HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Giovedì 14 dicembre 2017
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Entertainment/Turismo Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

Banner Pubblicitario Alto 630x110
Servizi (297)

E.ON celebra a Milano la ‘Giornata contro gli sprechi’


linea col concept #odiamoglisprechi che guida la comunicazione, E.ON ha creato all'UniCredit Pavillion un percorso immersivo aperto a tutti sulla necessità di salvaguardare il pianeta risparmiando energia e risorse. E ha annunciato l'iniziativa Energy4Greencon AzzeroCO2 per fornire servizi e soluzioni green a Pmi e clienti industriali. In obiettivo, l'aumento del 5% entro il 2019 del parco clienti in Italia, attualmente a quota 770.000

14 dicembre 2017 - Liberare il pianeta dagli sprechi dipende dalla consapevolezza: è il messaggio inviato dall'operatore energetico E.ON con l'evento ‘Giornata contro gli sprechi’ che si è tenuto ieri a Milano. Esattamente un anno prima E.ON aveva mostrato ai milanesi i guasti dello spreco di energia col #Palazzoghiacciato in largo La Foppa, un'attività di ambient marketing spettacolare firmata da M&C Saatchi (vedi news del 13 dicembre 2016), all'insegna di #odiamoglisprechi, concept della campagna televisiva.

Quest'anno ha fatto di più: ha creato nell'UniCredit Pavillion un percorso immersivo sul tema, una mostra emozionale con installazioni interattive e strumenti di edutainment, aperta a tutti, anche alle scuole, mostrando anche progetti e strategie su mobilità, smart home ed energia solare e sulla compensazione delle emissioni inquinanti. A completamento dell'esposizione, si sono tenuti eventi, conferenze e, in chiusura, uno spettacolo con Enrico Bertolino

È stato anche lanciato il progetto E.ON Energy4Green in collaborazione con
AzzeroCO2, iniziativa che consente a E.ON di fornire a piccole e medie imprese e ai clienti industriali un programma di riduzione e compensazione della CO2, inclusi servizi ‘green' come CarbonFootprint, WaterFootprint, Modello ISO 50001, progetti di compensazione e di comunicazione verde. Inoltre E.ON ha comunicato i risultati sul progetto di rimboschimento ‘I Boschi E.ON’, anch'esso nato dalla partnership con AzzeroCO2: 60.000 alberi sono stati piantati su una superficie totale di 61 ettari, distribuiti in 18 aree d'Italia, per un totale di oltre 40.000 tonnellate di CO2 compensate.

Gruppo energetico internazionale a capitale privato, in Italia E.ON conta 770.000 clienti cui fornisce energia e gas e ha in obiettivo di accrescere il parco clienti di circa il 5% entro il 2019. Attualmente ha una quota di mercato del 4% in volume. Sul fronte della comunicazione, verrà portato avanti il concept #odiamoglisprechi che vorrebbe diventare un vero e proprio movimento d'opinione. In primavera ci sarà la ripresa della campagna per il lancio dell'offerta E.ON ClimaSmart (vedi Videonotizia dell'11 ottobre) ideata da M&C Saatchi, confermato come partner di comunicazione insieme a Starcom per il media.


Fastweb conferma per il 2018 il budget di 20 milioni
e annuncia nuovi capitoli della strategia #nientecomeprima


prosegue a puntare sulla convergenza e a proporre offerte all'insegna della semplicità e della trasparenza. L'investimento in comunicazione, aumentato del 40% nel 2017, viene confermato per il 2018, con la tv mezzo principale affiancato dal digital su cui viene investito un terzo del budget e dagli eventi sul territorio. Entro il 2020 Fastweb raggiungerà con la rete ultra broadband 13 milioni di famiglie, di cui 5 milioni con tecnologia FttH a 1 Gigabit

6 dicembre 2017 - Sta chiudendosi un 2017 molto importante per Fastweb. È stato, per tutti gli operatori delle telecomunicazioni, l'anno che ha segnato un'accelerazione molto forte verso la costruzione della rete 5G di nuova generazione, quella che permetterà la realizzazione delle smart city, consentendo l'erogazione di servizi abilitatori all'industry 4.0. Il settore si è fatto sempre più competitivo, e tra breve dovrà vedersela con l'arrivo a inizio 2018 dell'operatore francese low cost Iliad. Tutti gli operatori stanno prendendo le contro misure.

In questo scenario, Fastweb ha puntato sulla convergenza, rafforzandosi sul fronte mobile, e sulla trasparenza e la semplicità dell'offerta. A maggio ha dato il via alla strategia #nientecomeprima anti jungla tariffaria, con offerte caratterizzate dalla massima trasparenza (eliminazione degli extra costi) e alla massima libertà (abolizione dei tradizionali vincoli di durata). In più, ha introdotto la novità dei minuti di traffico inclusi utilizzabili per chiamate verso 50 destinazioni internazionali (vedi news del 9 maggio).

In linea con la filosofia ‘semplicità, convergenza e convenienza’, in agosto ha rivoluzionato l'offerta per il mercato del fisso destinato alle famiglie con le tre soluzioni ‘Internet’, ‘Internet + Telefono’ e ‘Internet +Telefono + Mobile’. Infine, a metà novembre ha presentato la seconda tappa di #n
ientecomeprima: tutti i clienti, sia nuovi che i già acquisiti, possono aderire a qualsiasi nuova offerta senza costi di ingresso, di uscita e di cambio piano.

Il 2017 è stato quindi anche anno di forti investimenti in comunicazione, per cui è stato accresciuto il budget del 40% rispetto al 2016 (stimabile dell'ordine di una ventina di milioni). Lo stesso viene ora stanziato per il 2018, anno in cui Fastweb andrà avanti nella direzione intrapresa sia sul fisso che sul mobile, arricchendo di nuovi capitoli la strategia #nientecomeprima. I partner di comunicazione sono confermati: Take per la creatività, M&C Saatchi per l'advertising digitale, Vizeum per il media, Connexia (incaricata da pochissimo) per la strategia di comunicazione e la consulenza creativa per le iniziative sui canali social.

“La televisione è stata e continuerà a essere il mezzo portante della nostra comunicazione consumer - ha detto Luca Pacitto, head of brand marketing & communication di Fastweb –, fondamentale per creare awareness e ricordo del brand. Le affianchiamo il digitale, su cui investiamo un terzo del budget, fondamentale per l'approfondimento sulle offerte. Il terzo pilastro è la comunicazione sul territorio”. Tra settembre e ottobre, ad esempio, c'è stato il tour promozionale da Nord a Sud nelle 12 città dove Fastweb offre collegamenti UltraFibra a 1 Gigabit. Entro il 2020 saranno 3
milioni i nuovi collegamenti FttH realizzati con Flash Fiber e Fastweb raggiungerà con la rete ultra broadband 13 milioni di famiglie, il 50% della popolazione, di cui 5 milioni con tecnologia FttH e velocità fino a 1 Gigabit.

Infine una novità di sapore natalizio. Fastweb ha siglato un accordo con Amazon Prime per offrire ai sottoscrittori di una delle nuove offerte Internet e Internet + Telefono l'abbonamento Prime incluso per 12 mesi.


MMM Group entra nel ticketing online col biglietto
mobile che contrasta il mercato secondario


gruppo lancia l'app di Mticket, piattaforma cloud per l'emissione di biglietti di eventi e manifestazioni rivolta a chi realizza fiere, eventi culturali, musicali e sportivi. Oltre a permettere la gestione completa della biglietteria, associa a ogni biglietto un numero di telefono cellulare, rendendo così tracciabile il possessore

20 novembre 2017 - MMM Group, digital innovation group di Milano fondato da Roberto Silva Coronel e specializzato in soluzioni nel campo della comunicazione digitale, dei sistemi e-commerce e dello sviluppo di web application, entra nel mercato in espansione del ticketing online con l'app di Mticket, piattaforma per l'emissione di biglietti di eventi e manifestazioni, che permette a organizzatori di spettacoli e di eventi di gestire direttamente la biglietteria.

In più è in grado di contrastare il famigerato fenomeno del secondary ticketing, il mercato di biglietti su internet parallelo a quello autorizzato con prezzi ingiustificatamente multipli di quelle ufficiali. L'app di Mticket consente infatti di associare a ogni biglietto un numero di telefono cellulare, rendendo così tracciabile il possessore. Il biglietto mobile si visualizza direttamente sul display dello smartphone e può essere trasferito da un utente all'altro in sicurezza, visto che col trasferimento viene registrato il cambio di cellulare e in automatico si genera un nuovo barcode da esibire al controllo accessi automatizzato.

Un tradizionale biglietto in pdf può essere stampato più volte, replicato e anche intercettato. Con l'app di Mticket, invece
, ci si registra sulla piattaforma indicando il proprio numero di cellulare e via sms si riceve un codice per la conferma. Poi, si può procedere all'acquisto dei biglietti che sono tutti nominali. Il sistema così monitora le eventuali anomalie: quantità sospette di biglietti acquistati o trasferiti fanno scattare le opportune operazioni di verifica.

A parte la funzione anti-bagarinaggio, Mticket è piattaforma cloud di ticketing onsite e online sul territorio nazionale. E' certificata dall'Università di Bologna, è stata omologata dall'Agenzia delle Entrate ed è conforme alle direttive del Ministero delle Finanze e della Siae. Il modello di business di Mticket prevede il riconoscimento di un fee a MMM Group per ogni biglietto venduto.


Sisal Matchpoint primo operatore italiano
a proporre le scommesse ‘on demand’


sport al cinema, dalla tv al gossip, da un evento insolito alla politica estera, chiunque potrà proporre una scommessa su un avvenimento che immagina possa verificarsi. Lancia la nuova opportunità una campagna di M&C Saatchi su stampa, radio e web

15 novembre 2017 - Sisal Matchpoint rivoluziona il concetto di scommesse in Italia con ‘Scommesse On Demand’, servizio che offre a tutti la possibilità di proporre una nuova scommessa, invertendo in un certo senso il ruolo di bookmaker con quello di scommettitore. È il primo operatore sul mercato italiano a invitare i clienti a mettere in campo competenza e fantasia per proporre idee, avvenimenti o situazioni particolari su cui scommettere, su qualunque argomento, dallo sport al cinema, dalla tv al gossip, da un evento singolare alla politica estera.

Si può proporre una scommessa compilando il form e inviando la richiesta sul sito www.sisal.it nella sezione dedicata all'On Demand o nei punti vendita. I quotisti di Matchpoint, valutata la compatibilità con le regole dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli, risponderanno sulla fattibilità della richiesta, inserendo in palinsesto la scommessa oppure, se non fosse possibile per ragioni tecniche, l'alternativa più simile. A questo punto chiunque può puntare con le solite modalità.

Supporta l'iniziativa una campagna pubblicitaria su stampa, radio e web, realizzata da M&C Saatchi Milano e pianificata da Omd. Ne è protagonista Mr Matchpoint, competente, carismatico, pronto a invitare all'azione chiunque abbia in mente proposte da trasformare in scommesse. Mr Matchpoint mostra come, a volte, anche in situazioni surreali, sia possibile trovare qualcosa di originale su cui scommettere: sul numero dei pali colpiti durante una partita o sul nome del nuovo erede al trono d'Inghilterra o sulla possibilità che un coniglio tagli la strada. Quante volte è capitato di pensare che una cosa potesse succedere e poi è realmente accaduta? Da oggi, come recita il claim, “se pensi che qualcosa possa accadere, puoi scommetterci”.




Condè Nast e SDA Bocconi formano gli influencer marketing


l'Academy in cui esperti di comunicazione e social media marketing insegneranno un uso efficace e corretto dei social media per dare a blogger, youtuber e instagrammer le competenze necessarie per operare in modo professionale, etico e responsabile. La prima tranche riguarda il settore beauty & lifestyle, in partnership con l'Oréal Italia Divisione Lusso

14 novembre 2017 - Condé Nast scende in campo per formare gli influencer marketing e lancia, col contributo scientifico e didattico di SDA Bocconi school of management, la prima Academy in Italia in cui esperti di comunicazione e social media marketing insegneranno un uso efficace e corretto dei social media. La direzione è affidata a Raffaella Buda, dal 2015 branded content director del gruppo editoriale.

Editori come Condé Nast, che coinvolgono da tempo blogger, youtuber e instagrammer nei loro progetti digitali, sentono l'esigenza di poter contare su una g
Raffaella Buda
enerazione di influencer che, alla pratica quotidiana di digital e social media, possa aggiungere, nel campo della comunicazione e del marketing e delle tendenze di mercato, le competenze necessarie per farlo in modo professionale, etico e responsabile.

I corsi si rivolgono a ultra 19enni, con diploma di scuola superiore e iscrizione universitaria in corso e buona conoscenza della lingua inglese. La prima sessione parte con la partnership esclusiva de l'Oréal Italia Divisione Lusso e ha come focus il settore beauty & lifestyle. Sessioni future si estenderanno ad altri segmenti verticali, per cui si cercano partner.

La docenza dell'Academy è affidata a esperti di Condé Nast e di SDA Bocconi, con la partecipazione di special guest internazionali attivi nel mondo del lusso, della comunicazione e del beauty sui canali digitali. Quindici docenti si alterneranno in aula per introdurre gli studenti ai più efficaci e corretti modi di utilizzo delle nuove forme di visual storytelling. Il corso, iniziato il 13 novembre, comprende nei primi quattro mesi quattro moduli della durata di una settimana full time, seguiti da un modulo di formazione pratica di due settimane arricchito da esperienze complementari sul territorio. Vi partecipano gratuitamente 20 ragazze scelte tra oltre duemila video candidature ricevute in meno di un mese. Altre info su http://socialacademy.condenast.it/


Con V by Vodafone il gruppo entra nel mercato dell'IoT consumer


V by Vodafone gli utenti potranno connettere milioni di prodotti per il tempo libero e la casa alla piattaforma Internet of Thing del gruppo. I primi quattro prodotti con cui il servizio debutta in Italia, Spagna, Uk e Germania sono un dispositivo per l'auto, una videocamera 4G, un tracker per gli animali domestici e uno per borse e valigie. Altre categorie seguiranno nel 2018 ed è prevista una rapida evoluzione. Il lancio è supportato da una campagna su social e web

8 novembre 2017 - Un mese fa Vodafone aveva cambiato il posizionamento globale e adottato il claim “Il futuro è straordinario. Ready?”, evidenziando la mission di aiutare i clienti e le comunità ad accogliere e beneficiare delle innovazioni legate al digitale e alle nuove tecnologie (vedi news dell 6 ottobre). A un mese di distanza, arriva l'annuncio dell'ingresso nel mercato dell'Internet of Things rivolto al consumatore finale. Facendo leva sull'esperienza acquisita negli anni nel mercato enterprise, dove conta oltre 59 milioni di oggetti connessi e una piattaforma per la gestione di diverse soluzioni in molteplici settori, il gruppo lancia V by Vodafone con cui gli utenti potranno connettere milioni di prodotti per il tempo libero e la casa alla piattaforma IoT del gruppo.

Il lancio parte in contemporanea in quattro Paesi - Italia, Spagna, Uk e Germania – con una soluzione scalabile nei 25 Paesi in cui esiste la piattaforma IoT Vodafone e con quattro prodotti iniziali: un dispositivo per l'auto, una videocamera 4G, un tracker per gli animali domestici e uno per oggetti com
e borse e valigie.

V-Auto by Vodafone offre le funzionalità ‘Auto SOS’ con chiamata per ricevere aiuto in caso di emergenza o di incidente; ‘Trova la mia auto’ per geolocalizzare e monitorare la posizione del proprio veicolo; ‘Livello di sicurezza della guida’ per controllare e valutare il lo stile guida per ogni percorso.

V-Camera by Vodafone è una video camera di sicurezza in alta definizione che si connette in automatico alla rete Vodafone, con cui monitorare e registrare da remoto qualsiasi luogo coperto da rete 3G e 4G.

V-Pet by Vodafone consente di monitorarne la posizione, i movimenti e lo stato di attività dell'animale di casa e di selezionare una o più aree entro cui p
uò muoversi, ricevendo degli alert nel caso in cui queste fossero oltrepassate.

V-Bag by Vodafone è pensato per ridurre il rischio di furti e smarrimento di valigie, borse a mano e zaini. Anche qui è possibile impostare una o più aree entro cui la borsa può essere spostata, ricevendo degli alert nel caso in cui queste fossero oltrepassate.

L'ecosistema V by Vodafone comprende la V-Sim by Vodafone, da utilizzare all'interno degli oggetti connessi (per ora in dotazione con ciascun prodotto della linea e dal prossimo anno acquistabile anche singolarmente e presso altri rivenditori) e l'applicazione per smartphone V by Vodafone, che consente di gestire attraverso un'unica interfaccia tutte le V-Sim dei dispositivi IoT. Per attivare i prodotti basta inquadrare il QR code sulla confezione, selezionare il pagamento e associare il prodotto alla propria Sim Vodafone Consumer.

Altre categorie seguiranno nel 2018, anno in cui Vodafone lancerà un marketplace aperto a sviluppatori IoT, che consentirà di ampliare ulteriormente il portafoglio di prodotti.

Per l'IoT nel mercato consumer si prevede una rapida evoluzione: entro il 2020, si stimano in oltre 370 milioni gli oggetti di elettronica di consumo e smart home in grado di connettersi alle reti IoT nei Paesi in cui Vodafone è presente, rispetto ai 50 milioni di oggi. E anche in Italia questo particolare settore cresce a ritmi del 30-40% l'anno. Nei prossimi dieci anni, l'espansione dell'IoT nel mercato consumer comporterà un cambiamento radicale nel modo di vivere delle persone, nelle loro case e nel tempo libero.

Il lancio in comunicazione della nuova offerta V by Vodafone prevede una campagna di video e altri formati disply su web e social, pianificata da Mec e curata da Razorfish, coerente con la campagna globale lanciata un mese fa col riposizionamento.


Mediolanum racconta l'Italia che produce, su cui investire coi PIR


Banca sensibilizza sui Piani individuali di risparmio con una campagna in tv, stampa, web e affissioni, ideata da Red Cell. Al centro mette il tema del viaggio come occasione per scoprire e valorizzare le piccole e medie aziende. Coinvolte Agricola Masi, Elica, Fope, Geox, Interpump, S.M.R.E. Engineering

3 novembre 2017 - Banca Mediolanum punta sui Piani individuali di risparmio (PIR), introdotti dall'ultima legge di bilancio come forma di investimento a medio termine per convogliare i risparmi delle persone fisiche verso le piccole e medie imprese italiane. Per contribuire alla notorietà dei PIR, l'istituto vara una campagna on air dal 5 novembre. “Riteniamo – ha dichiarato l'a.d. di Banca Mediolanum Massimo Doris - che questa sia un'occasione straordinaria per il rilancio dell'economia italiana, che può e deve avvenire attraverso la crescita delle piccole e medie imprese. I Piani individuali di risparmio possono farle accedere a un nuovo mercato dei capitali, capace di supportarle nei processi di sviluppo, di espansione e di innovazione”. Banca Mediolanum crede nei PIR e vi ha contribuito non solo in termini di raccolta presso la propria clientela, ma anche di divulgazione, attraverso una serie di incontri rivolti agli imprenditori, organizzati insieme a Confindustria sul territorio.

Il progetto di comunicazione ha come spunto creativ
o il tema del viaggio come occasione per scoprire e valorizzare l'Italia che lavora, quella delle piccole e medie aziende. Per rappresentare simbolicamente quest’Italia a cui i PIR si rivolgono, sono state coinvolte alcune aziende quotate in Borsa, rappresentative del made in Italy: Agricola Masi (viticoltori in Valpolicella), Elica (cappe aspiranti), Fope (orafi), Geox (la scarpa che respira), Interpump (pompe ad alta pressione), S.M.R.E. Engineering (tecnologie per la mobilità elettrica).

Il media mix prevede la messa in onda di spot tv da 30” declinati in tre diversi soggetti, la pubblicazione di annunci stampa, web e affissioni. La creatività è di Red Cell, la produzione degli spot si deve a Movie Magic con regia a Alessandro Bosi e Matteo Sironi.








Con uno speciale ‘Lean Startup Program’, Unilever
cerca idee innovative per rivolgersi ai Millennials


le candidature al progetto organizzato da Peekaboo per la multinazionale. Marketer, designer e developer si confronteranno su alcuni brand storici con obiettivo i nuovi target da raggiungere. In un pitch day potranno presentare i progetti al top management di Unilever per poi passare a creare una startup con la multinazionale come partner industriale

25 ottobre 2017 - Unilever Italia lancia uno speciale ‘Lean Startup Program’, progetto che prevede due mesi di formazione, un pitch day e la possibilità di creare e lanciare la propria startup insieme alla multinazionale. Lo organizza Peekaboo, pre-acceleratore di impresa di Roma, partendo da una selezione di aspiranti startupper tra marketer, designer e developer, che si sfideranno in settori strategici di business. La selezione per creare una startup e validare il modello di business sul mercato prenderà il via nella sede romana dell'azienda il 20 novembre.

I candidati devono essere persone molto motivate, creative e con una forte attitudine imprenditoriale. Passata la selezione, in due mesi di lezione dovranno confrontarsi con una serie di sfide su alcuni brand storici di Unilever. La metodologia Lean Startup, grazie a una continua verifica del prodotto o servizio sul mercato di riferimento, permette di validare in tempi rapidi le soluzioni individuate, con risparmio di tempi e di costi.

Obiettivo del programma sono i nuovi target da raggiungere, soprattutto i Millennials, giovani in movimento, sempre connessi, che cambiamo spesso idea e acquistano nei momenti più diversi della giornata. Un target ‘imprendibile’ per cui i futuri startupper dovranno pensare a nuovi canali di vendita, nuove modalità di acquisto, nuovi linguaggi, uso di dispositivi mobili, nuove forme di pubblicità. “Questo progetto ha per protagonisti i giovani e le loro idee più innovative, che da sempre rappresentano il futuro della nostra azienda e l'investimento più sicuro su cui puntiamo” afferma Angelo Trocchia, presidente e amministratore delegato di Unilever Italia.

Al termine del percorso, si terrà un pitch day in cui partecipanti potranno presentare i progetti al top management di Unilever per poi passare a creare una startup in grado di scalare il mercato, con la multinazionale come partner industriale.

Le candidature sono aperte su https://peekaboo2.typeform.com/to/UtrsZF, dove sono anche reperibili tutte le informazioni.





La fiducia dei consumatori Ue al livello più alto dal 2007


GfK, l'indice di fiducia dei consumatori europei è cresciuto nel terzo trimestre raggiungendo quota 20,9 punti. Anche l'Italia è in ripresa, cresce la propensione all'acquisto, ma le aspettative economiche e di reddito rimangono in territorio negativo

19 otto
bre 2017
- Il livello di fiducia dei consumatori nei 28 Stati dell'Ue è il più alto mai registrato dalla fine del 2007. Lo annuncia Gfk che ha rilevato come l'indice di fiducia sia continuato a crescere nel terzo trimestre di quest’anno, raggiungendo quota 20,9 punti. Anche l'Italia è in ripresa anche se le aspettative economiche e di reddito rimangono in territorio negativo.

Rolf Bürkl, esperto di consumi di Gfk, ha commentato: “Il consumo privato continua a essere un pilastro importante per l'economia dell'Ue. Nella maggior parte dei Paesi, la propensione all'acquisto è aumentata o rimasta stabile nel corso dell'ultimo trimestre. A questo risultato positivo, si contrappone una situazione più variegata su altri para
metri. Ad esempio, in Francia, Germania e Portogallo si registra un calo delle aspettative economiche, mentre in Francia, Austria e Germania diminuiscono le aspettative di reddito rispetto al secondo trimestre 2017”.

Venendo all'Italia, la fiducia dei consumatori registra un miglioramento nel terzo trimestre, nonostante la permanenza di problemi che condizionano l'economia, come l'elevato tasso di disoccupazione giovanile e gli oneri derivanti dall'alto numero di rifugiati arrivati negli ultimi mesi.

Le aspettative economiche sono migliorate costantemente durante tutto il trimestre, con un incremento particolarmente significativo nel mese di settembre e il trimestre si è concluso con l'indice attestato a -27,6 punti, il risultato migliore da maggio 2016. Pur
rimanendo in area negativa, l'indice ha guadagnato ben 27,9 punti rispetto al secondo trimestre 2017 e 13 punti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Le aspettative di reddito sono cresciute in modo stabile nei mesi di luglio e agosto, per poi diminuire leggermente a settembre, assestandosi a -8,2 punti. L'indice registra un miglioramento delle aspettative degli italiani di 9,7 punti rispetto alla fine del secondo trimestre e di 1,8 punti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Infine, la propensione all'acquisto conferma il trend positivo già registrato nella prima parte dell'anno, attestandosi a 16,1 punti nel mese di settembre. Un risultato in crescita di 12,4 punti rispetto alla fine del secondo trimestre e di ben 9,3 punti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.


In giro per Milano con gli eScooter di MiMoto


via il primo servizio di scooter sharing elettrico ecosostenibile senza il vincolo delle stazioni di ricarica. Si localizza l'eScooter più vicino tramite App, lo si prenota, si parte e, terminata la corsa, lo si lascia dove si vuole all'interno dell'area operativa

13 ottobre 2017 - Nasce a Milano MiMoto, primo servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile. Dal 14 ottobre residenti, pendolari e turisti avranno a disposizione gli eScooter omologati per due e con due caschi posizionati nel bauletto, easy-to-use grazie alla leggerezza del mezzo, facili da guidare, progettati per la mobilità urbana, a tariffe alla portata di tutti.

Non ci sono limiti d’accesso alle zone a traffico limitato e non c'è il vincolo delle stazioni di ricarica, dato che MiMoto provvede a sostituire man mano le batterie esaurite e dà un servizio free floating e senza chiavi. Si localizza l'eScooter più vicino tramite App iOS e Android, lo si prenota via app o sito (www.mimoto.it), si parte e una volta terminata la cors
a lo si lascia dove si vuole all'interno dell'area operativa che comprende tutto il centro di Milano: Navigli, Città Studi, Lambrate, Morivione, Calvariate, De Angeli, San Siro, oltre ai principali distretti universitari tra cui Cattolica, Bocconi, Bovisa, Città Studi/Politecnico e Iulm.

La startup è stata fondata da 3 giovani under 35, che hanno trovato l'appoggio di imprenditori e professionisti che hanno apportato sostegno economico, expertise e know how. L'iniziativa ha trovato anche il sostegno dell'amministrazione comunale. L'immagine coordinata di MiMoto e le attività di comunicazione sono curate da MSA Sensible Creativity di Milano.


McCann Worldgroup scende nelle strade per individuare
comportamenti di shopping e valori culturali


addetti di McCann parteciperanno alla ricerca globale ‘Truth about Street’, andando a chiedere direttamente ai consumatori in più di 100 Paesi cosa pensano, sentono e acquistano. I risultati saranno inseriti nella prossima edizione dello studio Truth about Global Brands

11 ottobre 2017 - McCann Worldgroup ha dato il via a ‘Truth about Street’, una ricerca globale senza precedenti per cui ha invitato i suoi dipendenti in tutto il mondo a lasciare le scrivanie per un giorno e ad andare a intervistare nelle strade e nei mercati locali le persone faccia a faccia, per acquisire informazioni approfondite sul loro comportamento in tema di shopping e valori culturali. Lo studio coinvolgerà circa 20.000 dipendenti di McCann Worldgroup in più di 100 Paesi, dagli associati ai dirigenti, dai business leader al team creativo, da quello strategico all'amministrazione. Domande e conversazioni sono state pensate per raccogliere informazioni aggiuntive e approfondimenti sulle culture locali, sull'atteggiamento verso i brand, sullo shopping tradizionale, l'e-commerce e il sentimento emergente dei consumatori.

Luca Lindner, presidente McCann Worldgroup, ha dichiarato: “In questo modo, i nostri dipendenti sentiranno in prima persona i cambiamenti culturali che stanno interessando i nostri clienti e avranno così una comprensione più approfondita di come applicare quanto appreso per contribuire alla crescita dei brand e dei business dei clienti”.

La base di partenza iniziale è stata la r
icerca Truth about Global Brands, che ha messo in luce un cambiamento delle dinamiche umane e culturali, che impone nuovi approcci al marketing e che è stato chiamato Deep Globality. La metodologia Truth about Street è stata sperimentata per la prima volta nel 2012 da McCann America Latina relativamente al consumo di street-food, ed è stata seguita da uno studio sui comportamenti legati allo shopping nel 2013. Oltre duemila dipendenti di McCann in America Latina sono scesi per le strade di oltre venti paesi, aggiungendo ogni anno un argomento nuovo alla ricerca. I risultati dell'applicazione globale ora in corso saranno inseriti nella prossima edizione dello studio Truth about Global Brands.


SaldiPrivati torna a comunicare con PicNic


campagna in tv e radio del sito di e-commerce mette in evidenza che i saldi ci sono tutti i giorni, a tutte le ore, rivolgendosi a una donna tra i 25-54 anni, trendy, multitasking, con più device a disposizione. L'obiettivo del gruppo francese Showroomprivé è di rafforzare la notorietà del brand in Italia

10 ottobre 2017 - Dopo l'acquisizione da parte del gruppo francese Showroomprivé, SaldiPrivati torna in comunicazione per consolidare la notorietà del brand in Italia. L'agenzia incaricata delle comunicazione del rilancio è PicNic. “È un momento importante per il gruppo che evidenzia l'investimento sul brand in Italia e l'importanza del nostro mercato” ha detto Marco Barberini, amministratore delegato di Saldi Privati e country manager Italia di Showroomprivé Group.

La campagna televisiva, prodotta da The BigMama, mette in evidenzia uno dei punti di forza del sito di e-commerce: con SaldiPrivati i saldi ci sono tutti i giorni, a tutte le ore. La storia vede una coppia la cui euforia è scadenzata da una sveglia che ricorda l'ora dello shopping: “Oggi ci sono i saldi!”. Lo spot allegro, semplice e immediato ha come target una donna attenta alla moda e agli accessori per sé, per la casa e per la famiglia, una donna multitasking e con più di un device a portata di mano, tra i 25 e 54 anni, al passo con le nuove tendenze.

Pianificata da Havas Media, la campagna è in tv e radio con spot da 30 e 15 secondi fino ai primi di dicembre.




Vodafone si riposiziona con nuovi logo, claim e mega campagna.
Al centro il futuro e la fiducia in tecnologie e servizi digitali


future is exciting. Ready?’ è il claim che sostituisce ‘Power to you’ del 2009, sottolineando la mission del brand di aiutare clienti e comunità a beneficiare delle straordinarie innovazioni che cambieranno il mondo. Al via la campagna pubblicitaria globale che racconta come l'interazione umana rimanga una costante mentre le tecnologie evolvono nel tempo. I partner di comunicazione sono Santo, Brand Union, Kantar e Mec

6 ottobre 2017 - Il Gruppo Vodafone riposiziona il brand con un nuovo claim e un nuovo logo, primo rinnovamento da quando, nel 2009, fu lanciato lo slogan ‘Power to you’. La nuova strategia di comunicazione sarà declinata in tutti i 36 Paesi in cui Vodafone è presente, con l'obiettivo di sottolineare la fiducia nelle nuove tecnologie e nei servizi digitali.

Il posizionamento si concentra sul tema del futuro, espresso dal claim ‘The future is exciting. Ready?’. La prima parte del claim sarà tradotto nelle lingue locali, mentre la la parola ‘Ready?’ rimarrà in inglese. In italiano il claim diventa: “Il futuro è straordinario. Ready?”. La nuova identità visiva dà maggiore risalto allo ‘speech mark’ di Vodafone (la ‘virgoletta’) creato nel 1998, che apparir
à in tutti i materiali di comunicazione in modalità bidimensionale anziché 3D come il logo attuale.

Alla nuova strategia di posizionamento del marchio hanno lavorato Santo, Brand Union, Kantar e la centrale media Mec. E' partita la più grande campagna pubblicitaria a livello globale dei 33 anni di storia di Vodafone, in cui lo spot tv da 60”, prodotto da Ridley Scott Associates, racconta come l'interazione umana rimanga una costante mentre le tecnologie evolvono nel tempo.

La gente è abbastanza fiduciosa sul futuro. Vodafone ha commissionato un sondaggio a YouGov su circa 13mila persone in 14 Paesi (tra cui l'Italia), per valutare come le persone lo percepiscono, rilevando che, indipendentemente dall'età, gli intervistati ritengono che l'innovazione tecnologica avrà un impatto molto positivo sul futuro nei prossimi 20 anni; che i giovani tra i 18 e i 24 anni sono i più ottimisti (il 62% è convinto che gli standard di vita tra 20 anni saranno migliori rispetto a oggi); infine che gli intervistati di tutte le fasce di età ritengono che da qui a 20 anni i propri standard di vita, e quelli dei loro figli, saranno migliori rispetto ad oggi.

Vodafone si è anche rivolta a Futerra per identificare 10 dei principali trend emergenti che potrebbero trasformare le abitazioni e la vita lavorativa delle persone. Cinque ‘futurologi’, uno per continente, hanno individuato le principali innovazioni tecnologiche. Tra queste: componenti stampati in 3D per la costruzione di alloggi; un aumento di cinque volte della capacità globale di produzione di energia pulita grazie all'installazione di pannelli solari un po’ ovunque; operazioni mediche personalizzate grazie alla bio-stampa 3D di organi e arti; nuovi sistemi di trasporto pubblico, con treni ultraveloci che collegheranno le città sfiorando i mille chilometri all'ora; progetti di raccolta idrica su larga scala; crescita dell'uso dei sensori connessi in agricoltura, con conseguente aumento della produzione alimentare.

‘Il nostro nuovo posizionamento - ha detto Serpil Timuray, chief commercial operations and strategy officer del Gruppo Vodafone - vuole incarnare la mission di Vodafone di aiutare i nostri clienti e le comunità ad accogliere e beneficiare delle straordinarie innovazioni che plasmeranno il mondo".






Enegan e Renault partner per un'offerta congiunta
di mobilità elettrica ed energia green


trader italiano di gas ed energia da fonti completamente rinnovabili e la casa automobilistica pioniera della mobilità a zero emissioni propongono alle aziende un pacchetto che prevede la fornitura di energia e gas e l'uso del quadriciclo urbano al 100% elettrico Twizy, oltre alla colonnina di ricarica e a un supporto consulenziale. Obiettivo, promuovere modelli di business green

5 ottobre 2017 - Accordo tra Enegan e Renault per promuovere modelli di business ecosostenibili nelle aziende, attraverso l'utilizzo combinato di energia green e mobilità elettrica. Il trader italiano di gas e luce e la casa automobilistica hanno messo a punto un'offerta congiunta rivolta alle piccole e medie aziende, in particolare dell'Ho.re.ca e del commercio, che prevede la fornitura di energia e gas e la disponibilità del quadriciclo urbano al 100% elettrico Twizy, di design futuristico e maneggevole come uno scooter, oltre a una serie di servizi aggiunti. Tra questi, un kit di efficientamento energetico (lampadine a led, etc.), una consulenza per scegliere la tariffazione più adatta, una colonnina di ricarica per auto elettriche e una green box, ovvero un kit di comunicazione (da e verso il cliente) per promuovere l'impegno green dell'azienda.

L'offerta permetterà alle aziende di rendere il loro business completamente green. Il tutto a un costo di 329 euro al mese per 36 mesi, oltre al noleggio della batteria del veicolo (40 euro +Iva). Alla fine dei 36 mesi ci sarà la possibilità di riscattare Twizy con 500 euro (il prezzo di vendita è di 7.300 euro).

Renault da oltre sei anni è impegnata nel promuovere la diffusione della mobilità a zero emissioni e attualmente propone la gamma di veicoli 100% elettrici più completa del mercato. Enegan fornisce energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili, senza combustibili fossili ed emissioni di gas serra nell'atmosfera, modello commerciale a cui abbina attività di sensibilizzazione a una cultura ambientale.

Nato nel 2010, Enegan ha superato i 200 milioni di euro di fatturato e i centomila clienti, per il 60% business (oltre la metà Ho.re.ca e retail) e per il restante 40% privati. Sul fronte della comunicazione, l'anno scorso ha pianificato un campagna in tv e digital con testimonial uno ‘scimmione’ verde (stesso costume di quello sanremese di Gabbani), ripresa quest'anno e tutt’ora in corso su Rai, Mediaset, La7, Discovery, su siti di news e sui social. Lo scimmione viene anche messo in campo negli eventi sul territorio. Seguirà una nuova campagna digital centrata sul risparmio di Co2 realizzato nella fornitura di gas. La creatività è di Inspira, parte di Bee Marketing di proprietà, come Enegan, della NoiGan. Per ora non è prevista una campagna vera e propria a sostegno del lancio dell'iniziativa congiunta con Renault.


Per i 10 anni Subito mette in mostra la seconda vita dei consumi


visibile free fino a fine mese al Mudec di Milano la mostra fotografica ‘Storie di un passato futuro’, rappresentazioni tra l'onirico e lo storytelling dei 10 oggetti e servizi più cercati sulla piattaforma di compravendita online. Gli scatti sono di Simone Bramante

5 ottobre 2017 - Subito, piattaforma di compravendita online tra privati, parte della multinazionale norvegese Schibsted Media Group, celebra i primi 10 anni in Italia, in cui ha contribuito a far crescere il mercato second-hand, che nel 2016 è valso l'1,1% del Pil italiano. Oggi Subito.it è tra i primi 10 brand online più visitati e primo servizio di annunci classificati sul web con l'80% di market share. Dall'apertura in Italia a oggi, gli utenti mensili sono cresciuti velocemente, registrando un balzo dal 2014 con il lancio delle app e attestandosi attualmente a 8 milioni mensili. Gli annunci pubblicati sono passati da 62.600 alle fine 2007 a 30 milioni a fine 2016.

“Attualmente supportiamo un italiano su tre connesso a vendere e comprare beni o servizi, nei prossimi anni puntiamo a raggiungere tutti gli italiani che accedono a internet, aumentando i servizi offerti grazie alle sinergie con gli altri brand del gruppo, InfoJobs e Pagomeno” ha detto Melany Libraro, da poco nominata ceo di Schibsted Italy (vedi news del 14 sette
mbre)
.

Per celebrare i dieci anni di attività, Subito ha dato il via a un progetto fotografico con protagonista la seconda vita dei consumi tipici dell'italianità, raccontata attraverso un percorso di cambiamenti socio-culturali. Ispirandosi alle 10 ricerche più frequenti sul portale, Simone Bramante, digital creative director, nonché noto Instagrammer col nome Brahmino, ha realizzato la mostra ‘Storie di un passato futuro’ con scatti di stile ricco di narrazioni oniriche, rivisitazioni generazionali e storytelling. L'esposizione è in scena al Mudec - Museo delle Culture di Milano da oggi fino al 30 ottobre, a ingresso libero, negli orari del bistrot del Museo dove è allestita (Info su http://www.mudec.it/ita/informazioni/#orari).

Vi compaiono oggetti appartenenti a un passato che ritorna
con nuove abitudini e usi, come la Vespa, il Rolex, ma anche oggetti del nostro presente e futuro come l'iPhone, la Smart e la Playstation. Conpletano i dieci oggetti/servizi più cercati il divano, la bici, la casa, il trattore. Per dare un'idea del volume di transazioni che la top ten muove, basti dire che su Subito oggi ci sono 36.000 Vespa e ogni minuto si vende una moto, 40.000 Smart e ogni minuto si vendono 3 auto, 21.000 smartphone di cui se ne vende 1 ogni 60 secondi, 71.000 bici di cui 1 venduta ogni due minuti, 16.000 trattori di cui 1 venduto ogni 3 minuti e 76.00 divani di cui 1 venduto ogni 40 secondi. Vanno aggiunti 11.000 annunci di badanti, 5.000 di Rolex, 14.000 di Playstation, 312.000 di appartamenti.


Best Global Brands 2017. Apple, Google e Microsoft i tre di maggior
valore al mondo. Tra i top 100 anche Gucci, Ferrari e Prada


diciottesima edizione dello studio di Interbrand conferma il predominio dei brand tecnologici. Apple vale oltre 184 miliardi di $, Google quasi 142 e Microsoft quasi 80. Seguono Coca Cola, Amazon, Samsung, Toyota, Facebook, che cresce per il secondo anno del 48%, e poi Mercedes-Benz e Ibm. New entries sono Ferrari, Netflix e Saleforce.com. I 100 Best Global Brands nel complesso valgono 1.871,7 miliardi di $, il 4,2% in più del 2016

26 settembre 2017 - La tecnologia è oggi dominante e sono i grandi brand tecnologici ad avere il maggior valore economico al mondo. La diciottesima edizione dello studio ‘Best Global Brands’ di Interbrand, società internazionale di brand consultancy, conferma al vertice dei Top 100 Apple e Google per il quinto anno consecutivo, raggiunte in cima alla classifica da Microsoft che sale al terzo posto. Lo studio quest’anno si è focalizzato sul tema ‘Growth in a Changing World’ e preso in esame tre fattori chiave: Persone, Tecnologia e Brand. Il valore aggregato dei 100 Best Global Brands individuati è pari a 1.871,7 miliardi di dollari, in crescita del 4,2% rispetto al 2016.

Il valore di Apple è cresciuto del 3% raggiungendo 184,2 miliardi di dollari, mentre quello di Google è salito a 141,7 miliardi (+6%). Microsoft ottiene il terzo gradino del podio con un valore del brand che sfiora gli 80 miliardi di dollari, grazie a una crescita a due cifre. Seguono Coca Cola al 4° posto, Amazon, Samsung, Toyota e Facebook, che per la prima volta fa ingresso nella top 10 posizionandosi ottava, grazie a una performance di crescita per il secondo anno dell'ordine del 48%. Seguono Mercedes-Benz e Ibm. Dopo Facebook i brand che registrano le crescite maggiori sono Amazon (+29%), Adobe (+19%) e Adidas (+17%).

L'Italia è rappresentata nella classifica da Gucci, Prada e Ferrari, che rientra nella Best Global Brands in 88a posizione. Non sorprende la performance di Gucci - commentano da Interbrand - che conquista la posizione 51, con una crescita del 6% raggiungendo quasi 10 miliardi di dollari: grazie al nuovo corso imposto dal management e dal direttore creativo Alessandro Michele, il brand è nuovamente assurto al ruolo di autorità della moda. Ferrari, antonomasia del lusso automotive, che quest’anno celebra il 70° compleanno, registra un valore del brand pari a 4,88 miliardi di dollari, traguardo conquistato anche grazie a un forte incremento delle vendite. Seppure continui a essere un indiscusso riferimento a livello internazionale, Prada fatica a tradurre la forza del proprio brand in risultati economici, e scende in posizione 94.

I brand automotive, tecnologici, finanziari e di largo consumo rappresentano più della metà dei Best Global Brands: nello studio si contano infatti 16 brand automotive, 15 tecnologici, 12 operanti nei servizi finanziari e 9 brand di beni di largo consumo. Ma è il settore retail quello con un maggior tasso di crescita in termini percentuali (+19%), seguito dai settori abbigliamento sportivo (+10%), tecnologia (+8%), logistica (+7%) e servizi finanziari (+6%).



Comunicare senza limiti vuol dire comprendersi,
Wind è online col video emozionale ’L'Ape’


firma la nuova campagna di brand di Wind che racconta una storia di comprensione e amicizia fra un ragazzino e un'ape, due mondi tanto diversi che riescono a comunicare tra loro. Il video è diretto da Giuseppe Capotondi

21 settembre 2017 - Nuova campagna di brand per Wind che è online col video ‘L'ape’, un racconto semplice e delicato che invita a non porre limiti alla voglia e alla capacità di comunicare, al di là della tecnologia. Ideato e realizzato da Ogilvy&Mather, il film racconta la storia di comprensione e amicizia fra un ragazzino e un'ape, che ha liberato da un barattolo in cui era intrappolata. L'ape lo rincorre e lui, superando l'iniziale paura, le porge il palmo aperto su cui posarsi. È l'inizio di una piccola storia di singolare amicizia che si conclude con lui che capisce che l'ape vuole ritornare a ‘casa’ e l'aiuta ritrovare il suo alveare.

Il concetto è che la comunicazione rende più vicini anche mondi e vite completamente diversi: una metafora ottimista sulla possibilità che tutti noi abbiamo di comprendere l'altro. “Essere sempre interconnessi online - fa notare Michiel Van Eldik, direttore BU Digital di Wind Tre - non significa necessariamente comunicare, essere in relazione con qualcuno comporta la volontà di comprendere e partecipare, solo allora la comunicazione è veramente senza limiti”.

Il video è diretto da Giuseppe Capotondi che ha realizzato in passato per il brand altri filmati emozionali: ‘Papà, ’Una grande giornata’ e ‘Con i tuoi occhi’ . La produzione è di Mercurio Cinematografica.




Nasce Schibsted Italy, con Melany Libraro ceo


multinazionale norvegese Schibsted Media Group, operante nell'editoria, nel digitale e nel mobile, annuncia la costituzione della filiale italiana cui fanno capo Subito, InfoJobs e Pagomeno, piattaforme digitali di annunci classificati e di comparazione di prezzi e prodotti, per un fatturato annuo di oltre 40 milioni di euro. Allo studio lo sviluppo di nuove aree di business

14 settembre 2017 - Schibsted Media Group, multinazionale norvegese operante nell'editoria, nel digitale e nel mobile, ha costituito in Italia la branch Schibsted Italy cui fanno capo Subito, InfoJobs e Pagomeno, piattaforme digitali attive nel settore degli annunci classificati e della comparazione di prezzi e prodotti. Schibsted Italy, inoltre, controlla Schibsted Italy Business, società che fornisce servizi di teleselling e customer care/satisfaction agli utenti privati e ai professionisti.

L'Italia fa parte degli ‘established markets’ assieme a Francia, Spagna, Austria, Germania e Gran Bretagna, che contano nel complesso oltre 720 milioni di visitatori al mese e ricavi per circa 350 milioni di euro sulle piattaforme digitali di Schibsted Media Group,
Melany Libraro
oggi presente in 30 Paesi con oltre 6.900 dipendenti.

L'unione dei tre brand sotto Schibsted Italy ha l'obiettivo di rafforzare il posizionamento del gruppo sul mercato italiano, facendo leva sulla verticalizzazione di alcuni segmenti di business (automotive, real estate e job) e sullo sviluppo/introduzione di nuovi. Ceo di Schibsted Italy è stata nominata Melany Libraro, già ceo di Subito dal 2014, che ora guida così un'azienda da 40 milioni di fatturato (in costante crescita), 250 dipendenti e 1,5 milioni di visitatori unici al giorno su ciascuna delle 2 principali piattaforme Subito e InfoJobs.

Nel nuovo ruolo, Libraro ha la responsabilità di sostenere e potenziare la crescita dell'azienda, definendo le linee strategiche per Subito, InfoJobs e Pagomeno. “La costituzione di Schibsted Italy – ha detto - ci permetterà di lavorare in modo ancora più sinergico tra i tre brand per potenziare il business e per fornire a utenti privati e professionisti servizi innovativi ad alto valore aggiunto, in linea con i nuovi trend tecnologici”.


Con #ItaliacheGiga, Fastweb porta in tour
le sensazioni immersive e sensoriali della realtà virtuale


da Roma il tour promozionale che tra settembre e ottobre toccherà tutte le città dove Fastweb offre collegamenti UltraFibra a 1 Gigabit. Offrirà anche un viaggio immersivo in alcune delle più belle località, grazie ai video realizzati con la tecnica della ripresa a 360°, visionabili con speciali visori e con smartphone con funzionalità giroscopio. Per il pubblico inviti alla condivisione e premi a estrazione

14 settembre 2017 - Comincia da Roma, in piazza del Popolo da oggi a lunedì 18, il tour promozionale che tra settembre e ottobre toccherà da Nord a Sud tutte le città dove Fastweb offre collegamenti UltraFibra a 1 Gigabit. Fastweb sarà presente con installazioni e uno spazio dove i visitatori potranno entrare in contatto con il suo mondo di innovazione, connessioni ultraveloci ed emozioni da condividere in ogni momento. Il tour offrirà anche un viaggio immersivo in alcune delle più belle località italiane, grazie ai video realizzati con la tecnica della ripresa a 360°, visionabili attraverso speciali visori, ma fruibili anche da smartphone con funzionalità giroscopio e disponibili sui canali Youtube e Facebook di Fastweb.

I visitatori potranno anche cimentarsi in applicazioni basate sulla ripresa a 360° con gif animate e giocare alla scoperta dei luoghi, scattarsi e postare sui social il proprio photosphere-selfie 360 e partecipare all'estrazione di un kit 360 costituito da una camera Gear 360, uno smartphone Samsung Galaxy S8 e un visore Gear Vr. Insieme riceveranno tutte le informazioni sui collegamenti UltraFibra Fastweb disponibili in città.

A Roma il servizio Ultrafibra a 1 Gigabit sarà disponibile per circa 300.000 unità abitative, quasi il 20% del totale della città, collegate con la rete ‘Fiber-to-the-home’ di Fastweb, recentemente ammodernata, e con quella in fase di realizzazione da parte di FlashFiber, la joint venture creata con Tim per portare il Ftth in 29 città. Un ulteriore milione di abitazioni (62% del totale) è invece collegato al momento dall'infrastruttura ‘Fiber-to-the-cabinet” (Fttc). Entro la fine del 2018 le unità abitative che saranno abilitate al servizio Ultra-fibra ad 1 Gigabit diventeranno complessivamente un milione.


Best Brands Italia guarda al futuro interrogando i Millennials


ricerca che misura l'importanza delle marche italiane, condotta da GfK e Serviceplan e patrocinata dall'Upa, si amplia con la voce Best Millennials Brand che si affianca alle categorie Best Corporate Brand, Best Product Brand, Best Growth Brand. Nata nel 2004 in Germania, Best Brands oggi è condotta anche in Belgio e Cina ed entro il 2018 lo sarà anche in Russia e in Francia per diventare sempre più strumento globale di misurazione della forza economica delle marche e del legame coi consumatori

6 settembre 2017 - Quali brand piacciono ai Millennials? È la nuova domanda a cui risponderà Best Brands, la ricerca che misura l'importanza delle marche condotta da GfK e Serviceplan, alla terza edizione in Italia. La novità dell'edizione 2017 si affianca alle tre categorie principali Best Corporate Brand, Best Product Brand, Best Growth Brand.

La ricerca sui Best Millennials Brand misurerà la relazione del target 18 – 34enni (la cosiddetta ‘Generazione Y’) con le marche di prodotto, aggiungendo uno sguardo al mercato del futuro all'indagine che dal 2015 ‘fotografa’ il valore delle marche italiane attraverso interviste dirette a 4.500 consumatori. L'algoritmo di GfK mixa poi l'effettivo ruolo economico sul mercato e l'appeal del marchio nella percezione delle persone (share of soul) ricavato dalle interviste.

In Italia Best Brands ha il patrocinio dell'Upa e come partner Rai Pubblicità, System24, IgpDecaux, Adc Group. Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente di Upa ha dichiarato: “Best Brands mette al centro la marca e il consumatore: il nostro patrocinio intende sottolineare l'importanza per Upa di questi due fattori quando vengono considerati centrali e propulsivi. La rilevanza degli
investimenti sulla relazione fra marca e consumatori e l'importanza delle marche per il futuro dell'economia sono più che mai evidenti in questa fase economica in cui si tende ad ottenere risultati a breve termine con conseguenti azioni di marketing più tattiche che strategiche. Il successo di un'azienda dipende, invece, dalla forza delle proprie marche per navigare più sicuri nelle acque perigliose della competizione”. Un concetto ribadito anche nella ‘lettera aperta’ firmata dai partner ed intitolata ‘Cara marca’, pubblicata ieri sul Il Sole 24 ore.

Best Brands è un'analisi che va oltre i numeri e le statistiche per essere strumento di misurazione dei trend di mercato: “Si conferma una piattaforma affidabile per lo studio della marca – ha detto Giovanni Ghelardi, ad di Serviceplan Italia - per la sua capacità di misurare la forza economica e il legame affettivo con la gente, in modo approfondito e numericamente rappresentativo”. Oltre che in Germania (GfK e Serviceplan idearono la prima edizione nel 2004) e in Italia, oggi Best Brands è presente in Belgio e Cina ed entro il 2018 lo sarà anche in Russia e in Francia: “Diventerà sempre più uno strumento globale, ma con una considerazione unica per il locale, in grado di aprire dibattito e confronto su mercati sempre più interconnessi” ha concluso Ghelardi.

I risultati della ricerca e la top ten delle quattro classifiche saranno presentati il 15 novembre a Milano (studi Rai di via Mecenate), nel corso di una serata condotta da Filippa Lagerback. L'evento vedrà anche la partecipazione del co-fondatore di Shazam Dhiraj Mukherjee chiamato a parlare per la prima volta pubblicamente in Italia come keynote speaker della serata.
Per saperne di più..>>



Register.it lancia SpidItalia, servizio per darsi identità digitale


è autorizzata dall'Agid a fornire le credenziali Spid con cui interagire con la PA, accedendo in sicurezza ai servizi in rete ed effettuando operazioni tipo l'iscrizione a scuola, l'accesso all'Inps, l'ottenimento di documenti, il cambio del medico. Register.it ha messo a punto un sito informativo e un altro per l'attivazione. Il servizio è gratuito per il semplice cittadino, pay per aziende e partite Iva

17
luglio 2017
- Register.it (servizi per la presenza e la visibilità in rete del gruppo Dada) lancia SpidItalia, servizio di identità digitale, autorizzato da Agid (Agenzia per l'Italia digitale) a fornire le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale) a cittadini e imprese per consentire un accesso semplice e unitario ai servizi in rete.

SpidItalia è uno sportello digitale aperto sulla Pubblica Amministrazione, raggiungibile con un'unica identità digitale in ogni momento e utilizzabile da tutti i dispositivi: computer, tablet e smartphone. Consente di gestire in totale sicurezza direttamente operazioni come l'iscrizione a scuola, l'accesso all'Inps, al 730, cambiare il medico di famiglia, modificare domicilio o residenza, ottenere documenti, etc. Ad oggi sono già 1.500.000 gli italiani che si sono dotati di un'identi
tà digitale.

Il servizio è ora attivabile dal sito www.register.it/spid. Per supportare gli utenti a comprenderne meglio opportunità e vantaggi e aiutarli a richiederlo, Register.it ha creato spid.me (www.spid.me), guida al mondo dell'identità digitale con tutorial e altri contenuti di supporto.

Per il cittadino il servizio offerto da Register.it è completamente gratuito. Per le aziende e i liberi professionisti con partita Iva, è previsto un costo annuale per avere un Pin unico per portare la Pubblica Amministrazione dentro l'ufficio.


Tim si accorda con Discovery per trasmettere in esclusiva
mobile i Giochi Olimpici 2018 e 2020 e altri eventi sportivi


diventa official mobile broadcaster dei Giochi invernali di PyeongChang e di quelli estivi di Tokyo. E apre la sezione Sport di TimVision, con cui offre da subito Eurosport Player in esclusiva ai propri clienti broadband, ultrabroadband e mobile, per seguire il grande sport italiano e internazionale

27 giugno 2017 - Tim entra nel mondo del grande sport, grazie all'accordo con Discovery Communications, il primo concepito per gli operatori di telefonia mobile di tutta Europa, che darà ai clienti l'accesso privilegiato ai Giochi Olimpici di PyeongChang 2018 e Tokyo 2020. Potranno fruire online e da mobile di contenuti esclusivi dei Giochi, ovunque e quando lo desiderano.

Come official mobile broadcaster, Tim potrà legare in via esclusiva il brand a quello dei Cerchi Olimpici e offrire ai propri utenti l'accesso in qualsiasi momento a un canale dedicato di news e highights e a contenuti ‘short form’ . Con l'accordo, Discovery persegue l'obiettivo di offrire la miglior esperienza di visione possibile dei Giochi, coinvolgendo gli appassionati con contenuti locali, personalizzati e su tutti gli schermi.

Con questa iniziativa Tim inaugura la nuova sezione Sport di TimVision. I clienti broadband, ultrabroadband e mobile potranno da subito accedere direttamente dal decoder TimVision ai due canali tematici Eurosport 1 e Eurosport 2 e alla programmazione completa di tutte le dirette degli eventi sportivi proposti da Eurosport Player. Potranno seguire i Campionati Mondiali FINA di Nuoto e IAAF di Atletica, il French Open di tennis, il Giro d'Italia, il Tour de France e l'EuroCup di Basket, godendo di un'esperienza multidimensionale e immersiva, con copertura da ogni angolazione e con contenuti in Virtual Reality e Augumented Reality.


Nasce Digital Adv Lab, per analisi e confonto sui problemi
legali dell’adv online e dell’uso degli influencer


Avvocati Associati promuove un think-thank tra operatori della comunicazione, aziende e legali contro le distorsioni nei messaggi diffusi in rete e sui social. Focus sul ricorso alle celebrities, sui contenuti sponsorizzati, sulla riconoscibilità della natura commerciale di certi interventi, sull’individuazione delle best practices, per evitare illeciti e sanzioni. A vantaggio degli inserzionisti
 

23 giugno 2017 - Nasce su iniziativa degli avvocati Elena Carpani, Gianluca Fucci e Marco Lucchini (soci di Crea Avvocati Associati) Digital Adv Lab, think-tank di confronto e analisi sulle problematiche legali legate alla diffusione della comunicazione commerciale online, con l’obiettivo di prevenire illeciti a sanzioni per gli inserzionisti. L’idea è di attivare un dialogo  tra gli addetti ai lavori del mercato pubblicitario, le aziende e il comparto legale, per recepire le tendenze, delineare best practices e individuare il nuovo ruolo dei legali in questo settore.  
 
Per dotare le imprese e gli operatori della comunicazione di maggiori competenze specifiche sulla dimensione giuridica dei social nella comunicazione commerciale, Digital Adv Lab opera confrontandosi con i principali sistemi ed organismi di autodisciplina pubblicitaria e con le autorità europee ed americane, creando un network che si propone di studiare i fenomeni esistenti e quelli che nasceranno in futuro, anche attraverso seminari e convegni.
 
Le aree di intervento sono la comunicazione pubblicitaria sui social network e in rete (come il real time marketing), le degenerazioni e il contrasto delle pratiche scorrette in tema di commercio elettronico e la pubblicità–attualità (messaggi, anche diffusi con mezzi tradizionali, incentrati su fatti o personaggi d’attualità), con un focus specifico sul problema dell’endorsement e la riconoscibilità della natura commerciale di commenti e giudizi diffusi soprattutto dalle celebrities.
 
Verrà costituito un Comitato scientifico, cui saranno invitati professionisti del mondo italiano dell’advertising e dei social, con l’obiettivo di identificare temi di frontiera per lo sviluppo di una cultura digitale avanzata. 


Al via il SuperPanel dell'Auditel
da 16.100 famiglie, il 30 luglio i primi dati


il campione fornirà dati sugli ascolti tv ancora più precisi, anche nel caso di frammentazione degli ascolti e di misurazione dei servizi on demand. Il SuperPanel sarà l'infrastruttura su cui verrà costruita la rilevazione dei nuovi device digitali. Il campione italiano è primo in Europa per numerosità e il primo al mondo nel rapporto panel/popolazione

13 giugno 2017 - Il SuperPanel di Auditel è pronto e il consiglio di amministrazione ha dato il via libera. Come viene annunciato sul sito dell'istituto, dopo aver sostituito integralmente un anno fa il campione base di 5.700 famiglie (vedi news del 29 giugno 2016), Auditel ha selezionato e installato altre 10.400 nuove unità familiari, dotate di set meter, già in grado di produrre dati di ascolto. I due campioni, rappresentativi entrambi della popolazione italiana, sono confluiti in un unico i super-campione costituito da 16.100 famiglie, per circa 41.000 individui.
 
Un'operazione senza precedenti a livello internazionale. Mentre tutti i Joint Industry Committee (i comitati misti che governano le Auditel nei diversi Paesi) sono alla ricerca di soluzioni per estendere i panel che misurano le audience e far fronte alle nuove sfide imposte dallo sviluppo tecnologico, il campione italiano si afferma come il più solido in Europa per numerosità e il primo al mondo nel rapporto panel/popolazione.
 
Triplicando di fatto le dimensioni della base di raccolta delle informazioni sull'ascolto della televisione, Auditel assicurerà ai dati rilevati maggiore robustezza e ulteriore precisione.
 
I benefici del SuperPanel possono essere espressi, tra gli altri, dalla riduzione del 50% dei ‘minuti a zero ascolto’ e da una riduzione di due terzi dei fattori di espansione, con un significativo miglioramento dei margini di stima statistica e dell'interpretabilità dei dati, soprattutto ai bassi livelli di granularità e per le emittenti con maggiore variabilità di audience. Il SuperPanel rappresenta non solo lo strumento più evoluto oggi disponibile per rispondere alla frammentazione degli ascolti e garantire la misurazione dei servizi on demand, ma anche l'infrastruttura su cui verrà costruita la rilevazione dei nuovi device digitali: Smart Tv, Pc, Smartphone e Tablet. Una svolta epocale, per i broadcasters e le imprese che investono in pubblicità, così da poter pensare alla televisione 'oltre al televisore' e alle audience come a una somma intelligente di contenuti fruiti secondo diverse modalità di consumo, su tutte le piattaforme e tutti i device.
 
Di concerto con l'AgCom, è stata avviata una roadmap di implementazione e, appena il sistema distributivo sarà a regime, si partirà con la pubblicazione dei nuovi dati il 30 luglio. Auditel coinvolgerà tutti gli utilizzatori dei dati in workshop di approfondimento e attività di formazione alla lettura e all'impiego delle nuove metriche. 


Schibsted Media Group lancia in Italia Pagomeno, comparatore
dei prezzi ma anche dei prodotti, aperto a tutti gli store online


versione italiana dello svedese Prisjakt ha un posizionamento diverso da quello dei comparatori competitor, perché garantisce all'utente di trovare il miglior affare per lui, all'insegna di ‘confronto bene, scelgo meglio, pago meno’. Lanciato a fine 2016, mette a confronto oltre 14 milioni di prodotti, suddivisi in 7 macro-categorie, in vendita su 700 store online italiani, che possono essere presenti in modalità freemium o premium. I visitatori mensili sono circa 500.000

7 giugno 2017 - Schibsted Media Group, già presente in Italia con le piattaforme Subito (compravendita online di usato e non solo) e InfoJobs (offerte di lavoro), entra in Italia nel segmento dei comparatori di prezzi col lancio di Pagomeno, versione italiana dello svedese Prisjakt, acquisito nel 2006 e al 100% nel 2014. Il posizionamento di Pagomeno è diverso da quello dei competitor perché il sito non si limita a mettere a confronto i prezzi, ma anche i prodotti, per garantire all'utente di trovare il miglior affare per lui, all'insegna di ‘confronto bene, scelgo meglio, pago meno’. “Un nuovo modo – spiega il country manager Italia Tiziano Barbagaglio – di comprare online, facendo acquisti in modo ragionevole. Pagomeno aiuta gli utenti a fare la scelta informata più giusta e al minor prezzo possibile”. 

Il sito mette a confronto oltre 14 milioni di prodotti, suddivisi a oggi in 7 macro-categorie, proposti in vendita da tutti gli store online presenti in Italia. Presente in otto Paesi (in Francia e in Italia da fine 2016), conta su 10 milioni di utenti unici, a cui propone 27 milioni di prodotti di
14mila negozi.

Pagomeno si definisce l'unico comparatore in Italia ‘imparziale’, in quanto permette a tutti i negozi di shopping online di accedere gratuitamente alla piattaforma in modalità ‘freemium’ dando all'utente la visione più ampia possibile sui prodotti in e-commerce. Il modello di business per il gruppo si basa sull'opportunità data agli store di essere presenti anche in modalità Premium (a pagamento) che si traduce in una evidenziazione grazie a presenza del logo, descrizione del sito, i prezzi scritto in rosso etc., ma senza logiche di sponsorizzazione molto spinte. Degli oltre 700 negozi che hanno deciso ad oggi di essere presenti su Pagomeno, sono 100 i Premium shop, tra cui i più importanti e-commerce a livello internazionale e nazionale come, ad esempio, ePRICE o Yeppon
 
A sei mesi dal lancio, Pagomeno conta su una media di circa 500.000 visitatori mensili derivante per il 49% da desktop e per
il 51% da mobile, con un tempo di permanenza di 2 minuti e con 3 pagine viste per ogni sessione. Il target è a prevalenza maschile (per il 76%), di età compresa tra i 25 e i 44 anni (51%), distribuito in modo uniforme su tutta la penisola. Semplice nell'utilizzo, Pagomeno offre la possibilità di creare un profilo personalizzato completo di liste degli oggetti da monitorare, prevede sistemi di notifica e newsletter informative ed è arricchito anche da recensioni sia degli utenti che di riviste specializzate. 
 
Il lancio ha avuto il sostegno di una campagna digital veicolata a dicembre sui siti del gruppo Schibsted, in particolare Subito, realizzata internamente. Attualmente la promozione avviene con campagne display sulle medesime properties e su Google, oltre ad attività su Facebook di cui si occupa BCube.


Deutsche Bank con UFA lancia il video contest ‘city video future’
che invita i filmmaker a immaginare la città tra cento anni


cinema lover, studenti e filmmaker dovranno a realizzare un corto tra i 100” e i 10’ e postarlo sul sito dedicato al concorso. Sono previsti tre vincitori, scelti dalla giuria su una shortlist di 20 lavori che saranno messi online e votati anche dagli utenti, che determineranno il premio del pubblico. L'istituto bancario continua così nel suo impegno a sostegno dell'arte, mentre la casa di produzione celebra nell'occasione i 100 anni

17
maggio 2017
- Come saranno le città fra 100 anni? Nell'ambito della campagna Macht Kunst (Make Art) di sostegno dell'arte giunta alla terza edizione, Deutsche Bank lancia il concorso ‘city video future’ che invita artisti, cinema lover, studenti e filmmaker a realizzare un corto che immagini come saranno le città fra 100 anni.  Il video contest è promosso dall'istituto bancario insieme ad UFA (Universum - Film AG), in occasione del centenario della storica casa di produzione tedesca. 
 
Fino al 30 giugno i partecipanti potranno cimentarsi nella produzione di corti, della durata compresa tra i 100 secondi e i dieci minuti, immaginando contesti urbani tra 100 anni sotto una prospettiva sociale, politica o economica, proprio come fece Fritz Lang nel 1927 con la sua visione futuristica di Metropolis, capolavoro del cinema muto.
 
I candidati dovranno caricare i loro video su www.machtkunst-berlin.de/en per sottoporli al giudizio di un panel di esperti che selezionerà una shortlist di 20. Tra questi, una giuria decreterà tre vincitori a cui si aggiungerà un premio del pubblico che voterà i lavori in shortlist sul sito. Sono previsti un premio di 7.000 euro, uno di 5.000 e uno di 3.000, inoltre il primo avrà per un anno come tutor un producer di altro profilo di UFA. La premiazione avverrà nell'atrio delle sede centrale della banca a Berlino il 19 agosto, mentre il vincitore in base ai voti del pubblico sarà annunciato online sul sito il 28 agosto. Tra i votanti è in palio una macchina fotografica digitale di fascia alta. 
 
Maggiori informazioni su concorso, modalità di partecipazione e premiazione sono reperibili sul sito.


CheBanca! entra nel mondo del risparmio gestito


si riposiziona e torna on air con un nuovo format di comunicazione, ideato da Dlv Bbdo, che coinvolge tv, stampa, cinema, radio, affissioni/ooh, digital. Per la prima volta la comunicazione mette in evidenza e valorizza l'importanza di appartenere a un gruppo come Mediobanca 

8 maggio 2017 - CheBanca! si riposiziona come banca dedicata alla gestione degli investimenti e del risparmio e lo annuncia tornando in comunicazione con un format completamente nuovo. “CheBanca! è entrata nel mondo del wealth management - ha detto Luca Prina, direttore centrale marketing e comunicazione di CheBanca! –. La nuova campagna incarna perfettamente questa nuova fase della vita di CheBanca!: elegante, essenziale, autorevole ma al tempo stesso capace di parlare in modo diretto ai nostri clienti’.

Il nuovo film, firmato da DlvBbdo, enfatizza lo sviluppo e la trasformazione della banca e il valore di appartenere a un gruppo come Mediobanca. Il concept creativo gioca sul immagini in bianco e nero accompagnate da una voice over che racconta il cu
ore del nuovo posizionamento: solo uno sguardo esperto (quello del gruppo Mediobanca) è in grado di cogliere le migliori opportunità e solo la capacità di innovazione (propria di CheBanca!) può costruire le migliori soluzioni in termini di investimenti. Tutto questo con il rapido susseguirsi di immagini in cui l'elemento umano si fonde con quello architettonico.
 
E' una campagna assolutamente nuova rispetto allo stile che ha sempre ha contraddistinto Che Banca!: “Per la prima volta – dice Prina - abbiamo voluto valorizzare l'importanza di appartenere a un gruppo che può vantare competenze e solidità uniche sul mercato’
 
Oltre alla tv, la campagna prevede declinazioni su stampa, affissioni, radio, digital e social fino a fine giugno.


Fondazione Tim sostiene il restauro del Mausoleo di Augusto a Roma


restituire visibilità e visitabilità a uno dei patrimoni storici dell'umanità, Fondazione Tim devolve 6 milioni per la seconda parte del recupero, voluto e avviato da Roma Capitale e Mibact, e altri 2 per valorizzare le attività di cantiere. Già online il sito che racconta la storia di Augusto, del Mausoleo e del restauro

3 maggio 2017 - Roma Capitale ha avviato la seconda fase di recupero del  Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro circolare che si conosca, grazie alla Fondazione Tim che ha donato 6 milioni di euro. Sono partiti anche i sondaggi archeologici per la fattibilità del posizionamento dei pilastri che dovranno sorreggere la copertura del Mausoleo.
 
La partnership tra il Campidoglio e la Fondazione Tim punta a restituire ‘visibilità e visitabilità’ al Mausoleo ripristinando le condizioni di percorribilità da parte del pubblico, in vista della creazione di un futuro spazio museale. Saranno realizzati impianti di illuminazione, antincendio, sicurezza e videosorveglianza e arredi idonei all'allestimento del percorso espositi
vo.
 
Il Mausoleo di Augusto torna a vivere per la cittadinanza e i turisti già da subito, grazie alla valorizzazione delle attività di cantiere realizzate da Fondazione Tim che ha stanziato per queste e altre iniziative ulteriori 2 milioni. La recinzione del cantiere diventa un'installazione permanente di circa 300 metri lineari sui lati est, nord e ovest, che permette al pubblico di vivere un'esperienza immersiva nella storia di Augusto e del Mausoleo.
 
Le cesate raccontano, con testi e immagini color oro su fondo nero, la vita del primo imperatore romano e i diversi usi di cui il suo sepolcro fu oggetto nei secoli, col supporto di dodici pannelli in stampa lenticolare e cinque ‘hollow mask’ che ritraggono il volto di Augusto dando l'illusione ottica del movimento delle immagini e della tridimensionalità. Verranno suonati brani tratti dal repertorio appartenente alla programmazione del periodo dell'Auditorium Augusteo. Dal crepuscolo il Mausoleo sarà illuminato da 55 cor
pi a led di varie dimensioni. La storia di Augusto, del Mausoleo e del restauro saranno raccontate, anche con immagini in 3D, dal sito www.mausoleodiaugusto.it, disponibile anche in lingua inglese.
 
Prosegue intanto il restauro conservativo iniziato il 31 ottobre (grazie ai 2 milioni versati dal Mibact e ai 2,275 versati da Roma Capitale) che riguarda prevalentemente opere di consolidamento. 


Il 26 aprile è Experience Work Day presso Adecco


studenti di 46 Paesi parteciperanno all'iniziativa per orientare i giovani tra le scelte professionali future. In Italia i ragazzi di oltre 90 scuole saranno ospitati da 100 filiali Adecco. Il lancio del progetto in Italia ha come ambassador quattro giovani influencer della generazione Z, che testimonieranno in un web spot, realizzato da Show Reel, come autenticità, talento e creatività siano la chiave per un modello professionale vincente

13 aprile 2017 - Il 26 aprile il gruppo Adecco lancia l'iniziativa ‘Experience Work Day’ che offre a oltre 10.000 giovani studenti di 46 Paesi una bussola per orientarsi tra le scelte professionali future. L'iniziativa rientra nel programma internazionale Way To Work e fa tesoro dell'esperienza maturata durante gli Street Day organizzati tra il 2013 e il 2016.
 
In Italia l‘Experience Work Day è dedicato ai ragazzi di oltre 90 scuole che saranno ospitati da 100 filiali Adecco in tutto il territorio nazionale. Il lancio del progetto in Italia vedrà come protagonisti quattro giovani influencer della generazione Z: gli youtuber The Magic Wizard, EMTV, Felipe Conceicao e Ehi Leus. Quest'ultima (Lea Cuccaroni) sarà a Milano presso la filiale Adecco Italia di via Crispi per confrontarsi e dialogare con i suoi coetanei delle scuole superiori della città sui temi del lavoro e delle opportunità future. 
 
Gli ambassador testimonieranno come autenticità, talento e creatività siano la chiave del successo e anche di un modello professionale vincente. Lo racconteranno attraverso un web spot per intercettare e interpretare le necessità e le domande dei più giovani rispetto alle opportunità del mercato del lavoro attuale. La campagna è ideata dal Gruppo Adecco in Italia con la collaborazione di Show Reel, società specializzata nella creazione di contenuti, sviluppo di community e diffusione di opinioni all'interno di comunità online. 


Enel comunica su Facebook Massenger col chat bot Elen


Imille ha realizzato per il gruppo energetico un chat bot dedicato alla comunicazione corporate che semplifica e digitalizza la relazione quotidiana con clienti, azionisti, dipendenti, media. Elen fornisce contenuti e notizie che raccontano l'impegno di Enel nel mondo in italiano, inglese e spagnolo

12 aprile 2017 - Enel lancia Elen, un chat bot dedicato alla comunicazione corporate su piattaforma Facebook Messenger per semplificare e digitalizzare la relazione quotidiana con i principali stakeholder: clienti, azionisti, dipendenti, media. Fornendo a Elen poche keyword si hanno in cambio contenuti e notizie che raccontano l'impegno di Enel nel mondo. Attraverso notifiche push si è informati su comunicati stampa, notizie e storie appena queste vengono pubblicate. Elen parla italiano, inglese e spagnolo ed è in grado di rispondere a domande del tipo ‘chi è il ceo di Enel?’ o ‘cosa fa Enel a Larderello?.
 
Ryan O'Keeffe, direttore della comunicazione di Enel, sottolinea come digitalizzazione e customer-centricity siano due pilastri molto importanti della strategia industriale del gruppo: “Il lancio di un canale di relazione su Facebook Messenger porta il nostro brand più vicino ai nostri stakeholder e ci porta avan
ti nella trasformazione digitale di Enel".
 
Aggiunge Isabella Panizza, head of global digital communications: “È solo il primo passo di Enel sulla piattaforma di Facebook Messenger, che vanta oltre un miliardo di utenti attivi nel mondo, con forte penetrazione proprio in quei paesi dove Enel è presente. Intendiamo fare evolvere questo ulteriore canale di comunicazione. Dopo #EnelFocusOn e @EnelData su Twitter, continuiamo a spingere la nostra azione di comunicazione seguendo il tema dell'innovazione, non solo nei contenuti ma anche nei modi con cui parliamo ai nostri pubblici”.
 
Elen è stato sviluppato dall'agenzia imille. Può essere raggiunto cliccando sull'icona messaggio dalla pagina Facebook di Enel Group o all'indirizzo https://www.messenger.com/t/EnelGroup


Leo Burnett e MIA Onlus presentano
The Shelter Box, soluzione di design per i senzatetto


in cartone navale e formata da tre elementi che si incastrano, The Shelter Box si trasforma, secondo necessità, in letto, sedia, tavolo e anche in uno scatolone per trasportare oggetti personali. Viene presentata al Fuorisalone a Milano, con un supporto in comunicazione che invita i cittadini alle donazioni

6 aprile 2017 - Leo Burnett Italia lancia il progetto ‘The Shelter Box’ con MIA Onlus, per aiutare i senza fissa dimora che, con la fine dell’emergenza freddo, devono lasciare le strutture d’accoglienza e ritornare in strada. Si tratta di una soluzione di design, realizzata in cartone navale e formata da tre elementi che si incastrano, che le permettono di trasformarsi, secondo necessità, in letto, sedia, tavolo e anche in uno scatolone per trasportare oggetti personali. 
 
Il progetto nasce dalla collaborazione dei designer Marcello Foppiani, Andrea Longoni e Marco Zilioli, art director di Leo Burnett, con MIA, Milano In Azione Onlus, e viene presentato in occasione del  Fuorisalone Milano. Leo Burnett Italia invita i cittadini
 a sostenere MIA Onlus con una donazione (http://www.milanoinazione.org/). Il filmato che racconta il progetto è stato prodotto da Bedeschifilm con regia di Claudio Gallinella.
 
MIA Milano in Azione Onlus è un’associazione di volontariato nata nel 2012 per dare assistenza alle persone gravemente emarginate e povere di Milano, con particolare attenzione a chi è anche senza dimora.






La Svizzera è il brand n.1 su 80 Paesi e l'Italia il 16°
nella classifica ‘Best Countries’ di Y&R's BAV Consulting


Canada, Uk, Germania e Giappone guidano la classifica della seconda edizione del report, realizzato con U.S. News e The Wharton School-University of Pennsylvania, che classifica i Paesi come se fossero brand in base a 75 parametri e che valuta come vengono percepiti su scala globale. Gli Usa scendono dal 4° al 7° posto e l'Italia dal 13° al 16°, ma è al 1° come destinazione di viaggio e al 2° per interesse culturale

16 marzo 2017 - La Svizzera, intesa come brand, è il miglior Paese al mondo grazie agli item stabilità politica, qualità di vita, business e sistema educativo. Seguono Canada, Gran Bretagna, Germania e Giappone. L'Italia risulta 16esima ma è al 1° posto come destinazione di viaggio e al 2° per interesse culturale. Lo ha rilevato il 2° report Best Countries, realizzato da Y& R in collaborazione con U.S. News e The Wharton School-University of Pennsylvania, che analizza le nazioni (80 nell'edizione 2017) classificandole come se fossero appunto dei brand, in base a 75 parametri, dal potere politico all'influenza economica. L'indagine inoltre valuta come vengono le Nazioni percepite su scala globale.

Nel ranking 2017 gli Usa scendono dal 4° al 7° posto e anche l'Italia flette, dal 13° al 16° posto. John Gerzema, presidente e ceo di Y&R's BAV Consulting (Brand Asset Valuator) ha dichiarato: “I nostri dati hanno catturato la diffusa preoccupazione per i cambiamenti sociali e geo-politici che hanno fatto precipitare nell'incertezza molti paesi. La classifica di quest'anno, rispetto alla prima edizione, riflette il desiderio di ristabilire equilibrio e ordine, premiando nazioni di cui si percepiscono neutralità, stabilità e diplomazia”.

L'Italia è preceduta, oltre ai Paesi top five già citati, da Svezia, Usa, Australia, Francia, Norvegia, Olanda, Danimarca, Finlandia, Nuova Zelanda e Singapore. “L'instabilità della situazione politica ed economica dell'Italia – ha commentato Chiara Gilli, BAV Specialist di Y&R Italia - influisce negativamente sulla percezione del nostro Paese all'estero. Tuttavia dobbiamo capitalizzare sui fattori del nostro heritage che tutti continuano a riconoscerci, per dare sempre più valore ai brand italiani che esportiamo nel mondo e che possono accrescere la nostra influenza culturale all'estero”. 

 


L'energia di Bebe Vio per la nuova comunicazione di Sorgenia

La campionessa paralimpica di scherma, forte, coinvolgente e nativa digitale, campionessa anche nell'affrontare le difficoltà e vincerle, è testimonial della campagna di Red Robiglio&Dematteis in tv, radio, stampa e web. All'insegna di 'quello che conta è l’energia che ci metti'

9 marzo 2017 - Sorgenia,  azienda fornitrice di energia elettrica e gas, ha scelto come testimonial della nuova comunicazione la campionessa paralimpica di scherma Bebe Vio, personaggio popolare e coinvolgente, proiettato verso il futuro, campionessa anche nell'affrontare le difficoltà e vincerle. “Bebe Vio - ha detto l'amministratore delegato di Sorgenia Gianfilippo Mancini – porta con sé un'energia positiva ed è riuscita a costruire una relazione speciale con il pubblico, grazie ai suoi valori sportivi e umani. Cercavamo una testimonial della nuova Sorgenia che fosse forte, simpatica e nativa digitale. Bebe incarna i valori in cui crediamo”. 
 
Energia e sfida sono le due parole chiave della nuova campagna, ideata a realizzata dall'agenzia Red Robiglio&Dematteis, che partirà il 26 marzo pianificata in tv, radio, stampa e web. Il claim 'Non conta quanto è difficile la sfida, conta l’energia che ci metti' è una dichiarazione d’impegno rispetto al futuro, che si integra col pay off 'Your next energy' adottato da luglio col lancio della nuova offerta per le famiglie. 
 
La  pianificazione è gestita da TMM Media. La produzione è curata da Mercurio con la regia dei Samen, entrambi confermati dopo la collaborazione positiva dell’estate 2016. LGS SportLab, agenzia specializzata nella gestione dei diritti di immagine, del marketing e della comunicazione in ambito sportivo, ha curato la relazione dell’atleta con l’azienda, per un contratto della durata di un anno.
Sorgenia punta soprattutto sull'offerta residenziale sviluppata esclusivamente online. L'obiettivo dell'operatore, che quest'anno investe in comunicazione il 30% in più del 2016, è di ampliare il parco clienti attuale da 200.000 a 500.000, conquistandone circa centomila nuovi l'anno. 




Ubs mostra il suo impegno verso le donne
nella campagna globale ideata da Publicis

Il video che sarà in tv e sui social in tutto il mondo mostra una serie di domande che un’imprenditrice si potrebbe porre nel corso della vita e invita a riflettere sulle sfide affrontate dalle donne di oggi. Ubs si propone per trovare insieme una risposta

7 marzo 2017 - Ubs, banca privata e di investimento con headquarter a Basilea e Zurigo lancia una campagna internazionale interamente incentrata sulle donne, per sottolineare il suo impegno a loro favore e verso iniziative per la gender-diversity.

Il video, ideato da Publicis, mostra una serie di domande che un'imprenditrice si potrebbe porre nel corso della vita, invitando a riflettere sulle sfide affrontate dalle donne di oggi. Claim: “Per alcune domande della vita non siete sole. Insieme possiamo trovare una risposta”. La canzone del video ‘Free Me?’ è stata ri-registrata in esclusiva per la campagna dalla cantante inglese Joss Stone.

"Abbiamo scelto di concentrare la campagna sulle donne perché è importante per noi comunicare direttamente con le nostre clienti, e il marketing in questo ci aiuta” ha dichiarato Johan Jervøe, chief marketing officer di Ubs.

La campagna sarà diffusa sui canali televisivi e digitali a livello globale, oltre che sui i social network. Sarà anche supportata anche da un mini sito dedicato. 




Rolex, Lego e The Walt Disney le aziende con più reputazione
al mondo. Tra le prime 50 Ferrero, Barilla, Armani e Pirelli

Resa nota la classifica 2017 del Global RepTrak 100, stilata da Reputation Institute, che individua le 100 aziende più apprezzate e riconosciute al mondo. Rispetto allo scorso anno, Google è in calo, Apple e Microsoft escono dalla top ten, crolla Samsung. Ferrero si conferma l’azienda italiana più reputata al mondo e mantiene la leadership del settore food col 17° posto assoluto del ranking mondiale. Barilla è  23esima

2 marzo 2017 - Rolex si conferma per il secondo anno l'azienda con la più alta reputazione al mondo seguita da Lego Group e da  The Walt Disney Company. Rolex non solo si conferma prima ma migliora anche il suo punteggio, che supera gli 80 punti, il che fa entrare il brand nella categoria degli 'eccellenti'. Lego sale alla seconda posizione dalla sesta che occupava lo scorso anno, mentre The Walt Disney scivola dal secondo  posto del 2016 al terzo posto nel 2017.  Lo attesta il Global RepTrak 100, classifica annuale della reputazione delle 100 aziende più apprezzate e riconosciute al mondo, stilata da Reputation Institute. RepTrak misura la percezione del grande pubblico in base a 7 item: prodotti e servizi, innovazione, ambiente di lavoro, governance, responsabilità sociale e ambientale, leadership e performance. Una reputazione è 'eccellente' se ottiene 80 o più punti, 'forte' da 70 a 79 , 'media' da 60 a 69.  L’analisi si  basa su oltre 170.000 dati raccolti nel primo trimestre 2017 in 15 Paesi, tra cui Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Messico, Russia, Corea del Sud, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.
 

Il  2017 vede in crescita i brand legati al lusso come Rolex e Rolls-Royce, tuttavia i prodotti di consumo occupano ben sette delle prime dieci posizioni. E' in calo la reputazione di Google che scende dal 3° al 5°posto così come quella dei colossi dell’Hi-Tech Microsoft (11°) e Apple (20° ) usciti entrambi dalla top ten. Il settore tecnologico è comunque presente nella top ten con Canon (4°), Sony (7°) e Intel che, dopo un anno di assenza, torna nelle prime  posizioni conquistando l’8° posto. Vistoso invece il calo di Samsung che, complice lo scandalo nel Note7, perde 4 punti e scende al 70° posto.
 
Tra le case automobilistiche, sia Bmw Group (12°) che Daimler (27°) escono dalla top ten, mentre Toyota, Honda, Ford e GM registrano lievi incrementi rispetto al 2016. Volkswagen, nonostante lo scandalo globale del dieselgate, riesce a rientrare nella Global RepTrak, pur in ultima posizione, recuperando rispetto all’anno precedente 3,4 punti.
 
Nel food, il made in Italy continua a non avere rivali. Ferrero, oltre a confermarsi l’azienda italiana più reputata al mondo, mantiene la leadership del settore con il 17° posto assoluto del ranking mondiale, mentre Barilla si attesta in 23a posizione. Il mondo dello style italiano è rappresentato da Giorgio Armani Group che migliora di 4 posizioni conquistando la 28esima piazza. Sempre all’interno del primi 50 brand mondiali fa un notevole balzo Pirelli che passa dal 40° posto al 32°, a dimostrazione di come il made in Italy conti anche negli ambiti innovazione e automotive come testimonia anche l’ingresso di FCA al 98° della classifica.
 
"La nostra c
Michele Tesoro Tess
lassifica annuale individua le aziende che, a livello mondiale, hanno saputo costruire e rafforzare il legame emotivo con gli stakeholder in tutti i mercati in cui operano - ha dichiarato Michele Tesoro-Tess, executive partner di Reputation Institute - . Le prime dieci aziende del ranking mondiale 2017 provengono da diversi settori e investono continuamente per rafforzare e proteggere la loro reputazione. Questo testimonia quanto la reputazione sia diventato un asset fondamentale nelle strategie di business, indipendentemente dal settore in cui operano, con un impatto concreto sulle performance economico-finanziarie ”.
Per saperne di più..>>



Just Eat presenta il nuovo brand in Italia
con tagline 'Ogni desiderio è servito'

Il servizio per ordinare pranzo e cena a domicilio vuole creare la più grande food community globale tra clienti, ristoranti partner e dipendenti, all’insegna della food variety. Bcube firma la campagna su digital e social, in tv e in affissioni a Roma, Milano e Torino

1 marzo 2017 - Rebranding dopo l'Uk anche in Italia per Just Eat (servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio online), che punta a diventare la più grande food community globale, all'insegna della food variety, unendo clienti, ristoranti partner e dipendenti. Nella nuova brand identity resta forte il rosso unito a più colori a simboleggiare flessibilità, ricchezza di scelte disponibili sulla piattaforma e di occasioni per scoprirle.

La nuova tagline italiana è 'Ogni desiderio è servito'. Sarà live dal 6 marzo su tutti i canali social e digital, mentre dal 12 marzo sarà on air il nuovo spot tv e il 20 marzo appariranno le affissioni a Roma, Milano e Torino. 

Il film è pensato per valorizzare le 70 cucine disponibili. Nei tre soggetti pizza, hamburger e sushi, presenta tre differenti situazioni di social eating e altrettante tipologie di consumatori: quattro amici a guardare la partita in tv e in attesa della pizza, due giovani famiglie durante il brunch della domenica a base di hamburger e patatine, una cena tra amiche a base di sushi. Grazie all’app di Just Eat e agli oltre 5.500 ristoranti partner in Italia, ogni gruppo ordina il cibo più adatto, ironizzando sulle mille differenze degli italiani in fatto di gusti. Just Eat soddisfa tutti: “qualunque siano i tuoi gust
i, basta parlarne!”.

La campagna in affissione prevede poster su strada, pensiline dei tram, metropolitane, tram e autobus. Il nuovo carattere di Just Eat coinvolgerà inoltre tutti i ristoranti partner per  farli sentire protagonisti di una vera community, a partire dai nuovi welcome pack previsti per l’ingresso nel network e al potenziamento della visibilità dei fattorini su strada in collaborazione con i partner logistici. 

La creatività della campagna è di Bcube, mentre il media è a cura di Carat.  La produzione degli spot è di Bedeschi Film con regia di Wayne Holloway. 


L'energia di Enel come una porta aperta su un mondo di possibilità

La nuova campagna istituzionale firmata da Saatchi & Saatchi, prodotta da Filmmaster e pianificata da Mindshare, si interroga su cosa sia l'energia oggi e la simboleggia con una porta che apre a nuovi percorsi, mette in comunicazione il futuro col presente, fa accedere a connessioni più veloci

28 febbraio 2017 - A poco più di un anno dal lancio della nuova identity all'insegna dell'Open Power (vedi news del 27 gennaio 2016), Enel prosegue a raccontarsi come azienda che apre le porte dell'energia a nuovi usi e disegna opportunità da vivere insieme. La nuova campagna istituzionale ideata da Saatchi & Saatchi, in tv, stampa e web per quattro settimane, si interroga su cosa sia l'energia oggi. Non è più una lampadina ma una porta, che apre nuovi percorsi, che mette in comunicazione il passato col futuro e il futuro col presente, che fa accedere a connessioni più veloci, che fa arrivare più lontano con la mobilità elettrica.
 
Lo spot ha per protagonisti un runner, una skater, un gruppo di ingegneri, una donna, due giovani studentesse, un uomo al volante di un'auto elettrica che attraversano delle porte colorate che li conducono in una nuova dimensione, in cui le vecchie centrali acquisiscono nuova vita, le connessioni viaggiano più veloci, le smart home sono una realtà e la mobilità elettrica porta sempre più lontano: “l'energia di Enel è una porta che, aprendosi a nuovi usi, apre un mondo di possibilità per tutti”. Lo spot è prodotto da Filmmaster Productions con la regia della coppia di registi francesi We Are From LA. La colonna sonora è ‘Diamond veins’ dei French 79. 
 
Anche nella campagna stampa e web si ripetono il simbolo della porta e i colori al neon (foto di Lorenzo Vitturi). Pianifica Mindshare.





Just Eat ‘apre’ il Ristorante Solidale, progetto
di food delivery contro lo spreco alimentare

Col patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con Caritas Ambrosiana e il partner logistico Pony Zero, il brand di servizi per l'ordinazione di pasti a domicilio dà il via all'iniziativa per contribure alla riduzione del fenomeno dello spreco e sensibilizzare cittadini e ristoranti sul tema. Da Milano il progetto sarà esteso ad altre città

23 febbraio 2017 - Just Eat (servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio) ha dato il via al Ristorante Solidale, progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana e il partner logistico Pony Zero. L'iniziativa, partita ieri a Milano con la prima consegna, sarà estesa ad altre città nel corso del 2017, per contribuire alla riduzione del fenomeno dello spreco alimentare e sensibilizzare cittadini e ristoranti sull'argomento. Il tema è al centro della legge 166/2016, in vigore dal 14 settembre 2016, con lo scopo di favorire, a fini di solidarietà sociale, il recupero e la donazione di beni alimentari. 
 
Ristorante Solidale permette di valorizzare cibo ed eccedenze provenienti dai ristoranti per trasportarli a domicilio in alcune comunità identificate insieme a Caritas Ambrosiana. Una flotta di veicoli a zero emissioni di Pony Zero ha iniziato l'attività di ritiro, presso i primi 10 ristoranti aderenti, di cibi e piatti da destinare a ciascun ospite di 3 comunità di accoglienza a Milano: Pani e Peschi (casa per gli adolescenti con disturbi psichici), Casa alloggio Centro Teresa Gabrieli (accoglienza di malati di Aids) e La Locomotiva (comunità a dimensione familiare per minori). 
 
Sono stati 38 i pasti caldi preparati ieri da ristoranti partner di Just Eat con eccedenze alimentari e con integrazioni per l'occasione. Per la prima tappa del progetto, Just East ha offerto anche in consegna speciale 100 pizze per la cena del Refettorio Ambrosiano.
 
Da un'indagine condotta da Just Eat (su 500 ristoranti della rete del brand in Italia) emerge che per l'83% la problematica dello spreco è un tema importante, su cui il 77% ritiene di poter contribuire attivamente. Purtroppo il 24% butta via del cibo ogni giorno, il 26% più di una volta alla settimana e il 50% una volta alla settimana. La soluzione della family bag è stata adottata solo dal 10% dei ristoranti, nonostante il 53% dei clienti la richieda, l'ottimizzazione della spesa è praticata dal 68% e la promozione di donazioni di pasti ai bisognosi dal 20%. In questo scenario. l'iniziativa Ristorante Solidale è stata positivamente accolta dai ristoranti, il 55% avrebbe piacere ad aderire anche per beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla nuova legge. Info su www.ristorantesolidale.it.


Verizon comprerà le attività core business di Yahoo!
entro giugno, ma con uno sconto di 350 milioni di dollari

L'affare messo in discussione dopo che Yahoo! era stato vittima di due mega attacchi di hacker si farà, ma il colosso delle telecomunicazioni statunitense pagherà solo 4,48 miliardi di dollari. Gli asset principali di Yahoo! lo rafforzeranno in ambito internet, dove già possiede Aol. Intanto, Verizon si sta creando l'house agency interna, primo chief creative officer sarà Andrew McKechnie, scippato ad Apple

22 febbraio 2017 - È stato ricontrattato tra Verizon Communications e Yahoo l'accordo dello scorso luglio per cui il gruppo fornitore di banda larga e di telecomunicazioni statunitense doveva acquisire per 4,83 miliardi di dollari gli asset principali di Yahoo! (vedi news dell'11 gennaio). L'affare si farà, ma la cifra sarà ridotta di 350 milioni di dollari. L'accordo era stato messo in discussione dopo che Yahoo! era stato vittima di due mega attacchi di hacker in settembre e a dicembre, che avevano coinvolto nel complesso 1,5 milioni di account. Secondo una nota congiunta, le due compagnie divideranno anche le passività future e costi legali delle violazioni.
 
Verizon quindi s
borserà ‘solo’ 4,48 miliardi di dollari per acquisire le attività core business di Yahoo!, ovvero i siti Yahoo Sport, Yahoo Notizie, Yahoo Finanza, il motore di ricerca, il servizio di email, Flickr, il social blog Tumblr, gli asset immobiliari, la piattaforma di advertising online. La chiusura dell'operazione è attesa nel secondo trimestre dell'anno. L'operatore telefonico si rafforzerà così ulteriormente nell'area internet, dove è già proprietario di Aol, acquistato per 4,4 miliardi di dollari nel giugno 2015. 
Andrew McKecnie
 
Intanto, Verizon sta rafforzando l'house agency interna di nuova creazionecon l'ingresso di Andrew McKechnie quale senior vice president e primo chief creative officer, portato via ad Apple, McKechnie, che aveva precedentemente lavorato in Bbdo, Jwt e Y&R, riporterà direttamente a Diego Scotti, chief marketing officer di Verizon, e lavorerà dalla base di New York. 


GE Italia in cerca di talenti scientifici femminili
con la campagna social ‘Women in Tech’

Una serie di video-interviste alle dipendenti di General Electric Italia, con background scientifico/ingegneristico, sono caricate ogni settimana su Periscope e condivise sul profilo Twitter, per ispirare giovani talentuose a seguirne l'esempio. Le vere star di oggi sono le donne scienziate, come Mildred Dresselhaus, a cui il gruppo digitale e industriale dedica uno spot televisivo. General Electric vuole arrivare a 20.000 donne assunte in ruoli scientifici e tecnologici entro il 2020

20 febbraio 2017 - Altro che modelle, cantanti o attrici. Le vere star sono le donne impegnate in campo tecnico-scientifico, le ‘Women in Tech’, a cui il gruppo digitale e industriale General Electric dedica una campagna social che punta ad avvicinare la popolazione femminile al mondo della tecnologia. Interviste a donne che hanno deciso di percorrere questa strada saranno caricate ogni settimana su Periscope e condivise sul profilo Twitter di GE Italia (Twitter @GE_Italia).

In GE Italia le dipendenti che lavorano in posizioni tecnico-ingegneristiche (digital technology, ebusiness, engineering technology e information technology) sono 350, ovvero il 14,7% sul totale di 2.389 impiegati negli stessi ruoli. In generale, invece, il numero complessivo di donne che lavorano in GE Italia è 1.785, il 15.5% sul totale dei dipendenti GE nel Paese, 11.506.

Proprio per cominciare a colmare il ‘technology gender gap’, nasce la campagna social ‘Women in Tech’, una serie di video-interviste dedicate alle donne di GE Italia con un background formativo di tipo scientifico/tecnologico (ingegneri, programmatori, matematici, fisici, etc), Nelle video interviste affrontano temi come l'importanza di una formazione scientifica nel mercato odierno e raccontano le proprie passioni e la crescita professionale all'interno di GE dal punto di vista tecnico e manageriale. Modelli a cui tante giovani di talento dovrebbero ispirarsi.

L'obiettivo dell'azienda è di arrivare a 20.000 donne assunte in ruoli scientifici e tecnologici entro il 2020 e di raggiungere la parità di genere in tutti i programmi tecnici di base. 

Un esempio forte è quello di Mildred Dresselhaus, scienziata statunitense ‘regina della scienza del carbonio’, professoressa emerita di fisica e ingegneria elettronica al MIT, insignita della National Medal of Science e del Premio Enrico Fermi, a cui è dedicato lo spot televisivo con cui GE risponde alla domanda ‘E se trattassimo le grandi scienziate come delle star?’. Il video immagina un mondo in cui le bambine ricevono bambole raffiguranti la ricercatrice e i genitori chiamano le figlie Millie in suo onore. 





Professionisti degli effetti visivi e dei contenuti
video e digitali in coworking da inEDI a Milano

Aperto per iniziativa di EDI Effetti Digitali Italiani un polo aggregativo tra operatori e artisti per favorire lo scambio di idee ed esperienze, organizzare eventi formativi, diventare un incubatore e un acceleratore per freelance e startup. A disposizione oltre 50 postazioni, sala cinema, teatro di posa, laboratori, bar-ristorante, area relax 

20 febbraio 2017 - Ha aperto a Milano inEDI, spazio di coworking verticale per professionisti degli effetti visivi, della computer grafica, della produzione e post-produzione di contenuti video e digitali. Il polo aggregativo è voluto da EDI Effetti Digitali Italiani, azienda attiva negli effetti visivi per il cinema e per la pubblicità, nella sua sede, in via Giovanni Battista Bertini 11, e costruito su 1.300 mq open space. Il valore aggiunto del modello di coworking consiste prima di tutto nelle sinergie con gli esperti di EDI. L’obiettivo di InEDi è di promuovere l’aggregazione tra operatori e artisti, favorire uno scambio di idee ed esperienze, organizzare eventi formativi, diventare un incubatore e un acceleratore per freelance e startup. 
 
Lo spazio di coworking offre oltre 50 postazioni suddivise in tre tipologie, differenziate da un diverso colore: l’arancione per le workstation dotate di hardware e software professionali; il blu per le scrivanie condivise dove lasciare i propri hardware e il verde per le scrivanie condivise su cui lavorare con il proprio laptop. Ci sono sale riunioni, una sala cinema-proiezioni da 25 posti, un teatro di posa, laboratori, un bar-ristorante interno, area relax e barber shop.
 
InEDI è alimentato al cento per cento da energia proveniente da fonti rinnovabili e le scrivanie sono realizzate con materiale riciclato. La cucina è rifornita con prodotti biologici a chilometro zero. 


Uber affida il media nei mercati chiave a Omd. Per l'Italia è conferma

Il servizio di trasporto automobilistico privato, che mette in collegamento passeggeri e autisti via app in 528 città nel mondo, ha scelto, dopo una gara, la centrale di Omnicom Media Group per la gestione del planning e del buying. In Italia Omd lavora per Uber già da due anni

17 febbraio 2017 - Uber, il servizio di trasporto automobilistico privato che mette in collegamento i passeggeri e gli autisti attraverso un'app, ha affidato a Omd (Omnicom Media Group) il media in diversi mercati chiave. Tra questi, l'Italia, per cui si tratta di una conferma: Omd infatti lavora per Uber già da due anni. 
 
L'assegnazione del media a Omd arriva a seguito di una gara. Oltre all'Italia, Omd viene incaricata in Uk, Francia, Russia, Polonia, Ucraina, Egitto, Arabia Saudita, Sud Africa, Nigeria, Kenia, Tanzania, Ghana, Uganda e Pakistan. 
 
Uber ha avviato il servizio sei anni fa a San Francisco. Contestatissimo dai tassisti e con varie vicissitudini (attualissima la contestazione da parte dei tassisti a Roma e a Milano), oggi Uber è presente in 528 città nel mondo. Un anno fa ha fatto rebranding, introducendo i colori per evidenziare la diversificazione e l'ampliamento dei servizi offerti (vedi news del 4 febbraio 2016), tipo corsa su berlina, corsa low cost su utilitaria, consegna di pacchi o di cibi, servizio per chi necessita di assistenza, etc. 


A un anno dall'uscita nelle sale i film prodotti da Rai Cinema
in anteprima su TimVision e con un passaggio su reti Rai

L'accordo strategico prevede che gli abbonati della piattaforma televisiva on demand di Tim possano vedere i 20 film del listino cinematografico di Rai Cinema/01 in esclusiva e che gli stessi titoli passino un mese dopo su Rai. Tim arricchisce così l'offerta cinematografica con contenuti premium, mentre Rai offre il grande cinema recente italiano in prima visione tv. Tra le due company allo studio ulteriori progetti congiunti

6 febbraio 2017 - Accordo strategico tra Tim e Rai per permettere agli abbonati di TIMvision, la piattaforma televisiva on demand di Tim, di vedere in anteprima assoluta i 20 film del listino cinematografico di Rai Cinema/01, proiettati nelle sale cinematografiche nel corso degli ultimi mesi. Si parte da ‘La corrispondenza’ di Giuseppe Tornatore e si arriva a ‘Mr. Felicità’ di Alessandro Siani passando per titoli come ‘Veloce come il vento' di Matteo Rovere, 'La pazza gioia’ di Paolo Virzì, ‘L'estate addosso’ di Gabriele Muccino. 
 
A un anno dall'uscita nelle sale i film saranno disponibili in esclusiva on-demand per 24 mesi su TIMvision. Gli stessi titoli avranno un passaggio sulle reti Rai a partire dal trentesimo giorno dalla messa online su TIMvision. Tim arricchisce così l'offerta cinematografica con nuovi contenuti premium mentre Rai, in coerenza con la missione di servizio pubblico, offrirà a tutti gli italiani un importante catalogo di grandi film in prima visione televisiva, a solo un anno dall'uscita al cinema.
 
L'accordo – spiega una nota - ribadisce la rilevanza industriale per le due società della distribuzione di contenuti premium attraverso le nuove tecnologie e l'impegno nella valorizzazione del grande cinema italiano. L'iniziativa rafforza le sinergie già in essere, grazie a cui l'abbonamento TIMvision propone in catalogo
Flavio Cattaneo
prodotti a marchio Rai: una programmazione di oltre 200 film, più di 500 ore di fiction e programmi tv e l'offerta televisiva degli ultimi 7 giorni delle principali reti free to air. 
 
“Siamo molto orgogliosi di questo importante accordo con Rai – ha dichiara
Antonio Campo Dall'Orto
to Flavio Cattaneo, a.d. di Tim - L'iniziativa conferma la nostra strategia, volta ad accelerare il ‘quadruple play’. Con Rai stiamo inoltre lavorando per dar vita ad ulteriori progetti congiunti al fine di realizzare opere audiovisive, film e fiction”. Aggiunge Antonio Campo Dall'Orto, direttore generale della Rai: “Questo accordo segna un passo ulteriore nella strategia di Rai a sostegno al sistema cinematografico italiano. Potremo proporre un'importante serie di film di recentissima uscita nelle sale al nostro pubblico: contenuti e tempi di fruizione che ieri erano premium ora sono per tutti gli abbonati Rai. Un risultato ottenuto anche attraverso la strategia comune con Tim, nell'ottica di una media company di servizio pubblico che non si considera competitor ma ‘volano’ dell'industria produttiva italiana”. 


Google supera Apple ed è il brand di maggior valore al mondo.
Primo italiano è Eni, 122° tra i top 500 indicati da Brand Finance

Secondo la classifica annuale  'Global 500', grazie alla crescita degli introiti pubblicitari Google ha scalzato Apple, che ha perso il 27% del valore per via della concorrenza dei marchi cinesi. Seguono Amazon, AT&T, Microsoft, Samsung, Verizon, Walmart e Facebook che sale al 9° dal 17° posto dell'edizione precedente. I marchi italiani in classifica sono nove, escono Fiat e Unicredit

2 febbraio 2017 - Alphabeth-Google vale 109,5 miliardi di dollari, è il brand che produce il maggiore fatturato al mondo e va a guidare la classifica annuale 'Global 500' stilata della società di consulenza Brand Finance per il 2017. Google si è ripigliato il primato che era di Apple dal 2011. Oltre a ordinare i brand per valore monetario, Global 500 individua anche i marchi più forti, quelli che permettono all'impresa di avere maggior valore: il più forte è Lego che ha scalzato Disney, il più forte nell'edizione 2016 del report. 
 
Il valore di Google è aumentato nel 2016 del 24%, mentre quello di Apple è diminuito del 27% riducendosi a quota 107,1 miliardi di dollari. Grazie alla leadership mondiale nel search, i ricavi pubblicitari di Google sono aumentati del 20% nel 2016 e in questo sta la sua forza. Apple invece ha subito l'aggressività dei nuovi marchi cinesi come Hawuei. 
 
Dietro a Google e a Apple, si trova stabile Amazon, il cui valore nell'ultimo anno è cresciuto del 53%. Seguono AT&T (due posizioni sopra rispetto alla edizione 2016), Microsoft (una sotto), Samsung, Verizon (due posizioni sotto),  Walmart stabile all'ottavo posto, Facebook (new entry nella top ten dal 17° posto) e ICBC.
 
Tra i marchi italiani, il primo in classifica è Eni (salito al 122° dal 137°) con un valore di 11,2 miliardi di dollari e una crescita del 26%. Poi ci sono  Enel (203°), Gucci (219°), Telecom Italia (239°), Ferrari (258°), Gruppo Generali (301°), Intesa Sanpaolo Gruppo (371°), Poste (423°) e Prada (463°). Sono usciti dalla classifica rispetto alla scorsa edizione Fiat e Unicredit.
Per saperne di più..>>



Un centro di ricarica a impatto zero a Milano per BikeMi,
mezzo di trasporto e di comunicazione gestito da Clear Channel

È stato inaugurato il nuovo Charging Centre per le biciclette elettriche a pedalata assistita del sistema di bike sharing, grazie al Comune, all'Atm e al gestore Clear Channel, che molto ha puntato nell'ultimo anno sul mezzo come strumento di comunicazione. Le batterie delle e-bike si ricaricano a energia solare, grazie all'impianto fotovoltaico installato sullo stabile

2 febbraio 2017 - È operativo a Milano il nuovo Centro di ricarica delle biciclette elettriche a pedalata assistita di BikeMi, il sistema di bike sharing di cui Clear Channel, media company specializzata nel settore out-of-home, è gestore dal 2008. La location è in via privata Giovanni Calvino al 6, un numero nuovo, appositamente creato per BikeMi. 
 
Nel nuovo Charging Centre le batterie delle bici elettriche si ricaricano attraverso l'energia solare, quindi a impatto zero per l'ambiente, grazie a un impianto fotovoltaico installato sullo stabile, realizzato anche con un contributo di Atm di 165.000 euro. Tecnicamente l'operazione avviene tramite il meccanismo dello ‘scambio sul posto’ (SSP) che permette ai produttori di energia
da fonti rinnovabili, come il fotovoltaico, di utilizzare la rete nazionale come magazzino virtuale per l'energia prodotta e non immediatamente consumata, per riutilizzarla in un secondo momento. Le bici a pedalata assistita del bike sharing di Milano “non vedono mai” una spina di corrente.
 
La nuova sede di BikeMi ha anche altre funzioni nella gestione del servizio: i locali sono attrezzati per il ricovero, la riparazione e la pulizia delle bici, sia tradizionali che elettriche. La Sala operativa ospita gli uffici del Centro di Controllo e l'area esterna è destinata ad accogliere i furgoni BikeMi che permettono lo smistamento dei mezzi tra le stazioni. 
 
Per Clear Channel, il bike sha
ring è anche un efficace mezzo di comunicazione, su cui ha puntato molto nell'ultimo anno. “Quando parliamo di BikeMi – spiega Paolo Dosi, amministratore delegato di Clear Channel Italia - possiamo declinare il suo valore sotto una duplice veste: un medium come mezzo di trasporto e un medium come strumento pubblicitario. Queste due caratterizzazioni del BikeMi vanno di pari passo e l'una amplifica il valore dell'altra. Il bike sharing si presenta al mercato come un mezzo particolarmente ricco di opportunità sinergiche di comunicazione”. Nell'ultimo anno Clear Channel ha coinvolto clienti come Coca Cola, Ferrero, Walt Disney, Lavazza, Fineco, Banca Intesa, Audi, Samsung, Toyota, Wind, Vodafone, Mondo Convenienza, Original Marines, La Venaria Reale, Unicef, Pizzardi Editore, Triennale Design Museum, MoMo, LILT, San Carlo, Foodora, Beck's, Daikin. 


Tim racconta i suoi grandi numeri e presenta
a Sanremo l'evoluzione della campagna ‘È bello avere tutto’

In un messaggio semplice, pianificato su quotidiani, Tim annuncia di aver coperto il 60% dell'Italia con la fibra ottica, raggiungendo oltre 14 milioni di abitazioni in più di 1670 comuni. Intanto, si prepara a essere sponsor unico al Festival di Sanremo, dove saranno on air i nuovi soggetti della campagna promozionale ispirata alla dance e alla musica neswing. La creatività è di Havas Milan

1 febbraio 2017 - Tim ha ormai coperto il 60% dell'Italia con la fibra ottica, raggiungendo oltre 14 milioni di abitazioni in più di 1670 comuni. E annuncia questi grandi numeri nella nuova campagna istituzionale pianificata su grandi quotidiani. È un messaggio semplice, che racconta di obiettivi concreti e che ribadisce il ruolo di Tim che, con oltre 40 milioni di linee fisse e mobili, si definisce azienda leader nelle connessioni a banda ultra larga, abilitatore dell'Italia alle tecnologie più innovative. Tim accompagna il Paese verso la piena digitalizzazione grazie alla realizzazione delle infrastrutture di rete ultrabroadband e alla diffusione dei servizi di ultima generazione.
 
La creatività della nuova campagna è stata realizzata da Havas Milan, la stessa agenzia che ha firmato il video del nuovo format promozionale con claim ‘È bello avere tutto’, che sta facendo impazzire tutti grazie al tormentone musicale di genere neoswing sulle note di All Night di Parov Stelar e alla performance del ballerino tedesco Just Some Motion, star del web con milioni di visualizzazioni all'attivo (vedi news del 9 gennaio). La produzione è stata curata per la prima volta da una società di produzione televisiva, la Nonpanic del gruppo Banijay Zodiak. La campagna proseguirà al Festival di Sanremo, di cui Tim è sponsor unico, con nuovi soggetti, anch'essi di grande impatto musicale e dance. 


Fastweb chiude con Usain Bolt e mette
al centro le persone e le loro emozioni

Il nuovo format di comunicazione, ideato dall'agenzia di riferimento Take, promette oggi e in futuro la miglior connessione per continuare a condividere i momenti più emozionanti della vita, da qualsiasi luogo e con qualsiasi device. Con pianificazione di Vizeum, la campagna è in tv, radio e internet

30 gennaio 2017 - Fastweb cambia format di comunicazione, chiudendo il periodo in cui ha avuto come testimonial l'uomo più veloce del mondo, Usain Bolt, a rappresentare la velocità della connessione. Il nuovo spot istituzionale mette al centro le persone che, grazie all’innovazione e alla tecnologia dell'operatore del gruppo Swisscom, oggi e in futuro possono connettersi da qualsiasi luogo e con qualsiasi device, e condividere emozioni e momenti.  “Come sarà il domani?” Nel futuro le emozioni continueranno a essere sempre le stesse così come Fastweb continuerà a connettere le persone, da fisso e in mobilità, e a rendere possibile la condivisione degli attimi più emozionanti della vita. Claim: “Qualunque connessione avrai domani sarà probabilmente la nostra”. 
 
Fastweb ribadisce così il posizionamento di azienda primaria nelle connessioni a banda ultra larga in fibra ottica, che offre le migliori soluzioni tecnologiche ai clienti: collegamenti veloci ultra broadband, con oltre 7,5 milioni di famiglie e imprese oggi raggiunte dalla fibra, che diventeranno 13 milioni entro il 2020; la community Wow Fi e il servizio mobile di ultima generazione con tecnologia 4G e 4G Plus. In attesa della rete 5G Ready, per la quale Fastweb ha avviato gli sviluppi per potere, in futuro, offrire connettività e servizi
Luca Pacitto
5G basati su propria infrastruttura.
 
“Con questo nuovo format – ha detto Luca Pacitto, head of brand marketing & communication di Fastweb - vogliamo per un attimo immaginare un domani in cui le persone potranno vivere intensamente tutte le emozioni, sapendo di poter sempre contare su Fastweb e sulla sua capacità di innovare. Il nostro obiettivo è offrire ai nostri clienti, oggi e in futuro, la migliore connessione ovunque si trovino”.
 
La creatività è dell'agenzia di riferimento Take, la produzione dello spot è di Brw Filmland e la regia dei Sämen. Con pianificazione curata da Vizeum, la campagna è in tv, su Rai, Mediaset e La7, sui canali satellitari di Sky, sui canali del digitale terrestre, in radio e su internet con attività di video, display e keywords. 











Il futuro del business di QVC Italia
nell'integrazione tra mondo tv e digitale

Arrivata in Italia sei anni fa, la piattaforma multimediale di shopping intende integrare sempre più i diversi canali per interagire col pubblico. Intanto cresce a doppia cifra, punta sullo storytelling dei prodotti proposti e sostiene talenti, idee e progetti sociali. Premiati i due videomaker del contest ‘La ricerca del quotidiano’ indetto insieme a Fondazione Umberto Veronesi, Casta Diva Pictures e Zooppa

26 gennaio 2017 - Sono i due vincitori del concorso ‘La ricerca nel quotidiano’ ideato da QVC Italia, piattaforma multimediale di shopping, in collaborazione con Fondazione Umberto Veronesi col progetto Pink is Good (a sostegno della ricerca e della prevenzione del tumore al seno), la casa di produzione e di realizzazione di branded content Casta Diva Pictures e la community creativa di contenuti user-generated Zooppa. 
 
Lanciato a ottobre, il contest ha visto la partecipazione di 57 videomaker tra i venti e i quarant'anni, che si sono misurati sul tema della ricerca intesa come un viaggio alla scoperta di qualcosa che possa portare un cambiamento (vedi news del 13
settembre)
.
 
Il primo premio è andato al cortometraggio ‘Il nostro piccolo segreto’ di Fra
nco Montanaro che racconta il rapporto tra una figlia e una madre affetta da Alzheimer. Il regista si è aggiudicato un internship di un mese presso la sede di Casta Diva Pictures di Cape Town in Sud Africa e una borsa di studio di cinquemila euro.
Il secondo premio è andato al corto ‘Maria’, storia di una maternità a lungo desiderata, di Francesco Afro De Falco, classe 1983, che si è aggiudicato un internship di un mese in Casta Diva Pictures di Milano e avrà a disposizione un budget di produzione di 15.000 euro per girare un corto sulla vita di un ricercatore di Fondazione Veronesi.  

I due corti, insieme ai più interessanti usciti dal contest, saranno in onda a partire da fine febbraio su QVC Italia, al canale 32 del dtt, durante il programma ‘La Notte più Corta’, nuovo format in dieci puntate tematiche di mezz'ora. Concorso e programma si legano rispettivamente a due aspetti caratterizzanti del posizionamento di QVC: mettere al centro lo storytelling per raccontare i prodotti facendo vivere nuove storie durante lo shopping e promuovere talenti, idee e progetti sociali.
 
QVC Italia propone in vendita via tv al canale 32 del dtt e via internet (pc, mobile, app, social) brand di gioielleria, moda, bellezza, casa, elettronica, costruendo intorno ai prodotti dei momenti di racconto e intrattenimento, con programmi originali e tutorial. Nato in Usa trent'anni fa, il network oggi è presente, oltre che in Italia, anche in Uk, Germania, Giappone, Francia e Cina, con oltre 14 milioni di clienti, per un fatturato globale di 8.7 miliard
Paolo Penati
i di dollari. 
 
In Italia, dove è amministratore delegato dal 2015 Paolo Penati, il network è arrivato 6 anni fa, ha investito cento milioni di euro (ha cinque studi televisivi a Brugherio) e da allora ha continuato una crescita a doppia cifra che l'ha portato nel 2015 a un fatturato di 107 milioni, cresciuto ulteriormente nel 2016. “La sfida oggi – spiega Penati – di integrare sempre più il digitale con il mondo televisivo, utilizzare la convergenza per arrivare a un rapporto sempre più interattivo col consumatore”. Le iniziative di comunicazione passano attraverso il sito con l'e-commerce, la pagina Facebook, Facebook live, eventi, media partnership, ma anche pagine pubblicitarie su testate femminili e di lifestyle con creatività interna. E con iniziative quali il contest.








Lancio di Open Fiber, rete di fibra ottica
pura al 100%, con campagna di Saatchi Roma

Per l'operatore del gruppo Enel che porta la banda larga ultraveloce direttamente in case e imprese, la sede romana dell'agenzia ha ideato una campagna su stampa, affissione, web con visual un cavallo che prende forma dai fasci di fibra ottica, suggerendo un'idea di potenza, purezza e velocità. Previsto anche un radiospot

24 gennaio 2017 - La sede romana di Saatchi & Saatchi è stata incaricata di curare la comunicazione per il lancio di Open Fiber, società del gruppo Enel che, attraverso un'infrastruttura di rete in fibra ottica, porta la banda larga ultraveloce direttamente nelle case degli italiani. Il servizio è attivo per ora in una serie di città campione. 
 
La campagna di lancio parte domani su stampa, affissione, web e radio. Il visual mostra un cavallo che prende forma dai fasci di fibra ottica, suggerendo un'idea di potenza, purezza e velocità: ciò che Open Fiber offrirà ai cittadini e alle imprese italiane. Lo scatto 3d è stato realizzato dai fotografi brasiliani Platinum.
 
Nel comunicato radio, prodotto da Catsound, una voce, che sembra provenire da un mondo futuristico, racconta quante cose accadono oggi in soli 30”: in un presente che va sempre più veloce, anche la connessione delle nostre case deve essere all'altezza. Il media è a cura di Mindshare Italia.


Wind Tre rinnova il brand 3 e lancia
la campagna ‘the future you want’

È dedicata a 3 la prima branding campaign lanciata dalla nuova realtà nazionale della telefonia, frutto di fusione. Ideato da Ogilvy & Mather e pianificato in tv, web e cinema, il video racconta i valori di tecnologia, trasparenza e fiducia che caratterizzano il nuovo posizionamento del brand, riassunto nel nuovo pay off

23 genn
aio 2017
- Al via la prima branding campaign lanciata da Wind Tre, la nuova realtà nazionale nella telefonia frutto delle fusione dei due brand (vedi news del 9 gennaio). Il filmato, dedicato al marchio 3, è centrato sul nuovo pay-off 'the future you want' e racconta i valori di tecnologia, trasparenza e fiducia che caratterizzano il posizionamento di 3. 
 
“Vogliamo essere il brand che i clienti, vecchi e nuovi, apprezzano per la trasparenza delle offerte e della nostra comunica
Michiel Van Eldik
zione – spiega Michiel Van Eldik, consumer & digital director di Wind Tre -. Ma anche per la fiducia che continueremo a generare, per il nostro modo di interagire con loro e per il fatto di continuare a essere leader tecnologico e innovatore nella vita delle persone. Il rinnovo del marchio sarà un viaggio sostenuto da molti ‘proof points’ per diventare la scelta del cliente nel mondo digitale di cui il brand fa parte”.
 
Il film ideato da Ogilvy&Mather, e pianificato in tv, web e cinema, ha per protagonista una bambina che immagina e descrive la fratello delle invenzioni per rivoluzionare la vita di tutti i giorni: vorrebbe la ‘TeleTrasPorta’ per essere immediatamente nei luoghi desiderati, una stampante per imprimere i sogni e scattare foto col battito delle ciglia. Vorrebbe anche un tappeto volante per andare a scuola. Il giorno dopo, quando esce di casa con la famiglia, la strada le offre uno scenario futuristico e lei, lanciando uno sguardo complice al fratello, capisce che i sogni possono diventare realtà.  
 
La produzione è di Mercurio Cinematografica con regia di Giuseppe Capotondi. La colonna sonora è il brano ‘VCR’ dei The XX, gruppo musicale indie rock britannico.





Patrick Dempsey prende il testimone
da Bruce Willis come volto di Vodafone

Vodafone ha inaugurato un nuovo format di comunicazione in cui promette di migliorare la vita dei clienti attraverso prodotti e servizi e in cui l'ex dottor Sheperd di ‘Grey's Anatomy’ compare in modo ironico come elemento di imprevedibilità. Firma Team Red

9 gennaio 2017 - Patrick Dempsey, l'ex dottor Sheperd (alias Stranamore) della serie tv ‘Grey's Anatomy’, prende il testimone da Bruce Willis come volto delle campagne di Vodafone nel 2017. Il gruppo di telecomunicazioni ha dato il via al nuovo format che mette al centro i clienti, a cui promette di migliorare la vita attraverso prodotti e servizi. Claim: “Migliore la Rete, migliore la vita”. 

Dempsey compare in modo ironico nei vari episodi a rappresentare l'elemento di imprevedibilità su cui Vodafone “non garantisce”. Il primo episodio, in onda dal 2 gennaio, vede Dempsey fare comparsa a sorpresa in una famiglia catalizzando l'attenzione generale e rovinando l'autocelebrazione del padre per aver sottoscritto il nuovo abbonamento IperFibra, con cui si può navigare in ogni angolo della casa, scaricare un film Hd in 16 secondi e con cui nessuno litiga più per il Wi-Fi. 

La campagna è stata realizzata in diversi formati per tv e web da Team Red, la struttura di Wpp responsabile del coordinamento e dell'indirizzo strategico per tutte le agenzie del gruppo. La produzione è di Buddy Film con regia dell'americano Aaron Stoller. La colonna sonora è il brano inedito ‘Per incontrarti ancora’ della boyband spagnola Gemeliers. Il media è a cura di MEC.





Inizia la sfida di mercato di Wind Tre.
Investirà 7 miliardi in infrastrutture digitali

È operativo da fine anno il nuovo operatore integrato fisso-mobile, frutto della fusione di H3G e Wind, guidato da Maximo Ibarra. Fornirà servizi innovativi e una maggiore velocità di rete in linea con la crescente domanda di connettività

9 genna
Maximo Ibarra
io 2017
- “Comincia una grande sfida di mercato, un'importante fase di sviluppo per l'economia digitale nel nostro Paese”: lo ha detto il ceo Maximo Ibarra dichiarando operativa dal 31 dicembre sul mercato italiano delle telecomunicazioni Wind Tre, frutto della fusione di H3G spa e Wind Telecomunicazioni e controllata dalla joint-venture paritetica creata da CK Hutchison e VimpelCom (vedi news dell'8 novembre 2016). Nella telefonia mobile è la maggior realtà nazionale con oltre 31 milioni di clienti, oltre a contarne 2,7 nel fisso.
 
Wind Tre realizzerà importanti efficienze e investirà, nei prossimi anni, 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali. Fornirà servizi innovativi e una maggiore velocità di rete in linea con la crescente domanda di connettività e con le aspettative di consumo di famiglie e imprese. L'azienda si posizionerà sul mercato come un operatore integrato fisso-mobile e player nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all'accordo con Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia. 

Come già annunciato (vedi news del 15 novembre 2016), Ibarra sarà affiancato da una squadra di manager formata da Dina Ravera (Merger Integration Officer), Stefano Invernizzi (Finance, Control & Procurement), Benoit Hanssen (Technology), Paolo Nanni (Business & Wholesale), Luciano Sale (Human Resources), Mark Shalaby (Legal, Compliance & Regulatory), Michiel Van Eldik (Consumer & Digital) e Massimo Angelini (PR Internal & External Communication). 


Tim affida il media ad Havas Media Group
e inaugura un nuovo format di comunicazione

La centrale media controllata da Vivendi haprevalso su Maxus e Omnicom Media Group nella gara indetta dal gruppo di telecomunicazioni. La notizia ha avuto eco anche sulla stampa internazionale. Intanto Havas Milan che cura la creatività ha lanciato il nuovo format di comunicazione basato sul ballo

9 gennaio 2017 - E' uscita anche sulla stampa internazionale la notizia che il budget media di Tim è stato assegnato ad Havas Media Group, a seguito della gara indetta a settembre a cui hanno preso parte anche Maxus (l'uscente) e Omnicom Media Group. Ne ha scritto tra gli altri anche il Financial Times, dato che Tim appartiene per il 23.15% al gruppo Vivendi di cui è ceo Vincent Bolloré e che anche Havas Media Group è controllata da Vivendi e ne è ceo il figlio Yannick Bolloré.
 
Il budget di comunicazione stimato in 75 milioni per il 2016 dovrebbe essere incrementato nel 2017 per far fronte alle nuove sfide di mercato (vedi Wind Tre). Sarà gestito dagli uffici romani della centrale media guidata in Italia da Stefano Spadini. 
 
L'incarico per il media raggiunge nel gruppo di comunicazione quello della creatività che è in carico all'agenzia Havas Milan, che ha lanciato un nuovo format sotto Natale, basato sul ballo. Con claim ‘È bello avere tutto’, lo spot da 60” mostra una sequenza di persone che danzano insieme a Just Some Motion, ballerino tedesco star del web, sulle note del neoswing di ‘All Night’ di Parov Stelar. Just Some Motion fa ballare il popolo di Tim, felice per l'offerta convergente unica di connettività, ultrabroadband fisso e mobile, cinema, calcio, cartoni, serie tv, soluzioni innovative per le imprese, servizi all'avanguardia e cloud. Il video è prodotto da Nonpanic con regia di Matthaus Bussman. La campagna è declinata su stampa, affissioni, web, btl. Dal 15 gennaio parte in tv la pianificazione dedicata alle offerte commerciali di Tim.





Al via in Italia la Vodafone Tv, tra i partner anche Chili e Netflix

In partnership coi principali player, il servizio offre ai clienti Fibra Vodafone, per 10 euro ogni 4 settimane, contenuti di intrattenimento di Now tv, Discovery Italia, De Agostini Editore, Viacom Italia e un catalogo on demand con show, documentari, contenuti per bambini e 30 nuovi film ogni mese. I sottoscrittori avranno anche 8 film di Chili al mese e sei mesi di Netflix Standard inclusi. Disponibili la funzione ‘cerca’ e la messa in pausa di un programma in diretta per farlo ripartire dall'inizio. Il servizio è fruibile anche su smartphone e tablet tramite app

20 dicembre 2016 - Arriva in Italia Vodafone Tv, servizio di intrattenimento televisivo tramite un'unica piattaforma integrata e personalizzabile, che offre, grazie alle partnership siglate con i player del settore, Now tv, la internet tv di Sky (vedi news del 19 dicembre) e i contenuti di Discovery Italia, di De Agostini Editore, dei brand di Viacom Italia, di Chili, di Netflix.
I clienti di Vodafone Tv potranno così vedere, oltre ai canali tradizionali del digitale terrestre, gli show di Sky Uno (da X Factor a MasterChef), le serie di Fox Life, i contenuti di Mtv, Disney Channel, Disney Junior, Nick Jr., Sky Tg 24, Sky Sport 24, Fox Animation, History Channel, Nat Geo Wild, Eurosport 1 ed Eurosport 2. Per i c
anali Nove, Real Time, DMax, Giallo, Focus, K2 e Frisbee di Discovery Italia e per il canale Super! di De Agostini Editore, potranno rivedere i programmi della settimana precedente e registrare i contenuti preferiti.
 
Vodafone Tv offre un catalogo on demand con show, documentari, contenuti per bambini e più di 30 nuovi film ogni mese. Ogni mese i clienti avranno inclusi 8 film di Chili, di cui 2 prime visioni. Avranno anche 6 mesi di Netflix Standard inclusi, per vedere le ultime serie originali, grandi film italiani e internazionali, show televisivi, documentari,  commedie, titoli per bambini, tutti in HD. Per i contenuti Netflix in Ultra HD 4K, si può sottoscrivere l'opzione attraverso il Vodafone TV Box.

I clienti dei servizi in Fibra Vodafone, disponibili in oltre 400 città italiane (10,3 milioni di famiglie e imprese raggiunte), possono richiedere la Vodafone Tv in anteprima in 33 negozi selezionati, al costo di 10 euro ogni 4 s
ettimane. Saranno poi disponibili promozioni sui pacchetti Now Tv, Cinema, Serie e Sport che potranno essere acquistati in flessibilità su base mensile. 

Tra le funzionalità avanzate disponibili, ci sono la possibilità di mettere in pausa la diretta di un programma su tutti i canali lineari e far ripartire il programma dall'inizio e la funzione ‘cerca’ per cercare un programma, un film o una serie tv di interesse I contenuti sono anche fruibili su smartphone e tablet con la Vodafone Tv App. 


Il brand Italia sesto per reputazione nel mondo

Nella classifica Nation Brands Index 2016, realizzata da GfK e Simon Anholt in 50 Nazioni, il nostro Paese sorpassa il Giappone ed è primo quanto al parametro Turismo e terzo quanto a Cultura e Persone. In generale, si evidenzia un peggioramento della reputazione dei Paesi che occupano i primi posti in classifica. Hanno registrato il trend più negativo Uk e Stati Uniti, seguiti da Germania, Giappone e Francia

14 dicembre 2016 - Pur in trend leggermente negativo (-0.54 punti), l'Italia sorpassa il Giappone e si colloca al sesto posto nella classifica della reputazione delle nazioni, secondo l'Anholt-GfK Nation Brands Index 2016. L'indagine internazionale, realizzata attraverso 20.000 interviste online a persone con più di 18 anni, misura la reputazione di 50 nazioni, assegnando un voto rispetto a sei parametri: Esportazioni (reputazione dei prodotti realizzati in quel Paese), Governo (affidabilità e trasparenza delle istituzioni), Cultura (patrimonio storico-artistico e capacità di innovazione), Persone (livello di simpatia e attrattività), Turismo (capacità di attrarre investimenti e immigrazione).  

L'Italia da settima nel 2015 diventa sesta nel 2016, perché, in un anno negativo per la reputazione di tutti i Paesi più importanti, ha perso meno terreno rispetto ad altri. Il parametro più apprezzato è il Turismo, per cui l'Italia risulta al primo posto a livello internazionale. Particolarmente positiva anche la reputazione di cui godono Cultura e Persone, parametri per cui ci classifichiamo al terzo posto. Il Made in Italy continua a piacere, infatti il nostro Paese si colloca al 9° posto nella classifica delle Esportazioni, ma anche (meno scontato) in quella relativa alla capacità di att
rarre Investimenti e Immigrazione. Il parametro più negativo è quello legato al Governo, per cui l'Italia è solo 16esima. 

In generale, i risultati dell'indagine mostrano un peggioramento della reputazione per tutti i paesi che occupano i primi posti nella classifica del Nation Brands Index, un indice che fino al 2015 era rimasto sostanzialmente stabile. Nel corso del 2016, i Paesi che hanno registrato il trend più negativo sono stati Uk e Stati Uniti, seguiti da Germania, Giappone e Francia. Per il momento, comunque, le variazioni del Nation Brands Index non hanno portato a cambiamenti nelle prime tre posizioni della classifica, anche se il primato degli Stati Uniti è ora seriamente minacciato dalla Germania. Rispetto al 2015 la Francia perde una posizione a favore del Canada. 

Simon Anholt, consulente politico indipendente e ideatore dello studio, ha commentatoi: “Di solito, la percezione globale dei singoli paesi è incredibilmente stabile, ma i risultati di quest'anno ci mostrano come i cambiamenti siano sempre possibili. In termini di reputazione, la percezione di un paese è molto più importante dei risultati economici, e questo emerge chiaramente dalla classifica 2016. A soffrire maggiormente gli effetti di un anno caratterizzato da conflitti internazionali ed emergenze umanitarie sono stati soprattutto i paesi che vengono percepiti come leader mondiali”. Aggiunge Vadim Volos, senior vice president Public Affairs & Consulting di GfK: “Il modo in cui un Paese viene percepito è la somma di opinioni consolidate e fattori a breve termine. È sicuramente possibile migliorare la reputazione di un Paese, promuovendone gli asset, ma i cambiamenti radicali richiedono tempo. Il nostro studio consente di individuare i punti di forza e di debolezza di ciascuna nazione, in termini di reputazione attuale e potenziale, aiutando a costruire un brand-paese forte“. 


Tim e Vivendi lanciano Studio+, serie adrenaliniche
da 10 episodi di 10' in formato smartphone, da fruire su mobile

L'applicazione permette la visione di serie di cortometraggi originali ed emozionanti, prodotti in formati realizzati per device mobile, pensati per catturare l'attenzione dei millennials ma non solo. Sul progetto #10x10 Vivendi investe 70 milioni in due anni. Per il primo anno in Italia, vengono proposte 15 serie complete di diverso genere, col lancio ogni settimana di una nuova. La campagna a supporto rientra nello spot natalizio per l'offerta ’Supergiga 10 e Lode’ di Tim, a firma di Havas Milan. Coinvolti anche i social

29 novembre 2016 - Tim e Vivendi lanciano in Italia il servizio Studio+, applicazione per la visione di contenuti prodotti e sceneggiati per lo smartphone. La proposta #10x10 caratterizza serie di 10 episodi brevi della durata di circa 10 minuti, originali ed emozionanti, prodotte in formati realizzati ad hoc per lo smartphone, ovvero con inquadrature strette e sceneggiature dinamiche, adatte all'esperienza in mobilità, visibili sia in streaming che in download. 
 
L'esordio in Italia prevede l'offerta per il primo anno di 15 stagioni complete di diverso genere, dall'azione alla fantascienza, dal romanticismo al dramma, dall'avventura all'horror per un totale di oltre 200 video. Ogni settimana è previsto il lancio di una nuova serie/stagione che andrà ad arricchire il catalogo disponibile in cinque diverse lingue - inglese, spagnolo, portoghese, francese e italiano - a cui si aggiungeranno tedesco, russo e cinese e altre ancora. 
 
Tra i titoli già disponibili in Italia, c'è il thriller danese Kill Skills in cui un killer a pagamento francese se la deve vedere col mancato suocero esponente della mafia israeliana determinato alla vendetta, dopo la morte della figlia per overdose. Tra i futuri titoli c'è Deep, co-produzione franco-italiana in cui la skipper Sofia diventa esperta di immersioni
per ‘ritrovarsi’ col fratello gemello sommozzatore, morto durante un'immersione in apnea. Storie emotive e adrenaliche, come è stato detto alla presentazione a Milano, tali da creare ‘dipendenza’: non si può non passare alla successiva.
 
Il target a cui si rivolge Studio+ sono i millennials, che anche sul divano di casa guardano lo smartphone al posto della tv, ma non solo: la fascia di età va dai 16 ai 45 anni. L'idea della fruizione si può riassumere in: ‘una coda, un'attesa, una puntata’. “Vivendi e Tim – ha dichiarato Dominique Delport, presidente di Vivendi Content - condividono la visione che contenuti originali e un format innovatore risponderanno alle aspettative di una clientela sempre più alla ricerca di nuovi servizi e di nuove esperienze. Data la scarsità di contenuti pensati appositamente per lo smartphone, abbiamo la grande opportunità di avvicinare e affascinare gli appassionati di serie brevi”.

Vivendi investe sulla produzione 35 milioni quest'anno e altri 35 il prossimo e Tim ha acquistato il prodotto per distribuirlo su Tim Vision, nell'ottica di un sempre maggior orientamento ai servizi in partnership con fornitori di contenuti, come già fa con Sky, Premium e Netflix. “Siamo fortemente convinti - dice Daniela Biscarini, responsabile multimedia entertainment & consumer digital services di Tim - che lo sviluppo di servizi innovativi per l'entertainment sia uno dei principali driver del nostro business. Ci stiamo aprendo a nuovi linguaggi creativi, disponibili sulla rete mobile attraverso le migliori tecnologie”.
 
L'offerta Studio+ è proposta ai clienti Tim a 3,99 euro al mese con il primo mese gratuito (anziché a 4,99 euro), oppure a 1,49 euro a settimana con la prima settimana gratuita (anziché a 1,80). È inoltre possibile la modalità ‘offline' per vedere in qualsiasi momento gli episodi su tablet e smartphone, dopo aver effettuato il download. Inoltre Tim propone la possibilità di vedere gratuitamente per due mesi i contenuti di Studio+ con l'offerta ‘Supergiga 10 e lode': primi due mesi a 9,99 euro con  5GB per navigare tutto il giorno e 5GB  dalla mezzanotte alle 8 del mattino. 
 
Proprio per il lancio di 'Supergiga 10 e Lode' Tim manderà on air dal 4 dicembre uno spot che presenta anche l’offerta Studio+. La creatività di stampo natalizio è di Havas Milan, la  produzione di  The Family e il media di Maxus. Claim: “Dieci minuti non ti porteranno mai così lontano”. ‘Supergiga 10 e Lode’ sarà anche presente con una pianificazione video sul web dal 5 dicembre. 
 
Il lancio di Studio+ è stato anticipato da una campagna teaser sul web. Ieri i profili Twitter di Tim (@Tim_Official e @TIMNewsroom) hanno seguito live l'evento di presentazione con gli hashtag #StudioPlus #10x10. Nei prossimi giorni e fino al 22 dicembre sui canali social di Tim è prevista una campagna di comunicazione dedicata all'app e al nuovo servizio.








Un manifesto per accelerare la crescita delle startup,
le 7 associazioni di settore chiedono interventi normativi

Aifi, Apsti, Endeavor, Iban, Italia Startup, PniCube, Roma Startup formulano proposte di intervento per completare e migliorare la normativa sulle startup. Talenti, capitali, semplificazioni ed exit sono le quattro aree oggetto di proposte

28 novembre 2016 - Si presentano per la prima volta insieme le sette associazioni che rappresentano le differenti anime della filiera del sostegno e del finanziamento alle startup: Aifi, Apsti, Endeavor, Iban, Italia Startup, PniCube, Roma Startup. Si sono coordinate per promuovere un manifesto unitario con proposte concrete per l'adozione di strumenti utili a favorire l'innovazione e la capacità di attrarre talenti e capitali, per recuperare il gap nello sviluppo d'imprese, nella creazione di posti di lavoro qualificati e nella creazione di valore. 
 
Il decreto Crescita 2.0 del 2012 ha reso il mercato e gli operatori sensibili verso i temi dell'innovazione, del trasferimento tecnologico e degli investimenti in startup innovative. Ora è il momento di affrontare la ‘manutenzione evolutiva’ di questi interventi. Il manifesto contiene indicazioni per consolidare le iniziative legislative in essere, in coerenza con provvedimenti del Piano Industria 4.0, in parte avviati con la legge di Stabilità, e per migliorare la competitività del sistema Italia.
 
Sono state individuate quattro aree: talenti, capitali, semplificazioni, exit.
 
L'area talenti riguarda il perfezionamento del sistema dei visti e gli interventi che facilitano la contaminazione tra mondo della ricerca ed esperienze nella creazione di impresa come, ad esempio, la tutela del posto di lavoro per i ricercatori che decidono di avviare una startup. 
 
L'area capitali riguarda il potenziamento degli incentivi fiscali esistenti (incisività e durata) per moltiplicare le fonti di capitale di rischio a favore delle neo imprese, nonché la richiesta di una maggiore flessibilità del contesto regolamentare.
 
L'area semplificazione identifica la necessità di portare a zero gli oneri in fase di tentativo di impresa, per esempio con un regime alternativo che, al di sotto di una soglia di fatturato annuo o patrimonializzazione, esenti da adempimenti necessari quando si passa a una fase di vita meno precaria dell'impresa. Per quanto riguarda gli incubatori di impresa, la proposta è di segmentarne le tipologie e individuare best practice, riconosciute a livello nazionale, per rilanciare questi soggetti come strumenti di sviluppo economico. 
 
L'area exit si focalizza su un incentivo fiscale che favorisca la crescita, rendendo le startup appetibili per ulteriori round di finanziamento o per acquisizione da parte di grandi aziende. 


Doxa compie 70 anni e annuncia
ulteriori investimenti in tecnologie digitali

Ha iniziato col sondaggio ‘Monarchia o Repubblica?’ la prima società italiana di ricerche di mercato, unica indipendente e oggi con un network internazionale consolidato, che ha puntato sempre su risorse umane, rigore e innovazione. Quest'anno chiuderà con un fatturato consolidato di 41,1 milioni di euro e 246 dipendenti. Marina Salamon preannuncia operazioni straordinarie

23 novembre 2016 - Compie 70 anni la Doxa, prima società italiana di ricerche di mercato, indipendente, con quartiere generale a Milano, parte e co-fondatore del network WIN-GIA presente in 75 Paesi. E per l'occasione apre gli archivi fatti di centinaia e centinaia di ricerche inedite. 

Era il 1946 quando Pierpaolo Luzzatto Fegiz importò per primo in Europa il ‘sondaggio a campione’ dell'americano George Gallup e scelse il nome Doxa ovvero ‘opinione’ in greco antico. Il primo sondaggio fu ‘Monarchia o Repubblica?’. Oggi Doxa è un gruppo consolidato a cui fanno capo anche Doxa Duepuntozero (gestione di panel web, web monitoring e indagini online), Doxapharma e Connexia attiva nella comunicazione digitale. 

Doxa è al 90% di proprietà
Marina Salamon e Vilma Scarpino
; di Marina Salamon, presidente, che l'ha acquisita nel 1991, figlia di Ennio Salamon, chiamato in azienda nel 1956 da Luzzatto Fegiz, suo professore di statistica all'Università di Trieste. L'altro 10% è in mano a Vilma Scarpino, entrata giovanissima e oggi amministratore delegato, oltre che presidente di WIN-GIA. La terza donna al vertice dell'azienda è Adriana Calella, direttore finanziario e risorse umane. 

«Abbiamo puntato – racconta Marina Salamon – soprattutto sulle risorse umane e sull'innovazione generata dall'avvento delle tecnologie digitali, con acquisizioni mirate proprio in quell'area e società create ex novo per presidiare un mercato in costante cambiamento. Nel medio termine intendiamo fare ulteriori investimenti, anche con operazioni straordinarie”. Doxa ha integrato da tempo le ricerche di mercato con i big data, gli analytics, il marketing e la comunicazione. Quest'anno chiuderà con un fatturato consolidato di 41,1 milioni di euro e 246 dipendenti.





Paprika Software lancia Paprika GO,
sistema gestionale per le piccole agenzie

Il sistema gestionale per agenzie di comunicazione raddoppia con la versione ottimizzata per le piccole realtà, una soluzione preconfigurata, specifica per loro, che fornisce la best practice che cercano in modo leggero, rapido e non impegnativo. Dopo un anno di rodaggio, il lancio ufficiale avverrà a inizio 2017 con un anticipo nel 2016

23 novembre 2016 - Dopo oltre 25 anni di attività mirata alle big player della comunicazione, Paprika Software lancia un nuovo prodotto disegnato per agenzie di piccole e medie dimensioni: Paprika GO
 
La novità è legata a una riflessione sull'evoluzione del mondo della comunicazione: “Da imprese trainate da un forte slancio creativo, ma a volte carenti in organizzazione interna – spiega Elisa Bernasconi, country manager di Paprika Software –, si è gradualmente passati a realtà produttive che ottimizzano la creatività attraverso strutture interne organizzate, a garanzia di competitività e longevità per l'agenzia. Questa metamorfosi sta ora coinvolgendo anche le agenzie al di sotto delle dieci persone. Osservando questa di
Elisa Bernasconi
namica graduale ma potente, abbiamo voluto agevolare le piccole realtà creando una soluzione preconfigurata, specifica per loro, che fornisce alle piccole agenzie la best practice che cercano in modo leggero, rapido e non impegnativo”. 
 
Così è nato Paprika GO: mentre Paprika Software continua saldamente a impegnarsi verso i big players della comunicazione (vedi news del 16 aprile 2014), Paprika GO si rivolge esclusivamente alle piccole realtà.
 
Dopo un anno di rodaggio su una ristretta rosa di clienti, con un rating di successo del 100%, il lancio ufficiale avverrà a inizio 2017 con un anticipo nel 2016: “Questo passaggio a un modo di lavorare strutturato anche nelle piccole realtà – conclude Bernasconi - è un forte indicatore circa le crescita del settore e la qualità del servizio offerto al cliente ultimo”. 


Aci si racconta agli italiani con la campagna
corporate di White, Red & Green

Automobile Club d'Italia vuol far conoscere e apprezzare le attività svolte per una migliore mobilità del Paese. Anticipata da grandi affissioni a Roma e Milano, la campagna arriva su stampa, tv, radio locali e web con un concept creativo che utilizza il meccanismo visivo del flash mob per sottolineare l'incontro positivo coi cittadini e la passione nell'agire

14 novembre 2016 - Dopo la campagna '#mollastotelefono' '#guardalastrada' per sensibilizzare i giovani a una guida sicura (vedi news del 15 luglio), Aci – Automobile Club d'Italia vara una campagna corporate rivolta a tutti gli italiani per far conoscere e apprezzare le numerose attività svolte per una migliore mobilità del Paese su molti fronti. La campagna parte sottolineando l’incontro positivo tra i cittadini e i professionisti di Aci attraverso due mani, composte da donne e uomini, che stanno per stringersi con un meccanismo visivo da flash mob. Pay off: 'Uniti dalla passione, per far muovere l'Italia'. 
 
Questa unione tra gli italiani e Aci dà vita a quattro soggetti che rappresentano concettualmente le quattro aree di impegno del Club: la nuova mobilità, la sicurezza stradale, gli sport motoristici, i servizi d’avanguardia per gli automobilisti. Anche il pay off si sviluppa così in 4 soggetti: 'Uniti dalla passione, per una mobilità intelligente', 'Uniti dalla passione, per tutelare la sicurezza', 'Uniti dalla passione, per chi ama lo sport' e 'Uniti dalla passione, per trovare strade più veloci'. 
 
“La campagna vuole sottolineare  - ha di
chiarato il Presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani – come la mission di Aci sia coniugare tradizione e innovazione, per costruire sui grandi valori di ieri i grandi valori di domani. Passione per Aci significa  mobilità più sicura, più pulita, più economica, più intelligente, più semplice per tutti, ma anche affascinante ed entusiasmante come le corse, per restituire all’auto la forza di quel sogno che l’ha resa la grande protagonista della nostra storia”. 
 
La campagna con cui Aci, attiva da 111 anni, si racconta agli italiani sottolineando mission e obiettivi dei prossimi anni è stata realizzata dall’agenzia White, Red & Green, con media a cura di CasiraghiGreco. Dopo l’anticipazione con le grandi affissioni nel centro di Roma e di Milano, proseguirà da domani fino al 21 dicembresu stampa, in tv, in radio locali e sul web. 
 


Nasce Sema Comunicazione

Lucio Bergamaschi, Giacomo Biraghi, Antonio Buozzi, Edoardo Meazza e Renato Mannheimer hanno creato la nuova agenzia specializzata in comunicazione corporate, maxi affissioni, eventi, comunicazione politica, internet e social media. Aderirà a PR Hub

9 novembre 2016 - Nasce Sema Comunicazione ad opera di cinque ‘senior’ della comunicazione e della pubblicità esterna: Lucio Bergamaschi, Giacomo Biraghi, Antonio Buozzi, Edoardo Meazza e Renato Mannheimer. 

Ogni partner ha un suo gruppo di lavoro con competenze specialistiche, ma l'elaborazione dei progetti è condivisa. Bergamaschi (che ha chiuso tutte le precedenti attività) si occupa di comunicazione corporate e di maxi affissioni, Meazza degli eventi, Mannheimer di comunicazione politica (sondaggi e le ricerche sono im carico a Eumetra Monterosa) e Biraghi di internet e social media. Nel capitale ci sono anche il figlio di Bergamaschi, Stefano, e quello Mannheimer, Giacomo Lev, per ora senza incarichi operativi. 

Sema Comunicazione ha fatto domanda di adesione a PR Hub. In portfolio ci sono già clienti come l'Associazione Nazionale dei Consulenti del Lavoro, l'Autorità di Bacino del Ceresio, Obiettivo 50, due società di head hunting e, in partnership con Ketchum PR, lo sviluppo del progetto Italici, promosso da Piero Bassetti con la sua Fondazione Globus et Locus. 


Integrazione completata tra 3 Italia e Wind, nasce
un operatore da 31 milioni di clienti nel mobile e 2.7 nel fisso

Wind e 3 Italia sono ora controllate dalla joint venture paritetica tra CK Hutchison e VimpelCom, alla cui guida va Maximo Ibarra, attuale ceo di Wind. Dina Ravera è merger integration officer e Stefano Invernizzi chief financial officer. Il nuovo operatore delle telecomunicazioni intende costruire una rete 4G/LTE di altissimo livello e prevede di raggiungere sinergie in termini di costi e investimenti per un valore di 700 milioni di euro l'anno

8 novem
Maximo Ibarra
bre 2016
- CK Hutchison, azionista di 3 Italia, e VimpelCom, azionista di Wind, annunciano di aver completato l’integrazione delle loro attività in Italia, attraverso una delle più grandi operazioni di merger & acquisition avvenute nel nostro Paese dal 2007. Wind e 3 Italia sono ora entrambe controllate dalla joint venture paritetica tra CK Hutchison e VimpelCom, alla cui guida va Maximo Ibarra, attuale ceo di Wind. Ibarra sarà coadiuvato da Dina Ravera, nel ruolo di merger integration officer, e da Stefano Invernizzi, nel ruolo di chief financial officer. Vincenzo Novari, ceo di 3 Italia, assumerà l'incarico di special adviser di CK Hutchison. 
 
Secondo Canning Fok, co-managing director di CK Hutchison, “l'operazione non solo darà vita a un operatore nuovo e competitivo, ma genererà investimenti significativi che guideranno lo sviluppo dell'infrastruttura digitale in Italia con benefici ai clienti business e consumer”. A sua volta Jean-Yves Charlier, chief executive officer di VimpelCom, ha dichiarato: “Uniamo Wind e 3 Italia per costruire una rete 4G/LTE di altissimo livello. Nel 2017, non appena le due compagnie integreranno le reti e condivideranno il know how tecnologico, i clienti beneficeranno di una migliore qualità del servizio e di una rete dati ancora più performante. La nuova azienda prevede di raggiungere sinergie in termini di costi e investimenti per un valore di 700 milioni di euro all'anno”.
 
Dall'integrazione di 3 Italia e Wind nascerà un operatore da 31 milioni di clienti nel mobile e 2,7 milioni nel fisso. La nuova azienda si posizionerà sul mercato come un operatore integrato, anche grazie alla collaborazione con Enel Open Fiber. 
 
L'operazione ha avuto il via libera dall'Antitrust europeo, a patto che i due soci favorissero, cedendo una serie di asset, l'ingresso in Italia dell'operatore francese Iliad, con la sua politica di tariffe low cost. Iliad sarà il quarto operatore in Italia con l'obiettivo di sfiorare il 10% di quota di mercato. 


Getty Images lancia Verbatim
per progetti commerciali di visual storytelling

La nuova venture commerciale ha la mission di creare progetti, realizzati da fotogiornalisti e videomaker di tutto il mondo, con cui aiutare i brand a sviluppare contenuti per comunicare col loro pubblico e il loro target.  Ne è ceo Aidan Sullivan

7 novembre 2016 - Getty Images, player mondiale della fotografia e della comunicazione visiva, lancia la venture commerciale Verbatim per creare progetti di visual storytelling con cui aiutare i brand a sviluppare contenuti per comunicare col loro pubblico e il loro target. Ne è ceo Aidan Sullivan, professionista che ha alle spalle oltre 40 anni di esperienza nel settore della fotografia e dei media.  
 
Verbatim propone modi nuovi e creativi per comunicare col pubblico attraverso contenuti evocativi e di impatto, realizzati da fotogiornalisti e videomaker di tutto il mondo, che fanno parte del network di Getty Images. Verbatim ha anche dato vita a un fondo per  finanziare i progetti giornalistici personali del suo gruppo di fotografi su problemi attuali sociali e culturali di rilevanza mondiale. 
 
Verbatim si concentrerà sulla gestione di progetti di natura commerciale, mentre Getty Images Reportage continuerà a produrre contenuti editoriali che i clienti acquistano per l’utilizzo su stampa o come immagini dell’archivio storico. L'offerta di fotogiornalismo continuerà anche coi programmi Getty Images Grants e Reportage Emerging Talent. 


“Parla le lingue come hai sempre sognato”,
Wieden + Kennedy per l'app Babbel

L'app che promette di far apprendere le lingue straniere nel minor tempo possibile dà il via a una campagna globale di brand in dieci Paesi, tra cui l'Italia. Prevede tv e altri canali di comunicazione e marketing

3 novembre 2016 - Babbel, app per apprendere a parlare le lingue straniere, dà il via a una campagna globale di brand con claim “Parla le lingue come hai sempre sognato” che ne mette in evidenza i punti di forza. Il messaggio è che Babbel aiuta a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile e nel modo desiderato attraverso corsi sviluppati da esperti di didattica e lezioni basate su situazioni autentiche,

La campagna è partita il 24 ottobre in Germania, dal 30 ottobre è anche in Italia e in altri otto Paesi con due nuovi spot tv da 20 secondi, ideati e realizzati da Wieden+Kennedy. Ambientati rispettivamente in Inghilterra e in Francia, si connotano per il registro linguistico caratteristico: l'inglese britannico del XVIII secolo e quello romantico di una brasserie francese. Nelle due realtà si inserisce l'utente Babbel, che grazie alla conoscenza della sua lingua di studio diventa co-protagonista della storia. 

Sophie Bodoh, creative director di Wi
eden+Kennedy commenta: “Sebbene ognuno abbia i propri personalissimi motivi per imparare una nuova lingua, abbiamo trovato un comune denominatore: tutti hanno una sorta di sogno su cosa significherebbe per loro riuscire a parlare una lingua correntemente. Usando il linguaggio familiare dei film di vari paesi, mostriamo come gli utenti di Babbel possano riuscire a impersonare le proprie personali fantasie linguistiche”.

Gli spot rientrano in una campagna integrata che prevede più canali di comunicazione e di marketing. Babbel raggiunge già nei suoi mercati chiave una brand awareness dal 50% all'80%.









Con ‘Misura Internet Mobile’ rinnovato si verifica
la velocità di Tim, H3G, Vodafone e Wind in 40 città

L'AgCom ha rinnovato lo strumento che permette di verificare le prestazioni della linee mobile dei quattro operatori per un totale del 20% della popolazione italiana, inserendo un preciso indirizzo o indicando un punto sulla mappa della città. Con la prossima campagna di misurazione, che si concluderà a marzo, saranno disponibili anche i risultati sulla qualità del videostreaming

2 novembre 2016 - L'AgCom ha messo in rete rinnovato ‘Misura Internet Mobile’, lo strumento che permette di verificare le prestazioni della linee mobile di Tim, H3G, Vodafone e Wind. La nuova versione, che presenta una nuova veste grafica e nuove funzionalità, è l'evoluzione del progetto avviato nel 2012. Collegandosi al sito http://misurainternetmobile.it/risultaticomparativi/ è possibile, inserendo un preciso indirizzo o indicando un punto sulla mappa della città, visualizzare e confrontare le misurazioni effettuate sulle velocità delle reti mobili dei quattro operatori.
 
L'AgCom ha condotto diverse campagne di misurazione, eseguendo drive test sul territorio. L'ultima campagna si è svolta da dicembre 2015 a maggio 2016 in 40 città (tra cui i 20 capoluoghi di regione), per un totale complessivo del 20% della popolazione italiana, utilizzando smartphone con capacità di rete Lte e il sistema operativo Android. Nelle 10 principali città italiane è stata misurata la rete 4G, nelle altre città le verifiche hanno riguardato la rete mobile di terza generazione.
 
Una seconda campagna di misurazione, partita in ottobre e che si concluderà il prossimo marzo, renderà disponibili anche i risultati sulla qualità del servizio di videostreaming. Entro il 2018 altre due campagne di rilevazione permetteranno l'estensione a tutte le città coinvolte delle misurazioni sulla rete di quarta generazione. 
 
‘Misura Internet Mobile’ si inserisce nel quadro delle attività dell'AgCom per fornire ai consumatori strumenti di controllo delle connessioni broadband, implementate di recente anche sulla telefonia fissa attraverso il progetto ‘Misura Internet Fisso’ (https://www.misurainternet.it/). L'utente può misurare la qualità della connessione a internet e la certificazione permette di presentare un eventuale reclamo al proprio operatore. 


Zooppa lancia Z.Production, piattaforma
di produzione di soli video, e apre sede a New York

La nuova piattaforma nata per creare unicamente video storytelling mette in collegamento brand e agenzie con una comunità di registi professionisti e promette agli utenti costi contenuti e tempi di consegna rapidi. Zooppa presenta anche il nuovo ceo Alessandro Biggi

25 ottobre 2016 - Zooppa, piattaforma creativa per la produzione di video e grafiche pubblicitarie user-generated con una community di oltre 380mila utenti, annuncia il lancio di Z.Productions, nuova piattaforma nata per creare unicamente video storytelling, che mette in collegamento brand e agenzie con una comunità selezionata di registi professionisti. Punti di forza sono i costi contenuti e i tempi di consegna rapidi: si parte da 3.000 dollari a video (per un 60” di animazione o dal vivo con musica, voci fuori campo, due attori, postproduzione inclusa) che viene realizzato entro due settimane. “Abbiamo sviluppato un modo semplice e efficace per aiutare brand e agenzie nella produzione di moltissimi contenuti autentici, in modo rapido e senza dilapidare il loro
Alessandro Biggi
bilancio” dichiarano da Zooppa.
 
Per favorire il lancio di Z.productions nel mercato statunitense, Zooppa ha inaugurato un nuovo ufficio a New York City, vicino alle principali agenzie creative. La società ha così due sedi negli States, a Seattle e New York, mentre in Italia è a Milano e Venezia, oltre che a Roncade (Treviso) presso H-Farm, l'acceleratore di imprese da cui è partecipata al 47,9%. 
 
Zooppa presenta anche il nuovo ceo Alessandro Biggi, nominato lo scorso marzo. Biggi ha trascorso un anno in H-Farm nell'area dedicata al business development. Prima aveva lavorato per J.P. Morgan e in The Boston Consulting Group per poi fondare 20lines, piattaforma di storytelling acquisita da HarperCollins Publishers a febbraio 2015. Biggi è anche professore aggiunto di ‘Entrepreneurship and Strategies’ all'Università Ca' Foscari di Venezia.


LinkedIn vara la Week of learning, oltre 5.000 corsi online
gratuiti sulle competenze più richieste dal mercato

Il social network per professionisti li mette a disposizione degli utenti da oggi al 30 ottobre, tenendo conto delle competenze più richieste nel mondo secondo i risultati dello studio annuale Top skill 2016. In Italia guida il classifica l'Analisi statistica e dei data mining seguita da Analisi Seo/Sem e dalle competenze nelle attività di Controllo qualità e testing del software. New entry, le competenze nel Recruiting al 5° posto e quelle nello User Interface Design al 7°

24 ottobre 2016 - Il social network professionale LinkedIn vara la  Week of learning, dal 24 al 30 ottobre, in cui mette a disposizione gratuitamente dei suoi utenti oltre 5.000 corsi di formazione online, anche per le competenze più richieste del 2016. L'iniziativa si lega ai risultati di Top skill 2016, lo studio annuale relativo alle competenze più ricercate dalle aziende in Italia e nel resto del mondo. 
 
Analizzando le attività di recruiting sviluppate sulla propria piattaforma da gennaio, LinkedIn ha evidenziato le diverse tendenze del mercato del lavoro in Italia, offrendo agli utenti l’opportunità di capire su cosa focalizzare l'attenzione a livello professionale nel 2017. A livello globale le competenze più richieste continuano a riguardare Cloud, Statistica e Data Mining, Architettura web e Development framework. Per quanto riguarda l’Italia, invece, si conferma al primo posto I’Analisi statistica e dei data mining seguita, però, dall’Analisi Seo/Sem e dalle competenze nelle attività di Controllo qualità e testing del software. Ma le vere new entry sono le competenze nel Recruiting (al 5° posto dopo Architettura web e development framework) e nella User I
nterface Design (al 7° dopo Sviluppo per dispositivi mobile).
 
Le aziende italiane stanno attuando sempre di più una strategia di assunzione, alla ricerca di veri talenti che vogliano fare effettivamente il lavoro per cui si candidano. Un processo per cui lo sviluppo di te
am di recruiter competenti è essenziale. Si vede inoltre come il design, anche se digitale, rimanga  un elemento distintivo in Italia e per il made in Italy. 
 
“Benché ogni due anni alcune competenze perdano di validità - ha dichiarato Marcello Albergoni, head of Italy di LinkedIn - i dati della ricerca suggeriscono che le competenze tecniche saranno ancora molto richieste nei prossimi anni, in tutti i settori. Questo per i professionisti è un momento ideale per acquisire le competenze di cui hanno bisogno per emergere sul mercato”.  Da qui l'idea della Week of Learning ovvero di offrire formazione online agli utenti. 


‘Don't text and drive’, Groupama Assicurazioni presenta
il santino tecnologico per l'uso corretto dello smartphone al volante

L'operazione viral SantinoSafetySystem ideata da Saatchi & Saatchi prevede l'adozione di un dispositivo che dialoga con lo smartphone di chi guida e disabilita le notifiche di sms e WhatsApp in entrata, rispondendo per conto del guidatore con messaggi personalizzati. Il tool viene promosso sui canali social e anche con una strategia di video seeding

13 ottobre 2016 - Groupama Assicurazioni, compagnia francese vocata alla prevenzione del rischio col supporto della tecnologia, parla ai giovani di prevenzione con una campagna di comunicazione virale, dedicata alla responsabilità alla guida. Oltre a diffondere un messaggio di attenzione, propone il dispositivo ‘Safety System’ da auto, che consente al guidatore di disattivare le notifiche di messaggi. 
 
L'agenzia Saatchi & Saatchi ha immaginato il dispositivo come un santino, tipo quelli che gli italiani tenevano un tempo sul cruscotto a mo' di portafortuna e protettore: ‘santinosafetysystem’ è il santino tecnologico che protegge oggi i giovani. Dotato di tecnologia NFC, richiedibile gratuitamente sul sito della compagnia, funziona correlato a un'app per ora solo per Android. Il dispositivo dialoga direttamente con lo smartphone di chi guida e disabilita le notifiche di sms e WhatsApp in entrata rispondendo direttamente per conto del guidatore con messaggi personalizzati.
 
La campagna sul corretto uso dello smartphone si rivolge principalmente ai giovani dai 18 ai 35 anni attraverso un video che adotta il linguaggio ironico della rete. Appare sui canali social e ricorre anche a una strategia di video seeding che utilizza le principali piattaforme video per generare video views, con targeting modulare in base al phasing. Il video è prodotto da Twister Film con regia di Daniele Brunelletti. Il media è a cura di Zenith. 
 
Groupama Assicurazioni propone così una soluzione tecnologica a un serio problema di grande attualità. Secondo recenti statistiche, le prime 4 cause di disattenzione alla guida sono legate ad attività su device mobile, come postare sui social, scrivere sms, leggere notifiche e telefonare, tanto da provocare il 75% degli incidenti registrati in Italia ogni anno, soprattutto su strade urbane, a danno soprattutto di pedoni e ciclisti. 





Nasce con obiettivi concreti CPA, l'associazione
delle case di produzione audiovisiva pubblicitaria

Dodici strutture che rappresentano oltre la metà del settore hanno fondato la nuova associazione, che si dà tra gli obiettivi l'impegno a collaborare, una struttura condivisa del contratto e dei preventivi per i clienti, la formazione di nuovi professionisti. Il primo consiglio direttivo è composto da Giannino Bettazzi presidente, Giovanni Bedeschi, Luca Fanfani e Stefano Quaglia

11 ottobre 2016 - Rinasce, dopo la chiusura sei anni fa dell'APP, l'associazione delle case di produzione audiovisiva pubblicitaria, con obiettivo lo sviluppo e la tutela del settore e la trasparenza nei rapporti coi clienti, per una competizione sana. Con nome CPA - Case di produzione associate l'hanno fondata in dodici che rappresentano oltre la metà del mercato italiano del settore: Akita, Bedeschifilm, Brw Filmland, Enormous, Filmmaster, H films, Karen, Mercurio, NCN, TheBoxfilms, Think Cattleya, The Family. Altre associate sono attese. 
 
L'iniziativa è stata presentata nel corso di IF! Italian Festival a Milano (6-8 ottobre). Gli obiettivi di CPA sono molto concreti già a breve termine, a partire da quello di dare un nuovo impulso alla produzione audiovisiva pubblicitaria, condividendo le conoscenze e collaborando. Punto focale è il richiamo all’etica, con l’elabor
azione di un regolamento che consenta di lavorare in sicurezza, fornendo ai clienti qualità e innovazione, nel rispetto dei ruoli che caratterizzano l’articolata filiera della comunicazione e del marketing. In questo contesto c’è la volontà di arrivare a una sintesi condivisa sulla struttura dei contratti con i clienti e sulle modalità di realizzazione dei preventivi. Non manca il capitolo formazione dei nuovi professionisti, con la creazione di stage all’interno delle strutture aderenti.
 
Cpa intende cooperare con l’associazione europea delle case di produzione per confrontarsi e condividere in ambito internazionale l'expertise italiana. Il consiglio direttivo è composto dall'avvocato Giannino Bettazzi, presidente super partes, e dai consiglieri Giovanni Bedeschi di Bedeschifilm, Luca Fanfani di Mercurio Cinematografica e Stefano Quaglia di The Family. 


L'edicola diventa un centro servizi postali
di prossimità col progetto ‘In Zona’ di Nexive

I servizi postali approdano in edicola dove cittadini, Pa e imprese potranno ricevere e inviare corrispondenza e pacchi con orari più flessibili e anche nel weekend. Entro 3 anni 12.000 edicole amplieranno così il loro modello di business, mentre l'operatore postale privato allarga i servizi all'utenza consumer

10 ottobre 2016 - Un nuovo modello di business per le edicole italiane, contro una moria che ha visto dal 2001 a oggi la chiusura di oltre un terzo, fornendo servizi di prossimità ai cittadini. Lo propongono l'operatore postale Nexive e i sindacati dei giornalai Sinagi e Snag siglando un accordo triennale per offrire servizi postali attraverso le edicole, puntando a coinvolgerne circa 12.000 in tutta Italia.

Il progetto ‘In Zona’ viene incontro alla crisi in cui versa il settore con attività che vanno oltre la classica distribuzione di giornali e riviste. Inoltre, punta a innovare il servizio postale tradizionale, offrendo una risposta alle necessità di cittadini, pubbliche amministrazioni ed imprese a fronte del crescente disinvestimento nei servizi postali sul territorio. 

Nexive fa squadra con gli edicolanti italiani p
er ampliare la capillarità del proprio network e consentire ai cittadini non solo di ricevere ma anche di inviare corrispondenza e pacchi, grazie a punti di prossimità diffusi sul territorio e aperti con orari più flessibili rispetto a quello dei tradizionali uffici postali e anche nel weekend. Le edicole torneranno a essere punti di aggregazione e avranno un ruolo nello sviluppo dell'e-commerce, che nell'ultimo anno ha superato i 16 miliardi di euro.

Per Nexive si tratta di un'innovazione importante, perché estende anche all'utenza consumer servizi come il ritiro della corrispondenza in giacenza e l'invio di lettere, raccomandate e pacchi, finora offerti solo a clienti business. I giornalai ci vedono anche l'occasione per far arrivare più spesso un pubblico di potenziali lettori all'edicola. 


Arriva Save Bag contro lo spreco al ristorante,
iniziativa di Proposte per Cuki Save The Food

L'iniziativa di fornire i ristoranti di un contenitore a basso impatto ambientale, progettato per Cuki dal Politecnico di Torino, si integra col programma Csr nato nel 2011 e curato da Proposte con la Fondazione Banco Alimentare Onlus. La comunicazione di lancio ha per claim “Se hai gli occhi più grandi della pancia usa la testa”

7 ottobre 2016 - Quante volte davanti a un ricco menù abbiamo finito per ordinare più di quanto effettivamente siamo poi riusciti a consumare. “Se hai gli occhi più grandi della pancia usa la testa”: questo il claim significativo della comunicazione dell'iniziativa Save Bag ideata da Proposte per Cuki e presentata a Terra Madre Salone del Gusto di Torino.  
 
Save Bag è un contenitore a basso impatto ambientale progettato per Cuk
i dal Politecnico di Torino, con cui i clienti dei ristoranti di tutta Italia potranno portare a casa tutto quanto non sono riusciti a terminare. L'iniziativa rientra nel programma di Csr ‘Cuki Save Te Food’, varato nel 2011 e interamente curato da Proposte in collaborazione e a sostegno della Fondazione Banco Alimentare Onlus, e che risponde all'accresciuta sensibilità generale sul tema dello spreco alimentare. Proposte ha realizzato per Cuki Save the Food un piano di comunicazione multidisciplinare, partendo dalla piattaforma online cukisavethefood.it, ricca di contenuti e testimonianze di chef vicini ai principi antispreco, di addetti ai lavori a favore del progetto, di stakeholder e di tutti coloro che si sono adoperati per la Legge Antispreco, entrata in vigore lo scorso 2 agosto.
 
I primi mille ristoranti che compileranno il form della sezione cukisavethefood.it/savebag saranno riforniti gratuitamente del Save Bag Kit, e i lo
cali che forniranno questo servizio aggiuntivo alla clientela compariranno sulla piattaforma nell'elenco degli aderenti. 
 
Oltre alla cura della piattaforma, Proposte si è occupata dell'organizzazione dell'evento di presentazione di Save Bag a Torino e del coordinamento tra Cuki, Terra Madre, Banco Alimentare e il Politecnico della città. A completamento del lancio sono previste attività di media relation, digital PR e social media.


Sharen'go dà il via alle partnership
con le prime Station nei Carrefour Market

Apriranno in ottobre in dieci p.v. a Milano le prime Share'ngo Station, con 30 postazioni di ricarica e 40 parcheggi. Carrefour offrirà 30' di sosta gratis ai clienti/utenti. Oltre 50 le partnership previste dall'operatore di car sharing elettrico entro fine anno, coi programmi Shop'ngo, Sport'ngo, Show'ngo a Milano, Firenze e Roma. In strada 1.400 auto connesse

19 settembre 2016 - L'operatore di car sharing elettrico in Italia Sharen'go dà il via a Milano, Firenze e Roma ai programmi di partnership Shop'ngo, Show'ngo e Sport'ngo, coinvolgendo in particolare il retail. “L'obiettivo di trasformare la mobilità urbana elettrica e condivisa in un'esperienza alla portata di tutti - ha dichiarato Emiliano Niccolai, a.d. di Share'ngo – può essere raggiunto più velocemente con l'impegno delle destinazioni a contribuire alla convenienza del car sharing rispetto all'uso dell'auto privata, offrendo piccoli privilegi, sconti, minuti di corsa o minuti di sosta gratuiti”.

Il primo dei programmi di partnership siglato da Share'ngo è con Carrefour, retailer con oltre 1.100 punti vendita in Italia, di cui 455 market. Entro fine ottobre verranno create le prime 10 Share'ngo Station all'interno di altrettanti Carrefour Market di Milano con 30 postazioni di ricarica e fino a 40 posizioni di parcheggio complessivi. Si potrà quindi raggiungere il punto vendita a piedi o in autobus e tornare a casa in auto con la spesa, oppure andare e tornare con Share'ngo e in questo caro Carref
our metterà a disposizione 30 minuti di sosta gratuita. Carrefour Market conferma così l'impegno verso la sostenibilità ambientale.

Oltre 50 sono le partnership previste entro fine anno dai programmi Shop'ngo, Sport'ngo, Show'ngo a Milano, Firenze e Roma, con una flotta di oltre 1.400 auto in strada connesse alla città e presto anche tra di loro, grazie a un nuovo computer di bordo. Lo sharen'go urban advisor, che viene installato in questo periodo su tutte le auto della flotta nelle 3 città, è ridisegnato per offrire una ‘navigazione urbana a realtà aumentata, con messaggi e informazioni di prossimità, quali punti di interesse sulla mappa, informazioni vocali su eventi culturali e spettacoli, messaggi e alert per ricevere via sms o via email un invito, un buono sconto, un codice promo, un voucher. Il nuovo navigatore sarà sperimentalmente utilizzato anche per diffondere tips, info, offerte e alert tra gli utenti.
 
Agli inizi del 2017 sarà avviato il programma Ecowatch che farà delle macchine di Share'ngo degli hot spot, creando una rete wi-fi tra macchine in sosta e in movimento. Oltre a offrire una connessione 4G agli utenti a bordo (ma anche ai cittadini che passano accanto), le macchine potrebbero essere equipaggiate con una telecamera e una varietà di sistemi e sensori di rilevazione ambientale per la misurazione del livello sonoro, degli inquinanti dell'aria, delle emissioni EMC, dei livelli di umidità e temperatura, della velocità del traffico.


Flussi d'acqua e flussi di big data nel murale che UniCredit
ha offerto alla città di Milano in Alzaia Naviglio Grande

'Dai Navigli ai big data, Milano città di flussi' è il tema dell'opera scenografica che appare sulle pareti della Canottieri Milano. Realizzata da James Dawe e da Machas con un lavoro composto da quasi mille livelli creati con Photoshop, il mega telo rappresenta una città energica e dinamica, in transito verso l'economia del futuro. Tra i luoghi icona, anche la nuova torre UniCredit che ha sostenuto l'iniziativa nell'ambito delle iniziative di sponsorizzazione culturale

12 settembre 2016 - Un murale sui generis, un'opera complessa che racconta per immagini una Milano energica e dinamica, sospesa tra passato e futuro, città di flussi d’acqua, con la fitta rete di canali che in passato hanno favorito commerci e vita economica,  e che tuttora scorrono anche se in parte purtroppo coperti, e città di flussi finanziari e informativi oggi basati sui big data. Così appare Milano nell'opera dell’illustratore londinese James Dawe, creata con una tecnica che lega textures, elementi grafici e filigrana digitale, collocata in uno dei luoghi simbolo della città, l’Alzaia Naviglio Grande, sulla parete dello storico centro sportivo dilettantistico Società Canottieri Milano. 
 
L'iniziativa è stata realizzata grazie all'intervento di UniCredit che ha accolto l'invito di Canottier
i Milano nell'ambito delle attività di sponsorizzazione culturale. E proprio nel marketing di UniCredit è nata l'idea del parallelismo tra i flussi d'acqua che guidavano l'economia milanese di un tempo e i flussi informativi che guidano oggi il business dell'istituto bancario. L'utilizzo diffuso di tecnologie avanzate permette l’integrazione tra canali fisici e digitali per offrire servizi su misura e un’esperienza efficiente.
 
La nuova torre di UniCredit appare al centro dell'opera, come elemento catalizzatore dei canali d'un tempo e di quelli contemporanei illustrati dai grafici dei big data, accanto ad altre icone simbolo della città, come le guglie del Duomo, l’Albero della Vita, Piazza Gae Aulenti, l’Arco della Pace. Largo 30.97 metri e alto 5.35, il telo è stato ideato in collaborazione con la creative consultancy di Londra Machas ed è il risultato di un lavoro composto da quasi mille livelli creati con Photoshop. James Dawe è stato scelto dopo una selezione durata ben sei mesi, coinvolgendo artisti di diversi Paesi.



Mondadori presenta Inthera specialista di marketing data driven

La nuova società integra le competenze nel dm e nel crm di Cemit con quelle nel digital e nel social engagement di Kiver per offrire strategia, progettazione e sviluppo di soluzioni di marketing data driven. Permette alle aziende di creare relazioni stabili col pubblico, attraverso la personalizzazione dei contenuti e la gestione di conversazioni in real time. Alla guida va Righel Anglois

21 lugl
Righel Anglois
io 2016
- Il Gruppo Mondadori presenta al mercato Inthera spa, società specializzata in strategia, progettazione e sviluppo di soluzioni di marketing data driven. Inthera nasce dall'integrazione delle attività di Cemit Interactive Media, specializzata in direct marketing e crm, e di Kiver, specializzata in digital e social engagement. Alla guida della nuova società va Righel Anglois, ceo di Cemit e subscription director di Mondadori.  

«Con Inthera compiamo un ulteriore passo nell'evoluzione strategica del nostro gruppo - ha dichiarato Ernesto Mauri, a.d. del Gruppo Mondadori -. Dopo aver progressivamente ampliato il nostro sistema di offerta per rispondere alle richieste di una clientela interessata a soluzioni innovative di digital
Ernesto Mauri,
a.d. del gruppo Mondadori
marketing, ci presentiamo con una nuova proposta di servizi strutturati e completi». 
 
Inserita nell'area magazine, Inthera realizza soluzioni molteplici che fanno leva sull'integrazione di competenze, come la gestione di dati e contenuti, con le tecnologie digitali. È inoltre un osservatorio privilegiato sulle persone e sulle loro abitudini di consumo, grazie a 50.000 interviste e 100 ricerche di mercato svolte annualmente dal gruppo per gli oltre 300 clienti e grandi aziende partner in una decina di settori di consumo. Inthera permette alle aziende di creare relazioni stabili col proprio pubblico, facendo leva sulla personalizzazione dei contenuti e sulla gestione di conversazioni in real time. 


Offerta full digital di Sorgenia al mercato residenziale, all'insegna
di ‘your next energy’ e della semplicità. Campagna online di Red

Approccio esclusivamente online, possibilità di scelta della fonte dell'energia rinnovabile, semplicità e velocità nel processo di acquisto, prezzo ‘imbattibile’. E la promessa dell'operatore del mercato libero dell'energia che torna sul segmento residenziale dopo il riposizionamento. La campagna di lancio, con budget di 2 milioni estensibili fino a 5, si rivolge a un target iper-connesso con video provocatori che inneggiano alla libertà di scelta. Creatività e supporto strategico sono di Red Robiglio&Dematteis

19 luglio 2016 - Forte della nuova compagine societaria di cui fanno parte dal 2005 sei grandi banche e di un nuovo management, Sorgenia, operatore del mercato libero dell'energia, torna dopo due anni sul segmento residenziale con un'offerta innovativa di energia elettrica e di gas. Sorgenia si è riposizionata con un logo rinnovato e con payoff ‘Your next energy’ a sottolineare l'orientamento all'innovazione e alla crescita. “Il modello di business delle grandi utilities che ha dominato negli ultimi cinquant'anni si è rotto – ha detto il ceo Gianfil
ippo Mancini –. L'Europa punta sulle rinnovabili, dovrà abbandonare il carbone, e anche il nucleare perderà quota. Oggi si consuma in modo più efficiente. Le energie rinnovabili e lo sviluppo digitale guideranno il mercato dell'energia nei prossimi anni”. Sorgenia offre un approccio full digital per tutti i processi di vendita e post vendita, la possibilità di scelta da parte dell'utente della fonte dell'energia da acquistare (opzione Green Life per la luce), grandi semplicità e velocità nel processo di acquisto e un prezzo che definisce ‘imbattibile’.
 
L'acquisto esclusivamente online viene incontro alle esigenze di un target di 10.2 milioni di potenziali utenti, individuati da Sorgenia nei 2 cluster ‘Pragmatic’ (4.7 milioni di italiani, il 23% di chi fa acquisti sul digitale) ed ‘Everywhere shopper’ (5.5 milioni, il 27%). A questo bacino si rivolge la nuova offerta che, come spiega il presidente Chicco Testa, “fa aumentare il potere di scelta del cliente attraverso la semplicità resa possibile dal digitale”. Tra i servizi online offerti, ci sono il comparatore che consente con facilità di quantificare il risparmio offerto rispetto un altro fornitore, la fatturazione mensile con bolletta digitale, la possibilità di avere un Energy Expert alias un assistente personale dedicato al telefono o via mail e l'Energy Lab, un'area online dedicata all'analisi dei consumi.
 
Il lancio della nuova offerta residenziale è centra
le nel nuovo piano industriale 2016-2017, anche in vista della liberalizzazione del mercato tutelato nel 2018. Sorgenia, che ha fatturato 2 miliardi nel 2015 e prevede una chiusura 2016 più o meno in pari, investe in questo lancio un budget di comunicazione che parte dai 2 milioni ma potrebbe arrivare anche a 5 in base ai risultati durante lo sviluppo della campagna. Questa è partita ieri all'insegna di ‘Your next energy’. L'invito è a iniziare a scegliere l'energia che si vuole attraverso un fornitore come Sorgenia con cui si risparmia tempo e denaro. 
 
Quattro soggetti video, con colonna sonore Rebel Rebel di David Bowie, usano immagini provocatorie per mostrare quante cose della vita non si possano scegliere (i colleghi, le scuole elementari, il vicino di casa) o al contrario come molte se ne scelgano con attenzione ma si trascuri di farlo con l'energia di casa continuando ad ‘andare a carbone’. Così capita di essere presi a schiaffi o perdere tutto il glamour cadendo dallo seghway o finire sporcati dal carbone. Il quarto soggetto contrappone il bello della libertà di scelta utilizzando la metafora del gelato: scegliere l'energia dev'essere semplice come scegliere un gelato, grazie a una piattaforma di e-commerce molto intuitiva
 
La creatività della campagna e il restyling del logo sono stati curati da Red Robiglio&Dematteis che ha supportato Sorgenia, di cui è agenzia da due anni, nel processo di riposizionamento strategico fino alla produzione dei video, realizzata da Mercurio Cinematografica. Canali e contenuti sono stati scelti con cura pensando a un target iper-connesso, impiegando soluzioni di marketing programmatico. La campagna prevede display adv, search, presenza su portali importanti, su YouTube con ruolo privilegiato (visto il peso della fruizione dei video su desktop e su mobile), sui social media curati da Bootique (Triboo Media) e anche eventi sul territorio. Google avrà un ruolo nell'affinamento dello sviluppo creativo della campagna e della tempistica di pianificazione per renderla man mano più efficace. 










Parte da Roma Zig Zag Scooter Sharing, noleggio di scooter
su tre ruote in condivisione. Campagna di lancio di Jwt

Il nuovo servizio impiega 200 Tricity 125 Yamaha, che arriveranno entro primavera a 450. Poi verrà esteso a Milano, Torino, Firenze e in grandi metropoli europee. La campagna di lancio su stampa, web, affissioni e mezzi di trasporto pubblico è ironica e di impatto. Ispirata alla street art, comunica il senso di libertà, movimento e condivisione

15 luglio 2016 - Debutta a Roma Zig Zag Scooter Sharing, servizio di condivisione su tre ruote che impiega 200 Tricity 125 Yamaha, che arriveranno a 450 entro la prossima primavera. Tricity 125 è uno scooter a tre ruote che chiunque può inforcare con tranquillità, grazie alla guida facile e alla stabilità delle tre ruote. Il servizio è accessibile a chi è possesso di patente italiana A o B e agli stranieri che hanno un titolo di guida rilasciato da Austria, Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Uk, Russia, Spagna, Svizzera, Usa. 
 
Per usufruire del servizio ci si deve registrare gratuitamente sul sito www.zigzagsharing.com o utilizzare l'app, disponibile per Android e IoS. Dopo aver prenotato lo scooter più vicino alla propria posizione e averlo raggiunto, si inserisce il Pin che sblocca la sella, sotto cui si trovano due caschi con sottocasco monouso. Il noleggio costa 29 centesimi al minuto o 14,90 euro all'ora. La prenotazione è gratuita. Il noleggio è gestito da Ald Automotive.
 
La campagna di lancio, firmata da J.Walter Thompson Italy, è ironica e di impatto. Ispirata alla street art, comunica senso di libertà, movimento e condivisione. Claim: “Sarò solo tuo e di altri 4 milioni di persone” e “Potrai uscire con me e tornare con un altro senza scenate di gelosia”. L'agenzia ha anche curato la creazione del lo
go nei colori del giallo, del bianco e del nero, e l'immagine coordinata del progetto. Il concept grafico rende i mezzi facilmente individuabili. La campagna è su stampa, web, affissioni e sui mezzi di trasporto pubblico fino all'autunno. 
 
L'intenzione dei due fondatori e amministratori di Zig Zag, Emanuele Grazioli e Diego Rocca, è di portare il servizio in futuro anche a Milano, Torino, Firenze e oltre i confini italiani, a Madrid, Parigi, Barcellona, Berlino e Monaco. 


Mastercard vara la campagna educational ‘Protetti sempre e ovunque’

MasterCard torna in comunicazione con un focus sulla sicurezza e sulla protezione, di cui in Italia c'è forte richiesta, soprattutto nel caso di transazioni online. McCann Italia ha adattato uno spot olandese centrato sulla figura del meccanico della squadra di ciclismo Lotto, accuratissimo nel prevenire i rischi e nel far sentir gli atleti protetti sempre e ovunque. Così Mastercard protegge i suoi titolari di card con garanzia totale di rimborso nel caso di frodi. Il media mix curato da Carat prevede tv, digital e social fino a ottobre

14 luglio 2016 - Dopo la campagna di sensibilizzazione al contactless (vedi news dell'11 dicembre 2015), MasterCard torna in comunicazione con un focus su sicurezza e protezione, di cui in Italia c'è forte richiesta soprattutto nel caso di transazioni online. La sicurezza è al primo posto nei desiderata degli italiani che considerano molto sicuro il contante (indice 151) e più sicure della media le carte prepagate (indice 117) ma poco sicure quelle di credito (indice 42). Garanzie nel caso di furti e clonazione con rimborso totale è il benefit più richiesto, Mastercard ha fatto prevenzione con la tecnologia Chp&Pin, col SecurCode e con MasterPass. E ora vuol far sapere ai clienti e potenziali tali le garanzie su cui possono contare.
 
Da domenica 17 luglio sino a ottobre sarà in tv lo spot ‘Protetti sempre e ovunque’ che informa ed educa i consumatori sul programma globale di MasterCard, che estende le tutele dei possessori di carta nell'effettuare pagamenti, ovunque si trovino nel mondo. Parte di una campagna europea, lo spot è girato in Olanda su creatività di McCann Worldgroup e adattato per l'Italia da McCann Italy. Il protagonista è un testimonial super affidabile, l'olandese Vincent Hendriks, meccanico della squadra di ciclismo Lotto, responsabile dell'equipaggiamento, controllore accuratissimo di viti e bulloni per prevenire i rischi e far sentir gli atleti protetti sempre e ovunque. Così Mastercard fa sentire protetti sempre e ovunque i suoi titolari di card: in caso di acquisti non autorizzati sia online che nel retail hanno un rimborso totale della somme sottratte.
 
“La nuova campagna di informazione ed educazione – ha detto Luca Fiumarella, head of marketing Italy & Greece di MasterCard – punta a fare più chiarezza possibile sul tema della prot
ezione, che da oggi, grazie all'introduzione del programma MasterCard, non è solo garantita, ma è totale. Tra il materiale creativo prodotto da McCann in diversi Paesi, abbiamo scelto per l'Italia questo spot olandese perché il ciclismo è portatore di valori di autenticità e il protagonista è un personaggio positivo che trasmette la passione al figlio e mette al centro la protezione come prevenzione dagli imprevisti. È una metafora per comunicare che Mastercard protegge i suoi clienti, è autorevole e orientata al futuro”. La campagna è stata sottoposta preventivamente a test da Fsi-Swg su un campione di mille clienti: il 77% ha mostrato di aver compreso il messaggio, il 72% si è sentito rassicurato nell'usare la carta, il 56% ha detto che la userà di più. 
 
La campagna punta ad avere massima visibilità sul target adulti 25-64, lavoratori e con figli. Il media mix prevede, oltre alla tv, anche il digital con pre-roll e banner su portali editoriali, puntando a 33 milioni di impressions, e i social. Al digital è riservato il 30% del budget (in aumento rispetto a quello 2015) di cui un terzo è acquistato in programmatic. La campagna digital rimanderà al sito di MasterCard, che ha una sezione dedicata alla nuova comunicazione. Sono previste azioni anche nel periodo estivo in occasione dei Giochi Olimpici di Rio. Il planning è a cura di Carat.




Columbus Assicurazioni in soccorso ai ‘Turisti per Caso’

Mediatica Comunicazione firma la nuova campagna della compagnia esperta in assicurazioni viaggio, con protagonisti Patrizio Roversi e Syusy Blady. Al centro della comunicazione, i servizi Assistenza medica e Smarrimento bagaglio. Pianifica Initiative in tv e in OOH

12 luglio 2016 - I 'Turisti per Caso' Patrizio Roversi e Syusy Blady interpretano due viaggiatori italiani alla prese con un problema durante le vacanze nella nuova campagna di Columbus Assicurazioni, compagnia esperta in assicurazioni viaggio, ideata da Mediatica Comunicazione. In loro soccorso arriva la centralinista Columbus, capace di risolvere ogni imprevisto, perché “non esiste problema vacanziero che Columbus Assicurazioni non possa risolvere”. 
 
Novità della campagna è la presentazione ufficiale della nuova mascotte: abbandonato infatti il personaggio di Cristoforo Colombo che ha caratterizzato la campagna precedente sempre con Blady e Roversi, la nuova mascotte è il cane Columbus, che appare sia sugli abiti della centralinista sia in tutta la comunicazione indiretta. 
 
Pianificata da Initiative (gruppo IPG Mediabrands), la campagna è in tv con due video diretti da Daniele Cantalupo che presentano due tra i più importanti servizi offerti da Columbus: Assistenza medica e Smarrimento bagaglio. A completamento, una campagna OOH nelle metro di Milano e Roma, e, solo per Milano, sulla linea di tram Sirietto. 




Fondazione Tim e Accademia Teatro alla Scala danno il via a ‘Talenti on stage’

Partnership pluriennale per sostenere giovani talenti con progetti innovativi che adottino strumenti di comunicazione tecnologicamente avanzati. Al via la campagna di crowdfunding sulla piattaforma di Tim WithYouWeDo per assegnare 127 borse di studio ad allievi scenografi, sarti, ballerini, musicisti, cantanti e coristi dell'Accademia

12 luglio 2016 - Accademia Teatro alla Scala e Fondazione Tim hanno firmato una partnership pluriennale per sostenere giovani talenti con progetti innovativi che adottino strumenti di comunicazione tecnologicamente avanzati al servizio del Teatro alla Scala. La partnership prende il via con ‘Talenti on stage’, campagna di crowdfunding sulla piattaforma di Tim WithYouWeDo per una raccolta fondi per l'assegnazione di 127 borse di studio destinate ad allievi scenografi, sarti, ballerini, musicisti, cantanti e coristi dell'Accademia. 
 
Fino al 31 agosto si potrà donare su WithYouWeDo da un minimo di 20 euro, ricevendo in base all'importo donato dei benefit: dal ringraziamento nella pagina dedicata al progetto su www.accademialascala.it all'inserimento del proprio nome tra i sostenitori dell'Accademia, fino alla possibilità di seguire da vicino i progressi del beneficiario della borsa di studio. Vengono offerti anche inviti per concerti e spettacoli dell'Accademia. Per ogni euro donato, Fondazione Tim riconoscerà all'Accademia un contributo di pari importo, per un massimo di 200.000 euro. 
 
Per tre anni sarà attivata una campagna di crowdfunding su WithYouWeDo, con un progetto specifico per promuovere le proposte formative dell'Accademia, con l'utilizzo di tecnologie immersive e piattaforme innovative. Sarà possibile seguire il progetto con l'hashtag #TalentiOnStage.
 
L'Accademia è da sempre impegnata coi quattro dipartimenti Musica, Danza, Palcoscenico-Laboratori e Management nella formazione dei professionisti di domani dello spettacolo dal vivo. Tim ne è partner dal 2008 nell'ambito della strategia di corporate shared value del Gruppo Telecom Italia, che con questa iniziativa prosegue nella propria missione di promuovere l'innovazione digitale. 


Nuove sfide per Snam separata da Italgas,
le raccontano due video di Tbwa/Italia

L'agenzia ha realizzato il video tutorial, che spiega agli azionisti, attraverso testo e illustrazioni, le diverse esigenze di crescita di Snam e di Italgas, e il video istituzionale per la presentazione alla comunità finanziaria del piano strategico 2016-2020 da 4.3 miliardi

7 luglio 2016 - Si aprono nuove prospettive di business per Snam, la società di gestione integrata delle infrastrutture del gas, che con la separazione da Italgas (attiva nella distribuzione cittadina del gas) e la sua successiva quotazione, vara un un piano strategico da 4,3 miliardi di investimenti per rafforzarsi in Italia e in Europa. Separandosi da Italgas, Snam potrà integrare ulteriormente i mercati del gas in Europa mentre Italgas potrà svilupparsi partecipando a nuove gare per l'affidamento del servizio di distribuzione cittadina. 

Comunicano queste operazioni due video realizzati da Tbwa/Italia. È rivolto agli azionisti il video tutorial, disponibile sul sito web e sul canale youtube di Snam e che guida verso un'area dedicata del sito in cui sono messe a disposizione tutte le informazioni. Ideato e prodotto dall'agenzia, racconta con semplicità, attraverso testo e illustrazioni, le diverse esigenze di crescita di Snam e Italgas e l'operazione nel dettaglio. 

Il secondo è un video istituzionale che ha introdotto la presentazione alla comunità finanziaria del piano strategico 2016-2020 di Snam, a Londra il 29 giugno. Il video racconta la storia e la vision di Snam, e la crescita caratterizzata dalla capacità di trasformare le idee in realtà rispettando l'ambiente e i territori. Il video è prodotto da Effetti Digitali (EDI), le usiche sono  Ferdinando Arnò, sound e mix si devono a Gigasound. 




Al via il progetto nikon4sport

Il format unisce fotografia, sport ed entertainment. Vanni Oddera, campione italiano di freestyle, e Dario Bologna, fotografo sportivo NPS, intervisteranno e fotograferanno giovani atleti ‘differenti’ dando loro visibilità

5 luglio 2016 - Nital dà il via al progetto nikon4sport, format dedicato agli eventi sportivi e ai suoi protagonisti che unisce fotografia, sport, divertimento e passione, nell'ambito del concept ‘Im different’. Vanni Oddera, campione italiano di freestyle, e Dario Bologna, fotografo sportivo NPS (Nikon Professional Services), intervisteranno e fotograferanno giovani atle
ti davvero ‘differenti’ dando loro visibilità. 
 
I primi testimonial sono Ilaria Naef, atleta italiana WCMX capace di disegnare incredibili acrobazie in carrozzina, e Francesco Colombo, campione italiano in carica di Downhill (discesa veloce di pendii su bicicletta con telaio alleggerito in carbonio). 
 
Tutti gli sportivi che si sentono ‘different’ possono entrare nel progetto proponendosi per interviste e shooting fotografici sul sito dedicato. Gli specialisti di Nikon saranno presenti anche a workshop di fotografia aperti a tutti e a vari appuntamenti tecnici. 


Auditel ha completato il panel replacement di 5.700 famiglie,
ora si concentrerà sulla costruzione del super panel

Rispettata la tempistica di sostituzione dell'intero campione dopo l'‘Audigate’ di ottobre dovuto a una svista di Nielsen. Il nuovo campione sostituisce il precedente e Auditel passa a concentrarsi sulla costruzione di quello nuovo triplicato capace di rispondere alla crescente frammentazione degli ascolti e dei device

29 giugno 2016 - Il cda di Auditel ha preso atto del pieno raggiungimento dell'obiettivo fissato nell'operazione Panel Replacement. In poco più di un semestre Auditel ha ultimato l'installazione delle ultime famiglie necessarie per il completamento del nuovo campione che ha sostituito il panel precedente.
 
Sotto il controllo dell'Autorità per le garanzie delle comunicazioni, Auditel ha reclutato 5.700 famiglie, pari a circa 14.000 individui, che rispondono ai criteri statistici del campione precedente e costituiscono la base su cui poggia la ricerca sulla rilevazione degli ascolti. Auditel si lascia così alle spalle la stagione delle misure straordinarie per superare i potenziali legati all'incidente dell'ottobre scorso quando per una ‘svista’ di Nielsen in una mail alle famiglie del panel erano apparsi in chiaro gli indirizzi di quasi 4.000 (su 5.700) membri del campione (vedi
Andrea Imperiali di Francavilla,
presidente di Auditel
news del 15 ottobre e del 28 ottobre 2015)
.
 
Auditel si concentra ora sulla costruzione del super panel, il sistema finalizzato a rispondere alla crescente frammentazione degli ascolti e dei device, e sull'avvio del progetto per monitorare l'audience televisiva sui nuovi device, ovvero pc, tablet e smartphone, e sui servizi on demand. Deciso il 5 giugno 2014, i super panel prevede che diecimila famiglie dotate di meter si aggiungano al campione, facendone triplicare la numerosità. 


Banca Mediolanum torna in comunicazione coi clienti testimonial diretti da Giuseppe Tornatore e budget di 3.5 milioni di euro

Per la nuova campagna in tv, radio, stampa, internet e outdoor, ideata da Red Cell, è stato realizzato uno scouting in dieci città che ha coinvolto 437 clienti aspiranti attori. Ne sono stati selezionati 13 protagonisti di altrettanti spot di cui i primi 8 andranno in onda dal 12 giugno al 10 luglio. Ogni cliente parla del suo rapporto positivo con Banca Mediolanum e di un prodotto o servizio particolarmente a lui congeniale. Rafforza il messaggio l'intervento dell'a.d. Massimo Doris. Claim: 'Mediolanum, al centro ci sei tu'. Nei primi 4 mesi dell'anno l'istituto ha visto la clientela crescere di un terzo rispetto allo stesso periodo del 2015

7 giugno 2016 - Banca Mediolanum torna in comunicazione con un progetto che conferma il posizionamento di mettere sempre al centro il cliente, tanto da chiamarne alcuni a testimonial dello spot girato da Giuseppe Tornatore con la casa di produzione Movie Magic e la creatività dell'agenzia di riferimento Red Cell. L'esperienza di usare veri clienti era già stata fatta qualche anno fa, tra il 2008 e il 2009. Questa volta è stato messo in piedi un vero e proprio scouting con un van che è andato in giro per tredici giorni per dieci città italiane, da Padova a Palermo, coinvolgendo 437 clienti aspiranti attori. Ne sono stati selezionati 13 che hanno girato altrettanti spot di cui i primi otto andranno in onda dal 12 giugno al 10 luglio.
 
Lo story board prevede una dichiarazione spontanea del cliente protagonista che parla del suo rapporto positivo con Banca Mediolanum e di un prodotto o servizio particolarmente a lui congeniale. Poi, come è tradizione nella comunicazione dell'istituto, compare a rafforzare il messaggio l'a.d. Massimo Doris che asserisce: “più di una banca tradizionale e più di una banca online”. Claim: 'Mediolanum, al centro ci sei tu'. 
 
La campagna mette in luce caso per caso la semplicità e la fruibilità della Banca con cui è possibile interagire attraverso tutti i device, il  rapporto fiduciario con i Family Banker (i consulenti), la convenienza del conto corrente e delle operazioni bancarie, l'importanza di affidarsi a una banca solida e affidabile. Oltre alla tv, la campagna prevede radio, stampa, internet e outdoor. 
 
Il budget per la campagna è di 3.5 milioni di euro, su una decina investiti nell'anno. Nei primi quattro mesi del 2016 Mediolanum ha visto la clientela crescere di un terz
o rispetto allo stesso periodo del 2015. L'immagine di affidabilità, sostenuta con la comunicazione e soprattutto con forti investimenti in tecnologia e formazione dei Family Banker, ha permesso a Mediolanum di avvantaggiarsi delle difficoltà di immagine di altri istituti. Dopo il salvataggio tramite il Fondo Atlante dei quattro istituti in crisi, Mediolanum ha visto salire a dicembre a un miliardo al mese l'avvento di nuovi fondi depositati dopo una media di 330 milioni tra gennaio a novembre 2015, flusso che si è mantenuto superiore al mezzo miliardo nei mesi successivi. Sul fronte tecnologico, Mediolanum continua a puntare molto sul mobile, che ha superato il pc nell'uso da parte dei clienti dei servizi online. Lo scorso novembre ha presentato l'upgrade dell'app mobile wallet che prevede anche la possibilità di utilizzare per le disposzioni l'impronta digitale sugli smartphone più evoluti (vedi news del 1° dicembre). (V.S.)




La nuova Alitalia si racconta nella campagna ‘Made Of Italy‘

La compagnia comunica in Italia, Germania, Stati Uniti e Brasile la nuova immagine e i nuovi servizi, all'insegna di uno stile tutto italiano. Firma la creatività Leo Burnett mentre Starcom Italia cura la pianificazione che integra tv, stampa, affissioni, web e btl, per un budget di 20 milioni. Lo spot, prodotto da Filmmaster Productions, ha per colonna sonora un inedito riarrangiamento di ‘Volare‘ interpretato da Malika Ayane

19 maggio 2016 - Alitalia torna in comunicazione a livello globale dopo sette anni, presentando la nuova immagine con la campagna ideata e sviluppata da Leo Burnett e pianificata da Starcom Italia in Italia, Germania, Stati Uniti e Brasile. A titolo ‘Made of Italy’, comunica il rilancio in grande stile: nuove uniformi realizzate in verde e rosso dallo stilista Ettore Bilotta, nuove lounge, un design delle cabine ripensato, servizi all'avanguardia per un'esperienza di viaggio rinnovata all'insegna di uno stile tutto italiano, dai materiali d'eccellenza di Poltrona Frau all'aroma di caffè Lavazza, dalle bollicine di Ferrari alla creatività dell'architetto e designer Marco Piva. 
 
Sono talenti italiani anche il regista dello spot Federico
Brugia e il fotografo Pierpaolo Ferrari che ha realizzato gli scatti per gli annunci stampa e online. Inaugura il progetto in Italia lo spot televisivo da 60” prodotto da Filmmaster Productions, on air in concomitanza con l'evento #AlitaliaDay in programma ieri a Roma. Per esprimere in note lo spirito della compagnia, è stato realizzato come colonna sonora un riarrangiamento inedito e contemporaneo di ‘Volare’ di Modugno, interpretato da Malika Ayane.
 
Sono state due le settimane necessarie per lo shooting video e fotografico tra Roma e le varie destinazioni internazionali del network Alitalia. Il progetto di comunicazione integra tv con formati da 60” e 30”, stampa, affissioni con maxi impianti a Roma e a Milano e la presenza continuativa nei più importanti aeroporti italiani, below the line e web, con una serie di video realizzati appositamente, destinati ai principali siti di opinione.
 
La campagna avrà un recall il prossimo autunno. L'investimento complessivo è di circa 20 milioni di euro. 




Spin off nell'energia del gruppo Tremagi,
wekiki offre servizio online e bolletta digital

Il nuovo brand dell'energia propone un servizio completamente digitale, improntato a praticità e promozione del consumo consapevole, con la bolletta in html navigabile come un sito. Testimonial del lancio è l'attore Gioele Dix con un video semi serio sul difficile rapporto degli italiani con la bolletta 

12 maggio 2016 - Arriva la bolletta energetica tutta digitale, che parla in modo chiaro agli italiani. La lancia wekiwi (we + kiwi, acronimo web di kilowatt), primo fornitore di energia elettrica e gas naturale in Italia a offrire un servizio completamente online. La bolletta è in html, navigabile come un sito, e riporta informazioni essenziali come la carica scelta, i consumi del periodo, gli importi totali e l'analisi dei consumi nel tempo. 

Testimonial del lancio è Gioele Dix, protagonista di un video in toni semi seri sulla difficile lettura della bolle
tta tradizionale, per la complessità della terminologia usata dal settore.

Lo spin off digitale, che ha come motto #smartenergy, è controllato dal Gruppo Tremagi, azienda privata italiana del settore energetico, attraverso l'operatore Illumia. “wekiwi pone al centro dell'offerta la praticità e la promozione del consumo consapevole delle fonti energetiche, puntando sulla trasparenza attraverso lo sviluppo di un'applicazione innovativa” ha dichiarato Marco Bernardi, presidente e ceo del Gruppo Tremagi. Guidata dall'amministratore delegato Massimo Bello, wekiwi ha come core target i giovani consumatori. 




Vodafone anticipa l'abolizione dei costi di roaming con i piani RED

I nuovi piani sia per i clienti consumer che per quelli business prevedono chiamate, sms e Giga inclusi anche all'estero, senza costi extra, per cui telefonare, mandare sms e navigare dall'estero sarà esattamente come farlo in Italia. Si arricchiscono inoltre i contenuti grazie all'accordo con Netflix. Comunica la novità il nuovo spot di Team Red con Bruce Willis 

10 maggio 2016 - Vodafone Italia lancia i piani RED eliminando il roaming per gli abbonamenti consumer e per tutta l'offerta business, anticipando l'abolizione totale dei costi di roaming prevista dall'Unione Europea per giugno 2017. I nuovi piani prevedono chiamate, sms e Giga inclusi anche all'estero, senza costi extra: telefonare, mandare sms e navigare dall'estero sarà esattamente come farlo in Italia. Inoltre, le offerte si arricchiscono di Giga e di contenuti grazie all'accordo con Netflix per guardare serie tv e grandi film in Hd su 2 dispositivi contemporaneamente. 

Per i clienti consumer sono disponibili l'offerta RED Start con chiamate e Sms illimitati, 4GB in 4G ad alta velocità, uno smartphone e il roaming incluso in Europa e Usa a 39 euro o
gni 4 settimane, e l'offerta RED Maxi con chiamate e SMS illimitati, 8GB in 4G ad alta velocità, uno smartphone e il roaming incluso in Europa e Usa e 6 mesi di Netflix a 49 euro ogni 4 settimane. È previsto un massimo di traffico in roaming di 100 minuti, 100 sms e 100MB al giorno. RED Start è disponibile anche in versione ricaricabile, con carta di credito e senza tassa di concessione governativa. Novità anche per i clienti business: tutti i piani diventano ‘+’ con 4G, fibra e roaming sempre inclusi, per garantire il massimo per Partite Iva e Piccole Medie Imprese. I servizi in fibra di Vodafone Italia con velocità fino a 100 Mbps sono invece disponibili in oltre 270 città per 8,5 milioni di famiglie e imprese. 

In occasione del lancio di RED va on air un nuovo spot diretto da Gabriele Muccino ideato dal Team Red. Bruce Willis, da tempo testimonial del brand, questa volta appare in vacanza a Barcellona dove cerca disperatamente una rete Wi-Fi prima di incontrare una turista italiana e approfittare della sua offerta RED per continuare a navigare. 




Sparkle si riposiziona come ‘the world's
communication platform’ con Klein&Russo

L'operatore di rete e service provider globale del gruppo Telecom Italia torna in comunicazione per il rebranding con una campagna on air fino ad autunno su testate e social media internazionali. Multisoggetto, evidenzia gli elementi distintivi delle cinque piattaforme di prodotto ovvero IP&Data, Cloud& Data Center, Corporate, Mobile e Voice

10 maggio 2016 - Torna in comunicazione Sparkle, operatore globale del gruppo Telecom Italia e tra i dieci maggiori service provider internazionali, con una campagna globale che accompagna il rebranding della marca. Il nuovo posizionamento si sintetizza nel payoff ‘the world's communication platform’ che sottolinea il peso sul mercato internazionale, capitalizza il know how e l'expertise e proietta il valore di Sparkle nel futuro. Sparkle oggi è una piattaforma capace di generare nuovo valore attraverso le interazioni tra clienti, fornitori e partner. 

La campagna multisoggetto mette al centro la nuova identità di Sparkle evidenziando gli elementi distintivi delle cinque piattaforme di prodotto: IP&Data, Cloud& Data Center, Corporate, Mobile e Voice. 

La campagna di rebranding, ideata e realizzata dalla Creative Community Klein&Russo, è stata presentata ieri a Chicago in occasione della International Telecoms Week (ITW), l'evento che riunisce gli operatori internazionali di telecomunicazioni. Sarà pianificata fino ad autunno su testate e social media internazionali. 


In discussione il monopolio della Siae. Fedez
passa a Soundreef per la raccolta dei diritti d'autore

L'Italia ritarda nel recepire la direttiva Barnier della Ue che liberalizza la raccolta delle royalties. Intanto la startup Soundreef si propone con un servizio che avvantaggia soprattutto i piccoli autori. Grazie all’utilizzo di sistemi digitali, pratica tempi veloci nella rendicontazione e nel pagamento dei compensi

2 maggi
Davide D'Atri e Fedez
o 2016
- Fondata a Londra nel 2011, riconosciuta lo scorso 18 marzo ufficialmente in Uk per la raccolta dei diritti di autore e già con 1.000 aderenti italiani, Soundreef, startup finanziata dalle società di investimento VAM Investments e LVenture Group, fa un notevole passo avanti in termini di visibilità e credibilità nel nostro Paese con l'adesione di Fedez. Il rapper e produttore discografico, in testa alla classifica 2015 dei concerti con più biglietti venduti, lascia la Siae (Società Italiana Autori Editori) e incarica di riscuotere i suoi proventi musicali Soundreef, che già amministra e raccoglie compensi su oltre 150.000 brani in Italia e nel mondo.

La Siae finora ha operato in Italia in regime di monopolio ma il 10 aprile avrebbe dovuto essere recepita la direttiva Barnier dell’Unione Europea (n. 26 del 2014) che sancisce l’apertura del mercato della raccolta e della gestione dei diritti d’autore sulle opere musicali a operatori privati: un mercato che nella Ue vale circa 5 miliardi di euro. In molti Paesi operano già società in concorrenza, ma in Italia si è ancora all’inizio dell’esame parlamentare. Soundreef e oltre 300 fra imprenditori e investitori hanno consegnato una lettera al Presidente Renzi per sollecitare il recepimento della direttiva.

Grazie all’utilizzo di sistemi digitali, Soundreef dichiara di praticare tempi
veloci nella rendicontazione e pagamento dei compensi per gli autori, mentre la media Siae è 12-24 mesi.  “Soundreef – ha detto il fondatore e a.d. Davide D’Atri – rendiconta le utilizzazioni entro 7 giorni dal concerto e paga le royalties entro 90 giorni dal concerto, sia per il nazionale che per l’internazionale”. Le somme vengono determinate in modo puntuale e preciso e non a forfait come previsto dal sistema Siae, che inoltre paga a campione il 75% dei concertini. Il 60% degli iscritti Siae, denuncia Soundreef, non riescono a recuperare neppure le quote di iscrizione.

“Abbiamo saputo e preso atto della scelta di Fedez  - ha ribattuto in una nota la Siae - e certamente ci dispiace perdere uno dei nostri 80.000 associati. Riteniamo però che talune sue dichiarazioni siano frutto di una non corretta informazione. Dal 1° gennaio 2015 a fine marzo 2016 circa 6.000 nuovi autori under 31 si sono iscritti a Siae che sta digitalizzando l’offerta, pubblicando online bilancio e relazione di trasparenza, azzerando la quota d’iscrizione per giovani e start up editoriali e abbassando la provvigione, che oggi in media è sotto al 16%". 


Enel ed Eataly partner in nome del legame tra cibo ed energia

La partnership triennale si fonda su una condivisione di valori quali l'attenzione al territorio, alle persone e alla sostenibilità. Per tre anni Enel sarà presente negli store di Eataly di Milano, Roma e Torino per azioni di co-marketing mirate. I clienti dello store troveranno offerte e soluzioni per luce e gas studiate appositamente per loro, mentre gli affiliati ai programmi loyalty di Enel Energia avranno a disposizione promozioni e vantaggi in Eataly

25 aprile 2016 - È al via una partnership triennale tra Enel ed Eataly, due eccellenze del made in Italy, in nome dell'energia, che il primo partner produce per la vita di tutti i giorni e il secondo fornisce all'uomo attraverso un'alimentazione di qualità. “Insieme comunicheremo la cultura del mangiare meglio e del consumare meglio l'energia – spiega Nicola Lanzet
ta, head of market Italy di Enel –. Sono tre i valori che condividiamo: l'attenzione al territorio, l'importanza che diamo alle persone, a quelle che collaborano con noi e a quelle per cui lavoriamo, e l'attenzione all'ambiente e alla sostenibilità. Basti dire che deriva da fonti rinnovabili il 47% della produzione di energia di Enel nei 30 Paesi in cui opera, dall'Italia agli Usa, dall'India al Messico all'Asia”. 
 
Enel ed Eataly uniscono le forze all'interno degli store Eataly, iniziando da quelli di Milano e Roma e poi Torino, per raccontare il legame che unisce cibo ed energia. La partnership ha avuto un'anteprima durante la Design Week a Milano, quando fuori dallo store Eataly di piazza XXV Aprile sono comparse biciclette fornite da Enel e proposte in bike sharing. Il prosieguo potrà avere forme molteplici. Enel, che ovviamente è diventato il gestore di energia di Eataly, avrà dei corner negli spazi della catena fondata da Oscar Farinetti dove si potranno anche stilare contratti: oltre a conoscere le eccellenze del comparto agroalimentare ed energetico made in Italy, i clienti avranno a disposizione offerte e soluzioni per luce e gas studiate appositamente per loro. Chi è iscritto ai programmi di loyalty di Enel Energia avrà a disposizione promozioni e vantaggi in Eataly, tipo buoni acquisto, sconti et similia. Ci saranno azioni di co-marketing innovativo. La novità sarà comunicata attraverso stampa e web ed eventi legati alla mobilità verde. 
 
La presen
Da destra, Nicola Lanzetta e Andrea Guerra
za di Enel all'interno degli store Eataly di Milano e di Roma non si limiterà a uno stand ma sarà diffusa, con luoghi di relax dove sarà facile avvicinarsi al mondo della sostenibilità, della mobilità elettrica e dell'energia come motore dell'alimentazione. “Cibo ed energia hanno un nesso forte – sottolinea Andrea Guerra, presidente esecutivo di Eataly -. Ci accomuna la volontà di essere protagonisti che operano sul mercato in un modo nuovo, pulito, giusto. Guardiamo insieme a un futuro in cui, ad esempio, tutti i rifiuti della catena alimentare si tramuteranno in energia pulita”.
 
Enel, unica per l'energia, non è tuttavia l'unica azienda extra settore alimentare che viene ospitata in Eataly. Gli spazi dello store sono aperti ad attività di marketing di aziende, scelte in modo molto selettivo. Ogni mese, ad esempio, vengono esposti a rotazione manifesti e totem rappresentativi di brand. In questo periodo, nello store di piazza XXV Aprile tocca a Kartell, che è tra i fornitori di Eataly. In passato c'è stata anche Fiat. 


PayPal dà il benvenuto alla ‘nuova moneta’
con la piattaforma di comunicazione New Money

Il player globale dei pagamenti digitali in sicurezza lancia anche in Italia la campagna che ne riposiziona l'immagine ed evidenzia la visione dell'azienda sul futuro delle transazioni finanziarie e dei pagamenti online. Vi hanno lavorato le agenzie CrispinPorter+Bogusky, Delasource, Edelman, Havas Media, Rapp e We are Cookies

31 marzo 2016 - PayPal, player globale dei pagamenti digitali in sicurezza, lancia in Italia la campagna New Money, anticipata durante l'ultima edizione del Super Bowl con uno spot emozionale. È la prima campagna di comunicazione integrata e globale dalla quotazione in Borsa come azienda indipendente. 
 
La piattaforma New Money riposiziona l'immagine di PayPal ed evidenzia la visione dell'azienda sul futuro delle transazioni finanziarie e dei pagamenti online. Vi hanno lavorato le agenzie CrispinPorter+Bogusky, Delasource, Edelman, Havas Media, Rapp e We are Cookies, realizzando una campagna multi-canale pensata per enfatizzare questi messaggi.
 
L'attività di comunicazione parte in tv con lo spot localizzato per l'Italia, che passerà anche al cinema, e con una serie di telepromozioni. Sono previsti anche un piano di attivaz
ione sul territorio, che include un grande display digitale alla Stazione Centrale di Milano, e attività per il coinvolgimento degli utenti sui canali social italiani di PayPal. La piattaforma New Money sarà presente online da aprile a giugno con una campagna display, dei video post sponsorizzati sui social e una serie di video tutorial sulla piattaforma e le offerte di PayPal.
 
Le modalità con cui si utilizza il denaro si stanno trasformando: “New Money nasce proprio per raccontare come la ‘nuova moneta’ possa offrire modalità più veloci, più semplici, sicure e innovative per gestire, utilizzare e trasferire il denaro – ha dichiarato Angelo Meregalli, general manager di PayPal Italia –. La nostra visione del futuro del denaro si basa su una storia di successo innovativa, la campagna New Money oggi è lo strumento con cui la racconteremo al mondo”.




Nasce wekiwi, fornitore energetico tutto digital rivolto ai millennial

Si presenta al mercato il nuovo operatore di energia elettrica e gas completamente online, dalla sottoscrizione del contratto all’assistenza ai clienti. Ha anche la mission di promuovere il consumo consapevole dell’energia sia per risparmiare che per favorire un uso sostenibile delle fonti energetiche

22 marzo 2016 - Apre i battenti wekiwi, fornitore di energia elettrica e gas completamente online, dalla sottoscrizione del contratto all’assistenza clienti. Wekiwi ('we' + 'kiwi' ovvero kilowatt) è una start up che si rivolge soprattutto ai millennial, fascia di popolazione sempre connessa, interessata alle nuove tecnologie e che richiede strumenti e servizi semplici e pratici, oltre a essere attenta a un consumo ragionato e consapevole. In  pochi passaggi online, gli utenti possono sottoscrivere la fornitura e accedere a una serie di funzionalità attraverso l’app dedicata, con cui il consumatore può monitorare in tempo reale lo stato dei consumi, gestire la fornitura e contattare l’assistenza.
 
Inoltre wekiwi ha l’obiettivo di promuovere il consumo consapevole dell’energia sia per risparmiare che per favorir
e un uso sostenibile delle fonti energetiche.  Wekiwi propone al cliente di selezionare una carica mensile, con cui viene stabilito a monte l’importo delle fatture da pagare in acconto, poi la carica sarà conguagliata rispetto ai consumi effettivi, in eccesso o difetto. Tramite l’area riservata e l’app, il cliente potrà sempre monitorare se sta consumando di più o di meno rispetto alla carica, calibrando nel tempo. 
 
Wekiwi è controllata dal Gruppo Tremagi, azienda privata italiana del settore energetico, attraverso l’operatore Illumia. 


Pixartprinting presenta LOOKtheBOOK
e il restyling del blogazine Pixarthinking

Il player del web to print si è dato la mission di produrre contenuti per creare cultura sui prodotti stampati e sugli ambiti in cui prendono vita. Lanciato nel 2014, il blogazine che esplora i mondi legati alla creatività e all'innovazione ha assunto nuova veste editoriale e adottato il pay off ‘Ideas. Can we trust them?’. Il libro LOOKtheBOOK è il primo di una collection ispirazionale che offre spunti e suggestioni a grafici e creativi

21 marzo 2016 - Produzione di contenuti per creare cultura nel settore andando al di là del core business di offrire online servizi di stampa di piccolo formato: è l'impegno che si è dato Pixartprinting, specialista di stampa digitale online, offset, packaging e web to print. Ultime novità, il restyling del blogazine Pixarthinking e la pubblicazione del libro LOOKtheBOOK, primo volume di una collection ispirazionale rivolta a grafici e creativi. 

Diretto da Mattia Coletti, Pixarthinking è un progetto editoriale che vuole attivare una connessione forte con gli utenti di internet, diffondendo cultura sui prodotti stampati e sui mondi in cui prendono vita. Il blogazine tratta di creatività, innovazione e passione, esplorando il web, l'arte, il design, la grafica, la tecnologia e i trend della visual communication. Parla anche
di letteratura, musica, cinema con incursioni nel teatro e nella performance-art. Lanciato nel 2014, da inizio 2016 ha assunto una nuova veste editoriale e un nuovo pay off: “Ideas. Can we trust them?”.

Ne è emanazione LOOKtheBOOK, il libro da poco pubblicato che propone un viaggio tra idee e suggestioni che prendono spunto delle esplorazioni del blogazine. Apre col capitolo ‘Paperlove’ dedicato al mondo della carta, prosegue con ‘Creativity’ alla scoperta di progetti particolari, poi in ‘Trend’ parla di tendenze e contaminazioni, in ‘Innovation’ racconta l'esperienza di chi ha sposato l'innovazione tecnologica e di pensiero, infine in ‘Back to the future’ presenta forme espressive ever green. Il libro offre così spunti e suggestioni, forme e colori a grafici, designer, artisti e appassionati di stile.

Oltre a Pixarthinking e LOOKtheBOOK, altri progetti basati sulla content creation e recentemente sviluppati sono ‘Venetian’ e ‘Barcelona Floors’ con immagini fruibili free frutto degli scatti del fotografo Sebastian Erras e ‘Pix4Love’, campagna realizzata per San Valentino puntando sul video content girato in stile mockumentary. 


Campagna globale di M&C Saatchi per UniCredit
sponsor ufficiale della Uefa Championship

La campagna, che sarà on air in 21 Paesi, è centrata su 6 video che saranno pianificati nei break tv dei match più importanti, ospitati anche sui tabelloni in campo e presenti anche sul web. Ogni spot racconta uno specifico servizio offerto dalla banca. In Italia si vedranno i soggetti dedicati al Mutuo, agli Investimenti e all'Assicurazione

14 marzo 2016 - M&C Saatchi firma per Unicredit la campagna globale a sostegno della sponsorizzazione della Uefa Champions League, legame nato sei anni fa e che ora si amplia ulteriormente. UniCredit ha esteso la sponsorizzazione anche a tutti i principali tornei europei, inclusa la Uefa Europa League, diventando banca ufficiale delle Competizioni Uefa per Club (unicredit.eu/champions).
 
La campagna, che sarà on air in 21 paesi tra cui Italia, Germania, Polonia, Russia e Romania, è centrata su una serie di 6 video da 10", pianificati durante i break tel
evisivi prima, durante e dopo i match più importanti di Uefa Champions League, ospitati anche sui tabelloni in campo e presenti anche sul web. La produzione è di NCN Nuovo Cinema Navigli con regia di Nicolas Caicoya.
 
Oltre a dire che la vita, come il calcio, è piena di alti e bassi – concetto chiave del posizionamento globale di UniCredit – la campagna presenta singoli prodotti: ogni spot racconta uno specifico servizio, come il Mutuo, la Banca Multicanale, il supporto alle PMI, l'Assicurazione e i servizi dedicati ai grandi investitori. Dopo aver studiato un format di comunicazione worldwide per tutto il gruppo UniCredit, l'agenzia scende ora nei dettagli delle singole entità territoriali, culturali e sociali in cui il brand opera, comunicando i prodotti in un contesto calcistico. 
 
“L'estensione della n
ostra sponsorship alla Uefa e questa nuova campagna, insieme alla varietà delle iniziative che attiveremo lungo l'arco dell'anno, ci portano ancora più vicino ai tifosi“ ha detto Silvio Santini, head of group brand management di UniCredit. Ognuno dei 21 mercati ha scelto uno o più soggetti tra i 6 realizzati da M&C Saatchi in base alle singole esigenze di marketing, e la stessa agenzia ha provveduto agli adattamenti locali. In Italia si vedranno i soggetti dedicati al Mutuo e agli Investimenti, che saranno on air durante il prossimo incontro della Uerfa Champions League del 15 marzo. Successivamente sarà il turno dell'Assicurazione, a partire da maggio.




Oldani, chef e imprenditore, promuove il cloud computing di Tim

Il nuovo spot di Tim Impresa Semplice, che presenta le potenzialità dei nuovi servizi Tim per le aziende, è realizzato da Indiana Production Company e va on air in tv, cinema, negli aeroporti e nelle stazioni e sul web. Oldani testimonia come la semplificazione della gestione aziendale gli permetta di dare tranquillamente spazio alla creatività in cucina

7 marzo 2016 - È on air in tv il nuovo spot di Tim Impresa Semplice, che presenta le potenzialità dei nuovi servizi Tim per le aziende che hanno l'opportunità di scegliere, acquistare e gestire in modo semplice e immediato soluzioni Ict avanzate. Dopo aver avuto Tim Berners Lee, Fabio Fazio e Pif come testimonial della campagna istituzionale per il varo del rebranding (vedi news del 14 gennaio), il nuovo protagonista è Davide Oldani, nella sua doppia veste di chef e di imprenditore. Oldani racconta come l'utilizzo del cloud computing di Tim semplifichi la gestione aziendale permettendogli di dare spazio alle sue creazioni in cucina che coniugano innovazione e tradizione. 
 
Lo spot è stato realizzato da Indiana Production Company con regia di Michele Socci e girato
a Milano nell'area di Porta Nuova per essere pianificato in tv cinema, negli aeroporti e nelle stazioni e sul web.  
 
Tim Impresa Semplice è il portafoglio d'offerta dedicato alle esigenze di digitalizzazione di professionisti e aziende di qualsiasi dimensione che include servizi voce, connettività a banda larga e ultra larga fissa e mobile e un'ampia gamma di soluzioni Ict disponibili anche attraverso il cloud marketplace Nuvola Store. 


Digital Magics lancia Quomi, startup
che innova il food delivery in e-commerce

Attraverso il sito www.quomi.it, il servizio prevede la consegna gratuita a casa o in ufficio di ingredienti italiani di qualità, freschi e già dosati, per cucinare sulla base di ricette proposte da chef e scelte dagli utenti. Il business incubator è entrato nella startup con il 12.5%

4 marzo 2016 - Il business incubator Digital Magics lancia Quomi, startup innovativa che ha sviluppato un servizio di food delivery che prevede la consegna gratuita a casa o in ufficio di ingredienti italiani di qualità, freschi e già dosati per cucinare. Digital Magics, che è entrato nella startup con una quota del 12,5%, la sta supportando per accelerarne il processo di crescita. 
 
Ogni settimana su www.quomi.it è online un menù con 9 ricette selezionate da chef professionisti, tenendo conto della stagionalità dei prodotti e delle specialità regionali della cucina italiana. Una volta che l'utente avrà scelto le ricette preferite, Quomi farà la spesa e la settimana successiva recapiterà in scatole con gli ingredienti già dosati e le i
struzioni per cucinare. Il lunedì mattina Quomi acquista prodotti freschi dai produttori italiani, senza intermediari, nelle dosi giuste per le ricette a un prezzo sostenibile e spedisce in 24 ore con freschezza garantita dal contenitore isotermico e dal gel refrigerante. La scatola si può riciclare nella carta, il polistirolo nella plastica e il gel refrigerante si può riutilizzare come ghiaccio o come borsa d'acqua calda, semplicemente scaldandolo in acqua bollente. 
 
Quomi supporta la Fondazione Slow Food, associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, e sceglie prodotti Presidi Slow Food in aggiunta a molti cibi Bio. 

L'idea si deve ai trentenni fondatori Andrea Bruno ceo e Daniele Bruttini presidente che si sono conosciuti lavorando per Zalando e che, quando vivevano a Berlino, si facevano recapitare a casa cibo italiano di qualità. 
 
Il food innovation è uno dei nuovi grandi trend a livello globale. Nell'ambito del food delivery si stima che il mercato globale del takeaway e della consegna a domicilio raggiungerà i 90 miliardi di dollari nel 2019. In Italia nel 2014 il food&beverage online ha sviluppato ricavi per oltre 200 milioni di euro e le dimensioni sono previste in ulteriore crescita fino a 329 milioni di euro nel 2017, a un ritmo annuo del +20% (fonte: Euromonitor 2014). 


La Second Hand Economy vale già 18 miliardi e Subito
si impegna ad avvicinare sempre più italiani a questo mercato

Il sito di compravendita online dell'usato chiude il 2015 con ricavi in crescita del 30% e il programma di offrire sempre più un prodotto intuitivo e accessibile, attraverso tutte le piattaforme digitali. Intanto presenta i dati del 2° Osservatorio Doxa, secondo cui la metà degli under 45 ha comprato o venduto oggetti di seconda mano e il 40% di questi lo ha fatto via web

3 marzo 2016 - La cosiddetta Second Hand Economy, ovvero il mercato di compravendita dell'usato, genera in Italia un volume di affari di 18 miliardi di euro, pari all'1% del Pil. L'impatto è rilevante in Italia anche grazie alla tecnologia, in quanto il 38% del volume d'affari, ovvero 6,8 miliardi, passa attraverso l'online. Analizza le dinamiche di questo mercato l'Osservatorio 2015 di Doxa (indagine svolta su campione rappresentativo della popolazione italiana attraverso 1.000 interviste con metodologia Cati) per Subito, sito specializzato del gruppo norvegese Schibsted Media, che conta su 8 milioni di utenti unici (media Audiweb Total Digital Audience 2014), che accedono a 5 milioni di annunci in 37 categorie merceologiche per oltre 30 milioni di pagine visitate quotidianamente (quasi un miliardo al mese).
Tra chi ha visitato il sito almeno una volta nell'anno, uno su quattro ha effettuato almeno un acquisto. Subito è conosciuto dal 64% della popolazione italiana, dall'82% di quella under 45 e dal 77% di acquista usato. Lo preferiscono perché semplice da consultare (67%), friendly (52%), efficace nel soddisfare le necessità (36%), in grado di far risparmiare (21%). Tuttavia, si scopre dall'indagine che non è tanto la crisi economica il driver della compravendita dell'usato, bensì il desiderio di liberarsi del superfluo e dalla volontà di cambiare.

Alla seconda edizione, l'Osservatorio si è concentrato sulla popolazione under 45, la più attiva in questo mercato, tra cui si sta affermando, come ha spiegato il sociologo Francesco Morace, presidente di Future Concept Lab “un nuovo stile di pensiero, quel ‘pragmatismo creativo’ tipico di un consumo smart, quello di una generazione che trasforma tutto ciò che è usato o di seconda mano in materia creativa da rigenerare”. La metà degli under 45 ha comprato o venduto oggetti di second
a mano perché lo considera un modo intelligente e non convenzionale di fare economia e il 40% di questi ha usato il web in quanto è un canale veloce (68%) per trovare ciò che cercano.

I beni usati più acquistati online appartengono alle categorie elettronica (33%), sports e hobby (31%), veicoli (28%) e casa e persona (26%). Chi compra il second hand continua a farlo anno dopo anno e intende farlo in futuro. Quanto al volume d'affari, i veicoli sono il segmento che pesa di più, 4,2 miliardi, seguiti da arredi, corredi ed ettrodomestici (980 milioni)
Melany Libraro
general manager
Subito
, abbigliamento (360 milioni), elettronica (340).

Un segmento di mercato sempre più dinamico, in cui Subito, nato nel 2007, ha avuto un ruolo significativo nel modificare la percezione dell'acquisto dell'usato: “Gli italiani ormai vedono nella Second Hand Economy un modo semplice e normale di comprare e vendere oggetti – ha dichiarato Melany Libraro, general manager di Subito –. La nostra sfida per il futuro è quella di avvicinare sempre più persone a questo mercato, offrendo un prodotto intuitivo e accessibile attraverso tutte le piattaforme digitali, dal sito desktop alle app per smartphone e tablet che con quasi il 70% del traffico stanno rivoluzionando il modo di fare economia online”.

Il 2015 è stato per Subito l'anno del rebranding (vedi news del 9 settembre) e si è chiuso con un fatturato in crescita del 30% sui 19 milioni del 2014 (+35% sul 2013). I ricavi arrivano da tre fonti: il 40% dall'adv online, gestita dalla concessionaria interna, che può contare come si è detto su quasi un miliardo di pagine viste mensilmente; il 30% dai servizi pay per i privati che vogliono dare particolare visibilità ai loro annunci e il 30% da servizi b-t-b con spazi speciali per le aziende, in particolare immobiliari, dealer d'auto, di recruitment ma non solo. 

Tra i progetti futuri, Libraro annuncia anche l'ipotesi di favorire la creazione in taglio social di community di acquirenti e venditori che si possano scambiare opinioni, di rafforzare la già ricca parte informativa di consigli per la sicurezza nelle transazioni, di aumentare del 20% il numero degli addetti come già fatto nel 2015. Sul fronte della comunicazione, ci saranno altri flight della campagna ideata dalla nuova agenzia Publicis, scelta dopo gara in novembre, collegata al riposizionamento in loved brand vicino alle persone e alle loro abitudini di consumo. Nuovo concept creativo: da qualcosa di usato, può nascere qualcosa di nuovo (vedi Videonotizia del 26 gennaio). 
Per saperne di più..>>



La raccomandata si scarica dal web con Nexive e tNotice

L'operatore postale privato e la startup romana lanciano da aprile una novità intesa a migliorare i rapporti tra cittadini, aziende e PA. Invece di lunghe file per recuperare le raccomandate in giacenza in un posto fisico, si potrà scegliere di scaricarle dal web, in modo semplice e sicuro, attraverso un codice pin, tagliando tempi e costi

2 marzo 2016 - Arriva la raccomandata con giacenza digitale, una novità che punta a migliorare i rapporti tra cittadini, aziende e pubblica amministrazione, in linea con gli obiettivi di semplificazione e diffusione della cultura digitale previsti dall'Agenda Digitale italiana. La lancia l'operatore postale privato Nexive in collaborazione con la startup romana tNotice.

Prevede che, in caso di assenza del destinatario, venga lasciato un avviso di giacenza che indica sia un luogo fisico per il ritiro, sia un codice pin per accedere alla raccomandata via web. Il destinatario potrà, come si è sempre fatto, andare a ritirare la raccomandata oppure optare per la seconda opzione, scaricandola online, tagliando tempi e costi legati al recupero del cartaceo. In tal caso, l'accesso al sito verrà tracciato confermando la presa in carico. La sicurezza è garantita in tutte le fasi del processo: il codice pin, generato in automatico come per i servizi bancari, può essere utilizzato per un solo ritiro e si blocca al terzo tentativo di errore, la connessione sul web è protetta con crittografia, l'accesso al sito richiede l'autenticazione tramite username e password o tramite sms di verifica sul telefonino. L'avvenuto ritiro viene confermato dall'utente tramite firma elettronica. Il valore legale è lo stesso della tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno.

“Ogni anno in Italia vengono spedite circa 180 milioni di raccomandate e ogni secondo 4 persone fanno la fila a uno sportello per ritirarne una – ha detto Luca Palermo, a.d. di Nexive –. Di queste, 54 milioni andranno in giacenza e oltre la metà di queste, il 60%, non verrà mai ritirato. Abbiamo voluto semplificare la vita a cittadini e imprese”. La novità p anche un modo per accompagnare gli italiani in modo graduale verso la digitalizzazione a 360°. Il servizio sarà a pieno regime da aprile. 



Nasce Animation Italia, associazione
tra produttori di audiovisivi d'animazione

Presieduta da Giorgio Scorza, la nuova associazione intende promuovere la crescita dell'industria dell'animazione italiana sul mercato interno e all'estero. E intende sfruttare le opportunità del ddl Franceschini-Giacomelli di riforma dell'intervento pubblico nella cinematografia, che potrebbe far aumentare di un terzo i ricavi del settore animazione, oggi stimabili in una ventina di milioni. Animation Italia ha subito siglato un accordo con Asseprim - Confcommercio Imprese per l'Italia per lavorare insieme verso lo sviluppo del settore

29 febb
Giorgio Scorza
raio 2016
- È nata Animation Italia, associazione nazionale che unisce le imprese indipendenti della produzione audiovisiva e multimediale in animazione e quelle della relativa filiera. L'obiettivo è di promuovere la crescita dell'industria dell'animazione, oltre a poter competere sui mercati internazionali. La presiede Giorgio Scorza, mentre vicepresidente è Riccardo Trigona. 

Animation Italia nasce quando è agli inizi l'iter legislativo del nuovo disegno di legge del Governo in materia di cinema audiovisivo, che fa sue le istanze dei produttori indipendenti: consolidamento dell'industria audiovisiva, politiche incentivanti delle coproduzioni internazionali, regole chiare per tutti, ottimizzazione nella gestione dei diritti e nella distribuzione multimediale e internazionale, formazione professionale aggiornata, definizione di un mercato concorrenziale, centralità del merito. 

Si tratta del ddl Franceschini-Giacomelli di riforma dell'intervento pubblico nella cinematografia. Presentato a fine gennaio, prevede, tra l'altro, la creazione di un fondo autonomo per il sostegno dell'industria cinematografica e audiovisiva, attraverso incentivi fiscali e contributi automatici che unificano le attuali risorse del Fus Cinema e del Tax Credit. Verranno garantite risorse non inferiori ai 400 milioni di euro, il 60% in più di prima, grazie a un meccanismo virtuoso di finanziamento: il fondo sarò alimentato direttamente dagli introiti erariali già derivanti dalla programmazione e dalla trasmissione televisiva, dalla distribuzione e dalla proiezione cinematografica, dall'erogazione di servizi di accesso a internet da parte delle telco. Dal 2017, l'11-12% del gettito Ires e Iva di questi settori verrà destinato al finanziamento del cinema e dell'audiovisivo. Non sarà più un'elargizione di contributi a pioggia, ma in base a parametri di capacità di dist
ribuzione e di merito. La logica, poi, è di favorire in particolare il tax credit esterno per attirare le produzioni dall'estero all'Italia.

L'animazione italiana punta essere competitiva sui mercati esteri e a creare un nuovo modello di business. Oggi il mercato italiano dell'animazione conta circa 30 imprese e fattura circa una ventina di milioni di euro (il grosso sono i 15 milioni di coproduzioni a cui la Rai è obbligata dal contratto di servizio pubblico), mentre il mercato dell'audiovisivo tutto pesa 16.5 miliardi e conta circa 9.000 imprese. 

Il nuovo ddl è una grande opportunità per l'evoluzione del settore dell'animazione che si propone un aumento di un terzo del fatturato da qui a due anni. E necessita di dialogo tra tutti gli interlocutori, broadcaster inclusi, per creare una piattaforma comune. Appena costituita, Animation Italia ha siglato un accordo con Asseprim - Confcommercio Imprese per l'Italia (l'associazione nazionale dei servizi professionali per le imprese): i due organismi lavoreranno insieme per sviluppare il sistema italiano del prodotto audiovisivo e multimediale di animazione, grazie a una convenzione biennale (2016/2017). 

Gli attuali soci di Animation Italia sono 4 Dark, Graffiti Media Factory, Inky Mind, Jinglebell Communication, Leoshopping.It, Movimenti Production, Mymax Edutainment, Progetto Immagine, Sample, Studio Bozzetto & Co, Studio Rain, Team Entertainment, Trion Pictures, Ubik Visual Effect, Unique Multimedia, Vallaround. 


McCann con Google idea la ‘True Love Maps’ per Zurich Insurance

All'interno della piattaforma globale di comunicazione ‘Per coloro che amano veramente’, la campagna interattiva permette agli innamorati di ‘incidere’ i propri nomi su tavoli, muri, panchine o alberi digitali in qualunque città del pianeta, utilizzando Google Street View. McCann Londra ha lavorato con lo studio di produzione Unit9 a stretto contatto con Google

15 febbraio 2016 - Per San Valentino, McCann Londra ha ideato per Zurich Insurance Group, all'interno della piattaforma globale ‘Per coloro che amano veramente’, la campagna interattiva ‘True Love Maps’ che permette agli innamorati di ‘incidere’ i propri nomi su un albero o su un lampione digitali in qualunque città del pianeta, utilizzando Google Street View. 
 
Le incisioni virtuali fatte su tavoli, muri, panchine o alberi sono in grado di sfuggire alle insidie del tempo e nello stesso tempo sono rispettose dell'ambiente. Chi vuole aderire al progetto può collegarsi al sito dedicato www.truelovemaps.com dove si è invitati alla scelta di un luogo caro alla coppia. Il sito genera l'incisione e crea anche un video che ripercorre in modo romantico l'avvenimento, partendo dal Paese, passando per la città, fino a raggiungere la via esatta e rivelare l'incisione dei due nomi. 
 
Lancia l'iniziativa uno spot che racconta di una storia d'amore davvero duratura, quella tra gli sposi spagnoli Matilde e Paco arrivati a 72 anni di matrimonio. McCann ha lavorato con lo studio di produzione Unit9 a stretto contatto con Google, per creare un esperienza di Street View eterea in tempo reale, disponibile su tutti i browser e tutte le piattaforme. Il media è a cura di Um. 




Uber cambia logo e introduce i colori

A cinque anni dal lancio, il cambio di immagine con introduzione di più colori si collega alla diversificazione dei servizi offerti e all'ampliamento dei Paesi in cui il servizio è presente. I colori sono adattati ai diversi Paesi, arrivati a quota 68. Per l'Italia sono arancione, verde e azzurro 

4 febbraio 2016 - Cinque anni fa avveniva il debutto a San Francisco del servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un'app che collega passeggeri e autisti. Contestatissimo dai tassisti e con varie vicissitudini, Uber oggi è presente in 370 città di 68 Paesi e dà il via al rebranding. Dalla U e dalla R del logo sono state eliminate le ondulature a favore di linee diagonali nette, gli elementi base evocano bit e atomi e sono stati adottati diversi colori a dimostrazione della diversificazione dei servizi offerti. 
 
Prima veniva utilizzata l'accoppiata bianco/nero nel logo per rinviare al servizio deluxe Uber Black (corsa su berlina). Oggi, attraverso la piattaforma Uber, si può accedere a UberX (corsa low cost su un'utilitaria), UberPop (passaggi da privato a privato), UberRush (consegna di pacchi), UberEats (consegna di cibi), UberAssist (servizio per chi necessita di assistenza), UberPool (condivisione di percorso con altre persone che devono andare nella stessa direzione).
 
È stata decisa anche una ‘customizzazione’ cromatica in base agli elementi che meglio caratterizzano il Paese in cui il servizio è attivo, e che quindi variano da Paese a Paese. Per l'Italia i colori sono arancione, verde e azzurro. 


Nuova brand identity per Enel legata al posizionamento Open Power

Presentati il nuovo brand societario globale, il nuovo sito Enel.com, la nuova identità visiva e il logo che riprendono i principi flessibili e dinamici di ‘Open Power’, l'approccio strategico di apertura e condivisione che posiziona il gruppo come innovativo e sostenibile. Il rebranding è stato curato da Wolff Olins, il restyling del sito da Huge

27 gennaio 2016 - Enel ha un nuovo brand globale, di stile digital, che caratterizzerà anche le controllate Enel Green Power ed Endesa e tutto il materiale di comunicazione col pubblico, bollette e insegne incluse. Il lancio della nuova brand identity, legata alla filosofia ‘Open Power’ presentata a novembre, è avvenuto a Madrid presso Endesa. Il rebranding – il marchio precedente risaliva al 1998 – è stato curato dal direttore della comunicazione Ryan O’Keeffe e dal team digitale interno insieme con l'agenzia Wolff Olins. 
 
“Col rinnovo del brand stiamo adattando l'immagine di Enel ai cambiamenti in corso nel gruppo e alla rapida evoluzione del settore energetico – ha affermato l'a.d. e direttore generale di Enel Francesco Starace -. Il concetto di apertura ‘Open Power’ ci posiziona come gruppo innovativo e sostenibile e il nuovo brand incarna pienamente la natura innovativa, sostenibile, multidimensionale e aperta del gruppo”. L'approccio strategico ‘Open Power’ si fonda su cinque punti chiave: aprire l'accesso all'energia a più persone, aprire il mondo dell'energia a nuove tecnologie, aprire la gestione dell'energia alle persone, aprire l'energia a nuovi utilizzi, aprirsi a più partnership. 
 
La nuova identità visiva e il nuovo logo riprendono i principi flessibili e dinamici di ‘Open Power’. Sono composti da molti colori per riflettere la varietà dello spettro energetico, la natura poliedrica di un gruppo presente in oltre 30 Paesi e la crescente diversificazione dei servizi offerti. Al centro del logo c'è il cursore, punto da cui parte l'energia, sempre in movimento e vitale, e che riprende il filamento presente al centro delle lampadine. Le forme delle lettere vengono create dal movimento dei cursori che creano una scia colorata di energia. 
 
È stato anche svelato il nuovo sito Enel.com e l'utilizzo tramite applicazioni mobili, con restyling curato dal team digital interno insieme alll'agenzia di web design Huge. Nel corso dell'anno ci sarà l'aggiornamento dell'intera presenza online del gruppo.


Per celebrare i 90 anni Publicis Groupe lancia un contest
per sostenere 90 giovani start up del digitale nel mondo

È online fino al 28 febbraio la piattaforma Publicis90 per inviare idee e progetti. I 90 vincitori avranno finanziamenti da 10.000 a 500.000 euro e saranno affiancati per un anno da esperti di marketing, comunicazione, management e tecnologie del gruppo. Premiazione a Parigi a fine giugno al Viva Technology Paris, primo forum dei player mondiali del digitale organizzato da Publicis Groupe e Les Echos

19 gennaio 2016 - Publicis Groupe celebra quest'anno il 90° compleanno. L'avventura iniziò nel 1926 quando Marcel Bleustein-Blanchet aprì una ‘startup’ d'antan in un ufficietto con soltanto una segretaria, in un appartamentino di Rue Montmartre, non immaginandosi che sarebbe arrivato a diventare uno dei tre maggiori gruppi mondiali della comunicazione con 80.000 dipendenti. Pensando al fondatore e alle abilità imprenditoriali di tanti collaboratori nel mondo, Publicis Groupe ha deciso di celebrare il 90° compleanno sostenendo 90 progetti di impresa del digitale. 
 
Da ieri è online fino al 28 febbraio la piattaforma Publicis90 (www.publicis90.com) che invita a partecipare da tutto il mondo studenti, giovani startup già avviate, chiunque abbia dei progetti da proporre, presentando le proprie idee per poter beneficiare dell'aiuto del gruppo. 
 
Le regole di partecipazione sono semplici. Ci saranno delle preselezioni per aree geografiche (Americhe, Asia Pacifico, Emea) con i collaboratori del gruppo che saranno chiamati a votare i progetti presentati anonimamente. Ci saranno poi giurie areali che faranno un'ulteriore selezione e in fine una giuria prestigiosa di esperti che sceglierà i 90 vincitori. Riceveranno finanziamenti da 10.000 euro per un progetto da far partire a 500.000 per una startup già lanciata. Saranno inoltre affiancati da esperti di marketing, comunicazione, management e tecnologie di Publicis Groupe. Se i progetti vincenti fossero proposti da collaboratori del gruppo, ci sarà un dispositivo specifico di sostegno. 
 
I vincitori saranno invitati a partecipare a Viva Technology Paris (www.vivatechnol
Maurice Lévy
ogyparis.com
), primo forum che riunirà al Parc des expositions de la porte de Versailles, dal 30 giugno al 2 luglio, i player mondiali del digitale, per iniziativa di Publicis Groupe e del gruppo Les Echos. Nel corso del forum ci sarà la cerimonia di premiazione. 
 
Maurice Lévy, chairman e ceo di Publicis Groupe, ha detto: “Publicis90 rientra nella filosofia del gruppo e del suo fondatore Vogliamo accompagnare dei giovani imprenditori a realizzare il loro sogno, non solo con un investimento ma anche con competenze. Invece di guardare al passato e compiacerci dei nostri successi, guardiamo verso il futuro”. 


Nasce il primo incubator in Sicilia per start up
digitali con Digital Magics e Factory Accademia

A Palermo, negli spazi messi a disposizione da Il Giornale di Sicilia, nasce l'open space di co-working in partnership con Talent Garden. Digital Magics punta a sviluppare l'ecosistema dell'innovazione siciliana, creando network locali di investitori e organizzando eventi, iniziative e incontri di business. Sono già 246 le startup siciliane iscritte al registro nazionale, il 4.8% del totale nazionale

19 gennaio 2016 - Nasce a Palermo il primo incubatore di startup digitali in Sicilia grazie a Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, che apre una sede in collaborazione con la società partner Factory Accademia.  
 
“Digital Magics Palermo – ha detto Alberto Fioravanti, fondatore e presidente esecutivo di Digital Magics - intende sviluppare l'ecosistema dell'innovazione siciliana, creando network locali di investitori e organizzando eventi, iniziative e incontri di business”. Complementare all'attività sarà il Gioin appena lanciato, network per imprenditori, manager di aziende e professionisti, pensato per aggregare aziende italiane e startup intorno al nuovo paradigma dell'Open Innovation. “Sono già molte – ha aggiunto Alessandro Arnetta, partner di Digital Magics Palermo e ceo di Factory Accademia – le startup innovative presenti nel palermitano e siamo certi che, con il nostro contributo, potranno aumentare ulteriormente per raggiungere i livelli di altre città della nostra isola”. 
 
Le startup siciliane iscritte al registro nazionale sono ad oggi 246, il 4.8% del totale nazionale. La Sicilia è l'ottava regione in Italia per numero di startup dietro a Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Veneto, Piemonte, Campania e Toscana. Con 84 startup innovative (34% del totale regionale) Catania è la provi
ncia leader nella regione e precede Palermo che ne ha 71 (29%), startup in ambo le città che si occupano sopratutto di produzione di software e consulenza informatica. Più distanziate le provincia di Messina con 33 startup (13%) e Agrigento con 18 (7%). 
 
Gli uffici sono in via Lincoln 21, sede storica del Giornale di Sicilia che ha messo a disposizione gli spazi, organizzati in un open space di 500 mq aperto dalle 8 alle 21, dotato di 12 box separati, scrivanie e sale riunioni e un'area relax: un ambito per il co-working in partnership con Talent Garden, maggior network europeo di co-working focalizzato sul digitale, partecipato al 30% da Digital Magics. Imprenditori digitali e creativi sono collegati in tempo reale con gli altri 13 Tag italiani (3 a Milano, Roma, Bergamo, Brescia, Cosenza, Padova, Genova, Pisa, Pordenone, Sarzana, Torino) e quelli di Barcellona, Tirana e Kaunas (Lituania). 


Sisal lancia il nuovo SuperEnalotto del sorriso, con Jackpot
più ricco, la vincita a 2 e l'instant win. Campagna di DlvBbdo

Dopo 18 anni il gioco si rinnova offrendo dall'estrazione del 2 febbraio l'appeal di maggiori opportunità di vincita. Nuova la brand identity nei colori del rosso, del verde e del giallo con la ‘u’ del logo diventata uno smile. A supporto del rilancio, una campagna multimediale che mette in campo otto ricevitori Sisal selezionati con un casting, anticipata da annunci teaser su quotidiani. Il 30 gennaio grande evento con festa e ospiti a Napoli che diventa la ‘città del sorriso’

18 gennaio 2016 - Si evolve, dopo diciotto anni di Jackpot e 4,3 miliardi di euro di vincite distribuite in duemila estrazioni, il SuperEnalotto di Sisal, offrendo al pubblico tre novità, accompagnate da un restyling della brand identity e da una massiccia campagna pubblicitaria multimediale. Il Jackpot diventa più ricco, cresce più velocemente e permette vincite più consistenti. Si vince anche facendo 2, ovvero si vincono 5 euro indovinando 2 numeri della sestina estratta. Terza novità è la vincita immediata, all'atto della giocata prima che avvenga l'estrazione: 25 euro se 4 dei 6 numeri giocati coincidono con quelli riportati nel ’quadrato magico‘ stampato sulla ricevuta. Per il resto il nuovo SuperEnalotto conferma la formula dei sei numeri da pronosticare da 1 a 90, investendo 1 euro per ogni sestina con estrazioni il martedì, giovedì e sabato.
 
Tutto questo - spiega il management di Sisal -
per venire incontro alle richieste dei giocatori, rendere il gioco più attraente e divertente, tanto da poterlo inquadrare come il gioco del sorriso. E infatti nel nuovo logo giallo, rosso e verde la U diventa uno smile. 
 
Si potrà giocare al nuovo SuperEnalotto dal 31 gennaio, anticipato il 30 da un grande evento festaiolo nella città di Napoli (“la città del sorriso”) e la prima estrazione avverrà il 2 febbraio. In parallelo partirà la campagna pubblicitaria di sostegno al lancio con un budget importante, oltre la metà di quello stanziato per il 2016 (in crescita a due cifre sul budget di comunicazione per il 2015 di 5 milioni) e che servirà anche a promuovere i servizi di pagamento Sisal Pay e le scommesse su eventi sportivi Matchpoint. La campagna, ideata da DlvBbdo che anche ha curato il nuovo logo e la nuova brand identity, è centrata sul concept del sorriso e porta in prima linea i r
icevitori Sisal (45mila i punti vendita), partner fondamentali delle attività aziendali. In centinaia hanno aderito a un casting da cui sono stati selezionati gli otto che in radio, in tv e sul web racconteranno episodi curiosi e divertenti avvenuti in ricevitoria. La campagna prevede anche stampa quotidiana e periodica, affissioni, social. In tv ci saranno 2 o 3 soggetti in formati da 60” su reti Mediaset, nei break di seconda serata. Sono previste anche attività below, attività rivolte al trade ed eventi. Il media è curato da Omd. 
 
Anticipano la campagna vera e propria delle uscite ieri e sabato 16 gennaio su stampa quotidiana che, in taglio teaser, preannunciano la novità, mostrando i nuovi colori e la nuova grafica che caratterizzeranno d'ora in poi tutta la comunicazione, il pack, i punti vendita, ovvero la presenza pubblica di nuovo SuperEnalotto. 


Un nuovo marchio per Tim che si afferma player
industriale e tecnologico che offre servizi innovativi

Il nuovo simbolo semplice e moderno, ideato da Interbrand, è comunicato con una campagna istituzionale in tv, stampa, affissioni e digitale, ideata da Leagas Delaney, con testimonial Tim Berners-Lee, Fabio Fazio e Pif. Tim investe 10 miliardi di euro nel triennio 2015-2017 per raggiungere nel 2017 il 95% della popolazione con LTE e il 75% con la fibra ottica

14 gennaio 2016 - È arrivata a compimento col lancio del nuovo logo la fase di semplificazione tariffaria e di rebranding, annunciata mesi fa (vedi news del 18 febbraio e del 15 luglio 2015) che ha fatto convogliare sotto l'unico marchio commerciale Tim tutte le attività di telefonia fissa e mobile di Telecom Italia (che resta solo come brand corporate a Piazza Affari), col riposizionamento dell'intera offerta fissa, mobile e internet del gruppo. 
 
Il nuovo simbolo, semplice e moderno, ideato da Interbrand – un'icona rossa che rappresenta una T e il nome Tim in bianco su fondo blu – è stato presentato ieri a Roma. “Abbiamo costruito – ha detto l'a.d. del gruppo Telecom Italia Marco Patuano – una brand experience capace di unire la solidità e la grandezza di Telecom Italia alla personalità innovativa di Tim. Un'operazione di sintesi che riflette la convergenza fisso-mobile abilitata da internet, dai nuovi device, dalla tecnologia e dalle piattaforme digitali. Segna anche un importante cambiamento nella ridefinizione del nostro ruolo, da puro operatore telefonico a player industriale e tecnologico in grado di offrire prodotti e servizi innovativi mediante lo sviluppo di piattaforme abilitanti: dalle reti ultrabroadband fisse e mobili al cloud computing fino all'information technology di nuova generazione“. 
 
La trasformazione dell'identità di Tim è accompagnata da una campagna istituzionale con testimonial sir Tim Berners-Lee, inv
entore del World Wide Web, Fabio Fazio e Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Negli spot ideati da Leagas Delaney, incaricata a seguito di una gara,e prodotti da Think Cattleya con regia di Michael Haussman, racconteranno da domani le opportunità del nuovo mondo connesso grazie all'innovazione offerta da Tim. Oggi intanto va on air un mini spot da 7” morphing che mostra la trasfornaz
ione del logo. 

Berners-Lee racconterà cosa significhi essere generosi oggi in una società in cui le idee fluiscono libere e si mischiano, convergono, per diventare qualcosa di più grande. Fabio Fazio si interrogherà su quali possibilità si stiano a
prendo ora che siamo liberi di esprimerci, comunicare e apprendere attraverso meccanismi nuovi. Pif si chiederà quale sia il ruolo dell'immaginazione nel mondo connesso: a lui, già testimonial di Tim (continuerà a esserlo nella nuova campagna commerciale), è affidata la responsabilità di traghettare il pubblico e i clienti dal vecchio al nuovo format di comunicazione, di trasmettere quindi un segnale di continuità nel cambiamento. La colonna sonora è affidata a Last Goodbye di Jeff Buckley. La campagna prevede anche stampa, affissioni, digital e social. Il media è a cura di Maxus. 

Il nuovo marchio identificherà il gruppo presente in Italia con 30 milioni di linee mobili e 12 milioni di collegamenti alla rete fissa, e in Brasile con oltre 72,6 milioni di clienti. Tim ha un programma di investimenti che prevede 10 miliardi di euro, di cui 5 esclusivamente dedicati alle tecnologie innovative digitali fisse e mobili e alla realizzazione di datacenter e infrastrutture cloud, nel triennio 2015-2017. Già raggiunge oggi una copertura delle unità immobiliari superiore al 41% con la fibra e oltre l'87% della popolazione con la tecnologia LTE e punta a raggiungere nel 2017 il 95% della popolazione con LTE e il 75% con la fibra ottica.

La società avrà anche una nuova sede a Roma dal recupero delle Torri realizzate all'Eur negli anni Cinquanta, attraverso un risanamento del complesso edilizio adottando principi avanzati di sostenibilità ambientale e di efficienza energetica- Nel periodo di cantiere, avrà il supporto di un'installazione artistica ideata da Matteo Cibic, a cura di Caroline Corbetta.




Publicis Italia idea 'The Questions. Chiedilo agli Adecco Ambassador’

All'insegna di “solo chi è come te può darti le risposte che cerchi”, il progetto di comunicazione prevede che tre giovani in attività rispondano via web e social ai dubbi di chi inizia ad avvicinarsi al mondo del lavoro. All'iniziativa è legato anche un concorso a premi. Il media è gestito da Digitouch, mentre la realizzazione dei siti è di Livextension

16 dicembre 2015 - I giovani che si avvicinano al mondo del lavoro hanno tante domande da porre a cui non riescono a ottenere risposte adeguate. Nasce da questa constatazione il progetto di comunicazione ideato da Publicis Italia per l'agenzia per il lavoro Adecco, di cui è partner da due anni, a titolo ‘The Questions. Chiedilo agli Adecco Ambassador’. La campagna coinvolge tre giovani ambassador: Fiorella, 33 anni, responsabile della comunicazione di Eataly Roma; Federico, 31 anni, direttore della filiale Adecco di Saluzzo (CN); Luca, 19 anni, operaio presso l'azienda ILPRA di Mortara (PV). Sono loro a rispondere alle domande e alle curiosità dei loro coetanei perché, come recita la line della campagna, “Solo chi è come te può darti le risposte che cerchi”.
 
Il progetto è sviluppato attraverso il sito http://ambassadors.adecco.it/, una Tab sulla pagina Facebook di Adecco Italia e una campagna banner pianificata su vari siti. Sono stati girati 3 video da circa 3' 30” l'uno, uno per ciascun ambassador, pubblicati a distanza di una settimana l'uno dall'altro. Il progetto è stato anche preceduto da una campagna teaser con un video da 30” pianificato su Facebook, Youtube, Linkedin, Spotify oltre che da una campagna DEM, a un'attività di PR sui mezzi offline locali e da eventi in alcune Università.
 
All'iniziativa è legato anche un concorso a premi: mette in palio, tra chi porrà una domanda agli ambassador, due kit composti da un insight test e da un outfit per il primo colloquio firmato Conbipel. 
 
Il media è stato gestito da Digitouch, mentre la realizzazione dei siti è di Livextension e la comunicazione PR di Community. 








Vodafone celebra i 20 anni e i clienti col corto
‘Vent'anni di Noi’, tra telefonino e nostalgia

Team Red ha ideato il progetto di un cortometraggio per il web che racconta la storia di un amore che torna a palpitare grazie a un sms inviato vent'anni prima. Un'occasione per Vodafone anche di sperimentare formati innovativi su Youtube e progetti di native advertising

10 dicembre 2015 - Nel dicembre 1995 due ragazzi come tanti si incontrano e hanno una storia d'amore, poi tutto finisce perché lei decide di partire per inseguire un sogno. A distanza di 20 anni, lui ritrova per caso il vecchio telefonino, lo accende e riceve un messaggio di allora di lei che stava partendo. E scatta il desiderio di risentirsi. Si intitola ‘Vent'anni di Noi’ il cortometraggio per il web con cui Vodafone prosegue le celebrazioni per i 20 anni da protagonista nelle telecomunicazioni in Italia, anni che hanno trasformato profondamente il modo di vivere e di comunicare. Diretto dal giovane regista Enrico Mazzanti, il corto è anche l'occasione per sperimentare formati innovativi su Youtube e progetti di native advertising.

‘Vent'anni di Noi’ è dedicato ai clienti di Vodafone, in particolare la chiusura “Ogni tua parola per noi è importante. Da vent'a
nni”. Il progetto è in continuità con il programma We Care con cui Vodafone intende consolidare e valorizzare il rapporto di fiducia con i clienti con azioni concrete negli ambiti connettività, trasparenza, accessibilità, efficacia del servizio (vedi Videonotizia del 13 ottobre)

L'ideazione del progetto è di Team Red, la struttura di Wpp responsabile del cliente. La casa di produzione è Akita mentre la musica è il brano originale di Quiet please!. La pianificazione è curata da Mec. Il corto è online sul canale Youtube e su tutti i canali social di Vodafone Italia, e sulla piattaforma di ‘native content’ di Condenast con l'hashtag #20anniinsieme.




UnipolSai Assicurazioni, main sponsor
del Giubileo, dà il benvenuto all'evento

Leo Burnett firma la creatività della comunicazione che prevede uno spot istituzionale da 30”, maxi-affissioni a Roma, annunci su quotidiani e presenza in radio. Leitmotiv, il forte richiamo al concetto di vicinanza. La compagnia assicurativa darà sostegno concreto a progetti in favore di Paesi in via di sviluppo

9 dicembre 2015 - UnipolSai Assicurazioni comunica l'essere main supporter del Giubileo con uno spot istituzionale da 30” espressamente dedicato all'evento, in cui i volti di un gruppo di bambini che interpretano gioiosamente un pezzo universale come ‘Somewhere over the rainbow’ si alternano a immagini di Piazza San Pietro, in un invito a guardare a qualcosa di più alto, verso la ricerca di unità e di condivisione. Lo spot di benvenuto verrà trasmesso durante l'anno in tv e da ieri è sul canale YouTube ‘Unipol Group Corporate Channel’. La creatività è dell'agenzia di riferimento di UnipolSai, Leo Burnett, mentre la produzione è di D.E.A. Production e la regia di di Davide Agosta. Canta il coro dei Piccoli Cantori di Milano diretti da Laura Marcora, con l'arrangiamento musicale di Ferdinando Arnò.
 
La comunicazione prevede anche una declinazione su maxi-affissioni a Roma in luoghi di grande passaggio, annunci su quotidiani e presenza in radio. Leitmotiv rimane il forte richiamo al concetto di vicinanza: “UnipolSai Assicurazioni. Vicini alle persone. Vicini al Giubileo”.
 
La compagnia assicurativa, tra l'altro, darà sostegno concreto ad alcuni progetti, voluti da Papa Francesco, a favore di persone che vivono in condizioni e in realtà socio economiche difficili di Paesi in via di sviluppo.




Fastweb presenta WOW FI, servizio per navigare
con la potenza della fibra ottica anche fuori casa

Già attiva in 19 città di medie dimensioni, arriva anche a Milano la soluzione di wi-fi diffuso, in cui ogni modem Fastweb viene messo a disposizione della community dei clienti aderenti, diventando punto di accesso per navigare con la velocità e la qualità della fibra ottica anche in mobilità, senza costi aggiuntivi. Già attivi 150.000 hot spot di cui 45.000 a Milano. Entro la fine del 2016 WOW FI sarà esteso a tutte le città raggiunte dall'operatore. L'innovazione viene comunicata con maxi affissioni e proiezioni serali su edifici in luoghi centrali di grande passaggio, con creatività di Take

4
Aberto Calcagno
dicembre 2015
- Fastweb ribalta il concetto di 'connessione forte solo in casa' presentando WOW FI, soluzione di wi-fi diffuso riservata ai clienti, in cui ogni modem Fastweb viene messo a disposizione della community della clientela che decide di aderire, diventando punto di accesso per navigare con la velocità e la qualità della fibra ottica anche in mobilità, senza costi aggiuntivi e avendo traffico praticamente illimitato. Ogni modem wi-fi diventa un hot spot mettendo a disposizione della community la banda larga inutilizzata, e chi decide di offrire accesso (scelta libera da cui si può recedere quando si vuole) potrà connettersi quando è fuori casa al wi-fi degli altri membri della community. 
 
Oggi ogni possessore di smartphone sviluppa in media 5,8 Gb di traffico al mese su internet, ma solo il 20% passa da reti mobili. L'80% è gestito con wi-fi, con i tre quarti del traffico sviluppato indoor, in casa o in ufficio: “Intendiamo rafforzare la copertura wi-fi in esterno – ha detto Alberto Calcagno, a.d. di Fastweb - offrendo ai clienti la possibilità di navigare sempre e ovunque con la velocità e la sicurezza della fibra ottica. L'iniziativa rientra nel nostro impegno continuo verso l'innovazione in cui investiamo il 30% del nostro fatturato”. Fatturato che quest'anno è intorno ai 2 miliardi di euro.
 
Il servizio, prima testato a Monza e a Livorno, poi arrivato a diciannove città di medie dimensioni, è partito ieri anche a Milano con 45.000 hot spot a disposizione, su un totale di 150.000 già attivati in Italia. Seguiranno Roma a febbraio, Firenze e Torino a marzo, Bologna e Genova ad aprile e, entro la fine del 2016, tutte le altre città italiane raggiunte dalla rete dell'operatore a banda ultralarga.
 
Per entrare nella community, l'utente dovrà la prima volta che utilizza il servizio selezionare la rete WOW FI Fastweb e autenticarsi utilizzando  username e password ricevuti via sms. Poi smartphone, ipad e tablet (se ne possono collegare fino a quattro contemporaneamente con le stesse credenziali, ad uso della famiglia) si connetteranno automaticamente ovunque sarà disponibile la rete WOW FI. “La nostra soluzione di wi-fi condiviso è unica –  ha detto Federico Ciccone, chief strategy officer di Fastweb - perché progettata e realizzata interamente in Fastweb, in modo da garantire controllo, qualità e sicurezza. Non richiede app o ripetuti login, ed è progettata per tutelare al massimo sicurezza e privacy dei clienti”. 
 
Per informare i clienti della novità in questi giorni viene inviata una comunicazione one-to-one (“preparati a fare WOW”). Inoltre, per far conoscere a tutti l'opportunità rivolgendosi anche ad utenti potenziali, è prevista a Milano una campagna in esterna con una maxi affissione in corso Buenos Aires e una serie di proiezioni, a partire dalla 17.30, su edifici in luoghi centrali di grande passaggio, al ritmo di tre al giorno: l'11 ad esempio in Porta Romana, piazza XXV Aprile e Porta Garibaldi, il 12 al Castello, all'Arco della Pace e in San Babila, etc. La creatività si deve a Take. Il media è curato da Vizeum, centrale che, per inciso, è coinvolta nella gara per l'assegnazione dell'incarico media del 2016, a cui partecipano anche Omd, Mindshare e ZenithOptimedia e il cui esito dovrebbe essere noto entro fine mese. Il budget di comunicazione è confermato per il 2016.


Banca Mediolanum propone ai clienti il nuovo Wallet
per disposizioni via mobile più facili, veloci e sicure

L'app portafogli elettronico, disponibile dal 13 dicembre su Play Store e Apple Store per i clienti Mediolanum, che usano sempre più smartphone evoluti, oltre a fornire informazioni su conto corrente e carte di credito, permetterà di fare invii di denaro, bonifici, pagare bollettini, ricariche telefoniche e fare pagamenti contactless con tecnologia Nfc. La campagna di lancio, con creatività di Red Cell, prevede tv, radio, affissioni, web e social. L'a.d. Massimo Doris sarà testimonial dello spot

1 dicembre 2015 - Banca Mediolanum lancia l'upgrade dell'app mobile wallet, il nuovo Mediolanum Wallet, riprogettato per sostituirsi al portafoglio fisico nelle necessità quotidiane, con una doppia sezione. La prima informa sulla situazione dei conti correnti (movimenti, entrate, uscite, etc.) e su quella delle carte di credito (quanto e come si è speso nel mese, disponibilità residua, richiesta di una nuova carta, etc.). La seconda permette di fare tutte le operazioni dispositive: invio di denaro (per ora tra privati) a un contatto della rubrica tramite numero di telefono o indirizzo e-mail, bonifici, pagamento di bollettini (anche tramite fotocamera), ricariche telefoniche, pagamenti contactless con tecnologia Nfc. Il tutto in modo facile e veloce, grazie alla
funzione 'ricordami' che permette di memorizzare tutti i dati di accesso alla posizione, e più sicuro, grazie alla possibilità di utilizzare l'impronta digitale sugli smartphone più evoluti. 
 
Per le funzioni di invio di denaro, Mediolanum Wallet affianca a SendMoney powered by PayPal il servizio Jiffy di Sia che permette di trasferire denaro in tempo reale e in modo sicuro in soli tre passaggi: selezionare il beneficiario dalla rubrica telefonica, inserire l’importo desiderato, confermare l’invio. 
 
Banca Mediolanum investe sul mobile, prendendo atto che nel 2014 in Italia l'utenza da mobile ha superato quella da pc e che quasi il 50% della popolazione utilizza gli smartphone, di cui 14,7 milioni sono adatti all'uso di tecnologia Nfc, cifra destinata ad arrivare a 30 milioni nel giro di un paio d'anni. Quanto ai clienti unici di Mediolanum, che sono  circa 750.000 per i servizi bancari (ma si arriva al milione considerando polizze e altri servizi assicurativi), sono quasi 265.000 contro 222.000 del 2014 quelli che accedono via mobile. 
 
Mediolanum Wallet sarà disponibile su Play Store e Apple Store dal 13 dicembre in concomitanza con la partenza della campagna pubblicitaria di supporto al lancio, che prevede spot in tv, radiospot, affissioni locali che rimanderanno ai F
amily Banker Office sul territorio e campagna web su portali di informazione e video banner da 15’’ su YouTube e su Facebook. Come era tradizione con Ennio Doris nelle campagne storiche, è l'attuale a.d. di Banca Mediolanum, Massimo Doris, a fare da testimonial, presentando i plus del portafoglio elettronico nel film da 40” girato a Lisbona, in cui un gruppo di attori mostra come momenti della quotidianità diventano molto più veloci e sicuri con l’uso di Mediolanum Wallet. Pay Off: “Con Mediolanum pagare non sarà più lo stesso”. La creatività è di Red Cell mentre la produzione è di Fargo Film con regia di Carlo Sigon. La strategia media è curata da Phd mentre il buying è interno. I digital partner sono FulllSix e Phd, mentre le app sono realizzate da Reply su architettura concepita internamente. 
 
Banca Mediolanum investe circa 15 milioni in comunicazione l'anno, budget confermato anche per il 2016, più o meno equamente ripartiti su quattro campagne annuali, col 25% circa destinato al digitale. Per Mediolanum Wallet si può stimare quindi un investimento di quasi 4 milioni in comunicazione.


Sette sportivi del Team Young Italy UnipolSai
si raccontano nella web serie ‘Così Vicino’

In 35 puntate, sul canale Youtube Unipol Group Corporate Channel, la web serie racconta le storie sportive e personali dei giovani campioni, con leitmotiv la vicinanza. Produce e firma UnipolSai, main sponsor del Coni, in collaborazione con DAO Management

17 novembre 2015 - È online da domani, preceduta da un trailer-promo, la web serie ‘Cosi Vicino - Team Young Italy UnipolSai’, prodotta e firmata da UnipolSai, e parte di Blu (Broadcast Lab Unipol), dedicata a 7 giovani campioni italiani dello sport che formano il Team Young Italy UnipolSai: Federica Pellegrini, Vincenzo Abbagnale, Eseosa Desalu, Carlotta Ferlito, Andrea Fondelli, Gregorio Paltrinieri e Alessia Trost. Si racconteranno e verranno raccontati in modo inedito in 35 puntate, online in esclusiva sul canale Youtube Unipol Group Corporate Channel. 
 
Saranno appuntamenti a cadenza quindicinale (pausa natalizia a parte) che arriveranno fino a fine gennaio. Ogni puntata sarà dedicata a un tema attorno a cui si svilupperà la storia sportiva e personale dei giovani campioni. Daranno il loro apporto allo story telling le testimonianze degli allenatori, dei genitori e di altre persone vicine, in alcuni casi per la prima volta davanti alle telecamere. Il racconto toccherà la sfera sportiva, anche in previsione delle Olimpiadi di Rio - UnipolSai è main sponsor del Coni -, ma anche argomenti privati come lo studio, la fede, l'amore, la famiglia, l'amicizia, l'impegno. Emergeranno riflessioni sul significato di essere campioni, figli di campioni, sullo stare vicino a casa e poi allontanarsi, sull'essere giudicati senza giudicare, sull'importanza di conoscere se stessi e dello stare bene con gli altri, su cosa si prova nel perdere una persona importante e, infine, sull'emozione della prima gara e della prima vittoria. 
 
Le storie sono tutte legate dal tema della vicinanza declinata attraverso 5 ambiti: Cosi vicino a te, Cosi vicino a casa, Cosi vicino al traguardo, Così vicino al cuore, Così vicino al sogno. 
 
Tutti gli aspetti di relazione e gestione con i 7 atleti coinvolti sono curati da DAO Management, anche advisor di UnipolSai nelle attività di partnership con Coni. Qui sotto il trailer della web serie.




MagNews compie 15 anni nel digital direct marketing
multicanale e cresce al ritmo del 36%

Nata come piattaforma tecnologica che permette la gestione di tutte le fasi delle campagne di email marketing, Diennea-MagNews si è ampliata nell'offerta di servizi, nel numero degli addetti, nelle sedi e ora fattura 7 milioni di euro. Il 2016 sarà l'anno dell'espansione all'estero e di evoluzioni tecnologiche che si orienteranno verso la marketing automation

2 novembre 2015 - Sono quindici anni che MagNews ha inaugurato in Italia il segmento della realizzazione e gestione di campagne di digital direct marketing multicanale, via e-mail e mobile. La piattaforma tecnologica celebra oggi la ricorrenza, raccontando la genesi e l'evoluzione - che la sta portando sui mercati internazionali - di quella che fu un'intuizione di marketing di Maurizio Fionda, fondatore insieme a Stefania Pirazzini, oggi rispettivamente a.d. e presidente, di Diennea, società di Faenza specializzata in soluzioni strategiche e progettuali di digital marketing. A un cliente che chiedeva nel 2000 lo sviluppo di un sito web, consigliò di differenziarsi: “Comunica con una Newsletter”. 

In Diennea venne sviluppato il software MagNews, che permette la gestione di tutte le fasi delle campagne di email marketing. Il prototipo sul mercato italiano di piattaforma per l'invio di comunicazioni dirette venne presentato allo Smau e MagNews cominciò così il suo percorso di crescita ed evoluzione. Le prime aziende a sceglierlo furono Findomestic e Canon, tuttora clienti, e poi Autostrade. 

Da allora è stata espansione. Il general manager Florida F
Florida Farruku,
general manager
di Diennea
arruku racconta del cambio di sede, dell'ampliamento dell'organico, della creazione dell'Area marketing, delle Risorse umane e dell'Operation e del servizio di consulenza continuativa customer centric con nascita dell'Help Desk con 7 addetti esclusivamente impegnati nell'assistenza dei clienti. Venne ampliata anche l'offerta con un'area dedicata alla comunicazione digitale integrata. “Un'evoluzione che continua ad avere come core business l'email marketing – dice Farruku – che non è morto come si preconizzava alla fine dello scorso decennio. Anzi, per gli operatori di marketing rimane il secondo strumento con maggior ‘return on investment’. La posta elettronica è tuttora lo strumento più usato dai professionisti, l'unico che viene guardato tutti i giorni da chi lavora”.

Oggi Diennea-MagNews conta 90 figure professionali specializzate e tre sedi in Italia (a Faenza, Milano e Pisa), collabora con oltre 500 top brand (tra cui Ducati, Bmw, Canon, Findomestic, Philips, Meridiana, Telepass, Imetec, DoveConviene, Eataly), invia oltre 1 miliardo e mezzo di email ogni mese (+110% rispetto al 2014) e oltre 25 milioni di sms l'anno. “Prevediamo di di chiudere il 2015 – continua Farruku – con un fatturato di 7 milioni di euro, il 36% in più rispetto al 2014, dopo due anni con tassi di crescita del 32/33%”.

Nel 2016 sarà espansione all'estero, dove già la società sviluppa il 20% del fatturato, a partire dalla Francia, dove già è aperto un ufficio a Parigi, e poi in Spagna. Oltre all'internazionalizzazione, il 2016 sarà anche anno di evoluzioni tecnologiche che si orienteranno verso la marketing automation, che darà l'opportunità di creare percorsi di comunicazione mirati per gli utenti. Attraverso l'introduzione dei flussi (work flow) in piattaforma, i clienti potranno automatizzare le campagne in email e mobile marketing, integrando sistemi esterni e migliorando la profilazione del loro cliente e il suo engagement. Si tratta di un'innovazione significativa che abiliterà le aziende a progetti avanzati di marketing automation. In Diennea-MagNews, infine, che è un laboratorio pieno di energia e di tanta voglia di crescere, è allo studio anche l'ingresso nel programmatic buying. 


Su LexDo.it contratti su misura a norma di legge

Pensato per i privati e per le Pmi, il sito offre un servizio sempre aggiornato per avere in pochi minuti un contratto professionale a regola d'arte per affittare una casa o un locale a uso commerciale, per assumere colf e badanti o dipendenti e dirigenti

20 ottobre 2015 - È nato sul web LexDo.it, servizio personalizzato e sempre aggiornato per avere un contratto fatto su misura e a norma di legge per affittare una casa, assumere una colf, un dipendente, etc. L'idea è stata sviluppata da un gruppo di giovani ingegneri ed esperti legali guidati da Giovanni Toffoletto, imprenditore con master in ingegneria al Politecnico di Milano, proveniente da una famiglia di grande tradizione nel settore legale. Il servizio, pensato per i privati e per le piccole e medie imprese, risponde alle esigenze di chi deve redigere un contratto e rischia di recuperare sul web modelli gratuiti senza poter verificare se sono aggiornati e predisposti da un professionista. 

Su LexDo.it si sceglie il tipo di contratto desiderato, si risponde a un'intervista guidata per individuare particolari esigenze e il contratto è subito visibile in anteprima per un'ultima lettura o eventuali modifiche. Un contratto viene completato in media in soli 6 minuti. In caso di dubbi, inoltre, ogni passo del processo offre finestre di aiuto, mentre il team legale di LexDo.it è disponibile per risolvere dubbi o problemi. 

I contratti ad oggi disponibili sono divisi tra contratti per privati (assunzione di colf e badanti, locazione per uso abitativo o diverso dall'abitativo, testamento) e contratti per l'impresa (contratti di lavoro per dipendenti e dirigenti, locazione per uso commerciale/industriale, contratto di agenzia, accordi di riservatezza, patto di non concorrenza e patti parasociali). I costi del servizio partono da 9,90 euro. 


Il futuro firmato da Telecom Italia raccontato
agli italiani nella nuova campagna istituzionale

Firmata col marchio unico Tim, realizzata da Yes I Am e pianificata su quotidiani, la campagna sottolinea il ruolo del gruppo nella realizzazione delle infrastrutture di nuova generazione per la crescita del Paese

7 settembre 2015 - Dieci miliardi di euro di investimenti in infrastrutture in Italia, il 95% della popolazione connessa in 4G e il 75% di abitazioni raggiunte dalla banda ultra larga: sono i numeri del Piano industriale 2015-2017 di Telecom Italia che il gruppo, sotto il suo marchio unico commerciale Tim, racconta nei tre soggetti della nuova campagna istituzionale. Ideata e realizzata dall'agenzia Yes I Am e pianificata su quotidiani nazionali, la campagna punta a mettere in luce il ruolo da protagonista dell'azienda nella realizzazione delle infrastrutture di nuova generazione nel Paese.

I numeri indicati negli annunci sono obiettivi concreti e  confermano l’impegno di Tim nello sviluppo di servizi innovativi per la diffusione della cultura digitale, oltre a ribadire il ruolo di 'abilitatore tecnologico' dell’azienda grazie alla propria rete ad altissima velocità fissa e mobile. Telecom racconta il suo impegno per un grande futuro che verrà raggiunto attraverso il lavoro quotidiano di 20mila tecnici e 33mila specialisti impegnati sul territorio.


Con Assorel Academy una nuova fase nell'alta formazione delle rp

La nuova edizione, al via a settembre, accentua l'interscambio culturale e il mix tra pratica, competenze professionali differenziate e dinamismo per far cogliere le opportunità offerte dai cambiamenti del comparto della comunicazione. Costituito un think tank di professionisti per la messa a punto del metodo Assorel per la misurazione dei risultati

21 lugl
Filomena Rosato
io 2015
- Partirà il 24 settembre l'edizione 2015-2016 di Assorel Academy, il programma di alta formazione organizzato da Assorel rivolto ai professionisti della comunicazione e a esperti di 'technicalities' digitali integrate di impresa. Questa edizione accentua l'interscambio culturale e la contaminazione tra competenze, grazie a partnership strutturate con Scuola Holden di Alessandro Baricco, Made in Digital, DoLabschool - Digital Smart Learning di LVenture Capital Group e al contributo di professionisti della comunicazione di impresa e del comparto digitale tra cui Vittorio Cino, Fabio Ventoruzzo, Vincenzo Cosenza, Giulio Xhaet, Marco Massarotto.
 
La teoria accademica lascia sempre più spazio all'apprendimento pratico. La nuova formula dei workshop interattivi punta a offrire un mix tra esperienza concreta, competenze professionali differenziate e dinamismo come strumenti indispensabili per cogliere le opportunità offerte dal cambiamento di tutto il comparto della comunicazione. “Occorre saper andare oltre l'integrazione - sottolinea Filomena Rosato vice presidente Assorel e responsabile dell'Area formazione e rapporti con il mondo accademico - per raccogliere le sfide imposte da un mercato che ha modificato profondamente le attese nei confronti delle società di comunicazione e far comprendere che l'equazione del successo riconosce come suoi parametri l'alto valore della consulenza, la qualità dei servizi offerti e il tempo dedicato”.
 
A inaugurare il nuovo corso di Assorel Academy in settembre sarà il ‘2° Forum #AssorelIncontri’ centrato sul digital skills divide, ovvero il gap - non solo generazionale - delle competenze digitali in azienda. L'area Formazione di Assorel apre inoltre il nuovo capitolo della ‘misurazione dei risultati’ con la costituzione del primo think tank di professionisti che avranno come obiettivo la messa a punto di un ‘Metodo Assorel’ che sia riconosciuto dal mercato, come servizio alle imprese associate e a loro tutela.


Il programma di Assorel Academy ..>>



Entro tre anni il Wi-Fi free in tutti gli uffici
di Poste Italiane, già 300 coperti dal servizio

Lo prevede il piano strategico Poste 2020. Per ora sono 300 e saranno 900 entro fine anno gli uffici postali in cui si può navigare da smartphone, tablet o pc gratuitamente. A Milano il servizio è attivo in 6 uffici e lo sarà in altri 20 entro l'anno

16 luglio 2015 - Prevede il lancio del servizio Wi-Fi gratuito in tutti gli uffici postali il piano strategico Poste 2020 che punta a un Paese digitale, più moderno e semplificato per i cittadini, le imprese e la Pubblica Amministrazione. Sono già attivi oltre 300 uffici postali dove si può usufruire del libero accesso ed entro fine anno saranno 900 quelli coperti dal servizio. La previsione è di arrivare a coprirli tutti entro i prossimi tre anni realizzando la rete gratuita di hot spot Wi-Fi più estesa d'Italia.
 
A Milano il servizio è attivo negli uffici postali di via Cordusio, via Benozzo Gozzoli, via Franco Tosi, via Pindaro, Piazzale Costantino Nigra e Viale Monte Ceneri, ed entro l'anno sarà attivato in altri 20 uffici.
 
Si accede liberamente alla connessione internet con smartphone, tablet o pc facendo un'unica registrazione con cui è possibile abilitare fino a 3 device, comunicando il numero di cellulare a cui verrà inviato un messaggio con le credenziali per l'accesso. In attesa del proprio turno si può navigare o lavorare. Il servizio è disponibile dalle 8 alle 20. 

 


Con TV Brand Effect Nielsen monitora l'efficacia degli spot in tv

Attivo anche in Italia lo strumento che analizza la capacità degli spot di rimanere impressi nella mente. In media circa il 30% dei telespettatori ricorda una creatività ed è in grado di associarla correttamente al brand. L'efficacia sale al 43% nel largo consumo ma scende al 23% nel travel e al 26% nell'automotive

15 luglio 2015 - In media poco meno del 30% di chi è esposto a una creatività televisiva ne ricorda correttamente il contenuto e la associa al brand comunicato. Lo rileva Tv Brand Effect, strumento con cui Nielsen misura l'efficacia delle campagne pubblicitarie televisive, appena sbarcato in Italia dopo essere stato lanciato in Uk, Francia, Germania, Russia, Stati Uniti, Messico, Cina e Australia. Tv Brand Effect fornisce indicazioni per ottimizzare le pianificazioni, grazie alla possibilità per Nielsen di analizzare gli ad log di tutti gli spot in palinsesto sulle tv generaliste e tematiche, nel panorama free e pay.

Da inizio anno, Nielsen ha monitorato oltre 150 creatività di aziende dei principali settori merceologici sul mercato pubblicitario italiano: Largo Consumo, Viaggi e Automotive. Nel Largo Consumo lo spot è efficace nel 43% dei casi (ricordo del messaggio e corretta associazione al brand). Analizzando più in dettaglio questa quota di intervistati, si registra un'intenzione di acquisto del prodotto da parte del 77% e un apprezzamento dello spot da parte dell'81%. Per questo settore è cruciale utilizzare una creatività che lasci il segno. 

Per il settore Travel, a fronte di un'efficacia degli spot del 23% si registra una comprensione media del messaggio nell'88% dei casi. Gradimento dello spot e intenzione di acquisto si attestano entrambi al 79%. Nell'Automotive, dove la tv riveste un ruolo centrale con una quota del 76% sul totale degli investimenti, le performance risultano più contenute rispetto ad altri settori, soprattutto in termini di efficacia (26%), mentre si mantengono elevati il gradimento medio (75%) e la comprensione del messaggio (70%). 


Tim unico marchio commerciale di Telecom Italia,
esordio sul web col nuovo sito integrato

A vent'anni Tim diventa il brand unico del Gruppo Telecom Italia per tutte le offerte commerciali di telefonia fissa, mobile e internet. Online debutta il nuovo sito tim.it che integra in una piattaforma unica il precedente di Tim e quello di Telecom Italia. Il lancio ha il supporto di una campagna su periodici e web di H-Art

15 luglio 2015 - Tim compie 20 anni e firma come unico brand del Gruppo Telecom Italia tutte le offerte commerciali di telefonia fissa, mobile e internet, diventando il marchio di riferimento per tutti i clienti. Il progetto di semplificazione tariffaria e di rebranding era stato annunciato da Telecom Italia lo scorso inverno (vedi news del 18 febbraio) con l'intenzione di riposizionare l'intera offerta fissa, mobile e internet del gruppo entro il 2016.

Il brand unico Tim, rinnovato nella sua identità, semplifica l'architettura di marca e il rapporto coi clienti (dall'offerta alla fattura) e accompagnerà l'Italia verso la piena digitalizzazione, grazie alla realizzazione delle infrastrutture di rete ultrabroadband e alla diffusione dei servizi di ultima generazione. 
 
In occasione del ventennale viene inaugurato anche il nuovo sito tim.it che integra i contenuti dei due precedenti siti di Telecom Italia e Tim, diventando piattaforma unica. Il sito ha grafica più semplice, dà la massima visibilità alle
novità dei servizi e dei prodotti, facilita le attività di self caring, di assistenza e di consultazione da parte dei clienti. Ottimizzato per la visualizzazione da tablet e da smartphone, prevede l'accesso all'area personale MyTim per la gestione unica dei servizi della linea fissa e di quella mobile, superando le precedenti sezioni 187 e 119, con un motore di ricerca in versione rinnovata, e con App per il servizio clienti anche dai device. Sono semplificati e migliorati anche i processi di e-commerce ed è prevista un'area dedicata ai nuovi servizi evoluti della ‘smart life’: Tv e Entertainment, Salute e Benessere, Casa e Famiglia, Servizi alla Persona. 

Contestualmente all'avvio del nuovo tim.it è stato anche realizzato il restyling del sito impresasemplice.it e del sito corporate telecomitalia.com.

Il lancio del nuovo sito unico tim.it ha il supporto di una campagna in partenza la prossima settimana su stampa periodica e già on air sul web, con creatività a cura di H-Art. 


I distributori Tamoil diventano infopoint turistici
per la Lombardia col concorso ‘In viaggio con Tamoil‘

L'iniziativa unisce la fidelizzazione, secondo logiche di loyalty, alla promozione turistica del territorio lombardo attraverso un'app che utilizza una tecnologia a realtà aumentata/3D. Il progetto, che ha vinto il bando dall'Assessorato al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia, è realizzato da Tamoil in partnership con Nectar e si lega all'Expo

2 luglio 2015 - Fino al 30 novembre è attivo il concorso a premi ‘In viaggio con Tamoil‘, che oltre a fidelizzare i clienti con logiche loyalty, punta a incrementare il turismo in Lombardia, facendo di circa 200 distributori lombardi di carburante del brand degli info point turistici. Il progetto si è aggiudicato il bando dell'Assessorato al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia per la selezione di progetti finalizzati alla promozione turistica e alla valorizzazione del territorio lombardo, ed è realizzato in collaborazione con la Regione, UnionCamere Lombardia ed Expo, oltre che con Nectar.
 
Per ogni rifornimento di carburante di almeno 30 euro presso le stazioni Tamoil in Lombardia, i clienti ricevono una cartolina dedicata a una località lombarda di particolare interesse storico-culturale-geografico-naturalistico. Sul retro, in italiano e in inglese, ci sono informazioni turistiche, un estratto del regol
amento del concorso, un QR Code per scaricare l'app dedicata al concorso e un codice univoco per controllare la possibile vittoria di uno dei premi in palio.
 
L'app ‘In viaggio con Tamoil‘ utilizza una tecnologia a realtà aumentata/3D e permette di vedere e ascoltare una guida turistica che fornisce informazioni geolocalizzate sul territorio lombardo, scegliere itinerari secondo aree tematiche (sport/natura, ristoranti, cultura/intrattenimento), trovare stazioni di servizio Tamoil e i luoghi d'interesse più vicini e scoprire se si è vinto uno dei premi, che vanno da una cena per 2 al Ristorante Cracco a cofanetti regalo con soggiorni in Lombardia, da biglietti di ingresso all'Expo o a un gruppo di Musei a carte regalo da usare presso Eataly o Rinascente, etc. Estrazione finale: 5 buoni carburante Tamoil da 1.500 euro.
 
Le a
ttività promosse da Tamoil sono supportate dal programma fedeltà Nectar, che offre agli iscritti vantaggi aggiuntivi oltre quelli previsti dal concorso, come punti doppi a ogni rifornimento e maxi bonus per chi si reca per la prima volta presso le stazioni  Tamoil. Altre info su www.inviaggiocontamoil.it


Viaggi low cost in bus con Megabus.com, anche a un solo euro

Parte il 24 giugno anche in Italia il servizio di viaggi in autobus a lunga percorrenza a tariffe low-cost della scozzese Stagecoach Group. Ventitré bus nuovi, panoramici, con wi-fi collegheranno 13 città a un prezzo medio di 15 euro per tratta, ma anche a 1 euro in relazione alla domanda e a prenotazioni con forte anticipo, e per tutti nei primi cinque giorni promozionali di lancio. La campagna a supporto dell'ingresso in Italia prevede digitale, radio e più avanti guerrilla marketing, a cura di Fcb Milan

16 giugno 2015 - Arriva anche in Italia Megabus.com, il servizio di viaggi in autobus a lunga percorrenza (che in Italia  significa attraversare almeno tre regioni), a tariffe low-cost, della scozzese Stagecoach Group, prenotabili per ora esclusivamente online. Collegherà 13 città italiane con tariffe, su tutte le tratte, a partire da solo 1 euro (+ 50 centesimi per la prenotazione), possibilità legata a prenotazioni con forte anticipo e prezzo destinato a lievitare in base alla domanda. In media, il costo di una tratta si aggirerà intorno ai 15 euro. Il che è comunque poco, visto che i 23 bus con cui il 24 giugno parte il servizio sono nuovissimi, capienti (87 posti), panoramici e offrono connessione wi-fi gratuita, prese elettriche, aria condizionata,  toilette e perfino a un salottino business, oltre a garantire basse emissioni di Co2. 
 
Le città collegate, 7 giorni su 7, sono Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Torino, Bologna, Verona, Padova, Siena, Genova, Sarzana (La Spezia) e Pisa, che portano a 150 le destinazioni servite in Europa. Il low cost, nelle convinzioni del management, darà impulso al turismo, venendo inconttro alle esigen
ze di giovani, famiglie, anziani.
 
Stagecoach Group è nata dodici anni fa e oggi trasporta 5 milioni di passeggeri l'anno in Europa e 10 milioni in Nord America, dove è approdata nel 2006, ed è in piena espansione. Per l'arrivo in Italia investe 11 milioni di euro, cifra che comprende anche un budget in comunicazione a supporto del lancio, che prevede la declinazione in italiano (già attiva) del sito www.megabus.com, l'apertura  a breve della pagina Facebook, una campagna sul digitale in partenza oggi e poi anche in radio, ideata e pianificata da Fcb Milan, scelta dopo una gara. Sono previste nelle città coinvolte attività di guerrilla marketing, inoltre la società conta molto sulla visibilità degli automezzi. Infine per i primi cinque giorni dall'avvio del servizio, tutti i biglietti, già in vendita sul sito www.megabus.com, sono in promozione a 1 euro. Le media relations sono seguite da Business Press. 


TotalErg sperimenta il full mobile payment,
a Milano il carburante si paga con lo smartphone

Grazie alla partnership con la start up Satispay, in 25 stazioni di servizio è possibile pagare il rifornimento e altri generi attraverso un'app per smartphone. Il gruppo petrolifero continua così nella politica di offrire servizi innovativi e aggiuntivi al cliente e di utilizzare il digitale come direttrice per lo sviluppo. Satispay, attiva dal 1° gennaio e con mission di promuovere il mobile payment anche per le piccole transazioni abbattendo i costi, conta 4.000 clienti e punta a 20 milioni in Europa entro 5 anni

12 giugno 2015 - TotalErg inizia la battaglia al contante, causa di furti e rapine nelle stazioni di rifornimento, inaugurando un servizio di mobile payment realizzato in partnership con la startup specializzata Satispay, che ha creato un'app attraverso cui il cliente può pagare il rifornimento, anche per piccole cifre, in maniera sicura, veloce, semplice e conveniente. La fase test coinvolge 25 stazioni di servizio TotalErg a Milano, oltre a quattro nella provincia di Como e due a Roma, poi l'opportunità verrà estesa man mano al resto del Paese. “Stiamo realizzando - – ha dichiarato Maurizio Libutti, direttore Rete di TotalErg – una rete di punti vendita moderna, tecnologicamente avanzata e che utilizza il digitale non come opzione o canale accessorio ma come direttrice fondamentale dello sviluppo”. 
 
Servizi innovativi e aggiuntivi al cliente, come i locker di InPost (distributori automatici per ritiro e consegna a supporto dell’e-commerce) collocati presso le stazioni (vedi news del 9 ottobre) e ricorso al digitale: sono le direttrici su cui evolve il gruppo petrolifero. Ora è il primo in Italia ad adottare  un modello ‘full mobile payment’ per il settore, alla luce della considerazione che i pagamenti digitali effettuati da pc, tablet e smartphone sono cresciuti del 20% nel 2014 arrivando a 18 miliardi, nonostante la riduzione dei consumi, e che, tra questi, i pagamenti da mobile hanno registrato  una crescita del 60% a 2 miliardi.
 
Ai clienti che proveranno il servizio sarà offerto uno sconto iniziale di 10 euro per l’acquisto di carburante, valido fino a fine agosto. L'app potrà essere utilizzata anche per altri acquisti alla stazione di servizio,  tipo accessori o generi di rinfresco. Il lancio viene comunicato con materiale sul punto vendita realizzato dall'agenzia di riferimento Scholz & Friends di Roma.
 
 
Il modello di Satispay è di promuovere il mobile payment  anche per le piccole transazioni abbattendo i costi. Per transazioni fino a 10 euro non c'è commissione, oltre i 10 euro c'è una commissione di soli 20 centesimi devoluta da TotalErg a Satispay. Costituita nel 2013 e operativa da inizio 2015, la start up ha già 4.000 clienti, per la maggioranza privati che usano l'app per piccoli scambi di denaro, poi ci sono 200 piccoli esercizi e ora, con TotalERg e con Break (gruppo Pam), parte la politica di partnership con brand forti. Quando ne avrà dieci, Satispay entrerà in comunicazione. L'obiettivo è di arrivare entro 5 anni ad avere 20 milioni di clienti in Europa. 
 


I gestori delle eni station diventano dj
nel radio branded content ideato da Tbwa/Italia

Il format ‘Nel tempo di un pieno’ prevede pillole di 2' in cui i gestori raccontano personalità, manie e abitudini degli automobilisti contemporanei. Il programma andrà a inserirsi nei programmi di emittenti radiofoniche da giugno a novembre, cominciando da ‘Il ruggito del Coniglio’ su Rai 2, e gli ascoltatori sono invitati a condividere sui social. A supporto un sito e una campagna multimediale

11 giugno 2015 - Tbwa/Italia ha creato per eni un branded content che trasforma i gestori delle eni station in dj radiofonici che raccontano degli automobilisti e delle loro manie. Il format ‘Nel tempo di un pieno’ prevede pillole di circa 2 minuti di ‘storie sotto pensilina’ in cui i gestori raccontano personalità, manie e abitudini degli automobilisti contemporanei, raggruppandoli in ‘autotipi’ come autopossessivo, autovintage, autotatuato, etc. Il programma andrà a inserirsi nei programmi di emittenti radiofoniche da giugno a novembre, cambiando di mese in mese gestori ed eni station e con storie sempre nuove.
 
Cominciano Paolo Cardilli e Salvatore Tomasello, gestori dell'eni station di Ponte Galleria a Roma, che si collegano in diretta per 3 settimane dal lunedì al venerdì con ‘Il ruggito del Coniglio’, la trasmissione di Antonello Dose e Marco Presta su Radio2. I contributi relativi al programma sono caricati quotidianamente sul sito neltempodiunpieno.it dove è possibile riascoltare i podcast, guardare i video dei provini ai gestori, divertirsi con gli autotipi. Utenti e ascoltatori del programma possono partecipare e condividere sui social, raccontando “che autotipo sei” con l'hashtag #neltempodiunpieno.
 
Oltre che programma radio e sito, ‘Nel tempo di un pieno’ è anche una canzone originale, composta e interpretata dalle band emergente Jang Senato, la cui 'voce' Titano Gulmanelli è autore di testi e musica. 
 
Parallelamente al programma radiofonico, da metà giugno va on air la campagna multimediale ‘nel tempo di un pieno’ dedicata ai principali prodotti e servizi delle eni station, sempre con protagonisti i gestori. Il digital è curato da Doing. 


Il super tecnologico Frecciarossa 1000 di Trenitalia tanto bello
che non vorresti scendere mai. Così nello spot di Pupi Avati

Realizzato dal consorzio AnsaldoBreda-Bombardier, dedicato a Pietro Mennea e capace di raggiungere i 400 km l'ora, inizierà il servizio il 14 giugno sulla rete Alta velocità italiana, preannunciato dallo spot realizzato da DueaFilm con regia di Pupi Avati, tratto dal suo film ‘Un viaggio di cento anni’. Le Fs hanno previsto anche una mostra itinerante nei musei dedicati ai bambini nelle principali città toccate dall'Alta Velocità

8 giugno 2015 - Prenderà servizio il 14 giugno con l'orario estivo, sulla rete Alta velocità italiana, il tanto atteso Frecciarossa 1000, il treno super tecnologico di Trenitalia realizzato dal consorzio AnsaldoBreda-Bombardier e dedicato a Pietro Mennea, ‘l'italiano più veloce di sempre’. Capace di arrivare a punte di 400 chilometri l'ora, viaggerà a regime da dicembre a 350 (per ora ha l'obbligo di rispettare i 300) mettendo in collegamento Milano e Roma in 2 ore e 20 minuti.
 
Partono per ora sei convogli per otto collegamenti giornalieri no-stop tra Roma e Milano, di cui sette avranno come partenza o destinazione Torino e quattro Napoli. Poi con le nuove consegne da parte di AnsaldoBreda e Bombardier, man mano il Frecciarossa 1000 viaggerà anche su altre rotte. Entro dicembre ci saranno 18-20 nuovi treni e la consegna completa (50 i convogli commissionati) avverrà nei primi mesi del 2017.
 
L'attesa per il pubblico è stata molto ben orchestrata. Del Frecciarossa molto è stato detto in varie riprese (vedi news del 18 agosto 2012 e del 26 marzo 2013) e un prototipo era stato messo in mostra in anteprima assoluta nel 2012, in scala 1:1, in un'area dedicata a
ll'interno della Fiera di Rimini per il Meeting dell'Amicizia tra i popoli. Fs, official global rail carrier dell'Expo, lo vara ora in concomitanza con l'esposizione. Il 25 aprile scorso il supertreno ha accompagnato il presidente della Repubblica Mattarella a Milano , venerdì 5 giugno c'è stato il viaggio in anteprima riservato a stampa e parlamentari. Sabato, invece, il Frecciarossa 1.000 è ‘arrivato’ al Muba, il Museo dei Bambini di Milano, attraverso l'installazione di una sagoma piena di sorprese e giochi. È stata la seconda tappa, dopo quella al Museo Explora di Roma, della mostra itinerante interattiva voluta dalla Fs Italiane nei musei dedicati ai bambini nelle principali città toccate dall'Alta Velocità (approderà poi alla Città della Scienza di Napoli a fine ottobre), nell'intento di avvicinare attraverso il gioco i bambini al mondo delle ferrovie. 

Sul piano della comunicazione, è partito per restare in tv fino al 27 giugno lo spot ‘Frecciarossa 1000, così bello che non
vorresti scendere mai’, realizzato da DueaFilm con la regia di Pupi Avati e tratto dal suo film ‘Un viaggio di cento anni’ andato in onda su Rai 1 il 22 maggio. Estate 1965, stazione di Bologna: un bambino arriva in ritardo sulla partenza del treno per la colonia marittima delle Fs di Bellaria. Ma la delusione dura poco perché accade qualcosa di straordinario: appare un treno rosso fiammante sui cui sale molto emozionato, percorrendolo tutto (così seguendo la favola lo spettatore ha un bel colpo d'occhio sull'interno del convoglio). Al guidatore che gli chiede se vuole raggiungere gli altri, il bambino risponde di no: da quel treno così bello non vuole scendere più. 







La nuova Alitalia cambia visual identity con Landor,
stile italiano classico ma proiettato nel futuro

Alitalia nell'era di Etihad intende riposizionarsi come leader nei servizi e come ambasciatore delle eccellenze italiane nel mondo. La nuova livrea è dominata dalla ‘A’ tricolore sul timone, il carattere abbandona il corsivo e sulla fusoliera in avorio perlato una serie di bande si inclinano progressivamente verso la coda dando un senso di dinamicità. I nuovi interni hanno dettagli di design che richiamano quelli delle auto sportive. La creatività del nuovo brand coinvolgerà ambienti fisici, il digital, l'advertising e il sito ufficiale alitalia.com

5 giugno 2015 - Nuova livrea degli aerei, nuova visual identity curata da Landor e una serie di novità in tutte le classi di viaggio sulla flotta di lungo raggio, come cabine più confortevoli e forte innovazione nel servizio. E anche lusso: i pellami Poltrona Frau, che ha disegnato i rivestimenti delle poltrone della nuova Business Class, le lenzuola Frette, le porcellane Richard Ginori e i kit di prodotti di benessere Ferragamo. Così la nuova Alitalia nell'era di Etihad (da cinque mesi azionista di minoranza) intende riposizionarsi come leader nei servizi e come ambasciatore delle eccellenze italiane nel mondo. 
 
È un importante punto di svolta per la compagnia, impegnata nel rilancio delle attività su scala globale. “La livrea dei nostri aerei - ha dichiarato il presidente Luca Cordero di Montezemolo alla presentazione ieri a Roma - viene universalmente associata all'Italia ed è considerata iconica e immediatamente riconoscibile. Tuttavia era chiaro che avesse bisogno di evolversi per portare Alitalia nel XXI secolo. Quello che vedete oggi è un esempio di stile italiano classico ma proiettato nel futuro, moderno e innovativo. Si tratta di ricongiungere Alitalia all'Italia e di contribuire a promuovere il nostro Paese nel mondo con uno sforzo collettivo che vedrà impegnata tutta l'azienda”.
 
L'esperienza di volo mette maggiormente al centro chi viaggia, con rinnovata attenzione a come gli ospiti possono rilassarsi, mangiare e utilizzare i sistemi di intrattenimento di bordo. La connettività Wi-fi viene progressivamente messa a disposizione su tutti gli aerei a lungo raggio, insieme a gallerie di film rinnovate e ad altre fonti di intrattenimento.
 
Il compito di creare il nuovo look è stato assegnato a Landor con l'impegno a utilizzare elementi della livrea precedente, disegnata dalla stessa nel 1969. Per riflettere la longevità e la storia della compagnia, il logo stilizzato, che ha caratterizzato Alitalia da allora, è stato aggiornato e perfezionato, mantenendo il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana. Dopo 46 anni scompare dalla fusoliera la tradizionale banda verde e la nuova livrea è dominata dalla ‘A’ tricolore sul timone, resa ancora più grande per rappresentare la bandiera nel mondo con maggiore evidenza. Il disegno del marchio è più moderno e il carattere abbandona il corsivo per “comunicare una nuova Alitalia più consapevole ed assertiva”. La fusoliera è in un elegante avorio perlato mentre una serie di bande che si inclinano progressivamente verso la coda conferisce un senso di dinamicità. Il nuovo brand caratterizza anche le cabine degli Airbus, dei Boeing e degli Embraer della flotta di Alitalia. mentre i nuovi interni hanno dettagli di design che richiamano quelli delle auto sportive.
 
La creatività del nuovo brand di Alitalia sarà presente in tutti gli ambienti, dai banchi check-in aeroportuali alle lounge, dalla segnaletica aziendale a tutto il mondo digital, fino all'advertising e al sito ufficiale alitalia.com





Per saperne di pi sui nuovi prodotti e servizi di Alitalia..>>



Anche American Express Viaggi tra i partner di PayBack

Il sito dove acquistare viaggi, hotel, autonoleggi entra nel pool dei partner del programma di fidelizzazione lanciato all'inizio del 2014 e che oggi conta 7 milioni di clienti. PayBack offre così l'accesso a offerte esclusive a tariffe vantaggiose, pagabili con qualsiasi carta, accumulando un punto per ogni euro speso. Per American Express Viaggi c'è l'opportunità di ampliare il parco utenti accedendo a nuovi segmenti di clientela

20 maggio 2015 - A un anno e mezzo dal lancio in Italia del programma di fidelizzazione multipartner PayBack (al 100% di proprietà del gruppo American Express dal 2011)), entra nel pool dei partner anche American Express Viaggi, sito dove acquistare viaggi, hotel, autonoleggi contando sul servizio e l'affidabilità di uno dei maggiori network turistici al mondo, attivo da oltre 100 anni. Si amplia così il portfolio del travel online di Payback accanto agli altri settori dei consumi familiari rappresentati da grandi player come Esso, Carrefour, Goodyear Dunlop, da società di servizi come Mediaset Premium, Alitalia, H3g e da quelle di servizi finanziari Carrefour Banca e la stessa AmeX, oltre alla cinquantina di siti (da Groupon a Zalando a Booking.com), che hanno in comune il programma di fidelizzazione che consente di accumulare punti con un’unica carta fedeltà (vedi news del 30 gennaio 2014). Dall'esordio in Italia sono arrivati a 7 milioni i clienti e hanno raccolto punti per decine di milioni di euro. 

A questi 7 milioni guarda American Express Viaggi, finora riservato ai titolari di carte AmEx, con l'intenzione di ampliare il parco utenti, accedendo a nu
Dianamaria Pacchioni
ovi segmenti di clientela. Già è stata lanciata una versione del sito American Express Viaggi riservata ai clienti Payback. Accedendo al sito American Express Viaggi attraverso l’area riservata del sito payback.it, gli utenti potranno prenotare hotel, autonoleggi e voli, accedendo anche offerte esclusive con sconti fino al 50%, e pagare con tutte le carte di pagamento, non solo AmEx ma anche Visa, Mastercard e Paypal,  accumulando 1 punto PayBack per ogni euro speso. “Ci apriamo ai clienti del largo consumo offrendo loro l'opportunità di sperimentare la qualità dei nostri servizi e delle nostre offerte – ha detto Dianamaria Pacchioni, direttore travel and lifestyle services di American Express Italia -. Puntiamo a diventare una online travel agency. Avremo l'accesso al grande database di PayBack, potremo profilare i nostri utenti e proporre offerte mirate”. 

L'ingresso del nuovo partner nel programma di fidelizzaz
ione viene comunicato sui canali di PayBack e sui canali dei partner tra cui i siti, le pagine sui social, i volantini, utilizzando sms, banner, dem, solus e-mail (solo ai clienti di American Express). Sul fronte atl, dopo la campagna di lancio nel 2014 in tv, stampa, radio e web con protagonisti  i 'Pointees' e budget da 10 milioni di euro, è allo studio l'ipotesi di tornare in comunicazione a fine anno con una nuova creatività. L'agenzia di riferimento è sempre Ogilvy & Mather (la stessa di American Express) così come il centro media è Mindshare. Altre attività di comunicazione alternative a sostegno di PayBack prevedono, tra l'altro, un uso continuativo di direct marketing cartaceo, la presenza sui social (la pagina Facebook ha 200.000 follower), la presenza sui volantini in Carrefour e sulle bandiere col logo nelle stazioni Esso. A settembre ci sarà il lancio di un nuovo catalogo premi.

PayBack è stato lanciato nel 2000 in Germania dove è diventato la terza carta più importante nel portafoglio dei tedeschi (dopo bancomat e tessera sanitaria). Oltre che in Italia, oggi è presente in  Germania, Polonia, India, Messico e negli Usa, l'ingresso più recente col nome di Plenty. 


UniCredit racconta Milano nella piattaforma MilanoInSight

Grazie anche ai partner Canon, Alinari, Corriere della Sera e Tci, è online una foto a 360° della città, frutto di 40.000 scatti dall'alto della UniCredit Tower, che è punto di accesso a oltre 250 contributi testuali e fotografici sulla città, alle storie di chi ci vive, alle curiosità e alle bellezze. La piattaforma è aperta ai contenuti degli utenti, da inviare attraverso Twitter e Instagram. Hanno lavorato al progetto le agenzie B Fluid, Nimai, Elipse e Lbc

19 maggio 2015 - È una fotografia-collage di oltre 40.000 foto, scattate dal tetto dell'UniCredit Tower con una Canon Eos 7D, la prima immagine a 360° di Milano, ed è con i suoi 150 GigaPixel la terza più grande al mondo di una città, con una risoluzione che consente di zoomare i dettagli con ottima definizione. Parte da qui il progetto MilanInSight.it, piattaforma di contenuti digitali realizzati appositamente da UniCredit per raccontare Milano in modo innovativo a chi ci abita e a chi è in arrivo per visitarla in occasione dell'Expo, attraverso le sua identità, le storie di chi la vive, le curiosità e le bellezze. Ed è anche un progetto socialflow. I cittadini sono invitati a partecipare inviando le storie e le foto attraverso Twitter e Instagram utilizzando l'hasthag #MilanInSight. 
 
Dopo la stazione meteo e la webcam con immagini in tempo reale, l'istituto bancario utilizza per la seconda volta la spettacolare Tower nella zona di Porta Nuova a vantaggio di cittadini e visitatori, dando un segnale forte di presenza nel vissuto della città. Come ha spiegato Paolo Fiorentino, vice d.g. e coo di UniCredit, la Tower non deve essere un palazzo chiuso e autoreferenziale, ma da condividere con i cittadini. E' aperta a visite guidate: ce
sono state oltre 32.000 dall'inaugurazione due anni fa e sta anche per essere inaugurato lì accanto il nuovo auditorim UniCredit Pavillion, spazio da 700 posti aperto anche al pubblico, che avrà all'esterno due mega schermi che offriranno spettacoli e intrattenimento all'aperto per tutti. 
 
Quanto a MilanInSight.it, “non vuol essere una seconda Google Map, bensì una piattaforma di branded content” ha sottolineato Silvio Santini, head of group brand management ed executive v.p. di UniCredit. La foto a 360° è punto di accesso a oltre 250 contributi testuali e fotografici messi a disposizione da UniCredit e dai partner Canon (che è imaging sponsor di Expo), Alinari, Tci, Corriere della Sera, mentre se ne attendono ulteriori dagli utenti. Ogni contenuto sarà identificabile sull'immagine attraverso un sistema di geolocalizzazione, in tutto simile a quelli disponibili sulle mappe interattive o i navigatori satellitari. 
 
Navigando si potranno approfondire le Storie di Milano, undici percorsi narrativi d'arte e cultura, storia, cibo, sport, aneddoti, tradizioni della città, etc, con costruzione narrativa curata da una redazione apposita, con il contributo del Touring
Club Italiano e gli interventi di top influencer. Poi ci sono le Foto storiche, 100 immagini d'epoca di Milano dell'archivio Alinari, che potranno anche essere acquistate; le Foto panoramiche, 30 immagini a 360° gradi di luoghi di interesse, ripresi a livello strada; le Storie degli utenti. Inserendo contenuti potranno partecipare al concorso ‘Racconta la tua Milano’ che premierà i cinque migliori con una reflex Canon Eos 750D con obiettivo 18-55mm o con una stampa Hd del panorama di Milano a 360° prodotta da Alinari. Corriere.it darà visibilità all'iniziativa sul suo sito. 
 
Hanno lavorato al progetto quattro agenzie: B Fluid e Nimai vincitrici della gara ad hoc a cui si sono aggiunte Elipse e Lbc. B Fluid (gruppo Omnicom ) ha gestito lo sviluppo dei contenuti dei partner editoriali e ha coordinato tutte le fasi. Elipse di Torino si è occupata della realizzazione dell'immagine panoramica da 150 GigaPixel e dell'implementazione della piattaforma tecnologica. Lbc è il tank creativo torinese che ha ideato il nuovo format e ha trasformato la UniCredit Tower in strumento di comunicazione. La digital company Nimai ha realizzato concept creativo e copy, disegnato la piattaforma e il logo e curato la redazione delle storie e l'engagement degli utenti. Nimai ha anche realizzato i video da 6” e da 30” per la campagna online di lancio della piattaforma, a partire dalla pagina Facebook e dal canale Youtube di UniCredit, e poi attraverso banner.
 
Al di là di questo progetto, l'agenzia di riferimento per digital e social di UniCredit è Alkemy mentre per la nuova campagna atl in Italia è al lavoro M&C Saatchi vincitrice della gara relativa (vedi news del 28 aprile). Per l'assegnazione della campagna a sostegno della sponsorizzazione della Champions Uefa è ancora in corso la gara europea. 





Mondadori Store e Promedia attivano
il primo servizio di book on demand in Italia

Nello store di piazza del Duomo a Milano verrà installata una Espresso Book Machine con cui stampare, rilegare e rifinire in pochi minuti libri scelti da un catalogo di oltre 7 milioni di titoli da tutto il mondo. EMB unisce i vantaggi della distribuzione digitale al piacere di un libro cartaceo. Il servizio debutta in Italia dopo Uk, Olanda, Francia, Usa, Canada e Giappone

18 maggio 2015 - Il network di librerie Mondadori Store introduce in Italia Espresso Book Machine, servizio di book on demand con cui stampare un libro in pochi minuti direttamente in negozio, scegliendo da un catalogo di oltre 7 milioni di titoli da tutto il mondo. Sarà la prima macchina attiva sul territorio nazionale, da giugno, nel Mondadori Megastore di Milano Piazza Duomo, grazie all'accordo con Promedia Solutions, società torinese di servizi tecnologici e digitali per il mercato editoriale.  
 
Espresso Book Machine unisce i vantaggi della distribuzione digitale al piacere di un libro cartaceo. Attraverso il software EspressNet sarà possibile collegarsi, nel Megastore e anche sul sito mondadoristore.it, a un vastissimo network di contenuti, inclusi titoli rari e fuori catalogo, dei maggiori editori internazionali, in costante aggiornamento. Premendo un pulsante si stampano, rilegano e si rifiniscono, anche con copertine a colori, libri tascabili in lingua e prossimamente anche in italiano. Lo sviluppo del catalogo italiano per l'Espresso Book Machine è affidato a Promedia attraverso la piattaforma Prospero, specificatamente dedicata all'editoria on demand.
 
Espresso Book Machine permette agli editori di mantenere il proprio catalogo sempre vivo e accessibile, mentre agli autori auto-prodotti ed indipendenti offre la possibilità di far entrare la propria opera in libreria e di inserirsi in un circuito di distribuzione internazionale, con l'opportunità di commercializzare i propri titoli senza costi di trasporto, in tutti i paesi in cui EBM è presente: Uk, Olanda, Francia, Usa, Canada, Giappone.


Con Network del gusto i ristoranti milanesi fanno sistema per L'Expo

Dare visibilità alla ristorazione cittadina, ampliare il giro d'affari e sfruttare l'occasione dell'Expo per lo sviluppo del business futuro. Sono gli obiettivi che hanno visto unirsi in network 300 ristoranti di Milano e hinterland, all'insegna di una buona offerta gastronomica al giusto prezzo. L'iniziativa si deve ad Apci in collaborazione con The Fork, Epam, Host Fiera Milano, Italian Gourmet e apropositodime.com

15 maggio 2015 - I ristoranti milanesi e le associazioni di settore fanno sistema per proporsi ai turisti in arrivo per l'Expo con buoni piatti a buoni prezzi, dando visibilità alla ristorazione cittadina, trovando occasione di ampliare il giro d'affari e sfruttando l'opportunità dell'esposizione universale per lo sviluppo del business futuro. Nasce con questi intenti il progetto ‘Network del gusto’, creato da Apci, l'associazione professionale dei cuochi italiani, in collaborazione con il portale di prenotazioni The Fork, nato tre mesi fa come brand di Tripadvisor, da Epam, l'associazione milanese pubblici esercizi, da Host Fiera Milano (Internationale Hospitality Exhibition), dall'editore del food Italian Gourmet e dal portale professionale apropositodime.com.
 
Network del gusto è un circuito di 300 ristoranti di Milano e hinterland, di varie tipologie ma tutti interpreti della cucina made in Italy, che possono essere prenotati anche attraverso il portale The Fork, personalizzato ad hoc. Tutti hanno messo in menu un ‘piatto Expo’. Ma il progetto va oltre all'offerta di ristorazione, ha anche valenze culturali e di sostegno all'immagine del settore. Il 15 in Triennale ci sarà il convegno ‘L'evoluzione dell'accoglienza nel mondo della ristorazione’ mentre dal 23 al 27 ottobre, nell'ambito di Host, verranno organizzate cinque giornate di formazione e showcooking. 
 
Sponsor del progetto sono Ballarini (utensili in metallo), acqua Ferrarelle, illycaffé, Olitalia, Rotari (spumanti trentini), Surgital (pasta fresca surgelata).


Con Open 4EXPO Edison vara sei mesi
di iniziative su innovazione, sostenibilità e crescita

Edison vuole contribuire al grande cantiere di idee che Expo rappresenta invitando Premi Nobel, economisti, opinionisti, artisti, giovani ricercatori, startupper a confrontarsi sui temi strategici più vicini alla sua identità. Filo conduttore, l'innovazione

14 maggio 2015 - Edison presenta Edison Open 4EXPO, sei mesi di iniziative in parallelo all'esposizione universale per sollecitare e condividere una riflessione sui temi strategici più vicini alla sua identità: innovazione, sostenibilità, crescita economica e sociale. 
 
Edison punta a contribuire al grande cantiere di idee che Expo rappresenta invitando Premi Nobel, economisti, opinionisti, artisti italiani e internazionali, giovani ricercatori, startupper e maker a confrontarsi nella sede storica di Foro Bonaparte, all'Edison Open Garden Trienn
ale e alla Rotonda della Besana, per costruire insieme un manifesto dell'innovazione da lasciare in eredità al Paese e alle sue istituzioni a Expo concluso. Non mancheranno iniziative educative rivolte alle scuole e attività legate al mondo cinematografico. 
 
Il fittissimo programma si apre domani con la presenza del premio Nobel per l'economia Amartaya Sen all'incontro ‘Famines and food security: sustainability and crisis’ nella sede di Edison. Ieri Edison Open 4EXPO è stato presentato con un evento alla Triennale di Milano. Nell'occasione è stata inaugurata l'installazione OPEN di Riccardo Previdi, opera di luce costituita da un'insegna composta da lettere colorate sulle stile delle vecchie insegne al neon che, inserita nel parco, è segno visivo e scultura pop insieme.

Il calendario degli eventi …>>



Generali Italia dà visibilità a Genagricola con iniziative
ed eventi inaspettati all'Expo e in città a Milano

Il gruppo assicurativo presenta, in occasione dell'esposizione universale, la controllata con cui gioca un ruolo di primo piano anche nel settore agroalimentare. Lo fa con la campagna di comunicazione ‘Genagricola. Le Generali che non ti aspetti’, curata da The Others, che prevede un film di 60″ su videowall all'Expo e un social game lungo le vie di Milano

12 maggio 2015 - In occasione dell'Expo e del suo leit motive sulla nutrizione, Generali Italia mette in evidenza l'attività della controllata Genagricola, la maggior azienda agroalimentare italiana e tra le principali in Europa, le cui attività spaziano dall'agricoltura di precisione all'allevamento, dalla produzione vitivinicola all'energia sostenibile. Lo fa con la campagna di comunicazione ‘Genagricola. Le Generali che non ti aspetti’ per far conoscere al grande pubblico la sua realtà ‘verde’. Philippe Donnet, presidente di Genagricola e a.d. di Generali Italia, ha dichiarato: “Generali vanta una presenza storica nell'attività fondiaria, che si è ampliata parallelamente allo sviluppo del business assicurativo. Da oltre 160 anni, grazie a Genagricola, Generali gioca un ruolo di primo piano anche nel settore agroalimentare. Abbiamo scelto Expo 2015 per dare visibilità internazionale a questa nostra importante realtà”.
 
La campagna di comunicazione prevede eventi e iniziative,
Philippe Donnet
a.d. di
Generali Italia
a partire dalle presenza virtuale delle tenute di Genagricola all'interno dell'area Expo, dove sarà proiettato un film di 60″su tutti i videowall, e proseguiranno con un social game lungo le vie di Milano e con appuntamenti 'inaspettati'. Il film riassume in un minuto le eccellenze di Genagricola: partendo dalla sede storica di Generali nelle Procuratie Vecchie in Piazza San Marco a Venezia, un drone accompagna lo spettatore in un viaggio dai vigneti del Veneto e del Monferrato all'agricoltura di precisione, dagli allevamenti fino alla produzione di energia da biomasse.
 
“La campagna che abbiamo scelto ci consente di presentare Genagricola sia all'interno dell'area Expo sia lungo le strade della città di Milano con un linguaggio semplice – ha detto Lucia Sciacca, direttore comunicazione, relazioni esterne e Csr di Generali Italia – e con iniziative inaspettate che metteranno in luce gli elementi di sostenibilità, cura e tutela del territorio che caratterizzano il nostro business agroalimentare”.
 
Fino al 31 ottobre, il pubblico di Expo 2015 e tutti coloro che percorreranno a piedi le vie del centro di Milano potranno partecipare a una caccia al tesoro interattiva. In diverse zone della città sono stati posizionati 650 floor sticker, che riprendono alcuni simboli del mondo Genagricola. Si partecipa con l'app Generali Italia (che permette di segnalare un sinistro, richiedere il soccorso stradale, trovare agenzie, carrozzerie e cliniche convenzionate) fotografando almeno 5 dei 9 diversi sticker. In palio in modalità instant win kit di prodotti Genagricola e come premio finale un weekend nella tenuta di Bricco dei Guazzi, nel Monferrato.




Renaming e nuovo logo col sole che sorge per Gdf Suez
che diventa Engie. Campagna globale multimediale di Publicis

Il colosso francese, attivo in 70 Paesi, si dà un nome che richiama il concetto di energia in tutti e in tutte le culture, con cui affrontare i cambiamenti del settore. La tagline ‘By People for People’ ne sottolinea l'internazionalità. Carrè Noir firma logo e nome mentre a Publicis Conseil si devono strategia e comunicazione a supporto del renaming in Francia, Belgio e Uk e poi in Italia, Germania, Paesi Bassi e Stati Uniti, con media di ZenithOptimedia

29 aprile 2015 - Il colosso dell'energia di casa madre francese Gdf Suez, presente in 70 Paesi del mondo e su tutta la filiera energetica, ha cambiato nome in Engie (che si pronuncia come la mitica ‘Angie’ dei Rolling Stones) e che riecheggia la parola énergie. Sul sito il gruppo motiva la novità, che è stata tenuta segreta fino all'ultimo, col fatto che il mondo dell'energia conosce profondi cambiamenti e c'è l'assoluta necessità di mobilitare tutte le energie, di innovare, di mettersi insieme e di guidare tutte le idee. 

Gérard Mestrallet, presidente e direttore generale di Engie, ha dichiarato: “Per affrontare le nuove sfide e accelerare il nostro sviluppo, abbiamo deciso di dare al gruppo un nuovo nome, semplice e potente, che richiama il concetto di energia in tutti e in tutte le culture, un nome che incarna i nostri valori e le nostre attività”. Alla guida di Engie è stata nominata Isabelle Kocher, vicedirettore generale e direttore esecutivo che dovrà accompagnare l'obiettivo di Engie di rivestire un ruolo di operatore di riferimento nei mercati dell'energia in rapida crescita e di leader della transizione energetica in Europa. 

Per il renaming viene avviato un piano di comunicazione globale. Il logo del nuovo marchio è un sole che sorge, a simboleggiare un nuovo giorno nel mondo dell'energia, con tagline ‘By People for People’ che sottolinea l'internazionalità del gruppo. Logo, nome e anche la campagna pubblicitaria, che prevede tv, stampa, web e social media, sono il simbolo di una visione positiva e ottimistica del futuro: “Engie - ha detto Valérie Bernis, vicepresidente esecutivo e responsabile di comunicazione, marketing, responsabilità ambientale e aziendale, -ci differenzia in un mercato globalizzato e facilita l'approccio al cliente, a livello locale. La campagna pubblicitaria mette in evidenza i cambiamenti che trasformano a poco a poco la nostra vita quotidiana nelle piccole e grandi cose”. 

La strategia e la creatività si devono a Publicis Conseil, che ha curato anche il nuovo sito, mentre nome e logo sono firmati da Carré Noir. Lo spot è diretto da Zak Emerson e prodotto da Les Télécréateurs. La campagna è destinata a tutta Europa, a partire da Francia, Belgio e Uk, e poi Italia Germania, Paesi Bassi e Stati Uniti. Il media è in carico a ZenithOptimedia. 





Il marketing a prova di privacy, un Vademecum dal Garante

Per l'utente esasperato dalle telefonate di offerte commerciali, per chi non vorrebbe essere esposto al monitoraggio del suo comportamento online ma anche per l'azienda che vuole migliorare la relazione con i consumatori arriva una guida di consigli del Garante della protezione dei dati personali. In otto capitoli, è strutturata in forma di D/R, sulla base dei quesiti che vengono posti con maggiore frequenza

21 aprile 2015 - Il Garante della protezione dei dati personali ha pubblicato il vademecum 'Viva i consigli. Abbasso lo spam. Dal telefono al supermercato: il marketing a prova di privacy', per spiegare ai consumatori quali siano i loro diritti e come esercitarli e per stimolare le imprese a migliorare la relazione con i propri utenti, evitando che le promozioni commerciali degenerino nel ‘Far West’ dello spam. La guida offre chiarimenti, consigli, regole utili a conciliare la privacy delle persone con le necessità del mercato. Analizza i problemi ricorrenti legati alle promozioni telefoniche e al funzionamento del Registro delle opposizioni (per cui il Garante auspica una rapida revisione legislativa che renda più efficace la tutela dei consumatori) così come alle tessere di fidelizzazione, ma anche quelli posti dalle nuove frontiere della comunicazione, come le promozioni tramite e-mail, la messaggistica istantanea e i social network.
 
I consumatori scopriranno così come impedire a un'impresa di violare la loro privacy, intromettendosi senza consenso nella loro vita quotidiana con telefonate o messaggi indesiderati, oppure spiando di nascosto i loro acquisti. Le aziende troveranno indicazioni su comeaffiancare il consumatore, ascoltandolo e fidelizzandolo senza essere invadenti, e approfondire i tanti provvedimenti adottati dal Garante per sviluppare corrette pratiche di marketing.
 
Il Vademecum è suddiviso in otto capitoli strutturati in forma di domanda/risposta, sulla base dei quesiti che vengono posti al Garante con maggiore frequenza: ‘Privacy e marketing nell'impresa’, ‘Libertà al consumatore: informativa e consenso’, ‘Finalità e disponibilità: asso pigliatutto’, ‘Le differenze tra i personal shopper e i disturbatori’, ‘La ricerca del cliente e lo scambio dei dati’, ’Le promozioni al telefono’, ’Web e social network, liberi dallo spam’, ‘Aiuto! a chi mi rivolgo?’. Chiude con un'appendice con riferimenti utili per chi vuole approfondire i principali provvedimenti adottati da Garante in questo settore.
 
Può essere richiesto in formato cartaceo al Garante per la protezione dei dati personali (piazza di Monte Citorio n. 123 – Roma), via mail (a ufficiostampa@garanteprivacy.it), oppure scaricato in formato digitale da www.garanteprivacy.it
 
 
Vademecum_marketing_e_privacy_2015...>>



Valori ed emozioni, A.Testa racconta Mediobanca

Un video corporate emozionale di oltre 2 minuti, a tecnica mista, racconta la banca, nata il 10 aprile 1946, non attraverso i numeri ma attraverso i valori che hanno animato le azioni, legate a importanti momenti della storia italiana

10 aprile 2015 - Mediobanca racconta i suoi quasi 70 anni di storia - la nascita avvenne il 10 aprile 1946 - attraverso un video corporate emozionale, realizzato in collaborazione con Armando Testa, online sul sito e sul canale YouTube del gruppo.
 
La sfida che l'agenzia ha affrontato è stata di parlare di una banca senza parlare di numeri, raccontando invece i valori che hanno animato le azioni legate a importanti momenti della storia italiana, cominciando dal dopoguerra quando c'era tanto da ricostruire. Lo storytelling parte da una Milano colpita dalla guerra, dallo storico palazzo dietro piazza della Scala, attraversa gli anni '50 con l'apertura del credito, racconta i sogni delle famiglie italiane (Compass) e arriva ai nostri giorni, con l'apertura di CheBanca! e con le nuove sfide internazionali che i tempi impongono.
 
Per il racconto, ideato da Vincenzo Celli e Cristina Macchi, oltre al formato non convenzionale di circa due minuti, è stato scelto un trattamento a tecnica mista con l'animazione di Dadomani Studio. La colonna sonora è musica originale dei Cinematic Orchestra: Arrival of the birds. La produzione è di Little Bull.





Telecom lancia il crowdfunding ‘Withyouwedo’
per idee e progetti a favore di tutti e che usano il digitale

Telecom mette la piattaforma a disposizione per promuovere e sostenere il finanziamento di iniziative che utilizzino strumenti digitali negli ambiti Innovazione Sociale, Cultura Digitale, Tutela dell'Ambiente. Testimonial dell'iniziativa è Gigi Buffon che invita a sostenere i progetti di Cultura Digitale in uno spot di A.Testa e che si presterà a essere sfidato ai rigori da 3 estratti tra tutti coloro che doneranno almeno 5 euro

9 aprile 2015 - È online la piattaforma gratuita di crowdfunding WithYouWeDo (grazie a te riusciamo a farlo) che Telecom Italia mette a disposizione di enti, associazioni e cittadini per promuovere e sostenere il finanziamento di iniziative, idee e progetti a favore della collettività che utilizzino strumenti digitali. Tre gli ambiti: Innovazione Sociale (sanità digitale, cloud computing, robotica e smart home; da interventi innovativi di solidarietà alla costruzione di nuovi modelli di inclusione e aggregazione), Cultura Digitale (scuola, istruzione ed educazione digitale, arte, letteratura e musica; dalla tutela del patrimonio all'innovazione creativa per contribuire alla crescita culturale e intellettuale del Paese), Tutela dell'Ambiente (riciclo, smart city, efficienza energetica e mobilità intelligente; da strumenti per il controllo del territorio a sistemi di sensibilizzazione per rendere la sostenibilità uno stile di vita). L'iniziativa è parte delle attività “#ilfuturoèditutti” di corporate social responsibility di Telecom Italia, programma di interventi a favore della collettività 
 
Dal lancio dell'iniziativa lo scorso dicembre, in occasione dell'evento EducaTI (progetto nazionale di educazione al digitale di Telecom Italia), sono arrivati fino a febbraio 100 progetti. Ne sono stati selezionati 5 per area a cui Telecom Italia mette a disposizione un massimo di 10.000 euro l'uno, erogabili al raggiungimento dell'obiettivo di finanziamento del 100%. Il ciclo di valutazione dei progetti si ripeterà tre volte l'anno. Tra un ciclo e l'altro potranno essere eventualmente considerati altri progetti validi ma senza il contributo Telecom Italia. Le donazioni possono andare da un minimo di 2 euro a un massimo di 5.000 euro. Info su withyouwedo.telecomitalia.com.
 
I progetti restano pubblicati su WithYouWeDo dai 90 ai 120 giorni durante i quali c'è la possibilità di reperire i finanziamenti offerti dai donatori. L'iniziativa introduce anche il coinvolgimento di una celebrity per dare appeal alle donazioni e ampliare il pool dei partecipanti. In questo caso scende in campo il portiere della Nazionale Gigi Buffon: tra quanti contribuiranno con almeno 5 euro a un progetto in ambito Cultura Digitale fino al 16 maggio, saranno estratti tre che potranno vivere l'esperienza emozionante di sfidarlo ai calci di rigore, il 28 maggio a Vinovo. Lo racconta lo stesso Buffon in uno spot divertente, ideato da Armando Testa e prodotto da Karen Film con regia di Daniele Coppola. 
 
 
Ecco i progetti selezionati finanziabili: 

Cultura Digitale
- Archilabò, Bologna (Progetto Social Books)
- Associazione Musicale ICM, Milano (Progetto FaceMusic: profilo online musica classica)
- Comitato Italiano Unrwa, Roma (Progetto Memoria-memorie)
- Digitalfun, Varese (Progetto TuoMuseo – Patrimonio Culturale in un Click)
- UMedia, Catania (Progetto Studenti Reporter)

Innovazione Sociale 
- Associazione Nazionale Tumori, Torino (Progetto Progetto Eubiosia – Vita in dignità)
- Associazione Bambini Senza Sbarre, Milano (Progetto Yellow APP  - per i diritti dei figli dei detenuti
- Fondazione Diversabilia, Torino (Progetto IC+)
- Istituto Biomedico Euro Mediterraneo, Brindisi (Progetto Monastero del 3° Millennio)
- Lega del Filo d’Oro, Ancona (Progetto Non vedo, Non Sento, Ma Voglio Parlare !) 
 
Tutela dell'Ambiente 
- Banco Alimentare, Milano (Progetto Food Drive per la colletta alimentare)
- Associazione Culturale Mappina, Napoli (Progetto Mappina)
- Morgana Production, Roma (Progetto Ecosin)
- Associazione Airone, Latina (Progetto APE apprend, percorsi ecosostenibili)
- Fondazione Fabbroni, Perugia (Progetto, Echogreen Festival)



 
Per saperne di più..>>



Vodafone ringrazia i clienti che hanno scelto il 4G

La campagna istituzionale firmata da Red Team celebra in toni emozionali l'uso nella vita quotidiana della rete di nuova generazione. Vodafone 4G è la rete più estesa in Europa e serve in Italia 4.000 comuni, pari all'84% della popolazione. Prosegue in parallelo lo sviluppo della funzione evoluta 4G+

9 aprile 2015 - Vodafone Italia ringrazia con una campagna istituzionale i clienti che hanno scelto di utilizzare la rete di nuova generazione 4G, utilizzandola per vivere e condividere momenti importanti della vita. E insieme celebra la 4G Vodafone come la più estesa d'Europa, presente in 12 paesi. Vodafone Italia è anche il primo operatore ad aver attivato il servizio di roaming 4G all'estero, oggi disponibile in 45 paesi, tra cui Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Uk, Germania e Olanda.
 
È un primato internazionale che le permette di servire 13.7 milioni di clienti (dato di fine 2014) che utilizzano quotidianamente la rete di ultima generazione in tutto il mondo. In Italia la copertura del 4G ha superato i 4.000 comuni, pari all'84% della popolazione.
 
Lo spot firmato da Red Team utilizza immagini in bianco e nero e un tono
emozionale per mettere in risalto le storie delle persone e l'importanza della rete nella loro quotidianità, mostrando come la tecnologia permetta di vivere intensamente e condividere in tempo reale emozioni e sentimenti. La colonna sonora è il brano ‘Chandelier’, interpretato dalla cantautrice australiana Sia. 
 
Parallelamente all'estensione della rete 4G, prosegue anche lo sviluppo del 4G+, funzione evoluta che permette di aumentare ulteriormente la capacità e la velocità di connessione raggiungendo i 225 Mbps. Sono oltre 250 i comuni italiani in cui è già possibile utilizzare la rete 4G+ allo stesso costo della rete 4G. In Europa la rete 4G+ Vodafone è disponibile in 8 paesi. L'estensione della rete 4G e lo sviluppo del servizio 4G+ rientrano nella strategia di investimenti e valorizzazione dell'ultra-broadband che Vodafone sta realizzando a livello mondiale con il Piano Spring, progetto biennale per cui in Italia Vodafone investe 3,6 miliardi di euro. 





‘Piacere, Milano’ invita i milanesi a farsi protagonisti
di un progetto di turismo collaborativo per l'Expo

Le cooperative sociali La Cordata e Spazio Aperto Servizi con l'agenzia Clinc e il gruppo Altavia varano un progetto per l'accoglienza dei visitatori in arrivo per l'esposizione, che propone ai milanesi di essere ambasciatori della città, invitare free alla propria tavola, fare da guida in itinerari non convenzionali in città. Il cuore del progetto è la piattaforma interattiva che mette in contatto volonterosi e visitatori. Sarà anche creata una mappa delle storie e dei luoghi che vivrà oltre l'evento

19 marzo 2015 - Milano si prepara all'arrivo di 20 milioni di visitatori per l'Expo e anche i semplici cittadini sono chiamati ad avere un ruolo nel rendere questa esperienza più interessante e più agevole. Dopo il lancio dell'app di food sharing FeedMe (vedi news del 17 marzo), si annuncia ‘Piacere, Milano’ progetto più complesso di turismo collaborativo che invita i milanesi a farsi protagonisti dell'ospitalità, integrando quella classica con forme non tradizionali e diventando ambassador della città.

L'iniziativa si deve all'a.t.i. formata dalle cooperative sociali La Cordata e Spazio Aperto Servizi Onlus, vincitrice di un apposito bando pubblico, insieme all'agenzia di comunicazione Clinc e al gruppo Altavia. Il progetto è realizzato anche grazie alla sponsorizzazione di Coop Lombardia e alla collaborazione come media partner di Radio Popolare che dal 2 febbraio dedica due appuntamenti quotidiani.
 
L'accoglienza diffusa verrà offerta attraverso una piattaforma interattiva (www.piaceremilano.it), che metterà in contatto i cittadini e visitatori che compileranno deg
li appositi form, ciascuno raccontando di sé, di quello che cerca, di quello che offre. Chi inviterà - a titolo assolutamente gratuito - il visitatore alla sua tavola (Indovina chi invito a cena) spiegherà il menu e le regole della casa e potrà scegliere persone in sintonia, ovvero una famiglia con bambini magari preferirà famiglie con bambini, giovani coppie saranno interessate a ricevere giovani coppie di altre culture, etc. Non solo pasti. I milanesi potranno diventare guide alla città per un giorno (Milano siamo Noi), magari mostrando percorsi e situazioni che non si trovano nelle classiche guide. I cittadini sono infine chiamati a contribuire alla creazione di una mappatura social, multimediale e geolocalizzata dei percorsi e delle storie, consultabile via app, che resterà a disposizione di chi vuole conoscere l'anima ospitale di Milano (La Mappa)
 
Il primo evento pubblico del progetto ‘Piacere, Milano’, inserito nel cartellone ufficiale di Expo in Città, sarà Tutta mia la città il 29 marzo: personaggi del mondo delle arti, della scienza e dello spettacolo milanese quali Gianni Biondillo, Luca Mangoni, Maurizio Nichetti, Piero Colaprico e Renato Sarti racconteranno il quartiere del cuore durante una passeggiata in compagnia. 
 
La comunicazione a sostegno del progetto, ideata e prodotta pro bono da Altavia, sarà su radio, carta, web e social network e prevederà anche attività sul territorio. ‘Piacere, Milano’ sarà anche comunicato attraverso gli strumenti di Expo in Città. 


IP lancia IP Premia, programma fedeltà
che premia tutti, sia il ‘self’ che il ‘servito’

'IP Premia' è per tutti i clienti, indipendentemente dalla modalità di rifornimento. Per chi sceglie ‘self ’ c'è l'opzione instant win con buoni carburante e coupon sconti sul programma, per chi sceglie ‘servito’ c'è la IP Card con la nuova collection collegata a tutta l'offerta di Amazon.it o a sconti carburante. La campagna di lancio, integrata e multicanale, è firmata da On Comunicazione

6 marzo 2015 - IP lancia IP Premia, programma fedeltà innovativo nel settore della distribuzione dei carburanti perché premia tutti i clienti, indipendentemente dalla modalità con cui fanno rifornimento. Chi sceglie la la modalità ‘self ’ potrà inviare - tramite un sms, l'app Stazioni IP o il sito web dedicato - il codice promozionale presente sullo scontrino (rilasciato dall'accettatore) e così vincere ogni ora buoni carburante da 20 euro e ottenere coupon sconto sui partner del programma. Chi utilizza la modalità 'servito' potrà accumulare punti sulla nuova IP Card, da ritirare gratuitamente presso le stazioni IP, e utilizzarli sull'intera offerta di Amazon.it oppure convertirli in sconti carburante.
 
 La campagna di lancio di IP Premia è curata da ON Comunicazione, che ha vinto la gara relativa (uscente Publicis) e che ha orchestrato tutto l'iter creativo, dall'ideazione del concept alla realizzazione dei materiali. Il leit motive è la domanda: “Sei self? Sei servito?”. La risposta viene data da una carrellata di persone che corrispondono alle due tipologie di consumatori. Situazioni di vita comune raccontano, inoltre, con immediatezza e semplicità lo spirito self o servito che c'è in ciascuno di noi. Qualunque sia la modalità preferita, IP Premia indistintamente tutti.
 
La campagna è declinata in stampa, radio, pv, web (con massiccia presenza di Adv Display), attraverso il sito IP Premia interamente dedicato al nuovo programma loyalty, l'app IP e sui social con la Facebook page IP per l'Italia e il profilo Instagram. Il media è in carico a Mindshare.




Progetto 'tifosi operosi' a Roma, ideato da Connexia per Betfair

Azione unconventional dimostrativa contro il tifo violento in occasione di Roma-Juve. I tifosi di parte opposta si sono incontrati e si sono messi a sistemare insieme la città, all'insegna di “Decidi tu. Fai Cash Out dal tifo violento e #tifaXbene”

3 marzo 2015 - Un gruppo di tifosi della Roma e della Juve si sono incontrati nel centro di Roma e invece della rissa è scoppiato un fervore nel dare una mano a ripulire e sistemare la città. Promotori dell'episodio sono stati Betfair, società britannica operante nelle scommesse (e sostenitrice del fair play) e l'agenzia di rp Connexia, che hanno dato il via a un'azione dimostrativa contro il tifo violento, come risposta a degenerazioni tipo il caso Feyenoord a Roma o gli episodi che hanno portato a interrompere il campionato greco. 

Betfair ha lanciato un messaggio positivo, per scuotere le coscienze verso un tifo sano. In occasione del big match Roma-Juve, vissuto molto intensamente dai supporter di entrambe le squadre, ha raggruppato e coinvolto alcuni tifosi in un'iniziativa unconventional col contributo della web star Maurizio Valente, fam
oso per i suoi video di sensibilizzazione sociale e contributor del programma ‘Le Iene’. Il claim dell'attività, #tifaXbene, raccoglie in sé gli intenti e punta a coinvolgere altre tifoserie a ‘fare Cash Out’ dal tifo violento: invece di devastare le città, visitatele, scopritele, rispettatele e abbiatene cura. Siamo italiani, prima che tifosi. 

L'operazione unconventional, ideata da Connexia, ha raccolto il consenso e l'appoggio dei passanti che hanno apprezzato l'impegno a veicolare il messaggio positivo che #tifaXbene vuole lanciare. 




Disponibile Nielsen Total Ad Rating
per misurare l'audience del mix tv-web

Lo strumento misura l’efficacia di una campagna pubblicitaria pianificata sia in televisione che sul web, attraverso reach e frequenza, con dettaglio secondo piattaforma. Offre insights sulla sovrapposizione dei due mezzi e comprensione delle dinamiche cross-mediali 

26 febbraio 2015 - Nielsen lancia sul mercato italiano Nielsen Total Ad Ratings, strumento per misurare l’efficacia di una campagna pubblicitaria pianificata sia in televisione che sul web, già lanciato nel 2012 in Usa, nel 2013 in UK e nel 2014 in Francia. Misura copertura (reach) e frequenza con dettaglio secondo piattaforma: audience raggiunta solo dalla campagna tv, quella solo dalla campagna web e quella raggiunta con entrambi i mezzi. La post-valutazione della parte tv viene effettuata sul dato Auditel mentre per la parte web è basata su Nielsen Digital Ad Ratings (Nielsen Online Campaign Ratings, lanciato in Italia nel 2013) che utilizza i big data per determinare l’audience raggiunta online. 

Nielsen è così in grado di offrire insights sulla sovrapposizione dei mezzi (reach, frequency e GRPs) con dettaglio per ogni singolo giorno di attività di comunicazione e per singolo canale televisivo pianificato. Si tratta di informazioni sull’efficacia del media mix  preziose in uno scenario in cui utenti grandi e piccoli ricorrono sempre più a campagne cross-mediali per raggiungere il target di riferimento. Nielsen Total Ad Ratings si rivolge a tutta la filiera pubblicitaria italiana, dando una nuova opportunità per comprendere le dinamiche cross-mediali e sfruttare al meglio la complementarietà fra due mezzi che da soli raccolgono oggi circa i tre quarti degli investimenti pubblicitari in Italia.
 
 “Case study italiani indicano che le dinamiche di raggiungimento dei target sui due mezzi sono altamente complementari – ha spiegato Luca Bordin, general manager media sales & solutions di Nielsen Italia – e un accurato studio della formazione integrata di reach, frequency e GRPs consente di sfruttare questa complementarietà al meglio. Anche nei casi di un importante investimento in tv, in grado di raggiungere oltre il 50% della popolazione, internet mostra una capacità di essere complementare generando mediamente un'audience incrementale di 6 punti percentuali, ancora più elevata nelle fasce di età fino ai 44 anni e sui light Tv viewers”. 


Con ‘Capture ibis Styles’ i clienti degli hotel della catena
si aggiudicano gli oggetti d'arredo più creativi

La catena ibis Styles vara l'iniziativa di comunicazione che permette di vincere su Instagram gli oggetti di arredo firmati da designer famosi o emergenti presenti negli hotel del gruppo, avvicinando il design al grande pubblico. Da un'idea di Betc Digital

17 febbraio 2015 - Sognate di arredare casa con oggetti di design molto particolari? Gli hotel ibis Styles varano l'originale iniziativa ‘Capture ibis Styles’ che porterà ad avvicinare il design al grande pubblico. Dal 13 marzo al 13 maggio sull'account Instagram @captureibisstyles si potranno vincere gli oggetti di arredo creativi, firmati da designer già famosi o emergenti, che sono presenti negli hotel del gruppo.

Il progetto nasce da un'idea dell'agenzia Betc Digital e coinvolge Francia, Germania, Uk, Italia, Spagna e Brasile. Saranno 15 gli hotel ‘vetrina’ che faranno da palcoscenico a quattro oggetti di design esposti nelle aree comuni. Tra i numerosi premi in palio, ci saranno lo sgabello Temperino di Alessandro Guidolin, la lampada Shuttlecock di Godefroy de Virieu o la Ripple Chair di Ron Arad.

Oltre agli oggetti già parte della collezione dell'hotel, i premi includeranno alcune creazioni di artisti emergenti. Il brand collabora infatti con un ‘laboratorio’ di designer contemporanei i cui ultimi progetti prenderanno parte all'iniziativa: l'appendiabiti a parete di Sybille Pfeiffer, l'originalissimo pouf di Hanna Emelie Ernsting o l'innovativa lampada Waaf di Pierre Stadelmann. 


Fondazione Vodafone promuove con Think for social i progetti
innovativi che usano la tecnologia per rispondere a bisogni sociali

Rivolto a studenti e a organizzazioni non profit anche in partnership con imprese, il bando è varato in collaborazione con PoliHub e riguarda i progetti innovativi in ambito salute e benessere, cultura e istruzione, agricoltura, alimentazione e ambiente

17 febbraio 2015 - Fondazione Vodafone Italia rinnova l'impegno a sostenere la società civile lanciando ‘Think for Social’ (con sottotitolo ‘la tua idea, il progresso di tutti’), contest che premia i progetti più innovativi che utilizzano la tecnologia come strumento di sviluppo sociale sul territorio. L'iniziativa è rivolta a organizzazioni non profit, a studenti di scuola superiore e università e a partnership tra organizzazioni non profit e imprese (ati, spin off, cofinanziamenti).
È realizzata in collaborazione con PoliHub, l'incubatore del Politecnico gestito da Fondazione Politecnico di Milano che si occupa di affiancare le imprese innovative ad alto contenuto tecnologico, e ha il patrocinio dell'Agenzia Nazionale per i Giovani e il sostegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria.

I progetti dovranno riguardare tre ambiti: Salute e benessere; Cultura e istruzione; Agricoltura, alimentazione e ambiente. Si possono candidare le idee fino al 30 aprile su fondazionevodafone.thinkforsocial.it. Le migliori 20 accederanno all'Innovation Weekend: due giorni di confronto con esperti del mondo start up e mentori. Nella seconda fase verranno selezionati i 10 migliori progetti che avranno accesso a un programma di accelerazione per 4 mesi in PoliHub e riceveranno un ‘seed grant’ fino a 30mila euro. Al termine della fase di accelerazione, i 3 migliori progetti accederanno a un ulteriore ‘growth grant’ fino a 700mila euro per finanziarne lo sviluppo e la crescita.

Dalla sua nascita nel 2002 a oggi la Fondazione Vodafone Italia ha già finanziato e reso sostenibili nel tempo 392 progetti, per un totale di oltre 75 milioni di euro.
Per saperne di più..>>



I diritti della Serie A in mano ai cinesi di Dalian Wanda Group

La società svizzera Infront Sports & Media, detentrice di 160 diritti sportivi in 25 discipline, verrà ceduta dal fondo di private equity europeo Bridgepoint al colosso cinese della cultura, dell'intrattenimento e dell'immobiliare, che accrescerà così la sua influenza nell'industria globale dello sport. Valore della transazione, 1.05 miliardi di euro

11 febbraio 2015 - Infront Sports & Media passa di mano e diventa cinese, insieme al ricco portfolio di diritti sportivi tra cui quelli della Serie A italiana, dell'Inter, del Milan e delle sette Federazioni dei Giochi Olimpici Invernali. Dalian Wanda Group, colosso cinese attivo in più rami, tra cui cultura, intrattenimento e immobiliare, acquisirà la società di sport marketing basata a Zug (Svizzera) dal fondo di private equity europeo Bridgepoint per 1,05 miliardi di euro.

Attraverso l'acquisizione di Infront, Wanda Group vedrà accrescere il suo peso nell'industria della cultura e dell'intrattenimento e la sua influenza nell'industria globale dello sport, e potrà sostenere la crescita della competitività degli sport cinesi a livello internazionale.

A partire dall'acquisizione da parte di Bridgepoint nel 2011, I
nfront è cresciuta stabilmente, diversificando il suo portafoglio di diritti e servizi. Oggi conta su partnership con 160 rights-holder in 25 discipline sportive con centinaia di sponsor e brand media. Ha 25 uffici in 13 paesi e un portafoglio diversificato negli sport invernali, nel calcio, negli sport estivi e nell'active lifestyle & endurance. Nel 2014 ha organizzato 4000 giornate evento e generato ricavi per oltre 800 milioni di euro.

Nel calcio è partner di federazioni internazionali, come la Fifa, e nazionali (tra cui quella italiana), di leghe come la Lega Serie A e di squadre come il Milan e l'Inter. Negli sport invernali, rappresenta tutte e sette le Federazioni dei Giochi Olimpici Invernali, negli sport estivi vanta un importante portafoglio di diritti, tra cui quelli della federazioni internazionali di pallamano, di pallavolo e di ciclismo. Nel settore active lifestyle & endurance, tra le altre property, collabora con le World Marathon Majors
Philippe Blatter
e gli eventi endurance del circuito Ironman. Infront è inoltre l'organizzazione di marketing sportivo principale in Cina e, negli ultimi dieci anni, ha dato grande popolarità al basket cinese.

Il senior management di Infront continuerà a essere guidato dal president & ceo Philippe Blatter, e  dovrebbe essere confermato per l'Italia anche Marco Bogarelli, attuale presidente di Infront Italy. Sulla base della strategia di business di Infront, le due parti hanno definito un piano strategico da qui al 2020. 


Arriva Vcast, servizio per videoregistrare online i programmi tv

Permette di registrare sul proprio storage personale in cloud programmi da scegliere in una guida tv, tra oltre 40 canali del dtt. La registrazione può essere rivista su pc, smartphone, tablet, tv o smart tv. Il servizio basic è free, altrimenti ci sono le modalità Premium e Premium+

3 febbraio 2015 - Si chiama Vcast l'evoluzione del videoregistratore Vhs che utilizza la tecnologia cloud per permettere di registrare online i programmi preferiti e rivederli in qualsiasi momento su qualunque dispositivo multimediale, fisso o mobile. Per utilizzarlo basta iscriversi al sito www.vcast.it, selezionare un programma tv e impostare la registrazione. Questa viene salvata direttamente sullo storage dell’utente, che può rivederla su pc, smartphone, tablet o smart tv, o anche in tv usando una chiavetta Usb. Attualmente la guida Tv interattiva di Vcast offre la programmazione di oltre 40 canali del dtt in chiaro tra film, serie tv, cartoni animati, sport, etc.
 
I profili di abbonamento disponibili sono tre: Free, Premium e Premium+. Il primo, gratuito, comprende 16 ore al mese di registrazione, guida Tv, risoluzione video a 420p, max 1 cloud storage, tutti i canali tranne quelli in Hd, 15 giorni di prova gratuita del profilo Premium+. Premium
offre 32 ore al mese di registrazione e risoluzione di 576p (SD), le registrazioni automatiche giornaliere, settimanali e delle serie tv, la personalizzazione dei formati video. Premium+, oltre alle precedenti funzionalità, include 64 ore al mese di registrazione, i canali Hd e una risoluzione di 720p (Hd), la possibilità di collegare fino a 3 servizi di storage in cloud privati. Fino al termine della fase beta i profili Premium e Premium+ sono acquistabili in promozione rispettivamente a 25 e 30 euro l'anno e i 12 mesi di abbonamento decorreranno da quando Vcast chiuderà ufficialmente la fase di beta testing. 
 
Per saperne di più..>>



Partnership tra il cibo a marchio Eataly e l'ospitalità di Starhotels.
In arrivo il ‘Marchio Unico Italia’ per i prodotti tipici italiani

Eataly entra nell'hôtellerie con un accordo in esclusiva per tre anni che prevede consulenza, creazione di menu dedicati, eventi. Intanto il patron Oscar Farinetti si prepara all'Expo e preannuncia nell'occasione anche il lancio, da parte del Ministero delle Politiche Agricole, di un ‘Marchio Unico Italia’ a tutela del prodotto agroalimentare italiano nel mondo. Lo supporterà una grande campagna di advertising globale con ‘testimonial a costo zero’

29 gennaio 2015 - Eataly di Oscar Farinetti, il centro gastronomico che ha fondato il suo successo sulla biodiversità e la ricchezza dei prodotti italiani, su luoghi informali di vendita e consumo e sul credo “meno cucina e più mercato di stagione”, entra nell'hôtellerie, grazie a un accordo in esclusiva per tre anni con Starhotels, la catena alberghiera italiana guidata da Elisabetta Fabri. La partnership tra cibo a marchio Eataly e l'ospitalità di Starhotels prevede la creazione di menu dedicati, di eventi e collaborazioni con chef stellati, di consulenza e supporto nella selezione e nella valutazione dei prodotti e delle materie prime. Per StarHotel, che finora non aveva ristorazione diretta in Italia ma si appoggiava a operatori esterni, è un salto di qualità nell'offerta gastronomica. 
 
Il primo hotel a inaugurare la formula sarà dal 1° febbraio il Rosa Grand di Milano, con l'intenzione anche di offrire ai futuri visitatori dell'Expo “la miglior esperienza possibile dello stile inimitabile del vivere all'italiana, che ha nella nostra cultura enogastronomica uno dei valori più importanti ” come ha sottolineato Fabri. Poi man mano l'accordo verrà esteso agli altri hotel, ad oggi 24 (20 a 4 stelle in Italia, un 5 stelle a Parigi, un deluxe a New York e due boutique hotel a Londra) per un totale di 3.791 camere, in cui soggiornano ogni anno oltre 1.500.000 di persone di tutto mondo.
 
Intanto l'inarrestabile Farinetti, vero campione di un'Italia capace di rimboccarsi le maniche e darsi da fare in qualsiasi congiuntura, tra l'imminente apertura di Eataly a San Paolo in Brasile, quella in progetto a Londra in Oxford Street, la voglia di essere chiamato dalla nuova Alitalia di Montezemolo e il progetto di una Disneyland del cibo nella food valley emiliana, si prepara a portare il suo brand e il suo mood all'Expo, nei venti ristoranti regionali in due padiglioni di 8mila mq. E si dice convinto che l'esposizione sarà meravigliosa, di grandissimo successo e che arriveranno molti più visitatori del previsto: “almeno 30 milioni di cui 10 dall'estero”. 
 
Sarà l'Expo anche l'occasione per il lancio di ‘Marchio Unico Italia’, marchio ombrello dei vari Docg, Dop, Igp, Doc, con cui contrassegnare i cibi tipici prodotti in Italia con materia prima italiana, strumento anche di contrasto alla contraffazione che fattura nel mondo 66 miliardi di euro, il doppio del valore delle nostre esportazioni di agroalimentare. ‘Marchio Unico Italia’ fa parte di un progetto presentato al Ministero delle Politiche Agricole e Farinetti ha già pronta anche l'idea di una grande campagna pubblicitaria per farlo conoscere nel mondo: “Useremo testimonial a costo zero: Cristoforo Colombo, Leonardo da Vinci, Dante, Marco Polo”.
 
Intanto, per il lancio in comunicazione della partnership con StarHotel, si prevede cartellonistica all'interno degli hotel e loghi ad hoc sui menu. La creatività è interna, come per tutte le iniziative della catena, ad opera dell'house agency Eataly Design. 


Leo Burnett per la campagna di riposizionamento di Alitalia

Dopo l'accordo con Etihad, l'agenzia è stata incaricata della campagna globale che riposizionerà Alitalia da ‘compagnia di bandiera’ a ‘bandiera dello stile italiano nel mondo’. Utilizzerà diverse piattaforme media, integrando canali tradizionali, online e social

28 gennaio 2015 - Leo Burnett è stata incaricata di sviluppare la campagna globale di riposizionamento della nuova Alitalia, ‘nata’ il 1° gennaio 2015 dopo l'acquisizione del 49% da parte di Etihad Airways, la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti con sede in Abu Dhabi. La partnership rende Alitalia più forte e internazionale, grazie all’integrazione dei network delle due compagnie, con più destinazioni e più collegamenti, una flotta congiunta di oltre 220 aerei e nuovi servizi di qualità.
 
L’obiettivo della campagna sarà di posizionare Alitalia da 'compagnia di bandiera' a 'bandiera dello stile italiano nel mondo', consolidando il legame con il brand Italia e i suoi valori riconosciuti a livello internazionale. La comunicazione di marca e delle offerte commerciali sarà declinata in Italia e all’estero su diverse piattaforme media, integrando canali tradizionali, online e social. 


Lombardia Film Commission invita
a 'viaggiare leggere' le troupe in arrivo all'Expò

Nella Production Guide sono censite 1991 aziende di produzione e distribuzione e l'invito alle troupe di tutto il mondo che si recheranno a Milano è di usufruire dei servizi sul territorio. Sono attese almeno 300 troupe leggere in grado di generare un indotto, nel corso dei 6 mesi, di circa 25-30 milioni di euro. 

15 gennaio 2015 - Lombardia Film Commission promuove il progetto  ‘Viaggiate leggeri’ in collaborazione con Expo 2015. Suggerisce alle troupe di tutto il mondo che si recheranno a Milano per l'esposizione universale di usufruire dei servizi sul territorio e risparmiare lungaggini alle dogane, evitare alti costi di viaggio e bagagli ingombranti per apparecchiature molto delicate. Si stima che dovrebbero essere almeno 300 le troupe leggere che verranno a girare news, documentari e video, in arrivo dai 140 paesi partecipanti, in grado di generare un indotto, nel corso dei 6 mesi, di circa 25-30 milioni di euro. 
 
Nella Production Guide di Lombardia Film Commission sono censite 1991 aziende di produzione e distribuzione (il 20,1% del totale in Italia), 277 editori (il 12,9% del totale). La Lombardia è seconda per addetti (il 24% del totale contro il 43% del Lazio), ma prima per fatturato (il 38% del totale, contro il 28% del Lazio). 
 
“Negli ultimi anni è esplosa la crisi della pubblicità, sia per la concorrenza di altri paesi dove produrre è assai meno costoso sia per la tendenza delle
Alberto Contri
aziende investitrici multinazionali a usare nel mondo il medesimo filmato in arrivo dalla casa madre – ha dichiarato Alberto Contri, direttore generale uscente di Lombardia Film Commission –. In  questi ultimi quattro anni abbiamo avuto 600 produzioni assistite e quasi 40 milioni di indotto. E i maggiori fornitori tecnici hanno fatturato nel difficilissimo 2014 il 10% in più del 2013. Attraverso l’iniziativa ‘Viaggiate Leggeri’ per l'Expò si potrà continuare a tenere vivo e vivace un comparto che è autentica eccellenza della nostra Nazione”. 
 


Francesco Nespega entra col 50% in Stand By Me

Nuovo impulso allo sviluppo della casa di produzione televisiva fondata da Simona Ercolani nel 2010 con l'arrivo del nuovo socio Francesco Nespega, fondatore di Switchover Media, ceduto due anni fa a Discovery Networks coi canali digitali free Giallo, Focus, K2 e Frisbe e il pay Gxt 

14
Francesco Nespega
gennaio 2015
- Partnership tra Francesco Nespega, fondatore ed ex presidente del broadcaster indipendente Switchover Media ceduto due anni fa a Discovery Networks, e Simona Ercolani, fondatrice e ceo di Stand by me, società di produzione televisiva indipendente nata nel 2010 a Roma. Nespega entra in Stand by Me col 50% portando all'unione di due grandi expertise professionali nella produzione. 
 
Nespega è stato dal 2000 al 2008 presidente e a.d. di Jetix Europe (Gruppo Disney), dopo esser stato consulente di gruppi media internazionali e italiani e aver ricoperto ruoli manageriali in Telemontecarlo, Fininvest/Mediaset ed Ernst & Young. È stato presidente dell’associazione Tv Digitali Indipendenti dal 2007 al 2012 e membro del Comitato tecnico di Auditel (2007-09). Con Switchover Media ha lanciato i canali digitali free Giallo, Focus, K2 e Frisbee, ceduti il 14 gennaio 2013 a Discovery insieme al pay Gxt (di cui Discovery ha annunciato recentemente la chiusura dopo la fine del contratto di distribuzione su Sky). 
 
Stand by Me di Simona Ercolani ha idea
Simona Ercolani
to e prodotto in quattro anni oltre trenta programmi originali e numerosi adattamenti, sia in chiaro che pay. Stand by Me produce oltre 300 ore annuali di docu-reality e docu-fiction originali. Tra i programmi più significativi: 'Sconosciuti' arrivato alla quarta stagione, in partenza il 19 gennaio su Raitre con 200 episodi; 'Emozioni', racconto dei principali protagonisti della scena musicale italiana, in onda su Raidue e giunto alla quarta edizione; 'Alive - storie di sopravvissuti' di Rete 4, alla terza edizione; '16 Anni e Incinta',  versione italiana del format internazionale, negli ultimi due anni il programma più visto su Mtv Italia; 'Il viaggio di Sammy', docu-reality per Nat Geo People (canale 411 di Sky); '24 ore per morire', la prima produzione originale italiana per Crime+Investigation (canale 118 di Sky), in onda dal 19 gennaio.
 
“Stand by Me è pronta ad una nuova fase di sviluppo -  dichiara Simona Ercolani -. Francesco Nespega vanta le giuste competenze per aiutarmi a espandere ulteriormente il business, facendo leva sulla vocazione di factory creativa indipendente”. Nespega a sua volta dichiara di ritrovare in Stand by Me gli elementi giusti per una nuova avventura imprenditoriale: ”Simona è fra le migliori menti creative della produzione televisiva italiana per la sua capacità di individuare soggetti e saper raccontare storie. In Stand by Me ha messo insieme una squadra giovane e motivata. La sfida sarà quella di accrescere ulteriormente questo know-how e questo potenziale”. 


Costa Crociere riparte dal meglio dell'italianità,
al via la campagna internazionale di Havas Ww Milan

Al centro della comunicazione in tv, cinema, radio, web e p.v. i valori forti che accomunano il vivere italiano e il vivere una vacanza a bordo di una delle 15 navi della flotta, ovvero passione, qualità, ospitalità, stile. Al debutto in Italia, dove conta su un budget di 10 milioni di euro, la campagna sarà successivamente on air anche in Germania, Francia, Spagna, Svizzera e Austria. 

19 dicembre 2014 - Costa Crociere riparte in comunicazione mettendo al centro quattro valori forti che accomunano il vivere italiano e il vivere una vacanza a bordo di una delle 15 navi della flotta: passione, qualità, ospitalità, stile. Perché non godersi il bello dell'Italia nei posti più belli del mondo? Costa, compagnia italiana, portatrice da 66 anni di valori italiani, può offrire questa esperienza. Da qui il claim: “Costa. Il modo italiano di scoprire il mondo”. 

Con questo posizionamento, centrato sul meglio dell'italianità, parte domenica 21 dicembre nel nostro Paese la nuova campagna, ideata a realizzata da Havas Worldwide Milan, declinata in tv, cinema, radio e web per essere più avanti on air anche in Germania, Francia, Spagna, Svizzera e Austria. La campagna, che Carlo Schiavon, direttore sales & marketing Italia di Costa Crociere, indica come la più importante degli ultimi anni, conta su un budget importante, 10 milioni di euro lordi solo per il nostro Paese, e prevede due fasi: la prima fino a fine gennaio di taglio istituzionale con obiettivo visibilità e ampia cope
rtura, la seconda dal 5 gennaio al 15 febbraio di taglio più commerciale, con la presentazione di offerte e promozioni.

Con media a cura di Carat, si inizia con forte pressione in tv, con una pianificazione che dal 21 dicembre al 3 gennaio raggiungerà una copertura dell'87%, grazie a 3.000 passaggi dello spot in tagli da 60’’, 30’’ e 15’’ su Rai, Mediaset, Sky e La7. Il film, girato sulla Favolosa, con alcune riprese nella terrazza sul mare della nuova ammiraglia Diadema (in servizio dal 30 ottobre), mostra diversi momenti di vita a bordo - fare colazione, andare a una festa, prendere un aperitivo, godersi un pranzo, assistere a uno spettacolo – invitando a riscoprire queste emozioni nella loro genuinità italiana: “perché fare un breakfast quando puoi fare colazione?” “Perché andare a un party quando si può andare a una festa?”. Prodotto da Filmmaster con regia di Federico Brugia, il film approderà anche al cinema, dal 25 dicembre al 25 gennaio, su 1721 schermi con quattro passaggi al giorno. Dai primi di gennaio fino a metà febbraio ci sarà anche la pianificazione sul digitale e sui social network. Previsto  anche materiale per il punto
vendita nelle principali agenzie di viaggio italiane, con soggetti che riprendono le caratteristiche della nuova creatività, presentando i valori della marca e i prodotti principali dell’offerta Costa.
 
A quasi tre anni dalla tragedia del Giglio, dopo un 2014 in cui il mondo ha seguito le fasi di recupero del relitto della Concordia, Costa torna dunque a parlare di emozioni e di offerte in maniera incisiva. La perdita di immagine, continuamente monitorata e su cui il gruppo ha molto lavorato, è rientrata e il business appare fiorente, con oltre un milione di passeggeri l'anno di cui un terzo italiani, seguiti da francesi e cinesi. Il 2014 si chiude in positivo e promettono bene le prenotazione per il 2015. La nuova offerta 'New Collection' (crociere slow, non di massa, raffinate, sulle navi più piccole) ha incontrato il favore della clientela.

Tra i prossimi progetti nel rapporto col consumatore finale c'è il rilancio del sito che dovrà avere un look&feel più innovativo, contenuti più emozionali, ma anche essere più efficiente nella fruizione. 


La catena di hotel Mercure sperimenta ‘The 6 friends theory’

Il progetto, ideato dall'agenzia W&Cie, valorizza gli incontri reali verificando la teoria dei ‘6 gradi di separazione’ secondo cui solo sei persone separano ciascuno di noi da chiunque altro nel mondo. Il vincitore di un contest mondiale via Facebook troverà il legame con un aborigeno australiano in 6 incontri, 6 viaggi e 6 hotel. Tns Sofrès realizzerà in parallelo uno studio sociale internazionale sull'amicizia

19 dicembre 2014 - Mercure, catena di 700 alberghi midscale nel mondo del gruppo Accor, lancia un progetto, ideato dall'agenzia W&Cie, che valorizza gli incontri reali e le esperienze autentiche nell'era del digitale. L'idea è di verificare la famosa teoria dei ‘6 gradi di separazione’ secondo cui solo sei persone separano ciascuno di noi da chiunque altro.
 
Scelto attraverso un contest internazionale, il protagonista farà un giro nel mondo di 6 tappe per arrivare a incontrare un aborigeno della tribù Bundjalung in Australia, dimostrando la veridicità della teoria attraverso la catena a 6 di amici e amici degli amici che li collega. A ogni tappa, sarà in un hotel Mercure dove scoprirà come e dove trovare l'amico successivo che lo porterà più vicino all'aborigeno. La teoria dei 6 amici verrà testata in 6 incontri, 6 viaggi e 6 hotel Mercure nel mondo a marzo.
 
Per partecipare al contest si deve pubblicare da gennaio sulla pagina Facebook di Mercure un video che rivela le proprie passioni, motivazioni, personalità e in cui ci si promuove come candidato ideale per il progetto. I cinquanta che avranno ottenuto il maggior numero di like parteciperanno a un colloquio in cui una giuria di 6 persone sceglierà il vincitore.
 
Per l'occasione Mercure promuove anche uno studio sociale internazionale sul tema dell'amicizia, che viene condotto da Tns Sofrès e i cui risultati saranno presentati durante l'operazione ‘6 Friends Theory’.
 
Nel video qui sotto il primo teaser dell'operazione. La colonna sonora è Neopolitan Dreams di Lisa Mitchell.







Corporate identity e sito nuovi per Banca Leonardo

Il concept del nuovo logo nasce dalla figura di Leonardo da Vinci. Il sito, rivisitato nella grafica e nei contenuti all'insegna di emozione e razionalità, propone una selezione di opere X-Ray del fotografo e artista britannico Nick Veasy, protagonista del video istituzionale 

17 dicembre 2014 - Banca Leonardo, banca d'affari privata e indipendente, rinnova la corporate identity e si dota di un nuovo logo che sarà declinato in tutti gli strumenti di comunicazione. Il concept nasce dalla figura di Leonardo da Vinci: il cerchio che racchiude il quadrato è la rivisitazione del celebre disegno, il colore scelto è nella tonalità ‘International Klein Blue’, mentre il carattere Peignot coniuga modernità e tradizione, differenziandosi per l'eleganza del disegno e per linearità.
 
È online anche il nuovo sito istituzionale (www.bancaleonardo.com) rivisitato nella grafica e nei contenuti, all'insegna di emozione e razionalità. La nuova piattaforma dialoga con l'utente anche attraverso immagini fotografiche suggestive: una selezione di opere X-Ray del fotografo e artista britannico Nick Veasy, protagonista del nuovo video istituzionale della Banca visibile sul sito. “Le opere X-Ray che abbiamo scelto - ha dichiarato Francesco Minelli, direttore marketing e comunicazione di Banca Leonardo - rappresentano il nostro modo di guardare le cose al di là della superficie. Andiamo oltre alle consuete soluzioni, cerchiamo la sostanza radiografando ogni singolo dettaglio”.








Apre online FortunatiePremiati, la casa dei concorsi a premi

Ideato dall'agenzia di Brescia Max Marketing, il portale offre ai consumatori una vetrina sui maggiori concorsi attivi in Italia. Le aziende possono segnalare i propri gratuitamente. A supporto, anche una fan page su Facebook

16 dicembre 2014 - Per gli appassionati di concorsi a premi arriva un portale completamente dedicato, www.FortunatiePremiati.it, che offre uno sguardo chiaro ed immediato su tutti i maggiori concorsi attivi in Italia. L'ha ideato Max Marketing, agenzia di Brescia specializzata in concorsi a premi e social media marketing, che lo presenta come 'La casa dei concorsi a premi'. Oltre a raccogliere quelli organizzati dalla stessa agenzia, il portale offre la possibilità alle aziende di segnalare gratuitamente i loro, caricandoli direttamente nella sezione dedicata, così da aumentare visibilità e interesse presso il pubblico.
 
A supporto, c'è poi la fanpage su Facebook Fortunati & Premiati dove giornalmente i fan saranno informati sui nuovi concorsi in partenza e su quelli in scadenza e che farà da vetrina per promuovere i concorsi del portale. In programma vi è inoltre la creazione di un Forum in cui gli iscritti potranno ritrovarsi e scambiarsi consigli, creando una community.

Il sito s’impegna nella pubblicazione di concorsi seri e in regola con tutte le norme vigenti e con una comunicazione trasparente verso il consumatore. 


Arte e tecnologia con Tim al Leonardo da Vinci di Roma

Per la campagna di Natale della nuova rete mobile 4G, lo spazio Tim dell'aeroporto di Fiumicino diventa un temporary museum con l'installazione digitale Celeritas, realizzata da Matteo Basilé, in 5 digital tableau che raccontano piccole storie d'amore, viaggio, vita, natura

15 dicembre 2014 - Lo spazio Tim all'interno del Terminal 1 dell'aeroporto ‘Leonardo da Vinci’ di Roma-Fiumicino diventa un temporary museum ospitando l'installazione digitale Celeritas, realizzata dall'artista Matteo Basilé per la campagna di Natale della nuova rete mobile 4G di Tim.
 
Celeritas si compone di cinque digital tableau vivant da 600 fotogrammi al secondo, che raccontano piccole storie ispirate all'amore, al viaggio, alla vita, alla storia e alla natura. I protagonisti sono immortalati nel momento unico e irripetibile del ritrovarsi, saluta
rsi ed emozionarsi grazie alla rete di Tim: comunicazione umana, natura e tecnologia convivono in gesti semplici e antichi come un abbraccio, un sorriso, uno sguardo.
 
Il progetto di Telecom Italia è realizzato da Art for Communication, in collaborazione con ADR - Aeroporti di Roma, con l'obiettivo di portare l'opera d'arte alla fruizione di migliaia di persone che ogni giorno transitano nell'aeroporto. 


Bnl crede negli imprenditori italiani
e li sostiene con ‘Mestiere Impresa’

Al via la campagna di comunicazione ideata da Tbwa/Italia che racconta l'impegno dell'istituto del gruppo Gruppo Bnp Paribas nei confronti di chi fa impresa e l'offerta che viene incontro alle diverse esigenze. Testimonial, quattro veri imprenditori

3 dicembre 2014 - Bnl (Gruppo Bnp Paribas) torna a comunicare agli imprenditori con la campagna per promuovere ‘Mestiere Impresa’, un'offerta che risponde a diverse esigenze: soluzioni di finanziamento, prodotti per la gestione delle attività quotidiane, servizi per il cash management, factoring e leasing, supporto all'internazionalizzazione e all'operatività sui mercati globali, strumenti per l'imprenditoria giovanile e femminile, sostegno per il microcredito e per le start up, consulenza dedicata e formazione aziendale. Su mestiereimpresa.bnl.it gli imprenditori trovano informazioni e strumenti utili, attivano contatti con i gestori di Bnl, interagiscono con la community di altri imprenditori, di opinion leader e di esperti. 
 
“Crediamo negli imprenditori italiani - h
a dichiarato Fabio Gallia, amministratore delegato di Bnl e responsabile del Gruppo Bnp Paribas per l'Italia -. Con Mestiere Impresa, Bnl è al loro fianco per sostenerli nei progetti di crescita e rinnovamento, sia in Italia che all'estero". E la campagna, firmata da Tbwa\Italia, veicola il messaggio “Bnl Mestiere Impresa: il nostro modo di credere negli imprenditori italiani”. 
 
Ne sono testimonial quattro veri imprenditori: Sonia Bonfiglioli, presidente e a.d. del Gruppo Bonfiglioli; Riccardo Cotarella, presidente dell'azienda vinicola Falesco; Davide d'Atri, presidente della start up per la gestione di diritti musicali Soundreef; Sergio Dompè, presidente della Dompè Farmaceutici. Ognuno propone il punto di vista di chi l'azienda la vive ogni giorno, riflettendo su valori come ‘coraggio’, ‘passione’ e ‘creatività’. Raccontano anche cosa si aspettano dalla propria banca e sottolineano l'importanza del valore della relazione. La campagna prevede uno spot in tagli da 30” e 15”, stampa, radio, web, affissioni ed è presente anche sulle vetrine della rete di agenzie Bnl in tutta Italia. Il racconto delle storie imprenditoriali dei testimonial è anche pubblicato nelle docufiction sul sito mestiereimpresa.bnl.it e sugli altri canali internet e social di Bnl.







Sisal punta sull'entertainment con Sisal Live Channel,
canale tv di scommesse live e di eventi sportivi globali

Visibile nei punti vendita Sisal Matchpoint e online ai clienti del sito sisal.it, è il primo canale televisivo del genere in Italia. Propone un palinsesto di eventi sportivi da oltre 200 Paesi, con 6.000 ore di diretta continuativa, senza obbligo di gioco. Migliaia le partite su cui poter scommettere

25 novembre 2014 - È stato presentato a Roma Sisal Live Channel, primo canale televisivo in Italia dedicato interamente alle scommesse live e che trasmette contenuti sportivi in diretta live streaming da tutto il mondo. È visibile nei punti vendita Sisal Matchpoint ed è disponibile anche online ai clienti del sito sisal.it. Sisal intende coinvolgere i clienti in un'esperienza di entertainment, offrendo la visione di eventi sportivi in tempo reale tutto il giorno, tutti i giorni della settimana, per tutto l'anno, senza obbligo di gioco e a costo zero.

L'a.d. di Sisal Entertainment Francesco Durante ha spiegato come l'intrattenimento sia sempre più un aspetto fondamentale del betting: “Lo sport assume un ruolo centrale nel punto vendita e la scommessa non viene più intesa come mera
giocata ma come opportunità di svago, momento di divertimento e relax”. Sisal Live Channel offre un palinsesto di eventi sportivi da oltre 200 Paesi, con 6.000 ore di diretta tutto l'anno, supportati da informazioni, statistiche, quote in tempo reale e commenti di giornalisti sportivi. Diventano migliaia le partite su cui poter scommettere e 8 le discipline proposte, tra cui quelle più seguite, come calcio, tennis e basket, e quelle più di nicchia, come pallamano, hockey e futsal.

Sisal Live Channel è nato con la collaborazione di Sportradar. 


IdeeIdeas rinnova la grafica
e lancia il servizio ‘I media alla Borsa di Milano’

La grafica è rinfrescata con nuovi font, più spazi bianchi, la barra delle Fast News a scorrimento, i tasti di navigazione e sito responsive. Si accompagnano alla novità della pubblicazione, appena conclusa la giornata in Borsa, delle quotazioni di Apertura, Minimo, Massimo, Chiusura con Variazione delle società quotate nel settore Media della Borsa Italiana. Gli iscritti alla Newsletter verranno avvisati con un Alert. L'app di IdeeIdeas è scaricabile free da Apple Store

25 novembre 2014 - Il sito di IdeeIdeas è da oggi online con grafica rinfrescata e novità nei contenuti. È l'inizio di un percorso di rinnovamento per una fruizione più user friendly dei contenuti e per un'offerta più ricca di informazioni, con servizi esclusivi.
 
Vediamo le principali novità:
 
- È stata introdotta in alto, sopra la notizia di apertura (PRIMO PIANO), la barra delle FAST NEWS con i titoli delle notizie in breve più recenti che scorrono con continuità. Tutte le FAST NEWS (notizie in breve per un'informazione sintetica ma completa) sono raggruppate nella colonna di destra in basso.
 
- I caratteri sono stati cambiati e sono stati introdotti più spazi bianchi per facilitare la lettura.
 
- Il sito è responsive e più facilmente leggibile dai diversi device.
 
- Ogni sezione è stata dotata di tasti di navigazione che permettono di accedere velocemente a tutte le notizie pubblicate precedentemente.
 
- Nella colonna di destra appare un nuovo servizio a titolo I MEDIA ALLA BORSA DI MILANO (powered by Telekurs su dati di Borsa Italiana). Ogni giorno (dopo la chiusura della giornata in Borsa) verranno nel giro di pochi minuti pubblicate le quotazioni di Apertura, Minimo, Massimo, Chiusura e Variazione (rispetto alla chiusura precedente) delle società quotate nel settore Media della Borsa Italiana. Dal 1° dicembre l'uscita del servizio verrà annunciato con un ALERT nelle e-mail personali degli oltre 5.500 professionisti della comunicazione, del marketing aziendale e dei media inseriti nel nostro database e che ricevono la Newsletter.
 
- È disponibile l'App di IdeeIdeas scaricabile free da Google Store. 
 
Altre novità, in particolare sul fronte delle opportunità per gli inserzionisti, verranno annunciate nelle prossime settimane. La nuova release va online con la sponsorizzazione di Telekurs, società specializzata nell'acquisizione, nell'elaborazione e nella diffusione di informazioni finanziarie internazionali. 
 
Per inserzioni su www.ideeideas.it, sulla Newsletter e sull'Alert via e-mail scrivere a commerciale@ideeideas.it o chiamare il 3920608899. 


Si presenta The Outplay, contenuti video, tecnologia
e soluzioni per editori e industria pubblicitaria

Forte di una library proprietaria di video in costante crescita, The Outplay si propone come piattaforma di Content & Audience Exchange per la distribuzione e lo scambio di video tra editori e produttori di contenuti. Offre inoltre ad aziende, agenzie  e centri media soluzioni di Video Advertising e sviluppa soluzioni di Data Intelligence

24 novembre 2014 - Si presenta ufficialmente al mercato TheOutplay, società con sede a Milano e a Londra di cui è a.d. l'ex conduttore televisivo Andrea Pezzi, in occasione della messa in rete della nuova release di OVO.com, la library enciclopedica di proprietà con oltre 1.400 video. OVO.Com è la base da cui si è sviluppata negli ultimi due anni la nuova società, con la mission di proporsi come partner da un lato di aziende e industria pubblicitaria (agenzie e centri media) per l'evoluzione delle strategie di comunicazione e dall'altro di editori e produttori di contenuti nella messa a punto di un nuovo modello di business e di monetizzazione dei contenuti.
 
TheOutplay opera con tre divisioni. 
 
La prima divisione è Th
e Content
legata alla library editoriale e alla produzione di video. Vi fa capo l’attività di Gagoo, piattaforma a cui aderiscono 190 talenti creativi e 300 autori da tutto il mondo oltre a 32 speakers, con una capacità produttiva di circa 450 video al mese a costi competitivi, grazie un sistema ad asta nell'aggiudicarsi la produzione secondo brief veicolati sulla piattaforma, nonché grazie ad accordi stretti da The Outplay con archivi internazionali che consentono ai creativi aderenti al network di accedere ai loro database. La library proprietaria e la costante produzione di video generata da Gagoo alimentano anche la nuova release di OVO.com, prodotto editoriale costituito da contenuti video organizzato in 6 sezioni: OVOPedia sul sapere umano (in meno di 3 minuti)  quindi storia, arte, cinema, sport, etc.; OVOBio sulla vita dei personaggi più importanti della storia; OVOTake su argomenti di attualità del mondo (partendo dai dati numerici); OVOIntelligence con un dossier di sintesi geopolitico su quanto accaduto nel mondo nell’ultimo mese; OVOThink con interviste, pensieri, punti di vista per riflettere e trovare ispirazione; OVOSeeds su concetti e pensieri di cui 'donare i semi' per farli crescere e diffondere; #ovospirit con le segnalazioni degli utenti di video sulla rete. 
 
La seconda divisione è il cuore del progetto, The Platform, che Pezzi definisce “unica piattaforma al mondo di Content & Audience Exchange”. Aggreg
atore di video, tra cui quelli di OVO.Com, consente la distribuzione e lo scambio di video tra editori e produttori di contenuti. Oltre a offrire agli editori video aggiuntivi all’informazione prodotta, inducendo una maggior permanenza dei lettori sulle  pagine, permette di ampliare l'audience potenziale e la raccolta pubblicitaria. Attualmente la piattaforma è in grado di raccogliere e distribuire contenuti e audience attraverso 5.000 siti nel mondo di cui 1.100 nazionali, con una capacità complessiva di 160 milioni di videostream mensili, 60 milioni di video adv preroll e 45 milioni di utenti unici. Offre ‘content extension’ ai publisher con audience rilevante ma con produzione limitata di contenuti, offre al contrario ‘audience extension’ ai content owner con produzioni rilevanti di contenuti ma con audience limitata.  Il modello di business prevede che il ricavo legato all’erogazione dei video vada per il 35% a chi ha realizzato la vendita pubblicitaria (sales), il 30% a The Platform, il 20% al sito che ospita il video (publisher) e il 15% al titolare del video (content owner). Va da sé che se il publisher è anche concessionaria del preroll prima del video avrà il 55% del ricavo (35+20). 
 
La terza divisione è The Solutions rivolta all'industria pubblicitaria. Offre ad aziende, agenzie  e centri media soluzioni di Video Advertising tra cui vei
colazione di contenuti video proprietari dei brand attraverso il network di siti aderenti alla piattaforma; visibilità display sul nuovo OVO.com; produzione ad hoc di video tramite Gagoo. Sviluppa anche soluzioni di Data Intelligence per una profilazione dell’audience attraverso la Data Management Platform e non basata sui cookie, restituendo  alle aziende il valore del dato che gli stessi brand generano con i numerosi punti di contatto che creano con i consumatori. 
 
The Outplay dichiara dopo due anni di attività un fatturato 2014 di 8 milioni di euro, per il 60% generato dalla raccolta pubblicitaria e per il 40% dalla piattaforma e dall'attività di Data Intelligence. L'evoluzione del business prevede che le ultime due man mano prevalgano sulla prima. 
 


LastMinuteSottoCasa.it contro lo spreco di cibo si fa conoscere con Hub09

Restyling di sito e di immagine coordinata e attività sui social per il progetto che mette in contatto via smartphone negozianti di zona e cittadini per l'acquisto a prezzo scontato di alimenti freschi, invenduti a fine giornata. Online il video con Paolo Migone

21 novembre 2014 - È partito in versione beta lo scorso marzo Lastminutesottocasa.it, il progetto innovativo ecosostenibile contro lo spreco alimentare, ideato da Francesco Ardito, che mette in contatto via smartphone negozianti di zona e cittadini per l'acquisto a prezzo scontato di alimenti freschi che rischiano l'invenduto a fine giornata. 
 
Il progetto, che fa parte dell'incubatore imprese innovative I3P del Politecnico di Torino, è arrivato a 10.000 iscrizioni, divise tra clienti e negozianti. I primi scelgono le impostazioni delle offerte last minute che desiderano ricevere, i secondi descrivono la loro offerta. Il vantaggio è per tutti, e anche per il pianeta perché si evita lo spreco di cibo. Si calcola infatti che ogni anno nel mondo vengono sprecati 13 miliardi di
tonnellate di prodotti alimentari.
 
LastMinuteSottoCasa (LMSC) ha scelto Hub09 per lanciare il progetto in comunicazione. L'agenzia torinese contribuirà a far crescere la start up di live-marketing di prossimità, attraverso la gestione dei canali Facebook (www.facebook.com/lastminutesottocasa?fref=ts) e Twitter (twitter.com/LM_SottoCasa ), il restyling del sito e dell'intera immagine coordinata. 
 
È stato anche messo online su Vimeo un film col comico Paolo Migone che, nei panni di un professore strampalato, presenta l'iniziativa invitando a usufruire del servizio.
 
LMSC fa anche parte delle quattro start up scelte da Telecom Italia per partecipare alla campagna di crowdfounding #WCAP: una raccolta fondi di 90 giorni nell'ambito del programma Working Capital che dal 2009 trasforma talenti e idee in imprese innovative pronte a entrare sul mercato. 
 





Vendere l'usato online, ma a quanto? Lo spiegano Subito.it e H-Arts

L'agenzia di marketing e comunicazione integrata di GroupM ha ideato per il sito di compravendita online dell'usato un progetto digitale che prevede il mini-sito Vendilo.subito.it con tool, video e creatività social. Giocando sull'ironia, invita e facilita gli utenti a inserire gli annunci

19 novembre 2014 - Può essere difficile stabilire quanto può valere la bicicletta che non si usa più o la macchina fotografica di una volta, superata da quella digitale. Subito.it, sito italiano per la compravendita online dell'usato che fa capo alla norvegese Schibsted Media Group, mette a disposizione un valutatore, Vendilo.subito.it, strumento con cui capire quanto si può chiedere per un oggetto. Il nuovo servizio è stato ideato da H-Art (GroupM), vincitrice di una gara a quattro per lo sviluppo di una campagna digitale, grazie a un progetto che ruota attorno alla tecnologia, all'ironia e all'appartenere a un territorio. La soluzione comprende analisi, strategia, creatività, tool e piattaforma.

Il team di H-ART ha voluto sdrammatizzare il compito di valutare il proprio usato. È nato così Vendilo.subito.it, mini-sito con valutatore, sviluppato ad hoc, e suddiviso nelle categorie merceologiche più diffuse: biciclette, elettrodomestici, fotografia, informatica, sport, strumenti musicali, telefonia, tutto per bambini, console e videogiochi.

Navigabile sia da desktop sia da mobile, il mini sito è accompagnato da una campagna sui social e da cinque soggetti video (di 15”, 30” e 60”) con personaggi che nei dialetti veneto, pugliese, toscano, milanese e romano invitano gli italiani a sperimentare lo strumento: Anna, la fotografa hipster e amante della tecnologia,
tornata a vivere nella natia cittadina veneta; gli amici pugliesi Marco & Chicco amanti di sport e biciclette; Max toscano, riparatore di elettrodomestici che nel suo mestiere non sbaglia un colpo; Alessio milanese, fan di telefonia e computer; la simpatica e allegra Francesca del Lazio.

Subito.it, con i suoi oltre 5 milioni di annunci differenziati per 37 categorie merceologiche, da sempre invita gli utenti a incontrarsi per gli scambi di persona nella zona di appartenenza. Anche da qui la scelta di sviluppare una campagna di comunicazione che parli alle persone nella loro 'lingua' regionale. In più il valutatore dell'usato servirà a semplificare la fase di inserimento degli annunci. La pianificazione è gestita da Mec. 


Gruppo 24 Ore e Infront advisor commerciali della Nazionale per la Figc

La partnership quadriennale ha l'obiettivo di valorizzazione il brand Nazionale Italiana nel mondo e costruire opportunità di sponsorizzazioni a livello internazionale

18 novembre 2014 - Il Gruppo 24 Ore  e Infront Sports & Media (gestione di diritti marketing e media) hanno siglato il contratto quali advisor commerciali che dal 1° gennaio al 2018 li legherà alla Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio.

La partnership &egr
ave; centrata sulla valorizzazione del brand Nazionale Italiana nel mondo. Il Gruppo 24 Ore e Infront si concentreranno sulla ricerca di sponsor, nazionali e con interessi internazionali, non solo per la Nazionale A, ma per tutte le Nazionali: Femminile, Under, Beach soccer, Calcio a 5. Sosterranno inoltre la Federazione nello sviluppo della piattaforma media, offrendo consulenza per il rafforzamento delle linee di business nell’area digital (web, social, mobile) per allargare la fan base internazionale e dare il via a una interazione continua con i tifosi delle Nazionali Italiane nel mo
ndo. Collaboreranno inoltre con Rai.com per gli archivi e i progetti basati sugli sfruttamenti dei diritti televisivi.
 
“L'ambizione che coltiviamo - ha affermato il Presidente della Figc Carlo Tavecchio -  è di creare sempre nuove opportunità per la Figc attraverso forme innovative di sviluppo del nostro brand. L'internazionalizzazione della maglia azzurra, attraverso progetti mirati che mettano in risalto nel mondo  l'interesse che riesce ad intercettare una Nazionale con 4 stelle, potrà diventare realtà". Il presidente del Gruppo 24 Ore Benito Benedini ha aggiunto: “Sono convinto che la nostra Nazionale sia una delle eccellenze del made in Italy.  Il calcio è una delle prime industrie nazionali e sono tantissimi gli imprenditori che in tutte le categorie, dalla Serie A ai dilettanti, si occupano di dare sempre più una dimensione di impresa a uno sport che coinvolge ogni domenica milioni di persone. La nostra proposta prevede un collegamento molto stretto tra i territori dove nasce il made in Italy e i paesi del mondo dove è apprezzato ed acquistato” Marco Bogarelli,  presidente di Infront Italy, ha ricordato come l’Italia rappresenti una delle sette nazionali più amate e interessanti al mondo: “Il nostro compito è capitalizzare questo valore e renderlo più appetibile a livello internazionale”. 


Cassa depositi e prestiti fa esordio in comunicazione

La campagna istituzionale mette in luce il ruolo che CDP svolge nel presente e nel futuro del Paese grazie agli investimenti nell'economia italiana. La creatività si deve a Publicis che si è aggiudicata l'incarico dopo una gara

11 novembre 2014 - Fa esordio in comunicazione con una campagna istituzionale Cassa depositi e prestiti, società per azioni a controllo pubblico (partecipata per l'80,1% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e per il resto da fondazioni bancarie oltre ad azioni proprie). Partner dell'istituto è Publicis Italia che si è aggiudicata l’incarico dopo una una gara per lo sviluppo di una strategia e di una campagna, con l'obiettivo di raccontare al grande pubblico il ruolo che CDP riveste nel processo di crescita dell’Italia.
 
Negli ultimi cinque anni il Gruppo Cassa depositi e prestiti ha investito nell’economia italiana oltre 100 miliardi di euro, destinandoli a strade,  scuole, imprese, internazionalizzazione, infrastrutture e reti. La Cassa, investendo solo risorse private e attraendo capitali stranieri, svolge un ruolo per il presente e il futuro del Paese e la campagna racconta proprio questo impegno. Lo spot mostra tutti i contesti in cui le opere di CDP sono presenti e hanno effetti nella vita di ognuno di noi.  La mission è sintetizzata dal claim: “Cassa depositi e prestiti. L’Italia che investe nell’Italia”. 
 
Lo spot è stato girato tra Milano, Genova e Abbiategrasso da Akita con la regia di Ago Panini. La voce narrante è di Giancarlo Giannini. Il media è in carico a Omd.




Arbre Magic lancia Belair Sensation,
profumatore in gel per auto da bocchetta

Il nuovo emanatore in gel, in quattro fragranze, è regolabile e da posizionare direttamente sulla bocchetta con una clip. A supporto del lancio una campagna stampa di The Others
 

10 novembre 2014 - Arbre Magique, brand di profumatori della Linea Auto distribuita dal gruppo Tavola, lancia Belair Sensation, primo emanatore in gel regolabile da posizionare direttamente sulla bocchetta con una clip. Quattro le fragranze in cui è disponibile:  Marine (blu), Aloha (arancione), Japanese Garden (violetto) e Anti Tobacco (verde) dotato di Air Control Action per neutralizzare il cattivo odore del fumo di sigaretta. La confezione esterna, a forma a otto, è dotata del test 'Gratta e Annusa' per scegliere la fragranza più adatta alle proprie esigenze. Prezzo nelle stazioni di servizio: 4,90 euro. Durata media di una confezione: 4 settimane. 
 
Semplice da installare, senza necessità di ricariche, con un design che ben si integra nel contesto del cruscotto, Belair Sensation by Arbre Magic offre un effetto di lunga dur
ata, con possibilità di regolare l’intensità della profumazione. Si aggiunge alla linea Belair Giugiaro lanciata nel 2011, che fa parte del segmento dei profumatori da bocchetta ricaricabili. 
 
A supporto del lancio di Belair Sensation viene pianificata una campagna su Al Volante (Mondadori) che proseguirà fino ad aprile, affiancata più avanti anche da annunci su Panorama e altre testate generaliste. La creatività si deve a The Others. Il prodotto viene comunicato anche nel sito di Arbre Magic curato da MyChicJungle. Sul sito e sulla pagina Facebook nel 2015 ci sarà una nuova edizione del concorso per chiedere ai consumatori di proporre tipologie di alberelli profumati. In passato alcune proposte sono state prodotte. 


Vodafone Italia punta sulla rete 4G e cambia strategia di comunicazione

Vodafone Italia investe 3,6 miliardi nello sviluppo di proprie reti e per portare il 4G al 90% della popolazione entro il 2016. Lo comunica agli italiani adottando un linguaggio più istituzionale e mostrandosi dalla parte di coloro non vogliono aspettare a usufruire al meglio della tecnologia. La nuova campagna è del Red Team Wpp

10 novembre 2014 - La rete è al centro delle strategie di Vodafone Italia che investe 3,6 miliardi di euro nello sviluppo di proprie reti in Italia e per portare il 4G al 90% della popolazione entro il 2016. Lo annuncia agli italiani in uno spot dedicato alla velocità e ai vantaggi del 4G, con la voce narrante di Fabio Volo.
 
Racconta le vicende di persone impegnate nella loro vita quotidiana, ma tutte accomunate dall’impazienza per il prolungarsi di un’attesa: per una nascita imminente, per scoprire il contenuto di un pacco regalo, per tuffarsi con gli amici da una scogliera.
 
La campagna rappresenta un cambio nella comunicazione di Vodafone che ha modificato il  linguaggio e adottato una comunicazione più istituzionale, in cui viene  valorizzato il ruolo della tecnologia nella vita quotidiana degli italiani, che possono trarre beneficio dagli investimenti del gruppo nelle reti e per le infrastrutture del paese. Vodafone si dichiara dalla parte degli italiani che non vogliono aspettare a utilizzare appieno le potenzialità degli smartphone di nuova generazione (più di un quarto degli smartphone venduti in Italia), utilizzando servizi di audio e video streaming in alta definizione per ascoltare musica, vedere film, programmi tv o eventi sportivi in diretta, ovunque si trovino.
 
La nu
Nicola Novellone
ova strategia di comunicazione coincide con l'arrivo da Sky Italy in Vodafone di Nicola Novellone col ruolo di head of brand&advertising: “L’obiettivo – ha detto - è di avvicinare il marchio Vodafone alle persone, mettendo in luce quello che l’azienda può fare per migliorare la loro vita quotidiana. Anche per questo abbiamo scelto di non affidarci a un testimonial, ma a uno story-teller come Fabio Volo”.
 
La campagna, che oltre che in tv sarà declinata su web, affissioni e punti vendita, è stata curata dalle agenzie del Red Team Wpp: Grey United, Young&Rubicam e Jwt. 




Dal Social2Business a Milano alla creatività in alta quota,
quattro premi per giovani imprenditori al 1º Bitzmatching

Corsi di lingue a bordo, viaggi da seguire grazie alla tecnologia per chi è impedito a farli, scambi d'auto in aeroporto tra chi parte e chi arriva, networking tra viaggiatori d'affari. Sono i quattro progetti che hanno vinto nelle rispettive categorie il 1° Bitzmatching d’Europa ad alta quota, tra Milano e Barcellona, organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Assolombarda in partnership con Vueling

27 ottobre 2014 - Quattro premi di categoria e una speciale menzione da parte dai giornalisti accreditati sono stati assegnati al 1° Bitzmatching d’Europa ad alta quota, evento che ha fatto seguito alla quarta edizione del Social2Business 2014 di Milano, organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Assolombarda per incoraggiare i giovani a condividere esperienze e competenze pro
fessionali (vedi news del 15 ottobre). Grazie alla partnership con la compagnia aerea catalana Vueling, parte di un progetto più ampio di attività per il business, un centinaio di giovani imprenditori per metà italiani e per metà spagnoli hanno partecipato a  un’esperienza collettiva unica nel suo genere: durante il volo Milano-Barcellona sono stati divisi in 17 gruppi da 6 (uno da 5) di nazionalità mista, con l'invito a unire competenze, intuizioni e know how per produrre idee innovative su brief assegnati al momento, legati al mondo del viaggio e della comunicazione 2.0, creando un progetto nuovo e una proposta concreta ed efficace per metterlo in atto. 
 
Il giorno dopo a Barcellona i progetti e le speed presentations da 4 minuti fatte dai team neo costituiti sono state giudicate da una g
Best Start-Up Project
iuria composta da esponenti di Assolombarda (tra cui Emiliano Novelli, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori), di ACCIÓ (l’agenzia per la competitività d’impresa del Governo della Catalogna
Best 2.0 Travel Biz Project
), della rivista spagnola Emprendedores e di Vueling. 
 
Quattro le categorie in cui sono stati assegnati i premi. 
 
Per Best start-up ha vinto Moac (Massive on air courses), un servizio di mini-corsi creati per compagnie aeree (ma adottabili anche da compagnie ferroviarie o da bus a lunga percorrenza) che possono offrirli ai viaggiatori al pari di musica e programmi tv di bordo, con la promessa 'In dieci voli imparerai una lingua': un modo di rendere il tempo di viaggio produttivo. A Moac è andata anche la menzione speciale della stampa “per una proposta semplice e intelligente che rientra nell'area dell'edutainment e nel business della produzione di contenuti”. 
 
Per Best 2.0 travel biz project ha vinto The Aviators ovvero 'il tempo vola, usalo per crescere', un modo avanzato e innovativo di pianificare e di vivere i viaggi d'affari. E' stata proposta una piattaforma per l'organizzazione, la gestione, le prenotazioni con l'opportunità di fare network con altri viaggiatori dello
Best Tourism Project
stesso volo al terminal, durante i trasferimenti verso mostre e fiere (magari per un semplice ricorso a un car sharing).
 
Per Best tourism project ha vinto Carswapp con l'idea di uno scambio di auto tra chi arriva e chi parte. Invece di lasciare l'auto parcheggiata in aeroporti, chi parte mette a disposizione la propria auto a chi arriva per
Best Technology Project
il tempo del proprio viaggio.
 
Per Best technology ha vinto il progetto sociale You my legs, un social network per far vivere l'esperienza di viaggio a chi non può muoversi per impedimenti fisici, attraverso una diretta con chi sta viaggiando. 

In premio i giovani hanno ricevuto biglietti aerei Vueling (fino a 30 per team) e degli smartphone offerti dallo sponsor Sony, che ha anche dato un contributo economico per la realizzazione dell'evento. 


Guarda all'export il progetto italiano Disney English,
corso di inglese per kids su Sky

È in esclusiva su Sky On Demand e Sky Go e tutti i giorni alle 8 al canale 619 il programma per la fascia 4-8 anni che fa dell'apprendimento della lingua inglese un gioco creativo e divertente coi personaggi Disney. Partito come trasmissione, evolverà declinandosi su magazine, libri, cd, dvd e online e sarà esportato nei Paesi dove è importante imparare fin da piccoli l'inglese

24 ottobre 2014 - Nasce come progetto italiano, ma costruito per essere facilmente adattato per l'estero ed essere esportato in tutti quei Paesi dove è importante imparare fin da piccoli l'inglese, il corso di Disney studiato appositamente per i piccoli dai 4 agli 8 anni. Un programma che fa dell'apprendimento della lingua inglese un gioco creativo e divertente, immerso nel mondo dei personaggi Disney e con altri bambini madrelingua come protagonisti.

Il corso è in esclusiva da luglio per gli utenti di Sky On Demand e Sky Go oltre ad andare in onda tutti i giorni alle 8 sul canale Disney in English (al 619 di Sky). Una tv a misura di bambino che risponde all'interesse dei genitori verso le attività di edutainment, suffragata, in particolare per l'inglese, dai risultati di una ricerca di Doxa Kids su 300 genitori, intitolata non a caso ‘Inglese, come farne a meno?”: l'importanza dell'inglese è fondamentale per i genitori che impegnano risorse per garantire un livello di conoscenza migliore ai propri figli e un bambino su 5 viene coinvolto in corsi extra scolastici.

Disney English nasce dalla collaborazione tra Disn
ey e Sky, dove rientra nel ricco bouquet dei programmi rivolti ai kids, uno dei punti di forza dell'offerta della pay tv. È un prodotto ideale per una fruizione non lineare, una modalità importante per i risultati d'audience di Sky che porta ad aumenti del 30-50% dopo una settimana dalla messa in onda lineare. Nel caso di programmi evento, poi, dopo una settimana si può arrivare anche al raddoppio dell'audience, come avviene ad esempio per le puntate di XFactor.

Tornando a Disney English, il corso si svolge in 26 episodi da 35 minuti, permettendo ai piccoli spettatori di imparare in un modo interattivo e divertente 300 parole e 150 frasi tra espressioni e idiomi. Ogni episodio si sviluppa intorno a un particolare tema (i numeri, i colori, le stagioni, l'arte, le festività, gli hobby, etc.) e ruota intorno a 15 parole e alcune frasi chiave, che vengono ripetute e ribadite sfruttando l'associazione tra termini e immagini, rendendo il corso adatto an
che a chi ancora non sa leggere.

Partito con la trasmissione, il progetto Disney English evolverà declinandosi su altri supporti come magazine, libri, cd, dvd e online, dove è possibile un maggiore il livello di interattività. Già alcuni episodi sono sul sito di Disney ed è allo studio un progetto per rendere la fruizione più interattiva. E' disponibile anche la collana Disney English, illustrata a colori con foto e disegni dei personaggi Disney, suddivisa in due livelli di difficoltà: per i bambini che si avvicinano all'inglese e per quelli che devono potenziare l'abilità con la lingua.




A. Testa evolve nell'agenzia del futuro e punta agli Usa

Presentati il nuovo sito, il nuovo logo, i nuovi tools, i nuovi professionisti, le attività unconventional di TDH e delineato un nuovo modello di agenzia che mette al centro il reparto creativo per contagiare tutte le società e tutti i reparti del gruppo. Tra le più recenti acquisizioni, Golden Lady e Telecom Italia per un progetto di stakeholder engagement. Intanto Marco Testa preannuncia novità per il gruppo a Los Angeles nel cuore dell'entertainment

20 ottobre 2014 - ‘Pazzi per la creatività dal 1946’ è il biglietto da visita con cui apre il nuovo sito di Armando Testa (www.armandotesta.it) in cui l'agenzia racconta la sua evoluzione “in un mondo che ha cambiato pelle” e dove si può fare “creatività in territori più vasti ed entusiasmanti”. Molte le novità: nuovo sito, nuovo logo, nuovi tools, nuovi professionisti, nuovo hub e ovviamente new business. Particolarmente attivo su questo fronte il nuovo manager responsabile della sede di Milano, Nicola Belli, entrato nel cda con la delega all'innovazione e allo sviluppo lo scorso giugno, dopo aver lasciato in aprile la carica di ceo in Dlv Bbdo. Gli hanno confermato la fiducia seguendolo in A. Testa clienti come Cam ‘il mondo del bambino’, Wall Street English e Golden Lady che sta preparando il rilancio del collant in Italia e fuori, grazie a un particolare brevetto su cui stanno lavorando da tre anni. Un'altra recente acquisizione, dopo gara, è Telecom Italia con un progetto di stakeholder engagement (una Csr più partecipativa).

Il logo ha mantenuto la forma di sempre ma ha abbandonato il tradi
zionale rosso per un camouflage pittorico che ricorda una tuta mimetica. “Siamo in guerra e ci siamo messi l'elmetto, ovvero abbiamo accettato le sfide che ci vengono dall'esterno” dice il presidente Marco Testa che, tra l'altro, è sempre più impegnato oltreoceano dove ha attivato da un anno una partnership con una grossa agenzia internazionale a Los Angeles, nel cuore dell'entertainment, e dove ci potrebbero essere novità anche a New York. Sul sito il logo diventa un window logo che mostra in trasparenza le campagne in corso “per dare importanza a chi ci sceglie come partner strategico e creativo”. Ogni mese ci sarà un contest qualitativo interno e si decideranno le 6 campagne che appariranno in trasparenza nel logo, con possibilità di approfondimento delle case history. 
 
Il sito presenta anche chi lavora in A.Testa, oltre 300 persone, ciascuno con il suo selfie e una frase che lo rappresenta. Tra questi, persone nuove e altre già da tempo in agenzia ma con nuove responsabilità come Emanuela Calderoni che diventa responsabile dell'intelligence con AT Brain (fuel for tought) che beneficerà
dei tre centri di pensiero A.Testa, TDH e Media Italia. At Brain offre nuovi tools ai clienti come AT-Tweet (sistema di notifiche push per la ricezione in real time di contenuti su app mobile e desktop), AT-Mat (magazine online), AT-Buzz (sentiment analisys e monitoring su 150 milioni di siti web), AT-Vox Pop (ricerche online in real-time con un panel online di 230.000 persone in Italia e un panel di 6 milioni in 41 paesi). I nuovi tools si aggiungono ai già esistenti Insight Dal Mondo (oltre 100 fonti consultate a disposizione di dipendenti e clienti), Media Up-Date (analisi dello scenario media), Brand Innovation (i nuovi prodotti di largo consumo usciti in 48 paesi del mondo, consultabile attraverso 80 variabili), Portfolio Global Adv (data center delle campagne della concorrenza in 80 paesi, oltre 20 milioni di ads).
 
Tra le new entries nel gruppo c'è la coppia creativa Samantha Scaloni copy e Matto Pozzi art provenienti da Dlv Bbdo. E quella di Jacopo Morini, videomaker, autore di format multipiattaforma, ex Iena, entrato in luglio come direttore creativo per il digital e l'innovazione, mente creativa di Testa Digital Hub (TDH), la struttura dedicata al digital e all'unconventional di cui è a.d. Valentino Cagnetta(a.d. di Media Italia), recente vincitrice alla Red Bull Soapbox Race di Torino con un'operazione unconventional per Cuki Ultraforza (vedi Fotonotizia del 30 settembre). Cagnetta spiega la sua visione di agenzia del futuro: “Non è tanto la tecnologia l'elemento centrale, ma qualcosa di più. Col supporto creativo di A. Testa e il know how di Media Italia, TDH usa creatività e visione strategica per portare a casa risultati significativi per il cliente”. Aggiunge Morini: “La parola d'ordine è la totale connessione di tutto. Abbiamo messo al centro il reparto creativo per contagiare tutte le società e tutti i reparti del gruppo”. Conclude Marco Testa: “Abbiamo creato il contagio all'interno di A. Testa e ne sta nascendo la nuova agenzia. Ma attenzione, A.Testa evolve ma resta se stessa. Pazzia sì, ma con metodo”.
 



The Space Cinema ceduto
al gruppo anglosassone Vue Entertainment

21 Investimenti e Mediaset hanno ceduto per 105 milioni di euro il circuito creato nel 2009 dall'acquisizione e unione di Warner Village e Medusa, dopo averlo portato a 36 multiplex e a una quota di mercato di oltre il 20%

17 ottobre 2014 - Al termine di un progetto industriale durato cinque anni, 21 Investimenti con il socio Mediaset ha ceduto il circuito cinematografico italiano The Space al gruppo anglosassone dei multiplex Vue Entertainment International, per 105 milioni di euro. The Space Cinema era nato nel 2009 quando 21 Investimenti aveva acquisito contemporaneamente il circuito Warner Village e il circuito Medusa, dando vita a uno dei principali player del mercato italiano.
 
The Space ha perseguito una strategia di consolidamento per acquisizioni (tra cui i circuiti Planet in Centro Italia e Cinecity nel Nord-Est) e per nuove aperture, fino a raggiungere 36 multiplex e una quota di mercato superiore al 20%. Il circuito è stato completamente digitalizzato, grazie a un accordo con la società inglese Arts Alliance, sono stati meglio sfruttati gli spazi retail ed &
egrave; stato lanciato The Space Extra con una proposta di contenuti alternativi (sport, concerti, musica, documentari, film classici, etc.) È nato anche The Space Movie e il gruppo ha fatto ingresso nella distribuzione di contenuti e stilato un accordo di partnership con Universal (vedi news dell'8 ottobre 2013 e del 31 marzo 2014). Il fatturato è così più che raddoppiato dal 2009, arrivando agli attuali 170 milioni di euro.
 
Entrando nel gruppo Vue Entertainment International, The Space potrà sviluppare ulteriormente il progetto industriale e di business. 


Wind raccoglie e premia esempi virtuosi di trasparenza con Ogilvy One

La piattaforma editoriale Wind Transparency Forum raccoglie e valorizza progetti ed esperienze in Italia e all’estero, anche su proposta dei lettori.  Le idee migliori riceveranno i Wind Transparency Awards

14 ottobre 2014 - Si intitola Wind Transparency Forum il progetto di Wind e OgilvyOne per dare un contributo alla costruzione di un futuro all'insegna della trasparenza che , come dichiara Maximo Ibarra, amministratore delegato di Wind, “é un valore fondamentale per creare un Paese più moderno, efficace e responsabile. E' un antidoto alla corruzione e promotore di meritocrazia e rispetto delle regole".  
 
Wind Transparency Forum è una piattaforma editoriale, ideata e sviluppata da OgilvyOne, che raccoglie e valorizza progetti ed esperienze innovative legati alla trasparenza in Italia e all’estero, selezionati da una redazione dedicata o proposte dai lettori, in quattro ambiti di interesse: Servizi, Progetti Digitali, Istituzioni e Le vostre storie. 
 
Sono storie da esplorare e da cui lasciarsi ispirare. Le idee migliori verranno selezionate da un Comitato scientifico e riceveranno i 'Wind Transparency Awards' nel corso di un evento che si terrà a febbraio a Roma. 




Rbm presenta ‘TuttaSalute!online’, polizza
individuale su misura, con il rap di Dylan Magon

La polizza assicura prestazioni sanitarie a partire da poco più di 1 euro al giorno, integrando la copertura offerta dal SSN. Per sensibilizzare i giovani, è stato scelto come testimonial il rapper di origini mauriziane emerso all'ultima edizione di The Voice, protagonista di radiospot e di un video in animazione destinato a web, social e sale Uci Cinemas

9 ottobre 2014 - Rbm Salute, compagnia assicurativa specializzata nel settore salute, ha presentato ‘TuttaSalute!online’, una polizza individuale online (www.tuttasalute.it) che assicura prestazioni sanitarie a partire da poco più di 1 euro al giorno, integrando la copertura offerta dal Servizio Sanitario Nazionale. In uno scenario in cui i cittadini sostengono ormai direttamente il 20% della propria spesa sanitaria, spendendo in media 445 euro ciascuno all'anno, l'idea è di proporre un prodotto a moduli, fatto su misura, secondo le necessità e a prezzi accessibili.

In collaborazione con Previmedical (network di strutture sanitarie convenzionate), il prodotto mette al centro l'assicurato e le sue necessità, dandogli l'opportunità di scegliere solo le coperture di cui ha bisogno, estendendole se crede ai famigliari.

Per parlare a un pubblico giovane e alle famiglie giovani, da sensibilizzare alla cultura della sanità integrativa, Rbm Salute ha scel
to come testimonial Dylan Magon, il cantante rap di origini mauriziane emerso all'ultima edizione di The Voice nella squadra di J-Ax.

Il rap di Dylan, con testi e 6 jingle costruiti ad hoc, è il centro della campagna radiofonica attualmente in corso e di due spot promozionali. Uno più istituzionale è stato ideato da Zampe Diverse, mentre Stranemani International, casa di produzione di Firenze specializzata in animazione, ha creato lo spot che vede Dylan protagonista sotto forma di cartoon, come super eroe della salute, e che sarà nei sale Uci Cinemas dal 16 ottobre. Gli spot sono anche sul web e sui social. Stampa e affissioni completano l'attività di comunicazione, che conta su un budget di 2 milioni. Il media è curato internamente.


Col concorso ‘Regista d'Impresa’ Assolombarda coinvolge i giovani

Il contest cinematografico, rivolto a 14 studenti o neo diplomati, punta a diffondere la cultura di impresa raccontando le aziende dall'interno. In palio un contratto di collaborazione di 4 mesi presso una casa di produzione cinematografica. In giuria anche Marco Testa e Alberto Contri

6 ottobre 2014 - Assolombarda lancia il concorso ‘Regista d'Impresa’, nell'ambito di ‘Cinema d'impresa’, uno dei 50 progetti del piano per ‘Far Volare Milano’. L'obiettivo è di diffondere la cultura d'impresa dando ai giovani videomaker l'opportunità di raccontare le aziende vivendole.

Verranno selezionati quattordici giovani provenienti da Iulm, Cattolica, Politecnico, Ied, Naba, Centro Sperimentale di Cinematografia e Scuola Civica di Cinema di Milano. Nella prima fase realizzeranno un video su un'azienda di cui far emergere le eccellenze aziendali, attraverso il racconto di prodotti, attività, luoghi e curiosità. Tra i video, consegnati entro il 30 novembre, una giuria selezionerà i quattro migliori lavori che avranno accesso alla seconda fase. Il secondo step del concorso prevede la realizzazione di un corto corporate dell'azienda presso cui i 4 saranno ospiti per un mese. In marzo la giuria proclamerà il vincitore che otterrà un contratto di collaborazione di 4 mesi, a partire da aprile, presso una casa di produzione cinematografica, oltre all'incarico di realizzare un video istituzionale su Assolombarda che sarà presentato in settembre. 
 
La giuria del concorso sarà composta da Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda; Michele Angelo Verna, direttore generale Assolombarda; Maria Giovanna Mazzocchi, membro del Comitato di presidenza di Assolombarda;Valentina Aprea, assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Regione Lombardia; Marco Testa, presidente di gruppo Armando Testa; Alberto Contri, direttore generale di Film Commission Lombardia.
 
Le 14 aziende associate Assolombarda che hanno aperto le porte agli studenti sono Agustoni Duplex (macchine per la preparazione dinamica degli alimenti); Almax (manichini, oggettistica e display); Cartonspecialist (contenitori biodegradabili, compostabili e riciclabili per alimenti a marchio BIOPAP); CGS (sistemi spaziali); Cicrespi (confezioni e imballaggi); Giacomo Sperone (Vermouth, marsala, vini liquorosi, spinti e vini classici del Piemonte); Hotel Milano Scala; Gruppo Maimeri (prodotti per Belle Arti); Istituto Ricerche e Collaudi Masini (certificazioni di prodotto); Slide ( produzione oggetti di design in polietilene); Sorin (dispositivi medicali per la cardiochirurgia e il ritmo cardiaco); Status (apparecchi d’illuminazione di design ad alto contenuto tecnologico); Viscolube (rigenerazione degli oli usati); Zani Viaggi.


Da idea di business a realtà, SysalPay offre una chance con GoBeyond

Un contest online permetterà di selezionare un'idea imprenditoriale italiana da far diventare realtà di successo, attraverso un supporto economico iniziale e l'apporto di esperienza e know-how di partner come Google, Gruppo Condé Nast, Rtl 102.5

25 settembre 2014 - Col progetto GoBeyond SisalPay vuole dare un impulso concreto allo sviluppo e al consolidamento di nuove idee imprenditoriali italiane in uno scenario in cui, come attesta la Fondazione italo-americana Mind the Bridge, meno del 20% delle start-up riesce a superare la fase di lancio diventando impresa solida e profittevole.

La prima fase del progetto, appena inaugurata, prevede la raccolta delle iniziative imprenditoriali tramite un contest online (sul sito www.gobeyond.info), aperto a chiunque abbia un'idea di business innovativa e punti a guidare un'impresa solida nel lungo periodo. Oltre a un contributo economico iniziale, GoBeyond metterà a disposizione del progetto scelto l'esperienza e il know-how di Google, Gruppo Condé Nast, Rtl 102.5 e di altri partner selezionati.

Maurizio Santacroce, direttore payments & services di Sisal Group, ha port
Maurizio Santacroce
ato ad esempio proprio la storia di SisalPay che, a lato del core business del gaming, ha dato il via a una serie di servizi di pagamento, che rappresentano oggi circa il 50% del volume d'affari dell'intero Gruppo Sisal (passato in sei anni da 1 a oltre 6 miliardi): “Gli ingredienti del successo di SisalPay – ha detto Santacroce - sono riassumibili in tre punti: il coraggio di cambiare e di saper cogliere le opportunità, puntando su nuovi settori e sulla diversificazione; un approccio di ascolto nei confronti dei bisogni dei consumatori e del mercato; il proporsi in modo innovativo grazie al valore aggiunto che i giovani talenti sono in grado di portare”. Per il Gruppo Sisal e le aziende partner, GoBeyond rappresenta il desiderio di investire sul talento, condividendo esperienze di successo con le realtà più giovani e ancora poco strutturate, offrendo opportunità concrete ai partecipanti.


La prima volta di J-Ax col paracadute. Ambassador
di Vodafone, è protagonista di 'Realizza il tuo #first'

Vodafone Italia sceglie la star del Rap 'n' Roll come testimonial della tranche italiana dell'iniziativa internazionale di engagement, che invita a fare qualcosa di straordinario per la prima volta e a condividerne l'emozione via mobile sui social. Il 2 ottobre J-Ax si lancerà da 4.000 metri e planerà direttamente sul palco per un concerto

18 settembre 2014 - Sdoganato da The Voice che lo ha fatto  apprezzare da un pubblico variegato, il rapper J-Ax è stato scelto come risposta italiana agli ambassador che hanno già promosso nel mondo l'iniziativa di engagement 'Realizza il tuo #first', che invita a fare qualcosa di straordinario per la prima volta e a condividerne l'emozione via mobile sui social. Tanto per fare un esempio, in India la campionessa olimpionica di box Mary Khom ha dato vita a un programma di autodifesa per le donne indiane. Lanciato in gennaio in tutti i Paesi in cui Vodafone è presente, il progetto ha avuto a partire da maggio un declinazione locale in 10 di questi, tra cui l'Italia. Tra i  desideri che sono stati segnalati entro il 15 agosto su www.firsts.com, Vodafone ha selezionato le migliori idee che vengono votate dal pubblico per decretare dieci vincitori, uno per Paese, e fare diventare i sogni realtà. 
 
Dopo aver sponsorizzato la McLaren dal 2007 al 2013, Vodafone ha cambiato marcia e adottato l'engagement. “Assodate ormai visibilità e riconoscibilità del brand (in Italia ha una penetrazione quasi del 20%) - ha spiegato Daniela Cazzani, brand manager di Vodafone Italia – abbiamo sentito l'esigenza di condividere con gli utenti i valori della marca e deciso di renderli protagonisti di storie da condividere attraverso i social. E visto che i social per definizione chiedono connessione, Vodafone è lì per darla”.
 
Perché J-Ax? Perché è un pioniere (ha promosso il rap italiano e ha inventato il Rap 'n' Roll), è connesso (famosi i suoi tweet a The Voice e poi è una star dei social con 1.200.000 fan su Facebook e 600.000 follower su Twitter), è divertente ed è temerario (anche nel fondare con Fedez la casa discografica Newtopia). 
 
Quest'ultima qualità gli servirà nel 'First' che si è scelto per sconfiggere la paura di volare e delle vertigini. Si lancerà il 2 ottobre presso Campovolo di Reggio Emilia da 4000 metri per poi planare col paracadute, cominciando a cantare già in arrivo e atterrando direttamente sul palco per esibirsi in un concerto, che verrà condiviso sul web grazie alla rete veloce 4G. 
 
Un concorso permetterà di assistere a questo evento inedito nella storia musicale italiana e forse anche nel mondo, iscrivendosi entro il 28 settembre sulla pagina Facebook Vodafone It e 'indovinando'  il punto esatto dell'atterraggio. Per promuovere l’impresa e valorizzare la campagna Vodafone First, J-Ax è anche protagonista di una serie di video destinati al web, realizzati con FremantleMedia. Online in più puntate, accompagneranno la  preparazione all'evento.
 
A metà agosto l'iniziativa 'Realizza il tuo #First' aveva già raccolto 4.6 milioni di views dei video sul canale Youtube di First, 1,8 milioni di visite sul sito, 13.000 candidature. In Italia sono stati selezionati 9 finalisti e il vincitore sarà annunciato il 10 ottobre. 







Tim e Ducati promuovono un uso consapevole del cellulare alla guida

Il progetto #TIMguardaavanti ha per testimonial i piloti del team Ducati e personaggi dello sport e dello spettacolo che realizzeranno dei video e andranno nelle scuole a sensibilizzare giovani

15 settembre 2014 - Si  intitola #TIMguardaavanti il progetto lanciato da Tim e Ducati  per diffondere un utilizzo consapevole del telefonino alla guida, dedicata ai ragazzi, ai motociclisti e automobilisti. L'obiettivo è di combattere  l'abitudine, pericolosissima e purtroppo molto diffusa, di rispondere al cellulare, leggere e scrivere messaggi, controllare e postare contenuti sui social network e persino scattare fotografie mentre si guida. Studi sulla sicurezza stradale hanno evidenziato che la distrazione, spesso causata dall’uso del telefonino, è al secondo posto tra le cause di incidente.

Il progetto #TIMguardaavanti sarà supportato da una serie di iniziative e avrà come testimonial i piloti del team Ducati e personaggi dello sport e dello spettacolo che realizzeranno video e andranno nelle scuole a sensibilizzare i ragazzi. Nascerà anche il portale dedicato www.TIMguardaavanti.it. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Vidierre.

Il progetto è stato presentato a Misano nella prima giornata di prove libere del Gran Premio Tim di San Marino e della Riviera di Rimini di cui Telecom Italia con Tim è title sponsor. 


Al via GazzaBet, Rcs entra nell'online sport betting con Playtech

Con accordo quinquennale nasce il portale online e mobile di scommesse sportive, collegato a La Gazzetta dello Sport e sviluppato con lo specialista mondiale di software e servizi nel gaming per web, mobile,  tv e ricevitorie. Il sito consente di scommettere su eventi sportivi italiani e internazionali. I giornalisti del quotidiano protestano il giorno d'avvio ritirando le firme

11 settembre 2014 - Rcs MediaGroup entra ufficialmente nel settore dell’online sport betting. Come preannunciato (vedi news dell'8 settembre), nasce, con l'avvio della nuova stagione di calcio, GazzaBet, portale online e mobile di scommesse sportive collegato a La Gazzetta dello Sport e sviluppato in collaborazione con Playtech, specialista  di software e servizi nel gaming per web, mobile,  tv e ricevitorie. Il sito consente di scommettere su tutti gli eventi sportivi selezionati e autorizzati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, italiani e internazionali. Con accordo quinquennale, rinnovabile per altri cinque anni, Playtech fa ingresso nel mercato italiano per gestire la piattaforma giochi e fornire a Rcs, sotto il brand GazzaBet, il software per il betting sportivo e per il gaming.
 
Il sito è ottimizzato per mobile, e presenta un’offerta unica nel suo genere, grazie alle news su scommesse sportive aggiornate, alle statistiche e ai consigli degli esperti, forniti da una società specializzata in betting contents. Il sito GazzaBet prevede un bonus di benvenuto per i nuovi utenti e promozioni periodiche per tutti i giocatori. I metodi di pagamento più diffusi e utilizzati permettono di scegliere come gestire l'esperienza di gioco, e il servizio clienti, in lingua italiana, è a disposizione telefonicamente, tramite chat e mail. 
 
L'avvio di GazzaBet oggi ha il supporto di una campagna declinata su stampa e web (mezzi di Rcs e non) ed esterni. Ma sempre oggi il dissenso, da tempo espresso per motivi etici e deontologici, dei giornalisti de La Gazzetta dello Sport si è concretizzato con il ritiro delle firme e con la pubblicazione di un comunicato sindacale del cdr contro un'iniziativa "che nulla ha a che fare con la tradizione, i valori e la storia delle pagine rosa" con l'invito alla proprietà a concentrarsi sul core business senza "cercare scorciatoie che danno soldi oggi, ma rischiano di compromettere il rapporto di fiducia tra la Gazzetta e il suo pubblico". 
 
 


In autunno anche in Italia il Nielsen Twitter Tv Ratings.
Anteprima Mondiali, 3.1 milioni i tweet durante le partite

E per la finale trasmessa da Raiuno e Sky sono state 117,5 milioni le impression generate dai quasi 310mila tweet postati. L'Italia sarà il primo Paese dopo gli Usa in cui sarà disponibile lo strumento di misurazione dell’attività e dell’audience delle conversazioni su Twitter relative ai programmi televisivi

17 luglio 2014 - Sarà disponibile da autunno in Italia, grazie a un accordo esclusivo tra Twitter e Nielsen, il 'Nielsen Twitter Tv Ratings', strumento di misurazione dell’attività e dell’audience delle conversazioni su Twitter relative ai programmi televisivi: i programmi  saranno quantificati in termini di attività su Twitter (numero di autori e commenti) e anche per numero di persone che avranno effettivamente visto i tweet. Sarà anche calcolata la frequenza di esposizione ai tweet e quindi i contatti lordi per ogni programma monitorato, ovvero le impression.
 
“Lo strumento - ha dichiarato Luca Bordin, general manager media sales & solutions di Nielsen - consente agli attori del mercato di misurare, analizzare e valorizzare le conversazioni relative ai programmi  per sviluppare strategie complementari tra tv e social media. L'Italia, in cui c'è un alto consumo di televisione, una forte penetrazione del mobile e propensione all’utilizzo dei social, è il  primo paese al di fuori degli Usa in cui il servizio viene lanciato”. 
 
In attesa del lancio, Nielsen ha dato un saggio delle potenzialità del nuovo stumento, diffondendo i primi dati italiani di activity e di reach su Twitter misurati durante i Mondiali di calcio in Brasile. Come già noto da altre fonti, i Mondiali 2014 hanno battuto il record di tweet a livello mondiale. In Italia sono stati 3,1 milioni i tweet postati durante tutte le partite, 17,5 milioni le impression (numero complessivo di volte in cui i tweet sono stati visti) generate dai quasi 310mila tweet postati durante la finale trasmessa da Raiuno e Sky Mondiale1. Balotelli è stato la star del social network nel bene e nel male: è il giocatore con più citazioni tra gli utenti di Twitter con 15.800 tweet. La sfortunata partita dell'Italia contro l'Uruguay è stata quella col più alto numero di tweet: 508mila, con un picco di 4.800 alle 19.40 dopo il morso di Suarez sulla spalla di Chiellini. 


Annuario Siae, spettacoli in ripresa nel 2013, bene sport, cinema e mostre

Aumentati sia la spesa al botteghino, in linea con la maggior offerta di spettacoli, sia gli spettatori, in crescita nonostante la compressione del volume d’affari complessivo. L'attività cinematografica ha invertito la tendenza negativa dei due anni precedenti. Al top Sole a catinelle per i film, Ammutta Muddica per il teatro e Bruce Springsteen i concerti 

17 luglio 2014 - Secondo l'Annuario dello Spettacolo della Siae (Società Italiana degli autori ed editori) che rileva i trend di ballo, cinema, teatro, spettacolo dal vivo e sport, il 2013, pur nella crisi, ha registrato importanti segnali di ripresa. E’ aumentata la spesa al botteghino (+1,17%) in linea con la maggior offerta di spettacoli (+2,14%) e sono aumentati gli spettatori (in crescita dell'1,24% gli ingressi), nonostante la compressione del volume d’affari complessivo (-1,43%). I settori che nel 2013 hanno conseguito i migliori risultati sono stati l’attività concertistica, le mostre e le esposizioni, il cinema e le attività con pluralità di generi. 
 
L'Annuario dello Spettacolo è da quest'anno a disposizione di tutti sul sito Siae per celebrare gli 80 anni di presenza e di punto di riferimento per ministeri, associazioni, istituti di ricerca per analisi sul settore.
 
Nel 2013 la Siae ha rilevato circa 4 milioni e 200mila spettacoli, di cui poco più di 3 milioni nel settore cinematografico. Seguono attività di ballo e concertini con oltre 750mila eventi mentre lo sport ha superato quota 141mila eventi. Il numero di ingressi è cresciuto dell’1,24%, percentuale che sale a +11,2% nel solo segmento dei concerti, grazie all’ottimo risultato di quelli di musica leggera (+19,5%). La regione che ha prodotto più ingressi è stata la Lombardia, seguita dall’Emilia Romagna e dal Lazio.
 
In particolare, l'attività cinematografica, che pesa per il 71.9% su tutti gli spettacoli allestiti in Italia, ha invertito la tendenza negativa registrata nei due anni precedenti: numero di spettacoli +1%,  ingressi +5,6%, spesa al botteghino +1%, spesa del pubblico +2,2% e volume d'affari +1,8%. Sul fronte dell'attività sportiva, sono aumentate l'offerta di spettacoli (+4%), la spesa al botteghino (+0,76%) e la spesa del pubblico (+2,8%). In calo, invece, gli ingressi (-3,7%), le presenze (-6,8%) e il volume d'affari (-2,2%).  Risultati di tutto rilievo quello del settore delle mostre ed esposizioni , con un aumento significativo dell'offerta del 10,3% In leggero aumento anche gli ingressi (+0,45%). In crescita anche gli indicatori economici: spesa al botteghino +4,4%, spesa del pubblico +4,2%, volume d'affari +3,6%. 
 
Il film campione d’incassi del 2013 è stato 'Sole a catinelle' di Checco Zalone mentre 'Ammutta muddica' di Aldo, Giovanni e Giacomo è in vetta alla top ten per il teatro. Tra i concerti, la prima posizione spetta a quello di Bruce Springsteen il 3 giugno al Meazza di Milano. 
Per saperne di più..>>



Edison vara a Milano l'Energy Control Week

Una settimana di eventi in Piazza Alvar Aalto con ospiti noti e un centro informativo per far conoscere il nuovo servizio, che permette di monitorare i consumi domestici e capire come risparmiare

9 luglio 2014 - Edison promuove il nuovo servizio Energy Control, che permette di conoscere le abitudini di  consumo della famiglie simili alla propria, monitorare i consumi domestici e capire come risparmiare. Lo fa a Milano nella settimana dall'11 al 17 luglio (in Piazza Alvar Aalto a Porta Nuova) nella Showroom Energy Control che darà informazioni e ospiterà una serie di eventi con protagonisti come Gerry Scotti, lo chef Simone Rugiati, Malika Ayane, gli Zero Assoluto. 
 
Sarà anche presentata la piattaforma interattiva dedicata (http://energycontrol.edisonenergi
a.it/
) che consente di vedere in modo chiaro e dettagliato quanta energia elettrica si consuma, quando e perché. Il web è infatti al centro di quello che Edison definisce una rivoluzione energetica: il controllo può avvenire in tempo reale anche attraverso smartphone e tablet, con grafici e avvisi personalizzati in caso di consumi troppo elevati. Non manca il risvolto charity con l'iniziativa 'Tu risparmi, Edison dona'.  
 
Lo Showroom Energy Control proporrà ogni sera un evento aperto al pubblico, a partire dai Dj e dagli ospiti di Radio 101 nei primi tre giorni alle 19. L'Energy Control Week è organizzata da Edison, in collaborazione con Samsung, Poliform Varenna e TgCom4. 
 
 
Gli eventi in programma …>>



Siti smart per le Pmi, Seat Pg presenta il servizio SmartSite

Seat porta la piccola/media impresa e i professionisti sul web con un sito personalizzato, con tecnologia responsive, corredato da servizi di webmarketing e website engagement

4 luglio 2014 - Seat PG Italia, sempre più a vocazione media agency, ha presentato la nuova soluzione SmartSite: l'offerta di un sito personalizzato realizzato con tecnologie avanzate e corredato da servizi di webmarketing per digitalizzare il business delle piccole e medie imprese e dei professionisti, che costituiscono il tradizionale bacino di clienti del gruppo. Sono oltre 300.000 ad aver scelto Seat PG come partner di comunicazione, a loro vicino attraverso une struttura commerciale capillare sul territorio (1.500 i consulenti e 100 le Seat media agency) e un'offerta variegata di strumenti multimediali, mobile e cartacei che vanno dalla Pagine Gialle e Bianche alle directory online ai servizi di web agency. 

In quest'ultima veste, Seat PG propone SmartSite, la messa a punto di siti web 'chiavi in mano' con tecnologia responsive design che li rende visibili e navigabili sia da pc che da tablet, smart tv e smartphone, tenendo conto che proprio su questi ultimi avviene il 44% delle ricerche su Google, con un tasso di crescita annuo superiore al 50%. Per  sfruttare le dinamiche virali del web, fidelizzare e allargare la base di utenti, SmartSite offre anche funzioni di social networking avanzate, per condividere i contenuti del sito su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest.

Nel complesso, nuova offerta a parte, Seat Pg ha già
Mauro Gaia Direttore della Sales & Marketing Division di Seat PG
; realizzato 100mila siti web e, grazie alla  partnership con Google iniziata nel 2009, è leader nella vendita di campagne AdWords di Google ai clienti (programma Premium Partner Google AdWords). “Ci possiamo considerare la maggiore web agency in Italia - ha dichiarato Mauro Gaia, direttore vendite e marketing di Seat PG Italia -. Da fine maggio da quando poi è partito il nuovo servizio SmartSite, oltre 2.000 clienti hanno aderito alla nostra nuova offerta, alcuni aprendo per la prima volta un loro sito, altri migliorando e ottimizzando quello precedente. L'obiettivo è di arrivare a 20.000 nel primo anno”.

Forte del network informativo costituito da PagineBianche, PagineGialle, Tuttocittà ed Europages, SmartSite trasforma un sito web da statico a dinamico, proponendo a ogni visitatore il contenuto più in linea con i suoi interessi e le sue abitudini online. “Attraverso il website engagement - ha  continuato Gaia - il sito si modifica in base alle abitudini di navigazione di ogni utente e propone contenuti e approfondimenti differenti, così anche le Pmi possono sfruttare logiche di targetizzazione, rendendo l’esperienza di navigazione dei propri clienti funzionale ed efficace”.

SmartSite offre anche la possibilità di integrare nel sito contenuti e applicazioni multimediali, come audio, video, slideshow, app social o un presentatore web che accompagna gli utenti nella navigazione. La struttura dei siti è inoltre ottimizzata per i motori di ricerca (seo) a partire  da Google. Il costo base è di 1.290 euro per il primo anno per un sito che arriva alle 20 pagine (con altri 250 euro si moltiplicano) e di 490 euro l'anno a seguire, comprendendo anche assistenza, manutenzione, web hosting. C'è poi la possibilità di avere servizi aggiuntivi come app, e-commerce, versione multilingue (da settembre).  Inoltre, la piattaforma Smart Editor 3.0 consente ai clienti di aggiornare autonomamente, in tempo reale, i contenuti. 
 


Dopo la rendita anche la casa,
Gruppo Sisal lancia il gioco VinciCasa

Il nuovo format di gioco della famiglia Win for Life premia chi indovina 5 numeri sui 40 della scheda con l'acquisto di uno o più immobili a sua scelta. Premi anche per chi fa 4, 3 o anche 2. Le estrazioni settimanali del mercoledì partono il 9 luglio. A supporto, una campagna di Dlv Bbdo

1 luglio 2014 - Dopo la rendita mensile, Gruppo Sisal propone un gioco che mette in premio un bene concreto e tangibile, venendo incontro a un classico desiderio degli italiani: l'acquisto di una casa. Parte infatti VinciCasa, nuovo format di gioco della famiglia Win for Life col premio destinato all’acquisto di uno o più immobili a scelta del vincitore, in città o in luogo di villeggiatura, ovunque purché sul territorio italiano. La prima  estrazione parte il 9 luglio e la raccolta già il 3 nelle oltre 40mila ricevitorie Sisal e online. 

Si gioca scegliendo 5 numeri su 40 della schedina VinciCasa, con una giocata minima da 1 combinazione, al costo di 5 euro. Si partecipa a 4 categorie di vincita: indovinando 5 numeri su 40 si potrà vincere un immobile, altri premi in denaro sono in palio per chi indovina 4, 3 o solo 2 numeri. L'estrazione è settimanale, ogni mercoledì alle ore 21  (info su www.vincicasa.it e sul portale informativo di GiochiNumerici.info). Nella sezione 'Vincitori' si scoprirà dove state vinte le case e i vincitori avranno tutte le informazioni necessarie per riscuotere i premi. Dal momento dell’estrazione della combinazione vincente, il vincitore avrà due anni di tempo per trovare la casa dei propri sogni. Il 20% dell’importo vinto verrà corrisposto in denaro per contribuire a eventuali spese accessorie, l’80% sarà vincolato all’acquisto dell’immobile o di più unità immobiliari.   
 
A supporto del lancio di VinciCasa, parte oggi una campagna di comunicazione multimediale a firma di Dlv Bbdo che viene presentata oggi a Milano. Il media è a cura di Omd. 
 




Sorgenia si riposiziona sul b-t-b

L'operatore energetico italiano annuncia il nuovo posizionamento con una campagna in tv, radio e web, ideata da Red-Robiglio & Dematteis e prodotta da Peperoncino Film. Ne sono protagonisti dei veri imprenditori, non ancora clienti, che chiedono collaborazione e vicinanza per far ripartire il Paese

30 giugno 2014 - Sorgenia, operatore energetico italiano, annuncia un nuovo posizionamento con una campagna ideata da Red-Robiglio & Dematteis: d'ora poi si dedicherà interamente alle imprese, di ogni dimensione, a cui darà un contributo concreto per far ripartire l’economia del Paese.
 
In tv per due settimane, diretta dal regista Luca Lucini e con colonna sonora ‘Angel in blue jeans’ dei Train, la campagna ha per protagonisti dei veri imprenditori, non ancora clienti, che si rivolgono a Sorgenia chiedendo collaborazione e vicinanza. Dal luogo di lavoro parlano di compiti quotidiani e chiedono ascolto, soluzioni e un contributo concreto “per far tornare a correre questo Paese”. Diversi gli spot, nei formati da 15 e 30 secondi: uno con le varie testimonianze e gli altri dedicati ciascuno a un solo testimone.
 
La pianificazione prevede tre media: la tv con cui comunicare il nuovo posizionamento al target di riferimento, agli stakeholder, agli operatori del settore; la radio per raggiungere il target di professionisti e imprenditori; il web utilizzato per veicolare il video su quotidiani online, portali e Youtube. La casa di produzione è  Peperoncino Film. Su Radio 24 è previsto  un intervento speciale in cui manager di Sorgenia rispondono a domande di imprenditori sulla corretta gestione dell’energia. La pianificazione su tv e radio è a cura di Wip Consulting, per il web di Sembox.
 
Il sito sorgenia.it integra al suo interno i principali messaggi della campagna e apre al dialogo con imprenditori e imprese mentre il web magazine Energie Sensibili (energiesensibili.it) dà voce ad aziende, artigiani e imprenditori. Per i social di Sorgenia c'è stato un restyling e a breve si aggiungerà un blog dedicato a “l’energia raccontata da chi ci lavora”. 




Gli auguri agli Azzurri IP li fa con l'Inno Nazionale che illumina Milano

Sponsor storico della Nazionale, la compagnia petrolifera ha realizzato in collaborazione con Rcs Live un'iniziativa scenografica di street marketing in via Visconti di Modrone, con cinque striscioni luminosi successivi con le parole dell'inno

16 giugno 2014 - IP, sponsor storico della Nazionale italiana di calcio, manda un messaggio augurale scenografico agli Azzurri impegnati in Brasile con una particolarissima installazione luminosa in via Visconti di Modrone, strada centrale milanese di grande passaggio. Alle 20 di giovedì scorso si sono accese le luci azzurre che compongono cinque striscioni successivi, dall'inizio della strada fino alla Stazione IP, con le parole del nostro Inno Nazionale. I migliaia di tifosi che per tutto il mese dei Mondiali vi passeranno sotto potranno condividere l'augurio, anche sui social, e speriamo anche l'orgoglio di sentir suonare a lungo l’Inno di Mameli negli stadi brasiliani.
 
Ideata da Ip e realizzata da Rcs Live, l'iniziativa si ispira all'abitudine dei brasiliani di unirsi per dipingere in occasione dei Mondiali le  strade, a testimonianza della l
oro passione per il calcio. Il progetto di street marketing, su cui Ip investe oltre 80.000 euro, si completa con il supporto di annunci su quotidiani come la Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport, Tuttosport. 
 
L'installazione si affianca per l'evento Mondiali alla partecipazione di IP al progetto benefico di Figc e Radio Italia, che prevede una raccolta fondi dalla vendita della colonna sonora  'Un amore così grande – 2014', riscritta e reinterpretata dai Negramaro, a sostegno della ricerca contro la Sclerosi Multipla e la Sclerosi Laterale Amiotrofica (vedi news del 18 aprile). 





È in vigore il nuovo Codice del Consumo,
AssoCom mette in evidenza i punti salienti

È in vigore il dl 21/2014 che recepisce la nuova direttiva europea in materia di diritti dei consumatori e che si applica a tutte le transazioni commerciali. Impone tra l'altro, più informazioni per i consumatori, mai più costi nascosti e ‘trappole’ su internet, tempi stretti per le consegne, 14 giorni per ripensare nel caso di contratti a distanza. Materia delicata su cui AssoCom ha aperto il dialogo con le aziende

13 giugno 2014 - Entra in vigore oggi il nuovo Codice del Consumo per effetto del decreto legislativo n. 21 del 21 febbraio 2014 che recepisce la nuova direttiva europea in materia di maggior tutela dei consumatori. AssoCom l'ha presentato in aprile con un seminario seguito da una tavola rotonda per valutare quale potrà essere l'impatto su aziende e consumatori (vedi Focus dell'11 aprile). Se ne è concluso che i consumatori saranno più tutelati, rischiando però che i costi finiscano per ricadere su di loro e che la comunicazione commerciale dovrà affrontare la sfida di comunicare i diritti in modo trasparente, aiutando i consumatori a esserne consapevoli, evitando nel contempo inutili c
Marzia Curone
ontrapposizioni con le imprese. “AssoCom ha avviato con tempestività il dialogo con i clienti su questo tema così delicato – dice Marzia Curone, partner di Relata e consigliere di AssoCom – per essere al loro fianco nel cercare un possibile equilibrio tra i maggiori diritti per i consumatori, che il Codice introduce, e i maggiori impegni e oneri per le aziende che dovranno adeguarsi alle nuove norme. Anche la comunicazione commerciale sarà profondamente condizionata dal nuovo Codice ”.

AssoCom riprende così il discorso per ricordare i punti salienti delle novità normative introdotte e si popone di continuare a promuovere lo scambio di opinioni sul tema.

Le nuove norme si applicano a tutte le transazioni commerciali, sia quelle tradizionali, condotte nei negozi, sia quelle effettuate via internet o telefono. Restano esclusi solo i contratti a distanza di valore inferiore ai 50 euro, i contratti di credito al consumo, quelli a distanza di servizi finanziari, la multiproprietà, i contratti stipulati con l'intervento di un pubblico ufficiale, i contratti turistici.

Più informazioni per i consumatori; tempi stretti per le consegne; no a supplementi per l'utilizzo dei mezzi di pagamento; per i danni, rischi a carico del venditore; tariffe base per i numeri telefonici dedicati; no a format precompilati per i servizi aggiuntivi; maggiore protezione nell'acquisto di contenuti digitali. Tali regole valgono per tutti i contratti.

Per i contratti stipulati 'a distanza': mai più costi nascosti e ‘trappole’ su internet; contratti telefonici validi solo dopo la firma; prezzi trasparenti e comprensivi di tutte le voci; 14 giorni per ripensarci; rimborsi più veloci in caso di recesso; modello standard per il recesso; informazioni chiare sui costi della restituzione della merce.

L'Antitrust sarà l'autorità di controllo. Il decreto attribuisce all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato gli stessi poteri istruttori e sanzionatori previsti per le pratiche commerciali scorrette: l'Antitrust potrà quindi comminare sanzioni fino a 5 milioni di euro alle imprese che non rispettano la nuova normativa. 


Wind mette in scena l'estate di Fiorello col 'nipote' di Shonik

Come ai tempi di Infostrada è un border collie ad accompagnare Fiorello nel nuovo format estivo della comunicazione di Wind che promuove la nuova offerta All Inclusive

11 giugno 2014 - Cambia registro con la stagione estiva la comunicazione in tv di Wind che vara un nuovo serial con protagonista Fiorello alle prese con le vacanze affiancato da Sheiton, un border collie 'nipote' di Shonik, il protagonista anni fa di tanti spot di Infostrada.

Nel primo spot della campagna estiva, Fiorello sta sistemando meticolosamente la valigia e per lui, sensibile alla tecnologia e sempre connesso ai social media e a internet, non possono mancare smartphone, tablet e Pc e una connessione per ogni sua esigenza: selfie, partite dei Mondiali, radio.  Una voce fuori campo gli ricorda che è tutto inclusive, così gli  torna in mente  che “siamo in uno spot”. L’estate di Wind ha come colonna sonora la hit 'Summer' del dj scozzese Calvin Harris, già al top delle classifiche italiane ed europee. La regia è di Sydney Sibilia.
 
Fiorello e Sheiton saranno protagonisti anche delle affissioni pianificate in oltre 30 capoluoghi di regione e provincia, tra cui Milano, Roma, Torino, Napoli, Venezia e Palermo. Al centro della comunicazione c'è la nuova All Inclusive che, a 10 euro, offre 200 minuti veri, 100 sms, internet 1 Giga che raddoppiano per due mesi con la 'Summer Pass' a 3 euro.





Partnership tra Emilia Romagna e Lombardia
per la promozione turistica sul web con BlogVille

Si amplia alla confinante Lombardia la terza edizione del progetto digitale, ideato dall'Apt Servizi dell'Emilia Romagna, per valorizzare il territorio sui mercati internazionali attraverso le testimonianze sui social network di top travel blogger. Saranno in trenta ad andare alla scoperta di sette province del 'Quadrilatero Unesco', all'insegna del claim “Eat, Feel and Live like a local in Italy”. Progetto low cost che ha fruttato nelle prime due edizioni 600 articoli, 8.000 immagini online, 10 milioni di contatti sui social

28 maggio 2014 - Varca i confini dell'Emilia Romagna per coinvolgere, anche in vista dell'Expo, la confinante Lombardia 'BlogVille', il progetto digitale di promozione turistica attraverso testimonianze di top travel blogger, avviato due anni fa dall'Apt Servizi regionale in collaborazione con www.iAmbassador.net.   Quest'anno una promozione sinergica coinvolgerà sette province, quelle di Bologna, Ravenna, Modena e Ferrara da una parte, e quelle Milano, Mantova e Cremona dall'altra, tutte all'interno del cosiddetto 'Quadrilatero Unesco', così battezzato per la ricchezza di siti considerati patrimonio dell'umanità. Zone che possono offrire molto, dalle bellezze paesaggistiche a quelle culturali e gastronomiche, da far scoprire soprattutto agli stranieri che spesso non escono dal tour obbligato 'Roma-Venezia-Firenze' con al più una digressione sulla costiera Amalfitana. 
 
L'idea di coinvolgere i blogger è venuta in Apt nel 2012 alla luce di un'indagine di Nielsen che ne aveva rilevato la maggiore credibilità rispetto alle classiche guide turistiche. Nell
a prima edizione di BlogVille ne sono stati impiegati circa quaranta nell'arco di 3 mesi, nel 2013 ottanta su sei mesi, quest'anno ne saranno coinvolti trenta provenienti da Europa, Nord e Sud America ed Estremo Oriente, selezionati tra centinaia di candidature in base alla loro influenza in rete. Tra questi, giusto per citarne alcuni, ci sono Jiajia Zhu (Cina) con oltre 900mila followers sul social network Weibo, Julia Davydova (Russia) blogger per la sezione viaggi di www.bigpicture.ru che conta oltre 80.000 visite giornaliere, Angelika Schwaff (Germania) di www.ichweisswo.blogspot.de
 
Il progetto è low cost: 30.000 euro, investiti fifty fifty dalle due Regioni, serviranno per un rimborso spese e per mettere a disposizione per dieci settimane complessive tra maggio-giugno e settembre-ottobre un appartamento a Bologna e un appartamento nel centro di Milano, da cui i blogger partiranno per scoprire il territorio, fare esperienze, provare i prodotti d'eccellenza locale nel modo più spontaneo possibile, all'insegna del claim “Eat, Feel and Live like a local in Italy”. L'operazione è low cost anche grazie al supporto di 'sponsor tecnici' ovvero di aziende, hotel, ristoranti che offriranno ai blogger prodotti e servizi. Un progetto virtuoso, laddove a livello centrale latitano in Italia gli investimenti istituzionali nella promozione e comunicazione turistica verso l'estero: l'Enit ha a disposizione un budget di 18 milioni annui contro i 60 stanziati dalla Spagna e i 74 dalla Francia.  
 
Nelle prime due edizioni i 120 blogger internazionali hanno pubblicato online oltre 600 articoli e ottomila immagini e hanno prodotto oltre 10 milioni di contatti via social network. Alcuni sono stati anche autori dell'eBook per viaggiatori 2.0, in inglese, sfogliabile anche da device mobili, che in poche settimane dalla messa online ha ottenuto oltre 10mila visualizzazioni. Un successo che ha già indotto Malta a chiedere e ottenere di adottare il format. Quanto alle prossime edizioni, c'è il progetto di estendere la partnership a Toscana e Marche. 


Axa si propone ‘nata per proteggere’
e premia le belle storie di protezione

Il gruppo assicurativo adotta lo storytelling e vara anche in Italia la campagna di Publicis Conseil con parole chiave prevenire, sostenere e accompagnare. In parallelo lancia un contest online per portare alla luce belle storie di protezione di cui siano protagonisti o testimoni persone comuni

27 maggio 2014 - Il gruppo assicurativo Axa torna in comunicazione, adottando un nuovo tono di voce per rapportarsi al pubblico di riferimento. Parlerà del suo mestiere e di buone storie di protezione, e invece di tariffe, preventivi e massimali, metterà al centro storie vere, che raccontano come dietro al  brand assicurativo ci siano persone che lavorano per prevenire i rischi, rendere il più sicuri possibile i clienti, fornire assistenza nelle situazioni di difficoltà. 
 
Prevenire, sostenere e accompagnare sono le parole chiave della campagna 'Nati per Proteggere', ideata da Publicis Conseil e adattata per l'Italia da Publicis Italia, che sarà on air e sul web da domenica 1° giugno. Declinata in tre soggetti, ha per protagonisti dei veri collaboratori di Axa: Theodoros ricercatore universitario, François medico e Bruno liquidatore di sinistri gravi.
 
Lo storytelling è anche lo spunto per un concorso online con cui Axa vuole portare alla luce belle storie di protezione, piccoli grandi gesti quotidiani di cui siano protagonisti o testimoni persone comuni. Sulla piattaforma  www.natiperproteggere.it si possono candidare storie personali o di altri, di singoli o di associazioni-enti-organizzazioni, compilando entro il 14 luglio il form. Le otto storie giudicate più significative dalla giuria tecnica saranno trasformate in video-storie, che dal 23 settembre al 24 ottobre potranno essere votate sul sito. La migliore si aggiudicherà il 7 novembre il premio finale del valore di 50.000 euro sotto forma, a scelta, di borse di studio, corsi di formazione o aggiornamento, fornitura di attrezzature tecnologiche con cui attivare un progetto di protezione proprio o del gruppo-associazione che si rappresenta. 

Qua sotto uno dei tre spot e lo sketch cartoon introdotto da Francesco Facchinetti in cui si spiegano motivazioni e termini del concorso.








Col progetto tripitaly.it in arrivo
una piattaforma unica per il turismo

Digital Magics, Gruppo Uvet e  Confturismo collaboreranno alla creazione di un unico hub digitale per l'incoming del turismo straniero in Italia. Al via in concomitanza con Expo 2015

21 maggio 2014 - Accordo a tre per varare il primo portale ‘open’ per l'incoming del turismo straniero in Italia. L'hanno siglato Digital Magics, incubatore di startup innovative, Gruppo Uvet, polo distributivo di fornitura di servizi e soluzioni per viaggi di piacere, d'affari, mice (meetings, incentive, conference e exhibitions) e nel settore farmaceutico, e Confturismo, struttura di riferimento di Confcommercio-Imprese per l'Italia per il turismo.

Il progetto si chiama tripitaly.it e si attuerà con una piattaforma che raggrupperà le informazioni, i servizi e le diverse offerte commerciali per fornire ai turisti che arrivano dall'estero un punto di riferimento unico per pianificare e acquistare pacchetti vacanza su misura. Al sito sarà affiancata un'app mobile che accompagnerà i turisti stranieri durante il soggiorno in Italia. 
 
Sarà un'opportunità per le piccole e medie imprese associate a Confturismo (alberghi, pubblici esercizi, agenzie di viaggio, tour operator, servizi di incentive, campeggi, villaggi e residenze turistico-alberghiere, bed & breakfast, ostelli, stabilimenti balneari, discoteche, porti turistici) di sviluppare e sostenere il business grazie al digitale: sulla piattaforma tecnologica potranno promuoversi e migliorare le relazioni con i clienti.
 
La piattaforma di Tripitaly.it sarà creata da Digital Magics con il contributo di startup dedicate al turismo. Suuggerirà al turista, giorno per giorno e tappa per tappa, le attività culturali e le attrazioni locali che meritano di essere visitate, dagli itinerari ai migliori ristoranti ai musei agli eventi, permettendo prenotazioni e anche l'acquisto di biglietti aerei, dei treni o degli autobus, oltre a proporre servizi aggiuntivi. Tripitaly.it sarà operativa e funzionante in concomitanza con Expo 2015. 


Tnt Post diventa Nexive, oggi lo switch off

L'operatore postale privato controllato dall'olandese PostNL cambia identità e vara una campagna pubblicitaria del valore di 10 milioni lordi che prevede tv, quotidiani, web, social e advergame. Creatività di Sudler & Hennessey e media di UM

19 maggio 2014 - L'operatore postale privato Tnt Post cambia identità e prende nome Nexive. Lo switch off avviene oggi 19 maggio: 2.300 insegne e vetrofanie, le divise di quattromila postini e duemila veicoli passano al nuovo brand. Nel 2011, dopo la scissione tra Tnt Post e Tnt  Express, si era deciso che il marchio Tnt restasse al secondo. La controllante olandese Tnt Post ha cambiato nome in PostNL (società quotata al NYSE Euronext di Amsterdam) e ora Tnt Post diventa Nexive che - come dichiarano in azienda - significa connessione, modernità e futuro: “Diventare Nexive per noi significa rafforzare il nostro essere la piattaforma per eccellenza nel recapito della posta e dell'ecommerce” sottolinea l'ad. Luca Palermo.

Nexive agisce con un modello cooperativo di impresa, fatto di una rete di partner che presidiano il territorio : 12 bacini, 12 centri di smistamento e 600 filiali dirette e indirette e retail point sul territorio, tecnologie all'avanguardia nel settore postale, 5.500 addetti. Nexive raggiunge ogni giorno il 74% delle famiglie italiane attraverso oltre 500 milioni di buste movimentate. La scelgono ogni giorno oltre 30.000 operatori business in Italia fra banche, compagnie assicurative, aziende dei settori media e tlc, utilities, Pmi ed enti della PA. l prodotto di punta è Formula certa, sistema brevettato di recapito postale controllato e certificato con tecnologia satellitare, che garantisce la tracciabilità della corrispondenza e ne certifica l'avvenuta consegna. L'anno scorso Nexive è entrato nell'area e-commerce BtoC col servizio Sistema Completo, rivolto alle aziende che vendono online per la consegna ai clienti finali (vedi news del 15 aprile 2013).

Comunica il rebranding una campagna da oltre 10 milioni di euro di investimento (al lordo) che prevede 112 annunci su 32 quotidiani con 52 milioni di contatti lordi; 1.200 spot in tv  per 164 milioni di contatti stimati; banner, Dem, keywords, Adv video performances sul web per oltre 60 milioni di impression; presenza sui principali canali sociali e advergame per il coinvolgimento dei fan nella diffusione del nuovo nome. La creatività è di Sudler & Hennessey. Lo spot è prodotto da Cowboys con regia di Luca Lucini. UM, vincitrice della gara a febbraio per il media, pianifica l'offline (vedi news del 28 febbraio)
 






Con Enel Energia si guarda avanti a cominciare dalle lampadine a led

Enel Energia lancia la nuova campagna per l'efficienza energetica, con creatività di Saatchi & Saatchi, sensibilizzando sui vantaggi della luce a led e proponendo ai clienti l'acquisto di kit di lampadine pagandole a rate in bolletta

19 maggio 2014 - Dopo la campagna istituzionale #guardiamoavanti, che invitava a impegnarsi a costruire un futuro grande quanto il nostro passato (vedi Videonotizia del 24 marzo), Enel invita a migliorare la quotidianità anche con semplici gesti domestici, come sostituire una lampadina con una a led. Nella nuova campagna firmata da Saatchi & Saatchi 'Un’energia che guarda avanti', il conduttore Alessandro Cattelan propone l'offerta di Enel Energia ‘Luce a led’ con cui i clienti possono acquistare kit di lampadine a led pagandole in piccole rate direttamente in bolletta. 
 
Nello spot da 30 secondi Cattelan si aggira per le stanze della bella ma vecchia casa della nonna. piena di oggetti antichi. Oggi però bisogna evolvere verso la sostenibilità, cominciando anche dall'illuminazione. In tre altri spot da 15 secondi Cattelan cercherà di convincere la nonna con uno scambio di battute e di equivoci in stile mini sit-com a puntate. La produzione è di Think Cattleya e la regia di Bosi&Sironi. 
 
La campagna prevede anche radiospot in linea coi 15” in tv, poi stampa e affissioni in cui è la nonna ormai convinta a invitare a passare a Enel Energia, e display focalizzati sulle caratteristiche principali delle lampadine a led: durata e risparmio con l'opportunità della rateizzazione. Sul sito //guardiamoavanti.enelenergia.it la nonna in veste moderna sfida gli utenti a rispondere a un test con domande che rivelano l'essere o meno up to date, a cui corrisponde un punteggio e un giudizio. In ogni caso il consiglio è di passare a Enel Energia. Un secondo sito è dedicato alla raccolta contatti (http://lucealed.enelenergia.it). 
 





In attesa di ospitare i Mondiali, il Brasile
si promuove come meta turistica in 113 Paesi

Il Ministero del Turismo brasiliano ed Embratur lanciano una campagna che racconterà a 1.300 milioni di persone nel mondo le caratteristiche del popolo brasiliano e le attrazioni del Paese, invitando a godere delle offerte culturali e naturali e della passione per la danza e per il calcio

13 maggio 2014 - A meno di 40 giorni dall'inizio della Coppa del Mondo Fifa, e senza dimenticare che poi nel 2016 sarà sede dei Giochi Olimpici e Paraolimpici, il Brasile lancia una grande campagna internazionale per promuovere il Paese come meta turistica, invitando a godere delle offerte culturali e naturali e della passione popolare per la danza e per il calcio.
 
La campagna è prodotta dal Ministero del Turismo e da Embratur (Ufficio Brasiliano del Turismo) ed è costituita dai video ‘Incontri’ e ‘Ballo’. Il primo vuole evidenziare il calore, l'energia e l'ospitalità del popolo brasiliano, cosi come le bellezze natu
rali, le esperienze culturali e gastronomiche del Paese. Come colonna sonora ha il jingle diventato famoso durante il Carnevale di Salvador de Bahia 2014 cantato da Ivete Sangalo. ‘Ballo’ mette al centro lo stile di vita del popolo brasiliano, la passione per il calcio, il calore della gente, l'amore per la musica e per la danza. La campagna è stata presentata ieri dal Ministro del Turismo brasiliano, Vinicius Lages, in una conference call mondiale. 
 
Il presidente di Embratur, Vicente Neto, ha ricordato che il Paese si sta preparando in modo speciale a ricevere 600.000 visitatori internazionali e a essere al centro dell'attenzione di miliardi di spettatori in tutto il mondo. La campagna si propone di raggiungere 1.300 milioni di persone con una pianificazione multimediale che prevede tv, internet, social network e affissioni in 113 Paesi tra America, Europa e Asia.









Progetto digital per il turismo in Corsica con PR & Go Up CP

CorsicaVivilaAdesso è il progetto di 'destination marketing' che promuove gli arrivi italiani nell'isola, con 6 blogger che la raccontano da tutti i punti di vista. Lo integrano affissioni nella metro di Milano e citazioni e radiospot su Rmc

7 maggio 2014 - CorsicaVivilaAdesso è il titolo del progetto digital ideato da Pr & Go Up Communication Partners per Atc (Agenzia del turismo della Corsica), in collaborazione con Atout France, Fiat e Corsica Ferries, per promuovere gli arrivi italiani nelle prossime vacanze e rilanciare l’isola come meta estiva con azioni mirate di 'destination marketing' che integrano strumenti digitali e pubblicità tradizionale. 
 
Al centro del progetto c'è il blog Corsicavivilaadesso.it, un diario di viaggio in tempo reale con testi, fotografie e video tenuto da 6 blogger che si passeranno il testimone da aprile a giugno lungo 6 itinerari pensati per tutti i tipi di viaggiatori: gruppi di amici, coppie, famiglie, amanti della vacanza attiva in bicicletta, cultori dell'ozio in spiaggia. I contenuti del blog e la condivisione sulla pagina Facebook di I Love Corsica, di Corsica Ferries e sui canali social dei blogger stessi raccontano l’isola da tutti i punti di vista. L’hashtag ufficiale è #corsicavivilaadesso.
 
Il progetto digital è affiancato e integrato da una campagna di affissioni nella metro di Milano fino al 19 maggio e  da una campagna radiofonica su Rmc con divertenti citazioni da 30’’ e 6 radiospot da 15’’on air dal 12 al 25 maggio. 


PayPal cambia logo e lancia una campagna di brand globale

La campagna multimediale di Havas Worldwide comunicherà il concetto che PayPal dà maggior potere alle persone sul proprio denaro e veicolerà la nuova brand identity e il nuovo logo disegnato da fuseproject

5 maggio 2014 - PayPal (servizi di pagamenti online) lancia la sua prima brand campaign a livello globale, ideata e sviluppata da Havas Worldwide. Il concept è che oggi le persone possono trovare nuove vie per connettersi, per pagare e per fare acquisti alle proprie condizioni e PayPal rende ancora più semplice, sicuro e intuitivo il pagamento. Il claim recita: 'Powering The People Economy'. La campagna verrà lanciata in tv, stampa, web e social network, out of home e negozi tra estate e autunno. Gli spot andranno in onda inizialmente in Germania, Uk  Australia e Usa. 
 
La campagna comunicherà anche la nuova brand identity e il nuovo logo  di PayPal disegnato da fuseproject, più moderno e orientato al mondo mobile. Inizierà a comparire su prodotti, comunicazioni di marketing e sui diversi canali online di PayPal, compresi PayPal.com, PayPal-Forward.com e i social media. 
 
La nuova brand identity, che introduce la nuova sigla con la doppia P (abbreviazione di PayPal), vuole trasmettere una maggiore emozione, mantenendo un legame con il brand attuale. Semplice e flessibile potrà essere utilizzata ovunque, dagli smartphone alle Tv da 72’’. Caratterizzano il nuovo logo un lettering più forte nel font Futura, il nuovo monogramma con la doppia P, colori più vivaci e una grafica più dinamica. Si conferma l'utilizzo del  blu ma in due nuove tonalità: indaco per la parola 'Pay' e un blu più vivace per la parola 'Pal'. Le due P del monogramma si sovrappongono per sottolineare il collegamento tra persone quando utilizzano il servizio. 
 




Ritiro self service di pacchi con Packstation Dhl Express.
A Milano la prima in Italia

In piazzale Segrino è attiva, per ora solo per il ritiro, in futuro anche per gli invii, la prima stazione automatizzata a disposizione dei cittadini 7 giorni su 7, 24 ore su 24, che funziona in stile bancomat. Il progetto, in collaborazione col Comune e PsLIVE, è in ottica di sostenibilità ambientale e di città smart

17 aprile 2014 - Rivoluzione nel mondo delle spedizioni e dell'e-commerce. Dhl ha inaugurato a Milano in piazzale Segrino la prima Packstation DHL Express in Italia, struttura self-service per il ritiro di pacchi, a disposizione dei cittadini 7 giorni su 7, 24 ore su 24. E' la prima di una serie che verranno installate in zone strategiche della città: in fase test saranno 5 a Milano (di cui 3 entro fine maggio nelle piazze Amendola, De Angeli e Sraffa) e altre 5 fuori Milano entro fine anno, possibilmente vicino a stazioni ferroviarie, banche, stazioni metropolitane, fino ad arrivare in un paio d'anni a presidiare l'intero territorio italiano. 
 
Il progetto a Milano nasce in collaborazione col Comune (Dhl sarà l’unico operatore a poter installare le Packstation sul suolo pubblico) e con l'organizzazione e la gestione della global experiential agency psLIVE (gruppo Dentsu Aegis Network) che già ha ideato per Dhl il progetto Go Green che lega innovazione tecnologica e sostenibilità con la nascita dei mezzi ecologici Triclò per le consegne (vedi news del 4 ottobre 2013). La politica ambientale di Dhl a livello mondiale, iniziata nel 2008, prevede l’adozione di misure che arrivino all’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica del 30% entro il 2020, obiettivo che l'Italia sta raggiungendo in largo anticipo. E Packstation farà la sua parte, visto che alleggerirà il processo di delivery door-to-door, eviterà le mancate consegne per assenza del destinatario, ridurrà insomma la congestione del traffico. E sarà strumento sempre più utile in epoca di e-commerce crescente. 
 
L'utilizzo è semplice, come un bancomat. Per accedere al sistema automatizzato si inserisce un codice d’accesso riservato e personale o si può  usare un barcode. La Packstation di piazzale Segrino prevede 70 moduli di diverse dimensioni per contenere i pacchi. Ma il sistema è modulare e in Germania, dove ne sono già installate 2.700, ce ne sono di grandi dieci volte tanto. In Italia, terzo Paese europeo dove parte il servizio (l'altro è la Svizzera), per ora è possibile solo il ritiro, successivamente Packstation sarà attiva anche per gli invii.  (V.S.)


Paprika, la nuova release è in rampa di lancio

Il software gestionale per il settore creativo focalizzerà l'attenzione anche sugli aspetti inerenti la navigazione e l'estetica. Forte di un'offerta differenziata per grandi aziende e pmi e di una crescita del 20%, la società punta su ricerca e sviluppo e sull'espansione in Europa. Intanto è già pronto il rebranding del marchio

16 aprile 2014 - Un software gestionale che monitora i costi, gestisce il progress di progetto e l'assetto contabile in un unico sistema integrato, rivolto in particolare alle imprese del settore creativo. E che ora evolve con la nuova release. Paprika è l'azienda che lo produce. “La chiave per migliorare le tue prestazioni, la soddisfazione dei tuoi clienti, il tuo profitto” recita il claim del Gruppo. Che la specialità di un'agenzia sia creare campagne, eventi o brand di qualità, Paprika promette di far funzionare al meglio ogni livello del business. Un operato che l'Azienda sintetizza in tre punti: sostegno nella coordinazione e nella gestione d'impresa, dai primi contatti alla fatturazione all'assetto contabile; miglioramento delle prestazioni e messa a fuoco dell'informazione giusta nelle mani giuste al momento giusto; fornitura degli strumenti utili a tradurre semplici input nell'esatta informazione.
 
Quello di Paprika è un circolo virtuoso che passa dalla gestione dei contatti al budget/preventivazione, passa per il coordinamento dei progetti, si inoltra nella fatturazione e chiude con la contabilità. A livello tecnico, Paprika gira sia su Mac sia su Pc, in ogni combinazione e numero, con utenti che operano localmente o a distanza, interfacciandosi con vari tipi di database quale Sql Server e Oracle supportando ogni tipo di esigenza.
Elisa Bernasconi
Country Manager per l'Italia
 
E ora, proprio in questo mese di aprile, si intensifica la fase di fermento per il lancio di una nuova release. «Posto che l'assetto rimane verticale e che l'architettura è quella, solida e rodata – spiega la country manager per l'Italia Elisa Bernasconi – con la nuova release ci focalizzeremo sulla navigazione e sulla sua estetica, troppo spesso trascurata. Occorre un po’ di piacevolezza, di appeal». Paprika nel contempo sta attivando un rebrand del marchio: “Il nome rimarrà questo, ma si gioverà di un restyling. In più, stiamo progettando la creazione di schermate ad hoc per il controllo di dati consolidati”.
 
Ma come si muove sul mercato Paprika? Quali sono i competitor cui deve tenere testa? Elisa Bernasconi ne indica uno solo, ma le diversità tra le due società non sono da poco: “Il nostro maggiore competitor è Maconomy. La differenza tra noi e loro è che Paprika ha differenziato il business, con un'offerta slim, dedicata alle strutture medio piccole, che sono la maggior parte, e una full indirizzata alle grandi imprese, che rappresentano comunque il nostro core. Maconomy si posiziona solo su quest'ultimo segmento, puntando su agenzie di grandi dimensioni e
quindi sui grandi Paesi”.
 
Un occhio sempre vigile sull'attualità, ma la mente proiettata al futuro. E le basi di partenza sono decisamente solide, come spiega la manager: “Abbiamo una crescita annua classica del 20%. Ma l'ultimo biennio, caratterizzato da una depressione economica forte, ci ha visti avanzare solo del 6%. La ripresa non si è fatta attendere e negli ultimi due trimestri siamo ritornati al +20%. E viste le stime di fatturato in crescita, gli investimenti andranno di pari passo e comprenderanno anche la ricerca e lo sviluppo sul fronte user-friendliness, segmenti per cui abbiamo creato una task force”. Paprika ha progressivamente conquistato un'ampia fetta di mercato, ma l'evoluzione non sembra essersi arrestata neanche in questo senso: “Siamo partiti sul finire degli anni 70 dall'Inghilterra, da lì abbiamo varcato l'oceano, diretti verso gli Usa. Poi è stata la volta dell'Australia, del ritorno in Europa, dell'affermazione in Spagna e Italia. Paprika è disponibile anche in tedesco e ora stimo preparando un format anche per la Francia.”


Telecom Italia istituisce il premio Tim Leader per i calciatori più corretti

Il riconoscimento sarà assegnato ai giocatori della Lega Nazionale Dilettanti ritenuti più corretti, abili e carismatici secondo gli allenatori avversari, al 53° Torneo delle Regioni. Coinvolti anche i social

15 aprile 2014 - Per il 53° Torneo delle Regioni in corso a Lignano Sabbiadoro, una delle più antiche competizioni sportive italiane che quest'anno vede coinvolti circa 2700 tra atleti e dirigenti, Telecom Italia istituisce il premio Tim Leader da assegnare  a Juniores, Allievi e Giovanissimi maschile, Calcio Femminile, Calcio a 5 maschile e femminile della Lega Nazionale Dilettanti che nella fase di qualificazione  si siano rivelati più corretti, abili e carismatici secondo il giudizio degli allenatori avversari. Il  riconoscimento vuole sostenere la  passione per il calcio dilettantistico. La premiazione sarà domani 16 aprile alle 16 al villaggio Ge.Tur di Lignano, sede del torneo.
 
Un contest, a titolo 'il mio calcio',
permetterà inoltre a tutti i partecipanti alla competizione di vincere premi, votando e facendosi votare sui social, pubblicando foto e video sulla pagina ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti su Facebook, raccontando  la loro esperienza al Torneo delle Regioni. Qui Telecom Italia è presente anche anche con lo spazio Tim Square, villaggio dedicato alla svago degli atleti. 
 

 


Google apre l'Edicola, riviste e giornali
pay o free su smartphone e tablet

Il servizio permette agli editori di vendere singole copie e abbonamenti agli utenti di dispositivi mobile Android. Già 50 le testate a disposizione. L'Italia è il primo Paese non anglosassone in cui Google Play Edicola è attivo 

11 aprile 2014 - Google ha varato  il servizio Edicola, con cui usufruire all'interno di Google Play Store, o attraverso  l'app Edicola per smartphone e tablet Android, delle fonti di notizie preferite. Attraverso Edicola si può attivare un abbonamento, gratuito o a pagamento, a riviste, blog e giornali e Google li ottimizza rendendoli leggibili su tablet e smartphone. L’Italia è il primo paese, dopo quelli di lingua inglese, in cui gli editori possono offrire così riviste e quotidiani. Tra quelli che hanno aderito ci sono Class, Condé Nast, Editrice Universo, Gruppo Espresso, Hearst Magazines Italia, La Stampa, Il Sole 24 Ore, Mondadori e Rcs MediaGroup.
 
Si possono acquistare tra gli altri, in copia singola o su  abbonamento, i quotidiani La Stampa e Il Sole 24 Ore, i magazine L’Espresso e Panorama, femminili come Amica, Cosmopolitan, Donna Moderna, Elle, Grazia e Vanity Fair, familiari come Gente e Famiglia Cristiana. E ancora Automobilismo e AlVolante,  Dove e National Geographic, Class, Focus, Starbene, Sale&Pepe, Cose di Casa, Style. Offrono invece un’edizione gratuita Corriere dello Sport, Il Giornale, Italia Oggi, Milano Finanza, Quotidiano.net, Il Secolo XIX e Tuttosport. 
 
La app Play Edicola per smartphone e tablet Android si scarica gratuitamente da Google Play Store.  (M.O.)


Generali Italia si presenta invitando a vedere positivo

Dall'ambient ai social, dalla tabellare alla guerrilla nelle agenzie, il primo gruppo assicurativo italiano frutto delle fusione di cinque brand punta a posizionarsi innovativo e vicino alla gente. Così è partito a comunicare dalle piazze sorprendendo con i megaocchiali colorati che tolgono il grigio al futuro. Creatività di Jwt e budget di dieci milioni

2 aprile 2014 - Con l'esposizione fino all'8 aprile di un paio di mega occhiali con lenti colorate in piazza Cordusio a Milano, e contemporaneamente a Bologna e Napoli, si sta concludendo la fase ambient e social che fa da anteprima alla campagna con cui Generali Italia intende raccontare ai clienti la riorganizzazione, che si è conclusa il 1° gennaio e che ha visto fondersi sotto il brand i cinque marchi assicurativi Generali, Toro, Ina Assitalia, Lloyd Italico e Augusta, dando vita al maggior gruppo assicurativo Iitaliano. 
 
La campagna, curata da Jwt che ha vinto la gara la scorsa estate contro Saatchi & Saatchi, Cayenne e The Others, punta anche a posizionare il brand come innovativo e vicino alle persone. Ecco perché si è partiti dalle piazze a comunicare il claim #vediamopositivo con cui dare agli italiani un messaggio di speranza. Via il grigiore. A Venezia, Roma, Torino dal primo giorno di primavera e ora a Bologna, Napoli e Milano la gente è invitata a guardare attraverso gli occhiali la città, il Paese e anche il futuro in modo positivo: perché “guardare la vita con positività è il primo passo per migliorarla”. Hostess e steward invitano a interagire con foto, video e audio per esprimere il proprio punto di vista sulla positività, per poi condividerlo sui social network. I contributi appaiono sul sito vediamopositivo.it, su Twitter e Instagram e i video su You Tube. 
 
Il 6 aprile partirà la campagna tabellare in tv, radio e web, con media in carico ad Havas Media, con una creatività corporate che poi si declinerà in campagna di prodotto per la Polizza Auto a Consumo (meno usi l'auto e più risparmi) e per Valore Futuro, un prodotto di investimento nei mercati emergenti. Alla fine del primo semestre, l'operazione si concluderà con il capitolo rivolto al trade marketing, pubblicizzato sul web e con attività di guerrilla marketing, in cui gli agenti si faranno portatori del messaggio nelle rispettive agenzie. 
 
L'articolata operazione, come ha spiegato Claudia Ghinfanti, responsabile brand, advertising e web management di Generali Italia, conta su budget di 10 milioni di euro e potrebbe avere un follow up nel secondo semestre alla luce dei risultati ottenuti.





Compie 5 anni il programma fedeltà multipartner
di Nectar Italia. In lancio il nuovo Catalogo

In cinque anni Nectar Italia è arrivato a 11 milioni di iscritti, 6.000 pv in cui utilizzare la carta e oltre 60 partner di differenti merceologie. Il  Catalogo 2014-2015 arriva con la promozione 'Prendi e Riprendi' che restituisce per ogni premio richiesto nei primi 15 giorni di aprile il 30% dei punti utilizzati

26 marzo 2014 - Festeggia 5 anni di attività in Italia Nectar (gruppo Aimia) che per primo vi ha portato un programma fedeltà multipartner, ovvero una sola carta fedeltà per la raccolta punti presso insegne di settori merceologici differenti, tra Gdo come Simply e Auchan, carburanti come Ip, elettronica di consumo come Unieuro, viaggi come Welcome Travel, online shopping come SaldiPrivati, abbigliamento come Original Marines, autonoleggio come Hertz, leisure come Ibs.it, giusto per citarne alcuni. In 5 anni Nectar Italia è arrivato a contare 11 milioni di iscritti, di cui oltre la metà attivi nell'ultimo periodo, 6.000 punti vendita dove utilizzare la carta e accumulare punti e oltre 60 partner fornitori di diversi settori merceologici, alcuni anche online. 
 
Il 1°aprile sarà disponibile nei punti vendita il nuovo
Catalogo 2014 -2015, con premi di marche note abbordabili a vari livelli di punteggio. Accanto ai classici tv o tostapane, vengono offerti prodotti in aree trendy come il fai da te, il vintage, il green, l'outdoor  e l'oggettistica con personaggi amati dai  bambini. Al lancio del Catalogo viene abbinata la promozione 'Prendi e Riprendi' che restituisce per ogni premio richiesto nei primi quindici giorni di aprile il 30% dei punti utilizzati per incentivare a proseguire la raccolta. E' una di tante promozioni, punti bonus in omaggio e acceleratori che permettono ai clienti di raggiungere prima la meta. Nectar continua inoltre ad ampliare i partner commerciali e i settori per dare maggior scelta e velocizzare l'accumulo punti. 
 
Il Catalogo si può consultare anche sul sito Nectar.it, che è stato rinnovato, e dove si  trovano  informazioni sulle iniziative promozionali per una raccolta punti più veloce, insieme a video dimostrativi sui prodotti proposti, accessibili anche con QR Code e smartphone dal cartaceo. Nella sezione myNectar del sito, il cliente registrato può monitorare il saldo punti e richiedere i premi prescelti (che vengono recapitati a casa) in alternativa al rivolgersi al Servizio Clienti. Il contatto con i clienti avviene anche con l'app e col dialogo sulla pagina  Facebook. Alcuni tra i più attivi di Milano sono anche stati invitati alla presentazione ufficiale del Catalogo in un evento in cui i premi erano stati strategicamente ambientati nelle varie zone di un appartamento.
 
La profilazione del cliente fa sì che Nectar possa instaurare un relazione diretta, con attività di comunicazione mirata, inviandogli quattro volte l'anno dei notiziari e dei coupon di prodotti di suo interesse. Catalogo e attività direct sono curati da Altavia Group con la direzione creativa di Pierfrancesco Jelmoni e Fabrizio Ferrero De Michelis, che ai tempi di Forchets (ora chiusa) avevano ideato per Nectar la campagna radio nel 2012. 
 
Il fatturato 2013 di Nectar in Italia è stato di circa 60 milioni di euro, in crescita sui 55 del 2012. Intanto è arrivato anche un competitor, Payback del gruppo AmEx (vedi news del 30 gennaio), a dimostrazione – dicono dal management di Nectar – della bontà del modello di business.  (V.S.)
 


Con Best Western Italia si gioca a HotelRun

Il mobile app game, sviluppato da modomodo, promuove il brand e il loyalty program BWR, scherzando sulla cattiva abitudine di alcuni ospiti di portarsi via souvenir dalle stanze. Si lega a un concorso che mette in palio punti bonus. È promosso su Facebook, con guerrilla marketing in hotel e dem profilate

25 marzo 2014 - Best Western Italia sperimenta una nuova modalità di engagement attraverso le app e lancia HotelRun, mobile game disponibile free per iOS e Android per promuovere il brand e il loyalty program Best Western Rewards. 

HotelRun è un running game a scorrimento orizzontale con protagonista un cliente, in fuga dal concierge, che si imbatte in oggetti da raccogliere e ostacoli da evitare. La trama è ispirata agli ospiti che hanno la cattiva abitudine di prendersi dei 'souvenir' nelle camere d'albergo. Li invita a distinguere tra oggetti consentiti, contrassegnati in verde (pantofole, kit cortesia, riviste) e proibiti in rosso (phon, grucce, accappatoio, asciugamani). Nella sua corsa il cliente trova aiuti, rappresentati dal logo di Best Western, e sabotatori come un concierge arrabbiato, una governante, un cameriere.
 
I
l concorso che si conclude il 28 dicembre premia ogni settimana e ogni mese con punti bonus Best Western Rewards (regolamento su hotelrun.bestwestern.it). I giocatori registrati al BWR concorrono a una doppia classifica che mette in palio oltre un milione di punti del programma fedeltà.
 
Per promuovere l'app, sono previste attività di comunicazione mirate: una serie di dem per i soci del loyalty program e per gli iscritti a bestwestern.it e una campagna profilata su Facebook. &Egrae; prevista anche un'attività di guerrilla marketing all'interno degli hotel ed è stato realizzato un video virale visibile su hotelrun.bestwestern.it. Il mobile game è stato sviluppato da modomodo. 



Ip torna in comunicazione con Publicis e mette al centro la Nazionale

Sponsor degli Azzurri, Ip è su stampa e digital con una campagna in più soggetti, on air fino ai Mondiali, che sostiene la vicinanza materiale e di valori con gli italiani

19 marzo 2014 - È on air da oggi il primo di cinque soggetti della campagna su stampa per Ip (gruppo Api), che veicola il messaggio della vicinanza agli italiani: una vicinanza di valori (l'italianità, la convenienza) oltre che materiale, grazie alla rete estesa in tutta Italia, che viene raccontata nei visual dal punto di vista di un cliente al volante della sua auto. Firma la campagna Publicis, agenzia che Ip ha scelto per il ritorno in comunicazione dopo una gara a cui hanno partecipato anche Oncomunicazione, Hi! Comunicazione, M&C Saatchi,1861united (ora Grey United) e 19Novanta di Roma.
 
Il primo soggetto parla di una passione che Ip condivide con tutti gli italiani, quella per la Nazionale di cui è sponsor, simboleggiata da un gagliardetto tricolore all'interno dell'auto. Gli altri soggetti andranno on air fino alla fine dei Mondiali in Brasile principalmente su stampa sportiva. Comunicheranno la valorizzazione di rifornimento Self e Servito, il lancio di un'app dedicata ai clienti e le iniziative promozionali a supporto della sponsorizzazione.
La campagna è stata ideata e realizzata con la direzione creativa esecutiva di Cristiana Boccassini e Bruno Bertelli. Il media è in carico a Mindshare. E' prevista anche una declinazione sul digital.


3 Italia propone 'Pensione 3' ai clienti ultradecennali

Nasce il piano ‘a canone zero’ rivolto agli over 40, che prevede telefonate e internet gratis per vent'anni quando avranno raggiunto i sessanta e almeno dieci anni come clienti di 3. A supporto del lancio, la campagna di Opinion Leader su quotidiani con Raoul Bova testimonial

18 marzo 2014 - 3 Italia presenta ‘Pensione 3′, piano 'pensione' telefonico con cui parte alla conquista di un pubblico maturo. Da sempre rivolto sopratutto a un pubblico giovane, il gestore telefonico mette a punto un piano di fidelizzazione ‘a canone zero’ rivolto agli over 40, che prevede telefonate e internet gratis per chi ha sessant’anni e ha maturato almeno dieci anni con 3. Da domani fino al 30 aprile, chi passa a 3 con un Abbonamento Top con minuti, messaggi e internet veloce a partire da 10 euro al mese e resta cliente di 3 per almeno 10 anni, dal 60°compleanno potrà parlare e navigare gratis per 20 anni senza pagare il canone. Per un cliente, ad esempio, col piano Top Sim, la pensione telefonica permetterà di risparmiare sul canone di abbonamento da un minimo di 2.400 euro a un massimo di 7.200 euro.


Oltre ad acquisire nuovi clienti, Pensione 3 punta a riconquistare chi è stato cliente di 3 in passato. I clienti di ritorno, infatti, potranno riscattare gli anni trascorsi in 3 e maturare i requisiti per beneficiare al più presto della 'pensione telefonica'. Prossimamente l'iniziativa verrà estesa anche agli attuali clienti.

La campagna a supporto dell'offerta parte oggi su quotidiani per due settimane, con protagonista Raoul Bova che per la prima volta passa per 3 dalla tv alla stampa. La creatività è a cura di Opinion Leader e il media di Carat.


Getty Images offre gratis 35 milioni
di foto per il web usate in modo embedded

Le foto saranno disponibili free per scopi non commerciali, in cambio gli utenti  dovranno utilizzare un servizio di embedding che fa apparire il marchio Getty e i credit del fotografo con link al sito per eventuale acquisto della foto. In progetto l’inserimento di spazi pubblicitari

7 marzo 2014 - L'agenzia fotografica americana Getty Images, che vanta il più grande archivio fotografico al mondo, combatte una sua personale guerra alla pirateria con un'iniziativa dirompente: rende disponibili gratuitamente 35 milioni di fotografie, quasi tutto il suo archivio, utilizzabili sul web purché per scopi non commerciali. In cambio viene chiesto agli utenti di utilizzare un servizio di embedding che incornicia l’immagine in un riquadro dove appaiono il marchio di Getty, i credit del fotografo, il riferimento ai termini della licenza e i bottoni per condividere l’immagine sui social.
 
Così si garantisce la corretta attribuzione alle immagini, ma in più tutte rimanderanno via link al sito di Getty e alla pagina dove sarà possibile acquistare la fotografia per chi  intenda usufruirne commercialmente. L'agenzia potrà sapere chi utilizza le immagini, come le utilizza e chi le visualizza. In progetto anche l’inserimento di spazi pubblicitari all’interno delle fotografie, come avviene nei video di Youtube.
 
L'uso in embedding sarà possibile anche in articoli o contenuti editoriali ma continuerà a essere a pagamento l'uso in alcuni servizi, ad esempio nei reportage. 
 


Nuovo format in tv per Telecom con Pif e Leagas Delaney

Al via gli spot dedicati a tutti i servizi e i target di clientela. Nel primo il testimonial Pif spiega quanto possa fare Telecom Italia perché le passioni degli italiani possano essere alimentate e condivise
 

7 marzo 2014 - Il nuovo format di comunicazione in tv di Telecom Italia, ideato da Leagas Delaney con supervisione creativa di Tim Delaney (presidente e direttore creativo Leagas Delaney Group), sarà on air da domenica 9 marzo e avrà come  protagonista Pif.  Sarà dedicato alle passioni degli italiani e al ruolo che le tecnologie svolgono nell'attivare community di persone con gli stessi interessi. Pif le andrà a incontrare per fare conoscere quanto possa fare Telecom Italia, attraverso infrastrutture di telecomunicazioni e servizi, affinché le passioni possano essere alimentate e condivise.
 
Nel primo spot, Pif si rivolge agli spettatori per spiegare la sua 'missione' lanciando anche un canale di dialogo e di scambio sui social network con l’hashtag #MilioniDiPassioni per fare vivere sul web lo spirito della campagna. La campagna continuerà poi raccontando le potenzialità offerte da Telecom Italia per i servizi voce e internet da casa e in mobilità, come la Smart, nuova offerta per famiglia che, in un’unica bolletta, offre Adsl illimitata da casa e per lo smartphone 2 Giga e 400 minuti di chiamate verso fissi e mobili. 
 
Oltre che in tv, il nuovo format vivrà sul web con contributi extra. La produzione è di Rsa Film e la regia di Luke Scott. 


Italo di Ntv e Car2Go alleati a Milano per la mobilità sostenibile

Gli iscritti al programma fedeltà Italo Più scendono dal treno ad alta velocità e proseguono il viaggio in città col servizio di micro-noleggio urbano condiviso, con vantaggi particolari. La novità viene comunicata alla clientela dei due partner attraverso newsletter, i rispettivi siti, i social e a bordo di Italo. In estate Car2Go darà il via al 'roaming internazionale'

20 febb
Antonello Perricone, presidente e a.d. di Ntv
e Gianni Martino, operation manager di Car2go
raio 2014
- Alleanza tra il car sharing di Car2Go, la società del gruppo Daimler che per primo ha lanciato in Italia il micro-noleggio urbano condiviso, e l’alta velocità del treno Italo di Ntv: si scende da Italo e grazie all’app car2go, si preleva, previa registrazione, la smart più vicina (al massimo in un raggio di 300 metri) per proseguire il viaggio in città, con vantaggi per la clientela di ambo i partner. Una perfetta combinazione sul piano della sostenibilità ambientale. Secondo le stime di Car2Go, infatti,  un'auto del servizio toglie dalla circolazione in un anno 12 auto tradizionali e induce le famiglie di utenti a rinunciare alle seconda auto di proprietà. Quanto a Italo, per il 98% è fatto di materiale riciclabile ed emette il 15% in meno di Co2 rispetto ad altri treni ad alta velocità, per non parlare del biglietto che non chiede stampa e della raccolta differenziata a bordo.
 
Tornando ai vantaggi per i clienti, gli iscritti al programma fedeltà Italo Più (a oggi 385.000 mila), che presentano la propria carta presso i punti di registrazione car2go in Italia, possono usufruire nella fase di lancio (fino al 30 aprile) della registrazione gratuita al servizio di car sharing, oltre a un bonus di 45 minuti gratuiti per l’uso del servizio. Successivamente, a periodo di lancio concluso, avranno uno sconto di 10 euro per la registrazione al servizio di car sharing e ancora il bonus di 45 minuti gratuiti. In analogia, i clienti di car2go nella fase di lancio (fino al 30 aprile) avranno un voucher di 15 euro per viaggiare con Italo, valido su ogni tratta e ambiente, per le offerte commerciali Base ed Economy. Inoltre con un biglietto Smart avranno, in base alla disponibilità,  un upgrade all'ambiente Smart XL, la nuova carrozza con spazi da prima ma senza i servizi inclusi, e l'accesso gratuito alle sale riservate. Successivamente, rimarrà il  voucher di 15 euro.  
 
Car2Go, presente a Milano da 28 settimane con 600 smart a cui se ne aggiungeranno a breve altre 209  (10.000 quelle nel mondo, di cui 1.200 elettriche), conta a oggi 60.000 utenti sui 600.000 che ha in 25 città di 7 nazioni di 2 continenti. Il servizio arriverà nell'anno anche a Roma, inoltre dalla prossima estate sarà attivo il cosiddetto 'roaming internazionale' ovvero ogni iscritto al servizio nella propria città potrà usufruire del servizio all'estero. 
 
Italo dal 15 dicembre offre 52 collegamenti tra 13 città e 16 stazioni e nel 2013 ha avuto 6.2 milioni di viaggiatori. 
 
L'accordo tra Ntv e Car2Go sarà comunicato direttamente alla rispettiva clientela attraverso newsletter, attività digitali sui siti e  sui social, in particolare attraverso Facebook. Ci saranno anche annunci nei punti di registrazione e a bordo di Italo. 


Unicredit dà il via alle celebrazioni dei 15 anni con Music Streets,
concerto con 5 professionisti e 5 artisti di strada votati sul web

Il concerto in collaborazione con La Filarmonica della Scala si terrà l'11 febbraio a Milano, in piazza Gae Aulenti davanti alla nuova sede, seguibile anche in streaming. I cinque artisti di strada sono stati scelti via web e social, inserendo il progetto nelle nuove iniziative di comunicazione del gruppo sul digital

7 febbraio 2014 - Sarà l'11 febbraio una giornata speciale per Gruppo Unicredit che darà il via alle celebrazioni dei suoi primi 15 anni sul mercato. Era il 1999, infatti, quando si completarono le fusioni tra più istituti bancari e si diede l'avvio a quello che oggi è uno dei maggiori istituti di credito europei, presente in 20 Paesi, con 155.000 addetti e 40 milioni di clienti. L'11 febbraio a Milano ci sarà l'inaugurazione ufficiale della nuova filiale, già operativa in sordina da fine gennaio, nell'avveniristico Palazzo dove ha preso sede la direzione generale dell'istituto (quella sociale è a Roma), ovvero nella Torre 3 di piazza Gae Aulenti nel Centro direzionale: un palazzo, come sottolinea il management, “che è anche simbolo dell'impegno dell'istituto nella sostenibilità ambientale”. 
 
Poi al pomeriggio, alle 18 in punto, Unicredit offrirà alla cittadinanza nella piazza un singolare concerto in cui suoneranno cinque artisti di strada e cinque musicisti della Filarmonica, presentati dal Dj Linus. E' il punto di arrivo del progetto Music Streets per avvicinare alla musica un pubblico consolidato e uno nuovo, nato dalla  collaborazione tra Unicredit e La Filarmonica della Scala, di cui l'istituto è main sponsor da un decennio, nell'ambito di un ampio progetto strategico di sponsorizzazioni culturali nella musica e nell'arte, oltre che nello sport (è 'banca ufficiale' della Champions). 
 
Music Streets è anche inseri
I 5 artisti di strada. Da sin.:Valter Tessaris, Felice Pantone, Cheyenne Handman, Maria Norina Liccardo, Jakub Rizman
to nelle nuove iniziative di comunicazione di Unicredit sui canali social, iniziate nel biennio 2010-2011.  Ha  previsto infatti il coinvolgimento degli utenti attraverso web e social media nella scelta dei cinque artisti di strada, con appuntamenti e video-incontri in streaming. Quattromila utenti li hanno votati su www.musicstreets.unicredit.it e 53.000 utenti unici hanno seguito la storia dei musicisti con oltre 1.800.000 visualizzazioni dei video su sito e social. L’operazione ha, tra l'altro, incrementato la fan base di Facebook e Google+ di 17.000 fan. 
 
I cinque professionisti suoneranno pianoforte, contrabbasso, percussioni, clarinetto e viola, gli artisti di strada l'hang (strumento svizzero), la sega musicale (musical saw), l’arpa, la fisarmonica e la chitarra. In programma, brani di Vivaldi (Le quattro stagioni), Mozart (Marcia Turca),  Erik Satie (Gnossienne) e di Eric Carmen (All by myself, sulla base di un tema di Rachmaninov) in un arrangiamento inedito di Stefano Nanni: una contaminazione di generi ed esperienze diverse. Il concerto, che durerà quasi un'ora, potrà anche essere seguito in live streaming su www.musicstreets.unicredit.it. Tutte le attività possono essere seguite online con l'hashtag #musicstreets.
 
Le celebrazioni dei 15 anni continueranno con una serie di progetti che copriranno i due semestri e  includeranno anche activation della clientela con iniziative social e culturali. Come ha anticipato Silvio Umberto Santini, head of group brand management, quest'anno Unicredit non farà comunicazione istituzionale tabellare, ma solo pubblicità di prodotto (curata da Jwt e da Mediacom per il media), per  privilegiare attività unconventional. I partner saranno B-Fluid, agenzia di promotion marketing & crm ed eventi (che ha lavorato per l'evento Music Streets, mentre Sec ha curato l'ufficio stampa), Indipendent Ideas e altre.



Per saperne di più..>>

Gli artisti di Music Streets…>>



AmEx lancia in Italia PayBack,
programma di fidelizzazione multipartner

Con una sola carta, gratuita, si accumulano punti spendibili dai 7 partner, cinque colossi del largo consumo e dei servizi quali Carrefour, Esso, Alitalia, 3, Mediaset Premium,  e 2 finanziari quali Carrefour Banca e AmEx. Si aggiungono promozioni, sconti ulteriori, offerte di punti extra. Altri partner sono accessibili sul sito solo in e-commerce

30 gennaio 2014 - Debutta in Italia PayBack, innovativo programma di fidelizzazione multipartner del Gruppo American Express (che l'ha acquisito nel 2010 per 500 milioni di euro), a cui partecipano cinque colossi dei consumi familiari, tra largo consumo e servizi - Carrefour, Esso, Alitalia, 3, Mediaset Premium – e due partner finanziari quali Carrefour Banca e la stessa AmEx. L'Italia è il quinto Paese in cui arriva il programma, forte del successo avuto in Germania dove, nato nel 2000, conta oggi 20 milioni di clienti che muovono 16 miliardi di vendite, ed è la ter
za carta più importante dei tedeschi, dopo bancomat e tessera sanitaria. Poi è stato lanciato in Polonia, India e Messico arrivando a contare 50 milioni di clienti. E dopo l'Italia, approderà negli Usa.
 
PayBack consente di accumulare punti con le spese di tutti i giorni, anche online, e di trasformarli in premi da catalogo o in sconti sugli acquisti di beni e servizi effettuati presso i partner (“Con PayBack punti o sconti, scegli tu”). Ciò che lo distingue dai programmi di fedeltà tradizionali è che con una sola carta, gratuita, si accumulano punti spendibili da tutti: per capirci, con i punti della spesa si può risparmiare sulla benzina. O magari fare un viaggio con Alitalia, anche se non si prende abbastanza spesso l'aereo per poter sfruttare il programma Mille Miglia, dando agli acquisti di tutti giorni una
motivazione aspirazionale. 
 
Inoltre PayBack dà accesso a promozioni, sconti aggiuntivi, offerte di punti extra. La partenza ufficiale è oggi, ma già in fase di lancio i partner stanno offrendo ai clienti circa 160 milioni di Welcome Coupon con punti e sconti per un valore complessivo di 460 milioni di euro. Tanto per fare un esempio si stima che una famiglia tipo (conservativa), che spenda 150 euro al mese di carburante e 150 euro di spesa al supermercato, possa arrivare a risparmiare 100 euro in 3 mesi.
 
Esso e Carrefour hanno integrato il loro programma fedeltà con PayBack, Alitalia lo unisce a MilleMiglia, per 3 e Mediaset Premium è il debutto nella fidelizzazione. Ogni partner ha poi personalizzato la carta per distribuirla alla propria clientela e ha ideato un proprio incentivo all’affiliazione. Esso, ad esempio, che riconosce 2 punti per ogni litro acquistato, ne dà 500 al primo rifornimento fatto in febbraio e poi triplica i punti per litro fino a fine mese, e ripeterà in futuro l’iniziativa. Carrefour dà 1 punto per ogni euro speso, ma permette di usare anche la card col suo marchio dandone 2 per ogni euro, poi offre ulteriori vantaggi grazie alla sinergia con Carref
our Banca. Carrefour vede nella partnership la possibilità di ampliare la clientela (le card Carrefour sono oggi 3.5 milioni)  a 12 milioni potenziali di consumatori, tanti sono i clienti rappresentati dai 7 partner già possessori di carte fedeltà, su 20 milioni nel complesso. L’obiettivo per tutti è di arrivare a distribuire 8-9  milioni di carte PayBack. 
 
Per i consumatori più evoluti, più sensibili al couponing digitale che al cartaceo, c’è poi l’opportunità di accedere al programma sul sito di PayBack, dove ci sono ulteriori accordi di collaborazione con altri partner, per ora una decina, da cui fare acquisti esclusivamente online, accumulando punti. Ebay, RedCoon, Zalando e Profumerie Douglas sono i quattro principali. 
 
A supporto del lancio partirà il 15 febbraio per durare un paio di mesi la campagna di comunicazione in tv, stampa, radio e web (a cui è destinato il 15% del budget, ingente ma non dichiarato, comunque di “più milioni”). La campagna sarà firmata dall’agenzia di riferimento di American Express (che si accolla l’investimento), ovvero Ogilvy&Mather, cosi come il centro media è Mindshare. Protagonisti saranno i Pointees, già utilizzati in Germania, che caratterizzano tutta la grafica e saranno personaggi d’animazione nello spot e online. Seguiranno altri flight della campagna nel corso dell’anno, mentre a breve saranno lanciati l’app PayBack, l’app Facebook e la fan page su Facebook. 
 


UnipolSai Assicurazioni si presenta al grande pubblico

Nato a inizio gennaio dalla fusione di marchi storici del settore assicurativo nazionale, nelle sua prima campagna, a firma di Leo Burnett, il  nuovo gruppo comunica la vicinanza ai clienti e la presenza capillare sul territorio della rete di agenzie

29 gennaio 2014 - Si presenta al grande pubblico UnipolSai Assicurazioni, compagnia assicurativa operante nel mercato RC Auto, nata il 6 gennaio dalla fusione tra marchi storici del settore come Unipol Assicurazioni, Fondiaria-Sai, Milano Assicurazioni e Premafin: compagnia appena nata ma che racchiude in sé l'esperienza e la contiguità con il territorio italiano, perché unione di marchi che hanno fatto la storia del settore assicurativo nazionale.

Lo evidenzia la campagna televisiva firmata da Leo Burnett in tre soggetti, prodotti da FilmMaster con regia di Edoardo Lugari, in tv fino al 16 febbraio su reti Rai, Mediaset, Sky, La7, Class e i canali Discovery.

Al centro della comunicazione c'è il tema della vicinanza alle persone e dell'italianità
, attraverso l'esaltazione del vero capitale aziendale: la rete di agenti, presenti per i clienti in tutta Italia, capillarmente, da Rottofreno (Piacenza) a Cepagatti (Pescara), da Salve (Lecce) a Giovinazzo (Bari), passando per Scanzorosciate (Bergamo), Travagliato (Brescia) e Linguaglossa (Catania), tutte località accomunate dal nome originale e dall'essere sedi di una o più agenzie UnipolSai. Sulle note di ‘Stand by me’, incisa a New York dalla vocalist Inyang Bassey, gli agenti testimoniano l'appartenenza alla loro terra e ai marchi storici apparendo sotto ai cartelli stradali. Claim: “Insieme. Ancora più vicini”. È prevista anche un'estensione su quotidiani e magazine, sempre con gli agenti protagonisti. Pianifica Starcom.




Apre a Milano il teatro Linear4Ciak, con cui la compagnia assicurativa online conferma l'impegno sul territorio

Debutta col musical ‘Romeo e Giulietta’ il maggior teatro tenda italiano. Il coinvolgimento di Linear nella realizzazione fa parte delle iniziative intraprese dalla compagnia del gruppo Unipol a Milano per un contatto diretto coi cittadini

23 gennaio 2014 - Debutta oggi col musical altamente scenografico ed emozionale ‘Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo’ prodotto da Luca Zard, che approda a Milano dopo i successi romani, il Linear4Ciak, nuovo teatro tenda collocato al parco Alessandrini (tra piazzale Cuoco e  Piazzale Bologna), realizzato grazie alla collaborazione tra la nuova agenzia di comunicazione per lo spettacolo Show Bees e Linear Assicurazioni online del Gruppo Unipol. Teatro da grandi numeri: 2.862 posti, l'area occupata di 4.500 mq, palcoscenico di 35 mq di larghezza e 22 di profondità ne fanno il maggior teatro tenda italiano. Il musical sarà in scena fino al 23 febbraio, poi il cartellone annuncia Gigi d'Alessio l'11 aprile (quindi c'è spazio, se la risposta del pubblico lo suggerirà, di allungare le rappresentazioni del musical, atteso a Napoli solo il 9 aprile), poi Rita Pavone il 6 maggio, Ben Harper il 13 maggio, Steve Hackett  il 26 maggio. 
 
Il coinvolgimento di Linear a sostegno del Linear4Ciak, impegno su base pluriennale, fa parte delle iniziative intraprese dalla compagnia assicurativa sul territorio milanese, per un contatto diretto con gli abitanti “di una città dagli stili di vita emancipati che sta evolvendo per la smart”, come ha dichiarato Andrea Rapetti, vice direttore generale Linear Assicurazioni.  In primis, promuovendo la sostenibilità, c’è la sponsorizzazione di metà della flotta di car sharing a zero emissioni EQ Sharing nell’ambito del progetto delle Isole digitali del Comune di Milano di cui Linear è partner (vedi news).  Sul fronte della comunicazione outdoor, poi, il gruppo è presente a Milano dal 2012 con una maxi schermo dinamico informativo di 60 mq a piazzale Loreto.
 
La maggior parte delle attività di comunicazione di Linear avvengono, tuttavia, sul digital, visto che sul digital la compagnia vive e si rapporta alla clientela: il 90% delle nuove polizze sono state vendute online. L’80% del budget di comunicazione viene investito quindi sulla rete, su campagne online, sul sito, nel presidio dei social. Creatività e media sono curati internamente. 


Anche a Milano linee e fermate della metro sponsorizzate

Il Comune ha deliberato di sviluppare ricavi aggiuntivi valorizzando il naming delle linee e delle stazioni della metro e prepara il bando di gara per aprire agli sponsor. Fioccano le polemiche da parte dell'opposizione, anche perché spetterebbero solo all'Atm la gestione e la valorizzazione degli spazi pubblicitari

10 gennaio 2014 - È già successo a Roma dove la stazione della metropolitana Termini si è vestita di rosso Vodafone ed è diventata Termini -Vodafone (vedi news del 25 settembre 2013). Ora sarà Milano a ribattezzare i nomi delle stazioni della metro con brand e loghi, in base a una delibera presentata dall'assessore ai trasporti Pierfrancesco Maran in Giunta, che ha sollevato molte polemiche da parte dell'opposizione. Del genere: “Un conto è sponsorizzare le aiuole o ristrutturare un monumento ma bisogna darsi un limite perché la fermata di metropolitana è un riferimento per i cittadini” (Riccardo De Corato, Fratelli d'Italia). O anche: “C'è il rischio che Milano diventi un'accozzaglia di brand e loghi” (Giulio Gallera, Forza Italia).

La delibera con le linee di indirizzo è stat
a approvata il 6 dicembre. Nel testo si legge che “è interesse dell'amministrazione sviluppare una nuova forma aggiuntiva di ricavi in grado di migliorare la redditività estraibile dai propri asset, valorizzando il 'naming’ delle linee metropolitane 1, 2, 3, 5 e-o delle stazioni delle linee 1, 2, 3, 5 della metropolitana di Milano” precisando che le attività di sponsorizzazione sono possibili in virtù della legge 449 del 1997. Agli sponsor che dovranno avere determinati requisiti (senza conflitti di interesse con l'oggetto della sponsorizzazione, senza contenziosi con l'amministrazione, nessuna propaganda politica, sindacale e religiosa etc.) verrà riconosciuta, in maniera proporzionale all'entità dell'offerta, l'affiancamento di nome, logo, marchio alla denominazione delle singole linee e-o di stazioni, con ritorno di immagine e visibilità nelle conferenze stampa relative ai progetti, iniziative, sponsorizzazioni.

L'iniziativa porterà linfa alle casse comunali (a Madrid Vodafone paga un milione l'anno per affiancare il nome a una stazione) e il Comune sta preparando la gara per aprire agli sponsor. A Roma tuttavia l'accordo è stato tra Atac e Vodafone con fine la riqualificazione a costo zero per l'Atac delle infrastrutture della metro e dell'area metro di Termini oltre alla fornitura d
i nuovi servizi nel capolinea di superficie di piazza dei Cinquecento. A Milano invece pare che l'Atm non sia stata nemmeno informata. Eppure è all'Atm che dovrebbe spettare la competenza della gestione degli spazi pubblicitari, come ha sottolineato Alessandro Morelli della Lega Nord. Gliela attribuisce l'articolo 14 del contratto di servizio, a base della gara di appalto che le ha affidato nel 2010 la gestione di ogni tipo di valorizzazione commerciale.


È attivo a Milano Enjoy, il car sharing di Eni

Il lancio del nuovo servizio, il secondo privato a Milano, con partner commerciali Fiat e Trenitalia, è supportato da una campagna pubblicitaria su stampa, affissioni locali e web ideata da Tbwa/Italia

19 dicembre 2013 - Da ieri ci si può iscrivere a Milano a Enjoy, il nuovo servizio di car sharing di Eni per la modalità sostenibile, presentato in anteprima dall'a.d. Paolo Scaroni in concomitanza con l'annuncio dell'esposizione della Madonna di Foligno di Raffaello a Palazzo Marino (vedi news del 28 novembre). Oltre 300 Fiat 500, che entro gennaio diventeranno 640, costituiscono la flotta con cui Eni, con partner commerciali Fiat e Trenitalia, ha attivato il secondo servizio privato di car sharing a Milano dopo Car2go della Mercedes e il quarto tenendo conto dei pubblici GuidaMi ed E-Vai.

Per trovare l'auto di Enjoy più vicina e prenotarla si può ricorrere all'app per smartphone (Android ed iOS) o al sito enjoy.eni.com. Le auto hanno libero accesso all'Area C di Milano e possono essere rilasciate al termine dell'utilizzo (ma anche in sosta) in qualsiasi parcheggio consentito all'interno dell'area coperta dal sevizio, gratuitamente anche su strisce gialle o blu. Non ci sono quote di iscrizione, né costi di abbonamento: ci si iscrive online e si paga solo l'utilizzo effettivo, a 25 centesimi al minuto per i primi 50 km (dopo si applica anche il costo al km sempre di 25 centesimi) che diventano 10 centesimi al minuto se si mantiene il noleggio durante la sosta.

Il lancio del nuovo servizio è sostenuto da una campagna di Tbwa/Italia centrata sul concetto di una nuova idea di auto, dato che il car sharing cambia la percezione dell'auto e di come viene usata, La campagna su stampa, affissione locale e web presenta così il servizio come se fosse il lancio di una nuova auto. Ogni soggetto ha come protagonista Fiat 500 e sottolinea i vantaggi derivanti da enjoy, nuova idea di movimento. La parte digitale è stata realizzata in collaborazione con Dnsee. Il media è a cura di ZenithOptimedia.



Con Crime + Investigation debutta A+E Networks Italy

Prima società interamente di proprietà in Europa della media company globale A+E Networks, nasce per gestire canali e servizi con proprio marchio in Italia. Dal 2014 assumerà la proprietà di History. Alla guida come direttore generale Sherin Salvetti

17 dicembre 2013 - A+E Networks, media company globale in joint venture tra Disney-AbcTelevision Group e Hearst Corporation, ha aperto nel nostro Paese la prima attività interamente di p
Sherin Salvetti
roprietà in Europa: A+E Networks Italy, società con sede a Roma che promuove e gestisce canali e servizi col proprio marchio in Italia. Alla guida arriva da Fox International Channels Italy, dove era vice presidente senior dei Factual and Channel Services, Sherin Salvetti che assume la carica di direttore generale e che avrà la responsabilità di tutte le operazione del canale, inclusa la programmazione e la produzione,
il marketing, le attività di vendita, le o
Massimo Picozzi e Luisella Costamagna
perazioni digitali e di trasmissione.

Già ieri A+E Networks Italy ha dato il via a ‘Crime + Investigation’ su Sky Italia, programmazione che rafforza la proposta di canali esclusivi della pay tv. E sta lavorando per assumere la piena proprietà del canale History Italia a inizio 2014 che sarà ceduto da Fox International Channels.

Crime + Investigation in Hd è il primo e unico canale italiano interamente dedicato al real crime. Nasce con accesso esclusivo al catalogo in materia di crimine e giustizia di A+E Networks. Alcune delle serie in programma su CI in Italia sono note a livello internazionale come The First 48, Panic 9-1-1 e Evil Up Close, altri programmi saranno realizzati apposta per il mercato italiano per offrire una programmazione legata alla cronaca nazionale coinvolgendo talent ed esperti di crim
ine italiani.

History propone su Sky un viaggio attraverso i secoli con serie e speciali e produzioni pluripremiate, che mettono alla prova la percezione del passato e offrono ricostruzioni storiche. Su History in Italia vanno in onda Affari al buio, Affari di famiglia, Gli Svuotacantine – A caccia di tesori, Mafia Bunker – Caccia ai boss e Big History. Nel 2014 arriveranno nuovi contenuti tra serie di successo internazionale e produzioni originali.


Marco Balich fonda la Balich Worldwide Shows

Lasciata Filmmaster Events, il produttore di cerimonie olimpiche e direttore artistico di Padiglione Italia dà il suo nome a una nuova realtà dell'entertainment e dello show business mondiale

13 dicembre 2013 - Nasce per operare nell'ambito dell'entertainment e dello show business mondiale la Balich Worldwide Shows, fondata da Marco Balich, produttore olimpico italiano e direttore creativo di cerimonie ed eventi internazionali che ha lasciato per la nuova avventura Filmmaster Events. La newco ideerà e realizzerà grandi eventi, cerimonie olimpiche, show permanenti e format innovativi e conta già sull'adesione di talenti internazionali come il creative coreographer Doug Jack e il live action director Bryn Walters.

“Balich Worldwide Shows è il primo passo verso la costituzione di un gruppo globale con un partenariato articolato, che abbraccerà realtà e professionisti di talento da tutto il globo per affermarsi come player di riferimento nel mondo dell'entertainment”: così sintetizza il suo progetto Marco Balich, il cui percorso olimpico è iniziato nel 2002 come project leader del Flag Handover della cerimonia di chiusura a Salt Lake City e si è consolidato nel 2006 come direttore creativo ed executive producer delle cerimonie Olimpiche di Torino. Nel 2010 è stato executive producer e direttore creativo del Bicentenario del Messico, nel 2011 ha ricoperto lo stesso ruolo per il 75 Anniversario dello Shakhtar Donetsk FC e per l'inaugurazione dello Juventus Stadium. Nel 2012 ha firmato la produzione esecutiva del Flag Handover dei Giochi Olimpici di Londra.

Il prossimo appuntamento sarà Rio 2016 dove Balich firmerà le cerimonie di apertura e di chiusura dei Giochi Olimpici quale executive producer. Nel frattempo ci sarà l'Expo 2015 in cui ha il ruolo di direttore artistico del Padiglione Italia.


Telecom lancia il Big Data Challenge

Il contest online varato insieme all’Eit Ict Labs, al MitMedia Lab, al Politecnico di Milano e a Trento Rise invita ricercatori e designer a realizzare servizi e app a favore della qualità della vita dei cittadini e per la PA basati su Big Data. I premi in aprile durante gli Ict Days a Trento

9 dicembre 2013 - È al via in rete il contest Big Data Challenge, iniziativa di Telecom Italia insieme all'Eit Ict Labs, al MitMedia Lab, al Politecnico di Milano e a Trento Rise che invita sviluppatori, ricercatori e designer a realizzare servizi e app innovativi a favore della qualità della vita dei cittadini e di ausilio alla pubblica amministrazione basati su Big Data.

Verrà messo a disposizione di professionisti, aziende ed enti un pacchetto di big data permettendo loro di confrontarsi e di proporre le migliori idee a un comitato di esperti nazionali e internazionali. Tre le tracce possibili: Applicazioni per apparati mobili o web, Analisi di modelli e tendenze, Visualizzazioni dei dati con infografiche.

I dati a disposizione sono geo referenziati, anonimi e aggregati. Sono riferiti all'area metropolitana di Milano e della provincia autonoma di Trento, sull'arco di due mesi, e riguardano le telecomunicazioni, il trasporto pubblico e privato, il consumo energetico, il meteo e il mondo dei social network. Il tutto in rispetto della privacy e delle normative. È possibile iscriversi e registrarsi fino al 10 febbraio su www.telecomitalia.com/bigdatachallenge, e dal 14 gennaio si potrà accedere all'intero pacchetto di dati da scaricare e a tutte le informazioni utili. Contributi ed idee dovranno essere inviati entro il 14 marzo. Si accede alle informazioni anche attraverso i profili ufficiali di Telecom Italia su Facebook e Twitter con l'hashtag #BigDataChallenge. Verranno premiati in tre su una selezione di 10 finalisti il 2 e 3 aprile a Trento, durante gli Ict Days.


Per saperne di più..>>



Alitalia riprende la parola in tv per sostenere l'eccellenza dell'offerta e il suo valore per il Paese

Dopo quattro anni Alitalia porta in tv tre spot istituzionali che promuovono il network, l'affidabilità e la business class Magnifica. Firma McCann Worldgroup

6 dicembre 2013 - Vanno in onda su reti Rai fino al 21 dicembre tre spot da 15” per Alitalia, che torna in tv dopo quattro anni per sostenere le eccellenze e valori dell'offerta. I tre spot promuovono la business class di lungo raggio Magnifica; il network con le 83 destinazioni, più di 500 voli al giorno e le opportunità di andata e ritorno in giornata; l'affidabilità e la sicurezza della flotta che vanta soli 7 anni di età media degli aerei ed equipaggi di volo formati e preparati con più di 100.000 ore di addestramento ogni anno.

La voce fuori campo si rivolge in modo familiare e diretto al cliente (“A te”). E dopo aver elencato i valori dell'offerta termina col claim “Alitalia: scegli come volare” che ribadisce come Alitalia sia un asset fondamentale e un patrimonio del Paese, facendo seguito alla campagna stampa ‘Continuate a volare in ottima compagnia’ apparsa a novembre sui quotidiani. Creatività e realizzazione sono di McCann Worldgroup.









Eni ‘regala’ ai milanesi Raffaello e presenta il car sharing Enjoy

Grazie ai Musei Vaticani che hanno concesso la Madonna di Foligno di Raffaello, Eni offre per il sesto anno la possibilità di vedere gratuitamente un capolavoro unico a Palazzo Marino. Intanto, nella piazza mette in mostra una delle 500 rosse del futuro car sharing Enjoy, servizio in collaborazione con Fiat e Trenitalia

28 novembre 2013 - Si rinnova l'iniziativa che da sei anni vede Eni fare un regalo di Natale ai milanesi: un capolavoro unico, esposto gratuitamente a Palazzo Marino per un mese e mezzo a cavallo delle feste natalizie (vedi news del 30 novembre 2012). Grazie all'accordo per la prima volta coi Musei Vaticani, da oggi al 12 gennaio si può ammirare la Madonna di Foligno, opera di Raffaello ventinovenne, nel momento in cui incontra il mondo di colori della pittura veneziana.

Collocata in mezzo alla Sala Alessi, con ambientazione suggestiva e sottofondo musicale, è anticipata da un pannello di nuvole che si rifanno a quelle che sfumano in teste di cherubini nel quadro, mentre in fondo sala un totem interattivo permette di proiettare particolari del dipinto. La mostra prevede infatti anche un'attenta attività didattica e, per chi non potesse recarsi a visitarla, la presenza di esperti in 14 biblioteche che andranno a illustrare Raffaello permettendo una fruizione indiretta. "Eni – ha dichiarato l'a.d. Paolo Scaroni - ribadisce il valore della cultura come elemento di dialogo col territorio".

Davanti a Palazzo Marino, dove ieri veniva presentata in anteprima per la stampa
l'iniziativa culturale, Eni ha collocato una 500 rossa firmata Enjoy sulla fiancata, col simbolo del cane a sei zampe nella O. È una della 640 vetture della flotta che, in collaborazione con Fiat e Trenitalia, andrà a costituire il secondo servizio privato di car sharing a Milano dopo Car2go della Mercedes attivo da agosto, e il quarto tenendo conto anche dei pubblici GuidaMi ed E-Vai. Il costo dovrebbe aggirarsi sui 25 centesimi al minuto contro i 29 di Car2go, offrendo una vettura omologata per 4 contro i 2 posti delle smart fortwo bianche e azzurre di Car2Go. Il servizio verrà presentato ufficialmente a metà dicembre.


Arriva Taxinsieme, per condividere le corse prenotando via web o app

In arrivo il servizio con cui ricercare dei compagni di taxi risparmiando e sfruttando la geolocalizzazione. L'iniziativa collega le crescenti necessità di spostarsi in città in modo rapido e più economico con i vantaggi del social networking

27 novembre 2013 - Col sito Taxinsieme (www.taxinsieme.it) e con l'app per smartphone si possono ricercare dei ‘compagni di taxi’ risparmiando e sfruttando la geolocalizzazione. Si inserisce una ‘ricerca di corsa in taxi’ con partenza, destinazione e orario, e vengono mostrate le corse compatibili. I fruitori possono incontrarsi sul web e decidere se recarsi insieme. Cliccando su ciascuna corsa vengono poi mostrati altri dettagli come il numero massimo dei passeggeri, la flessibilità di orario, bagagli a bordo, etc. Ci si registra e si invia una richiesta di condivisione e, dopo l'accettazione, a entrambi i passeggeri viene scalato un credito acquistabile sul social Taxinsieme.

Gli utenti da questo momento possono iniziare a chattare nella pagina di dettaglio della corsa o inviarsi messaggi privati per accordarsi e prenotare sia un taxi da loroliberamente scelto sia un taxi o un'auto convenzionata con Taxinsieme, che ha tariffa fissa e la possibilità di prelevare i clienti uno alla volta agli indirizzi indicati.

Alla fine della corsa condivisa, attraverso l'app
osito tab FEEDBACK, si può lasciare il proprio resoconto con informazioni utili per il prossimo fruitore.

L'iniziativa, utile ai privati ma anche al mondo del business, si deve a un gruppo di giovani imprenditori che ha avuto l'idea di legare le necessità crescenti di spostarsi in città in modo rapido e più economico con i vantaggi del social networking. Beneficeranno del progetto anche i tassisti, grazie all'ampliamento del parco utilizzatori di un servizio prima appannaggio di pochi. L'App per iOs sarà disponibile dal 7 gennaio, per Android dal 13 dicembre.


Guerra alle telefonate ‘mute’ del telemarketing

Il Garante della privacy impone regole restrittive alle chiamate senza interlocutore, che servono a eliminare i tempi morti dei call center ma che vengono vissute dagli utenti come una forma di stalking. I cittadini sono invitati a inviare commenti sullo schema di regolamentazione

20 novembre 2013 - Giro di vite del Garante della privacy contro il telemarketing quando rasenta o almeno viene vissuto dagli utenti come una forma di stalking. È il caso delle insopportabili ‘telefonate mute’ che disturbano e provocano allarme sociale: si risponde senza trovare alcun interlocutore e la cosa si ripete anche 10-15 volte di seguito.

L'Authority, a cui sono arrivate diverse segnalazioni, ha individuato il problema nelle impostazioni dei sistemi centralizzati di chiamata dei call center. Per massimizzare la produttività degli operatori e eliminare i tempi morti tra una telefonata e l'altra, il sistema genera automaticamente un numero di chiamate superiore agli operatori disponibili. Le chiamate, una volta ottenuta risposta, vengono mantenute in attesa silenziosa finché non se ne libera uno. Il risultato è una ‘chiamata muta’, che può indurre ansia, paura e disagio nei destinatari.

L'Autorità ha stabilito regole precise. I call center dovranno tenere traccia delle chiamate mute, che vanno comunque interrotte dopo 3” dalla risposta dell'utente. Non potranno verificarsi più di 3 telefonate ‘mute’ ogni 100 andate a buon fine e il rapporto dovrà essere rispettato nell'ambito di ogni singola campagna di telemarketing. Inoltre, l'utente non potrà più essere messo in attesa silenziosa, ma il sistema dovrà generare una sorta di rumore ambientale, tipo voci di sottofondo e squilli di telefono, per chiarire che non si tratta di un molestatore. Infine l'utente disturbato da una chiamata muta non potrà essere ricontattato per una settimana e, al contatto successivo, dovrà essere garantita la presenza di un operatore.

Su questo schema di provvedimento generale il Garante ha avviato una consultazione pubblica. Tutti sono invitati a inviare commenti a chiamatemute@gpdp.it entro 60 giorni dalla pubblicazione del relativo avviso sulla Gazzetta ufficiale.



Bnl apre Hello bank!, banca digitale accessibile da smartphone e tablet

Arriva anche in Italia la banca in movimento con te, al 100% digitale per chi ha il Dna digitale. Offre C/C e bancomat gratuiti, prelievi gratuiti in tutto il mondo, tasso fino al 2%, tool di gestione del bilancio personale e per l'accumulo. Obiettivo, 250.000 clienti in Italia entro il 2017. Il lancio è accompagnato da un ciclo di conferenze educational e da affissioni e attività sul digital, poi ci sarà lo spot in tv

8 novembre 2013 - È operativa anche in Italia, dopo Francia, Belgio e Germania, Hello bank!, banca al 100% digitale by Bnl del Gruppo Bnp Paribas. Non un conto online, ma una banca che nasce per essere fruita via smartphone e tablet, in linea con le novità che la tecnologia digitale sta introducendo nei servizi bancari e anche nelle modalità di accesso al web degli utenti. Dedicata a clienti con ‘Dna digitale’, giovani ma non solo, che trovano servizi immediati, diretti, sempre disponibili, sicuri e di semplice utilizzo, Hello bank! ha per slogan “In movimento come te”.

La banca “che si muove con te”, dove si può aprire un conto senza mai arrivare a uno sportello, in modo paperless, e che attua il riconoscimento del cliente in modo digitale, anche con video-riconoscimento, ha anche un risvolto umano e non lascia mai soli: un team di esperti (gli ‘Hello makers’) è sempre pronto a rispondere al cliente. Si interagisce tramite chat, telefono, video advisory (quest'ultimo da gennaio). Hello bank! è anche in inglese, ad uso di potenziali clienti in Italia ma non italiani.

Per ora propone un primo pacchetto di servizi che verranno nel tempo ampliati. Hello Money! è il conto corrente a costo zero, con tasso di interesse fino al 2% a remunerazione trimestrale, che regala un buono da 100 euro da usare su Amazon. Hello Saving! è il ‘salvadanaio digitale’ per accumulare risparmi per piccoli progetti personali, aperto al contributo di familiari e conoscenti via social network. ‘Hello Personal! è un bilancio personale per una completa visione della situazione finanziaria, e fa da consulente virtuale permettendo di organizzare e razionalizzare entrate e uscite in automatico. Poi c’è la carta Bancomat gratuita prepagata con Iban che permette di prelevare senza commissioni in tutto il mondo. Nei prossimi mesi saranno possibili anche conti cointestati, mutui, finanziamenti.

L'obiettivo è di arrivare a 250.000 clienti nel nostro Paese entro il 2017, per due terzi nuovi e per un terzo riconvertiti. Il totale atteso nello stesso periodo a livello complessivo internazionale è di 1,4 milioni.

Il lancio è supportato da eventi e comunicazione online. Sul fronte degli eventi, parte oggi alla Triennale di Milano, con ‘No Cash Society’, il ciclo di incontri educational ‘Hello Talk!’ che vuole sensibilizzare ai temi dell'era digitale. Viene trasmesso in diretta streaming sull'homepage di Youtube e su siti d’'nformazione. I momenti più significativi sono riproposti sull'homepage di Youtube e sui canali Bnl alla pagina live.hellobank.it.

Sul fronte della comunicazione, ci sono affissioni negli aeroporti di Milano, Roma e Bergamo e uno spot su YouTube (visibile qui sotto) e portali, attività search e web direct. A fine gennaio si aggiungerà la tv, con uno spot centrato su un dialogo tra un cliente potenziale e il gestore, e probabilmente anche su stampa e radio. La creatività è ideata a livello internazionale da Publicis France e adattata per l'Italia da Draftfcb che cura anche il ciclo Hello Talk!. Il budget per il lancio di Hello bank! in Italia è di un milione di euro.







Arriva l'indice di gradimento, Sotel.tv dà la parola ai telespettatori

Club Santa Chiara e Aiart con Tecnophone International avviano il servizio che raccoglie, attraverso web, app o telefono, voti e giudizi sui programmi televisivi. Report mensili saranno divulgati all'opinione pubblica, alle emittenti, agli utenti pubblicitari. L'iniziativa viene presentata come di pubblica utilità, con l'obiettivo di migliorare la qualità televisiva. L'ambizione è di rendere concreto il sempre rinviato progetto Qualitel. L'evoluzione sarà la profilazione degli utenti

31 ottobre 2013 - Se il Qualitel latita da dieci anni e l'Auditel continua a essere l'unico misuratore ufficiale, ma puramente quantitativo, del successo o meno di un programma presso il pubblico, arriva, attivo da domani, Sotel.tv a dare la parola agli spettatori e a fare da indicatore di qualità. L'iniziativa di un Servizio Opinioni Teleutenti si deve a Club Santa Chiara, Aiart (Associazione Italiana Ascoltatori Radio Televisivi) e a Tecnophone International (quale partner tecnico), che si sono quotati per 10.000 euro a testa per avviare il primo servizio interattivo con cui rilevare l'indice di gradimento, e per diventare interlocutore di emittenti nazionali, e anche dell'Upa, in tema di qualità della programmazione televisiva.

Sotel.tv si presenta come un servizio di pubblica utilità, aperto a tutti, senza fini di lucro, come dichiara il promotore dell'iniziativa Marco Palmisano, presidente del Club Santa Chiara, con alle spalle trent'anni di dirigenza in Mediaset, da cui è fuoriuscito l'anno scorso. Raccoglierà l'opinione degli spettatori attraverso il sito www.sotel.tv, o attraverso l'App da smartphone e tablet o, ad uso dei meno digitalizzati, attraverso chiamate al numero 199.24.24.20 al costo massimo da rete fissa di 14 cent/min e da 24 a 46 cent/min da rete mobile (in base al gestore). Oltre a un voto da 1 a 5, si potrà scrivere o esprimere a un operatore telefonico un breve giudizio libero. Tutti i dati confluiranno in un database, verranno analizzati da un Comitato scientifico e poi divulgati attraverso Report mensili che andranno alle emittenti, all'Upa e all'opinione pubblica. Il servizio per ora copre Raiuno, Raidue, Raitre, Canale 5, Italia 1, Rete 4, La 7, Sky Uno, Sky Sport, SkyTG24 , Mtv, Cielo, TV2000, Real Time e Laeffe.

L'iniziativa viene fatta conoscere ai telespettatori attraverso uno spot ospitato no profit dalle emittenti (accordo già fatto con Sky e La7, in arrivo con Rai), ad eccezione di Mediaset che ha promesso solo supporto giornalistico. “Hanno detto che sarebbe sembrato un favore a me, identificato tuttora come loro dirigente – dichiara Palmisano –. Credo invece che temano il giudizio diretto del pubblico, sono loro che hanno più da perdere, visto che Mediaset raccoglie il 62% della pubblicità in tv, che nel 2012 è stata di 3.9 miliardi”.

L'evoluzione prevede di rendere il più significativo possibile con aggiustamenti un campione spontaneo (che campione statistico propriamente detto non è), la profilazione degli utenti televisivi e l'adozione di una tecnologia da applicare ai tv, al momento allo studio. Risvolti di business, se ci sono, per ora non vengono esplicitati. Ma certo avranno un valore le profilazioni, così come dei Report col parere di migliaia di spettatori su questo o quel programma, sia per le emittenti per apportare adattamenti, sia per gli utenti pubblicitari che quei programmi pianificano. Sotel.tv si aspetta almeno 15.000 segnalazioni soltanto entro fine novembre.

L'ambizione è anche di rendere concreto il sempre rinviato progetto Qualitel, che alla Rai sarebbe potuto costare 2.5 milioni (Palmisano avrà un incontro a breve con Lorenza Lei, presidente di Rai Pubblicità). E infine, c'è anche l'obiettivo di sedere in futuro al tavolo delle rilevazioni tra emittenti e Upa, come rappresentanti dei telespettatori.






Scelta intelligente con la polizza Sara Free

Sara Assicurazioni torna in tv per il secondo flight della campagna per la polizza che prevede una tariffa a consumo conteggiata in base ai chilometri percorsi, monitorati da un sistema satellitare. Creatività di Jwt e media mix di Mindshare

30 ottobre 2013 - Sara Assicurazioni torna a comunicare col secondo flight della campagna che segna il ritorno in tv dopo cinque anni di assenza. Promuove la polizza Sara Free, che prevede una tariffa a consumo conteggiata in base ai chilometri percorsi, monitorati da un sistema satellitare, e offre una maggior convenienza a chi percorre meno di 8.000 km l'anno: una scelta intelligente di questi tempi.

La creatività si deve a Jwt sede di Roma, mentre la produzione dei due spot è di Cattleya. Il media, a cura di Mindshare, prevede un mix di canali pay e free con utilizzo di programmi sportivi, intrattenimento e informazione in prime time. In radio, mezzo già usato nel primo semestre, ci sono radiospot da 30” e 15” in fascia drive time su network commerciali e radio Rai. Su Radio24, in particolare, un appuntamento redazionale sul tema ‘Sicurezza stradale’ vede Sara Assicurazioni presente con citazioni e momenti ad alta frequenza. In sinergia con la radio c'è l'out of home a Milano, Roma, Bologna e Firenze con un presidio maxi retro e jumbo tram decorati.

Sul web sono previsti siti di news e portali per comunicare a un target trasversale adulto, con focus su sport e motori per il pubblico maschile, attenzione alle tematiche femminili e siti che si occupano di risparmio. Prevista anche una campagna search.







Il mondo possibile di Intesa Sanpaolo

Claudio Bisio è il testimonial dell'istituto bancario nel nuovo format di comunicazione ideato da Stv Ddb. Racconta con ironia come storie impossibili diventino realizzabili grazie ai servizi offerti a giovani, famiglie, anziani, imprese

28 ottobre 2013 - Dopo otto anni la Gialappa's cede il posto aClaudio Bisio, che diventa testimonial nella nuova comunicazione di GruppoIntesa Sanpaolo, con creatività di Stv Ddb. Il nuovo format racconta, col taglio ironico distintivo della comunicazione del gruppo bancario, storie impossibili che diventano realizzabili grazie ai servizi offerti dall'istituto. La campagna prevede quotidiani, canali tv e digitale con pianificazione curata daMec.

I primi due spot con Bisio riguardano l'orario prolungato nelle 500 filiali Intesa Sanpaolo, ed evidenziano come l'istituto, dando vita a una nuova relazione col cliente basata su disponibilità e su flessibilità, venga incontro alle sue esigenze e lo aiuti a realizzare i progetti attraverso iniziative concrete.

Con nuovo claim 'Un mondo possibile' la campagna si rivolge a giovani, famiglie, anziani e imprese di tutte le dimensioni. Quello che la banca offre a loro è visibile anche sul sito www.unmondopossibile.com, dove trovano spazio le iniziative e le attività di Intesa Sanpaolo nell'ambito dell'arte, della cultura, della formazione, degli impegni istituzionali e dell'offerta di prodotti e servizi.






Microsoft avvia il progetto ‘Digitali per crescere’

Collaborazione tra pubblico e privato per promuovere la digitalizzazione delle piccole e medie imprese offrendo formazione gratuita sulle nuove tecnologie a un milione di aziende e a 200.000 ragazzi. Al via i Led, Laboratori di esperienza digitale in tutta Italia, il primo a Torino

24 ottobre 2013 - Microsoft Italia lancia ‘Digitali per crescere’ (digitalipercrescere.it su Twitter #digitaliper crescere), progetto per la digitalizzazione del Paese con cui raggiungere capillarmente sul territorio un milione di piccole e medie imprese e 200.000 giovani italiani. L'obiettivo è di avviare un circolo virtuoso di occupazione e crescita grazie alle nuove tecnologie.

Verranno aperti in tutta Italia i Led, Laboratori di esperienza digitale, in partnership con le Università, e verranno organizzati eventi di formazione gratuita, in collaborazione con le associazioni territoriali, per avviare le Pmi verso un percorso d'innovazione e i giovani ad acquisire competenze professionali in linea coi trend tecnologici. Nel primo anno, verranno sviluppati progetti concreti in 13 regioni, coinvolgendo 300.000 aziende. Accedendo alla nuova piattaforma digitale digitalipercrescere.it, Pmi e giovani potranno interagire con gli esperti e i partner di Microsoft, farsi fare un check-up digitale della propria impresa, ricevere formazione virtuale per creare una startup, etc.

L'iniziativa è sostenuta dal Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e dal Mise (Ministero dello Sviluppo Economico). Tra i partner strategici ci sono Unioncamere, Università, Gruppo Poste Italiane e Intel: insieme a Microsoft metteranno a disposizione strumenti concreti, dai laboratori ai dispositivi digitali, dagli eventi ai corsi di formazione. IT provider come Acer, Asus, Hp, Lenovo, Nokia, Panasonic, Sony, Toshiba e 27.000 operatori italiani, partner di Microsoft, offriranno soluzioni e consulenza strategica.

I Led saranno luoghi d'incontro e di condivisione dove Pmi e giovani potranno toccare con mano il valore strategico delle nuove tecnologie e del cloud computing. Il primo ha aperto ieri a Torino, in collaborazione con l'Istituto Superiore Mario Boella e il Politecnico. Nei prossimi mesi se ne apriranno a Milano, Roma, Napoli, Padova, Bari, Pisa e in altre città. Un ciclo itinerante di eventi focalizzato principalmente sul cloud computing consentirà alle Pmi di recuperare il gap di competitività con le grandi aziende.



AmEx lancia la Carta per chi viaggia ad alta velocità su Italo

Partnership tra American Express e Ntv per il varo di Carta Italo American Express, che offre servizi studiati per i viaggiatori. A supporto del lancio la campagna firmata da Ogilvy, un concorso fotografico e la distribuzione di libri d'autore in treno. Obiettivo, 20.000 card l'anno e ampliare il target giovane

16 ottobre 2013 - A dieci anni dall'accordo con Alitalia, American Express attiva una partnership con Ntv (Nuovo Trasporto Viaggiatori), la prima in ambito ferroviario nel mondo dei suoi 163 anni di storia. Al centro dell'accordo c'è il lancio di Carta Italo American Express, card pensata per chi viaggia, con cui AmEx prosegue nella strategia di sviluppo di prodotti e servizi al di là dello strumento di pagamento e punta ad ampliare il suo attuale milione di clienti in Italia verso la fascia giovane, visto che tre utenti su quattro del treno ad alta velocità Italo sono degli under 45.

Ai viaggiatori di Italo la Carta offre per 65 euro l'anno – ma il primo è gratuito - una serie di servizi e privilegi. Tra questi, l'iscrizione automatica al Club Membership Rewards AmEx e al programma Italo Più di Ntv, con possibilità di convertire i punti del primo in quelli del secondo. Dopo la prima transazione si ottiene un buono acquisto di 25 euro per biglietti e servizi a bordo, si hanno 4 voucher per le sale riservate di Casa Italo alla ricezione della Carta e a ogni rinnovo annuale, poi c'è l'accesso gratuito alla carrozza Cinema con l'acquisto di un biglietto ‘Smart’. È previsto l'upgrade dell'area di viaggio ogni 5 acquisti di biglietteria o di servizi di bordo effettuati con la carta e un bonus punti Italo Più per chi viaggia in Prima. Inoltre, i titolari usufruiscono dei principali benefici di American Express, come l'accesso alle prevendite di concerti, i servizi online e mobile per l'aggiornamento su estratto conto e operazioni, il servizio clienti 24 ore su 24, la protezione degli acquisti, nessun limite di spesa prefissato, le assicurazioni incluse nella quota a protezione dei viaggi.

Il lancio di Carta Italo Ame
rican Express è supportata da una campagna pubblicitaria, al via oggi per durare fino a fine anno, ideata da Ogilvy & Mather, da sempre agenzia di AmEx, con pay off “Nata per amare chi viaggia”. Declinata su tutti i mezzi eccetto la tv, la campagna racconta la ‘relazione d'amore’ e l'attenzione che i due partner riservano ai clienti. L'immagine del finestrino del treno che fa da sfondo al claim ‘Ti amo, viaggiatore’ (è la carta che parla) suggerisce quanto il viaggio in treno sia anche occasione per vedere le bellezze del paesaggio italiano, oltre a godere di un momento di relax e dell'occasione di una buona lettura. Così, nei primi giorni della campagna di lancio, AmEx fa omaggio ai passeggeri di libri con copertina personalizzata. Tre i titoli di grandi classici dedicati al viaggio: ‘Le Avventure di Huckleberry Finn’ di Mark Twain, ‘La linea d’ombra’ di Joseph Conrad e ‘Impressioni di viaggio’ di Heinrich Heine.

Italo mette i suoi spazi – treno e sito - a disposizione della campagna, su cui AmEx investe 2 milion
i di budget, di cui un terzo destinato al digitale. Ad esempio viaggeranno cinque treni personalizzati con i colori e la grafica della Carta in full domination. La pianificazione, curata da Mindshare, prevede quotidiani, le home page e le sezioni dedicate a viaggio ed entertainment di siti di news e portali, social media, radio e maxiaffissioni in San Lorenzo in Lucina e Lungotevere Marzio a Roma e in piazza del Duomo a Milano, dove sarà utilizzato anche il Digital Wall di Cbs Outdoor in Corso Garbaldi (vedi Fotonotizia del 4 ottobre).

Oltre alla distribuzione dei libri, c'è anche l'iniziativa di un concorso fotografico. A titolo ‘I Viaggi che Amo’ invita a inviare foto di momenti di viaggio sul sito dedicato www.viaggicheamo.it e che saranno anche su Facebook e sul ‘muro tecnologico’ di Casa Italo. Una giuria di esperti selezionerà le migliori che entreranno a far parte di una mostra fotografica che si terrà a inizio 2014.

L'obiettivo dell'iniziativa è di distribuire 20-25mila Carte Italo American Express l'anno e le prime duemila nei primi due mesi dal lancio.


Emozione3 lancia la collezione 2013/2014 promettendo felicità

Il brand italiano di cofanetti regalo ha adottato un nuovo logo con payoff ‘Contiene felicità’, ampliato la gamma di offerte nell'area soggiorni benessere, lanciato il nuovo sito per facilitare il cliente con un sistema di booking online in tempo reale. La nuova collezione offre 22.300 proposte

9 ottobre 2013 - Emozione3, brand italiano di cofanetti regalo del gruppo Wish Days, rinnova la grafica e adotta un nuovo logo con payoff ‘Contiene felicità’, un riposizionamento, che connota la nuova collezione 2013/2014, ideato con la consulenza di Marco Livi copy e di Fulvio Fortezza, professore di economia e marketing dell'Università di Ferrara. Si vuole veicolare l'idea che un pacchetto Emozione3 offra un'esperienza fatta di emozioni positive, di gioia, sorpresa e felicità.

La nuova collezione offre 22.300 proposte, suddivise tra soggior
ni, soggiorni gourmet, soggiorni benessere, benessere e relax, gusto, attività sportive e per il tempo libero. In tutto i cofanetti sono una cinquantina, con un range di prezzi alla portata di
tutte le tasche. Si va dai 24.9 euro di ‘Degustazioni e gourmet’ per 2 persone ai 229.9 del top di gamma ‘3 giorni perfetti’ che propone due notti, una cena, ingresso alla SPA e un trattamento benessere, sempre per 2 persone, in strutture di alto livello. E proprio le proposte nell'area benessere sono state ampliate con la nuova gamma ‘Soggiorni benessere’ che abbina trattamenti e relax ai pernottamenti.

La validità del buono è di 16 mesi dalla data di acquisto, mentre un nuovo sistema di booking in tempo reale assiste nelle prenotazioni sul nuovo sito www.prenotaemozione3.it. Negli ultimi mesi sono stati anche introdotti il sistema Help Online, attivo 24 ore su 24, e un servizio di live chat con gli operatori.

La promozione avviene soprattutto sui punto vendita, che sono circa 5.500: 4.000 agenzie di viaggio e 1.500 altri punti tra librerie, ipermercati, catene di elettronica di consumo. La creatività del materiale destinato alle attività below è sviluppata internamente.


Con ‘oil package’ Ups garantisce spedizioni protette agli olii d’oliva

Il colosso delle spedizioni, nato in Usa nel 1907 e oggi attivo in 220 Paesi, presenta un imballaggio speciale, a prova di crash test e test climatici, ideale per l'export in sicurezza senza perdere in qualità di uno dei vanti della produzione italiana. Il prossimo involucro sarà progettato per i prodotti healthcare

9 ottobre 2013 - Come già fatto per il vino, Ups (logistica, spedizioni, soluzioni per il trasporto a livello mondiale da oltre cent'anni) prosegue a progettare soluzioni per la spedizione di categorie merceologiche particolari. Per l'olio, uno dei vanti della produzione agricola italiana, è nato un progetto tutto italiano, proprio perché l'Italia è tra i Paesi maggiori produttori. Ups Italia ha messo a punto un particolare package per la spedizione dell'olio che garantisce non solo l'integrità della bottiglia ma anche la conservazione delle caratteristiche compositive, senza che il prodotto perda nulla sul piano nutrizionale e del gusto.

Studiato da Grifal in esclusiva per Ups, il package misura 40x30x20 cm e può ospitare fino a
due bottiglie di olio da 1 litro oppure 3 bottiglie da mezzo litro. In materiale riciclato al 50% e totalmente riciclabile, è costituito da un scatola di cartone a doppia onda, con pareti rivestite di materiale protettivo e isolante (Mondaplen). All'interno ci sono due buste isolanti in Mondaplen rivestite da pannelli perimetrali laminati con alluminio, che possono essere sigillate con nastro adesivo. L'imballaggio ha superato crash test e test climatici: testato a -5° e a +45° ha dimostrato di protrarre di 10-12 ore l'ininfluenza della condizioni esterne sul prodotto rispetto a un involucro normale, coprendo quindi il tempo necessario di una consegna con corriere espresso, che, tanto per fare un esempio, da Verona a New York è circa di una giornata.

Col nuovo oil package, che costa 7.50 euro, Ups può spedire nei 220 Paesi in cui opera bottiglie di olio extravergine d'oliva in modo più sicuro, garantendo la qualità al consumatore finale. Tra l'altro, l'export dell'olio dall'Italia è in continua crescita e ha generato un fatturato di oltre 1,7 miliardi di euro nel 2012. La prima destinazione sono gli Usa, seguiti da Francia, Germania e Giappone. Con lo sviluppo dell'e-commerce, l'opportunità si è aperta anche alle piccole e medie imprese

Il prossimo involucro speciale sarà destinato ai prodotti per l'healthcare, settore delicato dove un trasporto può dover essere fatto a temperature bassissime, tipo -60°. Ups ci sta lavorando.



L'anima ecologica di Dhl Express nel progetto ‘Milano Go Green’

Una cicloparade tra due parchi milanesi ha evidenziato l'impegno del gruppo internazionale di trasporto espresso ad abbattere le emissioni di Co2. Col patrocinio del Comune, Dhl Express Italy attiverà interventi di valorizzazione nel Parco Sempione. La flotta green per le consegne sarà presto anche a Padova e a Vicenza. Milano Go Green è ideato e curato da psLIVE

4 ottobre 2013 - Si è avviato con una spettacolare trasferimento di gruppo su mezzi ecologici brandizzati nel centro città il progetto ‘Milano Go Green’, promosso da Dhl Express (trasporto espresso internazionale) con il patrocinio del Comune di Milano, per valorizzare il verde cittadino e sottolineare l’impegno a utilizzare soluzioni di city logistics sostenibili. Trecento dipendenti di Dhl, indossando cappellini e mantelline coi colori aziendali, hanno utilizzato dal Parco di Porta Venezia al Parco Sempione i ‘Triclò’, speciali tricicli con vano bagagli, e biciclette, tutti a pedalata assistita, per sottolineare l’adozione da parte Dhl di mezzi ecologici per le consegne nelle aree centrali di Milano, che si aggiungono ai mezzi elettrici e a basso impatto ambientale che l’azienda sta introducendo nella flotta. I cittadini potevano aggregarsi ricevendo un omaggio Dhl green, così come era previsto un premio per le foto scattate più curiose.

La politica ambientale di Dhl a livello mondiale, iniziata nel 2008, prevede l’adozione di misure che arrivino all’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica del 30% entro il 2020 e alla valorizzazione delle risorse green dei territori in cui opera : “In Italia - ha dichiarato Alberto Nobis, amministratore delegato di Dhl Express Italy – stiamo raggiungendo l’obiettivo con 7 anni di anticipo. Sostituiremo l'8
0% dei veicoli della flotta con i ‘Triclò”. Il progetto della flotta green, partito da Milano, si estenderà entro l’anno anche ad altre città, a partire da Padova e Vicenza.

Dhl si è impegnato, inoltre, col Comune di Milano, perseguendo una politica condivisa per una migliore qualità della vita cittadina, di attivare da qui all’Expo 2015 degli interventi di valorizzazione del Parco Sempione, di abbellimento e arredo, tra cui una serie di percorsi vita per allenamento e running brandizzati Dhl. C’è anche l’idea di mettere in connessione i parchi milanesi, sempre in ottica green,del genere ‘bike to go’.

Milano Go Green è ideato, organizzato e gestito da psLIVE, il global experiential agency network del gruppo Aegis Media.


In Generali nasce Life Park ‘protection store’. Mega scontro di lancio

Genertel ed Europe Assistance aprono nel centro di Milano un luogo interattivo ed emozionale, che promuove una nuova cultura della protezione dai rischi e mette insieme ogni servizio assicurativo possibile, con soluzioni per tutto. Perfino se, come nell'ambient marketing di M&C Saatchi con H, un sottomarino emerge dall'asfalto e si scontra con una Smart

1 ottobre 2013 - Nasce da un'idea innovativa nel campo assicurativo, avuta da due amministratori delegati - Paolo Frapiccini di Europe Assistance e Davide Passero di Genertel -, lo store in pia
zza Cordusio a Milano (luogo di 30-35 milioni di passaggi all'anno), aperto in via sperimentale da fine luglio ma ufficialmente presentato ieri alla cittadinanza con un mega evento in via Mercanti. Ha messo in scena uno scontro davvero imprevedibile tra un'auto e un sottomarino 'emerso' dalle vie d'acqua milanesi di un tempo, oggi sotterrate, tra comparse in veste di vigili del fuoco, ambulanza per il soccorso e la curiosità dei passanti. La soluzione per ogni rischio era lì a due passi, nel nuovo store dove veniva regalata una bussola-gadget a chi si era fatto immortalare sulla scena.

Battezzato Life Park, il nuovo negozio viene definito “primo protection sto
re” in quanto dedicato all'assistenza e alla protezione delle persone. “L'idea - spiega Passero - è di creare un luogo dove una narrazione introduca una nuova cultura della protezione dai rischi. Uniamo due marchi forti rendendoli più visibili e fisici sul territorio, in un contenitore che mette insieme tutti i servizi assicurativi possibili”.

Si uniscono un marchio relativamente nuovo come Genertel (assicurazioni via telefono e internet) con uno affidabile e rassicurante come Europe Assistance, entrambi parte del gruppo Generali nel cui palazzo è ospitato lo store e con minima sovrapposizione d'offerta. “Vogliamo abbattere le barriere nei confronti di un settore vissuto come freddo e poco emozionale - aggiunge Frapiccini. Tecnologia e interattività permettono di comprendere l'offerta in un ambiente accogliente e suggestivo, l'atto d’acquisto potrà anche non avvenire in quel momento”

Uno scher
mo digitale interattivo invita l'utente a piantare il proprio albero virtuale, personalizzandolo con parole, colori e forme, che rappresentano il proprio personale set di valori prioritari da tutelare, come famiglia, vita, figli, casa, serenità, sicurezza, etc. In pratica il potenziale cliente viene profilato in base alle sue aspirazioni e solo in un secondo tempo verrà contattato per offerte assicurative mirate, che risponderanno alle particolari esigenze espresse, tratte dai pacchetti delle due compagnie. Per conoscere e instaurare una relazione col cliente e invitare i potenziali ad entrare in negozio ci saranno eventi e occasioni, anche con partner esterni.

Nome, logo, immagine coordinata e la campagna a supporto del progetto sono stati studiati da M&C Saatch, che ha organizzato anche l'iniziativa di ambient marketing insieme a 'H'. Per ogni pianta del bosco digitale di Life Park, Europ Assistance e Genertel doneranno un contributo ad associazioni che migliorano la vita delle persone, come la Fondazione aiutare i bambini, Smart Food della Fondazione Ieo e il progetto Mobilità in bicicletta dell'associazione Ciclobby. Il media è in carico ad Havas Media, centrale media di gruppo Generali. L'allestimento dello store si deve dello studio di architettura Cesana.





Con Rethink Energy Eni promuove una nuova cultura dell’energia

La nuova campagna istituzionale in tv, stampa e web, ideata da Tbwa Italia, racconta i valori aziendali, basati su internazionalità, sostenibilità e ricerca. Mostra quanto Eni fa nel mondo e invita tutti a collaborare per costruire un futuro di energia sostenibile. Nei video, la voce narrante è di Toni Servillo

30 settembre 2013 - Ha per titolo ‘Rethink Energy’ la nuova campagna istituzionale fortemente voluta dal management di Eni, dove non si parla di prodotti ma si persegue l'obiettivo di creare nel pubblico una nuova cultura dell’energia, basata su un utilizzo consapevole ed efficiente. Da cui il claim “Diamo all'energia un'energia nuova”. Come ha dichiarato l'amministratore delegato Paolo Scaroni, la campagna comunica i valori di Eni e fonda su tre pilastri che sono nel suo dna: l'internazionalità, la sostenibilità, la ricerca.
Toni Servillo e Paolo Scaroni
r />La campagna ricorda che Eni ha realizzato in Congo e Nigeria centrali che generano elettricità utilizzando il gas associato alla produzione petrolifera, altrimenti bruciato in torcia, fornendo il 60% dell'elettricità congolese e il 20% di quella nigeriana. Che realizza iniziative nel campo della ricerca e dell'innovazione. In particolare viene messa in luce la partnership con il Mit Energy Initiative, di cui Eni è membro fondatore e che promuove progetti di ricerca nell'ambito dell'intero settore energetico, dagli idrocarburi all'energia solare. Il racconto delle iniziative è supportato da immagini sul rapporto quotidiano tra l'individuo e l'energia con esempi di comportamenti virtuosi, perché tutti possono essere parte attiva nella costruzione di un futuro comune di energia sostenibile. Non manca l'accenno alle attività di Eni a supporto della cultura, della musica, dell’arte, degli spettacoli.

La campagna, ideata da Tbwa Italia, si sviluppa in tv, stampa e web. Video e spot in più tagli – è prevista anche una versione da 60” per Carosello che andrà in onda più avanti – hanno come voce narrante quella dell'attore Toni Servillo, sono prodotti da FargoFilm e diretti da Bruce Saint Claire. Agli annunci stampa ha collaborato invece la giovane artista Becha@Machas utilizzando la tecnica mista della ‘collage art’. La pianificazione è a cura di ZenithOptimedia. Il progetto di comunicazione nasce con valenza internazionale ed Eni conta di portarlo anche in altri mercati.





La stazione della metro Termini a Roma si fa rosso Vodafone

Il nome cambia in Termini-Vodafone e viene aperto un temporary store Vodafone in Piazza dei 500. L'accordo tra lo sponsor e Atac prevede il restyling della stazione e la fornitura di nuovi servizi nel capolinea di superficie

25 settembre 2013 - La stazione della metropolitana di Roma Termini si veste di ‘rosso Vodafone’ e si chiamerà per alcuni mesi Termini-Vodafone. L'accordo tra Atac e l'azienda di telecomunicazioni consentirà la riqualificazione delle infrastrutture della metro, permetterà di fornire nuovi servizi nel capolinea di superficie di piazza dei Cinquecento e di investire sul decoro dell'area metro di Termini senza costi per Atac. Claim: “Roma è bellezza, Roma è passione?”

Il progetto Termini-Vodafone fa parte degli investime
nti di Vodafone Italia per Roma che prevede, oltre all'ambientazione della campagna Live Red, anche eventi e spettacoli in diverse parti della città in questo mese. Vodafone ha investito dal ’95 ad oggi oltre 450 milioni nella Capitale.

Oltre alla denominazione congiunta Termini-Vodafone, il progetto prevede la creazione di un temporary store Vodafone in Piazza dei Cinquecento e il restyling della stazione metro Termini con l'aggiornamento del nome e delle pensiline, degli ingressi della metro, dell'area tornelli, delle scale mobili, delle banchine e la decorazione integrale di due treni.

Il progetto potrebbe ripetersi. Atac valuterà se estendere a tutta la rete la nuova modalità di interventi.



Arriva Event Boost, piattaforma italiana web-iPad per gli eventi

L'agenzia bolognese Quadrante presenta la piattaforma web e iPad per la gestione di eventi, che semplifica le fasi dell'organizzazione. Nei prossimi mesi il lancio sui mercati internazionali

24 settembre 2013 - Nasce Event Boost, piattaforma integrata web e iPad per la gestione degli eventi, ad uso di agenzie di eventi, di event manager aziendali e anche di privati. La piattaforma semplifica le fasi dell'organizzazione di un evento senza dispersione di risorse e di tempo e riduce i costi di gestione. Si possono personalizzare gli inviti, spedirli ai contatti, raccogliere le iscrizioni online, gestire l'accredito degli ospiti con l'iPad, monitorare in tempo reale l'andamento dell'evento, etc.

Nei prossimi mesi Event Boost sarà lanciata sul mercato internaz
ionale e venduta anche sul sito www.eventboost.com. Il software infatti sarà disponibile online e l'App iPad scaricabile free dall'Apple Store, mentre per l'utilizzo si dovrà pagare un canone.

Quadrante, agenzia web di Bologna, presenterà Event Boost al mercato e in particolare alle agenzie di rp associate ad Assorel nell'ambito de “La settimana della Comunicazione (vedi news del 19 settembre) a Milano, il 30 settembre alle 18 presso Chateau Monfort.


D'Antona & Partners diventa Havas Pr Milan

Si ufficializza l'appartenenza a Havas WW e si rafforza la relazione con gli altri protagonisti del gruppo in Italia nel momento in cui i servizi di comunicazione devono rispondere a clienti con esigenze sempre più internazionali e integrate. Rosanna D'Antona ne è presidente e ceo. Il fatturato onorari cresce del 6%

20 settembre 2013 - D'Antona & Partners, l'agenzia specializzata in rp fondata nel 2003 da Rosanna D'Antona, Caterina Tonini e Maria Manfredini, cambia nome in Havas Pr Milan, ufficializzando l'appartenenza al gruppo Havas Worldwide che ne ha acquisito il 51% nel 2008 (ai tempi in cui si chiamava Euro Rscg). Il restante 49% appartiene alle tre fondatrici e al partner che si è aggiunto nel 2005, Corrado Tomassini.

Il rebranding avviene per volontà internazionale, per uniformare le varie denominazioni locali affermando la globalità del network. Viene resa omogenea la brand identity, si facilitano le relazioni tra le varie sedi del network di rp in seno ad Havas WW e si rafforza la relazione con gli altri protagonisti del gruppo in Italia. Un'opportunità importante nel momento in cui i servizi della comunicazione devono rispondere a clienti con esigenze sempre più internazionali e sempre più integrate con gli altri strumenti, dall'advertising al web, dagli eventi alla pianificazione media.

Havas Pr Milan, in cui Rosanna D'Antona assume il ruolo di presidente e ceo, rafforza la mission di affiancare i clienti italiani a sviluppare il business sui mercati stranieri e i clienti internazionali a lavorare sul mercato italiano, sfruttando l'esperienza maturata nell'area corporate e di brand. E si allinea all'indirizzo del gruppo verso una forte digitalizzazione.

All'interno del network, Havas Pr Milan è una realtà importante, con 40 professionisti e programmi di comunicazione all'attivo in vari ambiti, tra cui salute e benessere (che conta per circa il 30% sul fatturato), banche e assicurazioni (circa il 20% del fatturato), b-to-b (circa il 15%) e largo consumo & lifestyle (circa il 35%). Negli anni ha lavorato per circa 200 aziende. Comunicazione corporate, finanziaria, di brand e healthcare capeggiano la lunga lista dei servizi offerti, tra cui appaiono anche aree molto innovative come comunicazione interna/employer branding o le ‘litigation pr’ per interventi a fianco e su richiesta di studi legali in casi giudiziari di forte richiamo mediatico. Un esempio recentissimo è l'aver affiancato lo studio legaledi Ginevra De Pfyffer sul caso internazionale di Alma Shalabyeva, centrando la strategia mediatica sul tema dei diritti umani. O meno recentemente essere stati chiamati a dare visibilità mediatica alla causa ereditaria intentata da Margherita Agnelli, avviata con un'esclusiva al Wall Street Journal.

Havas Pr Milan ha realizzato nel 2012 un fatturato onorari di 3.3 milioni di euro, pari il 13,5 % del fatturato di Havas WW Milan e prevede per fine 2013 di arrivare a 3.5 milioni, con una crescita di circa il 6%. Il fatturato gestito previsto è invece di circa di 5 milioni. Tra gli ultimi clienti acquisiti, a seguito di una gara a 3, c'è Banca Popolare di Vicenza per un progetto non convenzionale.


Mps annuncia WiDiBa, banca online operativa nel 2014

L'ingresso nel nuovo mercato rientra nel piano industriale in corso e sarà uno dei pilastri del rilancio del gruppo bancario senese. Il nome è stato scelto dopo un contest online su Zooppa.com. Alla guida va Andrea Cardamone

19 settembre 2013 - Il Monte dei Paschi si appresta a far debuttare la sua banca online, operazione che fa parte del nuovo piano industriale di rilancio. Sarà operativa nel 2014 e si chiamerà WiDiBa, nome scelto dopo un contest online (vedi news del 22 luglio) lanciato su Zooppa.com e poi votato in sala durante la presentazione ieri dell'iniziativa al Piccolo Teatro Studio di Milano. WiDiBa (Wi come Wi-se saggio o anche Wi-reless, Di come Di-alog o anche Di-gital, Ba comeBa-nk) ha prevalso su altri quattro finalisti (1.900 le proposte arrivate), aggiudicandosi i 20.000 dollari in palio.

La banca online, nelle intenzioni del management, nascerà con l'obiettivo di far entrare il gruppo in un nuovo mercato, con logiche diverse rispetto alla banca tradizionale. Sarà uno dei pilastri per il rilancio e il riposizionamento del business del gruppo, con cui si intercetteranno “le nuov
e esigenze e i nuovi comportamenti dei clienti nell'utilizzo dei servizi bancari basati su logiche digitali” e si costruirà “una moderna simmetria nel rapporto banca-cliente".

Il responsabile di WiDiBa sarà Andrea Cardamone, già amministratore delegato di Webank, la banca online del gruppo Bpm.


PS Live, il global experiential agency network di Aegis Media, si presenta in Italia

Men Company entra a far parte e assume il nome del network che riunisce tutte le experiential agencies locali del gruppo Aegis Media, che fanno capo all'o.o.h. specialist Posterscope. Mission, reinventare la comunicazione esperienziale con progetti di marca nel mondo fisico amplificati nel digitale

18 settembre 2013 - MenCompany, società del gruppo Aegis Media Italia, dopo 12 anni di attività sul mercato italiano evolve in PS Live, entrando nel global experiential agency network del gruppo Aegis. Il network riunisce le expertise di tutte le experiential agencies locali del gruppo - tra cui appunto MenCompany - che fanno capo a Posterscope, l'out of home specialist di Aegis Media e che prima operavano sotto brand differenti. Il network PS LIVE nasce così già grande e punta ad andare ben oltre al re-branding: l'obiettivo è di reinventare la comunicazione esperienziale attraverso progetti di marca che accadono nel mondo fisico e che vengono amplificati nel digitale.

L'approccio di PS Live ai progetti di brand experience pone al centro
i consumatori con esperienze immersive di marca, combina il fisico col digitale, propone una creatività supportata da dati, utilizza gli spazi urbani in modo innovativo grazie alla ‘urban value partnership’ che permette di creare efficaci tavoli di lavoro tra pubblico e privato, opera come una rete globale e offre attività esperienziali attivabili su più mercati. Attraverso l'’operating model’ di Aegis Media, basato sulla convergenza tra tutte le divisioni, offre un servizio olistico, specialistico e integrato, PS Live propone modelli strategici completi nell'ideazione e gestione dei progetti di comunicazione.

PS Live in Italia è guidata da Nicola Corricelli, già presidente di Men Company.


L'energia di Enel al fianco dei guerrieri di ogni giorno

La nuova campagna corporate ideata da Saatchi & Saatchi celebra la determinazione e il coraggio della gente comune nelle battaglie della quotidianità

13 settembre 2013 - La nuova campagna corporate di Enel #GUERRIERI, firmata da Saatchi & Saatchi, celebra la determinazione della gente comune di fronte alle difficoltà e alle incertezze sociali ed economiche del momento: guerrieri nelle battaglie della quotidianità per costruire un futuro.

In onda da domenica 15 settembre, lo spot, in tagli da 60, 45, 30 e 15 secondi, prodotto da Filmmaster con la regia di Andre Stringer, mostra gli italiani che lavorano, studiano, combattono nelle fabbriche, negli uffici, nelle scuole, nei supermercati. Enel è accanto a loro con la sua energia. Sulla stessa linea la campagna stampa, partita una settimana prima, con foto di Lorenzo Castore, che mostra i diversi soggetti nel contesto in cui affrontano le loro sfide.

Stampa e tv sono state anticipate sul web dalla piattaforma di storytelling guerrieri.enel.com, realizzata in collaborazione con Eikon Strategic Consulting. Fino a metà ottobre inviterà chi si registra a raccontare la propria ‘battaglia’, racconto da condividere sui social network. Le migliori storie saranno selezionate e premiate e le più interessanti potranno diventare protagoniste della nuova fase di comunicazione di Enel. La pianificazione è in gestione a Carat.




Vodafone cambia brand identity in Power of Red

The Brand Union e Digit hanno creato per il gruppo la nuova identità visiva globale che verrà implementata nel giro di pochi mesi in tutti i mercati

10 settembre 2013 - The Brand Union (Tbu), agenzia di consulenza in brand strategy e design del gruppo Wpp, ha creato la nuova identità visiva di marca per Vodafone che sarà implementata in tutti i mercati nel giro di pochi mesi e sarà utilizzata su ogni piattaforma, sui mezzi classici e digitali, nei punti vendita e nei packaging.

I team di Tbu di Singapore, Stoccolma, Londra e New York insieme all'agenzia di consulenza digitale Digit sono stati incaricati da Vodafone di creare una nuova brand identity unica, moderna e adattabile a tutti i mercati. Intitolata Power of Red, l'immagine ha forma romboidale e dinamica e vuole comunicare Vodafone come ‘catalizzatore di progresso’ ovvero come un gruppo mai statico, sempre in evoluzione, portatore di tecnologia che dà potenza e forza a chi ne fa ricorso.


Una ‘Puffo experience’ negli Hotel Best Western Italia con camere Kids

Prosegue la strategia di differenziazione dell’offerta legata al progetto ‘Love Promise for…’. In previsione dell’arrivo a settembre del film Puffi 2, nei 40 Hotel del cluster Kids sono allestite le Puffi Room, in partnership con licenziatari del marchio di varie merceologie

11 luglio 2013 - Le camere Kids di Best Western Italia si colorano d'azzurro Puffo e offrono ai bambini in viaggio con le famiglie un'esperienza giocosa ed elettrizzante. In previsione dell'uscita nelle sale italiane del film ‘Puffi 2' il 26 settembre (in Usa succede già questo week end), la catena (cooperativa) di hotel in affiliazione ha stretto una partnership con Sony Pictures Entertainment e con Imps, proprietaria del brand ‘Smurfs’ (ovvero i Puffi), che prevede l'allestimento di ‘Puffi Room’ nei 40 Hotel italiani su 180 che prevedono camere Kids. Una Puffi room crea l'atmosfera grazie all'apporto di numerosi licenziatari del brand Puffi, che forniscono oggettistica, arredi e corredi, giochi e snack, dalla biancheria da bagno e da letto di Bassetti Home Innovation alle caramelle Haribo, da fazzoletti e sedie in cartone di World Cart ai wafer alla nocciola Delser, da timbri Dynit alle bolle di sapone di Villa Giocattoli, passando per le figurine dei Puffi di Grani & Partners o dai tappeti di Comart. I Puffi seguono i bambini anche nell'area colazione e perfino al ristorante dove piatti e bicchieri a tema sono firmati da Pengo. L'o
perazione è stata coordinata da Backstage Licensing.

L'iniziativa fa parte della strategia di marketing di creare una segmentazione dell'offerta, raggruppando gli alberghi affiliati secondo cluster col progetto ‘Love Promise for…’ iniziato nel 2009 e a cui oggi hanno aderito in 119. Si è partiti con ‘Love Promise for.. Business’, poi con Woman e dopo ancora con Kids (un cluster tutto italiano): 5 camere speciali in ognuno dei 40 Hotel aderenti dove i genitori hanno facilities come fasciatoi e carrozzine, omogeneizzati, prodotti da colazione per l'infanzia, stoviglie colorate, mentre i bambini trovano aree giochi, la Playstation o la pedana Wii.

“Sono operazioni di differenziazione dell'offerta che vanno a vantaggio sia dei nostri affiliati sia del cliente finale” spiega il direttore generale di Best Western Italia Giovanna Manzi. Nel 2012 il fatturato legato ai cluster è stato di circa 2 milioni di euro, pari al 4% del totale, mentre nel primo trimestre 2013 è arrivato a 550.000 euro. “In un settore come quello alberghiero dove qualità e prezzo sono allineati e la concorrenza si gioca sempre più sui servizi e sulla specificità dell'offerta – aggiunge Alessandra Niada, head of marketing communication Best Western Italia - trasformare le camere in luoghi dove vivere esperienze, come nelle Puffi Room, serve a differenziarsi da competitor e a fidelizzare gli ospiti”.

Per promuovere le Puffi Room è stata varata una campagna online con creatività e pianificazione interna e il supporto dell'agenzia di web marketing Simple Agency, con attività di display advertising sui siti pianetamamma.it, nostrofiglio.it e quimamme.leiweb.it e con buzz su blog verticali dedicati alle mamme.

In generale Best Western I
talia pianifica soprattutto il web, per un budget che per il 2013 è di 2.2 milioni di euro, in crescita sui 2 milioni del 2012. Attività in radio, tv e stampa trade sono legate soprattutto a partnership, come il reality show in 7 puntate Best Holidays sul canale EasyBaby (al 137 di Sky) con investimenti indiretti come ospitare la produzione e azioni di product placement con promozione di particolari destinazioni. Best Western Italia partecipa ovviamente alle grandi azioni di marketing globali come la sponsorizzazione da 8 anni dei raduni di Harley Davidson, che ha celebrato i 110 anni del brand recentemente proprio a Roma.

Il gruppo Best Western è presente in 100 nazioni nel mondo con 4.000 hotel e 310.000 camere di cui 12mila in Italia in 120 destinazioni business e leisure. In Italia il fatturato è stato di 75 milioni di euro nel 2012, anno in cui si sono affiliati 10 nuovi hotel.


Bonifici in tempo reale via mobile con Banca Mediolanum e PayPal

Lancio del servizio ‘Mediolanum send money’ che attraverso un'app permette ai clienti della banca di inviare denaro a un beneficiario identificato dall'e-mail o da un numero di telefono. Campagna di Red Cell su stampa e web

8 luglio 2013 - Banca Mediolanum, la banca senza sportelli, prima operativa via telefono e poi via internet, ora punta molto sul mobile ritenuto “lo strumento del futuro” come spiega l'a.d. Massimo Doris. La Banca annuncia così l'accordo con PayPal per il lancio del servizio ‘Mediolanum send money’, un banking online via mobile, che permette ai clienti della banca di inviare denaro a un beneficiario identificato da un indirizzo e-mail o da un numero di telefono cellulare, attraverso l'app disponibile per smartphone con sistema operativo iOs, Android e in futuro anche Windows 8. Il limite iniziale è di 1.000 euro per trasferimento a un costo di 35 cent.

Attivo dal 15 luglio, sarà il primo servizio del genere in Italia che offre diversi vantaggi tra cui l'istantaneità, visto che il denaro viene trasferito immediatamente (e non dopo un paio di giorni come un normale bonifico). Non serve inoltre che il beneficiario abbia già aperto un conto PayPal. Se l'ha, il denaro, come si è detto, è subito trasferito. In caso contrario, arriva l'avviso che c'è un versamento da esigere e c'è un mese di tempo per aprire il conto PayPal e ottenerlo. Così per PayPal il nuovo servizio ha anche una funzione promozionale di ampliamento del parco utenti.

‘Mediolanum send money’ viene pubblicizzato dal 15 luglio con una campagna a firma di Red Cell, agenzia di riferimento di Mediolanum, su quotidiani, periodici, portali di economia e finanza e su corriere.it per 3 settimane, con un ulteriore flight previsto per ottobre. Su quotidiani e periodici il visual è un'illustrazione al tratto con claim. “Potere alla vita facile”. Un QR Code inserito nella body copy rimanda al filmato di approfondimento realizzato per la campagna web, visibile su Mediolanum Channel. Il budget di comunicazione complessivo 2013 per Mediolanum è di circa 14 milioni di euro, come nel 2012.

Quanto a PayPal (gruppo E-Bay), i servizi di pagamento e di trasferimento di denaro online in sicurezza hanno raggiunto i 123 milioni di conti attivi mondo, di cui oltre 5 milioni arrivati nell’ultimo trimestre, disponibili in 193 Paesi. Mediolanum è la prima banca italiana che stringe questo tipo di accordo con PayPal, già in essere nel mondo con 150 banche partner. L'agenzia di riferimento di PayPal è Cookies Adv che curerà la promozione sul mercato italiano della carta prepagata.




Il noleggio temporaneo tra privati si fa attraverso il portale Locloc.it

Invece di lasciare impolverarsi il trapano o acquistare il tosaerba, la piattaforma ne propone il ‘consumo collaborativo’, mettendo in contatto chi affitta e chi vuole affittare temporaneamente a pagamento oggetti o dispositivi

1 luglio 2013 - Si chiama Locloc.it la piattaforma online che propone il ‘consumo collaborativo’, ovvero il noleggio di beni tra privati, riunendo una community disposta ad affittare e a prender in affitto a pagamento oggetti o dispositivi. Locloc offre un servizio a proprietari di case, di auto, di articoli vari che magari vengono usati poco, tipo un trapano o una macchina fotografica, un abito da cerimonia o una bicicletta per un weekend, etc. Lo si mette a disposizione di altri che ne hanno unbisogno per un tempo limitato.

Del resto le case sono piene di oggetti usati una o due volte e poi dimenticati su qualche scaffale: grazie a Locloc si impara a condividerli e se ne fa un uso collettivo.

La piattaforma si presenta come un motore di ricerca con due casello testuali, una per l'oggetto e l'altra per il luogo. Clickando appare unalista di potenziali offerenti, con descrizione dei beni, foto e costo dell'affitto. C'è anche una guida per i prezzi, sono previsti deposito a garanzia, garanzie assicurativefino a 990 euro (con franchigia del 15%) e vari servizi accessori. Si pubblica un annuncio, si decide se accettare la richiesta, si consegna l'oggetto, si firma il contratto e si attende la restituzione. Poi si condivide il feedback, c'è anche un blog dove raccontare esperienze e lasciare commenti.


Milano in mano con l'app City1Tap di Rcs Mg e Accenture

L'app gratuita permette la fruizione di servizi e informazioni sulla città con interazione attiva e social. Le info fanno perno sui contenuti del Corriere della Sera e di ViviMilano, sull'apporto di Atm per i trasporti e di altri partner per tempo libero, sconti e occasioni. Il servizio è personalizzato e integrato coi social. In futuro anche in altre città

26 giugno 2013 - Parte con la città di Milano il servizio City1Tap, innovativa guida su mobile per vivere la città, frutto dell'accordo tra Rcs Media Group e Accenture (consulenza direzionale, servizi tecnologici, outsourcing). Si tratta di un'app gratuita, sviluppata per Androi
d e iOS, già scaricabile nel primo caso da Google Play e a brevissimo anche da Apple Store, che permette la fruizione di servizi geolocalizzati e di informazioni sulla città con interazione attiva e social. Le informazioni fanno perno sui contenuti del Corriere della Sera e di ViviMilano e sono fruibili con un semplice tocco sullo schermo. Cittadini, pendolari, turisti (in futuro ci sarà la versione in inglese) possono fruire delle recensioni e dei consigli di Vivimilano.it e di tutte le news di Corriere.it sulla città.

Sul fronte dei trasporti, entra in
gioco Atm che mette a disposizione attraverso l'app il travel planner ridisegnato con le fermate, gli itinerari e gli orari in tempo reale dei mezzi pubblici, oltre a fornire informazioni sul bike sharing. Poi c'è il servizio di prenotazione taxi con Taxiblu. Per il tempo libero si possono prenotare ristoranti attraverso restOpolis, acquistare biglietti per eventi attraverso Ticketone o magari scegliere un cinema dopo aver visto il trailer dei film. C'è poi l’area delle occasioni, con offerta di sconti in esercizi di vario tipo come estetica, ristoranti, palestre (con Yoodeal) e supermercati (con Risparmio Super). Si possono anche ricevere notifiche di offerte flash, valevoli per poche ore.

Ogni contenuto è integrato con Facebook, Twitter, Google+ e con la stessa community di City1Tap. Il motore comportamentale permette all'app di proporre contenuti e servizi sulla base del profilo di ogni utente e in base alle informazioni che abitualmente cerca, offrendo un servizio personalizzato.

City1Tap è aperto agli inserzionisti, in particcolare a quelli locali, che potranno attivare offerte in modo autonomo, in real time e su target mirati.

Il progetto debutta a Milano, l'intenzione è di svilupparlo in futuro anche in altre città italiane e straniere.
Per saperne di più..>>



Telefono Azzurro, 26 anni all'ascolto dei bambini, per capirli davvero

L'associazione ha adattato gli strumenti, è ormai più ‘Smartphone che Telefono’ e svolge il suo ruolo anche attraverso sito, app e social. I nuovi spot di A. Testa centrati sul tema dell'ascolto

10 giugno 2013 - “Io la sera torno quando voglio” afferma una ragazzina. Una semplice frase che rivela, attraverso la lettura di un'esperta ‘interprete’, il motivo reale: a casa non l'aspetta nessuno. “Io dormo con la luce accesa” dice un bambino ovvero “Sogno sempre l'incidente di mamma”. Sono dedicati ai drammi nascosti dietro a frasi normali i due spot con cui l'associazione sos Telefono Azzurro Onlus è tornata in tv in aprile per sottolineare il ruolo svolto da 25 anni in difesa dei minori e che ha ripresentato in un evento a Milano per il 26º compleanno. Nell'occasione è stato sottolineato come negli ultimi anni l'associazione abbia adattato gli strumenti, sia diventata più tecnologica e oggi sia in un certo senso più “Smartphone che Telefono” e che la sua mission di ascolto, aiuto e disponibilità con i bambini ma anche con i loro familiari si svolga anche attraverso sito, app e i canali su Facebook e Twitter.

Firmati come sempre da A. Testa, prodotti da Filmmaster Productions con regia di Luca Lucini, gli spot hanno dato centralità al tema dell'ascolto. I protagonisti si rivolgono allo spettatore con semplici affermazioni che attraverso la ‘traduzione’ rivelano un profondo disagio. Solitudine, violenza, bullismo, paura sono celati dietro alle frasi di ragazzi e bambini bisognosi di aiuto e che vanno capiti. Perché il tipo di violenza a cui possono essere esposti è cambiato negli anni e viaggia sempre più spesso su canali virtuali trasformandosi in fenomeni che valicano i confini nazionali come sexting o cyberbullismo.

Oltre alla collaborazione con A. Testa, Telefono Azzurro ne ha attivata una con Nickelodeon, il canale satellitare dedicato a ragazzi e famiglie, da cui è nato il manuale ‘Vince chi parla’. E per i 26 anni, ha presentato anche il protocollo di intesa firmato con l'Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) per realizzare insieme attività e campagne di sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale.




Anche in Italia il servizio di musica in streaming di Napster

Il lancio del servizio, con oltre 20 milioni di titoli riproducibili su sistemi audio, smartphone e tablet, avviene nel nostro Paese in contemporanea con altri 13 europei. Possibile una prova free per trenta giorni

5 giugno 2013 - Il distributore di musica digitale Napster arriva in Italia proponendo il suo ricco catalogo di brani musicali di artisti locali e internazionali, con oltre 20 milioni di titoli riproducibili su sistemi audio, smartphone, tablet e altri dispositivi. Il servizio è disponibile per iPhone, iPad, iPod Touch e per smartphone e tablet Android.

La Napster Music Guide, curata da esperti, offre anche la possibilità di scegliere playlist di brani diversi o di singoli artisti. Il servizio propone anche suggerimenti, sessioni dal vivo e interviste con gli artisti. L'accesso illimitato allo streaming via web o telefono mobile, sia online che offline, costa 9,95 euro al mese.

Napster è di proprietà di Rhapsody International Inc., con sede negli Usa e filiali in Lussemburgo, Uk e Germania, che ha stipulato contratti di licenza con tutte le principali case discografiche e con centinaia di etichette indipendenti. Il lancio in Italia avviene in contemporanea con altri 13 paesi europei: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Francia, Lussemburgo, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Olanda.

Info su www.napster.comdove è possibile iscriversi a una prova gratuita di trenta giorni.



Con la polizza SaraFree si paga a chilometro

La nuova polizza di Sara Assicurazioni, studiata per chi fa meno di 8.000 km l’anno, prevede una tariffa a consumo in base ai chilometri percorsi. Campagna di Jwt e media di Mindshare

4 giugno 2013 - È on air la nuova campagna di Sara Assicurazioni per la polizza auto SaraFree con creatività di Jwt Italia e media a cura di Mindshare. SaraFree è studiata per chi fa meno di 8.000 km l'anno con una tariffa a consumo in base ai chilometri percorsi e monitorati da un sistema satellitare. Claim: "È tempo di usare la testa. Paga in base ai chilometri che fai”. L'agenzia ha coinvolto gli agenti della compagnia assicuratrice quali testimonial della campagna che è pianificata su radio, web e out of home.

La radio ha abbinato alla tabellare sponsorizzazioni in peak time con citazioni e momenti ad alta visibilità e frequenza. Il web ha previsto portali a larga copertura e siti targettizzati al maschile - sport e motori e al femminile - ricette e cucina. L'out of home dinamica esce a Milano, Roma, Firenze e Bologna.



Flow Faster con Visa, on air lo spot remake per le nuove tecnologie pay

Non più una star dell'atletica come Usain Bolt, ma un vecchio signore che si vivacizza facendo acquisti al volo mentre va a conoscere il nipotino appena arrivato. La nuova campagna firmata da Saatchi è in tv, online e out of home in 19 Paesi, Italia inclusa

3 giugno 2013 - È on air in 19 Paesi europei, Italia inclusa, il nuovo spot di Visa ‘Flow Faster’, evoluzione di quello in cui, oltre un anno fa, in vista delle Olimpiadi Usain Bolt attraversava Londra facendo acquisti al volo coi servizi Visa card, mobile, contactless per abbigliarsi da atleta e arrivare pronto ai blocchi di partenza all'Olympic Stadium (vedi Videonotizia del 17 marzo 2012). Questa volta il protagonista non è una star dell’atletica bensì un vecchio signore che si entusiasma alla notizia della nascita di un nipotino. Lo si vede andare via spedito diventando sempre più giovane ed efficiente man mano che sul percorso fa acquisti adeguati alla circostanza – palloncini, mazzo di fiori, un paio di scarpe sportive per correre ed arrivare più in fretta - pagando con i nuovi metodi offerti dalle tecnologie proposte da Visa. Claim conclusivo: “Feel Faster, Flow Faster with Visa”.

Lo spot, prodotto da Traktor (qui la versione virale da 1’30”) con colonna sonora ‘Don't stop me now’ dei Queen, è parte di una campagna multimediale, ideata e realizzata da Saatchi & Saatchi, con media a cura di Mec, che coinvolge anche digital e out-of-home per raggiungere 300 milioni di consumatori adulti in Europa. Vuole incoraggiare i possessori di card ad andare oltre ai metodi di pagamento tradizionali, sperimentando le nuove tecnologie, come i pagamenti contactless, via mobile ed e-commerce.

I principali mercati in cui la campagna è pianificata sono Uk, Francia, Polonia, Spagna, Italia e Germania, con declinazioni adatte all'avanzamento delle tecnologie di pagamento in ciascun Paese.




Al Wired Next Fest Bnl organizza un dialogue show

Tre giorni di talk show in diretta a Milano, seguibili in streaming, vedranno i conduttori Cristiana Capotondi, Claudia Gerini ed Andrea Pezzi interagire col top management della banca, con ospiti dell'imprenditoria, dello sport e dello spettacolo e con il pubblico su società, economia, finanza e innovazione. Progetto di Draftfcb

30 maggio 2013 - Per il Wired Next Fest, in corso fino a sabato a Milano (vedi news del 21 maggio), lo sponsor Bnl Gruppo Bnp Paribas organizza ‘Bnl Live, the dialogue show’, una tre giorni di talk show in diretta, ideata in collaborazione con Draftfcb di Milano. La struttura ‘dome’ di Bnl presso il Giardini Indro Montanelli (Corso Venezia 55) diventa studio televisivo con trasmissioni in diretta, con conduttori, ospiti, servizi giornalistici e pubblico, seguibili in streaming, dalle 10 alle 18 sull'homepage di YouTube, sul canale YouTube BnL Channel, sull'homepage di AdnKronos e su quella di Finanzaonline.com.

Il mini-palinsesto prevede interazione col pubblico, dando la possibilità di proporre commenti, opinioni, suggerimenti via web e canali social. Il pubblico è stato chiamato anche a farsi social reporter per realizzare servizi giornalistici sul Wired Next Fest o anche speaker per condurre parti del talk show. Il sito dedicato live.bnl.it ha raccolto numerose candidature.

Oggi giovedi 30 maggio ci sarà Andrea Pezzi che parlerà con l'amministratore delegato di Bnl Fabio Gallia dello scenario economico nazionale ed internazionale, di imprese, start up e di innovazione, con intervento di imprenditori come Nerio Alessandri, presidente di Technogym, e Giorgio Molinari, ad. e country manager di Bacardi-Martini. Altri top manager della banca saranno presenti nei giorni successivi. Domani 31 maggio Cristiana Capotondi presenterà le iniziative Bnl WeLoveCinema (welovecinema.it) e WeAreTennis (wearetennis.it). Parteciperanno, tra gli altri, Lea Pericoli e Giancarlo Giannini. Nell'ultima giornata di sabato condurrà Claudia Gerini e il tema sarà centrato sulle nuove tecnologie nel settore bancario e sull'educazione finanziaria.

Ogni giornata si concluderà coi seminari gratuiti EduCare (educare.bnl.it), aperti a tutti, sui temi sull'educazione economico-finanziaria.

Info su live.bnl.it.



Gadget taylor made e strategie da AP Solutions

Nasce un nuovo player della gadgettistica promozionale dalla ventennale esperienza di Antonella Giuzio e Patrizia Gualdi

17 maggio 2013 - Nasce AP Solutions, dove AP sta per Alternative Promotional, nuova realtà nel settore nella gadgettistica promozionale. Nuova ma già matura dato che le fondatrici - Antonella Giuzio e Patrizia Gualdi (nella foto) - hanno un ventennio di esperienza nel settore, in cui hanno intessuto rapporti di partnership con le aziende produttrici in Italia e all'estero, così come con clienti storici nazionali e internazionali di tutti segmenti di mercato.

AP Solutions è specializzata nello studio, nella ricerca ma anche nella progettazione di gadget per campagne promozionali consumer e trade, per incentivazione, per eventi speciali o per regali aziendali di prestigio: dai gadget standard a quelli personalizzati o costruiti secondo particolari esigenze. Parola d'ordine: “il gadget esprime il valore dell’azienda che lo reg
ala”. L’approccio è l'ascolto delle esigenze del cliente, la collaborazione, l'individuazione della strategia, la ricerca, l'ideazione. AP Solutions promette, inoltre, un rapporto qualità/prezzo concorrenziale.

Dalla prossima settimana sarà online il sito che racconta la storia professionale delle due responsabili commerciali e propone un catalogo delle idee e delle opportunità (www.ap-solutions.it).


‘Questo si chiama volare’, Meridiana si riposiziona verso l'alto

La compagnia aerea si ristruttura, guarda al futuro, mette al centro il cliente, recupera il brand storico unico e celebra i cinquant'anni con una campagna istituzionale con un messaggio positivo e di impatto sintetizzato nel claim “Non smettere di guardare in alto’. Firma Draftfcb

16 maggio 2013 - Meridiana compie cinquant'anni, in cui ha fatto volare 100 milioni di persone, e torna alle origini, ricuperando il brand storico italiano ma ben noto all'estero - non più Meridiana Fly e Air Italy ma solo ‘Meridiana’ - e proponendo un'offerta commerciale che guarda al servizio di qualità, per riaffermarsi come compagnia di viaggio e distinguersi nettamente dal prodotto low cost.

La compagnia aerea ha intrapreso una ristrutturazione economica e industriale, sotto la guida del nuovo a.d. Roberto Scaramella, puntando a tornare alla crescita, dopo le perdite subite, e solo più avanti guarderà a un futuro di possibili partnership. In questo progetto giocano un ruolo importante il riposizionamento e la campagna per il 50 anniversario, ideati e realizzati da Draftfcb, scelta dalla compagnia quale ‘agency of records’. Una campagna istituzionale, in cui il claim “Non smettere di guardare in alto” col suo messaggio positivo accompagna il visual di un bambino che guarda verso il cielo (“il posto dove vorremmo essere”), mentre il pay off sintetizza il posizionamento di marca: “Questo si chiama volare”. Ecco allora le nuove offerte commerciali che prevedono il bagaglio in stiva fino a 23 kg incluso nella tariffa base (“l'avere bagaglio è la normalità, basta con l'incubo al check-in”), la promozione fino al 25 luglio ‘bambini gratis’ per under 12 che viaggiano con un adulto (acquistando il biglietto entro il 20 maggio), il rinnovamento dei servizi carnet, le app per acquisto e gestione dei servizi di viaggio. Offerte che mettono il passeggero al centro dell'attività di volo e concretizzano il progetto di riposizionamento in fascia alta del prodotto Meridiana.

La campagna, ideata sotto la direzione creativa di Nicola Rovetta, parte oggi su quotidiani e periodici e a giugno sarà anche in affissione, anche su grandi impianti, a Roma, Milano, Verona, Catania e Napoli, oltre che in Sardegna, negli aeroporti in primis. È prevista anche la declinazione sul web e un'attività su Facebook con un concorso che metterà in palio voli per le destinazioni di Meridiana. Nel progetto di comunicazione anche una serie di eventi celebrativi del cinquantenario in varie città. Per ora il soggetto della campagna è unico, ma in Draftfcb ne sono allo studio altri che, mantenendo il format, potrebbero anche riguardare i servizi.


Per chi vuol farsi trovare, spazio gratis su PagineBianche.it

Chi vuol rendersi facilmente raggiungibile può inserire sul sito di Seat Pg Italia il numero di cellulare e la mail. Il servizio è rivolto a privati, liberi professionisti e aziende. A supporto campagna di Draftfcb

7 maggio 2013 - Seat PG Italia lancia il servizio di PagineBianche.it che invita privati, aziende e liberi professionisti a inserire gratuitamente online il proprio numero di cellulare e l'e-mail per rendersi reperibili. Il servizio ha l'obiettivo di aumentare la visibilità online di aziende e privati presso gli utenti di PagineBianche.it edi PagineBianche Mobile.

Ci si registra su www.paginebianche.it creando un account nell'Area Personale. Si potrà monitorare o modificare i propri dati dal pannello di controllo dei dati pubblici, fare modifiche e, nel caso, segnalare abusi relativi alla propria anagrafica. È anche previsto un sistema di verifica periodico della veridicità dei dati.

Il servizio di Seat PG Italia viene comunicato e promosso da una campagna online on air fino al 2 giugno, rivolta aprivati, professionisti e artigiani su siti di quotidiani e su siti specializzati con target artigiani e liberi professionisti. La creatività è di Draftfcb e il media a cura diMedia Italia.


Il treno ad alta velocità Italo festeggia il primo compleanno

Concorso e campagna di Tbwa\Italia con la creative farm HMNS su stampa e sul web con claim “A un anno si possono fare grandi cose”

30 aprile 2013 - Ha compiuto un anno il 28 aprile Italo, il treno ad alta velocità di Ntv, e festeggia con una campagna ideata da Tbwa\Italia in collaborazione con la creative farm HMNS. Pianificato su YouTube, il video mostra come in un solo anno di vita si possano raggiungere straordinari risultati. Nel virale, infatti, un bimbo di un anno surclassa il papà nel montare un mobile. Claim: “A un anno si possono fare grandi cose”.

Nell'annuncio stampa invece si ringraziano i 4 milioni di viaggiatori che hanno scelto Italo rappresentando una festa di compleanno a sorpresa, organizzata dai clienti. Su tutti i mezzi viene promosso il concorso “vinci un anno gratis con Italo”.
La direzione creativa è di Francesco Taddeucci e Luca Albanese. La casa di produzione del video è Polimorfo e la regia di Davide Caucci. Pianifica Carat.


Un mare di ricordi dei ’90 con Grandi Navi Veloci

Per il ventennale dell'attività, con l'app che invita a postare i ricordi degli anni Novanta Tbwa/Italia realizza un'iniziativa su Facebook per coinvolgere emotivamente la community e allargare la base dei fan della Compagnia

29 aprile 2013 - Per il ventennale di attività nel Mediterraneo, Grandi Navi Veloci vara con Tbwa/Italia, l'agenzia che nel 2012 ha ideato la campagna di comunicazione per il riposizionamento, un'iniziativa su Facebook in cui per tutta l'estate inviterà a postare i ricordi degli anni Novanta. L'obiettivo è di creare coinvolgimento emotivo con la marca e allargare la base dei fan.

Grazie all'applicazione ‘Un mare di ricordi’, la pagina di Grandi Navi Veloci vuole diventare una sorta di album collettivo degli anni '90. Tbwa\Italia, con direzione creativa esecutiva di Nicola Lampugnani e Francesco Guerrera, ha ideato e realizzato la campagna digitale social occupandosi anche della moderazione dei commenti relativi all'iniziativa, della creazione dei video e delle immagini, dell’app Facebook, del piano redazionale e dei pre-roll.

Fondata nel 1992 e operativa dal 1993, la compagnia oggi offre collegamenti da e verso la Sicilia, la Sardegna, la Spagna, la Francia, la Tunisia e il Marocco.


Con Sistema Completo TNT Post entra nelle consegne BtoC dell'e-commerce

Il primo operatore postale privato in Italia punta al 2% di share delle consegne BtoC promettendo un servizio semplice ed efficiente, a partire dall'abolizione della tariffa a peso volumetrico e dalla consegna entro 3 giorni. Comunicazione dopo il rebranding che sarà presentato a settembre

15 aprile 2013 - TNT Post, primo operatore postale privato in Italia al 100% del gruppo olandese PostNL. amplia il raggio di attività entrando nell'area e-commerce BtoC col servizio Sistema Completo, rivolto alle aziende che vendono online per la consegna ai clienti finali. Si tratta di un pacchetto all inclusive che promette spedizioni di pacchi semplici ed efficienti.

In primo luogo viene facilitato il calcolo della tariffa di spedizione. È abolito il peso volumetrico, sostituito da cinque taglie che ‘copiano’ quelle degli abiti, dalla XS alla XL. TNT Post vende anche apposite scatole ‘Opzione Volume’ nelle taglie small, medium e large. Giusto per dare un range molto indicativo si può andare dai 4 euro di una consegna XS agli 11.5 di una consegna XL. In alternativa, ad esempio per consegne oversize, c'è l'Opzione Peso con tariffa in base al peso.

La consegna avviene entro 3 giorni e i tentativi sono due e sempre concordati. Il destinatario viene contattato entro le 24 ore successive al ritiro della merce, dando una fascia oraria al massimo di 3 ore, e consegnando al piano anche a sera (fino alle 19)). C'è il portale dedicato per gestire e seguire gli step della consegna e sono incluse le spese di giacenza fino a 10 giorni.

Con questa o
fferta, che si viene ad aggiungere alla collaudata ‘Formula certa’ (sistema di recapito postale controllato con tecnologia satellitare), TNT Post punta ad acquisire una quota del 2% del mercato delle consegne BtoC, un settore che ha registrato una crescita del 18% nel 2012 e che si stima crescerà nel 2013 di un ulteriore 14%. Mercato ricco di opportunità: secondo una ricerca di Human Highway nei primi tre mesi di quest'anno 13,8 milioni di italiani hanno fatto acquisti sul web, pari al 47,7% dell'utenza internet, e il 24% ha comprato più di cinque volte. Tnt Post - secondo le dichiarazioni dell'a.d. Luca Palermo - conta di raggiungere col nuovo servizio 1,3 milioni di pezzi consegnati per un fatturato di 6,7 milioni, pari appunto al 2% in obiettivo. ‘Formula Certa’ conta invece una share del 10% nel servizio di consegna postale. Neò 2012 TnT Post Italia ha fatturato 203 milioni di euro mentre la capogruppo PostNL ne ha realizzati circa 4,3 miliardi nel mondo.

Il lancio in comunicazione off e online di Sistema Completo è rinviato a settembre dopo il rebranding a cui TNT Post si sta preparando. PostNL è nata dal processo di separazione avviato nel 2011 tra la divisione Mail e la divisione Express delGruppo TNT. Marchio e logo devono cambiare e saranno decisi entro settembre per essere il rebranding a regime nel 2014. Per ora la comunicazione si limita al web con WebScience per il digitale e Freedata per i social. In Italia l'agenzia di riferimento è Sudler & Hennessey (gruppo Y&R, che è il network che lavora nel mondo per PstNL) mentre il media è in carico a Mec. (V.S.)
Per saperne di più..>>



Telecom vara un format unico per tutti i servizi e i target

Per la comunicazione di prodotto debutta con Mortaroli e D'Alatri un format pubblicitario stile real comedy, ispirato alla condivisione e al talento, con testimonial la talentuosa cantante Chiara Galiazzo. Immagine centrale, un arcobaleno multicolore creato in flash mob, simbolo della tecnologia della fibra ottica

10 aprile 2013 - Telecom Italia ottimizza gli investimenti in comunicazione varando per la prima volta un format unico per tutti i servizi di telefonia fissa e mobile e per ambedue i target, consumer e business. La rivoluzione debutta domenica 14 aprile, a pochi giorni dal lancio della campagna istituzionale in B/N ‘We are a dream’ (vedi Videonotizia del 2 aprile) di Dlv Bbdo che mostra cosa fa Telecom per il Paese (mentre qui siamo nell'area della comunicazione di prodotto) e senza rinnegare la precedente serie ‘Storia d'Italia’ di Santo, che anzi ha avuto un tale successo da rischiare perfino che Tim prendesse il sopravvento sulla notorietà degli altri brand del gruppo. Qui tutti i brand sono in gioco e firmano volta per volta i soggetti della serie.

Il format
è stato creato da Mauro Mortaroli di Mortaroli & Friends in sinergia col regista Alessandro D'Alatri, coppia cui si devono non poche campagne di successo di Telecom. Il tema portante è il talento e il merito, valori sostenuti da Telecom in tante iniziative a favore dei giovani e di cui è portatrice la testimonial Chiara Galiazzo, vincitrice di X Factor 6 , tra i concorrenti al 63º Festival di Sanremo, con all'attivo un album d'esordio e un disco multiplatino, ma rimasta semplice, spontanea e simpatica.

Gli spot raccontano la sua storia in flash back, quello di un talento che è riuscito a realizzarsi, e delle persone che la circondano, in una sorta di real comedy a puntate. Si parte col film di introduzione al format da 60” che andrà in onda nei primi tre giorni, focalizzato sull'Ultra Internet fisso e mobile di Telecom Italia. Mostra un ipercolorato flash mob, simbolo di condivisione, che coinvolge Chiara e 600 persone (tra cui 150 dipendenti del gruppo) sulla terrazza del Pincio di Roma, dove formano un grande arcobale
no che richiama la tecnologia della fibra ottica, con coreografia di Daniel Ezralow. La produzione è di Buddy Film e la colonna sonora, cantata da Chiara, è ‘Over The Rainbow’.

Nei giorni successivi per un paio di settimane, usciranno tre spot di prodotto per Telecom, Tim e Impresa Semplice (business). Altri soggetti sono in costruzione per l'evolversi del serial, che ha come filo conduttore l'idea che ognuno durante la giornata si trova alla prese con diverse tecnologie. Il claim “Comunicare è condividere” appare così in declinazioni del tipo ‘Anche nel lavoro’ o ‘Comunicare è un'emozione’ che arricchisce la vita nostra e degli altri. Per favorire, poi, il confronto e lo scambio di idee sul tema del talento, viene lanciato sui social l'hashtag #amoiltalento.

L'immagine dell'arcobaleno appare anche in una maxi-installazione (44 metri x 4 metri), realizzata dal fotografo Alberto Guglielmi, dal 15 aprile all'aeroporto Leonardo da Vinci di Roma. Vivrà anche sul digitale invitando il pubblico a condividere: chi indosserà nei punti vendita una maglietta di un kit dedicato di 4 potrà farsi fotografare ed entrare a far parte di un arcobaleno sul web. Un altro flash mob si terrà allo Stadio Olimpico. Sono previsti anche annunci stampa e in affissione. Per Impresa Semplice, in particolare, ci saranno evoluzioni del format in radio, web, presenze negli aeroporti di Linate e Fiumicino oltre che su stampa. Il media è in carico a Mec.


CartaSì si dà all'e-commerce con Bazak.it

Il sito di shopping online, aperto a tutti i possessori di carte di credito e prepagate, è in lancio col supporto di una campagna di comunicazione di Jwt Italia

9 aprile 2013 - CartaSi (Gruppo Icbpi) lancia Bazak.it ‘lo shopping online secondo Cartasì’, un sito di e-commerce rivolto a tutti i possessori di carte di credito e prepagate (non solo ai titolari di carte del marchio). Si tratta di una vetrina virtuale dove effettuare acquisti di qualità a prezzi convenienti, che si amplia man mano quanto a offerte appoggiandosi a esercenti selezionati.

Dopo alcuni mesi di pre lancio con attività di crm verso i clienti di CartaSi, parte ufficialmente il lancio al grande pubblico. Partner di comunicazione è Jwt Italia che è stata incaricata, dopo una consultazione a sei, lo scorso autunno di studiare strategie e concept creativo per la comunicazione di lancio. Il claim Certo che Si. Bazak.it sottolinea i punti che ne fanno la differenza nel mercato di riferimento: sicurezza e ffidabilit&
agrave;, garanzie legate alla gestione di Cartasì.

La pianificazione, curata da Zenith Optimedia, prevede radiospot in formati da 30, 15 e 7 (con produzione di Eccetera, regia di Jose Bagnarelli, musica di Ferdinando Arnò per Quiet, please), quotidiani nazionali e display advertising con brandizzazioni di impatto su portali.


Clienti alla prova in Findomestic nella nuova piattaforma di comunicazione

La società di credito al consumo del gruppo Bnp Paribas vara con Tbwa\Italia il progetto ‘Nei tuoi panni’ aprendo le porte a sei clienti che diventano testimoni delle practice aziendali, di otto puntate di un reality sul web e degli spot

5 aprile 2013 - Non solo responsabilità e trasparenza. Findomestic, società di credito al consumo del gruppo Bnp Paribas, fa suo anche il tema della verità, sviluppando insieme all'agenzia Tbwa/Italia, partner di comunicazione da cinque anni, una visione: Findomestic, tutta la verità che ti serve. Ovvero parliamoci francamente, siamo persone come te, vicine ai tuoi problemi, capaci di comprenderli e condividerli. Tanto vicine da aprire le porte ai clienti e far loro sperimentare i meccanismi di lavoro in azienda, coinvolgendo i lavoratori interni nell'avventura.

Nasce così la piattaforma di comunicazione Nei tuoi panni basata su una sorta di reality, partito da un recruiting sui clienti che ha avuto una redemption di quasi 250 aspiranti partecipanti. Da una preselezione di una trentina ne sono stati scelti 6 rappresentativi di sei tipologie di clientela. Findomestic ha aperto loro le porte e messo a disposizione per una settimana risorse e coach, mettendoli alla prova su prodotti e servizi (prestito personale, assicurazione, conto deposito, carta di credito) e facendo comprendere cosa ci sia dietro ogni attività, come nascano i nuovi prodotti, come funzionino i servizi di vendita e post vendita. I sei si sono calati nella parte con entusiasmo, bilanciando le loro esigenze con quelle di marketing dell'azienda. Nessun compenso se non un semplice rimborso spese e un premio finale solo simbolico, un totem con marchio, per il vincitore assoluto.

Dall'esperienza, registrata da una troupe, sono stati ricavate otto puntate da 5 a 7 minuti visibili sul sito dedicato neituoipanni.findomestic.it, a partire da quella di presentazione il 4 aprile, seguita il 9 e il 16 dai primi due episodi e a seguire ogni martedì da uno nuovo. Contemporaneamente è partita la campagna pubblicitaria, con direzione creativa esecutiva di Geo Ceccarelli, col trailer da 15, on air fino al 7 aprile seguito dallo spot in tagli da 30 e 20 (produzione di Shootin'Gun e regia dello stesso Ceccarelli) on air fino a giugno. I sei clienti sono testimoni ciascuno di un prodotto o di un servizio in spot che saranno proposti man mano nell'anno. A supporto anche annunci stampa in due soggetti, uno istituzionale e uno di prodotto, e una pianificazione web con banner, dem e digital pr. Nel progetto Tbwa/Italia è stata affiancata da Shootin'Gun, la content factory del gruppo di comunicazione.

Nascendo sul web, la nuova piattaforma di comunicazione mira ad ampliare il target a fasce più giovani ed evolverà arricchendosi di contenuti. Findomestic investe in questo progetto innovativo dai 4 ai 5 milioni di budget. Al 100% di proprietà di Bnp Paribas Personal Finance, Findomestic nel 2012 ha registrato 11 miliardi di euro di crediti gestiti, il che ne fa il secondo operatore italiano del settore, con una quota di mercato del 10% circa. I clienti sono cinque milioni di cui tre attivi. Il trend nel 2012 è stato positivo, +1.7%, contro un calo del mercato del credito al consumodell'11,7% in Italia (fonte Assofin).




Tim lancia l'offerta etnica

Campagna di Etnocom in versione multilingue per proporre chiamate nei diversi Paesi a partire da un centesimo al minuto

24 marzo 2013 - Tim vara la campagna dedicata all'offerta etnica che si rivolge direttamente in lingua ai vari target di riferimento, con claim Ti penso, ti chiamo. Con creatività firmata da Etnocom, agenzia specializzata nel marketing multiculturale, la campagna è pianificata su affissione, web, stampa periodica e free press.

Il nuovo format con l'offerta Chiami il tuo Paese a partire da 1 cent/min viene proposto nelle lingue del target di riferimento: in arabo per Marocco ed Egitto, in spagnolo per Colombia, Perù, Bolivia ed Ecuador, in cinese, in bengalese, in romeno, oltre che italiano.

La direzione creativa è di Cristina Clausi Schettini, le foto sono di Sergio Kurhajec.


Smart traveller senza bagaglio con bagexpress.it

Il servizio di spedizioni dedicato a chi viaggia per lavoro o per piacere prevede il ritiro del bagaglio fino a 70 kg a casa o in albergo e la spedizione e la consegna ovunque in Italia ed Europa, assicurandolo e monitorando il percorso fino a destinazione

20 marzo 2013 - Bagexpress.it si propone come innovativo servizio di spedizioni dedicato a chi viaggia per lavoro o per piacere ed ha il problema di portarsi appresso un esubero di bagagli. Problema ben noto alla maggioranza, vuoi per le esigenze di una famiglia ampia con figli, vuoi per dover prendere un volo con drastiche limitazioni e sovrapprezzi onerosi per chilo di eccedenza, vuoi per dover trascinarsi appresso colli over size nella confusione o magari per un ritorno da un viaggio in cui non si è resistito agli acquisti. pensando a questi problemi che l'a.d. Chiara Inizio, una carriera nella logistica e nei trasporti, ha ideato una modalità di servizio di spedizione semplice, comoda e sicura che si appoggia alla piattaforma di Ups per fare di un viaggiatore uno smart traveller.

Bagexpress.it ritira il bagaglio fino a 70 kg a casa o in albergo, con preavviso di 24 ore,
lo spedisce protetto da un'apposita stripe e lo consegna ovunque in Italia ed Europa, anche il sabato e la domenica, nel giro di 48 ore, assicurandolo (1.300 euro come massimale) e monitorando il percorso fino a destinazione. Si prenota sul sito o al call center con carta di credito. Un costo tipo è di 30 euro per un collo fino a 23 kg in Italia e di 50 euro fuori Italia. Oltre alle indicazioni su come effettuare le spedizioni, Bagexpress.it fornisce anche consigli pratici di viaggio e informazioni sulle mete più suggestive.

Attivo da circa un anno, Bagexpress.it ha iniziato ora un percorso di visibilità centrato sul web, partito con l'apertura della pagina dedicata su Facebook e su Youtube, dopo appaiono le clips con le esperienze di viaggio smart di testimonial come l'attrice Elenoire Casalegno, il fotografo di moda Stefano Guindani e il campione di scherma Matteo Tagliariol.




Online FeelMemory, spazio gratuito per custodire i ricordi

Uno spazio online dedicato ai ricordi delle persone scomparse, dove fare donazioni in memoria a organizzazioni no-profit, crearsi un albero geneologico a crescita perenne, attivare community per ricordare un fatto storico o unirsi per un obiettivo comune. Free, protetto da privacy, senza pubblicità

20 marzo 2013 - online FeelMemory (www.feelmemory.com), uno spazio dove custodire i tuoi ricordi e la storia di chi hai amato come si legge nella home page. Il progetto nasce dall'idea che le persone care scomparse restino nel ricordo personale ed anche in foto, video, lettere che col passare del tempo vanno inevitabilmente a perdersi. Oggi immagini, filmati e racconti si possono mettere in rete e condividere con altri, e c'è anche la possibilità di effettuare donazioni in memoria a organizzazioni no-profit.

FeelMemory è totalmente gratuito, senza pubblicità, protetto da privacy. Nell'area 'Family Feel' si può ricreare l'albero genealogico (o degli affetti) che potrà svilupparsi in automatico all'infinito. Un altro spazio sarà dedicato alle 'Memory community', che potranno crearsi per ricordare un evento importante per la storia di una nazione, la memoria di una persona nota scomparsa, ma anche per unire chi ha avuto esperienze forti in comune o vuole sostenere una causa o un progetto di ricerca. Nell'area 'Un mondo migliore' si possono effettuare donazioni in memoria ad associazioni come Amref, Sos Villaggi dei Bambini, Agire, Axé e altre che aderiranno.



Quixa offre la spesa per un anno e un personal chef

La compagnia assicurativa online lancia la promozione ‘Preventivo gustoso’ col supporto di una campagna su web, radio e mobile

18 marzo 2013 - La compagnia assicurativa online Quixa (gruppo Axa) lancia la promozione Preventivo gustoso che mette in palio tra chi salverà un preventivo di polizza auto www.quixa.it o sul sito mobile m.quixa.it la possibilità di vincere un buono per gli acquisti quotidiani e una serata speciale gastronomica. Il buono spesa vale 5.000 euro, pari alla spesa media di un anno di una famiglia di quattro persone, e sarà utilizzabile in oltre 270 supermercati e ipermercati. Il vincitore avrà anche a disposizione come personal chef Marco Sacco, presidente del Gruppo Charming Italian Chef, che cucinerà una cena per sei persone a casa sua.

Si partecipa salvando un preventivo entro il 14 aprile senza obbligo di acquisto, cliccando sul pulsante Fai un preventivo auto e inserendo le informazioni richieste. Sul mobile basta inserire la targa del veicolo da assicurare e la data di nascita del proprietario.

Lestrazione avverrà entro il 15 maggio. A supporto delliniziativa è on air per due settimane una campagna radio e una campagna banner su siti di news e portali di sport e di cucina, su web e mobile. La pianificazione è curata da Media Club. Info su www.quixa.it/promozioni.


Rifatti e soddisfatti con LaClinique

Le Balene firmano per i centri di chirurgia estetica una campagna multisoggetto che sdrammatizza il ricorso agli interventi

11 marzo 2013 - Sdrammatizzare l'intervento di chirurgia plastica facendo superare i pregiudizi, evitando imbarazzi di fronte a conoscenti e amici e nel contempo superare la paura di trovarsi diversi. l'idea della campagna ideata dalle Balene per la LaClinique, catena di centri di chirurgia estetica in Italia.

Mi sono rifatta/o. E allora? è lo slogan, sdrammatizzante e positivo, che campeggia negli annunci che appaiono su magazine generalisti, femminili e maschili, davanti a volti sorridenti, consapevoli e soddisfatti.

Nella campagna, LaClinique con le
Balene proponeil suo approccio alternativo alla chirugia estetica, quello della cosmetic surgery: un percorso di cura personalizzato e minimamente invasivo con risultati naturali, senza alterare il corpo e la personalità del paziente.



Con TotalErg pacchetti telefonici con sconto carburante

Attivabili fino al 15 marzo, i pacchetti Erg Mobile 150 e 150 Più offrono traffico telefonico, sms e nel secondo caso anche internet a un costo che si ripaga con gli sconti alla pompa

28 febbraio 2013 - TotalErg lancia i pacchetti telefonici Erg Mobile 150 e 150 Più, attivabili fino al 15 marzo, che possono arrivare a ripagarsi del tutto attraverso gli sconti carburante. Le offerte sono di due tipi. Per chi passa ad Erg Mobile, cè il Pacchetto 150 che con 8 euro al mese offre 150 minuti (tariffati al secondo e verso tutti), 150 sms e fino a 8 euro di sconto carburante, mentre per chi vuole anche navigare cè il Pacchetto 150 Più che con 10 euro al mese offre 150 minuti di conversazione, 150 sms, 1 GB di traffico dati e fino a 8 euro di sconto carburante. Per chi invece non effettua la portabilità del proprio numero, i pacchetti costano 4 euro in più, ma includono fino a 4 euro aggiuntivi di sconto carburante rispetto alla prima offerta.

Gli sconti carburante si ottengono attraverso la carta fedeltà TotalErg Più, mentre lo scontrino Box Più permette di verificare il risparmio ottenuto a ogni rifornimento. Le Sim Erg Mobile si acuistano nei punti vendita TotalErg aderenti e i pacchetti sono attivabili al numero 401500, sulle stazioni di servizio o attraverso lApp TotalErg. Info su totalerg.it.


Seat PG Italia rassicura i clienti sulla continuità

Campagna istituzionale su stampa, web e in tv per sottolineare la solidità del gruppo dopo aver chiesto l'ammissione al concordato preventivo

25 febbraio 2013 - Seat PG Italia rivendica con una campagna istituzionale di continuare ad essere, pur in un contesto particolarmente complesso, una realtà industriale forte e solida, in grado di guardare con
fiducia al futuro e di produrre risorse per lo sviluppo di prodotti e di servizi pubblicitari e informativi su web, mobile, carta, telefono e nuove piattaforme. La campagna vuole rassicurare i clienti dopo che, ai primi di febbraio, la società ha chiesto l'ammissione al concordato preventivo per garantire “la continuità aziendale”, alla luce dell'impossibilità “di far fronte” agli impegni suldebitonel 2013. Si tratta di un procedura prevista dal decreto sviluppo, innovativa per l'Italia, che, come ha spiegato l'a.d. Vincenzo Santelia in un'intervista aLa Stampa, congela i debiti elascia l'azienda in bonis. Dovrà entro 120 giorni presentare un piano al tribunale, che potrà comprendere operazioni straordinarie e una proposta di concordato ai creditori.

Il concetto al centro della campagna è la ‘continuità’. La declinazione prevede uno spot da 10 on air fino al 2 marzo su reti Mediaset e su siti di informazione e annunci su quotidiani e periodici. La creatività è a cura di Simonetti Studio mentre la pianificazione è gestita da Media Italia.

Seat Pg Italia offre supporto alle aziende per promuovere l'attività su internet attraverso servizi di web marketing con un network di agenzie (i WebPoint) presenti su tutto il territorio italiano. A questi si affiancano i tradizionali servizi cartacei e telefonici. Pubblica 44 milioni di volumi (PagineGialle, PagineBianche, Tuttocittà), gestisce circa 20 milioni di chiamate (892424 PPG e 12.40 PPB) e conta circa 400 milioni di visite provenienti sia da web che da mobile, e sui siti online e mobile dei clienti (www.paginegialle.it, www.paginebianche.it, www.tuttocitta.it).




Con i mutui per la casa Bnl è vicina nel progetto finanziario più importante

La casa e la vita della gente viste da una finestra simboleggiano trasparenza e apertura dell'istituto bancario nella campagna di Tbwa/Italia sede di Roma per promuovere la gamma di mutui

20 febbraio 2013 - Una composizione di venti scatti del fotografo Dirk Vogel fa da visual alla campagna di Bnl (Gruppo Bnp Paribas) dedicata ai mutui, firmata da Tbwa/Italia sede di Roma. Riallacciandosi alla campagna integrata istituzionale del centenario (vedi news dell11 febbraio) il claim recita: Da cento anni ascoltiamo il tuo progetto più importante. La casa. Si aggiunge la call to action: "Vieni in agenzia per una valutazione. Ti rispondiamo subito".

La campagna promuove la gamma di mutui proposti dallistituto bancario e le offerte particolarmente vantaggiose per stipule entro aprile. Bnl, inoltre, mette a disposizione una gamma completa di finanziamenti immobiliari per rispondere a diverse esigenze e disponibilità finanziarie.

Il visual mostra tanti momenti di vita quotidiana di famiglie, bambini, giovani, anziani, animali domestici attraverso una finestra. Il tono è caldo, la casa è mostrata come luogo di benessere fisico ed emotivo. Le finestra simboleggiano trasparenza e apertura rimandando al ruolo e allattenzione di Bnl nell'offrire soluzioni di finanziamento concrete, chiare, sostenibili nel tempo.

Completano gli annunci uno spot radio, una campagna banner, la landing page iltuoprogettopiuimportante.bnl.it su cui conoscere le diverse soluzioni e aprire conversazioni con gli esperti di Bnl, affissioni su autobus e maxi affissioni, oltre a locandine e vetrofanie nelle 900 filiali Bnl.


Wind lancia la serie Unlimited

L'operatore presenta un pacchetto di offerte. all'insegna del comunicare senza limiti di tempo. On air per All Inclusive per Abbonamento e Ricaricabile il nuovo spot del serial atélier con Aldo, Giovanni e Giacomo

18 febbraio 2013 - Wind lancia la sua offerta Unlimited, declinata secondo le abitudini di consumo. Per chi possiede uno smartphone, c'è All Inclusive UnlimitedSpecial Edition che propone minuti, messaggi e internet illimitati verso tutti al costo di 29 euro mensili. Per chi ha un traffico telefonico intenso, c'è Noi Tutti UnlimitedSpecial Edition in promozione per 5 anni a 25 euro al mese, con cui chiamare illimitatamente tutti i numeri fissi e mobili. Le offerte Noi Tutti King e Super Noi Tutti King inSpecial Editionprevedono 1000 chiamate e 1000 messaggi verso tutti a partire da 16 euro al mese.

Anche per chi è già cliente è possibile accedere alle offerta dedicata a chi decide di passare a Wind a un prezzo scontato per 5 anni: è la promozione 5 Anni x Tutti, attivabile al costo di 19 euro, Infine, i clienti che acquistano un nuovo tablet, potranno scegliere, per un uso intenso di internet, Mega Unlimited in promozione per 5 anni.

Allofferta Unlimited è dedicato il nuovo soggetto del serial pubblicitario con Aldo, Giovanni e Giacomo nelle vesti dellartista Jean Fransuà Croston, del suo aiutante Juanito e del critico darte Jacques Terrible. Dedicato a All Inclusive per Abbonamento e Ricaricabile, lo spot mostra il Maestro cercare di realizzare una scultura moderna e metallica, in cui resta incastrato per colpa come al solito di una manovra del maldestro aiutante. Il risultato naturalmente manderà in visibilio il critico. La regia è di Dario Piana e la produzione di Movie Magic Al centro della comunicazione, oltre alla nuova offerta per AbbonamentoAll Inclusive Unlimited a 29 euro, cè anche lulteriore particolare offerta per Ricaricabile All Inclusive Wind Unlimitedche, a 12 euro al mese per 5 anni, offre internet, chiamate e messaggi illimitati verso tutti i numeri Wind.





La musica on demand in streaming di Spotify anche in Italia

Il servizio mette a disposizione 20 milioni di brani musicali con accesso free contro ascolto di pubblicità, o unlimited o premium in abbonamento. Per la settimana di lancio, brani e contenuti extra degli artisti in gara al Festival di Sanremo. Primi inserzionisti, Alfa Romeo, Disaronno, Beck's, Red Bull e Puma

12 febbraio 2013 - Come annunciato (vedi news del 1 febbraio), arriva in Italia, in concomitanza con Festival di Sanremo, Spotify, servizio di musica on demand in streaming, che offre agli appassionati un modo facile, istantaneo e legale di accedere a oltre 20 milioni di brani da ascoltare su pc smartphone, tablet e sistemi vari di home entertainment. Basta cercare un artista, un album o una traccia e premere play ed è possibile anche condividere brani e playlist su Facebook, Twitter, sul proprio blog o via e-mail.

Fondato nel 2008 a Stoccolma per combattere la pirateria musicale, ad oggi Spotify ha conferito ai titolari dei diritti d'autore oltre 500 milioni di dollari ed è la seconda principale fonte di ricavi per le case discografiche in Europa nella musica digitale.

Si accede attraverso il sito www.spotify.com, creando un account o loggandosi col proprio profilo Facebook. L'offerta è a tre livelli. Spotify free prevede l'ascolto gratuito in cambio di presa visione di annunci pubblicitari. Spotify unlimited evita gli annunci con un abbonamento di 4,99 euro al mese. Spotify premium permette di ascoltare brani su tutti i device mobili e di accedere alle proprie playlist anche offline, con una qualità del suono più elevata, con un abbonamento mensile di 9,99 euro. Col lancio in Italia in contemporanea a Polonia e Portogallo il servizio è disponibile in 20 Paesi, con 20 milioni di canzoni on demand e 20 milioni di utenti attivi di cui 5 a pagamento.

Durante la settimana sanremese sono disponibili sulla piattaforma contenuti in e
sclusiva streaming per alcuni degli artisti in gara, come Chiara, Max Gazzè, Marta sui Tubi, Il Cile e Annalisa. Spotify è arrivato nel nostro Paese dopo aver siglato accordi con le quattro principali etichette discografiche, con Merlin e altre etichette indipendenti tra cui Made in Etaly, Sugar e Pirames International.

Sono già utilizzabili le app disponibili globalmente, tra cui Soundrop per condividere playlist e chattare durante l'ascolto; MusiXmatch col catalogo completo dei testi delle nuove canzoni sanremesi e Rockol, sviluppata per il mercato italiano.

Alfa Romeo, Disaronno, Beck's, Red Bull e Puma sono i primi utenti pubblicitari a pianificare il nuovo servizio. In particolare, la presenza di Red Bull, curata da Initiative, della durata di circa 4 mesi, è realizzata attraverso la pianificazione di diversi formati adv, tra cui branded playlist di Spotify e The Spotify Lightbox.


easyJet debutta sulla rotta liberalizzata Linate-Fiumicino

Cinque voli giornalieri nei due sensi, all'insegna del facile, accessibile, veloce, per tutti, abbordabili a partire da 29.75 euro. Per la clientela business, la card easyJet Plus! e le tariffe Flexi. Debutto il 25 marzo. Già on air la campagna di supporto di Cookies Adv

12 febbraio 2013 - Cade l'ultima rotta aerea europea in monopolio, la tratta Milano Linate-Roma Fiumicino finora appannaggio della sola Alitalia, ed è subito concorrenza. easyJet, primo network di trasporto aereo in Europa e terza compagnia aerea in Italia, ha annunciato la sua offerta già acquistabile online e nelle agenzie, che vedrà il volo di debutto il 25 marzo e la messa a regime entro l8 aprile.
Lofferta è modulata su vari tipi di clientela, con leitmotive facile, accessibile, veloce, per tutti.

Saranno 5 collegamenti quotidiani nei due sensi: tre al mattino e due in serata da Linate, due al mattino e tre in serata da Fiumicino. Cinquanta minuti di volo con tariffe a partire da 29.75 euro per chi cerca la convenienza e viaggia per piacere. Per chi viaggia per affari, dove conta il fattore tempo, ci sono easyJet mobile, app free per smartphone di informazione e prenotazione veloce, e la easyJet Plus!, card che per 180 euro allanno consente laccesso ai varchi di sicurezza dedicati, allimbarco prioritario e a posti premium (non di prima fila) a bordo degli aerei. Sempre per la clientela business ci sono le tariffe Flexi (a partire da 90,50 euro) che, oltre alle facilitazioni di imbarco, permettono il cambio grauito di data di partenza del volo. Esiste anche un pacchetto studiato per le aziende in partnership con le agenzie di viaggio.

Lofferta è promossa da una campagna pubblicitaria a cura di Cookies Adv pianificata su quotidiani, web, mobile, affissioni, dinamica e negli aeroporti interessati. La comunicazione è rivolta ai due target. Per i passeggeri business ruota attorno alle tariffe Flexi con claim Business Sense not Business Class. Quella per un target allargato promette Linate-Fiumicino per tutti. Il media è in carico a Omd.

Da qui allestate easyJet aumenterà di 14 le destinazioni in partenza dallItalia, a partire dal 4 marzo con il nuovo collegamento Mpx-Larnaca. In particolare, ci saranno tre voli settimanali per Sharm Sharm El Sheikh a partire dal 12 marzo. easyJet, che in Italia è presente in 17 aeroporti per 14 rotte domestiche e 126 internazionali, ha trasportato 12.5 milioni di passeggeri nel 2012 (+9.4%) e si prepara a investire il 9.3% in più questanno nel nostro Paese. In Europa i passeggeri trasportati sono stati 58 milioni.


Bnl celebra 100 anni all'ascolto di un'Italia autentica, che lavora

La campagna per il centenario della banca è curata da 1861united. Durante il Festival di Sanremo debutta il film girato dal regista Emanuele Crialese che racconta 100 anni di storia del Paese attraverso il lavoro

11 febbraio 2013 - Bnl (Gruppo Bnp Paribas) celebra i centanni, con un logo dedicato all'anniversario e una campagna di comunicazione integrata che si svilupperà nel corso dellanno, affidata allagenzia 1861united. Durante il Festival di Sanremo debutta su tv e web il film, girato con pellicola 35mm tra 10 diverse location a Roma e Bologna, dal regista Emanuele Crialese, per la prima volta alla prese con uno spot pubblicitario, con protagonisti gli italiani che lavorano e che da 100 anni contribuiscono alla crescita del Paese. UnItalia responsabile e ricca di eccellenze a cui la banca è vicina, sostenendo idee e progetti. Claim: Da 100 anni ascoltiamo questa Italia. Il film racconta 100 anni di storia in 100 secondi, attraverso i gesti quotidiani di persone vere, senza accompagnamento musicale: sono i suoni del lavoro a fare da colonna. Ogni secondo rappresenta un anno: si parte in bianco e nero con immagini di repertorio dal 1913 al dopoguerra, per passare ai primi colori degli anni 50 e 60 fino alle immagini intense del presente. Le foto sono di Fabio Cianchetti e la produzione di Buddy Film. Dal formato da 100, destinato al web, sono estratti tagli da 30 per più soggetti e uno da 60 che viene presentato durante il Festival e sul sito dedicato. Sul web, inoltre, il Centenario è il tema portante sulle pagine di Twitter e Facebook. Il concept 'Da 100 anni ascoltiamo questa Italia viene diffuso sui social media con unapp dedicata con cui monitorare le opinioni della rete. La campagna verrà poi declinata su stampa, affissione e radio. Il media è a cura di Mindshare.




Con Rediscover Italy un viaggio nel Nord e Nord Est Quadrilatero dell'Unesco

Parte l'iniziativa di comunicazione e media relation per far scoprire ai turisti italiani e stranieri province e zone ricche di fascino di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto

4 febbraio 2013 - Parte Rediscover Italy, un'iniziativa di comunicazione e media relation a favore del Quadrilatero dell'Unesco, ovvero delle province di Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Bologna, Mantova, Rovigo e Delta del Po che ha l'obiettivo di far scoprire un parte d'Italia ricca di cultura e fascino, per attrarre il turismo italiano e internazionale. Rediscover Italy proporrà ai media online e offline informazioni, immagini che possano favorire l'interesse e raccoglierà stimoli dai media per fornire le migliori documentazioni.

La campagna è promossa dalla Struttura di missione per il rilancio dell'immagine dell'Italia, su indicazione del Ministro per gli Affari Regionali il Turismo e lo Sport col supporto delle Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto.

L'iniziativa coinvolge Facebook https://www.facebook.com/RediscoverItaly
dove si possono trovare idee di viaggio, Twitter https://twitter.com/RediscoverItaly che offrirà spunti, stimoli e curiosità per un viaggio originale e una board Pinterest che raccoglierà le più attraenti suggestioni visive.



Con la Eni T-card Eni apre agli universitari le porte della Triennale

La sponsorizzazione offre l'accesso libero per un anno alle mostre della Triennale e del Triennale Design Museum agli studenti della facoltà ‘creative’ di Torino, Milano, Verona e Bologna

4 febbraio 2013 - Eni conferma la vocazione alla sponsorizzazione culturale con una nuova iniziativa, questa volta riservata agli studenti universitari. Per un anno Eni e la Triennale di Milano offriranno loro la possibilità di accedere liberamente alle mostre organizzate dalla Triennale e dal Triennale Design Museum, attraverso Eni T-card studenti. Sono state coinvolte le università da cui poter raggiungere nel giro di un'ora la città di Milano, ovvero 29 atenei, accademie, scuole di alta formazione del quadrilatero Torino, Milano, Verona e Bologna. Gli studenti potenzialmente coinvolti sono 90.600, soprattutto in discipline legate alla creatività e al design.

Si ripete la formula di Eni di promuovere l'accessibilità alla cultura e di perseguire l'innovazione nell'offerta culturale da proporre. Il più recente impegno, la mostra a Palazzo Marino a Milano durante il periodo natalizio dei due capolavori Amore e Psiche portati dal Louvre, ha visto 226.000 visitatori fruire dell'opportunità. Nella seconda metà dell'anno ci sarà la mostra dedicata ad Antonioni nel Palazzo dei Diamanti a Ferrara. Il 90% delle sponsorizzazioni di Eni è legato alla cultura e le sponsorizzazioni impegnano almeno per decimo il totale dell'investimento in comunicazione del gruppo, ovviamente più concentrato sui prodotti.

Eni conferma anche l'impegno verso i giovani. Recente, ad esempio, è il lancio della carta fedeltà young&eni con cui accumulare punti attraverso i rifornimenti nelle Eni station aderenti e con acquisti presso gli esercizi commerciali che espongono i marchi CartaSi o Mastercard. Per ottenere la eni T-card gli studenti devono recarsi in Triennale entro il 30 marzo con libretto o badge universitario e un documento di identità e registrarsi.


Rilancio di immagine con campagna globale per American Airlines

La compagnia aerea statunitense ha rinnovato il logo, la livrea degli aeroplani, la presenza negli aeroporti, sul web e sulla comunicazione con FutureBrand. La campagna internazionale di McCann 'Change is in the Air' la riposiziona rivolta al futuro

22 gennaio 2013 - American Airlines si è data una nuova immagine più fresca e moderna, incaricando FutureBrand di curare il restyling del logo, della livrea degli aeromobili e dei diversi touchpoint. FutureBrand ha recuperato i colori e la simbologia della compagnia aerea in chiave moderna, così il nuovo logo 'Flight Symbol' ripropone la stella, la 'A' e l'aquila stilizzata del passato, rivisitate con un tono più spiccato del rosso e del blu. Sulla fusoliera argentata le strisce blu, bianche e rosse parlano di un'America più innovativa, progressista e aperta al mondo.

Il nuovo look coinvolge anche il web, le app per il mobile, i terminal degli aeroporti, i banchi del check-in, le lounge, i menù e tutta la comunicazione. AA ha lanciato anche una campagna globale ideata da McCann Worldgroup a titolo 'Change is in the Air', che comunica il nuovo look al mondo. Nello spot si vedono persone di ogni tipo e ambiente guardare verso il cielo. Guardano i nuovi aerei mentre una voice over recita: “Inspired by our past, but driven by the future, we are becoming a new American“.

Circa un quarto della flotta, ovvero 150-200 aerei avranno il nuovo look entro la fine del 2013. AA ha anche introdotto il Wi-Fi su alcuni voli internazionali selezionati da questo mese.





Online Wikivoyage per girare il mondo in libertà

Fondazione Wikimedia mette online Wikivoyage, guida turistica mondiale, partecipativa, aggiornabile, dal contenuto libero. Per ora in nove lingue, tra cui l'italiano

16 gennaio 2013 - A 12 anni dalla nascita dell'enciclopedia aperta Wikipedia, la fondazione Wikimedia mette a disposizione online Wikivoyage, con sottotitolo ‘Girare il mondo in libertà’, guida turistica mondiale, partecipativa, aggiornabile, dal contenuto libero. Chiunque desideri contribuire con testi, immagini e correzioni è invitato a partecipare. Ciò è reso possibile dalla tecnologiaWikiche dà la possibilità a qualsiasi utente di creare, aggiornare, modificare qualsiasi articolo in qualsiasi momento.

L'homepage del sito italiano (http://it.wikivoyage.org/) ha nella fascia centrale a sinistra la ‘destinazione del mese’ con foto e articolo allegato (oggi Funchal-Madeira) e a destra l'‘immagine del giorno’ (oggi i sapori mediterranei della Grecia) che si consulta come una vera e propria guida. Poi ci sono il frasario, per le informazioni essenziali durante i viaggi, e le istruzioni su come aderire e partecipare al progetto.

La piattaforma è per ora disponibile in nove lingue e contiene già 50.000 articoli ad opera di 200 collaboratori volontari. Il progetto a lungo termine dichiarato è di diventare una guida mondiale del turismo grazie alle contribuzioni diutentidislocati ovunque nel mondo.


Arriva TICloud, la nuvola personale di Telecom Italia

Ai clienti dell'Adsl o della fibra ottica viene offerto in abbonamento uno spazio fino a 200GB sulla Nuvola Italiana per archiviare e salvare i documenti digitali

14 gennaio 2013 - Telecom Italia lancia TI Cloud, servizio di personal cloud dedicato al mercato consumer. I clienti di Telecom Italia con collegamento Adsl o fibra ottica avranno a disposizione uno spazio sulla Nuvola Italiana dove archiviare e salvare in sicurezza i file digitali (foto, musica, video, etc) fino a 200GB di memoria virtuale. Il costo dell'abbonamento è di 6.90 euro al mese, col primo mese gratuito.

Attraverso un accesso web si possono consultare e recuperare in modo immediato i dati e averli sempre a disposizione da qualsiasi connessione. Presto ci sarà un'app dedicata per smartphone Android. L’applicativo installato sul pc permetterà il backup automatizzato di una o più cartelle selezionate.

Il lancio di TI Cloud è supportato da uno spot con la regia di Gabriele Muccino e la creatività di Santo che vede protagonisti Mara Maionchi e Nicola Savino.





Money transfer facile come dare un calcio al pallone

La campagna su affissioni di Western Union in tredici capoluoghi italiani sottolinea la facilità di trasferimento di denaro in qualsiasi Paese

19 dicembre 2012 - Coinvolge tredici capoluoghi italiani la nuova campagna di Western Union (servizi di money transfer) che presenta su affissioni la nuova offerta, con tariffe modulate a seconda dei Paesi. Gli annunci appaiono nelle strade, agli ingressi delle metropolitane, nelle pensiline e sugli autobus di Roma, Milano, Torino, Firenze, Venezia, Verona, Trieste, Brescia, Udine, Treviso, Reggio Emilia, Vicenza e Trento: sono le città dove si concentra la maggior parte dei sei milioni di immigrati presenti in Italia secondo l'Istat.

Il messaggio è che inviare denaro con Wester Union è semplice come dare un calcio a un pallone, che partendo da Roma arriva a Rio de Janeiro o dal Duomo di Milano alle piramidi. A supporto ci sono attività di street marketing, con distribuzione di materiale informativo.

Western Union è presente in più di 200 Paesi con oltre 510.000 punti di accesso per inviare o ricevere denaro.


Con inTesta la bolletta di Telecom Italia diventa user friendly

Con la bolletta di dicembre il conto telefonico cambia veste grafica e diventa più chiaro, più semplice, più leggibile

18 dicembre 2012 - Nuova veste grafica per il Conto Telefonico di Telecom Italia che diventa con la bolletta di dicembre più semplice e leggibile, con le voci di spesa esposte in modo più chiaro. Le modifiche riguardano in particolare la prima pagina, dove sono evidenziati i dati principali del cliente e della linea di casa, mentre un box informa su prodotti, servizi e offerte. Semplici icone riportano i riferimenti per entrare in contatto con Telecom Italia: dal 187 alle app ai principali social network.

Nella seconda pagina le informazioni sono riorganizzate con gli importi espressi con e senza Iva e con un riepilogo più leggibile. La fattura telefonica è accompagnata dalle rubriche 'La sua linea di casa' e 'Telecom Italia informa'.

Il restyling della bolletta Telecom Italia è stato curato dall'agenzia inTesta del Gruppo Armando Testa.


Eni rilancia il programma di fidelizzazione con le carte you&eni

Le carte fedeltà diventano carte di pagamento alle eni station e nei p.v. dei circuiti Mastercard e Cartasì, e accelerano la raccolta di punti con cui ottenere carburante in omaggio. Fino a fine marzo una promozione, unita all'adozione entro gennaio di un contratto eni gas e/o luce, porta lo sconto a 18.5 cent. il litro

17 dicembre 2012 - Eni reinventa il programma di fidelizzazione you&eni arricchendolo con tre carte fedeltà che sono anche carte di pagamento: la prepagata, la card appoggiabile su un qualunque c/c (gratuita per il primo anno e nei successivi se si spendono almeno mille euro l’anno) e la carta giovani che dà il 50% di punti in più rispetto agli adulti. Le carte accelerano l’accumulo di punti che diventa possibile non solo attraverso il rifornimento di carburante nelle 4.500 stazioni di servizio Agip ed Eni, ma anche facendo qualsiasi tipo di acquisto nei 30 milioni di punti vendita in Italia e all’estero convenzionati con Mastercard e Cartasì.

Oltre alla fidelizzazione e al rilancio dei consumi di carburante, Eni vorrebbe cambiare le abitudini del cliente italiano convincendolo all’uso delle carte di credito: solo il 10 % delle transazioni ai distributori Eni in Italia avviene tramite carta, contro il 50% in media nella Ue e al 70% in Francia. Alla pompa di carburante il cliente italiano ama essere servito e pagare in contanti, generando problemi di sicurezza e costi elevati per garantirla. Le carte You&Eni, tra l'altro, sono utilizzabili per pagamento in tecnologia contactless (Mastercard paypass) ovvero basta appoggiarle al lettore senza doverle consegnare all'esercente. Con ‘Riparti con Eni’ in estate il gruppo aveva offerto risparmio e promosso l’uso del self service, ora parte all’attacco del contante offrendo un vantaggio economico con più punti ottenibili con l’uso delle carte, che il cliente può decidere di tradurre in carburante omaggio.

Con le carte You&Eni si accumulano:
- 2 punti ogni litro di carburante acquistato e 3 se è Eni blu o Eni Blu Diesel + ,
- 3 punti ogni euro speso nei 700 Eni Cafè,
- 1 punto ogni 3 euro di carburante fatto in self service,
- 1 punto ogni 3 euro spesi extra carburante nel circuito Cartasì. e Mastercard.
E ogni 250 punti raccolti si hanno 3 euro di carburante in omaggio.

Per incentivare l’adozione delle carte you&eni, il gruppo lancia fino a fine marzo una promozione. Ogni 20 litri acquistati con la carta in modalità Servito o Fai da te, si ha un bonus carburante omaggio di 2 euro in punti (max giornaliero 10 euro pari a 100 litri) che, aggiunti ai punti del programma base, si traducono in uno sconto di 12.5 centesimi al litro. Se poi l’automobilista sottoscrive entro fine gennaio un contratto eni gas e/o luce avrà un ulteriore sconto di 6 cent al litro (per un max di 500 litri l’anno) arrivando così a godere di uno sconto totale di 18,5 cent al litro. Con in più gli acquisti extra station si arriva più o meno ai 20 centesimi del cosiddetto ‘scontone’ della scorsa estate.

L’offerta è pubblicizzata attraverso una campagna firmata da Tbwa/Italia e pianificata da ZenithOptimedia su tv, stampa, sul punto vendita e sul web. Lo spot da 30” mostra come l’accumulo di punti possa avvenire anche fuori delle stazioni eni, per ogni merceologia, dal food ai viaggi, per poi ritornare alle eni station dove i punti diventano carburante in omaggio. Un secondo spot da 15” riguarda la promozione delle carte fedeltà fino a fine marzo. Sono stati realizzati in animazione in 3D con la collaborazione dell’artista Paul McDonnell. Su www.youandeni.com un tutorial spiega al consumatore come funzionano le novità.





Illasi Valleys unite per il territorio e la visibilit

Grazie a un progetto innovativo di marketing territoriale, aziende produttrici e imprese di servizi di tre valli subalpine del Nord Est si sono riunite in rete di imprese, per promuovere zona e prodotti e diventare polo turistico d'attrazione internazionale

10 dicembre 2012 - Aziende produttrici e imprese di servizi di una parte d'Italia meno nota si aggregano per promuovere zona e prodotti e diventare polo turistico d'attrazione internazionale. Tre valli subalpine su un'area di 300 kmq tra Verona e Vicenza, abitate da 38.000 persone, emergono così sotto il nome di Illasi Valleys, aprono un portale ( www.visitillasivalleys.com) e danno il via a un programma di visibilità in Europa, dalla Russia alla Germania alla Svezia, in Oriente dall'Indonesia alla Cina, negli Usa.

un progetto di marketing territoriale innovativo quello ideato dall'enogastronomo e giornalista Bernardo Pasquali con la sua L'Acino Parlante, società di consulenza di marketing nel settore enogastronomico, e ora presidente del consorzio, c
he ad oggi unisce 55 aziende di undici c
omuni delle valli di Illasi, Mezzane e Tramigna sotto ai Monti Lessini: terre verdi, di dolci scenari, di silenzi, di ciliegi, vigne e noccioli, di malghe e ville rinascimentali. Produttori vinicoli - è la terra dell'Amarone, del Soave e del Valpolicella - e di gastronomia, alberghi, ristoranti, frantoi, enoteche, bed & breakfast, agenzie di viaggio, banche, imprese di trasporti, aziende culturali e di artigianato hanno stanziato 10.000 euro ciascuno in quattro anni, per creare un budget collettivo con cui attirare un turismo qualificato e valuta estera.

L'operazione ha previsto tre fasi. La prima riguarda le infrastrutture, dai percorsi turistici alla riqualificazione delle strutture di accoglienza, dalla costruzione del portale alla presenza sui social network. Poi c'è la rete “hi-tech“ ovvero l'organizzazione, in un portale outdoor, di 3.000 km di sentieri in un sistema di circuiti tematici (le antiche ville, le pievi, etc.) scaricabile su navigatore. Il progetto si completa con un percorso di formazione per le aziende partecipanti, con cui costruire un circuito turistico omogeneo di qualità, ad esempio garantendo sempre la presenza di qualcuno che parli inglese. Già il nome del consorzio, Illasi Valleys, è stato scelto guardando all'estero.

La costruzione della prima rete d'imprese a livello nazionale con finalità turistiche, in base alla legge 33/2009, è avvenuta in meno di un anno. Per promuoverla sono in programma attività di comunicazione unconventional, below, presenza alle fiere turistiche in Italia e all'estero, roadshow, materiale cartaceo bilingue. Le relazioni pubbliche sono a cura di III Millennium di S.Maria di Zevio in provincia di Verona. L'obiettivo è di raggiungere 122.000 presenze turistiche all'anno entro il prossimo quadriennio.




Eni lancia con Eni3 l'offerta che integra gas, luce e carburante

Il gruppo inaugura un nuovo format di comunicazione per la sua prima campagna europea, rivolta alla clientela retail e ideata dai team di Tbwa di Italia, Francia e Belgio. Il cane icona a sei zampe prende vita nei disegni di Nais

23 novembre 2012 - Eni presenta la nuova offerta Eni3 per la clientela retail che integra i tre mercati in cui opera: la fornitura di elettricità, di gas e di carburante. Il gruppo si presenta così con un'unico volto per tutti i clienti e con un unico modo di comunicare, anche fuori confine. Da ottobre, infatti, la compagnia energetica, presente in 85 Paesi con l'attività estrattiva e produttiva, ma solo in Italia e Ungheria con la fornitura di luce e gas alle famiglie, ha ampliato quest'attività a Francia e Belgio, dove lo scorso anno ha acquisito rispettivamente una partecipazione in Altergaz e il controllo di Nuon Belgium, dando inizio all'espansione all'estero sul fronte retail.

La strategia di posizionamento di due anni fa centrata sulla semplicità (“l'energia che semplifica la vita“) col lancio dei piani tariffari Relax, Fixa, Free, Link ora si focalizza sull'essere Eni brand globale. Il 18 novembre, dopo un teaser partito il 15, c'è stato l'avvio della prima campagna a livello europeo, che utilizza un nuovo format e un linguaggio unico. Promuove la nuova opzione Eni3, che unisce a condizioni particolari per la fornitura di luce e gas - il prezzo bloccato per 3 anni e uno sconto del 16.7% val quanto dire due mesi in omaggio all'anno - uno sconto per il rifornimento di carburante alle stazioni Eni di 6 centesimi al litro fino a 500 litri l'anno per due anni, in punti addizionali al programma you&eni.

La campagna per Eni3, a titolo “Dog around“, è stata ideata dai team creativi di Tbwa/Italia, Tbwa/Belgio e Tbwa/Francia, con coordinamento italiano. Lo spot in tagli da 30, 10 e 7 secondi mostra per la prima volta il cane a sei zampe simbolo di Eni muoversi per la città, lungo muri e fiancate di palazzi, su cui appaiono murales che rappresentano momenti di vita familiare. I murales si animano al passaggio e raccontano i vantaggi dell'offerta Eni3. Il messaggio è la vicinanza di Eni ai suoi clienti. I disegni sono della street artist Nais, mentre la colonna sonora “Don't stop thinking about tomorrow“, che fa da filo conduttore da tempo nelle campagne di Eni, è qui arrangiata da Davide di Gregario e Parisse. La direzione creativa esecutiva è di Geo Ceccarelli. La produzione di Me
rcurio e di Industrial Strange.

La campagna è multimediale in Italia e in Belgio (tv e cinema, quotidiani, radio, affissioni, web), mentre in Francia sono previsti solo stampa, internet e sponsorizzazioni di programmi in tv ad alta audience. Il media è in carico a ZenithOptimedia. In Italia il messaggio è centrato sul prodotto, in Francia e Belgio per ora più sul brand. La campagna per Eni3 durerà fino a dicembre, con ripresa nel 2013, poi il nuovo format di comunicazione sarà utilizzato per promuovere altre novità.




Eventi easy, social e redditizi con Eventbrite

E′ arrivata in Italia la piattaforma per la registrazione, la promozione e il ticketing online degli eventi, coniugando tecnologia, social media e app mobile. Quattro i passi: creare la pagina dedicata, promuovere l′evento anche tramite condivisione sui social, incassare, analizzare

16 novembre 2012 - E′ approdata in Italia Eventbrite, attiva nella registrazione e nel ticketing online per gli eventi, con un servizio che si basa sulla sinergia fra tecnologia, social media e applicazioni mobile. Propone una piattaforma (www.eventbrite.it) dove, dopo registrazione, è possibile creare gratuitamente una pagina di impatto dedicata a un proprio evento, personalizzarla col proprio logo, metterci ogni indicazione utile, magari un video, vendere in e-commerce i biglietti tramite PayPal, registrare le partecipazioni, far condividere la partecipazione sui social (tramite url personalizzata) per ottenere più visibilità e conseguente incremento delle vendite. Viene anche fornito un report con grafici in real t
ime per seguire l′andamento delle registrazioni. Gli utenti possono scaricare un′app per l′accredito digitale con smartphone evitando le code. A Eventbrite va un fee pari al 2.5% del prezzo del biglietto oltre a un fisso di 75 centesimi fino a un massimo di 7.5 euro per ciascuno. Nel caso di eventi privati gratuiti non è dovuto nulla.

Eventbrite si rivolge sia a organizzatori professionali di eventi, concerti, convention o corsi, sia a privati che vogliano fare una festa, indire un raduno, magari organizzare meglio le lezioni private. Dalla fondazione a San Francisco nel 2006 la società ha venduto 80 milioni di biglietti online, per 1 miliardo di dollari in tutto il mondo e conta piattaforme lanciate in 14 Paesi.

L′idea vincente sta nell′integrazione con Facebook, Twitter e Linkedin, dove la condivisione accresce il business del 20%. Uno studio sull′impatto dei social network sui ricavi degli eventi ha mostrato, ad esempio, che una condivisione su Facebook genera per gli organizzatori un reddito addizionale di oltre 3 euro.

Tra i clienti che nel nostro Paese sono già ricorsi al servizio, che è attivo dalla scorsa estate, (o hanno utilizzato la piattaforma in Uk) ci sono Italian Agile Day, Vodafone Zone, BlogFest, Telecom Italia, CloudCamp, Digital Economy Forum, Storming Pizza (H-Farm), BAIA.

A supporto al lancio di EventBrite in Italia non è prevista per ora una campagna pubblicitaria, ma attività di co-marketing e partnership.
Per saperne di più..>>



iDBUS, l'autobus smart che porta a Parigi

Sncf intende intercettare quei viaggiatori che utilizzano l'auto per i lunghi trasferimenti, proponendo tre corse giornaliere che dal 17 dicembre collegano Milano e Torino con Lione e Parigi. Tra i plus, Wi-fi free, sedili regolabili lateralmente, tariffa Tribù 4x3

14 novembre 2012 - Nato lo scorso luglio sulle rotte da Parigi e Lille per Londra, Bruxelles e Amsterdam, approda in Italia iDBUS, servizio di autobus a lunga percorrenza, con 3 corse giornaliere che dal 17 dicembre collegano Milano e Torino con Lione e Parigi e da qui, con le coincidenze, le citt gi servite. Sncf, la societ di trasporti e logistica globale che nasce come ferrovie francesi, intende con iDBUS intercettare quella parte di viaggiatori che utilizzano l'auto per i lunghi trasferimenti. Ricerche ad hoc hanno evidenziato una potenziale domanda da parte dei giovani, dei gruppi organizzati, di persone creative e flessibili che lascerebbero l'auto a fronte di un viaggio in autobus comodo, economico, sicuro e rispettoso dell'ambiente.

Tutto questo promette iDBUS, che si propone come alternativa più sicura, più economica, più gradevole e confortevole, di alto livello qualitativo, tale da abbattere le emissioni di Co2 a fronte della mobilit individuale. Baseline: “Smart travel, together”.

L'offerta si ripromette di svecchiare l'immagine del viaggio in bus, conferendogli un nuovo appeal. Ogni autobus panoramico, prevede 48 posti, toilette e aria condizionata come d'obbligo, sedili reclinabili e regolabili lateralmente, poggiapiedi regolabili, tavolini di lettura, illuminazione personale. Il wi-fi gratuito e ci sono prese elettriche a disposizione. I veicoli sono accessibili ai disabili. Durante il viaggio vengono date informazioni in tempo reale. La durata di circa 4 ore da Torino a Lione, di 5 da Milano (con 1 sosta), e di 13 e 14 per Parigi (2 soste). Le attese come le soste avvengono in luoghi al coperto, climatizzati, con ristorazione.

I biglietti sono gi acquistabili sul sito www.idbus.it, o tramite il Servizio clienti (0848 350 026) e in futuro nelle agenzie di viaggio e alle fermate di Milano e Torino, che sono all'Autostazione (Lampugnano per Milano). I posti sono numerati e da scegliere come in treno. I prezzi restano costanti dall'apertura delle vendite al viaggio e prevedono 3 fasce di prezzo: meno caro in settimana, più caro nel fine. Tanto per fare un esempio, la tariffa standard da Milano di 69 euro, da Torino di 65. Per chi viaggia in gruppo c' l'offerta 4x3 (tariffa Tribù).

Per promuovere l'offerta sono in promozione speciale sul sito 10.000 biglietti fino al 17 novembre al prezzo di 5 euro. Non prevista per ora una campagna pubblicitaria.


eBay Annunci sdogana il riciclo dei regali

Col supporto di una ricerca di Ipsos, il sito di annunci gratuiti locali, che fa capo a eBay Inc., promuove il riuso e il riciclo come nuova tendenza per i regali delle feste in tempo di crisi

13 novembre 2012 - La tendenza è in atto da tempo, complice ovviamente la crisi economica. Si è meno timidi nell′utilizzare l′usato - basta chiamarlo vintage - e ci si vergogna meno di riciclare un regalo che non è piaciuto, che non serve, perché magari lo abbiamo già. E allora spazio agli happening per gli scambi post feste e alle ricerche dell′oggetto giusto sui siti di vendita online.

Riutilizzare e riciclare sono le parole d′ordine per le prossime feste. Lo ha indicato una ricerca via Cati svolta da Ipsos per eBay Annunci su un campione di 700 individui a fine ottobre: quasi un italiano su quattro accetterebbe volentieri un oggetto riciclato in regalo, purché utile e che piaccia. Il 71% ritiene che i vestiti e l′abbigliamento siano la categoria più adatta ad essere riciclata, seguita da arredi e cose di casa (per il 23%) e dall′elettronica (per il 16%). Riciclare anche un buon modo per rispettare l′ambiente e ridurre gli sprechi nonché le spese. Quanto al regalo di Natale, il 46% ritiene che debba essere utile e il 24% che debba essere economico.

Con questa premesse, eBay Annuncy, sito di annunci gratuiti locali, si propone ′vetrina ideale′ per il regali del Natale 2012. Su www.ebayannunci.it persone di una stessa città possono entrare in contatto, senza doversi registrare, e vendere o cercare oggetti e servizi. A quasi tre anni dalla nascita, quando si è sdoppiato da Kijiji che è restato a presidiare l′area degli annunci per abitazioni e lavoro, eBay Annunci ha raggiunto quota 3.705.026 inserzioni, in crescita fino a 45.000 al giorno in tredici categorie. Come Ebay.it, il sito ′cugino′ di acquisti online da venditori professionali di tutto il mondo e in cui ci si registra, eBayAnnuncy appartiene a eBay Inc.

E′ l′unico sito del genere a offrire la protezione clienti PayPal. Come spiega Gioia Manetti, d.g. local classified per l′Italia, ″la sicurezza è per noi la cosa più importante. E per comprare in totale sicurezza su eBay Annunci basta seguire tre regole: se possibile, incontrare il venditore di persona; per gli acquisti a distanza, usare PayPal; non ricaricare mai carte prepagate (Postepay) altrui″ . E per perseguire la mission della sicurezza, il sito ha istituito anche un ′criminal report′, strumento interno per monitorare e prevenire i casi di truffa online che risultano perltro in costante calo.


Idee giovani con cui cambiare la vita di tutti

Telecom Italia e Expo 2015 svilupperanno dieci progetti di under 30, pensati per risolvere questioni sociali e ambientali usando le tecnologie digitali. Havas Ww Milan firma la campagna stampa

30 ottobre 2012 - Si chiama Changemakers for Expo Milano 2015 l′iniziativa di Telecom Italia con Expo che ha l′obiettivo di individuare giovani talenti under 30 di cui sostenere e sviluppare 10 progetti, pensati per risolvere questioni sociali e ambientali attraverso l′uso delle nuove tecnologie digitali. Queste saranno messe a disposizione da Telecom Italia.

Havas Worldwide Milan firma la creatività della campagna stampa che annuncia l′iniziativa con claim ″Cerchiamo visionari coraggiosi″ : visionari capaci di trovare le idee in grado di cambiare la vita di tutti.

Si partecipa inviando le idee per un′impresa digitale di successo, che dovrà avere impatto positivo sulla vita di almeno un milione di persone, a changemakers. expo2015.org entro dicembre. I dieci migliori team seguiranno un percorso gratuito di accompagnamento manageriale di 8 settimane a Milano tra marzo e aprile 2013, a fianco di esperti, professionisti, manager, creativi. Alla fine i progetti più innovativi saranno presentati a potenziali investitori e partner aziendali in grado di implementarli.


Dieci idee sulla rampa di lancio

Sono state individuate le dieci idee di impresa vincitrici del concorso ?Ripartiamo dalle ideeè promosso da Corriere della Sera, Armando Testa, SDA Bocconi e Intesa Sanpaolo che ne seguiranno la realizzazione entro il 2013

29 ottobre 2012 - Si è concluso con 10 idee vincenti e 30 finalisti (su oltre 300 partecipanti), che hanno potuto frequentare un corso di formazione in Sda Bocconi per trasformare idee innovative in progetti imprenditoriali, il concorso “Ripartiamo dalle idee“, lanciato a maggio (vedi news del 24 maggio 2012 ). Un'iniziativa congiunta di Corriere della Sera, Armando Testa, SDA Bocconi e Intesa Sanpaolo, nata con l'obiettivo di stimolare le nuove idee di impresa tra i giovani come antidoto alla crisi e alla sfiducia.

I dieci progetti di business, che saranno sviluppati entro fine 2013, saranno seguiti nell'evoluzione sul sito www.corriere.it/ripartiamodalleidee . Armando Testa studierà la campagna di lancio, il Corriere della Sera e Corriere.it metteranno a disposizione gli spazi, Intesa Sanpaolo darà sostegno finanziario, Sda Bocconi darà coaching individuale e formazione.

Le dieci idee premiate coinvolgono soprattutto i settori fashion, food, trasporti e nuovi servizi B2C, e utilizzano le nuove tecnologie. Sono:

BIOPIC di Renato Reggiani. Webagricoltura verde per case e giardini: una BioStuoia o GeoStuoia di derivazione industriale riprogettata e disegnata per rendere semplice coltivare fiori e ortaggi.

B-YOUNG di Nicole Moellhausen. Affitto di una vettura Ape con licenza di ambulante itinerante per diverse tipologie di prodotti.

DOMUS RENTAL di Alessandra Marconi e Luca Sinico. Per i proprietari di immobili, un servizio completo per l'affitto di breve termine.

E.M. IND ENGINEERING. BEFORE CUSTOMER'S THINKING di Enrico Mazzieri. Soluzione per ottimizzare i costi e i servizi legati alla ricambistica industriale, proponendo soluzioni alternative migliorative, con prodotti made in Italy.

FLYINCITY - LIVE FAST MOVE SMART di Laura Trinchera, Lorenzo Trinchera, Antonio Evangelista, Roberto Evangelista. Nuovo servizio di mobilità urbana: noleggio con conducente di moto/scooter.

HIGHSTRIT di Giulia Mantovani, Ilaria Mantovani e Andrea Cuffaro. Piattaforma B2B2C per acquistare on-line in tutto il mondo i prodotti di abbigliamento delle migliori boutique, riceverli nel negozio più vicino, provarli e nel caso farseli cambiare.

JOBCROP -BEYOND THE CV, YOUR TALENT MATTERS. Di David Riccardo Battaglia, Alberto Albanese, Flavio Calvino, Maria Carnovale e Diego Zunino. Nuovo sistema di recruiting, per esplorare il mondo Internet e scoprire giovani talenti.

LASTMARKETPRICE.COM di Jacopo Muzina. Portale e-commerce che consente a produttori e distributori di mettere all'asta on-line merce in prossimità di scadenza, fine serie, cambio etichetta e fondi di magazzino.

PAXPRESS, PER RICORDARE SEMPRE di Veronica Addazio e Graziano Capponago del Monte.
Per commemorare chi non c'è più, un ricordo su carta e web a cura di esperti giornalisti
con testi e foto fornite da parenti e amici della persona defunta
.

TIP&GO. SEARCH.PLAN.GO. di Matteo Colò, Roberto Magnifico, Costanza Pedroni, Disheng Qiu e Luca Rossi. Piattaforma web collaborativa per la pianificazione di itinerari door-to-door. Consente di organizzare il proprio viaggio e prenotare ogni mezzo di trasporto (bus, treno, etc.).



Malta si promuove 'made for meetings'

Al via in Italia la prima campagna internazionale voluta da Malta Tourism Authority per promuovere il turismo congressuale nell'isola

25 ottobre 2012 - Malta Tourism Authority dá il via in Italia, secondo Paese dopo la Germania, alla prima campagna internazionale per promuovere il turismo congressuale nell'isola, forte di una posizione geografica nel centro del Mediterraneo che garantisce un clima gradevole per tutto l'anno e un viaggio al più di un paio d'ore di volo (da Milano), del livello delle strutture alberghiere, di location adatte per eventi di ogni dimensione (fino a 10.000 delegati), di otto cen
tri conferenze, di un ottimo rapporto qualità - prezzo. Malta ha storia e cultura e una lunga tradizione nell'ospitalità, con la popolazione anglofona ma diffusamente in grado di parlare italiano.

La campagna per il cosiddetto segmento Mice (Meetings, incentives, conferencing, exhibitions) si rifá alla tradizione dei templi preistorici di Hagar Qim o di Ggantija che venivano usati per incontri rituali, da cui il concept creativo “Malta la tradizione si rinnova”. Il claim “Malta: made for meetings - since 3.600 BC“ fa da pay off negli annunci destinati alla stampa trade dove appaiono in B/N le vestigia dei templi con l'aggiunta di figure in rosso, che è il colore tipico del Paese. Appare anche nella brochure tematica 'Meet Malta' e nel micro sito dedicato www.meet-malta.com. La campagna è stata studiata e realizzata da Malta Tourism Authority insieme all'agenzia tedesca Grapstein. Dopo Germania e Italia, approderà in Francia.

Come destinazione turistica Malta accoglie 1.400.000 viaggiatori l'anno, oltre a mezzo milione di crocieristi che vi fanno tappa. L'Italia è il secondo Paese per arrivi turistici, ma primo per quelli congressuali. Sul fronte Mice giungono, infatti, 80.000 delegati l'anno di cui 15.000 italiani, pari al 19% del totale. L'obiettivo è di incrementare l'afflusso del turisti congressuali del 10% tra il 2013 e il 2014.


Con smammas.it WeBank parla alla generazione Y

Lanciato come sito di una band di mamme anti-bamboccioni, si è tramutato in aggregatore multi-settoriale per 18-34enni in cerca di indipendenza, con soluzioni e opportunità reali. La banca online punta a posizionarsi sui giovani e accrescere la brand awareness e il business

15 ottobre 2012 - Svelato il retroscena della comparsa delle band delle Smammas nel mondo dei video musicali online. C″è Webank (gruppo Bipiemme) e un modo accattivante di lanciare il sito dedicato alla generazione Y dietro al quartetto delle spigliatissime mamme - Benedetta, Ana Flora, Gisella e Carla - che denunciavano con una hit R&B il problema dei giovani che non riescono a essere indipendenti e restano a casa fino a 30 anni. Dopo il teaser online (vedi VideoNotizia del 25 settembre) c″era stato il debutto sul sito www.smammas.it il 1º ottobre, oltre alla presenza sul canale ufficiale su YouTube.

L″idea è stata partorita dal management di WeBank con l″obiettivo di posizionarsi come ″sponsor dell″indipendenza dei giovani″, ovvero riaffermare l″attenzione pe
r quella parte della clientela- la generazione Y dai 18 ai 34 anni - che costituisce già il 30% del parco complessivo. Poi c″è l″intento di aumentare la brand awareness e di ampliare il business.

L″operazione si è concretizzata con la sostituzione del sito www.smammas.it, vetrina ideata da Cayenne, con quello definitivo operativo che sarà curato da H-Farm e che vuol essere un aggregatore multi-settoriale per i giovani in cerca di indipendenza. Il sito è un contenitore che vive di vita propria, separata da quello ufficiale della banca che appare qui come ″sponsor″. Offre una serie di soluzioni e opportunità reali su fronti come la formazione, i consigli per approcciare il mondo del lavoro, i passi per creare una propria attività, per cercare una casa o una stanza. Promuove eventi, fornsce gli ″attrezzi del mestiere″.

Il sito si adatta a ogni device e prevede varie sezioni, tra cui quella con i blogger-influencer (personal trainer, avvocato, esperto di tecnologie, esperto in ricicli) che danno consigli con toni da fratello maggiore. Tra le sezioni, c″è ovviamente anche quella del main sponsor, ″Webank per te″, con proposte di prodotti finanziari adatti al target e agevolazioni su mutui e prestiti e con l″offerta di servizi in partnership con Vodafone, Microsoft, Media World Compra On-line, Mondadori, Groupon, Chili Tv (spin off di Fastweb) e Digital Accademia.

Il supporto in comunicazione del lancio del nuovo www.smammas.it utilizza per due terzi il web e per un terzo Sky con spot da 30″ e da 60″ (un mix col backstage) a cura di Cayenne, in onda per due settimane. Il media è interno per la tv e di Mindshare per il digitale. Burson-Marsteller cura rp tradizionali e digital rp.


Swiss ti porta gratis fino in centro citt

Guerrilla marketing alla Stazione Garibaldi di Milano per promuovere i voli via Zurigo. Cinque mini van offrono transfer gratuiti ai viaggiatori in arrivo

9 ottobre 2012 - La compagnia area Swiss lancia da oggi per una settimana un'azione di guerrilla marketing alla stazione di Porta Garibaldi di Milano. Ai viaggiatori in arrivo vengono offerti transfer gratuiti fino al centro città con cinque mini-van brandizzati coi colori e i simboli di Swiss. L'obiettivo è di promuovere le coincidenze dei voli disponibili via Zurigo e le tariffe convenienti per le destinazioni intercontinentali: sono sei voli al giorno da Milano Malpensa a
Zurigo con coincidenze verso oltre 70 destinazioni nel mondo.

L'iniziativa si completa con uno spazio dedicato con una coda d'aeromobile stilizzata, dei totem dentro la stazione, un impianto pubblicitario e cinque hostess che invitano a usufruire dei mini van, disponibili dalle 8 alle 18 nei feriali e dalle 9 alle 19 sabato e domenica. In parallelo è on air fino al 21 ottobre la campagna pubblicitaria autunnale di Swiss.


La qualità accessibile in Drogheria Plinio, bar cucina enoteca emporio

Apre a Milano un luogo conviviale e di relax fuori dagli schemi, arredato con un mix tra vintage e minimalismo, che propone prodotti italiani artigianali. Il format pare ideale per un futuro di franchising

18 settembre 2012 - Ha aperto a Milano, nei locali che furono di una panetteria in via Plinio 6, la Drogheria Plinio, luogo conviviale che ′ contemporaneamente bar, cucina, enoteca, empor
io di prodotti alimentari, per la cucina o per la casa, secondo un format che esula dalle solite categorie della ristorazione.

Il leit motive ′ la ricerca della qualità e lèesaltazione dei prodotti made in Italy. Le marche di food presenti sono di aziende di piccola produzione, creative, artigianali e dinamiche. Il clima ′ informale, ricorda un poè le latterie di una volta dove si faceva anche cucina casalinga, con un arredo che ′ un mix tra vintage e minimalismo, creato del laboratorio artigianale di architettura Colombo Bartali.

Ci si può andare per un caff′, per la pausa pranzo a prezzi contenuti, per una cena con la possib
ilità di acquistare i prodotti che sono piaciuti, ci si può passare tranquillamente del tempo approfittando del wi-fi gratuito, così come della programmazione musicale in filodiffusione. Lèapertura ′ dalle 8 alle 23.

In prospettiva ci si organizzeranno degustazioni, piccoli corsi di cucina, incontri. La formula viene incontro ai nuovi desideri di qualità accessibile non massificata e pare ideale per uno sviluppo futuro di franchising.

Drogheria Plinio ′ un progetto dei soci Monica Romanelli, Fulvio Losi e Roberto Calloni ed ′ legata a Aida Partners Ogilvy Pr attraverso Romanelli, che ′ direttore marketing in agenzia. Drogheria Plinio e Aida collaboreranno anche nella realizzazione delle iniziative legate al nuovo portale web ′LèItalia dei Talentiè, dedicato eccellenze italiane.



Guidatori stranieri ambasciatori di sicurezza stradale

Già in 60, su oltre 3.000 previsti in tre anni, hanno partecipato ai corsi gratuiti del Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Vallelunga. Dovranno diffondere le conoscenze ai concittadini residenti in Italia

17 settembre 2012 - Sono 60 i primi guidatori stranieri, tra bengalesi, filippini, polacchi e ucraini, ad avere ricevuto l'attestato di ?ambasciatori di sicurezza stradale?, dopo aver partecipato ai corsi gratuiti del Centro di Guida Sicura Aci-Sara di Vallelunga, struttura all'avanguardia in Europa che impiega le più moderne tecnologie per formare i conducenti di ogni tipo di veicolo. Saranno ambasciatori, perché avranno il compito di diffondere le conoscenze agli oltre 4,5 milioni di stranieri residenti in Italia, di cui 2,6 patentati.

L'innovativa e utile iniziativa di formazione prevede inoltre che un rappresentante della Polizia Stradale ribadisca le nozioni fondamentali del Codice della Strada, tra cu l'uso delle cinture di sicurezza, dei seggiolini omologati per bambini, degli auricolari e dei sistemi viva-voce per cellulari e che sensibilizzi sui pericoli della guida sotto l'effetto di alcol e droghe. Il progetto è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero degli Affari esteri, dal Ministero della Cooperazione internazionale e integrazione e dal Ministero degli Affari regionali, turismo e sport.

L'iniziativa arriverà a coinvolgere oltre 3.000 stranieri in 3 tre anni con 36 giornate di corsi concentrati nei week-end. I partecipanti sono selezionati dalle comunità nazionali, ma ci si può iscrivere direttamente anche su www.aci.it. Il prossimo corso il 23 settembre sarà per rumeni e cingalesi.



DaWanda apre in Italia il marketplace di prodotti fatti a mano

Arriva la versione in italiano della piattaforma di social e-commerce di prodotti unici, sfiziosi e originali, fatti a mano da artigiani e designer

14 settembre 2012 - Apre online il sito italiano di DaWanda, marketplace di prodotti unici fatti a mano da artigiani e designer, con sottotitolo “product with love”. Fondato per il Natale 2006 a Berlino da Claudia Helming e Michael Pütz, ora è presente in 7 Paesi europei, con 2 milioni di utenti registrati, 150.000 produttori coinvolti, oltre 2 milioni di articoli in vendita e 7.000 nuovi aggiunti ogni giorno, 150 dipendenti di quindici diverse nazionalità e 8.8 milioni di visite al mese.

Su www.dawanda.it si possono comprare prodotti sfiziosi e originali di 12 categorie, tipo abbigliamento, accessori, gioielli, oggetti per la casa, per bambini, vintage, anche personalizzabili grazie al co
ntatto diretto con i produttori. DaWanda è infatti una piattaforma di social e-commerce dove le persone si incontrano per vendere e comprare, scambiarsi idee e cercare ispirazione. È un'opportunità per i consumatori di acquistare qualcosa di insolito, non massificato - sono piccole serie di poche unità e spesso i pezzi sono unici - e per i designer e gli artigiani di trovare uno spazio dove raggiungere il grande pubblico. DaWanda chiede loro un fee del 5% su ogni transazione andata a buon fine.

Ha sviluppato un fatturato da commissioni di 4.5 milioni nel 2011 e prevede di chiudere il 2012 a quota 8 milioni. Per il nostro mercato ha un obiettivo iniziale di 100/200.000 euro nel 2013 e di decollare nel giro di 2-3 anni. Ha dato il via al recruitment di artigiani e designer italiani e per 50 di loro ha ideato sabato 15 settembre un evento a Milano, il DaWanda Village, presso il Garage di Via Maiocchi 5/7 dove vendere i loro prodotti direttamente al pubblico, tra musica, laboratori, workshop e un happening circense a cura degli artisti del Circo delle Pulci.


Idee per vivere meglio da anziani

Assegnati a cinque progetti innovativi di design rivolti alle necessità degli over 65 i premi del concorso Age-Friendly Products promosso da Domus

31 luglio 2012 - Un dispositivo portatile per sostenersi ovunque e in ogni momento. Un reminder per le medicine da prendere. Un vassoio che aumenta la stabilità degli oggetti trasportati. Un sistema per mettersi e togliersi le scarpe senza piegarsi. Un sistema di lampade led che controllano i movimenti. Sono queste, tra i numerosissimi progetti inviati da tutto il mondo, le idee innovative capaci di rendere più facile la vita degli anziani che hanno vinto il concorso Age-Friendly Products, indetto dalla rivista Domus e patrocinato dalla LN-A (Fondazione per la lotta alla non autosufficienza). Saranno realizzati sotto forma di prototipo o di modello in scala 1:1 e presentati sul mensile e sul sito www.domusweb.it

L'obiettivo era di promuovere la progettazione di oggetti per le necessità domestiche degli over 65 e la giuria ha dato particolare rilevanza alla semplicità d'uso, all'estetica e al comfort. Tre premi sono stati assegnati a designer professionisti e due a studenti.

Handle It, dispositivo portatile (riponibile in una borsa), dotato di maniglia, che con un meccanismo semplice permette di sostenersi ovunque e in qualsiasi momento, ha fruttato il primo premio di 3.000 euro per la categoria professionisti al designer Oskar Kohnen. Il secondo premio di 2.000 euro è andato a Electronic Pill Box di Jon Hilliar, sistema elettronico di reminder per chi deve prendere più medicine quotidianamente. Il terzo premio di 1.000 euro è andato a Alessandro Giacomelli per il Vassoio Cabaret, realizzato con un foglio di alluminio piegato e satinato capace di aumentare la stabilità degli oggetti, tipo la classica tazzina.

Nella categoria studenti il primo premio di 3.000 euro è andato a Einav Hamami per Shoes, oggetto multifunzione e di design elegante per allacciarsi o togliersi le scarpe senza doversi piegare. Pengfei Ren ha vinto 2.000 euro con O.O, serie di lampade led comunicanti tra loro via wi-fi che registrano i movimenti delle persone negli spazi, adatto ad esempio a controllare il sonnambulismo.


Music Store Euronics da Euronics e Play.me

Nella catena distributiva si acquistano le card per effettuare il download di brani musicali o per lo streaming da pc dalla library del gruppo Buongiorno

23 luglio 2012 - Euronics Italia presenta il nuovo Music Store. Dal 3 agosto nei negozi della catena si potranno acquistare le music card Euronics per effettuare il download di brani musicali o per lo streaming da pc, inserendo il codice della carta su www.musicstore.euronics.it

Le schede sono in tagli da 5, 10, 25 euro per il download di 6, 15, 45 canzoni e da 4 euro per lo streaming per un mese.

Il music store di Euronics nasce dalla partnership con Play.me, il servizio di musica digitale per Pc e mobile del gruppo Buongiorno che comprende oltre 4,5 milioni di titoli di case discografiche come Universal, Sony, Warner, Emi e indipendenti.


Arriva Veesible, nuovo player della raccolta online

Operativa da settembre come società al 100% di Tiscali, assorbirà competenze e attività di Tiscali Advertising in chiave evolutiva

20 luglio 2012 - Non più una divisione di Tiscali dedicata alla raccolta pubblicitaria ma una nuova società che ne assorbirà competenze e attività in chiave evolutiva. Nascerà così a settembre Veesible, al 100% di proprietà di Tiscali, che si sostituirà a Tiscali Advertising come concessionaria e consulente per offrire servizi di comunicazione integrata in ambito digitale puntando ad assicurare ai brand visibilità in un ambiente sempre più complesso ed efficacia degli interventi. Il cliente tipo sarà l'editore che intende vedere il proprio sito svilu
pparsi in qualità e in audience.

Il team sarò quello di Tiscali Advertising, e Massimo Crotti, che ne sarà alla guida, da direttore di divisione passerà ad assumere la carica di amministratore delegato. L'intenzione, dichiarata da Crotti, sarà anche di far diventare la nuova società “un soggetto attrattivo per talenti che operano nel mercato della comunicazione” . Inoltre, l'essere società a sé permetterà a Veesible di muoversi più liberamente nel mercato in cui opera, ad esempio di partecipare a gare tra concessionarie indette da spender delle tlc. Veesible sta lavorando anche per creare servizi innovativi sul mobile, che verranno proposti già da fine settembre.

Dal 1º luglio, intanto, in portfolio è entrata Cooming Soon che si è aggiunta, per citare alcuni dei 581 clienti, all'Unità siti e cartaceo, all'Ansa, a IlMeteo.it, a DeA Passion De Agostini. Clienti che hanno permesso a Tiscali Advertising di chiudere il 2011 con ricavi per 20,9 milioni di euro, in crescita del 28,9% sul 2010 e che nel primo trimestre 2012 hanno portato a una crescita dell'11,6%.


Un brand channel su YouTube per Banca Mediolanum

Emerge dietro Ennio Doris il team di prima linea di 9 top manager che racconteranno in video il loro sistema di valori. Nella programmazione, news finanziarie, incontri educational e d'eccellenza

6 luglio 2012 - Dopo essere approdata su Twitter e Facebook e in attesa di esserlo a breve anche su Linkedin, Banca Mediolanum inaugura il 15 luglio un brand channel su YouTube per raccontarsi e raccontare i suoi valori attraverso i video. La Banca “che ci ha sempre messo la faccia“, ovvero quella del patron-fondatore Ennio Doris, fin dall'inizio testimonial-garante in comunicazione, fa emergere ora lo staff di prima linea, nove top manager, tra cui il figlio Massimo, a.d. e direttore generale, la figlia Sara, presidente della Fondazione Mediolanum, e il direttore marketing Oscar de Montigny. Ognuno testimonierà attraverso una parola chiave il proprio sistema di valori nell'agire per il cliente: freedom in banking per Massimo Doris, ovvero la libertà di accesso per una banca che “viene da te“ con la tecnologia, amore per Sara con le attività benefiche della Fondazione, e così via.

Poi la programmazione prevederà temi divisi in sei macroaree, tra cui news finanziare, incontri educational grazie a Mediolanum Corporate University, presentazione di servizi e prodotti, intrattenimento con gli “incontri di eccellenza“ dove saranno in video personaggi come Tara Gandhi o lo chef Oldani..

Il canale su Youtube (http://www.youtube.com/bancamediolanum) è stato realizzato in collaborazione con Red Cell, la nuova agenzia di Mediolanum che firma anche la campagna di lancio. Saranno billboard da 7, 10 e 15 secondi, pianificati su reti televisive nazionali, oltre che sul web, in cui Ennio Doris inviterà la community dei clienti a scoprire il nuovo mezzo di contatto attraverso il suo team.
Per saperne di più..>>



L'On Demand su Sky

Entro Natale arriveranno a duemila i contenuti offerti free agli abbonati
a My Sky da almeno un anno

29 giugno 2012 - Sky lancia l'On Demand che si viene ad affiancare allèHd, a My Sky Hd,al 3D e alla visione in mobilità con Sky Go, completando le innovazioni della pay tv satellitare. Si tratta di una videoteca di 1000 contenuti iniziali che diventeranno 2000 entro Natale, messi gratuitamente a disposizione delle oltre 2,5 milioni di famiglie che hanno My Sky da almeno un anno: 600 film, 250 programmi di intrattenimento, programmi per bambini, documentari, sport. Saranno invece a pagamento i film di Prima Fila. Per accedere servono un decoder My Sky Hd, una connessione a banda larga e l'attivazione del servizio su Sky.it.

Il lancio di Sky On Demand ha il supporto una campagna di comunicazione integrata ideata da M&C Saatchi a titolo ′Lo Pensi. Lo Vediè su tv, stampa, web, social network e direct mail. Testimonial dello spot ′ lèattore Stefano Accorsi. Nel giorno di lancio, il 28 giugno, seguendo lèhashtag #lopensilovedi si poteva twittare il proprio stato dèanimo ottenendo da Sky On Demand il suggerimento del film adatto, mentre alla Stazione Centrale di Milano i viaggiatori che twittavano hanno visto proiettati su 4 megaschermi, grazie alla realtà aumentata, loro pensieri su Sky On Demand. Sulla fan page di Sky Cinema, Sky Sport e Fox su Facebook unèapplicazione fa catturare via webcam le espressioni e generare un video da condividere.



Valtur va al rilancio con budget virtuale

In amministrazione controllata, il tour operator sfida la crisi di settore e gioca la carta di una campagna multimediale in cambio merci con testimonial la Cucinotta

26 giugno 2012 - Valtur, in amministrazione controllata dal 18 ottobre scorso sotto i commissari Daniele Discepolo, Stefano Coen e Andrea Gemma, si prepara alla pubblicazione del bando di gara per trovare un acquirente, con la speranza di individuarlo già in settembre, attraverso tre criteri base: il prezzo, il numero di dipendenti assorbibili, il piano industriale. In nove hanno già chiesto l'accesso alla data room per valutare una proposta d'acquisto. Il 18 giugno lo stato passivo della procedura è stato dichiarato chiuso e i debiti indicati in 500 milioni ripartiti in 2.000 creditori.

Ma il brand sul mercato è ancora forte e i tre commissari, insieme alla direzione commerciale del tour operator, lo sostengono con una serie di promozioni e sconti per incentivare la clientela. Giocano anche la carta della comunicazione a budget super low, praticamente tutto in cambio merce, per sostenere la stagione estiva, partita in ritardo e in un clima generale di settore di forte crisi, con calo delle vendite del 35% rispetto alla stagione 2011.

L'atout è la testimonial Maria Grazia Cucinotta, che interpreta lo spot, è presente negli annunci stampa e nella home del sito di Valtur. Claim: 'Il piacere di ritrovarti'. Cucinotta presta la sua immagine in cambio dell'opportunità di girare il suo film, una coproduzione italo-cinese già partita, nei villaggi di Pollina e Favignana. L'accordo è con la Seven Dreams Productions che cura l'immagine dell'attrice e che ha prodotto lo spot. Per la creatività ha collaborato low cost la Malcom Tyler, mentre Mediaset ha dato gli spazi con accordi di bartering attraverso Promoservice. La campagna, che dura un paio di settimane, è anche su Corriere della Sera, su Repubblica e il Giornale, in affissioni del circuito Clear Channel e nei circuito video della metropolitana milanese. C'è anche un radiospot su Rtl 102.5 con cui è stato attivato un accordo per la trasmissione della programmazione durante l'estate nei villaggi.
Per saperne di più..>>



Europcar si riposiziona 'Moving your way'