HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Sabato 22 febbraio 2020
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media

Motori Programmi Retail Servizi Viaggi/Sport/Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

L'eCommerce in Italia vale 23,6 miliardi nel 2017.
Il valore degli acquisti dei prodotti
supera per la prima volta quello dei servizi


Secondo l'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, il fatturato legato ai prodotti raggiunge i 12,2 miliardi di euro, il 52% del totale, grazie principalmente alla crescita di Informatica ed Elettronica, Abbigliamento, Food & Grocery e Arredamento e home living. Il Turismo rimane comunque il primo settore per valore, con 9,2 miliardi di euro e una crescita del 7%. Il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale retail passa dal 4,9% del 2016 al 5,7% del 2017. Gli acquisti da smartphone superano nel 2017 i 5,8 miliardi


11 ottobre 2017 - Prosegue lo sviluppo dell'eCommerce nel nostro Paese: il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani raggiunge nel 2017 i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17% rispetto al 2016. Nel 2017, gli acquisti online di Prodotti (pari a 12,2 miliardi) crescono del 28% e superano per la prima volta quelli di Servizi (+7%, 11,4 miliardi). Il Turismo si conferma primo settore (9,2 miliardi, +7%) seguito da Informatica ed elettronica di Consumo (4 miliardi, +28%) e Abbigliamento (2,5 miliardi, +28%). Tra i settori emergenti i più importanti sono Arredamento e home living e Food&Grocery che insieme valgono quasi 1,8 miliardi di €. Gli acquisti via smartphone crescono del 65% e superano quest'anno i 5,8 miliardi di €.
 
Questo lo scenario del mercato del commercio elettronico presentato dall'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm. “Nel 2017 l'eCommerce mondiale è stato caratterizzato da diversi fatti particolarmente significativi - ha affermato Alessandro Perego, direttore scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano -.Tra questi ricordiamo le alleanze stipulate da alcuni grandi merchant eCommerce e operatori di differente natura (per sviluppare congiuntamente tecnologie o per espandersi commercialmente), l'affermazione di alcuni trend tecnologici (in primis assistenza vocale e chatbot) e la consacrazione delle principali ricorrenze eCommerce (Single Day, Black Friday e Cyber Monday). D'altro canto il 2017 è stato anche l'anno degli accesi dibattiti sugli effetti dell'online sul commercio tradizionale. Il successo di alcune iniziative eCommerce ha messo infatti a dura prova, in mercati più maturi dell'Italia, la sopravvivenza di alcune insegne della grande distribuzione tradizionale, tra cui quelle incapaci di progettare efficaci soluzioni ibride online – offline”.
 
L'e-commerce B2c continua la sua corsa, ampliando di anno in anno il suo perimetro d'azione: “Nel 2017 in Italia ha superato i 23,6 miliardi di euro, con un incremento rispetto al 2016 del 17% - ha dichiarato Roberto Liscia, presidente di Netcomm -. Per la prima volta nella storia dell'e-commerce italiano, i prodotti crescono ben più dei servizi, con un peso dell'e-commerce sul totale degli acquisti retail degli italiani che sale al 5,7%. Sono dati certamente incoraggianti anche se ancora non sufficienti a dichiarare maturo e dinamico il settore nel nostro Paese, dove i modelli di business stanno cambiando rapidamente e facilitando nuovi entranti. L'approccio spesso sperimentale e poco convinto all'e-commerce di molti operatori tradizionali italiani è la conseguenza del fatto che essi non abbiano dedicato né il giusto impegno né le loro migliori risorse a un progetto strategico che, invece, sta diventando il vero motore delle economie avanzate e attirando sempre più investimenti e capitale. Per parlare di un e-commerce davvero competitivo e maturo in Italia, occorre che i retailer tradizionali abbiano visione, coraggio e perseveranza, andando fino in fondo nei loro progetti digitali”.
 
L'evoluzione del mercato
 
Per la prima volta nella storia dell'eCommerce B2c in Italia, i prodotti, grazie a un ritmo di crescita quadruplo (rispettivamente +28% e +7%), raggiungono e superano i servizi (52% contro 48% a valore): “Il paniere degli acquisti online si sta quindi lentamente avvicinando a quello rilevato nei principali mercati più evoluti (dove i prodotti incidono per il 70% circa)” fa notare Riccardo Mangiaracina, responsabile scientifico dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano.
 
Nel 2017 gli acquisti di prodotti valgono 12,2 miliardi di euro. Il primo settore è l'Informatica ed elettronica di consumo con circa 4 miliardi di euro e un tasso di crescita del 28%. Gli acquisti nell'Abbigliamento (capi di vestiario, scarpe e accessori) crescono del 28% e raggiungono 2,5 miliardi di euro, non solo grazie al fashion ma anche al mass market. Tra i settori più performanti per il ritmo di crescita, troviamo il Food&Grocery (+43%),Arredamento e home living (+31%) con 900 milioni di euro ciascuno. Infine c'è l'Editoria con 840 milioni di euro (+22%). Gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 3,2 miliardi di euro nel 2017, in crescita del 27% rispetto al 2016. Qui si distingue il contributo dei Ricambi auto, con l'acquisto online pezzi di ricambio e pneumatici, del Beauty e dei Giocattoli. L'acquisto di prodotti genera circa 150 milioni di ordini all'anno con uno scontrino medio di 85 euo.
 
Nei servizi, che valgono complessivamente 11,4 miliardi di euro, il Turismo e trasporti si conferma il primo comparto dell'eCommerce italiano con 9,2 miliardi. La crescita (+7%) è riconducibile agli acquisti di biglietti per i trasporti ferroviari e aerei, alla prenotazione di appartamenti e case vacanze (attraverso gli operatori della sharing economy) e alla prenotazione di camere di hotel. Gli acquisti online nelle Assicurazioni raggiungono quota 1,3 miliardi di euro (+6%) e rimangono focalizzati sulle RC Auto. Tra gli ‘Altri Servizi’, che valgono circa 900 milioni di euro (+3%), rimangono importanti i contributi del Ticketing per eventi e delle Ricariche telefoniche. L'acquisto di servizi genera circa 50 milioni di ordini all'anno con uno scontrino medio di 235 euro,
 
“Il tasso di penetrazione totale degli acquisti online sul totale retail, passa dal 4,9% del 2016 al 5,7% del 2017 con i Prodotti al 4% e i Servizi al 9%, e i tassi più alti sono stati raggiunti da Informatica ed Elettronica di consumo (20%) e Turismo (30%) - afferma Valentina Pontiggia, direttore dell'Osservatorio eCommerce B2c -. Il ritardo dell'Italia rispetto ai principali mercati eCommerce permane ed è riconducibile alla ridotta penetrazione nei comparti di prodotto e specialmente nel Food&Grocery (0,5%). Nonostante il fermento imprenditoriale degli ultimi anni, il settore non è in grado di garantire una copertura territoriale diffusa e omogenea sul territorio italiano: solo il 15% della popolazione infatti può effettuare online la spesa ‘da supermercato’ con livello di servizio idoneo, mentre un altro 55% della popolazione ha un accesso solo potenziale all'eCommerce, tramite iniziative sperimentali, isolate e con limitata capacità”.
 
Gli acquisti da smartphone crescono in tutti i settori
 
Nel 2017 un terzo degli acquisti eCommerce, a valore, è concluso attraverso smartphone o tablet. L'incidenza di questi device è quintuplicata nel giro di 5 anni: nel 2013 la somma di tablet e smartphone valeva infatti solo il 6%. Ancora più significativa la crescita dello smartphone: il suo contributo è passato infatti dal 4% nel 2013 al 25% nel 2017. In valore assoluto, gli acquisti eCommerce da smartphone superano, nel 2017, i 5,8 miliardi di euro, con una crescita del +65% rispetto al 2016.
 
L'importanza di questo canale per il consumatore è visibile in tutti i principali comparti merceologici: il tasso di penetrazione dello smartphone sul totale eCommerce sfiora o supera il 30% nella maggior parte dei settori di prodotto (Editoria, Abbigliamento, Informatica ed elettronica, Food&Grocery) ed è pari al 15% nel Turismo e al 5% nelle Assicurazioni.
 
 
I Web shopper in Italia, tra abituali e sporadici
 
Nel 2017 i web shopper italiani – ossia i consumatori che hanno effettuato almeno un acquisto online nell'anno – sono 22 milioni e crescono del 10% rispetto al 2016. Tra questi, gli acquirenti abituali – ossia i consumatori che effettuano almeno un acquisto al mese – sono 16,2 milioni e generano il 93% della domanda totale eCommerce (a valore), spendendo online in un anno, mediamente, 1.357 euro ciascuno. Gli acquirenti sporadici sono invece 5,8 milioni, generano il restante 7% della domanda eCommerce e spendono mediamente 284 euro all'anno.
 
La crescita dell'export
 
Nel 2017 l'Export, inteso come il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri, vale 3,5 miliardi di euro e rappresenta il 16% delle vendite eCommerce totali.
 
I prodotti, grazie a una crescita del 19%, valgono 2,3 miliardi di euro e rappresentano il 67% delle vendite oltre-confine. La bilancia commerciale (Export – Import) nei prodotti è, a differenza dei servizi, positiva e vale 800 milioni di euro (+150 milioni di euro rispetto al 2016). L'Abbigliamento, grazie alla notorietà dei brand italiani e alle competenze digitali sviluppate da alcune Dot Com o boutique multi-brand nazionali, è responsabile del 65% dell'Export di prodotto. L'Export di servizi si ferma a circa 1,2 miliardi di euro, con un tasso di crescita sostanzialmente nullo, a causa di alcuni isolati fenomeni sfavorevoli legati ad attori del settore Turismo.
 
L'Export online è ben più significativo se, oltre alle vendite dirette da siti italiani verso consumatori stranieri, consideriamo le vendite abilitate dagli “intermediari digitali” con ragione sociale straniera (siti delle vendite private operanti all'estero, marketplace stranieri e retailer internazionali). Se ai 3,5 miliardi di euro di valore delle vendite da siti con operatività in Italia a clienti finali residenti all'estero sommiamo il transato intermediato dalle tre tipologie di canali appena citati, l'Export digitale triplica il suo valore e raggiunge i 10 miliardi di euro. 


‘No drama with Mopar’, web serie
di A.Testa per il brand dell'assistenza FCA
<
Armando Testa firma la web serie in quattro videoclip per Mopar, il brand dedicato ad assistenza, ricambi e supporto ai clienti di FCA. Raccontano con ironia cosa succede quando non ci si affida all'assistenza e ai ricambi originali, prendendo spunto da eventi della vita quotidiana quando si è alla guida, per far sentire Mopar come risposta concreta e seria alle necessità degli automobilisti. Il claim ‘No drama with Mopar’ sottolinea che con Mopar ‘tutto andrà bene’. La serie, prodotta da Little Bull Studios con regia di William Zanardi alias William9, impiega un linguaggio ironico, leggero e adatto a social e digital esasperando il concetto di ‘dramma’ nell'accezione cinematografica. Le clip saranno pubblicate su Facebook e Youtube con una pianificazione specifica nei mercati Emea. Il primo episodio (nel video) mette in luce la linea di ricambi ‘Genuine Parts’. Il secondo sarà dedicato al ‘Mopar Vehicle Protection', il terzo agli ‘Essentials Parts’, i ricambi destinati alle vetture con più di quattro anni di vita, e il quarto a ‘Prime Parts’, la linea di prodotti innovativi per clienti con alte aspettative prestazionali.(20 febbraio 2020)
  FAST NEWS<< <
Roberto Zaina head of market communication Emea del Gruppo SKF. Roberto Zaina, già direttore comunicazione di SKF in Italia, è stato nominato head of market communication Emea del Gruppo SKF (produzione di cuscinetti, prodotti e servizi correlati)
 
Giulia De Lellis in PhotoBooth per la campagna digitale di Havana Bra Tezenis. Si svolge intorno a un PhotoBooth la nuova campagna di Tezenis per Havana Bra, il reggiseno a triangolo con coppe preformate, realizzato in pizzo o microfibra
 
Porte aperte agli studenti in Rtl.102.5, RadioFreccia e Radio Zeta. Il gruppo radiofonico Rtl lancia l'iniziativa Open-Radio-Day offrendo un'occasione a studenti e docenti di scoprire cosa c'è dietro la musica, le parole, le notizie e le immagini che vanno in onda
 
Guerino Delfino nel gruppo LifeGate come presidente di LifeGate Consulting and Media. Nuova avventura professionale per Guerino Delfino, che aveva lasciato lo scorso maggio la carica di chairman in Ogilvy Italia (gruppo Wpp)
 
La Social Innovation al centro del 15° incontro ‘Wake Up Innovators’ di Connexia e Doxa. Quindicesimo appuntamento a Milano, e primo del 2020, con 'Wake up Innovators', ciclo di incontri dedicato a cultura digitale, scienza, innovazione e comunicazione disruptive a cura di Connexia e BVA Doxa
 
Bausch + Lomb conferma la comunicazione a Conversion. Bausch + Lomb, brand storico di lenti a contatto e soluzioni per la manutenzione, ha confermato a Conversion la gestione della comunicazione anche per il 2020 a seguito di una gara
 
San Carlo vara il concorso ‘Crea la nuova Più Gusto’ con una Taste Hunter Experience. Torna il concorso San Carlo ‘Crea la nuova Più Gusto’, che in questa quinta edizione è dedicato alla Taste Hunter Experience
 
Zack Goodman per naming, marchio e comunicazione di Abcardio. L'agenzia milanese Zack Goodman si è aggiudicata la comunicazione di Abcardio di Bologna, centro che, nella cura dei problemi cardiovascolari, prende in carico non solo la malattia, ma anche la persona
 
Access Live Commmunication si aggiudica la gara per le celebrazioni dei 60 anni di Apofruit Italia. Apofruit Italia, impresa cooperativa dell'agroindustriale, ha affidato ad Access Live Commmunication l'organizzazione della convention celebrativa dei 60 anni di attività
 
Matteo Montibeller direttore marketing di DS Automobiles Italia. Matteo Montibeller è il nuovo direttore marketing di DS Automobiles Italia, marchio del gruppo Psa
 
Ogilvy agenzia digital di Nutella e Ferrero Corporate. A seguito di una consultazione, Ferrero ha affidato a Ogilvy i progetti digital in Italia di Nutella e la presenza digital di Ferrero Corporate
 
Nicola Liverani senior director, partner global di Mapp Digital. Mapp Digital (fornitore di una soluzione di marketing digitale in cloud) ha nominato Nicola Liverani senior director, partner global
 
OBE e Iulm presentano il ciclo di 3 incontri ‘Brand Reloading’, dedicato al Branded Entertainment. OBE - Osservatorio Branded Entertainment, l'associazione che studia e promuove la diffusione sul mercato italiano del branded content & entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca, propone un ciclo di incontri sul tema
 
True Company firma il sito dell'Istituto Salumi Italiani Tutelati e la campagna online in Italia, Germania e Francia. True Company ha realizzato il sito internazionale di Isit, Istituto Salumi Italiani Tutelati, l'associazione dei Consorzi di tutela dei salumi Dop e Igp
 
M&C Saatchi Pr incaricata di relazioni pubbliche e ufficio stampa Italia di Daniel Essa calzature. M&C Saatchi Pr, agenzia di comunicazione integrata e di pr specializzata in moda, design e beauty, ha acquisito come nuovo cliente Daniel Essa, luxury brand francese di calzature uomo e donna
 
Unilever ridurrà il portfolio dei brand delle aree health e beauty. Unilever si prepara a rivedere il portfolio dei suoi brand dei settori health e beauty con l'intenzione di eliminare quelli meno performanti
 
Uvet Events lancia il nuovo sito in animazione 3D. Uvet Events, società del Gruppo Uvet che progetta e realizza eventi di comunicazione, lancia il nuovo sito www.uvetevents.com/it/, realizzato con tecnologie di animazione 3D
 
Grey vince la gara di Facile Ristrutturare e firma la campagna in tv, radio e online. Grey, incaricata dopo una gara, firma la comunicazione multicanale di Facile Ristrutturare, azienda di ristrutturazioni chiavi in mano
 
Greta Gilardi head of sales di ZooCom. Greta Gilardi è la nuova head of sales di ZooCom, creative media agency del gruppo OneDay 100% verticale sulla Generazione Z
 
I pesci dell'Acquario di Genova prendono la parola con PicNic. Parte la campagna di Costa Edutainment che ha scelto per l'attività di comunicazione del 2020 dell'Acquario di Genova l'agenzia milanese PicNic
 
Fiona May testimonial della linea anti-age Lifting Végétal di Yves Rocher. Yves Rocher lancia 'Lifting Végétal', linea anti-età col 97% di ingredienti di origine naturale, a base di collagene vegetale estratto da Ajuga Reptans, pianta selvatica che resiste in qualunque condizione
 
Apre presso Frame di Condé Nast il ‘Vogue Talents pop-up store’. All'interno di Frame, l'experience store di Condé Nast in piazzale Cadorna 7 a Milano (vedi news del 16 dicembre 2019), sarà allestito dal 18 al 23 febbraio il ‘Vogue Talents pop-up store’, uno shop dedicato alla vendita di una selezione di brand italiani di nuova generazione
 
Il Corriere della Sera e Nemo Monti lanciano un contest per l'edicola del futuro, in vista della Milano Design Week. L'agenzia di comunicazione Nemo Monti ha avviato per Il Corriere della Sera il progetto di un nuovo modello di edicola per il XXI secolo, che rinnovi il rapporto col pubblico e abbia centralità nel paesaggio urbano contemporaneo
 



Impianto outdoor con panchina
per la campagna di MyCIA a Milano
<<<
MyCIA, l'app che aiuta chi mangia fuori casa a trovare il posto giusto secondo gusti ed esigenze alimentari, si promuove in outdoor a Milano per due settimane, con 25 installazioni di arredo urbano che prevedono anche una comoda panchina. L'app continua così a sperimentare nuove forme di visibilità, dopo tv, stampa e affissioni nel secondo semestre 2019 e la decorazione della Darsena e dei mezzanini delle metro milanesi per Natale. MyCIA, scaricabile gratuitamente su AppleStore e GooglePlay, dice in tre tap dove mangiare il piatto preferito e indica il ristorante più vicino pronto a servirlo. Permette inoltre di visualizzare i menù dei vari ristoranti filtrati secondo le proprie esigenze alimentari e di accedere ad altre funzionalità pratiche, come prenotare un tavolo. Mostra solo le valutazioni di altri utenti con uno stile alimentare simile a quello di chi fa la ricerca. (21 febbraio 2020)

 

SULLO SCHERMO
<<<
CRIMINALI COME NOI /Commedia
Arriva il 20 febbraio nelle sale il film argentino diretto da Sebastián Borensztein ‘Criminali come noi’ (titolo originale ‘La odisea de los giles'), tratto dal romanzo di Eduardo Sacheri ‘La noche de la usina’ e vincitore del premio Goya per il miglior film ispanoamericano. Nel cast, Ricardo Darín, Luis Brandoni, Chino Darín, Verónica Llinás, Daniel Aráoz. Distribuisce Bim Distribuzione. Dura 116’
Argentina, 2001. Un gruppo di compaesani di una cittadina agricola in piena crisi economica investe, ognuno per quello che può, in una piccola cooperativa che dovrà comprare un silos abbandonato per fare stoccaggio di prodotti alimentari. Alla guida dell'iniziativa c'è l'ex campione di calcio Perlassi, amato da tutti e pieno di buoni propositi, che purtroppo si fa truffare dal direttore di banca che lo convince a depositare la cifra raccolta sapendo che il giorno dopo, 19 dicembre 2001, il governo argentino proibirà i prelievi oltre i 250 dollari a settimana e chiuderà le banche. I soldi in dollari americani inesigibili li fanno sparire il direttore e un avvocato senza scrupoli che li nasconde in una botola ben protetta da un allarme in campagna. Ma i componenti del gruppetto reagiscono e studiano il sistema di riprendersi il maltolto improvvisandosi criminali, in stile Ocean's Eleven. Film godevolissimo, che induce a tifare per il gruppo di ladri per caso e per i loro sforzi strampalati.  Valutazione:   ***


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati