HomeChi siamoContattiComunicatiPrivacyDisclaimer
 Sabato 23 giugno 2018
Boxhdl 250x125
Logo IdeeIdeas
Manchette Destra 250x125

Beauty/Moda Casa/Benessere Comunicazione Eventi Food/Beverage Hi-Tech Fotonotizie Media Motori

Programmi Retail Servizi Viaggi Sport Entertainment Digital Riflettori Puntati


 FAST NEWS

 FOCUS

Il Chief marketing officer è morto, viva il Chief customer officer


I tempi sono cambiati e il ruolo di Cmo ha perso peso. La strategia complessiva la fissa il Chief executive officer, il prodotto è ideato dai responsabili ricerca e sviluppo, a determinare prezzo e budget è il Chief financial officer. E il Cmo si trova a riportare a un direttore generale che spesso ha una conoscenza solo parziale del consumatore. Dominique Turpin, presidente dell'International Institute for Management Development di Losanna, spiega come la funzione di Cmo si sia esaurita e debba far spazio a una nuova figura professionale, quella di Chief customer officer, colui che all'interno dell'impresa rappresenta la voce del consumatore


27 dicembre 2012 - Devo dare una cattiva notizia: il Chief marketing officer è morto. Per fortuna, sto parlando del ruolo di Cmo e non di una particolare persona. Ma il declino della sua influenza è una tendenza allarmante in aziende che pretendono di mettere al centro il cliente, mentre in realtà continuano a mettere al primo posto il prodotto.

I Chief marketing officer sono sempre più marginali. L'amministratore delegato definisce la strategia complessiva, il team responsabile di ricerca e sviluppo idea prodotto e design, a determinare il posizionamento di prezzo e il budget di marketing è il Chief financial officer. E intanto il Cmo si trova a riportare a un direttore generale che spesso ha una conoscenza solo parziale del consumatore. Non c'è da stupirsi che alcuni Cmo stiano prendendo in seria considerazione di cambiare carriera.

Il ruolo del Cmo è ‘morto’ per più motivi. La maggior parte dei Cmo non si occupa davvero di marketing, non si impegna a studiare e capire a fondo il consumatore per fornirgli un concreto valore aggiunto. I Cmo sono troppo frenati, si concentrano sulle relazioni pubbliche e sulla comunicazione, e non hanno voce in capitolo nella costruzione del prodotto e nella determinazione del prezzo, perché non possono invadere lo spazio del Chief innovation officer o del Chief financial officer. Quest’ultimo è diventato il più potente, anche per le condizioni difficili del mercato e per la pressione dei settori finanziari. Così il Cfo ha assunto il controllo decisionale sui prezzi e conta sempre di più. La prova è che oggi la maggior parte dei dirigenti di vertice ha un background finanziario o ingegneristico, e sono pochi quelli che arrivano dalle vendite o dal marketing.

Il ritorno delle attività di marketing è spesso difficile da misurare. Il marketing è più arte che scienza. È difficile quantificare i risultati di una campagna di marketing, e capire se tutti quei milioni di dollari spesi hanno portato a un reale aumento delle vendite. E quando arriva la recessione, il budget di marketing è il primo ad essere tagliato.

Nessuno ha un'idea chiara di cosa sia il marketing. Chiedi a 20 senior manager di una società cos’è il marketing e ti daranno 20 risposte diverse. Al contrario, la maggior parte sarebbe d'accordo sulla definizione di finanza o di produzione.

In alcuni casi, il marketing è ancora potente e centrale in azienda. Ci sono imprese con un fondatore visionario che ha intuito i bisogni del cliente, come Steve Jobs di Apple o Ingvar Kamprad di Ikea. E ci sono aziende familiari che sono più abili delle aziende pubbliche nell’avere una visione a lungo termine necessaria nei processi di marketing. Ma sono eccezioni. Nella maggior parte dei casi il potere del Cmo viene eroso giorno per giorno.

Invece di mettersi in lutto, il Cmo può trovare gli strumenti per riconquistare parte del potere perduto.

In primo luogo deve sbarazzarsi del titolo di Chief marketing officer e assumerne uno nuovo, quello di Cco ovvero di Chief customer officer. Questa figura deve rappresentare la voce del cliente all'interno dell'organizzazione, avere il polso dei messaggi che arrivano dal mercato e diffonderli internamente.

Chiaramente la modifica del titolo di un ruolo è insufficiente, ci sono altri passi concreti da fare.

Trasferire al Ceo le funzioni di Cmo. Meglio di chiunque altro il Ceo può mettere al centro dell’impegno aziendale il cliente, perché ha il potere di indirizzare la cultura d’impresa, aumentare l’attenzione al consumatore, scegliere addetti orientati al cliente. Un Ceo che ha anche compiti di Cmo manda in azienda il messaggio forte che il consumatore è al centro delle preoccupazioni e che il marketing è un compito a cui tutti devono dare un apporto.

Allearsi e lavorare a fianco del Cfo. Così si eliminano le confusioni riguardo il marketing. Il Cco dovrebbe cercare di produrre numeri che mostrino il ritorno sugli investimenti e l’impatto sulla gestione finanziaria della società. Potrebbe anche fare un corso di aggiornamento in materia di finanza per ottenere una migliore comprensione dell’attività di Cfo. Anche una cosa banale come andare a pranzo col Cfo potrebbe aiutare il Cco a capire di più di meccanismi finanziari.

Utilizzare la conoscenza del consumatore per ricostruirsi credibilità. Con il sostegno di Ceo e Cfo, il Cco potrà influenzare le discussioni sulla progettazione dei prodotti e sui prezzi relativi, e indurre l’offerta aziendale a diventare più sensibile verso le esigenze espresse dal mercato. Sono pochi gli imprenditori che si chiedono: “Quali sono i ‘mal di testa’ dei clienti?” Invece questa è una buona domanda. Le aziende in grado di fornire un prodotto o un servizio che renda la vita più veloce, più facile, migliore, meno costosa sono quelle sulla strada giusta.

Già nel 1950, il guru del management Peter Drucker scriveva che una società ha due e solo due funzioni fondamentali il marketing e l’innovazione - e che tutte le altre funzioni dovrebbero essere a supporto di queste. Torniamo alle origini. La centralità del cliente deve essere al primo posto per il Cco. Questa attenzione deve partire dal vertice e impregnare l'intera organizzazione in modo che tutti condividano l’obiettivo di aggiungere valore per il cliente. Anche se fare attenzione al consumatore sembra buon senso comune, il buon senso comune, purtroppo, è sempre meno comune. L'impegno del Cco è il primo passo nella giusta direzione.

Quindi, addio al Chi
ef marketing officer, benvenuto al Chief customer officer.


Dominique Turpin
(dominique.turpin@imd.org)


Dominique V. Turpin, nato a Tours nel 1957, è esperto e docente di brand management, marketing strategy and communications. È Nestlè professor e presidente di Imd (International Institute for Management Development) di Losanna. Ha diretto l'Imd Mba (Master of business administration) e il Ped (Program for executive development)

Dominique V. Turpin

 VIDEONOTIZIA  
Eni con Tbwa sostiene la Nazionale e racconta
l'orgoglio di indossare la maglia azzurra
<
Eni, con orgoglio e andando controcorrente, supporta la Nazionale di calcio italiana nel difficile momento dell'assenza dai Mondiali, nella convinzione che sostenere una squadra significhi farlo sempre. Nasce con questo spirito il film ‘150 grammi’, peso reale della maglia azzurra e di tutto ciò che rappresenta: dalla passione di chi ama questo sport all'orgoglio di chi l'ha indossata, come l'ex calciatore Fabio Capello, presente con un cameo. Tra ricordi ed emozioni, lo spot si collega all'energia che muove il Paese, mettendo in relazione due simboli come il cane a sei zampe e la maglia azzurra. Firmata da Tbwa/Italia, la campagna è in tv e sui canali social di Eni che, dal fischio d'inizio di Russia 2018, vestono l'azzurro della Nazionale. La produzione è di The Box Films con regia di Billy Pols. (20 giugno 2018)
 I media alla Borsa di Milano << <
19.06.2018AperturaMax.Min.ChiusuraΔ %
Cairo Communication3.47003.48003.41003.48000.00
Caltagirone Editore1.27501.29501.27001.29500.00
Class Editori0.27900.29500.27900.28600.35
Gruppo L'Espresso0.34200.34400.33700.34350.29
Il Sole 24 Ore0.67800.70000.66500.6700-1.33
Mediacontech0.58800.59800.57200.59801.70
Mediaset2.83402.87802.81602.86000.00
Mondadori Editore1.27401.32801.25001.30601.56
Mondo TV4.00004.00003.90003.9400-0.76
Monrif0.21300.21400.21000.21402.88
Poligrafici Editoriale0.21500.21600.20900.21300.00
Ray Way4.22504.28004.22504.2350-0.59
RCS Mediagroup1.12001.12201.10201.1020-1.61
Italiaonline2.93502.96002.88502.8850-2.04
Powered by Six Financial Information su dati di Borsa Italiana


  FAST NEWS<< <
Achim Bahnen v.p. head of communication & public affairs del Gruppo Costa. La compagnia crocieristica Gruppo Costa rafforza il vertice dirigenziale nell'area comunicazione con l'ingresso di Achim Bahnen, col ruolo di vice president head of communication & public affairs
 
Luca Tommassini ambassador di Magnum in eventi alla 'ricerca del piacere' nei Magnum Pleasure Store. Luca Tommassini, coreografo, art director, regista e ballerino, diventa ambassador di Magnum alla 'ricerca del piacere' nei Magnum Pleasure Store lungo la penisola
 
Cairo Editore lancia il quindicinale Diva Donna e Cucina, free con Diva e Donna. Cairo Editore porta in edicola la nuova testata Diva Donna e Cucina, magazine quindicinale in abbinamento gratuito col settimanale Diva e Donna
 
Homina, Mediatyche ed Extra danno vita a SIC, società consortile di pr e comunicazione d'impresa. Tre storiche agenzie di comunicazione – Homina, Mediatyche ed Extra – si uniscono per formare SIC (Società Italiana Comunicazione), società consortile con sedi a Bologna, Milano e Roma, oltre 40 professionisti e 4 milioni di fatturato
 
Accordo tra Uspi e comScore per la rilevazione delle audience dell'editoria online. Accordo tra Uspi (Unione Stampa Periodica Italiana) e comScore (fornitore di misurazioni cross-platform per le audience digitali) per la rilevazione dell'editoria online all'interno delle piattaforme di comScore MMX Media Metrix Multi-Platform, Video Metrix Multi-Platform e Mobile Metrix
 
InnovaFiducia con Fondazione Tim in aiuto ai Neet. Arriva il primo hackaton dedicato. L'associazione InnovaFiducia ha avviato il progetto NetForNeet con cui favorire l'integrazione nel circuito formativo e lavorativo dei ‘Not engaged in Employment, Education or Training'
 
LINC di ManpowerGroup Italia evolve in book-magazine con la gestione editoriale della Content Factory di Havas PR Milan. Compie dieci anni LINC, magazine di cultura del lavoro fondato da ManpowerGroup Italia (soluzioni strategiche per la gestione delle risorse umane)
 
Disponibile anche in Italia il servizio Youtube Music, free con pubblicità o in abbonamento senza. Arriva anche in Italia Youtube Music, servizio di musica in streaming di Youtube che propone official audio, official video, playlists, artist stations, remix, performance live, cover
 
Per i 40 anni Unicom promuove un radiospot sul valore della comunicazione. I copy Gaetano Ferrara di FMedia e Federico Alberto di Studiowiki firmano per Unicom la campagna radiofonica che sostiene il valore della comunicazione e l'importanza della pubblicità, per i 40 anni dell'associazione
 
Connexia lancia la divisione Corporate Communication con Zornitza Kratchmarova corporate communication director. Connexia, data driven creativity agency del Gruppo Doxa, lancia la divisione Corporate Communication con l'obiettivo di portare il meglio del linguaggio consumer in ambito istituzionale
 
Entrano in Facebook Italia Evita Barra, sector lead - automotive, tech&telco, e Mariano Di Benedetto, agency lead. Riorganizzazione in Facebook Italia, guidata dal country director Luca Colombo
 
Realize Network produce la mega festa pubblica a Genova il 7 luglio per i 70 anni di Costa Crociere. Il 7 luglio a Genova andrà in scena ‘Costa Zena Festival', evento con cui Costa Crociere festeggerà il 70° compleanno, organizzato insieme al Comune e prodotto da Realize Network
 
Hailey Baldwin testimonial di Bolon Eyewear nella prima campagna adv in Italia. Hailey Baldwin, figlia d'arte, trend setter e top model americana, è testimonial della campagna per la collezione Sole del brand di occhialeria Bolon Eyewear, distribuito in Italia da Polinelli (div
 
Grey vince la gara del Gruppo Mediaset per la nuova comunicazione di Infinity. Grey ha vinto la gara per la comunicazione a-t-l, digital e social di Infinity, il servizio di video streaming on demand del Gruppo Mediaset
 
Fabio Poli confermato presidente di Fcp-Associnema e Marco Cancelliere di Fcp-Assoperiodici. Fabio Poli è stato riconfermato presidente di Fcp-Associnema dall'assemblea in cui siedono rappresentanti di Rai Pubblicità, Moviemedia, Dca-Digital Cinema Advertising
 
Cucina Moderna in edicola più colorato, con più ricette e più dettagli pratici. Il mensile Cucina Moderna, edito dal Gruppo Mondadori, si presenta rinnovato in edicola col numero di luglio
 
Marco Rossignoli nuovo presidente di TER, Franco Mugerli direttore. Marco Rossignoli, presidente di Aeranti Corallo, è il nuovo presidente di TER (Tavolo Editori Radio), la società che cura la rilevazione dell'ascolto radiofonico in Italia
 
We Are Social acquisisce Socialize, social media agency di Dubai, primo passo per un'espansione via acquisizioni. We Are Social ha acquisito la maggioranza di Socialize, la maggior social media agency indipendente del Medio Oriente
 
Amaro Lucano torna in comunicazione per i Mondiali con Starcom. Torna in comunicazione per i Mondiali di calcio l'Amaro Lucano, storico brand del Gruppo Lucano, con l'obiettivo di aumentare la brand awareness tra i più giovani e consolidarla presso il core target più maturo
 
InTesta per il rebranding di Cittadini dell'Ordine. InTesta, agenzia di branding e corporate identity del Gruppo Armando Testa, è stata incaricata del rebranding dell'istituto di vigilanza Cittadini dell'Ordine, intenzionato ad avere uniformità e omogeneità tra le diverse sigle del gruppo
 



 FOTONOTIZIA  
Jungle firma la campagna per l'evento
di street marketing Red Bull Dance Your Style
<<<
Jungle, agenzia specializzata in unconventional marketing, ha realizzato la campagna di comunicazione per il Red Bull Dance Your Style, gara di di ballo che si è svolta sabato 16 in piazza Duca d'Aosta a Milano con una serie di di battle all'ultimo respiro. La campagna ha previsto shooting fotografici, proiezioni guerrilla e una gigantesca installazione in via Morosini. In una prima fase di scouting, un van marchiato Red Bull è andato in giro a scoprire volti e luoghi della street dance milanese. Il fotoreporter Gabriele Micalizzi con un team di fotografi, videomaker e stylist ha scattato i ritratti di centinaia di ballerini dilettanti. Le foto sono state post-prodotte live e trasformate in poster 50x70, regalate poi agli stessi ballerini. La fase di ricerca, interviste e shooting, inoltre, ha portato alla creazione di una mappa dei luoghi della street dance milanese, consultabile al link. (20 giugno 2018)


SULLO SCHERMO
<<<
THELMA / Thriller
Candidato norvegese all'Oscar per il miglior film straniero e già cult negli Usa, arriva nelle sale il 21 giugno ‘Thelma’, film di Joachim Trier, uno dei maggiori registi scandinavi di oggi. Nel cast, Eili Harboe, Okay Kaya, Henrik Rafaelsen, Ellen Dorrit Petersen, Grethe Eltervåg.  Distribuisce Teodora Film. Dura 116’ 
Timida e repressa da genitori ultra religiosi e anaffettivi, la graziosa e diligente Thelma si trasferisce dalla provincia alla capitale, Oslo, per frequentare l'Università. Si troverà ad affrontare un'escalation di rivelazioni su se stessa difficili da accettare: attrazione verso lo stesso sesso, incubi, crisi convulsive psicogene, tragici segreti di famiglia, possesso di poteri inquietanti e incontrollabili. La prima parte del film costruisce, in tempi lenti e fredde atmosfere scandinave, l'evoluzione verso l'horror parapsicologico. Azzeccatissima la definizione del New York Magazine: “Immaginate ‘Carrie’ girato da Ingmar Bergman”.  Valutazione:   ***


IdeeIdeas Innovazione Marketing Comunicazione - Via Melchiorre Gioia, 66 20125 Milano - Tel. +39.388.9368151
Direttore responsabile: Valeria Scrivani - Registrazione presso il tribunale di Milano nº 220 dell'11.05.2012
Copyright ©2012 IdeeIdeas - Tutti i diritti riservati