HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Sabato 15 agosto 2020
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie

Media Motori Programmi Retail Servizi Viaggi/Sport/Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Col 36% l'internet advertising è secondo solo alla tv per quota,
ma è primo per tasso di crescita, +11%


L'Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano attesta come in 10 anni, a parità di valore assoluto, internet abbia guadagnato 7 punti percentuali di quota di mercato sulla tv e 16 sulla stampa. La raccolta online in Italia vale 3 miliardi a fine 2018, anche grazie all'utilizzo integrato dei dati di terze parti. Il programmatic raggiunge i 482 milioni e contribuisce al 16% del totale internet adv. Addressable tv, digital Ooh e digital audio potranno ulteriormente far crescere questo mercato


(27 febbraio 2019) - Il mercato pubblicitario complessivo in Italia ha chiuso il 2018 a quota 8,2 miliardi di euro, in crescita del 4% rispetto al 2017. L'internet advertising pesa per il 36% sul totale con un tasso di crescita dell'11%, il più alto di questo mercato. L'Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano sottolinea come nel 2018 il mercato sia tornato ai livelli del 2009 e come, a parità di valore assoluto, in 10 anni internet abbia guadagnato 7 punti percentuali di quota di mercato sulla televisione e ben 16 punti percentuali sulla stampa.

“Il mercato pubblicitario online ha raggiunto quote rilevanti e continua a crescere con tassi a doppia cifra. Una gran parte degli investimenti è determinata da un approccio data-driven. Anche per questo, le data company stanno assumendo nella filiera un posizionamento sempre più importante. Visti i numeri in gioco, inoltre, diventa sempre più determinante costruire chiare strategie di misurazione dei risultati, sia interne alle specifiche imprese sia di contesto per garantire un sano sviluppo di tale mercato” afferma Giuliano Noci, responsabile scientifico dell'Osservatorio.


Il programmatic advertising in crescita anche in Italia

Nel 2018 il mercato del programmatic advertising raggiunge i 482 milioni di euro e cresce del 18%. Questa componente si assesta quindi al 16% del totale internet advertising (era il 15% nel 2017) e al 26% della Display advertising (era il 25%). Il mercato italiano è in continua crescita anno su anno, ma con tassi non così alti se confrontati con altri Paesi. Sempre nel 2018 infatti Germania e Francia crescono ben oltre il 30%, gli Usa del 30% e L'Uk del 25%. Sono Paesi che inoltre hanno una penetrazione del Programmatic sulla componente Display più alta rispetto a quella dell'Italia.

“Al di fuori della raccolta dei grandi player Over The Top (OTT), esiste ancora una buona fetta di investimenti in reservation (ossia in acquisto diretto senza automazione), sulla quale il mercato Programmatic potrebbe crescere. Tuttavia, anche altri ‘mondi’ come Addressable Tv, digital Out of Home e digital audio portano con sé la possibilità di pianificare spazi in modalità programmatica. Con la crescente diffusione di smart tv, monitor digitali e smartspeaker, questi spazi pubblicitari saranno sempre più presenti sulle piattaforme in programmatic e nelle disponibilità degli investitori. È da qui che potrà arrivare principalmente la crescita del programmatic nei prossimi anni” afferma Andrea Lamperti, direttore dell'Osservatorio Internet Media.



Il mercato delle data company in Italia

Per le aziende investitrici italiane è diventato sempre più importante ricorrere ai third party data provider per poter arricchire la conoscenza dei clienti e le indicazioni sui contatti in proprio possesso. La capacità di integrazione dei dati venduti con le informazioni già presenti in azienda è quindi fondamentale. Dall'analisi condotta (che ha compreso 28 data company attive in Italia), emerge che l'89% del campione permette questa attività: 8 su 10 tramite cookies matching e solo alcune attraverso altre tecnologie.

Le aziende che si muovono in questo mercato si possono suddividere in due macro-categorie: da una parte, i data provider ‘puri’ (o Data Providers & Technologies), ossia coloro che mettono direttamente a disposizione dell'acquirente i dati; dall'altra le Buying Technologies, che invece veicolano i dati esclusivamente in corrispondenza dell'attivazione congiunta di una campagna pubblicitaria. Indipendentemente da queste due macro-categorie, ogni azienda può offrire diverse tipologie di dato: tra le più diffuse troviamo i dati socio-demo(come sesso, età o reddito) e di interesse, venduti dal 93% dei provider; seguono i dati comportamentali (ad esempio, cronologia di navigazione e ricerche sui browser) venduti dall'89%, i dati di purchase (legati agli acquisti) e i dati geo-local(per fornire all'utente messaggi contestuali alla sua posizione) venduti dal 71%; infine i dati psicografici(che si focalizzano sulla comprensione degli attributi cognitivi, come ad esempio le emozioni dei consumatori, 39%) e gli analytics in store (comportamento in punto vendita, 25%).



La media transparency

Il tema della media transparency ha ricevuto grande attenzione negli ultimi anni all'interno del filone della misurazione e la ricerca 2019 dell'Osservatorio Internet Media, in continuità con l'edizione precedente, ha individuato a riguardo 5 dimensioni di analisi: viewability, ad fraud prevention, brand safety, accredited third party evaluation, data trasparency & value chain fee and rebate.

“La tematica della viewability rimane di interesse primario per tutti quei player che lavorano con obiettivi di branding/consideration (per il 73% dei rispondenti è un argomento ad alta o molto alta priorità), tanto da aver trovato collocazione naturale all'interno delle metriche standard di misurazione delle campagne pubblicitarie online tramite la qualificazione delle metriche esistenti (come viewable impressions, viewable completion rate, ecc.)” afferma Nicola Spiller, direttore dell'Osservatorio Internet Media.

La messa a disposizione per i brand di contesti di comunicazione in linea con la legge e in linea con le policy specifiche delle aziende stesse (brand safety/brand policy) è, universalmente, considerata un requisito di base per l'attività di comunicazione e anche nel 2019 quasi il 74% dei rispondenti considera queste tematiche particolarmente rilevanti. Le grandi aziende multinazionali hanno adottato delle politiche di protezione a livello centrale molto cautelative, prevedendo accordi stringenti con i partner di filiera e liste di esclusione (black list) estremamente selettive.

Il tema dei meccanismi di protezione dall'ad fraud è tipicamente percepito come importante da coloro che operano principalmente con obiettivi di conversion. Le imprese più sensibili hanno avviato un progressivo percorso di attenta valutazione e selezione dei propri partner di marketing e comunicazione e considerano adeguate le disposizioni per gestire le maggiori criticità derivanti da tale tematica.

La misurazione delle performance da parte di terze parti accreditate (accredited third party evaluation) è un'area all'interno della quale la sensibilità da parte delle imprese investitrici è cresciuta nell'ultimo anno in modo considerevole. Tale interesse si è tradotto in un numero crescente di realtà per cui gli investimenti in certificazioni e tracking sono aumentati nel tempo, anche fino a coprire la totalità delle campagne di comunicazione, a testimonianza del fatto che tali spese vengono percepite come a valore aggiunto per il controllo dell'efficacia di tali iniziative.

“Un'ultima dimensione riguarda la trasparenza sulla distribuzione delle fee lungo la filiera (es. sconti, diritti di negoziazione, ecc) e, per le iniziative data driven, sulla proprietà e qualità dei dati e sulla composizione del costo e qualità degli spazi media acquistati (data transparency & value chain fee & rebate) - conclude Spiller - le aziende più evolute stanno lavorando per ridurre l'opacità percepita, secondo tre direttrici di internalizzazione: competenze, dati e tecnologie. Ovviamente questo tipo di soluzioni pongono altri quesiti relativi alla gestione del dato, come la condivisione di dati con i partner esterni, che impone la costruzione di rapporti di filiera improntati alla collaborazione e basati sulla fiducia”.


La blockchain in ambito media

Le tecnologie blockchain sono incluse nella più ampia famiglia delle tecnologie di Distributed Ledger, ossia sistemi che replicano l'insieme della conoscenza su un registro distribuito fra i nodi della rete e che può essere letto e modificato da essi.

Le sue principali caratteristiche (un network decentralizzato e in grado di disintermediare gli attori esistenti; un registro, immutabile, trasparente e facilmente verificabile; trasferimenti, tracciabili, programmabili e in grado di digitalizzare i dati) rendono la blockchain particolarmente interessante per i vari ambiti applicativi e un potenziale strumento per migliorare i servizi esistenti e ridurne i costi. All'interno del mondo media, una delle aree di applicazione più importante è quella dell'advertising online. La blockchain può essere associata in particolare a due ambiti applicativi: la user engagement, ossia tutte quelle soluzioni che permettono di coinvolgere l'utente in modo attivo all'interno della filiera pubblicitaria, e la media trasparency, ossia tutte quelle soluzioni che permettono di favorire la trasparenza all'interno della filiera pubblicitaria. A tal proposito infatti, basandosi su un registro condiviso, immutabile e sull'utilizzo di smart contract e chiavi crittografiche può essere utilizzata al fine di tracciare in modo sicuro e inequivocabile tutti quelli che sono i passaggi all'interno della filiera pubblicitaria. Ogni transazione viene memorizzata su un registro decentralizzato gestito direttamente da quelli che sono i partecipanti del network. Questo meccanismo può quindi, almeno sulla carta, rispondere a molte delle richieste di maggiore trasparenza emerse negli ultimi anni. La prossima sfida è quella di capire se è sostenibile, non solo economicamente, per l'intero sistema.



L'edizione 2018-2019 dell'Osservatorio Internet Media è realizzata col supporto di Havas Group Media. Arkage, comScore, Digitalia ’08, Doxa, GEDI Gruppo Editoriale, IGPDecaux, Mediamond, Publitalia ’80, Quantcast, Rai/Rai Pubblicità, RCS, RTI Business Digital, seedtag, SHAA, Sky Media, Teads, Turbo, Weborama; Ciaopeople, Discovery Italia, Sublime, Tradelab, WebAds.


Magnum ispira a essere #true to pleasure
nella campagna globale con testimonial Halsey

<
La cantautrice e attivista Halsey, capace di rompere ogni barriera attraverso la musica per affermare ciò in cui crede, è protagonista della campagna globale di Magnum ice cream, brand che invita tutti a perseguire ciò che rende felici. Il fotografo di Los Angeles Peter Don è autore degli scatti in cui Halsey appare incarnazione della filosofia ‘true to pleasure’di Magnum. Martin Werner firma invece il corto che presenta Halsey accanto persone che hanno saputo superare le barriere per vivere con orgoglio la propria verità e cercare ciò che le rende felici. Tra queste, Kiddy Smile, cantante, performer, DJ e attivista Lgbtqia+. Halsey ha recentemente lanciato Black Creators Funding Initiative (BCFI) per dare più voce al talento dei creativi di colore e Magnum ha donato 50mila$ per supportare la causa oltre a commissionare un'opera a uno degli artisti. Magnum devolve altri 50mila$ per le organizzazioni a fianco delle comunità nera e Lgbtqia+. Il 16 luglio, inoltre, Halsey si esibirà in uno show virtuale in collaborazione con Magnum che sarà trasmesso su YouTube (dalle 18 su www.youtube.com/halsey). (13 luglio 2020)
  FAST NEWS<< <
McCann Worldgroup agenzia globale di SAS. SAS (software e servizi di analytics, IA e data management) ha scelto McCann Worldgroup con MRM quale agenzia di riferimento globale, a seguito di una gara iniziata a febbraio
 
Carlo Rinaldi chief marketing officer di Glickon. Glickon, azienda milanese attiva nell'HR Tech, ha affidato la divisione Marketing e Comunicazione a Carlo Rinaldi
 
Aigo per media relations e digital marketing del turismo verso Lisbona. Riaperti i flussi turistici con l'Italia, il Turismo de Lisboa torna ad affidarsi ad Aigo per incrementare la visibilità sui media italiani e la conoscenza della città da parte dei cittadini del nostro Paese
 
Saatchi & Saatchi e Wunderman Thompson vincono la gara per la comunicazione atl di Poste Italiane. Saatchi & Saatchi (Publicis Groupe) e Wunderman Thompson (Wpp) hanno ottenuto i punteggi più alti nella partecipazione al bando di gara per la comunicazione atl di Poste Italiane
 
LAV - Lega Anti Vivisezione affida ad Alessandro Maola Comunicazione web e social marketing. La Lega Anti Vivisezione ha scelto l'agenzia romana Alessandro Maola Comunicazione per le strategie di comunicazione e marketing su web e social
 
Andrea Galla country manager di Free Now Italia. Andrea Galla è stato nominato country manager per l'Italia di Free Now (ex mytaxi), fornitore di mobilità in sharing, joint venture tra Bmw Group e Daimler AG
 
Conrad Fritzsch global chief transformation officer di Publicis Emil. Publicis Groupe ha nominato Conrad Fritzsch, già head of digital Agency Model & Data Activation di Daimler, nel ruolo di global chief transformation officer di Publicis Emil, agenzia ‘power of one’ di Daimler
 
Le serie di Netflix su Oppo Find X2 Pro. Campagna in out of home, sul digital e nei pv. Accordo tra Oppo e Netflix per la fruizione in mobilità delle produzioni originali: su Find X2 Pro, smartphone in grado di supportare i video HDR di Netflix, sarà disponibile in modalità preinstallata l'applicazione per l'accesso ai contenuti della piattaforma
 
Italy for Tomorrow invita a trovare insieme soluzioni per l'Italia di domani partecipando a ‘Labs for Italy: more than a hackathon’. Ottanta professionisti di diversi settori hanno dato vita alla piattaforma trasversale Italy of Tomorrow per aggregare persone e aziende con l'obiettivo di trovare soluzioni per affrontare la crisi economica e sociale causata dal Covid-19
 
Upa e Polimi annunciano la presentazione di ‘Branding e-volution’ a Milano il 24 settembre e il 1° ottobre. Si terranno il 24 settembre e il 1°ottobre a Milano le presentazioni dei risultati del progetto di ricerca ‘Branding e-volution', nato nel 2019 dalla collaborazione tra Upa e la School of Management del Politecnico di Milano
 
Silvia Bagliani amministratore delegato del Gruppo Mondelez in Italia. Silvia Bagliani è stata nominata amministratore delegato del Gruppo Mondelez International in Italia, col compito in particolare di guidare e implementare la strategia globale ‘Snacking Made Right’ e rafforzare i programmi legati allo snack consapevole e sostenibile
 
L'acetificio Varvello riporta l'Italia in piazza con Mosquito. L'agenzia Mosquito firma la campagna in nove soggetti per l'Acetificio piemontese Varvello che celebra le belle giornate, le bellezze del Paese, la ritrovata libertà di movimento degli Italiani e il ritorno dell'ottimismo
 
ll Sole 24 Ore e il Financial Times in partnership danno vita agli eventi digitali ‘Made in Italy: Restart'. Accordo tra ll Sole 24 Ore e il Financial Times per la realizzazione di un percorso di eventi digitali sul tema del rilancio e della ripartenza nel mondo delle eccellenze del made in Italy
 
Honda mette in gara il planning e il buying in Europa. Honda Moto Europe ha messo in gara il media europeo, dal 2015 in carico a Dentsu Aegis Network, che era subentrato a Publicis Groupe nella gestione di un budget stimato superiore allora ai 50 milioni di sterline
 
Sprea lancia Tele Streaming, guida quindicinale alle serie tv in streaming. Sprea Editore lancia Tele Streaming, guida alle serie tv in streaming, magazine per orientarsi nell'immensa produzione di serie e programmi e aggiornarsi sulle novità, anche con consigli su cosa vedere
 
Giulia De Chirico e Lorenzo Canazza di We Are Social Milano secondi agli Young Lions Live Awards di Cannes Lions. L'Adci - Art Directors Club italiano festeggia l'argento vinto dalla giovane coppia creativa italiana formata da Giulia De Chirico e Lorenzo Canazza agli Young Lions Live Awards
 
Trenitalia invita a riscoprire le bellezze del Paese con Saatchi e AB Comunicazioni. L'Italia è piena di bellezze da scoprire e quest’estate puoi raggiungerle in modo confortevole e sicuro viaggiando con Trenitalia
 
I Digital Innovation Days Italy 2020 saranno in edizione full digital, il 29-30 ottobre. La settima edizione dei Digital Innovation Days Italy, appuntamento dedicato al digitale e all'innovazione, si terrà dal 29 al 30 ottobre, per la prima volta in versione full digital
 
Sofidel affida a Grey la gestione dei social per Regina in 6 Paesi europei. Sofidel (produzione di carta tissue per uso igienico e domestico) ha scelto Grey come agenzia social per Italia, Spagna, Uk, Germania, Polonia e Romania
 
Thomas Giudici channel & alliance manager per l'Italia di Red Hat. Red Hat (fornitore di soluzioni open source enterprise) ha nominato Thomas Giudici channel & alliance manager per il mercato italiano, col compito di sviluppare le partnership commerciali e tecnologiche attive
 
Il Quadrifoglio per ufficio stampa e media relations di Arredo3. L'agenzia Il Quadrifoglio di Milano è stata incaricata di gestire le attività di ufficio stampa e di media relations nazionali ed internazionali per l'azienda italiana Arredo3
 
Sandra Grifoni lascia Inmediato Mediaplus. Raffaella Gallozzi media owners relationship director. Prosegue la riorganizzazione di Inmediato Mediaplus, agenzia del Gruppo Serviceplan, da cui esce la fondatrice e presidente Sandra Grifoni
 
De Agostini Editore rinnova lo storico sito di divulgazione Sapere.it. De Agostini Editore rilancia Sapere.it, la piattaforma nata nel 2001 e tra i primi progetti in Italia di divulgazione digitale, che riparte in versione completamente rinnovata
 
Filippo Gramigna alla guida della media strategy di Lenovo in area Emea. Filippo Gramigna entra in Lenovo per guidare il nuovo team Emea Media Strategy and Activations, nell'ambito dell'organizzazione Emea Marketing
 
Partnership tra ilMeteo.it e il Corriere della Sera. iLMeteo.it diventa partner ufficiale del Corriere della Sera per la gestione della sezione di meteorologia della versione cartacea e online del quotidiano, con fornitura di dati meteo elaborati dal portale e la visibilità nella sezione news de iLMeteo.it di una selezione di contenuti di corriere.it
 
Supermercato24 fa rebranding in Everli e punta all’espansione internazionale. Supermercato24, marketplace per la spesa online, cambia nome in Everli, rebranding che rientra in un più ampio progetto di riposizionamento aziendale che punta anche all'espansione internazionale
 
Il lavoro del commercialista come una storia nel corto di Acqua Group. Acqua Group ha realizzato una campagna per il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, scegliendo il cortometraggio per la rete, rivolto a un pubblico sempre più attratto e allenato a formati lunghi
 
Mondo Tv affida a Mediarkè le media relations per il lancio di MeteoHeroes. Mondo Tv (produzione e distribuzione di serie televisive e film d'animazione per la tv e il cinema) ha affidato a Mediarkè l'ufficio stampa per il lancio della nuova serie di animazione ‘MeteoHeroes’, on air in prima tv dal 6 luglio su Cartoonito (al canale 46 del dtt)
 



Siram Veolia e Muba coinvolgono i cittadini
in CambiaCI, progetto sostenibile per Milano
<<<
Siram Veolia (soluzioni sostenibili per la gestione idrica, energetica, dei rifiuti in logica di economia circolare), col Comune di Milano e il Muba - Museo dei Bambini Milano, vara il progetto CambiaCI, per rendere tutti, grandi e piccoli, protagonisti del cambiamento verso una città più sostenibile. Prevede la realizzazione di un intervento tecnico per rendere il contesto urbano più smart, opera che sarà arricchita da un intervento artistico. Quattro le soluzioni tecnologiche proposte da Siram Veolia per qualificare una piazza decisa col Comune: Piastrella smart, Mini torre cattura smog, Panchina intelligente, Lampione next generation. I cittadini potranno votare fino al 1° dicembre sul minisito www.cambiaci.it. La soluzione, frutto della scelta collettiva, sarà installata da Siram Veolia. Il progetto prevede anche la realizzazione di un'opera d'arte dell'illustratrice Chiara Morra, ispirata all'elaborato collettivo che nascerà dagli spunti creativi dei bambini che parteciperanno ai laboratori d'artista al Muba. (9 luglio 2020)

 

SULLO SCHERMO
<<<
LEONARDO / Serie evento di Rai del 2021
Nel giorno dell'anniversario della nascita di Leonardo Da Vinci, il 15 aprile, una clip ha svelato il volto interpretato da Aidan Turner nella nuova grande serie evento di Rai del 2021. Prodotta da Lux Vide con Rai Fiction, Big Light Productions in associazione con France Télévisions e RTVE, co-prodotta e distribuita nel mondo da Sony Pictures Television, la serie ‘Leonardo’ è stata creata da Frank Spotnitz e Steve Thompson e diretta da Dan Percival e Alexis Sweet. Nel cast anche Giancarlo Giannini, Matilda De Angelis, Freddie Highmore. 
La serie racconta il mistero dell'uomo oltre che del genio, attraverso una storia inedita e originale che scava in profondità in una personalità complessa ed enigmatica, rivelandone la straordinaria modernità e la profonda umanità. La prima clip dalla serie mostra Aidan Turner nei panni di Leonardo, prima come giovane apprendista poi alle prese con una delle sue maggiori opere: L'Ultima cena. Le immagini sono tratte dal girato originale e sono accompagnate dalla musica di John Paesano. Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, dichiara: “Leonardo ci offre un esemplare modello di umanità che è anche un invito alla fiducia nelle capacità degli uomini di affrontare i problemi della vita con la versatilità di chi ha saputo tenere insieme in una sintesi prodigiosa la scienza e la poesia, la tecnologia e l'arte”.  


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati