HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Mercoledì 16 agosto 2017
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Entertainment/Turismo Web/Social Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Buone maniere nella comunicazione mobile


Tante risposte alle e-mail arrivano disseminate di errori di ortografia o di strane correzioni automatiche, concluse con un “Inviato dal mio Blackberry/iPhone/dispositivo Android”. Se talora l'urgenza prevale sulla perdita di qualità nella risposta, ci sono molti casi in cui si preferirebbe attendere che il mittente raggiungesse la tastiera in ufficio. Richard Hugues riflette su come la disponibilità delle tecnologie di comunicazione in tempo reale non basti a giustificarne un utilizzo continuo e invita a usare in modo responsabile la straordinaria risorsa aziendale della comunicazione mobile


14 ottobre 2013 - I progressi realizzati nel campo della comunicazione mobile negli ultimi anni hanno migliorato notevolmente la capacità degli utenti aziendali di rimanere in contatto tra loro, in qualunque parte del mondo si trovino. Come per tante altre innovazioni, però, l'etichetta e le migliori pratiche di utilizzo hanno seguito l'introduzione delle tecnologie con un certo ritardo.

Oggi si incontrano sempre meno ostacoli nel rimanere connessi mentre ci si trova fuori dall'ufficio, con vantaggi evidenti e ben documentati. I pericoli, l'irritazione e la tentazione di cedere alle cattive abitudini nella comunicazione sono d'altra parte presi in considerazione molto più raramente. Sebbene offra maggiori opportunità di rimanere connessi, curiosamente la comunicazione mobile può effettivamente aumentare il rischio che importanti informazioni vadano perse.

Un esempio: alla del fine 2011, News International (NI) è stata sottoposta a una rigorosa indagine nel Regno Unito per il suo presunto ruolo nello scandalo riguardante l'accesso non autorizzato alla segreteria telefonica di diversi personaggi famosi, oltre che di una studentessa assassinata. James Murdoch, amministratore delegato di NI, è stato interrogato da una commissione parlamentare dopo aver presumibilmente causato un malinteso sul fatto che egli avesse ricevuto o meno, nel 2008, un'e-mail sulle attività illegali svolte da NI. Una volta emerso che l'uomo aveva effettivamente ricevuto tale e-mail, si è scusato dinnanzi al comitato, aggiungendo tuttavia di non aver letto il messaggio fino in fondo poiché lo aveva ricevuto sul suo Blackberry durante il fine settimana.

La spiegazione fornita da Murdoch può apparire come una comoda scusa, impossibile da confutare, ma allo stesso modo del tutto plausibile, come sarà probabilmente già capitato a tutti noi. La posta elettronica manca intrinsecamente di affidabilità, poiché non offre alcuna garanzia del fatto che il destinatario abbia effettivamente letto il messaggio, anche se il server di posta invia relativa conferma di consegna. La comunicazione mobile non fa che aggravare il problema, in quanto il lettore è in genere meno propenso a prestare totale attenzione al messaggio e a leggere il testo nella sua interezza su uno schermo di piccole dimensioni ed è meno disposto ad agire in base alle informazioni ricevute.

Ora siamo quindi in grado di leggere i messaggi di lavoro su treni e autobus, in spiaggia o nella vasca da bagno e possiamo rispondere... ma dobbiamo farlo? Tutti noi abbiamo ricevuto risposte alle e-mail disseminate di errori di ortografia o di strane correzioni automatiche, concluse con l'onnipresente firma "Inviato dal mio Blackberry / iPhone / dispositivo Android". Ci sono momenti in cui l'urgenza prevale sulla perdita di qualità nella risposta, ma ci sono molti altri casi in cui il destinatario preferirebbe attendere che il mittente raggiunga la propria tastiera in ufficio anziché ricevere una frettolosa e incomprensibile risposta digitata rapidamente su un iPhone all'imbarco di un aereo. La sola disponibilità delle tecnologie di comunicazione in tempo reale non basta a giustificarne un utilizzo continuo.

La speranza che questo sia un problema a breve termine destinato a scomparire rapidamente con la diffusione di migliori pratiche è una visione probabilmente troppo ottimista. La comunicazione vocale mobile è disponibile da tempi di gran lunga precedenti e soffre ancor oggi di un'infelice mancanza di buone pratiche. Quante teleconferenze sono interrotte dai rumori della strada perché qualcuno risponde alla chiamata nella sua auto? O dall'abbaiare di un cane? O dagli schiamazzi dei bambini di un utente che lavora da casa? Non è poi così difficile attivare e disattivare l'audio in uscita sul proprio telefono, eppure la gente continua a non farlo. Allo stesso modo, rispondere al telefono durante le riunioni è da molti considerato un terribile sfoggio di cattive maniere. Vi sono certamente casi in cui è davvero indispensabile rispondere a una chiamata appena la si riceve, ma nella maggior parte dei casi si tratta solo di autocelebrazioni di importanza usate per giustificare qualsiasi interruzione, con la convinzione che l'azienda non possa sopravvivere se non si è disponibili in qualsiasi momento del giorno e della notte.

La prossima volta che leggiamo un'e-mail sul telefono, dovremmo chiederci se non sia forse meglio attendere un momento di minore distrazione e di avere a disposizione una tastiera migliore. Il fatto che si possa rispondere subito non implica necessariamente che sia la cosa giusta da fare. Se ci si trova in un luogo pubblico rumoroso, non è forse meglio perdere la teleconferenza e recuperare quanto è stato discusso in seguito? "Meglio" non per l'utente che non risponde, ma per gli altri partecipanti alla discussione.

Le recenti innovazioni nella comunicazione mobile costituiscono una straordinaria risorsa aziendale. Impariamo come utilizzarle in modo responsabile.


Richard Hughes



Richar
d Hughes è autore di Business Communication Revolution e direttore della divisione Social Strategy presso BroadVision


Richard Hughes

 VIDEONOTIZIA  
Comix invita ad aggiungere divertimento
a tutto ciò che vediamo. Firma PicNic
<
Il lancio dell'agenda Comix 16 mesi è firmato da PicNic, agenzia confermata dopo gara da Franco Cosimo Panini Editore. Per la Comix 2018, fresca di restyling nella grafica e nei contenuti, PicNic ha ideato uno spot che rivoluziona il linguaggio classico degli spot in tv. Si sviluppa sul claim ‘Vedila Comix’: un invito ad aggiungere divertimento a tutto ciò che vediamo. Tramite l'escamotage del ‘video su video’, si ride di situazioni comuni, da un ragazzo che starnutisce a un tiro a canestro. La campagna in due soggetti è in tv, al cinema, su schermi Lcd nelle stazioni ferroviarie e sul web fino a settembre. La produzione è TheBigMama, la musica originale ‘Just add a smile’ è di Massimilano Pelan. Il budget di 1.8 milioni di euro è gestito da Media By Design. (20 luglio 2017)
 I media alla Borsa di Milano << <
24.07.2017AperturaMax.Min.ChiusuraΔ %
Cairo Communication3.89203.92803.85003.92800.92
Caltagirone Editore1.20001.20001.18501.20000.08
Class Editori0.37300.37780.36630.3700-1.07
Gruppo L'Espresso0.74100.75950.73000.75852.36
Il Sole 24 Ore0.40000.41050.39500.39990.93
Mediacontech0.66300.68150.66000.66101.23
Mediaset3.28403.34203.27603.33200.85
Mondadori Editore1.75801.76701.71701.74700.58
Mondo TV4.01804.02003.98404.01400.35
Monrif0.21100.22100.21100.21571.17
Poligrafici Editoriale0.21490.22590.20430.2123-1.21
Ray Way4.61004.61404.54004.59000.13
RCS Mediagroup1.20701.22701.19501.22200.83
Italiaonline3.32803.32803.26403.2960-0.36
Powered by Six Financial Information su dati di Borsa Italiana


  FAST NEWS<< <
Eggers 2.0 in cerca di giovani talenti col contest ‘Eggstorming - La battaglia delle idee’. Eggers 2.0 ha lanciato il contest ‘Eggstorming - La battaglia delle idee’ che per il nono anno consecutivo porterà dei giovani talenti a lavorare in agenzia
 
Nicola Cappellani digital & business transformation director di Starcom. Nicola Cappellani arriva in Starcom col ruolo di digital & business transformation director e il compito di far accelerare la digital transformation dell'agenzia
 
John Antoniades managing director of global business di Spark Foundry. Spark Foundry ha nominato John Antoniades alla carica di managing director of global business, col compito di guidare la crescita dell'agenzia, dopo il recente rebranding al di fuori degli Usa (vedi news del 7 luglio)
 
Aipem vince la gara pubblica per la comunicazione dell'Ersa. L'Ersa, ente regionale per lo sviluppo agricolo del Friuli Venezia Giulia, ha incaricato Aipem di Udine delle attività di comunicazione per il prossimo biennio
 
Despar Italia affida le media relations a BPress. Despar Italia, consorzio di sei aziende della grande distribuzione organizzata operanti con le insegne Despar, Eurospar e Interspar, ha affidato a BPress le media relations
 
Vito de Mitri chief marketing officer di Triboo Media, nel team marketing anche Alberto Paternò. Vito de Mitri entra a far parte della digital company Triboo Media col ruolo di chief marketing officer
 
Emma Hazan global head of consumer di Hotwire. Hotwire, agenzia globale di relazioni pubbliche e comunicazione integrata, ha promosso Emma Hazan a global head of consumer, ruolo di nuova creazione
 
A Italiaonline la concessione degli spazi pubblicitari di 3Bmeteo. Il sito di previsioni del tempo 3Bmeteo ha incaricato Italiaonline, concessionaria di Iol Advertising, della vendita in esclusiva degli spazi pubblicitari
 
Sncf offre il cinema immersivo in 2D e in 3D con visori sui Tgv Italia-Francia. Dal 12 luglio, sul Tgv Italia-Francia i clienti di prima classe che viaggiano tra Milano e Parigi possono guardare film in 2D e 3D grazie a visori per cinema immersivo
 
Marco Raab vice presidente globale marketing e comunicazione di Escada. Escada, azienda di womenswear, ha nominato Marco Raab vice presidente globale marketing e comunicazione, carica che coprirà dal 15 agosto
 
Icbpi--CartaSi incarica M&C Saatchi della creatività e Dentsu Aegis del media. M&C Saatchi ha prevalso su altre cinque agenzie nella gara creativa indetta da Icpbi--CartaSi ed è stata incaricata della comunicazione di lancio del nuovo brand della società di pagamenti
 
Enel sostiene la Lipu nella tutela dell'avifauna e della biodiversità. È stato firmato un protocollo di intesa tra e-distribuzione (società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica) e Lipu-BirdLife Italia a tutela della avifauna
 
Riorganizzazione nel leadership team di Microsoft, nuove cariche per Santini, Esposito, Bottero e Ortalli. Viene creata in Microsoft la divisione strategica One Commercial Partner, con l'obiettivo di consolidare la relazione con i partner e contribuire all'innovazione delle aziende in Italia
 
La comunicazione per il rilancio di Mps affidata dopo gara a Jwt. J Walter Thompson Italia vince la consultazione strategica e creativa a 5 per la comunicazione a supporto del rilancio di Mps
 
Aris de Juan presidente dell'area America Latina e Sud Europa di Clear Channel International. Clear Channel International (concessionaria globale di pubblicità esterna) ha nominato Aristóbulo de Juan presidente della nuova area che comprende l'America Latina e i Paesi dell'Europa meridionale
 



 FOTONOTIZIA  
Gruppo Gedi porta a Milano la mostra fotografica
‘La Guerra Bianca’ del National Geographic Italia
<<<
Arriva a Milano dopo Trento, per restare aperta fino al 5 novembre alla Fabbrica del Vapore, la mostra fotografica ‘La Guerra Bianca’, ideata e realizzata da National Geographic Italia, brand (magazine e mostre) di cui è licenziatario per l'Italia il gruppo editoriale Gedi. Oltre 70 immagini in grande formato scattate da Stefano Torrione, con aggiunta di foto d’epoca e mappe esplicative, portano i visitatori sul fronte dei ghiacciai a ricordare che la Prima Guerra Mondiale fu anche guerra di montagna, combattuta fino ai 3.000 metri e oltre, nelle Alpi centro-orientali, in condizioni proibitive. I ghiacciai che si ritirano mostrano scheletri di baracche, trincee, gallerie scavate nella roccia, passerelle affacciate sul vuoto, reticolati, scale di pietra e di legno, cannoni, fucili, oggetti personali. Il reportage, pubblicato da National Geographic Italia nel marzo 2014, è stato il primo servizio di un'edizione straniera a essere tradotto e ripreso dal sito internazionale nationalgeographic.com. La mostra è a pagamento, con vari livelli di sconti, tra cui una promozione congiunta con Arianteo. È promossa da una campagna di Y&R su mezzi del gruppo Gedi, tra cui social, radio M2O e DeeJay, Repubblica e relativi supplementi. Info su www.fabbricadelvapore.org. (17 luglio 2017)


SULLO SCHERMO
<<<
Atomica Bionda / Azione, spionaggio
Arriva nelle sale italiane il 17 agosto ‘Atomica Bionda’ (Atomic Blonde), film d'azione e spionaggio diretto da David Leitch e ispirato alla graphic novel The Coldest City, scritta da Antony Johnston e illustrata da Sam Hart. Distribuisce in Italia la Universal Pictures. Protagonista è Charlize Theron. Nel cast anche James McAvoy, Sofia Boutella, John Goodman, Toby Jones, Eddie Marsan, Daniel Bernhardt, James Faulkner, Jóhannes Haukur Jóhannesson, Roland Møller. Dura 115’.
Tanto bella e sexy quanto pericolosa, l'Atomica Bionda è Charlize Theron nel ruolo di Lorraine Broughton, la miglior spia dei servizi inglesi MI6, inviata a Berlino nel 1989, alla vigilia del crollo del Muro, per smontare l'organizzazione che ha ucciso un agente sotto copertura e recuperare la lista dei nomi delle spie presenti nella capitale tedesca. In mezzo alla rivolta sociale, tra tradimenti, doppi e tripli giochi e avventure adrenaliniche, mostrerà abilità di combattimento, di guida e di risorse di intelligence davvero ‘atomiche’. Gran finale a base di colpi di scena. Valutazione:   ****


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati