sono già in distribuzione decine di apparecchi presso uffici pubblici e università, le bio machine di Bio4U saranno installate nel resto dell'Emilia Romagna e poi in tutta Italia. In livrea verde, offrono prodotti degli stessi marchi bio attualmente distribuiti attraverso il canale retail, ma col vantaggio di una disponibilità 24 ore su 24. “L'idea di Bio4U è nata per intercettare il bisogno dei consumatori di gustare cibo sano anche nelle piccole pause della giornata - dichiara Sergio Talia, a.d. di Bio4U - . L'installazione di decine di bio machine Bio4U in corso a Bologna ci sta consentendo di testare l'efficacia dei distributori, osservare cosa si consuma di più e cosa di meno per arrivare a definire il giusto mix di prodotti”.
 
Un'indagine realizzata su un campione di 1000 italiani ha individuato il profilo del consumatore tipo Bio4U: oltre il 40% della popolazione che già oggi acquista prodotti bio ed è già familiare con l'utilizzo di distributori automatici, con una prevalenza di uomini (56% rispetto al 44% delle donne), in particolare nella fascia di età 35-54 anni (55%). 


Autogrill si rivolge ai Millennials con una social media strategy
nuova ideata da The Story Group. Al via la web serie Stereotrip

Il gruppo si riposiziona sul web e dà il via a un palinsesto editoriale di 60 contenuti video distribuiti sui suoi canali digitali, con cui creare awareness per il marchio. La web serie di 4 episodi da 4' l'uno in stile comedy leggera, con sottotitolo ‘Ovvero cosa ti succede quando parti per le vacanze’, è realizzata da Social Content Factory e interpretata dagli Youtubers di Zootropio

25 maggio 2015 - Autogrill decide di presidiare i social media con una strategia nuova per rivolgersi ai Millennials, adottando la proposta di The Story Group di utilizzare contenuti video, quelli che conoscono la crescita maggiore in rete, per creare awareness per il marchio e comunicarne il valore con moduli innovativi, il meno invasivi possibile, capaci di creare la connessione più stretta tra contenuto e utente. Così il target è interessato a vederli e a condividerli, creando viralità. Una scelta coraggiosa per il gruppo che negli ultimi due anni si era concentrato in comunicazione sui temi della ristorazione sostenibile e che ora investe solo sui social oltre 100.000 euro.
 
La comunicazione si sposta con l'intento di creare un'esperienza unica per chi attraversa i canali del viaggio, incontrando i marchi che fanno capo ad Autogrill Group, pari a 250 tra quelli di proprietà e quelli in licenza. Nasce così la web serie ‘Stereotrip - Ovvero cosa ti succede quando parti per le vacanze’, che racconta con taglio di comedy leggera i casi di tre giovani amici in procinto di partire dall'aeroporto Leonardo da Vinci di Roma per la tanto desiderata vacanza a Ibiza, racconto intervallato in modo ‘sincopato’ da richiami sulle piccole manie dell'italiano medio che sta per affrontare un viaggio in aereo. La web serie parte con 4 episodi da circa 4 minuti l'uno, realizzati per Autogrill da Social Content Factory, la viral factory creativa specializzata in nuovi linguaggi digital e branded content la cui acquisizione al 60% da parte di Diego Lifonti Communications ha dato vita a The Story Group (vedi news del 5 novembre 2014). Grazie all'intermediazione della media company Divimove, Stereotrip ha come protagonisti gli Youtubers di Zootropio, bravi a portare sul web le virtù e i vizi dei nostri connazionali nelle situazioni più disparate.
 
La web serie è parte di un palinsesto editoriale di oltre 60 contenuti video creati da Social Content Factory e destinati ai canali social (Youtube, Facebook, Twitter) e al sito web di Autogrill, distribuiti nel corso dell'anno. “La web serie Stereotrip è parte di un percorso di innovazione della comunicazione digitale di Autogrill che nasce con la realizzazione del nuovo sito internet corporate attivo da febbraio - racconta Rosalba Benedetto, corporate communications manager del gruppo -. Vogliamo raccontare il brand e il suo nuovo posizionamento con linguaggio e narrazioni avvincenti ed efficaci, in grado di creare engagement con il pubblico della rete”.
 
Il riposizionamento sul web di Autogrill Group ha previsto il nuovo sito corporate www.autogrill.com realizzato da Message Group, mentre si deve a Doing il sito del Mercato del Duomo, il nuovo flagship store di Autogrill nonché multi-concept del cibo che ha debuttato con l'apertura dell'Expo (vedi news del 25 febbraio e news del 5 maggio). I canali social sono gestiti da Lifonti&Company. Per la comunicazione atl e sul pv è incaricata invece M&C Saatchi. 





Linee alto di gamma ideate per i mercati esteri
al temporary Ciccarelli showroom di Milano

Farmaceutici Dottor Ciccarelli ha aperto uno store esclusivo nel quadrilatero della moda, in occasione dell'Expo, per proporre 5 dentifrici e 13 creme di bellezza premium, studiate in parallelo al progetto strategico di puntare oltre i confini nazionali, facendo leva sull'immagine di prodotti di qualità made in Italy. Sulle pareti dello showroom, la storia di un'azienda familiare nata nel 1821 attraverso scatti d'epoca e tante campagne pubblicitarie

21 maggio 2015 - Farmaceutici Dottor Ciccarelli ha aperto un temporary showroom in via Sant'Andrea 17 a Milano, nell'elegante quadrilatero della moda, per proporre in concomitanza con l'Expo a milanesi e turisti le sue due nuove linee alto di gamma, 5 dentifrici e 13 beauty cream, studiate appositamente per il mercato estero. Gli italiani per ora potranno acquistarle in limited edition fino ai primi di settembre solo nello showroom milanese, poi dovranno aspettare il 2016 quando le linee saranno in commercio anche in Italia. 
 
Azienda familiare, nata nel 1821 in un antico laboratorio nella cittadina marchigiana di Cupra Marittima e tuttora in mano ai discendenti del mitico Capitano farmacista col genio dell'inventore di creme e pozioni, Farmaceutici Ciccarelli, da sempre presente nel mass- market e nelle farmacie, ha fatto da un anno e mezzo la scelta strategi
ca di entrare anche nel mercato del ‘lusso di settore’ (un dentifricio delle nuove linee costa 7,50 euro, una crema 44 euro) e di puntare oltre i confini nazionali, facendo leva sull'immagine di prodotti di qualità made in Italy. I mercati identificati come prioritari sono Cina, Brasile, Corea, Uk e Germania, a cui si sono aggiunti più di recente Australia, Nuova Zelanda, India e Nord America. 
 
Le nuove linee hanno già iniziato ad essere distribuite in questi mercati nei loro pack in stile vintage che ricordano i tradizionali del marchio. La linea Pasta del Capitano 1905 richiama l'anno di nascita della prima formulazione della celebre Pasta dentifricia e comprende attualmente 5 referenze di dentifrici con formulazioni avanzate. A breve saranno lanciati nuovi prodotti come estensione di linea e nuove formule. Il marchio Cera di Cupra Milano celebra ‘The Secret of Italian Beauty’ con una gamma di 13 referenze specifiche per viso, labbra e corpo. Le formule propongono nuove texture per rispondere in modo specifico anche a esigenze di utilizzo e di cura della pelle di donne di etnie e habitat differenti da quelli itali
ani, ma sempre con delicate profumazioni mediterranee.
 
Anche Ciccarelli Showroom ha impronta vintage. L'ambientazione, a cura dello studio Donatello Ferrari, racconta, attraverso un ‘mosaico’ fotografico alle pareti, la storia aziendale con scatti antichi e recenti della famiglia Ciccarelli e delle attività di comunicazione negli anni. Tra queste, campagne stampa e affissioni, i frame di Carosello con Nico Ciccarelli antesignano dell'imprenditore-testimonial, la campagna stampa realizzata con le foto di tutti i dipendenti in occasione dei 100 anni di Pasta del Capitano. Su una parete spicca il dipinto originale che fu l'insegna della prima farmacia di famiglia nel 1821. Ciccarelli Showroom sarà anche uno spazio per coinvolgere il pubblico con una serie di eventi ed incontri di approfondimento. 


Con Coop e Accenture all'Expo nel supermercato del futuro

Accenture ha collaborato con Coop per realizzare il Future Food District, nuovo concetto di supermercato che integra gli spazi dedicati ai consumatori e la tecnologia per un'esperienza di acquisto innovativa. Il visitatore sperimenta un digital journey, interagisce coi prodotti e visualizza informazioni attraverso touchpoint. Un esempio pionieristico dell'esperienza che tra 3-5 anni potremo vivere recandoci a fare la spesa

5 maggio 2015 - Prende vita al Future Food District all'interno di Expo il ‘supermercato del futuro’ realizzato per Coop da Accenture, sulla base delle teorie di Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab di Boston. L'obiettivo era di creare un nuovo concetto di supermercato che integrasse gli spazi dedicati ai consumatori e la tecnologia per un'esperienza di acquisto innovativa. Si tratta, come ha spiegato Alberto Pozzi, managing director di Accenture Retail Lead, di un “esempio pionieristico dell'esperienza che in un arco temporale di 3-5 anni potremo vivere recandoci a fare la spesa”.

Il supermercato del futuro di Coop vuole combinare le caratteristiche del mercato rionale, luogo di socialità, con la funzionalità dei punti vendita moderni aumentata grazie alle più avanzate soluzioni del mondo digitale. Il Future Food District si estende su 2.500 mq, a cui il visitatore accede dall'alto (terzo piano) per cogliere in un solo colpo d'occhio l'intera offerta. Sono disponibili prodotti di 5 filiere - ortofrutta e vini, carne e pesce, latte e derivati, cereali e birre, caffè e coloniali - organizzati su tre diversi livelli e disposti su tavoli che seguono un ordine che va dalle materie prime (come frutta, grano, latte) ai prodotti via via più trasformati ed elaborati. Alcuni video mostrano come sarà composta la nostra alimentazione nel 2020 e nel 2050. Accenture ha anche progettato e sviluppato la soluzione di shelf replenishment che consente all'addetto di reparto di dialogare in tempo reale con il magazzino, garantendo il riassortimento dei prodotti in tempi ottimali
.

Il visitatore può vivere un'esperienza di acquisto nuova, sperimentando un digital journey con accesso a diversi livelli di informazione: caratteristiche primarie dell'articolo da acquistare, storia e origine delle principali materie, eventuale presenza di ingredienti allergizzanti, dati nutrizionali per porzione, impatto ambientale espresso in CO2 equivalente.

L'interazione coi prodotti e la visualizzazione delle informazioni avviene attraverso touchpoint: tavoli interattivi su cui sono esposti i prodotti che, con un cenno della mano, permettono di visualizzare su un monitor informazioni aumentate su provenienza, tracciabilità, presenza di allergeni, impatto ambientale; scaffali verticali associati a un applicativo touch per selezionare un prodotto e visualizzare informazioni addizionali; angoli espositivi digitali dove, attraverso tecnologia second screen, il fornitore potrà raccontare e promuovere i prodotti; real time data visualization, proiezione digitale che mostra in tempo reale dati del punto vendita (numero dei visitatori, top ten dei prodotti più venduti, etc).

L'architettura applicativa e l'infrastruttura tecnologica sono basate su tecnologia Microsoft e sul cloud di Microsoft-Azure. Accenture si è avvalsa della collaborazione di Avanade, joint-venture tra Accenture stessa e Microsoft. Dal 7 giugno sarà disponibile anche una mobile app che guiderà il visitatore in un percorso personalizzato all'interno del negozio: il cliente definirà il proprio lifestyle (vegan, italian lover, etc.) e grazie all'utilizzo di sensori collocati nel punto vendita vedrà comparire sul proprio smartphone segnalazioni di quelli maggiormente in linea col proprio stile di vita oltre a informazioni sulla localizzazione nello store. La mobile app avrà anche un'integrazione di realtà aumentata. 


Un Grande Viaggio di Conad nelle piazze
italiane per dialogare con la gente

Si parla e si discute di temi di attualità per il Paese in sei weekend in piazza a Cosenza, Pescara, Bergamo, Alba, Massa e Treviso, animate da uno show truck, un motorhome hospitality e un food truck targati Conad oltre che da sei gazebo per dare informazioni, distribuire prodotti e materiale di comunicazione

13 aprile 2015 - E' partito il Grande Viaggio di Conad nelle piazze italiane, luogo privilegiato della vita sociale dove cultura e tradizioni vivono della quotidianità di incontri e scambi. L'idea è di andare sul territorio a dialogare con le comunità e costruire insieme fiducia nell’Italia. 
 
Nei weekend, le piazze di sei città si animano con gli automezzi di Conad – uno show truck, un motorhome hospitality e un food truck – oltre che di sei gazebo per le informazioni, la distribuzione di prodotti e del materiale di comunicazione. Le serate iniziano alle 18.30 con breve video e l’esibizione dei Solisti del Sesto Armonico sotto la direzione artistica del maestro Peppe Vessicchio. 
 
Ognuna è dedicata a un tema particolare: 
- Lavoro e nuove generazioni (Cosenza, 11 e 12 aprile),)
- Il valore della cultura, con la cultura si cresce (Pescara, 25 e 26 aprile))
- Il futuro delle famiglie italiane (Bergamo, 9 e 10 maggio)
- Il valore dello sport (Alba-Cuneo, 16 e 17 maggio),)
- La forza dell’Italia. 'I mille campanili' (Massa, 13 e 14 giugno))
- Salute, stili di vita, benessere (Treviso, 20 e 21 giugno).
 
Si discute e si confrontano opinioni, ma c'è anche la festa all’insegna delle tradizioni locali e della musica, accompagnata da cibi tipici regionali della linea Sapori&Dintorni Conad, cucinati dagli chef dell’Unione italiana ristoratori. Per chi non può essere presente c'è la possibilità di seguire gli eventi su Twitter, Facebook, Instagram e YouTube. Homina Pdc segue l'ufficio stampa e le media relations de Il Grande Viaggio anche nelle diverse tappe del tour. 
  


Operazione allegria firmata McDonald's in 24 Paesi
per 24 ore il 24 marzo. In Italia colazione gratis in pigiama

Tbwa\Italia con Integer, Tribal Ddb, Omd Italia e Hill+Knowlton Strategies hanno varato e rilanciato sui media la declinazione italiana del progetto ‘Imlovinit24’. A chi si è presentato in pigiama la mattina a un ristorante McDonald's è stata offerta la prima colazione oltre a una card per i 24 giorni successivi

26 marzo 2015 - Col progetto ‘Imlovinit24’ il 24 marzo McDonald's ha organizzato 24 diversi eventi in 24 città nel mondo durante le 24 ore regalando ai clienti momenti di allegria. Il mega evento è iniziato in Australia per passare alla Nuova Zelanda, alle Filippine, al Vietnam e via via verso l'Europa. Nel nostro Paese Tbwa\Italia ha proposto di festeggiare il momento della prima colazione, offrendola in omaggio a chi si è presentato in pigiama in un ristorante McDonald's tra le 7.30 e le 10.30, oltre a una card da utilizzare anche nei 24 giorni successivi. All'iniziativa hanno aderito oltre 20.000 le persone in tutto il Paese.
 
Nei McDonald's di Piazza Duomo a Milano e in quello di Piazza Stesicoro a Catania sono stati realizzati due eventi speciali. Nel primo è stata allestita  al centro una ‘camera da letto’ dove i clienti hanno potuto fotografarsi o farsi fotografare con amici e parenti, mentre la
trasmissione ‘Tutto esaurito’ su Radio 105 raccontava in diretta la colazione che ha coinvolto 2000 persone. A Catania, Lorenzo Fragola, vincitore dell'ultima edizione di X Factor, si è esibito in una mini performance alla presenza di oltre 2000 fan. 
 
Hanno lavorato con vari ruoli all'iniziativa: Tbwa\Italia in sinergia con Integer (agenzia di retail marketing ed eventi del gruppo) per l'ideazione del progetto e della sua comunicazione, il merchandising, il materiale Pop e la produzione dell'evento; Tribal Ddb per il lancio sui canali digital; Omd Italia per la media partnership con Radio 105 e per dare risonanza in rete all'evento e Hill+Knowlton Strategies per le media relations. 
 
La colazione in pigiama è diventato l'evento della giornata anche su alcuni tg, oltre a essere raccontato e condiviso online in tempo reale sui canali social di McDonald's Italia. I contenuti generati e condivisi dagli utenti sono stati riuniti, in tempo reale, sul sito imlovinit24.mcdonalds.it


Almaverde Bio Market consegna
a domicilio solo su mezzi eco-sostenibili

La spesa total bio, acquistata nei nuovi store di Milano, Reggio Emilia, Bologna e Parma, arriva a casa grazie a partner locali che utilizzano solo la bicicletta come mezzo di trasporto

24 marzo 2015 - Un spesa total bio che arriva a casa con un mezzo totalmente sostenibile come la bicicletta. E' questa l'offerta di  Almaverde Bio Market, il nuovo store aperto a Milano, Reggio Emilia, Bologna e Parma. Nei quattro nuovi negozi è possibile richiedere la consegna a domicilio dei prodotti acquistati e, in linea con la filosofia di benessere alla base del progetto di Organic Food Retail, la spesa arriva a casa grazie a partner locali che utilizzano solo la bicicletta come mezzo di trasporto. 
 
Si tratta di Triclò per Milano, Urban Bike Messenger per Bologna, Green Courier per Reggio Emilia e La Sajetta per Parma.
 
Almaverde Bio Market è marchio di Organic Foo
d Retail, società nata dall’incontro di Almaverde Bio, la prima marca di prodotti biologici in Italia, e Ki group, azienda del bio e del biodinamico. Riguarda un gruppo di imprese dell'agroalimentare italiano con esperienza nel biologico in consorzio e connota 3700 prodotti che spaziano dall’acqua alle birre, dai prodotti per l’infanzia agli speciali senza glutine e ai freschi, legati al territorio e alle piccole produzioni rappresentative della zona locale. 
 


Google apre il primo shop monomarca a Londra
inventando un nuovo modo di vendere

Google sfida gli Apple Store con un 'negozio dentro al negozio' in cui metterà in vendita smartphone e tablet Android, i laptop Chromebook, i device Chromecast e offrirà ai clienti l'experience dello schermo avvolgente collegato a Google Earth

12 marzo 2015 - Google sfida gli Apple Store aprendo a Londra il suo primo negozio monomarca, un Google Shop, su Tottenham Court Road all’interno di Currys Pc World, brand della catena Dixons Carphone. Nel 'negozio dentro a un negozio' – così lo ha definito Google – saranno in mostra le linee di smartphone e tablet di Google con sistema operativo Android, i laptop Chromebook e i device Chromecast. 
 
La parola d'ordine all'interno è engagement. Ci sarà un grande  schermo 'avvolgente' che farà 'volare' i clienti da un
a parte all'altra del mondo grazie a Google Earth. Ci sarà anche un muro dove potranno dipingere con bombolette spray la propria personale versione del logo di Google per poi condividerla sui social media.
 
"Il ritmo dell'innovazione dei device che tutti usiamo è  incredibile - ha dichiarato James Elias, direttore marketing di Google UK- mentre il modo in cui sono venduti è sempre lo stesso. Con il Google Shop vogliamo offrire un posto dove le persone possono giocare, sperimentare e imparare tutto quello che Google ha da proporre". 


All'avvio dell'Expo Autogrill aprirà a Milano
il Mercato del Duomo, multi-concept store del cibo

Il gruppo investe 13,5 milioni di euro nel nuovo flagship store nel cuore della città, su 4 piani, per una superficie complessiva di 5.000 metri quadrati. Realizzato in collaborazione con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, punta ad affermarsi come meta gastronomica internazionale e vetrina delle eccellenze del Made in Italy

25 febbraio 2015 - Aprirà a Milano in Galleria Vittorio Emanuele il 30 aprile, il giorno prima dell'avvio dell'Expo, Il Mercato del Duomo, ‘cattedrale’ del gusto firmata da Autogrill che investe sul nuovo flagship store, realizzato in collaborazione con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, 13.5 milioni di euro. “Abbiamo scelto di trasformare Milano nel principale laboratorio di innovazione e sperimentazione – ha dichiarato Gilberto Benetton, a.d. di Autogrill –. Con Il Mercato del Duomo torniamo alle radici della nost
ra storia per guardare al futuro, un futuro che parla d'innovazione ed eccellenza”.
 
Il Mercato del Duomo si sviluppa verticalmente su 4 piani, per una superficie complessiva di 5.000 metri quadrati, di cui 3.000 aperti al pubblico, dove il cibo verrà proposto dalla forma più semplice e naturale (nel Mercato) a quella di prodotto lavorato e trasformato in ricette, dalla consumazione veloce a un'esperienza più slow. Ne faranno parte il Bar Motta, tra tradizione e modernità (caffetteria e croissanteria); il Mercato con la novità del punto vendita, gestito da Compagnia Alimentare, che riproduce un tradizionale mercato cittadino con eccell
enze del territorio; il Bistrot Milano Duomo che riprende il concept inaugurato nel 2013 alla Stazione Centrale di Milano; la Terrazza Aperol per l'aperitivo; il ristorante-laboratorio Spazio (progetto della Niko Romito Formazione) e un Wine Bar. Nel seminterrato anche una libreria Feltrinelli.

Il Mercato del Duomo punta ad affermarsi come meta gastronomica internazionale e vetrina delle eccellenze del Made in Italy. Il progetto architettonico, realizzato da Michele De Lucchi, valorizza i disegni originali del Mengoni e coniuga il rispetto dell'identità degli spazi con le esigenze della grande ristorazione. All'interno, una scultura realizzata dall'artista Adam Lowe riproduce le radici di un albero di ulivo secolare, simbolo legato alla storia e ai valori di Autogrill.





Mirafiori Store approda online

Il punto vendita di merchandising di Fiat Chrysler Automobiles offre in e-commerce, per ora solo sul territorio italiano, borse, accessori per la persona e per l’auto, abbigliamento, articoli da regalo firmati coi  brand del gruppo

5 febbraio 2015 - Mirafiori Store, il punto vendita di merchandising del Gruppo Fiat Chrysler Automobiles, approda online con il negozio digitale store.mirafiorimotorvillage.it che mette a disposizione una selezione di borse, accessori per la persona e per l’auto, abbigliamento per lui e per lei, articoli regalo firmati dai brand Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Abarth e Jeep. 
 
Il questa prima fase di lancio, le vendite riguardano solo il territorio italiano ma, entro la fine del 2015, verrannp ragg
iunti anche i mercati esteri. “Riteniamo strategico superare il limite fisico della visibilità territoriale – ha detto  Gianfranco Agnusdei, responsabile marketing di Mirafiori Motor Village – e offrire il nostro merchandising, coi nostri brand globali ed emozionali, a un pubblico potenzialmente molto più ampio, soprattutto in un momento in cui le persone sono sempre più propense a utilizzare le piattaforme digitali per effettuare acquisti”.
 
Lo store online sarà via via arricchito con tutti i prodotti in vendita nel negozio fisico di Torino e sostenuto da attività promozionali e di marketing dedicate e focalizzate al canale digitale. Come promozione di lancio, fino al 28 febbraio le spese di spedizione sono gratuite senza una soglia minima di acquisti. 


Partnership tra il cibo a marchio Eataly e l'ospitalità di Starhotels.
In arrivo il ‘Marchio Unico Italia’ per i prodotti tipici italiani

Eataly entra nell'hôtellerie con un accordo in esclusiva per tre anni che prevede consulenza, creazione di menu dedicati, eventi. Intanto il patron Oscar Farinetti si prepara all'Expo e preannuncia nell'occasione anche il lancio, da parte del Ministero delle Politiche Agricole, di un ‘Marchio Unico Italia’ a tutela del prodotto agroalimentare italiano nel mondo. Lo supporterà una grande campagna di advertising globale con ‘testimonial a costo zero’

29 gennaio 2015 - Eataly di Oscar Farinetti, il centro gastronomico che ha fondato il suo successo sulla biodiversità e la ricchezza dei prodotti italiani, su luoghi informali di vendita e consumo e sul credo “meno cucina e più mercato di stagione”, entra nell'hôtellerie, grazie a un accordo in esclusiva per tre anni con Starhotels, la catena alberghiera italiana guidata da Elisabetta Fabri. La partnership tra cibo a marchio Eataly e l'ospitalità di Starhotels prevede la creazione di menu dedicati, di eventi e collaborazioni con chef stellati, di consulenza e supporto nella selezione e nella valutazione dei prodotti e delle materie prime. Per StarHotel, che finora non aveva ristorazione diretta in Italia ma si appoggiava a operatori esterni, è un salto di qualità nell'offerta gastronomica. 
 
Il primo hotel a inaugurare la formula sarà dal 1° febbraio il Rosa Grand di Milano, con l'intenzione anche di offrire ai futuri visitatori dell'Expo “la miglior esperienza possibile dello stile inimitabile del vivere all'italiana, che ha nella nostra cultura enogastronomica uno dei valori più importanti ” come ha sottolineato Fabri. Poi man mano l'accordo verrà esteso agli altri hotel, ad oggi 24 (20 a 4 stelle in Italia, un 5 stelle a Parigi, un deluxe a New York e due boutique hotel a Londra) per un totale di 3.791 camere, in cui soggiornano ogni anno oltre 1.500.000 di persone di tutto mondo.
 
Intanto l'inarrestabile Farinetti, vero campione di un'Italia capace di rimboccarsi le maniche e darsi da fare in qualsiasi congiuntura, tra l'imminente apertura di Eataly a San Paolo in Brasile, quella in progetto a Londra in Oxford Street, la voglia di essere chiamato dalla nuova Alitalia di Montezemolo e il progetto di una Disneyland del cibo nella food valley emiliana, si prepara a portare il suo brand e il suo mood all'Expo, nei venti ristoranti regionali in due padiglioni di 8mila mq. E si dice convinto che l'esposizione sarà meravigliosa, di grandissimo successo e che arriveranno molti più visitatori del previsto: “almeno 30 milioni di cui 10 dall'estero”. 
 
Sarà l'Expo anche l'occasione per il lancio di ‘Marchio Unico Italia’, marchio ombrello dei vari Docg, Dop, Igp, Doc, con cui contrassegnare i cibi tipici prodotti in Italia con materia prima italiana, strumento anche di contrasto alla contraffazione che fattura nel mondo 66 miliardi di euro, il doppio del valore delle nostre esportazioni di agroalimentare. ‘Marchio Unico Italia’ fa parte di un progetto presentato al Ministero delle Politiche Agricole e Farinetti ha già pronta anche l'idea di una grande campagna pubblicitaria per farlo conoscere nel mondo: “Useremo testimonial a costo zero: Cristoforo Colombo, Leonardo da Vinci, Dante, Marco Polo”.
 
Intanto, per il lancio in comunicazione della partnership con StarHotel, si prevede cartellonistica all'interno degli hotel e loghi ad hoc sui menu. La creatività è interna, come per tutte le iniziative della catena, ad opera dell'house agency Eataly Design. 


Compie 70 anni Bakker, lo specialista del giardinaggio
in vendita diretta, e rinnova sito e catalogo

Il colosso olandese, che vende per posta, telefono e in e-commerce oltre 3.500 varietà in 21 paesi europei, celebra l'anniversario proponendo prodotti speciali e 70 in offerta scontati fino al 70%. E si prepara a lanciare in Europa la moda dei giardini in miniatura. In via di restyling il sito e in arrivo un contest fotografico

22 gennaio 2015 - Compie 70 anni Bakker, il colosso olandese della vendita diretta di prodotti di giardinaggio in Europa. La storia del brand è quella di un'impresa di famiglia, nata nel
l'immediato dopoguerra da un'intuizione di business del fondatore, Piet Bakker. Le famiglie olandesi inviavano bulbi da fiore, unica ricchezza del momento, per contraccambiare gli invii di pacchi di alimenti e abbigliamento da parte di parenti e amici che vivevano in altri Paesi. Bakker cominciò a pubblicare annunci pubblicitari sui quotidiani in cui proponeva pacchi regalo, poi realizzò cataloghi illustrati di bulbi da fiore che inviò per corrispondenza direttamente ai consumatori. 

Alla guida dell'azienda ora ci sono i figli Jacques e Pieter che hanno ampliato la gamma dei prodotti, acquisito via via aziende del settore, facendo di Bakker una multinazionale presente in 21 paesi europei, tra cui l'Italia, che vende via telefono, per corrispondenza e in e-commerce (www.bakker-it.com) oltre 3.500 varietà per stagione, oltre a accessori e decorazioni per il giardino, mantenendo la specializzazione sulle bulbose che sviluppano un terzo del fatturato. 

Bakker ha rinnovato il Catalogo dove propone alcuni prodotti speciali, ideati per l'anniversario e disponibili in esclusiva, tra cui il giglio nero 'Queen of the night', l'ortensia a fiore doppio e l'alberello da frutto che produce tre diverse varietà di mele. E sta per lanciare in Europa la nuova moda dei giardini in miniatura, che hanno riscosso tanto successo negli Usa. Per celebrare il 70°, inoltre, su C
atalogo e sito offre in promozione 70 prodotti scontati fino al 70%.

Nel corso dell'anno Bakker lancerà anche un concorso fotografico online, invitando a inviare le foto del proprio giardino o balcone. I vincitori saranno decretati dai voti dei clienti online di Bakker e dei fan sulla pagina Facebook. Le vendite via internet sono cresciute da meno del 10% a quasi il 20% negli ultimi 5 anni e nei prossimi 3 si prevede il raddoppio. Per il sito, presente in 21 paesi e declinato in 16 lingue e che raccoglie oltre 260.000 ordini l'anno, è in arrivo una nuova versione con m
iglioramenti di funzionalità, l'ottimizzazione per il mobile e la possibilità per i clienti di condividere esperienze e consigli di giardinaggio. Bakker è presente anche sui social media, con un blog di giardinaggio (www.giardinaggio-bakker.it), una fanpage su Facebook e una bacheca foto su Pinterest.

Un ultimo progetto è stato il sondaggio online paneuropeo effettuato tra gli iscritti alla Newsletter e i fan della pagina Facebook, che ha ricevuto 30.000 risposte da 18 Paesi, mettendo in luce le differenze nelle abitudini di giardinaggio, oltre ai comportamenti e alle esigenze dei clienti. Si scopre così che in Italia (4.000 i rispondenti) pratica il giardinaggio il 61% (in linea con la media europea) e che, come i francesi, gli italiani desiderano un roseto e un orto dove non possono mancare le erbe aromatiche. 


Mondadori Store rafforza il brand e va in televisione

Il network di 600 librerie va in comunicazione con una campagna su tv, radio, web, video outdoor e sul punto vendita con creatività di Attitude Communication. Lo spot in animazione con digital collages di Pierluigi Longo invita a scoprire un mondo di cultura ed emozioni

19 novembre 2014 - Mondadori Store, network di librerie presente in Italia con 600 punti vendita, va in comunicazione nell'ambito di un piano di rilancio con rafforzamento e consolidamento del brand. La campagna di forte impatto è articolata su tv, radio, web, video outdoor e comunicazione in store, per un'operazione di retail identity a tutto tondo.
 
Al centro della comunicazionec'è l'offerta culturale diversificata dei Mondadori Store: luoghi disegnati per dare ispirazione e suggerimenti, dai libri alla tecnologia, dalla musica ai film e alle idee regalo. Con creatività dell’agenzia Attitude Communication, lo spot si compone di animazioni digital collages dell'illustratore Pierluigi Longo che invitano a scoprire il “mondo di cultura e emozioni” degli store Mondadori, così come recita il pay off. La colonna sonora è 'Buonamore’, brano tratto dall'ultimo l
avoro discografico del cantautore Alberto Fortis.
 
Oltre agli spot televisivi da 20 e 15 secondi on air da domani, ci sono spot radiofonici da 15 secondi, con soggetto istituzionale e due declinazioni tematiche dedicate alle promozioni speciali e al Natale. Post production e animazione sono di Proxima Milano. 


Crai si riposiziona ‘Nel cuore dell'Italia’,
al via il nuovo format di comunicazione

Si rifà al sano campanilismo italiano il nuovo concept ideato dall'agenzia Mosquito, che debutta con tre spot, annunci su quotidiani e in radio con un budget di 2 milioni di euro. A novembre online il nuovo sito realizzato da BlackTrend. L'italianità e il legame col territorio ribaditi nel brand della linea premium Piaceri italiani

17 ottobre 2014 - Il gruppo Crai si riposiziona partendo dal legame consolidato col territorio e adottando un nuovo concept di comunicazione che si rifà al sano campanilismo italiano che intercorre tra regioni e tra città, fatto dell'orgoglio delle proprie radici, valore che non tradisce anche in momento difficile come l'attuale. E' con questo concept che Mosquito, l'agenzia fondata un anno e mezzo fa da Vincenzo Vigo, ha vinto in luglio la gara indetta dalla catena distributiva contro Leo Burnett, Brand Portal, LL&L e Niuco. Un pitch partito da un brief molto articolato che chiedeva di valorizzare la vicinanza col consumatore e il saper stare al passo coi tempi, di creare engagement con i già clienti e con i potenziali, di mettere in luce il valore della catena rispetto ai competitor. 
 
Ne è nata un nuova tagline di marca 'Nel
cuore dell'Italia' e un format di comunicazione che debutta domenica su tv nazionali e locali dove avrà 8.000 passaggi e sui maggiori quotidiani con un budget importante di 2 milioni di euro: Crai investe il 40% in più dello scorso anno. 
 
Nei primi 3 spot  del nuovo format, prodotti da Filmmaster e diretti da luca Miniero, si contrappongono Napoli e la Valle D'Aosta, la Sicilia e il Piemonte, Roma e Genova in simpatici battibecchi a distanza tra gli abitanti, che rivendicano bellezze e  cibi tipici peculiari, e che si concludono davanti al fatto che tutti però hanno Crai (“Crai lo abbiamo anche noi”). Il gruppo della Distribuzione Organizzata è presente infatti sul territorio da 41 anni con 3.000 punti vendita in più di 1000 comuni, con una formula di imprenditorialità diffusa dove sono protagonisti i punti vendita di quartiere e quindi la capacità di conoscere i clienti e venire incontro ai loro gusti. Il fatturato 2013 (alle casse) è stato di 3,2 miliardi di euro e si prevede che il 2014 chiuda in crescita del 20%.
 
Su stampa il messaggio della campagna diventa “Hai mai visto uno spot lungo quanto l'Italia?”. La pianificazione curata da Media Village è completata da annunci radio, a cui si aggiungerà il web e sotto Natale anche il cinema. Ai primi di novembre debutterà poi il nuovo sito realizzato da BlackTrend.
 
In linea con il messaggio di italianità, infine, è anche il brand che connota la linea premium a marchio Crai, Piaceri italiani, presentata insieme alla nuova campagna. Si tratta di un assortimento di 84 prodotti di cui 66 caratteristici di 15 regioni (le più rappresentate sono Liguria e Lombardia con 8 ciascuna) e altre 18 di 'specialità' con cui ‘gustare’ l’Italia nelle sue diversità.




Vanilla Bakery, vivace tempio milanese del food
made in Usa, si espande in Dubai e in Qatar

A meno di due anni dall'apertura, il locale, nato per iniziativa dell'esperta di marketing retail fashion Cristina Bernascone Raffoul, pensa al franchising e punta a un'espansione che porterà il format in Dubai e in Qatar, in jv con imprenditori locali. Intanto c'è già stata la brand extension a due iniziative editoriali

16 ottobre 2014 - Si chiama Vanilla Bakery, logo che fa tanto american style così come sono american style i prodotti dolci e salati (specialità i cupcakes) che vengono serviti ogni giorno fino alle 24 nel locale di via San Siro 2 a Milano. Invece è una case history italiana al femminile, che ha visto la milanese Cristina Bernascone Raffoul, specialista di marketing internazionale di retail fashion, correre l'avventura di aprire, nel dicembre 2012, un locale dedicato alla cucina tradizionale anglosassone, di cui si è innamorata passando molti mesi l'anno negli Usa, tanto da seguire corsi per preparare bakery, specialità Cajun, pies, uova, meatball e anche cake design.  
 
Partito con una sola luce, in poco tempo il locale si è ampliato e offre un servizio continuativo, dalla colazione al brunch, dal tea time alla cena e oltre, in un ambiente a colori pastello, un po' casa di bambola un po' oasi di serenità, dove tutto sembra semplice e invece è curatissimo in ogni dettaglio (doggy bag incluso) all'insegna di 'retail is detail'.
 
A meno di due anni di distanza, Vanilla Bakery guarda all'estero e progetta un'espansione che porterà il format in Dubai e in Qatar, nel 2015 e nel 2016 attraverso partnership con imprenditori della ristorazione locali. A Dubai il primo punto vendita aprirà entro la fine del 2015 e sarà collocato in 'The Walk' vicino ad Dubai Mall zo
na Jumeirah. L'evoluzione, che prevede entro un paio d'anni anche un altro locale a Milano, è guidata da Alexandre Raffoul, il giovane imprenditore libano-inglese coadiutore della moglie Cristina con l'impresa di famiglia Marcalec, distributore di marche italiane e americane di fashion, in particolare in Russia, Medio Oriente e Asia. Nelle stesse aree verrà costruita un po' per volta la catena Vanilla Bakery, anche attraverso il franchising, facendo capo alla unit Marcalec Hospitaly, master franchisee di marchi spagnoli della ristorazione. 
 
Intanto c'è già stata la brand extension a due iniziative editoriali che coinvolgono Cristina Bernascon
Cristina Bernascone
e Raffoul in prima persona. E' nata per l'Editrice La Coccinella la collana per bambini 'I cupcake di Fata Vanilla', libri di ricette composti da 24 pagine cartonate e a copertina rigida imbottita, venduti in Vanilla Bakery e in libreria. De Agostini Publishing e Mondadori hanno invece portato in edicola la collana a fascicoli 'Love Bakery, delizie da forno', consigliata dal talent show cooking Bake Off Italia, in onda il  venerdì su Real Time. I 40 fascicoli, con tanto di teglie, stampi e utensili vari volta per volta in aggiunta, escono allegati a Donna Moderna, Cucina Moderna e Tv Sorrisi Canzoni. 
 


La Bit cambia concept con aree Luxury, Mice e Digital.
Focus sul turismo sportivo in partnership con Decathlon

La Borsa internazionale del turismo si rinnova guardando all'Expo e ampliando i segmenti di business, oltre al Leasure, con Luxury World, Digital World e un'area dedicata al turismo congressuale. Destination Sport sarà uno spazio rivolto a chi viaggia per praticare sport, un segmento in ascesa. Annunciato il primo Congresso annuale del turismo

3 ottobre 2014 - Si rinnova e amplia il raggio d'azione su specifici segmenti di business la Bit, la Borsa internazionale del turismo, che si terrà nella 35-esima edizione a Rho FieraMilano dal 12 al 14 febbraio 2015 nell'imminenza dell'Expo, e che si prepara ad accogliere 1.500 operatori italiani e internazionali e 2.000 aziende. Cambia il concept della manifestazione. A fianco del Leasure, che, tra l'altro, ospiterà uno spazio dedicato alla cultura  e uno all'enogastronomia, ci saranno le novità di un'area dedicata al Mice (il turismo congressuale), uno spazio dedicato al lusso (Luxury World) e un'area dedicata all'innovazione tecnologica (Digital World). Infine, come novità b-to-c, ci sarà un focus sul turismo per la pratica di attività sportive, con l'inedito spazio Destination Sport.
 
L'evento guarda al luxury perché è segmento che nella crisi ha continuato a crescere, con flussi importanti da mercati emergenti come Cina, Brasile, Russia e India che hanno nell'Italia una delle mete preferite, senza dimenticare che se il turista medio oggi fa 1-2 viaggi l’anno, il cliente di lusso ne fa 4 e anche vari short break (fonte Osservatorio Bit). Per inciso, proprio al Viaggio nel lusso made in Italy sarà dedicata la ricerca Think with Bit che verrà presentata durante il primo Congresso annuale del turismo, moderato da Gianni Riotta (La Stampa) con la presenza di William Ridgers (The Economist). 
 
Digital World sarà la parte espositiva dedicata a player e start up che operano in rete, arricchita dal palinsesto della Digital Arena, in collaborazione con Amadeus, dove si approfondiranno temi come l'e-commerce di prodotti turistici via mobile o le contaminazioni tra canali on e offline nell'acquisto di un viaggio.
 
Sarà invece rivolto ai viaggiatori sportivi, e per questo aperto solo sabato 14 (il giorno per il pubblico), Destination Sport, uno spazio interattivo realizzato in co-marketing con Decathlon che porterà abbigliamento e attrezzature, tutte all'insegna della promessa del catena specializzata: qualità a prezzi accessibili. L'idea di Destination Sport nasce dalla considerazione che è in crescita il turismo legato alle passioni personali, di cui lo sport è la più forte, con il 61% di preferenze. Sarà lo spazio dei piccoli operatori che offrono pacchetti turistici a tema sport, dove fan del movimento italiani e stranieri potranno esplorare prodotti e servizi. Esperti e testimonial nelle diverse discipline daranno consigli su materiali e attrezzature. Destination Sport sarà organizzato intorno a 8 'isole', dedicate a trekking e trail running, alpinismo, arrampicata, ciclismo su strada, equitazione, golf, sci alpinismo, discesa e fondo con lo snowboarding e il freeride.
 
Bit2015 annuncia che non si fermerà ai tre giorni della manifestazione, grazie alla forte presenza sui social e al sito rinnovato, che sarà online da metà ottobre e che ospiterà anche un blog. 


Sparisce l'insegna Saturn, sarà tutto Media World

Mediamarket cui fanno capo le due insegne di elettronica di consumo ha dato il via al rebranding dei 14 punti vendita di Saturn e all'unificazione delle properties digitali. A operazione conclusa, Media World conterà in Italia 116 punti vendita

15 luglio 2014 - La catena di elettronica di consumo Mediamarket, denominazione con cui opera in Italia il gruppo Media-Saturn-Holding GmbH (prima catena di elettronica di consumo in Europa con 974 megastore), cambia la sua presenza sul territorio italiano dando il via al rebranding dei 14 punti vendita Saturn che diventeranno gradualmente Media World. Lo stesso avverrà per i canali digitali web e mobile di Saturn che verranno progressivamente reindirizzati su Media World Compra on Line.

La novità rientra della nuova strategia di Mediamarket 'Seamless Customer Experience' che punta a una maggiore integrazione tra canali di vendita, comunicazione e community digitali e a maggiori efficienza e efficacia nei confronti dei consumatori, senza distinzioni tra fisi
co e virtuale, tra web e mobile, tra pc e smartphone. Peraltro l'Italia è il primo Paese in cui il gruppo ha lanciato il sito di shopping online, i programmi di loyalty e le sperimentazioni in ambito mobile.

Completato il piano, la rete di Media World in Italia sarà composta da 116 punti vendita su tutto il territorio e dal sito compraonline.mediaworld.it


Espansione fisica, online e geografica per Buyonz

Il retailer e specialista di e-commerce accresce gli shopping club fisici di proprietà, apre a New York, progetta l'apertura a Shanghai nel 2015 e prepara la rete di franchising. E punta a un fatturato di 7.7 milioni nel 2014 contro i 4.4 del 2013

30 giugno 2014 - Continua l'espansione di Buyonz, gruppo nato tre anni fa per  occuparsi di e-commerce a 360º (vedi news del 27 maggio 2013) attraverso tre società. AZ Distribution (b-t-b) distribuisce brand italiani a società che fanno vendite private e supporta i siti di vendite private italiani e internazionali. Buyonz Retail (b-to-c) vende direttamente al consumatore con i siti mykidz.it e mybrandz.it e i punti vendita fisici riservati (shopping club). Buyonz Service fa attività di consulenza e accompagna le aziende a entrare nel business delle vendite online e, attraverso l'acquisita Tunda (tecnologie per il commercio elettronico), offre tutta la catena di servizi 'go to market e-commerce': sviluppo e gestione di siti, pianificazione strategica, formazione, logistica. 

Forte di risultati finanziari in crescendo, con quasi 4.4 milioni di euro nel 2013 contro i quasi 2.2 del 2012 e con un obiettivo di chiudere il 2014 a 7.7 milioni, Buyonz dà il via a un'espansione fisica, online e geografica: apre nuovi punti vendita fisici e parte alla conquista del mercato estero con un punto vendita diretto a New York.&n
bsp;

Si tratta di shopping club esclusivi di proprietà che fanno capo a Buyonz Retail, in cui si entra solo con tessera gratuita per dipendenti di azienda, per membri di associazioni ed enti o dopo aver fatto almeno un acquisto su u
Buyonz Store Isola
no dei siti. Vi si trovano prodotti di marca di varia merceologia con sconti del 40-50% e con nuovi arrivi settimanali. Nei Buyonz Store si può anche andare a ritirare la merce ordinata sui siti, prendendo visione e pagando in loco. In Italia ai negozi di Cernusco sul Naviglio e di Sesto San Giovanni si è appena aggiunto il terzo a Milano, nel quartiere Isola (via Cola Montano), inaugurato sabato 28 giugno. 

Apre a luglio, invece, lo shopping club di New York, sulla
Buyonz Store New York
38-esima strada, per la cui attività Buyonz Group ha aperto le società Buyonz Inc e Buyonz Store llc. Ha già avuto l'adesione di 50 aziende che  vogliono offrire ai dipendenti la possibilità di acquistare a prezzi fortemente scontati prodotti italiani di marca, secondo un modello nuovo per il mercato americano che Buyonz Store llc ha la mission di implementare nel Paese. Dalla prima settimana di luglio i clienti americani avranno a disposizione prodotti di Blugirl, Bruno Magli, Eastpak, Enolea, Furla, Liu-Jo, Mandarina Duck, Marina Galanti, Millefiori Milano, Paul Frank, Roccobarocco, Romeo Gigli, Scervino, Secret Pon Pon, Versace, Yamamay, Gucci, Vintage Luxury (Louis Vuitton, Chanel), Kontatto Made In Italy, Marchesani Abiti Uomo Made In Italy, D&G e Dolce&Gabbana.

Il compito di Buyonz Inc, invece, è di offrire a clienti e partner una logistica in loco per una maggiore velocità nella spedizione dei prodotti, in linea coi tempi rapidi dell'e-commerce statunitense. Buyonz Inc si occuperà anche della fornitura dei prodotti per il Buyonz Store di New York e per i punti vendita che saranno aperti in futuro. Il  negozio di New York sarà infatti il primo di una catena di store negli Usa, e Buyonz Store llc  ha già in programma per il primo trimestre del 2015 l'ingresso nel mercato cinese, con l'apertura di uno store a Shanghai. 
 
Buyonz Retail sta anche avviando una rete in franchising che avrà quattro negozi entro la fine del 2014, il primo in fase di apertura a Pero, collocazione strategica in quanto vicina all'Expo 2015,  e poi a Bergamo, Roma e Torino. 
 
 
 


Ritorna il Gruppo Végé, nuovo polo di aggregazione della DO italiana

Interdis ridiventa Végé, storico brand della Gdo, con nuova identità, nuova struttura societaria e l’integrazione di nuovi servizi. Riunisce 21 imprese ben radicate sul rispettivo territorio e 1.495 p.v. tra supermercati, ipermercati, superette, discount, specializzati e cash & carry

25 giugno 2014 - Interdis diventa Gruppo VéGè, o meglio ridiventa VéGé, perché proprio Interdis aveva raccolto l'eredità dello storico brand della grande distribuzione organizzata che nel 1996 si era unito al gruppo Selex in Euromadis, fallita due anni dopo. Gruppo VéGé era stato fondato in Italia nel 1959 come unione volontaria italiana di medie e grandi imprese della distribuzione su modello olandese. In Olanda era stato fondato nel 1935 e il nome veniva dall'acronimo di Verkoop Gemeenshap (comunità di vendita).  

VéGé  ha avuto un ruolo importante nella modernizzazione dei modelli distributivi in Italia, ad esempio con l’introduzione dei cash & carry e con l'invenzione dei primi discount italiani nel 1974.

Ora, a 55 anni di distanza, il Gruppo si ripropone come nuovo polo di aggregazione della DO italiana.  Il ritorno non è solo un cambio di ragione sociale né un’operazione nostalgia. Nei programmi e negli obiettivi del management c’è la volontà di dare al gruppo un’identità forte e riconoscibile, valorizzando i risultati raggiunti da Interdis e accelerando l’evoluzione con una nuova struttura societaria e l’integrazione di nuovi servizi, soprattutto nell’area digital e social.
 
A Gruppo VéGé faranno capo tre società controllate: VéGé Brands (asset intangibili), VéGé Retail (braccio operativo) e VéGé Franchising, nuova società per l'ulteriore espansione della rete commerciale. Il Gruppo riunisce 21 imprese a modello familiare ben radicate sul rispettivo territorio e 1.495 punti vendita tra supermercati, ipermercati, superette, discount, specializzati e cash & carry. I prodotti a marchio per tutti i punti vendita al dettaglio  e per tutti i soci rimangono Delizie e Delizie Club. 


Un Magnum Pleasure Store permanente nel centro di Milano

Dopo l'esperienza temporary dello scorso anno, ritorna per restare l'experience retail dove farsi confezionare un My Magnum in base ai propri gusti e preferenze. Luogo di momenti di piacere con eventi e occasioni d’incontro

18 giugno 2014 - Riapre a Milano il Magnum Pleasure Store, in piazza Santa Maria Beltrade 1, non più in format temporary come lo scorso anno, ma in modo permanente (vedi news del 19 aprile 2013). La formula è la stessa: un experience retail dove concedersi momenti di piacere facendosi creare il My Magnum secondo  gusti e  preferenze, grazie a una grande varietà di topping da mettere sulla versione base tuffata nel cioccolato: dai classici ai più originali, tra cui scaglie di fragola, pepite frizzanti, peperoncino, zucchero caramellato salato, petali di rosa, etc.  C'è anche la ricetta firmata da Dolce & Gabbana: cuore di gelato alla vaniglia, copertura di cioccolato bianco con granelle di pistacchio verde di Bronte Dop, mandorle caramellate e pepite di arancia candita ricoperte di cioccolato fondente.
 
Nei sei mesi di apertura dello scorso anno in piazzetta San Fedele 2 si sono registrate 260.000 visite e più di 120.000 gelati creati. Il successo ha incoraggiato Unilever a replicare il Magnum Pleasure Store in altre città, come Roma e Napoli, di recente inaugurazione, e a prevedere l'apertura di altri in Italia. 
 
Nel nuovo store milanese, inaugurato ieri, sono previsti eventi e occasioni d'incontro in ogni momento della giornata, e anche servizio di colazione e caffetteria al mattino e di cocktail e appetizer alla sera. Nel locale di design ci sono il bancone per la creazione del My Magnum, una parete 3D a effetto cascata di cioccolato fuso, sala lounge e vip con wi-fi, una parete interattiva con contenuti multimediali e uno specchio 'ghiacciato'.


Turismo e shopping in combinata con Shopinn Holidays

Il nuovo outlet village Shopinn Brugnato 5 Terre nell'entroterra di La Spezia insieme al partner  Blastness propone, attraverso un portale, offerta alberghiera a prezzi agevolati e servizi turistici in una zona di forte appeal. Ad uso di turisti soprattutto stranieri per cui lo shopping fa da polo di attrazione

16 giugno 2014 - Parte in Liguria nella zona di La Spezia un progetto di marketing territoriale che coniuga shopping e offerta turistica attraverso il digitale, alla luce della  considerazione che lo shopping è uno dei fattori più potenti di attrazione per i turisti stranieri che arrivano in Italia.  
 
Il progetto parte dopo l'apertura lo scorso 12 aprile di Shopinn Brugnato 5 Terre (www.shopinn5terre.it), outlet di fascia medio-alta che conta per ora 70 negozi (che arriveranno a 100 tra un anno, quando sarà completata la fase 2 della costruzione) che vendono un centinaio di marche a prezzi scontati. Ci sono anche otto ristoranti tipici  e uno biologico, spazi dedicati all’arte contemporanea e ad artisti emergenti (Art Gallery e Art Factory). Nei primi 50 giorni  di apertura ha già attirato 500.000 visitatori. 
 
Insieme a Blastness (piattaforme tecnologiche, servizi e consulenza per il business alberghiero), Shopinn Brugnato 5 Terre lancia ora Shopinn Holidays, un progetto basato sul portale www.shopinnholidays.it dove  si può prenotare un soggiorno in uno degli hotel aderenti, con tariffe scontate e riservate, senza costi di prenotazione per i clienti e senza costo di commissione per gli hotels. L'outlet mette a loro disposizione carte sconto per gli ospiti (un 10% ulteriore sui prezzi dei negozi e dei ristoranti) e offre servizi turistici: escursioni, percorsi enogastronomici, eventi di musica e arte, oltre al transfer da e per lo shopping village. La zona “a 15 minuti dal mare e a 15 minuti dai 1.500 metri” si presta ad escursioni alle Cinque Terre, nei borghi  della Val di Vara, nel Golfo del Tigullio, in quello dei Poeti. 
 
Sono anche previste azioni di co-marketing, come la promozione del portale attraverso attività di advertising e con materiale sul pv, e con iniziative sul digitale. 
 


Pizza Spontini parte per il Giappone,
5 i locali in franchising a Tokyo entro il 2019

Accordo tra Spontini Holding e il gruppo Jrd per esportare il modello della pizzeria che offre il classico trancio alla toscana, semplice e genuino, in un Paese che già lo apprezza grazie a guide turistiche e blog. Per ora presente con 6 locali solo a Milano, Spontini si prepara ad ampliarsi in Lombardia e negli Emirati e guarda ad altri emercati esteri

11 giugno 2014 - La pizzeria Spontini parte da Milano per il Giappone, per proporre il suo classico trancio alla toscana, che ne ha fatto le fortune, direttamente a Tokyo, nella palazzina che verrà costruita nel quartiere dello shopping elegante di Omotesando. Una novità nel piano di espansione voluto sette anni fa da Massimo Innocenti, che ha preso le redini dell'attività di famiglia, acquisita nel 1977 dai lontani parenti Banti. Avevano trasformato nel 1953 una rosticceria in un locale che serviva a prezzi popolari pizza al trancio secondo tradizione, ricetta unica, cotta al forno, da mangiare al bancone. Semplice anche la genesi del nome: Spontini perché in via Spontini 4, all'angolo con corso Buenos Aires. Una tradizione portata avanti immutata per decenni. Solo a partire dal 2007, con la nascita della Spontini Holding fondata da Innocenti per lo sviluppo del brand, i punti vendita a Milano sono aumentati e arrivati 6 e ora c'è il progetto di allargarsi in Lombardia. 
 
Nel frattempo è partita l'avventura in Estremo Oriente, dove la pizza Spontini è già nota e apprezzata grazie al passaparola deg
li studenti giapponesi di ingegneria a Città Studi, che ha fatto entrare il locale in guide turistiche e blog. Un team di investitori giapponesi, la Japan residential development (Jrd), aprirà a fine anno 'Spontini Japan' ovvero la 'Casa della pizza' in modalità franchising: Jrd riceverà assistenza e formazione in loco da Innocenti stesso, affiancato da un pizzaiolo esperto in arrivo dall'Italia, e poi pagherà le royalties per l'utilizzo del marchio e del modello di business. 
 
Tramite dell'operazione è la Seven Seas, società di import in Giappone, che avrà anche il compito di portare a Tokyo le materie prime, che saranno rigorosamente made in Italy, le stesse genuine dei locali italiani. La pizzeria di Omotesando sarà la prima di una catena che entro il 2019 si  espanderà in altre zone dello shopping di Tokyo fino a 5 locali e poi in altre grandi città giapponesi. Il prezzo medio del trancio sarà di mille yen, circa 7 euro. Jrd ha in progetto un piano di comunicazione per promuovere il nuovo locale che farà ricorso essenzialmente a pubblicità outdoor - dinamica sui mezzi pubblici e anche su mongolfiera - oltre ad attività di rp e ufficio stampa. L'agenzia di riferimento del gruppo è la Dentsu e l'investimento iniziale sarà di 200.000
euro. A breve sarà online anche il sito giapponese di Spontini. 
 
Il prossimo mercato in cui Spontini Holding entrerà saranno gli Emirati, ma Innocenti sta anche esplorando l'opportunità di esportare il modello a Londra, in Kuwait, Russia e Francia. Ad oggi il fatturato annuo è di 10 milioni di euro, sviluppati con la vendita dai 30.000 ai 50.000 tranci a settimana tra asporto e servizio al tavolo. 


Campagna online congiunta per Marcopolo Expert e Unieuro

Dopo l'acquisizione da parte di Marco Polo Expert del retailer di elettronica, è online la prima iniziativa di comunicazione a doppio brand. Firma E3, che da quattro anni cura la comunicazione digitale di Marco Polo Expert. L'iniziativa prevede sia advertising sia un sito dedicato

28 maggio 2014 - È online la prima campagna pubblicitaria online congiunta di Marcopolo Expert e Unieuro, prima azione a doppia insegna dopo il via libera a dicembre da parte dell'Antitrust all'acquisizione da parte di Sgm-Marco Polo Expert del retailer di elettronica. La web agency E3, che da quattro anni cura la comunicazione digitale di Marcopolo Expert, è stata incaricata di ideare e pianificare un'iniziativa che prevede sia advertising che un sito dedicato (www.lunionefalaconvenienza.it). 
 
La creatività si sviluppa su formati rich media e con un visual che vede i fan  dei due brand all’interno di uno stadio un
irsi per far gioco di squadra. Il sito, ottimizzato per desktop e  per mobile, permette di sfogliare online il volantino con offerte promozionali valide dal 29 maggio al 7 giugno, con link per l'acquisto sia sullo shop di Marcopolo Expert che su quello di Unieuro. Sul sito è anche possibile trovare il punto vendita aderente più vicino, con una ricerca sia per area geografica che per prossimità. Entrambe le funzionalità — volantino e store locator — saranno fruibili sia da desktop che da mobile. 


Media World premia il tifo tenace per l'Italia

Per i Mondiali il mega store dell’elettronica lancia il concorso “E tu quanto ci credi?” con buoni premio di valore progressivo a seconda della persistenza nello scommettere sulla vittoria degli azzurri. L'iniziativa è comunicata da una campagna in tv, radio e web ideata da Cayenne

13 maggio 2014 - Come già per le scorse edizioni della Coppa del Mondo, il mega store dell'elettronica Media World promuove un concorso che premia i clienti intercettando la loro passione per l'evento ma soprattutto il tifo per l'Italia.  Il tema  è provocatorio: “E tu quanto ci credi?” L’iniziativa, comunicata con una campagna integrata in tv, radio e web ideata da Cayenne, è giocata infatti sulla scommessa della vincita o meno dell'Italia. 
 
Questa volta tutti i tifosi sono chiamati in gioco, sia quelli che credono al 100% nella vittoria degli azzurri, sia quelli che ci credono solo per un 10%. È un tifo graduale, con scommesse ad ogni partita. Si può partecipare decidendo di non credere nella vittoria dell'Italia, e quindi ricevere immediatamente un buono del 10% del valore dell'acquisto (utilizzabile entro fine luglio), o invece credere nella Nazionale, puntando ad accrescere il valore del pr
oprio bonus a ogni scommessa sulla vittoria della partita e all'accesso agli ottavi, ai quarti, alla semifinale, fino ad arrivare al 200% del valore del prodotto acquistato in caso di vittoria dei Mondiali. Il meccanismo prevede che, a ogni passaggio del turno dell'Italia, si possa scegliere di lasciare il gioco e ritirare il buono per il valore fin lì raggiunto, oppure continuare a credere nell'Italia, attendendo l'esito della fase successiva.
 
La campagna che comunica il concorso parte domani in radio, su portali e social media e in in tv con lo spot prodotto da Movie Magic che ricrea l'atmosfera da tifo pre-partita mettendo a confronto i diversi gradi di tifoseria. Ci si registra al concorso su una sezione dedicata del  sito (etuquantocicredi.mediaworld.it), mentre i punti vendita Media World saranno completamente addobbati in veste calcistica, in linea col concorso.


Camicissima si espande nel mercato cinese con 440 nuovi negozi entro il 2019

Il brand italiano di camiceria del gruppo Fenicia estende la partnership col gruppo Zhejiang Baoxiniao Garment concedendo in esclusiva per 25 anni i diritti di distribuzione in Cina del marchio, anche per l'e-commerce

29 aprile 2014 - Accordo distributivo tra Camicissima, brand italiano di camiceria del gruppo Fenicia, e il gruppo cinese specializzato nella produzione e vendita di abbigliamento Zhejiang Baoxiniao Garment Co. Ltd per arrivare a 440 punti vendita in Cina entro la fine 2019, a sette anni esatti dall'inaugurazione della prima vetrina cinese, avvenuta a fine 2012 a Shanghai presso il Takashimaya Department Store. 

Proprio nel 2012 è stata costituita Camicissima Shanghai Trading Co. Lts (società di diritto cinese ma controllata interamente da Fenicia) per supportare lo sviluppo del brand nel mercato cinese. Da allora sono stati aperti 15 negozi Camicissima con il partner Zhejiang Baoxiniao Garment con cui ora parte il progetto di ampliamento, che prevede la concessione in esclusiva per 25 anni dei diritti di distribuzione del marchio Camicissima in Cina. L'accordo comprende anche il canale e-commerce.

Il piano di sviluppo prevede l'apertura di 35 punti vendita nel 2014, 45 nel 2015, 60 nel 2016, 80 nel 2017, 100 nel 2018 e 120 nel 2019. L'intento è di raggiungere in modo capillare il mercato del vastissimo territorio cinese, con l'apertura di punti vendita all'interno non solo di città di primo e secondo livello, ma anche nelle importanti di terzo livello.  


Latte e formaggi Arborea dalla Sardegna alla Stazione Centrale di Milano

In arrivo dall'‘isola felice delle mucche’, il brand si presenta alla città con un temporary store e con un'attività promozionale ideati da McCann Worldgroup

16 aprile 2014 - Resta aperto da oggi fino al 14 maggio in Stazione Centrale di Milano il temporary store di Arborea. Il brand sardo di latte vaccino e prodotti derivati come creme spalmabili, yogurt, mozzarelle e formaggi si presenta alla città nell'atrio delle ex biglietterie, al pianterreno, riconoscibile grazie alle illustrazioni che compongono la brand imagery e l'ampio uso di storytelling sul territorio d'origine.

McCann Worldgroup, incaricata dal 2012, ha curato la riprogettazione grafica del pack system e il riposizionamento della marca con il payoff ‘L'isola felice delle mucche’ e ogni anno selezionerà un nuovo illustratore che ne interpreti il genius loci, rinnovando ogni volta la comunicazione.  

L'agenzia ha ideato anche il temporary store e l'attività promozionale: per ogni acquisto multiplo del valore di 10 euro saranno distribuite tazze e tovagliette da colazione brandizzate e in edizione limitata. L'attività sarà supportata da una campagna su stampa e da un'attivazione digitale in loco con distribuzione di sampling. 


Apre a Fiumicino il primo Mercedes-Benz Cafè

Progettato dall'Advanced Design Center di Como, è realizzato in collaborazione con Autogrill e ospita prodotti dello chef Davide Oldani. La nuova brand extension rientra nelle strategie del nuovo marchio di servizi ‘Mercedes Me’

16 aprile 2014 - Da sempre alla ricerca di prodotti e modelli di business innovativi, Mercedes Benz si dà alla ristorazione. E apre, sotto il cappello del nuovo brand di servizi ‘Mercedes Me’, il primo Mercedes-Benz Cafè all'aeroporto di Fiumicino. Sarà punto d'incontro per clienti e potenziali tali, realizzato in collaborazione con Autogrill. Vi verrà offerta una selezione di prodotti frutto dell'esperienza dello chef stellato Davide Oldani, oltre a specialità premium italiane e internazionali.
 
Mercedes-Benz Cafè è pro
gettato dai designer dell'Advanced Design Center di Como, impegnati sugli interni delle autovetture della casa, ma anche sulla linea di arredamento Mercedes-Benz Home Collection, con la consulenza di F&Fdesignstudio di Torino. Fiore all'occhiello del nuovo concept è la lounge, regno del consumo slow, con comode sedute per la degustazione al tavolo. 
 
Il nuovo progetto di brand extension rientra nelle strategie del brand ‘Mercedes me’ con cui Mercedes-Benz punta a un rapporto continuativo col pubblico su più fronti. 


Football Temple a Milano, concept store e spazio funzionale dedicato al calcio

Su tre piani, in via Torino 60, il nuovo store propone  footwear e accessori Nike, Adidas e Puma e punta a diventare ritrovo di professionisti che troveranno consigli, spazi trial, una football cage e un'arena. Il retail concept si deve a FutureBrand insieme a Maat Architettura. In progetto aperture in altre città

20 marzo 2014 - FutureBrand e Maat Architettura hanno creato ex novo  il retail concept di Football Temple, nuovo store a Milano (in via Torino 60) dove acquistare il meglio per il calcio. L'incarico è stato affidato da Marco Longaretti, già responsabile dello store Solo Inter, insieme a Nike, suo principale partner commerciale. Si tratta di 600 mq su tre piani dove vengono proposti agli appassionati e ai professionisti del calcio footwear e accessori di marche Nike, Adidas e Puma. 

Il pallone è stata sintesi del concetto creativo e architettonico: scomposto, dà vita all'identità visiva, dall’insegna ai touch point della comunicazione, e fa da guida alla scoperta dello store. 

Football Temple punta a diven
tare anche luogo di ritrovo dove i professionisti possono ricevere consigli in base al proprio ruolo, alle caratteristiche fisiche e di gioco e alla specificità del terreno e dove le squadre possono personalizzare la divisa. Gli scarpini si possono provare in spazi trial, realizzati con diversi terreni. La terrazza è uno spazio polifunzionale in grado di accogliere una football cage, dove gli atleti si potranno sfidare, e un’arena  da cui seguire i Mondiali di calcio in prima fila. 
 
Longaretti progetta di replicare il concetto Football Temple  in altre città italiane. 


Al via con 3DItaly il 1º social franchising europeo della stampa 3D

Dopo il centro pilota di Roma, apre a Pescara il secondo 3D printing Store dando il via alla costruzione di un network in social franchising, che si propone di diventare punto di riferimento per maker, nuovi artigiani digitali e designer italiani che credono in un modo alternativo di produrre le loro opere. Street marketing sabato 22 in piazza Salotto a Pescara

19 marzo 2014 -
Undici mesi fa ha aperto a Roma il primo 3D printing Store concept italiano, centro sperimentale dove stampare progetti in 3D (vedi news del 22 aprile 2013). Ora 3DItaly dà il via al primo social franchising europeo della stampa 3D con l'apertura di un secondo store a Pescara.
 
Si tratta di un progetto di imprenditoria giovane che prevede la creazione di nuove start up dislocate su tutto il territorio nazionale. I nuovi store offriranno servizi di stampa di modelli in 3D, modellazione, scansione e stampa per busti personali in 3D, workshop, vendita ed assistenza di stampanti 3D, vendita scanner, droni volanti, schede Arduino e materiali di consumo.
 
Saranno punti di attrazione per maker, nuovi artigiani digitali e designer italiani che credono in un modo alternativo di produrre i propri prodotti: avranno un luogo dove concepire, creare e promuovere le loro opere. L'idea è di scavalcare le grandi aziende produttrici e i grandi colossi della distribuzione portando in ogni città prodotti unici, artigianali, innovativi, made in Italy.
 
L'ap
ertura dei nuovi store sarà in formula social franchising, più accessibile economicamente per i nuovi imprenditori, più flessibile per stare al passo con gli upgrade e capace di recepire le innovazioni che vengono dal territorio. Ogni store sarà infatti promotore di prodotti e di servizi che verranno estesi a tutta la rete nazionale. 
 
L'inaugurazione a Pescara del secondo 3DItaly Store (Piazza San Camillo De Lollis 19) sarà sabato 22 marzo alle 18.30, anticipata alle 16 da un'attività di street marketing in Piazza Salotto, con l'istallazione di una stampante 3D gigante e l'esposizione di una copia stampata in 3D dell'Elefante di Vicentino Michetti. Faranno da cornice le stampanti 3D in azione. (M.O.)




Scottex elargisce la carezza che ti meriti

Dopo un'anteprima teaser alla Stazione Centrale di Milano, parte il tour a 6 tappe in centri commerciali, da Torino a Bari, delle vending machine che offrono buoni sconto a chi dedica una carezza sul touch screen e la condivide sui social. C'è anche il concorso 'Trova il rotolo delle carezze' mentre a marzo parte la campagna di Jwt con claim “La carezza che ti meriti” 

18 febbraio 2014 - Inizia il tour di Scottex, brand tissue di Kimberley-Clark, all'interno di centri commerciali, dove dei totem-vending machine invitano la clientela a interagire attraverso il monitor touch screen, scrivendo e dedicando una carezza a una persona speciale, per poi condividere sui propri canali social Facebook o Twitter. Per ogni carezza donata, la vending machine darà con una cartolina, su cui è prestampata una 'carezza' oltre a un buono sconto di  2 euro per l’acquisto nel centro commerciale di una referenza della nuova carta igienica Scottex,
a scelta tra L’Originale, La Maxi, La Salvaspazio, Karitè e Family. 
 
Scottex lancia  anche il concorso 'Trova il rotolo delle carezze' con rotoli particolari inseriti nelle confezioni che fanno vincere un premio a scelta del valore di 3.000 euro. In nome del nuovo claim di prodotto “Nuova Scottex, la carezza che ti meriti” che contraddistinguerà la campagna pubblicitaria in partenza a marzo, con creativita di Jwt, che sarà in tv, su stampa, in radio e sul digitale. 
 
Il tour in partenza domani prevede sei ta
ppe con avvio dal Centro Commerciale Le Gru di Grugliasco (Torino) dove sono installate fino al 23 febbraio tre vending machine. Seguiranno Orio Center a Orio al Serio (26 febbraio-2 marzo), Grandemilia a Modena (5-9 marzo), Le Befane a Rimini (12-16 marzo),   Euroma 2 a Roma (19- 23 marzo) e Auchan a Casamassima in provincia Di Bari (26-30 marzo).
 
Il tour ha avuto un'anteprima teaser all''interno della Stazione Centrale di Milano dove dal totem usciva a sorpresa una mano guantata che elargiva carezze vere. 
 


Con ‘Sottocosto da Leoni’ Euronics raddoppia la promozione natalizia

La catena distributiva di elettronica fa seguire alla promozione Doppiosconto una seconda opportunità per la clientela per i regali hi-tech. A supporto un concorso e una campagna di Max Information

16 dicembre 2013 - Doppia campagna promozionale natalizia per Euronics che dal 13 dicembre, giorno successivoalla chiusura della promozione Doppiosconto, e fino a domenica 22propone 'Sottocosto da Leoni': prodotti a costi ‘imperdibili’ di tutte le categorie merceologiche vendute. All'interno delvolantino è presente un inserto di 8 pagine dedicateinteramente all'home entertainment mentre ilquartino Grandi Marche illustra proposte diAsus, Hp, Moulinex, Nikon, Philips Ped, Samsung Av e Sky. Non mancano due cartacei ‘Euronics ti consiglia’ con idee-regaloe ‘Speciale Smartphone’.

Da oggi fino al 5 gennaio sarà ancheattivo il concorso abbinato al film d'animazione ‘Piovono polpette2’, in uscitanelle sale il 25 dicembre, che mette in palio un viaggio a Djerba per 4(regolamento su euronics.it). Finoal 31 dicembre si potrà poi contribuire allacampagna Vogliamo Zero di Unicef, acquistando presso tutti i puntivendita Euronics donation card del valore di due euro.

Persupportare la promozione 'Sottocosto da Leoni' è stata prevista una pianificazione su tv, radio e web, oltre alla diffusione di più di14 milioni di volantini in tutta Italia. La creatività è di Max Information con media di Media Italia. Digital agency è Upgrade Multimediale con pianificazione online gestita internamente dall'azienda.



Apre a tempo a Roma Termini il Winx Christmas Store

Il temporary shop dove si acquistano i prodotti dei licenziatari delle fatine Winx di Raibow dà il via ai festeggiamenti per il decennale del Winx Club. Partecipano il parco divertimenti Rainbow Magicland e la Rai

3 dicembre 2013 - Rainbow (produzioni animate e multimediali) dà il via ai festeggiamenti per il 10º anniversario di Winx Club col primo temporary store dedicato, il Winx Christmas Store, che restarà aperto dal 6 dicembre al 6 gennaio nella Stazione Termini di Roma. È il primo di una serie di iniziative di un anno di eventi che coinvolgeranno le piccole fan delle fatine televisive e le loro famiglie.

Saranno presenti nello store tutti i licenziatari della property, dagli storici Giochi Preziosi e Edicart ai più recenti Cobi, Ods e Calimar. Si potranno acquistare libri, giocattoli, fashion dolls, trucchi, fashion bag e molto altro del magico mondo Winx. Partecipano all'iniziativa anche Rainbow Magicland, il parco divertimenti di Roma Valmontone, e la Rai, partner storico di Rainbow, sulle cui reti da gennaio andrà in onda la sesta serie di Winx Club su Rai Due e Rai Gulp.

Un'attività benefica sarà a favore della Fondazione ‘Abio Italia - per il bambino in ospedale’: fondi saranno raccolti attraverso la vendita di speciali Christmas Card, realizzate dai creativi di Rainbow. Non mancherà anche la promozione natalizia: per una spesa di 15 euro ci sarà un ingresso omaggio in Ranbow MagicLand contro l'acquisto di un altro, in formula 2x1.



F.lli Carli apre a Milano il 4º Emporio,
alla ricerca di clienti curiosi e anche di digitalizzati

Un punto vendita nel cuore di Brera, nel format ideato da RobilantAssociati, per far toccare con mano tutta la gamma dell'offerta a base d'olio. La campagna di lancio di Publicis invita anche all'acquisto via mobile, attraverso 330 pensiline interattive. Così, se la vendita diretta è ancora il ‘core’ aziendale, si dà impulso anche ai nuovi canali digitali

18 novembre 2013 - Ha aperto a Milano in via Ponte Vetero, nel cuore del quartiere di Brera, l'Emporio Fratelli Carli, uno spazio dedicato a prodotti alimentari di qualità, dall'olio che è produzione core della casa alle conserve e ai dolci a base d'olio e ora anche ai freschi, in un'apoteosi di sapori liguri e profumi mediterranei. È il quarto negozio di proprietà di un marchio che, per tradizione centenaria, ha sempre adottato la vendita diretta. Il capostipite Giovanni Carli in un'annata di iper produzione degli oliveti di famiglia ebbe l'idea di aggiungere la vendita dell'olio all'attività di un'avviata tipografia a Imperia. Stampava materiale informativo, ricettari e Almanacco per fidelizzare la clientela a cui consegnava direttamente in bicic
letta.

Era il 1911 e ora che alla guida dell'azienda c'è la quarta generazione e che i prodotti F.lli Carli si vendono anche in Francia, Austria, Germania, Svizzera, Uk e Usa, sono i furgoncini brandizzati a girare per le città per le consegne a domicilio. I clienti sono arrivati a 850.000 (250.000 all'estero) ma le ordinazioni si fanno ancora in 4 casi su 5 via telefono, per il 12% sul sito (www.carli.com) e attraverso Facebook e Twitter, poi col coupon e infine nei punti vendita, nati con l'obiettivo di conquistare un pubblico diverso, curioso, che ama conoscere da vicino l'offerta. Il primo è stato aperto a fine 2010 nel cuore dello stabilimento di Imperia, alle soglie delle celebrazioni per il centenario, poi sono arrivati quelli di Torino e Padova e ora tocca a Milano.

Arredato nel format ideato da RobilantAssociati, il negozio ha colori chiari e atmosfera calda, sobria, accogliente. Su tutto il soffitto è dipinta la mappa che racconta il 'viaggio' aziendale, negli scaffali è disponibile l'intera gamma di produzione, inclusi i dolci tipici dove l'olio ha preso il posto del burro, i cesti natalizi, i prodotti cosmetici a base d'olio.

Per il lancio dell'Emporio milanese, Publicis Italia, che da inizio anno è la nuova agenzia incaricata di atl, btl per il mercato interno e per quello internazionale, ha realizzato una campagna multisoggetto con claim “Ogni sapore ha un segreto”, declinata su testate cittadine (Corriere della Sera, Viv
Claudia Carli
iMilano, Il Giorno) e su 330 pensiline in città. Si tratta di particolari affissioni interattive: inquadrando un prodotto, attraverso Qr Code e smartphone se ne scoprono i 'segreti' e si può passare direttamente all'acquisto. Inoltre, un QR Code speciale indica dove trovare il nuovo Emporio. “Una campagna innovativa - sottolinea la responsabile comunicazione Claudia Carli - che oltre a far conoscere il nuovo punto vendita e i nostri prodotti ai milanesi, vuol dare impulso alle vendite via digitale”.

Publicis cura anche il concorso per blogger, in partenza domani, che invita a ideare una ricetta mettendo in palio una giornata presso il ristorante di Davide Oldani. Curerà anche la campagna natalizia concentrata localmente sugli Empori e, dall'anno prossimo, prenderà in carico anche l'house organ aziendale. Per il media F.lli Carli è supportata da Starcom, le pr sono gestite da Aida Partners Ogilvy Pr.



Nei concept store Caleffi anche le Fragranze d'ambiente

Il brand dell'home fashion ha allestito i monomarca e i punti vendita negli outlet come una successione di ambienti tipo di una casa, dove proporre biancheria a tema. Le ultime novità di prodotto sono la linea per la profumazione d'ambiente e quella Bio in fibra naturale con coloranti ecologici e atossici. In novembre Caleffi sarà su reti Mediaset con minispot

25 ottobre 2013 - Caleffi, brand dell'home fashion (produzione e commercializzazione di articoli di lusso per la casa), lancia una novità di prodotto: la linea di Fragranze d'Ambiente, declinata in due diverse profumazioni, Lino d'Oriente leggera e delicata e Velluto Nero più intensa e decisa. La linea prevede diffusori in vetro con bastoncini di legno, gessetti profuma biancheria, spray per tessuti, candele, sacchettini e tavolette profumate per creare in casa un'atmosfera
coinvolgente.

Proposti anche come regalo natalizio – tanto per dare un'idea i diff
usori costano 19 euro -, le Fragranze sono disponibili nei punti vendita monomarca che l'azienda di Viadana (Mantova) ha un po’ per volta allestito come concept store divisi secondo ambienti tipo di una casa tipo: zona letto - il core business – con esposti prodotti come Dormissimi o Dreaming, zona soggiorno con tanto di poltrone, riviste e caminetto con proposto lo storico Scaldotto, zona cucina con la biancheria per la tavola, zona bagno con le spugne, zona camera dei bambini con le collezioni Disney o i cuscini multicolor. Lo stesso format è stato adottato per i punti all
'interno di outlet. Tra le novità dell'ultimo anno, ci sono anche i prodotti Bio Caleffi, realizzati in fibra naturale e con l'utilizzo esclusivo di coloranti ecologici e atossici certificati.

In comunicazione Gruppo Caleffi utilizza per gli annunci stampa foto d'ambiente e di prodotto scattate da professionisti. A breve ci sarà per due o tre settimane una pianificazione su reti Mediaset con dei minispot da 10”, durante tutto l'arco della giornata, che mostreranno in primo piano il brand mentre uno speaker reciterà il pay off del marchio, adottato da due anni: “La casa dei sogni”.

Gruppo Caleffi, che nel 2012 ha fatturato 50.8 milioni di euro, conta su una rete di circa 2.000 punti vendita in Italia e oltre 600 nel resto del mondo. Commercializza marchi propri come Caleffi e Mirabello & Carrara (biancheria per la casa & spugne, entrambi alto di gamma) e marchi in licenza, tra cui Roberto Cavalli e Disney. Caleffi spa è quotata sul mercato MTA di Borsa Italiana.





Leroy Merlin introduce ai piaceri del fai-da-te nel costruirsi un bagno

La catena vara un'edizione speciale dei corsi, la stessa in tutti i punti vendita, e la promuove con dei video sul web ideati e realizzati da Publicis. Mettono in scena un'inconsapevole iniziazione al bricolage, coinvolgendo veri dipendenti di Leroy Merlin e veri consumatori

16 ottobre 2013 - Per la Festa del bricolage, la catena Leroy Merlin vara un'edizione speciale dei corsi Fai da te, che per la prima volta propone in tutti punti vendita lo stesso progetto completo attraverso cui si scoprono le fasi per la costruzione di un bagno: dalla posatura del pavimento al montaggio del box doccia, dall'istallazione dei sanitari all'imbiancatura delle pareti. La promozione avviene attraverso dei video realizzati appositamente per il web, ideati da Publicis.

L'idea è di parlare ai non bricoleur mettendo in scena una divertente e inconsapevole iniziazione al ‘fai da te’ da cui scoprire alla fine il piacere di fare qualcosa con le proprie mani. Concept della campagna è “Scopri di saperlo fare”. Complici una moglie e una mamma, due ignari clienti, rispettivamente un marito e una figlia che di fai da te non ne han
no mai voluto sapere, cadono in un tranello e scoprono di “saperlo fare”.

La campagna ha coinvolto veri dipendenti e veri esperti di Leroy Merlin e veri consumatori, in stile candid camera. La direzione creativa esecutiva è di Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini. I video sono prodotti da Bedeschi Film con regia di Gigi Piola.






Carrefour apre un Market a Sanremo e lo annuncia ispirandosi al Festival

Già presente con quattro Express nella città ligure, l'insegna apre anche un Market col supporto di una campagna ideata da Essense, che fa il verso ai titoli dei successi canori sanremesi

7 ottobre 2013 - Carrefour apre un nuovo punto vendita sulla riviera ligure, a Sanremo, dove era già presente con quattro Express, a cui ha aggiunto anche un Market. Il lancio del primo Carrefour Market di Sanremo è supportato da una campagna che si ispira al legame indissolubil
e tra la città dei fiori e il Festival della canzone italiana.

Per presentare i prodotti a marchio Carrefour, venduti in sconto nei giorni dell'inaugurazione, l'agenzia Essense si è rifatta ai grandi successi sanremesi, i cui titoli diventano spiritosamente le headline di annunci su stampa e su affissione e anche sugli inviti. I font e i colori dei visual riecheggiano lo stile rétro delle prime locandine del Festival.

Al ‘Festival della convenienza’ Carrefour partecipano dodici soggetti, tra cui l’Emmental con ‘Grazie dei fori’, la Passata rustica con ‘Teglia promessa’, i Fazzoletti con ‘Narici come prima’, Deo ambienti con ‘Strani odori’, i cerotti con ‘Una lacrima sul dito' la maxi bobina di carta famiglia con ‘Vattene alone’.


Al flagship store Dr. Hauschka esperienze sensoriali, trattamenti e workshop

A Milano, nel luogo di un antico monastero del ’400, è stato ricavato uno spazio poliedrico che, oltre alla vendita dell'intera gamma di prodotti cosmetici, offre una brand experience di naturalità, secondo la filosofia di una produzione tutta a base di piante officinali

30 settembre 2013 - Ha aperto a Milano il primo flagship store Dr. Hauschka (gruppo Wala), uno spazio poliedrico dedicato al benessere e alla bellezza ‘naturale’ come naturali sono i prodotti della marca, tutti a base di piante officinali, con linee per il viso, il corpo, i capelli, il maquillage.

La location occupa 200 m2, con affaccio su via Abbadesse, accanto alla sede italiana della casa tedesca, dove si offre ai clienti la possibilità di ‘toccare con mano’ la proposta cosmetica. Oltre all'area dedicata alla vendita della gamma completa, lo spazio ospita un percorso sensoriale, una cabina dedicata ai trattamenti estetici, un'area dedicata al maquillage. Infine, c'è uno spazio per incontri che durante l'anno prevede iniziative ed eventi, come beauty day a tema, giornate promozionali, mini-workshop formativi e informativi.

Il flagship store Dr. Hauschka na
sce dal restauro di uno spazio situato in un antico monastero del ‘400 , e nella ristrutturazione, ad opera di Esiert spa di Milano, è stata rispettata e riportata alla luce l'architettura originaria, con soffitti in legno d'abete antico con finitura a cera e pavimenti in cotto. Nei muri interni è stata utilizzata una pitturazione a base calce, mentre rifiniture e arredi, a base di materie non inquinanti, rievocano la naturalità. Pannellature di pioppo da coltivazione selettiva, vernici all'acqua, materiali non trattati come vetro e acciaio e la predominanza del colore bianco creano un mix di semplicità e purezza, in linea col messaggio di naturalità della marca.



Social media e pv per il lancio delle Reebok Freestyle FW13

L'arrivo delle nuove sneakers è comunicato con una campagna di Leo Burnett che integra video sui social con azioni sul territorio. Protagonista la rapper Bay K, alla ricerca di altre giovani femmine alfa

17 settembre 2013 - È dal 1982 che Reebok dedica una scarpa solo alle donne, rivoluzionando il mercato delle sneakers dove i modelli sono soprattutto maschili e unisex. Ora propone le Reebok Freestyle FW13, versione tutta nuova, disponibile solo negli store Aw Lab.

Il lancio avviene con una campagna che integra web e territorio, firmata da Leo Burnett Milano, che ha vinto a luglio l'incarico dopo gara. Partita con video prodotti da SugarKane con regia di Leandro Manuel Emede sulle principali piattaforme social come Facebook, Twitter, Instagram, coinvolgerà poi i 130 punti vendita del network Aw Lab per tre settimane, dal 19 settembre al 10 ottobre.

Protagonista è la rapper Baby K, brand ambassador di Reebok Classic. Lei e le sue Freestyle sono ‘La prima della Specie’, la specie delle femmine alfa. Nei video Baby K punta al reclutamento delle più giovani alfa possibili, e il tutto culminerà con l'evento di lancio giovedì 26 settembre, presso lo store Aw Lab di Milano, in corso Buenos Aires 31, dove Baby K si esibirà in una speciale live performance.




Coop e Il Resto del Carlino alleviano il caro libri di scuola

Promozione congiunta tra il quotidiano e la catena distributiva. Buoni spesa per chi compra i libri di testo all'Ipercoop presentando copie de il Resto del Carlino

16 luglio 2013 - Promozione congiunta tra il Resto del Carlino e Coop nell'ottica di venire incontro alle famiglie alle prese col caro libri scolastici. Fino al 15 settembre, i soci Coop che acquisteranno libri di testo all'Ipercoop, presentando copie de il Resto del Carlino (edizioni di Bologna, Imola e Rimini), riceveranno un controvalore in buoni spesa. Ogni trenta copie del giornale daranno diritto a un buono spesa di 10 euro.

L'iniziativa è valida solo negli Ipercoop Centro Lame, Centro Borgo e Centro Nova, sotto le Due Torri, al Centro Leonardo di Imola e all'Ipercoop I Malatesta di Rimini. I buoni consegnati, cumulabili per un massimo di tre, saranno validi fino al 15 ottobre e varranno per l'acquisto di qualsiasi tipo di prodotto a fronte di una spesa minima di 30 euro, ad esclusione di libri di testo, giornali, riviste e prodotti farmaceutici.

Grazie ad un accordo con Hera per il riciclo, poi, tutti i giornali ritirati saranno riciclati e destinati a nuova vita. A sostegno dell'iniziativa sono pianificate pagine pubblicitarie su quotidiani e periodici del gruppo.


Un jingle per Billa, trio milanese vince il contest per i radiospot

I clienti di Billa hanno inviato centinaia di proposte musicali per concorrere a creare il nuovo jingle dell'insegna, che sarà utilizzato nella campagna radiofonica e trasmesso dalla radio in store

27 giugno 2013 - Un trio musicale milanese ha vinto il contest ‘Un Jingle per Billa’, lanciato a febbraio dal supermercato del Gruppo Rewe per premiare l'X Factor dei clienti, invitandoli a realizzare il nuovo jingle dell'insegna. La scelta di promuovere un concorso per trovare il jingle, invece di ricorrere a una casa di produzione, è stata fatta in continuità con la nuova comunicazione, inaugurata con la campagna di fine 2012 (vedi Fotonotizia del 5 dicembre 2012).

I clienti di Billa hanno inviata centinaia di proposte musicali, da semplici jingle a vere e proprie canzonette, confermando il buon livello di fidelizzazione e di condivisione dei valori del brand. Hanno vinto ‘Gli Irresistibili’, trio composta da Claudio Moretti, Alessandro Sprela e Roberto di Maio, aggiudicandosi i 1000 euro messi in palio con un'allegra canzoncina che in 50 secondi racconta il “mondo di Billa”.

Oltre ad aver ricevuto il premio in denaro, avranno il loro jingle (on air su www.billa.it) utilizzato negli spot radiofonici dell'insegna e trasmesso dalla radio in store.


Cbs Outdoor Italia vara un network di Digital Signage

Al via il nuovo canale di comunicazione nei centri commerciali, con gruppi dai 20 e ai 30 impianti con schermi verticali a 55’ full Hd. A regime saranno 30

26 giugno 2013 - La concessionaria Cbs Outdoor Italia vara il progetto Digital Signage nei principali centri commerciali, con l'obiettivo di attivare un network digitale nazionale con gruppi dai 20 e ai 30 impianti, a seconda del tipo di centro, con schermi verticali a 55’ Full HD. Il network parte con 10 centri commerciali per arrivare a regime a 30 in tutta Italia. Il progetto è in collaborazione con Pta Group (servizi di marketing e fidelizzazione per centri commerciali). Soluzioni tecnologiche Digital Signage, i pods e la gestione dei contenuti sono a cura di Videra (se
rvizi di comunicazione visiva, parte di Elisa Corporation).

Il network metterà a disposizione degli inserzionisti un nuovo canale di comunicazione facile e flessibile da pianificare, in un ambiente stimolante, davanti a un pubblico ricettivo che potrà interagire attraverso touch screen, wi-fi, realtà aumentata, QR codes, Nfc.

Le prime installazioni sono già partite al centro commercialeLe TerrazzediLa SpeziadelGruppo Sonae Sierra.


Mondelliani Glasses in vendita a Milano

Il brand nato dallo storico negozio di ottica e foto Mondelliani di Roma è venduto in esclusiva da Cloister in It's 30 di via Manzoni. La nuova collezione primavera-estate con montature anni sessanta e settanta si ispira alle Eolie

31 maggio 2013 - Gli occhiali a marchio Mondelliani Glasses arrivano nel centro di Milano, con uno spazio dedicato all'interno di Cloister, concept store di accessori fashion e gioielli particolari, che è parte di It's 30, punto vendita moda di via Manzoni 30. Sono qui venduti in esclusiva per la città, a partire dalla nuova collezione per la primavera-estate 2013 ‘Eolie’: occhiali da sole con montature anni sessanta e settanta, in colori caldi mediterranei, ispirata, come le diverse collezioni del marchio, a un luogo o un racconto. Dotati di lenti Zeiss, gli occhiali Eolie sono racchiusi in custodie di pelletteria fiorentina e costano mediamente 210 euro al paio.

Mondelliani nasce come negozio di arte, fotografia e ottica a Roma quarant'anni fa, un piccolo spazio di autore dove sono in vendita le eccellenze dell'eyewear internazionale. Poi è nata anche la linea della casa, Mondelliani Glasses, con designer Federico Mondello, ed è iniziato un percorso che ha portato il brand nel mondo a Londra, New York, Madrid, Monaco, Basil
ea. Ora anche a Milano.


Un bagno da vivere studiato su misura da Leroy Merlin Italia

‘Niente è personale come il tuo bagno’ è il concept della campagna integrata ideata da M&C Saatchi per proporre le novità dell'arredo bagno e dei venti progetti dedicati proposti dalla catena

29 maggio 2013 - Leroy Merlin Italia propone le novità dell'arredo bagno, e dei venti progetti tailor made sulle esigenze dei clienti, nella campagna integrata ideata da M&C Saatchi con concept ‘Niente è personale come il tuo bagno’. Il bagno è diventato infatti un locale ‘protagonista’ nelle case di cui si cura l'estetica, dove ci si rilassa, in cui si vive. Due i soggetti. Nel primo un appassionato di subacquea è pronto a immergersi in vasca con la muta, nel secondo una donna arriva in motocicletta davanti allo specchio per ritoccarsi il trucco: i due portano in bagno la loro person
alità e le loro passioni.

A fianco della campagna c'è il concorso Architetto Online. Tra i primi 1000 che si iscriveranno su leroymerlin.it verranno estratti 10 che potranno scegliere uno dei 20 progetti presenti sulla gallery e ricevere una consulenza personalizzata.

Il media mix comprende volantino, materiali in store, affissioni nelle principali città, radio (con produzione di Eccetera), attività di direct marketing e campagna banner interattiva. Il media è a cura di Maxus.


Da Mica a Milano panini solo con michetta. Quella tradizionale, anzi De.Co.

Un piccolo locale in Porta Ticinese serve panini fatti come una volta, con la michetta alla milanese. Uno è dedicato a Jannacci, quello dolce è con la Nutella. Ogni mese un giovane chef propone una ricetta durante uno show cooking. Entro fine anno ne verranno aperti altri tre

24 maggio 2013 - È tornata la vecchia cara michetta, quella doc, ideale da mangiare con l'affettato, croccante e gustosa. Nel 2007 le era stato assegnato il marchio protettivo De.Co. (Denominazione Comunale) per preservarne la ricetta come valore della città, ma non era servito a farla riapparire diffusamente nelle panetterie in versione tradizionale. L'idea di aprire un locale dove i panini fossero tutti rigorosamente fatti con la michetta è venuta a due giovani imprenditori dell'enogastronomia, Federico Gordini e Matteo Ungaro, ideatori di eventi legati al vino e al food tra cui Milano Food Week e Bottiglie Aperte.

Il locale, piccolino, a una luce, con un bel mood grafico ideato dal giovane art Emanuele Rainoldi, è al 50 di Porta Ticinese, uno dei luoghi della movida milanese. Si chiama Mica - Michetteria Milanese. Aperto dalle 11 di mattina alle 2.30 di notte, prepara michette ripiene di coppa, salame, pancetta o culatello (la DeLuxe), ideali da prendere e mangiare per strada. Una variante con mortadella e gorgonzola è dedicata a Enzo Jannacci, a giugno arriverà anche la versione vegetariana. Non manca quella dolce (una sola) con la Nutella. Ogni mese è previsto un evento in cui un giovane chef propone una sua ricetta di impronta meneghina.

Il prezzo parte da 4.50 euro in su fino a 7 per la DeLuxe, bibita inclusa. È prevista anche la consegna a domicilio nella fascia oraria di pranzo e cena col servizio Mica Delivery. Mica-Michetteria Milanese ha un sito dedicato (www.michetteria.it) e la pagina Facebook (www.facebook.com/michetteria). L'intenzione di Gordini e Ungaro è di arrivare ad avere quattro punti vendita in città entro la fine dell'anno.


Apre a Roma 3Ditaly, il primo centro in Italia per stampare in 3D

Oltre a trasformare i progetti in oggetti fisici e a vendere le stampanti 3D, vuole diventare un punto di riferimento per designer, creativi, architetti a cui offre opportunità di formazione e sperimentazione

22 aprile 2013 - Ha aperto a Roma (via Circonvallazione Casilina 132/137) il laboratorio 3Ditaly, primo centro italiano dove è possibile stampare i propri progetti in 3D. Iniziativa indipendente di Aspramente Studio, per ora a livello sperimentale, 3Ditaly scommette sulla voglia di innovazione degli italiani e punta a diventare un riferimento per designer, creativi, architetti, maker, bricoleur che vogliono utilizzare questa particolare tecnologia.

Come si legge su Wikipedia, “la stampa 3D è la naturale evoluzione della stampa 2D, con cui avere riproduzioni reali di modelli 3D realizzati con software di modellazione 3D. È anche considerata una forma di produzione additiva con cui creare oggetti tridimensionali da strati di materiali successivi”. Con la stampa 3D, tra l'altro, si possono realizzare dei prototipi a basso costo di assoluta precisione.

3Ditaly Store programmerà corsi di formazione e workshop, oltre a vendere al dettaglio le stampanti 3D e gli oggetti con queste realizzati. Offrirà a creativi, scuole e imprese le macchine e l'attrezzatura necessaria per dare concretezza alle idee, fornendo le competenze necessarie per trasformarle in prototipi e prodotti. Annuncia la nascita di un nuovo modello di artigianato giovane, libero, aperto, ecologico e lancia ‘Call for 3Ditaly Designers’ per selezionare i migliori designer italiani 3D (info su www.3Ditaly.it).

I centri come 3Ditaly cavalcano una delle frontiere più innovative della tecnologia e si stima che ne nasceranno molti a breve. (M.O.)


L'arcobaleno nel digital flagship store Tim di Fiumicino e in altri 10 pv

Si evolve con ‘Be part of rainbow’ il nuovo format unico di comunicazione sulla condivisione di Telecom Italia. La campagna approda intanto sul web con Klein Russo

22 aprile 2013 - Per l'inaugurazione del nuovo digital store di Tim all’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma, Telecom Italia ha dato il via a ‘Be part of the rainbow’, iniziativa con cui far vivere in rete e in dieci altri il negozi il nuovo concept di comunicazione sulla condivisione con Chiara (vedi news del 10 aprile). Nel nuovo flagship al Terminal 1 si utilizzano, invece dei tradizionali supporti, display e dispositivi touch screen che, in certi momenti della giornata, sono sincronizzati tra loro per interpretare il valore della condivisione. I contenuti multimediali sono realizzati dall'agenzia Alkemy con il supporto tecnico di dooh.it.

Nel nuovo negozio Tim e negli altri 10 a Roma, Milano, Genova, Verona, Bologna, Firenze, Napoli e Taranto ci si può far scattare una foto che sarà pubblicata su www.rainbow.tim.it, contribuendo all'arcobaleno digitale, ricevendo in omaggio una delle tshirt della collection disegnata dai fashion designers di Happiness. È possibile anche caricare una foto direttamente su www.rainbow.tim.it.

È partita intanto sul web, nel nuovo format unico e con creatività di Klein Russo, la campagna dedicata a tutti i servizi e per tutti i target di clientela. Come per la tv, anche per il web i soggetti sono tre: per le offerte Ultra Internet fisso e mobiledi Telecom Italia per la clientela consumer e per quella business. Il filo conduttore è sempre il grande arcobaleno coi colori che richiamano la fibra ottica.




Un Magnum su misura al Magnum Pleasure Store

Aperto nel centro di Milano fino a settembre un experience retail dove il gelato viene personalizzato con 21 aggiunte. Previsti anche aperitivi, colazioni ed eventi. Per la limited edition estiva Magnum si ispira alla pasticceria francese coi 5 Kisses

19 aprile 2013 - Dopo Parigi, Londra, Amburgo e San Paolo,apre a Milano in pieno centro (piazzetta San Fedele 2) il Magnum Pleasure Store, un experience retail voluto da Unilever dove concedersi momenti di piacere, dalla colazione all'aperitivo. L'idea centrale del format è il potersi creare un gelato Magnum personalizzato, ovvero si va oltre all'idea del gelato industriale con versioni secondo gusti e aspettative. Dei Magnum Pleasure Makers tufferanno un Magnum base bianco nel cioccolato e poi daranno la possibilità di scegliere tra 21 aggiunte, da decori in zucchero a petali di rosa, da nocciole a pistacchi a meringhe o peperoncino. Costo 4 euro. Si invita a condividere l'esperienza con gli amici sui socialtwittando direttamente dallo store.

Il format del punto vendita è creato dal Brand Development Center di Unilever e progettato e gestito in Italia da RE.D div. di retail e marketing design di Marketing & Trade. Il design è raffinato e sceonografico e prevede attorno al bancone centrale di 25 mq, tavoli a forma di stecco e teche con esposti ‘mockup’ d'autore, oltre a una parete 3D con un gioco di luci e forme a effetto cascata di cioccolato fuso.

In formula temporary
store estivo, è aperto da oggi alle 10.30 fino a tutto settembre. Ci saranno degustazioni di ricette d’autore create dal matre chocolatier Ernst Knam e nella lounge area verranno serviti aperitivi con musica ecocktail ideati per lo store in partnership con i bar tender del ‘Rita & Cocktails’. In programma un calendario di iniziative con presenza di personaggi del mondo della musica, del cinema, della moda e dello spettacolo. Il 22 maggio, in particolare, ci sarà un eventi legato al cinema, con anteprime e contributi in diretta dalFestival del Cinema di Cannes.

Gli eventi principali saranno 5 come 5 sono i nuovi Magnum in edizione limitata lanciati per questa estate, i Magnum 5 Kisses, ispirati al mondo della pasticceria francese, disponibili man mano nel corso dei mesi nel Magnum Pleasure Store, in altre location e nei tradizionali canali di vendita: crème brlée (First Kiss), meringa e frutti rossi (Loving Kiss), tiramisù (Passionate Kiss), gateaux au chocolat (Flirty Kiss) e tarte aux pommes (Stolen Kiss). Il lancio sarà supportato da una campagna pubblicitaria con creatività di Lowe con spot su tv generalista, satellitare e digitale terrestre. (V.S.)



Camogli e Apollo rivisitati all'Autogrill

Torna l'iniziativa di arricchire i panini classici nei Bar Snack della rete, col supporto di una comunicazione di stile vintage sul punto vendita e online a cura di M&C Saatchi

26 marzo 2013 - Camogli e Apollo, due cult della sosta in Autogrill, sono in nuova versione negli oltre 450 Bar Snack della rete italiana, per la serie I Grandi Classici in edizione 2013, iniziativa in cui vengono rivisitati i panini più celebri. Negli Autogrill ogni anno si vendono 30 milioni di panini e il Camogli, a oltre 30 anni dal debutto, è tuttora il più richiesto, mentre lApollo è terzo, surclassato dalla Rustichella. Nella nuova versione, Camogli ha una focaccia più alta e soffice che rende più golosa la crema di emmenthal. Per l'Apollo è utilizzato un nuovo pane al sesamo, farcito con salsa tartara, insalata e pomodoro a contorno della cotoletta.

Per l'iniziativa, i Bar Snack dedicati all'offerta di panini sono abbigliati con layout e materiali di comunicazione d'atmosfera retrò. Fino al 12 aprile, per chi consuma un menu con Camogli o Apollo, c'è in omaggio un magnete della collezione vintage Coca Cola.

Da metà di aprile, poi, sarà online il sito momentiinautogrill
.it, che proporrà le tappe più significative della storia di Autogrill e su cui si potranno condividere in modo interattivo esperienze nei punti vendita. Altre due reinterpretazioni di Grandi Classici arriveranno d'estate, mentre in autunno ci sarà il rilancio di uno panino storico dagli ingredienti autunnali.

Cura la comunicazione dell'intero progetto di riposizionamento dell'offerta ai Bar Snack l'agenzia M&C Saatchi che ha ideato una campagna di sapore vintage. Sulla locandina teaser appare la scritta Anche se li conosci bene, ti sembrerà la prima volta.


Apre nel centro di Milano la Veet Beauty Boutique

Uno store di bellezza per entrare in contatto coi prodotti, acquistarli, sottoporsi a trattamenti, con contorno di eventi e la possibilità di sostenere lo Sportello antiviolenza online di Fondazione Pangea Onlus. Un temporary store dilatato fino a fine anno con pausa estiva a Riccione

7 marzo 2013 - Apre oggi per la giornata della donna a Milano, al piano superiore dello store Triumph in via Torino 42/A, brandizzato nei colori rosa di Veet, la Veet Beauty Boutique, store di bellezza dove entrare in contatto coi prodotti del marchio di casa Reckitt Benckiser, ricevere consulenze di bellezza e consigli mirati da esperte e provare la gamma dei trattamenti per la depilazione in due box di estetica costruiti ad hoc. L'iniziativa ha tempi più lunghi di un cosiddetto temporary store: la boutique resta aperta fino a fine anno, ma nei mesi estivi, per l'esattezza dal
21 giugno a fine agosto, si trasferirà in viale Ceccarelli a Riccione.

I trattamenti, a costi contenuti, si fanno su prenotazione al 334 7352840 oppure sulla pagina Facebook Veet Attitude, (https://www.facebook.com/veetattitude), curata da Soho Square (gruppo Ogilvy), dove appare anche il calendario delle iniziative in programma con presenza di ospiti. Questa sera 8 marzo, per l'inaugurazione, ci sarà anche la premiazione dell'ironico concorso Donne che depilano gli uomini per le migliori testimonianze visive postate di uomini sottoposti (e sensibilizzati) all'insolita pratica dalle compagne. Premio, un week end benessere.

C'è anche un risvolto sociale. Veet sostiene la Fondazione Pangea Onlus, impegnata dal 2002 per lo sviluppo economico e sociale delle donne e delle loro famiglie, e lo Sportello antiviolenza online (www.sportelloantiviolenza.org) dove le donne in difficoltà possono trovare aiuto e fare domande a psicologhe, avvocati e operatrici volontarie. Le consumatrici potranno sostenere Pangea attraverso i consumi alla Veet Beauty Boutique e anche online sulla Facebook Veet Attitude. Sulla stessa pagina si potranno votare i casting Il tuo viso per un sorriso e Io ci sono che decreteranno il volto delle prossime iniziative.

Le attività delle Veet Beauty Boutique saranno comunicate con un video mirato alle consumatrici di Milano e dintorni. Con Triumph, che ha ceduto a Veet parte del suo store, ci sarà collaborazione negli eventi e attività di co-marketing, tipo un buono sconto per lintimo o i costumi Triumph a fronte dell'acquisto di due prodotti Veet o di un EasyWax.Per quest'ultimo, prodotto di punta del marchio, è prevista poi una campagna su stampa e tv dal 31 marzo con creatività di Havas e media di Media Italia.



Arte-design, food, fashion, event in Arsenale contemporary shopping

Accanto a Treviso aprirà una struttura innovativa che coniugherà offerta commerciale a prezzi competitivi e impulsi culturali, con fil rouge il design. Al nuovo concept di retail collaborano la Triennale, Silvio Barbero e Gianmario Longoni

1 marzo 2013 - Sorgerà nell'area metropolitana veneziana nel comune di Roncade accanto a Treviso L'Arsenale contemporary shopping, un'innovativa struttura commerciale che unirà arte&design, food, fashion ed entertainment su 25.000 mq di superficie coperta, con 80 negozi. Si tratta di un nuovo concept nel retail, un'opportunita che prende atto delle mutate abitudini di consumo e di atteggiamenti più saggi e meno emotivi nel valutare ciò che si acquista, e che vede il punto vendita non più come luogo dove si fanno solo acquisti ma come un'area di intrattenimento esperienziale.

Il progetto si deve allo Studio Chapman Taylor Architetti, studio italiano del gruppo internazionale Chapman Taylor, che ha seguito la linea di coniugare offerta com
merciale e impulsi culturali con leit motive il design.

Collaborano al progetto la Triennale di Milano con iniziative culturali, Silvio Barbero, vice presidente dell'Università di Scienze Gastronomiche Food di Pollenzo, e Gianmario Longoni, professionista dellorganizzazione di spettacoli musicali ed eventi, che porterà nella piazza entertainment di varia natura.

L'offerta per il cliente sarà quindi composita e originale e i prezzi sono promessi competitivi, perché l'offerta sarà curata direttamente dei produttori: almeno del 30% inferiori rispetto alla normale distribuzione di città e anche nella Gdo.

L'area metropolitana veneziana rappresenta un bacino di utenza potenziale di 6 milioni di persone a una distanza raggiungibile in 90 minuti. La gestione commerciale farà capo a Francesco Morawetz srl. L'Arsenale aprirà il prossimo settembre.


L'effetto profumo nei grandi centri con Air Aroma Italia

Profumazioni a base di olii essenziali, rilassanti, stimolanti o evocative, vengono diffuse negli ambienti attraverso l'impianto di canalizzazione dell'aria, raggiungendo grandi volumetrie, uniformemente in ogni angolo

1 marzo 2013 - Lo chiamano marketing olfattivo ed è basato sulla convinzione che molte scelte d'acquisto vengano dalla parte meno cosciente del cervello, ovvero dall'olfatto, e che un'esperienza olfattiva possa rendere migliore l'esperienza di frequentazione di un grande punto vendita. All'insegna di make your guest's stay a memorable experience, Air Aroma Italia diffonde negli grandi centri commerciali profumazioni a base di oli essenziali, usando essenze a freddo, senza scaldare le molecole, attraverso l'impianto di canalizzazione dell'aria. Si raggiungono così le grandi volumetrie e il profumo arriva uniforme in ogni angolo di un centro.

Nella galleria del SuperNova di Lubiana viene diffusa una profumazione a base di oli essenziali di bamboo e aloe vera che ha azione distensiva. Nel centro distributivo
Metro di Berlino un aroma che ricorda la crosta del pane, il lievito e il sesamo accompagna l'esposizione e la vendita dei prodotti da forno nell'area dedicata. A Milano, nel foyer del cinema The Space-Odeon e nella sala 1 da 24mila mq viene diffuso il profumo Vitality, delicato, con note agrumate e fruttate con l'intento di rendere l'ambiente rilassante, invitante, ma anche stimolante per l'attenzione degli spettatori. Ultimo arrivato, il Centro Lame di Bologna, dove vengono diffuse profumazioni in base alla stagionalità a partire da dicembre con una fragranza speziata evocativa degli aromi natalizi.

I prodotti di Air Aroma sono distribuiti da Integra di Reggio Emilia.


All'instant Cheese Bar di Formaggi dalla Svizzera si degusta e acquista

Adverteam ha ideato un progetto che coniuga proximity marketing, retail experience e instant shop, in tre location centrali di Milano e Monza tra il 25 febbraio e il 17 marzo

21 febbraio 2013 - Al via per Formaggi dalla Svizzera un progetto che coniuga proximity marketing, retail experience e instant shop, per un contatto diretto con i consumatori con attività di degustazione e vendita. Il tutto avviene nel Cheese Bar di Formaggi dalla Svizzera, ideato e realizzato da Advertaem per la società che riunisce produttori, esportatori e consorzi di brand di formaggi elvetici.

Il Cheese Bar sarà collocato a Milano dal 25 febbraio a 2 marzo in Largo La Foppa, poi dal 4 al 9 marzo in Corso Como, per poi approdare a Monza dal 14 al 17 marzo in piazza San Paolo. Apertura non stop dalle 11 alle 21 da lunedì a giovedì e fino alle 22 il venerdì e il sabato. Le location, in pieno centro, sono state selezionate da Adverteam in quanto luoghi di aggregazione ad alta affluenza.

Sarà possibile degustare un'ampia varietà di formaggi con accompagnamento di prosecco. Accanto, unarea sarà dedicata all'esposizione e alla vendita delle lunch box Formaggi dalla Svizzera.



Un Nivea temporary shop alla Centrale di Milano

Dopo le stazioni di Venezia, Bologna e Torino, il progetto di retail itinerante trova collocazione a Milano per sei mesi. Adverteam firma progetto, allestimento, creatività, coordinamento

19 febbraio 2013 - Il tour itinerante di Nivea Shop approda a Milano. Il 21 febbraio verrà inaugurato presso la Stazione Centrale il nuovo temporary shop monomarca col design studiato appositamente per il tour, partito il 27 agosto da Venezia Santa Lucia e poi passato da Bologna Centrale e Torino Porta Nuova.

Per 6 mesi, dalle 8 alle 20, i viaggiatori di passaggio nella stazione milanese potranno entrare nel mondo Nivea, immergendosi in un'atmosfera di negozio di cosmesi nei colori del brand blu e bianco, dove saranno presenti le 200 referenze in vendita, comprese le mini taglie e le novità 2013. Il progetto di retail itinerante prevede delle consumer promotion: al raggiungimento di determinate soglie di spesa i clienti riceveranno prodotti Nivea in omaggio, tra cui le maxi latte Nivea Creme in limited edition. Sono previste anche giornate con la dermocosmetologa con skin test gratuiti e consigli d'acquisto.

L'iniziativa è curata da Adverteam, vincitrice della gara indetta da Beiersdorf per il progetto di retail Nivea Shop. L'agenzia firma lo studio dei concept promozionali e di allestimento, la creatività, il coordinamento e la supervisione. La produzione e la messa in opera degli allestimenti sono a cura di Kenfoster.


Un temporary store con il look romantico dei Baci Perugina

Nel quadrilatero della moda milanese, una location a tema ‘Innamorarsi a Milano’ invita a fare un'esperienza romantica e ad acquistare confezioni in limited edition

8 febbraio 2013 - Resterà aperto da oggi fino al 14 febbraio, giorno di San Valentino, il temporary store di Baci Perugina in via Montenapoleone 6/A a Milano, unica città scelta per questa particolare iniziativa. Allestita con leitmotive ‘Innamorarsi a Milano’, la location invita a vivere un’esperienza romantica, grazie all’allestimento con soffitto a cielo stellato e pareti dipinte di blu e argento e percorse dai messaggi d’amore, che ricordano
il packaging storico dei Baci.

L'icona rivisitata della coppia di innamorati di Hayez invita a farsi fare una foto nella stessa posa, da twittare poi agli amici. Nel temporary store si possono acquistare scatole di Baci Perugina in limited edition e personalizzarle con una dedica a mano su una pergamena. Alcune contengono un grande cuore rosso in ceramica.

Il temporary store, curato per la divisione Dolciari di Nestlé Italiana dall’agenzia Marketing Consultants, viene fatto conoscere ai cittadini attraverso una domination nella vicina fermata della Metro gialla. Un corner speciale, poi, è stato allestito presso il settimo piano della Rinascente. Edelman cura le relazioni con i media.


Experience tecnologica interattiva a Roma in TheHybridSpace

Resterà aperto fino al 28 febbraio il temporary space di Toyota Motors, interamente dedicato alla tecnologia ibrida di Toyota e Lexus e progettato dall'agenzia Superegg

25 gennaio 2013 - Toyota Motor Italia ha aperto nel cuore di Roma, in via Frattina 138, TheHybridSpace, un temporary space interamente dedicato alla tecnologia ibrida di Toyota e Lexus. Il pubblico, attratto dalla vetrina che si anima con segnali di luce e suoni al passaggio, viene trasportato in un'esperienza coinvolgente ad alto contenuto tecnologico.

L'Hybrid Space è composto da quattro ambienti, ognuno dei quali spiega, attraverso installazioni tecnologiche e interattive, le caratteristiche e i vantaggi della tecnologia ibrida. Nella prima area, la Reactive Welcome Room, è posizionata una Yaris Hybrid tagliata a metà (cut-body) e si approfondisce il funzionamento della tecnologia Hybrid. Inoltre, simulando il funzionamento alla base del sistema Kers (Kinetic Energy Recovery System) utilizzato dalle Toyota per recuperare l'energia prodotta in frenata e ricaricare le batterie, vengono misurati i movimenti dei visitatori in termini energetici e generate installazioni luminose sulle pareti.Nella seconda area, Info Area, un'installazione infografica in semisfera 3D mostra dati e informazioni sull'ibrido, tra cui l'impatto sul pianeta.

Le altre due aree offrono un'esperienza audiovisiva di guida di un'auto ibrida. La Driving Pleasure Experience fa provare una guida simulata all'interno per le strade di Roma, durante un percorso virtuale proiettato su schermo iMax, che si snoda tra città, natura, traffico, facendo testare in 4 minuti la differenza tra la guida tradizionale e quella ibrida. La Synergy Experience, infine, è un gioco interattivo a coppie in cui viene spiegata la sinergia dei due motori del sistema Hybrid, quello elettrico e quello termico.

possibile anche fare un test drive con la nuova Auris Hybrid. TheHybridSpace è progettato da Superegg, agenzia romana di comunicazione digitale e di marketing non convenzionale. Resterà aperto fino al 28 febbraio.


Il 1º De'Longhi Official Store a Milano offre shopping esperienziale

Prima showroom che punto vendita, il nuovo spazio nel centro città invita i consumatori a provare gli elettrodomestici coi marchi De'Longhi, Kenwood, Braun e Ariete. Al piano alto lo Spazio Cucina propone corsi e show cooking. Campagna di Max Information

21 dicembre 2012 - Ha aperto nel centro di Milano, in via Borgogna 8, il primo flagship store di De' Longhi, il gruppo produttore di elettrodomestici che controlla i marchi De'Longhi, Kenwood, Braun e Ariete, finora in vendita solo nella grande distribuzione. L'official store è prima showroom che punto vendita, ha infatti l'obiettivo di offrire ai consumatori un'experience sull'offerta: nei 250 metri quadrati di open space su tre piani, divisi in aree, si è invitati a scoprire, toccare, provare, vivere quanto è in esposizione, assistiti dal personale di vendita.

Ci sono l'area dedicata alle macchine da caffè De Longhi, un'area sulle macchine per la cottura, una per quelle per la pulizia della casa e lo stiro, una per i robot per la preparazione dei cibi con i prodotti di Kenwood e Braun, una per piccoli elettrodomestici innovativi di Ariete, oltre a quella per i prodotti del comfort, della cura della casa e della persona.

In alt
o c'è poi le ‘Spazio Cucina', destinato a corsi, dimostrazioni e show cooking, anche con chef blasonati che mostreranno come utilizzare al meglio i prodotti nel preparare i cibi. Il calendario degli eventi apparirà su www.delonghigroup.com/store, sulla fan page Kenwood www.facebook.com/KenwoodClubitalia e su www.kenwoodclub.it

Per fa conoscere ai milanesi la novità del flagship store, sono pianificati dal 15 al 23 dicembre annunci sul Corriere della Sera edizione Milano, su corriere.it e su Vivimilano. Dall'inizio di gennaio, con l'avvio degli eventi nello Spazio Cucina, sono previste anche affissioni. La creatività si deve a Max Information con media di Media Italia.



Wind invita a fare auguri di un minuto

Promozione con dinamiche di intrattenimento, in partnership con Samsung, nei punti vendita di Wind di tutta Italia

20 dicembre 2012 - Wind in partnership con Samsung lancia campagna promozionale che dal 21 al 23 dicembre intrattiene i clienti nei punti vendita di tutta Italia. Due hostess con abiti natalizi li accolgono all'ingresso e li invitano a fare una telefonata di un minuto per gli auguri di Natale, con la cornetta auricolare collegata a un Samsung Galaxy SIII.

Con un tablet Samsung Galaxy 10.1, su cui è caricato il tool “Minuto Vero“, viene misurata la durata della telefonata, illustrato il risparmio della tariffazioneWind e le offerte natalizie.

Una hostess Samsung fa anche una dimostrazione delle funzionalità di Samsung Galaxy SIII. Ogni nuovo cliente Wind poi riceve in omaggio una cornetta auricolare, e chi chiede informazioni sull'offerta Infostrada riceve una sfera decorativa per l'albero di Natale.


Megastore Saturn di nuova concezione nella Centrale di Milano

Apre nella stazione milanese il 19 punto vendita in Italia dell'insegna di elettronica di consumo, su 4 piani e 2.500 mq di superficie. Il concept studiato per facilitare i percorsi e la shopping experience. Mediamarket investe 10 milioni di euro

19 dicembre 2012 - Saturn apre il 19º punto vendita in Italia e l'8º in Lombardia all'interno di una location storica e simbolica della citt di Milano, la Stazione Centrale rinnovata e restaurata ad opera di Grandi Stazioni, occupando quattro piani ‘disassati’, collegati da un tubo verticale che contiene ascensore e scale (agibile da met gennaio, per ora si usano quelli di servizio). Ogni piano dedicato a prodotti specifici, a partire dal livello strada destinato ai grandi elettrodomestici, per salire ai piccoli elettrodomestici, poi al piano a livello binari, il più grande, coi televisori, i device telefonici, gli apparecchi fotografici e i prodotti di consumo immediato (cavetti, pile, etc.) fino al soppalco che offre le nuove tecnologie (Pc, tablet, games). L’illuminazione a Led, a cura di Philips Lighting, il che garantisce risparmio energetico del 20% e riduzione della manutenzione. />
In tutto si tratta di 2.500 mq di superficie a disposizione di un pubblico stimato in 150 milioni di passeggeri annui tanti ne transitano nella stazione milanese -, che sperimenteranno un nuovo concept di megastore, studiato per facilitare i percorsi e la circolazione, con prodotti esposti anche con finalit divulgative e ambienti legati a particolari utilizzi, con spiegazioni da parte dei produttori sul livello di innovazione. Una struttura di marketing curer eventi. L’apertura dalle 8 alle 22, prevista la consegna gratuita a casa ed in progetto anche un servizio di pa
rking gratuito.

Mediamarket, il gruppo di casa madre tedesca che controlla anche Mediaworld ed il maggiore nell’elettronica di consumo in Europa e il 2º nel mondo, ha investito nel nuovo progetto milanese 10 milioni di euro, di cui 5 per la ristrutturazione di parti d’edificio che risalgono agli anni 30, con recupero di marmi, componenti architettonici e artistici, e per la sistemazione del punto vendita; 4 per renderlo operativo e 1 per altri interventi, tra cui in gran parte per la campagna pubblicitaria firmata da Cayenne, con media interno, che gi da un mese comunica Saturn come punto di riferimento in citt per la tecnologia e annuncia su affissioni, radio, stampa e web l’apertura il 21 dicembre ai cittadini. In stazione sono previste attivit di guerrilla e distribuzione di volantini, mentre ai clienti gi fidelizzati sono stati inviati sms per annunciare la novit.

L’apertura del nuovo Saturn rafforza il posizionamento che vede l’insegna destinata a presidiare le grandi aree metropolitane, mentre Mediaworld catena più spalmata sul territorio. Con le due insegne, Mediamarket chiuder il 2012 con un fatturato in Italia di 3 miliardi di euro, di cui circa il 3-3.5% destinato alla comunicazione. Nel 2013 sono in programma le aperture di altri 4 o 5 punti vendita Saturn, tra cui a Roma.

Il gruppo ha dato il via anche alle vendite in e-commerce (http://www.saturnonlineshop.it/) e sta sperimentando modalit nuove di approccio al cliente, come la vendita, in partnership con Groupalia, di un coupon di 5 euro con cui ottenere un sconto di 100 euro su acquisti di almeno 400. Altre vendite sottocosto saranno in corso per 10 giorni a partire dall’apertura al pubblico del 21 dicembre.


eBay diventa luogo fisico a Milano per uno shopping natalizio in relax

Nel cuore di Brera ha aperto il temporary store eBay Bubble, dove si fa shopping online con l'aiuto dei gift coaches, tra una fetta di torta e un massaggio alle mani

14 dicembre 2012 - eBay scende in strada per partecipare anche con la concretezza di un punto vendita allo shopping natalizio. Succede a Milano nel cuore di Brera con l'apertura del temporary store eBay Bubble (via Fiorichiari angolo via Formentini) che per una settimana, a partire dal 13 dicembre dalle 10 alle 20, si propone al pubblico come una 'bolla' di tranquillità contro lo stress da acquisti frenetici.

In uno spazio disposto su due piani, dove predomina il bianco e un’iconografia natalizia soft, in un’atmosfera rilassante con musica lounge, i regali si cercano su eBay.it seduti su poltroncine sferiche bianche e rosse, aiutati da quattro gift coaches muniti di iPad. Il temporary sto
re si trasforma in un centro commerciale virtuale da oltre 300 milioni di prodotti, che in più offre un’accoglienza amichevole tra una fetta di torta e un massaggio alle mani. In una sorta di sala d’attesa si possono sfogliare su sedute con iPad incorporati i cataloghi di regali, mentre sotto l’albero di Natale ci sono anche oggetti acquistabili con QR code che rimanda all’inserzione su eBay.

Si può seguire l’eBay Bubble in diretta attraverso la pagina Facebook di eBay.it o col Twitter account attraverso l‘hashtag #eBaybubble. Dalle 10 di sabato alle 20 di domenica ci sarà un’apertura straordinaria continuata.



My Fragrances a Milano per un mondo profumato

Dopo Savona e La Spezia apre a Milano il negozio che vende profumi per la casa con essenze di Grasse, olii, cosmetici, fragranze, saponi al taglio e detergenti per la biancheria sfusi, tutti a base vegetale, in un'atmosfera tra il naturalista e il vintage

5 dicembre 2012 - Ha aperto a Milano in corso Garibaldi 36 il nuovo negozio My Fragrances che propone profumi per la casa con essenze provenienti da Grasse “come un'opportunit quotidiana di piacere“. In vendita anche olii e saponi artigianali e biologici (anche curativi), cosmetici all'olio di oliva e al burro di karit, fragranze e detergenti per la biancheria, diffusori di aromi.

Si tratta di un punto vendita di concept innovativo, che cavalca la voglia di naturalit, avviato dall'imprenditore Claudio Poggio che, dopo avere ceduto la sua catena di negozi di art
icoli per la casa, ha deciso di avviare una nuova insegna in un'atmosfera vintage-naturalista con un tocco di glamour. I prodotti sono a base vegetale, il design fresco, i packaging sono in carta ecologica con etichette in tessuto ricamato. Oltre a prodotti col brand dell'insegna, ci sono prodotti di marche di erboristeria e anche prodotti venduti sfusi, come la saponaria e il sapone di Marsiglia, e altri venduti al taglio come i blocchi di sapone alla frutta.

Il primo punto vendita stato aperto un anno fa a Savona, il secondo tre settimane fa a La Spezia, ora tocca a Milano e gi sono in progetto altre apertura nel corso del 2013. Brand identity e allestimenti si devono allo stesso Poggio. My Fragrances su Facebook, a breve sar online il sito dedicato. Le rp sono curate da Antonella Asnaghi & Associati.


Spesa gratis coi buoni di Euronics

Per Natale la catena distributiva di elettrodomestici e di elettronica di consumo abbina ai prodotti in offerta sul volantino promozionale buoni alimentari da10 euro, spendibili in migliaia di esercizi convenzionati

5 dicembre 2012 - Per Natale Euronics, catena distributiva di elettrodomestici e di elettronica di consumo, vara la campagna promozionale 'Spesa Gratis' che mette a disposizione buoni alimentari spendibili in migliaia di esercizi convenzionati. Dal 7 al 24 dicembre ai prodotti proposti sul volantino sono abbinati buoni del valore di 10 euro l'uno, fino a un massimo di 1.000 euro, spendibili fino al 31 dicembre 2013 negli esercizi convenzionati, tra cui, oltre alla Gdo, anche ristoranti, pizzerie, bar e gastronomie.

Il gruppo Euronics invceste 5 milioni di euro per l'acquisto dei buoni. A supporto dell'iniziativa una campagna su tv, radio e web ideata da Max Intormation con media a cura di Media Italia, oltre alla distribuzione di oltre 14 milioni di volantini, con lo speciale “Idee regalo da cogliere al volo“. La digital agency Upgrade Multimediale.


Vodafone rinnova i punti vendita

Entro fine 2013 nei mille negozi monomarca ci saranno nuovi spazi dove ricevere assistenza, configurare i device, evitare code, sperimentare liberamente i prodotti top del momento

27 novembre 2012 - Nell'ambito di un progetto internazionale, Vodafone annuncia il restyling dei circa 1000 negozi monomarca in Italia, con i primi 60 punti gi pronti entro Natale, per raggiungere la totalit a fine 2013.

Il nuovo concept dei punti vendita rende più immediati e accoglienti l'ingresso e l'esperienza d'acquisto attraverso accorgimenti tecnologici, stilistici e architettonici. Nell'area Top Ten Table i clienti possono sperimentare i 10 prodotti più venduti del momento. Il Servizio Smart Vodafone uno spazio dove ricevere assistenza, anche attraverso tablet e vetrine multimediali. Red Box un dispositivo con cui trasferire i dati del vecchio telefono al nuovo smartphone o tablet, configurandolo al momento dell'acquisto. Con SMS si viene avvisati dell'arrivo del proprio turno con un sms, evitando le code.

App Vodafone PocketStore fa accedere al catalogo dei prodotti e servizi e ai negozi Vodafone da smartphone o tablet. Con la geolocalizzazione, si ottengono inoltre in tempo reale informazioni su offerte e promozioni, iniziative ed eventi realizzati nella propria zona.


Da Expert il vecchio si sconta dal nuovo e si risparmia energia

Al via per due settimane la promozione 'Cambiatutto - Sconta il vecchio dal nuovo!' con cui si salva anche l'ambiente, a partire dalla carta dei 17 milioni di volantini pubblicitari. Campagna di Neriwolff e Diaviva

16 ottobre 2012 - Expert lancia la promozione 'Cambiatutto - Sconta il vecchio dal nuovo!' rivolta a chi vuole sostituire elettrodomestici e dispositivi ormai vecchi con prodotti di ultima generazione e a ridotto consumo energetico.

Fino al 31 ottobre, si potranno sostituire i vecchi elettrodomestici e smartphone, tablet e tv acquistando scontate marche dei comparti IT, audio/video, telefonia, piccoli e grandi elettrodomestici e accessori, selezionati dall'insegna del design e del consumo energetico rispettoso dell'ambiente. Inoltre chi acquisterà computer dotati di Windows 7 avrà l'aggiornamento alla versione Windows 8 incluso nel prezzo.

La campagna di supporto alla promozione utilizza radio, tv, stampa e web e 17 milioni di volantini su carta con attestato Fsc (Forest Stewardship Council) che garantisce la gestione corretta e responsabile delle foreste secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

L'agenzia Neriwolff ha ideato e realizzato il volantino e la campagna stampa. Diaviva ha prodotto la campagna in tv e sul web. La pianificazione è curata internamente.


Il mondo del retail si svela nei Milano Retail Tour

Dopo MiRT Corporate rivolto alle aziende, Creattiva lancia MiRT Experience per conoscere i trend e le innovazioni nei luoghi del retail. Super Green, Art for Sale, Classic Reloaded sono i primi tre percorsi tematici acquistabili da oggi online in tre formati

28 settembre 2012 - Un giro guidato e ragionato per i negozi più innovativi di Milano, per capire e cavalcare i nuovi trend negli acquisti, nelle strategie di vendita, nelle soluzioni di logistica. E″ l″idea da cui è nato un anno fa in Creattiva, agenzia milanese specializzata in marketing esperienziale e in comunicazione unconventional, il marchio MiRT ovvero Milano Retail Tour, un format rivolto alle aziende interessate all″innovazione nel retail. Un vero e proprio tour tematico, costruito sulle necessità del cliente, con visita a un certo numero di punti vendita, individuati e selezionati da ricercatori ″trendwatchers″, a cui fa seguito in chiusura di giornata un workshop di appr
ofondimento e valutazione, con confronti con casi internazionali.
/>
Ora Creattiva estende la formula, ampliando il target e proponendo da oggi, accanto al collaudato Milano Retail Tour Corporate rivolto al mondo business (tra i clienti Luxottica, Swatch, l″Oréal, Lierac), un Milano Retail Tour Experience in concept store, bar, ristoranti, palestre, luoghi di aggregazione particolari. MiRT Experience è rivolto a chiun
que sia interessato alle novità nel retail, al piccolo commerciante in cerca di idee, a turisti evoluti desiderosi di vedere della città qualcosa che non si trova sulle guide, a chi opera nella formazione non convenzionale e vuole un″esperienza sul campo, a persone trendy o anche solo a curiosi in cerca di un″esperienza diversa.

Tre i moduli iniziali, ciascuno dedicato a esplorare un trend che si sta affermando a Milano: Super Green a vocazione sostenibile in cui si visitano luoghi improntati al risparmio energetico, al riciclo dei materiali, all″allestimento eco-compatibile, alla vendita di prodotti ecologicamente corretti; Art for Sale di ispirazione avantgarde in cui le merci sono messe in scena come opere d″arte; Classic Reloaded dove c″è il recupero della tradizione e la celebrazione del made in Italy. Ma già sono in progetto altre cinque tematiche con l″obiettivo di arrivare a un″offerta di una decina di percorsi esperienziali.

Capita così di scoprire Nautilus, una palestra-centro benessere di insolito allestimento vintage, in un luogo sorprendentemente tranquillo in pieno centro, con soli 35 iscritti, dove si può andare col proprio personal trainer e avere un trattamento alto di gamma. Si entra in Dada Meeting Point, un negozio per certi versi Galleria d″arte, dove si vendono abbigliamento, accessori, oggettistica, libri particolari, tutti pezzi unici o in piccola serie, reperiti dal titolare attraverso viaggi e contatti con designer. Si visita Hub Milano, luogo arredato con materiale povero a impatto zero e vocato allo scambio di idee, dove si possono affittare a prezzi contenuti spazi a tempo per il co-working, avere una scrivania con uso cucina, far nascere start up ad alto impatto sociale e ambientale. Si sperimenta l″atmosfera di Verger, concept store, boutique, ristorante, spazio dinamico aperto ai giovani creativi. O quella nippo-italiana (architetto Tadao Ando) di Duvetica, in pieno quadrilatero della moda, dove si vendono piumini tecnici.

Ogni MiRT Experience può essere in tre formati: small (mattinata con visita a 4 location al costo di 300 euro), medium (si aggiunge un pranzo in un luogo particolare con dibattito, al costo di 400 euro), large (altre tre visite nel pomeriggio e workshop conclusivo per 700 euro), tutti preceduti da un incontro con breakfast&brief e consegna del ″kit dell″etnografo″. I primi tre MiRT Experience sono acquistabili da oggi online su //shop.milanoretailtour.com/ e in programma a Milano dalla fine di novembre. La comunicazione di supporto al lancio di MiRT Experience avviene essenzialmente attraverso web e social network.


La qualità accessibile in Drogheria Plinio, bar cucina enoteca emporio

Apre a Milano un luogo conviviale e di relax fuori dagli schemi, arredato con un mix tra vintage e minimalismo, che propone prodotti italiani artigianali. Il format pare ideale per un futuro di franchising

18 settembre 2012 - Ha aperto a Milano, nei locali che furono di una panetteria in via Plinio 6, la Drogheria Plinio, luogo conviviale che ′ contemporaneamente bar, cucina, enoteca, empor
io di prodotti alimentari, per la cucina o per la casa, secondo un format che esula dalle solite categorie della ristorazione.

Il leit motive ′ la ricerca della qualità e lèesaltazione dei prodotti made in Italy. Le marche di food presenti sono di aziende di piccola produzione, creative, artigianali e dinamiche. Il clima ′ informale, ricorda un poè le latterie di una volta dove si faceva anche cucina casalinga, con un arredo che ′ un mix tra vintage e minimalismo, creato del laboratorio artigianale di architettura Colombo Bartali.

Ci si può andare per un caff′, per la pausa pranzo a prezzi contenuti, per una cena con la possib
ilità di acquistare i prodotti che sono piaciuti, ci si può passare tranquillamente del tempo approfittando del wi-fi gratuito, così come della programmazione musicale in filodiffusione. Lèapertura ′ dalle 8 alle 23.

In prospettiva ci si organizzeranno degustazioni, piccoli corsi di cucina, incontri. La formula viene incontro ai nuovi desideri di qualità accessibile non massificata e pare ideale per uno sviluppo futuro di franchising.

Drogheria Plinio ′ un progetto dei soci Monica Romanelli, Fulvio Losi e Roberto Calloni ed ′ legata a Aida Partners Ogilvy Pr attraverso Romanelli, che ′ direttore marketing in agenzia. Drogheria Plinio e Aida collaboreranno anche nella realizzazione delle iniziative legate al nuovo portale web ′LèItalia dei Talentiè, dedicato eccellenze italiane.



Birra alla spina prêt-à-porter con Birrificio Poretti

In due punti vendita pilota del Veneto si possono comprare tre varietà di birra sfusa alla spina del gruppo Calsberg da portar via, vivendo anche una beer experience

9 luglio 2012 - Birra alla spina a casa come al pub o al ristorante: è l'innovativo progetto “Spilla, tappa e gusta” di Birrificio Angelo Poretti, che impiega una Self Draught Machine, una tecnologia che spilla, imbottiglia e tappa la birra alla spina, che è un'evoluzione del sistema DraughtMaster Modular 20 di Carlsberg Italia.

È possibile farsi spillare da fusti in Pet e imbottigliare birra fresca, senza aggiunta di CO2, da portare via in una una propria bottiglia, come già si fa in alcuni punti vendita coi legumi secchi o i detersivi. Tre le varianti di birra disponibili. Oltre all'italiana 7 luppoli Non Filtrata Summer Cascade di Birrificio Angelo Poretti, sono in vendita anche due specialità internazionali del Gruppo Carlsberg Italia: la belga Grimbergen Blanche e la danese Carlsberg Elephant. È consigliato consumare la birra entro dieci giorni dall'imbottigliamento.

Per ora si può acquistare birra alla spina sfusa fino al 22 settembre in due punti vendita pilota nel Veneto: all'iper Emisfero nel centro commerciale Palladio di Vicenza e nel superstore Famila nel centro commerciale Laguna Shopping di Jesolo Lido. Nei due punti vendita è possibile anche vivere una beer experience, grazie alla presenza di un esperto che fornisce informazioni sulle caratteristiche della birra, sugli abbinamenti, sul nuovo servizio e sul concept “Drink Different”.
Per saperne di più..>>



La spesa di prossimità nei City Store di EssereBenessere

Accessibilità e convenienza alla base del nuovo concept di p.v. che affianca ai prodotti Otc e di dermocosmesi anche una scelta di grocery. Entro l″estate saranno 85

28 giugno 2012 - Arrivano i City Store di EssereBenessere, brand che ha connotato finora un network di farmacie e parafarmacie del gruppo FD Consultants, holding di cinque società del mondo farmaceutico. La novità dell″estate 2012 per il brand EssereBenessere è l&Pr
ime;apertura, al ritmo di un paio al giorno, anche dei City Store, che saranno 85 entro agosto, dislocati nel Nord e nel Centro Italia, per 20.000 mq di superficie di vendita e 2 km di vetrine fronte strada. Oggi è stato inaugurato uno dei 4 punti vendita milanesi, in viale Papiniano, negli ex locali di Blockbuster.

L″originalità dell″idea è di affiancare alla vendita di prodotti Otc e di dermocosmesi anche un assortimento concentrato di prodotti alimentari freschi e di grocery, attraverso la partnership commerciale e industriale con la catena Unes (gruppo Finiper), per offrire al pubblico tutto quanto può servire al benessere quotidiano in un punto vendita di prossimità. Un″integrazione tra food e non food, come in una superette, con percorsi logici cha vanno da medical alla medicina alternativa, dalla dermocosmesi alla cura quotidiana della persona, dall″area bambino a categorie necessarie al benessere come l″oggettistica da viaggio e tempo libero tipo duty free, fino ai prodotti per i piccoli amici, ovvero cani e gatti.

Le parole d″ordine del nuovo concept di punto vendita, una via di mezzo tra Boots e Seven Eleven, sono l″accessibilità e la convenienza, quest″ultima driver fondamentale, cavalcato con sconti, promozioni, offerte speciali, azioni di fidelizzazione con la carta fedeltà EB+. Il varo viene incontro a nuove tendenze negli acquisti, che vedono retrocedere gli iper e alcuni mega centri commerciali decentrati, templi della grande spesa settimanale, per venire incontro alle esigenze di chi privilegia le compere day by day, come, ad esempio, i single o gli over 65. I City store staranno aperti dalle 9 alle 21, alcuni dalle 8 alle 22 e in ogni grande città ce ne sarà almeno uno aperto 24 ore al giorno per 365 giorni all″anno e anche col wi-fi gratuito, come in viale Papiniano a Milano.

Il gruppo investe nel progetto 40 milioni di euro, assumendo 400 addetti di cui 300 farmacisti. La superficie di un punto vendita tipo va dai 200 ai 400 mq. Il logo e l″allestimento vivace nei colori del bianco e dell″arancione è collegato al recente restyling del brand EssereBenessere a cura di FutureBrand. La campagna pubblicitaria di lancio dei City Store è curata da Wellcare di Milano.


Vetrine-evento a Milano per la Tim Young Summer

Jwt Shopping ha ideato un″ iniziativa unconventional per l″offerta per under 30 che dà anche l″accesso a Cubomusica

21 giugno 2012 - Operazione unconventional, a cura di Jwt Shopping, nuova retail unit di Jwt Italia, nelle vetrine Mondadori di Piazza Duomo e Corso Vittorio Emanuele a Milano per promuovere la Tim Young Summer. Con 2 euro in più al mese offre 2000 sms, 2 giga di navigazione e chiamate verso un numero Tim gratis e l″accesso gratuito a Cubomusica, la piattaforma per la musica digitale di Telecom Italia.

Le vetrine sono rivestite di stickers con l″icona Cubomusic
a che possono essere staccati dai passanti per ricevere in regalo le headphone Tim Young. Alla fine si rivela l″allestimento con spiaggia Tim Young. Le vetrine-evento durano per 2 settimane fino al 1º luglio con 5 giornate ″staccami e regalati la musica″.
Per saperne di più..>>



Telecom lancia il torneo di calcio Internet Play

Si giocherà nei pv del gruppo presso i centri commerciali, tra squadre a 2
di appassionati di gaming online, reclutate attraverso Facebook

14 giugno 2012 - Telecom Italia vara una promozione sul punto vendita di Internet Play e dell'Adsl coinvolgendo gli appassionati di gaming on line. Si tratta del Torneo Internet Play di calcio che si giocherà nei pv del gruppo presso i centri commerciali, tra squadre reclutate attraverso Facebook. Saranno incontri di 10 minuti con Internet Play, soluzione di Telecom dedicata al gaming on line, con connessione Adsl che ottimizza la latenza riducendo i tempi di risposta e accrescendo la competitività.

Da domani 15 giugno squadre formate da due giocatori possono candidarsi alla competizione attraverso la fan page su Facebook di Telecom Italia, dove saranno i navigatori a scegliere i tre team che gareggeranno il 21 giugno nel primo di tre Triangolari presso Carrefour di Paderno Dugnano (Milano), I Granai di Roma e Le Gru di Grugliasco (Torino).

Alla coppia vincitrice andranno due confezioni col sistema di intrattenimento PlayStation®3 (PS3®) 320 GB, DanceStar Party e PlayStation®Move Starter Kit e la Special Edition di Uncharted 3 'L'inganno di Drake'. Tre console PlayStation 3 verranno estratte, invece, tra i votanti.
Per saperne di più..>>



La Svizzera dentro e fuori dalla Rinascente a Milano

Vetrine e open bar brandizzati e un infopoint in Galleria per promuovere
il turismo nell'estate 2012, parte del progetto 'Paese dell'acqua'

29 maggio 2012 - La Svizzera con i suoi servizi e i suoi prodotti anima le vetrine frontali e laterali della Rinascente nel centro di Milano fino al 18 giugno. È un'iniziativa di Svizzera Turismo, che ha scelto il department store milanese, frequentatissimo anche da stranieri, per presentare il Paese in modo non usuale. I numeri parlano da soli: davanti alla Rinascente passano 42 milioni di persone al giorno, 12 milioni entrano, 4 ne diventano clienti.

L'allestimento ideato e curato dall'architetto e designer Italo Rota è contraddistinto da un elemento cubico a effetto caleidoscopico, con contributi video. Sono presenti i brand Kambly biscotti, al debutto in comunicazione in Italia, Ticino Turismo, Ricola, Engadin St. Moritz, Swiss Travel System, la Ferrovia retica, Swiss International Air Lines e poi le città svizzere, gli hotel wellness e quelli tipici.

Informazioni ai passanti si danno da una carrozza infopoint, collocata in Corso Vittorio Emanuele, che riproduce la storica diligenza del Passo del San Gottardo, o con il collegamento Wi-Fi gratuito al sito di Svizzera Turismo via smartphone, tablet e pc portatile. L'infopoint distribuisce le cartoline-quiz per partecipare al concorso 'Svizzera, il paese dell'acqua' che mette in palio soggiorni in Alta Engadina, in Ticino e orologi Tissot.

La Svizzera è anche all'interno della Rinascente. Al piano -1, quello dedicato al design, c'è l'open bar brandizzato con video informativi, che serve aperitivi coi formaggi tipici. Al piano 6º c'è lo Switzerball, una scultura-flipper che simula una vacanza nel Paese alpino, al 7º, dedicato al food e alla ristorazione, si comprano e si degustano le caramelle Ricola e i Kambly.

L'iniziativa out of home milanese ha l'obiettivo di generare 35.000 contatti al giorno nei 21 giorni con le vetrine e 3.000 contatti diretti con l'infopoint. Fa parte di un più ampio piano integrato di comunicazione a tema 'il Paese dell'acqua' che prevede anche spot ideati da Spillmann Felser Leo Burnett di Zurigo in onda su La7 e La7d e attività online e sui social network. A iniziativa in Rinascente conclusa, la promozione dell'estate 2012 proseguirà a Milano con un convegno il 22 giugno sul turismo culturale al Centro Svizzero e un concerto a La Scala il 24 giugno.

Il budget di comunicazione del Turismo Svizzero nell'anno in Italia è di circa 1.6 milioni su 70 spesi nel mondo. Il nostro Paese è il quinto per flussi turistici in arrivo, per un fatturato di 300 milioni di euro. (V.S.)
Per saperne di più..>>



Happy Meal più sani e bio nei McDonald's

La catena riformula il menu per bambini in chiave salutista e accresce
i servizi per i genitori. Spot di Tbwa e sensibilizzazione delle mamme sul web con Stv Ddb

19 aprile 2012 - McDonald's riformula gli Happy Meal per i bambini, introducendo, accanto alle patatine, alla scelta tra toast, hamburger o McNuggets di pollo e alla frutta come il kiwi sullo stecco, altri prodotti capaci di conciliare i gusti infantili con le aspettative dei genitori sul piano nutrizionale, della qualità e della varietà.

Le nuove opzioni in menu sono i pomodorini ciliegia (non più le poco amate carotine), uno snack di Parmigiano Reggiano dop da 17 gr. (pezzatura ridotta rispetto a quella in vendita nella Gdo), un nettare di pesca bio di Natura Nuova Bio (alternativo a Coca Cola o minerale) e uno yogurt da bere bio al gusto banana fragola. Il costo per un Happy Meal è di 4 euro.

Per i genitori altre novità incentivanti alla frequentazione della catena: parcheggio dedicato, carrellini a tre vassoi, seggioloni con tovaglioloni e giochini, scaldabiberon, fasciatoi nei bagni.

Le novità, che saranno presenti nel giro di 12 mesi in tutti i punti della catena, si accompagnano alla ripresa degli Happy Meal Sport Camp, ideati per avvicinare la fascia dei 6-11enni agli sport e al valore di un'alimentazione corretta. I vincitori del concorso promozionale al consumo di un Happy Meal entro il 27 maggio parteciperanno a cinque giorni di Camp che si terranno in otto città, sotto la guida dell'olimpico canoista Antonio Rossi.

Il 18 maggio partirà in tv la campagna ideata da Tbwa/Italia, focalizzata sulla giocosità e la presenza di prodotti bio nei nuovi Happy Meal, con ripresa prima di Natale. Sul web, a cura di Stv Ddb (nuova agenzia per il digitale di McDonald's), ci sarà la campagna per sensibilizzare le mamme.
Per saperne di più..>>

Per saperne di più..>>



Non solo carburante ma servizi alle stazioni Eni

Il riposizionamento rende le station più europee. Oltre al rifornimento,
ci sono gli schermi con informazioni e news, gli Eni Cafè, il wi-fi gratis,
i distributori Enishop24.

23 marzo 2012 - Le stazioni di servizio Eni evolvono in 'stazioni di servizi', aprendo al non oil. Oltre al rifornimento di carburante, offriranno agli automobilisti la sosta agli Eni Cafè, aperti dalle 6.30 dove cornetto e cappuccio costano 1.50 euro e si naviga col wi-fi free per due ore al giorno, poi la possibilità di fare piccoli acquisti giorno e notte come latte, snack, prodotti per la cura della persona presso gli 800 distributori automatici Enishop24 e di vedere news e notizie meteo che passano su grandi schermi.

In virtù del decreto liberalizzazioni e contro la crisi, Eni mette così le sue stazioni di servizio in linea con quelle europee, dove il 'non oil' costituisce la maggior fonte di reddito. E offre ai clienti del self service anche sconti sul carburante: da 5 a 10 centesimi al litro, ovvero fino 5 euro su 50.

Il riposizionamento della rete italiana Eni riguarda 4.500 stazioni di cui 3.300 di proprietà su un totale di circa 23.500 in Italia. Si comincia con 2.500 quest'anno per completare il progetto nel 2013, parallelamente alla conclusione del processo di restyling dal marchio Agip a Eni. Gli Eni Cafè passeranno dagli attuali 550 a mille.

La novità ha il supporto di una campagna pubblicitaria curata da Tbwa/Italia e pianificata su tv, quotidiani, affissioni, internet e radio. Pay off: 'Eni un mondo che si muove con te'.


Pop Channel, l'espositore fa pubblicità e la verifica

Il sensore shopper tracking rileva sesso, reazioni emozionali e permanenza
del consumatore per modulare i messaggi sul monitor

9 marzo 2012 - Arriva nei punti vendita l'espositore-comunicatore per prodotti di largo consumo che profila e misura l'efficacia sul consumatore. Si chiama Pop Channel ed è formato da una serie di vassoi in plexiglass e da un monitor in full Hd che trasmette immagini e spot pubblicitari.

Lo speciale sensore 'shopper tracking' permette di individuare il consumatore attraverso il riconoscimento biometrico facciale: sesso, reazioni emozionali, permanenza nell'area di acquisto. Da qui la modulazione del messaggio in tempo reale. Il tutto senza ledere la privacy visto che le informazioni sono raccolte in forma aggregata e anonima. In più Pop Channel è dotato della tecnologia 'pick up sensor' che segnala le variazioni di peso sui ripiani, permettendo di quantificare il flusso delle vendite.

Pop Channel è un brevetto italiano ed è gestito da Majrani Group. Tra i primi utenti, Beiersdorf per Nivea.


Al cinema nella maison Vuitton Etoile a Roma

Nel primo monomarca italiano del brand a Roma mostre, libreria e una sala
cinematografica a 19 posti

29 gennaio 2012 - Louis Vuitton gioca la carta dell′intrattenimento nella maison Vuitton Etoile, il monomarca aperto nella capitale, in Piazza San Lorenzo in Lucina negli spazi dell′ex cinema Etoile.

Il primo monomarca italiano della casa è anche il primo al mondo con sala di proiezione: uno spazio centrale al primo piano con 19 posti e un sistema di insonorizzazione dai rumori del punto vendita. Chi entra nei 1.200 mq su tre piani per acquistare articoli da viaggio, borse, accessori, scarpe, gioielli o orologi, oltre a visitare mostre e accedere alla libreria, può assistere gratuitamente alle proiezioni. La sala è aperta anche ai solo curiosi.

Il film d′esordio è stato il cortometraggio HandMade cinema, un dietro alle quinte dell′attività delle maestranze dei set, prodotto da Enormous films di Luchino Visconti di Modrone, pronipote e omonimo del celeberrimo regista. In cartellone poi, tra gli altri, ci sono Amore in città (1953), Siamo Donne (1953), Un giorno in pretura di Steno, La partita lenta di Sorrentino.

La prima mostra fino al 5 febbraio propone i bauli appartenuti alle star. Louis Vuitton, infatti, è legata da sempre al mondo del cinema, celebri attori sono suoi clienti mentre borse e valige sono apparse nei film. Ora sponsorizzerà per tre anni il Centro sperimentale di cinematografia, finanziando borse di studio e promuovendo laboratori per far emergere talenti e progetti.


A Berlino il primo monomarca europeo di adidas Slvr

Design semplice ed elegante in linea con le collezioni del brand

18 gennaio 2012 - Ha aperto a Berlino il primo negozio monomarca europeo di abbigliamento, calzature e accessori a marchio adidas Slvr. Si tratta di un negozio di 120 mq dal design semplice ed elegante situato in Mulackstraße 31/32, nel quartiere di tendenza Mitte.

Inaugurato il 18 gennaio, ha iniziato l′attività con la collezione primavera-estate 2012 che reinterpreta le linee eleganti ed ergonomiche delle uniformi usate nella scherma La struttura del monomarca è nello stile di adidas Slvr, brand per cui il gruppo sta preparando l′apertura di altri punti vendita.


Mondadori Multicenter apre Mobi per i piccoli

In uno spazio colorato e accogliente percorsi ludici multimediali
per educare alla lettura nel centro di piazza Duomo a Milano

4 gennaio 2012 - Avvicinarsi alla lettura giocando in modo creativo. Per i bambini nel Multicenter Mondadori di piazza Duomo a Milano è stato aperto Mobi, Mondadori Bimbo, uno spazio colorato dedicato, che propone, oltre a testi e giocattoli selezionati per fascia di età, eventi e attività ludiche per educare alla lettura, sotto la guida dell′omonima mascotte.

I contenuti didattici sono curati da Muba (Museo dei Bambini Milano) che organizza corsi tutte le domeniche a prenotazione obbligatoria. I momenti di divertimento vengono sviluppati con un percorso multimediale e laboratori creativi, che in molti casi prevedono l′uso di di tablet. Dieci IPad nel centro di una pedana interattiva invitano a creare il proprio e-book ideale, poi dal sito www.mobimondadori.it si potrà richiamarlo e leggerlo da casa sul proprio iPad, colorarlo e stamparlo.

Si aggiungono i corsi di cucina di Sale&Pepe al piano ′Cook&Books′, mentre per i più grandicelli si rinnova l′iniziativa ′Alunni in libreria′ per un approccio non scolastico alla lettura.

 VIDEONOTIZIA   La catena Aldi arriva in Italia,
con ambassador cinque ‘famiglie Aldi’.
Campagna digital di Leo Burnett con GroupM
<
Per l'arrivo in Italia della catena della grande distribuzione tedesca Aldi - il 1° marzo apriranno i primi 10 punti vendita nel Nord Italia per diventare 45 entro il 2018 -, Leo Burnett ha ideato la campagna ‘Famiglie Aldi’, ovvero ha reclutato attraverso un casting cinque famiglie che di cognome fanno appunto Aldi. Sono le prime ad aver provato i prodotti alimentari della catena e ne sono diventate ambassador nella campagna video che gioca sull'omonimia per raccontare i valori e la nuova idea di spesa. Claim: “Chiedi a chi l'ha provato”. Pianifica GroupeM. La troupe addetta alle riprese è stata ospite per giorni nelle case delle cinque famiglie e ha raccolto le loro storie e le loro opinioni. Si possono seguire sul sito aldi.it, su Facebook e YouTube (nel video un trailer). Aldi fa sapere che l'assortimento alimentare è stato appositamente pensato per la clientela italiana ed è composto per il 75% da prodotti di fornitori locali.(16 febbraio 2018)
 I media alla Borsa di Milano << <
15.02.2018AperturaMax.Min.ChiusuraΔ %
Cairo Communication3.70503.74003.64003.68500.55
Caltagirone Editore1.36001.37001.32501.37000.74
Class Editori0.38100.38100.37600.3760-0.27
Gruppo L'Espresso0.61500.63300.58700.5920-3.74
Il Sole 24 Ore0.77000.77900.76000.77000.52
Mediacontech0.61800.64800.60200.6120-0.97
Mediaset3.15503.19003.14603.17301.02
Mondadori Editore1.99402.07501.93801.9560-0.31
Mondo TV6.00006.01005.52005.5700-2.62
Monrif0.27300.28500.26500.27003.85
Poligrafici Editoriale0.29800.31800.29600.2960-0.67
Ray Way4.60004.60004.50504.54500.44
RCS Mediagroup1.09001.11001.05801.0580-2.04
Italiaonline2.90503.00002.90503.00003.99
Powered by Six Financial Information su dati di Borsa Italiana


  FAST NEWS<< <
Henkel affida il media in Italia a Omd, che vince la gara contro Wavemaker e Blue 449. Omd (Omnicom Media Group) si sarebbe aggiudicata il media di Henkel nel nostro mercato, messo in gara dalla filiale italiana della multinazionale tedesca
 
Nel 2017 sono stati 24,2 milioni gli utenti giornalieri di internet, l'8,7% in più del 2016. In base alle rilevazioni di Audiweb, nel 2017 l'audience di internet ha raggiunto 24,2 milioni di utenti unici nel giorno medio (online da pc, smartphone e/o tablet), l'8,7% in più rispetto alla media del 2016
 
Gruppo L'Oréal conferma le media relations e le digital pr a Mario Mele & Partners. Si riconferma la collaborazione della Mario Mele & Partners con il Gruppo L'Oréal per la gestione delle media relations e delle digital pr per i marchi L'Oréal Paris, Garnier, Maybelline, Franck Provost ed Essie
 
Raffaele Zeppieri direttore marketing di Sony Interactive Entertainment Italia. Sony Interactive Entertainment Italia ha nominato direttore marketing Raffaele Zeppieri, che da aprile prenderà il posto di Gonçalo Fialho, destinato a ricoprire il ruolo di general manager di Sony Interactive Entertainment Australia & New Zealand
 
Connexia vince la gara per la comunicazione digital e social di Maxi Zoo Italia. Maxi Zoo Italia, filiale della catena europea di alimenti e accessori per animali Gruppo Fressnapf, affida le attività di comunicazione digital e social a Connexia
 
RadioMediaset porta 105 sul digitale, nasce 105 Dab. Gruppo Rti (Mediaset) e la controllata Monradio, cui fanno capo 105, Virgin e R101, lanciano la digital radio 105 Dab, portando sulla piattaforma tecnologica Dab il meglio della programmazione di 105
 
P.R. & Go Up Communication cura le media relations di Tenuta di Artimino. PR & Go Up Communication Partners è stata incaricata da Tenuta di Artimino, resort nella campagna toscana, delle attività di media relations e comunicazione per quest’anno
 
Droga5 London vince la gara per il lancio in advertising della Mini Electric. A Droga5 London è stata assegnata la creatività per il lancio della prima Mini Elettrica previsto per il 2020
 
The Beef per la campagna Spring Summer 2018 di Morellato. Al temine di una consultazione, Morellato ha rinnovato la partnerhip con The Beef affidando all'agenzia di Paolo Spadacini la campagna Spring Summer 2018
 
Lewis per le pr e l'ufficio stampa di Arexons. Arexons (prodotti e soluzioni per la cura dell'auto) ha affidato a Lewis la gestione delle relazioni pubbliche e delle attività di ufficio stampa
 
Giulio Colombo marketing manager di IdealStandardItalia. Giulio Colombo entra in IdealStandardItalia (articoli sanitari in ceramica e rubinetterie) col ruolo di marketing manager
 
Fondazione per L'Infanzia Ronald McDonald Italia affida la comunicazione a Leo Burnett. Leo Burnett si è aggiudicata, a seguito di una gara, la comunicazione di Fondazione per L'Infanzia Ronald McDonald Italia
 
Tribe realizza la campagna digital di American school of Milan. Tribe ha realizzato la campagna digital internazionale per AMS - American school of Milan, istituzione scolastica nata nel 1962 e che oggi accoglie studenti provenienti da più di 50 paesi
 
Milano Fashion Library concessionaria per l'Italia del quotidiano russo Kommersant. Milano Fashion Library sarà dal 1° marzo concessionaria esclusiva per la pubblicità sul mercato italiano del quotidiano russo Kommersant
 
Lorenzo Marini testimonial di GRAnDE, 1° festival del GRAphic Design. Si svolgerà a Castelfranco Veneto (Treviso) dal 13 al 15 aprile la prima edizione di GRAnDE, festival del GRAphic Design
 
McCann Paris incaricata della creatività globale di Vichy. Vichy, brand de L'Oréal Active Cosmetics Division, ha affidato la creatività a livello globale a McCann Paris
 
Mareblu sponsor di Legambiente invita ad ‘adottare' una tartaruga con la campagna TartaLove Per San Valentino, Legambiente e Mareblu (prodotti ittici conservati) consigliano un regalo di valore etico e ambientale, con cui contribuire alla salvaguardia delle tartarughe marine
 
Nel World Radio Day i grandi utenti testimoniano il valore del mezzo. Ieri è stato il World Radio Day, giornata voluta dall'Unesco per invitare l'industry a celebrare un mezzo che è parte fondamentale nella vita di milioni di persone nel mondo
 
Alberto Petriola responsabile marketing & strategie commerciali di Hds. Alberto Petriola è stato nominato responsabile marketing & strategie commerciali di Hds - Holding dei Sapori, storica distributrice nel settore food service di proprietà del Fondo Nem
 
DHL Express Italy sostiene il volley e crea il DHL Volley Team. DHL Express Italy (trasporto espresso internazionale) avvia un progetto di promozione e valorizzazione della pallavolo italiana creando il DHL Volley Team
 
Regione Marche in radio con la voce di Giancarlo Giannini. Da fine marzo una serie di spot radiofonici da 30” e da 15”, articolati in 35 soggetti, racconteranno i luoghi e le attrazioni delle Marche, in base al susseguirsi delle stagioni
 
Luca Leoni e Filocomunicazione per le media relations di Saint-Gobain in Italia. A seguito di una consultazione, Luca Leoni, professionista delle relazioni con i media, e l'agenzia di rp e comunicazione di impresa Filocomunicazione sono stati scelti dal Gruppo Saint-Gobain, gruppo industriale francese delle tecnologie e dei materiali per le costruzioni
 
Elena Lavezzi general manager Italia di Circle. Elena Lavezzi è stata nominata general manager Italia di Circle, azienda operante nel settore fintech nell'ambito della tecnologia blockchain
 
Nominati in A-Tono i responsabili delle nuova quattro business unit. Riorganizzazione nell'agenzia di digital branding A-Tono: quattro figure professionali con competenze distinte e complementari hanno assunto la responsabilità di quattro diverse business unit
 
Le editrici Mondadori lanciano il progetto Millennnial Editor per trovare gli editor del futuro. Le case editrici del Gruppo Mondadori cercano gli editor del futuro attraverso il progetto Millennial Editor, rivolto ad under 30 laureati in discipline umanistiche ed economiche
 
L'Acquario di Genova ricorre a Usefarm per il progetto ambientalista ‘È nelle tue mani’. L'Acquario di Genova, gestito da Costa Edutainment, lancia alla community di filmmaker della piattaforma Userfarm il video contest ‘È nelle tue mani’
 



 FOTONOTIZIA  
L'Africa di oggi in mostra a Milano,
uno sguardo inedito attraverso design e fotografia
<<<
Sarà in mostra dal 15 marzo al 2 aprile a Palazzo Litta Cultura a Milano ‘AfricaAfrica, exploring the Now of African design and photography’, esposizione che racconta le trasformazioni del Continente attraverso il design e la fotografia. Venticinque creativi, attraverso quaranta prodotti di design dell'ultimo biennio (2015-2017) e cinquantacinque opere fotografiche, esprimono un punto di vista inedito, offrendo l'immagine di una realtà dinamica, innovativa e vitale dell'Africa subsahariana: 24 milioni di kmq che si estendono da est a ovest sulla linea meridionale del Sahara. Ideatori della mostra sono MoscaPartners e MIA Photo Fair Projects, rispettivamente curatori della sezione design e fotografia. La programmazione musicale è a cura di Ponderosa Music&Art. Sponsor è BonelliErede. L'ingresso è libero. Palazzo Litta Cultura è un progetto nato dalla collaborazione tra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Lombardia e MoscaPartners. (16 febbraio 2018)


SULLO SCHERMO
<<<
LADY BIRD / Commedia
Con 2 Golden Globe vinti e 5 nomination agli Oscar 2018, è in arrivo nelle sale italiane il 1°marzo Lady Bird, film statunitense sull'adolescenza e la voglia di evadere. Scritto e diretto da Greta Gerwig, ha per protagonista principale Saoirse Ronan. Nel cast anche Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Timothée Chalamet. Distribuisce Universal Pictures. Dura 93’. 
La quasi diciottenne Christine McPherson rifiuta il suo nome e si fa chiamare Lady Bird. Tante cose le vanno strette: vivere a Sacramento, studiare in una scuola cattolica, il rapporto conflittuale con la madre, le difficoltà economiche, la presenza in casa della ragazza del fratello maggiore (adottato). Lei sogna un'Università della East Cost e fa domande su domande di nascosto della madre. Delusioni arrivano anche sul piano sentimentale: il ragazzo con cui inizia una relazione in realtà è gay, in difficoltà a fare coming out. Per accumulare crediti extra curriculari entrerà a far parte di una compagnia teatrale, esperienza che le darà una nuova energia per fare il grande salto. Film lieve, ben recitato, fatto di piccoli eventi, che fotografa uno spaccato molto ‘midwest’. Valutazione:   ***


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati