HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Sabato 19 settembre 2020
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Viaggi/Sport/Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

Banner Pubblicitario Alto 630x110
 Digital

Impatto negativo del Covid-19 sul business di 4 aziende su 5,
una su 2 taglierà il budget di comunicazione

Bva Doxa ha intervistato 301 aziende italiane di diversi settori e dimensioni, con presenza nazionale e internazionale, rilevando che il 76% ha subito un impatto negativo immediato. La metà ridurrà le attività di comunicazione, ma il 41% sfrutterà invece il momento per aumentarle o mantenerle. Lo smart working funziona e 2 aziende su 5 lo adotteranno anche a emergenza finita

24 marzo 2020 - Cresce la preoccupazione delle aziende che devono affrontare gli effetti della pandemia sul business e che stanno cercando di mettere in campo ogni strategia per preservare la sostenibilità economica. Due aziende su tre temono ripercussioni a lungo periodo, solo una su tre rimane ottimista e ritiene che la crisi possa risolversi nell'arco di qualche mese. Su questo risvolto dell'emergenza sanitaria ha indagato Bva Doxa intervistando 301 aziende italiane di diversi settori e dimensioni, con presenza nazionale e internazionale.

Impatto sul business dal minuto zero
In un contesto di grande incertezza per quanto riguarda la durata dell'emergenza in corso, l'impatto della diffusione pandemica sul business si può descrivere come brusco e immediato: ben il 76% delle aziende intervistate dichiara un impatto negativo fin dalla prima ora, mentre un'azienda su cinque prevede di riscontrare i primi effetti a partire da aprile. Effetti che quattro aziende su cinque reputano elevati e che colpiscono in ugual misura sia le aziende piccole, con meno di 50 dipendenti, che quelle grandi, con oltre mille dipendenti.

Sfavorevoli le prospettive sulla domanda interna, ancora incerto l'impatto sull'export
Per 2 aziende su 3 l'emergenza influirà negativamente sulla domanda di prodotti e servizi a livello nazionale. Quasi la metà, il 45%, ritiene che dovrà affrontare un calo particolarmente significativo, del 10%. Più incerte rimangono invece le prospettive sulla domanda di prodotti e servizi sui mercati internazionali: il 34% non sa ancora esprimersi sui futuri scenari, anche se c'è già un 43% delle aziende che dichiara di osservare ripercussioni negative anche sull'export. In generale, a esprimere maggiori preoccupazioni sono soprattutto i piccoli imprenditori: per il 77% delle Pmi si verificheranno importanti diminuzioni della domanda domestica, mentre per il 56% di quella oltre confine.

Riduzione degli investimenti pubblicitari per la metà delle aziende
Per contrastare la crisi e preservare la sostenibilità economica, le aziende ridimensioneranno una parte significativa dei propri investimenti, in particolare di quelli in marketing e comunicazione: quasi la metà, il 49%, ridurrà le attività di advertising e media spending, mentre il 45% taglierà le attività di marketing. Altre riduzioni significative riguarderanno le politiche di sviluppo commerciale (per il 39% delle aziende), il lancio di nuovi prodotti e servizi (per il 33%), e le attività di ricerca e sviluppo (per il 26%). In un quadro complesso e particolarmente negativo, una percentuale comunque significativa di aziende va invece in controtendenza e dichiara che per reagire alla crisi aumenterà alcuni investimenti particolarmente strategici: un'azienda su quattro incrementerà le attività di marketing, mentre il 41% sfrutterà il momento per aumentare o mantenere la p
ropria presenza mediatica.

Lo smart working funziona e proseguirà anche dopo l'emergenza
Il 73% delle aziende ha introdotto lo smart working per la maggior parte degli addetti. Solo una minoranza non è invece riuscita (o non ha avuto la possibilità) a implementarlo in maniera altrettanto estesa. Sono soprattutto le multinazionali straniere con una sede in Italia ad aver attivato le politiche di lavoro agile: il 90% è già in smart working. Le aziende italiane hanno comunque scoperto che lo smart working funziona: ben il 90% esprime un giudizio favorevole in termini di efficienza e gestione ottimale dell'attività lavorativa. E due aziende su cinque - in particolare per quelle attive nei settori finance, utilities e tlc - i cambiamenti organizzativi introdotti in questo periodo saranno continuativi anche a emergenza finita.

Il gruppo delle aziende intervistate è costituito per il 48% da Pmi e per il 52% da aziende di medie e grandi dimensioni. Il 54% ha sede in Lombardia, il 22% nel resto del Nord Italia, il 22% nel centro, il 2% nel Sud e nelle isole. Quanto all'area di attività, il 35% sono aziende solo italiane, il 28% aziende italiane con sedi all'estero, per il 37% sono multinazionali straniere che operano in Italia. Il 35% sono aziende B2C, il 39% B2B e 26% entrambe le cose in egual misura. Infine, relativamente al settore in cui operano, il 20% sono aziende attive nella consulenza e nei servizi alle imprese, il 20% nelle aree finanza/utilities/ Tlc, il 18% nei beni di largo consumo/retail, il 16% nel farmaceutico, l'11% nei media e nell'entertainment, il 7% nell'industria e l'8% in altri settori.

I The Jackal alle prese col ripassone
di biologia nella clip di lancio di X Factor 2020
<
I The Jackal si calano nello studio last minute della biologia in vista di un esame cruciale. Aurora e Claudia si impegnano ma sembrano parecchio svanite, Fru chiede quiete assoluta, Ciro ha invece bisogno dell'accompagnamento musicale della hit ‘Mitocondri’. Guest star della clip è Emma, giudice a X Factor 2020 insieme a Hell Raton, Manuel Agnelli e Mika, che sostiene che “quando ascolti musica il cervello produce dopamina e altre sostanze che aumentano la capacità di concentrazione e apprendimento”. L'esito dell'esame sarà sorprendente. La clip promuove la ripartenza del talent alle 21.15 su Sky Uno, tutti i giovedì dal 17 settembre, sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su Now Tv. (18 settembre 2020)
  FAST NEWS<< <
The Big Now/mcgarrybowen si aggiudica la campagna sulla coesione sociale di Fondazione Pubblicità Progresso. A seguito di un contest creativo, Fondazione Pubblicità Progresso, presieduta da Andrea Farinet, ha incaricato The Big Now/mcgarrybowen di una campagna di sensibilizzazione sul tema della ‘coesione sociale’ post-emergenza sanitaria
 
'Salute-Stare bene secondo la scienza' in allegato ai quotidiani Gedi. Webinar, inchieste, podcast, notizie e dialogo diretto con i medici: sarà in edicola l'ultimo giovedì di ogni mese il magazine Salute con sottotitolo Stare bene secondo la scienza
 
Nuovo direttivo per Iab Italia, in carica per il 2020-2022. Iab Italia ha arinnovato il consiglio direttivo a 10 membri che rimarrà in carica per il triennio 2020-2022
 
E.ON sceglie Dlv Bbdo per la strategia adv e conferma Adv Activa per btl e digital di Always on. E.ON ha chiuso la gara per la creatività scegliendo due agenzie per lo sviluppo della comunicazione dei prossimi due anni
 
Il Miglio di Milano Michelin riparte in versione virtuale a cura di Havas SE. Torna il 17 ottobre la corsa il Miglio di Milano Michelin, ma in versione virtuale per garantire sport e divertimento in sicurezza, a cura di Havas Sports & Entertainment (Havas SE) che già aveva portato la corsa per la prima volta a Milano lo scorso ottobre
 
WeSchool affida a Cimiciurri e Iaki la gestione social e i progetti speciali. La piattaforma di scuola digitale WeSchool, fondata da Marco De Rossi e partecipata da P101, Tim e CDP Ventures, ha affidato alla creative media agency Cimiciurri e a Iaki lo sviluppo della community social su Facebook (target insegnanti) e Instagram (target GenZ) per gli iscritti al sito
 
Arnaud Belloni da Citroën al sales & marketing del gruppo Renault, a riporto di de Meo. Dal 15 novembre Arnaud Belloni entrerà in Gruppo Renault per rafforzare i team sales & marketing, riportando al direttore generale Luca de Meo
 
PHD incaricata della pianificazione digitale di Phyd. PHD Italia (Omnicom Media Group) è stata incaricata della pianificazione digital e performance delle campagne di lancio e di acquisizione di Phyd, digital venture di The Adecco Group, nata con la collaborazione tecnologica di Microsoft
 
I canali Eurosport arrivano su Dplay PLUS. I canali Eurosport 1 ed Eurosport 2 sono disponibili live su Dplay PLUS, la piattaforma Ott del gruppo Discovery, abbonandosi al pacchetto ‘Dplay PLUS + Eurosport’
 
‘Robot. The Human Project’ in mostra al Mudec dal 26 novembre. Il tema della robotica entra in un museo civico con la mostra ‘Robot
 
CannesLions annuncia la seconda edizione dei Lions Live per ottobre. Tornano in streaming sulla piattaforma CannesLions i ‘Lions Live’, che nella prima edizione dello scorso giugno hanno per certi versi ‘sostituito’ il Festival della creatività rinviato all'anno prossimo
 



I Pesti al pomodoro Mutti su pensiline e jumbo tram
con IgpDecaux, Wavemaker, OOH Kinetic e Studiò
<<<
Tre pensiline speciali e un Jumbo Tram Full-Wrap gestiti da IgpDecaux ospitano la campagna Ooh di Mutti per il lancio della nuova linea di Pesti al pomodoro col 45% in meno di grassi dei pesti tradizionali: il Pesto Verde, il Pesto Rosso e il Pesto Arancione. Le tre pensiline in piazza Cavour, via Torino/Palla e via San Michele del Carso a Milano sono dedicate rispettivamente ai tre prodotti della gamma, con show case studiati e realizzati in esclusiva per Mutti: all'interno e alla base un vortice d'aria aziona un meccanismo che consente il movimento continuo e scenografico delle sagome dei differenti ingredienti, a ricordare gusto e leggerezza. Il Jumbo Tram decorato integralmente per 28 giorni ha tre vagoni, ciascuno dei quali dedicato a un singolo Pesto di pomodoro. Hanno lavorato alla campagna Creative Solutions di IgpDecaux, il centro media Wavemaker, OOH Kinetic (gruppo Wpp). La creatività è stata realizzata e adattata dallo Studiò, in-house agency di IgpDecaux. (16 settembre 2020)

 

SULLO SCHERMO
<<<
LEONARDO / Serie evento di Rai del 2021
Nel giorno dell'anniversario della nascita di Leonardo Da Vinci, il 15 aprile, una clip ha svelato il volto interpretato da Aidan Turner nella nuova grande serie evento di Rai del 2021. Prodotta da Lux Vide con Rai Fiction, Big Light Productions in associazione con France Télévisions e RTVE, co-prodotta e distribuita nel mondo da Sony Pictures Television, la serie ‘Leonardo’ è stata creata da Frank Spotnitz e Steve Thompson e diretta da Dan Percival e Alexis Sweet. Nel cast anche Giancarlo Giannini, Matilda De Angelis, Freddie Highmore. 
La serie racconta il mistero dell'uomo oltre che del genio, attraverso una storia inedita e originale che scava in profondità in una personalità complessa ed enigmatica, rivelandone la straordinaria modernità e la profonda umanità. La prima clip dalla serie mostra Aidan Turner nei panni di Leonardo, prima come giovane apprendista poi alle prese con una delle sue maggiori opere: L'Ultima cena. Le immagini sono tratte dal girato originale e sono accompagnate dalla musica di John Paesano. Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, dichiara: “Leonardo ci offre un esemplare modello di umanità che è anche un invito alla fiducia nelle capacità degli uomini di affrontare i problemi della vita con la versatilità di chi ha saputo tenere insieme in una sintesi prodigiosa la scienza e la poesia, la tecnologia e l'arte”.  


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati